Sei sulla pagina 1di 24

VENTILCONVETTORI

7.7.4
10.2006

E U R O V E N T
CERTIFIED PERFORMANCE

ventilconvettore a cassetta

TERMOCOMFORTPLUS (Controllo a parete)


il comando pi completo e sofisticato. Le sue
funzioni prevedono il termostato ambiente con
regolazione On/Off (P+I), selettore 3 velocit, auto
fan, commutazione Estate/Inverno automatica (con
possibilit di centralizzazione), controllo valvole,
ON/OFF remoto, funzione economy, destratificazione
e LED di funzionamento.

HYDROLINE la nuova linea di ventilconvettori


totalmente rinnovata nel concetto, nellestetica
e nei controlli. Il design pulito abbinato ad
una intelligente gestione del nuovo controllo,
conferiscono al prodotto eleganza e flessibilit per
qualsiasi applicazione sia in ambito residenziale
che commerciale.
RK la nuova serie di ventilconvettori a cassetta
progettata per applicazioni di riscaldamento
e/o raffrescamento in ambienti commerciali/
residenziali ove sia richiesto uninstallazione a
soffitto per adottare limpianto ad una esigenza
architettonica particolare. Con lesclusiva linea
estetica adottata, laccurata progettazione e la
mandata aria orientabile su 4 vie, le cassette RK
rappresentano la soluzione Riello per applicazioni
in ogni tipo di ambiente.
Per interfacciarsi in modo uniforme e semplice, tutta
la gamma dei ventilconvettori RK compatibile con
i nuovi versatili controlli a parete HYDROCONTROL:
TermoComfortPlus e TermoComfort.

TERMOCOMFORT (Controllo a parete)


il comando indicato per le principali applicazioni.
Le sue funzioni comprendono il termostato ambiente
con regolazione proporzionale, On/Off, selettore 3
velocit, selettore Estate/Inverno, controllo valvola
e LED di funzionamento.

PLUS DI PRODOTTO
Elevata silenziosit.
Ampia gamma da 2,4kW fino a 4,7kW.
Ampia gamma di comandi compatibili con ogni modello di ventilconvettori Riello HYDROLINE.
Filtro aria ad alta efficienza lavabile.

VANTAGGI PER LINSTALLAZIONE E MANUTENZIONE


Pompa scarico condensa di serie
Semplicit dinstallazione
Eccellente distribuzione dellaria tramite i 4 deflettori manuali
Facilit di smontaggio e pulizia dei filtri
Compatibile con i comandi della serie HYDROCONTROL

Modello

R AFFREDDAMENTO

Resa nominale totale (2)

Resa nominale sensibile (2)

Portata dacqua (2)

Perdita di carico (2)

Resa nominale con acqua a 50C (3)

RISCALDAMENTO

Resa nominale con acqua a 75C (4)

Portata dacqua (4)

Perdite di carico (4)

RK 24

RK 40

RK 47

max

2400

4000

4700

med

1790

2830

3470

min

1540

1880

2830

max

2300

3100

3900

med

1730

2330

2840

min

1460

1510

2280

max

l/h

396

684

792

med

l/h

307

486

596

min

l/h

264

323

486

max

kPa

12

20

med

kPa

10

min

kPa

max

3800

5000

6600

med

3030

4100

4850

min

2620

2680

4100

max

7330

10000

12000

med

5780

7470

8750

min

4790

4890

7460

max

l/h

431

590

705

med

l/h

340

439

514

min

l/h

292

287

438

max

kPa

15

med

kPa

min

kPa

Alimentazione elettrica

230/50

Potenza assorbita
Corrente assorbita
Portata aria

Livello di pressione sonora (1)

66

78

100

0,30

0,36

0,41

max

m3 /h

659

698

850

med

m /h

450

490

601

min

m3 /h

360

310

472

max

dB(A)

40

43

49

med

dB(A)

29

34

39

min
Dimensioni e connes.ni idrauliche
Contenuti acqua batterie

dB(A)

24

23

33

e inch

3/4

3/4

3/4

lt

0,55

1,1

1,1

Le prestazioni sono riferite alle seguenti condizioni nominali:


(1) Livello di pressione sonora riferita ad un locale di volume pari a 100 m3, caratterizzato da un tempo medio di riverbero di 0,5 secondi.
(2) Raffreddamento temperatura aria ingresso 27C b.s., 19C b.u.; temperatura acqua entrante/uscente 7/12C.
(3) Riscaldamento temperatura aria ingresso 20C b.s.; temperatura acqua entrante 50C; stessa portata acqua ottenuta in raffreddamento.
(4) Riscaldamento con aria ingresso 20C b.s.; temperatura acqua 75C-60C.

Limiti di funzionamento
Modalit di funzionamento

Raffreddamento/Riscaldamento

Temperatura aria ambiente

Temperatura acqua ingresso

MIN

MAX

MIN

MAX

5C

32C

4C

80C

Pressione massima lato acqua : 1.400 kPa (14 bar)

Per un corretto uso, il ventilconvettore deve operare solo entro le temperature indicate nella tabella. Se lunit viene
fatta funzionare fuori dai sopraindicati limiti, possono verificarsi malfunzionamenti o perdite dacqua.

DIMENSIONI DINGOMBRO E PESI


Dima dinstallazione

Posizione e dimensione degli attacchi

Solo versione
a 4 tubi
(su commessa)

Dimensioni e pesi

Modelli

24

40

47

Unit RK

kg

17

19

19

Pannello

kg

STRUTTUR A

Legenda
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25

Raccordo scarico condensa


Tubo scarico condensa
Assieme ventola
Assieme batteria
Interruttore livello di sicurezza
Assieme pompa
Filtro pompa
Assieme bacinella condensa
Tappo gomma
Assieme quadro elettrico
Scatola elettrica
Condensatore
Scheda
Supporto scheda
Assieme isolante cornice
Guida louvers
Alette deettore - louver
Cornice
Fermo griglia aspirazione
Griglia aspirazione
Filtro aria
Boccaglio girante
Gommino motore
Motore
Passacavo alimentazione

PRESTAZIONI
Potenzialit frigorifere delle batterie per sistema con distribuzione a due tubi con
ventilatore funzionante ad alta velocit

NOTA: Per il calcolo della portata dacqua


in condizioni diverse dalle nominali
utilizzare la seguente relazione:
V=

Totale
4,18 x T

[l/s]

Es.: RK 40 in condizioni evidenziate


V=

4
0,19 l/s
4,18 x 5

FATTORI DI CORREZIONE

Potenzialit di riscaldamento delle batterie per sistema con distribuzione a due tubi
con ventilatore funzionante ad alta velocit

Tra parentesi sono riportati i salti termici tra ingresso ed uscita batteria in C.

NOTA: Per il calcolo del salto termico utilizzare la seguente relazione:


Totale
T =
[C]
4,18 x V
con V in litri al secondo [l/s]
Es.: RK 47 in condizioni evidenziate T

12,46
7,6 C
4,18 x 0,39

PERDITE DI CARICO
BATTERIA PER SISTEMA CON DISTRIBUZIONE A DUE TUBI
Solo batteria (I giunti di collegamento e le valvole non sono compresi)

KIT VALVOLAME

LIVELLI SONORI
Lw(A)
Alta
velocit

Media
velocit

Bassa
velocit

Lp(A)
Alta
velocit

Media
velocit

Bassa
velocit

NR
Alta
velocit

Media
velocit

Bassa
velocit

RK 24

49

38

33

40

29

24

36

25

20

RK 40

52

43

32

43

34

23

40

30

20

RK 47

57

48

42

48

39

33

43

35

29

Modello

I livelli di pressione sonora sono espressi in dB(A), mentre I Noise Ratings (NR) sono riferite ad unit montate a soffitto e ad un locale con un volume pari
a 100 m e caratterizzato da un tempo di riverbero di 0,5 secondi.
Lp(A) - Livello di Pressione Sonora ad 1 metro di distanza, dB(A)
Lw(A) - Livello di Potenza Sonora, dB(A)
NR - Noise Rating, dB(A)

COLLEGAMENTI IDR AULICI


I ventilconvettori RK sono progettati e realizzati per essere installati su impianti di riscaldamento e condizionamento.
Le caratteristiche degli attacchi idraulici sono le seguenti:
SCHEMA IDRAULICO DI COLLEGAMENTO DELLIMPIANTO

Legenda
1
2
3
4
5
6

N.B. obbligatorio installare una elettrovalvola


(singola o di zona), disponibile come accessorio, per
intercettare il flusso dacqua.

Ventilatore
Scambiatore di calore
Sato aria manuale
Giunto di collegamento
Valvola di intercettazione a sfera
Elettrovalvola (accessorio)

VALORI DI RIFERIMENTO

La scelta e linstallazione dei componenti dellimpianto


demandato per competenza allinstallatore, che dovr
operare secondo le regole della buona tecnica e della
legislazione vigente.
Gli impianti caricati con antigelo obbligano limpiego di
disconnettori idrici.
Acque di alimentazione /reintegro particolari, vanno
condizionate con opportuni sistemi di trattamento. Come
valori di riferimento possono essere considerati quelli
riportati in tabella.

SCARICO CONDENSA
Per lutilizzo su impianti di condizionamento i ventilconvettori
HYDROLINE sono dotati di bacinella raccogli condensa e pompa
di scarico, alla quale va collegato un condotto di drenaggio da
indirizzare verso un luogo adatto allo scarico.
Collegare un condotto di drenaggio isolato ( interno 25 mm.)
allattacco della bacinella e indirizzarlo verso un luogo idoneo
allo scarico.
Il tubo di drenaggio deve avere una pendenza del 2% verso il
luogo di scarico.
Evitare tratti in contropendenza.
Verificare il regolare deflusso della condensa versando dellacqua
nella bacinella.
Accertarsi della buona tenuta di tutte le giunzioni per evitare
fuoriuscite di acqua.
Applicare dellisolante termico anche sui punti di giunzione.
Evitare isolamenti parziali delle tubazioni.

PH

6-8

Conduttivit elettrica

minore di 200 mV/cm (25C)

Ioni cloro

minore di 50 ppm

Ioni acido solforico

minore di 50 ppm

Ferro totale

minore di 0,3 ppm

Alcalinit M

minore di 50 ppm

Durezza totale

minore di 50 ppm

Ioni zolfo

nessuno

Ioni ammoniaca

nessuno

Ioni silicio

minore di 30 ppm

COLLEGAMENTI ELETTRICI
Il ventilconvettore HYDROLINE lascia la fabbrica completamente cablato e necessita solamente di:
- Collegamento alla rete di alimentazione elettrica e al controllo ambiente
Si suggerisce inoltre di verificare che:
- Le caratteristiche della rete elettrica siano adeguate agli assorbimenti indicati nella tabella sottoriportata, considerando
anche eventuali altri macchinari in funzionamento parallelo.
- La tensione di alimentazione elettrica corrisponda al valore nominale +/- 10%.
obbligatorio:
- Limpiego di un interruttore magnetotermico onnipolare, sezionatore di linea, conforme alle Norme CEI-EN (apertura dei
contatti di almeno 3 mm), installato in prossimit dellapparecchio.
- Realizzare un efficace collegamento a terra. I cavi di collegamento al comando ed alla rete di alimentazione elettrica
devono essere possibilmente sottotraccia o al limite entro apposite canaline in plastica.
- vietato luso dei tubi del gas e dellacqua per la messa a terra dellapparecchio.
COLLEGAMENTO DELLALIMENTAZIONE ELETTRICA
-

Eseguire i collegamenti come indicato in figura.


Per lalimentazione elettrica utilizzare cavi unipolari tipo H07 RN-F con sezione di 1 mm2.
Installare sulla linea di alimentazione fusibili ritardati tipo gL da 2A.
consigliato eseguire i collegamenti prima di installare il ventilconvettore, rimuovendo se necessario, la scheda elettronica
dalla sua sede.

COLLEGAMENTO DEL PANNELLO DI COMANDO


- Eseguire i collegamenti in base al comando utilizzato.
- Per il collegamento del pannello di comando utilizzare cavi unipolari tipo H07V-K con sezione di 1 mm2 con una lunghezza
massima di 15 m.
- Terminati i collegamenti fissare i cavi con i pressacavi e riposizionare il coperchio della morsettiera.
- Per collegare pi ventilconvettore con un unico comando necessario il kit comando multiplo.
SCHEMA DI COLLEGAMENTO
CON COMANDO COMFORT PLUS

SCHEMA DI COLLEGAMENTO
CON COMANDO COMFORT

Per il funzionamento in riscaldamento/raffreddamento necessario


ponticellare i morsetti 1 e 2 della morsettiera TB3.

Per il funzionamento in riscaldamento/raffreddamento necessario


ponticellare i morsetti 1 e 2 della morsettiera TB3.

TABELLA PER IL DIMENSIONAMENTO DELLA LINEA DI ALIMENTAZIONE


Modello

Tensione alimentazione

Potenza
max assorbita

Corrente
max assorbita

Fusibile di linea
ad azione ritardata

Sezione conduttore
di linea* e terra*

V/ph/Hz

mm 2

RK 24

230~50

80

0,30

0,63

1,5

RK 40

230~50

90

0,36

0,8

1,5

RK 47

230~50

105

0,41

0,8

1,5

* Dimensioni per lunghezza max 15 metri.

10

SCHEMA ELETTRICO INTERNO

NOTA: Il ventilconvettore sprovvisto di sonda


di minima che comunque presente nei
comandi Hydro Control.

NOTA: La pompa scarico condensa funziona


quando il ventilconvettore funziona in
modalit estate (morsetti 7 e 8 eccitati)
oppure quando FS apre. In questo caso
viene eccitato PR e parte il temporizzatore
T che alimenta PS.

Legenda

FC
FS
IFM
PR
PS
C1-3
HR
CR
CEV
HEV
PCB

Cablaggio del costruttore


Cablaggio dellinstallatore
Connettore
Punto collegamento morsetti
Contatto normalmente chiuso
Contatto normalmente aperto
Condensatore elettrico
Condensatore motore ventilatore
Micro galleggiante di sicurezza
Motore ventilatore unit
Rel pompa scarico
Pompa scarico
Connettori
Rel riscaldamento
Rel raffreddamento
Elettrovalvola acqua fredda
Elettrovalvola acqua calda
Scheda rel

ST
T
TB

Termostato sicurezza
Temporizzatore (timer)
Morsettiera

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14

Bassa velocit
Media velocit
Alta velocit
Linea alimentazione
Selezioni riscaldamento
Termostato comune (riscald.)
Selezioni raffrescamento
Termostato comune (raffresc.)
Neutro ventilatore
Neutro in entrata
Neutro in uscita
Neutro
Uscita riscaldamento
Uscita raffrescamento

INSTALLAZIONE
Il luogo dellinstallazione deve essere stabilito dal progettista dellimpianto o da persona competente in materia e deve
tenere conto delle esigenze tecniche, norme e legislazioni vigenti.
Linstallazione del ventilconvettore RK deve essere effettuata da impresa abilitata ai sensi della Legge 5 Marzo 1990.
I ventilconvettori RK sono previsti per installazione in controsoffitto, sono predisposti per limmissione di aria esterna di
rinnovo e per la deviazione di una parte dellaria trattata in un locale attiguo.
La loro installazione deve essere tale da permettere la circolazione dellaria trattata in tutto lambiente, e il rispetto degli
spazi minimi necessari per gli interventi tecnici e di manutenzione.
consigliabile evitare:
- linstallazione in atmosfere oleose;
- che lirraggiamento solare colpisca direttamente lapparecchio;
- che ostacoli o barriere impediscano la libera circolazione dellaria.
11

Posizionare il ventilconvettore al centro del locale per una migliore


distribuzione dellaria trattata.
Per chiudere una o due bocchette dellaria, usare lapposito kit (con ogni
kit possibile chiudere due bocchette).

CANALIZZAZIONE ARIA
CANALIZZAZIONE ARIA ESTERNA DI RINNOVO (<10%)
I ventilconvettori sono predisposti per il collegamento di un canale
isolato per limmissione di aria esterna di rinnovo. Lattacco per il
collegamento della canalizzazione ha le caratteristiche riportate in
figura.
Per il collegamento:
- Rimuovere la parte di pretranciato dalla struttura portante del
ventilconvettore utilizzando un punteruolo
- Rompere la membrana in polistirolo
- Inserire il deflettore a corredo come indicato in figura dopo aver
preagganciato il pannello di copertura
- Posizionare il canale sullapertura come indicato
- Fissare il canale utilizzando viti adeguate ai fori predisposti.
- Verificare le perdite di carico della canalizzazione, della griglia e del
filtro con le curve prestazionali del ventilatore, eventualmente inserire
un ventilatore di supporto adeguatamente dimensionato.
- In caso di installazione del ventilatore di supporto prevedere un
termostato di minima per evitare limmissione di aria fredda in
ambiente durante il funzionamento in riscaldamento.
- Utilizzare un canale rivestito con materiale anticondensa di spessore
adeguato.
- Prevedere in aspirazione una griglia con filtro e rete antifoglia.
- Applicare dellisolante termico sui punti di giunzione.
- La quantit daria esterna deve essere inferiore al 10% della
portata.
- Per quantit d aria esterna superiori al 10% necessario installare
il kit aria primaria disponibile come accessorio.

ARIA ESTERNA DI RINNOVO


- Leventuale ventilatore supplementare per laspirazione dellaria
esterna (a cura dellinstallatore) deve essere collegato alla
morsettiera come da schemi allegati. Il funzionamento del
ventilatore in parallelo alla valvola elettrotermica di regolazione,
in modo che si arresti alla chiusura della valvola.
- Per portate daria esterna superiori al 10% disponibile un kit
aria primaria nel quale viene utilizzato il pretranciato previsto per
la mandata daria in un locale attiguo e linserimento di un setto
separatore in modo che laria di rinnovo venga immessa nel locale
attraverso un lato diffusore.

12

CANALIZZAZIONE ARIA IN LOCALE ATTIGUO


I ventilconvettori sono predisposti per il collegamento di un canale isolato
per limmissione di aria trattata in un locale attiguo.
Lattacco per il collegamento della canalizzazione ha le caratteristiche
riportate in figura.
Per il collegamento :
- Rimuovere la parte di pretranciato dalla struttura portante del ventilconvettore
utilizzando un punteruolo.
- Posizionare il canale sullapertura come indicato.
- Fissare il canale utilizzando viti adeguate ai fori predisposti.
- Utilizzare un canale rivestito con materiale anticondensa di spessore
adeguato.
- Prevedere una griglia di transito da un locale allaltro.
- Applicare dellisolante termico sui punti di giunzione.
- La mandata aria verso il locale attiguo richiede la chiusura della
bocchetta corrispondente mediante apposito kit chiusura bocchette di
mandata.
Nel caso vengano chiuse due bocchette, la portata aria verso il locale attiguo
il 50% superiore rispetto a quella relativa ad 1 sola bocchetta chiusa (a
parit di contropressione statica).
- La quantit daria deviata in locale attiguo deve essere stabilita da persona
qualificata considerando la conseguente riduzione delle prestazioni del
ventilatore.
- Verificare le perdite di carico della canalizzazione, del diffusore e della
griglia di transito con le curve prestazionali del ventilatore.

KIT ELETTROVALVOLA PER IMPIANTO A 2 TUBI (accessorio)


Il kit elettrovalvola consente di deviare il flusso dacqua della
batteria nei ventilconvettori RK in modo da escluderne il
funzionamento.
- Il circuito di controllo dellunit permette lapertura delle
valvole motorizzate solo con ventilatore in funzione. (vedi
schemi elettrici)
- Quando il termostato chiama freddo, viene alimentato a
230V il morsetto 1 del TB 3 (acqua refrigerata). Quando
chiama caldo, viene alimentato a 230V il morsetto 2 del
TB 3 (acqua calda).
- ll circuito di controllo provvede a far funzionare in continuazione
la pompa scarico condensa quando il termostato, chiamando
freddo, tiene aperta la valvola di regolazione acqua refrigerata
verso la batteria.

DATI TECNICI

Temp. max desercizio

100

Corsa dellotturatore

mm

2,5

Alimentazione

V-Hz

230-50

Cavetto alimentazione

Assorbimento

Segnale di regolazione

5
NO-OFF

Spinta

180

Coeff. portata (max apertura)

kv

Coeff. portata in chiusura


Tempo di reazione (in funz.)
Classe di protezione
Elemento riscaldante

kv

1,7

min.

IP

42
stato solido (PTC)

ATTENZIONE: La valvola necessaria non solo per controllare la temperatura ambiente, ma anche per bloccare il flusso
dellacqua refrigerata alla batteria nel caso di innalzamento anomalo del livello acqua condensa nel bacino.
- Nel caso che un anomalo innalzamento del livello acqua di condensa nel bacino di raccolta (dovuto per esempio ad
eventuale scarico difettoso, a guasto della pompa, a ventilazione non funzionante, etc.) provochi lapertura del contatto
del galleggiante FS (float switch) il circuito di controllo provvede sia a far funzionare la pompa di scarico condensa, sia
contemporaneamente a far chiudere la valvola di regolazione, bloccando il flusso di acqua refrigerata verso la batteria,
ed evitando quindi ulteriore formazione di condensa.
13

FUNZIONAMENTO VALVOLA ELETTROTERMICA


- Questa valvola a 3 vie del tipo APERTA/CHIUSA con escursione molto lenta. Non una una valvola di modulazione,
perci non ha il PTC. Questa valvola comandata, come elemento sensibile, dallunit cassette.
- La valvola elettrotermica normalmente chiusa verso la batteria ed aperta verso la via di by-pass. Quando la temperatura
ambiente non soddisfa il termostato, una resistenza elettrica provoca il riscaldamento di un elemento termostatico che
determina la discesa dello stelo; la valvola si apre in circa 3 minuti facendo circolare acqua nella batteria.
- Quando la temperatura ambiente soddisfa il termostato o quando lalimentazione elettrica e stata disinserita, la valvola
si chiude in circa 3 minuti verso la batteria e si apre verso il by-pass.
- In caso di emergenza la valvola pu essere aperta manualmente togliendo lattuatore elettrico, svitando la ghiera.
Ad emergenza finita, ricordarsi di ripristinare il funzionamento automatico della valvola, riposizionando lattuatore elettrico;
il mancato ripristino pu provocare condensa per il passaggio dacqua, anche senza tensione.

Dimensioni dingombro

Legenda
A
B
C
D
E
F
G
H

Vite autolettante
Clip
Valvola 3/4 gas
Bacinella ausiliaria
Isolante
Passacavo
Rubinetti
Bocchettoni

Collegamenti elettrici
Legenda
H
C

Valvola caldo o rel valvola caldo


Valvola freddo o rel valvola freddo

N.B. Linstallazione di una valvola singola o di zona


sempre obbligatoria.

14

KIT CONTROLLO MULTIPLO (accessorio)


Per comandare pi RK con un unico comando sono necessari i kit comando multiplo (moduli
rel).
Per n unit in parallelo sono necessari n kit ed un pannello di comando termocomfort o termocomfort
plus. Nel caso venga installata la sonda di minima questa sar cablata sul pannellino e sar remotata
su uno soltanto delle unit RK in parallelo (tubazione acqua in ingresso prima della valvola).

NOTA: Lalimentazione elettrica deve essere fornita al comando Multy come indicato in figura.

KIT ARIA PRIMARIA (accessorio)


LRK fornito di due aperture sul fascione laterale in lamiera isolata, una di piccola sezione per la presa aria esterna di
rinnovo (limitata al 10% dellaria di ricircolo trattata) e due di grande sezione per la mandata di aria trattata in eventuale
locale attiguo (vedere manuale di installazione). Col presente accessorio si pu utilizzare lapertura per la mandata aria
trattata in locale attiguo, come presa per aria primaria di rinnovo. In tale modo viene a cessare la limitazione della quantit
daria di rinnovo (10% di quella di ricircolo) dovuta alleccessiva rumorosit provocata. Linstallatore deve per preoccuparsi
che laria primaria sia immessa in ambiente ad una condizione di temperatura/umidit relativa, tale da evitare il rischio di
condensa durante la miscelazione fra aria primaria ed aria di ricircolo raffreddata dalla batteria dellRK.
15

Le perdite di carico indicative del sistema kit aria primaria, griglia di mandata sono (per tutti i modelli):
22,2 l/s = 79 m/h
pari a 3 Pa
27,8 l/s = 100 m/h
pari a 5 Pa
41,7 l/s = 150 m/h
pari a 8 Pa
55,6 l/s = 200 m/h
pari a 23 Pa
69,4 l/s = 250 m/h
pari a 36 Pa
Per garantire queste portate si dovr dimensionare un ventilatore di supporto che soddisfi le appena citate cadute di
pressione

Legenda
A
B

Diffusore
Boccaglio

Legenda
1
2
3
4

Rif. B Boccaglio

Diffusore
Boccaglio
Aria primaria
150 mm interno

5
6
7
8

Tubo essibile
Fascetta
Bacinella
Batteria evaporante

KIT AUTOCHANGEROVER (accessorio)


Il Kit Commutatore stagionale automatico predispone, negli impianti a 2 tubi, il ventilconvettore al funzionamento invernale
o estivo. Destate il ventilconvettore abilita la pompa scarico condensa. Questo commutatore permette di sdoppiare luscita
valvola (caldo/freddo) del termocomfort e del termocomfortplus.
Pertanto questo commutatore necessario quando la macchina deve lavorare sia in caldo che in freddo. Nel caso la
macchina dovesse lavorare a caldo o a freddo possibile evitare la sua installazione cablando opportunamente il pannello
di comando allunit.
Abilitando nel termocomfort plus il funzionamento a 4 tubi (in questo modo si rendono funzionanti entrambe le uscite
valvola) comunque possibile ometterlo.
La versione set oltre al pannello frontale comprende
anche il presente kit.
Il ventilconvettore non dispone della funzione di
minima temperatura invernale; per ottenerla si deve
utilizzare gli appositi accessori dei pannelli di comando
Hydrocontrol.
Caratteristiche tecniche autochangeover:
Commutazione in modalit inverno 35 +/-3C
Commutazione in modalit estate 16 +/-3C

Legenda
A
16

Commutatore automatico stagionale

KIT CHIUSUR A ARIA (accessorio)


Questo Kit consente la chiusura delle bocchette di mandata aria. La confezione contiene due tamponamenti da inserire
tra il pannello di copertura e la macchina.

Funzioni COMANDI
Tenocologia

Termocomfort

Termocomfort Plus

Elettromeccanica

Elettronica

ON/OFF
ON/OFF remoto

Tre velocit di ventilazione


Velocit ventilazione automatica

Estate inverno manuale


Estate inverno automatico
Estate inverno remota

Valvola caldo
Valvola freddo
Ingresso digitale sonda minima
Funzione economy
Funzione economy remota
Contatto finestra

Destratificazione *
Impianti a 4 tubi

Selettore di temperatura
* Nel Termocomfort Plus pu essere disattivato.

COMANDO TERMOCOMFORT PLUS (accessori)


Permette il comando dellapparecchio sia per impianti a 2 che a 4 tubi e la visualizzazione dello stato di funzionamento.
La confezione composta da:
1 Controllo ambiente completo di cablaggi
1 Foglio istruzioni.

Legenda
A
E
F
G
H
I

Selettore di temperatura
Selettore di funzione Comfort/Economy
Indicatore luminoso verde
Indicatore luminoso rosso
Selettore modalit di funzionamento E/I
Selettore velocit ventilazione e Spento

DATI TECNICI
Alimentazione elettrica

230~50 +/- 10% V~Hz

Campo di regolazione

+10C...+30C

Portata contatti
Ventilatore

Triac AC 230V, 3A picco -1A continuo

Valvole

Triac 3A picco - 0,8A continuo

Ausiliari

Triac 3A picco - 0,8A continuo

Temperatura di stoccaggio

- 20C... +55C

Umidit max. di stoccaggio

0...95% (non condensante)

Temperatura di esercizio

0C... + 45C

Umidit max. di esercizio

10...90% (non condensante)

Grado di protezione elettrica

30 IP

Sonde NTC

10 kOhm +/- 0,3K e 25C

Tensione contatti sonde

5V
17

Utilizzare solo per attivare la funzione


destratificazione oppure quando il pannello
non pu essere installato nel luogo
climatizzato. Le sonde NTC per acqua o
per aria hanno la stessa curva caratteristica
(sono quindi intercambiabili).

INSTALLAZIONE
Linstallazione dellaccessorio deve essere effettuata da personale qualificato.
Per controllare la temperatura ambiente in modo ottimale, il Controllo ambiente deve essere installato in una posizione di
riferimento dellabitazione.
Per una corretta installazione tener presente che il Controllo ambiente:
deve essere installato su una parete, possibilmente non
perimetrale, che non sia attraversata da tubazioni calde
o fredde
deve essere fissato a circa 1,5 m da terra
non deve essere installato in prossimit di porte o finestre,
apparecchi di cottura, termosifoni, ventilconvettori o pi in
generale da situazioni che possono generare perturbazioni
alle temperature rilevate
deve essere installato in considerazione della lunghezza
massima del cavo di collegamento come indicato di
seguito.
Per il cavo di collegamento devono essere rispettate le
seguenti caratteristiche:
Sezione
1,5 mm2 - 14 AWG
Isolamento
AC 250 V
Lunghezza massima
20m
I cavi di collegamento deveono essere posizionati sottotraccia.
N.B. Per installazione in luogo diverso da quello climatizzato utilizzare la sonda aria

COLLEGAMENTI
Per il collegamento:
- Rimuovere il coperchio del comando.
- Eseguire i collegamenti come indicato in figura.
Gli ingressi con lasterisco (*) vanno attivati modificando
i parametri del comando (vedi Cap.Settaggi).
Per collegare pi ventilconvettore con un unico comando
necessario il kit comando multiplo.
Per il collegamento ai ventilconvettori della serie
HYDROLINE far riferimento al libretto distruzione
dellapparecchio che si sta installando.

18

SETTAGGI
Per accedere alla programmazione dei parametri (fig.1)
Ruotare il selettore A sulla posizione 10C (Immagine).
Posizionare il selettore I su Auto.
Premere contemporaneamente i selettori E ed H per 5 sec.
Lindicatore luminoso G lampeggier alternando i colori verde
e rosso per 5 sec. dopodich rimmarr fisso sul colore verde
o rosso.
allinterno della
A questo punto sarete nella posizione
griglia di programmazione della tabella 1.
Per modificare i parametri (fig.2)
Posizionare il selettore A sulla posizione corrispondente
al parametro da modificare in base alla tabella 1 a pagina
seguente (es. 20 contatto On/Off remoto).
Lindicatore luminoso G diventer verde se il parametro
impostato corrisponde a quello di fabbrica , rosso se il
parametro stato precedentemente variato.
Posizionare il selettore I sulla posizione desiderata in
base alla tabella 1 a pagina seguente (es. Off: contatto
normalmente chiuso)
Lindicatore luminoso G diventer rosso.
Premere il selettore H per confermare.
Lindicatore luminoso G diventer verde.
Per memorizzare tutte le nuove impostazioni ed uscire (fig.3):
Premere contemporaneamente i selettori E ed H per 5 sec.
Lindicatore luminoso G lampegger verde 3 volte per
confermare.
Per uscire senza salvare:
Attendere 2 min. senza effettuare nessuna operazione.

* Oltre alla attivazione della destratificazione necessaria anche la sonda aria (la destratificazione attiva il ventilatore ogni 15 minuti).
NOTA: La funzione Minima temperatura pu essere ottenuta utilizzando laccessorio Sonda acqua per termocomfort plus e abilitandola con il
parametro 24.

19

DESCRIZIONE PARAMETRI
10 - Range termostato, intervallo di regolazione: Tramite questo parametro possibile limitare la zona di funzionamento
onde evitare che estranei possano variare il set point al di fuori di valori opportuni.
12 - Zona morta (impianto a 4 tubi)
Caso estivo: Stabilito il set point, quando temperatura aria aspirata risulta essere (set point zona morta) avviene la
commutazione invernale. Es: set point 26C zona morta 4C se la T aria aspirata risulta essere 22C allora commuta
in funzionamento invernale.
Caso invernale: Stabilito il set point, quando temperatura aria aspirata risulta essere (set point + zona morta) avviene
la commutazione estiva. Es: set point 20C zona morta 4C se la T aria aspirata risulta essere 24C allora commuta
in funzionamento estivo.
14 - Tipo di impianto: Si deve intervenire su questo parametro nel caso in cui via sia un impianto a 4 tubi oppure si
intenda effettuare solo la ventilazione.
16 - Ventilatore: Definisce il comportamento del ventilatore al raggiungimento del set point. Es: con limpostazione (16
min) ovvero (Estate continuo, inverno ON/OFF) il ventilatore destate continua a ventilare anche una volta raggiunto
il set point mentre dinverno spegne.
18 - Tipo di output: Luscita PWM adatta per le valvole elettrotermiche; luscita ON OFF invece adatta sia per valvole
elettrotermiche che per le elettrovalvole ad induzione. Luscita PWM permette di modulare lapertura della valvola. E
un tipo di modulazione digitale in cui linformazione codificata sotto forma di durata nel tempo di ciascun impulso di
un segnale. Il segnale che lattuatore elettrotermico riceve un segnale pieno 230V o 0V, sotto forma di gradini. La
regolazione PWM associata allinerzia termica dellattuatore elettrotermico (della cera) fa si che la regolazione (apertura
della valvola) assomigli ad una modulazione piuttosto che ad un on-off tipico delle valvole a solenoide.
Il segnale tanto pi intenso quanto pi vicino si al set point impostato. In corrispondenza del set la valvola quindi
chiusa. Questa tecnologia permette di avere un controllo pi fine e fluente diminuendo il numero di spegnimenti del
ventilatore.
NB: Nel caso venga installata una valvola a solenoide (detta anche elettrovalvola) si deve settare il comfort plus con
uscita valvola di tipo ON OFF e non PWM. In caso contrario lelettrovalvola si mette a vibrare.
20 - Contatto ON/OFF remoto: Definisce se il contatto ON/OFF remoto normalmente chiuso o aperto.
24 - Sonda acqua: Nel caso sia presente laccessorio sonda acqua si deve specificarne il compito.
Commutazione E/I: nel caso di impianto a due tubi la commutazione E/I pu essere fatta comodamente sullacqua.
In questo caso il funzionamento commuta automaticamente in E/I a seconda della temperatura dellaria e dellacqua
che vengono misurate.
La commutazione in inverno avviene quando sono verificate i due punti seguenti:
- la temperatura dellaria inferiore a quella impostata sul set point
- la temperatura dellacqua >38C
La commutazione in estate avviene quando sono verificate i due punti seguenti:
- la temperatura dellaria superiore a quella impostata sul set point
- la temperatura dellacqua <15C
Minima temperatura: Nel caso la temperatura dellacqua scenda sotto i 38C il ventilatore smette di ventilare per
non recare fastidio a causa di correnti fredde.
Commutazione E/I + Minima temperatura: sono previsti entrambi i funzionamenti.
26 - Commutazione estate inverno: Per impostare quale deve essere la modalit di commutazione.
28 - Correzione sullaria: Utilizzare questa impostazione nel caso il ventilconvettore sia installato a soffitto. Il parametro
diventa particolarmente utile nel caso vi sia la commutazione E/I sullaria e la macchina sia a soffitto.
30 - Reset dei parametri
NOTA: Il controllo lavora con regolazione di tipo PI (proporzionale integrativo), quindi analizza levolvere della temperatura nel tempo in modo da evitare
spegnimenti non giustificati, quali ad esempio potrebbero verificarsi nel caso vi siano temporanee correnti daria fredde o calde rispetto al
set point. Ogni 2 minuti analizza la temperatura che si presenta nellambiente e tenendo conto di quella che si manifestata durante i due minuti
precedenti valuta se spegnere o meno.

DESCRIZIONE LED

Indicatore luminoso F
Verde
Rosso
Arancio
On
On
Lamp.
Indicatore luminoso G
On
Lamp. Valv. off
Lamp. Valv. on
On
Lamp. Valv. off
Lamp. Valv. on
Lamp. Lento
Lamp. Veloce

Legenda

Caldo

Selettore di temperatura
Selettore di funzione Comfort/Economy
Indicatore luminoso verde
Indicatore luminoso rosso
Selettore modalit di funzionamento E/I
Selettore velocit ventilazione e Spento

Freddo

A
E
F
G
H
I

20

Stato
Funzione Comfort (con E premuto)
Allarme Filtro sporco
Funzione Economy (con E premuto)
Ventilatore e valvola caldo On
ventilatore in spegnimento
Ventilatore in accensione
Ventilatore e valvola freddo On
Ventilatore in spegnimento
Ventilatore in accensione
Funz. Comfort termostato soddisfatto
Funz. Economy termostato soddisfatto

ATTIVAZIONE
Per attivare il ventilconvettore
- Posizionare linterruttore generale impianto su ACCESO.
- Posizionare il selettore di velocit I su una posizione diversa da Spento.
Per selezionare la modalit di funzionamento E/I
- Tenere premuto il selettore Modalit di funzionamento H
Il cambiamento della modalit segnalato dal lampeggio veloce dellindicatore luminoso G
Verificare la funzione attivata in base allindicatore luminoso G (tabella Led)
Per selezionare la funzione desiderata
- Tenere premuto il selettore di funzione E per 3 sec. per commutare tra la funzione Comfort ed Economy.
Il cambiamento della selezione segnalato dal lampeggio veloce dellindicatore luminoso G
La funzione indicata dallindicatore luminoso F vedi tabella Led.
Per selezionare la temperatura ambiente
- Posizionare il selettore di temperatura A sul valore desiderato
Per selezionare la velocit di ventilazione
- Posizionare il selettore di velocit ventilazione I sulla velocit desiderata
In posizione Auto la velocit verr scelta automaticamente in base alla necessit.
DESCRIZIONE DELLE FUNZIONI
Comfort
Funzionamento standard.
Economy
Permette una ottimizzazione dei consumi in situazioni particolari: funzionamento notturno, bassa presenza di persone nel
locale ecc. Se attivata il Set-Point viene automaticamente ridotto (in funzionamento caldo) o aumentato (in funzionamento
freddo) di 2C.
Antigelo
In riscaldamento per temperatue ambienti al di sotto dei 4 gradi C viene aperta la valvola acqua.
Destratificazione
Attiva il ventilatore ad intervalli di 15 minuti e lo mantiene acceso per due minuti con lo scopo di campionare la giusta
temperatura dellambiente.

DISATTIVAZIONE
Per disattivare il ventilconvettore
- Posizionare il selettore di velocit ventilazione I su Spento
Rimane attiva la funzione antigelo.

SPEGNIMENTO PER LUNGHI PERIODI


In caso di spegnimenti stagionali o per va canze procedere come segue:
- Posizionare il selettore di velocit ventilazione I su Spento .
- Posizionare linterruttore generale impianto su Spento.

COMANDO TERMOCOMFORT (accessori)


Il Controllo ambiente predisposto per linstallazione a bordo dei ventilconvettori della serie HYDROLINE. Permette il
comando dellapparecchio per impianti a 2 tubi e la visualizzazione dello stato di funzionamento. Questo controllo ambiente
ferma la ventilazione sia destate che dinverno una volta raggiunto il Set Point impostato.
La confezione composta da:
1 Controllo ambiente completo di cablaggi
1 Foglio istruzioni.

Legenda
A
E
F
G
H
I

Selettore di temperatura
Tasto On/Off
Indicatore luminoso verde
Indicatore luminoso rosso
Selettore modalit di funzionamento E/I
Selettore velocit ventilazione

21

DATI TECNICI
Alimentazione elettrica

230~50 +/- 10% V~Hz

Campo di regolazione

+10C...+30C

Portata contatti
Ventilatore

Triac AC 230V, 3A picco -1A continuo

Valvole

Triac 3A picco - 0,8A continuo

Ausiliari

Triac 3A picco - 0,8A continuo

Temperatura di stoccaggio

- 20C... +55C

Umidit max. di stoccaggio

0...95% (non condensante)

Temperatura di esercizio

0C... + 45C

Umidit max. di esercizio

10...90% (non condensante)

Grado di protezione elettrica

30 IP

Sonde NTC

10 kOhm +/- 0,3K e 25C

Tensione contatti sonde

5V

Utilizzare solo per attivare la funzione


destratificazione oppure quando il pannello
non pu essere installato nel luogo
climatizzato.

INSTALLAZIONE
Per controllare la temperatura ambiente in modo ottimale, il Controllo ambiente deve essere installato in una posizione di
riferimento dellabitazione.
Per una corretta installazione tener presente che il Controllo
ambiente:
- deve essere installato su una parete, possibilmente non perimetrale,
che non sia attraversata da tubazioni calde o fredde
- deve essere fissato a circa 1,5 m da terra
- non deve essere installato in prossimit di porte o finestre,
apparecchi di cottura, termosifoni, ventilconvettori o pi in generale
da situazioni che possono generare perturbazioni alle temperature
rilevate
- deve essere installato in considerazione della lunghezza massima
del cavo di collegamento come indicato di seguito.
Per il cavo di collegamento devono essere rispettate le
seguenti caratteristiche:
Sezione
1,5 mm2 - 14 AWG
Isolamento
AC 250 V
Lunghezza massima
20m
I cavi di collegamento deveono essere posizionati
sottotraccia.

22

COLLEGAMENTI
Per il collegamento:
- Rimuovere il coperchio del comando.
- Eseguire i collegamenti come indicato in figura.
Lingresso con lasterisco (*) pu essere modificato con il
Jumper J1 (vedi Cap.Settaggi).
Se utilizzato rimuovere il ponticello tra i morsetti 9 e 10.
Per collegare pi ventilconvettore con un unico comando
necessario il kit comando multiplo.

SETTAGGI
Per modificare i settaggi del comando necessario agire sui Jumper J1 e J2.
J1 permette di definire lingresso digitale M10 secondo la logica sottoriportata:
A : Funzione pompa scarico condensa
B: Termostato di minima (impostazione di fabbrica).
J2 permette di definire la sonda ambiente utilizzata secondo la logica sotto
riportata in figura:
A : Sonda ambiente interna
B: Sonda ambiente remota.
Tabella Led

DESCRIZIONE LED

Indicatori luminosi
Verde
Rosso(G) Stato
Verde(F) Rosso

Selettore di temperatura
Tasto On/Off
Indicatore luminoso 1
Indicatore luminoso 2
Selettore modalit di funzionamento E/I
Selettore velocit ventilazione

On

Lamp.

Ventilatore e valvola caldo On

Caldo

A
E
F
G
H
I

Freddo

Legenda

On

Ventilatore e valvola freddo On

Lamp.

Termostato soddisfatto valvola e ventilatore Off

Termostato in accensione o in spegnimento

Lamp.

Lamp.

Termostato soddisfatto valvola e ventilatore Off

Lamp.

Funzione test attivata

ATTIVAZIONE
Per attivare il ventilconvettore
- Posizionare linterruttore generale impianto su ACCESO.
- Premere il tasto On/Off.
Per selezionare la modalit di funzionamento E/I
- Premere in sequenza il selettore modalit di funzionamento H.
Verificare la funzione attivata in base agli indicatori luminosi.
Per selezionare la temperatura ambiente
- Posizionare il selettore di temperatura A sul valore desiderato
Per selezionare la velocit di ventilazione
- Posizionare il selettore di velocit ventilazione I sulla velocit desiderata.
DESCRIZIONE DELLE FUNZIONI
Antigelo
In riscaldamento per temperatue ambienti al di sotto dei 4 gradi C viene aperta la valvola acqua.

23

RK HYDROLINE
DESCRIZIONE COSTRUTTIVA PER CAPITOLATO SINTETICO

Ventilconvettore a cassetta per installazione in controsoffitto ad acqua per il raffreddamento ed il riscaldamento con ripresa aria
inferiore e mandata a quattro vie.

DESCRIZIONE COSTRUTTIVA PER CAPITOLATO

Il ventilconvettore a cassetta ad acqua per installazione a soffitto per il raffreddamento ed il riscaldamento composto da:
- pannello di copertura in materiale plastico autoestinguente completo di: griglia di aspirazione aria, bocchette di espulsione aria
con deflettore manuale e filtro in materiale acrilico rigenerabile con lavaggio o soffiatura posto sullaspirazione dellaria
- struttura portante in lamiera zincata rivestita con lana minerale (termoisolante e fonoassorbente)
- batteria di scambio termico a tubi di rame turbolenziati internamente ed alette in alluminio
- gruppo ventilante con ventilatore centrifugo pale curve indietro
- motore elettrico con tre velocit di rotazione montato su supporti elastici
- predisposto per immissione aria esterna di rinnovo al 10%
- predisposto per immissione aria esterna di rinnovo in alte percentuali (con ventilatore di supporto)
- predisposto per deviazione di parte dellaria trattata in un locale attiguo
- pannello di comando a parete con selettore di funzionamento ventilatore (portata di corrente 3A e spunto max 6A)
- accessibilit quadro elettrico da sotto
- predisposizione per lutilizzo di una elettrovalvola sullalimentazione dellacqua completo di interruttore principale, selettore di
funzionamento ventilatore e fusibile di protezione
- bacinella di raccolta condensa con pompa di scarico condensa di serie
- autochangeover per commutazione automatica E/I (accessorio)
- attacchi idraulici da
- geometria 60 x 60

DESCRIZIONE CAPITOLATO DEI COMANDI:

TERMO COMFORT PLUS: il controllo elettronico pi evoluto per le applicazioni pi esigenti. Adatto per gli impianti a 2 tubi e 4 tubi
- regolazione On/Off con ampiezza banda variabile in modo PI (proporzionale integrale)
- selettore delle 3 velocit ed OFF
- auto fan (velocit di rotazione automatica in base alla distanza dal set point)
- commutazione Estate/Inverno automatica (controllo sullaria versione 4 tubi e sullacqua nella 2 tubi)
- commutazione Estate/Inverno remota (centralizzazione)
- completa personalizzazione della tipologia di ventilazione estiva ed invernale
- correzione dei valori della sonda di temperatura aria
- contatto finestra
- contatto presenza
- ON/OFF remoto
- sonda di minima temperatura acqua
- funzione economy (grazie al doppio set point) locale e remota
- ventilazione continua
- destratificazione (azionamento ventilatore ad intervalli di tempo prestabiliti per campionare la temperatura dellaria)
- funzione antigelo
- LED di funzionamento.
TERMO COMFORT: il controllo completo per una gestione facile e funzionale del clima del tuo ambiente. Adatto per gli impianti a 2 tubi
- regolazione On/Off definita da banda proporzionale
- selettore tre velocit ed OFF
- selettore Estate/Inverno
- contatto pulito per sonda di minima temperatura acqua o per pompa scarico condensa
- funzione antigelo
- LED di funzionamento.

ACCESSORI
-

Comando termocomfort
Comando termocomfort Plus
Kit valvola a 2 tubi
Kit aria primaria (aria di rinnovo)

- Kit commutazione automatica Estate/Inverno


- Kit chiusura aria
- Kit comando multiplo per cassette RK

NORME DI INSTALLAZIONE
Devono essere effettuate verifiche ed interventi periodici secondo quanto previsto dal libretto di uso e manutenzione a corredo
della macchina.

Cod. 9373722 rev. 1 10/2006

Sono disponibili i seguenti accessori, da richiedere separatamente: