Sei sulla pagina 1di 2

NATURALIZZAZIONE ITALIANA PER MATRIMONIO

Se i coniugi, residenti in Ecuador ed iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero), potranno farne
richiesta soltantoo dopo TRE ANNI dalla data del matrimonio civile debitamente registrato in Italia. Se risiedono in Italia,
la richiesta va presentata direttamente in Comune, dopo sei mesi di residenza effettiva. In entrambi i casi è necessario
che non vi sia stata separazione fra i coniugi.

REQUISITI

- Versamento del Contributo previsto dalla Legge 15.7.2009 n. 94 di Euro 200,oo mediante: bonifico estero o tramite
circuito EUROGIRO (solo per le organizzazioni postali aderenti):

• Conto Corrente Postale intestato a “Ministero dell’Interno D.L.C.I.-Cittadinanza”


• Causale del Versamento: Domanda di Naturalizzazione per Matrimonio”
• Codice IBAN: IT54D0760103200000000809020
• Codice BIC / SWIFT di Poste Italiane: BPPIITRRXXX (per bonifici esteri) o

PIBPITRA per operazioni EUROGIRO

· Due esemplari dell’Atto di nascita integrale (non estratto da computer) del coniuge straniero.

· Certificato di residenza del coniuge italiano (lo rilascia l'Ambasciata dopo aver approvato il resto dei documenti richiesti).

· Dichiarazione giurata effettuata dal coniuge straniero davanti a un Notaio ecuadoriano da cui risulti la residenza e lo
stato di famiglia del medesimo, dichiarando anche espressamente se esistano o meno figli avuti da altre unioni,
precedenti o contemporanee almatrimonio con il cittadino italiano.

· Estratto per riassunto dal Registro degli Atti di Matrimonio per uso cittadinanza. Deve essere richiesto direttamente
dall'interessato al Comune italiano dove sono stati trascritti gli atti di matrimonio ecuadoriani. Per trovare gli indirizzi utili
di tutti i Comuni italiani gli interessati potranno accedere alla pagina www.comuni.it e scrivere nella casella sotto il titolo “
I Comuni in Italia – Cerca il Comune” il nome completo e corretto del Comune interessato.

· Certificato di cittadinanza del coniuge italiano (lo rilascia l’Ambasciata dopo aver approvato il resto dei documenti
richiesti).

· “Record Policial” ecuadoriano del coniuge straniero e, se del caso, certificato analogo per ogni Paese in cui il medesimo
abia vissuto dai 14 anni in poi per periodi superiori ai sei mesi. I certificati relativi a Paesi terzi, dovranno riportare la
legalizzazione e la traduzione dell’Ambasciata/Consolato italiano competente.

· Se il coniuge straniero avesse risieduto in Italia, dovrà allegare inoltre il Certificato Penale e il Certificato del Casellario
Giudiziale.

· Una fotocopia a colori di tutte le pagine utilizzate del passaporto ecuadoriano del richiedente. Si prega di fotocopiare 4
pagine del passaporto su ogni foglio (due per ogni facciata) per ridurre al massimo il volume delle fotocopie.

- Fotocopia a colori della prima pagina del passaporto italiano del coniuge

· Domanda di naturalizzazione (seguire il testo qui di seguito): NOTA: la domanda di naturalizzazione dovrá essere
inviata, insieme con gli altri documenti, senza la data e senza la firma del richiedente

- Tutti i documenti in lingua straniera devono essere tradotti in lingua italiana da uno dei traduttori riconosciuti
da questa Ambasciata

CONSULTAR LISTADO DE TRADUCTORES RECONOCIDOS EN LA PAGINA WEB


www.ambitalquito.org
“Al Quito,
Signor Ministro dell'Interno
per il tramite
dell'Ambasciata d'Italia in Ecuador

Il sottoscritto
nato a
il
cittadino ecuadoriano
figlio di
e di
coniugato dal
con la cittadina italiana
nata a
il
figlia di
e di
CHIEDE
la concessione della cittadinanza italiana ai sensi dell'art. 5 della Legge 91 del 5 febbraio 1992, essendo in
possesso dei requisiti prescritti dalla legge.

A tal fine dichiara quanto segue:


- di essere in possesso del titolo di studio di _______ conseguito presso ___________________ della città
di ___________
- di avere risieduto, a partire dall'età di 14 anni, ai seguenti indirizzi (sia dentro che fuori dall’Ecuador)(*)
Allega inoltre la sottoelenca documentazione:
- atto di nascita
- dichiarazione sostitutiva di certificato di residenza e di stato di famiglia
- certificato di residenza del coniuge italiano
- estratto per riassunto dei registri degli atti di matrimonio per uso cittadinanza
- certificato di cittadinanza del coniuge italiano
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio da cui risulta che non vi ‚ stato, tra i coniugi, scioglimento
annullamento o cessazione degli effetti civili del matrimonio e che non sussiste separazione legale
- certificato di precedenti penali dei paesi in cui ha risieduto
- copia autentica del passaporto

In fede, ”

NO COPIAS EN LA SOLCIITUD ESTAS NOTAS ACLARATORIAS.

(*) INDICARE TUTTI I DOMICILI DEL CITTADINO ECUADORIANO DALL’ETA’ DI 14 ANNI (DOMICILIO PATERNO)
FINO ALLA DATA ODIERNA (DOMICILIO CON IL CONIUGE ITALIANO)

NOTA: Tutti i documenti ecuadoriani, meno le fotocopie del passaporto, dovranno riportare l’ Apostille
del "Ministerio de Relaciones Exteriores". Tutti i documenti ecuadoriani, meno le fotocopie del passaporto,
dovranno essere tradotti in lingua italiana da uno dei traduttori riconosciuti da questa Ambasciata. Tutti i
documenti che siano stati emessi in paesi terzi dovranno essere legalizzati e tradotti dall’Ambasciata o dal
Consolato italiano accreditati nel Paese che ha rilasciato tali documenti.

La pratica comporta circa tre anni di attesa dalla data di presentazione dei documenti all’arrivo del
Decreto di Naturalizzazione emesso dal Ministero dell’Interno.