Sei sulla pagina 1di 1

Italia-Croazia.

Daniele De Rossi l, in mezzo al campo, pronto a fornire unaltra prestazione da


guerriero al servizio della maglia azzurra. E la sua 100esima presenza con la Nazionale. Il giallorosso
domenica sera a San Siro nel match di qualificazione allEuropeo ha tagliato un traguardo importante,
permesso a pochi. De Rossi entrato a far parte di un club esclusivo che conta solo 5 soci: Gigi Buffon
(145 presenze), Fabio Cannavaro (136), Paolo Maldini (126), Andrea Pirlo(113) e Dino Zoff (112).
Quando ho iniziato a giocare era sicuramente qualcosa di inimmaginabile pensare di giocare
in Nazionale e raggiungere le 100 presenze. un traguardo che porter nel cuore soprattutto quando
sar vecchio e avr smesso ha dichiarato il calciatore pochi giorni fa. Un esordio che forse pochi
ricorderanno, avvenuto circa 10 anni fa. Era il 4 Settembre 2004 a Palermo quando Danielino
indoss per la prima volta la casacca azzurra nel match contro la Norvegia valida per la qualificazione
ai Mondiali del 2006. In quella gara il centrocampista sigl una delle 2 reti dellItalia. Esordio con goal,
come accade ai predestinati, e alla fine De Rossi campione lo diventato. Appena 21 anni, non ancora
titolare nella Roma (lo diverr dalla stagione 04/05) e aveva gi colpito Lippi per le sue doti di
guerriero e di leader. Lallora ct si convinse a portarlo nella vittoriosa spedizione del mondiale tedesco.
Lottimo esordio in quellavventura venne macchiato dalla sciagurata gomitata a McBride nel match
successivo terminato 1-1 contro gli Usa. Quattro giornate di squalifica che saranno il pi grande
rammarico della carriera, come ha dichiarato, in quanto non gli hanno permesso di vivere il Mondiale
da protagonista. De Rossi rientr per la finale, sostituendo Totti al 61 con la Francia e realizz il 3
calcio di rigore. Nemmeno 23 anni e gi campione del Mondo. Con lera Donadoni eredit la maglia
numero 10 di Totti, diventando un perno fondamentale. AllEuropeo del 2008 sigl il 2-0 alla Francia
allultima dei gironi ma poi ai quarti sbagli il rigore, insieme a Di Natale, che cost leliminazione con
la Spagna. Poi i 2 disastri Mondiali di Sud Africa e Brasile, intervallati dalla finale dellEuropeo persa
contro la Spagna dei record. Da quando tutto ebbe inizio tante presenze formidabili e in 10 anni De
Rossi si guadagnato la stima e il rispetto di tutti, al punto da diventare un leader carismatico e uno
degli uomini pi forti dello spogliatoio azzurro insieme a Buffon e Pirlo. Rispetto ai suoi colleghi
centenari il centrocampista ha unottima capacit di andare in rete che gli ha permesso di ottenere
altri record. Daltronde il feeling col goal De Rossi ce lha sempre avuto dimostrandolo fin dallesordio.
Nel Giugno del 2013 in Confederations Cup contro il Giappone sigl la sua 15 rete e super Rivera
diventando il pi prolifico centrocampista nella storia azzurra. A questo primato se n aggiunto un
altro lo scorso Settembre quando contro lOlanda segn il 100 goal in Nazionale di un romanista.
Capacit di andare in rete che gli ha permesso di timbrare il cartellino 16 volte facendolo diventare
lattuale cannoniere della Nazionale di Conte, ma soprattutto superare grandi attaccanti come Toni e
Vialli e mettere nel mirino gente come Bettega e Gilardino (19) o addirittura Paolo Rossi (20). De
Rossi, con lItalia, si sempre distinto, non ha mai fatto polemica e ha sempre accettato ogni scelta. Per
questo diventato uno dei calciatori simbolo dellazzurro. Per lui, indossare la maglia dellItalia
sempre stato un onore. Non si arriva a 100 presenze per caso: lesempio di De Rossi dovrebbe essere
seguito da molti altri calciatori che, troppo spesso, danno la nazionale per scontata. E nonostante la
sua storia recita un decennio in azzurro, De Rossi ha ancora un sogno: Voglio lEuropeo. A 31 anni
Danielino pu ancora scrivere pagine indimenticabili nella storia dellItalia e speriamo per tutti noi
che il suo sogno possa avverarsi.