Sei sulla pagina 1di 82
ELETTRONICA RIVISTA MENSILE PER GLI APPASSIONATI PRATIC ‘A DI ELETTRONICA - RADIO - TELEVISIONE Anno Il - N. 1 - GENNAIO 1973 - Sped. in Abb. Post. Gr. Il Lire 400 DIAC. TRIAC per il controllo delle potenze elettriche Abbiamo scelto per voi al prezzo Z di L. 13.500 lanalizzatore 3210 ITT IL TESTER CHE RITENIAMO PIU’ ADATTO PER IL PRINCIPIANTE. Quello che riunisce in un solo strumento le possibilita di effettuare con semplicita € precisione misure di tensioni correnti e resistenze, soddicfacendo altresi le esigenze dagli clettricisti, dei riparatori radio~ TV, occ. Questo analizzatore accoppia_ad_un formato Fidotto © robusto un quadrante di grandi di- mensicni ¢ di facile lettura: il galvanometro. 2 bobina mobile, @ proteito contro i sovrac: carichi di breve durata © garantisce la prec’ sione delle letture e la vita eccezionale dello strumento. Le diverse migure che si possono eseguire e a precisione delle indicazioni ren- dono questo strumento indispensable nel la- boratori di riparazione e controllo. Il tester viene fornite con il corredo di cordoni, libret- to di |struzione e custodia in plastica, MISURE ESEGUIBILI: Misure di livelli ii dB da ~ 10 a +52 dB Teri Seaver ‘contiida Livello 0 68 = 1 mW su 600 ohm ossia 0,775 V Tension’ © correnti alternate ‘carrera i Resistenze (6 portate) 100 UA - 1-10 - 100 mA-1- 5 A aaa Prec me: + 1,5% del valore max Caduta di tensione: 1.25V circa - agguunta oi 15V CARATTERISTICHE TECNICHE sulla portata di 1 mA Tensioni continue Correnti alternate (T portete) 1,5 3 = 10 - 30 - 100 - 900 - 1000 portate) 1-10 - 100 mA 1-5 A Precisione: = 1.5% del valore massime, : 9% sulla Precislone; + 2.5% del valore max portata 1000 V Caduta di tensione: 1,25V circa Resistenza intorna: 20.000 ohm/V (1000 ohm/V culla Resistenze 3 gemm scala 1,5) xt: 8 ohm = 10 Kohm Tensioni altemate X 100: 500 ohm = 1 Mohm ( portate) 3-10 - 30 - 100 - 300 - 1000. x 1000: 5 Kohm + 10 Mohm Precisione: + 25% del valore massime, + 4% sulla Dimension! in. mm portata’ 1000 V arghozza 110, eltezza 180, profondita 45 Resistenza interna: 20.000 ohm/V Peso netto - 530 9. Le richieste debbono essere effettuate inviando l'importo di lire 13.500 a mezzo vaglia postale o c.c.p. n° 3/26482, intestato a: Elettronica Pratica - 20125 Milano - Via Zu- retti, 52. ELETTRONICA PRATICA Via Zuretti, 52 - Milano - Tel. 671945 ANNO 2 - N. 1 - GENNAIO 1973 LA COPERTINA - La regolazione della lumino- sita di-un lampadario, di una lampada da ta © da notte, @ divenuta una necessita dell redamento moderno ed un preciso conforto siologico. Ma con il nostro progetto il controll della potenza elettrica’ si estende in molti altri settori doll’elettrotecnica editrice ELETTRONICA PRATICA Sommario direttore responsable ‘ZEFFERINO DE SANCTIS disagno tecnico CORRADO EUGENIO DIAC E TRIAC PER IL CONTROLLO DELLE POTENZE ELETTRICHE | PRIMI PASSI - LE BOBINE stampa ‘SELENGRAF - CREMONA Distributore esclusive per I'l- talia: A. & G. Marco - Via Fortez~ ‘n° 27 - 20126 Milano tel. 2526 - autorizzazione Tribunale Civile di Milano N. 74 del 29-2-1972 - publi celta Inferiore al 25%, UNA COPIA L. 400 ARRETRATO L. 500 ABBONAMENTO ANNUO (12 numeri) PER L'TTALIA L. 4.200. ABBONAMENTO ANNUO (12 numeri) PER LESTERO L 7.000. DIREZIONE — AMMINISTRA- ZIONE — PUBBLICITA’ — VIA ZURETTI 52 — 20125 MILANO, Tutti i dint di proprieyp let: teraria ed artistica sono riser- vati a termini di Legge per futti | Paesi. | manoseritt, | disegni, Ie fotografie, anche se non pubblicati, non si re- stitulscono. TRASMETTITORE DI SEGNALI VHF PER | 144 MHz RICEVITORE SUPERREATTIVO CON FET 28 2 TRANSISTOR PER 1 DISTORSORE METRONOMO AUDIOVISIVO ELEMENTARE RICEVITORE SENZA PILA {| SEMICONDUTTORI PROTEGGONO GLI STRUMENTI DI MISURA AMPLIFICATORE STEREO PER CUFFIE Hi-Fi RELE’ SURPLUS E LORO ADATTAMENTO VENDITE ACQUISTI PERMUTE UN CONSULENTE TUTTO PER VOI i pud certamente affermare che l'impiego dei diodi controllati sia divemuto, in questi ultimi tempi, una moda in tutto il settore del controllo ¢ della regolazione delle potenze elettriche, In quasi tutti i negozi di materiali clettrici ed elettronici, infatti, vengono reclamizzati ¢ ven. duti, oggi, diversi tipi di regolatori di corrente per uso domestico, di vario tipo e prezzo, nei quali sono montati i DIAC e i TRIAC. E fra que- Sti @ possibile trovare il regolatore che sostitui- sce il pitt classico interruttore del lampadario o 4 della lampada da tavolo, nella forma di coman- do «a muro» o « passante », per il controllo del- la potenza di 100 W o di quella, pitt elevata, di aleune migliaia di watt. La regolazione della luminosita ambientale delle nosire case, poi, sembra essere divenuta una esi- genza d'obbligo’ per tutti, al passo con V'arreda- mento pitt moderno. Architetti e industriali dell’arredamento si avvsl- gono, gia da tempo, di questi mezzi elettronici, per Conferire alla casa nuove sensazioni di calore domestico e luminosita pitt razionali che, nel tempo passato, potevano venire soffocate dagli arredamenti fin troppo aggressivi. E questi nuovi sistemi di regolazione della I nosita, pur imponendo una modesta spesa ii ziale, apportano, indubbiamente, il beneficio di una successiva ed effettiva economia dell’energia elettrica © quella, pure importante, delle Jampa- de di illuminazione. Perché in una sola stanza potra bastare un‘unica lampadina per i pitt di- sparati servizi" di illuminazione, dato che questa potra essere regolata fra tutti i valori di lumi- nosita minima e massima. Un ulteriore beneficio deriva ancora dall'uso dei TRIAC: Vassoluta mancanza di spreco di ener- gia elettrica; ciot con i TRIAC si verifica il fe- nomeno contrario a quello che si é sempre do- vuto sopportare con I'uso di resistenze di caduta © reostati. Con il TRIAC si consuma soltanto Ja quantita di energia elettrica necessaria per pro: vocare la luce artificiale. MOLTE POSSIBILITA' DI CONTROLLO Di E- NERGIA ELETTRICA Le applicazioni dei TRIAC per le regolazioni del- le potenze elettriche vanno ben oltre il semplice controllo della luminosita delle lampadine ad incandescenza. Questi componenti, infatti, essen- do molto robusti e in grado di sopportare anche Je correnti di notevole intensita, trovano pari colari applicazioni nel controllo ‘di fornelli, f REALIZZANDO QUESTO SEMPLICE REGOLATORE DI POTENZE ELETTRICHE, POTRETE CONTROLLARE: 1° La luminosita delle vo- stre lampade, abbas- sando o aumentando, a piacere, la luce artifi- ciale. 2° La velocita di piccoli motori elettrici. 3° La temperatura di un saldatore. 4° La quantita di calore e- rogata da un forno o da un fornello elettrico. Fig. 1 - Questo circuito teorico del regolatore di tensione milare, assai chiaramente, le funzioni attribuite ai due semiconduttori ttrica pormette di assi- DIAC 0 i TRIAG. Il potenziometro R2 stabilisce i tempo di innesco del DIAC e, conseguente- mente, lintensita di corrente che attraversa il carico. ni e stufe elettriche, permettendo una regolazio- ne continua della temperatura degli elementi ri- scaldanti, contrariamente a quanto avviene con Ie regolazioni a scatti fino ad ora adottate. Ei vantaggi che ne seaturiscono sono molteplici: primo fra tutti quello di utilizzare, per ogni tem- peratura, tutto elemento riscaldanie, ¢ pon una sola parte di esso, assicurando una maggior du- rata della resistenza ed una piit uniforme distri- buzione del calore generato. Un altro vantaggio & quello di poter controliare elettronicamente, in misura proporzionale, la temperatura di un forno, ‘ottenendo una stabilizzazione termica di gran lunga superiore a quella reggiunta con i tradizionali termostati meccanici. Se oggi & possibile disporre di transistor al sili- cio e di circuiti integrati di ottima qualita ed a basso prezzo, cid & dovuto, almeno in parte, al Vavvento del TRIAC quale elemento di regola- 6 zione della potenza elettrica, Con il TRIAC, in- fatti, si sono potuti mettere a punto i forni di alta precisione, necessari per il trattamento del silicio, ottenendo una maggiore purezza di que- sto semiconduttore, che & poi la garanzia delle migliori prestazioni del prodotto finale. Un lire esempio di impiego di TRIAC, forse pitt vicino ai nostri lettori e a tutti gli appassionati di clettronica, ¢ quello della realizzazione di ali- mentatori stabilizzati ad alto rendimento, mon- tati soprattutto nei moderni televisori, con lo scope di ottenere, tramite un solo diodo controk lato, la stabilizzazione delle molte tensioni ne cessatie per il funzionamento dell'apparato tcle- visivo. In questo modo si evita di dover stabiliz- zare una ad una le varie tensioni, ma soprattut- to si riesce a ridurre praticamente a zero le per- dite, contrariamente a quanto avviene nelle re- golazioni con transistor collegati in serie, dimi