Sei sulla pagina 1di 4

SCHEDA DI PRESENTAZIONE

Responsabilit, trasparenza e partecipazione.


partecipazione. Come navigare sicuri sulla rotta dellaccountability.
dellaccountability
Percorso
ercorso didattico di cittadinanza attiva per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado

Povert ed esclusione sociale sono situazioni sempre pi


radicate nel nostro quotidiano, e non fanno distinzione tra
Nord e Sud del mondo. Ogni giorno crescono le
diseguaglianze,, si convive con lo spettro di una nuova crisi:
finanziaria, climatica ecc..
LItalia resta uno dei Paesi con maggiore responsabilit sulla
scena mondiale nella promozione di uno sviluppo
sostenibile, dei diritti e dignit umana, della giustizia
sociale in tutto il mondo. Ed necessario attivarsi
at
in prima
persona, partecipare alla vita pubblica della propria
comunit per riportare il tema dei diritti e della giustizia
sociale al centro della scena.
Responsabilit, trasparenza e partecipazione. Come navigare sicuri sulla rotta dellaccountability
dellaccounta
un percorso
formativo e pratico di cittadinanza attiva studiato al fine di fornire conoscenze e strumenti per essere promotori di un
cambiamento positivo nella societ, a partire dallistituzione
dalli
pi vicina: il Comune.
Ci rivolgiamo ai giovani dall momento che rappresentano
rappre
ano il terreno pi fertile dove piantare i semi di un cambiamento
sociale
ciale basato sul rispetto dei diritti umani e sulla salvaguardia degli interessi delle comunit locali. ActionAid
riconosce un grande potenziale nelle nuove generazioni e nel mondo della scuola come luogo di formazione dei cittadini
del domani.
Proponiamo questo percorso formativo ai soggetti che classicamente sono deputati alleducazione
educazione, perch la scuola ha
un ruolo fondamentale in termini di formazione e di
di promozione di valori positivi. Come afferma il Dir. 10.11.2006 del
MIUR, Lesercizio della democrazia un diritto-dovere
diritto dovere che va appreso e praticato ogni giorno fin dalla pi giovane
et e la scuola la palestra ideale di questa pratica. Inoltre, riteniamo che la proposta formativa in oggetto risponda
alle indicazioni per le scuole secondarie di secondo grado dellinsegnamento di Cittadinanza e Costituzione,
Costituzione istituito
con la legge n. 169 del 30 ottobre 2008.
Il percorso formativo struttura in 4 moduli,
mod , ognuno indipendente ma, comunque, correlati. Ci rende il percorso
particolarmente flessibile, facilitando il suo inserimento allinterno della programmazione scolastica. La durata
consigliata per ogni modulo di circa 2 ore e trenta minuti, per garantire il giusto peso tra parti esplicative e
esercitazioni pratiche.
Il percorso studiato per essere condotto direttamente dai docenti,
docenti con il supporto a distanza dello staff di ActionAid.
ActionAid
Responsabilit, trasparenza e partecipazione
partecipazione composto da:
-

una guida introduttiva che fornisce utili indicazioni ai docenti per supportarli nella preparazione dei moduli e
nella conduzione delle esercitazioni.
esercitazioni. In particolare nella guida stata inserita unintroduzione alle tematiche,
una sintesi di ogni modulo che aiuta nellorganizzazione didattica dello stesso e i riferimenti ai materiali di
approfondimento.

Per ogni modulo si trova:


-

Scheda tematica (A): presenta il tema e le informazioni di contenuto, pu essere fotocopiata per ogni alunno.
alunno

Scheda caso studio (B): riporta un caso dal Nord del mondo e uno dal Sud. I primi sono esempi concreti
esperienze virtuose di alcuni Comuni italiani sui temi di nostro interesse, i secondi raccontano esperienze
attivazione e di partecipazione dei cittadini alla vita delle proprie comunit.
Scheda attivit (C): propone unesercitazione pratica per favorire la riflessione partecipativa e la messa
situazione degli studenti. Allinterno di ogni scheda sono riportate i tempi e i metodi per condurre
esercitazioni.

di
di
in
le

Da richiedere come approfondimento dei contenuti:


-

il rapporto Il diritto di cambiaredal basso;


il video Chiara come lacqua;
il Vademecum del cittadino attivo.

Presentazione dei moduli


Modulo I Accountability: a cosa serve?
Il modulo 1 affronta il tema dellaccountability intesa come forma di democrazia inclusiva e trasparente che migliora il
funzionamento delle Pubbliche Amministrazioni nei confronti dei suoi cittadini.
Obiettivi: introdurre e riconoscere le dimensioni che caratterizzano il concetto di accountability creando una cornice di
principi condivisi e presentare le caratteristiche dei principali documenti con cui monitorare il comportamento e le
azioni di un Comune. Riflettere sul significato del concetto di cittadinanza attiva basata sullaccountability, dimostrarne
la concretezza e il collegamento con la difesa dei diritti umani.
Attivit didattiche:
-

Condivisione del concetto di accountability e allineamento rispetto ad alcuni concetti classici delleducazione
civica;
presentazione da parte dellinsegnante dei momenti chiave della vita di un Comune.

Strumenti didattici:
-

Scheda tematica 1 A;
Scheda casi 1. B Heliopolis: la favela del Brasile dove laccountability di casa, Comune di Brescia: la
chiarezza dei documenti come Carta dIdentit del suo operato;
Scheda attivit 1.C Essere cittadini attivi del proprio Comune.

Prodotto finale: brainstorming sul concetto di accountability e in particolare di: responsabilit, trasparenza,
partecipazione e rendicontazione.

Modulo II Responsabilit
Il modulo 2 affronta il tema della responsabilit, intesa come uno dei pilastri dellaccountability. Un Comune
responsabile quando, tra laltro, assicura ai cittadini la qualit dei servizi pubblici locali.

Obiettivi: delineare con chiarezza loggetto su cui si esercita la cittadinanza attiva basata sullaccountability: i servizi
pubblici locali, in particolare i servizi sociali, esplicitando quanto sia importante per i cittadini monitorarne la qualit
per lottare contro povert e giustizia sociale. Conoscere i passaggi chiave per vigilare sullerogazione dei servizi
pubblici: trasferire le linee guida
Attivit didattiche:
Focus sui servizi pubblici erogati dal Comune e condivisione del metodo per monitorare la qualit dei servizi pubblici.
Definizione di un percorso ad hoc per il monitoraggio della qualit di uno specifico servizio.
Strumenti didattici:
-

Scheda tematica 2.A;


Scheda casi 2. B Anche a ChumaChumi listruzione un diritto fondamentale, Il Comune di Reggio Emilia
ha preso impegni precisi sui servizi che eroga;
Scheda attivit 2.C Essere o non essere responsabili, questo il problema;
Scheda dei servizi pubblici sotto responsabilit del Comune

Prodotto finale: mappatura dei servizi pubblici erogati da un Comune. Progettazione di un piano di azione di
monitoraggio su un servizio nello specifico.

Modulo III Trasparenza


Il modulo 3 affronta il tema della trasparenza, intesa come un altro elemento cruciale dellaccountability. Un Comune
trasparente quando permette a tutti i cittadini di trovare, comprendere e diffondere le informazioni in suo possesso. Il
diritto dei cittadini di monitorare i rappresentanti attraverso laccesso alle informazioni prodotte dalle Pubbliche
Amministrazioni costituisce una leva fondamentale per il mantenimento di una democrazia sana.
Obiettivi: far comprendere che la trasparenza (intesa come accesso alle informazioni) un requisito fondamentale per
una democrazia sana, che laccesso totale alle informazioni un diritto dei cittadini tutelato dalla legge, per tanto
deve essere garantito dal Comune, e che il Comune ha diversi strumenti per permettere ai suoi cittadini di trovare,
comprendere e diffondere le informazioni in suo possesso.
Attivit didattiche:
Presentazione della legislazione in tema di trasparenza e accesso alle informazioni. Messa in situazione per ideare una
giornata della trasparenza e valutazione specifica di un caso.
Strumenti didattici:
-

Scheda tematica 3.A;


Scheda casi 3.B: Social Audit: per chi non ha paura di essere trasparente, Le Giornate della Trasparenza del
Comune di Lecco;
Scheda attivit 3.C Trasparente come lacqua;
Check list per lanalisi dei siti con focus su trasparenza.

Prodotto finale: progettazione di una Giornata della Trasparenza in un determinato Comune.

Modulo IV - Partecipazione

Il modulo 4 dedicato al tema della partecipazione.. Un Comune partecipato quando permette ai cittadini di
contribuire alle decisioni pubbliche. Partecipazione significa infatti: dare pi potere alle comunit locali e incoraggiare
le persone ad assumere un ruolo attivo nelle proprie comunit. Parliamo, quindi,
quindi, di democrazia partecipativa.
Obiettivi: comprendere limportanza della partecipazione nella societ civile e come promuovere la creazione di spazi
per i giovani, in cui esprimersi e partecipare per incidere sulle politiche che hanno una forte influenza
influ
sul proprio futuro
e contribuiscono alla crescita del territorio e della loro citt. Sperimentare le logiche del bilancio partecipato come
forma di partecipazione condivisa.
Attivit didattiche:
Presentazione
resentazione delle logiche del bilancio partecipativo
partecipativo e messa in atto di una simulazione di lavoro sullo stesso.
Strumenti didattici:
-

Scheda tematica 4.A;


Scheda casi 4.B: Zambia: la Costituzione costruita dai cittadini; Limportante partecipare: i casi del
Comune di Capannori, il Comune di Cascina e il Comune di Bologna;
Scheda attivit 4.C Dire, Fare, Partecipare.
Partecipar

Prodotto finale: progettazione di proposte per partecipare ad un bilancio partecipato.

Per avere un confronto diretto con lo staff, ricevere supporto e il materiale sul percorso in formato cartaceo o
digitale, contattare:
Unit Campagne e Attivismo:: attivismo@actionaid.org Tel. 02 742001.

Durante lanno saranno organizzati in zone dItalia diverse


dei seminari di formazione su queste tematiche.
Contattaci
ci per avere maggiori informazioni!

ActionAid unorganizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta alle cause della povert e dellesclusione sociale.
ActionAid opera grazie allimpegno di migliaia di persone che contribuiscono con il proprio attivismo e le proprie donazioni.
Da oltree trentanni al fianco delle comunit del Sud del mondo per garantire loro migliori condizioni di vita e il rispetto dei diritti
di
fondamentali. In Italia ActionAid presente dal 1989: una ONLUS ed accreditata presso il Ministero degli Affari Esteri come
c
ONG.