Sei sulla pagina 1di 42

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.

2014
Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

PROVINCIA DI ROMA
COMMISSARIO STRAORDINARIO

Lanno duemilaquattordici il giorno tre del mese di dicembre, alle ore 11.00, presso la sede della
Provincia, in via IV Novembre n. 119/A, il Commissario Straordinario, Prefetto Riccardo Carpino,
con lassistenza del Vice Segretario Generale Reggente, Dr.ssa Marina Vaccari, ha adottato il
seguente atto:

DELIBERAZIONE N. 339 del 3.12.2014

OGGETTO: "Piano provinciale di dimensionamento delle Istituzioni scolastiche" - Anno scolastico


2015/2016.

1 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

OGGETTO: "Piano provinciale di dimensionamento delle Istituzioni scolastiche" - Anno scolastico


2015/2016.

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
Prefetto Riccardo Carpino

VISTI:
il decreto legislativo n. 112/98, artt. 138 e 139, recepito dalla L.R. n. 14/99, che delega la
competenza sullorganizzazione della rete scolastica agli Enti Locali, a seguito delle linee guida
definite dalle Regioni;
la legge 6 agosto 2008, n. 133, - conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge
25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione,
la competitivit, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria ed in
particolare lart. 64 che detta disposizioni in materia di organizzazione scolastica;
lAccordo di Programma tra la Provincia di Roma e lUfficio Scolastico Regionale per il
Lazio stipulato il 26 aprile 2004 per il coordinamento degli interventi finalizzati a migliorare la
qualit dellofferta formativa dellistruzione secondaria di secondo grado;
il D.P.R. 20 marzo 2009, n. 81 Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il
razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dellart. 64, comma 4, del
decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n.
133;
il D.P.R. 15 marzo 2010, n. 87 - Regolamento recante norme per il riordino degli istituti
professionali, a norma dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112,
convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;
il D.P.R. 15 marzo 2010, n. 88 - Regolamento recante norme per il riordino degli istituti
tecnici a norma dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con
modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;
il D.P.R. 15 marzo 2010, n. 89 - Regolamento recante revisione dell'assetto ordinamentale,
organizzativo e didattico dei licei a norma dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno
2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;

2 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

la legge 15 luglio 2011 n. 111 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 6
luglio 2011, n. 98, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria e in particolare
lart. 19 "Razionalizzazione della spesa relativa all'organizzazione scolastica"; ivi compresa la
sentenza della Corte Costituzionale n. 147 del 7 giugno 2012, con la quale viene dichiarata
l'illegittimit costituzionale delle norme di cui al comma 4, per violazione dell'art. 117, terzo
comma, Cost., essendo una norma di dettaglio dettata in ambito di competenza concorrente;
il D.P.R. 5 marzo 2013, n. 52 Regolamento di organizzazione dei percorsi della sezione ad
indirizzo sportivo del sistema dei licei, a norma dellart. 3, comma 2, 5 e 6 del decreto del
Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89;
la D.G.R. del 20 luglio 2012, n. 381 atto di indirizzo della Regione Lazio sulla
programmazione della rete scolastica. Anno scolastico 2013/2014 nella parte in cui prevede
listituzione della Conferenza regionale permanente per listruzione;
la legge regionale 6 agosto 1999 n. 14 Organizzazione delle funzioni a livello regionale e
locale per la realizzazione del decentramento amministrativo ed in particolare gli artt. 152-156;
TENUTO CONTO:
che il D.P.R. n. 81/09 agli articoli 10, 11 e 16 definisce i parametri numerici da seguire
nella formazione delle classi;
VISTI:
la legge regionale 6 agosto 1999 n. 14 Organizzazione delle funzioni a livello regionale e
locale per la realizzazione del decentramento amministrativo ed in particolare gli artt. 152-156;
il D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263 che ridefinisce lassetto organizzativo didattico dei Centri
per lIstruzione degli Adulti (di seguito C.P.I.A.), ivi compresi i corsi serali;
lAtto di indirizzo della Regione Lazio sulla Programmazione della Rete Scolastica, Anno
scolastico 2015/2016 DGR n. 581 del 02/09/2014 con il quale si da mandato alle Province di
attivare tutte le procedure per la presentazione del Piano Provinciale per il dimensionamento alla
Regione stessa;
PREMESSO che la Provincia ha sempre inteso qualificare lesercizio delle competenze ad
essa attribuite e sviluppare i rapporti interistituzionali necessari realizzando un quadro di relazioni
stabili, anche favorendo il consolidamento di una rete di organismi territoriali di partecipazione, in
modo da determinare un governo integrato del sistema di istruzione al fine di favorire unefficace
esplicazione delle diverse funzioni da parte dei diversi soggetti chiamati ad interagire per garantire
lesercizio del diritto allistruzione, inteso come un fondamentale diritto di cittadinanza;

3 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

RILEVATO che, al fine di potenziare l'autonomia scolastica, la Provincia ha inteso realizzare,


nel corso degli anni, il coinvolgimento di tutti gli istituti superiori di competenza provinciale,
dellU.S.R. per il Lazio, dei Comuni e delle parti sociali attuato con lindizione di conferenze
territoriali finalizzate allesercizio attivo della partecipazione democratica per una pianificazione
efficace delle politiche scolastiche di pertinenza provinciale, come disposto dalla deliberazione di
Consiglio Provinciale n. 92 del 02/08/2005;
CONSIDERATO che la procedura di concertazione che ha determinato la formazione della
proposta provinciale di dimensionamento delle istituzioni scolastiche stata attuata con le seguenti
modalit:
a) comunicazione ai Comuni e alle scuole superiori di pertinenza provinciale e contestuale
invio delle linee guida della Regione Lazio (DGR n. 581 del 02/09/2014) per la rilevazione delle
proposte di dimensionamento e dellesame della situazione della rete scolastica soprattutto in merito
alla presenza nel loro territorio di istituzioni eventualmente non rispondenti ai parametri delle leggi
vigenti;
b) convocazione delle conferenze territoriali, alle quali sono stati invitati i Comuni, le scuole
superiori, le Organizzazioni Sindacali, rappresentanze locali e degli incontri con la Consulta dei
Dirigenti Scolastici;
c) convocazione dellOsservatorio Provinciale per il dimensionamento in cui sono presenti i
competenti uffici provinciali, i rappresentanti dellUSR, dellANCI, di Roma Capitale, delle
Organizzazioni Sindacali, della Consulta dei Dirigenti Scolastici, dei genitori e degli studenti della
Provincia di Roma per lesame e lapprovazione di una proposta di riorganizzazione della
rete scolastica di pertinenza provinciale;
che la suddetta proposta, esaminata e approvata dallOsservatorio Provinciale nella seduta del
27.11.2014, si compone di quattro elaborati, allegati al presente atto:
1.

2.

Elenco di nuovi indirizzi da attivare presso le scuole secondarie di II grado che costituisce lallegato
A) viene formulato e proposto al fine di sostenere e valorizzare le istanze delle scuole superiori del
territorio di Roma e provincia secondo i criteri individuati dalla D.G.R. 581 del 02/09/2014, ovvero:
garantire unofferta formativa sempre pi funzionale ad una efficace azione didattica, educativa e
formativa sul territorio;
innalzare il complessivo livello di prestazione del servizio;
realizzare nelle pari opportunit luguaglianza sociale e di genere;
realizzare il diritto allapprendimento e successo formativo;
evitare leccessiva frammentazione dellofferta formativa;
ridurre il disagio degli studenti;
conseguire un pi elevato successo scolastico e formativo;
assicurare nel tempo continuit e stabilit dellorganizzazione della rete scolastica;
Richiesta di nuove opzioni delle articolazioni delle aree di indirizzo a.s. 2015/2016 (Allegato B).
Lelenco delle nuove opzioni da attivare che costituisce lallegato B viene formulato tenendo conto
delle linee guida di cui alle direttive MIUR n. 69 e n. 70 del 01/08/2012, recanti le indicazioni
circa lorganizzazione dellOfferta Formativa sul territorio, a sostegno dellautonomia organizzativa
e didattica delle Istituzioni scolastiche, nonch dei criteri di cui al punto 2.4 5 della D.G.R. 581
del 02/09/2014, ovvero:

4 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

assenza dellindirizzo/opzione nel medesimo distretto scolastico o ambito territoriale, inteso come
articolazione delle reti di mobilit;
finalizzazione al riequilibrio territoriale o alla riqualificazione dellofferta formativa;
coerenza con lidentit dellistituto delle cui risorse (aule, laboratori, attrezzature) il nuovo istituto
dovr fruire, a meno che non si evidenzi una documentata rispondenza del nuovo indirizzo a
sbocchi occupazionali previsti nel territorio;
garanzia dellavvio di almeno una prima classe;
compatibilit con le disponibilit di organico, le sedi, le dotazioni tecniche disponibili;
favorire la riqualificazione dellofferta formativa attraverso la corrispondenza con le vocazioni
culturali, produttive, formative e occupazionali del territorio, tenendo conto anche della formazione
professionale.

3.

Centri provinciali istruzione degli adulti CPIA 2015/2016 (Allegato C)


Lelenco dei CPIA da attivare nel territorio provinciale stato formato secondo le finalit definite al
punto 2.5 della D.G.R. n. 581 del 02/09/2014 che tiene conto delle indicazioni contenute nelle linee
guida redatte dal gruppo tecnico nazionale per listruzione degli adulti: (Gruppo Tecnico IDA)

4.

Dimensionamento del I del II ciclo di istruzione.


Con riferimento ai criteri di cui ai punti 2.3 e 2.4 della D.G.R. n. 581 del 02/09/2014 il
dimensionamento del I e del II ciclo persegue lobiettivo di garantire il processo di continuit
didattico e lequilibrio territoriale delle opportunit di scelta formativa, ed articolato in 2 allegati:
D1) Dimensionamento del I ciclo di istruzione di pertinenza dei comuni ricadenti nel territorio
provinciale;
D2) Dimensionamento del II ciclo di istruzione relativo agli istituti superiori di pertinenza
provinciale.
RUTENUTO provvedere al riguardo, dando atto che, come gi sopra indicata, stata seguita
la procedura di definizione del piano come indicato nella citata DGR 581/214 al punto 3.1,
precisando che un rappresentante della Regione Lazio, inviato dalla Direzione regionale competente
in materia di istruzione, ha partecipato ai lavori dellOsservatorio scolastico Provinciale;
PRESO ATTO:
che il Dirigente del Servizio 3 Servizio della scuola del Dipartimento X Politiche della
scuola, diritto allo studio, educazione permanente arredi scolastici Ufficio metropolitano per la
pianificazione e lautonomia scolastica, Dott. Antonio Capitani, ha espresso parere favorevole di
regolarit tecnica, ai sensi dellart 49, comma 1, del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e ss.mm.ii e in
qualit di Direttore ha apposto il visto di conformit ai programmi ed agli indirizzi generali
dell'Amministrazione (art. 16, comma 3, lett. d, del Regolamento sull'Ordinamento degli Uffici e
dei Servizi);
che il Ragioniere Generale ha espresso parere favorevole di regolarit contabile, ai sensi
dellarticolo 49, comma 1, del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e ss.mm.ii;
che il Vice Segretario Generale Reggente, ai sensi dellart. 97 del d.lgs. 18 agosto 2000, n.
267 e ss.mm.ii e dellart. 42 dello Statuto, non rileva vizi di legittimit e, per quanto di sua
competenza, esprime parere favorevole;

5 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

DELIBERA

1. di approvare il Piano provinciale di dimensionamento anno 2015/2016 sulla Organizzazione


della rete scolastica, come descritto negli allegati A B C D (composto da D1 e
D2) che sono parte integrante della presente deliberazione;
2. di inviare il Piano provinciale di dimensionamento anno 2015/2016 di cui al presente atto,
alla Regione Lazio e allU.S.R. Lazio per il seguito di competenza;
3. di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ricorrendo i motivi d'urgenza di cui
all'art. 134, comma 4, del d.lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.

IL VICE SEGRETARIO GENERALE REGGENTE

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

f.to digitalmente

f.to digitalmente

MARINA VACCARI

RICCARDO CARPINO

6 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.S. N. 339 DEL 3.12.2014


CHE SI COMPONE DI N. 16 PAGG. INCLUSA LA PRESENTE

ALLEGATO A ELENCO DI NUOVI INDIRIZZI DA ATTIVARE

7 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

8 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

9 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

10 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

11 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

12 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

13 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

14 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

15 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

16 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

17 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

18 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

19 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

20 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

21 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

22 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.S. N. 339 DEL 3.12.2014


CHE SI COMPONE DI N. 2 PAGG. INCLUSA LA PRESENTE

ALLEGATO B RICHIESTA DI NUOVE OPZIONI DELLE ARTICOLAZIONI DELLE


AREE DI INDIRIZZO

23 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

24 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.S. N. 339 DEL 3.12.2014


CHE SI COMPONE DI N. 3 PAGG. INCLUSA LA PRESENTE

ALLEGATO C CENTRI PROVINCIALI ISTRUZIONE DEGLI ADULTI - CPIA

25 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

26 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

CTPO9
CTP 037

4-56-7-8

RMICBDMWN
VTIC8mD

37

VTEE700017

22

RMCT708008
VTCT70000V

1.C PORTO ROMANO


I.C. PIEIROVANNI

Via G.Bignani 26
Via Carlo Cattaneo 9

Fiumicino
Viterbo

Casa Cirmda&le
'Marnmaghlla'

I.C. 'P. Vanni'

Vnerbo

821
144

18
l7

352
485

182
673

25
-m--

I.C. 'G. GARIBALDI'

1155

WUEZU

CTP

D.

CTP16

41

CTP l 8

43

CTP 17

42

Cod.mecc

Cod. C.T.

RMIC8D400N
RMCT71500E
RMCT717KX
RMIC8D2002
RMICBGBWT

RMCT71MXIA

Istituto

Inditzo

Comune

Freqummnti

L.M.

Ceri.Li

Aitest.A2

I.C. NUOVO 1

Via Della Tecnica 3

Pomezia

854

12

144

84

I.C. 3" - NETIUNO

VIA Olmata 86

Neiiuno

323

12

12

46

VIA Virgilio 79

Albano
Laziale

397

17

45

I.C. VIA VIRGILIO

27 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

?ede CPIA

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.S. N. 339 DEL 3.12.2014


CHE SI COMPONE DI N. 13 PAGG. INCLUSA LA PRESENTE

ALLEGATO D1 DIMENSIONAMENTO DEL I CICLO DI ISTRUZIONE

28 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

PROVINCI,4 DI ROhL.1
DIl',~TIhlENTC>X - SERVIZI PER L\ SCYOL.4
Allegato D1

DIMENSIONAMENTO A.S. 201512016


RICHIESTE E PROPOSTE DEI COMUNI

Motivazione d i
Comune

Affile
(Comunit Montana)

31

Atto

Richiesta - Proposta

accoglienza 1 non
accoelienza

L'Osservatorio
accoglie richiesta
mantenimento dello
stato attuale per
1'A.S. 2015/2016

D.G. 79 del 04/10/14

I1 Comune rimette come parte integrante Delibera C. I. dell'Istituto


Comprensivo G. Paolo 11. Propone alle Istituzioni competenti d i non includerlo
nel piano di dimensionamento (territorio carente di servizi di trasporto ed
ubicato in zone disagiate e montane) nell'eventualit di accorpamento, esprime
la preferenza per IC di Cubiaco in quanto sede pi facilmente raggiungibile sia
per i tempi di percorrenza che per i sistemi di trasporto pubblico. Sottolinea
l'importanza di garantire una continuit fomativa, essendo Subiaco gi polo
di Istituzione Superiore di I1 grado che raccoglie da generazioni gli alunni di
Affile.
IC G. Paolo I1 207 al. - dati U.S.R. OF 2014/2015

Non pervenuta
Non pervenuta
Non pervenuta

35

I1 Comune preso atto della dislogarione sul territorio, deiia distribuzione degli
alunni, ritiene che I'athiale assetto sia al momento adeguato aile esigenze della
popolazione scolastica, neli'attesa dell'ampliamento delle strutture da
destinarsi alla didattica e della conseguente istihzione di un secondo IC nel
territorio. Situazione: - CD Anguillara 735 al. - IC S. Francesco 1.290 al. - dati
U.S.R. OF 2014/2015

Prot. 22912 del 03/10/14


Anticoli C.

NESSUNA
VARIAZIONE

Non pervenuta
Noli pervenuta

8
9

1I

35
41

1I Arcinazro Romano
Ardea

1I

Non pervenuta
29 di 42

La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

PR(I\'lNCl.\ D1 RObL\
DIl'.RTIhlENTO X - SER\'l%I PER L\SCCOI..\

Allegato D1

I1 Comune: comunica di non dover eseguire modifiche all'attuale assetto della


rete scolastica. (1 - 1C V. Volterra 1.538-dati U.5.R. OF 2014/2015)

Prot. 25088 del 03/10/14

NESSUNA
VARIAZIONE

Non pervenuta
11 Comune pressa visione delie delibere Istituti Comprensivi I.C. Artena e 1.C.
Serangeli
approvate
dai rispettivi Consigli
di d'Istituto e collegi docenti
-.
accoglie la proposta di dimensionamento scolastico.
Proposta: istituzione unico Istituto Comprensivo 1C Artena 1.566 al (U.S.R. of. 2014/15)
- Situazione attuaIe: I.C. Artena 1.057 al. - 1.C. Serangeli 509 al.
(U.S.R. of. 2014/15)
I1 Comune di Beliegra e i Comuni limitrofi interessati veffiano nelle condizioni
sfavorevoli di cui il punto 2.2 della DGR 581/14 - tempi di percorrenza
superiori a 15 minuti -nel periodi tra 15 nov. ed il 15 apr. il sistema viario
difficilmente praticabile - si trova ad un'altezza s.1.m superiore ai 600 metri. I1
Comune richiede l'autonomia scolastica Istituto Comprensivo F. D'Assisi 393
al. - U.S.R. of 2014/15)

L'Osservatorio
accoglie la proposta
del Comuneun
unico 1.C. -Nuovo
Istituto Comprensivo
- Via G. di Vittorio,l

D.G. 126 del 06/10/14

D.G. 61 del 06/10/14-

NESSUNA
"*-ONE

Non pervenuta

I Non pervenuta

Non pervenuta
Canale Monterano

Non pervenuta
Non pervenuta

1 Non pervenuta

Capena
Capranica

Non pervenuta

Carpuieto R.

Non pervenuta

I
Casape

Non pervenuta

Castelmadama

Non pervenuta

Castelgandolfo

Non pervenuta
30 di 42

La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

I
2

PRO\'INClh DI ROhLI
DIP.IRTlhLENT0 X - St<I<VIZIPER LA SCGOLA

Allegato D1
25

31

1 Castelnuovo Di Porto
I

26

36

Castel S. Pietro

27

36

Cave

I
I
D.G. 184 del 30/10/14

44 del 30/09/14

D.G. 190 del 14/11/14

34

1 Ciciliano

Non pervenuta

Cerreto

32

Non pervenuta
Nel Comune non ci sono modifiche nell'assetto deUa rete scolastica
(IC Via Matteotti: inf. 290 al. - elem. 532 al. -media 314 al. per un tot. 1.136 dati U.S.R. of 2014/15)
I1 Comune, sede del I.C. per i Comuni di Cerreto Laziale, Gerano, Ciciliano,
Sanbuci, Saracinesca e Pisoniano, conferma attuale numero complessivo di
istituzioni scolastiche e chiede l'istituzione in un punto di erogazione del
servizio di scuola materna statale associato al RMIC8AJ001- 1.C. Cerreto
ubicato in P.za S. Sebastiano,8 (l'istituzione di una scuola materna non
comporta nessun onere finanziario). 476 al - U.S.R. of 2014/15

Non pervenuta
I1 Comune ha proceduto ad incontrare i Dirigenti scolastici, a vagliare tutte le
possibili soluzioni per giungere ad una proposta che rispettasse da un lato il
processo di razionalizzazione dei costi e dall'altro la qualit del sistema scuola
garantendo un maggior equilibrio.
Stato attuale: sono presenti 4 scuole dell'obbligo
I.C. L. Da Vinci ( i id.11 ~ t i ~ . / i per un tot. 735 al. circa dati Comune
Scuola secondaria di primo grado U. Nobile 735 al. circa dati Comune
i
947 al. circa dati Comune
I Circolo Didattico (2i n ~ /pnm)
I1 Circolo Didattico (npiesi i d . / p ~ n .1593
)
al. circa dati Comune
Proposta:
LC. U. Nobile formato da: tutta la ex SMS Nobile si aggiungono i plessi
completi del Bachrlrt e Rodari, materna di Via Palermo, L. Volpicelli e M.L. King
per un tot. 2.014 al. - dati Comune
I.C. L. Da Vinci formato da: tutto l'attuale IC Da Vinci si aggiunge il plesso
completo di P. Sarro, T. Rossi e Sabin per un tot. 1.724 al. - dati Comune

I
NESSUNA
VARIAZIONE

NESSUNA
VARIAZIONE

L'Osservatorio
propone il
mantenimento stato
attuale per 1'A.S.
2015/2016

Non pervenuta

Cineto Romano

Non pervenuta

Civitavecchia

Non pervenuta

31 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

PROVINCIA D1 ROhL-\
DII'.~TIhlENTO )i - SERVILI PER

L;\SCUOLA

Allegato D1

D.G. 82 del 03/10/2014

I1 Comune segnala con relati increnieiito aumento demografico e iscrizioni


degli alunni in particolare nella scuola dell'infanzia. Chiede l'apertura della 11
sezione della scuola dell'infanzia di Civitella San Paolo e conferma deli'attuale
logistica dell'lC Civitella San Paolo. (1.C. 916 al. - U.S.R. 0 F 2014/15) sedi di:
Civitella San Paolo, Filacciano, Ponzano, Fiano Romano, Nazzano, Torrita
Tiberina e Sant'Oreste.

NESSUNA
VARiAZIONE

35

31

Civitella S. Paolo

36

38

Colleferro

Non pervenuta

37

37

Colonna

Non pervenuta
(IC T. Gulluni - tot. 525 al. -dati U.S.R. OF 2014/15 )

38

31

Fiano

Non pervenuta

39

31

Filacciano

Non pervenuta

40

22

Fiumicino

Non pervenuta

41

32

Fonte Nuova

Non pervenuta

42

31

Formello

Non pervenuta

43

37

Frascati

Non pervenuta

44

36

Gallicano

Non pervenuta

45

38

Gavignano

Non pervenuta

I
L'Osservatorio accoglie
la proposta di
accoTamento
'On 'IC
San Vito di Can Vito
Romano (vedi San Vito)
-Nuovo Istituto

Il Comune in caso di mancata accettazione del mantenimento dell'autonomia,


in merito alla riorganizzazione scolastica, in base alla riunione del Consiglio di
Istituto Comprensivo G. Garibaldi emersa la volont di accoipare gli Istituti
Comprensivi Garibaldi di Genazzano 570 al. e San Vito di San Vito Romano
362 al. tot. 932 - dati U.S.R. OF 2014/2015
vedi San Vito Romano
Il Comune sentiti i Dirigenti, IC F. De Sanctis con 1.436 al. e G. Garib
a per anno 2015/16 non subir alc
32 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

I
L'Osservatorio
propone il
mantenimento dello
stato attuale per
1'A.S. 2015/2016

Allegato D1
Nel Comune presente un plesso scolastico per la scuola elementare con 30 al.
Chiede:
- mantenimento dell'istituzione scolastica, implemento del tempo pieno,
- un punto di erogazione del servizio di scuola materna statale associata 1.C.
Cerreto ubicata in Via dei Mazzocchi,5 (scuola gi funzionante, non comporta
oneri di spesa non stato dato codice meccanografico)
- riattivazione di una sezione di scuola media presso il plesso scolastico P.za
della Repubblica (gli alunni si recano nella scuola media di Cerreto Laziale e di
Sanbuci comporta problemi organizzativi per garantire il rispetto degli orari
scolastici. L'Ente provvisto di un solo scuolabus).

Gerano
(Comunit Montana)

NESSUNA
VARIAZIONE argomento non di
competenza del
Dimensionamento
scolastico

D.G. 64 del 25/09/14


11 Comune non vuole che ci siano modifiche nell'attuale assetto deila rete
scolastica.( IC Leone XI1I - Carpineto scuola primaria 35 al. - dati U.S.R. OF

NESSUNA

Prot. 2426 del 22/09/14


37

50

l
51

35

1 Guidoiiia M. Celio
I
I Jenne

38

1 Labico

33

l
52
53

54

55
-

Grottaferrata

30

1 Ladispoii

42

Lanuvio

56

39

Lariano

57

35

Licenza

58

31

Magliano

59.

35

Mandela

Non pervenuta

I
I

Non pervenuta

I
l

Non pervenuta

/ Non pervenuta

I Prot. 25258 del 30/09/14 1


I

C'

Prot. 21959 del 06/10/14

11 Comune daila verifica con le scuole sulla situazione attuale del piano di
dimensionamento scolastico, non ritiene di dover eseguire modifiche
all'attuale assetto deila rete scolastica.
(1.C. 1. Alpi 1.278 al. - 1.C. C. Melone 1.116 al. - I.C. Ladispoli 1 1.268 al. - 1.C.
Ladisuoli LI1 913 al. - U.S.R. OF 2014/15)
Nota: gi oggetto di dimensionamento a.s. 2014/2015
Il Comune non deve effettuare modifiche ail'attuale assetto della rete
scolastica. Situazione: IC E. Majorana 640 al. 1C M. Dionigi 890 al. -dati U.S.R.
OF2014/2015

Non pervenuta

33 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

NESSUNA
VARIAZIONE

NESSUNA

PROVINCIA DI ROhL4
DIP.IRTIMENT0 'i- SERVIZI PER 1.A SCUOLA

Allegato D1

Manzima

Marmo Equo
(Comunit Montana)

Prot. 18527 del 06/10/14

I1 Comunenon ritiene di dover effettuare alcuna modifica all'attuale assetto


della rete scolastica comunale IC Manziana Via Pisa21 1.154 al. - dati U.S.R. OF
2014/2015

NESSUNA

I
Nel Comune ubicata una scuola elementare che da alcuni decenni presente
una sezione di scuola dell'infanzia in carico al Comune di Agosta, poich il
Comune non dispone di locali idonei per ospitare tutti i bambini.
Prende atto e fare propria la delibera posta in essere dall'IC di Subiaco con cui
si richiede anche per a.s. 2015/16,i'Istituzione ufficiale della scuola
dell'irifanzia di Marmo Equo con assegnazione di un proprio codice
meccanografico. (27 al. IC Subiaco - scuola primaria - dati U.S.R. OF
2014/2015)

D.G. 58 del 29/09/14

NESSUNA
VARIAZIONE argomento non di
competenza del
Dimensionamento
scolastico

Marcellina

I Non pervenuta
I

Marino

Non pervenuta

I
Mazzano

Non pervenuta

I
65

32
37

67

37

Mentana

MonteporzioC.

1 Montecompatri

Monteflavio

33
32

72

1
1

Monteanio
Montelibretti

I
(

Non pervenuta
I

Non pervenuta
I

Non pervenuta

I
I

Monterotondo

Non pervenuta
Non pervenuta

1
I

38

Non pervenuta

Non pervenuta

33

L~ontorio

Non pervenuta

73

33

Moricone

Non pervenuta

74 -

31

Morlupo

Non pervenuta

75

31

Nazzano

Non pervenuta

34 di 42

La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

35 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

PROVINCI.\ DI ROALI
DJP.RTIhENT0 X - SEK\'J%I PER LA SCL'OLA

93

/ 1
37

Allegato D1

Rocca Priora

14

Non pervenuta

l- 1 4
t-'
4
L

Non pervenuta
95

35

/ Roccagiovine

Non pervenuta

1 11

11Comune avanza la richiesta di istituire un punto di erogazione del servizio


di scuola materna statale associata all'1.C. di Arsoli e ubicata a Roviano (P.zza
deiia Libert,l). L'istituzione del punto di erogazione della scuola materna non
comporta oneri finanziari, la sezione d'infanzia funziona da due anni, ma la
sua sede risulta temporaneamente ad Arsoli, poich in attesa del codice
meccanografico. (42 al. scuola primaria 37 al. scuola I" grado - IC Arsoli - dati
U.S.R. OF 2014/2015)

S. Angelo

Non pervenuta

S. Cesareo

Non pervenuta

34

S. Gregorio Da Sassola

101

29

S. Mariilella

102
103

31
33

S. Oreste
S. Polo Deicavalieri

$Ymano
106

35

Sambuci

NESSUNA
VARIAZIONE argomento non di
competenza del
Dirnensionamento
scolastico

100

Non pervenuta

Prot. 3025 del 14/10/14

Non pervenuta

'
.
;

Non pervenuta

l
Non pervenuta
11Comune alla proposta di organizzazione della rete scolastica per l'anno
2015/16 prevedendo 1C San Vito Romano sia dotato di autonomia, in
mancata accettazione dell'autonomia, esprime parere favorevole all'eventuale
accorpamento degli 1C di San Vito Romano e di Genazzano .
(vedi anche proposta Genazzano)
1C San Vito di San Vito Romano 362 al. IC Garibaldi - Genazzano
932 -dati U.S.R. OF 2014/2015

la proposta di

San Vito di San Vito


Romano (vedi
Genazzano) - Nuovo

Non pervenuta
36 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

37 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

l'ROVlNCl.4 DI ROhL4
DIP,IRTIhENTO X - SERlrIZ1 PER L4 SCUOL4
n

Roma Capitale

D.G. 320 del 31/10/14

Allegato D1

hcisioni dell'
Municipio I (ex UXVII): ha espresso parere di mantenere l'attua
Osservatorio:
della rete scolastica per anno scolastico 2015/16.
Municipio I1 (ex 1U111):approva le richieste dei Dirigenti degli I
Municipio I: nessuna
a) "L. Settembrini", per il plesso di Via Novara, 22 con l'acquisizione del
variazione
piano terra e del primo piano attualmente all'ISS di Via Asmara 28,
favorevole alla concessione;
Municipio Il:
b) "Via Volsinio", ampliamento e apertura della succ. della scuola secondaria a) - Via Settembrini:
non di competenza
di primo grado "Esopo"ne1 plesso "U. Barto1omei"per un numero di 6
della procedura di
sezioni;
~imensionamento
C) "VI1 Montessori", istituzione di una sez. di scuola secondaria di primo
scolastico;
grado a indirizzo Montessori.
b) - Via V O ~ S ~ Nnon
O:
In merito il Comune ritiene di:
di competenza della
a) Accoglie Ia proposta dell'l.C."L. Srttembrini". Ampliamento plesso di Via procedura di
Novara, 22 consente di acquisire 5 nuove classi per completare 3 sez.
Dvnemionamento
(scuola primaria), trasferimento 14 classi (scuola secondari I grado) site in scolastico;
Via Cebenico, 1nella sede di Via Novara e istituzione di ulteriore nuova
C) -Montessori: accolta.
Ci osserva inoltre che
classe;
non esiste l'indirizzo
b) Accoglie la proposta di modifica dell'I.C."Via Volsinio", il riconoscimento
"scuola
della nuova sede succ. della scuola secondaria di I grado "Esopo"ne1
secondaria di primo grado
plesso "U. Bartolomei" dove sono gi attive due prime classi, e l'apertura
n indirizzo Montessori"
di 4 nuove classi;
C) Non accoglie la proposta di modifica "VI1 Montrssnri", gi respinta nel
Municipio 111:
prosieguo del procedimento di validazione della proposta da Roma
proposta accolta
Capitale per l'anno 2014/15, considerata l'insussistenza di spazi.
Municipio 111 (ex IV):
Municipio IV- V- Vi
-VII-Vi11
-1X
Di
recepire
l'accorpamento
della
scuola
secondaria
di
I
grado
"I.
Silonr"
a)
proposta
alla scuola secondaria di 1 grado "Toscanini" all'intemo IC denominato
mantenimento stato
"Piazza Filat tirra,84";
attuale accolta
b) Di mantenere, ad eccezione della suddetta modifica, per l'amo 2015/16,
gli aituali assetti delle istihuioni scolastiche del Mun. 111al fine di
Municipio X:
assicurare continuit didattica amministrativa
a) Amendola- Guttuso:
C) Di avviare, non appena possibile, un percorso che permetta la
proposta comunale
realizzazione esatta di una riformulazione del dimensionamento per
non accolta.
1'a.s. 2016/2017.
L'Osservatorio
propone l'istituzione
In merito il Comune ritiene di accogliere l'accorpamento della scuoIa
di un istituto
secondaria d i I grado "I. Silone" alla scuola secondaria di I grado
onnicomprensivo
"Toscanini" all'intemo dello stesso l.C. denominato "Piazza Filattiera,
mediante
84".
aggregazione deli'IC
Municipio IV (ex V): non sono pervenute comunicazioni in merito ad
Amendola-Guttuso
38 di 42

La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

10

Allegato D1
eventuali proposte di riorganizzazione della rete scolastica.
Municipio V (ex VWII): ha espresso parere di mantenere l'attuale assetto
della rete scolastica per anno scolastico 2015/16.
Municipio VI (ex VIII): ha espresso parere di mantenere I'attuale assetto
della rete scolastica per anno scolastico 2015/16. (Mun. VI delle Torri come dal
MWR con Decreto 27 del 05/03/12)
Municipio VI1 (ex IXIX): ha espresso parere di mantenere l'attuale assetto
della rete scolastica per anno scolastico 2015/16.
Municipio VI11 (ex M): ha espresso parere di mantenere l'attuale assetto
della rete scolastica per anno scolastico 2015/16.
Municipio IX (ex MI): non sono pervenute comunicazioni in merito ad
eventuali proposte di riorganizzazione deUa rete scolastica.
Municipio X (ex MII):
a) Di mantenere LC. "Amendola-Guttuso", sul quale il Municipio sta
investendo in termini sociali, culturali, sportivi, tenuto conto che non ci
sono alhi istituti limitrofi in grado di sostenere ulteriori aggregazioni;
b) Di mantenere l'attuale assetto dell'1.C. "W. A. Mozart", nonostante il
sovradimensionamento scolastico per i'as 2015/16, rimandando ad una
successiva annualit.
In merito il Comune:
accoglie la conferma dell'attuale dimensionamento che, pur derogando ai
principi generali deUa Regione Lazio, integra gli estremi delle fattispecie
derogatorie ammissibili ai sensi di quando disciplinano al punto 2.1, comrni 3
e 4 delle linee guida D.G.R. 581 del 2/09/14.
Municipio M (ex W):ha espresso parere di mantenere I'attuale assetto della
rete scolastica per anno scolastico 2015/16.
4 Municipio XII (ex XVI): ha espresso parere di mantenere l'attuale assetto
della rete scolastica per anno scolastico 2015/16.
Municipio MII(ex XVIII):
a) Istituzione di un nuovo LC. denominato "C. Perone" che includa i
seguenti plessi: inf. e primaria(pr0venienti daU'IC Largo San I'io V, con
annessa presidenza e segreteria), plesso materna e primaria Forte Braschi
(provenienti dall'1.C. Borromeo, in XIV Mun.), plesso materna e primaria
Ilaria Alpi (proveniente dall'LC. Fio La Torre, in XIV Mun.);
b) La conseguente ridefinizione deil'assetto deU'1.C. "Largo San Pio V", che
include la scuola primaria Alfieri e la scuola secondaria di primo grado
Bramante;
C) I1 mantenimento dell'attuale assetto dei rimanenti LC.
In merito il Comune:
a) Non accoglie la proposta di un nuovo LC. denominato "C. Perone"
39 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

sede legale Via


deli'Idroscalo,88
b) Mozart: Proposta
mantenimento
situazione attuale
accolta.
Municipio XI - MI:
proposta
mantenimento stato
attuale accolta
Municipio X111:
proposta del Comune
di Roma a), b) C)
accolte
Municipio M V - XV:
proposta
mantenimento stato

40 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

Deliberazione C.S. n. 339 del 3.12.2014


Riproduzione delloriginale firmato digitalmente

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.S. N. 339 DEL 3.12.2014


CHE SI COMPONE DI N. 2 PAGG. INCLUSA LA PRESENTE

ALLEGATO D2 DIMENSIONAMENTO DEL II CICLO DI ISTRUZIONE

41 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)

ALLEGATO D2 DIMENSIONAMEMO IlCICLO


I TUn l%I

ISIIIUTOlOmMENSIONATO

IISVIASARANDI' 11- R O M A

llS SIBILLAALERAMO

llS VIAACIREALE8

- ROMA

- ROMA

SNDIO

ORGANICO

SUPERIORI Y)TTOOIMENSIONATI

PROPOSTA APPROV*IIA

ORWNICO N U O V I
ISTIWZONE
5COUUTIUI

//

SEDE IECALE

IPSclILA

609

MANTENIMENTO AUTONOMIA

IPSSSIITC

518

ACCORPAMENTOCON L.S.BENEDt370 CRCCE

1209

VIA BAROANZELLU, 7 -ROMA

1) ACCORPAMENTO SUCC.LE VIA BRANCATI 19(IPSSI CON IlSVIA


SAPONARA 1SD

742

VIA DI SAPONARA 1SO - ROMA

1140

VIA MARCO FULVIO NOBILIORE 79/A

IPSINIPSS

INVARIATA

476

2 ) ACCORPAMENTO SEDI VIAACIREALE 8 EVIATARANTO 59 (IPSU) CON


IlSVIA MARCO FULVIO NOBILIORE
ITIS H. HERR- ROMA

ITIS

595

MANTENIMENTO AUTONOMIA

//

INVARIATA

LC SOCRATE - ROMA

LC

585

MANTENIMENTO AUTONOMIA

//

INVARIATA

LCILSU

589

MANTENIMENTO AUTONOMIA

//

INVARIATA

ITISILSWITC

491

ACCORPAMENTO CON L 5 E.TORRlCELL1

1159

VIA FORTE BRASCHI 99 -ROMA

1 ) ACCORPAMENTO DELLASUCCURSALE DI VIADUE GIUGNO - FONTE


NUOVA CON llS FRAMMARTINO MONTEROTONDO

63g

PIAZL4S. MARIA DELLE GRUIE 1MONTEROTONDO

2) ACCORPAMENTO DELLASEDE D1 VIA V. DESICA- GUIDONIA CDN LA


SUCCURSALE DELL' IST. VOLTA D1 VIA ROMA 29618 GUIDONIA E CON LA
SEDE ASSOCIATA DELVIPIASOLIVIERI 01 VIA ZEiMBECCARI 1- GUIDONIA

1237

VIAVITrORIO DESICA SNC - GUIDONIA

1112

VIAS. AGNESE 46 -TIVOLI

LC PLAUTD ROMA

112 CARTESIO-LUXEMBURG ROMA

llS PISAND -GUIDONIA

ITCGII~IITC

592

3) ACCORPAMENTO OELLASEDE OELL'IST. VOLTA DI VIAS . AGNESE 46 TIVOLI CON SEDE IST. OLIVIERI VIALE G. M U I N I 65 - TIVOLI
llS PISAND- GUIDONIA
(PROPOSTA ALTERNATIVA)

ITCG/IT/ITC

592

ACCORPAMENTO CON llS VIA ROMA 298 - GUIDONIA

1713

VIA ROMA 298 - GUIDONIA

ITCG LUZZATrI - PALESTRINA

ITCG

519

ACCORPAMENTO CON LC C. ELIANO - PALESTRINA

1441

VIA PEDEMONTANA SNC- PAESTRINA

LC CICERONE- FRASCATI

LCILL

633

MANTENIMENTO AUTONOMIA

424

ACCORPAMENTO CON llS PERTINI - GENZANO

llS VIA DELLASTELLA 7 - ALBANO

ITIIPScl

//
1175

INVARIATA

VIA NAPOLI 3 - GENL4NO

42 di 42
La pubblicazione assolta tramite lAlbo Pretorio Web nel sito istituzionale dellEnte (www.provincia.roma.it)