Sei sulla pagina 1di 13

INFOCOM Dept.

- Laboratorio di Servizi di Telecomunicazione

Il routing statico

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

INFOCOM Dept.

Funzione di instradamento nei Router IP

I Router IP hanno la funzione di instradare i datagrammi in rete: ricevono un


datagramma da una interfaccia
interfaccia, eseguono alcune operazioni e rilanciano il
datagramma stesso su unaltra interfaccia.

IP

IP

Ogni datagramma attraversa un cammino composto da router e sottoreti.

Linst
L
instradamento
d m nt pu essere
ss
di due
du tipi:
instradamento diretto
instradamento indiretto

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

INFOCOM Dept.

Instradamento diretto

La trasmissione di un datagramma IP tra due macchine connesse su una stessa


sotto-rete ((stesso Net_id)
_ )
Non coinvolge router intermedi
Il trasmettitore IP risolve lindirizzo fisico dellhost destinatario (tramite il
protocollo ARP),
p
), incapsula
p
il datagramma
g
nellunit dati della rete fisica e lo invia
verso destinazione
Utilizza i meccanismi propri della rete fisica in questione per inviare il
datagramma

Host 1

Router 1

Sotto-rete 1

Host 2
Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

Host 3
Sotto-rete 2

INFOCOM Dept.

Instradamento indiretto

L host di destinazione non sulla stessa sotto-rete del mittente


Il mittente deve identificare un router a cui inviare il datagramma; il router deve

inviare il datagramma verso la sotto-rete di destinazione.


Il router esamina il datagramma IP ricevuto e, se lhost di destinazione non si trova
in una sottorete a cui il router direttamente connesso,, decide il router successivo
verso cui instradarlo
l'instradamento attraverso la sotto-rete che connette i due router avviene
secondo i meccanismi della sotto-rete
Il processo si ripete di router in router sino alla sotto-rete di destinazione
nella sotto-rete di destinazione utilizzato linstradamento diretto

Host 1

Router 1

Router 2
Host 2

Sotto-rete 1
Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

Sotto-rete 2

Sotto-rete 3

INFOCOM Dept.

Tabelle di instradamento

Il meccanismo per linstradamento in IP basato sulla presenza in ogni host e ogni


router di una tabella di instradamento: contiene informazioni relative alle
destinazioni conosciute

Una tabella di instradamento (routing table) contiene delle entry (righe) del tipo
((N,, M,, NH,, I)) dove:

N lindirizzo della rete di destinazione,


M la maschera di rete associata ad N
NH lindirizzo
li di i
d l prossimo
del
i
router
t (next-hop
(
t h
router)
t ) lungo
l
l strada
la
t d che
h
porta alla rete di destinazione
I linterfaccia del router verso cui rilanciare i datagrammi diretti a N

La tabella di instradamento specifica quindi solo un passo lungo il cammino verso la

destinazione quindi il router non conosce il cammino completo che il datagramma


dovr compiere

Al fine di mantenere piccole le tabelle di instradamento e realizzare un

instradamento efficiente, le tabelle contengono solo informazioni sulle reti e non


sui singoli nodi

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

Esempio

INFOCOM Dept.

20.0.0.5
Rete
11.0.0.0

R1

130.11.0.6

Rete
20.0.0.0

11.0.0.5

eth0
R2

20.0.0.6

eth1

213 2 97 7
213.2.97.7

Rete
130.11.0.0

Rete
213.2.97.0

R3

130.11.0.7
213.2.98.12

Rete
213.2.98.0

Tabella di instradamento di R2
Destinazione
N
20 0 0 0
20.0.0.0
130.11.0.0
11.0.0.0
213.2.97.0
213.2.98.0

Maschera
M

Next hop
NH

Interfaccia
I

255.0.0.0
255
0 0 0
255.255.0.0
255.0.0.0
255.255.255.0
255.255.255.0

d.c. (20
d
(20.0.0.6)
0 0 6)
d.c. (130.11.0.6)
20.0.0.5
130.11.0.7
130.11.0.7

eth0
th0
eth1
eth0
eth1
eth1

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

INFOCOM Dept.

Router di default (default gateway)

Router verso cui inviato il traffico diretto ad una destinazione non presente nella
tabella di routing

Non obbligatorio ma molto utilizzato:

negli host, che possono anche non avere una tabella di routing propria e che inviano al
router
t di d
default
f lt ttutti
tti i d
datagrammi
t
i non di
diretti
tti alla
ll rete
t cuii sono collegati
ll
ti
nei router, che pur avendo tabella di discrete dimensioni non coprono tutte le possibili
destinazioni

Il default gateway presente allultima riga della tabella di instradamento ed


rappresentato con tutti zero sia nel campo N che nel campo M
Destinazione
N
20.0.0.0
130.11.0.0
0 0 0 0
0.0.0.0

Maschera
M
255.0.0.0
255.255.0.0
0 0 0 0
0.0.0.0

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

Next hop
NH
d.c. (20.0.0.6)
d.c. (130.11.0.6)
20 0 0 5
20.0.0.5

Interfaccia
I
eth0
eth1
eth0
th0

INFOCOM Dept.

Longest Prefix Matching

Per valutare se un host con indirizzo X appartiene ad una sottorete con indirizzo
Y/M si effettua loperazione
p
di matching,
g, cio si verifica che:
X and M = Y and M

Quando allinterno di un router si effettua loperazione di instradamento il


matching va effettuato per tutte le righe della tabella di routing: se il matching d
esito positivo per pi righe si attua la regola del Longest Prefix Matching, si
utilizza la riga che ha il maggior numero di bit in comune con XandM
Instradamento
indirizzo 198.15.7.3
indirizzo 198.15.4.4
198.15.7.3
porta 1: matching prefisso 16
porta 7: matching prefisso 24
198.15.4.4
porta
t 1:
1 matching
t hi prefisso
fi
16
porta 7: no matching

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

Tabella di instradamento
Prefix

Porta duscita

198.15.0.0/16

198.15.7.0/24

198.15.7.3 porta 7
198.15.4.4 porta 1

INFOCOM Dept.

Routing statico e routing dinamico

I router devono conoscere i possibili percorsi verso le reti remote,


ci possibile mediante

Le informazioni ricevute dagli altri router (Routing Dinamico)

La configurazione eseguita dallamministratore


dall amministratore (Routing Statico)

Il Routing Statico una tecnica non scalabile

Le route statiche devono essere configurate manualmente

In caso di cambi di topologia di rete necessario che


llamministratore
amministratore apporti le opportune variazioni alla
configurazione delle route statiche

Elevata complessit gestionale in caso di reti di grandi dimensioni

Spesso i due tipi di routing, Statico e Dinamico, operano


congiuntamente

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

INFOCOM Dept.

Configurazione di una route statica

Il comando per configurare una route statica


R1(config)#ip route Dest_IP_Add
Dest IP Add

SubNet Mask
SubNet_Mask

A/B

Due possibili alternative


Soluzione A: specificata linterfaccia di uscita ( possibile
solo in caso di link punto-punto)

Soluzione B: specificato lindirizzo IP del next-hop router


(soluzione obbligatoria in caso di rete ethernet)

Una pparticolare route statica la route di default:


ip route 0.0.0.0 0.0.0.0 A/B
Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

INFOCOM Dept.

Costruzione della tabella di instradamento

Le righe della tabella di routing (route) possono avere diverse origini:

Route direttamente connesse (C)

Route statiche (S,S*)

Route dinamiche (RIPR, OSPFO, etc)

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

INFOCOM Dept.

Distanza amministrativa (1/2)

Quando esiste il matching sullo stesso numero di bit tra almeno due righe si
utilizza il concetto di distanza amministrativa.
L distanza
La
di t
amministrativa
i i t ti un indice
i di di affidabilit
ffid bilit della
d ll route
t (riga
( i della
d ll tabella
t b ll
di routing)
Si sceglie la route con distanza amministrativa pi bassa
L route
Le
t direttamente
di tt
t connesse hanno
h
di t
distanza
amministrativa
i i t ti
parii a 0,
0 quelle
ll
statiche hanno distanza amministrativa pari a 1 (di default).
Ciascun protocollo di routing ha una sua distanza amministrativa.

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009

INFOCOM Dept.

Distanza amministrativa (2/2)

La distanza amministrativa di una route statica pu anche essere


modificata
difi t
Motivo: si p
pu inserire una route statica con distanza amministrativa
mm
alta
che viene utilizzata solo se non esiste nessun altro percorso verso quella
specifica destinazione (route di back-up)
R1(config)#ip
1(
fi )#i route Dest_IP_Add
dd

S b
SubNet_Mask
k

A/B
/ dist_amm
di

Nel caso in cui esistono due route con stesso numero di bit di matching e
con stessa distanza amministrativa, vengono utilizzate entrambe: Equal
Cost Load Balancing
La suddivisione del traffico su percorsi diversi pu, se opportunamente
configurato, migliorare le performance della rete IP.

Laboratorio Prof. Vincenzo Eramo -- A.A. 2008/2009