Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Politica

Il Siracusa atteso
nella tana
della vice capolista

Il sindaco istituisca
gli stati generali
della cultura
A pagina due

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 21 dicembre 2014 Anno XXVII N. 295 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
www.libertasicilia.it

Editoriale. Decine di migliaia di persone in Borgata per il corpo della martire

Il miracolo di Lucia
Mobilitare Siracusa

Oggi le celebrazioni domani il ritorno a Venezia


di Giuseppe Bianca

resort pillirina

Siracusa ancora una volta

Elemata
presenta
il conto

La societ Elemata passa

al contrattacco e chiede il
risarcimento dei danni al
Comune di Siracusa.
Dodici mesi, non sono stati
sufficienti n alla regione,
n al comune di Siracusa,
per valutare le compensazioni messe a punto con
le forze sociali del territorio, tutte, e Aman Resorts
abbandona la Sicilia per
decorrenza dei termini
contrattuali e senza alcuna
risposta. Danni maturati
pari a 137 milioni di euro
ai quali si aggiunge una
perdita documentabile di
13 mila euro.

al primo gennaio del


prossimo anno cambiano
le modalit di presentazione delle istanze dehors.

A pagina due

A pagina quattro

CITT

Nuove
modalit
dehors

fiamme gialle

Sequestrati
600 chili
di petardi

Ci si avvicina alle festivit natalizie e gi si scaldano i venditori abusivi di


fuochi pirotecnici.
A pagina sette

Servizio idrico integrato

La Siam sotto
controllo
in Prefettura

taccuino

Natale
dare
amore

ha dato dimostrazione di
coesione e di grande coinvolgimento. Levento del
ritorno a Siracusa del corpo di santa Lucia ha mobilitato decine di migliaia
di persone provenienti da
tutta la provincia ma anche da altre parti della Sicilia e della Calabria. La
chiesa di santa Lucia al
sepolcro stata la meta in
questa settimana.

Natale non il regalo sotto lalbero; Natale non la


cena per i poveri. Il mio
parroco da anni organizza
una cena in Chiesa.

o slittamento a gennaio della nuova gestione del servizio idrico integrato dovuta ai tempi dei controlli
antimafia sollecitati della stessa amministrazione comunale dopo le notizie pubblicate da un quotidiano. Lo ha
detto lassessore alle Infrastrutture, Gianluca Rossitto.

A pagina tre

A pagina quattro

A pagina sei

di Titta Rizza

Natale non il panettone;

Caserma vigili del fuoco


Riparte liter alla Regione
Una delle opere
pubbliche incompiute
di Siracusa la nuova
caserma dei vigili del
fuoco alla Pizzuta.
Un edificio divenuto
essenziale.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
CITTA

Tutti i nuovi
orari
della Ztl
in Ortigia

Sicilia 21 dicembre 2014, DOMENICA

In

occasione delle prossime festivit


natalizie, e per agevolare le attivit dei
cittadini e commercianti ceh operano
nel capoluogo, il settore Mobilit del
Comune di Siracusa ha provveduto ad
una parziale modifica della regolamentazione della Ztl in Ortigia.
Nel dettaglio: mercoled 24 dicembre
revoca della chiusura al traffico della

21 dicembre 2014, DOMENICA

Ztl nel centro storico siracusano; mercoled


31 dicembre divieto dalle 16 alle 5 del giorno
dopo, gioved 1 gennaio; sempre gioved 1 gennaio dalle 11 fino alle 2 del giorno successivo,
venerd 2 gennaio.
Ricordiamo infine che in occasione dellottava
di Santa Lucia, ieri, sabato 20 dicembre, la
Ztl in Ortigia, entrata in vigore alle 11 per
termine alle 2 di pggi, domenica 21.

ndire gli Stati Generali della Cultura


di Siracusa per tracciare - con la compartecipazione ed il
contributo di tutte le
forze politiche, culturali, economiche e
sociali della citt - le
linee programmatiche
dellofferta di iniziative culturali ad ampio
spettro e di risonanza
nazionale ed extrana-

zionale. Questo lappello lanciato c on


una lettera al sindaco
sottoscritta da Roberto Fai, Glauco Reale,
Flavia Zisa, Massimo Milazzo, Rosario
Lo Bello, Antonino
Gimmillaro, Maurizio Rubbera, Emiliano Bordone, Nuccio
Nucifora, Domenico
Brancatelli, Titta Rizza, Ornella Fazzina,

Aristide Germano e
Massimo Milazzo.
La lettera il frutto
del convegno sul tema
Sviluppo culturale e
sviluppo economico
di Siracusa, al quale
hanno preso parte circa duecento persone,
e tra queste, diversi
operatori
culturali,
responsabili di Associazioni culturali e
imprenditori del turi-

smo. Sulla base delle


riflessioni, suggestioni e indicazioni concrete, il dibattito che
seguito ha offerto ulteriori spunti notevoli
su un tema che riveste
un enorme rilievo, In
un momento in cui il
confronto
politicoculturale-progettuale
sul destino economico-sociale della citt langue, e la stessa

vazione del PRG cittadino che conferm il diritto edificatorio su aree gi tali
da oltre ventanni, Elemata Maddalena
acquist i terreni per realizzare un hotel
di lusso della catena Four Seasons. Poi
un primo progetto nel 2010 e con una
sincronia di straordinaria e insolita precisione per la pubblica amministrazione, nel 2011 le aree ricoperte da serre,
sono diventate secondo la regione degne di essere protette e inserite in una
futura riserva, verde naturalistico per
il comune di Siracusa che ne modific
la destinazione attraverso atti amministrativi, e infine di inedificabilit totale
nelle previsioni del piano paesaggistico. Emanuele di Gresy, amministratore

In molti auspicano
che il movimento
registrato in questi
giorni possa
essere ordinario

Qui sopra, Massimo Milazzo.

crisi materiale di parti


consistenti della societ siracusana vede
consolidarsi
segni
profondi di disimpegno civico-politico,
compito del sistema
politico-istituzionale
nel suo insieme saper cogliere e corrispondere alle istanze
di partecipazione che
lincontro di venerd
ha espresso ed indica-

Resort alla Pillirina


Elemata chiede
maxi risarcimento

luce e al culto della nostra santa patrona Lucia. La mostra si svolger


a Siracusa dal 19 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 nella Galleria di
Montevergini. L'arte da sempre una via privilegiata per raggiungere
linfinito e il trascendente, il mezzo espressivo pi significativo per
esprimere e di rivelare agli altri se stessi in maniera duratura. Giovanni Paolo II diceva: Nessuno meglio di voi artisti, geniali costruttori
di bellezza, pu intuire qualcosa del pathos con cui Dio, all'alba della
creazione, guard all'opera delle sue mani. Una vibrazione di quel
sentimento si infinite volte riflessa negli sguardi con cui voi, come
gli artisti di ogni tempo, avvinti dallo stupore.

Il miracolo di Lucia
Mobilitare Siracusa

la richiesta di 137 milioni di euro

a societ Elemata passa al contrattacco e chiede il risarcimento


dei danni al Comune di Siracusa. 12
mesi, non sono stati sufficienti n alla
regione, n al comune di Siracusa,
per valutare le compensazioni messe
a punto con le forze sociali del territorio e Aman Resorts abbandona
la Sicilia per decorrenza dei termini
contrattuali e senza alcuna risposta.
Danni maturati pari a 137 milioni di
euro ai quali si aggiunge una perdita
documentabile di 13 mila euro per
ogni giorno di ritardo per il mancato sviluppo, questi i numeri di una
storia che prende le mosse nel 2007
quando successivamente allappro-

n occasione della Visita della reliquia del corpo di santa Lucia a Siracusa, la
Kairs Turismo Cultura Eventi in collaborazione con lArcidiocesi di Siracusa,
la Deputazione della Cappella di Santa Lucia e lIstituto Superiore di Scienze Religiose San Metodio propone una mostra di arte contemporanea a tema
sacro legato a santa Lucia e al simbolo della luce. Artisti siciliani affermati in
tutta Italia esporranno opere inedite di pitture e scultura legati al tema della

Cronaca di Siracusa

EDITORIALE. una settimana di grande fermento alla borgata

lettera al sindaco garozzo

Convocare
gli stati
generali
della cultura

Una mostra darte contemporanea


in onore di santa Lucia

Sicilia 3

della Societ: La vera perdita per il


territorio, amministratori prigionieri
della politica non sono stati capaci di
promuovere sviluppo sostenibile e occupazione, si sono fatti scappare uno
dei marchi pi prestigiosi al mondo. Ne
sono amareggiato per i siciliani che si
ritrovano ad essere amministrati in questo modo. Le nostre azioni risarcitorie
andranno avanti in maniera pi decisa
e senza sconti, la propriet privata sar
rispettata. Spiace che trovata una sintesi con il territorio e Aman Resorts che
avrebbe garantito tutti, chi amministra
non abbia avuto capacit di sintesi, 12
mesi e la montagna non ha saputo partorire neppure un topolino.

to. Proprio in ragione


del fatto che momenti
aperti come questi
tesi ad affinare temi e
riflessioni specifiche
sul nesso Cultura ed
Economia meriterebbero, oltre alle
sollecitazioni
autonome
promosse
dalla societ civile
siracusana iniziative
specifiche e autonomamente promosse
dallAmministrazione
comunale per accogliere e condividere
con ampi segmenti
dellopinione pubblica
le scelte e gli orientamenti amministrativi
che la Giunta intende
perseguire nel governo del territorio. I sottoscrittori della lettera
invitano il Sindaco e
lAss. alla Cultura a
indire un Convegno
pubblico che abbia il
respiro e il carattere
di una sorta di Stati
generali della Cultura, di una Convention sulla Cultura,
aperto alla citt, al
fine di coinvolgere le
diverse competenze e
specialismi operanti a
Siracusa nella elaborazione di una politica culturale in grado
di corrispondere alle
esigenze di sviluppo
civile e turistico della
citt.

Siracusa ancora una volta

ha dato dimostrazione di
coesione e di grande coinvolgimento. Levento del
ritorno a Siracusa del corpo
di santa Lucia ha mobilitato
decine di migliaia di persone provenienti da tutta la
provincia ma anche da altre parti della Sicilia e della
Calabria.
La chiesa di santa Lucia al
sepolcro stata la meta in
questa settimana del pellegrinaggio di numerose
parrocchie e congregazioni, che hanno voluto dare il
proprio saluto e onorare le
spoglie della vergine e martire siracusana.
Levento del ritorno del
corpo di santa Lucia ha
fatto s che per una volta
lintera citt si stringesse a
attorno al la patrona. Santa
Lucia ancora una volta ci
ha insegnato che possibile
mobilitarsi e stare uniti non
soltanto per le circostanze

In foto, il corpo di santa Lucia in processione.

straordinarie. Occorre, infatti, che questi momenti


straordinari siano riportati
nellordinariet delle giornate. Basterebbe soltanto il
trenta per cento della mobilitazione notata in questa
settimana per risollevare le
sorti della nostra citt, sempre melliflua e affondata
nellapatia.
Santa Lucia il simbolo
della sofferenza, dellattenzione agli ultimi, della
caritatevole umanit che
sprigionava in vita e che
col suo esempio tramanda
a tutti noi. Le tante persone
che si sono rivolte a lei, che

anche solo per un attimo


hanno rivolto lo sguardo a
quella teca che conteneva il
corpo, le hanno chiesto una
grazia, hanno sciolto un
voto. Commovente quella
lettera scritta da una figlia
che chiedeva la grazia per
la madre cieca, affinch lei
potesse vedere la figlia e i
suoi nipotini che non ha
mai conosciuto.
E come questi, tanti altri
messaggi lasciati davanti
allaltare maggiore della
chiesa di santa Lucia fuori
le mura, anche di bambini
che hanno rivolto al simulacro e al corpo una sempli-

ce preghiera. Tanta la gente


che al passare di simulacro
e del corpo portato in spalla
prima dai sacerdoti, poi dalle portatrici del simulacro e
successivamente anche dai
vigili del fuoco, per quel
patto non scritto con santa
Lucia, redatto nel lontano
1990 in occasione del sisma, hanno fatto da ala al
passaggio della significativa processione. Siracusa ha
dimostrato che quando davvero si sente coinvolta, risponde in maniera generosa
quando non entusiastica.
Immaginate che il corpo di
santa Lucia fosse trasferito

previste le celebrazioni dei vescovi di Siracusa, Catania e Palermo

Oggi lostensione del corpo in cattedrale


I

l simulacro e le spoglie di santa Lucia hanno fatto ingresso ieri sera in cattedrale. Oggi ci saranno
diverse funzioni religiose, che chiuderanno di fatto
linterlocuzione tra le spoglie della martire e la cittadinanza. Domani mattina ci sar il ritorno di Lucia
nella sede che per secoli la ospita, ovvero nella chiesa
di santa Lucia e Geremia a Venezia.
Oggi, quindi, per coloro che ancora non hanno avuto
la possibilit di vedere le soglie, lo potranno fare in

cattedrale, dove il corpo e il simulacro sono esposti, il


primo sullaltare, il secondo nella nicchia della cappella
omonima. Oggi alle ore 9 prevista la prima concelebrazione eucaristica presieduta dallarcivescovo monsignor
Pappalardo. Alle ore 11 la celebrazione eucaristica presieduta da monsignor Salvatore Gristina, arcivescovo di
Catania. Si chiude alle ore 19 con la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale di Palermo monsignor
Paolo Romeo.

definitivamente a Siracusa.
Forse riuscirebbe quel miracolo non riuscito con le
lacrime della Madonnina.
Adesso c la discussione
sul ritorno al sito originario della tela caravaggesca
del seppellimento di santa
Lucia. Potrebbe essere un
primo passo verso il risveglio anche in termini turistici del quartiere storico per
eccellenza.
Non giusto considerare
storico soltanto Ortigia e
concentrare mille attenzioni
sullisolotto. Occorre adesso guardare con rinnovata
attenzione e passione alla
borgata santa Lucia, che
ha bisogno di mille e pi
interventi per potere essere
portata alla stessa stregua di
Ortigia.
Oggi ci saranno le ultime
celebrazioni in cattedrale.
Ad officiarle i vescovi di
Catania e di Palermo. Domani lultimo saluto del
clero al corpo di santa Lucia
che di mattina sar nuovamente trasferito a Venezia.
A noi rimarranno i problemi di sempre, lultimo dei
quali legato alla nuova
richiesta di maxi risarcimento dei danni, avanzata
dalla societ Elemata e di
cui parliamo in altra parte
del giornale. Ci chiediamo
a chi va presentato il conto
salato? Forse agli ambientalisti che si sono intestarditi ad ostacolare un progetto
di resort che una delle pi
prestigiose societ della
ricettivit turistica aveva
messo in campo, rinunciando per al finanziamento?
O, come sembra, lintera
cittadinanza?
Giuseppe Bianca

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 21 dicembre 2014, DOMENICA

TACCUINO. non solamente cenone e regalini

Natale nutrire
e dare amore

Per ciascuno di noi che sia credente o non credente


ogni giorno della vita deve essere Natale

atale non il panettone;


Natale non il regalo sotto lalbero; Natale non la
cena per i poveri.
Il mio parroco da anni organizza una cena in Chiesa con capotavola lArcivescovo; ma non la
cena per i poveri,ma per
tutti parrocchiani: per creare comunit, per attendere insieme la venuta del
Bambinello.
Ma poi questi poveri hanno il cattivo vizio di mangiare tre volte al giorno;
si accontenterebbero di
anche due volte al giorno:
ma proprio ogni giorno In foto, il bambinello nel Presepe.
diventa un lusso.
disse mai che bisognava
Ma allora che cos il Na- come te stesso.
Questo
rivoluzionario amare glinvasori inglesi,
tale?
E un fatto intimo per disse che bisogna amare n Martin di amare i sericordare la venuta al i propri nemici, di amare gregazionisti crudeli.
mondo del pi grande ri- anche quelli che lo in- Allora il Natale diventa
voluzionario che sia mai chiodavano su una croce: loccasione per ricordarci
esistito: di quel Ges che Padre disse, perdona loro di questa regola dellamoperfezionando la Legge perch non sanno quello re; di ricordarci che non
si pu essere buoni solo
diede due comandamen- che fanno.
ti: il primo di amare con Gandi, Martin Luther il giorno di Natale,ma
tutte le forze,con tutto se King sono stati anche loro che Natale ogni giorstesso Dio ; il secondo e due grandi rivoluzionari, no dellanno e di renderprecis, simile al primo sicuramente ispirati dal ci conto che i poveri non
di amare il prossimo tuo buon Dio; ma Ghandi non hanno il vizio, ma hanno

il diritto di mangiare almeno due volte al giorno,


ed ogni giorno dellanno.
Gli auguri di un buon Natale che diamo anche alla
gente che non conosciamo, non si pu limitare a
un augurio di trascorrere
bene la festa del giorno
di Natale, ma di trascorrere bene ogni giorno
dellanno,ogni giorno della nostra vita; perch per
ciascuno di noi credente o

21 dicembre 2014, DOMENICA

FOrano
le gomme
Agenti del Commissa-

riato di P.S. di Pachino,


a seguito di celere attivit investigativa, denunciavano in stato di
libert B.G. pachinese
di anni 43, pescatore, un
diciassettenne pachinese e C.A. anchegli pachinese di 20, per il reato di danneggiamento
aggravato in concorso.
Gli stessi, infatti, risultavano essere responsabili del danneggiamento dei pneumatici di
unauto parcheggiata al
pontile di Marzamemi.
In particolare, gli accusati, per dissapori di
carattere personale, facendo uso di un oggetto
con punta acuminata,
foravano le gomme di
unautovettura.
non credente ogni giorno
deve essere Natale.
Ne consegue che i miei
auguri a partire dal direttore di questo giornale,al
suo capo redattore, a tutti i
giornalisti che lo collaborano, ai miei amici, ai miei
ventinove lettori (almeno
uno in meno di Manzoni)
ed anche ai miei nemici
(ma credo di non averne)
quello di vivere il Natale ogni giorno della nostra
vita; allora sicuramente avremmo la serenit
del cuore che la sorella
grande della felicit.
Titta Rizza

incontro con il segretario regionale Mimmo Milazzo

La Cisl siracusana preoccupata


per il bilancio della Regione
D

al jobs act al recente sciopero generale, dal ruolo


della politica al bilancio della Regione siciliana. Un
viaggio a tutto tondo nellintervento di Mimmo Milazzo, neo segretario generale della USR Sicilia, presente al Consiglio generale convocato dal segretario
generale della Cisl Ragusa Siracusa, Paolo Sanzaro.
Il nuovo leader della Cisl siciliana, riprendendo un
tema scandito in questi ultimi giorni, ha rimarcato la
necessit di incidere sui conti della Regione, eliminando sprechi ed eccessi. Il bilancio della Regione
in seria difficolt e si agir in esercizio provvisorio ha ricordato Milazzo questo non aiuta lamministrazione di una realt complessa come la nostra.
Questo, inoltre, aggiunge difficolt alla gi evidente
confusione del Governo. In quale direzione vuole andare lattuale governo non si ancora capito. Occorre
una operazione verit sui conti della Regione perch
il rischio default alto. Milazzo, sottolineando le
difficolt della politica, ha detto che gli interessi generali vengono annacquati e superati spesso da quel-

li personali. Bisogna passare dalla enunciazione


alla realizzazione delle cose attraverso un impegno
virtuoso ha aggiunto Invece che perdere tempo,
ad esempio, dietro ad una improbabile riforma delle
Province, si poteva agire sui tanti comuni che non riescono a reggere la sfida e non riescono a dare quei servizi necessari ai cittadini. Sarebbe stato pi opportuno
incentivare i piccoli centri a consorziarsi: avremmo
abbassato i costi e migliorato i servizi. Non mancato il passaggio sul Jobs act che serve per garantire
centinaia di lavoratori invisibili; quelli con co.co.pro
o partite Iva soprattutto e sullo sciopero della Cgil
definito solo uno sciopero politico con un elenco di
obiettivi troppo lungo e abbastanza confusi.
Ragusa e Siracusa sono state al centro dellintervento
di Paolo Sanzaro che, insieme ai componenti della segreteria, Cettina Raniolo, Antonio Bruno e Giovanni
Fracanzino, ha tracciato un breve consuntivo dellanno che sta per chiudersi ma, soprattutto, gli obiettivi
che attendono la Cisl nel 2015.
Mimmo Milazzo.

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

Atti affidati al
Dipartimento
della protezione civile
che dovr
adesso riavviare i lavori
per essere
completati
nel 2017
In foto, la nuova
caserma dei vigili
del fuoco.

Caserma vigili del fuoco


Riparte liter alla Regione

na delle opere
pubbliche incompiute di Siracusa la
nuova caserma dei
vigili del fuoco alla
Pizzuta. Un edificio
divenuto essenziale
per garantire maggiore operativit e
sicurezza ai vigili del
fuoco, costretti a vivere nella storica caserma di via Augusto
Von Platen tra tanti
problemi e disagi.
Della nuova caserma
ci sono solo pilastri
e le basi di cemento,
inghiottiti dal contenzioso tra il Comu-

Lopera pubblica bloccata ormai dal 2009


per un contenzioso fra Comune e ditta

ne di Siracusa e limpresa
appaltatrice,
dalle solite pastoie
burocratiche. Un passo avanti per superare ogni problematica,
sembra essere stato
fatto al punto da fissare la nuova data per
la consegna del manufatto al 2017. Con
lassunzione definitiva delle responsabilit per la realizzazione
del nuovo Comando
Provinciale dei Vigi-

li del Fuoco da parte


del Dipartimento Regionale della Protezione Civile, riparte
liter per la conclusione dellopera. Lopera fu iniziata nel
2007 e si bloccata
nel 2009.
Da allora i lavori sono
praticamente fermi.
Per sbloccarla, stato
necessario accogliere
la proposta del parlamentare regionale
Enzo Vinciullo, cio

quella di affidare la
responsabilit totale
al Dipartimento Regionale della Protezione Civile.
Sono sicuro dice
il deputato regionale siracusano del
Nuovo Centro Destra che lo stesso
Ufficio sapr, con le
competenze e le conoscenze che tutti gli
riconosciamo avere,
riavviare la procedura per lappalto ex

novo dei lavori, in


modo da poter concluderli entro trenta
mesi da oggi. Con
i fondi della Legge
433 del 1991 sono
stati finanziati i lavori della nuova Caserma del Comando
Provinciale dei Vigili
del Fuoco di Siracusa
e, quale soggetto attuatore ed utilizzatore del finanziamento,
stato individuato il
Comune. Il Comune
di Siracusa dopo aver
appaltato i lavori,
operava il recesso del
contratto in seguito

il consiglere comunale Sorbello lo incalza dopo le battute sibilline

Garozzo
ambisce
ad altro

l
sindaco
di
Siracusa, Giancarlo
Garozzo, vola spesso a Roma, non
sempre per questioni legate allamministrazione, quanto
per
approfondire
laspetto politico.
Sembra infatti, che
Garozzo stia perorando la propria
causa, per entrare
nelle grazie di Renzi e prenotarsi un
posto per le prossi-

me elezioni politiche
alla Camera dei deputati.
Apprendo che il sindaco Garozzo, eletto nel giugno dello
scorso anno, sarebbe
disponibile ad abbandonare il suo attuale
incarico se il partito
o Renzi sono queste
le sue testuali parole
- mi dovesse chiedere
impegni di altro genere.
Questo il commento

In foto, il consigliere comunale Sorbello.

da parte del consigliere Salvo Sorbello, il quale incalza:


Fare il sindaco della
propria citt sempre
stata la massima aspirazione di chi si impegna in politica. E

davvero triste constatare invece che essere


sindaco di Siracusa
per qualcuno semplicemente il trampolino per far carriera.
Sarebbe allora pi
onesto che Garozzo

si dimetta subito, evitando di permanere


in una carica che non
ama,
permettendo
cos alla nostra citt
di poter scegliere gi
nella primavera prossima un nuovo primo

a note informative
della Prefettura di
Catania. Successivamente, la ditta appaltatrice rivendicava
il diritto di cessione
del ramo di azienda
ad altra ditta, limitatamente al contratto
di appalto in essere,
ricorrendo al TAR,
contro la decisione
del Comune.
Nonostante i ricorsi al TAR da parte
della ditta interessata, lAmministrazione Comunale di
Siracusa, rilevata lesistenza di condizionamenti anche a
carico della ditta cessionaria, ha confermato la revoca del
contratto di appalto
alla ditta incaricata.
Avevo gi presentato
ha precisato lOn.
Vinciullo una interrogazione, a cui
la Presidenza della Regione non ha
dato mai risposta e,
malgrado il Comando Provinciale dei
VV.FF. di Siracusa,
aveva rappresentato la grave criticit
della gestione del
soccorso tecnico per
lintera Provincia da
parte del Comando
Provinciale proprio a
seguito della sospensione dei lavori di costruzione della nuova
caserma. Situazione
che penalizza lintera comunit della
Provincia di Siracusa
esposta a gravi rischi
in caso di calamit.
cittadino, che scelga Siracusa prima
e pi di ogni altro
impegno politico e
personale.
La citt oggi pi che
mai ha bisogno di
persone che si chiedano cosa possono
fare per Siracusa e
non cosa Siracusa
possa fare per loro
di rassegnazione.
Ges Bambino, vegliando su di voi,
moltiplichi i vostri
sforzi nella ricerca della Verit e
nellattuazione della Giustizia, donandovi anche la gioia
di vedere i frutti di
tante opere buone
che rendono pi
bella e pi giusta la
nostra storia".

Cronaca di Siracusa 6

o slittamento a
gennaio della nuova
gestione del servizio idrico integrato
dovuta ai tempi dei
controlli antimafia
sollecitati della stessa amministrazione
comunale dopo le
notizie pubblicate da
un quotidiano. Lo ha
detto lassessore alle
Infrastrutture, Gianluca Rossitto, intervenendo nella seduta
di consiglio comunale aperto.
Una riunione durata oltre tre ore, con
lopposizione allattacco, da una parte,
e
Amministrazione e maggioranza,
dallaltra, a tenere
il punto sulle scelte
adottate. Lesposizione dellargomento stata affidata a
Salvatore Castagnino, uno dei firmatari
della richiesta di seduta aperta. Lesponente dellopposizione ha evidenziato
una serie di criticit,
a partire dalle tariffe
che non sarebbero
state comunicate ai
cittadini. Altro tema
sollevato,
quello
dellaffidamento dei
servizio ad un gestore privato Siam.
Castagnino ha chiesto la ragione per
cui lEnte non ha
scelto la gestione
diretta, prevista da
una legge regionale
e da un referendum,
e perch abbia seguito una procedura
simile ad una sorta
di trattativa privata
e non abbia scelto
la strada del bando
europeo, considerato anche limporto
della gestione pu
ammontare ad oltre
50 milioni di euro.
Altre due questioni
introdotte sono state:
la destinazione delle
somme riscosse dal
Comune (quantificate in circa 3,5 milioni) e perch si sia
fatto ricorso ai consulenti esterni e non
alle professionalit
presenti nellAmministrazione.
Lopposizione
ha
sollevato altre questioni. Cetty Vinci
ha chiesto quali siano i programmi della
new-co, considerato
anche che le famiglie

Sicilia 21 dicembre 2014, DOMENICA

Il sindaco
Garozzo
e lassessore
Rossito hanno ribadito di
essersi recati
in Prefettura
per esporre
il caso della
societ che
dovr gestire
il servizio
idrico
a Siracusa
e Solarino
La seduta del Consiglio
comunale.

La Siam finisce sotto controllo


Una delle ditte in odor di mafia

non possono bere


lacqua che esce dai
rubinetti. Secondo
la consigliera la durata della gestione
troppo breve perch
la compagnia possa
avere degli utili e si
detta preoccupata
per il futuro del servizio e dei lavoratori.
Gaetano Firenze ha
chiesto chiarimenti sulla procedura
seguita per lindividuazione della societ e ha lamentato
il mancato invito
delle deputazioni nazionale e regionale
visto che si trattava
di una seduta aperta.
Sul punto ha risposto il presidente del
consiglio comunale, Leone Sullo, il
quale ha ricordato
che prerogativa
dei consiglieri promotori della seduta
fornire un elenco di
soggetti da invitare,
cosa che non stata
fatta. Secondo Firenze, la procedura
seguita dal Comune
non stata trasparente. Stessi dubbi
Firenze ha sollevato
sulla procedura seguita per individuare il gestore. Infine,
ha affermato che le
tariffe applicate dal
Comune non sono
state autorizzate.
Dubbi sono stati
mossi anche da Mas-

simo Milazzo, che


non era tra i firmatari
della richiesta di seduta aperta, il quale
ha chiesto le ragioni
dello slittamento a
gennaio dellinizio
della nuova gestione. Poi ha ripreso il
contenuto di un articolo del quotidiano
Repubblica, secondo
il quale una delle ditte che compongono
la Siam sarebbe in
odore di ndrangheta; Milazzo ha chiesto cosa sta facendo
lAmministrazione
su questo punto sollevando tuttavia perplessit anche sulle
altre due imprese
che compongono la
new-co, una perch
proviene dal settore
elettrico e quindi non
ha competenza specifiche, laltra perch
si avvale delle consulenza dellex amministratore delegato
della Sogeas.
Il primo a rispondere stato lassessore
alle Infrastrutture,
Gianluca
Rossitto. Gli atti compiuti
dallamministrazione, ha detto, sono
avvenuti nel solco
indicato dal consiglio comunale in
suo atto di indirizzo
favorevole allacqua
pubblica, ma inevitabile una fase di
transizione per arrivare ad una gestione

diretta del Comune.


Quanto alle ditte che
operano in regime di
urgenza, Rossitto ha
detto che sono state scelte dallelenco
delle imprese di fiducia e poi ha difeso la
procedura di affidamento del servizio,
avvenuto ha aggiunto in un contesto di incertezza normativa. Il Comune,
ha detto ancora lassessore, ha lanciato
un avviso pubblico
di manifestazione di
interesse, alla fine
del quale solo unazienda ha ritenuto di
farsi avanti. Quanto
alle tariffe, Rossitto ha detto che sono
legittime
perch
sono state applicate quella accettate
dallAto idrico con
una riduzione decisa
dalla Giunta. Infine,
lassessore ha riferito della societ in
odore di ndrangheta
informando il Consiglio di essersi recato
in prefettura assieme al sindaco per
sollecitare controlli
antimafia. Noi ha
concluso non sottoscriveremo alcun
contratto se non saremo certi della certificazione antimafia
dellimpresa.
Sugli aspetti normativi intervenuto il
dirigente dellUfficio legale, Salvatore

Sicilia 7

21 dicembre 2014, DOMENICA

Bianca, secondo il
quale la mancata introduzione della gestione diretta dal servizio idrico e dovuta
alla poca chiarezza
della legge. Dopo
la norma generale
votata dallAssemblea regionale non
ci sono stati atti
consequenziali, al
punto che non sono
stati ancora decisi
gli ambiti ottimali.
Lingegnere capo,
Natale Borgione, ha
ribadito la validit
della procedura di
contingibilit e urgenza adottata, ricordando che lelenco delle imprese di
fiducia del Comune
esiste da molti anni e
che viene aggiornato
secondo le procedure di legge. Poi ha
difeso la scelta del
consulente esterno:
Nella gestione del
servizio idrico ha
affermato uno
dei pi competenti in circolazione e
solo adesso, dopo
mesi di lavoro a titolo gratuito, viene
retribuito. Il dibattito proseguito con
gli interventi esterni. Fabrizio Ardita,
dopo avere lamentato la prosecuzione
della gestione privata, ha negato che le
tariffe applicate dal
Comune siano quella pi convenienti

per le famiglie. Vincenzo Vinciullo, uno


del firmatari della
legge per lacqua
pubblica, ha evidenziato le responsabilit del governo
regionale sulla sua
mancata applicazione; poi ha contestato
lentit delle tariffe,
che non sarebbero
legittime perch non
adeguate al quoziente familiare introdotto dalla Regione.
Stefano Zito ha contestato al sindaco il
mancato rispetto degli impegni elettorali
sulla gestione diretta.
CCarmen Castelluccio ha riconosciuto
la coerenza dellAmministrazione
con
latto di indirizzo
sullacqua pubblica.
Antonio Moscuzza
si chiesto le ragioni della polemica di
oggi mentre, sotto la
gestione Sai 8, nessuno parlava di un
servizio che andava
sempre peggio.
Stesso
apprezzamento anche da Elio
Di Lorenzo, che poi
si soffermato su
due aspetti: la legge
sullacqua pubblica
non poteva essere
applicata perch non
stata finanziata;
limpegno dellAmministrazione
per
garantire il posto agli
ex lavoratori della
Sai 8. Il dibattito
stato chiuso dal sindaco, Giancarlo Garozzo, che prima ha
replicato allaccusa
sul mancato rispetto
del programma elettorale e poi ha parlato della questione
occupazione. Per
tre mesi ha detto mi sono battuto
perch tutti i comuni
della provincia serviti da Sai 8 aderissero
alla soluzione da noi
adottata cos da garantire il lavoro a tutti, ma non siamo stati
ascoltati. Per altro,
non vero che gli
altri comuni stiano
gestendo direttamente il servizio: si stanno solo occupando
delle bollette perch
la parte rimanente
stata affidata a privati, cos come noi, con
procedura di contingibilit e urgenza,
quindi senza gara.

Cronaca di Siracusa

operazione della guardia di finanza

600 chilogrammi
di botti illegali
sequestrati in citt
Ci si avvicina alle festi-

vit natalizie e gi si scaldano i venditori abusivi di


fuochi pirotecnici e botti
di Capodanno. In alcuni crocicchi, insieme con
altri prodotti, spesso si
vendono anche i botti illegali e ci non consentito
dalla legge che anzi perseguita gli illeciti. In primo
piano nella lotta alla vendita illegale di botti, tutte
le forze dell'ordine, che
nel fine anno si schierano
in campo per debellare il
fenomeno. I primi risultati
si sono registrati nelle ore
scorse nel capoluogo siracusano.
Ben seicento chili di botti illegali sono stati se-

In foto, i botti sequestrati dai finanzieri.

Denunciato un soggetto che aveva collocato


larsenale allinterno di un magazzino alla periferia
questrati dalla Guardia
di Finanza a Siracusa. La
Compagnia delle fiamme
gialle del capoluogo ha
scoperto gli artifizi pirotecnici di IV e V categoria, in un deposito abusivo
adibito allo stoccaggio di
botti illegali.
Le Fiamme Gialle, insospettiti dal movimento
di unautovettura in una
zona abitata della periferia di Siracusa, hanno
effettuato un controllo in
un magazzino adibito a
carrozzeria abusiva.
Le successive operazio-

ni di perquisizione hanno permesso di rinvenire


oltre 72 mila razzi esplodenti, riuniti in batteria, e
di segnalare alla Procura
un cinquantenne siracusano, ritenuto responsabile
dei reati di fabbricazione o commercio abusivo
di materie esplodenti ed
Omessa denuncia alle Autorit competenti.
Una vera e propria Santa
Barbara considerato che
il deposito era destinato
al ricovero di materiale
altamente infiammabile,
in considerazione della

notevole quantit di materiale deflagrante presente


in loco, rappresentava un
elevato potenziale esplosivo che, in caso di innesco accidentale, avrebbe
provocato notevoli danni
nelle zone circostanti.
Le indagini, ancora in
corso, sono orientate ad
individuare ulteriori autori dellillecito traffico, e,
soprattutto, a risalire alle
rotte commerciali di approvvigionamento.
Il Comando Provinciale
ha precisato che Lattivit si inquadra nel pi

ampio contesto della sistematica azione di controllo


economico finanziario del
territorio posto in essere
dalla Guardia di Finanza di Siracusa su tutto il
territorio della Provincia,
confermando, ancora una
volta, limpegno profuso quotidianamente dalla
Fiamme Gialle a tutela
della sicurezza dei cittadini. I controlli da parte
delle fiamme gialle e delle
altre forze di polizia proseguiranno anche nelle giornate successive per evitare
che altri soggetti immettano nel mercato botti pericolosi, non autorzzati che
mettono a repentaglio la
vita delle persone.

citt. il commento del primo cittadino

Appello del sindaco: Senso


di responsabilit coi botti

Appello del sindaco, Giancarlo Garozzo, per

evitare lutilizzo di fuochi dartificio illegali


in occasione dei festeggiamenti di fine anno.
Il sequestro effettuato in queste ore dalla
Guardia di Finanza dichiara il sindaco mi
spinge a rinnovare lappello dello scorso anno
rivolto a tutti i siracusani affinch si avvicinino al 2015 con senso di responsabilit evitando luso di botti illegali. Ogni anno assistiamo
ad eventi traumatici e talvolta anche mortali
legati al loro uso, e la cattiva abitudine di po-

chi corre il rischio di rovinare il momento di


festa di tanti. A questo si deve aggiungere il
rispetto nei confronti della quiete per chi ci
circonda, non solo le persone ma anche gli
animali, altrettanto sensibili a questo genere
di fenomeni. Confidando nel senso di responsabilit dei siracusani, ho ritenuto non necessario emettere unordinanza: sarebbe come
vietare ci che gi proibito.
Ringrazio conclude il sindaco Garozzo le
forze dellordine, gi occupate in altri servizi

Sequestro botti.

aggiuntivi, per lulteriore impegno profuso ad


arginare un fenomeno che, per altro, alimenta i circuiti illegali. Divertiamoci, quindi, ma
con attenzione e rispetto verso gli altri.

dal primo gennaio nuovi metodi da applicare

Cambiano le modalit
distanza per i dehors
D

Un dehor.

al primo gennaio del prossimo anno


cambiano le modalit di presentazione
delle istanze per i dehors: i titolari di
esercizi pubblici che intendono richiederli, infatti, potranno farlo esclusivamente in formato digitale allindirizzo
suapcomunesrattivitaproduttive@pec.
it allegando la documentazione richiesta.
E cambia anche liter autorizzatorio
che avverr attraverso listituto della
conferenza dei servizi con le autorit
tenute a rilasciare, a vario titolo, il loro
parere. Le conferenza dei servizi avran-

no cadenza mensile.
Con questa procedura- dichiara lassessore alle Attivit produttive, Maria
Grazia Cavarra- abbiamo snellito liter burocratico concentrando in pochi
adempimenti listruttoria per il rilascio
delle autorizzazioni. In questo modo
veniamo incontro alle richieste degli
operatori economici della citt che per
la prima volta non dovranno sobbarcarsi nella produzione di unenorme mole
di documenti ed istanze, con aggravio
di spese e perdita di tempo nei vari uffici.

ASTE GIUDIZIARIE 8

Sicilia 21 DICEMBRE 2014, DOMENICA

TRIBUNALE DI SIRACUSA
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

21 dicembre 2014, DOMENICA

PROSSIMA INSERZIONE:

28/12/2014
LE VENDITE GIUDIZIARIE

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne


il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catatrova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
(che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione.
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lecalce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e inserite dalla data di pubblicazione del banrecapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit do fino alla data prevista per l'asta sul sito:
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

COME PARTECIPARE

www.astetribunale.com

INSERZIONI GRATUITE
CASEVACANZE
CERCO/OFFRO
AFFITTASI in Ortigia
Zona Matteotti appartamento composto da
4 posti letto, arredato,
per periodo estivo a
turisti. Weekend o intere settimanalmente.
Classe Energetica G
Tel. 331/4554812
AFFITTASI villetta arredata composto da due
appartamenti con due
ingressi indipendenti,
composta da 2 vani + cucina, bagno e veranda,
con p. macchina + condizionatore. Zona Monasteri. Periodo estivo,
A 8 km dal mare. Anche
per operai in trasferta.
Anche per fine settimana. Occasione C.E. G
Tel. 333/9400440
AFFITTASI villino Zona
scogliera Plemmirio,
ammobiliato, climatizzato, n. 2 camere, sogg.,
pranzo, cucina, bagno
con doccia, ripostiglio,
doccia esterna, verande, verde. Massimo 6
posti letto. Brevi o lunghi
periodi. No residenti,
bustapaga e/o referenziati. No perditempo. Classe Energetica
G Tel. 0931/464132
- 368/3954597
AFFITTASI nei mesi
estivi di giugno, luglio e
agosto, appartamento
arredato in villetta via
Isole Molucche. Distanza dal mare 300 mt circa.
C.E. G Tel. 0931/36009
- 347/0001158
AFFITTASI o VENDESI
n. 2 villette a Fontane
Bianche x tutto lanno,
anche settimanalmente, quindicinalmente,
mensilmente. Sconto
del 50 per cento. Classe Energetica G Tel.
0931/496676
AFFITTASI zona San
Domenico villetta ammobiliata, a 10 minuti
dal mare, composta da
3 camere da letto, cu-

cina-soggiorno, bagno
e una grande veranda
+ giardino. Disponibile
annualmente, o brevi
periodi anche luglio,
agosto e settembre. C.E.
G Tel. 0931/721715 333/4002608
AFFITTASI villetta in
zona Calabernardo (Balata di Noto), fronte
mare, zona servita. Ben
arredata con 6 posti letto. Classe Energetica G
Tel. 329/7799015
BIVANI ideale per studenti affittasi. C.E. G Tel.
347/4439498
CASA vacanze: affittasi
villa a Fontane Bianche
a 250 mt dal mare con
5/7 posti letto, composta
da 2 camere da letto
matrimoniali (con aria
condizionata) + ampio
soggiorno/cucina con
divano letto (con aria
condizionata) + bagno,
(lavatrice) E 600 sett
E 2.000 mensile (luglio); E 700 sett E
2.400 mensile (agosto).
Restanti periodi a E
500. Classe Energetica
A Tel. 0931/790517 340/5580463
CERCASI in affitto villa
arredata, zona balneare
per brevi o lunghi periodi
Tel. 338/9587635
MONOLOCALE servizi
in complesso residenziale Giardini Naxos
vicino Taormina a mt
200 c/a dal mare affittasi.
C.E. G Tel. 329/7799015
- 0931/414936 ore pasti
SIRACUSA F. Bianche
affittasi anche settimanalmente e weekend
villetta e bungalow 6-4-2
posti letto, ben arredati,
accessoriati, climatizzati, con giardino, 200 mt
dal mare, ottimi prezzi. Classe Energetica
G Tel. 0931/790987 368/7439729
VIA FILISTO in palazzina residenziale, zona
verde e tranquilla, affittasi termoascensorato

appartamento luminoso,
libero o arredato, composto da tre camere, cucina
abitabile + servizio. Riscaldamento autonomo.
Possibilit posto auto.
C.E. G Tel. 0931/30459
ZONA scogliera Plemmirio affittasi villino pochi mt
dal mare, climatizzato,
ammobiliato, due camere, pranzo- sogg. con angolo cottura, bagno con
doccia, lavanderia-rip.,
ampie verande, verde attrezzato con doccia. Max
8 posti letto. Brevi lunghi
periodi. No residenti.
Busta paga e/o referenziati. No perditempo.
Classe Energetica G Tel.
331/4725056
CASEVACANZE
COMPRO/VENDO
OGNINA a 150mt dal
mare, 1100mq di terreno,
due starde, vendesi struttura su 3 livelli, 90mq c/a
ciascuno. Oneri assolti.
Divisibile bifamiliari Tel.
338/7581571
PRIVATO vende villa
recentissima costruzione a Fontane Bianche
a 250 mt dal mare,
composta da p. terra:
2 c. letto matrimoniali
con aria condizionata +
ampio soggiorno/cucina
(con aria condizionata)
+ bagno, veranda; 1
piano: mansarda di 65
mq (possibilit di realizzare ulteriore bagno,
ampia camera da letto
e ripostiglio) con balcone di 15 mq impianto
fotovoltaico sul tetto in
tegole. C. E. A progetto
approvato per realizzare piscina E 210.000
tratt Tel. 0931/790517
- 340/5580463
VENDESI zona Plemmirio villa composta
da 7 camere da letto,
salone, cucina, 4 bagni,
5000mq di terreno, adatta per B&B. C.E. G Tel.
0931/753949
TERRENI
AFFITTO terreno di
3500mq recintato, situa-

to su un punto strategico.
Addetto per qualsiasi
attivit commerciale Tel.
330/847391
TERRENO mq 18.000,
c.da Cugni (km 4 da Cassibile), 3 lotti, a corpo,
favolosa posizione panoramica, prezzo affare,
vendesi a prezzo ribassato Telefonare per informazioni 0931/36514
- 333/9590258
TREMILIA vendesi terreno di 17.500 mq (sulla
strada) P.R.G., zona C4,
possibilit realizzare n.
8 ville in lotti da 2000
mq. Prezzo ribassato,
ottimo affare Telefonare
338/1378751
VENDESI terreno agricolo c.da Puzzoni (zona
Floridia)di c/a 6000 mq,
con alberi di olive e carrube E 20.000 tratt Tel.
324/9949913
VENDESI terreno recintato di 8000 mq con
struttura di 600 mq su
due livelli compresa
mansarda zona Cassibile - contrada Cavasecca siracusa, prezzo
affare Telefonare per info
320/0249206
VENDESI appezzamento di terreno di c/a
500 mq, zona Villaggio
Miano, con progetto
approvato per una costruzione di c/a 140 mq.
Occasione da non perdere E 90.000 trattabili.
Tel. 339/2067818
BUCCHERI
BUCCHERI vendesi
terreno 13000 mq zona
medievale a 1 km c/a
dal paese con uliveto
e frutteto, acqua, luce,
casa di 3 vani e serv. e
forno a legno. Tot. recintato e adiacente strada E
50.000 Tel. 0931/767641
- 338/2403221
FLORIDIA
CONTRADA Monasteri di Sopra, vendesi giovane agrumeto
pianeggiante, due lotti
confinanti uno di 4000
mq e uno di 3200 mq,

TRIBUNALE CIVILE DI SIRACUSA

Sezione Esecuzioni Immobiliari


Procedura n. 148/2006
AVVISO DI VENDITA
Il Dott. Antonio Campisi, professionista delegato ai
sensi dellart. 591-bis c.p.c., AVVISA che presso il
suo studio sito in Avola, Via Roma 79, si vender
il 3 marzo 2015 alle ore 10,00, senza incanto o,
nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia
luogo per qualsiasi motivo, il 10 marzo 2015 alle
ore 10,00, il seguente immobile:
Lotto unico: Fabbricato in Noto, Via Corrdao
Costa n.24, piano sottostrada, piano terra e piano
secondo, NCEU fgl.235, p.lla 525/3. Prezzo base
12.156,00. Aumenti minimi 1.000,00;
Limmobile viene posto in vendita nello stato
di fatto e di diritto in cui si trova, cos come
identificato, descritto e valutato dallesperto nella
relazione di stima. Ogni concorrente, in caso di
vendita senza incanto, dovr depositare, in
busta chiusa, presso lo studio di cui sopra, entro
le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita,
la propria offerta dacquisto in bollo contenente
lindicazione del prezzo, del tempo e modo del
pagamento ed ogni altro elemento utile per
la valutazione dellofferta, copia del proprio
documento didentit, una cauzione pari al 10%
del prezzo proposto, comunque non inferiore
al prezzo base, ed un deposito per spese pari
al 20%, il tutto a mezzo assegni circolari non
trasferibili intestati al professionista delegato. In
caso di vendita con incanto, la domanda dovr
essere depositata, con le modalit sopra riportate,
entro le ore 12,00 del giorno antecedente a quello
fissato per la vendita unitamente a due assegni
circolari non trasferibili intestati al professionista
delegato, luno pari al 10% del prezzo base dasta,
laltro a titolo di anticipazione di spese di vendita
presunte, di importo pari al 20% del prezzo
base dasta. Laggiudicatario dovr depositare
il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione,
entro giorni 60 dallaggiudicazione. Tutte le
spese successive allesecuzione sono a carico
dellaggiudicatario. Tutte le attivit di cui allart.576
e segg. c.p.c., da compiersi in Cancelleria
innanzi al G.E. verranno effettuate innanzi al
Professionista Delegato. Maggiori informazioni
presso lo studio del professionista (347/1458462).
Pubblicit sul sito www.astegiudiziarie.it.
Siracusa l 16/12/2014
IL PROFESSIONISTA DELEGATO
Dott. Antonio Campisi
con due ore di acqua
settimanali ciascuno da
un pozzo condominiale
Tel. 339/2467145
SORTINO
VENDESI zona Manzo
Sortino terreno mq 1800
c/a agricolo panoramico
prezzo da concordare
Tel.0931/782761 ore
serali
VIA Cozzo Villa a 3 km
dal mare e a 5 km da

SR terreno 1000 mq
edificabile, interamente
recintato zona abitata
con progetto approvato
120 mq vendesi 65.000
E. Solo privati. Scrivere
sms Tel. 393/3039433
VENDESI terreno edificabile recintato, zona
Fanusa, mq 972, Via
Olivieri vicinanze Hotel.
Chiamare ore negozio
escluso mercoled Tel.
0931/759065

Ebola
chi costei?

Oramai

non passa
giorno che i mezzi di
informazione ci parlino di Ebola. Ma la
maggior parte di noi
non conosce esattamente cosa essa sia.
Ho ritenuto pertanto di
fare cosa gradita ai lettori di questo quotidiano di spiegare in forma
breve e succinta cosa
essa sia.
Il nome Ebola deriva
dal nome del fiume
Ebola nello Zaire, dove
nel 1976 si manifest
per la prima volta questa malattia in forma
epidemica.
Tutti noi sappiamo
cosa sia unepidemia,
cio una malattia infettiva e contagiosa che
colpisce nello stesso
tempo e nello stesso
luogo un gran numero
di individui.
Nel secolo scorso, vi
sono state diverse epidemie, quelle derivanti
dal ceppo influenzale:
Linfluenza Spagnola
(1918-20) che fece
circa 20 milioni di
vittime. L Influenza
asiatica (1957) e quella di Hong Kong.
Quelle di tipo sessuale: La sifilide o lue e
lAIDS
Per contagio da animali: Lencefalopatia
spongiforme bovina
(mucca pazza) e
la
Aviaria.
Quindi, per quanto detto sopra, ogni secolo
ha avuto le sue epidemie. Sembra che lepidemia Ebola, sia quella
del nostro secolo, che
purtroppo sino ad oggi,
ha una mortalit del
68%.

La peggiore epidemia
del virus Ebola, da
quando stato scoperto il virus nel 1976,
iniziata attorno al mese
di aprile 2014, quando
il virus si diffuso oltre al luogo dorigine,
dando inizio ad una
pandemia , cio interessando vari paesi in
tutto il mondo.
Per noi italiani la maggiore preoccupazione
che giunga anche da
noi.
Il rischio, valutato da
esperti del 5-10%.
I maggiori pericoli che
il virus entri in Italia
larrivo in aereo di
persone contagiate in
Africa. Per quanto si
riferisce al timore che
possa arrivare attraverso i barconi con i
profughi dallAfrica, il
contagio improbabile
perch, durante la durata del viaggio se a bordo vi qualche infetto,
prima di sbarcare dovrebbe gi manifestare
i sintomi della malattia.

Per maggior chiarezza, riassumo ci che


importante sapere sul
virus e sulla sua pericolosit. E un virus
estremamente aggressivo, appartenente alla
famiglia dei Filoviridae, come il virus
Marburg che causa
problemi simili.
I sintomi del contagio
cono complessi e rapidissimi: Febbre, forte mal di testa, dolore
muscolare, diarrea, vomito, dolori addominali ed emorragie da ogni
condotto corporeo.
Il periodo di incubazione (dal momento del
contagio allinsorgenza
dei primi sintomi) va
da 2 a 21 giorni.
Come si trasmette lebola? La trasmissione
molto rapida, attraverso i fluidi corporei,
come muco o sangue,
ma anche attraverso
le lacrime o la saliva,
il vomito e le feci e il
contatto con aghi o coltelli usati dal malato.

E probabile che la trasmissione possa avvenire anche attraverso i


rapporti sessuali.
Non si trasmette attraverso laria.
Come
detto il virus ha unincubazione che pu arrivare fino a 21 giorni tra il momento del
contagio e quello in cui
i sintomi divengono
visibili(che di regola
sono inferiori): I normali contatti sociali,
come stare vicini e persino stringersi la mano,
non sono occasioni di
trasmissione del virus,
in quanto la trasmissione avviene da persone
che hanno gi manifestato sintomi evidenti
della malattia. Esiste
una cura o un vaccino
contro lEbola? Purtroppo ad oggi non esistono cure o vaccini.
Sono allo studio metodi estremamente avanzati, come la cosiddetta
tecnologia antisenso o
farmaco sperimentale Zmapp. Solamente
quando le vittime sono
prontamente idratate,
nutrite e curate con appositi farmaci antipiretici, vi una probabilit
di sopravvivenza.
Protezione
Il virus Ebola viene ucciso facilmente da sapone, candeggina, luce
solare, asciugatura con
il fon. Il lavaggio in
lavatrice di indumenti
contaminati sufficiente a distruggere il virus.
E utile sapere che il
virus Ebola sopravvive
solo per breve tempo
su superfici esposte alla
luce solare o superfici
secche.
Giorgio Guarnaccia

Sicilia 9

societ

A Natale le stelle
brillino per tutti

ercoled sera sar di nuovo Natale, e questi Chiaroscuri stavolta, insieme agli auguri
di pace e serenit per tutti i nostri lettori,
vogliono soltanto accentuare quanto di ampiamente risaputo. Malgrado la crisi, reale
per chi non pu, o presunta per chi simula
disagio, si sono gi rinnovate le incoerenze
fra gli sprechi immotivati di chi si ritrova
ad avere troppo, e le assidue rinunce di chi
deve tenersi ben stretto il suo solito niente.
Unaltra festosa occasione ci ha riproposto
tante stranezze dicembrine, fra gli aspetti
appariscenti del consumismo e quelli, ancora
ritenuti marginali, di un evento religioso
e umano tuttora incompreso nel suo vero
significato. Contraddizioni ed atteggiamenti
diversi carat
terizzano queste giornate, gioiosamente
segnate per dalla genuina felicit dei pi
piccoli, che inconsciamente riescono a lenire
le ansie dei loro cari.
Con la brama incontenibile di sbandierare
ovviet e luoghi comuni, si dipanata laffannosa maratona per lacquisizione dei doni
pi originali, selezionati forse da un variegato
campionario di sciocche futilit. Fra breve
si avvereranno anche gli incontri con parenti
ed amici attorno a mense imbandite, con gli
alberelli infiocchettati per stimolare una certa
atmosfera natalizia. Una certa disaffezione
per lallestimento dei tradizionali presepi
continuer a tradire la memoria di quellevento che ha cambiato la nostra esistenza.
Sarebbe arduo, ma avvincente, provare ad
amalgamare le nostre buone doti con un
decisivo avvio di unevoluzione, magari
graduale, del nostro essere.
Potrebbe avverarsi ancora quanto desiderato
da pi di due millenni da quella Divinit che,
uomo fra gli uomini, riusc a donare fino alle
estreme conseguenze il suo amore, ricambiato
per ancora con insufficiente intensit da
molti esseri ai quali destinato.
Levento della Nativit sar vissuto in maniera diversa da chi ci circonda, e che magari
ignorato dalla nostra abituale distrazione.
Senza voler compiere nulla di straordinario,
ci basterebbe soltanto accantonare per un
po qualche briciola del nostro egoismo.
Nellaugurarci poi di smarrirlo per sempre,
potremmo gustare quella gioia autentica che
scaturisce dallessere utili agli altri. Sarebbe
unintima e gratuita conquista, appagante se
riuscissimo veramente a farla nostra con delle
azioni concrete, evitando lo spreco abituale
di tante nostre frasi di circostanza, stupende
ma del tutto inefficaci.
Speriamo dunque di vero cuore che le stelle
possano brillare con la stessa intensit per
il nostro Natale, ed anche per quello dei
dimenticati e degli emarginati.
Volgendo lo sguardo al cielo, per lasciarci
avvincere da qualche fugace ed intima emozione, proviamo a trasmetterla concretamente
anche a chi ci vicino, con una vivacit che
duri molto di pi di qualche improvvisato e
formale cincin.

SPECIALE 10

Sicilia 21 DICEMBRE 2014, DOMENICA

21 DICEMBRE 2014, DOMENICA

Con la proclamazione dell'Armistizio dell'8 settembre del 1943 il nostro paese volle dare una svolta significativa alla sua storia

Un Diario che scrisse mio padre mentre si trovava internato


sulle isole Baleari in conseguenza dell'8 settembre del 1943
Scoppiata la Seconda Guerra Mondiale, mio padre
fu imbarcato su alcune unit da guerra della Regia Marina
di Luciano Mollica

Con la proclamazione
dell'Armistizio dell'8
settembre del 1943 il
nostro paese volle dare
una svolta significativa
alla sua storia, anche se
la speranza della presunta fine della guerra,
si trasform nel giro di
poche ore in tragedia
per molti nostri giovani costretti ancora a
combattere per la ripresa delle ostilit. In
occasione di questa
celebrazione desidero
ricordare fra quei ragazzi anche mio padre
e un nostro concittadino che fu il siracusano Carmelo Mollica (
1920-2005) con la
passione per il canto
che appena diciannovenne catapultato improvvisamente negli
orrori di un conflitto
per necessit degli
eventi riusc in poco
tempo ad imprimersi
un carattere forte e
superare con coraggio
quelle difficili avversit , ma non dimentic
mai le vicende che
visse in quegli interminabili lunghi anni di
guerra. Scoppiata la
Seconda Guerra Mondiale, mio padre fu
imbarcato su alcune
unit da guerra della
Regia Marina. Il suo
destino decise che
doveva sfuggire a morte sicura, quando, mentre si trovava in licenza
a Siracusa, il
CacciatorpediniereE.
Pessagno dove egli
era imbarcato fu tragicamente colpito a nord
di Bengasi il 29 maggio
1942 da un sommergibile Inglese ed affondando trascin con s
i due terzi dellequipaggio. Dopo la tragica sorte della sua nave,
mio padre fu destinato sul torpediniere
Impetuoso che faceva parte della 6

Squadriglia del Gruppo


Torpediniere di La
Spezia (cui appartenevano anche le torpediniere Pegaso, Libra,
Orsa, Ardimentoso ed
Orione) e proprio su
questa nave che egli
visse la sua pi dolorosa esperienza della
guerra che lo sconvol-

se a tal punto che


volle raccontarla in un
suo diario personale
dal quale ho tratto questo racconto..! LImpetuoso era gi da un
anno in allestimento
nei cantieri di Genova
per lavori di ammodernamento fu pronto a
navigare alcuni mesi

prima
dellevento
Armistizio e con
esso mio padre subito
incominci ad uscire in
mare per operare in
missioni di guerra in
qualit di di S.Capo .
Fuoch. M.N. sotto il
comando del pluridecorato C.V. Giuseppe
Cigala Fulgosi. Intan-

to si era arrivati all8


Settembre 1943 ed al
fatidico giorno della
proclamazione dellArmistizio; La Supermarina per evitare
che le navi presenti nel
golfo ligure per ritorsione venissero a cadere nelle mani degli
ex alleati tedeschi ,
ordin a tutta la flotta
di salpare dai porti e
fare rotta per la Sardegna. Siffatto, la mattina del 9 Settembre
1943 la Flotta navale
con in testa la nuovissima Corazzata Ammiraglia Roma era in
navigazione e si era
riunita con la 6 Squadriglia delle torpediniere che si trovava gi
in quelle acque essendo
partita prima dal porto di La Spezia. Il
gruppo torpediniere
essendo in avanguardia
alle 14,00 circa avvistarono per primi le
coste della Sardegna
e, mentre iniziavano
in fila ad entrare nella
porto della Maddalena,
dei segnali da terra
avvertirono che tutta
lisola era gi in mano
ai tedeschi. La Flotta

avvertito il pericolo si
allontan in fretta
dallisola, dopo ricevette dei messaggi
radio uno dal comando
tedesco che obbligava
alle navi di rientrare a
Tolone (Francia) mentre un successivo dagli
Inglesi diceva di consegnarsi a Malta, durante lattraversata vani
furono i tentativi di
mettersi in contatto con
Supermarina in
quando le comunicazioni con Roma erano
interrotte . Mentre si
navigava nella totale
confusione ,nel primo
pomeriggio appena la
Flotta super le Bocche di Bonifacio improvvidamente fu attaccate a nord dellAsinara da una formazione di bombardieri tedeschi con micidiali
bombe radiocomandate impiegate per la
prima volta nel conflitto. Mentre tutte le navi
rispondevano al nemico con un energico
fuoco e piovevano
bombe dagli aerei, mio
padre si trovava sul
ponte dellImpetuoso
al solito posto di combattimento, avendo
terminato la sua guardia in sala macchine,
quando improvvisamente vide da lontano
nella zona delle Corazzate una grossa fiamma
seguita da una forte
esplosione, la nave
colpita era la Corazzata Roma che spezzata in due affond in
breve tempo. LImpetuoso subito si port al
centro della battaglia
per difendere le unit
in difficolt. Dopo alcuni ore di combattimento, cess lattacco
aereo e tornata la calma
le torpediniere Impetuoso, Pegaso e Orsa
con altre unit raggiunsero la zona dove era
colata a picco la Corazzata per soccorrere
i sopravvissuti; In pochi minuti anche lImpetuoso fu sul posto ma
non cera pi traccia
della gigantesca nave,
il mare macchiato di
nafta segnava la su
tomba, molti naufraghi
giacevano in quel viscido specchio dacqua
feriti ed inzuppati di
combustibile , alcuni
dei quali erano aggrappati sulle poche zattere
rimaste e gridavano

come dannati, da tutte


le parti si levavano voci
di aiuto e lamenti strazianti, dalla torpediniera venne ammainata
in mare un battello a
remi e si incominci il
recupero prima i feriti
gravi, mentre mio
padre a prora della
nave assieme ad alcun
suoi compagni lanciava in mare delle sagole ai naufraghi che
aggrappandosi riuscivano poi a farli salire
sulla nave, salvarono
anche due ustionati con
i loro volti irriconoscibili aggrappati ad un
relitto e, poi un altro
sopra un battello che
aveva una gamba spezzata, il mare era tanto
agitato che fu faticoso
portarlo a bordo, un
naufrago gi a bordo
incominci a ridere di
continuo senza alcun
motivo e, si dovette
sedarlo con una puntura, lImpetuoso da solo
trasse in salvo 47 superstiti. Recuperati i
naufraghi Impetuoso
, Pegaso e Orsa allontanandosi dal luogo del
disastro, si accorsero di
essere rimasti isolati
dal grosso delle unit
, poich durante la
battaglia nella confusione la flotta si era
sparpagliata e le navi
avevano preso rotte
diverse. Mentre a bordo
si procedeva alla sistemazione dei naufraghi
e alla medicazione dei
feriti improvvisamente
alle ore 19,00, batt
posto di combattimento , unaltra formazione di bombardieri e
caccia tedeschi attaccarono con violenza
le tre torpediniere.
Durante lattacco mio
padre era in infermeria
aiutava a medicare i
feriti quando ad un
tratto, videro attraverso lobl rimasto aperto innalzarsi una gigantesca colonna dacqua provocata da un
apparecchio in fiamme
che abbattuto a pochi
metri dalla nave si
stava inabissando, atterriti i suoi compagni
scapparono ed egli si
trov solo con i feriti,
tra bombe e cannonate
era la fine del mondo,
gli spostamenti daria
si susseguivano uno
dopo laltro, dal forte
rollio della nave alcuni arredi scorrevano da

una paratia allaltra,


da una vetrinetta caduta a terra usc fuori
tutto il materiale sanitario, bottigliette e
ferri chirurgici, si sparsero per terra, alcuni
rotolando andarono a
finire sotto i suoi piedi,
la porta sbattendo
continuamente, gli cadde addosso sfiorandolo. Rimasto ancora
solo in quella stanza
con i feriti incominci
ad avere pi paura si
convinsi che da un
momento allaltro, la
nave affondasse, ad
ogni esplosione si sentiva essere colpito, attendeva la sua morte.
I feriti ormai seduti
sulle brande gridavano di paura , quelli
gravi dallo spavento
cercavano appena di
alzare la testa dal cuscino, quella stanza
divent un manicomio!
Uno degli ustionati
sconvolto trattenne il
braccio di mio padre
con la sua mano spellata insanguinante , e
disperato gli gridava:
<<- nonon mi lasciate..! anche voi scappate ? aiuto! aiuto! >>
Dopo che mio padre
tranquillizz quel poveretto si raccomand
a Dio, si strinsi pi
forte il suo salvagente
al petto quando la nave
si stabilizz un pochino, continu a medicarlo fino allultima
ferita. Ritornato linfermiere dopo che sistemarono bene i feriti , ancora sconvolto
volle salire su in coperta per respirare un po
daria nonostante il
pericolo che incombeva. Appena si trov
allaperto , vide con
suoi occhi gli aerei
nemici che attaccavano la nave da tutte le
direzioni ed accaniti
nella lotta, si lanciavano in picchiata sganciando a tutta forza una
serie di bombe che
cadendo a pochi metri
dalle fiancate della
nave alzavano colonne
dacqua da coprire
quasi tutta la coperta
della nave , atterrito di
quella scena infernale
si fece il segno della
croce. Mentre lImpetuoso continuava a
procedere a zig- zag
alla massima velocit
per schivare le bombe
nemiche, a bordo si

sparava come tanti


dannati; Improvvisamente le contraeree
dellImpetuoso stavano rallentarono il
fuoco perch le munizioni stavano per finire e, bisognava un rifornimento, subito mio
padre con una squadra
di marinai si present
ai depositi per prelevare le cassette di munizioni che presto li
distribuirono nelle varie postazioni riattivando cos il fuoco.
LImpetuoso nel frattempo aveva abbattuto
circa tre aerei nemici le
altre unit vicino ne
avevano centrati altrettanti. Trascorsi due ore
di combattimento gli
aerei tedeschi si ritirarono con la coda in
mezzo le gambe, avendo subito delle perdite.
Ormai buio a bordo
della torpediniera, lequipaggio temendo
che venissero di nuovo
attaccati e rimasero
tutta la notte ognuno
al suo posto di combattimento, ed i comandanti dell Impetuoso,
Pegaso e Orsa decisero
insieme di fare rotta
alle Isole Baleari della
Spagna neutrale dove
si erano gi dirette
alcune altre unit della flotta. La mattina
del 10 settembre le tre
torpediniere giunsero
nella baia di Pollena
dell'isola di Maiorca ed
appena sbarcati i feriti della Roma il comandante Imperiali del
Pegaso e il comandante Cigala Fulgosi per

non dover consegnare


le navi agli inglesi o
ai tedeschi, decisero di
comune accordo di
convocare a bordo
delle loro unit gli
equipaggi per comunicare la decisione di
affondare le due torpediniere dopo che tutto
il personale di bordo
avrebbe prima abbondonato le navi . Dopo
che lequipaggio approv quel tragico
progetto, Imperiali e
Cigala Fulgosi scelsero su ciascun nave
15/17 uomini che sarebbero rimasti a bordo
delle navi e, sotto il
loro comando avrebbero eseguito le operazioni di affondamento.
Poi tra mezzanotte e le
due di notte dell11
settembre le unit
partirono in segretezza
dal porto di Pollena,
lImpetuoso dopo aver
raggiunto il largo effettu una breve sosta
in quelle acque e lequipaggio abbond la
nave raggiungendo la
costa con ogni mezzo
di salvataggio , poi
ripart con quel ristretto numero di uomini fra i quali vi era
anche mio padre il
quale dopo che lImpetuoso si ferm in acque
pi profonde esegu
subito lordine assegnatogli, apr le saracinesche e le valvole di
presa a mare per allegare le macchine; Subito lacqua del mare
entrando dentro il locale lo invest con
violenza ed in pochi

Sicilia 11

minuti stava arrivando


al livello dei motori,
terminata questultima
pericolosa operazione
, bagnato fradicio raggiunse i suoi compagni
in coperta. Dopo che
Cigala Fulgosi esegu
sul ponte lappello dei
presenti, tutti presero
posto su lunica scialuppa rimasta e abbandonarono in fretta la
nave. Mentre si allontanavano dallImpetuoso avvistarono il
battello del Pegaso con
a bordo il comandante
ed i suoi marinai ed
assieme presero il largo
aspettando che le unit affondassero. Trascorso circa mezzora
la Pegaso incominci
ad inclinarsi ed in pochi
minuti si rovesci e di
poppa e sprofond in
mare. La scena fu ancora pi drammatica e
commovente quando
sul battello , Imperiali
alzatosi in piedi salut
la nave assieme al grido inneggiante dei
marinai del Pegaso;
Nel frattempo anche
lImpetuoso aveva
ormai la prora a livello
del mare , mio padre
emozionato pens fra
s: Poveri miei motori..! quanta cura.. !
quanto lavoro..! quante
ore ho trascorso in loro
compagnia nelle
notti di sogni e tormenti ! commosso ed
infreddolito, avendo la
mia bottiglia di cognac
accanto, ogni tanto le
davo una sorsata. Ma
appena ho visto la mia
nave che affondava
non lo so cosa successo dentro di me
mi sono drizzato i in
piedi con un nodo
che mi serrava la gola
scoppiai in un pianto
che il comandante rimase sorpreso non
solo ma feci commuovere tutti e nei loro visi
scorrevano lacrime di
pianto.. mi calmai.. ma
rimasi molto scoraggiato, avevo voglia di
piangere ancora facendo fatica a contenermi..! la torpediniera si alz con la prora
in alto scese gi col
grido ronco del comandante: Savoia..!
tutti in piedi abbiamo
risposto : Viva il Re..!
Addio Impetuoso ..!
questo stato lultimo
saluto del comandante
mentre la nave dopo

SPECIALE

scomparve silenziosamente in mare; Si vogava verso la costa sul


battello nessuno parlava il silenzio era emozionante .. il sole si
elevava. si fece giorno.. da lontano si
visto avvicinare alcune motobarche che ci
hanno preso a rimorchio assieme al battello
del Pegaso fino alla
riva, difronte un campo di aviazione dove
abbiamo trovato il nostri compagni ancora
buttati a terra con la
biancheria sparsa
ovunque ad asciugare..! Gli equipaggi
delle due leggendarie
torpediniere dopo essersi consegnati al comando spagnolo, rimasero internate per moltissimi mesi sulle Isole
Baleari assieme ad altri
equipaggi di navi italiane. Durante questi
mesi di segregazione si
svilupp unamicizia
tra i marinai italiani e
gli ispanici.
Nel periodo natalizio
mio padre si esib in
un concerto di Natale,
presso la chiesa madre
di Andraitx una piccola localit situata a
poco distante da Palma
di Maiorca, e poi dopo
si esib con successo in
una piccola compagnia teatrale del luogo
cantando da baritono
brani di opere liriche
e la famosa romanza
Torna a... Surrientu!
alla presenza dei suoi
compagni darmi e
degli abitanti del luogo
che entusiasti della sua
voce gli diedero lappellativo di Carmens
cantor. Mio padre
rientrato in Patria con
tutto lequipaggio e il
suo comandante, per
la sua dedizione alla
Patria fu decorato di
Croce a Valor Militare,
sul campo e fregiato
dellEmblema Nastro
Azzurro fra i combattenti decorati a Valor
Militare della Seconda
Guerra mondiale .
Termina la guerra dopo
alcuni anni egli realizz
la sua primordiale aspirazione di diventare un
baritono professionista
e, per oltre quarantanni calc con successo di
pubblico e di critica lo
scenario lirico di importanti teatri italiani
ed esteri affiancando
famosi cantanti lirici.

SPECIALE 12

Sicilia 21 dicembre 2014, DOMENICA

21 dicembre 2014, DOMENICA

RUBRICA A CURA DELLA CONFESERCENTI DI SIRACUSA

attualmente inserita nel


collegato ambientale,
che per non concluder liter di approvazione
a breve. Occorre con
urgenza individuare
un provvedimento in
cui formalizzare tale
intervento nei tempi
utili per evitare limminente scadenza del
1 gennaio. E la richiesta avanzata oggi dai
rappresentanti di Rete
Imprese Italia durante
laudizione presso la
Commissione Ambiente del Senato sul Ddl
Collegato ambientale
alla Legge di stabilit.
Secondo Rete Imprese
Italia la sospensione
fino al 31 dicembre
2015 delle sanzioni
relative agli obblighi
previsti dal Sistri indispensabile ma lascia
irrisolto il problema
degli autotrasportatori che devono gestire
contemporaneamente
due modalit: quella
telematica e quella tradizionale con la compilazione di registri e
formulari cartacei. Un
paradosso che la dice
lunga sulla necessit di
sostituire rapidamente
un meccanismo costoso e complesso, che in
questi anni ha mostrato
enormi problemi di
funzionamento, con
un sistema fondato su
criteri di trasparenza,
Calzi Assessore Reg. le efficienza, economicit
al Turismo allo Sport e e semplice utilizzo per
allo Spettacolo, Anto- le imprese. Il Sistri va
nio Purpura Assessore definitivamente superaReg. le Beni Culturali to per costruire insieme
e dellidentit Sici- con le Associazioni delliana, Mario Attinasi le imprese un sistema di
Componente di Giunta tracciabilit dei rifiuti
Nazionale Assohotel realmente efficace e
Confesercenti, Benny gestibile da parte degli
Bonaffini Componente imprenditori. Soltanto
di Giunta Nazionale cos si potr davvero
Fiepet Confesercenti tutelare lambiente e
e Gaetano Pendolino combattere le ecomafie.
Componente di Giunta I rappresentanti di Rete
Nazionale Assoviag- Imprese Italia hanno poi
rilevato che, nonostante
gi Confesercenti.
le positive modifiche
Rifiuti: varare subito che hanno recepito le
sollecitazioni degli imla sospensione fino
prenditori, migliorando
al 31 dicembre 2015
la prima stesura del Coldelle sanzioni del
legato Ambientale, nel
Sistri
Serve immediatamente suo complesso il provun provvedimento che vedimento rimane poco
sospenda fino al 31 coraggioso nel cogliere
dicembre 2015 lappli- lobiettivo di rilanciare
cazione delle sanzioni la green economy quale
relative agli obblighi leva strategica per la
del Sistri. Altrimenti crescita del Paese. Tra
dal 1 gennaio 2015 gli gli aspetti critici del
imprenditori rischiano Collegato, Rete Imdi essere pesantemente prese Italia sollecita la
colpiti. La proroga soppressione del siste-

Cambiare la norma discriminatoria contenuta


nella legge di stabilit in materia di Patronati

Se non si interverr ulteriormente per cambiare le nuove norme


sulla disciplina generale si favoriranno solo i Patronati maggiori

Le correzioni agli interventi previsti dalla


Legge di Stabilit sui
Patronati approvati
dalla Commissione
Bilancio, e che pare
verranno inserite nel
maxiemendamento,
sono insufficienti. Se
non si interverr ulteriormente per cambiare
le nuove norme sulla
disciplina generale, che
introducono tagli agli
stanziamenti e nuovi
requisiti minimi per la
costituzione degli istituti, si favoriranno solo
i Patronati maggiori,
senza tenere conto dei
criteri di rappresentativit. Gli emendamenti
presentati dal Governo
in Commissione, infatti, riducono lentit del
taglio agli stanziamenti,
ma non correggono
leccessiva ed incomprensibile rigidit dei
nuovi requisiti. E necessario intervenire
subito per cambiare
una norma discriminatoria, che non genera
risparmi per lo Stato e
non tiene conto della
qualit dei servizi resi
n delle specificit del
mondo del lavoro. Il
nostro auspicio che
il Governo abbandoni
requisiti puramente
quantitativi a favore di
criteri pi qualitativi,
optando invece per
una razionalizzazione
intelligente del sistema
dei Patronati, sulla scia
di quanto gi operato
per i Caf.
Confesercenti Sicilia:
City Tourism opportunit di sviluppo
per lofferta turistica
del territorio
stato presentato il 16
Dicembre c.a. in occasione del Convegno
annuale sul turismo, organizzato da Confesercenti Sicilia, il report di
ricerca City Tourism in
Sicilia commissionato
dalla Confederazione

all Osservatorio Turistico delle Isole Europee. I lavori introdotti


da Vittorio Messina,
Presidente regionale
della Confesercenti e
moderati da Salvatore
Pezzino si sono articolati in due sessioni.
La prima, aperta con il
saluto istituzionale del

Segretario Generale
dellAnci Sicilia Mario
Alvano, a cui ha fatto
seguito la presentazione del report di ricerca
City Tourism in Sicilia, da parte di Giovanni
Ruggieri Presidente
dellOTIE, e il focus
sul City Tourism in
Europa a cura di Mi-

chel Sudarskis Secretary General INTA


(International Urban
Development Association). La seconda
in cui si provveduto
ad approfondire i dati
emersi dallo studio di
ricerca, nellambito del
dibattito a cui hanno
partecipato Cleo Li

ma di vuoto a rendere su
cauzione per gli imballaggi contenenti birra e
acqua minerale previsto
in via sperimentale dal
Collegato ambientale.
Ladempimento crea
gravi problemi di carattere logistico e organizzativo alle imprese che,
peraltro, dovrebbero
sopportare nuovi costi
che duplicherebbero
quelli gi previsti con
i contributi da versare
al Conai (Consorzio
nazionale imballaggi). Inoltre, in tema di
Raee (rifiuti da apparecchiature elettriche
ed elettroniche) Rete
Imprese Italia chiede di
coinvolgere nel Centro
di coordinamento tutta
la filiera di imprese interessate alla loro gestione. Con lobiettivo di
garantire una modalit
equilibrata e corretta
di gestione di questa
tipologia di rifiuti.
I Decreti delegati del
Jobs Act puntino su
formazione e flessibilit
Attenzione alla formazione in bottega,
flessibilit e semplificazione nei contratti
per le piccole imprese.
Sono questi i punti
su cui Confesercenti
chieder attenzione al
governo al momento
della scrittura dei decreti delegati del Jobs Act.
Lo spiega Massimo Vivoli, presidente di Italia
ComFidi, presidente di
Confesercenti Toscana
e vicepresidente vicario di Confesercenti
nazionale. Per Vivoli,
lobiettivo uno solo:
Bisogna creare posti di
lavoro -dice- altrimenti
le aziende non assumono in Italia e, come ci
ha segnalato di recente
lIstat, le aziende vanno
a creare i posti di lavoro allestero.Come
Confesercenti e Rete
Imprese Italia -aggiunge Vivoli- abbiamo
seguito tutto liter del
Jobs Act in Parlamento,
cercando di migliorare
lorientamento e le
decisioni della delega
proposte allinizio. Abbiamo sempre chiesto
una semplificazione
nellinterosistema delle assunzioni e una
maggiore flessibilit
sia in entrata sia in
uscita.Del resto,
osserva limprenditore

Sicilia 13

il governo ponga molta


attenzione al settore
turistico. Ci aspettiamo
che nel 2015 i ministri
Padoan e Franceschini
mettano in campo un
forte intervento sulla
crescita dellimmagine
del nostro Paese, anche invista dellExpo.
Lobiettivo attrarre
nuovi ed importanti
flussi turistici. LExpo
sicuramente una vetrina molto importante,
unopportunit da non
perdere: bisogna cercare diportare il meglio in
esposizione -evidenzia
Vivoli- con un occhio
ai nuovi Paesi che si
aprono al turismo in
Italia: Russia, Brasile
e India.

viareggino, il modo di
lavorare cambiato e
bisogna dare al mondo
delle piccole imprese,
che rappresenta poi la
stragrande maggioranza delle aziende presenti nel nostro Paese,
di avere unelasticit e
una gestione del personale con contratti e
modi diversi. Vivoli
ricorda che Confesercenti punta molto
sullapprendistato:nessuno deve dimenticare
-ricorda- che di fatto
il titolare dellazienda
che insegna e trasmette
le professionalit del
suosettore quando
assume un giovane.E
proprio il mondo della piccola impresa,
aggiunge Vivoli,
unsettore che non
licenzia, come dimostrano i dati, perch una
voltaformato con sacrifici un collaboratore o
un dipendente, non lo
simanda via. Magari
si fanno ulteriori debiti
-dice- ma si cerca di non
perdere il lavoratore
perch una risorsa
importante dellattivit,
sia essa turistica o commerciale. Il contratto
unico a tutele crescenti
introdotto dal Jobs Act
in parte risponde bene
alle esigenze delle imprese di semplificare i
rapporti di lavoro. Bisogna per dettagliare
meglio la fruibilit da
parte delle piccolissi-

me imprese per quanto


riguarda il termine del
lavoro e la maggiore
flessibilit spiega
Vivoli.Riguardo poi
agli ammortizzatori sociali, Vivoli sottolinea
che la decisione presa
dal governo di stanziare
ulteriori 400 milioni per
gli ammortizzatori sociali in deroga labbiamo valutata positivamente.Certamente
bisogna pensare sempre
di pi a utilizzare la
manodopera e non a
parcheggiare per anni
lavoratori che poi non
possono essere pi reinseriti in altri settori,
aggiunge.Bene quindi,
dice Vivoli, avere una

gestione del termine del


lavoro per le aziende
che chiudono, avere
laccompagnamento
degliammortizzatori
sociali e soprattutto una
continua formazione
per il reinserimento in
altri settori. Ma dalla
disoccupazione conclude bisogna passare
alloccupazione e non
certamente rimanere ai
margini del mondo del
lavoro per anni e anni.
Bisogna puntare allo
sviluppo di uneconomia turistica, perch
questo il settore che
potr far uscire il Paese dalle difficolt che
attraversa conclude
Vivoli -. Chiediamo che

Pubblica Amministrazione: al via il


sistema per lidentit
digitale
Lo Spid, il sistema
pubblico per la gestione
dellidentit digitale di
cittadini ed imprese,
insieme allanagrafe unica rappresenta
lo strumento portante
dellagenda per la semplificazione. Queste le
parole del ministro della
P.A., Marianna Madia,
durante unaudizione in
Commissione Semplificazione che aggiunge
come per lo spid o pin
unico, il risultato atteso
di avere tre milioni
di utenti con lidentit
digitale entro settembre
2015 e dieci per dicembre 2017.
Chiuderemo presto le
tabelle di equiparazione, lo strumento chiave
per attuare la mobilit
prevista dal decreto di

SPECIALE

riforma della Pubblica


Amministrazione.
Alla base, spiega il ministro, c il principio
per cui nessuno perder
un euro trasferendosi.
La mobilit infatti consiste nel poter spostare
un dipendente pubblico
da unamministrazione allaltra (entro 50
chilometri in caso di
mobilit obbligata).
PRESSO LA CONFESERCENTI
SONO APERTE LE
ISCRIZIONI PER I
NUOVI CORSI ABILITANTI E PREPARATORI
Sono aperte le iscrizioni
per frequentare i corsi
abilitanti obbligatori
per chi intende esercitare lattivit di vendita
di generi alimentari, di
somministrazione di
alimenti e bevande, di
ristorazione, di agente
e rappresentante di
commercio.
Sono anche aperte le
iscrizioni ai corsi preparatori obbligatori
per sostenere gli esami
abilitanti presso la Camera di Commercio per
chi intende esercitare
lattivit di agente immobiliare.
I corsi per gli aspiranti
commercianti nel settore degli alimenti, per
chi intende esercitare
lattivit di somministrazione e ristorazione
hanno la durata di 100
ore articolate nellarco
temporale di due mesi.
Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Luned,
Mercoled e Venerd
dalle ore 15.30 alle ore
19.30.
Per quanto riguarda
gli aspiranti agenti e
rappresentanti di commercio e gli aspiranti
agenti immobiliari i
corsi hanno la durata
di 80 ore articolate
nellarco temporale di
due mesi. Le lezioni si
svolgeranno nei giorni
di Marted e Gioved
dalle ore 15.30 alle ore
19.30.
Chi intendesse frequentarli pu recarsi
presso la Confesercenti in Via Ticino n.
8 (Tel. 0931/22001) e
compilare la scheda di
iscrizione.
LA CONFESERCENTI DI SIRACUSA AUGURA
BUONE FESTE

Cultura 14

Resoconto storico delle


spoglie mortali di S. Lucia

di Antonino Aglieco

S. Lucia vergine e martire siracusana, vissuta


tra il 286 (?) e il 304
d.C., dopo la sua morte cruenta, avvenuta al
tempo dell'impero di
Diocleziano, fu seppellita nelle catacombe, che poi presero
il suo nome, ubicate
sotto l'attuale piazza s.
Lucia e precisamente
dietro l'altare del tempietto ottagonale del
Vermexio.Nel 1040
la citt di Siracusa fu
vinta ed espugnata
dall'esercito dell'impero bizantino o impero
romano d'Oriente comandato da Giorgio
Maniace (lo stesso che
fece costruire il castello che prende il suo
nome). Erano passati pi di 700 anni dal
martirio e del corpo
della santa che giaceva
nelle catacombe insieme a tante altre tombe
di cristiani, non tutti i
siracusani conoscevano quale fosse il luogo
preciso dove si trovasse, perch per impedire il trafugamento del
corpo non si era mai
scritta nel sepolcro
un'incisione completa
ma solo dei segni convenzionali di riconoscimento. Si present
allora al Maniace un
uomo anziano che affermava di conoscere
con precisione il luogo
dove era conservato
il corpo di s. Lucia. Il
comandante fu molto
lieto dopo la vittoria
di poter portare con se
le reliquie della santa
per farne dono all'imperatrice Teodora. Dal
vecchio cristiano venne indicato il sepolcro
dal quale essi trassero
il corpo della santa,
cos integro e fresco
come il primo giorno
che vi era stato deposto. Fu rivestita d'argento la cassa dove era
il sacro corpo e fu spedita a Costantinopoli,
capitale dell'impero.
Nello stesso periodo
fu prelevato anche il
corpo di s. Agata vergine e martire catane-

Vergine e martire siracusana fu seppellita nelle catacombe,


che poi presero il suo nome, ubicate sotto l'attuale piazza s. Lucia

se e traslato anch'esso
a Costantinopoli. Circa due secoli dopo,
nel 1204, avvenne una
delle tante battaglie
per cacciare dalla Sicilia i Saraceni. A questa

dell'imperatore) tra le
altre cose, i corpi di
s. Agata e di s. Lucia,
come compenso per
la vittoria. I due eserciti quello dei Veneti e quello dei Siculi

1861, per fare spazio


alla costruzione della stazione centrale
di Venezia (che porta
per questo il nome di
s. Lucia); il corpo fu
trasferito nella chiesa

spoglie di santa Lucia. A questa obiezione rispondo che se


vero che da un punto
di vista strettamente
legale, non c' la certezza assoluta che il

Non tutti i siracusani conoscevano quale fosse


il luogo preciso
dove si trovasse,
perch per impedire il trafugamento del corpo
non si era mai
scritta nel sepolcro un'incisione
completa

In alto, Le Catacombe di S. Lucia;


sopra, Il corpo di Santa Lucia;
a fianco, Chiesa dei Santi Geremia e Lucia a
Venezia.

battaglia parteciparono i Veneti, in seguito


alle pressanti richieste
dell'imperatore bizantino dell'epoca Michele e del papa Gregorio
IV. Insieme ai Veneti
prese parte anche un
contingente militare
dei Siculi. Ottenuta la
vittoria sui Saraceni i
Veneti e i Siculi, convenuti insieme a Costantinopoli, decisero
prima di ripartire per
le loro terre, di prelevare (col consenso

stabilirono di comune
accordo che i Siculi riavessero il corpo di s.
Agata (ci a causa del
maggior numero di
cittadini catanesi nel
contingente siculo),
lasciando agli alleati
veneti quello di s. Lucia. Da allora Venezia conserva il corpo,
dapprima nella chiesa
di s. Giorgio Maggiore, poi in un'altra a lei
dedicata, poi in seguito alla demolizione
di questa chiesa nel

di san Geremia che


abbino' al suo nome
quello di s. Lucia.A
conclusione di questo
resoconto storico, necessario per sgombrare il campo su questo
argomento, a causa
delle tante imprecisioni, per non parlare
di leggende, diffuse
da tante persone. Desidero esprimere una
mia considerazione a
risposta all'obiezione
sollevata da alcuni,
sull'autenticit delle

predetto corpo conservato a Venezia sia


quello di s. Lucia. In
quanto non ci pu essere un marchio inciso
nelle ossa o qualcosa di simile. Tuttavia
per il fatto che prima
del trafugamento da
parte del Maniace,
il corpo sia sempre
rimasto a Siracusa,
ben conservato e custodito dai nostri antenati
concittadini,
vista
l'importanza
della santa; ritengo

di poter escludere per


questo periodo qualsiasi sostituzione o
smarrimento.Qualche
dubbio in tal senso
potrebbe esserci nel
successivo periodo di
permanenza a Costantinopoli. Ma considerando l'importanza
data dal Maniace e
dall'imperatore bizantino al corpo della nostra santa (si ricorder
che fu collocato in
un'urna d'argento con
l'iscrizione del nome
della santa) si pu ritenere questo dubbio
quasi nullo. Per quanto riguarda l'ultimo
periodo di peregrinazione dell'urna, cio
da quando i veneziani
si impossessarono di
tale sacro corpo; ad
eccezione di un brevissimo periodo, in cui
avvenne il suo furto
sacrilego con scopo di
riscatto il 7 novembre
1981. Corpo che venne
ritrovato quasi intatto
(in circostanze miracolose il 13 dicembre
dello stesso anno) con
la stessa veste e maschera argentea che
aveva al momento del
furto. Quindi sia per
gli onori tributati alla
santa a Venezia, che
per il luogo in cui
stata conservata l'urna con il corpo fin'ora, e per il particolare
del teschio che risulta
staccato dal resto del
corpo, proprio perch
sub la decapitazione
come descritto nel codice Papadopulo; da
ritenere che le reliquie
scheletriche, che ancor oggi veneriamo,
corrispondano autenticamente alla vergine
e martire s. Lucia. A
dieci anni dalla prima
storica visita dell'urna contenente il santo
corpo, noi tutti siracusani, auspichiamo e
preghiamo il Signore,
che la Diocesi e la cittadinanza di Venezia
vogliano al pi presto
farcene dono, perch
possano essere venerate e conservate definitivamente nella citt
che le diede i natali.

Sicilia 15

21 dicembre 2014, domenica

Sicilia 21 DICEMBRE 2014, DOMENICA

SPORT SIRACUSA

Con una tradizione sfavorevole da sfatare e un primato da difendere

Per gli azzurri a Scordia


sar sinfonia di Natale?

Per il Siracusa, con un buon numero di tifosi al seguito,


il problema di sveltire la manovra, di sopperire allassenza
di Orefice e di calibrare la scelta dei tre under

utti gli sguardi


puntati sullAldo
Binanti di Scordia
per il big-match
che vedr i locali
di Natale Serafino
affrontare la capolista Siracusa in
un incontro senza esclusione di
colpi che nessuno
vuole perdere e
probabilmente neanche pareggiare,
E se per lo Scordia, distaccato di
tre punti in classifica, la vittoria
rappresenta lunico modo per raggiungere la squadra di Anastasi,
per il Siracusa un
eventuale successo comporterebbe il raddoppio
delle distanze che
lo separano dagli
etnei e consentirebbe, allo stesso

tempo, di sfatare una tradizione che comincia


a pesare. Va da
s che un pareggio lascerebbe le
cose come stanno
e, tutto sommato,
non dispiacerebbe n alluna n
allaltra squadra.
Fra le strategie e
le alchimie tattiche dei due allenatori c chi,
come Anastasi, si
dedicato a sveltire la manovra
per usare larma
della velocit in
cui lo Scordia
ha dimostrato di
riporre, specialmente nelle ripartenze, le maggiori
speranze, e c
invece chi come
Natale Serafino,
che oltre a mettere in campo tutta

la sua esperienza
per guidare la sua
squadra verso il
successo, ha ritenuto di aggiungere, bont sua,
quel pizzico di
polemica che in
una partita cos
importante finisce
sempre per fare
la sua apparizione e che quando ben fatta,
come il cacio sui
maccheroni. Ma
Serafino ha scelto un argomento
che non sta n in
cielo n in terra,
ovvero quello dei
favoritismi di cui
starebbe godendo
il Siracusa. Se Serafino per avesse
buona memoria
ricorderebbe che
il 7 Settembre
proprio la sua
squadra,
senza

che nessuno glielo


vietasse, infliggeva al Siracusa, al
De Simone, lunica sconfitta che
ha subto in questo campionato, e
che nelle interviste di fine partita
era stato lui stesso a dire ai cronisti che il risultato
puniva al di l dei
suoi demeriti il
Siracusa. Chiaro a
questo punto che
la partita di oggi
offre al Siracusa
non solo lopportunit di allungare

Calcio Belvedere, al Di Bari


a porte chiuse arriva il Gela

Ultimo

atto 2014 per il Belvedere del


Presidente Liuzzo con qualche defezione
e uno squalificato. Giuseppe Spoto, uno
dei giocatori dal miglior rendimento delle ultime settimane, non sar della sfida
di domani pomeriggio al Di Bari fra
Belvedere e Gela. La compagine aretusea chiuder lanno e aprir il girone di
ritorno del campionato di Promozione,
ricevendo una delle corazzate di questo
torneo, oltre che formazione blasonata e
societ storica del panorama siciliano e
non solo. "Una sfida che tutti vorrebbero giocare ha commentato il capitano
Carmelo Messina perch sono di quelle
partite che in qualche modo ti riconciliano con il calcio. Peccato non poterla disputare davanti a una grande cornice di
pubblico poich il nostro campo ancora
a porte chiuse. Sarebbero arrivati in tanti a vedere questa partita, soprattutto da
Gela. Noi per pensiamo a disputarla e
a chiudere bene lanno perch una ulteriore prova positiva ci permetterebbe di
assestarci a met classifica e cominciare

lanno nuovo con maggiore serenit e convinzione dei nostri mezzi".Messina sar
regolarmente al centro del campo, probabilmente assieme a Failla e Tralongo, il resto della formazione sar tutta da decifrare
per il tecnico Forcellini che in settimana
si potuto giovare di due nuovi giocatori,
lesterno sinistro Micheal Carpinteri proveniente dal Floridia e il centrocampista
Giovanni Inturrisi dalla Florenzia. Il tecnico aretuseo per non potr contare sugli
infortunati Spada e Giardina (ricadute per
entrambi dopo i problemi fisici delle passate settimane), mentre Gambino e Carrabino, convocati, non saranno al meglio.

il passo in caso di
vittoria, ma anche
loccasione
per smussare una
polemicuccia da
quattro soldi messa in piedi solo
allo scopo di atteggiarsi a vittima
predestinata. La
squadra di Anastasi nel clima
dellAldo Binanti, reso pi incandescente da queste dichiarazioni,
chiamata oggi
a dimostrare una
superiorit tecnica e tattica che,

cifre alla mano,


in molti, tranne
Serafino, le riconoscono, E per
farlo dovr mimetizzare alla meglio lassenza di
Orefice in difesa
e dovr ben calibrare la scelta dei
tre under previsti
dal regolamento.
Se riuscir a far
tutto questo, per i
sostenitori azzurri il panettone di
una bella vittoria
pu considerarsi
servito.
Armando Galea

Triplice colpo di mercato per il Noto, presi


Cassandro, Cordeddu e lo spagnolo Primo

LUsd

Noto calcio
comunica di aver
messo a segno nelle
ultime ore tre colpi di
mercato.
Acquisti di elevata
qualit che contribuiranno ad un proseguo
positivo del campionato della squadra
granata.Marco Cassandro, classe 1994,
un difensore proveniente dal Manfredonia con trascorsi in
societ quali Foggia,
Sora e Savoia.
Manuel
Cordeddu,
classe 1995, un difensore cresciuto nelle giovanili del Cagliari, squadra in cui
ha militato prima di
scegliere Noto.
Ruben Primo Iznardo, classe 1990, cen-

trocampista nato a
Valencia. Primo ha
militato nellAlmeria
B, nella terza serie
del campionato spagnolo, ed stato anche convocato nella
prima squadra andalusa in Liga, con cui
ha debuttato in Coppa
del Re. Ruben Primo
ha anche trascorsi in
Italia con Gallipoli e
Terracina.I tre giocatori si sono aggregati
alla rosa nei giorni
scorsi, oggi si sono
legati alla societ
granata e sono subito
a disposizione di mister Romano per essere convocati per la
trasferta che vedr il
Noto impegnato domani contro il Torrecuso.

SPORT PAGINA 16 21

Sicilia

dicembre 2014, domenica

La sconfitta
casalinga contro
lo Statte, capolista del giro, non
ha compromesso
il morale delle
aretusee che oggi
possono rifarsi
contro il Rionero
In foto, le Formiche
in allenamento

Calcio a 5 A/1, le Formiche in Basilicata


per risalire la classifica

ltima
giornata
d'andata per la Seria
A femminile di calcio a 5. Le ragazze
del presidente Basile, sono chiamate a
riscattare la sconfitta
casalinga subitra al
PalaLoBello, contro le pugliesi prima
della classe del Italcave Real Statte, nel
match esterno contro il club vulturino
del Rionero, anche
loro reduci di una
sconfitta esterna in
casa dell'Ita Salandra. "Sapevamo benissimo che contro
lo Statte non era la
squadra con la quale
fare punti, - dichiara
la presidente Basile
a fine partita.
stato comunque
come sempre un
confronto positivo
perch ci ha consentito di valutare i
nostri limiti e provare a superarli soprattutto quando ci
troveremo ad affrontare le altre squadre
di questo girone. Ci
stanno 7 goal dello Statte, - continua
- ma forse ci stava qualche rete in
pi da parte nostra,
abbiamo
sprecato
tanto. Devo comunque dire, - conclude
Basile - che nei due

Le "Formichine" sono chiamate al riscatto contro


il Club vulturino del Rionero

tempi abbiamo retto


bene, considerando
che mister La Bianca
ha ruotano quasi tutte le giocatrici a disposizione, la squdra
ha risposto bene e
questo fa ben sperare per i prossimi incontri a cominciare
da quello esterno di
oggi contro il Rionero. Nelle altre gare
del girone C,giochi
gi fatti dalla scorsa settimana per la

Coppa Italia, con il


Real Statte che accede direttamente alla
Final Eight, mentre
Salinis, Sporting Locri e ITA Salandra
disputeranno i preliminari. Per chiudere
al secondo posto, la
Salinis deve vincere
a Fasano o quanto
meno pareggiare: arrivando a pari punti
(30) con lo Sporting
Locri, lo scontro diretto a favore delle

margheritine. Anche
in caso di vittoria a
Fasano, la qualificazione diretta alla
Final Eight sarebbe
negata: il quoziente
punti resterebbe comunque inferiore a
quello delle altre due
seconde. Lo Sporting Locri pu arrivare secondo solo
battendo l'ITA Salandra con la Salinis
ko con il Real Five.
Terzo posto garantito

dal pareggio con le


materane, che hanno
una sola possibilit
per migliorare il loro
piazzamento
conclusivo e terminare
sul podio: vincere a
Locri beneficiando
cos del vantaggio
dello scontro diretto
per relegare le calabresi in quarta posizione. Completano
il programma della
giornata che conduce al giro di boa Cus
Potenza-Vittoria,
Iron Team PalermoFutsal Melito e Real
Stgliano-Futsal P5
Palermo.

Canottaggio, ultima fatica per lA.S.D. Can. Ortigia


A

Messina, oggi, ultimo atto 2014


per il Canottaggio aretuseo, che prender parte alla manifestazione conclusiva delle attivit regionali della Sicilia, organizzata dalla Societ Canottieri
Thlatta in collaborazione con il Cus
Messina, in programma presso gli impianti della Cittadella Universitaria. In
gara oltre 200 iscritti alla Staffetta di
Natale 2014 e circa 130 iscritti al Campionato Siciliano Indoor, tra cui anche
gli atleti dell' ASD CC Ortigia Siracusa
del presidente Ermenegildo Chessari.
Alla manifestazione parteciperanno, tra
l'altro, numerosi atleti siciliani di prestigio, vincitori di medaglie ai campionati italiani, europei e mondiali, tra gli
altri, Serena Lo Bue, Giorgia Lo Bue,

Mirco Cardella, Alice Stella, Stefano


Agliastro, Ruggero Artale, Felice Guarino, Claudio Landolina, Giovanni Ficarra , Giacomo Gaggiotti e Sebastiano
Galoforo.
Salvatore Cavallaro

Scherma,
al Palarizza
di Modica gli
atleti aretusei a caccia
del pass
per Pesaro
O

ggi al Palarizza di Modica ultima gara


per gli schermidori aretusei.
Gli atleti del
club
Scherma
Siracusa gareggeranno per la
seconda prova
di selezione regionale di Spada maschile e
femminile valida per la seconda prova di
qualificazione
nazionale
di
Pesaro in programma il 21
e 22 febbraio
2015. Solo 12
i posti disponibili per i circa
80 spadisti impegnati e 10 su
50 partecipanti
nel campo femminile. Per il
Club Siracusa
saranno in pedana: Martina
Chilardi, Vincenzo Belpasso,
Giuseppe Carrubba, Giacomo
Chimirri, Riccardo De Rossi,
Eduardo Ferrarini, Gianpietro
Grillo,
Luigi
Mancuso, Eugenio
Piazza.
Oltre gli atleti
della Scherma
Siracusa, scender in pedana
anche Costanza
Comitini
siracusana dog
che indosser,
per, la maglia
dell'Acireale
scherma
allenata dal maestro
Patti, e reduce
dell'ottima prova a Kocaeli in
Turchia per gli
Assoluti.
S.C.