Sei sulla pagina 1di 2

Corriere del Veneto

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2009/6-ottobre-2009/qualita-dell-ariaveneto-bocciato-conta-la-ue-ci-dia-risorse--1601845979501.shtml

smog - La Commissione europea sanziona lItalia. Due anni per evitare la multa

Qualit dellaria, Veneto bocciato


Conta: La Ue ci dia le risorse
Legambiente: La colpa dell'assessore. Non ha fatto
abbastanza

A spasso con lo smog (archivio)


VENEZIA Qualit dellaria, Veneto bocciato. A infliggergli la sonora stroncatura, che fra due
anni rischia di tradursi in una sanzione piuttosto salata, stata la Commissione Europea che in
merito ha aperto una procedura di infrazione. La decisione, contenuta nella relazione del 28
settembre scorso, non lascia scampo al Veneto e a quasi tutti i Piani regionali di risanamento
dellaria avviati in Italia nel corso degli ultimi anni. Il solo margine possibile per evitare la multa,
da qui al 2011, cercare di rispettare i parametri europei o quantomeno dimostrare che si sta
facendo tutto il possibile per raggiungere lobiettivo.
Intanto, per, le associazioni ambientalistiche vanno allattacco e accusano di insufficiente
attenzione al problema lassessore regionale allAmbiente Giancarlo Conta. Il quale si difende
chiamando in causa lanomalia del territorio veneto: La nostra regione fa parte della Pianura
Padana, lunica area di tutta lEuropa assieme ai Paesi Bassi ad avere una conformazione talmente
particolare che le impossibile rispettare i parametri indicati afferma lassessore . La Pianura
Padana in sostanza un catino dove linquinamento ristagna. Sono almeno quattro anni, da quando
stato aperto un tavolo tecnico fra gli assessori delle regioni che ne fanno parte, che lo segnaliamo.
Ecco perch superiamo ogni anno i valori massimi di Pm10, nonostante abbiamo messo in campo
diversi interventi migliorativi.
Legambiente, invece, rimprovera proprio allassessorato regionale allAmbiente di non aver
fatto abbastanza per accelerare le azioni da compiere per mettersi in regola criticando anche il
ritardo con cui lItalia ha consegnato la documentazione allEuropa: La decisione di questi giorni
salva esclusivamente la Valle dAosta e alcune aree della Regione Marche e del Lazio. LItalia e il
ministero dellAmbiente vengono ancora sollecitati ad elaborare e varare un piano nazionale di cui
non si sente neppure discutere. In questo quadro, tra linsufficiente e il non classificabile, la Commissione ha deciso di riattivare la procedura di infrazione contro lItalia e quindi anche contro il

Veneto spiega Lucio Passi, presidente regionale di Legambiente . A mio avviso mancato del
tutto il coordinamento da parte dellassessore Conta ed sostanzialmente fallito il tavolo fra gli
assessori della Pianura Padana che non ha prodotto risultati concreti.
Secondo lassociazione che per prima ha denunciato la bocciatura europea, sono considerate insufficienti le misure di limitazione dei veicoli inquinanti cos il partito dei camionisti e dei
sostenitori dellauto, oltre ad attentare alla nostra salute, ci porter a pagare le multe europee con le
nostre tasse! Occorre che i Comuni, le Province, la Regione e lo Stato scarichino gli inquinatori e
comincino a fare sul serio nella lotta allo smog!. A breve intanto tutti gli assessori regionali
allAmbiente si incontreranno al ministero per valutare quali soluzioni adottare in vista del 2011 allo scopo di evitare la sanzione e mettere in piedi misure efficaci per la qualit dellaria. Misure che,
secondo lassessore veneto, in parte sarebbero gi state intraprese: Sono quattro anni che
lavoriamo su progetti finalizzati ad interventi strutturali contro linquinamento dice ma siamo
anche di fronte ad un evidente problema di risorse. Dove li reperiamo i soldi? Se lUnione Europea
volesse stanziare un fondo, saremmo ben felici.
Paola Vescovi
06 ottobre 2009