Sei sulla pagina 1di 56
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT Aggiornamento per tecnici certificatori energetici degli edifici
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Aggiornamento per tecnici certificatori energetici degli edifici
Aggiornamento per tecnici certificatori energetici degli edifici
per tecnici certificatori energetici degli edifici La nuova procedura di calcolo della Regione Lombardia e Il

La nuova procedura di calcolo della Regione Lombardia e Il software per la certificazione energetica

CENED +

(Allegato tecnico del Decreto n. 5796 approvato in data 11/06/09, entrata in vigore prevista per il giorno 26 ottobre 2009)

Arch Arianna Palano – Politecnico di Milano technical assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT TEMPI DI APPLICAZIONE CERTIFICAZIONE – NUOVA COSTRUZIONE 1 1 °

TEMPI DI APPLICAZIONE CERTIFICAZIONE – NUOVA COSTRUZIONE

11°° SETTEMBRESETTEMBRE 20072007 -- perper permessopermesso didi costruirecostruire perper nuovanuova costruzione,costruzione, DIA,DIA, demolizionedemolizione ee ricostruzionericostruzione inin ristrutturazionristrutturazione,e, ristrutturazioneristrutturazione concon coinvolgcoinvolgimentoimento didi supsup disperdentedisperdente >> 25%25%

--

InteroIntero edificioedificio sese centralizzatocentralizzato

--

SoloSolo porzioneporzione impiantoimpianto sese autonomoautonomo

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT TEMPI DI APPLICAZIONE CERTIFICAZIONE - ESISTENTE 1 1 ° °

TEMPI DI APPLICAZIONE CERTIFICAZIONE - ESISTENTE

11°° SETTEMBRESETTEMBRE 20072007 -- perper trasferimentotrasferimento aa titolotitolo onerosooneroso delldellinterointero mediantemediante cessionecessione delledelle unitunitàà inin unun unicounico attoatto

11°° SETTEMBRESETTEMBRE 20072007 ENTROENTRO 11°° LUGLIOLUGLIO 20102010 perper edificiedifici didi proprietproprietàà pubblicapubblica concon supsup utileutile >> 10001000 mm²²

11°° SETTEMBRESETTEMBRE 20072007 perper accedereaccedere aa qualsiasiqualsiasi incentivoincentivo

AA decorreredecorrere daldal presentepresente provvedimentoprovvedimento perper tuttitutti II contratticontratti nuovinuovi oo rinnovatirinnovati relativirelativi allaalla gestionegestione deglidegli impiantiimpianti termicitermici deglidegli edificiedifici pubblicipubblici entroentro II primiprimi seisei mesimesi didi vigenzavigenza contrattualecontrattuale

11°° LUGLIOLUGLIO 20092009 perper trasferimentotrasferimento aa titolotitolo onerosooneroso delladella singolasingola unitunitàà

11°° LUGLIOLUGLIO 20102010 contratticontratti didi locazionelocazione

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT GENERALITA’ Zone Zone riscaldate riscaldate 1 1 Si considerano

GENERALITA’

ZoneZone riscaldateriscaldate 11

Si considerano riscaldati gli ambienti privi del sottosistema di emissione, qualora la somma dei loro volumi, riferiti all’unità immobiliare, risulti inferiore del 10% rispetto al volume complessivo della medesima unità;

ZoneZone riscaldateriscaldate 22

Si considerano riscaldati gli ambienti privi del sottosistema di emissione, se collegati in modo permanente ad ambienti riscaldati o mantenuti a temperatura controllata mediante sistemi progettati all’uopo;

OrarioOrario didi funzionamentofunzionamento

I fabbisogni energetici dell’involucro sono riferiti al funzionamento continuo, cioè al mantenimento di una temperatura interna costante delle 24 ore (24h anche per il fattore di occupazione, apporti interni e ricambio d’aria);

TemperaturaTemperatura internainterna

La temperatura interna degli ambienti si assume pari a:

-20°C durante la stagione invernale

-26°C durante la stagione estiva.

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT DEFINIZIONI Zona Zona termica termica Parte dell’edificio, cioè

DEFINIZIONI

ZonaZona termicatermica

Parte dell’edificio, cioè insieme di ambienti a temperatura controllata o climatizzati, per la quale si abbia sufficiente uniformità spaziale nella temperatura dell’aria (ed eventualmente nell’umidità) e per la quale si abbia un unico e comune valore prefissato della grandezza controllata (temperatura e, eventualmente, umidità di set-point), si abbia la stessa tipologia di occupazione e destinazione d’uso, e che, per ogni servizio, sia servita da un’unica tipologia di sistema impiantistico, ovvero da piu tipologie tra loro complementari, purchè facenti parte dello stesso impianto termico.

EdificioEdificio didi nuovanuova costruzionecostruzione

Si definisce edificio di nuova costruzione un edificio per il quale la richiesta di permesso di costruire o denuncia di inizio attività per interventi di nuova costruzione e/o demolizione e ricostruzione in ristrutturazione sia stata presentata successivamente all’entrata in vigore della Delibera della Giunta Regionale VIII/5018 del 20 luglio 2007.

EdificioEdificio esistenteesistente

Edificio per il quale la richiesta di permesso di costruire o denuncia di inizio attività sia stata presentata precedentemente all’entrata in vigore della Delibera della Giunta Regionale VIII/5018 del 20 luglio 2007.

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT IL BILANCIO ENERGETICO Arch Arianna Palano – First Technical Assistant

IL BILANCIO ENERGETICO

di aggiornamento per certificatori SACERT IL BILANCIO ENERGETICO Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT USI DI ENERGIA CONSIDERATI RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA

USI DI ENERGIA CONSIDERATI

per certificatori SACERT USI DI ENERGIA CONSIDERATI RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA RAFFRESCAMENTO
per certificatori SACERT USI DI ENERGIA CONSIDERATI RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA RAFFRESCAMENTO

RISCALDAMENTO

SACERT USI DI ENERGIA CONSIDERATI RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA RAFFRESCAMENTO ILLUMINAZIONE – Il

VENTILAZIONE

SACERT USI DI ENERGIA CONSIDERATI RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA RAFFRESCAMENTO ILLUMINAZIONE – Il
SACERT USI DI ENERGIA CONSIDERATI RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA RAFFRESCAMENTO ILLUMINAZIONE – Il

ACQUA CALDA

ENERGIA CONSIDERATI RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA RAFFRESCAMENTO ILLUMINAZIONE – Il raffrescamento è

RAFFRESCAMENTO

RISCALDAMENTO VENTILAZIONE ACQUA CALDA RAFFRESCAMENTO ILLUMINAZIONE – Il raffrescamento è studiato

ILLUMINAZIONE

– Il raffrescamento è studiato qualitativamente in attesa di procedure delle calcolo – L’illuminazione non

– Il raffrescamento è studiato qualitativamente in attesa di procedure delle calcolo

– L’illuminazione non è prevista per l’utilizzo residenziale.

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT SISTEMA EDIFICIO-IMPIANTO Regola Regola per per la la definizione

SISTEMA EDIFICIO-IMPIANTO

RegolaRegola perper lala definizionedefinizione deldel sistemasistema edificioedificio--impiantoimpianto

1A – involucro totale (6 unità) con impianto – 1 CERTIFICAZIONE 1B – involucro più impianto – 1 CERTIFICAZIONE 1C – involucro e impianto di ogni singola unità – 6 CERTIFICAZIONI 1D – involucro totale relativo alla destinazione d’uso con porzione di impianto – 2 CERTIFICAZIONI

one d’uso con porzione di impianto – 2 CERTIFICAZIONI Arch Arianna Palano – First Technical Assistant

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
= Q + Q Q L T V Trasmissione Ventilazione • H = ∑ V
= Q + Q
Q L
T
V
Trasmissione
Ventilazione
H
=
∑ V
a, k
V
k
V a =
V n

FABBISOGNO DI ENERGIA TERMICA PER IL RISCALDAMENTO

V n ⋅ FABBISOGNO DI ENERGIA TERMICA PER IL RISCALDAMENTO Energia scambiata globale Apporti di calore
V n ⋅ FABBISOGNO DI ENERGIA TERMICA PER IL RISCALDAMENTO Energia scambiata globale Apporti di calore
V n ⋅ FABBISOGNO DI ENERGIA TERMICA PER IL RISCALDAMENTO Energia scambiata globale Apporti di calore

Energia scambiata globale

Apporti di calore gratuiti

= Q + Q Q G I S Apporti gratuiti interni Apporti dovuti alla radiazione
= Q + Q
Q G
I
S
Apporti gratuiti interni
Apporti dovuti alla radiazione solare
( ) − 3 Q = H ⋅ θ − θ ⋅ t ⋅ 10
(
)
3
Q
= H ⋅ θ − θ ⋅ t ⋅ 10 + Q
T
T
i
e
T ,S
=
A
U
F
H T
L ,
k
C
, k
T ,
k
k
Q = H ⋅ ( θ − θ ) 3 ⋅ t ⋅ ⋅ 10
Q
=
H
(
θ
θ
)
3
t
⋅ ⋅
10 −
V
V
i
e

ρ

a

c

a

Fattore Fattore di di utilizzazione utilizzazione degli degli apporti apporti gratuiti gratuiti

utilizzazione degli degli apporti apporti gratuiti gratuiti Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
= Q + Q Q L T V Trasmissione
= Q + Q
Q L
T
V
Trasmissione
per certificatori SACERT = Q + Q Q L T V Trasmissione ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE

ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE

Q L T V Trasmissione ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE Energia scambiata globale ( ) − 3

Energia scambiata globale

ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE Energia scambiata globale ( ) − 3 Q = H ⋅ θ
( ) − 3 Q = H ⋅ θ − θ ⋅ t ⋅ 10
(
)
3
Q
= H ⋅ θ − θ ⋅ t ⋅ 10 + Q
T
T
i
e
T ,S
=
A
U
F
H T
L ,
k
C
, k
T ,
k
k

AL – area lorda di ciascun componente termicamente uniforme

U – trasmittanza termica corretta di ciascun componente termicamente uniforme

FT – fattore correttivo da applicare a ciascun componente e dipende dalle diverse condizioni di temperatura degli ambienti non climatizzati

HT

trasmissione

Θi – temperatura interna di progetto dell’ambiente climatizzato

Θe – valore medio mensile della temperatura media giornaliera esterna

t

climatizzazione

funzionamento dell’impianto di

per

coefficiente

di

dispersione

termica

ore

di

QT,S – possibili apporti per trasmissione attraverso una serra adiacente

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
= Q + Q Q L T V Trasmissione U – trasmittanza
= Q + Q
Q L
T
V
Trasmissione
U – trasmittanza

ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE

U – trasmittanza ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE Energia scambiata globale Q = H ⋅ θ −

Energia scambiata globale

ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE Energia scambiata globale Q = H ⋅ θ − θ ⋅ t
Q = H ⋅ θ − θ ⋅ t ⋅ 10 + Q ( )
Q
= H ⋅ θ − θ ⋅ t ⋅ 10 + Q
(
)
3
T
T
i
e
T ,S
=
A
U
F
H T
L ,
k
C
, k
T ,
k
k

r

θ =θ -

e

e

(z )δ

- z

r

, k k r θ = θ - e e ( z ) δ - z

Θe r

valore

medio

mensile

della

temperatura

media

giornaliera

del

capoluogo

di

riferimento

(tabellato)

z r – altitudine slm del capoluogo di riferimento

z – altitudine slm del Comune considerato

δ – gradiente verticale di temperatura pari a 1/178

U = U ⋅ 1 + F ( ) C PT
U
= U ⋅ 1 + F
(
)
C
PT
di temperatura pari a 1/178 U = U ⋅ 1 + F ( ) C PT

UC – trasmittanza corretta

FPT – valore tabellato (CTI)

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE La trasmittanza termica di ogni singola

ENERGIA SCAMBIATA PER TRASMISSIONE

La trasmittanza termica di ogni singola finestra si calcola attraverso la relazione riportata nella norma EN ISO 10077-1, ovvero:

la relazione riportata nella norma EN ISO 10077-1, ovvero: A g – area del vetro, espressa

A g – area del vetro, espressa in m 2

U g – trasmittanza termica del vetro, espressa in W/m 2 K

A t – area del telaio, espressa in m 2

U t – trasmittanza termica del telaio, espressa in W/m 2 K

l g – perimetro del vetro, espresso in m

Ψ g – trasmittanza termica lineare del vetro, espressa in W/mK, valore tabellato

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT ENERGIA SCAMBIATA PER VENTILAZIONE Energia scambiata globale Q =
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
ENERGIA SCAMBIATA PER VENTILAZIONE
Energia scambiata globale
Q
= Q + Q
L
T
V
HV – coefficiente di dispersione termica per ventilazione
V a – portata d’aria di rinnovo di ciascun ambiente, con ricambi
d’aria uniformi
ρ a •c a – capacità termica volumica dell’aria pari a 0,34 Wh/(m 3 K)
V – volume netto dell’ambiente riscaldato
n – numero di ricambi d’aria in funzione della destinazione
Ventilazione
Q
=
H
(
3
θ
θ
)
t
⋅ ⋅
10 −
d’uso, pari a 0,5 per gli edifici residenziali esistenti (0,3 per i
nuovi) altrimenti si calcola con la formula:
V
V
i
e
H
=
V
ρ
c
a, k
V
a
a
k
⎜ ⎛ V op
⋅ n
A
s
n =
V
V
a =
V n

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT APPORTI GRATUITI INTERNI Apporti di calore gratuiti = Q
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
APPORTI GRATUITI INTERNI
Apporti di calore gratuiti
= Q + Q
Q G
I
S
Apporti Apporti gratuiti gratuiti interni interni
A – superficie utile di pavimento
Qa – valore medio globale degli apporti interni per il residenziale
qa – valore medio globale degli apporti interni per unità di
superficie
∆t – ore di funzionamento dell’impianto di climatizzazione

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT APPORTI GRATUITI ATTRAVERSO L’INVOLUCRO TRASPARENTE Apporti di calore

APPORTI GRATUITI ATTRAVERSO L’INVOLUCRO TRASPARENTE

SACERT APPORTI GRATUITI ATTRAVERSO L’INVOLUCRO TRASPARENTE Apporti di calore gratuiti = Q + Q Q G

Apporti di calore gratuiti

= Q + Q Q G I S Apporti gratuiti interni Apporti dovuti alla radiazione
= Q + Q
Q G
I
S
Apporti gratuiti interni
Apporti dovuti alla radiazione solare

N – numero giorni del mese

H s – irradiazione globale giornaliera media mensile incidente sulla superficie trasparente

A L – area lorda infisso

1-F F,I – coefficiente di riduzione dovuto al telaio (pari a 0,80)

g – trasmittanza dell’energia solare totale della superficie trasparente del serramento (valore tabellato)

dovuto

F S

all’ombreggiatura

F (Sh+gl),i,j – fattore di riduzione dovuto a schermature mobili o fisse complanari

fattore

di

riduzione

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO OMBREGGIATURA F S F h – ostruzioni esterne F

CALCOLO OMBREGGIATURA FS

per certificatori SACERT CALCOLO OMBREGGIATURA F S F h – ostruzioni esterne F o – ostruzioni

F h – ostruzioni esterne F o – ostruzioni orizzontali F f – ostruzioni verticali

(da applicare anche per l’opaco)

f – ostruzioni verticali (da applicare anche per l’opaco) Arch Arianna Palano – First Technical Assistant
f – ostruzioni verticali (da applicare anche per l’opaco) Arch Arianna Palano – First Technical Assistant

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO OMBREGGIATURA SEMPLIFICAZIONE SI SCEGLIE LO SPORTO MAGGIORE!!! NON

CALCOLO OMBREGGIATURA SEMPLIFICAZIONE

SI
SI

SCEGLIE LO SPORTO MAGGIORE!!!

NON UTILIZZARE!

SI SCEGLIE LO SPORTO MAGGIORE!!! NON UTILIZZARE! SEMPLIFICAZIONE Arch Arianna Palano – First Technical

SEMPLIFICAZIONE

SI SCEGLIE LO SPORTO MAGGIORE!!! NON UTILIZZARE! SEMPLIFICAZIONE Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT SCHERMATURE SOLARI Schermature Schermature esterne esterne Schermature

SCHERMATURE SOLARI

SchermatureSchermature esterneesterne

SchermatureSchermature esterneesterne

SchermatureSchermature integrateintegrate

TENDE AVVOLGIBILI TENDE VENEZIANE PERSIANE FRANGISOLE

integrate TENDE AVVOLGIBILI TENDE VENEZIANE PERSIANE FRANGISOLE Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT
integrate TENDE AVVOLGIBILI TENDE VENEZIANE PERSIANE FRANGISOLE Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT
integrate TENDE AVVOLGIBILI TENDE VENEZIANE PERSIANE FRANGISOLE Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT Q L = Q + Q T V APPORTI SOLARI

Q L

= Q + Q

T

V

APPORTI SOLARI SULL’OPACO

Energia scambiata globale

T V APPORTI SOLARI SULL’OPACO Energia scambiata globale N – numero giorni del mese H s
T V APPORTI SOLARI SULL’OPACO Energia scambiata globale N – numero giorni del mese H s
T V APPORTI SOLARI SULL’OPACO Energia scambiata globale N – numero giorni del mese H s
T V APPORTI SOLARI SULL’OPACO Energia scambiata globale N – numero giorni del mese H s

N – numero giorni del mese

H s – irradiazione globale giornaliera media mensile incidente sulla superficie trasparente

α – fattore di assorbimento solare

A L – area lorda parete opaca

F er – coeff di riduzione che tiene conto dell’incidenza del flusso radiativo emesso dalla superficie verso la volta celeste

U – trasmittanza termica della parete opaca

F S – fattore di riduzione dovuto all’ombreggiatura

h e – coeff di scambio termico sup esterno pari a 25 W/m²K

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT FATTORE DI UTILIZZAZIONE DEGLI APPORTI GRATUITI a b γ H

FATTORE DI UTILIZZAZIONE DEGLI APPORTI GRATUITI

a b γ H ≠ 1 γ H = 1 a 1 − γ a
a
b
γ
H ≠ 1
γ
H = 1
a
1 − γ
a H
H
η
=
H
η
=
G , H
G , H
a + 1
a
+
1
1 − γ
Fattore Fattore di di utilizzazione utilizzazione degli degli
apporti apporti gratuiti gratuiti
H
H
H

APPORTI

degli apporti apporti gratuiti gratuiti H H H APPORTI Q G , H γ = H
Q G , H γ = H Q L , H
Q
G
, H
γ =
H
Q
L
, H

PERDITE

Fonte: UNI 13790

Q G , H γ = H Q L , H PERDITE Fonte: UNI 13790 τ
τ H a H = 1 + 15
τ
H
a
H = 1 +
15
H Q L , H PERDITE Fonte: UNI 13790 τ H a H = 1 +

τ H

=

c V

L

H L , H

τ H a H = 1 + 15 τ H = c ⋅ V L H
= H + H H L , H T , H V , H
= H + H
H L , H
T , H
V , H

Q G – energia mensile gratuita

Q L – energia mensile dispersa per ventilazione

e trasmissione

a H – parametro numerico

ζ H – costante di tempo

c – capacità termica volumica che dipende dal tipo di struttura opaca esterna (tabellato)

V L – volume lordo

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA Il fabbisogno annuale di energia

FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA

Il fabbisogno annuale di energia primaria dell’edificio e dato dalla somma dei fabbisogni annuali di energia primaria calcolati per i diversi servizi presenti nell’edificio: il riscaldamento ovvero la climatizzazione invernale (se presente la ventilazione con umidificazione controllata), il raffrescamento ovvero la climatizzazione estiva (se presente la deumidificazione controllata), la produzione di acqua calda sanitaria, l’eventuale autoproduzione di energia elettrica (con o senza esportazione), l’eventuale esportazione dell’energia termica generata in eccesso alla domanda interna e l’illuminazione artificiale degli ambienti.

energia elettrica fornita energia elettrica ceduta Teleriscaldamento e teleraffreddamento Solare e rinnovabile
energia elettrica fornita
energia elettrica ceduta
Teleriscaldamento
e
teleraffreddamento
Solare e rinnovabile
energia fornita dal
vettore non elettrico

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA (caldaia combinata) Arch Arianna

FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA (caldaia combinata)

FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA (caldaia combinata) Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT FABBISOGNO TERMICO PER LA PRODUZIONE DI ACS Il fabbisogno
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT

FABBISOGNO TERMICO PER LA PRODUZIONE DI ACS

SACERT FABBISOGNO TERMICO PER LA PRODUZIONE DI ACS Il fabbisogno termico annuale per la prod uzione

Il fabbisogno termico annuale per la produzione di ACS è dato dalla sommatoria del fabbisogno termico calcolato su base MENSILE

sommatoria del fabbisogno termico calcolato su base MENSILE Fabbisogno annuale Il fabbisogno termico mensile per la
sommatoria del fabbisogno termico calcolato su base MENSILE Fabbisogno annuale Il fabbisogno termico mensile per la

Fabbisogno annuale

Il fabbisogno termico mensile per la produzione di ACS è dato da:

termico mensile per la produzione di ACS è dato da: ρ – massa volumica dell’acqua 1

ρ – massa volumica dell’acqua 1 kg/l

c

Wh/kgK

V W – volume d’acqua richiesto l/giorno (destinazione d’uso)

θ er – temperatura di erogazione 40°C

1,162

capacità

termica

specifica

dell’acqua

θ 0 – temperatura di ingresso

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA (generatori autonomi) Arch Arianna

FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA (generatori autonomi)

FABBISOGNO ANNUALE DI ENERGIA PRIMARIA (generatori autonomi) Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT EDIFICI NUOVI ED ESISTENTI EDIFICI ESISTENTI Ft – fattore correttivo

EDIFICI NUOVI ED ESISTENTI

EDIFICI ESISTENTI Ft – fattore correttivo tabellato Ponti termici tabellati Capacità termica aerea: tabellata
EDIFICI ESISTENTI
Ft – fattore correttivo tabellato
Ponti termici tabellati
Capacità termica aerea: tabellata
Ventilazione: 0,5 vol/h
Accumulo: calcolo forfettario
Distribuzione: calcolo forfettario
EDIFICI NUOVI Ft – fattore correttivo da calcolare con la formula 20 Ponti termici da
EDIFICI NUOVI
Ft – fattore correttivo da calcolare con la formula 20
Ponti termici da calcolare con la formula 22 e
l’appendice C
Capacità termica aerea da calcolare
Ventilazione: 0,3 vol/h
Accumulo: calcolo dei rendimenti e delle perdite
stabilendo la superficie, il grado di coibentazione,
l’ambiente in cui si trova, ecc.
Distribuzione: calcolo dei rendimenti e delle perdite
stabilendo l’estensione dei tratti di rete, il grado di
coibentazione, l’ambiente in cui si trova, ecc.

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT SCHERMATA INIZIALE Il Il software software è è scaricabile

SCHERMATA INIZIALE

IlIl softwaresoftware èè scaricabilescaricabile daldal sitosito www.cened.itwww.cened.it

L’utilizzo del software non è obbligatorio. Il certificatore potrà utilizzare qualunque software che utilizzi la procedura di calcolo della Regione Lombardia. Attenzione a monitorare il sito per ogni tipo di modifica su software e procedura.

il sito per ogni tipo di modifica su software e procedura. Arch Arianna Palano – First

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT SCHERMATA TIPO BARRA MENU AREA SOGGETTO CERTIFICATORE BARRA SELEZIONE

SCHERMATA TIPO

BARRA MENU AREA SOGGETTO CERTIFICATORE BARRA SELEZIONE MODULI E FINESTRA SOTTOMODULI SUGGERIMENTI AREA DI
BARRA MENU
AREA SOGGETTO
CERTIFICATORE
BARRA
SELEZIONE
MODULI E
FINESTRA
SOTTOMODULI
SUGGERIMENTI
AREA DI
FINESTRA DEI
INSERIMENTO
SUBALTERNI
DATI
TASTI: INSERISCI MODIFICA ELIMINA
TASTI:
INSERISCI
MODIFICA
ELIMINA
SUBALTERNI DATI TASTI: INSERISCI MODIFICA ELIMINA Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT BARRA MENU Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

BARRA MENU

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT BARRA MENU Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT BARRA MENU Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT GESTIONE ZONE TERMICHE E SUBALTERNI RIEPILOGO ZONA TERMICA E SUB

GESTIONE ZONE TERMICHE E SUBALTERNI

RIEPILOGO ZONA TERMICA E SUB PER COPIARE UNA ZONA O UN SUB, SI SELEZIONA L’ELEMENTO
RIEPILOGO ZONA
TERMICA E SUB
PER COPIARE
UNA ZONA O UN
SUB, SI
SELEZIONA
L’ELEMENTO IN
VIA DI
DEFINIZIONE, POI,
POSIZIONANDOSI
SULL’ELEMENTO
ORIGINE, SI COPIA
CON IL TASTO
DESTRO DEL
MOUSE

SUBALTERNISUBALTERNI IL CALCOLO DEVE ESSERE FATTO SINGOLARMENTE PER OGNI SUBALTERNO

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT GESTIONE ZONE TERMICHE E SUBALTERNI CASOCASO 11 Per un
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
GESTIONE ZONE TERMICHE E SUBALTERNI
CASOCASO 11
Per un edificio costituito da due subalterni S1 e S2 ciascuno composto da una sola zona termica e
rispettivamente con destinazione d’uso D1 e D2 è possibile procedere alla redazione di due ACE distinti
e
due relative pratiche presso il catasto energetico.
CASOCASO 22
Per un edificio costituito da due subalterni S1 e S2 ciascuno composto da una sola zona termica e una
sola destinazione d’uso D1 è possibile procedere alla redazione di un solo ACE e una sola pratica presso
il
catasto energetico.
CASOCASO 33
Per un edificio costituito da un subalterno S1 e due zone termiche Z1 e Z2 e rispettivamente con
destinazione d’uso D1 e D2 è possibile procedere alla redazione di due ACE distinti e due relative
pratiche presso il catasto energetico.
CASOCASO 44
Per un edificio costituito da un subalterno S1 e due zone termiche Z1 e Z2 e e una sola destinazione
d’uso D1 è possibile procedere alla redazione di un solo ACE e una sola pratica presso il catasto
energetico.

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CATASTO ENERGETICO IDENTIFICAZIONE CATASTALE IN RELAZIONE CON IL

CATASTO ENERGETICO

IDENTIFICAZIONE CATASTALE IN RELAZIONE CON IL CATASTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PROPIETARIO E RESPONSABILE
IDENTIFICAZIONE
CATASTALE IN
RELAZIONE CON
IL CATASTO
ENERGETICO
DEGLI EDIFICI
PROPIETARIO E
RESPONSABILE

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT MODALITA’ DI COMPILAZIONE ON ON LINE LINE Compare già il

MODALITA’ DI COMPILAZIONE

ONON LINELINE Compare già il relativo codice portafoglio. Il dato in tale casella non risulta modificabile in quanto individua in modo univoco il soggetto certificatore. I subalterni saranno gestiti on line secondo la corretta numerazione.

OFFOFF LINELINE

Al certificatore viene richiesto di introdurre le 18 cifre del proprio codice portafoglio, e i subalterni avranno una numerazione progressiva da richiamare in un secondo tempo, al momento del collegamento con il cestec e dell’autenticazione.

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CATASTO ENERGETICO I PIANI DETERMINANO I RENDIMENTI DELLA RETE DI

CATASTO ENERGETICO

I PIANI DETERMINANO I RENDIMENTI DELLA RETE DI DISTRIBUZIONE
I PIANI DETERMINANO I
RENDIMENTI DELLA RETE DI
DISTRIBUZIONE
- Nuova costruzione; - Demolizione e ricostruzione in ristrutturazione; - Ristrutturazione edilizia sopra il 25%;
- Nuova costruzione;
- Demolizione e ricostruzione in ristrutturazione;
- Ristrutturazione edilizia sopra il 25%;
- Ampliamento volumetrico sopra il 20%;
-
Recupero sottotetto;
- Nuova installazione di impianto termico;
- Ristrutturazione di impianto termico;
- Sostituzione di generatore so
- Incentivi fiscali;
- Trasferimento a titolo oneroso;
- Contratto servizio energia o servizio energia plus;
- ACE volontario;
- Contratto di locazione;
- Altro.

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT L’ALTEZZA DEI LOCALI DETERMINA IL RENDIMENTO DEI TERMINALI DI
L’ALTEZZA DEI LOCALI DETERMINA IL RENDIMENTO DEI TERMINALI DI EMISSIONE
L’ALTEZZA DEI LOCALI
DETERMINA IL RENDIMENTO
DEI TERMINALI DI EMISSIONE

DATI ZONA TERMICA

IL RENDIMENTO DEI TERMINALI DI EMISSIONE DATI ZONA TERMICA GLI ELEMENTI DI INVOLUCRO INTERNI ORIZZONTALI E
IL RENDIMENTO DEI TERMINALI DI EMISSIONE DATI ZONA TERMICA GLI ELEMENTI DI INVOLUCRO INTERNI ORIZZONTALI E
GLI ELEMENTI DI INVOLUCRO INTERNI ORIZZONTALI E VERTICALI E GLI ELEMENTI CHE DELIMITANO LA ZONA
GLI ELEMENTI DI INVOLUCRO INTERNI
ORIZZONTALI E VERTICALI E GLI
ELEMENTI CHE DELIMITANO LA ZONA
DA QUELLE ADIACENTI O
DALL'ESTERNO. (si possono tralasciare
le partizioni interne)
DATI RELATIVI ALLA
VOLUMETRIA RISCALDATA

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI Volume lordo riscaldato Volume

CALCOLO DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI

Volume lordo riscaldato

Volume dell’edificio esclusi i vani non riscaldati comprensivo di tutte le murature e le partizioni e comprensivo dei solai intermedi, se a più piani, di base e di copertura

solai intermedi, se a più piani, di base e di copertura Superficie lorda riscaldata Area di
solai intermedi, se a più piani, di base e di copertura Superficie lorda riscaldata Area di

Superficie lorda riscaldata

Area di pavimento degli spazi riscaldati, esclusi i locali non abitabili, compresa l’area di pavimento di tutti i piani se più di uno, incluse murature esterne e tramezzi interni.

MURATURE PERIMETRALI: per l’intero spessore se confinano con l’ambiente esterno o non riscaldato, in mezzeria se confinanti con riscaldati.

rno o non riscaldato, in mezzeria se confinanti con riscaldati. Arch Arianna Palano – First Technical

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI MURATURE PERIMETRALI Si calcolano

CALCOLO DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI

MURATURE PERIMETRALI

Si calcolano per l’intero spessore se confinano con l’ambiente esterno o non riscaldato, in mezzeria se confinanti con riscaldati.

SUB1 SUB4 SUB2 SUB5 SUB3 SUB6
SUB1
SUB4
SUB2
SUB5
SUB3
SUB6
Z1 Z4 Z2 Z5 Z3 Z6
Z1
Z4
Z2
Z5
Z3
Z6

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI Volume netto riscaldato Volume

CALCOLO DELLE SUPERFICI E DEI VOLUMI

Volume netto riscaldato

Volume netto riscaldato dell’edificio, escluse le pareti perimetrali esterne ed esclusi i tramezzi interni.

pareti perimetrali esterne ed e sclusi i tramezzi interni. Superficie netta riscaldata Area di pavimento degli
pareti perimetrali esterne ed e sclusi i tramezzi interni. Superficie netta riscaldata Area di pavimento degli

Superficie netta riscaldata

Area di pavimento degli spazi riscaldati, esclusi i locali non abitabili, compresa l’area di pavimento di tutti i piani se più di uno, diminuita della superficie occupata dalle pareti perimetrali, e dai tramezzi divisori interni.

dalle pareti perimetrali, e dai tr amezzi divisori interni. Arch Arianna Palano – First Technical Assistant

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT VENTILAZIONE NATURALE: 0,5 PER RESIDENZIALE ESISTENTE 0,3 PER NUOVA

VENTILAZIONE

NATURALE: 0,5 PER RESIDENZIALE ESISTENTE 0,3 PER NUOVA COSTRUZIONE. PUO’ ESSERE MODIFICATO CON DATI DI
NATURALE:
0,5 PER RESIDENZIALE ESISTENTE
0,3 PER NUOVA COSTRUZIONE.
PUO’ ESSERE MODIFICATO CON DATI DI
PROGETTO

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
ELEMENTI DISPERDENTI ELEMENTO TRASPARENTE ELEMENTO OPACO STRUTTURA DA ARCHIVIO
ELEMENTI DISPERDENTI
ELEMENTO TRASPARENTE
ELEMENTO OPACO
STRUTTURA DA ARCHIVIO

INVOLUCRO DISPERDENTE

SUPERFICI INVOLUCRO SUPERFICI SERRA INSERISCI ELEMENTO OPACO INSERISCI ELEMENTO TRASPARENTE
SUPERFICI INVOLUCRO
SUPERFICI SERRA
INSERISCI ELEMENTO OPACO
INSERISCI ELEMENTO TRASPARENTE
INSERISCI ELEMENTO OPACO INSERISCI ELEMENTO TRASPARENTE CENED PERSONALE STRUTTURA DA SCHEDA TECNICA Arch Arianna

CENED

PERSONALE

STRUTTURA DA SCHEDA TECNICA
STRUTTURA DA SCHEDA TECNICA

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT ELEMENTI DISPERDENTI VENGONO INSERITE TUTTE LE SUPERFICI PRESENTI

ELEMENTI DISPERDENTI

VENGONO INSERITE TUTTE LE SUPERFICI PRESENTI NELL’EDIFICIO, ASSOCIANDO TRASMITTANZA E CORREZIONE PONTE TERMICO. SI FA
VENGONO INSERITE TUTTE LE SUPERFICI
PRESENTI NELL’EDIFICIO, ASSOCIANDO
TRASMITTANZA E CORREZIONE PONTE
TERMICO. SI FA UN ELENCO DI
STRUTTURE DISPERDENTI.
E’ POSSIBILE CREARE DELLE
STRATIGRAFIE EX NOVO ATTRAVERSO IL
TASTO “VISUALIZZA” – “GESTIONE
STRUTTURE”

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT SUPERFICI DI INVOLUCRO SI DESCRIVONO LE STRUTTURE CORRISPONDENTI

SUPERFICI DI INVOLUCRO

SI DESCRIVONO LE STRUTTURE CORRISPONDENTI L’INVOLUCRO DISPERDENTE, ATTINGENDO DAGLI ELEMENTI DESCRITTI PRIMA. LA
SI DESCRIVONO LE STRUTTURE
CORRISPONDENTI L’INVOLUCRO
DISPERDENTE, ATTINGENDO DAGLI
ELEMENTI DESCRITTI PRIMA.
LA DIVISIONE DEVE ESSERE FATTA
CONSIDERANDO:
1. SUBALTERNI
2. ELEMENTI NON OMOGENEI
TERMICAMENTE
3. ELEMENTI CON DIVERSA ESPOSIZIONE
4. ELEMENTI CON GRADAZIONE
DIFFERENTE
5. ELEMENTI OPACHI E TRASPARENTI
OMBREGGIATI DIFFERENTEMETE
6. ELEMETI CONFINATI CON AMBIENTI
DIFFERENTI

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE DI INVOLUCRO E’ l’area lorda

CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE DI INVOLUCRO

E’ l’area lorda dell’elemento termicamente uniforme al netto dei serramenti e al lordo dei ponti termici.

1. Comprensiva dell’intero spessore del solaio se confinano con ambienti non riscaldati, con il terreno o con l’esterno.

2. Fino alla mezzeria dello spessore se confinano con un altro sub o con altra zona termica.

spe ssore se confinano con un altro sub o con altra zona termica. Arch Arianna Palano
spe ssore se confinano con un altro sub o con altra zona termica. Arch Arianna Palano

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE Pareti opache disperdenti Superfici

CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE

Pareti opache disperdenti

CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE Pareti opache disperdenti Superfici disperdenti da calcolare al lordo dello spessore

Superfici disperdenti da calcolare al lordo dello spessore dei solai e delle murature (al filo esterno) divise per orientamento e per diversità di trasmittanza, esclusi tutti gli elementi con composizione e quindi trasmittanza differenti.

elementi con composizione e quindi trasmittanza differenti. Pareti interne disperdenti Pareti disperdenti verso locali a

Pareti interne disperdenti

Pareti disperdenti verso locali a temperatura diversa da quella dell’edificio, divise a seconda dell’ambiente confinate e della trasmittanza.

divise a seconda dell’ambiente confinate e della trasmittanza. Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE Basamenti Superfici disperdenti da

CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE

Basamenti

SACERT CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE Basamenti Superfici disperdenti da calcolare al lordo dello spessore

Superfici disperdenti da calcolare al lordo dello spessore dei solai e delle murature (al filo esterno) divise per diversità di trasmittanza e per diversità di ambiente confinante.

di trasmittanza e per diversità di ambiente confinante. Coperture Superfici disperdenti verso l’esterno o verso

Coperture

Superfici disperdenti verso l’esterno o verso sottotetti non riscaldati da considerare al lordo e da dividere a seconda della trasmittanza e dell’ambiente confinante.

a seconda della trasmittanza e dell’ambiente confinante. Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE Elementi di disomogeneità (sottofinestra,

CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE

Elementi di disomogeneità (sottofinestra, porte, cassonetti)

Tutte quelle superfici disperdenti verso l’esterno o verso ambienti non riscaldati diversificati per composizione (trasmittanza). Ricordarsi di detrarre le superfici in questione dalla parete opaca disperdente sulla quale insistono per evitare di calcolare 2 volte la stessa superficie.

insistono per evitare di calcolare 2 volte la stessa superficie. Arch Arianna Palano – First Technical
insistono per evitare di calcolare 2 volte la stessa superficie. Arch Arianna Palano – First Technical
insistono per evitare di calcolare 2 volte la stessa superficie. Arch Arianna Palano – First Technical

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE Elementi di disomogeneità I sottofinestra

CALCOLO SUPERFICIE DISPERDENTE

Elementi di disomogeneità I sottofinestra non hanno la stessa trasmittanza della parete su cui insistono!

non hanno la stessa trasmi ttanza della parete su cui insistono! Arch Arianna Palano – First
non hanno la stessa trasmi ttanza della parete su cui insistono! Arch Arianna Palano – First

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT ENERGIA PRIMARIA – CENTRALI TERMICHE CALDAIA COMBINATA CALDAIA

ENERGIA PRIMARIA – CENTRALI TERMICHE

CALDAIA COMBINATA CALDAIA INDIPENDENTE DALLA PRODUZIONE DI ACS
CALDAIA COMBINATA
CALDAIA INDIPENDENTE DALLA
PRODUZIONE DI ACS

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT ENERGIA PRIMARIA – SOTTOSISTEMA DI ACCUMULO SI ACCENDE SOLO SE

ENERGIA PRIMARIA – SOTTOSISTEMA DI ACCUMULO

SI ACCENDE SOLO SE LA CALDAIA E’ COMBINATA CALCOLO FORFETTARIO O PUNTUALE
SI ACCENDE SOLO SE LA CALDAIA E’
COMBINATA
CALCOLO FORFETTARIO O PUNTUALE

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT ENERGIA PRIMARIA – SOTTOSISTEMA DI GENERAZIONE TUTTE LE POTENZE CHE

ENERGIA PRIMARIA – SOTTOSISTEMA DI GENERAZIONE

TUTTE LE POTENZE CHE CARATTERIZZANO QUESTO SOTTOSISTEMA DEVONO ESSERE INSERITE NELLA LORO TOTALITA’ (SARANNO PESATE
TUTTE LE POTENZE CHE
CARATTERIZZANO QUESTO
SOTTOSISTEMA DEVONO ESSERE
INSERITE NELLA LORO TOTALITA’
(SARANNO PESATE DOPO). PER GLI
ALTRI SOTTOSISTEMI E’ NECESSARIO
PROPORZIONARNE IL VALORE IN
FUNZIONE O DEL VOLUME LORDO
TOTALE SERVITO O DEL FABBISOGNO
TOTALE DI ENERGIA NETTA
DATI RILEVATI DURANTE IL
SOPRALLUOGO, O DA SCHEDA
COSTRUTTORE. ALTRIMENTI DEFAULT
PROCEDURA DI CALCOLO

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT SISTEMI IMPIANTISTICI E’ costituito da un insieme di sottosistemi

SISTEMI IMPIANTISTICI

E’ costituito da un insieme di sottosistemi impiantistici predisposti al soddisfacimento di uno specifico servizio (riscaldamento, climatizzazione, raffrescamento, produzione di ACS, ventilazione meccanica). Tra SI e CT di appartenenza deve esistere coerenza nell’utilizzo a cui risultano asserviti.

SCELTA DEL SERVIZIO CHE IL SI SI PROPONE DI SODDISFARE SOTTOSISTEMI
SCELTA DEL SERVIZIO CHE IL SI
SI PROPONE DI SODDISFARE
SOTTOSISTEMI

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT SISTEMI IMPIANTISTICI - SOTTOSISTEMI EMISSIONE EMISSIONE E E CONTROLLO

SISTEMI IMPIANTISTICI - SOTTOSISTEMI

EMISSIONE EMISSIONE E E CONTROLLO CONTROLLO RISCALDAMENTO RISCALDAMENTO DISTRIBUZIONE DISTRIBUZIONE ACCUMULO ACCUMULO
EMISSIONE EMISSIONE E E CONTROLLO CONTROLLO
RISCALDAMENTO RISCALDAMENTO
DISTRIBUZIONE DISTRIBUZIONE
ACCUMULO ACCUMULO

Da

riscaldamento

inserire

solo

se

presente

anche

nel

EMISSIONE EMISSIONE E E CONTROLLO CONTROLLO VENTILAZIONE VENTILAZIONE DISTRIBUZIONE DISTRIBUZIONE
EMISSIONE EMISSIONE E E CONTROLLO CONTROLLO
VENTILAZIONE VENTILAZIONE
DISTRIBUZIONE DISTRIBUZIONE
EROGAZIONE EROGAZIONE PRODUZIONE PRODUZIONE ACS ACS DISTRIBUZIONE DISTRIBUZIONE
EROGAZIONE EROGAZIONE
PRODUZIONE PRODUZIONE ACS ACS
DISTRIBUZIONE DISTRIBUZIONE

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT RAMIFICAZIONI SISTEMI IMPIANTISTICI La ramificazione di un sistema

RAMIFICAZIONI SISTEMI IMPIANTISTICI

La ramificazione di un sistema impiantistico e costituita dai terminali, vale a dire dagli ausiliari elettrici, relativi ad ogni sottosistema.

SCELTA RAMIFICAZIONI UTILIZZO
SCELTA RAMIFICAZIONI
UTILIZZO

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT ASSOCIAZIONI ZONE TERMICHE Nella presente sezione si procede a definire

ASSOCIAZIONI ZONE TERMICHE

Nella presente sezione si procede a definire nel dettaglio la costituzione del sistema edificio impianto, procedendo ad associare nell’ordine:

edificio impianto, procedendo ad associare nell’ordine: SUBALTERNO ZONA TERMICA RAMIFICAZIONE CENTRALE TERMICA
SUBALTERNO ZONA TERMICA RAMIFICAZIONE CENTRALE TERMICA
SUBALTERNO
ZONA TERMICA
RAMIFICAZIONE
CENTRALE TERMICA

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT INDICATORI – ENERGIA PRIMARIA Il campo Classe energetica ETC pr

INDICATORI – ENERGIA PRIMARIA

Il campo Classe energetica ETC presenta in forma grafica la classificazione energetica dell’edificio in funzione del fabbisogno termico per la climatizzazione estiva.

funzione del fabbisogno termico pe r la climatizzazione estiva. Arch Arianna Palano – First Technical Assistant

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT INDICATORI – ENERGIA TERMICA Arch Arianna Palano – First Technical

INDICATORI – ENERGIA TERMICA

per certificatori SACERT INDICATORI – ENERGIA TERMICA Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT

Corso di aggiornamento per certificatori SACERT GrazieGrazie perper ll’’attenzione!attenzione! Arch.Arch.
Corso di aggiornamento per certificatori SACERT
GrazieGrazie perper ll’’attenzione!attenzione!
Arch.Arch. AriannaArianna PalanoPalano
assistenza@sacert.euassistenza@sacert.eu

Arch Arianna Palano – First Technical Assistant SACERT