Sei sulla pagina 1di 2

CESARE

CLASSICO LATINO

PROF. ANGELO AMATO

GEOGRAFIA ED ETNOGRAFIA DELLA GALLIA


De Bello Gallico, Libro I, Capitolo I

1. TRADUZIONE
Tutta la Gallia divisa in tre parti, una della quali labitano i Belgi, laltra gli
Aquitani, la terza coloro i quali dalla loro stessa lingua vengono chiamati
Celti, dalla nostra Galli. Tutti questi differiscono tra di loro per lingua, per
istituzioni e per leggi.
Il fiume Garonna divide i Galli dagli Aquitani, la Marna e la Senna dai
Belgi. Di tutti questi i pi forti sono i Belgi, per il fatto che sono i pi lontani
dalla cultura e dalla raffinatezza della Provenza e per nulla presso di loro
capitano spesso dei mercanti e non comprano ci che tende ad effeminare
gli animi, e sono vicini ai Germani, che abitano al di l del Reno, con i quali
fanno continuamente guerra.
Per questa stessa ragione gli Elvezi precedono per valore i rimanenti
Galli, perci con battaglie quasi quotidiane guerreggiano con i Germani,
quando li respingono dai loro territori, o portano guerra essi stessi nel
territorio di quelli.
Una parte di quelle (regioni), che s detto abitino i Galli, ha inizio dal
fiume Rodano, limitata dal fiume Garonna, dallOceano, dal territorio dei
Belgi, si estende anche fino al Reno dalla parte dei Sequani e degli Elvezi,
guarda verso settentrione.
I Belgi cominciano dagli estremi confini della Gallia, si estendono fino alla
parte inferiore del fiume Reno, guardano a settentrione e a oriente.
LAquitania si estende dal fiume Garonna ai monti Pirenei e a quella parte
dellOceano che si trova presso la Spagna; essa guarda tra occidente e
settentrione.
2. COSTRUZIONE IN LATINO
Omnis Gallia est divisa in tres partes, unam quarum incolunt Belgae, aliam Aquitani,
tertiam qui ipsorum lingua appellantur Celtae, nostra Galli. Omnis hi differunt inter se
lingua, institutis, legibus.
Flumen Garumna dividit Gallos ab Aquitanis, matrona et Sequana a Belgis. Omnium
horum fortissimi sunt belgae, propterea quod longissime absunt a cultu atque humanitate
provinciae, et minime ad eos commeant saepe mercatores atque important ea quae
pertinent ad effeminandos animos, -que (=et) sunt proximi Germanis, qui incolunt trans
Rhenum, cum quibus gerunt continenter bellum.
Qua de causa Helvetii praecedunt virtute quoque reliquos Gallos, quod (= perci)
proeliis fere quotidianis contendunt cum Germanis, cum aut eos prohibent suis finibus aut
ipsi gerunt bellum in finibus eorum.
Una pars eorum, quam est dictum obtinire Gallos, capit initium a flumine Rhodano,
continetur a flumine Garumna, Oceano, finibus Belgarum, attingit etiam flumen Rhenum
ab Sequanis et Helvetiis, vergit ad septentriones.
Belgae oriuntur ab extremis finibus Galliae, pertinent ad partem inferiorem fluminis
Rheni, spectant in septentrionem et orientem solem.
Aquitania pertinet a flumine Garumna ad montes Pyrenaeas et eam partem Oceani
quae est ad Hispaniam; spectat inter occasum solis et septentriones.

CESARE

CLASSICO LATINO

PROF. ANGELO AMATO

3. PARADIGMI DEI VERBI


Incolunt (indicativo presente) da incolo, is, incolui, incultum, ere , 1 con. = abitare
appellantur (indicativo presente passivo) da appello,as, avi, atum, are, 1 con. = chiamare
differunt (indicativo presente) da da differo,fers, distuli, dilatum, differre,con. irr. = differire
dividit (indicativo presente) da divido, is ,divisi, divisum, ere, 3 con. = dividere
absunt (indicativo presente) da absum, es, afui, abesse, comp. di sum = essere lontano
pertinent (indicativo presente) da pertineo, es, ui, ere, 2 con. = tendere
commeant (indicativo presente) da commeo, as, avi, atum, are, 1 con. = capitare
inportant (indicativo presente) da importo, as, avi, atum, are, 1 con. = comprano
gerunt (indicativo presente) da gero, is , gessi, gestum, ere, 3 con. = chiamare
praecedunt (ind. presente) da praecedo, is, cessi, cessum, ere, 3 con. = precedere
contendunt (indicativo presente) da contendo, is, tendi, tentum, ere, 3 con. = guerreggiare
prohibent (indicativo presente) da prohibeo, es, ui, ibitum, ere, 2 con. = respingere
obtinere (infinito presente) da obtineo, es, ui, tentum, ere, 2 con. = occupare (abitare)
dictum est (indicativo pf. passivo) da dico, is, dixi, dictum, ere, 3 con. = dire
capit (indicativo presente) da capio, is, cepi, captum, ere, 3 con. = prendere
continetur (indicativo presente passivo) da contineo, es, ui, entum, ere, 2 con. = limitare
attingit (indicativo presente) da attingo, is, attigi, attactum, ere, 3 con. = estendersi
vergit (indicativo presente) da vergo, is, ere = guardare
oriuntur (indicativo presente) da orior, eris, ortus sum, oriri, 3 e 4 dep. = cominciare
spectat (indicativo presente) da specto,as ,avi, atum, are, 1 con. = guardare
4. REGOLE E COSTRUTTI
lingua, institutis, legibus = complementi di limitazione
fortissimi = superlativo relativo
horum omnium = complemento di paragone
propterea quod.. absunt = proposizione causale
a cultu atque humanitate = compl. di separazione
ad effeminandos animoso = proposizione finale resa col gerundio
virtute= complemento di limitazione
Gallos obtinere = proposizione infinitiva retta da dictum est
Garummna flumine, Oceano, finibus = complementi di causa efficiente
cum aut .. gerunt = proposizioni temporali

Potrebbero piacerti anche