Sei sulla pagina 1di 9

Avola

Augusta

Aggredisce la madre
che non vuole dargli
i soldi: arrestato

Tre presunti scafisti


arrestati dopo
lo sbarco di domenica
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sei

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
marted 9 dicembre 2014 Anno XXVII N. 284 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50

www.libertasicilia.it

Cultura. Scongiurata lipotesi di cancellazione dalla heritage list per 5 citt

Nessun rischio
per i siti Unesco

Da Noto la principale smentita alle voci insistenti


U

POLITICA

Coltraro
abbraccia
Salvini

Le

recenti prese di
posizione di Matteo Salvini toccano alcuni temi
essenziali per il futuro
dellItalia e della Sicilia
in particolare dichiara lon. Giambattista
Coltraro, leader di SAL
(Sviluppo
Autonomia
Lavoro) per il Sud e
gli ultimi dati economici confermano purtroppo
come il Sud e la nostra
regione soprattutto, stiano pagando il conto pi
salato della crisi. Nel
Meridione sono stati pi
consistenti e pesanti che
nel resto della nazione.
A pagina quattro

GENNUSO

Ispezione
allufficio
tributi
I

SANITA

Ex carabinieri
allAsp: Cisl
dice no
I

l deputato regionale
Pippo Gennuso chieder
unispezione della Regione per lUfficio Tributi

l Direttore generale ritiri la delibera e chieda scusa ad operatori e utenti. La


sanit ha bisogno.

A pagina quattro

A pagina cinque

speciale classifica allArs

Atti parlamentari
Vinciullo e Zito
due recordmen

CRONACA

n coro unanime si alza


dalle Amministrazioni siciliane appartenenti alla
World Heritage List, contro le notizie di recente
apparse su alcuni quotidiani locali, di un presunto rischio di fuoriuscita
dalla prestigiosa lista internazionale. Con la forza del costante confronto
con gli organi mondiali e
soprattutto con i continui
riconoscimenti al proprio
lavoro.

l Ministro degli Interni,


On. Angelino Alfano, ha
firmato il Decreto con il
quale vengono destinati 20 milioni di euro per
tredici Comuni della Sicilia.

l deputato regionale siracusano Enzo Vinciullo batte


ogni record di attivismo tra i novanta deputati allArs.
La compagine siracusana ben rappresentata anche
con il deputato del Movimento cinque stelle, Stefano
Zito, che segue Vinciullo a ruota.

A pagina due

A pagina tre

A pagina tre

Emergenza
sbarchi 2 mln
ad Augusta
I

Il Siracusa fa suo il derby


e torna in vetta con Scordia
Tre gol al Rosolini
e il SIracusa torna in
vetta alla classifica
del girone B dellEccellenza. La squadra
di Anastasi ha vinto
con merito.
A pagina quindici

Cronaca di Siracusa 2
CITTA

Photo tour
per tutti
Siracusa
in un click

Sicilia 9 dicembre 2014, marted

Siracusa photo tour per tutti. Questo il tito-

lo del progetto che sar presentato nel corso di


una conferenza, che si terr gioved prossimo.
Saranno presenti, il sindaco Giancarlo Garozzo,
lassessore alle Politiche culturali, Turismo e
Spettacolo, Francesco Italia, gli ideatori del progetto, il fotografo siracusano Roberto Zampino
di Slowmotion e Bernadette Lo Bianco, esperta di Turismo e Cultura accessibile e presidente

9 dicembre 2014, marted

dellassociazione Sicilia Turismo per Tutti. Prevista anche la


partecipazione del presidente del consorzio Siracusa Turismo,
Sebastiano Bongiovanni, del fotografo e grafico siracusano Walter Silvestrini, ideatore di Tourist Map, e di una rappresentanza
dellassociazione Guide Turistiche Siracusane.
Il progetto (primo in Italia meridionale) intende offrire al turista
e ai siracusani, un programma di percorsi integrati alla scoperta di eccellenze della citt, scelte in base a criteri di interesse
storico-culturale, ambientale e gastronomico.

Da noto il rilancio della questione

Nessun rischio
cancellazione
dei siti Unesco
dalla lista
U

n coro unanime si
alza dalle Amministrazioni siciliane appartenenti alla World
Heritage List, contro
le notizie di recente apparse su alcuni
quotidiani locali, di
un presunto rischio di
fuoriuscita dalla prestigiosa lista internazionale. Con la forza
del costante confronto
con gli organi mon-

diali e soprattutto con


i continui riconoscimenti al proprio lavoro, in maniera incontrovertibile, si registra
lintervento a quattro
mani dellAssessore
Unesco nel Comune
di Noto, rappresentante del Sito Val di
Noto, Cettina Raudino e dell Assessore
Unesco nel Comune
di Scicli, rappresen-

tante del Sito Val di


Noto in ambito del
C.UNE. Sicilia (Coordinamento Unesco
Sicilia), Giampaolo
Schillaci: Sono destituite da ogni fondamento le voci apparse
sulla stampa per le
quali cinque siti dei
sette siciliani iscritti
allUnesco sarebbero a rischio di revoca
dalla iscrizione alla

Qui sopra, la cattedrale di Noto.

World Heritage List.


Destituita da ogni
fondamento anche la
notizia di una presunta
preoccupazione,
per tali cinque siti,
espressa dallesperto
Unesco Ray Bondin,
che peraltro opera a
stretto contatto i rappresentanti dei siti
stessi ed stato da noi
appositamente contattato per loccasione.

Per i non addetti ai


lavori sar utile sapere che il processo
di revoca dal World
Heritage List dellUnesco molto complesso, dipende dal
Centro del Patrimonio
Mondiale che ha sede
a Roma presso il MIbact, costituito inizialmente da azioni di
sostegno nei confronti
del Sito in difficolt.

Rete Studenti Medi


teme azioni forti
di Forza Nuova

Nuova preannuncia azioni


forti per contrastare l'avanzata del
progetto "arcobaleno" nelle scuole,
progetto che sottolinea e rimarca la
lotta alla discriminazione e rinforza
il concetto di diversit come valore.
Il progetto rivolto alle terze e quarte classi degli istituti secondari di
secondo grado e tenuti dalla dott.ssa
Maria Vittoria Zaccagnini, referente
Arcigay Siracusa e NPS da sempre
impegnata nel sociale e dai volontari Arcigay Siracusa formati a livello
nazionale.
Forza Nuova con la sua campagna
di odio e discriminazione - afferma
Marialaura Ambrogio in rappresen-

tanza della Rete degli Studenti Medi


Siracusa - cercherebbe di creare un libro bianco "che denunci l'aggressione
alla famiglia tradizionale e alla salute
dei bambini". La Rete degli Studenti
Medi decisa ad accompagnare ancora
una volta l'associazione che sta lottando da molti anni affinch a partire dalla
scuola si miri alla conoscenza di s e
della propria affettivit come capacit
di entrare in contatto con il prossimo.
"Sensibilizzando i ragazzi sui temi trattati infatti, si cercher di aprire il pi
possibile il dialogo verso laccettazione
della diversit e della libera espressione di s." dice Armando Caravini, Presidente Arcigay Siracusa, "Parleremo

Riparte da questoggi la Refezione scolastica per le classi della Scuola

Materna di Canicattini Bagni.


Questanno, grazie allimpegno annunciato dal sindaco Paolo Amenta, il
servizio, come riferito dalla dirigente del 6 Settore d.ssa Paola Capp,
riprende ancor prima delle Festivit Natalizie.
Il servizio al momento verr espletato in regime di proroga sino al 19

Cronaca di Siracusa

Mar-zo 2015 dalla ditta


Mega Alimentari, che lo
aveva svolto nello scorso
anno scolastico, su cui i giudizi complessivi sono stati
pi che positivi.
Tariffe e modalit per il ritiro dei buoni pasto sono rimaste invariate rispet-to al
trascorso anno scolastico.

POLITICA. i due deputati siracusani al vertice della classifica

Cena sociale
Gioved
e venerd
in piazza
Santa Lucia

Imbattibile il
parlamentare di
NCD con quasi
500 interrogazioni

ioved e venerd prossimi entra in campo la


solidariet a Siracusa.
E previsto infatti, lo
svolgimento in Piazza
Santa Lucia di una cena
sociale. Liniziativa, che
si svolger dalle 19 in
poi, stata organizzata
dalla Caritas Diocesana
in collaborazione con la
parrocchia di Santa Lucia e rientra nellambito
delle iniziative organizzate nella settimana dei
festeggiamenti per la
Santa Patrona.
Un Tir della Protezione Civile offrir una
cena calda alle famiglie
del quartiere. I coperti
raggiungono un massimo di 500 pasti per
tutta Siracusa ed in
particolare al quartiere
Santa Lucia ne verranno
distribuiti 90. La Caritas
diocesana gi molto
attiva a favore dei pi
bisognosi a Siracusa e in
tutto il territorio provinciale, ma un sussidio
una volta al mese spesso
non basta, ed per tale
motivo che stata messa
in campo una task force
in grado di garantire un
pizzico di felicit alle
persone che ne hanno
estremamente bisogno.

Vinciullo e Zito: record


di atti parlamentari

rispetto al progetto arcobaleno

Forza

Canicattini Bagni: riprende oggi


la refezione scolastica

Sicilia 3

della differenza fra identit sessuale e


orientamento sessuale, di educazione
alla affettivit e, fondamentale in questo
momento storico di totale indifferenza,
di malattie sessualmente trasmissibili."
Gli studenti hanno bisogno di progetti
del genere perch la scuola e deve essere un luogo di formazione del futuro
cittadino di domani.
"E' inconcepibile pensare, ancora nel
2014, che tutti i genitori siano in grado di educare i propri figli,che spesso si
sentono in imbarazzo davanti alla famiglia e che, ancora pi grave, non vengono accettati. Ed ancora pi assurdo a
nostro avviso che l'Italia, che si fonda
su una cultura umanistica.

Nellambito dei contatti diretti recentemente intrapresi fra i


rappresentanti di tutti
i siti siciliani non si
palesato alcunch
del genere e in pi
possiamo
garantire
che il sito Le citt tardobarocche del
Val di Noto non
interessato da alcuna
procedura del genere.
A titolo informativo,
il Sito ha inviato per
tempo il Rapporto
Periodico allOrgano
di Controllo Unesco,
tramite lUfficio Unesco del comune di
Noto. Si tratta di un
monitoraggio scrupolosissimo, redatto in
coordinamento fra gli
8 Comuni del Sito. Il
Rapporto, volto ad
appurare lo stato di
attuazione del piano
di gestione, le criticit e i punti di forza,
stato valutato gi da
tempo dallUnesco.
Sono sempre pi numerose, infine, le collaborazioni fra le citt
del Sito, volte a migliorare la diffusione
dei valori Unesco fra
i cittadini e lattrattivit nei confronti del
turismo culturale tramite il rafforzamento
del brand del Val di
Noto.
E.V.

l deputato regionale siracusano Enzo Vinciullo


batte ogni record di attivismo tra i novanta deputati allArs. La compagine siracusana ben
rappresentata anche con
il deputato del Movimento cinque stelle, Stefano
Zito, che segue Vinciullo
a ruota.
Tempo di bilanci a Palazzo dei Normanni, tempo
di stilare classifiche, per
disegnare una mappa dei
deputati, dei gruppi pi
virtuosi e di quelli invece
meno produttivi.
Il parlamentare regionale
del Nuovo Centrodestra,
Vinciullo, primo su tutti
con 51 disegni di legge
presentati da primo firmatario, 499 interrogazioni,
due interpellanze, una mozione e 25 ordini del giorno: il totale dei suoi atti
parlamentari 578. Tra le
sue interrogazioni i temi
pi disparati, dal limone
femminello di Siracusa
alle norme in materia di
fecondazione eterologa,
dalla genuinit dei vini siciliani alla cura dellosteoporosi. Un parlamentare
che d il suo contributo su
ogni argomento discusso
in Sala dErcole, che d
filo da torcere ai suoi avversari, a volte anche ai
suoi colleghi di gruppo.
Seguono Vinciullo, nella
classifica dei pi deputati regionali pi produt-

In foto, i deputati Enzo Vinciullo e Stefanio Zito.

tivi, Stefano Zito (M5S)


con 172 atti parlamentari,
Marco Falcone (Fi) con
137 e Fabrizio Ferrandelli (Pd) con 107. E dopo
Giovanni Ioppolo (Lista
Musumeci), con 97 atti
parlamentari, che si piazza al quarto posto, ci sono
ben tre deputati pentastellati: Angela Foti (91),
Giancarlo Cancelleri (81)
e Claudia La Rocca (81).
Nella classifica dei gruppi che lavorano di pi,
il Movimento 5 Stelle
al primo posto, seguito dal Nuovo Centrodestra (soprattutto grazie a

Vinciullo, che alza la media per singolo deputato


del gruppo). Lattivit dei
grillini, inoltre, si moltiplica esponenzialmente se si
considera che ogni singolo
deputato del gruppo cofirmatario di ogni atto parlamentare dei colleghi del
Movimento; mentre non
praticamente mai successo
che un membro del M5S
abbia cofirmato (figuriamoci votato in Aula) un
provvedimento presentato
da deputati di altri gruppi.
Nella classifica dei parlamentari che in due anni
hanno prodotto meno, ci

sono anche dei deputati che


non hanno prodotto nemmeno un atto parlamentare, ma per fatti contingenti: Giuseppe Gennuso
(Partito dei siciliani-Mpa),
approdato a Sala dErcole
al posto di Pippo Gianni
dopo la mini tornata elettorale di Rosolini e Pachino; Pippo Sorbello (Udc),
che stato sospeso dalla
carica dal 5 gennaio 2013
al 6 luglio 2014 (sostituito
da Edy Bandiera) per una
condanna per abuso dufficio risalente ai tempi in cui
era sindaco del comune di
Melilli.

li ha stanziati il ministero dellinterno per lemergenza emigranti

2 milioni di euro per Augusta


I

l Ministro degli Interni, On. Angelino Alfano, ha firmato il Decreto


con il quale vengono destinati 20
milioni di euro per 13 Comuni della
Sicilia. Lo comunica lOn. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della Commissione Bilancio e
Programmazione allARS.
Fra questi 13 Comuni rientrano
Augusta e Siracusa, che sono stati

coinvolti nellemergenza migranti e


negli sbarchi che sono avvenuti sulle
coste siciliane.
Alla Citt di Augusta sono stati assegnati 2 milioni che fanno seguito ai
500 mila euro stanziati su mio emendamento dalla Regione Siciliana e
agli oltre 2 milioni e mezzo stanziati
dal Ministero del Lavoro, mentre al
Comune di Siracusa andranno 532

mila euro, sempre per lemergenza


sbarchi. Le somme, ha concluso lOn.
Vinciullo, serviranno per fare fronte
a tutte le spese sostenute dai due Comuni per pagare le ditte che si sono
occupate della prima accoglienza
degli extracomunitari, oltre ad intervenire in settori che hanno riportato
danni in seguito alla presenza di extracomunitari.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 9 dicembre 2014, marted

9 dicembre 2014, marted

Lon. Coltraro ammicca


alla Lega di Salvini

La crisi economica al centro della riflessione


del parlamengare augustano che d ragione ai leghisti
L

e recenti prese di
posizione di Matteo Salvini toccano alcuni temi
essenziali per il futuro
dellItalia e della Sicilia
in particolare dichiara lon. Giambattista
Coltraro, leader di SAL
(Sviluppo
Autonomia
Lavoro) per il Sud e
gli ultimi dati economici confermano purtroppo
come il Sud e la nostra
regione soprattutto, stiano pagando il conto pi
salato della crisi. Nel
Meridione sono stati pi
consistenti e pesanti che
nel resto della nazione
sia il taglio della spesa
pubblica, sia laumento
della pressione fiscale
(come sottolineato dalla
Corte dei Conti), dovuto anche allincremento
delle tasse locali per la
diminuzione dei trasferimenti statali. Tutto ci
prosegue Coltraro ha
prodotto nella nostra terra effetti devastanti, ai

In foto, il parlamentasre regionale Giambattista Coltraro.

quali occorre aggiungere purtroppo quelli che


causer il taglio inopinato previsto nella Legge di Stabilit approvata
alla Camera, di ben 3,5
miliardi di investimenti pubblici nelle regioni
meridionali.

Ed inoltre necessario evidenziare un altro


dato, tanto importante
quanto poco conosciuto:
il numero degli occupati
nei servizi facenti capo
al settore pubblico
cresciuto fra il 2007 e il
2013 del 3,7% nel Cen-

tro-Nord, mentre crollato del 9,6% al Sud.


Questa situazione, queste cifre richiamano alle
nostre menti rileva
lon. Coltraro le parole
profetiche di don Luigi
Sturzo, che sottolineava:
inutile illuderci, nord

lha chiesta alla regione il parlamentare regionale Pippo Gennuso

Tassa sui rifiuti altissima


Ispezione allufficio tributi
I

l deputato regionale Pippo Gennuso


chieder unispezione della Regione
per lUfficio Tributi del Comune di
Rosolini. Ad annunciarlo lo stesso
parlamentare allArs che ritiene che
siano state commesse delle irregolarit sulle cartelle inviate ai cittadini.
Domani afferma il deputato chieder allassessora regionale alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica, Marcella Castronovo, di inviare
gli ispettori allufficio Tributi del Comune di Rosolini. Si dovr accertare
se sono regolari le cartelle inviate ai
cittadini, oppure se c una vessazione. In un momento critico come questo aggiunge il parlamentare non
ammissibile che una famiglia che
prima pagava 150 euro per la tassa
sui rifiuti, adesso costretta a pagarne 500. Non si possono fare aumenti
del 250 per cento per ripianare i debiti
che il Comune ha contratto nel passa-

to. E prima di recapitare le cartelle il


Commissario straordinario del Comune, Filippo Gagliano, avrebbe dovuto
quantomeno documentarsi sul passato,
bloccando importi pazzeschi che non
stanno n in cielo n in terra
Inoltre gli ispettori dovranno anche
verificare se le fatture spiccate dai fornitori allamministrazione comunale
per servizi, vengono pagate con un
criterio cronologico, oppure secondo
larbitrio di qualcuno.
Pippo Gennuso va oltre alla normale e
auspicabile ispezione da parte dellassessorato alle Autonomie locali e invita i cittadini di Rosolini a non pagare
i tributi fino a quando la Regione non
far chiarezza. Il deputato, inoltre
fa sapere che informer il presidente
della Regione , Rosario Crocetta, che
a Rosolini in atto un salasso non
dovuto nei confronti di ottomila famiglie.

Cronaca di Siracusa

A Siracusa e
Ragusa fanno discutere
i provvedimenti assunti
dai rispettivi
direttori generali

POLITICA. il deputato regionale apprezza loopera del leader del carroccio

e sud abbiamo interessi


antagonistici ed evidenziava come tra tutte
le cause della questione
del nord e del sud dItalia pare dunque che tra le
principali sia luniformit tributaria e finanziaria.
Il Mezzogiorno salvi
il Mezzogiorno! fu il
motto del pensiero meridionalista di don Luigi Sturzo, il quale agli
abitanti delle regioni del
nord della nazione chiedeva soltanto di lasciare
al Sud lautogoverno del
quale esso aveva necessit per rinascere.
Seguendo anche le indicazioni contenute nei
due memorabili documenti dei Vescovi italiani sulla questione meridionale (quello del 1989
e quello pi recente del
2010), indispensabile
conclude lon. Coltraro di Sal un confronto
serrato e duro. La posta
in gioco altissima: il
futuro stesso della nostra
Sicilia e se anche Salvini
se ne sta rendendo conto
e vuole avviare un confronto non basato su pregiudizi, questo un fatto
positivo, unopportunit
da cogliere e sviluppare.
Siamo quindi disponibili
ad un dialogo serio, su
temi concreti, per unautentica rinascita siciliana.

Sicilia 5

In foto, lAsp 8 di
Siracusa.

Ex carabinieri controllori
Il sindacato accusa lAsp
Il

Direttore generale ritiri la delibera e chieda scusa


ad operatori e utenti. La sanit ha bisogno di una svolta
concreta; i manager sono stati chiamati a questo compito. Si assumano
la responsabilit in
prima persona.
Questo lappello
congiunto lanciato dal segretario
generale della Ust
Ragusa Siracusa,
Paolo
Sanzaro,
insieme con il segretario territoria-

Avvalersi di figure improprie appare un tentativo di mascherare incapacit progettuali

le con delega alla


Sanit,
Antonio
Bruno, al segretario generale della
funzione pubblica
territoriale,
Daniele Passanisi, al
segretario
della
Cisl Medici, Salvo
Caruso, dopo lincarico di controllo
interno affidato, dal
direttore generale
dellAsp provinciale, a due ex carabinieri.

Il provvedimento
in questione, cos
come contestato a
Ragusa, - aggiungono i quattro segretari crea una
situazione anomala
e preoccupante per
la palese impreparazione dei due ex
militari
riguardo
alle materie loro affidate.
Avvalersi di figure del tutto improprie continuano

Sanzaro,
Bruno,
Passanisi e Caruso appare pi un
tentativo di mascherare incapacit
progettuali e mancanza di idee concrete per dare una
svolta alle vicende
della sanit con atti
manageriali.
Il sindacato della
Cisl non nasconde
le proprie perplessit sullaffermata
gratuit dellinca-

rico affidato ai due


ex carabinieri che
dovranno garantire
il loro apporto in
due province.
Perch qualcuno
dovrebbe lavorare a quei livelli, in
due realt diverse,
seguendo atti delicatissimi a titolo
gratuito? chiedono i segretari
Questo doppio incarico presuppone
spostamenti, supporti di personale,
di attrezzature, di
mezzi e di logistica. Impossibile ne-

molte le iniziative previste nella cittadina di sortino

Ha preso il via
il mese
della legalit

In foto, lon. Pippo Gennuso.

a preso il via il
"mese della legalit". Ad organizzare
gli
appuntamenti
sar l'Acipas, l'associazione antiracket
di Sortino, con il
patrocinio della Regione siciliana, della Fai (Federazione
antiracket italiana)
e di altre associazioni antiracket.
La manifestazione
iniziata con "Diecimetri di legalit"

che ha visto protagonisti i bambini impegnati a colorare alcuni disegni. Uno degli
appuntamenti pi interessanti quello
che si terr la sera del
13 dicembre con il
convegno "Sviluppo
e Legalit" nel corso
del quale verr consegnato il premio nazionale legalit Acipas agli imprenditori
Nunzio Di Pietro e
Mario Caniglia.

In foto, Sortino.

La
manifestazione sulla legalit si
concluder il 17 dicembre, quando alcuni selezionati si
recheranno in visita

al Palazzo dei Normanni, dove incontreranno il presidente


della commissione
parlamentare regionale antimafia Nello

Musumeci. Inoltre,
ci saranno eventi,
incontri, momenti
di riflessione, spettacolo e sport. Tra
gli eventi la mostra

gare, e lo si ammetta, una spesa per


lAzienda. Questo
provvedimento, in
uno a quello adottato anche a Ragusa, preoccupante
anche per gli utenti. La creazione di
centri di potere non
aiuta a risolvere i
problemi di un settore importante per
i cittadini.
I manager della
sanit devono misurarsi con la loro
effettiva
volont
e capacit di cambiare le cose. Da
noi, ad esempio,
ci misuriamo con
una serie di provvedimenti,
non
ultima la delibera
da 650 milioni di
euro per approvvigionamento
di
materiali e presidi
per loculistica, che
non incidono su un
cambiamento reale
della sanit locale.
Ovvio che oltre a
tutti gli strumenti che la Legge ci
mette a disposizione come Organizzazioni
sindacali
per
contrastare
questi atti, tuteleremo la collettivit
che come Sindacati rappresentiamo, anche in sedi
diverse. I Direttori
General di entrabe
le aziende sanitarie
provinciali, ritirino
le delibere e chiedano scusa ad operatori e utenza.

Metamorfosi dell'artista della fotografia


Nunzio Bruno che ha
come tema l'ambiente: inteso come spazio che ci circonda dice - ambiente come
luogo di incontro fra
persone;
ambiente
come territorio da
sfruttare (civilmente
e legalmente); ambiente come posto
dove scambiarsi le
esperienze. Ambiente
come paese nostro,
di noi tutti, ambiente
che dovrebbe rispecchiare la personalit
di tutti noi.
Lappuntamento sulla legalit cresciuto
negli anni coinvolgendo un numero
sempre crescente di
cittadini.

Cronaca di Siracusa 6

Sicilia 7 dicembre 2014, domenica

La questione
antimafia e
anticorruzione
assume rilievo centrale
nellagenda
politica italiana, ma anche
europea, per
tutelare diritti e libert,
sottrarre le
enormi risorse del circuito
illegale

Qualche

considerazione ai margini
dellAssemblea Nazionale di Avviso
Pubblico
tenutasi
nei giorni scotsi al
Campidoglio, mentre piombava la
notizia clamorosa
ma non inaspettata,
degli arresti e degli
indagati predisposti dalla Procura
di Roma contro la
presenza della mafia nel (e attorno al)
Comune di Roma
durante la sindacatura di Alemanno,
anche lui indagato.
Avviso Pubblico ha
aderito alla petizione al Parlamento
Europeo per lantimafia promossa dal
Centro Pio La Torre,
da Articolo 21 e Libera che ha gi avuto quasi 50.000 firme in Italia. Avviso
Pubblico, associazione di enti locali
che si pone lobiettivo di contrastare la
presenza delle mafie
e della corruzione
nella gestione delle
amministrazioni, ha
annunciato inoltre
di avere istituito un
Osservatorio parlamentare per sollecitare e monitorare
lattivit legislativa
antimafia.
importante rilevare la condivisione
degli obiettivi fondamentali della petizione: il Parlamento
Europeo istituisca
una Commissione
speciale antimafia e
anticorruzione e una
Procura
europea;
armonizzi la legislazione dei paesi
membri per il contrasto alla criminalit organizzata anche
di stampo mafioso
(dallintroduzione
della fattispecie giuridica dellassociazione mafiosa, dalle
misure di prevenzione patrimoniale, alla gestione dei
beni confiscati).
La
questione
antimafia e anticorruzione
assume rilievo centrale
nellagenda politica
italiana, ma anche
europea, per tutelare diritti e libert,
sottrarre le enormi
risorse del circuito

La sede dellUnione
europea.

Avviso pubblico
insiste: lUe istituisca
la Procura europea
illegale per destinarle alla crescita,
per spezzare lo storico intreccio tra
affari, politica, mafia, come dimostra
laffaire di Roma.
Tutto ci deve essere potenziato da un
analogo impegno a
livello europeo. La
responsabilit principale oggi ricade
nel Governo italiano
in quanto presidente
di turno dellUe e
per lesperienza sto-

rica antimafia vissuta nel paese.


LItalia vanta la pi
antica legislazione
antimafia che rappresenta un modello
il quale oggi, dopo
lindebolimento provocato dalle azioni
demolitrici dei governi di centrodestra
berlusconiani, deve
essere rafforzato e
adeguato alle evoluzioni delle mafie.
Pertanto va superato
rapidamente lostru-

zionismo non dichiarato in corso nel


Parlamento italiano
sulle varie proposte di adeguamento
legislativo relative
alla
prescrizione
breve, allautoriciclaggio, al superamento delle criticit
del cosiddetto Codice antimafia gi segnalate sin dal 2011
dal Centro La Torre,
sulla gestione dei
beni confiscati e la
governance dellA-

genzia, sul sostegno


alle vittime di mafia, racket e usura.
Comunque tutto ci
non sar baster,
emersa da qualche
tempo l esigenza
di rivisitare il 416
bis viste le difficolt
interpretative giurisprudenziali emerse
in diversi procedimenti giudiziari soprattutto al centro
nord contro nuove
forme di reati finanziari e associativi

Aggredisce la madre per soldi


23enne arrestato dai militari

Si scaglia contro la madre che gli negava i


soldi per andare a divertirsi. La stessa vittima
dellaggressione, impaurita per la violenta
reazione del congiunto, ha fatto intervenire
i carabinieri che lo hanno arrestato. Il fatto
accaduto nel corso della mattinata di ieri
quando i militari della Stazione Carabinieri di
Avola hanno tratto in arresto in flagranza del
reato di maltrattamenti in famiglia Sebastiano
Rossitto, avolese di 21 anni, disoccupato,
con precedenti di polizia.
Da settembre il giovane, che gi in passato
era stato arrestato per analoghe condotte,
aveva ricominciato ad avere un atteggiamento
violento ed aggressivo nei confronti della
madre, minacciandola ripetutamente, spesso
prendendo a calci e pugni le porte di casa, al
fine di ottenere denaro per potersi divertire.
Ieri lennesima aggressione: prima le minacce, poi i pugni alle porte. Esasperata la madre

Sicilia 7

7 dicembre 2014, domenica

ha chiamato il 112 per chiedere aiuto. Al loro


arrivo i militari hanno trovato il giovane in
stato di agitazione ancora intento ad inveire
contro la madre. Solo tanto spavento per la
donna rimasta illesa. Il giovane, al termine
delle formalit di rito, stato tradotto presso
la casa circondariale Cavadonna di Siracusa
a disposizione dellAutorit Giudiziaria.

per i quali la mafiosit sembrata sfuggente.


La rivisitazione dovr riguardare le
leggi antiusura e
antiracket e la tutela
delle vittime non incoraggiate purtroppo dalle lungaggini
burocratiche e difficolt interpretative.
La stessa recente
modifica del 416 ter
sul voto di scambio
alla sua prima applicazione processuale ha mostrato
subito la sua debole
efficacia attuativa
per qualche emendamento introdotto
last minute che ha
prescritto lobbligatoriet della prova
delluso della violenza mafiosa per
il voto chiesto dal
mafioso per il candidato.
C molto da fare
per il movimento
antimafia, nel rispetto del suo pluralismo
e delle sua diversit
culturali, e soprattutto per la politica.
Il Parlamento vive
le contraddizioni di
una maggioranza e
di unopposizione
non coesa sui temi
di fondo.
Reintrodurre la penalit per il falso
in bilancio concordandolo con coloro
che lhanno depenalizzata unoperazione al limite
dellimpossibile.
Altrettanto difficile
colpire lautoriciclaggio discutendolo con coloro che in
questi anni non hanno visto lorigine
illegale dei capitali,
o peggio lhanno sanata, o addirittura la
vogliono premiare
come nel caso del
godimento personale.
Dunque la soluzione
finale spetta alla politica,. Infatti, la giustizia grazie alla legislazione antimafia
inaugurata
dalla
legge Rognoni-La
Torre, riesce a reprimere gran parte dei
fenomeni criminosi, la politica deve
semplicemente prevenirla staccando la
spina, finalmente,
al circuito politicoaffaristico mafioso.

Cronaca di Siracusa

alla presenza della presidente Palumbo

Gli sbandieratori netini


entrano ufficialmente
nella federazione italiana
LAssociazione

Musici
e Sbandieratori Citt di
Noto, presieduta da Paolo Buccheri, entrata
ufficialmente nella Federazione Italiana Sbandieratori e in Sala degli
Specchi ha ricevuto la
bandiera dalle mani della Presidente nazionale
Antonella Palumbo. La
FISB unAssociazione
culturale senza scopo di
lucro che riunisce pi di
90 gruppi italiani legati
a manifestazioni storiche
quali Palii, Quintane, Certami. Nata ufficialmente a
San Marino nel 1966 con
il nome di Federazione
Italiana Antichi Giuochi
e Sports della Bandiera,
organizza e promuove
tre campionati italiani
per categoria. A Noto era
rappresentata, come det-

to, dalla Presidente Antonella Palumbo, di Cava


dei Tirreni dal suo vice,
Massimo Massetti, e sono
stati accolti dal primo cittadino, Corrado Bonfanti,
dal vice Sindaco Frankie
Terranova, dallAssessore Seastiano Ferlisi, dai
vertici dellAssociazione
Musici e Sbandieratori
Citt di Noto, e da quelli
dellAssociazione Corteo
Barocco, e poi una rappresentanza degli Sbandieratori netini e dei figuranti
del Corteo storico. Sala
degli Specchi gremita per
salutare questimportante
riconoscimento. Siamo
molto contenti e vorremmo ancor pi rinsaldare
questi rapporti magari
ospitando una delle iniziative che la Federazione
Italiana Sbandieratori pro-

muove lungo lo Stivale.


Ha dichiarato in apertura
il Sindaco Bonfanti seguito dalle belle ed importanti parole della Presidente
federale: Ringraziamo
per laccoglienza riservataci. Il nostro obiettivo
sviluppare sempre pi
il senso di appartenenza,
nei nostri iscritti vogliamo
accrescere il legame con
la propria citt , il proprio
territorio. Dopo la parola passata a Corrado
Di Lorenzo, Presidente
dellAssociazione Culturale Corteo Barocco:
La Presidente ci indirizz quando siamo nati e
ci segu nei primi passi.
Da quegli anni partita
una storia, la nostra, che
adesso partecipa a tanti
eventi e che, dopo il successo della prima edizio-

In foto, la cerimonia al palazzo Ducezio.

ne, organizzer anche nel


2015 il Gran Palio dei Tre
Valli. Oggi un giorno
importante per lingresso
in Federazione, un riconoscimento che ci da nuova
forza per essere al servizio
della citt per promuovere
e qualificare la proposta
turistica. Dopo i saluti
del Vice Presidente della
FISB Massimo Massetti,
puntuale lintervento del
Vice Sindaco. Frankie
Terranova, Assessore al
Turismo e Spettacolo:
Desidero
riconoscere
pubblicamente la grande
funzione di promozione
che i nostri sbandieratori
operano in lungo ed in largo, creando grande entusiasmo e facendo da testimonial a tutta la ricchezza
della nostra comunit. Ma
io ho soprattutto desiderio

di evidenziare come in tutte le attivit che proponiamo ci sia un filo conduttore che quello di creare
coesione sociale e crescita
nei nostri giovani. Sulla
base di principi e valori
sani. In questa sede vorrei anche ricordare che la
sfilata del Corteo Barocco
nel 2015 sar nel contesto
dellInfiorata che omagger la Catalogna, e che nel
2016 Noto sar la capitale
mondiale delle arti effimere, con la partecipazione di 50 paesi. E questo
turbinio di eventi hanno
una fonte, unorigine, e
cio limpegno costante,
di crescita in qualit di
ogni singolo componente,
associazione, gruppo. Alla
fine consegna della bandiera e scambio di doni.
E.V.

cronaca. operazione degli agenti di polizia

Tre presunti scafisti in manette


per lo sbarco di domenica scorsa

Con

riferimento allo sbarco avvenuto nella mattinata di domenica scorsa al


porto commerciale di Augusta, gli agenti della Polizia di Frontiera Marittima
,unitamente al personale del Gruppo Interforze di Contrasto dellImmigrazione
Clandestina (G.I.C.I.C.) ed al altre forze
di Polizia hanno sottoposto a fermo dindiziato di delitto, per favoreggiamento
dellimmigrazione clandestina, tre cit-

tadini stranieri originari del Mali della


Guinea e del Senegal ritenuti responsabili
di essere i conduttori delle due imbarcazioni soccorse nel canale di Sicilia dalla
Marina Militare.
I tre indagati compariranno nelle preossime ore al cospetto del Gip del tribunale di
Sioracusa per essere sottoposti a udienza
di convalida e al relativo interrogatorio di
garanzia.

Incendiati un autocarro
e una vettura a Siracusa
Due

Squadra dei vigili del fuoco.

incendi si sono verificati la notte


scorsa nel capoluogo e in entrambe le
circostanze ad andare a fuoco sono stati
un autocarro e unautomobile.
Il primo allarme scattato poco prima della
mezzanotte quando una parttuglia degli
agenti delle Volanti sono intervenuti in via
Bufardeci per lincendio di unautovettura
Peugeot 307.
Il veicolo era danneggiato nella parte
anteriore. Per spegnere le fiamme sono
dovute intervenire le squadre dei Vigili

del Fuoco che non escludono la matrice


dolosa dellevento. Indagini in corso ad
opera dei poliziottiLaltra emergenza scatatta, invece poco
dopo le ore due della scorsa notte. Gli agenti
delle Volanti sono intervenuti in traversa
La Pizzuta per lincendio del cassone di un
autocarro Fiat Iveco. Intervenuti i Vigili del
Fuoco che non escludono la matrice dolosa.
Anche in questa circostanza sono state
avviate le ndagini per venire a capo della
situazione.

ATTUALITA' 8

Il
successo
dei suoi libri e
l'affascinante
nonch educativo
tema
"Abitare
la
meravigliaCostruire
la
pienezza"
ha
prodotto
nuovi
riconoscimenti
al sociologo
Gianfranco
Damico, ospite dell'Universit della terza
et di Priolo
Gargallo.
L'argomento
ha aperto agli
ascoltatori,
come hanno
evidenziato le
tante domande
rivolte all'oratore, nuovi
e infiniti orizzonti prodotti
dalla
conoscenza della
meravigliosa
complessit e
composizione del nostro
essere e del
modo di gestire le proprie
emozioni per
essere felici.
Gianfranco
Damico
ha
fatto rilevare
l'importanza di rivedere gli schemi
improntati
all'educazione
ricevuta
per
trovare
reazioni positive specie
nei momenti
difficili ai fini
di una convivenza serena
tra le persone
in famiglia e
fuori. Occorre
non guardare ma vedere
l'altro, ascoltarlo, aiutarsi

9 dicembre 2014, marted

Sicilia 9 DICEMBRE 2014, MARTED

Gianfranco Damico ha fatto rilevare


l'importanza di
rivedere gli schemi
improntati all'educazione ricevuta
per trovare reazioni positive specie
nei momenti difficili ai fini di una
convivenza serena
tra le persone in
famiglia e fuori

In foto, uno scorcio di


Priolo Gargallo

Il sociologo
Gianfranco Damico
ospite dellUni3
di Priolo Gargallo

a vicenda per
vivere al meglio la nostra
esistenza.
L'uni e gli altri siamo connessi, abbiamo le stesse
esigenze e le
stesse
aspirazioni. Certi

di ci non si
pu che essere creatori
di empatia, di
armonia.
Occorre dunque, ha concluso il sociologo, liberarsi
dai lacci dei
preconcetti e

dei pregiudizi, delle ipocrisie per dare


sapore e senso
alla vita.
Questa stata anche la risposta che l'oratore ha dato
alla
Presidente dell'U-

ni3 di Priolo
Gargallo, Maria Luisa Vanacore,
che
aveva chiesto
di
indicare
un
percorso verso un
nuovo equilibrio interiore, verso un

nuovo destino per abitare


la meraviglia
e costruire la
pienezza.
E
da questa sintesi
espositiva Giovanna
Marino,
Presidente di
Pianeta Donna, ha tratto
le sue osservazioni sulla
realt scientifica e spirituale che l'uomo
nell' unit
tra
mentecuore-corpo
per agire nella dimensione
terrestre bene
e con gioia.
In
tempi,
come
quelli attuali, di
mancanza di
valori abbiamo bisogno
di una umanit capace di
esprimere
e
di espandere
amore, bellezza, giustizia
e collaborare
cos col Creatore a custodire e curare il
nostro habitat.
G.P.M.

Sicilia 9

La violenza
sulle donne,
la conflittualit
dei rapporti
di coppia,
la crisi
di identit
dei sessi
Un momento dell'incontro di sabato
scorso.

Lamore possibile per una cultura


delle differenze di genere
Cosa

manca alla
nostra cultura per
superare in armonia
le differenze di genere?
Se ne discusso sabato scorso presso
lAuditorium del Liceo Classico, Istituto Superiore Corbino, in Via L. Monti
alla Conferenza-Dibattito dal titolo:
Lamore possibile
- Per una cultura
delle differenze di
genere (in allegato
la locandina).
La violenza sulle

Cosa manca alla nostra cultura per superare


in armonia le differenze di genere?

donne, la conflittualit dei rapporti


di coppia, la crisi
di identit dei sessi, generano crimini
che guadagnano tristemente gli onori
della cronaca con
crescente drammatica frequenza. Il tema
stato affrontato da
diversi punti di vista:
- lo stato dellarte
della legislazione in
ambito Europeo, Na-

zionale e Regionale,
- laspetto antropologico e psicologico
- lesperienza diretta di chi fornisce
assistenza volontaria alle vittime della
violenza di genere.
Relatori: on. avv.
Sofia Amodio, on..
prof.
Vincenzo
Vinciullo, dott. Michele Lo Magro,
dott.ssa
Adalgisa Cuc (dirigente

Progetto accoglienza Codice Rosa


Ospedale Umberto I;
moderatore:
Avv.
Elisabetta Guidi
Hanno parteciperato al convegno e al
dibattito anche studenti degli istituti
superiori, allo scopo
di formare le nuove
generazioni ad una
coscienza del rispetto dellaltro e della
non violenza.

destinati ai ragazzi della scuola media inferiore

In consegna
i buoni libro
per gli studenti

Sono gi in fase di consegna i buoni libro per l'anno in corso destinati ai ragazzi della scuola media
inferiore.
In anticipo rispetto al passato (lo scorso anno non
furono assegnati per mancanza di fondi), la macchina dell'assessorato alle
Politiche educative, retto
Valeria Troia, si messa
in moto appena approvato il bilancio di previsione
2014 ed cos cominciata

la distribuzione dei buoni agli istituti delle citt. I


dirigenti sono stati invitati
a ritirarli e le famiglie dovranno rivolgersi alle scuole per godere del beneficio.
Per l'anno scolastico in corso, sono 3.648 le richieste
presentate. Le somme sono
di due importi: 61,97 euro
per gli alunni di prima media; 41,32 per le seconde e
le terze. Il costo complessivo per l'Amministrazione
di circa 200 mila euro.

Il primo bilancio interamente approntato dalla


giunta Garozzo commenta
l'assessore Troia ha consentito di reperire i fondi
sufficienti per venire subito
incontro alle famiglie meno
abbienti con figli a scuola.
Un segnale concreto per garantire il diritto allo studio
e che dimostra l'attenzione
di questa Amministrazione
verso l'istruzione e la formazione rivolta a giovani e
giovanissimi.

Appelli in favore
delle vittime
di violazioni
dei diritti umani
Sabato e domenica
scorsi le attiviste e
gli attivisti di Amnesty International
sono stati impegnati
in tutta Italia nelle
Giornate Amnesty
per continuare a chiedere libert per i prigionieri di opinione,
processi equi e rapidi
per tutti i prigionieri
politici, abolizione
della pena di morte, fine della tortura,
delle sparizioni, della
violenza sulle donne, rispetto dei diritti
umani di migranti e
rifugiati, diritti delle
persone Lgbti e diritti economici e sociali
fondamentali
Le Giornate Amnesty 2014 si sono
svolte a Siracusa nello spazio antistante la
Chiesa di Bosco Minniti con il seguente
orario.
Il Gruppo Italia 85
di Amnesty International ha invitato la
cittadinanza a firmare
i nuovi appelli in favore delle vittime di
violazioni dei diritti
umani anche on line,
collegandosi al sito
www.amnesty.it

societ

Giocattoli a Natale
per i bimbi meno
abbienti,
avviata raccolta
U

n giocattolo
per rendere pi
bello il Natale
dei bambini indigenti della citt. E partita liniziativa Dona
un sorriso con un
gioco, una raccolta di giocattoli, usati o nuovi, da donare ai
bimbi che appartengono a famiglie in difficolt
economiche. La
cooperativa sociale Palmares e
lasilo nido La
bacchetta magica hanno deciso di fare qualcosa che possa
regalare ai piccoli un sorriso
in pi. Chiunque
avesse voglia di
donare un giocattolo, usato ma
in buono stato,
oppure nuovo,
pu consegnarlo nei locali di
via Alessandro
Specchi ma anche chiederne il
ritiro a domicilio. I volontari
che lavorano a
questa iniziativa
possono
essere contattati al
328/0128608.
Mercoled, inoltre, sar allestito un banchetto
allinizio della
fiera settimanale. Agli operatori si potranno
consegnare
i
giochi da donare. La cerimonia di consegna,
invece, fissata
per il 23 dicembre, alle 17, alla
chiesa dei Cappuccini. I destinatari dei regali
raccolti
sono
stati individuati attraverso le
parrocchie e gli
uffici delle Politiche sociali del
capoluogo. La
raccolta
andr
avanti fino al 20
dicembre.

societ 10

Sicilia 9 dicembre 2014, marted

9 dicembre 2014, marted

Quel tormentone
del viadotto Targia

presso NotArt Galleria Fede e ricerca storica. Arte e bellezza

Artisti in omaggio a Santa Lucia


in occasione dello storico ritorno

l coordinatore cittadino vicario di


Forza Italia, Francesco
Candelari,
interviene sulla vicenda del viadotto della Targia e
chiede all'amministrazione comunale
di fornire risposte
certe sulla data d'inizio lavori della
seconda bretella in
uscita, che sanciranno finalmente la
chiusura definitiva
del ponte. Infatti in
questi ultimi giorni molti siracusani,
preoccupati per i
loro familiari che
quotidianamente
percorrono
quel
tratto di strada per
recarsi al lavoro,
mi hanno spesso telefonato o persino
fermato per strada
chiedendomi informazioni: io non ho
potuto che immedesimarmi nelle ansie
e paure di chi vede

andare via ogni mattina un proprio caro


con
l'angosciante
pensiero che possa
accadergli qualcosa di grave. A onor
del vero devo anche
ammettere e constatare che l'amministrazione sta portando avanti questo
progetto tra mille
difficolt economiche, poich i fondi
promessi dalla Re-

gione, per qualche


misterioso motivo,
tardano ad arrivare;
tutto ci che si potr
realizzare, avverr
solo con le limitate
risorse delle casse
comunali. Anche se,
onestamente, mi sarei aspettato molto
di pi da una Giunta Comunale che si
vanta d'essere perfettamente allineata
e coperta a quella

del Presidente Crocetta. Tuttavia il


ruolo che rivesto
m'impone l'obbligo
morale di chiedere a
gran voce, al Primo
Cittadino, di moltiplicare i gi evidenti e apprezzabili
sforzi nel tentativo
di sollecitare ancor
pi gli inerti vertici della Protezione
Civile Regionale,
affinch
vengano
finalmente sbloccati
gli stanziamenti dovuti. Al sottoscritto appare evidente
che di fronte a una
situazione di tale
gravit non dovrebbero esistere colori
politici e si debba,
piuttosto, agire tutti
sinergicamente con
il preciso intento di
scongiurare ci che
potrebbe
trasformarsi per Siracusa
in una drammatica
tragedia senza precedenti.

societ

culto

Conclusi ieri
pomeriggio
in Ortigia
i festeggiamenti
Quattordici artisti onorano con una mostra
Raccogliere, assorbire ed esprimere emozioni dellImmacolata 2014

Francesco
Candelari
coordinatore cittadino
vicario di
Forza Italia,
interviene
sullannosa
vicenda
In foto: il viadotto,
sotto dr. Candelari

Sicilia 11

Viaggio nella natura incontaminata.

Gara mountain bike


Al via il raduno di Natale 2014

Si

svolger domenica prossima il


ventiquattresimo raduno di Natale in
mountain bike 2014. Partenza a Buscemi presso lagriturismo Bosco Rotondo.
Nel 1990 agli albori della mountain bike
abbiamo creato la formula del Raduno
di Natale, da allora ininterrottamente
lo storico appuntamento natalizio con
la mtb in Sicilia. Il Mountain bike club
Siracusa ed Etna Free Bike, domenica
14 dicembre 2014, organizzano la 24
edizione del raduno di Natale. Presso il territorio dei comuni di Buscemi
e Palazzolo Acreide (SR) alla scoperta del paesaggio agrimontano ibleo,
allinsegna della tradizione immersi in
un incantevole angolo di natura e storia
rurale siciliana, lungo vallate dimenticate e fiumi in uno scenario da presepe. Questanno si pensato di aiutare
chi ha pi bisogno, con una raccolta di
generi alimentari curata dal Banco Alimentare. Occorre portare insieme alla
bici, alimenti di prima necessit e non
deperibili. La lunghezza del percorso
di 27 km circa, durata prevista: 3,5 h
Livello difficolt: medio-impegnativo.
Sono previsti brevi attraversamenti in
guado Ritrovo partecipanti ed iscrizioni: h 8,45 presso Agriturismo Bosco
Rotondo 3453210362 388369393
3208796526.
Coordinate: Latitudine 37 4'52.40"N
Longitudine 1455'30.96"E. Partenza
raduno: h 10. Pranzo: h 13,30 - 14,00
Pasta party, vino, acqua e cannoli. (Comunicare se vegetariani o altro). Sorteggio: assortimento premi ed articoli
per bikers e non. Costo partecipazione:
dieci euro prenotando on line 12,00
euro il giorno del raduno. Iscrizioni on
line: www.mountainbikeclubsiracusa.
it. Contatti mountain bike club siracusa: Massimo 3384290360 - Daniele
3939270698 Paul 3488092201. Etna
free bike: info@etnafreebike.com

uattordici artisti rendono omaggio a Santa


Lucia in occasione
dello storico ritorno a
Siracusa (14 - 22 dicembre 2014) del corpo
della Vergine e Martire
Siracusana. questo il
momento - dal quale
poi nasce liniziativa in cui si rinnovano con
intensit lamore e il
desiderio di partecipazione che ci coinvolge
tutti, uniti negli intenti,
nei sentimenti, nella
volont/necessit di
riflessione. La mostra
intende raccogliere,
assorbire ed esprimere
emozioni, idee, impressioni, anche attraverso la meditazione sul
sentimento religioso
popolare, sulla identit
culturale, sul sentimento di appartenenza. Lucia e Siracusa,
binomio indissolubile.
Fede e ricerca storica.
Arte e bellezza. Cultura
popolare, tradizione e
modernit. Larrivo del
corpo di Santa Lucia,
figura simbolica e altamente significativa,

Sopra, una precedente manifestazione.

evidenzia tutto questo,


tornando ad infiammare
gli animi e a scuotere
le coscienze. Laffrontare un tema complesso come quello della
forte tensione definita
dalla devozione e dal
profondo sentire pu
aprire orizzonti inediti
sul comune intreccio di
mentalit, aspettative

e speranze. Il corpo
assente che ripensa
dunque, in chiave culturale e artistica, ad
una pagina di storia e
di fede rimasta immutata nel tempo, non pu
che rappresentare un
importante momento
di riflessione sullarte e
sulla contemporaneit.
Ecco gli artisti: France-

sco Bertrand - Salvatore


Canigiula - Angelo
Cortese - Giuseppe
Forzisi - Francesco
Fugali - Francesco Lauretta - Sesto Mammana
- Paolo Morando - Giuseppe Pravato - Luciano
Puzzo - Giovanni Robustelli - Alfredo Romano - Filippo Sgarlata
- Annibale Vanetti

corsi gratuiti e numerose iniziative in programma per il mese di Dicembre

Nuove cariche al rifugio


darte di Priolo Gargallo
Il RIFUGIO DARTE di Priolo Gargallo,
realt oramai consolidata nel panorama
artistico siciliano, conosciuto per le sue
numerose iniziative artistiche fantasiose
ed innovative si rinnovato!
Nel ringraziare Ciccio Buggea, Maimonte
Rita, Corrado Galeota e Marisa Leanza
per il loro prezioso contributo nell anno
che volge al termine, diamo il benvenuto
alla Neo-presidente del Rifugio d' Arte di
Priolo Marisa Leanza, al vice-presidente
Zisa Raffaele, al segretario Andrea Nan
ed al tesoriere Antonella Gentile.
Oltre i corsi gratuiti e le numerose iniziative
in programma per il mese di Dicembre, il
Rifugio d arte sta programmando le attivit per l anno entrante in ambito artistico,
culturale, sociale grazie all energia e dina-

mismo che ci contraddistingue ed ad alcune


prestigiose collaborazioni.
Vi aspettiamo nei locali del Rifugio d Arte,
in via dell Angelo custode 77.

opo una serie di


eventi iniziati dallo
scorso 30 novembre
e conclusasi domenica sera presso la
Chiesa di San Filippo
Apostolo la quale
stata protagonista della
Novena nonch di appuntamenti giornalieri
di fede per la festa
dellImmacolata, questa mattina iniziato
con il Santo Rosario
e la Santa Messa per
arrivare ad oggi nel
quale la giornata inizier con laccoglienza
delle Sacre Reliquie
di Santa Lucia con la
presenza della Deputazione, proseguir
con la Santa Messa
presieduta da mons.
Salvatore Pappalardo
Arcivescovo Metropolita di Siracusa. Ieri
pomeriggio alle 16 si
svolto come consuetudine lappuntamento
con la consacrazione
dei bambini al cuore
immacolato di Maria che ha anticipato
il momento solenne
dellinizio della processione della Vergine
dalla Chiesa di San
Filippo Apostolo per
le vie: Piazza San Filippo, Piazza Corpaci
(sosta e preghiera davanti alla Parrocchia
dellImmacolata), via
Gargallo, Mergulenzi,
via dei Santi Coronati,
via delle Maestranze, Via Roma, Piazza Minerva, Piazza
Duomo,via Landolina,
via del Colleggio, via
Ruggiero VII, Porta
Marina, via Savoia,
largo XXV Luglio,
corso Matteotti, piazza
Archimede, via delle
Maestranze, via della
Giudecca, piazza San
Filippo e rientro del simulacro in chiesa. Qui
i cappelli azzurri si
uniranno ai cittadini al
grido di Viva Maria
per il saluto alla Madre
Vergine.

SPECIALE 12

Sicilia 9 dicembre 2014, MARTED

9 dicembre 2014, MARTED

RUBRICA SETTIMANALE A CURA DELLA CONFESERCENTI

Convention
Confesercenti 2014

Pronti a crescere nel segno


della continuit e del rinnovamento

Si conclusa a Roma il 4
dicembre la Convention
Nazionale Confesercenti 2014, levento che
costituisce il principale
momento e comunicazione interno della
Confederazione. Ecco
di seguito lintervento
del Presidente Nazionale della Confesercenti
Marco Venturi che ha
concluso i lavori.
Questi ultimi, sono
stati anni difficili, di
andamento negativo
delleconomia e delloccupazione- ha affermato il Presidente della
Confesercenti, Marco
Venturi, durante la sua
relazione conclusiva dei
lavori della Convention
Confesercenti 2014.
La recessione che ci ha
accompagnato finora,
pone una pesante ipoteca
anche sul 2015. Anno in
cui previsto un piccolo
rimbalzo positivo, che
lIstat colloca intorno
allo 0,5%. E evidente che mezzo punto
del tutto insufficiente
a dare vita ad una vera
e propria ripresa. Nel
2013 e nellanno in
corso gli scenari sono
profondamente cambiati
anche sul piano politico,
istituzionale e sociale. Il
governo Renzi il frutto
di questo cambiamento,
non viceversa. Questo
vale anche per noi, per
le parti sociali. Per questo dobbiamo reagire e
ripartire, aprendoci al
futuro. Dobbiamo farlo
con convinzione e determinazione, puntando
alleccellenza, sia sul
fronte della rappresentanza sia su quello dei
servizi.
Due anime vitali, due
aspetti che devono convivere ed integrarsi,
perch tutte e due sono
indispensabili per la
crescita e per il successo
della nostra Confederazione. Sul territorio
dobbiamo agire e pre-

mere sul nervo scoperto


dei nostri imprenditori.
Ci sono numerosi temi
sensibili che richiedono
una nostra azione a tutto
campo, al centro e nel
territorio, con lobiettivo di portare a casa risultati importanti ed
utili alle nostre imprese.
Risultati sulle scelte
economiche e sociali ed
opportunit sul fronte
dei servizi, non solo
quelli per adempimento.
Penso al credito, allinnovazione, al lavoro
tutto finalizzato alla tutela e al rilancio delle
nostre imprese. Cos
come dobbiamo essere
rapidi ed incisivi anche
rispetto alla necessit di
affrontare situazioni pi
immediate ed urgenti
come la questione dei
danni dovuti al maltempo, alleccessivo sfruttamento del territorio,
alla legalit sempre pi
calpestata e che vede le
nostre imprese tra le
vittime destinate. Temi
che devono vederci impegnati in prima linea,
per restituire sicurezza
e dignit allItalia, alle
imprese e ai cittadini. A
questo proposito voglio
esprimere tutta la nostra
solidariet alle famiglie
ed ai nostri imprenditori di Genova, di Parma,
di Varese, di Milano e di
tutti gli altri luoghi colpiti da gravi eventi naturali che hanno provocato enormi danni. Bisogna chiarire e capire
se possiamo prevenire
ed incidere su questi
fenomeni. Sul destino
cinico e baro non
possiamo fare nulla, ma
possiamo sicuramente
incidere sulla salute
dellambiente e sulla
qualit delle infrastrutture e delle costruzioni.
Dobbiamo farlo per la
qualit della nostra vita,
ma anche per le ripercussioni sulle nostre
imprese. Pensate al for-

te legame tra turismo e


ambiente, o a quello tra
commercio, servizi, artigianato con nostri
centri urbani. Sono negozi, strutture turistiche,
pubblici esercizi che,
con le botteghe artigiane
e con le imprese dei
servizi, assicurano funzionalit urbana e qualit vita. Un equilibrio
possibile, ma a condizione di riconoscere
ruolo e centralit delle
PMI e di lasciare da
parte strumentalit e
grandi interessi. Dobbiamo lavorare tutti insieme per rilanciare la
nostra economia e con
essa il benessere e loccupazione. le previsioni
economiche non dipingono uno scenario entusiasmante per il nostro
Paese. Dopo 7 anni di
crisi non riusciamo a
invertire la rotta. Rispetto al 2007 abbiamo
perso l8,5% di Pil e il
7,6% dei consumi. Non
a caso continua lemergenza occupazione: 3
milioni di disoccupati, a
cui si aggiungono altri 3
milioni di scoraggiati
che hanno rinunciato a
cercare un impiego. Il
mercato del lavoro in
difficolt, non solo al
Sud. Pesa anche leffetto genere: loccupazione
femminile troppo bassa, ma anche i giovani
sono in difficolt. Dobbiamo colmare quel gap
di produttivit con gli
altri Paesi, che si ampliato negli ultimi 20
anni. Cos come pesa
una P.A. inadeguata che
ancora non sfrutta con
profitto le nuove tecnologie. Un limite che si
somma alla straripante
fiscalit territoriale e
nazionale, che ha ormai
raggiunto livelli di insostenibilit, tanto che
diventata la causa prima
dellenorme quantit di
chiusure di PMI. Anche
sullaccesso al credito

dobbiamo aprire unulteriore riflessione, perch la carenza dei finanziamenti a imprese e


famiglie frenano gli investimenti ed i consumi.
Per questo necessario
contrastare il credit
crunch potenziando i
Confidi e valorizzando
il ruolo delle Associazioni delle imprese.
Sulleconomia pesano
anche le sacche di corruzione, di criminalit
diffusa ed organizzata,
ormai presente sullintero territorio nazionale.
Tra questi fenomeni si
diffuso labusivismo
commerciale, spesso
creato e alimentato da
organizzazioni criminali. Dobbiamo reagire con
determinazione e convinzione, tutti: lo Stato,
la politica, le imprese, i
lavoratori, le famiglie,
tutti dobbiamo stare
sulla stessa barca,
sulla barca della legalit.
E evidente che a fianco
agli interventi immediati necessari per dare una
rapida spinta alla crescita, si pone la necessit
di agire favorendo investimenti di prospettiva.
Unimportante opportunit rappresentata dal
turismo, che pu diventare un forte volano per
la nostra economia. Ad
oggi, comunque, il quadro resta incerto: mettere insieme risanamento
finanziario, crescita economica, ripresa del lavoro, tenuta delle imprese, non facile, n
scontato, cos come le
riforme strutturali non
sono semplici n rapide
da realizzare. Lincertezza spinge le famiglie
ad aumentare il risparmio e a tagliare i consumi, con inevitabili conseguenze sul nostro futuro. Il prossimo anno
attesa uninversione di
tendenza, ma troppo
lenta e che ancora non
ci consente di parlare di

vera ripresa. Il deficit di


domanda ci spinge verso
il rischio deflazione e
lavvitamento della nostra economia. Lexport
importante, ma la vera
partita ce la giochiamo
sul mercato interno e sul
turismo. Prima di tutto
dobbiamo rimuovere i
tanti, troppi, ostacoli che
zavorrano le nostre imprese, le PMI, che che
piaccia o no sono il
motore dellItalia. Tra le
problematiche, che frenano lo sviluppo e le
imprese, pesano leccesso di burocrazia, il credito asfittico, la carenza
di infrastrutture, le mafie
e pi in generale il mancato rispetto della legalit che si sommano
allinsostenibile pressione fiscale reale, che
ha ormai toccato il 55%.
Tutti abbiamo sperato
nel federalismo, nella
sua vicinanza ai cittadini ed alle imprese, ma
anche questo atteso
cambiamento, si caratterizzato per laumento
delle tasse e delle tariffe
locali, senza tagli compensativi a livello nazionale. Il risultato stato
quello di far pagare a
famiglie e imprese 20
miliardi in pi negli ultimi 3 anni. La politica
fiscale non ha pi margini, anzi, richiede coraggiosi passi indietro.
Fa bene il governo a
insistere sullallentamento dei vincoli Ue:
solo con un progetto
organico e significativo
si pu ricreare fiducia e
rilanciare leconomia.
Un progetto che coinvolga tutti gli attori sociali ed economici, che
non sia tarato sulle
grandi imprese, ma su
tutte le imprese. Per
questo diamo un giudizio articolato sulla Legge di Stabilit. Alcuni
interventi, come commentato anche da RETE,
sono positivi. Bene le-

sclusione del costo del


lavoro dalla base imponibile IRAP per le imprese fino a 50 dipendenti. Bene la decontribuzione totale per i neoassunti per 3 anni. Bene la
proroga delle agevolazioni per il recupero
edilizio e per lefficienza
energetica. Non ci piace
invece lesclusione di
fatto dai benefici per due
milioni e mezzo di micro
imprese, quelle senza
dipendenti. Anche per le
piccole imprese non c
molto: secondo i nostri
calcoli quelle da 1 a 9
dipendenti risparmierebbero circa 1,6 miliardi, nemmeno un quarto
del taglio complessivo.
Al Governo, inoltre,
diciamo, con estrema
franchezza, che non ci
piace il ritorno della
retroattivit delle norme
fiscali. Vogliamo denunciare un caso molto
concreto: con la retroattivit sullIrap, questanno, circa 2 milioni e
mezzo di imprese senza
costo del lavoro dipendente saranno costrette
a pagare 400 milioni di
euro. Un aggravio di 160
euro in media ad impresa. E nel 2015 continueranno ad essere penalizzate. Insomma, con lIrap si stanno creando
figli e figliastri. Per
questo chiediamo al
Governo di intervenire
per riparare ad unincomprensibile ingiustizia, innalzando la franchigia Irap per le imprese senza dipendenti. Il
prossimo anno, ormai
alle porte, ci aspettano
dure battaglie perch i
problemi non sono finiti. La bassa crescita, la
disoccupazione e la
chiusura di tante imprese, i conti pubblici che
non tornano, la criminalit e la corruzione, i
conflitti sociali, a cui si
sommano quelli politici richiedono un impegno sempre maggiore
della nostra Confederazione. Le associazioni
devono sapersi adeguare
al cambiamento, allinnovazione, ai nuovi bisogni delle imprese.
Innovazioni tecnologiche, internet, internazionalizzazione Non
possono non vederci in
prima linea per dare risposte adeguate anche a
questa parte sempre pi
importante di imprese.
E facendo questo non

possiamo non pensare


ad un significativo rinnovamento di noi stessi.
il momento non dei
migliori: leconomia
fatica a tornare a crescere, le istituzioni stentano
anche a causa di una
frantumazione politica
ed istituzionale favorita
da un ingiustificato proliferare di partiti e partitini che, oggi, non
hanno pi senso. Ora
dobbiamo ricompattare
il paese su alcuni grandi
obiettivi, su temi come
crescita ed occupazione,
sul rilancio dellimmagine dellItalia, sul successo dellExpo. Il Presidente dellUnione
Europea, Junker, dichiara di credere nelle riforme promosse dallItalia.
Anche noi vogliamo
crederci, ma consentiteci di mantenere un sano
scetticismo che ci spinge
ad incalzarli affinch le
riforme si facciano davvero e bene. Qualcuno
dice che ogni crisi contenga in s unopportunit. Non ne sono del
tutto convinto: anzi, la
crisi economica e politica stiamo vivendo ha
impoverito il nostro
Paese in tutti i sensi. E
vero, per, che ci ha
indicato con certezza la
necessit di superare le
nostre mancanze e i
nostri difetti strutturali.
Sta a noi risolverli, sta a
noi cambiare. Quante
volte sono state annunciate cambiamenti rivoluzionari che poi, al
dunque, hanno lasciato
tutto comera? Tutto
cambi perch nulla cambi: ma noi non possiamo pi concederci il
lusso di sprecare opportunit, non possiamo pi
permetterci di essere il
Paese del Gattopardo.
Dobbiamo cambiare
davvero, anche se i mutamenti fanno paura e
creano incertezza. Ma
sono necessari. Robert
Kennedy diceva che il
cambiamento, pur con
tutti i rischi che comporta, la legge dellesistenza. Soprattutto,
lunico modo che abbiamo tutti noi, Paese,
associazioni, individui
per superare, finalmente, le difficolt e tornare
a crescere.
Jobs Act, la riforma
legge. Entro giugno i
decreti
Il Senato approva la

fiducia sul Jobs Act.Il s


a palazzo Madama con
166 voti favorevoli, 112
contrari e un astenuto
chiude liter parlamentare del ddl delega,
che diventa cos definitivo. concludendo liter
parlamentare del ddl
delega che diventa cos
definitivo. Il governo
avr tempo fino a giugno
(6 mesi)per tradurre il
suo contenuto in 5 decreti: ammortizzatori sociali;servizi per il lavoro;
semplificazione delle
procedure e degliadempimenti; riordino delle
forme contrattuali; tutela e conciliazionedelle
esigenze di cura, di vita
e di lavoro. LItalia
cambia davvero.Questa
la volta buona. E noi
andiamo avanti, commenta in un tweet ilpremier Matteo Renzi. Il
nostro impegno sar ora
quello di procederespeditamente alla stesura
dei decreti di attuazione
della delega,nella quale
terremo conto delle
considerazioni emerse
dal lavoroparlamentare, a partire da quelli
relativi allintroduzione
delcontratto a tempo indeterminato a tutele crescenti che vogliamorendere operativo da gennaio, assicura il ministro
del LavoroGiuliano
Poletti. Tra le novit
introdotte, le modifiche
sullarticolo 18dello
statuto dei lavoratori.
La versione definitiva
contenuta nelladelega
prevede che nel caso
di licenziamento per
motivi economici,sar
previsto un indennizzo
economico certo e crescente conlanzianit
di servizio. Mentre il
diritto alla reintegrazionesar previsto nei
casi di licenziamenti
nulli, discriminatori e
per specifiche fattispecie di licenziamento
disciplinare ingiustificato,che saranno fissate
con i decreti delegati.
La prima delega, in
materia di ammortizzatori sociali,si legge nel
dossier della Camera
che illustra il provvedimento, finalizzata a
razionalizzare le forme
di tutela esistenti,differenziando limpiego
degli strumenti di intervento in costanza
dirapporto di lavoro
(Cassa integrazione) da
quelli previsti in caso

didisoccupazione involontaria (Aspi). Lo


scopo quello diassicurare un sistema di
garanzia universale per
tutti i lavoratori,con
tutele uniformi e legate
alla storia contributiva
dei lavoratori,nonch
di razionalizzare la normativa in materia dintegrazionesalariale.
La seconda delega, in
materia di servizi per il
lavoro e di politicheattive, ha lo scopo di
riordinare la normativa
in materia di serviziper
il lavoro. Lobiettivo,
secondo quanto si legge
nel dossier, quello di
garantire la fruizione
dei servizi essenziali
in materiadi politiche
attive del lavoro su tutto
il territorio nazionale,razionalizzando gli
incentivi allassunzione
e allautoimpiego eistituendo una cornice giuridica nazionale che faccia
da riferimentoanche per
le normative regionali e
provinciali. La delega
prevedelistituzione
dellAgenzia nazionale
per loccupazione e
ilrafforzamento dei
servizi per limpiego,
valorizzando le sinergie
tra servizi pubblici e
privati. Si prevedono,
inoltre, la valorizzazionedelle funzioni di monitoraggio e valutazione
delle politiche attiveper
il lavoro. La terza delega
riguarda la semplificazione delle procedure
e degliadempimenti,
e punta a conseguire
obiettivi di semplificazione erazionalizzazione delle procedure di
costituzione e gestione
deirapporti di lavoro,
al fine di ridurre gli
adempimenti a carico
dicittadini e imprese.
In particolare, si vuole
diminuire il numero
diatti amministrativi
inerenti il rapporto di
lavoro, attraversospecifiche modalit. La quarta
delega punta a riordinare
le formecontrattuali e
lattivit ispettiva, per
rafforzare le opportunitdingresso nel mondo
del lavoro. Le modifiche
dovranno renderemaggiormente coerenti i
contratti con le attuali
esigenze delcontesto
occupazionale e produttivo, nonch a rendere
pi efficiente lattivit
ispettiva. In particolare,
si prevede la redazione

di untesto organico di
disciplina delle varie
tipologie contrattuali.
Eprevisto un nuovo
contratto a tempo indeterminato a tutele
crescenti;inoltre sar
introdotto in via sperimentale il compenso
orario minimo. Infine
la delega in materia di
tutela e conciliazione
delle esigenzedi cura,
di vita e di lavoro ha
lo scopo di garantire
un adeguatosostegno
alla genitorialit e favorire le opportunit di
conciliazionedei tempi
di vita e di lavoro per la
generalit dei lavoratori. Atal fine si prevede:
lestensione del diritto
alla prestazione dimaternit alle lavoratrici
madri parasubordinate; lintroduzione diun
credito dimposta per le
donne lavoratrici, anche
autonome, cheabbiano
figli minori o disabili
non autosufficienti (al di
sotto diuna determinata
soglia di reddito individuale complessivo). La
delega si dovr inoltre
occupare di: armonizzazione del regimedelle
detrazioni (dallimposta
sui redditi) per il coniuge
a carico;promozione
del telelavoro; incentivazione di accordi collettivi voltia facilitare
la flessibilit dellorario
di lavoro e limpiego
dipremi di produttivit.
E prevista anche la possibilit di cessione dei
giorni di ferie tra lavoratori per attivit di cura
di figliminori.
Crisi: nel 2013 in calo
del 3,7% il numero di
imprese con dipendenti
Nel 2013 la stima del
numero delleimprese
attive con dipendenti
di 1.583.375 unit,
questeoccupano poco
pi di 13 milioni di
addetti (di cui poco
pi di 11milioni sono
lavoratori dipendenti) e
hanno una dimensione
mediacomplessiva di
8,4 addetti. In termini
di copertura rispetto
alregistro delle imprese
attive (Asia), si tratta di
un terzo deltotale delle
imprese e dell`80%
del totale degli addetti.
Lorende noto lIstat,
sottolineando che rispetto al dato definitivodel
2012 si registra un calo
del numero di imprese

Sicilia 13

con dipendentidel 3,7%.


Pi forti i cali nelle
costruzioni (-7,6%),
nell`industria insenso
stretto e nel commercio, trasporti e alloggio
eristorazione (entrambi
-3,7%), mentre negli
altri servizi siregistra
un calo dell`1,5%. Il
calo dell`occupazione
meno accentuato, sia
in termini didipendenti
(-2,3%) che di addetti
(-2,4%). Tale riduzione,
spiegalIstat, spiegata
in gran parte dal settore
delle Costruzioni,in cui
si stima una perdita di
occupazione del 9,3%
in termini didipendenti
e dell`8,7% in termini di addetti. Sebbene
molto contenuto, si registra invece un aumento dell`occupazione
nel comparto degli altri
servizi (+0,6% dipendenti e +0,5% addetti).
Nel 2013 il numero delle
imprese attive con dipendenti diminuiscein
tutte le ripartizioni geografiche. Il cali maggiori
siregistrano nel Sud e
Isole (-4,0% per le imprese e -3,6% per gliaddetti). Il Nord-Ovest e
il Nord-Est presentano
invece riduzionipi
contenute, soprattutto
dell`occupazione (rispettivamente-2,0% e
-2,1%). La contrazione
del numero di imprese
dovuta quasiesclusivamente alla dinamica
delle Imprese individuali(-5,5%) e delle Societ
di persona (-5,2%), a
cui si associaunanaloga diminuzione di
occupazione (-5,3%
per le impreseindividuali e -5,0% per le
societ di persona).
Con riferimento alla
classe dimensionale, la
riduzione maggioresi
registra per la classe
1-9 addetti (-3,7%). Da
sottolinearel`aumento
del numero delle imprese con 100-249 addetti
nelsettore degli Altri
Servizi: +4,1%. Tra i
lavoratori dipendenti,
il 59,3% sono uomini
e il 40,7%donne. La
presenza femminile
maggiore nel comparto degli Altriservizi
(57,8%) e pi contenuta nelle Costruzioni
(10,8%).Il 59,8% dei
lavoratori dipendenti ha
un`et compresa tra i 30
e49 anni. La quota degli
under30 maggiore nel
comparto delCommer-

SPECIALE

cio, Trasporti e Alberghi


(18,2% contro una media
del14,2%). Rispetto al
2012, i lavoratori dipendenti nati all`esterodiminuiscono del 3,4%.
Tale percentuale raggiunge una variazionenegativa del 6,3%
nel Sud e Isole, mentre
nel Nord-Ovest ladiminuzione dei dipendenti
nati all`estero si attesta
intorno al2,7%. Pi del
94% dei lavoratori dipendenti dell`Industria
in sensostretto ha un
rapporto di lavoro a
tempo indeterminato.
La quota pi bassa di
dipendenti con rapporto
a tempo indeterminato
siregistra invece nel
comparto degli Altri
servizi (84,8%).
Presso la Confesercenti sono aperte le
iscrizioni per i nuovi
corsi abilitanti e preparatori
Sono aperte le iscrizioni
per frequentare i corsi
abilitanti obbligatori per
chi intende esercitare
lattivit di vendita di
generi alimentari, di
somministrazione di
alimenti e bevande, di
ristorazione, di agente e rappresentante di
commercio. Sono anche
aperte le iscrizioni ai
corsi preparatori obbligatori per sostenere gli
esami abilitanti presso
la Camera di Commercio
per chi intende esercitare lattivit di agente
immobiliare. I corsi per
gli aspiranti commercianti nel settore degli
alimenti, per chi intende esercitare lattivit
di somministrazione e
ristorazione hanno la durata di 100 ore articolate
nellarco temporale di
due mesi. Le lezioni si
svolgeranno nei giorni
di Luned, Mercoled e
Venerd dalle ore 15.30
alle ore 19.30. Per quanto riguarda gli aspiranti
agenti e rappresentanti
di commercio e gli aspiranti agenti immobiliari
i corsi hanno la durata di 80 ore articolate
nellarco temporale di
due mesi. Le lezioni si
svolgeranno nei giorni di
Marted e Gioved dalle
ore 15.30 alle ore 19.30.
Chi intendesse frequentarli pu recarsi presso la Confesercenti in
Via Ticino n. 8 (Tel.
0931/22001) e compilare la scheda di iscrizione.

Cultura 14

Sicilia 9 DICEMBRE 2014, MARTED

Intelligenza
al femminile

di Roberto Tondelli

stato detto che


accanto a un grande uomo c sempre una grande
donna. La frase ha
di certo una sua
verit, ma ben pochi saprebbero dire
chi fu la moglie di
Abramo, o quella
di Socrate, quella
di Giulio Cesare,
o quella di Einstein. indubbio
per che luomo
molto influenzato
dalla donna che si
mette accanto (e
viceversa!). Molti
accusano la Bibbia
di misoginia (odio
della donna). Accusa infondata, se
non altro perch
nella narrazione biblica Dio stesso
che pone accanto
alluomo colei che
osso del suo
osso e carne della sua carne. Se
dunque gli scrittori biblici fossero
davvero misogini,
sarebbero pure seminatori di odio
verso luomo (misantropi). Le cose
stanno in realt in
modo ben diverso.
La Bibbia ha stima
e affetto verso la
donna. Ecco qualche esempio.
Un marito loda
sua moglie: Molte donne si sono
comportate valorosamente, ma tu le
superi tutte! Lavvenenza fallace
e la bellezza cosa
vana, ma la donna
che nutre rispetto
per lEterno quella che sar lodata.
Datele del frutto
delle sue mani, e le
opere sue la lodino alle porte [della
citt] (Proverbi,
31). Il rispetto pratico verso Dio il
principio di ogni

Riuscir la nostra generazione a ricuperare il valore del rispetto pratico della donna verso
Dio? bene tenerci alla salute, ma lossessione estetica non avr raggiunto punte eccessive?
conoscenza e sapienza.
Elisabetta, moglie
di Zaccaria (e parente di Maria e
Giuseppe, e quindi di Ges) era

15).
Incredibile,
Ges che ubbidisce
a una donna! No,
non a una donna,
ma a una donna
intelligente!
Riuscir la nostra

rola di Cristo che


dona alla donna
(e alluomo) vita
vera?
Tutti sappiamo che
Ges
dodicenne
si perse e rimase

tuo padre ed io.


Delicatezza e rispetto verso Giuseppe: prima tuo
padre poi io. Quanti matrimoni falliscono per mancan-

LEvangelo o
Buona Notizia di
Cristo dice che nel
Signore n luomo
senza la donna n
la donna senza
luomo. La risurrezione del Signore
pu realmente essere il fondamento del
rapporto rinnovato
tra donna e uomo

persona giusta e
assieme al marito
si comportavano
in modo esemplare (Luca, 1). La
donna pagana che
riesce a far cambiare idea a Ges,
ottenendo la guarigione della propria
figlia, lodata da
Ges stesso: O
donna, grande la
tua fede; ti sia fatto
come vuoi (Luca,

generazione a ricuperare il valore del


rispetto pratico della donna (e delluomo) verso Dio?
bene tenerci alla
salute, ma lossessione
estetica
non avr raggiunto
punte eccessive? Si
riuscir a ritrovare
la vera fede (fiducia) fondata non
su umane tradizioni ma sulla pa-

a
Gerusalemme
mentre i genitori
se ne tornavano a
Nazaret pensando
che il ragazzo fosse nella comitiva.
Quando lo ritrovano, Maria gli dice:
Tuo padre ed io ti
cercavamo, stando in gran pena
(Luca, 2).
Si noti la delicatezza e il rispetto
espressi in quel

za di delicatezza e
rispetto della moglie verso il marito
e del marito verso
la moglie!
Anche Pietro apostolo scriver che
la donna dotata di
vera saggezza
quella che si comporta in modo puro
e rispettoso; amante non tanto dellesteriorit
quanto
dedita piuttosto a

coltivare uno spirito buono e pacifico che agli occhi di


Dio molto prezioso (1 Pietro, 3).
Riuscir la nostra
generazione a ricuperare il valore della delicatezza e del
rispetto nei rapporti
fra donna e uomo?
Si riuscir a ri/valutare latteggiamento interiore buono e
pacifico? Per ritrovare le radici della
fiducia non solo
in Dio ma anche tra
donna e uomo occorre ricordare che
ci che ci rilega a
Dio e fra noi la
vita, non la morte.
Quando Ges dice
io sono la vita,
fa
laffermazione pi radicale ed
esclusivista che si
possa immaginare.
La vita sono io.
Lui, lui solo, vita.
In nessun altro
la vita. E la vita
espressa al massimo grado da lui che
Risorto, che vive
e parla ancor oggi
nella pagina ispirata del Nuovo Testamento. LEvangelo
o Buona Notizia di
Cristo dice che nel
Signore n luomo
senza la donna
n la donna senza
luomo (1 Corinzi,
11). La risurrezione
del Signore pu
realmente
essere
il fondamento del
rapporto rinnovato
tra donna e uomo.
(Chiesa di Cristo
in Siracusa via
Modica 3, di fronte
Istituto F. Insolera
incontri: mercoled e venerd ore
19.30:
conversazione biblica; domenica ore 10.30:
culto al Signore;
informazioni: 340
480 9173 0931
24639 chiesadicristo@alice.it).

Sicilia 15

9 dicembre 2014, marted

Siracusa, finale
pirotecnico per
il successo sul Rosolini

SPORT SIRACUSA

Una squadra che ha personalit non pu soffrire unora,


con qualche rischio, prima di venire a capo di un
avversario che ha dimostrato solo tanta buona volont

ufficio complicazione affari facili, pericolosamente gestito


dal Siracusa, ha fatto
registrare un nuovo,
preoccupante episodio che la vittoria,
comunque legittimata da un finale pirotecnico, non pu e
non deve far passare
sotto silenzio.
Per il semplice motivo che una squadra
che aspira a vincere il
campionato non pu
impiegare unora abbondate per portarsi
in vantaggio su un
modesto Rosolini che
oltre ad una discreta organizzazione di
gioco e tanta buona
volont non ha fatto
vedere altro, giustificando la posizione
di classifica che lo
vede in lizza per la
salvezza. Il discorso per il Siracusa

sempre lo stesso: nei


pochi schemi di cui
gli azzurri dispongono manca estro e
fantasia, la manovra
ripetitiva fino alla
nausea e per le difese avversarie un
gioco da ragazzi neutralizzarla. Eppure le

buone individualit
in questa squadra non
mancano: da Mascara, ad Orefice, da
Pettinato a Petrullo,
da DAgosta, a Contino, ad Arena e cos
via, solo che gli undici protagonisti in
campo non fanno una

squadra nellaccezione comune del termine. Avete presente


una buona orchestra
i cui componenti
decidono di suonare ognuno per conto
proprio? Ecco, limpressione quella di
una squadra che dopo
quattordici giornate
non ha ancora trovato le giuste intese
e i giusti equilibri
non solo fra reparti
ma anche a livello di
singoli elementi. Ne
scaturisce un fraseggio troppo prolisso e
senza costrutto, con
errori a ripetizione
sia in fase di impostazione che di realizzazione.
Mettiamoci
poi quel pizzico di

sfortuna con il quale


il Siracusa spesso
costretto a fare i conti, aggiungiamo una
terna arbitrale come
quella di domenica
scorsa, a dir poco
inadeguata, e avremo
il quadro completo di
una squadra che di
questo passo trover
sempre maggiori difficolt se non interviene unenergica inversione di tendenza.
Dispiace, soprattutto
a chi scrive queste
note,
commentare
cos una vittoria, comunque
meritata,
ma certe cose bene
dirle, soprattutto alla
vigilia di un doppio,
impegnativo turno
esterno, che va pro-

grammato nei minimi


particolari per evitare sorprese. E per
giustificare il ripetuto, ma inascoltato
invito a rivedere gli
ingranaggi di questa
squadra, basta pensare ai rischi che avrebbe potuto correre il
Siracusa se il direttore di gara avesse
concesso sullo zero
a zero quel sacrosanto penalty agli ospiti.
Vero che nel calcio
pi facile distruggere
che costruire e che
per giocar bene bisogna essere in due,
ma una squadra che
ha personalit deve
dimostrarlo proprio
in queste circostanze.
Armando Galea

Calcio, Noto beffato nel finale. Calcio a 5 A/F, per le Formiche Pallanuoto A2/M, la 7 Scoglia pronta a ripetersi
al Paolo Caldarella contro il Latina
Romano: Possiamo centrare la salvezza un pari prezioso
E

stato beffato nel finale il


Noto che ha subito la rete della sconfitta al 85. La squadra
con tanti juniores schierati e
in panchina ha giocato una
partita sostanzialmente equilibrata contro la formazione
campana che ambisce ai playoff. A fine gara ha dichiarato
mister Romano ." I ragazzi
hanno dato lanima in campo e non mi sento di dir loro
nulla perch erano in partita fino a cinque minuti dalla
fine. Non bello perdere nei
minuti finali dopo che ha resistito alle loro azioni offensive. Possiamo centrare la
salvezza, oggi informazione
rimaneggiata abbiamo tenuto
testa ad una squadra che ambisce ai play-off. Con qualche
innesto possiamo fare bene"

In Serie A femminile gi tempo di verdetti,

almeno per quel che concerne lapprodo alla


Final Eight di Coppa Italia. LItalcave Real
Statte taglia per primo il traguardo della Final Eight: le rossoblu battono 4-0 il Salandra
e vanno a +7 dal Salinis, fermato sul 3-3 a Palermo contro lIron Team. La tripletta di oggi
pomeriggio consente a Patri Jornet Sanchez di
portarsi a un solo gol di distanza da Lucilia.
Sporting Locri da solo al terzo posto in virt
del successo esterno a Stigliano contro il Real
di Lapuente: le amaranto passano 7-4, Capalbo e Ierardi concedono il bis, alle padrone di
casa non basta la doppietta della solita Posa.
Torna a far punti il Futsal Melito, a digiuno
dalla prima giornata: contro il Vittoria 3-3,
decisive le due reti di Loiacono. Finisce con lo
stesso risultato anche Rionero-Futsal P5 e pareggiano anche Real Fasano e Le Formiche,
con lex Cus Palermo Silvia Caserta due volte a segno per le siracusane. A Potenza il Cus
regge un tempo, poi cade sotto i colpi dellArcadia Bisceglie (doppietta per Laurora) che ha
la meglio 6-0. Rossoblu ancora 0 punti dopo 11
turni.

Ottimismo

in casa
7Scoglia dopo la vittoria esterna nel derby
di Catania. "Era fondamentale fare bottino
pieno e cos stato.ha dichiarato mister
Baio- I ragazzi hanno
espugnato un campo
ostico vincendo meritatamente e dimostrando grande personalit. La squadra oggi
ha compiuto notevoli
passi in avanti rispetto
alle uscite precedenti
per quanto riguarda soprattutto la gestione del
gioco d'attacco. Non
mi ha soddisfatto invece la prova difensiva
della squadra sia in inferiorit numerica che
a uomini pari perch 12

goal subiti sono decisamente troppi. Sabato ci


attende un altro scontro
salvezza contro il Latina che bisogna vincere
a tutti i costi per dare
continuit ai nostri risultati".
"Era la reazione che
aspettavo dai miei ragazzi- ha commentatao
il pres. Capillo- e che
da un'iniezione di fiducia agli stessi. Li vedo
allenarsi tutti i giorni
e sono sicuro possano
dare ancora molto. Dovevamo sbloccarci e ci
siamo riusciti . Siamo
pronti per tutte le altre
battaglie e con lo spirito di squadra e tutti uniti daremo filo da torcere a chiunque.

SPORT PAGINA 16 9

Sicilia

dicembre 2014, marted

Nonostante
la sconfitta, l'Holimpia esce dal
campo tra gli
applausi del

In foto, azione di gioco

Volley femminile, ancora una sconfitta


al PalaAkradina per l'Holimpia
L Holimpia

Siracusa lotta ma
non basta. Cede
al quarto set,
dopo una battaglia durata oltre
due ore, la squadra di Santino
Sciacca e la sconfitta ha il sapore
di unoccasione
mancata
visto
che si trattava di
uno scontro salvezza importante
per il prosieguo
del torneo. Nulla
da
rimproverare alle aretusee
dal punto di vista dellimpegno
e dello spirito di
sacrificio, poich
non si sono mai
tirate indietro, ma
a fare la differenza sono stati alcuni errori commessi nei momenti
topici dellincontro e sfruttati cinicamente dalla
compagine ospite.
Ramona
Aric
debutta davanti al
pubblico aretuseo
e realizza il primo
punto della partita. Le ospiti pareggiano e si portano avanti con
Guadagnino, cui

Le aretusee cedono al quarto set, dopo


una battaglia durata oltre due ore

risponde capitan
Padua. Si gioca
sul filo dellequilibrio e, al primo
time out tecnico,
il punteggio di
8-7. Break pescarese (4-1), prontamente annullato
dalle siracusane,
costrette
per
sempre ad inseguire. Sul 21-23,

due punti consecutivi di Aric


ristabiliscono la
parit, ma Spagnoli chiude il
parziale in favore
delle ospiti.
LHolimpia prova
a reagire, stacca le
abruzzese sull84 prima e sul 12-8
dopo, ma incassa
cinque punti uno

dopo laltro e va
di nuovo sotto.
Padua prova a tenere a galla le sue
compagne
che,
per, commettono qualche errore
di troppo in battuta e in difesa.
Pescara va sul
22-18. Sciacca d
respiro a Gemma,
inserendo la gio-

Basket, lAretusa a mani vuote


dalla trasferta di Costa d'Orlando
N

on era facile uscire indenne dal PalaValenti. La Kama Italia


Aretusa le ha tentate tutte, ma alla fine arrivata una sconfitta per
76-60 contro la Costa dOrlando. Bordieri presenta dallinizio il
nuovo arrivato Marisi, non pu schierare lnfortunato Casiraghi e
Bellofiore indisponibile per motivi di studio, e perde dopo pochi
minuti, anche Messina per un problema alla caviglia.,I padroni
di casa partono fortissimo e costruiscono il loro successo gi nei
primi due quarti. I siracusani vanno allintervallo lungo sotto di 22
lunghezze. Un vantaggio che aumenta anche nella terza frazione,
mentre solo nellultimo parziale la squadra di Bordieri recupera e
rende meno pesante il passivo.
Non era facile e lo sapevamo gi alla vigilia commenta lassistant coach Sandro Anastasi- loro hanno giocato con molta intensit per tutti i quaranta minuti di gioco e hanno meritato la vittoria. Non inizia nel migliore dei modi il mese di dicembre dei
biancoverdi attesi domenica prossima da una nuova gara lontano
dal Palakradina.

vanissima Perticone in regia, ma


lHolimpia deve
arrendersi ancora.
Avvincente
il terzo parziale,
che vede il ritorno in campo della palleggiatrice
laziale. Sotto costantemente
di
tre, quattro punti,
fino all8-12, la
squadra di casa
trova la forza per
reagire e, spinta
dal suo pubblico,
riprende per i capelli una gara che
sembrava andata.
Padua e Aric trascinano le compagne, Vittorio le
prende quasi tutte
e le siracusane riescono ad aggiudicarsi di misura
(25-23) il terzo
parziale. La stanchezza affiora al
rientro in campo. Si lotta punto
a punto ma, alla
fine, la differenza
la fanno Spagnoli
e Di Gregorio con
schiacciate potenti e precise. LHolimpia va ancora
ko ma stavolta
esce dal campo
tra gli applausi
del pubblico.

Basket, ancora
una sconfitta per
la Nuova Trogylos
nel derby
contro Catania

a N u o v a
Trogylos Priolo
torna a essere battuta in trasferta.
Infatti lincontro
di oggi contro la
Rainbow Catania
si concluso con
il punteggio di 57
38 a favore delle
catanesi. Un avvio
a passo lento da
parte della Rainbow, poi la fuga in
avanti. Primi 15
al rallentatore per
le ragazze del coach Di Piazza che
concedono troppi
spazi al Priolo e
consentono
alle
avversarie
di
chiudere il primo
parziale con due
punti di vantaggio
13-15 e poi persino di allungare
nei primi minuti
del secondo quarto anche di dieci
lunghezze, prima
di recuperare definitivamente terreno e di andare
negli
spogliatoi
sul 37-30. Il 3
quarto inizia col
piglio giusto da
parte della Rainbow che allunga
chiudendo il terzo
parziale 49-36. Da
quel momento in
poi il Priolo molla
e la Rainbow dilaga. Gara giocata
molto bene nel 1
e 2 quarto, addirittura per lunghi
tratti in vantaggio
riferisce il coach
delle biancoverdi
Andrea Bianca - e
con una difesa a
zona che ha funzionato per come
ci aspettavamo.
Poi la stanchezza da un lato e la
diversa caratura
delle avversarie,
che sono prime in
classifica imbattute, ha determinato
un vistoso calo che
ha portato alla
sconfitta finale".