Sei sulla pagina 1di 3

STATUTO DEL COMITATO DI QUARTIERE SAN PAOLO - ROMA

Articolo 1 - Costituzione
Il Comitato di Quartiere San Paolo (di seguito Comitato) costituito sulla base dellapporto
volontario dei cittadini. E apartitico, apolitico, non ha fini di lucro e si propone di operare
nellinteresse di tutti i cittadini del quartiere. Possono aderire al Comitato tutti i cittadini che
risiedono o lavorano nel quartiere, senza distinzione di et, sesso, razza e religione.
Articolo 2 - Sede
La sede del Comitato di Quartiere San Paolo in Roma, Via Gabriello Chiabrera, 136/138.
Articolo 3 - Finalit
Il Comitato persegue i seguenti obiettivi:
- accrescere la conoscenza civile e linteresse dei cittadini al fine di favorire la crescita
culturale e sociale del Quartiere
- favorire la partecipazione diretta dei cittadini, nelle forme ritenute pi opportune, alla vita
istituzionale del Comune e degli Enti Pubblici
- avanzare proposte ad Enti ed Istituzioni competenti per una democratica e corretta
gestione della cosa pubblica
- prevenire e contrastare fenomeni di degrado urbanistico, segnalare agli organi competenti
usi impropri del territorio e programmarne il corretto utilizzo
- promuovere iniziative al fine di migliorare la qualit della vita nel Quartiere, con particolare
riguardo alla difesa ed al potenziamento dei servizi nello stesso
- promuovere, di intesa con le pubbliche Istituzioni e con enti pubblici e privati, tutte le
iniziative utili e necessarie per la salvaguardia della salute pubblica e per il miglioramento
della sicurezza, dei trasporti pubblici, della viabilit in genere, di tutti i servizi e di tutto
quanto sia di pubblico interesse
- promuovere iniziative per la soluzione dei problemi dei disabili e degli anziani
- promuovere il rispetto delle Leggi sulla trasparenza
- informare i cittadini sulle proprie attivit mediante la pubblicazione e diffusione di volantini
e tramite altri mezzi di informazione (web, radio, tv)
- mantenere rapporti di collaborazione con le Associazioni e gli altri Comitati che operano
nel Quartiere
- costituire Gruppi di ricerca e di lavoro per lo svolgimento delle proprie attivit e aderire ad
organismi che perseguano gli stessi fini.
Articolo 4 - Partecipanti
Possono essere iscritti al Comitato di Quartiere San Paolo i cittadini che hanno la propria residenza
o la propria attivit lavorativa o professionale nel quartiere San Paolo senza distinzione di et,
sesso, razza o religione. Il numero degli iscritti illimitato. Tutti i cittadini che hanno aderito,
mediante iscrizione al Comitato di Quartiere, potranno impegnarsi fattivamente nello svolgimento
delle iniziative proposte dal comitato di gestione, e/o potranno contribuire, volontariamente, alle
spese che si andranno a sostenere.

Articolo 5 - Organi sociali


Sono organi del Comitato di Quartiere:
- LAssemblea degli Iscritti
- Il Consiglio Direttivo - Il Presidente - Il Vicepresidente - Il Tesoriere
Articolo 6 - Lassemblea degli iscritti
LAssemblea degli Iscritti, regolarmente convocata e costituita, rappresenta luniversalit degli
Iscritti. Le sue deliberazioni, prese in conformit del presente Statuto, vincolano tutti gli Iscritti
ancorch non intervenuti o dissenzienti.
LAssemblea Generale degli Iscritti convocata almeno una volta lanno per deliberare sui
programmi e sulle attivit del Comitato, per la nomina dei componenti il Consiglio Direttivo, che
avranno durata di tre anni, nonch per deliberare su argomenti posti allOrdine del Giorno.
LAssemblea Ordinaria o Straordinaria.
LAssemblea Ordinaria convocata almeno una volta lanno.
Pu essere convocata, inoltre, ogni qualvolta lo ritenga opportuno il Presidente o quando ne
facciano richiesta scritta, con lindicazione degli argomenti da trattare, almeno un quarto dei soci
aventi diritto al voto.
LAssemblea Ordinaria validamente costituita, in prima convocazione, quando sono presenti, o
rappresentati, almeno la met pi uno dei soci aventi diritto di voto. In seconda convocazione essa
validamente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti o rappresentati.
Si considera Straordinaria lAssemblea convocata su decisione del Presidente o a seguito di
richiesta scritta di almeno un quarto dei soci per deliberare sulle modifiche del presente Statuto,
che non siano rimesse alla decisione dellAssemblea ordinaria. LAssemblea Straordinaria
validamente costituita in prima convocazione quando sono presenti o rappresentati almeno i due
terzi dei soci aventi diritto di voto e, in seconda convocazione, con la partecipazione della met
degli iscritti. Le deliberazioni sono approvate con il voto favorevole di almeno i due terzi degli
iscritti presenti o rappresentati.
Articolo 7 - Il Consiglio Direttivo: Presidente, Vice Presidente, Tesoriere, Segretario
Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni. Si riunisce almeno una volta al mese ed composto da
massimo undici componenti. Il Consiglio Direttivo nomina, al suo interno, un Presidente ed un Vice
Presidente. Il Presidente coordina e soprintende le attivit del Comitato ed ha la responsabilit
giuridica dellAssemblea nei confronti dei terzi. Il Presidente non potr ricoprire lincarico per oltre
tre mandati consecutivi. Il Consiglio Direttivo, le cui risoluzioni sono valide con la presenza di
almeno la met pi uno dei suoi componenti, attua le deliberazioni dellAssemblea degli Iscritti,
predispone i programmi delle attivit e sovraintende alla loro esecuzione. Inoltre predispone la
relazione sulle attivit svolta dal Comitato, da sottoporre allAssemblea annuale degli Iscritti. In
caso di votazione in parit, nel Consiglio prevale il voto del Presidente.
Compito del Vice Presidente quello di coadiuvare il Presidente nellesercizio delle sue funzioni e
di esercitare le stesse, in caso di assenza o impedimento dello stesso. Il Consiglio Direttivo nomina,
al suo interno, un Tesoriere, il quale, durante lAssemblea annuale dei soci, presenta il resoconto
relativo allo stato contabile dellAssociazione ed un Segretario che ha il compito di redigere i
verbali dei lavori del Comitato e di aggiornare la documentazione in possesso del Comitato stesso.
Tutti i rapporti con le varie Istituzioni, nonch le comunicazioni ai cittadini devono essere

concordate ed approvate dal Comitato Direttivo o, in caso demergenza, portate immediatamente


a conoscenza del Presidente, il quale riferir nella prima riunione del Consiglio Direttivo.
Articolo 8 - Pubblicit della documentazione
Tutta la documentazione relativa alle attivit del Comitato sar disponibile sul sito web del
Comitato stesso: http://cdqsanpaolo.weebly.com
Articolo 9 - Regolamento interno
Il Comitato per ogni esigenza di carattere organizzativo e contabile si avvale di un Regolamento
redatto dal Consiglio Direttivo ed approvato dallo stesso.
Articolo 10 - Modifica dello Statuto
Le modifiche del presente Statuto sono deliberate dallAssemblea Straordinaria, con il voto
favorevole dei due terzi degli iscritti presenti.
Articolo 11 - Rimandi
Per quanto non specificamente disposto, si fa riferimento alle norme del Codice Civile a riguardo
delle Associazioni volontarie e Comitati senza fini di lucro ed altre disposizioni di Legge in materia.

Il presente atto composto da pagine n.3