Sei sulla pagina 1di 8

SESTA LEZIONE (18/11/2009)

Argomenti trattati: limiti di successioni, limiti con confronto


di infinitesimi.

Esercizi svolti

1.1

Limiti di successioni

Calcolare, al variare del parametro a R+ , il seguente limite:



n

2a2
5a
lim
.
n
n+
a2 + 1
Osserviamo che la successione presenta sia un termine esponenziale, dipendente dal parametro a, che una potenza con esponente
dipendente, pure, dal parametro a.
Calcoliamo anzitutto il valore della base del termine esponenziale
(che risulta sicuramente positiva, visto che e quoziente di termini
positivi):
2a2
2a2 a2 1
>
1

> 0 a2 1 > 0 {a < 1 a > 1} .


a2 + 1
a2 + 1
Passiamo ora al calcolo del limite, distinguendo vari casi:
a=0
In questo caso

2a2
a2 +1

= 0 e n5a = 1, pertanto




2a2 n
5a

lim 2
n
|{z}
= 1
n+
a +1
1
| {z }
0

0<a<1
In questo caso la base del termine esponenziale e compresa tra
zero e uno e lesponente della potenza e minore di zero, pertanto



2a2 n

5a

lim 2
n
|{z} = 0
n+
a +1
0
| {z }
0

a=1
2
In questo caso a2a
2 +1 = 1 e lesponete della potenza vale 5,
pertanto1




2a2 n
5a

lim 2
n
|{z}
=1
n+
a +1
0
| {z }
1

a>1
In questo caso la base del termine esponenziale e maggiore di
uno e lesponente della potenza e minore di zero, pertanto



2a2 n

lim 2
|{z}
n5a
= +
n+
a +1
0
| {z }
+

1 < a < 0
In questo caso la base del termine esponenziale e compresa
tra zero e uno e lesponente della potenza e maggiore di zero,
pertanto



2a2 n

5a

lim 2
n
|{z}
=
n+
a +1
| {z } +
0

a = 1
2
In questo caso a2a
2 +1 = 1 e lesponete della potenza vale 5,
pertanto




2a2 n
5a
lim

n
|{z} =
n+ a2 + 1
| {z } +
1

1 Faccio notare che la prima parte del limite non si presenta in forma indeterminata 1
poich
prima il calcolo del termine esponenziale e poi del limite ovvero, se a = 1, allora
 2e avvine
n
2a
n = 1.
=
1
2
a +1

a < 1
In questo caso la base del termine esponenziale e maggiore di
uno e lesponente della potenza e maggiore di zero, pertanto



2a2 n

lim 2
|{z}
n5a
= +
n+
a +1
| {z } +
+

dove abbiamo tenuto conto che il termine esponenziale diverge


pi
u velocemente di qualsiasi potenza.
Calcolare, al variare del parametro a R+ , il seguente limite:

n
an + n

lim
n+
2n n
Per studiare landamento del limite al variare del parametro a, possiamo riscrivere il limite in forma pi
u agevole, passando alla forma
logaritmica:

n



n
n
n
an + n

n ln an+
ln an+
2n
n
2n
n

= lim e
=
= lim e
lim
n+
n+
n+
2n n
 
1 !
1
n a+
n
a+
n
n ln  

n
ln
1
1
n 2
2
n
n
lim e
= lim e
n+

n+

q
1
Poiche
0 quando n +, si ha che la seconda parte
n
dellesponente tende a ln a2 .
Ora, ln a2 > 0 a > 2, ln a2 = 0 a = 2, ln a2 < 0 0 < a < 2.
Deduciamo infine che


n + per a > 2
an + n

0
per 0 < a < 2
lim
=
n+

2n n
(??) per a = 2
Rimane da determinare il caso a = 2. Per far questo riscriviamo
il limite in altra forma ed effettuiamo una maggiorazione:



n
n

n

2n + n
2n n + n + n
2 n

lim
= lim
= lim 1 +
n+
n+
n+
2n n
2n n
2n n
3

Osserviamo ora che 2n

n 2n

2 n

2n n

2 n
.
2n

Otteniamo:


lim 1 +

n+

lim e

n+

1.2

"
n

n
n #

1
1
2 n

lim 1 +
= lim
1+
n+
n+
2n n
n
n

= +.

Limiti con confronto di infinitesimi

Calcolare il seguente limite:


1 cos x tan x sin x
lim
x0
x3
x4 + sin x
Il limite si puo calcolare con normali tecniche algebriche2 . Risolviamo invece il limite utilizzando i simboli di Landau (o piccoli).
Ricordiamo anzitutto alcuni sviluppi3 particolarmente importanti:
sin x = x 61 x3 + o(x3 )
cos x = 1 21 x2 + o(x2 )
tan x = x + 31 x3 + o(x3 )
ex = 1 + x + 21 x2 + o(x2 )
ln(1 + x) = x 21 x2 + o(x2 )
(1 + x) = 1 + x + o(x)
arctan x = x 31 x3 + o(x3 )
Nel calcolo dei limiti con i simboli di Landau e particolarmente
importante porre attenzione allordine dellinfinitesimo cui ci si ferma, per evitare di tralasciare elementi importanti.
Osserviamo che
1
1 cos x = x2 + o(x2 )
2
2 Lesercizio
3 Alcuni

e lasciato allo studente volenteroso . . .


degli sviluppi presentati serviranno anche per alcuni dei limiti proposti.

1
1
1
tan x sin x = x + x3 + o(x3 ) x + x3 + o(x3 ) = x3 + o(x3 )
3
6
2
e possiamo fermarci al termine di terzo grado in quanto e il primo
termine che non si annulla,

1
x4 + sin x = x4 + x + o(x) = x + o(x) x4 + sin x = x + o(x 2 )
Applicando dunque il principio di sostituzione degli infinitesimi,
abbiamo:
1 2
x + o(x2 ) 21 x3 + o(x3 )
1 cos x tan x sin x
2
lim
= lim
=
1
x0
x0
x3
x3
x4 + sin x
x + o(x 2 )



3
1
1 3
lim
x 2 + o(x 2 )
+ o(1) = 0
x0
2
2

Calcolare il seguente limite:


cos x (sin x)2 + x4
x0
x2 + 1 cos x
lim

Abbiamo:
cos x = 1 + o(1)
ove ricordo che o(1) denota una qualunque quantita infinitesima;
sin x = x + o(x) (sin x)2 = x2 + o(x2 )
1
1 cos x = x2 + o(x2 ).
2
Applicando dunque il principio di sostituzione degli infinitesimi,
abbiamo:
cos x (sin x)2 + x4
(1 + o(1)) (x2 + o(x2 )) + x4
=
lim
=
x0
x0
x2 + 1 cos x
x2 + 12 x2 + o(x2 )
lim

x2 + o(x2 ) + x4
x2 + o(x2 )
2
=
lim
=
3
3
2
2
2
2
x0
x0 x + o(x )
3
x + o(x )
2
2
lim

Calcolare il seguente limite:


2

ex 1 x2 + ln(1 + x3 )
lim
x0
sin x x
5

Abbiamo:
1
2
ex = 1 + x2 + x4 + o(x4 )
2
ln(1 + x3 ) = x3 + o(x3 )
1
sin x = x x3 + o(x3 )
6
Applicando dunque il principio di sostituzione degli infinitesimi,
abbiamo:
2

1 + x2 + 21 x4 + o(x4 ) 1 x2 + x3 + o(x3 )
ex 1 x2 + ln(1 + x3 )
= lim
=
x0
x0
sin x x
x 61 x3 + o(x3 ) x
lim

lim

x0

1 4
x
2

+ o(x4 ) + x3 + o(x3 )
x3 + o(x3 )
=
lim
= 6.
x0 1 x3 + o(x3 )
61 x3 + o(x3 )
6

Esercizi proposti

2.1

Limiti di successioni

Calcolare i seguenti limiti (tra parentesi le soluzioni):



2n n
o
2
1
1.
lim 1 +
= S : e3
n+
3n



n n + n2
1
= S:
2.
lim
n+ 2n2 n3 2 + n
2
3.

2n 3n
= {S : 1}
n+ 1 + 3n

4.

2n + n2
= {S : 0}
n+ 3n + n3

5.

n ln n
= {S : 0}
n+ (n + 1)(n + 2)

6.
7.

lim

lim

lim

1 + ln n
lim
= {S : 0}
n+
n ln n
n
lim (1)n 2
= {S : 0}
n+
n +1
6

8.
9.

lim (1)n

n+

lim

n+

2n + 3n = {S : 3}

r
10.
11.
12.
13.

14.
15.
16.
17.
18.
2.2

lim

n+

n2 + 1
= {S : non esiste}
n1

2n
= {S : 1}
3n2 + 1

n2 (3n 3n )
= {S : 0}
n+
4n + n2
lim

n6 + ln n + 3n
= {S : +}
n+ 2n + n4 + ln5 n
n



n+3
= S : e2
lim
n+
n+1

n2
n1
lim
= {S : 0}
n+
n2
lim

(n2 + 1)
= {S : 1}
n+
n2n
lim

ln(n + 1)
= {S : 1}
n+
ln n

lim ( n e 1)n = {S : 0}
lim

n+

lim

n+

n
n ln n = {S : 1}

Limiti con confronto di infinitesimi

Calcolare i seguenti limiti (tra parentesi le soluzioni):




ex 1 + ln(1 x)
1
= S:
1.
lim
x0
tan x x
2


2
ex cos x 32 x2
11
2.
lim
= S:
4
x0
x
24


2
4
ln(1 + x arctan x) + 1 ex

3.
lim
= S:
x0
3
1 + 2x4 1
7


4.

lim

x+


 

1
1
x x ln 1 + sin
= S:
x
2
2

5.
6.
7.
8.

51+tan x 5
= {S : 10 ln 5}
lim
x0 1 cos x



1 + sin 3x 1
3
lim
= S:
x0 ln(1 + tan 2x)
4

3
(sin x)3 + x2
lim
= {S : +}
x0+
1 cos x + tan2 x + arctan x


ln(2 cos 2x
2
= S:
lim
x0 [ln(1 + sin 3x)]2
9

9. Calcolare, al variare del parametro > 0, il seguente limite

1
2 se > 2

x
e 1 + ln(1 + x) x
1

se = 2
lim
= S := 2
2

x0+ sin x + (sinh x x)(1 + x2 )


+ se 0 < < 2