Sei sulla pagina 1di 1

LA SICILIA GIOVEDÌ 7 GENNAIO 2010

24. lo SPORT

Coppa IItalia
ECCELLENZA Acireale e Favara a piccoli passi verso la finale
Varrica entra a 15’ dalla fine Al Liotta di Licata buon pari
e realizza il gol della vittoria per i ragazzi di Giovanni Falsone
equilibrata con le due compagini che cupera in extremis Filippo Pirrotta, tenu-
ACIREALE 1 stazionano, soprattutto, a centrocampo. CAMPOBELLO 0 to a riposo per due giorni per un affatica-
DUE TORRI 0 Al 35’, giunge però l’occasione più ghiot- FAVARA 0 mento muscolare. Il Favara di Giovanni
ACIREALE: Cascella, Montella, Pagano, Costan- ta del primo tempo: ironia della sorte, CAMPOBELLO DI LICATA: Fagone, Pecoraro (79’ Falsone, forte e collaudato in ogni repar-
zo, Scalia, Fascetto, Truglio (64’Esposito), capita tra i piedi dell’ex Balsamo, ceduto Di Fiore), Trenta, Zagami, Manganello (87’ P. to, deve fare a meno di Di Maria, Zambi-
Zumbo, Petrolà (75’Varrica), Madonia, Cassa- pochi giorni fa al Due Torri. L’esterno Corona), Coletta, La Delia (68’ Vedda), Bonco- to e Di Caro, ma confida di far valere le
niti (64’Puglia). Allenatore: Breve messinese si trovava tutto solo al centro re, A. Corona, Pirrotta, Ambrogio. A disp.: Gam- qualità dei propri giocatori. Ne è venuto
DUE TORRI: Durante, Russo, Balsamo (64’Pla- dell’area, il suo tiro però, molto debole, bino, Licari, Lo Coco, Di Salvo. All. Luigi Milazzo fuori un incontro dai contenuti più ago-
tania), Spinella, Arno, Quattrocchi, Biondo, graziava Cascella. L’ultimo brivido del FAVARA: Tilaro, Romano (86’ Sajeva), Cusuma- nistici che tecnici, con il Campobello che
Dardanelli, Costa, Condello (54’Broccio), An- primo tempo è per i messinesi con Spi- no, Gambino, Fallea, Iannello, Parisi, Marino, spinto da oltre 500 tifosi assiepati sulle
cione (72’Cerasuolo). Allenatore: Raffaele nella che deviava con il corpo in angolo Cozma (57’ Franzolino), Bennardo (91’ Ada- tribune, ha sfoderato nella ripresa, grazie
ARBITRO: Maman Listì di Palermo una botta di Madonia dall’interno dell’a- mo), Lombardo. A disp.: Valenti, Pitruzzella, anche all’uomo in più, più occasioni da
RETE: 84’Varrica. rea. Nella ripresa la gara si vivacizzava e Sorce, Craparo. All. Giovanni Falsone. rete, mentre il Favara si è difeso e ha cer-
NOTE: Espulso Spinella per proteste. l’Acireale diventava padrone del campo. ARBITRO: Rotolo di Palermo. cato di ribattere come e quando ha potu-
ACIREALE. L’Acireale si aggiudica la semi- All’84’ il gol vittoria: su un lungo lan- NOTE:Ammoniti Trenta, Boncore, Zagami, to. La prima azione degna di nota è di Co-
finale di andata della Coppa Italia di Ec- cio dalla difesa, la sfera arrivava al vivace Manganello, Lombardo, Fallea, Marino. Espul- letta che, al 16’, impegna Tilaro.
cellenza contro un rinunciatario Due Madonia, quest’ultimo calciava a botta so tra il primo e il secondo tempo Parisi. Ango- Risponde Parisi, al 30’, che di testa im-
Torri, giunto al Tupparello con il massi- sicura, Durante parava, palla che finiva li 5-4 (2-3). Recupero 2’ e 5’. Spettatori 555 pegna Fagone. Al 43’ si grida al gol per la
mo obiettivo del pareggio. però sui piedi di Varrica, il quale da pochi per un incasso di 2775 euro. rovesciata di Angelo Corona, ma Tilaro
La squadra di Raffaele si è resa perico- passi ribadiva in rete. Il gol era il giusto LICATA. La Befana regala un pari d’oro al compie il miracolo. Ancora Parisi, un mi-
losa solo nel primo tempo con l’ex Balsa- merito ad uno splendido secondo tempo Favara che pareggia per 0 a 0 contro il nuto dopo, anticipa Coletta e sfiora il pa-
mo, poi, per il resto, tanto contenimento dei granata, assolutamente decisi a con- L’ESULTANZA DI VARRICA [BARBAGALLO] Campobello. Fermi i campionati dilet- lo. Nella ripresa il Campobello sfrutta
e difesa. I granata sono stati a due facce: quistare la vittoria. Anzi, la squadra di tantistici è la Coppa Italia a tenere alto l’espulsione di Parisi e si rende più intra-
poco precisi nel primo tempo, arrem- Breve, non si risparmiava e continuava il l’interesse degli sportivi. L’andata delle prendente e al 1’ Ambrogio colpisce la
banti e determinati nella seconda parte proprio forcing in maniera da siglare il Eccellenza e Promozione: i risultati di Coppa Italia semifinali di Coppa propone un inedito traversa su tiro deviato.
di gara. Il tecnico granata Breve, per que- raddoppio. Così, in pieno recupero, l’en- Sostanziale equilibrio nelle semifinali di Coppa Italia Eccellenza: le difese arcigne di testa coda tra il Favara, capolista del cam- Sembra che la rete per il Campobello
sto primo incontro ufficiale del 2010, in- nesimo cross di Montella dalla destra Campobello di Licata e Favara hanno permesso che lo scontro finisse con un nulla di pionato d’Eccellenza e il fanalino di coda debba arrivare da un momento all’altro,
seriva un trio d’attacco formato da Pe- trovava pronto al centro Fascetto il cui ti- fatto. L’ Acireale nel finale è riuscita a scardinare la breccia del Due Torri, grazie a una Campobello. ma il Favara si difende bene. Nei minuti
trolà, l’esperto Madonia e il giovane Cas- ro beffava per la seconda volta Durante. rete di Varrica che traduceva in gol una botta respinta dal portiere ospite scagliata da Teatro del confronto è il Liotta di Lica- finali ci sono tre azioni ravvicinate per il
saniti. Fra i tre, da segnalare l’ottima pre- Il direttore di gara annullava però per Madonia. Nei quarti di finale di Promozione ipoteca la semifinale il Ribera che ta che ritorna a ospitare delle gare uffi- Campobello per passare con Pietro Coro-
stazione di Madonia, impagabile per vo- fuorigioco la rete del difensore "golea- strapazza il Favignana, perde «eroicamente» l’ Atletico Catania a Giarre. I risultati delle ciali dopo cinque mesi d’assenza dovuti na che tira di testa davanti alla porta,
lontà e grinta. Nella ripresa spazio poi a dor" acese e così il risultato, al triplice fi- semifinali d’andata di Coppa Italia Eccellenza e i Quarti di andata in Promozione. alla radiazione del Licata 1931. I tifosi di con Zagami che non colpisce bene da
Varrica, attaccante "tascabile", che pro- schio di chiusura, rimaneva immutato Eccellenza: Campobello di Licata-Favara 0-0, Acireale 1946-Due Torri 1-0. Licata non si sono lasciati sfuggire l’occa- due passi e con Pirrotta che spreca e va-
prio in Coppa diventa sempre decisivo e con la vittoria di misura dell’Acireale sul Promozione: Montemaggiore-Spadaforese 0-0, Real Avola-Ragazzini Generali 2-0, sione di ritornare a seguire il calcio che nifica la possibile vittoria. Fra due setti-
sta trascinando i granata verso la finale. Due Torri. Ribera 1954-Mast. Favignana 5-0, Giallo Blu-Atletico Catania 1-2. conta e hanno riempito numerosi le tri- mane a Favara sarà ancora spettacolo.
La gara si presenta assolutamente RICCARDO CASTRO Promozione Girone B (recupero): San Fratello-Nuovo Falcone 1-1. bune. Il Campobello di Luigi Milazzo re- GAETANO LICATA

Real Avola, che uno-due Ribera straripante


campo lasciando inoperosi i due estre- attaccanti rapidi e veloci è riuscito a trapanese e delizia il palato calcistico so pallone da Di Franco e da fuori area
REAL AVOLA 2 mi difensori per quasi tutta la prima creare non poche difficoltà alla difesa RIBERA 5 dei molti tifosi accorsi sulla tribuna. scaglia un bolide rasoterra che gonfia la
RAGAZZINI GENERALI 0 frazione, rinvigorita solo nel finale dal- ospite arrivando più volte alla terza FAVIGNANA 0 Una vittoria netta della squadra bian- rete di Ernandez.
REAL AVOLA : La Marca, Randazzo, Ulma, l’uno-due micidiale dell’ Avola. realizzazione. RIBERA: Talluto, Piro, Raimondi, Fortcieri, cazzurra perché bisogna considerare che Nulla può fare il guardiapali trapane-
Ferro, Marziano, Ricca, Messina (83’ Cata- E non si può che partire proprio dal Al 47’ gran tiro dalla distanza di Montalbano, Ciancimino, Zerbo, Campisi, Di il Favignana è la terza forza del campio- se al 28’ quando Zerbo di sinistro, servi-
nia), Maieli (90’ Carbè), Sirugo, Intagliata, 43’ con una gran bella azione di capi- Messina respinto con qualche diffi- Franco (67’ Virgadamo), Martorana, Corona nato di Promozione. Gli ospiti hanno po- to dall’assist-man Di Franco, al volo cal-
Miraglia. All. De Leo. tan Intagliata, uno dei migliori insieme coltà da Vitali che però si supera e sal- (60’ Russo). All. Montalbano. che occasioni da rete sia perché sono cia il pallone all’angolo, tra portiere e
RAGAZZINI G ENERALI: Vitali, Iannone (46’ con Sirugo che dalla sinistra pennella va la propria porta in altre due occasio- FAVIGNANA: Ernandez, Gashi M. (77’ Castel- contrastati a centrocampo, sia perché palo. Due minuti dopo, è show di Marto-
Carnibella), Fichera, Romano (46’ Bonelli, un cross perfetto che taglia tutta la di- ni. La prima al 62’ su Ricca, colpo di te- li), Angileri, Messina, Virzì, Beltrano, Gashi S. gli attaccanti trapanesi si perdono tra le rana. Lancio lungo da 20 metri di Forcie-
68’ D’Urso), Torrisi, Roccia, La Monica, Ran- fesa etnea e trova l’ inserimento perfet- sta a botta sicura e strepitoso interven- (70’ Ingrassia), Formisano, Gigante, Bernar- maglie di Montalbano, Ciancimino, Piro ri e la mezzala riberese si beve tre avver-
no, Costanzo, Miceli, Giuffrida. All. Belluso to di Messina che di piatto destro al vo- to del portiere ospite. do (61’ Niscemi), Baiata. All. Del Giudice. e Raimondi e sia perché l’attento Talluto sari e batte con un rasoterra centrale il
ARBITRO: Boscia di Messina lo batte Vitali. La seconda, al 64’, quando Miraglia ARBITRO: Capone di Palermo. (Giunta e Tici- per due volte dice no ai tiri di Formisano portiere avversario. La gara non è chiusa
RETI: 43’ Messina, 45’ Marziano. Passano solo due minuti e l’ Avola mette Intagliata davanti la porta ma l’ no di Enna). e di Gigante. perché il Ribera continua a giocare con
AVOLA. Il Real Avola si conferma squa- raddoppia. Ancora il solito Intagliata estremo difensore etneo dice ancora di RETI: 8’, 30’, 60’ Martorana, 28’ Zerbo, 85’ La squadra, allenata da Vincenzo impegno e con pressing.
dra di coppa, vince una partita fonda- che dopo aver guadagnato un corner, no chiudendo ottimamente lo spec- Forcieri. Montalbano, intanto, si riprende la rivin- È ancora Martorana, servito da Campi-
mentale e mette una seria ipoteca per mette al centro un altro traversone al chio. Nel finale la Ragazzini disperata- NOTE: 600 spettatori. Ammoniti Virzì e Gi- cita sulla sconfitta patita dai riberesi l’8 si, a fare secco Ernandez, al 60’, con un ti-
il passaggio del turno. bacio per la testa di Marziano che bat- mente in avanti ma è ancora il Real gante del Favignana. Recupero: 1’ pt, 5’ st. novembre scorso in campionato (un sec- ro in mezza rovesciata. Al 62’ Talluto sal-
Primo tempo brutto, condizionato a te per la seconda volta Vitali. Secondo Avola a sfiorare il gol, esattamente RIBERA. Il Ribera, nella gara di andata di co 3-0 che rappresenta l’unico passo fal- va la rete su un tiro di Formisano. Non è
dir la verità dal forte vento ma agevo- tempo più vivace, con gli ospiti che all’89’ con una gran girata al volo dell’ Coppa Italia, schianta con un nettissi- so della capolista) e, nel contempo, con il fortunato Virgadamo, per ben tre volte,
lato anche e bisogna dirlo dalle due spostano il proprio baricentro più ottimo Sirugo che lambisce il palo la- mo 5-0 il Favignana. 5-0 di ieri ipoteca il passaggio alla quin- perché il portiere ospite gli ferma i pallo-
squadre che sin dall’ inizio entrano in avanti alla ricerca del gol che riaprireb- sciando l’ urlo in gola ai numerosi tifo- Eroe della giornata al Nino Novara è, to turno della Coppa Italia. ni sulla linea. All’85’, su assist di Cianci-
campo senza volersi far male e impo- be il discorso qualificazione e con un si locali. per la tripletta messa a segno, la mezza- La prima rete di Martorana, il match- mino, Forcieri realizza la quinta rete.
stano il match soprattutto a centro- Real cinico e attento che con i suoi tre LUCA NIGRO la Martorana che fa impazzire la difesa winner, all’8’, quando riceve un delizio- ENZO MINIO

L’Atletico Catania in 7 per 25’ La Serie D è al giro di boa Prima categoria: si riprende
cede solo 2-1 al Gialloblù Giarre L’Acicatena riceve il Sambiase con molti scontri al vertice
to nulla. Con la diciassettesima giornata - in pro- sario che, più degli altri, ha battuto i pu- Tornano in campo dopo le festività tese. La formazione ennese è capoli-
GIALLOBLÙ 2 Partita equilibrata fino al 25’, quando gramma domenica, alle 14,30 - il girone gni sul tavolo della promozione. Il Trapa- natalizie le formazioni che prendono sta: il tecnico Borzì sta facendo davve-
ATLETICO CATANIA 1 l’episodio del rigore per il Giarre e della meridionale della Serie D chiude il per- ni di Roberto Boscaglia, in effetti, si è parte al campionato di Prima Catego- ro un ottimo lavoro. Il Real San Cri-
G IALLOBLÙ: Plastini, Curcuruto, Cannizzaro conseguente doppia espulsione atletista corso d’andata, ma con prospettive che portato a un passo dalla capolista con un ria. Squadre impegnate dunque nel stoforo, vera sorpresa della stagione, è
(63’ Napoli), Caggegi, Patti, Percipalle, La (Giuffrida per il fallo da ultimo uomo su dovrebbero riversarsi sul tragitto di ri- procedere costante e tecnicamente im- primo match del 2010, valido per la terzo in classifica e vuol continuare a
Guzza, Giaquinta, Consoli (63’ Bonanno), Tor- Mangano e il portiere Noto per proteste) torno. Non soltanto per la corsa agli in- pareggiabile ed è prevedibile una dimo- prima giornata di ritorno. sorprendere.
re, Mangano. All.: Mirto. avrebbe dovuto incanalare il match ap- gaggi di riparazione, quanto per la mag- strazione, contro i biancoverdi, che atte- Nel girone E la Fiumefreddese ha «Si tratta di un match difficile - spie-
ATL . CATANIA: Noto, Zumbo, Scaravilla (74’ pannaggio dei giarresi: impeccabile la giore attenzione, delle società, nell’af- sti chances di tale entità da concorrere a messo una seria ipoteca sul trionfo fi- ga il presidente della Real San Cri-
Longhitano), Tasca, Giuffrida, Sciuto, Rosigno- trasformazione di Percipalle. frontare i vari problemi per la realizza- buon diritto alla promozione. nale. L’undici guidato da Di Maria, tra- stoforo Paolo Di Silvestro, ma in casa
li, Spadaro (85’ Passanisi), Tricomi (26’ Risi), In chiusura di prima frazione 2-0 fir- zione dei relativi programmi, nella stret- Altro match di buon livello tecnico scinato dai gol del super bomber Ga- con grande cuore e determinazione
Pidatella, Ventura. All.: Richichi. mato Torre. Al 47’ Atletico Catania vicino ta dei tempi che non permetteranno di avrà la cornice del campo Italia, a Sapri. rozzo vanta ben 14 punti di vantaggio proveremo a vincere. La squadra è
ARBITRO: Schillaci di Enna (assistenti: Todaro al gol, traversa di Spadaro su punizione, rimediare agli errori. Contro gli spigolatori, il Messina è obbli- sulla vicecapolista Aci San Filippo. Do- molto motivata Testa coda tra la for-
e Passalacqua di Acireale) a Plastini battuto. Nella ri- La locandina di dome- gato a esprimere una vo- menica è attesa in casa te e blasonata Leonzio e
RETI: 28’ Percipalle (rigore), presa, nonostante la dop- nica si presta a illuminare lontà ben precisa su quan- della Lineri Misterbian- lo Scordia. Tutto da se-
43’ Torre, 87’ Tasca. pia inferiorità numerica, queste notazioni, metten- to intende finalizzare in co. L’Aci San Filippo, in guire il confronto tra il
NOTE: Espulsi Giuffrida (25’, l’Atletico è ben disposto do a confronto formazioni questa edizione della Se- casa, ospiterà il rinfran- Misterbianco del bravo
fallo da ultimo uomo), Noto sul terreno di gioco, pres- che hanno balbettato, rin- rie D e gli azzurri stellati cato Valverde, squadra tecnico Filippo Millauro
(27’, proteste), Sciuto e Ven- sa a tutto campo e il Giar- corso o accelerato, nel sono in grado di vagliare - che nell’ultimo mercato e la San Pio X. Attese an-
tura (68’, entrambi per pro- re non trova sbocchi of- perseguire gli obiettivi con la propria personalità si è rinforzata con Cal- che le prove del San
teste). fensivi degni di nota. prefissati, senza tralascia- - se i peloritani posseggo- varuso e Mascali, en- Giorgio allenato da Mi-
GIARRE. Clamorosa impre- TASCA (ATLETICO CATANIA) Nemmeno dopo le espul- re qualche grave sorpresa BOSCAGLIA (TRAPANI) no o meno mezzi per trambi ex Sporting Via- PALUMBO (S. CRISTOFORO) chele Cassisa a Carlenti-
sa dell’Atletico Catania a sioni a metà del 2° tempo come il cinque a zero che emergere dall’anonimato. grande. ni e della Massiminiana
Giarre, nell’andata dei quarti di finale dei nervosissimi Ventura e Sciuto, la la capolista ha beccato al D’Ippolito di E non è finita, sul piano degli interes- In piena zona play off l’Atletico Pe- sul campo della San Leone.
della Coppa Italia di Promozione. La squadra di Mirto riesce a giocare con di- Lamezia, per mani del Sambiase. si pregnanti, incorniciati di bel gioco. Al dara, che dovrà affrontare la dura tra- L’Atletico Militello sogna il colpac-
compagine di Richichi, infatti, sotto di sinvoltura in 11 contro 7. I mamertini avranno la possibilità di Caitina, lo spettacolo è assicurato da due sferta in casa del Randazzo, squadra cio in casa del temibile Nicosia. Il San
due reti ma, soprattutto, di ben quattro Il forcing rossazzurro funziona bene e rifarsi con un Mazara incerottato, al complessi - Rosarno e Modica - che han- alla ricerca di punti salvezza. In zona Sebastiano, lontano dalla vetta sol-
uomini per oltre 25’, non solo tiene testa viene premiato all’87’, quando una puni- Grotta di Polifemo, ma i lametini di mi- no catalizzato popolarità mista a mera- play off stazionano anche Real Santa tanto un punto, cerca la prima gioia
a un Giarre disorientato e privo di idee zione dell’esperto Tasca beffa l’estremo ster Alessandro Erra dovranno cimentar- viglia, per la rispettiva conduzione, spe- Venerina, Maletto, Solicchiata e Co- dell’anno nella gara interna con la Ju-
ma nel finale realizza addirittura la rete difensore gialloblù Plastini e regala all’A- si con un’Acicatena che non può per- cie gli iblei, che hanno abbandonato i meta Biancavilla. Il Real Paternò è at- nior Ramacca.
del 2-1 che riapre completamente i gio- tletico Catania il gol del 2-1, che renderà mettersi di sbagliare, se non vorrà accre- piani bassi della classifica, per una quo- teso dal fanalino di coda Caltabiano. Nel girone G la Enzo Grasso, capoli-
chi qualificazione. a dir poco infuocata la gara di ritorno. scere il pericolo di una durissima lotta ta più salubre. Alla ricerca di punti per la permanen- sta, ospiterà i Floridia. Scoglitti, Real
Grande amarezza per il Gialloblù Giarre davvero irriconoscibile, quasi per mantenere la categoria. Il resto chiama in causa la bagarre del- za anche la Giovani Zafferana e il Real Niscemi, Orsa Ragusa, Belvedere e
Giarre, che si trovava nelle condizioni non volesse infierire su un avversario Il clou della giornata è, comunque, di la sopravvivenza. Detto del Mazara a Mi- Aci. I granata acesi puntano sulla vo- Football Club Vittoria sperano di co-
ideali per gestire e chiudere partita e che ad un certo punto pareva ormai alle stanza al Partenio di Avellino. Diretti da lazzo e dell’Acicatena al Polivalente, non glia di far bene di Sciacca, Bella e Ro- minciare il nuovo anno con un succes-
discorso qualificazione e che, invece, si è corde e che invece ha avuto il merito di Sasà Marra, i lupi irpini dovranno soste- meno drammatiche, le trasferte dell’A- meo per mettere sotto il forte Malet- so e confermarsi nella zona nobile
lasciato intimorire dalla grinta e dalla te- non mollare mai e crederci sempre. nere le proprie rivendicazioni di élite, drano, del Palazzolo e Viribus. to. Nel girone F il big match è senza della graduatoria.
nacia dei catanesi, che non hanno ruba- FABIO BONANNO misurando le proprie forze con un avver- FRANCO SICLARI dubbio Real San Cristoforo - Leonfor- ANDREA RAPISARDA