Sei sulla pagina 1di 10

NLPU 100

NLP Practitioner
Certification Course
Copyright 1992-2013 by Dynamic Learning Publications e NLP University Press. Tutti I diritti
sono riservati. Tutto il materiale contenuto in questa dispensa di propriet esclusiva della
Dynamic Learning Pubblications, della NLP University, di Robert Dilts e di Judith DeLozier.
Questa dispensa o parte di essa non pu essere riprodotta con nessun mezzo, tecnologico o
meccanico, incluse fotocopie, registrazioni o trascrizioni, o con mezzi di memorizzazione delle
informazioni o sistemi di recupero, senza il permesso scritto delleditore.

NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 1

NLP Practitioner Certification Course - NLPU 100


Elenco dei contenuti

PNL Evolution Regole di base


Presentazione del corso
Fondamento e principi della PNL
Sviluppare le proprie potenzialit: lInner Game
Rimanere allineati con se stessi - COACHing Vs. CRASHing
Aprirsi all'equilibrio - COACH Channel
Trovare il proprio stato di Eccellenza - Zone of Excellence
I Livelli Logici
Livelli di Sostegno per lApprendimento e il Cambiamento
I Presupposti della PNL
Esercizio sui Presupposto della PNL
Le Posizioni Percettive
Esercizio sulle Posizioni Percettive
Il primato del Sistema Rappresentazionale
Esercizio di scoperta: Il Contatto Sensoriale
Stile di Apprendimento
Domande sullo Stile di Apprendimento
Applicare i Risultati del Questionario sullo Stile di Apprendimento
Aiutare gli altri ad allinearsi - Il Coaching Container
Calibrazione
Esercizio sulla Calibrazione
Mirroring
Ricalco e Guida
Abilit Interattive
Comunicazione
La Matrice della Comunicazione
Panoramica sulla Matrice della Comunicazione
Gestione dello Stato
Gestione degli Stati Personali
Il Circolo dellEccellenza
Analisi Contrastiva
Indizi Fisiologici: Il Modello B.A.G.E.L.
Body Posture
Accessing Cues
Gestures
Eye Movements
Language Patterns
Esercizi Individuali: Analisi dei Segnali DAccesso
Modellamento
La Struttura Fondamentale del Comportamento: il Modello T.O.T.E.
Questionario del Modello T.O.T.E.
Esercizio di Presentazione: Esplorando i Sistemi Rappresentazionali
Questionario T.O.T.E. individuale

NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 2

Pagina
1
3
4
9
10
10
11
12
15
16
17
18
22
25
27
28
28
30
32
33
34
35
36
38
40
42
46
47
49
50
52
55
55
57
58
59
61
62
63
64
65
66
67

Elenco dei contenuti (continuazione)

Accentramento Attivo (Rock and River)


Raccogliere Le Risorse Necessarie
Ancoraggio
Condizioni Ben Formate per lAncoraggio
Ancoraggio di uno Stato Risorsa
Collasso di Ancore
Trasferimento di uno Stato Risorsa
Congruenza
Principio dellIntenzione Positiva
Ristrutturazione in 6 fasi
Fasi della Ristrutturazione in 6 fasi
Checklist della Ristrutturazione in 6 fasi
Aggettivi Caratteriali
Conflitto
Rapporti tra le Parti in Conflitto
Integrazioni tra le Parti in Conflitto
Checklist per lIntegrazione tra le Parti in Conflitto
Obiettivi Strategie per definire un Obiettivo
Condizioni per un Obiettivo Ben Formato
Scheda di un Obiettivo Ben Formato
Metamodello
Schema del Metamodello
Analisi dellauto-esercizio per il Metamodello
Stress
Gestione dello Stress
Dissociazione
Dissociazione VK
Checklist per lesercizio sulla Dissociazione VK
Ipnosi - Il Milton Model
Time Line
Condizioni ben formate per definire un T.O.T.E.
Panoramica sulle Strategie
Modello di Formulazione delle Strategie in PNL
Generatore di Nuovo Comportamento
Energie Archetipiche
Esplorare linfluenza delle Energie Archetipiche
Somatic Syntax - Congruenza nella Comunicazione
Esercizi sulla Somatic Syntax
Teoria dellAuto-Organizzazione
Esercizi sul Territorio
Il Modello S.C.O.R.E. - Approccio alla Risoluzione dei problemi
Dancing S.C.O.R.E.
Checklist per il Dancing S.C.O.R.E.

NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 3

Pagina
68
69
71
71
74
76
79
80
81
82
84
86
87
88
89
91
93
94
96
98
99
102
103
105
106
107
109
112
113
116
119
121
123
125
127
128
130
133
134
135
136
137
140

Elenco dei contenuti (continuazione)

Mapping Across
Mapping Across: Da Serio a Umoristico
Foglio di lavoro sulle Submodalit del Mapping Across
Utilizzo del Modello R.O.L.E.
Foglio di lavoro sullutilizzo del Modello R.O.L.E.
Checklist per lesercizio sullutilizzo del R.O.L.E.
Auto Organizzazione e Modello Swish
Fasi del Modello Swish
Cambio di Storia Personale
Fasi per il Processo di Cambio di Storia Personale
La Risorsa Supercharger
La Metafora Terapeutica
Strategie di Comunicazione
Esercizio di Comunicazione: La Delega
Creare Molteplici Prospettive
Mediazione
Costruire una Meta Mappa per la Mediazione
Checklist per lesercizio sulla Meta Mappa
Walt Disney
Dreamer
Realist
Critic
Riformulazione del Critic e della Critica
Walt Disney - Strategia dello Storyboarding
Checklist per esercitarsi nella Strategia di Walt Disney
Creazione di un Gruppo - Modello delle Parti di Disney
Allineamento
Creare uno Stato di Allineamento
Foglio di lavoro dellAllineamento dei Livelli Logici
Checklist per lesercizio di Allineamento dei Livelli Logici
Simboli e Rappresentazioni Simboliche
La Visione della mente di campo - Seeing the Field
Elementi per operare un Cambiamento
Esercizio di Intervisione
Domande sul Giudizio di S
Glossario della Terminologia della NLPU
Bibliografia di letture

NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 4

Pagina
141
141
142
143
144
145
146
148
149
152
154
158
161
162
163
164
164
166
167
169
170
171
173
175
177
179
181
182
184
185
187
188
189
190
190
191
194

Presentazione del Corso


Questo corso tratter dei "mattoni" essenziali della PNL. Esso comprende i fondamentali principi mentali,
linguistici e fisici, e i modelli, che costituiscono la base della tecnologia e filosofia della Programmazione
Neuro-Linguistica. Le competenze necessarie per fare efficacemente ed ecologicamente la PNL fungono da
supporto per diversi tipi di attivit, situazioni e contesti. Il processo pi efficace per acquisire effettivamente
o migliorare le competenze passa attraverso esercizi esperienziali che forniscono un feedback immediato e
sono organizzati intorno a ci che noto in PNL come il T.O.T.E.. L'assunzione del T.O.T.E. permette che
l'eccellenza comportamentale sia ottenuta attraverso il possedere 1) un obiettivo futuro fissato, 2) la prova
sensoriale e comportamentale che indica se l'obiettivo stato raggiunto o meno e 3) una serie di operazioni,
procedure o scelte con cui raggiungere l'obiettivo.
Obiettivi del corso
Gli obiettivi del percorso Practitioner sono di fornire agli studenti gli scopi chiave, le procedure di evidenza e
le operazioni comportamentali necessarie per:

Riconoscere e utilizzare i Sistemi Rappresentazionali e le Submodalit.

Identificare i predicati basati sulla sensorialit.

Rilevare spunti fisiologici di accesso.

Calibrare la chiave di stati mentali ed emotivi.

Stabilire e mantenere il rapport.

Scoprire le strutture pi profonde del linguaggio attraverso schemi e domande del Metamodello.

Stabilire obiettivi ben formati.

Sviluppare competenze di ancoraggio.

Gestire gli stati personali.

Suscitare e utilizzare le strategie dell'eccellenza Modello R.O.L.E. e Modello B.A.G.E.L..

Riformulare comportamenti problematici attraverso la ricerca delle intenzioni positive.

Modelli del livello Practitioner


Modello T.O.T.E.
Modello R.O.L.E.
Modello B.A.G.E.L.
Strumenti del livello Practitioner
Analisi contrastiva
Ancoraggio
Riformulazione
Risultati del livello Practitioner
Competenza inconscia
Ecologia
Consapevolezza
Scoperta
Comprendere i presupposti della PNL

NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 5

Fondamento e principi della PNL


La Programmazione Neuro-Linguistica (PNL) un modello di comportamento, e una serie di esplicite
competenze e tecniche, fondata da Richard Bandler e John Grinder nel 1975. Definita come lo studio della
struttura dell'esperienza soggettiva, la PNL studia gli schemi o "programmi" creati dalla interazione
tra il cervello ("neuro"), il linguaggio ("linguistica") e il corpo. Dal punto di vista della PNL, questa
interazione che produce sia efficaci che inefficaci comportamenti, e sono responsabili dei processi che stanno
dietro l'eccellenza e la patologia umana. Molte delle competenze e delle tecniche della PNL furono ottenute
osservando i modelli di eccellenza in esperti provenienti da diversi campi di comunicazione professionale tra
cui la psicoterapia, le imprese, l'ipnosi, il diritto e l'istruzione.
La PNL una scienza comportamentale che prevede:
1. Un'Epistemologia - Un sistema di conoscenza e valori
2. Una Metodologia - Processi e procedure per l'applicazione della conoscenza e dei valori
3. Una Tecnologia - Strumenti per facilitare l'applicazione della conoscenza e dei valori
La PNL contiene una serie di principi e distinzioni che sono particolarmente adatti ad analizzare e
identificare i modelli cruciali di valori, comportamenti e interrelazioni in modo che possano essere messi in
implementazioni pragmatiche e verificabili. La PNL fornisce un modo per guardare oltre il contenuto
comportamentale di quello che la gente fa per le forze pi invisibili dietro quei comportamenti; alle strutture
di pensiero che permettono alle persone di agire in modo efficace.
Il nome "Programmazione Neuro-Linguistica" indica l'integrazione di tre diversi campi scientifici.
La componente neuro di Neuro-Linguistica riguarda il sistema nervoso. Una gran parte della PNL ha a che
fare con la comprensione e l'utilizzo di principi e modelli del sistema nervoso. Secondo la PNL, pensare,
ricordare, creare, avere una vision, e tutti gli altri processi cognitivi, sono un risultato di programmi eseguiti
all'interno del sistema nervoso umano. L'esperienza umana un combinazione o sintesi delle informazioni
che noi riceviamo ed elaboriamo attraverso il nostro sistema nervoso. A livello esperienziale questo ha a che
fare con la percezione del mondo - vedere, sentire, udire, odorare, e degustare.
La Programmazione Neuro-Linguistica trae anche dal campo della linguistica. Nella visione della
PNL, il linguaggio in qualche modo un prodotto del sistema nervoso, ma il linguaggio stimola e modella
anche l'attivit all'interno dei nostri sistemi nervosi. Certo, il linguaggio uno dei modi principali che una
persona possiede per attivare o stimolare i sistemi nervosi di altre persone. Pertanto, la comunicazione
efficace e l'interazione ha a che fare con il modo in cui noi utilizziamo il linguaggio per istruire, stimolare, e
verbalizzare concetti, obiettivi e questioni relative a una determinata attivit o situazione.
L'aspetto di programmazione della Programmazione Neuro-Linguistica si basa sull'idea che i
processi di apprendimento umano, la memoria, e la creativit, sono una funzione di programmi programmi
neuro-linguistici che funzionano pi o meno efficacemente per raggiungere particolari obiettivi o risultati.
L'implicazione di questo che, in quanto esseri umani,noi interagiamo con il nostro mondo attraverso la
nostra programmazione interiore. Rispondiamo ai problemi e affrontare le nuove idee in accordo con il tipo
di programmi mentali che abbiamo stabilito - e non tutti i programmi sono uguali. Alcuni programmi o
strategie sono pi efficaci per realizzare alcuni tipi di attivit piuttosto che altre.
Ci sono sovrapposizioni tra la PNL e altri sistemi di psicologia perch la PNL trae dalle scienze
neurologiche, linguistiche e cognitive. Si ispira anche ai principi della programmazione dei computer e alla
teoria dei sistemi. Il suo scopo quello di sintetizzare insieme un numero di tipi diversi di teorie scientifiche
e modelli. Un valore della PNL che riunisce diversi tipi di teorie in un'unica struttura.
La maggior parte delle tecniche e degli strumenti della PNL sono stati ottenuti attraverso un processo
chiamato "modellazione." L'approccio principale della PNL stato quello di modellare i comportamenti
efficaci e i processi cognitivi che stanno dietro. Il processo di modellamento della PNL consiste nel trovare
come il cervello ("Neuro") opera nell'analizzare i modelli di linguaggio ("Linguistico") e la comunicazione
non verbale. I risultati di questa analisi vengono poi messi in strategie passo a passo o programmi
("Programmazione") che possono essere utilizzati per trasferire la capacit ad altre persone ed aree di
applicazione.
Forse l'aspetto pi importante della PNL la sua enfasi sulla praticit. I concetti della PNL e i
programmi di formazione sottolineano contesti interattivi, di apprendimento esperienziale in modo che i
principi e le procedure possano essere facilmente percepiti e compresi. Inoltre, poich i processi della PNL
sono disegnati da modelli umani efficaci, il loro valore e le strutture sottostanti sono spesso riconosciuti
intuitivamente da persone con poca o nessuna esperienza precedente.
NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 6

Quadro storico della PNL


La PNL ha origine da John Grinder (la cui formazione era in campo linguistico) e Richard Bandler
(la cui formazione era in campo matematico e in terapia della Gestalt), con il proposito di generare modelli
espliciti di eccellenza umana. Il loro primo lavoro, La Struttura della Magia vol. I & II (1975, 1976),
individuava i modelli verbali e comportamentali dei terapeuti Fritz Perls (il creatore della terapia della
Gestalt) e Virginia Satir (terapeuta della famiglia di fama internazionale). Il loro lavoro successivo, Modelli
delle tecniche ipnotiche di Milton H. Erickson, MD Vol.. I & II (1975, 1976), esaminava i modelli verbali e
comportamentali di Milton Erickson, fondatore della Societ Americana di Ipnosi Clinica e
uno degli psichiatri pi ampiamente riconosciuti e clinicamente di successo dei nostri tempi.
Come risultato di questo lavoro precedente, Grinder e Bandler formalizzarono le loro tecniche di
modellazione e i loro contributi individuali sotto il nome di "Programmazione Neuro-Linguistica" a
simboleggiare il rapporto tra il cervello, il linguaggio e la fisiologia. Il nome di Programmazione NeuroLinguistica comprende le tre componenti maggiormente influenti coinvolte nella produzione dell'esperienza
umana: "programmazione" neurologica, linguistica e mentale. Il sistema neurologico
responsabile per il modo in cui elaboriamo le informazioni e regoliamo i nostri corpi; il linguaggio determina
il modo in cui ci interfacciamo e comunichiamo con altre persone; e la nostra programmazione determina i
tipi di modelli del mondo che noi creiamo e nei quali agiamo. Pertanto, lo scopo della PNL descrivere le
dinamiche fondamentali tra mente (neuro) e linguaggio (linguistica) e come la loro interazione abbia effetti
sul nostro corpo ed il suo comportamento (programmazione).
Le basi di questo modello sono state descritte in una serie di libri tra cui Frogs into Prices (Bandler
& Grinder, 1979), Programmazione Neuro-Linguistica Vol. I (Dilts, Grinder, Bandler, DeLozier, 1980),
Ristrutturazione (Bandler & Grinder, 1982), Alle origini della PNL (Dilts, 1983), Usare il cervello per
cambiare (Bandler, 1985), Introducing Neuro-Linguistic Programming (O'Connor e Seymour, 1990). Il
primo nucleo di lavoro pionieristico di Bandler e Grinder comprende processi quali il Meta Modello, il
Primato del Sistema Rappresentazionale, i Segnali di Accesso non verbale, i Predicati Verbali,
il Ricalco e Guida, l'Ancoraggio, la Riformulazione, il Cambiamento della Storia Personale, la Dissociazione
V-K e la Gestione dello Stato.
Bandler e Grinder svilupparono molti dei loro primi modelli e tecniche in collaborazione con un
gruppo di colleghi e studenti tra cui Leslie Cameron-Bandler, Judith DeLozier, Robert Dilts, David Gordon e
Stephen Gilligan. Questi individui hanno anche dato contributi significativi nel campo della PNL, tra cui:
Meta Programmi e l'Imperative Self (Cameron-Bandler, 1985, 1986), Posizioni Percettive e il Nuovo Codice
della PNL (DeLozier e Grinder, 1987), Strategie cognitive e Sistemi di Credenze (Dilts, 1983, 1990, 1991),
Submodalit e Metafore (Gordon, 1978) e Ipnosi (Gilligan, 1991). Altri fattori chiave e sviluppatori nel
campo della PNL includono Steve e Connirae Andreas, Todd Epstein, Tim Hallbom, Suzi Smith, Ed e
Maryann Reese, Tad James, Wyatt Woodsmall, e Sid Jacobson.
Principi di PNL
La PNL una scuola pragmatica di pensiero-un 'epistemologia'-che affronta i vari livelli coinvolti
nell'essere umano. La PNL un processo multidimensionale che coinvolge lo sviluppo di competenza e
flessibilit comportamentali, ma coinvolge anche il pensiero strategico e una comprensione dei processi
mentali e cognitivi che stanno dietro il comportamento. La PNL fornisce strumenti e competenze per la
realizzazione di stati di eccellenza individuale, ma stabilisce anche un sistema di credenze potenziate e di
presupposti su ci che gli esseri umani sono, che cosa la comunicazione, e tutto ci che il processo di
cambiamento. A un altro livello, la PNL riguarda l'auto-scoperta, l'esplorazione dell'identit e della missione.
Essa fornisce anche un quadro di riferimento per la comprensione e relativa alla parte 'spirituale'
dell'esperienza umana che va oltre noi come individui per la nostra famiglia, i gruppi, le comunit e i sistemi
globali. La PNL non solo competenza ed eccellenza, si tratta di saggezza e visione.
In sostanza, tutto nella PNL si basa su due premesse fondamentali:
1. La mappa non il territorio. Come esseri umani, non possiamo mai conoscere la realt. Possiamo
solo conoscere le nostre percezioni della realt. Sperimentiamo e rispondiamo al mondo che ci
circonda in primo luogo attraverso i nostri sistemi rappresentazionali sensoriali. Si tratta delle nostre
mappe 'neuro-linguistiche' della realt che determinano il modo in cui ci comportiamo e che danno
senso a quei comportamenti, non la realt stessa. In genere non la realt che ci limita o ci d il
potere, ma piuttosto la nostra mappa della realt.

NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 7

2. La vita e la 'mente' sono processi sistemici. I processi che si svolgono all'interno di un essere umano
e tra gli esseri umani e il loro ambiente sono sistemici. I nostri corpi, le nostre societ, e
il nostro universo formano un'ecologia di sistemi complessi e sotto-sistemi ognuno dei quali
interagisce e reciprocamente si influenzano a vicenda. Non possibile isolare completamente
qualsiasi parte del sistema dal resto del sistema. Tali sistemi sono basati su alcuni principi 'autoorganizzati' e cercano naturalmente gli stati ottimali di equilibrio o omeostasi.
Tutti i modelli e le tecniche di PNL sono basati sulla combinazione di questi due principi (vedi
Presupposti della PNL). Nel sistema di credenze della PNL, non possibile per gli esseri umani conoscere la
realt oggettiva. Saggezza, etica ed ecologia non derivano dall'avere la mappa 'giusta' o 'corretta' del mondo,
perch gli esseri umani non sarebbero in grado di fare una. Piuttosto, l'obiettivo quello di creare la pi ricca
mappa possibile che rispetta la natura sistemica e l'ecologia di noi stessi e il mondo in cui viviamo. Le
persone che sono pi efficaci sono quelle che hanno una mappa del mondo che permette loro di percepire il
maggior numero di scelte e prospettive disponibili. La PNL un modo di arricchire le scelte che avete e
percepirle come disponibili in tutto il mondo intorno a voi. L'eccellenza viene dall'avere molte scelte. La
saggezza deriva dall'avere prospettive multiple.
Tecniche di PNL
Secondo la PNL, il processo di base di cambiamento implica 1) scoprire qual lo stato presente della
persona, e 2) aggiungere le risorse adeguate per condurre quella persona 3) allo stato desiderato.
Stato presente + Risorse adeguate Stato desiderato
Le distinzioni e le tecniche della PNL sono organizzate per aiutare a identificare e definire gli stati
presenti e gli stati desiderati di vari tipi e livelli e quindi accedere e applicare le risorse adeguate per produrre
il cambiamento efficace ed ecologico nella direzione dello stato desiderato.
Nel corso degli anni, la PNL ha sviluppato alcuni strumenti molto potenti e le competenze per la
comunicazione e il cambiamento in una vasta gamma di aree professionali tra cui: counseling, psicoterapia,
istruzione, salute, creativit, diritto, management, vendite, leadership e genitorialit.
La funzione di ogni tecnica di Programmazione Neuro-Linguistica di arricchire, o aggiungere, una
delle tre propriet di comportamento efficace - che , avere: a) una rappresentazione esplicita dei risultati; b)
esperienza sensoriale; e c) flessibilit delle risposte interne e comportamenti esterni.
Le molte, molte tecniche e procedure esplicite che compongono la tecnologia comportamentale della
PNL sono presentate nel numero sempre crescente di libri che rappresenta lo sviluppo del settore
della Programmazione Neuro-Linguistica. Ci sono anche molte tecniche che non sono state trasformate
in rappresentazioni scritte, e molte ancora in fase di ridefinizione e sviluppo.
1. Identificazione e abbinamento delle parole basate sui sensi pi comunemente utilizzate e dei
predicati di un'altra persona al fine di creare rapport e assicurare la comprensione.
2. Stimolare, attraverso la corrispondenza e il mirroring delle espressioni posturali, gestuali, e del viso
e dei movimenti, e del tono della voce e della qualit del tempo di un'altra persona, in modo da
contribuire ad entrare in rapport con quella persona.
3. Tradurre le esperienze espresse attraverso una modalit di rappresentazione a un'altra, per aiutare ad
aumentare la comprensione tra individui o gruppi che hanno difficolt a comunicare l'uno con l'altro.
4. Osservazione e utilizzo dei segnali di accesso sensoriali e comportamentali, per aiutare a
comprendere e percorrere le strategie di elaborazione tipiche di un'altra persona per organizzare e
dare un senso alle sue esperienze, e alle comunicazioni ricevute dagli altri.
5. Aiutare a costruire nuove possibilit di rappresentazione e capacit negli altri, attraverso l'uso di un
linguaggio sensoriale specifico e l'uso sistematico dei segnali di accesso non verbale.
6. Aiutare ad aumentare la consapevolezza sensoriale al fine di percepire pi accuratamente ed
immediatamente e valutare gli effetti dei comportamenti delle personee sugli altri.
7. Identificazione e ordinamento delle comunicazioni multiple (incongruenti) negli altri al fine di
aiutare a ridurre incomprensione e confusione.
NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 8

8. Stabilire ancore e procedure automatiche per le esperienze positive e per le risorse che si verificano
in un contesto, e riattivazione o riordinamento delle stesse in altre situazioni in cui non sono ancora a
disposizione per un determinato individuo o gruppo. Di conseguenza, quei comportamenti e quelle
risposte possono servire come risorse anche in altri contesti.
9. Identificazione e rottura di inutili "loop calibrati" tra individui e gruppi allo scopo di aggiungere una
maggiore flessibilit e possibilit di scelta nelle risposte e nella comunicazione.
10. Abbattere mappe verbali non specificate in descrizioni verbali di qualit superiore e, soprattutto,
dimostrazioni comportamentali ed esempi, al fine di creare facilmente rappresentazioni osservabili e
condivisibili delle esperienze di un individuo e dei risultati.
11. Framing e ri-framing dei comportamenti problematici e delle risposte rendendo pi esplicite le
intenzioni positive e i comportamenti positivi alla loro base. Lo scopo di tutto questo di creare un
cambiamento nelle percezioni delle persone, rispetto al comportamento, in modo che possa essere
gestita in maniera pi proficua. Il cambiamento nelle funzioni di percezione:
(a) Separazione del "s" dal "comportamento" attraverso il rafforzamento e la convalida
dell'individuo come persona associando il "s" con l'intenzione positiva. Qualsiasi risposta
negativa pu, quindi, essere diretta verso la manifestazione comportamentale piuttosto che verso
la persona in se stessa.
(b) Preservare l'intenzione positiva del comportamento problematico anche se i significati
comportamentali utilizzati per proteggere l'intenzione positiva sono alterati.
(c) Preservare e convalidare il comportamento positivo o la risposta, che serve per aiutare a
preservare l'ecologia del sistema nonch la convalida del "s" mentre si cambia il
comportamento indesiderato.
12. Creare e rafforzare la flessibilit nei membri di un sistema attraverso giochi di ruolo e altre forme di
modellamento comportamentale, allo scopo di aiutare i membri del sistema in modo pi coerente e
sistematico e suscitare comportamenti desiderati e risposte dagli altri membri.
13. Suscitare ed esporre dettagliatamente una descrizione di alta qualit e una dimostrazione di un
risultato(i) di un gruppo o individuale o uno stato(i) desiderato(i) che sar ben formato, pratico, ed
ecologico per il particolare sistema di appartenenza.
Costanti Sviluppi nella PNL
Il campo della PNL ha continuato ad evolversi enormemente negli ultimi due decenni; principalmente come
risultato della continua applicazione del modellamento in molte nuove aree. La struttura "aperta" della PNL
ha permesso al campo in s di cambiare ed espandersi in conformit con le proprie scoperte. Ogni volta che
il centro dell'attenzione si sposta a seguito di un risultato di modellamento di qualche nuovo fenomeno nella
nostra esperienza, viene aggiunto un altro livello di distinzioni e modelli questa la "ricodifica" della PNL.
PNL New Coding, per esempio, una riformulazione dei principi di base della PNL e dei processi
sviluppato da Judith DeLozier e John Grinder alla fine degli anni 1980 (Turtles All The Way Down, 1987).
Attingendo a piene mani da lavoro di Gregory Bateson nel campo della teoria dei sistemi, la PNL New Code
propone una riorganizzazione dei metodi e degli strumenti di PNL sulla base dei concetti chiave degli "stati",
"relazioni conscio/inconscio", "posizioni percettive", "multiple descriptions" e "filtri percettivi". Questo
segna una svolta fondamentale dal "vecchio codice" (o "codice classico") della PNL, che stato basato
principalmente sulla categorizzazione di specifiche distinzioni linguistiche, comportamentali e sensoriali. Al
contrario, il punto centrale nella PNL New Coding sulle interazioni e relazioni tra gli elementi di un
sistema.
Un altro importante sviluppo nella PNL stato l'emergere della PNL Sistemica, introdotta da Robert
Dilts e Todd Epstein alla fine degli anni '80. Lo scopo della PNL Sistemica stato quello di reintrodurre un
quadro cibernetico, promuovere l'accento sulla 'ecologia', e portare capacit di pensiero sistemico pi
pienamente nella pratica della PNL. Oltre al lavoro di Gregory Bateson nel campo della cibernetica, la PNL
Sistemica ha incorporato nuove idee e principi provenienti da altri modelli e metodi basati sul pensiero
sistemico, compresa la teoria di auto-organizzazione, la tecnologia di rete neurale, e l'intelligenza artificiale.
NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 9

Nei primi anni '90 Dilts e Epstein sono stati raggiunti da Judith DeLozier, che ha aggiunto sviluppi
grazie al suo lavoro con la PNL New Coding. Il risultato di questa collaborazione un profondo e integrato
approccio alla PNL che stato responsabile di molti degli sviluppi pi significativi e recenti del settore; tra
cui: il Modello S.C.O.R.E., i Livelli NeuroLogici, la PNL Generativa, e la Somatic Syntax.
L'intenzione di base della PNL Sistemica di sintetizzare ed estendere i modelli esistenti e le
distinzioni della PNL mettendoli in una prospettiva sistemica. Similmente alla PNL New Coding, il centro
della PNL Sistemica sulle interazioni dinamiche e le relazioni tra gli elementi di un sistema, con particolare
attenzione all'ecologia. I principi e i metodi della PNL Sistemica sono stati in grado di estendere le
applicazioni della PNL al di l delle persone, per affrontare le questioni relative ai gruppi, alle organizzazioni
e alle culture. Questi sviluppi sono esemplificati con l'istituzione di NLP University, la NLP World Health
Community, la NLP Community Leadership Project, e la Global NLP Training and Consulting Community.
PNL di Terza Generazione
La PNL ora nella sua terza decade come campo di studio e si evoluta notevolmente fin dalle sue origini
nella met degli anni '70. Come sviluppatori della terza generazione di PNL, per i formatori e i professionisti
che si muovono nel mondo, anche tempo di riconoscere una terza generazione della PNL.
La PNL di Prima Generazione stata il modello originale della PNL derivata da Bandler e Grinder
dal loro studio sui terapeuti efficaci. Queste prime applicazioni della PNL erano tutte applicate uno-a-uno,
con il centro quasi esclusivamente sulla persona.
La PNL di Prima Generazione presupponeva una relazione terapeutica in cui il terapeuta sapeva cosa
era meglio per il suo cliente. La PNL era considerata qualcosa che "si faceva ad altre persone". Questo ha
portato ad alcune applicazioni della PNL che sembrava essere manipolativa quando veniva usata in contesti
non terapeutici. La maggior parte degli strumenti di prima generazione e delle tecniche si concentravano
sulla soluzione dei problemi a livello di comportamento e capacit.
La PNL di Seconda Generazione cominci ad emergere nella seconda met degli anni '80. In questo
momento, la PNL si stava espandendo per abbracciare altre questioni al di l del contesto terapeutico.
Sebbene fosse ancora incentrata sugli individui, la PNL di Seconda Generazione sottolineava il rapporto tra
se stessi e gli altri e si ampliava per includere alcune aree di applicazione come la negoziazione, le vendite,
l'istruzione e la salute.
Gli strumenti della PNL si ampliarono anche per includere problemi di livello superiore, come ad
esempio quelli relativi alle credenze, ai valori e ai "meta programmi". Le tecniche della PNL di Seconda
Generazione integravano l'uso di nuove distinzioni come la time line, le submodalit e le posizioni
percettive.
La PNL di Terza Generazione si sviluppata dagli anni '90. Le applicazioni della PNL di Terza
Generazione sono generative, sistemiche e incentrate su problemi di alto livello quali l'identit, la vision e la
mission. La PNL di Terza Generazione sottolinea il cambiamento dellintero sistema e pu essere applicata
allo sviluppo organizzativo e culturale nonch ad individui e gruppi.
Tutte le generazioni della PNL si concentrano sulla struttura ed il funzionamento della mente (questa
l'essenza della "Programmazione Neurolinguistica"). Le prime due generazioni della PNL, tuttavia,
pongono l'attenzione quasi esclusivamente sulla mente cognitiva. La PNL di Terza Generazione si espande
per includere sia i processi somatici che le dinamiche di sistema pi grandi (ad esempio, "il campo") nella
totale "unit della mente". Cos, la PNL di Terza Generazione lavora con l'interazione fra tre "menti":
1. Una mente cognitiva che emerge dal cervello
2. Una mente somatica al centro del corpo
3. Una mente "campo" che viene dalla nostra connessione e dalle relazioni con altri sistemi intorno
a noi
La PNL di Terza Generazione aspira a sviluppare e sostenere un rapporto organico di equilibrio tra queste tre
menti. Le tecniche della PNL di Terza Generazione hanno a che fare con il centrarci nel nostro nucleo
somatico, promuovendo cognitivamente lo sviluppo della totalit nelle persone, e la connessione attraverso
le relazioni alla saggezza e alla guida all'interno dei sistemi pi grandi che ci circondano.

NLPU100: fascicolo del corso di certificazione PNL Practitioner Pagina 10

Potrebbero piacerti anche