Sei sulla pagina 1di 10

Svolgimento della prova di verifica n.

Stefano Rascioni

Verifica di fine modulo.


La gestione dellimpresa: patrimonio e reddito
Obiettivi della verifica
Conoscenze
Gestione dellimpresa e operazioni di gestione
Aspetto finanziario ed economico della gestione
Patrimonio dellimpresa
Classificazione degli elementi patrimoniali
Valutazione degli elementi patrimoniali
Patrimonio netto e suoi componenti
Relazioni tra attivit, passivit e patrimonio netto
Situazione patrimoniale
Reddito di esercizio
Competenza economica dei costi e dei ricavi
Situazione economica
Abilit
Calcolare i costi e i ricavi di competenza
Compilare la Situazione patrimoniale e la Situazione economica

1. SCELTA MULTIPLA
1

10

11

12

13

14

a,b

a,c

b,c

a,b

c,d

a,c

a,c

2. VERO O FALSO
1. F Gli impieghi sono costituiti da immobilizzazioni e attivo circolante.
2. V
3. V
4. F Il totale delle attivit costituisce il patrimonio lordo.
5. F Limpresa ha un deficit patrimoniale quando le passivit superano le attivit.
6. F Lincremento del patrimonio netto da un esercizio allaltro potrebbe anche essere determinato
da nuovi apporti effettuati dallimprenditore durante lanno.
7. V
8. V
9. V
10. F Il costo delle merci vendute viene calcolato sottraendo il valore delle rimanenze finali alla
somma del valore delle esistenze iniziali e degli acquisti.

11. F I fondi oneri futuri vengono costituiti per far fronte a costi che si sosterranno sicuramente in
futuro, ma di cui non si conoscono ancora la data e/o limporto.
12. V
13. F Dato che i debiti per TFR sommano anno dopo anno gli accantonamenti che limpresa effettua
per il TFR dei lavoratori dipendenti, limporto degli stessi non pu mai essere inferiore al TFR
annuo.
14.V
3. COMPLETAMENTO
1. Il reddito di esercizio viene calcolato come differenza tra il flusso dei valori economici positivi e
il flusso dei valori economici negativi scaturenti dalle operazioni di gestione dellesercizio
amministrativo
2. Un ricavo si considera di competenza di un esercizio se in quellanno il processo produttivo del
bene o servizio stato completato e lo scambio avvenuto.
3. Un costo di considera di competenza di un esercizio se in quellanno ha dato la sua utilit e se
presenta un ricavo a esso correlato.
4. I risconti sono quote di costi o ricavi che hanno gi avuto la loro manifestazione finanziaria ma
economicamente sono di competenza futura.
5. Il deperimento fisico di un bene strumentale si definisce senescenza
6. Nelle imprese collettive il patrimonio netto formato dal capitale sociale, dalle riserve e dal
reddito di esercizio.
4. CORRELAZIONI 1
Elemento patrimoniale

Immobilizzazioni
Immateriali

Materiali

Attivo circolante
Finanziarie

Materie di consumo

Crediti

x
x

Denaro in cassa

Partecipazioni

Crediti v/clienti

Merci
Impianti e macchinario

Liquidit

Mutui attivi
Terreni e fabbricati

Rimanenze

x
x

Brevetti industriali

Assegni

Banche c/c attivi

Automezzi

Software

Avviamento

Crediti tributari

Prodotti finiti

Cambiali attive

Risconti attivi

Ratei attivi

Costi di ricerca e sviluppo

5. CORRELAZIONI 2
Elemento
patrimoniale

Valore nominale

Presunto valore di
realizzo

Impianti e
macchinari

Costo storico
diminuito delle
quote di
ammortamento

Minor valore tra


costo di acquisto o
produzione e
valore di realizzo
di mercato

Debiti v/fornitori

Materie prime

Crediti v/clienti

Denaro in cassa

Assegni

Debiti diversi

Presunto valore di
estinzione

Automezzi

Merci

Cambiali attive

Banche c/c attivi

Banche c/c passivi

Software

Debiti per TFR

Mutui passivi

Prodotti finiti

Fabbricati

C/c postali

Attrezzature

Debiti tributari

6. ESERCIZI DI APPLICAZIONE
Costo di competenza esercizio n1 misurato dal
rateo passivo

1/09/n1

Costo di competenza esercizio n2


non ancora maturato

31/12/n1

euro 80 000 x 6 x 120


36 000

1/03/n2

= euro 1 600,00 (rateo passivo)

Situazione economica dellesercizio n1


Costi
Interessi passivi su mutui

Ricavi
1 600,00

Situazione patrimoniale al 31/12/n1


Attivit

Passivit e netto
Mutui passivi

80 000,00

Ratei passivi

1 600,00

1. Viene calcolato un rateo perch gli interessi passivi si riferiscono a un periodo di sei mesi a
cavallo tra lesercizio n1 e lesercizio n2 e hanno manifestazione finanziaria posticipata, dato che
vengono pagati alla scadenza del periodo. Al 31/12/n1 deve quindi essere rilevato il costo di
competenza dellesercizio in chiusura, che dato dalla parte di interessi relativi al periodo
1/09/n1-31/12/n1. Questo costo, infatti, non stato rilevato nel corso dellesercizio n1 in quanto
non ha ancora avuto la sua manifestazione finanziaria.
2. La Situazione economica riferita allintero esercizio n1 perch il reddito di esercizio un
concetto di flusso, cio deriva dalla differenza tra ricavi e costi riferiti a un certo periodo, in
questo caso lanno. La Situazione patrimoniale invece riferita al 31/12/n1 perch il patrimonio
un concetto di fondo, cio viene determinato con riferimento a un preciso istante temporale
della vita dellimpresa, in questo caso il 31/12/n1.
7. ESERCIZI DI APPLICAZIONE
Costo di competenza esercizio n1

15/07/n1

Costo di competenza esercizio n2


risconto attivo

31/12/n1
2 190

365

15/07/n2
X

196

euro 2 190 x 196 = euro 1 176 (risconto attivo)


365
euro (2 190 - 1 176) = euro 1 014 (costo assicurativo di competenza)
Situazione economica dellesercizio n1
Costi
Assicurazioni

Ricavi
1 014,00
Situazione patrimoniale al 31/12/n1

Attivit

Passivit e netto

Risconti attivi

1 176,00

1. E stato calcolato un risconto perch il premio assicurativo viene pagato il 15/07/n1 in via
anticipata per un anno, rilevando, alla stessa data, un costo di 2 190 euro che per 196 giorni si
riferisce allesercizio successivo. Al 31/12/n1, quindi, questo costo deve essere rettificato per
la parte che si riferisce allesercizio n2, determinando per differenza il costo di competenza
dellesercizio n1, pari a 1014 euro.
2. Quando viene effettuato un pagamento (o viene rilevato un debito) anticipato che misura un
costo a cavallo di due esercizi, il risconto attivo, perch chi ha pagato anticipatamente ha
diritto a ricevere dalla controparte, per lesercizio successivo, una prestazione pari allimporto
del risconto. Quando invece si riceve una riscossione (o viene rilevato un credito) anticipata
che misura un ricavo a cavallo di due esercizi, il risconto passivo, perch chi ha riscosso in
anticipo deve fornire alla controparte, per lesercizio successivo, una prestazione pari
allimporto del risconto.

8. ESERCIZI DI APPLICAZIONE
Calcolo di quote di ammortamento
euro (120 000 x 10%) = euro 12 000 (quota di ammortamento)
euro (12 000 x 6) = euro 72 000 (fondo ammortamento al 31/12/n6)
Situazione economica dellesercizio n1
Costi
Ammortamento impianti

Ricavi
12 000,00
Situazione patrimoniale al 31/12/n1

Attivit
Impianti

Passivit e netto
120 000,00 Fondo ammortamento impianti
Situazione economica dellesercizio n6

Costi
Ammortamento impianti

Ricavi
12 000,00
Situazione patrimoniale al 31/12/n6

12 000,00

Attivit

Passivit e netto

Impianti

120 000,00 Fondo ammortamento impianti

72 000,00

1. Lammortamento viene calcolato alla fine del periodo amministrativo e serve per
assegnare allesercizio la quota parte del costo di un bene a utilit pluriennale, che viene
ripartito per tutti gli anni di vita utile del bene. Esso rappresenta la quota di consumo annuo
del bene strumentale, che deve tenere conto sia della senescenza sia dellobsolescenza
dello stesso. Di solito, lammortamento viene calcolato a quote costanti, quindi limporto
non varia da un esercizio allaltro. Il fondo ammortamento, invece, somma esercizio dopo
esercizio le quote di ammortamento, quindi aumenta nel tempo fino a eguagliare, al
termine della vita utile del bene, il costo storico dello stesso.
2. Il valore contabile di un bene strumentale viene calcolato come differenza tra costo
storico e fondo ammortamento ed esprime il valore residuo del bene pluriennale risultante
dalla contabilit.
9. ESERCIZI DI APPLICAZIONE
Cessione di un bene strumentale
euro (78 000 x 90%) = euro 70 200 (fondo ammortamento)
euro (78 000 70 200) = euro 7 800 (valore contabile)
euro (7 800 7 000) = euro 800 (minusvalenza ordinaria)
Situazione economica dellesercizio n1
Costi

Ricavi

Minusvalenza ordinaria

800,00 .

10. ESERCIZI DI APPLICAZIONE


Compilazione di Situazione patrimoniale e Situazione economica
Situazione patrimoniale al 31/12/n1
Attivit
Immobilizzazioni
Fabbricati
Arredamento
Macchine dufficio

Passivit e netto
Patrimonio netto
192 000 Patrimonio netto all1/01/n1
60 000 Utile di esercizio
112 000 Totale patrimonio netto

300 000
43 000
343 000

Totale immobilizzazioni

364 000 Debiti a medio/lungo termine

Attivo circolante

Debiti per TFR

256 000

Merci

180 000 Mutui passivi

50 000

Crediti v/clienti

305 000 Totale debiti a medio/lungo

306 000

Cambiali attive

30 000 Debiti a breve termine

Assegni

15 000 Debiti v/fornitori

200 000

Denaro in cassa

20 000 Banche c/c passivi

60 000

Risconti attivi

5 000 Debiti tributari

Totale attivo circolante

1 500

555 000 Ratei passivi

8 500

Totale debiti a breve

Totale attivit

270 000

919 000 Totale passivit e netto

919 000

Situazione economica dellesercizio n1


Costi

Ricavi

Merci c/esistenze iniziali

150 000 Merci c/vendite

1 814 000

Merci c/acquisti

920 000 Resi su acquisti

24 000

Ribassi e abbuoni passivi

15 000 Merci c/rimanenze finali

180 000

Costi per servizi

280 000 Interessi attivi v/clienti

18 000

Salari e stipendi

420 000 Plusvalenze ordinarie

35 000

Oneri sociali

126 000

TFR
Ammortamento fabbricati
Ammortamento arredamento

37 000
9 000
22 500

Ammortamento macchine uff.

16 000

Interessi passivi v/fornitori

14 000

Interessi passivi bancari

6 000

Interessi passivi su mutui

4 000

Imposte dellesercizio

8 500

Totale costi

2 028 000

Utile desercizio

43 000

Totale a pareggio

2 071 000 Totale ricavi

2 071 000

TABELLA DI VALUTAZIONE
ESERCIZIO
Scelta multipla
Vero o falso

PUNTEGGIO
1 punto per ogni risposta esatta

0,5 punti per ogni risposta esatta


0,5 punti per ogni corretta formulazione
Completamento
0,5 punti per ogni risposta esatta
Correlazioni 1
0,5 punti per ogni risposta esatta
Correlazioni 2
0,5 punti per ogni risposta esatta
Calcolo di un rateo
4 punti per lesatto svolgimento
2 punti per ogni risposta esatta
Calcolo di un risconto
4 punti per lesatto svolgimento
2 punti per ogni risposta esatta
Calcolo di quote di ammortamento
4 punti per lesatto svolgimento
2 punti per ogni risposta esatta
Cessione di un bene strumentale
4 punti per lesatto svolgimento
Compilazione
di
Situazione 14 punti per lesatto svolgimento
patrimoniale
e
di
Situazione
economica
Punteggio totale

Prova complessiva
LIVELLI
I
II
III
IV
V
VI

PUNTEGGIO
0 - 49
50 - 59
60 69
70 79
80 89
90 -100

GIUDIZIO
gravemente insufficiente
insufficiente
sufficiente
discreto
buono
ottimo

PUNTEGGIO
MASSIMO
14
7
7
10
10
10
4
4
4
4
4
4
4
14
100