Sei sulla pagina 1di 9

Sport

Economia

Il Siracusa vince
la prima partita
in trasferta e va in scia

Progetto Polymeda
Primo incontro
ieri in Tunisia
A pagina tre

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
marted 25 novembre 2014 Anno XXVII N. 272 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
www.libertasicilia.it

Economia. La societ che intende realizzare il porto turistico contrattacca Ieri la presentazione del programma

Spero: Su di noi
gettato troppo fango

E si dice pronta ad abbandonare il progetto


CRONACA

Open Land
Ultimo
atto in Cga

a questione del porto


turistico, il secondo da
realizzare allinterno del
porto grande di Siracusa,
continua a suscitare polemiche senza confini. Nel
corso della settimana sono
stati due gli attacchi da
parte di giornali nazionali
qualificati, che hanno preso a prestito il caso della
rimozione della Sovrintendente.

di Concetto Alota

Trentacinque

milioni e
996 mila euro limporto
del risarcimento del danno richiesto al Comune
dallOpen Land, in merito alla vicenda relativa
alla costruzione del centro
commerciale in viale Epipoli, nellarea dellex Fiera del Sud; con la richiesta
dellatto di definizione e
di ottemperanza al CGA,
lOpen Land batte cassa
e stringe ancora una volta
nella morsa giudiziaria la
querelle con il Comune di
Siracusa.
A pagina sei

di Giuseppe Bianca

A pagina tre

sisma 90

cronaca

Il dramma
5 milioni
per le case del lavoro
danneggiate in due casi

Il Dipartimento Regionale Lo specchio della societ


della Protezione Civile ha
predisposto un provvedimento.

odierna riflette le difficolt economiche e finanziarie.

A pagina tre

A pagina quattro

Santa Lucia
Siracusa
attende il corpo

CITT

Tre mila
visitatori
al teatro
O

ltre 3200 visitatori per


lapertura
straordinaria
del Teatro Comunale di
Siracusa. Una lunga fila
iniziata alle 10 e conclusa
intorno alle 19.30, ben oltre lorario.

Le sacre spoglie di santa Lucia arriveranno dome-

nica 14 dicembre da Venezia a Catania con un velivolo della polizia di Stato. Alle ore 15,30 l'arrivo
a Siracusa con l'abbraccio con i fedeli nel piazzale
antistante la chiesa del Pantheon.
A pagina due

A pagina due

Giornata contro la violenza


sulle donna: le iniziative
Due le iniziative
promosse dalla Rete
Centri Antiviolenza
di Raffaella Mauceri
per la Giornata Internazionale contro la
violenza sulle donne.
A pagina nove

Cronaca di Siracusa 2
EVENTI

Giornata
della
sicurezza
a scuola

Sicilia 25 novembre 2014, marted

L assessorato

alla Protezione
civile del Comune di Siracusa ha
organizzato, per questoggi la seconda edizione della Festa della
Sicurezza.
Lesercitazione interesser gli
istituti comprensivi Martoglio,
Giarac ed Archia di via
Asbesta, dove si terr liniziativa.

25 novembre 2014, marted

Parteciperanno, le Associazioni di
volontariato AVSA, che effettuer
una dimostrazione sul modulo
antincendio, ROSS, che sar presente con mezzi sanitari ed alcuni
sommozzatori, AVCS, che dar
dimostrazione sul montaggio di una
tenda pneumatica, e A.N.VV.F.C,
che sar presente con un'ambulanza

di tipo A. Durante liniziativa agli


alunni delle tre scuole, saranno
spiegate nozioni di primo intervento in caso di calamit naturali.
Alla Festa della Sicurezza
saranno presenti l'assessore alla
Protezione civile, Antonio Grasso ed i funzionari dello stesso
assessorato.

e sacre spoglie di
santa Lucia arriveranno domenica 14
dicembre da Venezia
a Catania con un velivolo della polizia di
Stato.
Alle ore 15,30 l'arrivo
a Siracusa con l'abbraccio con i fedeli
nel piazzale antistante
la chiesa del Pantheon. Questa la sostanziale novit emer-

sa dal programma
dellevento, presentato dallarcivescovo di
Siracusa, monsignor
Salvatore Pappalardo,
alla presenza delle pi
alte cariche istituzionali della provincia.
Il primo momento di
preparazione avverr
venerd 12 dicembre
con la traslazione del
Simulacro di Santa
Lucia dalla Cappella

allaltare
maggiore
della cattedrale. Sabato 13 il giorno della
festa: alle ore 10,30
la celebrazione eucaristica presieduta da
Mons. Giuseppe Costanzo, Arcivescovo
Emerito di Siracusa, il
quale terr il panegirico della Santa. Alle
ore 15,30: processione delle Reliquie e del
Simulacro della Santa

Qui sopra, il momento della presentazione del programma.

Patrona dalla Cattedrale alla Basilica di


Santa Lucia al Sepolcro.
Allarrivo delle Sacre
Reliquie e del Simulacro nella Basilica del
Sepolcro, il Parroco
fra Mario Giuseppe
Marino celebrer la
Santa Messa.
Domenica 14 alle
ore 15,30: accoglienza della Reliquia del

Corpo di Santa Lucia presso il Foro


Siracusa (Piazza del
Pantheon), preghiera di mons. Salvatore
Pappalardo, Arcivescovo di Siracusa e
processione che percorrer Corso Gelone,
via Testaferrata con
un sosta allOspedale Umberto I, per
giungere al Santuario,
dove, allarrivo, la

Oltre tre mila


visitatori
al teatro comunale
O

ammirando i tre livelli di palchi, fino


alla platea dove la musica di sottofondo
ha ricreato unatmosfera unica.
In platea, sfruttando gli scivoli attrezzati, anche molti disabili in carrozzella
che non hanno voluto perdere loccasione della visita straordinaria.
Nel foyer una mostra di giornali depoca, libretti di opere rappresentate, fotografie in costume e anche alcuni reperti
di arredo e di scena originali.
Una giornata straordinaria continua
a ripetere il Capo delegazione del FAI
di Siracusa Un bagno di folla che non
ci sorprende ma che accresce il nostro
entusiasmo. Emozioni fortissime trasmesse da quanti hanno visitato il Te-

per la ricostruzione ed il consolidamento delle loro abitazioni,


che per lassenza delle risorse finanziarie sono stati costretti in
questi mesi a chiudere i cantieri e licenziare gli operai impiegati
nei lavori. Con questo ulteriore stanziamento di risorse, ha concluso lon. Vinciullo, la Protezione Civile mette tutti i proprietari
di abitazioni colpite dal sisma di Santa Lucia nelle condizioni di
concludere i lavori, con lavvertenza per i Comuni di chiudere al
pi presto tutte le pratiche ancora aperte riferibili al patrimonio
privato colpito dal sisma, in quanto i fondi stanziati nel 1991
sono ormai alla fine.

La Spero non ci sta


Troppo fango addosso

per iniziativa del fai domenica scorsa

ltre 3200 visitatori per lapertura


straordinaria del Teatro Comunale di
Siracusa. Una lunga fila iniziata alle
10 e conclusa intorno alle 19.30, ben
oltre lorario inizialmente fissato.
Siracusani, tantissimi turisti, anche
stranieri, moltissimi giovani, hanno
atteso ordinatamente anche per unora per poter accedere allinterno del
Teatro Massimo riaperto grazie alla
disponibilit dellAmministrazione
Comunale a cura della Delegazione
FAI di Siracusa.
I volontari del Fondo Ambiente Italiano, aiutati anche dagli studenti
dellITC Rizza, hanno accompagnato i gruppi fino al loggione e poi gi,

l Dipartimento Regionale della Protezione Civile ha predisposto un


provvedimento con il quale verranno stanziati 5 milioni di euro a favore
dei privati che hanno visto danneggiata la loro abitazione in seguito al
terremoto di Santa Lucia del 13 dicembre 1990. Lo comunica lon.le
Vincenzo Vinciullo, Vicepresidente della Commissione Bilancio.
Sono numerosi i cittadini che, solo ora, sono riusciti ad iniziare i lavori

Cronaca di Siracusa

ECONOMIA. la societ replica a coloro che lattaccano

il 14 dicembre larrivo del corpo di S. Lucia

Siracusa
in trepida
attesa
delle spoglie

Altri 5 milioni per ricostruire


edifici privati danneggiati dal sisma

Sicilia 3

atro e che per ognuno di noi stato un


ulteriore arricchimento.
Il FAI, grazie alla disponibilit del Comune, ha potuto offrire una giornata di
grande richiamo per i siracusani e per i
tantissimi turisti che non hanno nascosto meraviglia e ammirazione per questo gioiello.
Adesso, forti di questo ulteriore successo e della spinta arrivata da tutti i visitatori, il FAI continuer a farsi carico di
azioni e interventi con obiettivo unico
quello di riaprire al pi presto il teatro.
Giornate come questa sono ulteriore
stimolo perch il Comune trovi presto
la soluzione ai problemi tecnici esistenti.

Celebrazione Eucaristica sar presieduta


da Mons. Francesco
Moraglia, Patriarca
di Venezia. Al termine della Celebrazione
Eucaristica la processione proseguir per
Piazza della Vittoria,
via Dinologo, via Ragusa per giungere alla
Basilica di S. Lucia al
Sepolcro.
Il corpo di santa Lucia
sar esposto alla basilica in Borgata fino al
20 dicembre. Alle ore
10.30, la celebrazione
eucaristica presieduta
da Mons. Pappalardo,
Interverranno i Vigili
del Fuoco di Siracusa
ore 16, la Reliquia del
corpo ed il Simulacro
della Santa Patrona
usciranno dalla Basilica di Santa Lucia
al Sepolcro per fare
rientro in Cattedrale. Durante la settimana che ci porter
allOttavario, si sussegueranno diverse
celebrazioni liturgiche, presiedute da alti
prelati, tra i quali il
patriarca di Venezia,
Moraglia. Consistente
sar il servizio dordine per quelle giornate
perch si prevede una
partecipazione di gente superiore a quella
di dieci anni addietro.
G.B.

I dirigenti
si dicono pronti
a fermare il progetto con ripercussioni gravi
L

a questione del porto turistico, il secondo da realizzare allinterno del porto


grande di Siracusa, continua a suscitare polemiche
senza confini. Infatti, nel
corso della settimana sono
stati due gli attacchi da
parte di giornali nazionali
qualificati, che hanno preso
a prestito il caso della rimozione della Sovrintendente
ai beni culturali di Siracusa,
Beatrice Basile, per sparare
contro coloro che vengono
definiti cementificatori del
porto. Etichetta che non
piace e che rispediscono
al mittente i dirigenti della
Spero, la societ che ha presentato il progetto di porto
turistico in rimodulazione
dellattuale ex fabbrica della Spero di via Elorina.
La rotazione ad altro incarico dei funzionari della So-

In foto, lavvocato Vittorio Pianese, presidente della Spero.

vrintendenza Beni culturali


di Siracusa Trigilia, Lanteri
e Spataro ha segnato il ritorno sulla stampa nazionale,
regionale e locale del progetto per la costruzione del
Marina nel Porto Grande di
Siracusa da parte della societ Spero Lo afferma il
presidente Vittorio Pianese
- . Il progetto ed i suoi promotori sono accusati di cementificare il Porto Grande
e di creare le premesse per
il disconoscimento del titolo di patrimonio dell'uma-

nit attribuito dall'Unesco


a Siracusa. La rotazione, si
cerca di insinuare, viene incontro alle aspettative della
societ.
Siamo convinti che la ristrutturazione dell'ex fabbrica e la costruzione del
Marina costituiscano il
volano per il rilancio della
zona degradata di via Elorina ed un forte stimolo per la
qualificazione del turismo
aretuseo nelle attivit dirette ed indirette promosse dai
diportisti.

Abbiamo discusso le
modifiche al progetto definitivo con gli Assessori
regionali al Territorio Lo
Bello e Sgarlata, con i Sovrintendenti Basile e Rizzuto, prima della rotazione
dei funzionari continua il
presidente Pianese -. Tali
interlocuzioni ci hanno
consentito di chiedere la
convocazione della Conferenza di Servizi per l'esame
del progetto; due di esse si
sono svolte nel Settembre
scorso. A tali conferenze

si tratta di scambi economici fra imprenditori

Polymeda: partiti gli incontri a Tunisi


E

partita ieri con l'atelier tematico sull'innovazione tecnologica e i


successivi incontri b2b tra imprenditori siracusani e tunisini la missione di Polymeda a Tunisi.
Presenti Salvo Mancarella per
la Ex Provincia Regionale di
Siracusa, capofila del progetto,
Simona Falsaperla per Confindustria con gli imprenditori Gaetano
Tranchina di Isnow e Paolo Cassia
di Teampower, il Cnr con Concet-

to Puglisi e lo staff di progetto Emanuela Avola coordinatore e Marina


Magnani assistente al coordinamento.
Domani all'Utica di Ariana l'inaugurazione ufficiale dello sportello per
il trasferimento tecnologico e dopodomani l'atelier sugli imballaggi
con il Cnr e a seguire gli incontri
b2b tra gli imprenditori siracusani e
tunisini dell'imballaggio.
Saranno presenti per Confindustria

gli imprenditori siracusani Maurizio Rubbera di Plasticonf, Vincenzo


Montemagno per Italfreeze, Emanuele Denaro per Denaro centro assemblaggio imballaggi e Giuseppe
Cambareri per Sud Imballaggi.
Molte le opportunit di collaborazione concreta con la creazione di
start up in Tunisia e consorzi tra
imprese per la ricerca e l'innovazione tecnologica tramite lo sportello
aperto all'Utica.

decisorie partecipano una


ventina di Enti locali, regionali e nazionali che dovranno dare l'autorizzazione
finale alla costruzione.
Il risultato raggiunto ha
messo in moto la macchina
del fango che lo strumento
adottato in questi tempi per
conseguire obbiettivi che
non corrispondono agli interessi della comunit e che
travisano la realt dei fatti
conclude Vittorio Pianese
presidente della societ Spero s.r.l. -. Siamo veramente
stanchi ed amareggiati per le
accuse infondate che vengono lanciate contro la societ
Spero e il gruppo Di Stefano.
Insomma, ancora una volta
sullaltare del becero ambientalismo Siracusa rischia
di compromettere il proprio
futuro economico, occupazionale e lavorativo. La realizzazione del porto turistico (in aggiunta a quello che
in fase di realizzazione,
fra mille problemi, sempre
allinterno del porto grande)
costituisce un elemento di
novit importante, che farebbe fare un salto di qualit
alla nostra citt seguendo e
assecondando quella vocazione turistica che insita
nelle corde di Siracusa. Chi
oggi frappone ostacoli soprattutto pretestuosi (lisola
tanto vituperata non esiste)
dovr assumersi la responsabilit davanti alla gente siracusana delle proprie
azioni. Il baratro vicino e
noi ci stiamo finendo dentro
senza scampo.
Giuseppe Bianca

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 25 novembre 2014, marted

CRONaCA. due casi emblematici a Siracusa e augusta

Chiedono un lavoro
rimediano condanne

Un operaio licenziato che minaccia di lanciarsi contro il


treno e il disoccupato che si vendica spaccando un vetro

o specchio della societ odierna riflette le difficolt economiche e finanziarie di una buona parte
delle famiglie. Al centro
del disagio la mancanza
del lavoro e dell'occupazione non soltanto giovanile, ma soprattutto tra gli
over 50, che, loro malgrado, si trovano di fronte a
difficolt doppia dovuta
allet e alla mancanza
delle agevolazioni governative, che sono solo
riferite ai giovani e alla
fascia media.
Si moltiplicano, quindi, i
casi in cui per la disperazione ci si spinge a gesti
estremi, che poi, per pura
beffa, si ritorcono contro
le stesse persone, gli stessi protagonisti. Due i casi
emersi nelle ultime ore e
andati entrambi a sentenza dinanzi al giudice monocratico.
Il caso pi disperato
quello di G.F., siracusano
di 38 anni, il quale, assistito dall'avvocato Irma
Di Silvestro, comparso
dinanzi al giudice monocratico del tribunale di
Siracusa perch accusato
del reato di interruzione
di pubblico servizio.
Lepisodio di cui si rese

In foto, la stazione di Siracusa.

protagonista avvenuto
la mattina del 18 gennaio
2011. Luomo aveva da
pochissimo ricevuto la
lettera di licenziamento.
Non cera pi posto per
lui nellazienda privata
che si occupa della pulizia dei vagoni ferroviari.
Cos, alle ore 10, si presentato alla stazione centrale di Siracusa e, senza
dire nulla, anzi salutando
il personale di servizio, si
arrampicato sul ponticello del segnale blocco

del sito del primo binario,


minacciando di lanciarsi
nel vuoto allarrivo del
primo treno.
Scattato lallarme, sul posto si sono recate le forze dellordine, che hanno intavolato una lunga
trattativa con luomo che
voleva rassicurazioni in
ordine al proprio lavoro.
Per evitare il peggio, il
personale di servizio in
stazione, ha bloccato gli
arrivi e le partenze con
particolare riferimento

al treno Intercity RomaSiracusa in arrivo proprio


sul primo binario.
La trattativa andata
avanti per quasi unora.
Poi, gli uomini delle forze dellordine lo hanno
convinto a desistere dal
suo insano gesto. Una
volta sceso, per, nei suoi
confronti scattata la denuncia a piede libero per
interruzione di pubblico
servizio.
A conclusione del processo luomo stato condan-

luomo minacci due agenti di polizia municipale a siracusa

Si oppose al sequestro dello scooter


Il giudice lo condanna a due anni

Si era opposto al sequestro dello scooter che due


agenti di polizia municipale volevano mettere in atto,
minacciando i due ufficiali pubblici. E finita con la
condanna delluomo a 2 anni di reclusione, in conseguenza della recidiva contestata dal giudice monocratico del tribunale di Siracusa.
Protagonista della vicenda Salvatore Russo, siracusano di 35 anni, il quale ha affidato la propria difesa
allavvocato Federica Cassia. Lepisodio si verificato la mattina del 2 ottobre di due anni fa. Limputato
si trovava in sella a uno scooter Piaggio quando, transitando per viale Zecchino ad angolo con via Andrea
Palma, stato fermato da una pattuglia di vigili urbani
per un normale controllo su strada. I due agenti gli
contestavano la mancanza del casco protettivo e gli
avevano anche notificato lintenzione di sequestrare
il mezzo perch non era nelle condizioni di esibire

patente di guida, e i documenti della motocicletta. A


quel punto, luomo sarebbe andato in escandescenze,
prendendosela coi due agenti che sarebbero stati pi
volte minacciati e apostrofati. Alle sue insistenze, i
vigili urbani lo hanno invitato a seguirlo in caserma.

25 novembre 2014, marted

nato a 20 giorni di reclusione con la sospensione


condizionale della pena.
Il pubblico ministero aveva invocato la sua condanna a 3 mesi, mentre
la difesa ha insistito per
lassoluzione del proprio
assistito per il caso umano rappresentato in questa circostanza.
Altra storia, stessa disperazione, stesso motivo. Stavolta siamo ad
Augusta, dove un uomo
S.S. di 52 anni, ha fatto
domanda per essere inserito nella graduatoria
per cantieri sociali. Gioved scorso, recandosi al
Comune di Augusta, per
prendere visione della
lista dei lavoratori socialmente impegnati nei progetti dellamministrazione comunale, si accorto
di non essere stato collocato nella giusta fascia.
Sulle prime si allontanato senza quasi nemmeno mostrare segni dintemperanza. Poco dopo
per, mentre i dipendenti
comunali erano affaccendati presso lufficio
protocollo, hanno udito
un gran botto e lintera
vetrina dellufficio andare in frantumi sulle loro
scrivanie.
Si creato il panico e
nel fuggi fuggi generale,
qualcuno ha notato proprio limputato, poco prima recatosi in quellufficio, allontanarsi di fretta.
Sul posto giunta una
pattuglia dei carabinieri,
che si messa sulle tracce dellindividuo che era
stato descritto dai dipendenti. Rintracciatolo, lo
hanno condotto in caserma per accertamenti, e
qui avvenuta la confessione delluomo. Ha detto
di avere fatto quel gesto,
ovvero di avere lanciato
un sasso contro la vetrata
degli uffici del Comune,
perch arrabbiato e indispettito del fatto che fosse stato messo fuori dalla
lista dei lavoratori, mentre al suo posto e al posto
di altri augustani disoccupati, avrebbero accolto la
richiesta di alcuni extracomunitari.
Il disoccupato stato
processato con il rito per
direttissima e, assistito
dallavvocato Puccio Forestiere, ricorso al rito
del patteggiamento per
chiudere la partita con la
Giustizia, con il quale s
visto applicare la condanna a 206 euro di multa.
F.N.

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

Un trentanovenne
siracusano
ammesso
allobbligo
di presentazione alla
polizia dopo
lammissione
al rito
abbreviato

Droga
in albero
Pusher
patteggia

In foto, pattuglia della


Guardia di Finanza.

Minacci il titolare
di un bar: scarcerato
A

vrebbe
tentato
di estorcere denaro
allesercente di un
bar del centro storico
di Siracusa. Lintervento della Guardia
di Finanza ha sventato il tentativo, arrestando il presunto
autore.
Il fatto accaduto
nel tardo pomeriggio
di sabato 2 agosto
scorso e a distanza di
quattro mesi dai fatti,
il Gup del tribunale
di Siracusa, Andrea
Migneco, ha disposto la scarcerazione
dellimputato, Gae-

tano Romano di 39
anni, che ha chiesto
di essere ammesso al
rito abbreviato, come
da istanza avanzata
dal legale difensore,
avvocato Junio Celesti.
La vicenda si consumata in Ortigia.
Nel pomeriggio di
quellafoso
inizio
del mese di agosto
giunta una telefonata
al numero di pubblica utilit 117, con la
quale la vittima richiedeva soccorso in
quanto aggredito da
un avventore scon-

tento delle perdite


avute ad una macchinetta videopoker.
La segnalazione ha
fatto scattare lintervento di una pattuglia delle fiamme
gialle che ha sorpreso il trentanovenne
siracusano, gi noto
alle forze dellordine
per numerosi precedenti di polizia, intento a sferrare calci
e pugni alla serranda
abbassata del bar,
mentre lesercente
si era asserragliato
allinterno dellesercizio commerciale

per paura di conseguenze fisiche.


I militari hanno immobilizzato il soggetto che, seppur fermato, non contento,
continuava a proferire frasi di minaccia
e ad esigere il versamento di una somma
in denaro dallesercente da cui scatta la
flagranza del reato di
estorsione.
Luomo, gi con precedenti penali specifici in materia, stato
condotto agli arresti
domiciliari ai quali
era stato confermato

dal Gip del tribunale


di Siracusa, Michele
Consiglio, davanti
al quale lindagato
comparso due giorni
dopo il suo arresto.
Adesso, con la richiesta di accedere al
rito alternativo, limputato ha ottenuto
la scarcerazione con
la sola applicazione
della misura cautelare dellobbligo di
presentazione
alla
polizia giudiziaria in
attesa di definire il
processo col rito abbreviato.
R.L.

francofontese sar processato dinanzi al monocratico

Incidente
sulla 194
A giudizio

Sar

sottoposto a
processo il conducente di una vettura,
che, avrebbe provocato lincidente
nel quale ha perso
la vita un uomo,
mentre la moglie
rimasta gravemente
ferita.
Il decreto che dispone il giudizio stato
emesso dal Gip del
tribunale, Michele
Consiglio a carico
del
francofonte-

se Vito Terzo di 44
anni. Luomo, che ha
affidato la sua difesa
agli avvocati Antonio Failla e Giovanni
Milana, accusato
di omicidio colposo.
La vicenda risale al 9
luglio 2012, quando
limputato, a bordo
della sua Ford Mondeo, secondo laccusa avrebbe perso il
controllo del mezzo,
invadendo la corsia opposta lungo

In foto, la statale 194.

la strada statale 194


Catania-Ragusa. In
quel frangente sopraggiunta la Peugeot 405 alla cui guida
cera Gesualdo Antonio Beninato, che

nellimpatto frontale
deceduto sul colpo.
La moglie, invece,
che sedeva al fianco
del marito, ha riportato gravi lesioni. Le
indagini sono state

eseguite dai vigili


urbani del comune
di Francofonte.
La moglie e le due
figlie della vittima
si sono costituite
parte civile con il
patrocinio degli avvocati
Francesco
Villardta e Beniamino DAugusta.
Il processo stato
fissato dinanzi al
giudice monocratico del tribunale di
Siracusa. La prima
udienza stata fissata per l8 febbraio
del 2016.

l Gup del tribunale, Stefania


Scarlata, ha disposto la scarcerazione nei confronti
del siracusano
Alessio Schiavone
di 23 anni, che
era stato arrestato
nellottobre scorso
a seguito di un
blitz dei poliziotti della squadra
mobile, che lo
scoprirono in possesso di cocaina,
che nascondeva
vicino a una pianta
nei pressi della sua
abitazione.
Il giudice ha applicato la condanna a
2 anni di reclusione con la sospensione condizionale
della pena.
La condanna stata concordata tra il
pubblico ministero
e il legale difensore, Junio Celesti e
il giudice lha definita congrua.
Dopo un lungo
appostamento
nei pressi dellabitazione dello
Schiavone, gli
agenti notato
lindagato nascondere in prossimit
di una pianta un
involucro di colore
bianco. Sono intervenuti giusto in
tempo per bloccare il giovane e per
recuperare linvolucro contenente
20 dosi di cocaina,
pronte per lo spaccio, per un peso
complessivo di 5
grammi e mezzo.

Cronaca di Siracusa 6

Sicilia 25 novembre 2014, marted

Attesa a giorni latto di


ottemperanza
con il quale
il Comune
dovr risarcire lazienda. Intanto,
c il rischio
di perdere
unopportunit
col progetto di
porto turistico
Spero.

di Concetto Alota

Trentacinque

milioni e 996 mila euro


limporto del risarcimento del danno
richiesto al Comune
dallOpen Land, in
merito alla vicenda relativa alla costruzione del centro
commerciale in viale Epipoli, nellarea dellex Fiera del
Sud; con la richiesta
dellatto di definizione e di ottemperanza
al CGA, lOpen Land
batte cassa e stringe
ancora una volta nella morsa giudiziaria
la querelle con il Comune di Siracusa.
la quantificazione del
danno subito stimato
dei consulenti di parte che hanno difeso
lOpen Land e che si
vuole venga applicata la sentenza della
magistratura amministrativa
emessa
nello scorso mese
di giugno, in cui il
Comune stato condannato al pagamento, quantificandone
il risarcimento nella
somma richiesta di
35 milioni 996 mila
euro. Una battaglia
giudiziaria travagliata e che port agli
avvisi di garanzia per
alcuni tecnici del Comune con lo stesso
ente che non intende,
per, versare alcuna
somma risarcitoria
dovuta al periodo
in cui i lavori sono
rimasti bloccati. La
nomina di un commissario qualora non
vengano condivise le
conclusioni avanzate
dal Comune, certamente il percorso
che il CGA sceglier
nella deliberazione
orma giunta alla fine
del percorso giudiziario e che attesa
tra pochi giorni; in
questultimo
caso
dovrebbe essere il
commissario a definire limporto del risarcimento, ma sicuramente far ricorso
ad un perito, un CTU.
C da registrare che
La somma richiesta
dallimpresa era gi
stata inserita nel giudizio di merito, senza
che fosse stata contestata dalla controparte, cio dal Comune
di Siracusa, quindi

Il centro commerciale
in costruzione
al quartiere fieristico
di Epipoli.

Ultimo atto del Cga


sul caso Open Land
potrebbe essere quella definitiva.
Questa strana e ingarbugliata vicenda
giudiziaria in piedi dal 2009, quando
lOpen Land Srl aveva chiesto allufficio
tecnico comunale diretto da Natale Borgione la concessione
a costruire il centro
commerciale Fiera
del Sud in viale Epipoli. LUfficio tecnico comunale si rifiutava di prendere atto
del maturato silenzio
assenso, sullavvenuta richiesta, senza
dare una risposta alla
ditta richiedente; ma
quando il caso venuto fuori il capo del
settore DellUfficio
Urbanistica dellepoca, Ing. Natale
Borgione, ora promosso nella pregiata
poltrona dingegnere
capo del Comune di
Siracusa, e il Sindaco
di Siracusa dellepoca, Roberto Visentin,
pensarono bene di
chiedere un parere
legale agli avvocati
del Comune. Il carteggio, allora composto di pochissimi fogli, stato esaminato
dal capo dellufficio
legale, avv. Salvatore
Bianca. La risposta
non tardava ad arrivare sul tavolo del
sindaco e del capo
dellUrbanistica
dove era suggerito di
rilasciare la conces-

sione alla ditta Open


Land perch tutto
era in regola con le
normative di merito, facendo presente
che in caso contrario
lEnte sarebbe rimasto esposto ad azioni
di rivalsa con possibilit di soccombere in uneventuale
azione giudiziaria;
ma stranamente tutto
fu rivoltato e il parere dellavvocato del
Comune di Siracusa
non fu tenuto da conto, ed anzi si present
un ricorso e un fermo
pratica; ma ora, come
volevasi dimostrare,
tutto andato secondo copione: a pagare sempre i poveri
cittadini siracusani
e se non ci saranno
modificazioni nella
somma da risarcire
allOpen Land, ogni
siracusano
dovr
pagare la somme di
duecento euro pro capite. A chi dobbiamo
ringraziare?
La pariglia sembra
innestarsi a pennello con la vicenda del
progetto del porto
turistico Marina di
Siracusa nellarea
della vecchia Spero; un territorio in
abbandono perenne,
endemico, dove tutta
la zona degradata,
abbandonata da parte del Palazzo, e che
senza la realizzazione di un nuovo sito,
che si chiami porto

turistico della Spero


o altro non ha importanza, con finalit
turistica e diportistica, peculiare per la
nostra condizione di
citt di mare, rischia
di rimanere un luogo
lugubre in eterno, e
dove si registra gi la
reale volont da parte
degli imprenditori di
abbandonare tutto e
andar a lavorare da
unaltra parte, dove
ci sono meno veleni
politici e meno interessi e traccheggi;
ma chi altri potrebbe
rischiare di presentarsi in una tana di
lupi come la nostra,
pronti a sbranare persino chi gli porta da
mangiare? Ecco che
allora la questione
tutta sulla partita da
giocare, e non importa chi sono i giocatori, quello che conta
la volont di una
classe politica che
sulla questione sviluppo di questa citt
zero, muta e sorda;
e non detto che sotto sotto la pressione
mediatica intrapresa
contro le nuove opere, si chiamino Open
Land o Porto turistico nellarea ex Spero,
o Pinco Pallino, non
sia il frutto di una regia occulta che aspira
al controllo dogni
mosca che passa
per la nostra disgraziata strada e malasorte. Peggio ancora

Sicilia 7

25 novembre 2014, marted

se chi vuole esercitare la propria opportuna volont, per un


rilancio politico personale o di gruppi, si
deve necessariamente servire di un punto dappoggio, anche
se questo provocher
un immenso danno a
tutta la collettivit,
come o peggio del
caso Open Land. Una
cosa sostenere la
difesa dellambiente,
altra cosa distruggere tutto e tutti. Si
dice che il peggio
non mai morto,
ma anche il meglio,
quindi la politica
si deve rirendere la
spada del comando
per non vedere soccombere dietro un
falso paradigma che
tirato fuori in ogni
occasione come fosse una mitragliatrice
puntata su chi vuole
alla fine fare gli interessi di questabulica
classe politica e sociale, del popolo siracusano, cos come ha
scritto chiaramente
il direttore di questo
quotidiano, Giuseppe
Bianca, nel suo editoriale di domenica
scorsa. La presa di
posizione per partito
preso, fin dallantichit, fa parte di una
sub cultura avariata,
puzzolente, dove il
passato individuale e
glorioso, oggi una
punizione
popolare, messo allangolo

dalla volont della


cittadinanza; ma in
democrazia occorre
rispettare la volont
popolare, di contro
ci sono i riscontri di
valore giuridico che
il popolo sovrano ha
sentenziato in occasione delle tante competizioni
elettorali
e dove molte figure
che inneggiano al rispetto dellambiente
non hanno ottenuto
nemmeno il minimo
consentito, mentre si
catapultano per poter
cambiare il destino di
un popolo in peggio e
che ha bocciato ogni
pretesa di rappresentanza, senza alcuna
minima possibilit di
rivincita. Ecco allora
trovare lescamotage
per poter intervenire,
sparlare, sproloquiare, danneggiare, ostacolare e via dicendo,
con la semplice registrazione di un atto
(o con una normalissima iscrizione associativa), dove sono
scritti le finalit e gli
scopi associativi, ma
non i veri interessi in
gioco del nuovo arrivato, e con la nostra
classe politica ingabbiata da un groviglio
dinteressi, e dove
troviamo implicati e
presenti sempre gli
stessi parenti e amici,
tutti in eterno connubio tra di loro, a prescindere dal colore
della casacca della
cricca provvisoriamente indossata.
Nella campagna contro il Porto Marina di
Siracusa, interviene
prontamente il presidente della societ,
Spero,
lavvocato,
Vittorio Pianese:. "La
rotazione, si cerca
di insinuare, viene
incontro alle aspettative della societ
- scrive il presidente
della Spero, Vittorio Pianese - Siamo
convinti che la ristrutturazione dell'ex
fabbrica (la ex Spero)
e la costruzione del
Marina di Siracusa
costituiscano il volano per il rilancio
della zona tanto degradata di via Elorina
e un forte stimolo per
la qualificazione del
turismo aretuseo nelle attivit dirette ed
indirette promosse.

Cronaca di Siracusa

promossa in maniera trasversale dai consiglieri

Una commissione
per vigilare
sullospedale di Noto
A

ncora un incontro a
Noto, nella sala dellex
Convitto Ragusa, per relazionare sulle ultime novit in tema di Ospedale
Trigona.
La conferenza promossa
dai consiglieri comunali
Giuseppe Bosco, Salvo
Cutrali, Salvo Veneziano e
il dottor Vincenzo Schemmari e si resa necessaria
all indomani dellemendamento che cassa la Determina che aveva di fatto
cancellato ben 8 ospedali,
avendo ridotto drasticamente il numero di reparti. Alla fine si deciso di
formare una Commissione di controllo, composta
in maniera trasversale dai
consiglieri comunali, e
primo passo dovr proprio
essere linserimento, nei
prossimi ordini del giorno
di civico consesso, questo punto specifico. Ci si

In foto, lospedale Trigona di Noto.

I motivi per cui il Trigona non pu chiudere


sono molteplici e tutti validi e pertinenti
rende necessario proprio
in base a quanto scaturito dal dibattito: Gioved
sera, al culmine di una
lunga giornata in Commissione Sanit passato
il mio emedamento e abbiamo cos imposto al governo una risoluzione che
togliesse da questa black
list gli otto ospedali- esordisce cos lOn. VinciulloIl tempo si dilata e prima
del completamento dei
due anni a venire non potranno essere prese decisioni diverse. Questi mesi
dovranno servire ad innescare tutti questi processi,
promessi e mai mantenuti,
per il potenziamento e non
per la cancellazione di
questi presidi ospedalieri.
Ad esempio la presenza di

pubblico e privato. Sempre gioved ho ribadito


allAssessore al ramo,
Borsellino, di valutare la
decisione illogica di costruire un plesso ex novo a
Misterbianco per lHumanitas quando qui a Noto
la struttura gi pronta
ed assolutamente in grado
di ospitarla. Successivamente si sono registrati gli
interventi del consigliere
Veneziano: Dobbiamo
tenere alta lattenzione
perch lospedale esigenza troppo importante
per il territorio. giusto aspettare, e due anni
ci danno un tempo utile,
ma nel frattempo mi pare
significativo evidenziare che questa Comunit,
non solo vigile, ma si

anche accorta di un certo


indirizzo politico sul futuro della Sanit in Sicilia.
Anche il Sindaco Bonfanti, presente alla conferenza, poi intervenuto: Ieri
ho chiamato e ringraziato
lOn. Vinciullo per il risultato ottenuto e mi trovo molto daccordo con
il consigliere Veneziano,
e voglio aggiungere che
si sta verificando troppo
spesso la presa di posizione, ma soprattutto le scelte
per la nostra Regione, decise ed adottate senza interpellare il territorio. Imposte dallalto senza alcun
confronto. I motivi per cui
lOspedale Trigona non
pu e non deve chiudere
sono tanti: per la presenza
di professionalit di alto

livello; perch serve un


territorio vasto e che per
quasi sei mesi, met anno,
raddoppia la sua popolazione; per la sua struttura interna, come le sale
operatorie, recentemente
potenziata. Ed altro ancora. Il messaggio che deve
passare che non si tratta
di una battaglia del Sindaco, ne un mezzo di strumentalizzazione politica,
sebbene sia stata gi fatta;
io preferirei che in questa
battaglia fossimo tutti insieme. Importante il contributo del dottor Adamo,
gi primario di ortopedia
al Trigona, che ha posto lattenzione sui dati:
Troppe bugie sono circolate, e circolano. Bisogna
vigilare perch lintento
continua ad essere quello
di mostrare che i servizi
sono pochi e in calo. Cosa
non rispondente a verit.

politica. dopo lattacco sferrato alla princiotta

Marziano e Zappulla chiedono


le dimissioni di Pappalardo

Riteniamo surreale e strumentale il giudizio di

incompatibilit con il Pd della Consigliera Comunale Princiotta. Lintervento congiunto dei due
parlamentari del Pd, Marziano e Zappulla che incalzano: Questo perch la Princiotta si muove in
piena sintonia con la linea politica assunta dalla
Direzione Provinciale del Pd, ovvero di mantenere un profilo critico e dialettico con l'amministrazione Garozzo, valutando la bont dei singoli
provvedimenti. Legittimi quindi gli emendamenti
presentati e l'atteggiamento dialettico che mantie-

ne con l'amministrazione. La Princiotta, inoltre, a


differenza di quanto falsamente scritto nel documento, non ha votato contro il Bilancio ma non ha
partecipato al voto stesso, come altri consiglieri
comunali del pd hanno fatto Stefania Salvo in testa. I due chiedono le dimissioni di Pappalardo
da Presidente del Gruppo Consiliare del Pd poich
palesemente e manifestamente incapace a gestirlo,
perch chiede l'espulsione di una consigliera comunale del suo gruppo senza averla mai invitata
e coinvolta alle riunioni del gruppo stesso, perch

pur invitato ripetutamente non ha partecipato alle


riunione convocate dal partito, perch mantiene
posizioni difformi per comportamenti identici (altri 3 consiglieri comunali del pd non hanno partecipato al voto), perch pur consapevole di quanto
previsto dallo Statuto e dai Regolamenti del partito ha indotto a palese e imbarazzante errore.

vince una coppia catanese-ennese il concorso per lalbero di natale ecologico

Un albero
tortile
in piazza Duomo

ALbero TOrtile della catanese Antonella

Caponnetto e dellennese Francesco Castro


ha vinto il concorso Tree-ciclo per la realizzazione dellalbero che il prossimo Natale
sar collocato in piazza Duomo. Menzioni

speciale per i progetti Pin Up dello studio OFL


Architecture;Christamas en-tree di Simone
Picano, Daria Passaro e Antonio Alberto Tornao; Tetratree di Giuseppe Fallacaro, Marco
Stigliano, Maurizio Barbaerio e Micaela Colella; Treerre. Un albero differente di Michele
Pelliconi, Andrea Baldacci, Giacomo Moretti,
Giacomo Quercia, Francesco Tonnarelli e Matteo Viciani; ed Inside di Salvatore Terranova
e Giorgia Testa. La comunicazione stamani in
conferenza stampa da parte del vice sindaco,
Francesco Italia. La commissione, presieduta
dallingegnere capo, Natale Borgione.

societ 8

Oggi

ricorre la
Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle
donne. La Citt di Noto anche
quest'anno ha organizzato un'intera
giornata dedicata
alla sensibilizzazione ed al dibattito, purtroppo sempre d'attualit, sullo
scottante tema.
Il tutto parte dal
progetto
Scarpe Rosse ideato
dall'Associazione
CulturArte di Noto
presieduto da Valentina Mammana:
"Il progetto LArte Contemporanea:
Scarpe
Rosse
vuole sensibilizzare i giovani su un
tema che spesso
risulta difficile da
affrontare sia negli
ambienti familiari
che scolastici. Nel
2009 lArtista messicana Elina Chauvet raccolse 33
paia di scarpe rosse
per disporle tra vie
e piazze di Ciudad
Juarez, quale metafora di una marcia
silenziosa, ma di
protesta, di e per
donne assenti, uccise o rapite e mai
tornate a casa. Da
allora il progetto
Zapatos Rojos
viaggia nel mondo.
Lo scopo quello
di far conoscere e
far comprendere ai
giovani il rapporto tra lArte Contemporanea e un
problema sociale,
come il Femminicidio.
Perch
attraverso l'arte si
pu dialogare meglio con le giovani
generazioni, attraverso un linguaggio pi vicino e pi
consono al loro".
Questo e molto
altro reinterpretato per Noto e con
Noto grazie alla
sensibilit del Centro Giovanile "Teresa Schemmari"
che ha finanziato
il progetto e alle
varie Associazione intervenute per
strutturare i diversi, intensi momenti. "Da luned 24 a
sabato 29 novembre infatti tutti i
ragazzi che nelle

Sicilia 25 novembre 2014, marted

Progetto Scarpe
Rosse a Noto
contro le violenze
aule dei loro istituti di Noto e della
Sicilia, ( questi ultimi presenti in Citt in occasione di
VolaLibro) hanno
preparato e raccolto le scarpe rosse
avranno finalmente la possibilit di
contribuire al completamento
della
grande installazione (3 metri per 2)
che reca incisa una
poesia. Ho deciso,
inoltre, di utilizzare le lingue di pi
paesi possibili per
far si che la nostra
voce, da una citt siciliana, possa
arrivare
lontano,
in ogni angolo del
globo".
Il settore welfare
con il Centro Giovanile i primi a
credere in questo
progetto, su tutti il
Sindaco Corrado
Bonfanti: "Scarpe
rosse un momento di riflessione che
attraverso l'arte trasmette, innanzitutto, un forte senso di
condivisione, che
poi sensibilizzazione alla conoscenza. E proprio in un
momento in cui c'
grande emergenza
sul tema della vio-

lenza sulle donne,


il compito delle
Istituzioni quello
di formare una coscienza critica nelle giovani generazioni, per dar loro
la possibilit di valutare la realt.
L'arte e questa iniziativa,
dunque,
attraverso un gesto
e dei simboli pu
e deve raggiungere le coscienze e
i cuori per far assumere comportamenti guidati dal
rispetto, l'amore,
e la salvaguardia
dei valori pi alti
dell'essere
umano". Sull'iniziativa
anche il Dirigente

del Settore Welfare


Guido Serravalle:
"Questo progetto
teso a sensibilizzare le giovani generazioni a tale scopo
il rapporto con le
scuole privilegiato.
Occuparsi di una
problematica cos
delicata e nel contempo
d'attualit
non deve essere
fine a se stessa ma
legarsi ad altre iniziative per il coinvolgimento di pi
persone possibili".
Gli fa eco il dirigente
scolastico
dell'Istituto Mattero Raeli, Concetto
Veneziano: "Tutte

le classi coinvolte
da Volalibro, circa
50, porteranno le
loro scarpe rosse.
Per noi ormai un
appuntamento irrinunciabile anche
perch in classe
i nostri studenti
hanno
affrontato
la tematica. Non
solo grandi temi e
riflessioni ma soprattutto la scuola
deve essere aperta
al territorio, vivere
in stretta simbiosi
ed avere parte attiva anche a progetti
di questo tipo". Si
detto gi che "Scarpe rosse" inserita
nel Festival della
cultura per ragazzi

VolaLibro, questo
il parere dell'organizzatrice Corrada
Vinci: "Sono molto felice di ospitare questa giornata
perch ritengo che
sia importante in
questo periodo storico agire da subito
nelle coscienze dei
ragazzi.
Per farli riflettere, sensibilizzarli
e renderli attenti ai
segnali di pericolo
che ci possono arrivare dalle persone
con cui ci rapportiamo".
A sostegno dell'iniziativa, per il suo
ruolo di Assessore
alla Pubblica Istruzione, ma soprattutto per quello alle
Pari Opportunit,
Cettina Raudino: "
Anche questanno
il Comune di Noto,
lAssessorato alla
Cultura e Pari opportunit, il Centro
Giovanile
Teresa Schemmari, si
mobilitano insieme
alle
associazioni
FIDAPA di Noto e
di Rosolini, al centro antiviolenza di
Avola e allo sportello di Noto, ad artisti, agli studenti e
ai cittadini per dire
NO alla violenza di
genere e per fare
luce sulla condizione di molte donne che nellombra
e nel silenzio ogni
giorno subiscono
soprusi ed intimidazioni fisiche e
psicologiche Linvito esteso a tutti
sia al mattino quando alle 10,30 nella
Sala Rossa dellArchivio di Stato di
Palazzo Impellizzeri ci sar la presentazione dellebook
di Valentina Russo
Quanto ingannevole lamore e poi
con gli appuntamenti del pomeriggio, a partire dalle
ore 17, nella sala
di lettura della Biblioteca Comunale
Principe di Villadorata, con listallazione Scarpe Rosse , la fiaccolata
sino a Palazzo di
Citt e il flash mob
con esecuzione di
brani musicali a
cura della Banda di
Noto.

25 novembre 2014, marted

Sicilia 9

societ

25 novembre giornata internazionale


contro la violenza sulle donne

ue le iniziative
promosse
dalla Rete Centri
Antiviolenza di Raffaella
Mauceri per oggi
Giornata
Internazionale contro
la violenza sulle
donne: al mattino
un emozionante
flashmob, e nel
pomeriggio
un
prestigioso seminario a cura della
prof.ssa Graziella
Priulla.
Al mattino, alle
10,00 le volontarie della Rete si
daranno appuntamento davanti al
Palazzo di Giustizia per dare luogo
ad un flashmob e
sfileranno in corteo sotto un mare
di ombrelli rossi
fino allOspedale
Umberto primo.
Le manifestanti
porteranno al bavero una coccarda
con lo slogan Ripariamoci dalla
violenza, parole
- spiega la presidente
Raffaella
Mauceri - con le
quali
vogliamo
esortare le donne
a ripararsi dalla
violenza aiutandosi fra di loro,
senza contare pi
di tanto su questo governo che
non le sa proteggere dalla violenza e salvarle dal
femminicidio.
Mentre infatti la
politica ci riempie di chiacchiere, - continua - le
donne continuano
a morire assassinate e il fenomeno sta entrando
in una mostruosa
normalit quotidiana.
Di
pomeriggio,
appuntamento
alle 16,00 a Villa Reimann con

Un mare di ombrelli rossi per dire no


alla violenza sulle donne
la professoressa
Graziella Priulla
sociologa
della
comunicazione
e docente presso luniversit di
Catania, che terr

26 associazioni
contro la violenza operative su
82 comuni siciliani) fondato
e diretto dalla
Rete antiviolenza

la somministrazione della pillola


del giorno dopo
(che a molte donne viene negata)
e una rassegna
cinematografica

rompicoglioni
oppure a una ministra definendola
puttana - dice
la Priulla - Il turpiloquio stato
sdoganato. Le pa-

Il programma
delle iniziative
della Rete
Centri
Antiviolenza
di Siracusa

In alto e sopra, i volantini della manifestazione;


A sinistra, Raffaella Mauceri.

un seminario su
Parole tossiche
titolo del suo ultimo libro. In coda
al seminario, segue il question
time
Ecco le iniziative
in Sicilia, nello
stesso simbolico
giorno del 25 novembre, il C.D.S.
(Coordinamento
Donne
Siciliane che aggrega

siracusana, mette
a segno una serie di iniziative
in giro per tutta
lisola:
mostre
fotografiche, mostre
pittoriche,
cineforum, tavole rotonde con e
senza le istituzioni, spettacoli di
prosa e di danza,
concorsi a tema
nelle scuole, un
monitoraggio sul-

sulla
sessualit
queer e lidentit
di genere a cura
dellassociazione
siracusana LGBT
Stonewall.
Alcuni
passaggi tratti dal libro
Parole tossiche:
"Viviamo in un
Paese dove non
ci si stupisce se
un politico si appella a un rivale chiamandolo

rolacce sono culturalmente legittimate nelle case,


in tv e nelle istituzioni. Non una
faccenda di galateo ma un problema di frustrazione individuale
e di mancanza di
regole sociali.
E i bersagli privilegiati sono le
donne. Ad esempio quando alla

Camera si discuteva la legge sulla fecondazione


artificiale,
una
delle argomentazioni rivolte alle
parlamentari
fu
questa: Voi siete
contrarie alla legge perch volete
continuare ad essere scopate
"In Europa c un
evidente imbarazzo per lomofobia
italiana. Da noi
difficile far comprendere che il diritto di critica e la
libert di opinione
non possono essere equivocati con
la libert di attacco alle persone.
Da secoli alla demonizzazione del
comportamento
omosessuale
si
accompagna lesplicito fiorire di
termini ironici o
spregiativi
che
spesso sono accompagnati dalla
violenza fisica.
Laccusa di essere gay rivela pregiudizi, ignoranza e lincapacit
di fare i conti con
unidea stereotipata di maschilit. Condiziona
la possibilit che
lamore e la sessualit rientrino
nella sfera dei diritti".
"E di grande importanza strategica la declinazione al femminile
e dire ministra,
sindaca, avvocata ecc... perch
solo cos diventa ovvio naturale che anche le
donne accedano
a cariche e professioni una volta riservate solo
agli uomini. La
lingua un potente motore di
cambiamento.

societ 10

Sicilia 25 novembre 2014, marted

25 novembre 2014, marted

Percorsi di Bioarchitettura
per Buona educ-azione
Una lezione
excattedra
nello stile
dellINBAR
Siracusa, si
inaugurata
la settimana
dess Unesco

Ieri
mattina
presso
palazzo
Vermexio in una
sala
Borsellino
gremita da partecipanti ha aperto
i battenti la settimana Unesco dedicata alleducazione ambientale.
I giovani uditori
provenienti dai licei e scuole medie
della citt sono
stati
coinvolti
in un confronto, una lezione
excattedra nello
stile dellINBAR
Siracusa.
La curiosit
stata il filo conduttore della mattinata, curiosit
soddisfatta
dai
relatori che hanno istaurato con i
presenti un clima
di fiducia tradotto
in cortese attenzione e partecipa-

zione al dibattito.
Tante le sollecitazioni prodotte dai
relatori, sugli argomenti pi vari
che hanno toccato
tasti quali i nuovi
modelli di evoluzione in economia nel campo
dellarchitettura,
dellagricoltura e
dellacquacoltura.
Ad aprire i lavori stata Valeria
Troia, assessore
Politiche scolastiche, Educative e
Universit con la
sua relazione dal
titolo La Carta
delle Citt Educative subito dopo
stato il presidente
INBAR
Siracusa Massimo Gozzo a spiegare i motivi alla
base della scelta
degli argomenti

tiere della sostenibilit nell'agricoltura argomento


portato da Paolo
Guarnaccia, docente UniCT e
che ha puntato
lattenzione sulla
biodiversit e la
qualit della dieta
mediterranea diventata patrimonio immateriale
dellUnesco per le
propriet salutari
che derivano dale
trattati:
caratteristiche or la Blue Eco- ganolettiche dei
nomy
un nuo- prodotti coltivati
vo modo di fare in modo naturale
economia che ha senza luso della
come obiettivo le chimica; ed infine
emissioni zero di
Acquacoltura
CO2 nelle nuo- sostenibile urbave produzioni, un na relazione di
modello che su- Gianni Benedetpera la green eco- to Biundo, presinomy e che in pi dente cooperativa
di questultima si Empedocle, che
pone il problema ha appassionato
degli scarti appli- gli studenti procando un sistema ponendo un nuoa cascata che vo modo di inimita gli ecosiste- tendere i processi
mi naturali e che naturali che stanrecupera I rifiuti no alla base della
trasformadoli in depurazione delle
materia prima per acque con un siun nuovo ciclo stema di aquacoldi produzione. A tura che risolve in
esporre il tema il ununica azione,
direttore DAEA per usare le sue
INBAR Siracusa parole, la voglia
Francesca Pedali- di possedere inno.
sieme un giardino
le Nuove fron- e un acquario.

Dopo lapprovazione del piano triennale delle opere pubbliche

Comune di Priolo ha varato


le variazioni di bilancio

Sicilia 11

societ

canicattini bagni

Giornata
internazionale
per l'eliminazione della violenza
contro
Una gestione dellente allinsegna della capacit
operativa e della trasparenza nel rispetto della legalit le donne

Continua a ritmo ser-

Un momento della cerimonia.

Rotary Club Siracusa Monti Climiti,


Educazione alimentare nella Scuola

Il Rotary Club Siracusa Monti Climiti ha


presentato ai Soci il progetto Educazione Alimentare nella Scuola, promosso in sintonia
con il progetto distrettuale Sapori e Salute.
Il problema dellobesit infantile ed in et
adulta ha assunto dimensioni tali da rendere
necessaria una attivit di informazione degli
adolescenti e di prevenzione, finalizzata a far
mutare precocemente gli errati stili di vita.
In Italia LISTAT stima obeso o in sovrappeso
il 30,4 % della popolazione, con punte del
36,6 % nel Sud e nelle Isole, in queste zone
per i maschi si arriva anche al 37,8 % del
campione. Tale situazione, oltre a degradare
la qualit della vita, espone tali soggetti al
rischio di insorgenza di diverse patologie,
tra le pi frequenti quelle cardiovascolari e
quelle di origine epatiche, con un conseguente
maggior costo sociale.
Considerata limportanza della prevenzione,
il Rotary Club Siracusa Monti Climiti, grazie
alla collaborazione volontaria del Dott. Antonio Rotondo, Direttore dellUnit Operativa
Complessa di Pediatria dellOspedale Umberto I di Siracusa, con il coinvolgimento dei
docenti di Scienze dellIstituto di Istruzione
Superiore O.M. Corbino di Siracusa (che
include le sezioni di: Scientifico, Classico,
Scienze Umane, Economico-Sociale, Linguistico e Musicale), coordinati dalla Prof.
ssa Patrizia Risi, e dei Soci dellInteract Club
Siracusa Monti Climiti, ha promosso per gli
alunni delle prime e seconde classi un progetto
che prevede: lintroduzione alla problematica da parte dei docenti, la distribuzione agli
alunni di un questionario sulle loro abitudini
alimentari e sui loro stili di vita.
La raccolta dei dati del questionario in modo
da ricavare uno spaccato delle abitudini degli
alunni, una serie di incontri con gli alunni e le
famiglie per commentare i risultati e suggerire
le necessarie modifiche comportamentali,
sar infine distribuito un opuscolo, stampato
a carico del club, che affronta il tema con la
forma del fumetto, pi accattivante per gli
adolescenti.
Si ringrazia per la generosa disponibilit il
dott.Antonio Rotondo e il dirigente dellIstituto Corbino, prof.ssa Carmela Fronte, per
la disponibilit dimostrata nellaccogliere le
attivit di service proposte dal nostro club.

rato lattivit dellamministrazione comunale di Priolo per mettere


lEnte nelle condizioni
di operare con correttezza e trasparenza
sul piano finanziario.
Dopo lapprovazione
del piano triennale
delle opere pubbliche,
la giunta guidata da
Antonello Rizza ha
varato le variazioni di
bilancio, incentivando
la capacit di spesa dei
settori socialmente pi
sensibili, per un importo complessivo di circa
trecentomila euro.
In particolare, sono
stati destinati, tra gli
altri, 107.600 euro
per larredo urbano,
sui 300.000 previsti.
La rimanente somma
sar, comunque reperita ed investita in
quanto larredo urbano
rappresenta una delle
priorit dellAmministrazione.
Sul piano della tutela
dellambiente, verranno spesi 20.952 euro
per il conferimento

In foto, municipio di Priolo

dellincarico professionale finalizzato alla


redazione del piano
per la sostenibilit
energetica ed ambientale, finanziata dalla Regione Siciliana
nellambito del Patto
dei Sindaci.
Altri 20.000 euro, invece, verranno spesi
per il Centro Diurno
per anziani.

Per le scuole sono


previsti complessivamente 50.000 euro.
Nel dettaglio, 30,000
euro sono previsti
per climatizzare tutte
le aule, mentre altri
20.000 sono destinati
agli arredi scolastici.
Per le feste natalizie
sono state previste in
bilancio 44.147 euro,
oltre a 2.000 euro di

contributi per le attivit di questo intenso


periodo di festa.
A proposito di contributi, da sottolineare
la previsione di spesa
di duemila euro per
il concorso letterario.
Altri 2.000 euro sono,
invece, previsti in bilancio per la giornata
della cultura dellarte
e dello sport.
Consistente, infine,
la somma specificatamente destinata allo
sport.
E prevista, infatti, una
spesa di 30.00 euro per
lacquisto di nuove
attrezzature.
Ancora una volta
Priolo non perde tempo e segue i ritmi della
buona amministrazione commenta il sindaco, Antonello Rizza
confidiamo adesso
nei tempi celeri del
Consiglio comunale
per continuare a garantire alla comunit
locale una gestione
dellEnte allinsegna
della capacit operativa e della trasparenza.

Salvatore Natoli Filosofo e Professore Emerito dellUniversit di Milano

Festival della Filosofia di Nuova Acropoli:


Lectio Magistralis Della Libert
D

obbiamo ancora interrogarci


sul significato di Libert e delle
sue implicazioni con la vita?
E vera Libert quella che ci
affanniamo a raggiungere e che
crediamo di poter realizzare? Ed
essa porta indubitabilmente alla
Felicit?
Per rispondere a questa e ad altre
domande sullaffascinante tema
della Libert, Nuova Acropoli
Siracusa celebra, in collaborazione con il Collegio Siciliano di
Filosofia, la Giornata Mondiale
della Filosofia proponendo la
Lectio Magistralis Della Libert di Salvatore Natoli, Filosofo
e Professore Emerito dellUni-

versit di Milano, gi insignito


della cittadinanza onoraria di
Siracusa e autore di numerosi
libri.
Lattivit, patrocinata dallUnesco, dallIstituto Italiano per gli
Studi Filosofici e dal Comune
di Siracusa, verr svolta venerd
28 novembre alle 18:30 presso
il Salone Borsellino di Palazzo Vermexio. Interverranno il
Sindaco di Siracusa Giancarlo
Garozzo, lAssessore Francesco Italia, Roberto Fai ed Elio
Cappuccio del Collegio Siciliano di Filosofia, Elga Daniele
presidente di Nuova Acropoli.
Moderatrice Lucia Sinnona.

Se il 2013 stato un anno


drammatico per quanto riguarda i dati del femminicidio e pi
in generale di atti di violenza
sulle donne, il 2014 purtroppo
mantiene questo trend negativo, per cui bisogna fare di
pi in termini di sostegno e di
sensibilizzazione.
Queste le parole del sindaco
Paolo Amenta e dellassessore
al Welfare, Marilena Miceli, nel
ricordare la Giornata internazionale per leliminazione della
violenza contro le donne che si
celebra domani, 25 Novembre,
in tutto il mondo.
La nostra citt, come si ricorder aggiunge il sindaco
Amenta lestate scorsa, il
16 giugno, rimase scossa e
sgomenta per luccisione da
parte del marito, di una giovane
donna rumena, Maria Ton, di
36 anni, madre di due figli di
16 e 20 anni, che aveva deciso
di stabilirsi a Canicattini Bagni
per ricostruire qui un nuovo
futuro per la propria famiglia.
Un fatto di violenza inaudito
che tocco tutti e lintera citt
rispose con una fiaccolata.
Ma non bastano le fiaccolate,
serve prevenire la violenza, per
questo nel nostro Comune, in
colla-borazione con la Rete
Centri Antiviolenza di Raffaella Mauceri abbiamo aperto uno
sportello pro-prio allinterno
del Palazzo Municipale dove
le donne possono rivolgersi per
essere aiutate.
Oggi poi questo dramma diventato ancora pi allarmante
per larrivo nelle nostre citt
di tante donne migranti, spesso vittime di tratta, stuprate
e violentate dai mercanti di
esseri umani.
Anche in questo senso conclude il sindaco Paolo Amenta
- abbiamo voluto fare la nostra
parte con lattivazione, attraverso un Bando del Ministero
dellInterno, di un Centro di
Accoglienza Sprar (Sistema
di protezione per richiedenti
asilo e rifugiati), Obioma,
gestito dalla cooperativa sociale Passwork, che ospita donne
con necessit di assistenza
sanitaria, sociale e specialistica
prolungata, con storie diverse,
alcune accompagnate dai loro
figli piccoli, provenienti da vari
Pae-si dellAfrica e dellEst
europeo, che aiuteremo ad integrarsi e a superare il difficile
momento che attraversano.
Le storie delle donne ospiti del
Centro Sprar Obioma di via
del Seminario a Canicattini
Bagni sono state riprese da
una troupe di Rai 3 Sicilia
Giornata internazionale per
l'eliminazione della violenza
contro le donne, saranno messe
in onda sul tg tre regione, quale
testimonianza di violenza alle
donne.

SPECIALE 12

Sicilia 25 NOVEMBRE 2014, MARTED

RUBRICA A CURA DELLA CONFESERCENTI DI SIRACUSA

Strategie per il trasporto turistico: un intervento del Presidente


di Confesercenti Federnoleggio Sicilia Giuseppe Contrafatto

I dati positivi delle presenze turistiche in Sicilia devono fare riflettere sul fatto che,
il patrimonio culturale, archeologico e paesaggistico rimangono le attrattive pi forti

La stragrande maggioranza dei turisti


sceglie il pullman e i
mezzi con autista per
effettuare le escursioni e visitare i nostri
luoghi. Ma c ancora tanto da lavorarci
sopra. I dati positivi
delle presenze turistiche in Sicilia per il
2013 e si spera anche
per il 2014, devono
fare riflettere sul fatto
che, nonostante la
nostra isola non sia
competitiva a livello
economico rispetto ad
altre mete del Mediterraneo, il patrimonio
culturale, archeologico e paesaggistico
rimangono le attrattive
pi forti che spingono i
turisti a sceglierla per
le loro vacanze. E c
unaltra considerazione importantissima
da fare: la stragrande
maggioranza dei turisti sceglie il pullman e
i mezzi con autista per
effettuare le escursioni e visitare anche siti
non particolarmente
pubblicizzati. Il noleggio autobus e auto
con conducente rappresentano un settore
altamente strategico
dei trasporti soprattutto l dove carente il
servizio pubblico dei
trasporti, consentendo il raggiungimento
dei siti di interesse
turistico e non, con
eccellenti standard
di efficienza, professionalit e sicurezza
stradale. Certamente
anche le imprese che
esercitano tale attivit sono state colpite duramente dalla
crisi economica che
da anni attanaglia il
nostro Paese: legacci burocratici, costo
del lavoro, costi per
carburante e assicurazioni, difficolt di
accesso al credito,
abusivismo nel settore, hanno inciso e in-

cidono pesantemente
sulla vita delle stesse
aziende. Ma ancora
pi incomprensibile
latteggiamento di
Istituzioni regionali
e dei Comuni che
anzich progettare e
prevedere piani di viabilit e parcheggi per
i bus turistici assieme
alle associazioni di
categoria, che pur

esistono, prendono
decisioni incomprensibili per laccesso e
la sosta nelle citt,
imponendo tasse dingresso e tariffe esose
per i parcheggi senza,
nella maggior parte
dei casi, dare in cambio servizi per i turisti
e per gli stessi autisti.
A fatica si cercato
di trovare delle intese

comuni con le amministrazioni locali al fine di


migliorare laccoglienza dei bus turistici e
delle autovetture con
conducente, ma spesso abbiamo trovato
di fronte un muro di
gomma e amministratori sordi che anzich
mettere i loro uffici al
servizio del trasporto
turistico hanno ope-

25 NOVEMBRE 2014, MARTED

del turismo in Sicilia


attraverso un processo che coinvolga la
componente privata
e gli amministratori
locali che si occupano
di turismo e trasporti,
affinch ascoltino le
proposte della categoria tese a risolvere le
criticit del comparto.
Il trasporto turistico
quindi un settore altamente strategico ed
opportuno che ai tavoli
tecnici siano sempre presenti i rappresentanti di categoria,
perch non possiamo
rimanere estranei a
decisioni che riguardano il futuro delle nostre
aziende.

Nuovo Isee: smaschera i furbetti


che non dichiarano
il conto corrente
LIsee come strumento antievasione. Non
per il futuro ma per
stanare quanti hanno,
fino ad oggi, presentato false attestazioni
sul proprio patrimonio
finanziario per poter
accedere alle prestazioni agevolate, alla
riduzione delle tasse
universitarie e agli
sconti dimposta. Nella
nuova versione della
rato rimanendo legati Dichiarazione sostialla logica delle pro- tutiva unica (Dsu),
cedure burocratiche e infatti, presente una
amministrative e non casellina che, nel modellottimizzazione dei mento in cui si intende
servizi da rendere al presentare di nuovo
territorio. Non ci spie- la richiesta per lIsee,
ghiamo, inoltre, per- consentir di indivich le aziende private duare in automatico
di trasporto persone, chi ha nascosto desono quotidianamen- positi e investimenti
te sottoposte (giu- di rilievo per ottenere
stamente) a controlli un Isee pi basso. E
stradali da parte delle una delle maggiori
forze dellordine, ma novit legate al nuovo
con verifiche tecniche reddito equivalente,
anche scrupolose dai lIsee appunto, il cui
tratti persecutori tan- decreto stato pubto che non ci risulta blicato in Gazzetta
siano riservate anche Ufficiale nella serata
agli autobus di linea di luned e che diverr
laddove questultimi operativo dal 1 genspesso viaggiano con naio prossimo.
passeggeri in piedi e I conti mai dichiarautilizzando automez- ti.Con il precedente sizi non rispondenti ai stema, basato sullaucriteri di sicurezza tocertificazione, era
stradale previsti dal- lasciato alla buona
le normative vigenti. volont e alla corretFedernoleggio si sta tezza di chi richiedeva
battendo a tutti i li- le prestazioni indicare
velli, in primo luogo non solo i dati reddiperch venga dato il tuali ma anche quelli
giusto riconoscimento relativi alla compoalle aziende da parte nente mobiliare del
delle Istituzioni ed in patrimonio, vale a dire
secondo luogo perch depositi, conti correnti,
cambi la mentalit e altri strumenti finan-

ziari. Lammontare
complessivo di queste
voci era destinato ad
essere valorizzato ai
fini del calcolo dellIsee, al di l degli interessi ricavati da questi
investimenti.
Dalle rilevazioni effettuate prima dellentrata in vigore della riforma, che ha portato alla
nuova Dsu, vale a dire
in riferimento ai dati
rilevati a tutto il 2012,
risultava che il 90% di
coloro che richiedevano lIsee dichiarava
di non avere rapporti
bancari o postali. Dalle
informazioni raccolte
presso lAnagrafe tributaria, in riferimento
allo stesso periodo,
invece, risulta un numero di conti correnti
e rapporti finanziari
in essere che supera
il tetto dei 40 milioni,
praticamente almeno
un conto per ciascun
soggetto maggiorenne, e non tutti a saldo
zero. Che la disparit
tra i dati dichiarati
a fine Isee e quelli
presenti nellanagrafe
tributaria non fosse
dovuta solo a dimenticanze involontarie lo
dimostra anche il fatto
che in un anno, ossia
da quando entrata
in vigore la riforma,
la richiesta di nuovi
Isee, secondo dati di
fonte sindacale, si
ridotta di oltre il 10%.
In sostanza il semplice
effetto annuncio in
riferimento al rafforzamento dei controlli
su indicare risparmi e
investimenti ha quindi
gi dato i suoi frutti.
Con la nuova Dsu questo impianto antievasione ulteriormente
rafforzato.
Raccolta e incrocio
dei dati.Chi si trova
a compilare il quadro
FC2 destinato, appunto, ai dati su conti
correnti e altre forme
di investimento, avr
a che fare anche con
una casella che precede quella destinata
allindicazione analitica della giacenza e
degli investimenti. La
casella deve essere
barrata da chi intende
dichiarare di non aver
posseduto, nel 2014,
alcun tipo di rapporto
finanziario.
Una dichiarazione che
fa scattare in automa-

tico verifiche presso


lAnagrafe tributaria,
come espressamente
previsto dalle nuove
norme, e lincrocio con
i dati dellInps riferiti ai
modelli Isee. Insieme
ai redditi che non
rientrano nellelenco
dei dati che sono pi
autocertificati, ossia
tutti quelli relativi alle
dichiarazioni fiscali,
lAgenzia delle en trate infatti tenuta
a comunicare allInps
anche le informazioni
relative allesistenza
di rapporti in essere
con banche, Poste
italiane, intermediari
finanziari, imprese di
investimento, fondi
comuni, societ di
gestione del risparmio
e altri operatori finanziari, individuando
omissioni e difformit
rispetto ai dati autocertificati.
Si potr quindi individuare facilmente chi
ha dichiarato il falso,
in quanto in assenza
di rapporti bancari o
postali lAgenzia delle
entrate potr effettuare controlli ad hoc, e i
nominativi dei soggetti
sottoposti a controllo nei cui confronti
emergono divergenze
nella consistenza del
patrimonio mobiliare
dichiarato ai fini Isee
rispetto a quello accertato presso lAnagrafe
tributaria, sono comunicati alla Guardia di
finanza.
Le possibili opzioni.Sulla base di questo sistema, chi ha nascosto rapporti con gli
intermediari finanziari
in passato ha quindi di
fronte a s due opzioni: evitare di ripresentare in futuro la Dsu e
rinunciare allaccesso
a prestazioni o riduzioni dimposta alle quali
non ha diritto, oppure autodenunciarsi e
sottoporsi ai controlli.
In questo ambito ovviamente non avr
nulla da temere chi
non ha indicato i dati
per semplice dimenticanza, dato che chi
ha un conto corrente
con giacenza limitata
non corre alcun rischio
se non ha nascosto al
fisco altri redditi.
La giacenza media
sui conti.Peraltro, in
riferimento ai conti
correnti, c gi in vista

Sicilia 13

SPECIALE

datori di lavoro iscritti


alla Camera di Commercio con il codice
attivit ATECO 2007,
corrispondente ai settori turismo, pubblici
esercizi e spettacolo,
e i datori di lavoro che,
pur non rientrando nel
suddetto Codice ATECO, svolgano attivit
proprie del settore turismo, pubblici esercizi e
spettacolo applicando
i relativi contratti collettivi.

una novit destinata a


semplificare la vita di
chi presenta la Dsu.
Nel modello attuale
richiesta lindicazione
della giacenza media
sul conto, una dato
che deve obbligatoriamente essere
ricavato dalle comunicazioni periodiche
che la banca invia. Per
ottenere la giacenza
media occorre infatti
sommare i numeri
creditori totali riportati
negli estratti conto in
maniera da coprire tutto lanno (ad esempio,
se si ricevono estratti
conto trimestrali, il
primo estratto riporta
i numeri creditori totali
dal 1 gennaio al 31
marzo, il secondo dal
1 aprile al 30 giugno
e cosvia) e poi dividere questo importo
per 365. Un calcolo
che rappresenta una
inutile complicazione
aggiuntiva e non pochi
rischi di errore. Per
questo motivo nella
Legge di stabilit
stato previsto che
dal prossimo anno i
dati siano acquisiti
direttamente tramite
Anagrafe tributaria.
Le proposte di Confesercenti per recuperare la fiducia e
tornare a crescere
dal 2015 illustrate dal
Presidente Nazionale Marco Venturi
Landamento reale
delleconomia, testimoniato dal Pil negativo, getta ombre
allarmanti sul 2105,
che vanno fugate
con interventi decisi
in grado di restituire
al Paese fiducia nel
futuro. A sostenerlo il Presidente di
Confesercenti Marco

Venturi, aprendo i lavori della Presidenza


Nazionale della Confederazione, oggi riunita a Roma. La legge
di stabilit contiene
segnali importanti.
Limpegno per convincere lEuropa dalle
logiche di austerit ci
trova concordi, ma
non basta. Con un Pil
tornato ai valori di 14
anni fa, dobbiamo fare
uno sforzo imponente
per uscire al pi presto dalla morsa della
stagnazione e della
deflazione. E urgente ormai definire una
vera riforma fiscale
ha continuato Venturi che abbia effetti
tangibili gi dal 2015
e che riduca la pressione insostenibile su
famiglie ed imprese,
tenendo conto delle
proposte della parti
sociali. In primo luogo
basta ad aumenti di iva
e di accise, una strada
sbagliata, come dimostra il caso Giappone,
tornato in recessione
perch i forti rialzi iva
hanno annullato gli
effetti delle misure di
rilancio dei consumi
interni. Gli aumenti
Iva previsti in Italia nei
prossimi anni procurerebbero un aggravio
di spesa in media di
770 euro a famiglia.
Una batosta cui probabilmente gli italiani risponderanno tagliando ulteriormente
la spesa e affossando
ancora di pi i debolissimi consumi interni,
provocando chiusure
di imprese e nuova
disoccupazione. E
ora di finirla anche con
lodiosa gara al rialzo
fra fiscalit generale
e locale, che ha massacrato in questi anni

le tasche degli italiani,


mentre sarebbe stata
molto pi produttiva
una spending review
coraggiosa. Serve invece un taglio stabile
dellIrpef e lestensione degli 80 euro a
pensionati, lavoratori
autonomi ed imprese che sono sotto la
soglia di reddito che
permette ai lavoratori
dipendenti di usufruire
del Bonus. Un altro volano di crescita
deve essere al rimessa in sicurezza del
territorio: servono un
progetto pluriennale e
risorse certe, condiviso da tutti per evitare
che sia rimesso in
discussione dai diversi
equilibri politici.
I danni drammatici
provocati dal maltempo in questi giorni
devono suggerire un
radicale cambio di rotta. Le imprese colpite
intanto siano sostenute con interventi rapidi,
senza rinvii e complicazioni burocratiche
e senza complessi
assilli fiscali.
necessaria, invece,
una reale moratoria
fiscale fino alla fine
dellanno per quelle
comunit, per permettere loro di tornare alla
normalit.

Lavoro intermittente: escluso il limite


delle 400 giornate
per turismo, pubblici
esercizi e spettacolo
Il Ministero del Lavoro, con risposta a
interpello n.26 del 7
novembre, ha precisato che, nell'ambito del
lavoro intermittente,
sono esclusi dal limite
delle 400 giornate di
effettivo lavoro nellarco di tre anni solari i

PRESSO LA
CONFESERCENTI
SONO APERTE
LE ISCRIZIONI PER
I NUOVI
CORSI ABILITANTI
E PREPARATORI
Sono aperte le iscrizioni per frequentare i corsi abilitanti obbligatori
per chi intende esercitare lattivit di vendita
di generi alimentari,
di somministrazione
di alimenti e bevande, di ristorazione, di
agente e rappresentante di commercio.
Sono anche aperte
le iscrizioni ai corsi
preparatori obbligatori
per sostenere gli esami abilitanti presso la
Camera di Commercio
per chi intende esercitare lattivit di agente
immobiliare.
I corsi per gli aspiranti
commercianti nel settore degli alimenti, per
chi intende esercitare
lattivit di somministrazione e ristorazione hanno la durata
di 100 ore articolate
nellarco temporale di
due mesi.
Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Luned,
Mercoled e Venerd
dalle ore 15.30 alle ore
19.30.
Per quanto riguarda
gli aspiranti agenti e
rappresentanti di commercio e gli aspiranti
agenti immobiliari i
corsi hanno la durata
di 80 ore articolate
nellarco temporale di
due mesi. Le lezioni si
svolgeranno nei giorni
di Marted e Gioved
dalle ore 15.30 alle ore
19.30.
Chi intendesse frequentarli pu recarsi
presso la Confesercenti in Via Ticino n.
8 (Tel. 0931/22001) e
compilare la scheda di
iscrizione.

Cultura 14

Concerto di poesia e lirica

di Arturo Messina

La benemerita e ben
nota Associazione poetica-musicale Arcadia
88 sabato scorso ha
offerto ai suoi numerosi soci uno dei pi
apprezzati e applauditi
suoi frequenti incontri
tenuti nellaccogliente
auditorium dellIstituto Musicale Comunale
Giuseppe Privitera,
da quando dal salone
della chiesa di Santa
Rita stata sfrattata
dal parroco succeduto allindimenticabile
mons. Alfio Inserra,
che
generosamente
laveva per tanti anni
ospitato, come aveva
ospitato altre benemerite associazioni culturali e artistiche fin dai
tempi dellaltrettanto
indimenticabile signora
Calogero, che l aveva fondato la scuola
di musica e la prima
scuola di danza classica
dove si sono formate
quelle che poi hanno
a loro volta formato le
attuali scuole di danza
classica a Siracusa.
E molto pi sarebbe riuscito quel concerto di
poesia e musica lirica
se si fosse esibita la ben
nota e tanto apprezzata
soprano nonch docente di ortofonia Giovanna Collica, assente pi
che giustificata perch
impegnata
artisticamente fuori Siracusa.Il
connubio poetico-musicale ha avuto inizio
con la recitazione poetica, come di consueto:
ci sarebbe, forse, musica lirica se il compositore non musicasse un
libro poetico?
Ad esibirsi e a leggere
le loro pregevoli poesie ben sette sono stati
i poeti, anzi le poetesse:
infatti mancava il gruppetto di poeti che nei
precedenti incontri si
sono esibiti, rappresentando il sesso che suol
definirsi forte, mentre
forse non lo sono tanto
nella poesia, se si considera che, almeno a
Siracusa, si pubblicano
pi raccolte di liriche
scritte da poetesse
A leggere una loro lirica 8 e qualcuna anche
pi di una) sono state:
Rita Cristillo, ( che ne

Nellauditorium dellIstituto Musicale Comunale Giuseppe Privitera, Arcadia 88


nellincontro di sabato scorso ha offerto ai suoi soci una delle sue pi applaudite

ha letto due, una delle


quali era dedicata alla
musica, quindi in considerazione che sabato
scorso era la festa di
Santa Cecilia, protettrice dei musicisti),

na e a recitare a mente,
avendo anche il pregio
di possedere una non
comune memoria.
Ci piace, comunque,
riportare il testo della
poesia della poetessa

e/ non correre tutto il


girono/ dal basket alla
piscina.//Vorrei essere
coccolato, accarezzato/
e tanto amato. Vorrei
essere guidato/ e non
sballottato./ Vorrei ede-

<Ormai sei grande,/ sei


gi un omino!>// Vorrei
vivere per sempre una
vita da bambino! I numerosi ascoltatori non
hanno risparmiato consensi e appalusi.

E molto pi sarebbe riuscito quel


concerto di poesia
e musica lirica se
si fosse esibita la
ben nota e tanto
apprezzata soprano
nonch docente di
ortofonia Giovanna
Collica, assente
pi che giustificata
perch impegnata
artisticamente fuori
Siracusa

In alto, Arcadia il pubblico;


A fianco, i due tenori e la soprano Muschitto;
Sopra, il pianista Francesco Drago.
Angela Saccone Rizza
( che ne ha letto tre),
Rita Arrabito, Concetta Cassarino, Amelia
Cafeo (che ha letto una
pregevole poesia del
compianto suo marito
come ogni volta doverosamente fa, essendo
stato egli, come noi
riteniamo, il pi stimato e il pi premiato
dei poeti siracusani dei
nostri giorni), Maria
Nan e, dulcis in fundo, Maria Teresa, una
delle pi fini poetesse
siracusane, che stata
lunica a recitare una
poesia in lingua sicilia-

Angela Saccone Rizza


perch lha fatta precedere dalla lettura duna
significativa nota: Prima di iniziare vorrei
dire che giorni 14 di
questo mese, in occasione della <Giornata
del bambino> sono
stata invitata dallassociazione internazionale
UNICEF a recitare questa poesia da me scritta
di recente: piaciuta a
tanti, perci voglio farla ascoltare anche a voi:
intitolata Dalla parte
del bambino: Vorrei
vivere i miei anni felice,/ giocare con altri

re mamma sorridente/
e pap pi attento./
Vorrei pi tempo a me
dedicato/ per quello
che ho da dire/ e non
dimenticato.//Vorrei
che non ci fossero uomini cattivi/ che spesso fanno tanto male ai
piccini./Vorrei vedere
attorno a me visi sorridenti/ e non sempre
nervosi e scontenti//
Vorrei sentire le fiabe
dei nonni raccontare/
e le coperte nel sonno rimboccate./ Vorrei
non essere testimone/
di dolorose discussioni./ Vorrei non sentire:-

La seconda parte stata, comunque, quella


che ha reso la performance quella che si
pu considerare ed
stata da tutti ritenuta, tra le pi gradite di
tutte quelle che lArcadia 88 ha organizzato questanno, se si
eccettua, ovviamente,
quelle dedicate allultimo Concorso Lirico
Internazionale Voci
dal Mediterraneo. E
proprio da questo concorso nata Noemi
Moschitto, la beniamina della serata: la giovanissima soprano, due

anni addietro vincitrice


del settore giovani
promesse, lo scorso
anno vincitrice del concorso nazionale organizzato da Paolo Limiti
e questanno vincitrice
ex aequo del secondo
premio dell ultima edizione dello Concorso
Lirico Internazionale
<Voci dal Mediterraneo>, in cui (come ha
tenuto a sottolineare
lo stesso presidente di
Arcadia 88, il tenore
Benito Nastasi, che ha
fatto anche da presentatore della stessa performance di sabato scorso,
al posto della inossidabile presentatrice Mirella Parisini, impedita
da altri impegni) la
giuria si trovata in
seria difficolt nellesprimere il suo imparziale giudizio, data
lalta qualit artistica
dei concorrenti, venuti
dalle parti pi lontane,
come la soprano russa
che ha vinto, anche lei
ex aequo, il primo premio! La giovanissima
soprano siracusana, che
ha appena ventanni ( e
forse ancora non li ha
raggiunti!), ma gi da
quando vinse il premio
come Migliore Promessa- come ebbi a
scrivere su questa pagina del quotidiano libert- gi una realt
nella cos ardua scalata
verso il pieno successo- da ritenersi in
pieno possesso di tutti
i numerosi, preziosi e
rari requisiti per essere
ritenuta degna di raggiungere anche i pi
ambiti traguardi, di
esibirsi nei pi prestigiosi teatri lirici, e di
farlo senza bisogno di
leve, ch lo strumento vocale, la tecnica, la
sensibilit, linterpretazione, la prestanza fisica le danno il pieno
diritto di far valere il
suo talento. Accanto
a lei sabato scorso si
sono esibiti convenientemente
laltrettanto
giovanissimo
tenore
Giuseppe La Rosa e il
maturo e gi noto tenore Giuseppe Lopez ,
accompagnati al piano
forte, more solito dal
Drago del pianoforte
alias il m Francesco
Drago.

Sicilia 15

25 novembre 2014, marted

Sicilia 25 NOVEMBRE 2014, MARTED

Unica attenuante lassenza di capitan Mascara

Siracusa bello a met:


vince ma non convince

Anastasi sperimenta il modulo esterno a tre punte che presuppone alle loro spalle la presenza di un suggeritore , ma
sguarnisce la difesa che incappa in qualche sbavatura

Se il calcio sfuggisse al principio


della relativit ci
sarebbe stato da
far
le capriole
per la gioia della prima vittoria
esterna. E invece
Einstein ci suggerisce di restare con i piedi per
terra e ad un invito di un genio
del suo calibro
non si pu dire di
no senza mettersi
sotto i piedi razionalit e buon
senso. Ecco, se
il Siracusa avesse
giocato con una
delle
sei, sette
squadre che hanno le sue stesse
ambizioni, ci sarebbe stato da fregarsi le mani se
non proprio per la

prestazione non
certo eccelsa, ma
quanto meno per
il risultato. Si d
per il caso che il
Siracusa giocava
con
una squadretta che staziona in fondo alla
classifica e che
giusto domenica,
per sopperire alle
assenze di ben
quattro giocatori,
aveva fatto abbondante ricorso
agli under e alla
fine ne abbiamo
contati ben sei .
Contro una formazione cos rabberciata,
quello
che si chiedeva
agli azzurri era
di non limitarsi
a vincere ma anche a convincere,
raccomandazione

caduta per met


nel vuoto perch
se vero che sono
arrivati i tre punti,
non sono arrivate
quelle rassicurazioni che ci si attendeva.
Unica attenuante
la mancanza di
un uomo dordine
come
Mascara,
che non giustifica
tuttavia una fase
finale
culminata nel gol di La
Rocca e in diversi
seri pericoli corsi
dalla rete difesa
da Vitale. Ma se
ad un discorso,
peraltro condiviso dalla maggior
parte dei sostenitori, qualcuno
controbatte che in
fondo il Siracusa
al secondo po-

Basket, prova di forza a Messina


per la Kama Italia Aretusa
Pronto riscatto per l'Aretusa di mister
Bordieri. Dopo una settimana difficile, la
Kama Italia ritrova il sorriso sbancando
con merito il parquet dellFp Sport con il
punteggio di 69-60.
Senza Agosta, Vitale e Bellofiore, i biancoverdi hanno perso dopo solo cinque minuti
anche Casiraghi, uscito malconcio da uno
scontro di gioco.
Malgrado lorganico ridotto i siracusani
hanno sfoderato una grande prestazione
da un punto di vista caratteriale trascinati dal duo Messina- Bonaiuto autori di 45
punti in due. La squadra di Bordieri ha
bene interpretato la gara conducendo sempre per tutti i quaranta minuti e rintuzzando ogni attacco dei peloritani.
E stata una bellissima partita ha dichiarato lassistant coach Sandro Anastasi- i ragazzi sono stati encomiabili, e nonostante le pesanti assenze hanno tirato fuori
lorgoglio, portando a casa una vittoria
preziosa E stato un successo di squadra.

sto ad appena un
punto dalla capolista Vittoria, e
addirittura al primo se si guarda
la media inglese,
sar forse il caso
di ricordare che
questo sta solo a
testimoniare
la
sostanziale mediocrit di un torneo, decisamente
livellato verso il
basso.
A questo punto
Anastasi,
effettuati ormai tutti i
possibili tentativi
di migliorarne il
rendimento,

libero di scegliere se lasciare


la squadra cos
com o se chiedere qualche serio rinforzo a partire da Gennaio .
Partendo proprio
dal reparto che
detiene il primato
del minor numero
di reti incassate,
cio la difesa, che
per nelle ultime
giornate ha preso troppi gol, per
passare al centrocampo che in
teoria dovrebbe
rappresentare il
punto di maggior
equilibrio
della
manovra e che invece in fase di costruzione annaspa

SPORT SIRACUSA

paurosamente.
Anche lattacco,
nonostante il bottino di reti messe
a segno non dimostra quella forza
di penetrazione e
quella personalit
di cui ci sarebbe bisogno, o per
mancanza di adeguati rifornimenti
o per troppa precipitazione delle
punte. Unica pos-

sibile terapia lo
sveltimento della
manovra e la riduzione delle distanze fra reparto
e reparto.
E chiss se da una
squadra pi corta
non possano arrivare quei segnali
di svolta che i sostenitori azzurri
si attendono.
Armando

Pallanuoto, basta Danilovic a l'Ortigia


per portare a casa la vittoria
Vittoria sofferta dell'Ortigia a
Bologna, risolta dalla tripletta
del mancino Danilovic. Buona la partenza dei siciliani, che
sono avanti alla fine dei primi
due tempi, ma che subiscono la
rimonta della President nel terzo periodo, concluso sul 6-6.
Ultima frazione emozionante,
con gli aretusei che riescono
alla fine a spuntarla con un solo
gol di scarto, per 8-7. Fantastica prestazione del fuoriclasse
ex Acquachiara Damjan Danilovic, che decide la sfida con
tre reti. Buona prova anche del
portiere Patricelli per i ragazzi
guidati in panchina da mister
Gino Leone.
Da segnalare invece per i felsinei la prova di Baldinelli.
Entrambe le squadre si dimostrano poco abili a sfruttare le
superiorit numeriche, chiudendo infatti 2/9 i padroni di
casa e 3/10 gli ospiti. Sabato

prossimo Bologna sar di scena alla "Caldarella" contro la


Canottieri 7 Scogli, Ortigia
giocher invece l'anticipo' di
venerd sera contro Nuoto Catania per confermare il primo
posto in classifica.

SPORT PAGINA 16Q

Sicilia

25 novembre 2014, marted

Basket, una panchina troppo corta


condanna la Nuova Trogylos Priolo
La
Nuova
Trogylos
Priolo
perde in casa contro il Cus Messina
nel terzo incontro di campionato
con il punteggio
finale di 59-37. E
dire che la squadra biancoverde a
4 minuti e mezzo
dalla fine era solo
6 punti sotto e a
quel punto si poteva avere la svolta positiva, ma

lorganico ridotto
e
linesperienza della giovane
squadra hanno determinato il destino della partita.
Ci siamo trovati
in difetto di organico in quanto la
capitana Morabito si infortunata
proprio ieri riferisce il tecnico
Andrea
Bianca
- la partita stata
caratterizzata nel

primo quarto da un
allungo del CUS
che noi comunque
poi siamo riusciti a contenere per
la restante parte
della gara sino al
finale dove il risultato non trova
riscontro veritiero
del bilancio totale
dellincontro, dato
che per lunghi
tratti la squadra ha
giocato quasi alla
pari. chiaro che

le nostre ragazze devono ancora


crescere e poi in
una situazione di
difficolt
come
questa, con un
organico ridotto
e con avversarie
con una caratura
diversa, era tutto
molto pi difficile
e le nostre ragazze sono state comunque brave per
quello che hanno potuto dare.

Sicuramente
ci
saranno altre occasioni per poter
fare meglio anche
dal punto di vista
del risultato. Abbiamo contenuto
per lunghi tratti
una squadra che
in altre gare del
campionato aveva
fatto altri risultati,
quindi
abbiamo
aggiunto un altro
importante tassello".

Si disputato a Caorle Venezia presso


il
PalaSport
V.Vicentini, la 23^
edizione della Venice Cup . Si tratta di
un importante gara
di Karate inserita
nellambito
delle
manifestazioni internazionali, giunta
alla sua ventitresima edizione. 1768
atleti provenienti da
222 Club Nazionali
e Internazionali, 22
nazioni partecipanti tra cui Indonesia,
Stati Uniti e Brasile
per nominare quelle
pi distanti, la nazionale Italiana e Francese giovanile al
gran completo, 120
arbitri italiani e esteri, 12 tatami di gara
divisi in due palazzetti contigui, questi
i numeri del Torneo
che ha dato vita a tre
giorni di spettacolo
e nel quale si sono
cimentati Agonisti
di tutte le fasce di
et. La manifestazione stata organizzata dal Comitato
FIJLKAM-Veneto e
dallASI Veneto. La
Rembukan Karate
di Villasmundo del
Maestro Marcello Di
Mare sempre presente a tutte le competizioni di rilievo ha

Dopo Venezia un'altro impegno importante attende


gli atleti della Rembuka, i Campionati italiani

sono ben comportati ma che non sono


riusciti a fare podio
sono stati:Chiara Latina nella categoria
-59 Kg under21 che
perde contro la scozzese Amy Connel;
Damiano Incognito nella categoria -84 Kg Junior
che perde contro
il croato Rumakek
Godavoj;Gaetano
Giannone nella categoria +76Kg Under 21 che dopo il
primo combattimento perde contro la
medaglia di Bronzo
lItaliano
Andrea
Bartolomei;Gabriele
Di Pietro che nella
categoria Senior -60
Kg perde contro il
pluricampione Internazionale il croato
Beran Borak per 2-0.
Contento il Maestro
Marcello Di Mare
per i risultati ottenuti
in una gara di livello
altissimo soprattutto
nelle categorie internazionali WKF. Appena rientrati questi
atleti sono gi al lavoro nella preparazione per il prossimo
appuntamento agonistico importante che
sar a fine mese per
il Campionato Italiano Juniores a Velletri
Roma.

Karate, la Rembukan di Villasmundo


protagonisti in laguna per la 23^ Venice Cup
partecipato con 6 atleti di alto valore tecnico in 7 categorie di
peso, piazzando sul
podio ben 2 medaglie, una dArgento e
una di Bronzo.
Si inizia subito con
Davide Pizzo nella categoria -61Kg
Junior che confermando
lottimo
stato di forma battendo nettamente i
suoi 4 avversari tra
cui lostico svedese
Sundquist e perdendo per 2-0 contro il
pluricampione Inter-

nazionale Francesco
Pinto, atleta della
Nazionale Giovanile
Italiana guadagna la
medaglia di Bronzo.
Nella categoria -67
Kg Senior ottima
prova di Giuseppe
Cartelli che dopo un
avvio incerto nei 68
Kg Under 21 si rif
alla grande in un girone difficilissimo,
battendo prima il danese Timm Neve e in
finale di poule il francesce Matoub Ghilas
e perdendo soltanto
in finale con litalia-

In foto, i karatechi della Rembukan

no Vincenzo Acerbo,
e guadagnando una
medaglia dArgento
in una categoria difficilissima.
Nella
compagine
della Nazionale Giovanile Italiana ma
sempre della Rembukan di Villasmundo ha gareggiato
pure Francesca Cavallaro che guadagna
una
meritatissima
medaglia di Bronzo
perdendo solo di misura contro la forte
croata Desa Nika.
Altri atleti che si

Calcio,
un giusto
pari
accontenta
Avola
e Scicli
Pareggio in casa
contro
l'Atletico
Scicli. Un match
che servito al Real
Avola a misurare il
nuovo assetto tattico visto i 4 acquisti,
scesi in campo. La
partita inizia con un
errore del portiere
Corsico che consente agli avversari di avvicinarsi
al gol ma fortunatamente la palla si
spegne nel fondo.
All8 Cancemi
che sfiora il gol del
vantaggio colpendo
la traversa di Lutri.
Il Real Avola si fa
pericoloso pi volte con Longo che
al 15esimo riesce
a far filtrare la sfera tra le gambe dei
difensori ma il tiro
lento e Lutri
pronto a bloccare la
palla. Pochi minuti
dopo unaltra incertezza di Corsico
salvato da Caruso
che spazza la palla
in rimessa laterale.
Al 30esimo arriva
il rigore per latterramento ai danni di
Garofalo da parte
di Longo V. Sulla
palla va La china
che colpisce il palo
sinistro interno e
la palla finisce alle
spalle di Corsico.
Lesultanza degli
ospiti per dura
poco, 7 minuti
dopo infatti il numero 9 del Real
Avola, con un trasversale, riesce a
segnare il gol del
pareggio infilando
la palla nellangolino destro di Lutri.
La ripresa vede gli
ospiti pi agguerriti
anche se non riescono ad andare in
rete.
Dopo qualche botta
e risposta dalluna
e dallatra parte il
match si chiude con
un pari.

Interessi correlati