Sei sulla pagina 1di 18

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA

VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE

MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
MI CICLI DI VERNICIATURA DESTINATI
ALLE STRUTTURE IN ACCIAIO AI FINI
ANTICORROSIVI, DELLA DIFESA DAL
FUOCO E DURATA NEL TEMPO

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE

Scelta dei cicli di verniciatura destinati allanticorrosione e difesa dal


fuoco
Lacciaio non protetto, esposto agli agenti atmosferici, soggetto alla corrosione corrosione. .
Per evitare danneggiamenti da corrosione, le strutture di acciaio devono essere protette per resistere alle
sollecitazioni corrosive per tutto il tempo di vita richiesto alla struttura, vita nominale Per realizzare
unefficace protezione dalla corrosione, importante che siano scelte soluzioni adeguate a progetto in
questione. in
E importante per il progettista
Stabilire la vita nominale (Norme Tecniche per le Costruzioni) richiesta alla struttura, dunque identificare la
durabilit dei sistemi di protezione alla corrosione (UNI EN ISO 12944-1 vernici) (UNI EN ISO 14713 ) (UNI
EN ISO 14713 zincatura)
Individuare e classificare la corrosivit dellambiente nella zona in cui la struttura sar ubicata (UNI EN ISO
12944 (UNI EN ISO 14713-2 vernici) (UNI EN ISO 14713 zincatura)
Identificare eventuali condizioni di corrosione particolari (UNI EN ISO 12944-2 vernici, valide anche per la
zincatura)
Progettare la struttura in modo di garantire adeguata accessibilit per i lavori di protezione dalla corrosione
(UNI EN ISO 12944-3) (UNI EN ISO 14713 in caso di zincatura)
Identificare il trattamento che offre la durabilit richiesta per lambiente in questione (UNI EN ISO 14713
zincatura) (UNI EN ISO12944-5, EN 13438 per le vernici) in base alle prove di laboratorio previste dalla ISO
12944-6.
Stabilire un programma di manutenzione esteso a tutta la durata in servizio della struttura (UNI EN ISO
12944-8 per le vernici) (UNI EN ISO 14713 zincatura)
Assicurarsi che siano ridotti al minimo i danni allambiente e tutti i rischi per la salute e la sicurezza di
operatori e utilizzatori (UNI EN ISO 12944-1)
NB per vita nominale si intende il numero di anni nel quale la struttura purch soggetta alla manutenzione
ordinaria, deve essere usata per lo scopo al quale destinata.

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE

Condizioni climatiche
Generalmente dal tipo di clima si possono trarre conclusioni solo generiche per quanto riguarda il
comportamento alla corrosione:
La velocit di corrosione sar minore in un clima freddo e/o secco che in un clima temperato; sar
maggiore in un clima caldo umido e in un clima marino, anche se ci possono essere considerevoli
differenze da una localit allaltra.
Il principale fattore di corrosione la durata di esposizione della struttura ad un tasso di umidit elevato
(Durata di umidit)

VARI TIPI DI CLIMA (ISO 9223)


Media dei valori annui estremi
Durata di umidit calcolata
per umidit relativa >80% e
una temp. >0C (h/anno)

Tipo di clima

Temperatura
minima
(C)

Temperatura
massima
(C)

Molto freddo
Freddo
Temperato freddo
Temperato caldo

-65
-50
-33
-20

+32
+32
+34
+35

Massima
temperatura
con umidit
relativa
95% (C)
+20
+20
+23
+25

Caldo secco
Caldo medio secco
Caldo forte secco

-20
-5
+3

+40
+40
+55

+27
+27
+28

da 10 a 1600

Caldo Umido
Caldo umido uniforme

+5
+13

+40
+35

+31
+33

da 4200 a 6000

Edit 1/2012

da 0 a 100
da 150 a 2500
da 2500 a 4200

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
Condizioni di particolari
Esistono condizioni/sollecitazioni particolari che provocano un significativo aumento della corrosione, e
che richiedono cicli protettivi di maggiore efficacia.
I principali esempi sono:
sollecitazioni chimiche.
sollecitazioni meccaniche nellatmosfera.
sollecitazioni dovute alla condensa.
sollecitazioni dovute a temperature medie o alte.
corrosione aumentata a seguito di una combinazione di sollecitazioni.
correnti indotte.

Progettazione adeguata
Obiettivo del progetto di una struttura assicurare che sia idonea alla sua funzione, presenti stabilit,
robustezza e durabilit adeguate.
Nella sua globalit il progetto deve facilitare la preparazione della superficie, la protezione anticorrosiva, i
controlli e la manutenzione.
La forma di una struttura pu influire sulla sua predisposizione alla corrosione. Di conseguenza le strutture
dovrebbero essere corrosione progettate in modo da non favorire trappole di corrosione dalle quali la
corrosione possa diffondersi.
Lideale sarebbe scegliere fin dallinizio il sistema di protezione pi pi idoneo.

Criteri base di progettazione


E buona prassi progettare le strutture di acciaio, da zincare a caldo, in conformit ai requisiti delle
UNI EN ISO 1461 e UNI EN ISO 14713 ISO 14713
pertanto fortemente raccomandato che il progettista consulti esperto di protezione dalla corrosione
allinizio del processo di progettazione, per valutare i seguenti aspetti:
(Contenute nelle UNI EN ISO 12944) Contenute nelle UNI EN ISO 12944-3) 3)

Accessibilit
Trattamento degli interstizi
Precauzioni per impedire ritenzioni di sedimenti e di acqua
Giunzioni bullonate
Parti scatolate e componenti incassati e componenti incassati
Intagli
Elementi di irrigidimento
Prevenzione della corrosione galvanica
Movimentazione, trasporto e assemblaggio
Spigoli (ISO 8501)
Imperfezioni nelle superfici di saldatura

Durabilit
La curabilit il tempo previsto di durata dellefficacia di una protezione anticorrosiva fino al primo
importante intervento di manutenzione.
La durabilit non costituisce una "garanzia di durata".
La durabilit unindicazione che pu aiutare nella stesura di un programma di manutenzione.
Una garanzia di durata una nozione giuridica oggetto di clausole contrattuali particolari..
La garanzia di durata generalmente pi breve della durabilit.
Non esistono regole per correlare queste due durate.

La norma UNI EN ISO 12944 La norma UNI EN ISO 12944-1 definisce la durata di un rivestimento di
verniciatura secondo tre classi:
bassa (L) bassa (L) da 2 a 5 anni da 2 a 5 anni
media (M) media (M) da 5 a 15 anni da 5 a 15 anni
alta (H) alta (H) pi di 15 anni pi di 15 anni

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE

In particolare la durata di un sistema di verniciatura protettiva dipende da diversi fattori,

il tipo di verniciatura
la progettazione della struttura.
la condizione del supporto prima della preparazione.
lefficacia della preparazione della superficie .
la qualit dellapplicazione .
le condizioni ambientali durante lapplicazione .
le condizioni di esposizione dopo lapplicazione.

Per identificare il trattamento che offre la durabilit richiesta occorre

Individuare i cicli idonei


Scegliere il ciclo pi adatto

Scelta del ciclo pi adatto


La norma UNI EN ISO 12944-5 fornisce esempi di sistemi di verniciatura adatti per diversi ambienti.
Il progettista per poter scegliere il ciclo idoneo, deve avere accesso alla documentazione tecnica dei cicli
prescelti e/o ottenere dallapplicatore una dichiarazione che confermi lidoneit o la durabilit del sistema di
verniciatura in una determinata classe di corrosivit.
Lidoneit e/o la durabilit del sistema di verniciatura devono essere dimostrate mediante le prove di
invecchiamento artificiale previste dalla UNI EN ISO 12944- 6 e/o dalla UNI EN 13438; soprattutto per
sistemi di verniciatura nuovi che devono risultare conformi almeno ai requisiti normativi minimi .
Manutenzione
La durata nel tempo di una struttura dipende anche dalla manutenzione preventiva cui sar soggetta in
servizio.
La manutenzione deve essere fatta in tempi che non risultino tardivi e con modalit idonee. Si raccomanda
di seguire le disposizioni fornite dallapplicatore del trattamento prescelto.
Per convenzione si stabilisce che il primo importante intervento di manutenzione correttiva necessario
quando la protezione anticorrosiva ha raggiunto un grado
di arrugginimento di livello Ri 3, come definito nella UNI ,EN ISO 4628-3
Lo stato di un sistema di verniciatura applicato pu essere verificato secondo la UNI EN ISO 4628 (parti da
1a 6).

A seguito della verifica effettuata e descritta nei punti precedenti, Amonnfire tramite il suo Ufficio Tecnico
in grado di consigliare cicli di verniciatura che soddisfino, attraverso lutilizzo dei suoi prodotti, lesigenze di
difesa dalla corrosione e dal fuoco.
La tabella che segue riporta alcuni esempi di cicli di verniciatura in funzione della classificazione della
corrosivit degli ambienti in conformit con la UNI EN ISO 12944-2 pi precisamente:
C1: molto bassa
C2: bassa
C3: media
C4: alta
C5-I: molto alta ( industriale)
C5-M: molto alta (marina)

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE

ESEMPI DI CICLI DI VERNICIATURA CON FUNZIONI ANTICORROSIVE E DI DIFESA DAL FUOCO


Gradi di
Durabilit attesa
preparazione
Eposizione
spessor
spessor (vedere UNI EN ISO 12955Classe di
Vernice
Zincatur
N
N
1)
corrosivit della superficie
Tipo primer
e
intumescente Tipo finitura
e
a (1)
mani
mani
Intern Estern

(2)
St 2
St 2 1/2
L
M
H
o
o
Steel Primer
Amotherm
Steel Top
C1
X
X
1
40
1
60
X
X
SB
SB/WB
SB
Steel Primer
Amotherm
Steel Top
C1
X
X
1
40
1
60
X
X
WB
SB/WB
WB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C1
X
X
1
80
1
60
X
X
SB
SB/WB
SB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C1
X
X
1
80
1
60
X
X
SB
SB/WB
WB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C1
X
X
X
1
80
1
60
X
X
X
SB
SB/WB
SB
Steel Primer
Amotherm
Steel Top
C2
X
X
X
1
40
2
120
X
X
SB
SB/WB
SB
Steel Primer
Amotherm
Steel Top
C2
X
X
X
1
40
2
120
X
X
WB
SB/WB
WB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C2
X
X
X
X
1
80
2
150
X
X
X
SB
SB/WB
Epoxi SB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C3/C4
X
X
X
X
1
80
2
120
X
X
SB
SB/WB
PU SB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C3/C4
X
X
X
X
1
80
2
120
X
X
SB
SB/WB
Epoxi SB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C5
X
X
X
X
1
80
2
150
X
X
SB
SB/WB
PU SB
Steel Epoxi
Amotherm
Steel Top
C5
X
X
X
X
1
80
2
150
X
X
SB
SB/WB
Epoxi SB
(1) Il tipo di zincatura nonch lo spessore sono scelte dello specificatore in funzione del tipo di aggressione chimico fisica
(2) La scelta della vernice intumescente in funzione delle condizioni ambientali e la quantit da applicare in funzione del rapporto di massa S/V della temperatgura critica e della
classe di resistenza al fuoco richiesta

Di seguito riportiamo le normative di riferimento per quanto


riguarda i prodotti vernicianti.
UNI EN ISO 12944-1
Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Introduzione generali.
La ISO 12944 tratta la protezione dalla corrosione delle strutture di acciaio mediante verniciatura protettiva.
UNI EN ISO 12944-2
Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Classificazione degli
ambienti.
La presente parte della ISO 12944 tratta la classificazione dei principali ambienti ai quali
le strutture di acciaio sono esposte, e della corrosivit di tali ambienti

UNI EN ISO 12944-3


Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Considerazioni sulla
progettazione
La presente parte della ISO 12944 tratta i criteri fondamentali per la progettazione delle strutture di acciaio da
proteggere con la verniciatura allo scopo di evitare una corrosione prematura e il degrado della verniciatura
stessa o della struttura. Fornisce esempi di progettazione appropriata e non appropriata, indicando come
possono essere evitati problemi di applicazione, controllo e manutenzione delle verniciature. Prende in esame
anche gli accorgimenti di progettazione che facilitano la movimentazione e il trasporto delle strutture di acciaio.

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
UNI EN ISO 12944-4
Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Tipi di superficie e loro
preparazione
La presente parte della ISO 12944 tratta i seguenti tipi di superfici di strutture di acciaio non legato o poco legato,
e della loro preparazione: superfici non rivestite,superfici rivestite per spruzzatura a caldo con zinco, alluminio o
loro leghe, superfici zincate a caldo, superfici zincate elettrochimicamente, superfici sherardizzate, superfici
verniciate con un primo strato applicato in fabbrica, altre superfici verniciate.

UNI EN ISO 12944-5


Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Sistemi di verniciatura
protettiva.
La presente parte della ISO 12944 descrive i tipi di prodotto verniciante e di sistemi di verniciatura comunemente
utilizzati per la protezione delle strutture di acciaio dalla corrosione. Fornisce inoltre una guida per la scelta dei
sistemi di verniciatura disponibili secondo i diversi ambienti (vedere ISO 12944-2), i gradi di preparazione della
superficie (vedere ISO 12944-4) e la durabilit attesa (vedere ISO 12944-1). La durabilit dei sistemi di
verniciatura classificata in termini di bassa, media e alta.

UNI EN ISO 12944-6


Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Prove di laboratorio per le
prestazioni.
La presente parte della ISO 12944 specifica i metodi e le condizioni di prova di laboratorio per la valutazione delle
verniciature per la protezione delle strutture di acciaio dalla corro-sione. I risultati delle prove devono essere
considerati come un aiuto nella scelta delle verniciature adatte e non come informazioni precise che permettano
di determinarne la curabilit

UNI EN ISO 12944-7


Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Esecuzione e sorveglianza
dei lavori di verniciatura
La presente parte della ISO 12944 tratta lesecuzione e la supervisione dei lavori di verniciatura su strutture di
acciaio, in officina o in loco.

UNI EN ISO 12944-8


Protezione dalla corrosione di strutture di acciaio mediante verniciatura Stesura di specifiche per
lavori nuovi e di manutenzione. La parte 1 si occupa della stesura di specifiche per la protezione
delle strutture dalla corrosione mediante sistemi di verniciatura protettiva.

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
VERIFICA E COMPATIBILIT DI FONDI E FINITURE IN ABBINAMENTO ALLE
VERNICI INTUMESCENTI PER APPLICAZIONI SU ACCIAIO
Premessa
Al fine di verificare compatibilit tra fondi e finiture e le vernici intumescenti stata condotta una ricerca
con lo scopo di verificare se vi sono differenze nel contributo offerto ai fini della resistenza al fuoco di un
sistema protettivo di tipo reattivo come la vernice intumescente AMOTHERM STEEL SB (a solvente) o
AMOTHERM STEEL WB (allacqua), a seguito dellapplicazione su acciaio di fondi (antiruggini) e finiture
(smalti) di diversa natura.La valutazione viene effettuata su piastre metalliche di uguali dimensione e
spessore (mediante il prelievo della temperatura sulla parte non esposta al fuoco) protette da un adeguato
rivestimento al fine di evitare la trasmissione del calore verso lesterno.
Come riferimento e valutazione della prestazione vengono presi i risultati ottenuti su analoghe piastre, sui
cui stata applicata la stessa vernice intumescente (stesso lotto di fabbricazione) nella stessa quantit e
spessore.

Descrizione dellelemento di prova


Presso il laboratorio di resistenza al fuoco del CSI, Gruppo IMQ, stata effettuata una prova di resistenza
al fuoco di una parete di calcestruzzo armato contenente delle piastre metalliche, dimensioni 3000x3000
mm spessore 120 mm, con rete elettrosaldata 6 15x15. Nella parete sono stati ricavati n9 quadranti di
dimensioni 500x500 nei quali sono state inserite piastre metalliche di uguale spessore e dimensione,
ancorate al getto con apposite zanche metalliche, costituenti il supporto metallico sul quale applicare i
prodotti di cui al punto precedente al fine di verificarne il contributo al fuoco in termini di resistenza in minuti.
La faccia della piastra metallica esposta al fuoco e protetta con vernice intumescente si trova a 10mm
allinterno rispetto al filo del muro interno al forno.
Sulla parte non esposta al fuoco non stato applicato alcun materiale verniciante.

Getto della muratura e posizionamento


delle piastre

Muratura e piastre vista dalla parte esposta


al fuoco

Preparazione delle piastre metalliche


Tutte le piastre sono di acciaio tipo Fe 36 dimensioni mm 500x500x5 e hanno subito un trattamento
di preparazione delle superfici seguendo le indicazioni di quanto contenuto nelle norme UNI EN ISO 129441-4-5; sabbiatura di tipo Sa21/2.

Piastre di riferimento
I dati di riferimento sono ricavati da alcune piastre, che sono state oggetto di precedenti rapporti di prova,
riguardanti una ricerca finalizzata alla verifica del comportamento al fuoco: ovvero due con applicati
rispettivamente 1000 m di AMOTHERM STEEL SB e 1000 m di AMOTHERM STEEL WB.
I diagrammi 1 e 2 mostrano landamento delle temperature durante lesposizione al fuoco.

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
Il dato di riferimento rappresenta la media di n.4 termocoppie poste sulla parte non esposta al fuoco.

Diagramma 1 e 2

Andamento temperature

Piastre e cicli di verniciatura sottoposti a prova al fuoco


La tabella che segue riporta i dati riferiti ad ogni piastra metallica:

Spes.

N
Piastra

Dimensioni
mm

Supporto

500x500X5

Acciaio
zincato

40

500x500X5

Acciaio
zincato

40

500x500X5

Acciaio
zincato

40

500x500X5

Acciaio

500x500X5

Acciaio

500x500X5

Acciaio

500x500X5

Acciaio

500x500X5

Acciaio

500x500

Acciaio

Fondo
AMOTHERM
Steel Epoxi
WB
AMOTHERM
Steel Epoxi
WB
AMOTHERM
Steel Epoxi
WB
AMOTHERM
Aquaprimer
AMOTHERM
Steel Primer
SB
AMOTHERM
Steel Epoxi
WB
AMOTHERM
Steel Primer
WB
AMOTHERM
Steel Primer
SB
AMOTHERM
Steel Epoxi
WB

Spes
.

Intumescente

Finitura

Spes
.

Totale
Spes.

100

AMOTHERM
Steel WB

1000

AMOTHERM
Steel Top WB

60

1200

100

AMOTHERM
Steel SB

1000

80

1220

100

AMOTHERM
Steel SB

1000

80

1220

60

AMOTHERM
Steel WB

1000

60

1120

35

AMOTHERM
Steel WB

1000

AMOTHERM
Steel Top SB

80

1115

100

AMOTHERM
Steel WB

1000

AMOTHERM
Steel Top PU
SB

80

1180

60

AMOTHERM
Steel SB

1000

AMOTHERM
Steel Top WB

60

1120

35

AMOTHERM
Steel SB

1000

AMOTHERM
Steel Top SB

80

1115

100

AMOTHERM
Steel SB

1000

AMOTHERM
Steel Top PU
SB

80

1180

Edit 1/2012

Spes.

AMOTHERM
Steel Top Epoxi
SB
AMOTHERM
Steel Top PU
SB
AMOTHERM
Steel Top WB

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE

Modalit di prova
La parete stata costruita in una cornice di acciaio realizzata mediante profili HEA 240 di ingombro
massimo di 3400x3400 mm. La cornice, contenente la parete da esaminare, stata posizionata sulla bocca
del forno di prova, avente dimensioni di 300x300 mm, a realizzare una camera di combustione chiusa.
Sulle piastre, sulla parte non esposta al fuoco, sono state posizionate un totale di n36 termocoppie (n 4
per piastra) , secondo lo schema di cui allallegato 2.
Il posizionamento delle termocoppie e lapplicazione della contropiastra (con lo scopo di evitare la
dispersione del calore) sono state eseguite secondo quanto previsto nellallegato A della norma di prodotto
ETAG 18 parte 2 Rivestimenti reattivi per la protezione antincendio di elementi in acciaio (verifica
dellefficacia dellisolamento)

Particolare posizionamento
esposto al fuoco

termocoppie

lato

non

Posizionamento della muratura


applicazione di contropiastre

Edit 1/2012

sulla bocca del forno e

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
Descrizione della prova
La parete porta piastre cos realizzata stata sottoposta ad una simulazione dincendio, riscaldando la
camera dincendio secondo la curva di riscaldamento temperatura-tempo il cui andamento regolato dalla
formula:
T-T0= 345 log10 (8t+1) dove :
t = tempo in minuti
T = temperatura del forno al minuto 1, in gradi
T0 = temperatura ambiente allistante iniziale
La prova ha avuto la durata di 60 minuti complessivi ed stata effettuata mantenendo una pressione,
allinterno della camera dincendio, dopo i primi 10 minuti di prova, pari a 02Pa a 1/3 dellaltezza della
camera.
DIAGRAMMA 3 Andamento delle temperature del forno durante la prova

Conclusioni
Di seguito vengono riportati i diagrammi e le foto relativamente ad ogni piastra.
La curva di riferimento per l AMOTHERM STEEL e lAMOTHERM STEEL WB rappresenta la media
delle temperature misurate durante le prove di cui al punto 4.
Lo scostamento dalla curva di riferimento indica linfluenza dei fondi e/o delle finiture sullo sviluppo
dellintumescenza e la compatibilit del ciclo di verniciatura in oggetto.
Si pu comunque affermare che i prodotti utilizzati quali fondi e finiture nei cicli indicati e collaudati non
comportano alcuna forma dinterferenza negativa con i prodotti intumescenti quali AMOTHERM STEEL
SB e lAMOTHERM STEEL WB

Interno del forno sperimentale:


Termocoppie di tipo piatto

Insieme delle piastre completate con la


finitura prima dellesposizione al fuoco.

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE

PIASTRA 1

AMOTHERM Steel Epoxi SB + AMOTHERM STEEL WB + AMOTHERM Steel Top WB

PIASTRA 2

AMOTHERM PSteel Epoxi SB + AMOTHERM STEEL SB + AMOTHERM Steel Top EP SB

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
PIASTRA 3
AMOTHERM Steel Epoxi SB + AMOTHERM STEEL SB + AMOTHERM Steel Top PU SB

PIASTRA 4
AMOTHERM Primer WB + AMOTHERM STEEL WB + AMOTHERM Top WB

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
PIASTRA 5
AMOTHERM Primer SB + AMOTHERM STEEL WB + AMOTHERM Top SB

PIASTRA 6
AMOTHERM Epoxi SB + AMOTHERM STEEL WB + AMOTHERM Steel Top PU SB

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
PIASTRA 7
AMOTHERM Primer WB + AMOTHERM STEEL SB + AMOTHERM Steel Top WB

PIASTRA 8
AMOTHERM Primer SB+ AMOTHERM STEEL SB + AMOTHERM Steel Top SB

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
PIASTRA 9
AMOTHERM Epoxi SB + AMOTHERM STEEL SB + AMOTHERM Steel Top PU SB

Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
Foto delle piastre prima dellesposizione al fuoco

PIASTRA 1

PIASTRA 2

PIASTRA 3

PIASTRA 4

PIASTRA 5

PIASTRA 6

PIASTRA 7

PIASTRA 8

PIASTRA 9
Edit 1/2012

www.amonnfire.it

STRUTTURE IN ACCIAIO CICLI DI VERNICIATURA


VERNICI INTUMESCENTI FONDI E FINITURE
Foto delle piastre dopo lesposizione al fuoco - Verifica delladerenza e dello stato del fondo

PIASTRA 1

PIASTRA 2

PIASTRA 3

PIASTRA 4

PIASTRA 5

PIASTRA 6

PIASTRA 7

PIASTRA 8

PIASTRA 9
Edit 1/2012

www.amonnfire.it