Sei sulla pagina 1di 3

Geometria: 24 marzo 2010

Esercizio 1. Si consideri lapplicazione

x1
x1 + x2 + 2x3 + 2x4

x
2x
2
1 x2 + 4x3 + x4

f : R4 R4 ,
x3 7 x1 + x2 2x3
x4
x1 + 2x3 + x4

a) [1pt] Scrivere la matrice A di f rispetto alle basi canoniche del dominio e


del codominio.
b) [3pt] Scrivere la matrice B di f rispetto alla base canonica del dominio e
la base V = {e4 , e2 , e2 + e3 , e1 } del codominio.
c) [3pt] Calcolare basi ed equazioni di kerf e Imf e dire se f sia iniettiva
e/o suriettiva.
d) [1pt] Calcolare il rango di A, il determinante di A. A `e invertibile?
e) [2pt] 0 `e un autovalore di A? 1 `e un autovalore di A?

1
1
2 2
2 1 4 1

Sol.: (a) A =
1 1 2 0.
1
0
2 1

1
0
2 1
3 2 6 1

(b) B = P A =
1 1 2 0 con
1
1
2 2

0 0 0 1
0 0 0 1
0 1 1 0
0 1 1 0

P = E,V (idV ) =
0 0 1 0 = 0 0 1 0.
1 0 0 0
1 0 0 0
(c) Il nucleo si trova risolvendo il sistema Ax = 0. Risulta
ker(f ) = he1 + e2 e4 , 2e1 e3 i di equazioni cartesiane x1 +2x3 +x4 = x2 +x4 =
0. Limmagine `e generata dai vettori le cui coordinate formano le colonne di
A. Pertanto imf = he1 + 2e2 e3 + e4 , e1 e2 + e3 i di equazioni cartesiane
x1 x3 2x4 = x2 + x3 x4 = 0. Ovviamente la f non `e ne iniettiva ne
suriettiva.
(d) Il rango di A coincide con la dimensione di imf ed `e 2. Essendo il nucleo non
banale il determinante di A `e sicuramente nullo. Pertanto A non `e invertibile.
(e) 0 `e sicuramente autovalore di A e il suo autospazio `e ker f . Per controllare se
1 sia o meno autovalore controlliamo se ker(A 14 ) sia o meno banale. Risulta
che il rango di A 14 `e 4 e dunque 1 non `e un autovalore.

Esercizio 2. Siano


2
2
1 1

U = h
0 , 2
0
2

2
1
,

1 i e
1

x1 + 2x2 x3 + x4 = 0
4x2 2x3 = 0
W =

2x1 + 2x2 x3 + 2x4 = 0

sottospazi di R4 .
a) [4pt] Determinare basi di U , W . La somma U + W `e diretta?
b) [6pt] Scrivere la matrice A della proiezione U su U nella direzione di W ,
rispetto alla base canonica. La matrice A `e diagonalizzabile?

2
0
1 0

Sol.: a) Possiamo scrivere U = h


0 , 1 i ed essendo i due gene0
1
ratori
l.i.
essi
formano
una
base.
Inoltre
le
equazioni
cartesiane di U sono date
(
x1 + 2x2 = 0
da
.
x3 + x4 = 0

1
0
(
0 1
x1 + x4 = 0

Inoltre si ha W =
da cui W = h
0 , 2 i. Met2x2 x3 = 0
1
0
tendo a sistema le equazioni cartesiane si trova che U W = 0. Inoltre per
la formula di Grassmann si trova che dim(U + W ) = 4 da cui U + W = R4 ;
pertanto i due sottospazi sono
diretta.

in somma

x1
2
0
1
x2
0

b) Dalla condizione che


x3 0 1 sia un vettore
x4
0
1
1
di W , e dunque annulli le sue equazioni, troviamo = 4 (x1 2x2 + x3 + x4 ) e
= 12 (x1 2x2 + x3 x4 ). Pertanto la matrice della proiezione U rispetto
alla base canonica `e
1

1
1
1
2
2
2
1
1
14 41
4
2
.
A=
1
1 1
21
2
2
1
1
1 12
2
2


12 0
La matrice A `e sicuramente diagonalizzabile in quanto simile alla matrice
:
0 0
infatti i vettori di U sono autovettori di autovalore 1 mentre i vettori di W sono
autovettori di autovalore 0.

Esercizio 3. Si consideri la matrice

1
0
A = 1 3/5
1 4/5

0
4/5 .
3/5

a)[3pt] Studiare lisometria di E2 (R) di matrice A nel s.d.r. canonico (ad


esempio calcolando lasse se `e una riflessione).
b)[5pt] Studiare la conica C di equazione 8y 2 6xy 6y + 1 = 0.
c)[2pt] Trovare limmagine di C tramite lisometria del punto a).
Sol.: a) La matrice A ha determinante 1, la sottomatrice A0 ottenuta cancellando la prima riga e la prima colonna non `e la matrice identica e dunque
A `e la matrice di una rotazione. Il centro di rotazione `e dato dallunico punto
unito t (3/2, 1/2).

1
0 3
0 3 . Poiche |B| 6= 0, la conica
b) La matrice di C `e B = 0
3 3 8
`e non degenere, e poiche |B 0 | = 9 < 0, la conica `e uniperbole. Il centro `e
1
dato dal punto P = t (1, 0) e il fattore di proporzionalit`a = g(p,q)
= 1.
0
Gli autovettori della sottomatrice B danno le direzioni degli assi e queste sono
v1 = t (1, 3) per lautovalore 9 e v2 = t (3, 1) per lautovalore 1. Dunque la
forma canonica di C `e X 2 9Y 2 = 1 e lasse focale `e dato dalla retta P + hv2 i.
Per determinare
i fuochi dobbiamo trovare i due punti dellasse
focale che hanno

distanza 10 da P . Dunque i due fuochi sono Fi = P 10v2 /||v2 || ossia i punti


t
di coordinate t (2, 1) e t (4, 1). Si osservi
X tale che XBX sia
che la matrice
1 0
0

la matrice delle forma canonica `e X = 1 3t 1t con t = 10.


3
1
0
t
t
c) Limmagine di C tramite lisometria del punto a) `e la conica di ma1
trice t A1 BA
 . Infatti un punto Q della conica di coordinate x soddisfa
1
(1, x)B
= 0. Inoltre limmagine Q0 di Q tramite lisometria di matrix

 

1
1
ce A ha coordinate y tali che A
=
. Pertanto le coordinate di Q0
x
y


1
soddisfano (1, y)t A1 BA1
= 0.
y