Sei sulla pagina 1di 8

Euro 0,80

Via Piazzon 82/28 - 36051 Olmo di Creazzo (VI)


Tel. 0444 349611 - Fax 0444 349510
www.svec.it - email: svec@svec.it
vicenzaabc
venerdì 4 giugno 2004, numero 12, anno III
SETTIMANALE DI INFORMAZIONE, CULTURA, POLITICA, ASSOCIAZIONISMO, SPETTACOLO
la città a chiare lettere Via Piazzon 82/28 - 36051 Olmo di Creazzo (VI)
Tel. 0444 349611 - Fax 0444 349510
www.svec.it - email: svec@svec.it

Editore: VicenzaAbc scarl, Corte dei Molini 7, 36100 Vicenza. Partita Iva 03017440243. Telefono 0444.305523. Fax 0444.314669. E mail: info@vicenzaabc.it. Spedizione in abbonamento postale 45% Comma 20/B, legge 662/96 - DC Vicenza
Redazione: Corte dei Molini 7, Vicenza. Telefono 0444.504012. Fax 0444.314669. E mail: redazione@vicenzaabc.it www.vicenzaabc.it

Decreto non solo sbagliato: dannoso


Un’istruzione
da dopoguerra
Letizia casta Moratti
Era detta ‘la riforma killer’: per tren- sto un processo che pervade ogni grado
Riforma tutta chiesa e impresa
t’anni, quando arrivava all’approvazio-
ne finale, cadeva il governo del
momento, e quasi mai per motivi da
essa dipendenti. Insomma portava
del sistema scolastico: dalle elementari
all’Università.
A fianco di questi indirizzi educativi
stanno gli impulsi (generosi impulsi)
I vicentini la stroncano così
iella. Oggi siamo costretti (felicemente alla privatizzazione: finanziamenti ad Il governo di centrodestra procede maggioranza ha puntato molte Moratti si appresta a metterle a
costretti) ad invocarne l’antica attitudi- hoc alle scuole private e contrazione di a spron battuto con la riforma. delle sue carte per cambiare – in disposizione; con la chiesa alla
ne. Due piccioni con una fava. quelli per le pubbliche; riduzione del Nonostante le critiche, gli scioperi, profondità – la cultura del Paese. quale viene dato uno spazio prima
Il recente disegno di legge di riforma tempo scuola, implicitamente per favo- le manifestazioni di piazza, Letizia Consapevole del fatto che per get- impensabile in una scuola che
del sistema scolastico cristallizza, nel rire le agenzie di leisure (canto, ballo, Moratti non sembra cedere di un tare fondamenta stabili al proprio ancora si definiva ‘pubblica’.
body building, arti marziali, e quant’al- millimetro. Se non – bontà sua – potere bisogna occupare stabil- VicenzaAbc analizza punto per
settore più delicato per la vita di un sul ripristino della teoria darwi- mente il cuore stesso della società: punto la riforma. Svelandone le
Paese moderno, quello cioè tro) ed, esplicitamente, le scuole priva- niana nei programmi. Anche qui, la scuola. E lo fa cercando allean- poche luci e le troppe ombre.
dell’Educazione dei suoi cittadini, i te che mantengono l’offerta del tempo dopo aver incassato una valanga ze. Con l’impresa, che vede con
principi ispiratori di questo governo: la prolungato; subdoli impulsi ad accede- di critiche. Ma sulla scuola, la favore la manovalanza che la Alle pagine 4-5
logica dell’utilitarismo e il privilegio del re precocemente ai percorsi di forma-
privato. Vediamone, brevemente, gli zione professionale, storicamente e
massicciamente gestiti da enti privati;
elementi costitutivi.
Da anni si persegue un’idea di scuola
come azienda, immaginando un
Dirigente che mima responsabilità e
ampliamento degli spazi di intrusione
delle istituzioni private nella vita della
scuola.
Ma il ministro non si ferma:
comportamenti imprenditoriali;
gestendo la vita interna, individuale e
collettiva, in termini di costi-produtti-
La riforma prospettata dal Ministro
Moratti, timido esecutore operativo di
decisioni elaborate in circoli più nasco-
“Ai vescovi la formazione”
vità; favoleggiando di efficienza più che
di efficacia; proponendo contenuti
sti, rappresenta - volendo considerarla
oggettivamente e senza pregiudizi - una E nel frattempo assume 10 mila nuovi insegnanti di religione
‘immediatamente’ utili per il lavoro, tardiva imitazione del modello duale
per le imprese, di fatto per il rapido tedesco: ragionevole per i quarant’anni Dopo tre anni di “cura Tremonti”, sioni interne, consentono di rispar- Nell'ultimo decennio la pattuglia di
di ricostruzione post-bellica, inadegua- le scuole sono sempre più in diffi- miare 125 milioni di euro su 165 sacerdoti, religiosi e suore è pas-
consumo ( e la ancor più rapida obso- coltà di fronte all'aumento delle prima spesi. Potremmo continuare sata da un complessivo 36.6%
lescenza) delle competenze formative ta e fuorviante per l’attuale realtà del iscrizioni. con le cifre dello sfascio. Ma ci fer- all'attuale 19%. Oggi la composi-
da acquisire. E rinunciando progressi- Paese. Un figlio ( in media) per famiglia Una recente analisi dei tagli alla miamo qui. Perché, contrariamente zione del corpo docente dell'Irc
vamente al valore strategico dei saperi che si cercherà di trascinare, ad ogni scuola pubblica è stata svolta a quanto sembrano raccontare i (Insegnamento Religione Cattolica)
di base e delle discipline della determi- costo, fino agli studi superiori; bisogni dalle senatrici Acciarini, Pagano e numeri, non è tempo di vacche è la seguente: 15.6% sacerdoti,
nante preparazione della ‘persona’, in conoscitivi di base idonei a favorire Franco dei Ds in occasione della magre. Almeno non per tutti. La 1% religiosi, 2.4% suore, 27.6 laici
sintesi di ciò che gli anglofoni chiama- processi di apprendimento per tutto pubblicazione del libro «Salviamo settimana scorsa il ministro e 53.4% laiche. L’occasione per
no education quale concetto più nobile l’arco della vita per evitare una pro- la scuola, costruiamo il futuro» Moratti ha reso noto che nel l’annuncio dato dal ministro era
e completo degli strumentali concetti di gressiva emarginazione sociale; posses- (allegato a 'L’Unità’ di mercoledì 5 corso dei prossimi tre anni verran- particolarmente succosa (visti i
istruzione e formazione. E’ una pro- so dei principi e della prassi del meto- maggio). Solo a dare un occhio ai no assunti a tempo indeterminato sondaggi che danno il centrodestra
spettiva che renderà l’Italia una colonia do scientifico come condizione per lo numeri relativi al fondo per l'offer- oltre 15.000 insegnanti di religio- a picco nel gradimento del paese):
ta formativa si osserva un’impres- la firma tra Miur e Cei (Conferenza
dei Paesi dove si crede nella scienza sviluppo delle capacità critiche e del- sionante sequela del segno episcopale italiana) del cardinal
indipendentemente dalla sua capacità l’attitudine personale alla verifica e alla «meno»: meno 41 milioni di euro Ruini dell'intesa sugli "Obiettivi
di produrre vantaggi economici imme- ricerca di originali soluzioni; esigenza nella finanziaria 2002, meno 16 specifici di apprendimento per l'in-
diati, investendo nella ricerca e nella di garantire uguaglianza di opportuni- milioni nel 2003, meno 60 milioni segnamento della religione cattoli-
preliminare, indispensabile, formazio- tà per far crescere cittadini con pari nel 2004, meno 60 milioni previsti ca (Irc) nella scuola secondaria di I
ne alla ricerca. L’Italia è già oggi in prospettive e dignità: questi le condi- nel 2005. In tre anni il governo grado" (un documento curato dal
retroguardia nella classifica dei Paesi zioni e i tratti di una diversa imposta- Berlusconi ha ridotto di 34 mila vescovo di Vicenza, Monsignor
per produzione scientifica e, non zione della funzione educativa in un unità le piante organiche dei Nosiglia). Testo importantissimo
casualmente anzi conseguentemente, Paese che volesse efficacemente compe- docenti, ricorrendo in modo sem- ne, di cui 9.229 per l'anno scola- perché, di fatto, consegna la scuo-
per invenzioni e brevetti di valore tere nel mondo quanto a capacità di far pre più massiccio al precariato per stico 2004/2005. Quasi tutti que- la (laica e statale) nelle mani della
internazionale, superata da Giappone, maturare valori di convivenza civile, a coprire le cattedre vuote e ha sti insegnanti verranno immessi in Chiesa sulle cui (capienti) spalle
tagliato per 2,1 miliardi di euro i ruolo, maestri e professori, con sti- viene posto il “fardello” di orienta-
India, Cina, Spagna ecc.. Il nostro promuovere sviluppo strategico, ad finanziamenti per l'intero sistema. pendio fisso (dopo anni di precaria- re la formazione culturale dei gio-
destino sarà quello di esportare bian- assicurare autonomia nei processi di 8.725, invece, le cattedre del tutto to con nomina annuale della Curia) vani e indicare valori alla società
cheria intima e di importare innovazio- crescita personale e sociale. La riforma eliminate. Nonostante ciò, i posti e posto a vita. C’è da completare italiana. Occorre, parole di
ne tecnologica! invece arretra ad un impianto gentilia- liberi per i docenti, secondo i dati un concorso (la legge che ha defi- Nosiglia, “dare consistenza alla
Ad aggravare questa tendenza agisce no, con la separazione anticipata delle forniti dallo stesso Miur (acronimo nitivamente approvato la loro funzione educativa della scuola
anche la realizzazione del principio del- opportunità e dei destini dei suoi fre- di Ministero Istruzione Ricerca immissione in ruolo è del 15 rimotivandone il senso” nel quadro
l’autonomia scolastica che si sta decli- quentanti, riassegnando al sistema Università), sarebbero ancora luglio 2003), ma a guardare la per- di una “strategia che valorizzi e
nando: in mito del provincialismo cul- pubblico d’istruzione la funzione di più 67.092. Che verranno coperti centuale di chi ha superato gli coordini tutte le diverse risorse
turale ( si vedano al riguardo le inizia- incisivo e solerte agente di riproduzio- (forse) per non più del 10%. Tagli scritti (circa il 99% quasi ovunque) educative presenti nella società
tive promosse in Regione sulla identità ne della stratificazione sociale. anche per gli esami di maturità (da la cosa pare davvero fatta. Chi civile”.
cui la recentissima polemica sui sono questi docenti? In buona Letizia Moratti
veneta: libri con varie amenità storico- Le responsabilità di questo indirizzo Davide Lombardi vista da Edoardo Baraldi
diplomi facili) che, con le commis- parte laici. Ma non solo.
artistiche tra cui una esilarante tradu- non ricadono tutte sull’attuale governo continua a pagina 4
zione di Catullo in dialetto e premi alle che ha solo potenziato e portato ad
classi che si distinguono per culto di estrema soluzione ambiguità e vaghez- questa settimana
questa nuova infondata religione); in ze già presenti: auguriamoci che le feri-
impegno per una preparazione ‘profes- te ai principi di uguaglianza e solidarie-
sionalizzante’ rivolta, con sguardo spa-
zialmente e temporalmente miope, alle
tà che si annunciano siano presto
rimarginabili e che si apra un confron- cronaca incontri economia cultura
esigenze a mala pena visibili dell’orga- to di alto profilo sul significato del fare
nizzazione del lavoro di oggi, e non di scuola oggi, anche ravvedendoci colle-
In corso Padova Marco Travaglio Sonus Faber Il vicentino
domani, e delle aziende territorialmen- gialmente da posizioni frettolosamente “Berlusconi a casa che volle
te vicine; in variabilità non sanabile dei
livelli e dei contenuti di istruzione per
adottate sulla base dell’assunto che
cambiare è di per sé virtuoso. Almeno il ballo del mattone votate Santoro” le casse come arte farsi Doge
studenti frequentanti scuole di regioni, stabiliamo le regole per verificarlo.
ma anche di province, diverse. E’ que- Lorenzo Bernardi 3 6 7 8

Cane cerca padrone. Che l’abbandoni


CA F UI L•I TAL U IL•UIL PENSI ONATI
Vicentini dog sitter a tempo determinato per crescere i cuccioli dei cani guida
Per una carica così c’è da giu- re nella formazione del cane che il loro Puppy Walker si fac-
Modello RED rare che faranno la fila: per guida che sarà poi addestrato cia avanti.
crescere i più promettenti cuc- a rispondere alla richiesta dei Conscio però che, a fronte di
Compilazione gratuita del modello RED cioli destinati a diventare cani 150 mila ciechi in Italia che un’assoluta normalità, c’è
spedito ai pensionati da INPS e INPDAP guida per ciechi, la Scuola oggi aspettano anche due anni anche una sola prova di gran-
Triveneta Cani Guida, il nuovo prima di avere assegnato un de coraggio da superare: pre-
Modello 730 centro di Selvazzano (in provin- cane guida. pararsi, dopo i nove mesi di
Consulenza e compilazione della dichiarazione dei redditi cia di Padova, a pochi chilome- La cosa singolare - spiegano convivenza, a riconsegnare l’a-
attraverso il modello 730 tri da Vicenza) cerca vicentini alla scuola, unica struttura nimale, ricacciando dentro le
qualsiasi cui affidare le bestio- specializzata nel nostro territo- lacrime e pensando che qual-
le nel loro primo anno di vita. rio e terzo esempio in Italia cuno ne ha molto più bisogno
Per una completa e competente assistenza fiscale Il mestiere di chiama Puppy dopo le storiche scuole di di te.
rivolgetevi presso i nostri uffici
Walker e consiste, in soldoni, Milano e Scandicci - sta pro- e assolutamente comune, Nella normalità della cosa,
nel portare a spasso il cane, prio nel fatto che ai volontari è prima di essere affidati ad un una grande prova di superiori-
VICENZA CAF BASSANO SCHIO con metodo e assiduità per far richiesta l’assoluta normalità: addestratore professionista. tà di cui andare fieri.
Tel. 0444 564265 Tel. 0424 227593 Tel. 0445 670900 sì che il cucciolo familiarizzi nessuna specializzazione, nes- Sor ta per iniziativa del
VICENZA MONTECCHIO MAG. THIENE con le più diverse situazioni e suna abilità particolare. Per Consorzio Cooperative Sociali Anna Baldo
Tel. 0444 562477 Tel. 0444 490703 Tel. 0445 362259 si abitui alla vita nelle nostre fare di cani qualunque uno e del dottor Furio Corsi, medi-
ARZIGNANO RECOARO TERME VALDAGNO città, fatta di rumori, traffico, straordinario cane guida serve co veterinario di Padova e suo Per informazioni e per richiedere
mezzi di trasporto, semafori, infatti una persona che lo cre- direttore sanitario, la scuola un cucciolo, basta contattare
Tel. 0444 671640 Tel. 0445 780905 Tel. 0445 401843 Laura, del Consorzio Cooperative
luoghi affollati e ogni altro sca, nel suo primo anno di ha già affidato i primi tre cuc- Sociali, allo 049 8056900.
imprevisto. Un compito basila- vita, in un contesto domestico cioli, e ora altri 5 aspettano
2 sette giorni di politica vicenzaabc
Un treno per Bruxelles. 3 Donata Gottardi dell’Ulivo: “Aiutiamo le imprese socialmente responsabili”

“Una ricetta al femminile


Dopo Enrico Letta, capolista di Uniti per
per rilanciare l’economia”
non perde occasione per dimostrare di zioni cui accennavo in precedenza. strumento determinante. D'altro canto,
l’Ulivo, e Antonio di Pietro, capolista essere contrario al livello europeo e per Vi sarà mai spazio per una politica fiscale l’ho già accennato in parte, sul mercato
della Lista Di Pietro-Occhetto, chiudia- adottare riforme che ci allontanano dai comune a livello europeo? globale si può competere solo con una
mo la nostra serie di interviste in chiave parametri comunitari. Insomma, visti i Sulla politica fiscale non ho competenza Europa forte e non solo economicamente.
europea con Donata Gottardi, veronese, risultati del centrodestra, un cambiamen- sufficiente per rispondere. Ad ognuno la
in lizza per l’Ulivo. to a 180 gradi mi pare indispensabile. sua materia. Io, come dicevo, mi occupo L’Europa in guerra. Non solo la strage di
di problematiche del lavoro. Durante la Madrid. Non solo la presenza italiana in
L’Europa politica. Rispetto al palcosceni- L’Europa dei cittadini. Come riuscire a scorsa legislatura, con i governi di centro- Iraq. E’ chiaro che – comunque sia –
co italiano, Strasburgo è considerato una ricreare uno spazio di partecipazione atti- sinistra, sono stata consigliere giuridica l’Europa è in prima linea nella cosiddetta
sorta di esilio (dorato). Ci vuol dire le va al processo di costruzione europea, presso il Ministero della Solidarietà socia- “guerra al terrorismo”. Come riportare la
ragioni della sua scelta di candidarsi al senza limitare la libertà dei cittadini alla le, per l'applicazione della legge sui con- pace sul nostro continente e nel mondo
parlamento europeo? scelta passiva di un amministratore o di gedi parentali e la elaborazione del testo intero dopo la fine del bipolarismo?
Un esilio? Tutto il contrario. Sono una una coalizione neo-corporativa? E’ possi- unico maternità e paternità, vice-consi- Con un processo che veda l'Unione euro-
docente di diritto del lavoro. Per una giu- bile riaprire nella testa della gente la spe- gliere nazionale di parità presso il pea forte anche nelle scelte politiche.
rista del lavoro pensare di partecipare ai ranza che sia possibile partecipare alla Ministero del lavoro, componente della Altre strade davvero non ne vedo.
lavori del parlamento europeo è un onore costruzione di un spazio europeo a misu- commissione sulle questioni istituzionali Non crede che l’ondeggiamento del cen-
e un impegno di straordinaria importan- ra delle scelte “cittadine”? del Dipartimento per le pari opportunità. tro-sinistra nel suo complesso rispetto
za. Occorre che i rappresentanti che siede- Anche in Europa porterò avanti questi alla guerra sia stato politicamente molto
Il varo della Costituzione europea incon- ranno nel parlamento europeo sappiano temi che mi permettono di esprimere al discutibile? Erano proprio necessarie le
tra enormi difficoltà. Perché tutto ciò? collegare lo sviluppo locale con le scelte meglio le mie competenze. immagini delle torture di Abu Ghraib per
L'idea degli Stati Uniti d'Europa è stato della grande Europa. Ma anche, far Quali possibili ricette per far uscire assumere una posizione ferma e votare
solo un bel sogno da dimenticare? conoscere di più come funzionano gli l’Europa dalla fase di recessione? nordestina da rivitalizzare e valorizzare? (invece di uscire dall’aula) contro una
Non penso affatto che l'Unione europea organismi europei. Dunque vi è certa- Molto bene la strategia di Lisbona, per Che fare per poter rilanciare un sistema guerra sbagliata?
sia un sogno. La Costituzione incontra mente un problema di comunicazione. una piena e buona occupazione, per lo che ha prodotto immensa ricchezza (per Sono felice della mozione unitaria.
ancora ostacoli, ma molti si stanno supe- Cercherò di dare il mio contributo per sviluppo e l'innovazione. E’ tempo di tutti) in questi ultimi anni? Soprattutto perché era diventato evidente
rando. Piuttosto dovrà diventare un pro- risolverlo. puntare alla qualità e non al risparmio Occorre assumere la prospettiva dell'im- che non ci sono più le condizioni per una
cesso e importanza crescente deve essere Dopo l’Europa dell’euro e delle banche, a dei costi. Si tratta di convincersi che presa socialmente responsabile, in mate- missione di pace del nostro Paese.
attribuita non solo al modo di adozione quando un’Europa dei cittadini e dei l’Europa, l’Italia, il Veneto, devono svi- ria - insieme - sociale, ambientale ed eco- Quale dovrebbe essere, per noi europei, il
delle decisioni, ma ai contenuti e ai prin- popoli? luppare le proprie peculiarità per sostene- nomica. Ed aiutare in questo processo le rapporto con l’Islam? E’ in corso un con-
cipi fondamentali su cui basare la nuova E' questo il momento per proporre un re la sfida della competizione globale. piccole e medie imprese. flitto di civiltà?
Unione. Per esempio: la Carta dei diritti modello non solo economico, ma anche L'Unione europea deve continuare a tene- Non credo al conflitto di civiltà. Credo al
fondamentali, proclamata nel 2000 a sociale e politico. Sono in corso grandi re la barra ferma sulla scelta del lavoro La nuova Europa. Cosa cambierà per linguaggio comune delle donne: parità e
Nizza, riconosce e afferma la dignità, la cambiamenti, in cui cresce la coscienza stabile e di qualità. L'introduzione di fles- l’Europa con l’ingresso dei nuovi stati integrazione nella salvaguardia delle dif-
solidarietà, anche tra le generazioni, e l'u- dell'Europa sociale, posta di fronte alla sibilità deve avvenire in condizioni di membri? ferenze. Ripartiamo da un’antropologia
guaglianza. Così come la parallela mondializzazione e a nuove complessità. sicurezza, con costante attenzione alla L'allargamento è una grande sfida, che al femminile. Molte cose potrebbero cam-
Strategia di Lisbona per una Europa È soprattutto il linguaggio dei diritti che formazione lungo tutta la vita. sarà vinta solo se si punta alle maggiori biare.
competitiva e innovativa e socialmente può favorire la consapevolezza di valori Occorrono verifiche e nuovi strumenti di opportunità offerte. Se i confini nazionali
responsabile, promuove una 'piena e condivisi e, quindi, l'integrazione tra i intervento per evitare che legislatori sono sempre più in via di superamento Infine: al voto! Al voto! Per tutte le cose
buona occupazione' affinché cresca la popoli. Nella salvaguardia delle tradizio- nazionali, come il nostro, possano, pro- nella nuova Europa allargata ad est, sem- che lei ci ha detto finora, un elettore di
partecipazione delle donne al lavoro, ni nazionali. prio in nome dell'Europa, introdurre pre di più sarà necessario rafforzare un centro-sinistra dovrebbe (in teoria)
indicando le basi d'intervento e delinean- A Strasburgo, i parlamentari italiani van- riforme sbilanciate e di basso profilo, modello sociale autonomo, solidale, appoggiare la sua candidatura. E tuttavia
do le prospettive nazionali d'azione. tano (si fa per dire) il tasso di assentei- facendo crescere il divario tra pochi pro- inclusivo, attento alle esigenze delle per- perché, anche chi nelle precedenti elezioni
Ecco, il sogno comune passa attraverso il smo più alto d’Europa. Lei che farà? tetti e molti precari e producendo inac- sone, alle loro capacità, a tutti i lavori ha votato per il centro-destra, potrebbe
rafforzamento di questi principi fondanti Mi impegno a partecipare a tempo pieno. cettabili segmentazioni e segregazioni nel svolti, con regole di coordinamento dutti- in questa occasione votare per lei?
la nuova Europa. mercato dei lavori. Anziché semplificare e li ma ferme sui principi fondamentali. Un Perché conto di portare nell'attività al
Come far rientrare l’Italia nell’asse fran- Economia europea. Da più parti sono diminuire la concorrenza al ribasso tra le modello che non ci faccia solo sognare e parlamento europeo la mia esperienza e
co-tedesco oppure, se preferisce, mosse critiche anche feroci al patto di imprese, l'Italia rischia di presentarsi che risponda alle aspettative crescenti, le competenze che ho in materia di lavo-
nell’Europa che conta, visto che oggi ne stabilità malato di “enfasi anti-inflazioni- come il paese più screditato e fanfarone, che vincoli alla prospettiva dello sviluppo ro, di lavori, di protezione sociale, di
siamo esclusi? stica” e alle scelte della Banca europea. incapace di progettare un futuro a medio sostenibile in termini sociali, economici e divieti di discriminazione e azioni positive
E’ necessario che l'Italia torni ad essere Che ne pensa? e lungo termine, competitivo e innovato- ambientali, che ci renda capaci di orga- e di impresa socialmente responsabile. Se
quel paese trainante l’Unione che è sem- Credo che serva collegare il patto di sta- re. nizzare la pace. sarò eletta mi occuperò di questi temi.
pre stata per cultura e tradizione. Certo bilità economica a un patto di stabilità Il modello Nordest sta vivendo, come il Non pensa che L’Europa, già oggi litigio- Che sono temi di tutti. Davvero dei citta-
ora siamo esclusi dalle decisioni anche sociale. L’uno deve procedere assoluta- resto del paese, una fase decisamente cri- sa e divisa, sarà ancora più difficile da dini, dalla loro parte.
perché l'attuale governo di centro-destra mente affiancato all’altro. Per le motiva- tica. Ritiene vi sia ancora una specificità gestire? d.l.
Il varo della Costituzione diventa uno

7 giorni di politica. Forza Italia vuol dividere Aim in sei aziende. Per creare altrettanti posti di potere

Invece degli utili, crescono le poltrone


Il caso Albera che riesplode. La tanto agognata bretella che anche in contrà Gazzolle» ha fatto sarebbero già prenotati uomini e recente».
situazione agrodolce in Aim e le dovrebbe collegare viale del Sole a sapere a più riprese Rolando, donne soprattutto dell'area in
incognite sul futuro del nuovo tri- Costabissara bisognerà aspettare facendo capire di essere pronto a quota a Fi. COTOROSSI.
bunale. Sono gli argomenti chiave come minimo altri due anni; anni «stanare la provincia su un terreno Durante l'ultimo week-end la E l'ultima inco-
dell'amministrazione comunale di attesa che diventano quindi una estremamente cedevole per loro». Lega ha presentato una contropro- gnita per l'ese-
per questa settimana, anche se nel dozzina per un'opera che potrebbe Il consigliere infatti non ha dubbi: posta con una holding di quattro cutivo della Cdl
caso dell'Albera è la provincia per risolvere buona parte della viabili- «La convenzione che noi propo- società, ma il nocciolo della que- rimane il nuovo
prima ad essere chiamata in causa. tà nell’area ovest della città. niamo, in maniera simile, è stata stione sta nella gestione delle leve tribunale.
Ma il problema fondamentale adottata in Piemonte addirittura di comando reali dell'azienda L'anno scorso i
VIALE DEL SOLE. «Ci voleva un però rimane la proposta per una con una legge regionale. Ora mi si (contratti di fornitura, acquisti, media locali e
incidente grave per riproporre la deviazione sull'autostrada (sulla deve spiegare perché qui da noi la alleanze, strategie della pubblicità, quelli finanziari
gravità del tema» fanno sapere direttrice A31-A4, ovvero cosa non può funzionare. C'è assunzioni). Le leve di comando (Mf in primis)
amareggiati i residenti di viale del Dueville, Vicenza Nord, Vicenza qualcuno che nasconde qualcosa? allo stato attuale sono più o meno a v e v a n o
Sole, che da anni chiedono lo stop Ovest) del traffico pesante che Ci sono calcoli elettorali da fare spartite equamente a metà tra Fi e annunciato che Per accontentare le voglie di poltrone della
ai Tir a partire dall'imbocco della ogni giorno dall'alto Vicentino si sulla pelle dei cittadini?». An, la quale esprime la presidenza. l'area ex maggioranza non bastano i posti di un cinema
statale 46. Smog, inquinamento e sposta verso l'autostrada. La Lega vorrebbe avere più voce in Cotorossi,
soprattutto sicurezza sono i fattori La proposta dei comitati per un AIM. Completamente diversa capitolo, ma gli equilibri sono così quella prescelta per il nuovo tribu- te l'amministrazione comunale di
che da due mesi quasi ogni fine transito obbligatorio dei tir sul- invece la partita tutta interna alla delicati, che l'intesa è saltata già nale, aveva cambiato padrone. Il Vicenza abbia sottoscritto la con-
settimana portano in piazza centi- l'autostrada accompagnato da un Cdl sul futuro della spa di San altre volte. vecchi proprietari, ovvero la fami- venzione pubblico privato secondo
naia di residenti. sovvenzionamento regionale con- Biagio. Forza Italia vuole trasfor- Sullo sfondo però rimane la posi- glia del premier Silvio Berlusconi, la quale il privato cede al Comune
«La gente è esausta» fa sapere il tinua ad essere osteggiata. Anzi, il mare Aim in una holding. Ovvero zione espressa in sala Bernarda dai l'avevano ceduta ad una controlla- l'area necessaria al palazzo di giu-
consigliere comunale diessino consiglio comunale e quello pro- una struttura societaria che preve- capigruppo di Margherita e Ds ta della galassia Finmatica; la stizia ottennendo in cambio la pos-
Gianni Rolando, ma quali sono le vinciale continuano a negare ogni de una casa madre controllata in (rispettivamente Marino società bresciana di informatica sibilità di realizzare un nuovo cen-
novità messe sul tappeto dall'am- discussione sull'argomento. grandissima parte dal Comune, la Quaresimin e Gigi Poletto): «Con finita in un caso per certi aspetti tro commerciale e direzionale con
ministrazione comunale e da quel- Da mesi a palazzo Nievo si dice quale a sua volta controlla altre sei la liberalizzazione in arrivo, Aim simile a quello Parmalat. La setti- case annesse. E intanto per l'acqui-
la provinciale? che la Dal Lago sia molto vicina società (trasporti, igiene ambienta- non fa le alleanze e rischia di tro- mana scorsa il Giornale di Vicenza sto dell'area si parla di una corda-
Nessuna se si eccettua una recen- alle istanze degli autotrasportatori le, energia, mobilità, reti, acqua). varsi isolata tra i giganti. Ci vuole ha parlato nuovamente del ta tutta vicentina interessata all'af-
te presa di posizione della provin- che vedono come il fumo negli Ognuna di queste nuove società una discussione seria sul suo futu- Cotorossi come proprietà della fare.
cia di Vicenza, presieduta dalla occhi la proposta dei residenti. avrebbe un piccolo consiglio di ro, in consiglio. Non gli incontri famiglia Berlusconi, tanto che non
leghista Manuela Dal Lago. Per la «Noi siamo pronti a manifestare amministrazione per il quale si carbonari cui abbiamo assistito di si capisce ancora con chi realmen- Marco Milioni

ACQUE MOSSE Regione. Cambio della guardia per Strasburgo: il recorman dell’alpinismo lascia, arriva il recordman di assenze in Consiglio
IN LAGUNA Era il 13 giugno anche la domenica di
cinque anni fa quando si votò per il
22. E veniamo ai nomi dei big.
Esce di scena lo scalatore sudtirole-
sto se quella di Messner non sia una
classica “marchetta”.
“conducator” delle doppiette arrivato
a Strasburgo in seguito alla rinuncia
4 seggi. Peccato che i pretendenti
siano 5 e tutti molti decisi a farcela:
Parlamento Europeo. Cinque anni in se Reinhold Messner che per cinque Al posto del barbuto rocciatore è in del capolista Gianfranco Fini. Vuole gli uscenti Lia Sartori e Renato
politica sono pochi o molti. anni ha frequentato le aule di lista con i verdi Gianfranco Bettin pro- ritornare nel Parlamento europeo Brunetta tallonati dal coordinatore
Europee Questione di punti di vista. Quel che
è certo è che gli scenari sono cam-
biati. Difficilmente la lista Bonino
Strasburgo e Bruxelles in nome e per
conto dei Verdi. Di recente ha bazzi-
cato molto le Dolomiti bellunesi per
sindaco di Mestre, recordman di
assenze in Consiglio regionale, ma
attivissimo romanziere da pochi gior-
anche il sindaco “fantoccio” di
Treviso Giampaolo Gobbo, numero
due della lista leghista dopo il desa-
del partito Giorgio Carollo. E poi ci
sono da mettere nel conto gli altri
candidati non veneti Giorgio Lisi e
Da Messner ripeterà nel Veneto il suo exploit che
la portò all’11,9%, più della stessa
realizzare il Museo delle Nuvole del
Monte Rite e proprio in questi giorni
ni in libreria con il suo terzo lavoro
“La nebulosa del boomerang”.
parecido Umberto Bossi. Questa
volta la Lega può sperare in un solo
Giacomo Santini. Problemi in vista
anche per il sindaco di Venezia Paolo
Lega di Bossi (10,7%) che in quei ha avuto modo di ringraziare caloro- Tra i DS non si ripresenta l’eurode- seggio e Gobbo ha già fatto sapere di Costa anch’egli europarlamentare
a Bettin tempi si era appena separata più o
meno consensualmente dalla Liga
samente l’assessore regionale forzi-
sta Floriano Pra per l’appoggio
putato uscente l’industriale padova-
no Massimo Carraro e dalla stessa
non voler cedere il suo a nessuno e
continuare a far finta di fare il sinda-
uscente che nel 1999 risultò primo
di non eletti nella lista dei
è sempre Veneta di Fabrizio Comencini, finita
poi nel nulla (o quasi). Le coinciden-
ze numeriche non si limitano alla
(soprattutto finanziario) dato dalla
Regione Veneto al museo. Per il fatto
che Pra sia candidato per il centro-
lista escono anche Demetrio Volcic,
Elena Paciotti e l’ex sindaco di
Bologna Renzo Imbeni.
co lasciando il potere vero su Treviso
a Gentilini.
E veniamo a Forza Italia che nel
Democratici e usufruì della rinuncia
di Antonio Di Pietro. Oggi deve affron-
tare uno spareggio con Vittorio Prodi,
record data. Come cinque anni fa anche
questa volta le liste presentate sono
destra alla Presidenza della Provincia
di Belluno più di qualcuno si è chie-
Ci ha preso gusto e vuole riprovarci,
invece, il vicentino Sergio Berlato,
nostro collegio del nordest può spe-
rare, se le cose le andranno bene, in
fratello di Romano.
vicenzaabc cronaca 3
Le paure di una strada spezzata in due circoscrizioni: “Non sappiamo mai che succede” TRAFFICO ILLECITO

Il ballo del mattone


In corso Padova l’incognita di due nuovi complessi residenziali
“Qui il traffico è già al limite, come faremo con altre 43 case?”
Due nuovi grandi complessi zio del cortile di un
residenziali in Corso Padova vecchio palazzo da
per decine di appartamenti e tempo in stato di
quasi un centinaio di posti abbandono. Il palaz-
auto. Il tutto in una zona della zo sarà restaurato ma
città già schiacciata dal peso di al posto del cortile
un traffico insostenibile, di una ecco spuntare la bel-
quantità di smog oltre ogni lezza di 31 nuove abi-
limite e da una vivibilità sem- tazioni.
pre più bassa. A tutto questo si
aggiunge il problema di un Dalle auto Basta un auto per paralizzare tutti i bus
controllo... a metà: la strada è alle villette
(curiosamente) spezzata in due
dai confini delle circoscrizioni.
Un lato è sotto il controllo
Borgo San Giuliano
vedrà nascere dodici
Ecco a voi la città
della Circoscrizione Uno, l’al-
tro sotto la Quattro. “Con il
risultato – spiegano i consiglie-
villette indipendenti
su due piani, con
garage e cantina inter-
che piace a Cicero
ri – che diventa un’impresa rati. “Lo spazio verde La Vicenza di
tenere sott’occhio la situazio- non mancherà – assi- Hüllweck è disegnata
ne”. Ciliegina sulla torta, la curano i progettisti, per sfavorire la circo-
lazione dei mezzi
difficoltà di avere informazioni che abbiamo voluto pubblici. In questo
(che pure sarebbero pubbliche) interpellare – anzi ci fotoservizio di
al riguardo. Come VicenzaAbc saranno mille metri di rà il suo aspetto originale”, Foto in alto: i lavori in corso nel Andrea Munari
vi può testimoniare, per chie- giardino a disposizione. Il spiega il progettista palazzone che ospitava la conces- vediamo perché.
dere un dato agli uffici comu- punto di forza è che sono vil- Piergiuseppe Valente. sionaria Fiat: qui nasceranno Basta un’auto in
dodici villette. sosta vietata (Levà
nali c’è bisogno dell’autorizza- lette indipendenti, quasi in degli Angeli) per
zione dell’assessore. pieno centro. L’alternativa, Tutt’altra musica al Residence In basso a sinistra: sull’altro lato bloccare il primo bus,
oltretutto, era un condomi- La Vecchia Posta. Qui nasce- della strada, muratori in azione costretto a una curva
I due nuovi complessi che stan- nio”. Il Geometra Coppolino per costruire 31 nuove abitazioni. impossibile.
ranno trentun nuove abitazioni A complicare il problema, il fatto
no nascendo in Corso Padova dell’Immobiliare Zanguio che con ben sessanta posti auto. La che i due lati della strada sono
sono praticamente uno di fron- gestisce l’opera, spiega che “Il Basta qualche istante. In
palazzina originaria sarà sotto due diverse circoscrizioni Contrà Vittorio Veneto la
te all’altro. Il primo sorgerà al progetto è stato accolto con ristrutturata mantenendo gli circolazione si blocca.
posto della storica concessio- entusiasmo dall’amministra- appartamenti preesistenti, ma I bus che seguono non tro-
naria Fiat Sava, e precisamente zione comunale”. Una buona alle sue spalle sorgeranno commenta il consigliere diessi- vano spazio. La fila arriva
nell’ampio spazio dove si tro- notizia per chi si era affeziona- dodici nuove palazzine su due no Mattia Pilan – D’altra parte in pochi minuti fin sopra
vava l’officina. Si chiamerà to alla facciata dell’ormai sto- piani. Circa ventun apparta- noi della 1 non possiamo che Ponte degli Angeli.
Borgo San Giuliano. rico edificio, sede della conces- avere un’idea parziale di quan- Qualche auto riesce a svi-
menti in tutti, pronti entro la colare, ma per i mezzi Aim
L’altro, sul fronte opposto, si sionaria ma per lungo tempo fine del 2005. “Il progetto to succede nella zona”. Della non c’è nessuna via di
chiama Residence La Vecchia anche degli arbitri vicentini: rispetta la zona di pregio – dice stessa opinione anche il collega fuga.
Posta e sfrutterà l’ampio spa- “Sarà ristrutturata ma manter- il Geometra Dalla Via - I mate- della Circoscrizione 4, Luca
riali in uso saranno quelli tipi- Balzi. Non bastasse, ottenere
ci del centro storico, e le palaz- informazioni all’Assessorato
zine saranno basse. Certo, il all’Edilizia Privata (cui abbia- Sembra la città
traffico non è un problema da mo cercato di chiedere dati e degli autobus: in
sottovalutare, ma noi costruia- numeri sulle concessioni) è questa foto se ne
mo laddove otteniamo le con- un’impresa. contano 8 (ma
cessioni.” Nessuno – ci spiegano i tecnici sono molti di più).
del Comune - può parlare In realtà è solo una
città la cui circola-
I dubbi dei residenti senza la supervisione dell’as- zione è pensata con
l’impotenza dei politici sessore Franzina. Che si dimo- logiche limitate.
stra anche disponibile, ma E poi ci si chiede
“Il progetto sulla carta è otti- complica maledettamente le perché sempre
mo, ma solo quando le palazzi- cose a chi cerca semplicemente meno persone
di capirci qualcosa. Intanto il usano i bus.
ne saranno abitate si potranno
davvero valutare le conseguen- cemento cresce. In corso
ze di due insediamenti così Padova lunghe file di auto Scenario felliniano.
ampi.” I residenti, già esaspe- caratterizzano tutte le ore del Autisti a terra,
giorno. Basta il passaggio di utenti pure.
rati per il traffico, sottolineano Bisognerà attendere
il fatto che con nuovi apparta- due bus nei due sensi per bloc- il carro attrezzi per
menti le cose non potranno che care il traffico. Sfidiamo un sbloccare il traffico.
peggiorare. residente a stendere un panno Purtroppo non le
Tuttavia, sarà difficile trovare fuori dalla finestra. E un centi- granitiche certezze
una voce unitaria, poiché la naio di nuove auto si prepara a del centrodestra,
mettersi in strada ogni matti- che continua a pun-
divisione della strada tra le due tare su una città
circoscrizioni complica le cose. na. solo a misura d’au-
“Non ci si capisce niente – Sara Sandorfi tomobile

Da oggi Classe E con LightDrive.


Cambiano le regole di vivere l’auto.
non compratela. 왘 Più facile averla che sognarla.
Da oggi, se desiderate passare a Classe E senza il bisogno
di comprarla, la soluzione esiste. Si chiama LightDrive,
왘 Anticipo zero e all’usato pensiamo noi.
Con LightDrive, rate mensili fisse e predeterminate. E se
avete un usato, siamo pronti a ritirarlo e, se vorrete, il
il nuovo servizio Mercedes-Benz che vi farà vedere solo il suo valore finanzierà, fino a conguaglio, i canoni LightDrive.
lato positivo di avere un’auto. A tutto il resto pensiamo noi. Così all’inizio non dovrete spendere proprio nulla.

왘 Nè rischi, nè preoccupazioni. 왘 Un lieto fine... senza fine.


LightDrive include tutto: assicurazione RCA, incendio, Alla fine del periodo concordato avrete ampie possibi-
furto e Kasko, tassa di proprietà, manutenzione anche lità di scelta: un nuovo vantaggioso LightDrive o l’ac-
straordinaria, sostituzione pneumatici. Oltre all’assi- quisto di una nuova Mercedes a condizioni esclusive.
stenza Mercedes-Benz in tutta Europa. Con LightDrive Vi aspettiamo per proporvi il LightDrive su misura per voi.
non vi dovete preoccupare di nulla.

Concessionaria Ufficiale Mercedes-Benz


TORRI DI QUARTESOLO BASSANO DEL GRAPPA THIENE
0444/250710 0424/886000 0445/380020
ARZIGNANO BOLZANO VICENTINO LONIGO
0444/450011 0444/351290 0444/436271
www.trivellato.it
4 la nostra inchiesta vicenzaabc

Inchiesta. Insegnanti, sindacati, industriali ed esperti s’interrogano sulla di


Dal taglio delle risorse a quello delle cattedre, ecco perché i nostri ragazzi

La scure Moratti oscu


La “riforma Moratti” è la legge genitori, studenti), attende i vari ne ha stanziati solo 90.
che vorrebbe cambiare radical- decreti attuativi (tempi previsti: L’inchiesta di VicenzaAbc parte
mente la scuola italiana. un anno da adesso) e soprattut- da un quadro semplice e chiaro
Approvata nel 2003 dopo un to, la verifica della copertura dei principali contenuti della
iter contestatissimo, senza un finanziaria. Degli 8.000 milioni riforma per arrivare ai suoi nodi
reale contraddittorio con i pro- di euro necessari per sostenere la critici.
tagonisti della scuola (docenti, legge, la Finanziaria per il 2004 Punto per punto.
(Segue dalla prima)
Perché “lo Stato non è in grado di
L’abc della riforma Perchè le ore di lingua straniera diminuiscono annualmente
affrontare da solo un compito
così imponente e complesso”.
Nel silenzio (quasi) totale di tutti
gli organi di informazione si ratifi-
ca una trasformazione epocale
per il sistema paese e lo Stato, al
La mancata promessa dell’inglese
quale viene riconosciuto “un per- A. Le linee guida zione didattica volta ad alterna- Licei. Superato l'esame di Stato di età. L'innalzamento dagli
durante ed essenziale ruolo, ma re periodi di formazione in aula si accede alla scuola superiore: attuali nove a dodici anni sarà
nella linea della sussidiarietà” Centralità della persona. E’ il a periodi di apprendimento lo studente potrà scegliere tra il graduale. Già dal prossimo anno
(Documento conclusivo della spe- leit-motiv del Ministro Moratti: mediante esperienze di lavoro, sistema del liceo (artistico, clas- scolastico 2004-2005 partirà il
rimentazione nazionale sull’Irc – l’istituzione di percorsi persona- anche esternamente al calenda- sico, delle scienze umane, econo- primo innalzamento della scola-
agosto 2002). Tra i pochissimi a lizzati a seconda delle attitudini rio delle lezioni mico, linguistico, musicale, rità obbligatoria di un anno.
dedicare alla questione un preoc- di ciascuno dovrebbe rendere scientifico e tecnologico) e il
cupatissimo editoriale (“Una lunga
flessibile la scuola adattandola B. Il nuovo ordinamento sistema dell'istruzione e della Personalizzazione dei piani di
ora di religione” – 26 maggio) è formazione professionale. I licei, studio.
Furio Colombo che sull’Unità ai singoli individui.
Scuola d’infanzia. Potranno di durata quinquennale, si svi- Attraverso materie opzionali e
lamenta il progetto di adattare
l’intero sistema scolastico italiano Centralità della famiglia. La accedervi anche i bambini di due luppano in due bienni più il laboratori, la famiglia potrà
alla visione della “antropologia cri- famiglia ha voce in capitolo anni e mezzo (che compiranno quinto ed ultimo anno che servi- concordare con la scuola uno
stiana”. Scrive Colombo: grazie a nella definizione delle finalità e tre anni entro il 30 aprile del- rà per il completamento e l'ap- specifico piano formativo per
questo testo “l’insegnamento degli obiettivi del sistema di l'anno scolastico in corso) e avrà profondimento degli studi com- ogni singolo studente secondo il
della religione non è più una istruzione e formazione. Avrà la durata triennale. piuti e per l'orientamento per gli progetto culturale e professiona-
materia, ma il punto generatore di possibilità di scegliere tra attivi- studi universitari. Il ciclo sarà le di ciascuno.
tutte le altre materie”. E conclude tà e tempi di scuola diversi (pro- Primo ciclo (formazione prima- chiuso con l'esame di Stato, tito-
: “D’ora in poi dopo una firma che grammi personalizzati) in rela- ria) composto da scuola elemen- lo necessario per l'accesso all'u- Portfolio.
è legge, perché si richiama espli- zione alle proprie esigenze. tare più la media inferiore. niversità. Durante tutto il suo excursus
citamente ai protocolli dei Patti Scuola elementare. Sarà di 5 scolastico, lo studente si costrui-
Lateranensi, la scuola di Stato ita- Collegamento tra formazione e anni divisi in un primo anno più Il sistema dell'istruzione e della rà un proprio “portfolio delle
liana è rigorosamente confessio- lavoro. La riforma si propone di due bienni. Potranno iscriversi i formazione professionale è di competenze individuali” compi-
nale. E’ una scuola fondata - non bambini di cinque anni e mezzo durata quadriennale (con la pos- lato e aggiornato dal docente
durante l’ora di religione ma nel- aumentare i canali di comunica-
zione tra scuola e attività profes- (quelli che compiranno sei anni sibilità di affrontare un quinto con funzioni di tutor, in collabo-
l’insieme del suo insegnamento - entro il 28 febbraio per il 2004 anno facoltativo). A partire dai razione con tutti gli altri docenti
sulla specifica ed esclusiva visio- sionali attivando un’organizza-
ne teologica della e il 30 aprile per gli anni succes- quindici anni di età si potrà con- che intervengono nelle attività
Chiesa cattolica”. sivi). E' previsto dal primo anno tinuare alternando periodi di frequentate dall’alunno, coinvol-
I timori di RIEVOLUZIONI l'insegnamento di una lingua
straniera e dell'informatica (da
frequenza a periodi di stage
lavorativi (la cosiddetta alter-
gendo attivamente l’alunno stes-
so e i genitori.
Colombo appaio-
no del tutto giu- un minimo di 6 ore ad un massi- nanza scuola-lavoro, il cui Promossi o bocciati ogni due
stificati. Non mo di 8 l’anno). Il passaggio alla decreto attuativo è stato appro- anni. Viene introdotta nel siste-
certo attaccando- scuola media avverrà automati- vato pochi giorni fa). Previsto ma scolastico la valutazione
si alla strategia camente, senza dover sostenere anche un quinto anno facoltati- biennale dei periodi didattici.
pre-elettorale l'esame di Stato. vo a conclusione del quale, il Chi non raggiungerà il livello
della Moratti di Scuola media. Dura tre anni e superamento di un esame con- minimo sarà bocciato. Resta,
assumere gli prevede l'approfondimento degli sentirà di accedere all'università. comunque, la valutazione perio-
insegnanti di reli- insegnamenti di tipo informatico dica e annuale che però non
gione: ne derive- e l'introduzione di una seconda I ragazzi potranno cambiare comporterà bocciature.
rebbe una guerra lingua straniera. Si conclude, al indirizzo all'interno dei licei e
tra poveri parec-
chio gradita al termine del terzo anno, con un anche passare dal sistema dei Scuola e Regioni.
ministro (come esame di Stato. Al termine del licei a quello della formazione La riforma prevede che i pro-
già in preceden- quale i ragazzi dovranno sceglie- professionale e viceversa. grammi scolastici abbiano un
za per lo scontro re se continuare gli studi nella nucleo omogeneo su tutto il ter-
tra ‘precari stori- scuola superiore o se scegliere il C. Le altre novità ritorio nazionale. Ma si è pensa-
ci’ vincitori di canale della formazione profes- to anche ad una quota da riser-
concorsi e ‘sissi- sionale. Obbligo scolastico. vare alle Regioni che potranno
ni’, gli iscritti o E’ innalzato il diritto/dovere quindi inserire nei programmi
diplomati nelle Secondo ciclo (formazione supe- all'istruzione per dodici anni, o scolastici materie di interesse
Scuole di specia- riore) : licei più istituti profes- almeno fino al conseguimento di specifico collegate alle realtà Foto di Kiko Trivellato
lizzazione all'in- sionali. una qualifica entro il 18° anno locali.
segnamento
secondario -
Ssis) semper
fidelis al motto ‘divide et impera’.
E nemmeno per la naturale voca-
Riflessioni alla cattedra. “Così insegnare diventa uno squallore”
zione ecclesiastica al proselitismo
(in qualunque forma), inscritto nel
dna di una istituzione che si ritie-
ne (e come potrebbe essere altri-
menti?) depositaria della verità e
Poveri noi, i maestri del Pof
dunque chiamata a diffonderla per Ogni volta che sento parlare di rifor- bile” sul mercato del lavoro – come si anche spirituale. Va da sé che non toc-
il mondo. Ma per l’abdicazione ma scolastica rabbrividisco. Diffidenza usa dire oggi, con tipica logica azien- cherà a lui fare le capriole per improv-
dello Stato a farsi “depositario di professionale? Può essere. Fatto sta dalistica - né su qualsivoglia altro visarsi psicologo o assistente sociale e
valori e di senso”, riducendo il che in questi ultimi anni ho ripetuta- mercato, era eminentemente intellet- sforzarsi goffamente di mettere al cen-
proprio ruolo ad una mera gestio- mente constatato la veridicità della tuale e morale: il Sapere e l’amore per tro del suo insegnamento il ragazzo
ne ‘tecnica’ di una società sem- legge di Murphy “Se qualcosa può il Sapere. Nessuno l’ha detto meglio di con il suo “vissuto” e le sue “esigen-
pre più “privatizzata” (dove il andar male, lo farà”. Chi dice che il Gibran: «Il maestro che cammina ze”. Del vissuto del ragazzo se ne infi-
‘significato’ è fornito da altri sog- disagio degli insegnanti nasce dalle all'ombra del tempio, tra i discepoli, schia. Non per insensibilità, ma per
getti che lo Stato). In un mondo
squassato dalla lunghissima ristrettezze economiche, dice solo una non dà la sua scienza, ma il suo amore quella rara dote si saper cogliere l’es-
transizione successiva alla fine mezza verità. La penuria di denaro è e la sua fede. E se egli è saggio non vi senziale dietro il transitorio, la sostan-
della guerra fredda e al suo equili- comunque la spia della più deleteria invita a entrare nella casa della sua za dietro la forma, che chiamerei intel-
brio (del terrore), un segnale perdita: la considerazione sociale. scienza, ma vi conduce alla soglia ligenza profetica: insegnare con amore
inquietante: dopo il bipolarismo Parliamo pure di dignità. I latini chia- della vostra mente». L’unica possibili- è l’unico modo per infondere energie
politico (e militare) serpeggia in mavano dignitas la stima di cui si tà di lasciare un segno permanente e positive al vissuto di tutti. Questo
qualche luogo oscuro della nostra gode agli occhi degli altri per il solo positivo nella vita degli alunni. maestro-filosofo, inteso etimologica-
società una voglia di ‘bipolarismo fatto di adempiere ad una missione L’insegnante maestro, sono sicuro che mente come “amante del sapere”, non
teocratico’? Non è ciò che accade
in molti stati islamici dove il pote- ritenuta alta e difficile. Era dignitas, se ne trovano ancora, non è un impie- può riconoscersi nel semplice “inse-
re politico e civile è sottomesso a un tempo, quella che nei nostri paesi gato da pagare a ore, e la sua cultura gnante”, nel freddo “docente”, né tan-
quello religioso? Nel paese oggi accomunava gli uomini di cultura: il non va misurata in base al raggiungi- tomeno nella squallida “risorsa
guidato da un uomo che, non più prete, il medico, il maestro. Il maestro mento di determinati obiettivi didatti- umana”. Se sopravvive ancora da
di due anni fa, dichiarò candida- al tempo dei maestri: quando maestro co-curriculari; egli elargisce cultura a qualche parte, è allergico ai registri, ai
mente la superiorità della civiltà non era succedaneo di insegnante e piene mani, senza badare a quanta ne monitoraggi, al rilevamento dei biso-
(cristiana) occidentale rispetto alle professore non voleva dire imboscato. andrà sprecata, conscio che quello che gni emersi, al Piano dell’Offerta
altre, un segno di continuità Erano, forse, altri maestri. Fatto sta sta seminando è un campo dalle rese Formativa, ai mille progetti “educati-
rispetto ad una (dichiarata) visio-
ne del mondo. La stessa che, pur che ci si aspettava dall’insegnante- bassissime, decisamente fuori mercato. vi”, che soffocano come alghe infe-
nella rudimentale e sempre sorri- maestro (ce lo ricorda un bel libro di Con tutto ciò, continuerà a guidarlo la stanti il vero “fare scuola” - il tu per
dente versione arcoriana, qualche Rosario Drago) che fosse anche un pazienza del seminatore. Per lui, incar- tu della lezione – e finiscono per
secolo fa portò alle crociate. maestro di vita, e che lo fosse prima- nazione del maestro “filosofo”, solo lasciare i giovani maleducati come li
riamente nel fare il suo dovere – cioè trasmettendo agli alunni la sua «sete hanno trovati.
Davide Lombardi insegnare bene la sua materia - con natural che mai non sazia» potrà Paolo Rossi
abnegazione, onestà intellettuale e eventualmente verificarsi uno scambio insegnante di scuola superiore
passione. La sua eredità, non “spendi- anche umano, anche psicologico,
vicenzaabc la nostra inchiesta 5

scussa riforma voluta dal Centrodestra Calearo: macché diavolo


è una santa incompresa
hanno tutto da perdere Assindustria si schiera con Letizia

ura la scuola
Nella recente assemblea vicentina di che potranno essere realizzati solo da
Assindustria il presidente Calearo si è coloro che, accanto ad una solida cul-
scagliato contro il mondo della scuola tura di base, faranno valere doti di
accusandola di resistenza, o meglio creatività, flessibilità, disponibilità al
“d’inerzia”, contro le riforme “dirette cambiamento e all’innovazione, per
ad aumentare l’efficienza”. Gli abbia- essere in grado di affrontare le cose
mo chiesto un’opinione più approfon- nuove in modo positivo e costruttivo.
dita. Per questo non ritengo così determi-
Lei ha affermato che “La Riforma nanti i tempi e gli specifici contenuti
Moratti sembra andare nella giusta di un percorso formativo, mentre sarà
direzione, quella di riconoscere chi fondamentale appunto che tutti i per-
ottiene dei risultati. Essere accusati corsi scolastici siano in grado di tra-
Riforma allo specchio Tutto quello che non può funzionare di voler ‘aziendalizzare’ la scuola o la
ricerca è anacronistico.”
smettere agli utenti quelle capacità
trasversali che li renderanno capaci di
“Parto dalla premessa che nel stare al passo con il mondo del lavo-

Ma sono errori da asilo


Vicentino questo rapporto è già di ro”.
buon livello e vanta numerosi esempi La riforma punta meno sulla scuola
di collaborazione. Detto questo, credo come ambiente formativo e di più
che anche le ultime novità introdotte sulle capacità delle aziende di forma-
nel sistema scolastico e i molti conte- re all’interno i propri dipendenti.
Una riforma come quella scolasti- L'insegnante prevalente sarà to, che è un contratto di lavoro. nuti della legge Biagi confermano che “È da anni che Confindustria rivendi-
ca non è cosa che si possa realiz- anche il tutor degli alunni, l'unico In una situazione di deregulation il rapporto tra scuola e sistema pro- ca il ruolo formativo dell’impresa e
zare a colpi di maggioranza. titolare dei rapporti con i genitori, che tanto piace alla destra, ciò duttivo debba oggi coinvolgere un po’ dell’ambiente aziendale. E qualche
Perché la scuola incide radical- il compilatore della valutazione e potrebbe dar vita a situazioni in tutti gli aspetti dell’attività formativa. riconoscimento, come dicevo prima
Penso ad esempio all’importanza di attraverso la riforma Biagi e con l’al-
mente sul sistema paese disegnan- del portfolio, il coordinatore degli cui i ragazzi si trovino a lavorare una maggior conoscenza reciproca e ternanza scuola-lavoro, lo stiamo otte-
done presente e futuro. Affidare la altri insegnanti che, di fatto, ven- per diversi mesi senza diritti e/o della diffusione di cultura industriale, nendo. Dobbiamo comunque stare
riforma ad una sola parte politica gono ridotti ad un rango inferiore. garanzie. direzione verso la quale vanno gli attenti a non andare da un estremo
significa sottoporla ai mutamenti Completamente da ridiscutere stage per docenti che la nostra all’altro, perché quello che serve è un
e alle bizzarrie della politica stessa contitolarità, compresenza e colle- Dietro le apparenze Commissione Scuola ha recentemen-
te realizzato con successo in una
armonico mix tra sapere (la cultura),
saper fare (le competenze tecnico-pra-
pronta a rovesciare, alla prima gialità. Più per i tagli che per la soltanto il caos
occasione, quanto realizzato in riforma, è in netto aumento il prima edizione sperimentale. Penso tiche) e saper essere (comportamenti
precedenza dalla parte avversa. Il numero di studenti per classe (fino anche all’opportunità di maggiori con- e atteggiamenti).
La regionalizzazione tatti tra mondo produttivo e studenti, Un’altra accusa rivolta alla riforma, e
risultato finale non potrà che esse- a 28 per medie e superiori, 25 per dell'Istruzione Professionale di non solo per le scuole ad indirizzo indirettamente anche alle industrie,
re lo sfascio totale di un’istituzio- elementari e scuola d’infanzia). Stato (25% degli studenti) e di 27 tecnico e professionale, ma anche è di voler formare il lavoratore prima
ne radicata nel cuore stesso dello Ridimensionato l’orario scolasti- indirizzi su 39 degli Istituti Tecnici per i licei. dell’uomo.
Stato. Infine, accusare il mondo co. (35% degli studenti) comporterà, La riforma costringe genitori e ragaz- “Devo dire che sinceramente non
della scuola (come fa spesso il Oggi il modulo settimanale di una secondo alcuni, la privatizzazione
zi a scegliere l’indirizzo formativo a capisco tutte queste resistenze nei
Ministro Moratti) di impermeabi- classe è di 30 ore. Ore che reste- 12 anni e mezzo. Non rischia di por- confronti della riforma Moratti, che tra
della stessa: le regioni finanziano tare a una generazione di persone l’altro ha ripreso anche molti dei con-
lità al cambiamento dai tempi ranno, ma 3 di queste diventano ma non gestiscono la formazione
della Riforma Gentile (1923), “facoltative e opzionali” e non formate correttamente o suffi- tenuti delle proposte precedenti, nate
professionale che sarà in mano cientemente, incapaci di stare al sotto colori politici diversi dagli attua-
significa semplicemente dire il dovranno essere concordate con la interamente ad aziende e enti con- passo con il mercato del lavoro? li. Le accuse di aziendalizzare la
falso. Dai Decreti Delegati di famiglia a seconda dei singoli fessionali. Senza dimenticare un Sono convinto che maggiori contatti scuola o la ricerca sono non solo
Malfatti (1973-74), ai nuovi pro- piani formativi. Per quanto contesto economico che vede gli porteranno anche ad una preparazio- anacronistiche, ma assolutamente
grammi per la scuola elementare riguarda il tempo pieno (attual- Enti locali costretti a tagliare per- ne più rispondente alle esigenze del fuori luogo. Il tempo di Cipputi è fini-
del 1985 (e la conseguente elimi- mente 40 ore) verrà offerto un sino i servizi più essenziali (sanità,
mercato del lavoro. Mercato che, to: oggi il mondo del lavoro ha biso-
nazione dell’insegnante unico del pacchetto di 27 ore obbligatorie, peraltro, è in evoluzione sempre più gno soprattutto di ‘menti d’opera’,
assistenza agli anziani) per assolu- rapida, per cui le future risorse cioè persone che sappiano coniugare
1990), dalla Bassanini che diede il più 3 opzionali, più eventualmen- ta indisponibilità di fondi.
via all’autonomia scolastica te 10 ore settimanali di tempo umane dovranno essere soprattutto una solida cultura generale di base
Giungono intanto notizie di orga- in grado di aggiornare le proprie com- alle indispensabili conoscenze ed abi-
(1997) fino alla contestata parità mensa e ricreativo. nizzazioni e scuole private che petenze. Questo si può fare attraver- lità tecniche”.
voluta da Berlinguer (2000), la Qualche tempo fa a “Porta a avvalendosi di finanziamenti pub- so momenti di crescita individuale Ilario Toniello
scuola è tra le istituzioni nazionali Porta”, Berlusconi ha candida- blici e fondi della Comunità
che si sono dimostrate più capaci mente dichiarato che, nelle 10 ore
di adattarsi ai tempi e ai cambia-
menti. Che non sempre hanno
settimanali di refezione a scuola, i
bambini potrebbero guardare la tv
Europea danno vita a corsi profes-
sionali di ogni genere, ma privi
spesso di contenuti e standard
Il sindacato: è mancato
migliorato quanto esistente in pre-
cedenza.
(meglio se Mediaset?) per impara-
re l'inglese. Internet e inglese:
sono ormai molte le scuole, ele-
qualitativi concretamente verifica-
bili, come accade invece nella
ogni dialogo con noi
scuola pubblica.
Il vero obiettivo: mentari e non, oggi dotate (chi “L’aspetto maggiormente negativo da. Gravi conseguenze si ripercuo-
privatizzare la scuola più chi meno) di laboratori infor- Tutti i soldi della Riforma Moratti – spiega tono poi sull’ organico, dai docenti
matici ben prima che arrivasse la che non ci sono Raffaella Boscardin, della Cgil – è al personale Ata. E la figura del
La riforma non solo sposta la Moratti; l’inglese invece viene la riorganizzazione del monte ore bidello è già stata fortemente
bilancia dei rapporti tra insegnan- complessivamente ridotto (negli E i soldi? Al di là delle critiche di disciplinari che, di fatto ha portato penalizzata anche dalla Finanziaria.
ti e genitori/studenti tutto sulla otto anni del primo ciclo) rispetto merito (solo parzialmente riprese a dei tagli al tempo dedicato ad “Questa è una riforma che penaliz-
seconda voce, ma consegna di all’orario attuale. Malgrado le in questo articolo), la riforma - alcune materie fondamentali, za fortemente la scuola italiana, la
fatto l’istituzione nelle mani di promesse elettorali, le ore d’ingle- portata avanti col piglio dirigisti- come l’Italiano e la matematica. Il primaria e la secondaria di primo
quell’entità astratta che è diventa- se complessive alle elementari co che viene universalmente rico- rischio è un’offerta formativa grado principalmente nell’aspetto
ta la “famiglia” nella cultura della rimarranno invariate (ma spalma- nosciuto all’attuale ministro - sof- meno ricca, per non dire penaliz- della collegialità dell’insegnamen-
destra italiana. Dietro l’impianto te sul quinquennio), mentre alle fre di un difetto fondamentale: i zante. Inoltre saranno gli insegnan- to, traguardo cui si era pervenuti a
ideologico, il vero obiettivo è uno medie, quelle della prima lingua soldi davvero non ci sono. Non a ti già di ruolo a dover tenere i corsi fatica negli ultimi anni e punto di
solo: privatizzare la scuola. Un straniera (quasi ovunque inglese) caso, i nuovi oneri determinati dai delle ore opzionali, a meno che forza profondamente radicato nella
progetto che prosegue e radicaliz- dovrebbero passare dalle attuali decreti legislativi di attuazione non si assumano dei docenti ester- nostra regione, ed in particolare
za l’opera iniziata in precedenza 99 per chi non fa il tempo prolun- della riforma dovranno essere ni alla scuola, ma in questo caso nella provincia di Vicenza, - denun-
dal centro-sinistra (ministro Luigi gato, alle 54 nell'arco dell'anno emanati "solo successivamente l’onere della spesa ricadrebbe cia Luisa Volpato, segretaria di
Berlinguer) con la legge sulla pari- scolastico. Alle medie, le ore per all'entrata in vigore di provvedi- totalmente sulla scuola stessa”. Cisl Scuola - Inoltre la riforma ha
tà scolastica. Legge che sancì la la seconda lingua saranno 66 l'an- menti legislativi che stanzino le “La principale critica che Uil tolto qualità al servizio della scuo-
definizione del sistema nazionale no, meno delle 80 già in vigore occorrenti risorse finanziarie". Scuola rivolge al Governo e al la dell’infanzia: con l’anticipo del-
di istruzione come “costituito nelle classi che hanno scelto la Insomma, così come accade per la Ministro Moratti è di non aver cer- l’età minima per l’iscrizione, a set-
dalle scuole statali e dalle scuole doppia lingua. In sintesi: si riduce. Sanità, a decidere davvero quale cato nessun tipo di dialogo, o tembre prossimo, nella stessa
paritarie private e degli enti loca- sarà il futuro della scuola targata quantomeno confronto, con i sin- classe si troveranno a convivere
li” (pur senza regalare un soldo ai Secondo ciclo: Derossi di qua, Moratti sarà un uomo solo (al dacati – commenta Mario Oteri – bambini dai due anni e mezzo ai
soggetti non statali). Inoltre, lo Garrone di là comando). Che, per chi ancora Conseguenza diretta sono tutte le cinque anni e mezzo. La scuola in
sbilanciamento voluto dalla Checché ne dica il Ministro non lo avesse capito, si chiama manifestazioni di protesta e gli questo si configurerà sempre di
Moratti, penalizza ulteriormente Moratti pronta a giurare sulla Giulio Tremonti. scioperi, già quattro dall’inizio dell’ più come istituzione puramente
la classe docente italiana riducen- permeabilità dei due sistemi for- d.l. anno. Per quanto riguarda il qua- assistenziale”.
done la funzione educativa a poco mativi, la riforma sancisce la netta dro orario la riforma è troppo rigi- Anna Manente
più che un esercizio acrobatico tra separazione tra il sistema di istru-
fantomatici “programmi persona- zione liceale e sistema della for-
mazione professionale, facendo
lizzati” (e i soldi e le risorse per
realizzarli, dove sono?) e una ritornare la scuola indietro di Soldi buttati. 5 milioni di euro per l’agenda che nessuno vuole
scuola-azienda (con tanto di diri- decenni: nel secondo sistema non
gente-manager, per altro già crea-
to da Berlinguer) incentrata quasi
esclusivamente sulla preparazione
di nuove “risorse umane” piutto-
è difficile individuare il vecchio
“avviamento professionale”, già
abolito nel 1939-40 da Bottai e
cancellato dalla legge della
Quel regalone griffato Moratti
Repubblica istitutiva della Scuola 200 pagine in carta colorata e stesso destinatario, forse il gen- zional – markettara, ed incluso
sto che sulla formazione dell’indi- patinata, dallo sfondo incerto, tile presente può risultare un nella Finanziaria 2002.
viduo. Al di là delle “dichiarazioni Media Unica del 1962. Anche vie-
d’intenti” della Moratti, siamo di tandosi qualsiasi enfasi retorica, la un “verdino lega” secondo poco indigesto. Inoltre: nessuna agenda è stata
fronte ad una aziendalizzazione legge 53 accentua ulteriormente la alcuni, di scarso gusto estetico Volendo fare due conti, il recapitata agli insegnanti pre-
spinta della scuola. distanza prodotta da condiziona- e di nessuna utilità se non Ministro per realizzare, impac- cari, che evidentemente conti-
menti culturali ed economici che quella propagandistica, secon- chettare, recapitare queste nuano ad essere considerati
Errori e orrori ancora determinano gli esiti scola- do molti: ecco le agende della agende ha speso circa 5 euro la come docenti di serie B; in
stici e i meccanismi di inclusione riforma “Una scuola per cre- copia, per una cifra totale che tutte le scuole dell’infanzia è
dall’asilo sociale. Una recente indagine (Il scere”, tardivo omaggio di ini- si aggira attorno ai 5 milioni di invece arrivata a destinazione
alle superiori Sole-24 ore,13 marzo 2003) esa- zio anno, con tanto di autogra- euro, milioni di denaro pubbli- un’agenda per ogni sezione,
mina la distribuzione dei titoli di fo, del Ministro Moratti, reca- co. ovvero una ogni due insegnan-
Scuola d’infanzia: dal pannolone studio conseguiti a partire dalla pitate alla quasi totalità dei Soldi che avrebbero potuto e ti, d’altra parte su qualcosa si
al pre adolescente scolarità presente nella famiglia di dipendenti (circa un milione) dovuto servire all’acquisto di dovrà pur risparmiare, avrà
In Italia, le scuole d’infanzia non origine: da una famiglia con geni-
statali (Enti locali e Chiesa del MIUR (Ministero materiale didattico, o per for- saggiamente considerato il
tori senza particolari titoli i figli dell’Istruzione, Università, mare gli insegnanti, e che inve- Ministro.
Cattolica) sono quasi il 50% del con laurea o postlaurea sono solo
totale. Già oggi la recettività del- l’1,03%, mentre una famiglia d’o- Ricerca), a cavallo tra il mese ce sono serviti a finanziare una E’ stato così che molte scuole
l’intero sistema è insufficiente. rigine con laurea o postlaurea fa di dicembre 2003 e i primi di colossale operazione di marke- di tutti il Paese, dalla Sicilia
Aprire la scuola d’infanzia ad una salire la percentuale dei figli lau- gennaio 2004. ting morattiano, un ennesimo alla Valle D’Aosta, hanno deci-
nuova ondata di bambini significa reati al 59%. Trincerarsi dietro al In passato era già stato fatto: spot in versione cartacea in so per un’unica forma di prote-
incentivare la creazione di altri fatto che queste differenze non anche all’epoca della riforma perfetta sintonia con quelli pas- sta: rispedire le agende al mit-
istituti privati, vista la cronica sono certo una novità nella nostra Berlinguer, erano stati distri- sati da tutte le televisioni, come tente.
assenza di finanziamenti per le società è ben altra cosa che sancir- buiti degli opuscoli informativi denunciano al Sindacato Sam- A dire il vero una qualche utili-
statali. Dal punto di vista didatti- le per legge. sulle nuove normative, ma que- Gilda. tà alcuni dei manualetti morat-
co, il problema sarà quello di Infine, per quanto riguarda l’alter- ste agende sono diventate non Senza contare che questa lieta tiani l’hanno avuta: hanno
avere nello stesso ambiente bam- nanza scuola lavoro, vanto del solo motivo, ma anche simbolo sorpresa è arrivata di pari acceso ed alimentato i pittore-
bini magari ancora col pannolone ministro, restano parecchie per- della protesta contro quella che passo con la scoperta dell’en- schi falò che sono serviti a
(2 anni e mezzo) con altri (fino a plessità. Nonostante la recentissi- alcuni hanno definito definire nesimo taglio: non si ha più riscaldare i manifestanti duran-
sei anni) pronti al ciclo successivo. ma approvazione del decreto la morattizzazione della scuola avuto notizia, infatti, di quel te le loro proteste e scioperi,
attuativo, non è ancora chiaro pubblica. rimborso spese di autoaggior- nelle ancora fredde giornate
Primo ciclo: le elementari come quali saranno gli sviluppo futuri
trent’anni fa di questo istituto: non gli attuali
Eh sì, perché, dopotutto, un namento (contributo pari a 15 dell’inizio di primavera di que-
Alle elementari si ritorna all’inse- "stages" attivati in numerosi tec- regalo non andrebbe mai rifiu- euro per ogni docente) promes- st’anno.
gnante unico sotto le mentite spo- nici e professionali e limitati nel tato, ma sapendo che è stato so agli insegnanti dalla stessa
glie di “insegnante prevalente”. tempo, e nemmeno l'apprendista- acquistato con i soldi dello Moratti, sempre in fase promo- Anna Manente
6 città e persone vicenzaabc
Incontri. Intervista (senza peli) al giornalista ospite il 10 giugno al Canneti ASSOCIAZIONI D’IDEE

Pace, giustizia, legalità Il grande fratello


Vicenza sfida Berlusconi dei nostri nipoti
Veneto Film Factory mette in video
Marco Travaglio: “Dovrebbe scappare all’estero inseguito da milioni di persone” la nostra realtà: “Sarà la memoria”
Ci sono due crucci nella vita di tutte nelle mani di Berlusconi. E Un’idea semplice quanto affasci- proposito del lavoro del gruppo, dice:
Marco Travaglio, giornalista a chi dice che un regime non nante. L’associazione Veneto Film “Ognuno porta la sua esperienza e
torinese, 40 anni, collaboratore permetterebbe a quelli come me Factor y vuole catturare desideri, riceve dagli altri la loro. Ci incontria-
della Repubblica e L’Espresso e di scrivere libri contro aspirazioni, paure ed ansie dei vicen- mo per parlare di cinema e dare spa-
autore di fortunati libri quali Il Berlusconi dico che è un rischio tini per realizzare un catalogo di emo- zio alla creatività prendendo a model-
zioni. Tutto il materiale raccolto for- lo esempi illustri del passato.”
processo. Storia segreta dell'in- calcolato. In effetti tutto si può merà un archivio importante per le Il progetto, infatti, si ispira ad un
chiesta Fiat (con Paolo Griseri e fare, purché non in televisione. generazioni future, che potranno documentario del regista polacco
Massimo Novelli, Editori Che qualche decina di migliaia capire “come eravamo”. Kieslowski dal titolo “Teste parlanti”,
Riuniti, 1997), Il manuale del di italiani leggano un mio libro Alcuni componenti del direttivo del- realizzato nel 1980. Partendo da
perfetto impunito. Come delin- non fa paura. Emilio Fede, con il l’associazione vengono dall’espe- questa base, il gruppo sta racco-
quere e vivere felici (Garzanti, tg più sfigato, raggiunge ogni rienza bassanese Ipotesi Cinema gliendo delle interviste ponendo due
2000), L'odore dei soldi (con sera il doppio dei lettori del quo- fondata dal maestro Ermanno Olmi e semplici e dirette domande: “Chi
Elio Veltri, Editori Riuniti, tidiano più letto». Paolo Valmarana. E proprio dal diret- sei” e “cosa vorresti” ad un certo
2001). Primo cruccio: pagare gli tore di Ipotesi Cinema, Luca Farinelli, numero di persone, con lo scopo di
alimenti a Previti, neanche fosse A giorni le elezioni europee. è arrivata una “bene- immortalare in audio
una ex moglie. Secondo: farsi Tutto fa supporre che la destra dizione” del progetto. e video la realtà attua-
dare del comunista, anzi del prenderà una sonora bastonata. Nel marzo dell’anno le del Veneto con
scorso, presso la tutte le pulsioni, i pro-
Comunista! da Silvio Berlusconi. Noi però continuiamo a essere Cineteca di Bologna, blemi, le aspirazioni
Tra i due crucci, il peggiore è sospettosi. Uno dei più lucidi un incontro tra Veneto vecchie e nuove, con
senza dubbio il secondo. Potesse intellettuali della destra (Mike Film Factory e Farinelli l’intento di riflettere e
scegliere, raddoppierebbe gli ali- Bongiorno, e guai a chi sorride) è sfociato nell’invito a trarre indicazioni per il
menti a Previti pur di far capire a ha detto che “Berlusconi perderà par tecipare ai loro futuro.
mezza Italia (l’altra mezza, si quasi sicuramente. Ma poi si gruppi di lavoro, con L’uomo non è mai
spera, lo sa) che lui è tutto fuor- Marco Travaglio ( foto a sinistra) e Giulietto Chiesa (foto a destra) saranno rifarà, vincendo alla grande le la possibilità in futuro slegato da quello che
ché comunista. “Sono sempre a Vicenza giovedì 10 giugno (Auditorium Canneti, ore 20,30, ingresso libe- prossime politiche. Siamo, one- di collaborare per la è stato, quello che
stato – dice - un liberale conser- ro) assieme a Gianni Barbacetto (inviato del settimanale Diario) e stamente, terrorizzati da questa realizzazione di produ- diventerà sarà il frutto
vatore. Quando c'erano elezioni Gianfranco Mascia (fondatore del Comitato Bo.Bi., Boicottiamo il Biscione) profezia. “Non è detto che Mike zioni comuni. del suo passato; così
cruciali seguivo il consiglio di ospiti di Società Civile-Lista Di Pietro-Occhetto in occasione delle Europee. abbia torto - dice Travaglio - Questo riconosci- il racconto dell’espe-
Montanelli: mi tappavo il naso e Ai vicentini offriranno spunti di riflessione e dibattito partendo dal tema Dopo la sicura legnata alle euro- mento ha dato ancora rienza in guerra del-
votavo Dc. Altrimenti Pli o Pri. Giustizia, Legalità, Pace: L’Italia e l’Europa. Abbiamo intervistato Travaglio pee, il Cavaliere ne combinerà di maggiore entusiasmo l’anziano andrà a for-
per anticipare alcuni concetti che saranno certamente discussi nella serata. ai soci. mare un tutt’uno con
Oggi Berlusconi dà del comuni- tutti i colori per non mollare la Il gruppo vuole tro- il racconto del giova-
sta a chiunque non la pensa Il giorno prima (9 giugno) Claudio Fracassi, già direttore di Avvenimenti e presa. Aspettiamoci il peggio. È
autore di parecchi libri tra cui Sotto la notizia niente sarà ospite a Villa vare giovani registi da ne laureato in cerca
come lui. Ma io sono sempre capace di tutto e pronto a tutto. affiancare a chi è più della sua prima occu-
stato un liberale. Molto più di Lattes - Sede circoscrizione 6 per parlare di Come Nasce un Regime, dal caso Credo che nei prossimi due anni esperto secondo la pazione, o della cera-
lui, tra parentesi.” Matteotti ai giorni nostri, incontro organizzato da Megachip ci farà rimpiangere i primi tre. filosofia: “imparare facendo”, con mista bassanese realizzata e appa-
Ricorderemo con nostalgia i bei l’obiettivo di formare degli operatori rentemente soddisfatta della sua
Non a caso Travaglio viene dalla tempi della Cirami e del Lodo della comunicazione spinti dal desi- vita ma che non si toglie nemmeno
scuola di Indro Montanelli (ha Travaglio - non mi dispiace. ché ottiene gli stessi risultati Maccanico...”. Travaglio ha derio di un progresso sociale del ter- per un istante la sua “maschera” di
cominciato proprio col suo Pensare che contribuisco a man- senza. Così anche i suoi opposi- poca fiducia in questa politica. ritorio. donna felice.
Giornale, dall'87 al '92) un tenere Previti mi dà una punta di tori non capiscono che è un regi- “Servirebbe gente nuova. La ricerca di giovani cineasti, infat- La cosa più difficile è riuscire a fare
signore al di sopra di ogni soddisfazione. Gli passo gli ali- me. Geniale”. Purtroppo nei partiti si fa carrie- ti, è parte integrante del progetto. breccia nell’animo dell’interlocutore,
sospetto che neppure Silvio B. ha ra solo con le tessere. Per raci- “La cosa più difficile per noi” dice fargli abbassare le barriere ed arriva-
menti perchè possa strafogarsi di Stefano Salvetti, il presidente di re ad una testimonianza sincera.
mai osato appellare in quel aragoste”. “Ma qualcosa si muove. La molare molte tessere devi racco- Veneto Film Factory, “è stata trovare Questo si ottiene attraverso l’ascolto
modo. gente comincia a essere stanca, a gliere molti soldi. Per avere molti la gente interessata al nostro obietti- e l’empatia emotiva, instaurando un
Si diceva dell’altro cruccio: gli Ma veniamo all’incontro di partire da una guerra che non soldi devi essere ricco. O devi vo, creare un gruppo affiatato e moti- clima di fiducia e stima reciproca.
alimenti a Previti. Una piccola Vicenza, città che Travaglio piace al 90 per cento degli italia- rubare. Fortuna che questa vato da ideali comuni, affidando ad Se questo avverrà sarà anche gra-
vendetta del cavalleresco conosce bene. Due volte è venu- ni, mentre piace al 90 per cento volta, col proporzionale, si pos- ognuno, in base alle loro attitudini e zie al grande contributo della società
Cesarone che, dopo aver vinto to: la prima con il suo spettacolo dei partiti italiani. Se la gente sono scegliere anche liste medio- sensibilità, i giusti ruoli. Siamo con- San Paolo di Vicenza. Tra la società
una causa contro Travaglio sul processo Previti (e dagli), la sapesse quanti e quali danni ha piccole, dove ancora si dà spazio vinti di avere le capacità e le risorse e l’associazione è nata da subito una
(“Avevo scritto – dice - una cosa seconda con Sabina Guzzanti. prodotto il regime, Berlusconi a qualche candidato della società di produrre cinema di qualità ed indi- stretta collaborazione: Don
vera, ma l’avvocato del mio gior- Pienone in tutte due le occasioni. sarebbe già scappato all’estero civile. Come Chiesa, Tana De pendente, senza dover emigrare in Domenico Soliman ed i suoi confra-
nale ha pensato bene di non pro- Stiamo diventando una città di inseguito da milioni di persone. Zulueta, Pardi, Mascia, Vattimo. altre regioni. Nel filmato che stiamo telli hanno aderito con entusiasmo ai
durre la prova in tribunale”) non sovversivi o è colpa dell’ingresso Invece sappiamo solo quello che E, se proprio uno vuole votare girando vogliamo dare voce alle per- suoi obiettivi, offrendo i locali e l’at-
si è limitato a pretendere scuse e gratuito? vediamo a occhio nudo, a pre- Triciclo, che almeno voti sone con cose importanti da dire, trezzatura necessaria per l’attività
smentita ma ha chiesto moneta Santoro: se prendesse più voti di suscitare emozioni”. sociale. Naturalmente, per un pro-
scindere dalla televisione: l’im- Oltre un presidente motivato, getto così ambizioso, servono altri
sonante. Per anni Travaglio ha “Parleremo di questo regimetto poverimento collettivo e la guer- D’Alema, che adora Vespa e non anche il comitato scientifico finanziamenti ed appoggi da parte di
girato, mese per mese, un quinto – dice Travaglio – fondato sulla ra che il regime chiama ‘missione ha alzato un dito quando hanno dell’Associazione si avvale della enti pubblici e privati e qualcosa si
del suo stipendio da giornalista menzogna e sulla censura, oltre- di pace’. Questo è un regime cacciato Michele, Biagi, Luttazzi competenza di professionisti del set- sta già muovendo in tal senso. I pre-
al conto in banca, milionario e ché sull’impunità, e che non ha nuovo, moderno, pluto- mediati- e tutti gli altri, sarebbe un bel tore: la giornalista ed autrice televisi- supposti ci sono tutti per l’inizio di
discusso, del povero Cesare. bisogno nemmeno dei carri co. Basato sulla ripetizione con- segnale”. va Carla Urban, il critico cinemato- produzione “Made in Veneto”
“Ma tutto sommato – dice armati e dell’olio di ricino per- tinua di balle a reti unificate, Matteo Rinaldi grafico Enzo Pancera, il regista Toni
de Gregorio. Proprio quest’ultimo, a

RITRATTI VICENTINI

Il Matusalemme dal cartellino d’oro


Aldo Parise, 78 anni, ha arbitrato oltre tremila partite in carriera. E non ha nessuna intenzione di smettere
“Sono sempre stato incorruttibile: una volta dissi no alla cassa di vino di un dirigente stanco di... vincere”
Aldo Parise il prossimo novembre compirà set- vazioni non erano quelle di far vincere i suoi ragazzi
tantotto anni. Mentre i suoi coetanei pensano ai bensì di farli perdere! “Questo dirigente – racconta
nipotini e a scrivere le memorie, lui prepara la borsa, Parise – era il finanziatore di una squadra che si
v’infila le scarpe da calcio e la divisa da arbitro e va stava avviando a conquistare le fasi nazionali. Aveva
a dirigere le partite del Centro Sportivo Italiano. Lo già dovuto contribuire alle spese societarie con una
incontriamo che ha appena finito di arbitrare una cifra superiore alle sue possibilità e temeva che una
partita all’interno del carcere di San Pio, eppure nuova vittoria lo obbligasse a scucire molti soldi”.
appare fresco come se si fosse appena alzato dalla Allora chiese a Parise di dargli una mano. Anche
poltrona. Nella sua lunghissima carriera arbitrale ini- questa volta la risposta fu scontata ed inflessibile.
ziata cinquanta anni fa a Torino, ha diretto oltre tre- Parise per Gli fecero La sua passione per il calcio è sempre stata tra-
mila partite, una cifra veramente incredibile. Se un primo suggerì, capire che era scinante. A Torino è stato giocatore in prima cate-
giocatore professionista arriva al traguardo delle a Torino troppo vecchio goria prima di iniziare la carriera arbitrale, prima in
di puntare sul e si ritirò in
400 o 500 partite in serie A, i giornali ne parlano calcio Federazione e poi nel Csi. Arrivato a Vicenza è stato
per una settimana. La notizia del record di fedeltà silenzio presidente del Gruppo Arbitri per qualche anno,
amatoriale Ma l’anno
alla maglia di Maldini che ha giocato oltre 550 par- quando tutti dopo, nel bel designatore, e poi responsabile dei corsi arbitri.
tite con i colori rossoneri del Milan, ha fatto più volte pensavano solo mezzo di una All’ultimo corso per direttori di gara c’era un solo
il giro del mondo. al gioco crisi, lo iscritto: “Allora gli ho chiesto di venire a casa mia e
Per Aldo Parise queste cifre non rappresentano giovanile richiamarono gli ho spiegato il regolamento e la casistica davan-
che la minima parte del suo incredibile ed inavvici- Fu un successo ti ad un buon bicchiere di birra!” Qualche anno fa è
nabile primato di tremila partite arbitrate. E non ha stato anche chiamato dalla Federazione del Torball,
nessun’intenzione di smettere. Ha attraversato le tempo il nostro personaggio continuava a scorrazza- associazione. Il presidente Serafin e il suo succes- lo spor t che è praticato dai ciechi con una palla
incredibili vicende di quest’ente di promozione spor- re per la provincia a dirigere partite e tornei, a dare sore Mastella hanno chiamato Parise e gli hanno sonora. Si è fatto molto apprezzare al punto che ha
tiva con la gioia e la freschezza dello sportivo auten- lezione di correttezza e di lealtà, come nei canoni e chiesto di rientrare nei ranghi. Lo hanno nominato iniziato a girare tutta Italia per dirigere le par tite per
tico. “Quando arrivai da Torino, molti e molti anni fa nei valori del Csi. Cinque anni fa gli fecero capire commissario e gli hanno affidato i corsi per i nuovi i non vedenti “Sono stato molte volte in Sicilia, a
– racconta – suggerii subito al direttivo dell’associa- che era troppo vecchio per scendere ancora in direttori di gara. Aldo Parise ha intuito che era tor- Bari, in tutto il Meridione e sempre spostandomi
zione di Piazza Duomo di organizzare un campionato campo: il comitato aveva ottanta arbitri e in qualche nato il momento di dare una mano, ha messo da con il treno perché ho paura di viaggiare in aereo!
per i dilettanti. Fino a quel momento il Csi si era con- modo si sarebbero arrangiati; lui si ritirò in silenzio parte l’impietosa carta d’identità ed ha, nuovamen- E’ stata un’esperienza molto gratificante che mi ha
centrato quasi esclusivamente sull’attività giovanile e con la discrezione che ha sempre caratterizzato il te, tirato fuori dalla naftalina la divisa arbitrale permesso di girare l’Italia”. Adesso aspetta il
tralasciando quell’amatoriale. Io venivo dell’espe- suo modo di fare. riprendendo a scendere in campo con il solito immu- momento dell’inizio dei tornei notturni. “ la setti-
rienza torinese dove le squadre amatoriali erano L’anno scorso, tuttavia, l’ente di Piazza Duomo tato entusiasmo: “Conosco molti dei giocatori per mana prossima sarò a Cereda, poi a Caldogno, nei
numerose e convinsi i dirigenti vicentini a seguire ha vissuto un gran brutto momento di crisi, quando nome e nessuno – afferma convinto – si è mai per- campetti dove si gioca in sette mi trovo ancora a
l’esempio dei sabaudi. Iniziammo il primo anno con un’altra organizzazione di promozione sportiva ha messo di mettere in dubbio la mia onestà e la mia meraviglia”.
quattro squadre, poi con otto, fino ad arrivare a iniziato a gestire un’attività di calcio amatoriale. correttezza”. Soltanto una volta un dirigente arrivò
superare le centocinquanta formazioni!” Nel frat- Oltre la metà degli arbitri è migrata verso la nuova ad offrirgli un omaggio in bottiglie di vino ma le moti- Federico Formisano
vicenzaabc economia e società 7

La Vicenza che innova (6). Sonus Faber sfonda nel mercato del suono di qualità A Nordest
il preludio
Perché ci vuole orecchio della svolta
Montezemolo
Da Arcugnano ai migliori teatri (Olimpico compreso): “Le nostre casse sono arte” Perché le imprese
tradiscono Silvio
Imporsi nel mercato non è cosa da diale”. d’Italia. Bevilaqua non fa una (d.l.) Benetton l’ha appena ribadito: il
poco. A maggior ragione se si trat- piega: “Perché è un sistema stan- Nordest è finito. Abbandonata ogni
ta di un mercato volubile come Dipendente felice tio, legato al ‘fare tanto’. Invece rivendicazione di una differenza, di una
quello della riproduzione sonora di prodotto felice bisogna puntare al “fare bene”; il specificità. Benetton è stato lapidario: “Il
Nordest, in definitiva, è come il nord-
qualità. Eppure questo è successo a “Io provengo da una famiglia di sistema vicentino è in crisi perché ovest e come il centrosud”. Circa un
Sonus Faber, ditta di Arcugnano, imprenditori – dice Bevilacqua – non è più al passo coi tempi. Oggi mese fa lo aveva detto anche Massimo
oggi famosa in tutto il mondo. “E Franco ‘ha partorito’ l’idea, io ho bisogna parlare di prodotti, non di Calearo, forte dei dati e delle conclusio-
ci siamo riusciti senza arzigogolar- portato la mia competenza gestio- “pezzi”; la gente vuole la linea, il ni dell’ottavo rapporto del sociologo
ci nel marketing all’americana – nale. Il segreto è precorrere i particolare caratteristico ed esclu- Ilvo Diamanti sulla società vicentina.
racconta Cesare Bevilacqua, presi- tempi: mi preparo sempre in anti- sivo, l’immagine: l’idea deve ‘usci- “Fino ad oggi noi ci siamo pensati come
dente - Io non ho l’anima del ven- cipo. E poi il credere fermamente re’ dal prodotto”. L’imprenditore qualcosa a sé, di diverso dalle altre regio-
ditore. Ma quando sono stato che l’azienda sia fatta di persone: veneto, dunque deve darsi una ni italiane. Ciò non è più vero. Questa
diversità” concludeva Calearo, “unita
chiamato da Franco Serblin, il fon- ho avuto la fortuna di affiancarmi scrollata ed entrare in una nuova alla predisposizione alla protesta, non ci
datore dell’azienda, sapevo di ad una persona geniale e ho trova- logica di pensiero. ha portato in nessun luogo”. Al rappor-
avere in mano un prodotto specia- to validi collaboratori. Come il dif- Non è quindi per caso o per fortu- to Diamanti era seguita la reazione –
le. Abbiamo lavorato sulla rete dis- fusore è un contenitore di musica na se i prodotti della Sonus Faber scomposta – della maggioranza. Così
tributiva, sul prodotto e sull’imma- anche l’azienda è un contenitore di sono arrivati così lontano: si ven- Giancarlo Galan: “Nel Veneto siamo già
gine. Grazie a questo oggi il pro- uomini. Nulla è lasciato al caso dono in tutto il mondo, sono sulle stati bravi a smentire la sociologia d'ac-
dotto si vende praticamente da sé”. nella realizzazione del prodotto. copertine delle più importanti rivi- catto che ci dava per morti nove anni fa.
I modelli sono una 'invenzione' dei
Anche qui, nell’azienda, tutto ste del settore, i suoi diffusori sociologi. Il 'modello nordest', come
Tutto iniziò viene fatto in modo da far lavora- Acustici si trovano anche nel tutte le cose, attraversa periodi ciclici, e
nei mitici anni ‘80 re bene le persone. Lavorare bene Teatro Olimpico di Vicenza e nella non credo servano psicoanalisti dell'eco-
Mentre imperversava la disco- per stare bene. Quando i dipen- celebre “sala dei Violini” a nomia per capirlo”. Oggi quella rottura
dance e l’elettronica, Franco denti escono di qui alle 17 voglio Cremona. può essere interpretata come una sorta
Serblin, vicentino, grande appas- che siano soddisfatti del loro lavo- di preludio a quella, certo più sostanzio-
sionato di musica, ha unito questa Foto in alto: Franco Serblin (in centro) con un dipendente mentre controlla un prodotto ro. Normalmente l’imprenditore sa, che da più parti viene definita “la
passione con quella per l’ebanistica A destra: Cesare Bevilacqua, presidente di Sonus Faber trae profitto dall’idea, ma il profit- svolta di Montezemolo”. Ci riferiamo
alla relazione di insediamento del neo-
e l’artigianato. Nel 1983 affitta un to non è ‘la vetta’, quanto piutto- presidente di Confindustria, nonché pre-
Nel 1989 Serblin chiama Cesare lusso, bello da vedere, che è pure di
capannone a Monteviale. Nasce sto la soddisfazione di andare ogni sidente Ferrari e freschissimo presidente
Bevilacqua: ha bisogno di una altissima qualità funzionale.
Sonus Faber. Il risultato è un diffu- giorno a casa contento”. Fiat. Come dire, l’industriale più potente
mano per la contabilità. L’innovazione più importante fu
sore acustico concepito come un d’Italia. L’uomo immagine, il leader vin-
Bevilacqua diventa socio di Serblin quella elaborata da Serblin nel ‘93: cente, a cui un sistema in crisi si affida
manufatto che supera il concetto di La folgorazione
e nasce la Sonus Faber Srl. alla ‘scatola’ del primo diffusore per uscire dalle sacche di una recessione
alta fedeltà per arrivare alla “per- come guida
Oggi Cesare Bevilacqua è presiden- venne tolto un lato; questo ha dato (e di una debolezza politica) che da più
fetta equivalenza” del suono. Non La Sonus Faber ha un modo d’agi-
te delegato e amministratore della al prodotto una forma nuova, slan- parti si teme strutturale. Per rilucere,
il tentativo di riprodurre, dunque, re lontano dalle classiche logiche l’insediamento di Montezemolo a Viale
Sonus Faber; Franco Serblin, fon- ciata, capace di migliorare il feno-
ma ricreare il campo acustico così imprenditoriali. “Ci concentriamo dell’Astronomia non poteva trovare
datore dell’azienda, è l’attuale meno delle onde stazionarie inter-
come è stato registrato. E dire che per dare un insieme di attenzioni miglior sponda nella quasi contempora-
Responsabile del Settore Ricerche e ne; poi, per la prima volta, al posto
Franco Serblin aveva studiato per quotidiane ad ogni aspetto della nea kermesse berlusconiana ad Assago.
Sviluppo. della “mascherina”, abbiamo
fare l’odontotecnico. Ma Euterpe, vita e della produttività dell’azien- Il pensiero giusto: trovare sempre A Roma, un discorso di spessore e un
messo una serie di elastici per tentativo di rimettere in moto la macchi-
la musa della musica, l’ha portato da – conferma Bevilacqua – nuovi obiettivi
Bello, bravo e slanciato: alleggerire la struttura: ecco il dif- na in panne. A Milano, la solita mise en
a fare tutt’altro. Agiamo non in base alle richieste “Se ora mi volto indietro – conclu-
il diffusore fusore con la forma del liuto. Da scène dei miracoli del fauno di Arcore
Come molti vicentini nel lavoro del mercato ma per intuizione; è de nostalgicamente Bevilaqua –
“Il nostro percorso? Dall’idea tra- allora siamo l’azienda che ha dato alla guida di un gregge che nemmeno c’è
non ricerca il guadagno in sé ma la però un’intuizione consapevole, rimango stupito per tutto quello più. Tra i due, almeno secondo il
dizionale di cassa al concetto este- il “la” a chi vuole fare cose belle. Il
soddisfazione di un fare, spinto dal non un fare a caso. Mi guardo che abbiamo fatto in questi anni. Corsera (mica ‘Liberazione’), “una frat-
tico-qualitativo di diffusore – spie- gusto estetico è parte fondamenta-
desiderio di concretizzare un intorno, studio i prodotti di altre Però ho ancora molte idee in testa. tura oggettiva: nei fatti, e nell’idea
ga Bevilacqua – perciò forma e le della nostra filosofia. E la forma
oggetto speciale, che va oltre gli aziende, ma non per vendere di Un sogno nel cassetto? Se avessi un dell’Italia”. Montezemolo che tenta di
materiali sono curati al massimo a liuto, con nostro grande orgo- ricomporre il sistema richiamando all’u-
schemi. più, quanto piuttosto per capire po’ di tempo libero in più aprirei...
grado: produciamo un oggetto di glio, è stata ripresa a livello mon- nità il paese e le sue componenti (socie-
come funziona il mercato, e poi mi un ristorante!”
concentro su quello che ‘fa la dif- Data la filosofia del presidente tà, impresa, sindacati), Berlusconi che –
ferenza’: cura dei dettagli, dalla della Sonus Faber, probabilmente scrive sempre il Corriere – tratteggia
“una nazione irrimediabilmente divisa”,

vicenzaabc
vite, al legno utilizzato, all’imbal- il ristorante avrebbe successo; dando a questa divisione “una lettura
lo, al depliant, e cura del persona- sarebbe un posto in cui anche il quasi mistica: di là ombre e buio, di qua
le.” tovagliolo si troverebbe sul tavolo alba e luce”. Il premier, in crisi di con-
la città a chiare lettere dopo uno studio attento, fatto di sensi, invece di fare autocritica gioca a
Nordest depresso? sensibilità e gusto estetico. chi la spara più grossa. E qui sta la svol-
Direttore responsabile Amministrazione (info@vicenzaabc.it) Ben gli sta ta. Gli industriali, Bankitalia, i cosiddet-
Matteo Rinaldi Gabriele De Rugna, Carla Toffolon Si parla tanto di crisi del Nordest, Erica Freato ti poteri forti, hanno compreso che
Redazione (redazione@vicenzaabc.it) Stampa della fine del triangolo produttivo Berlusconi è un cavallo (quasi) al termi-
Davide Lombardi, Ilario Toniello Artigrafiche Urbani ne della corsa. Così come la crisi chiama
Comitato editoriale Via Galvani, 30 Sandrigo (VI) - 0444 tutti ad attutire le differenze in nome del-
Franco Candiollo, Paolo Gurisatti, Gianni 659384 Tutte le note di Sonus Faber l’interesse comune (per il Nordest, quasi
una novità assoluta). Quel “fare squa-
Zulian Registrazione Tribunale di Vicenza
Consiglio di amministrazione n. 1024 del 7/11/2002 90 10 dra” che, il leader di Confindustria è
stato chiaro, non si rivolge solo alle
presidente Lorenzo Bernardi Abbonamento Annuale Sostenitore 50 € la percentuale di prodotto le copertine che le riviste imprese ma al Paese. Resta solo che que-
vicepresidente Matteo Salin C.C. Postale: 37233509 a: Vicenza Abc esportato specializzate hanno sto esplicito bisogno di cambiamento
consiglieri Marina Cenzon, Giorgio Sala, S.c.a.r.l. Corte dei Molini, 7 - Vicenza dedicato all'azienda venga abbracciato fino in fondo da chi
Stefano Soprana, Giorgio Stefani,
PaoloTodescan
Bonifico: Unicredit C.so Padova
c.c. 19719000 ABI 02008 CAB 11802
40 nell’ultimo anno ha il compito di produrre un progetto
paesi ai quali alternativo che raccolga le ceneri del
Collegio sindacale Intestato a: Vicenza Abc S.c.a.r.l.
presidente Margherita Monti Corte dei Molini, 7 - Vicenza vendono i prodotti 2 blocco sociale costituitosi intorno a
Berlusconi tre anni fa. Un percorso
sindaci Giampaolo Chiodi, Luigi Scarso Contanti: tipi di legno usati per le ancora da costruire in molti suoi punti
Progetto grafico Presso la sede di Vicenza (info@vicenzaabc.it) 30 casse: sono l'acero non solo marginali. Le prossime europee
Michele Vezzaro Corte dei Molini, 7 - il lunedì e il martedì modelli di diffusori e il noce americano diranno quanto questo percorso sia vici-
prodotti nel tempo no (o forse lontano) al suo arrivo.

Lettere
"a giorni" assicura. Come espressione di una lista civi-
Strada Paradiso. Nella stessa occasione risaltano
delle differenze di vedute tra l'as-
ca del centro sinistra amo il prag-
matismo, le cose concrete.
Cicero sessore ed il sottoscritto: l’ascenso- Voglia gentilmente pubblicare per
e le saldatrici pronte re è impossibile da utilizzare per gli
anziani in bici e la chiusura estiva
intero sia l’ordine del giorno pre-
sentato da Vicenza Capoluogo e
Mi rivolgo, attraverso le pagine di della passarella stessa, visto che votato da tutto il consiglio comu-
VicenzaAbc, al Sindaco Hüllweck: con il sole raggiungerà temperature nale, sia l’emendamento sempre
dopo anni di sollecitazioni e pro- incandescenti, è paradossale. presentato da Vicenza Capoluogo
messe non mantenute, al Consiglio Queste informazioni le ho avute per gli annessi rustici anch’esso
di Circoscrizione il 3/11/2003 arri- dal progettista. Perché l'assessore le votato da tutto il consiglio comu-
va l'assessore Cicero con la solu- ignora affermando il contrario? nale, affinché i lettori di ABC pos-
zione della passerella provvisoria Forse è sicuro che non ci sarà mai sano giudicare personalmente il
in Strada Paradiso, da realizzarsi in la possibilità di verifica? nostro operato e capire il nostro
tre mesi, nessun problema per il Con l'occasione invito l'assessore a voto positivo alla delibera sugli
finanziamento, ci pensa il suo studiare anche la soluzione di un annessi rustici.
assessorato. Non è un granchè, ma vero sottopasso. Ormai è evidente Anche per le RSA4 ( recupero di
dopo quasi cinque anni di attraver- che il tunnel per il Tav non ha la beni storici –architettonici con
samenti pericolosi va bene anche copertura finanziaria per la sua nuove destinazioni d’uso ) stiamo
questa soluzione. Ai primi di realizzazione, di conseguenza va a preparando un emendamento in
marzo telefono in assessorato e decadere la scusa usata in tutti linea con il nostro ordine del gior-
l'assessore Cicero afferma di questi anni di isolamento. Ma l'as- no che speriamo possa dare un
"avere le saldatrici pronte", que- sessore Cicero, sempre convinto contributo positivo alla delibera
stione di giorni. del tunnel, mi invita a non preoc- stessa nell’interesse della città.
Altra mia telefonata prima di cuparmi. Stefano Soprana
Pasqua: finalmente ha ottenuto Adriano Porelli
l'ok dalle Ferrovie, "tranquillo" mi Per il comitato di Strada Paradiso Visto lo scarso spazio disponibile
dice, "ho le bandierine alzate!" sull’edizione cartacea di
Ritelefono ai primi di maggio e
l'assessore mi informa che proprio Vicenza Capoluogo. VicenzaAbc, chi volesse consultare
i documenti cui fa riferimento il
quella mattina è uscito "l'uomo" Recuperare i rustici consigliere Soprana può farlo ai
(sic) per gli espropri, anzi mi invita
a fare da coordinatore tra i vari ecco come faremo seguenti indirizzi Internet:
http://www.vicenzaabc.it/annessi-
proprietari, "sa così non perdiamo rurali1.pdf
tempo…". Al Consiglio di Vi prego di inserire nel giornale http://www.vicenzaabc.it/annessi-
Circoscrizione del 18 maggio u. s. queste mie righe in quanto respon- rurali2pdf
chiedo all'assessore se può essere sabile della commissione territorio
preciso sulla data di inizio lavori: per Vicenza Capoluogo.
8 cultura vicenzaabc
“Era la nave “I veneziani
Nella foto grande: lo splendore del
più sfarzosa La grande impresa si fidano di me: De Poli, proprietario del
della Serenissima ho già ricostruito
sposalizio del mare in una stampa
d’epoca, dominata da un’enorme
imbarcazione: il Bucintoro. Sotto:
la usava solo il Doge di Valeriano Bertolini parte della Fenice Cantiere Navale De Poli di
Pellestrina – dice Bertolini - De
il leone alato, simbolo di Venezia, e solo in occasione artigiano di Gambugliano: dopo l’incendio Poli ha accettato la presidenza
era presente nel vessillo della nave della grande festa e ora la considerano del comitato a patto che duran-
Valeriano Bertolini è un mae- della Sensa” ridare vita al Bucintoro più bella di prima” te il suo incarico il Bucintoro
venisse ricostruito. C’è quindi la
stro artigiano di Gambugliano,
volontà di fare. E io penso di
proprietario di una bottega
d’arte. Vicentino di nascita, è
ormai quasi veneziano per ele-
il più celebre “Titanic” essere in grado di farlo.” La
seconda: “I lavori che ho realiz-
zione: dopo aver lavorato alla
sistemazione del teatro La
della Repubblica di Venezia zato alla Fenice sono piaciuti
molto”. E allora c’è proprio da
Fenice di Venezia, si è dato un crederci.
grandioso obiettivo che va a
toccare una parte di storia vene- Nella grande bottega d’arte di
ziana: ricostruire il Bucintoro. Gambugliano, la “Bertolini
Tradotto in vicentino, sarebbe Arte”, il vicentino che vuole
come se qualcuno decidesse di farsi doge racconta con orgo-
ricostruire un ipotetica Basilica glio che la Fenice, risistemata
Palladiana della quale non dopo l’incendio, “è stata defini-
restano più tracce. Perché il ta più bella di prima”. E il
Bucintoro era la nave privata Bucintoro? “Sono un artigiano,
del doge di Venezia, il “legno da non credo in una ricostruzione
parata” che veniva usato poche di un’opera di questo genere
volte l’anno, principalmente nel fatta a computer; mi serviva
giorno dell’Ascensione, a quindi una ricerca filologica,
Maggio, per celebrare la Festa uno studio dei particolari e del
della Sensa. modo di pensare e lavorare di
Perché il Bucintoro è qualcosa chi fece il Bucintoro settecente-
di mitico, che morì assieme alla sco; sappiamo che ogni statua
Repubblica veneziana: furono i era diversa dall’altra, ogni parti-
francesi di Napoleone a distrug- colare era curato al massimo
gerlo, assieme a tante altre grado, ogni cosa aveva un suo

IL VICENTINO
imbarcazioni, nel 1798. La sua significato simbolico”. Questo
rinascita insomma, sarà un po’ significa ricostruire “IL”
anche la rinascita della Bucintoro, e non qualcosa che
Repubblica. gli somigli.
Qualcosa che gli somiglia c’è
Il Bucintoro era un simbolo, un simbo- valore propiziatorio, si Bucintoro; dal maggio già: al Museo Navale di Venezia

CHE SI FECE
lo di potenza, di festa, di religione, così sovrappose il rito dello 1989 esiste un esiste un modellino del Bucintoro, in
come la grande festa dell’Ascensione: sposalizio con cui “Comitato Festa della scala 1:10, realizzato nel 1800. Il gusto
religiosa ma anche politica e civile. Il Venezia sottolineava Sensa”, formato da pri- estetico-artistico neoclassico dell’epoca
Bucintoro era soprattutto il simbolo pubblicamente il proprio vati cittadini, associazio- ha lasciato il segno in questa ricostru-
zione che non riesce a rendere il gusto

DOGE
della Venezia che sposa il mare. Nel legame con il mare, che ni culturali e sportive)
giorno della festa infatti, oltre da sempre plasmava la che si occupa dell’orga- barocco, ricco, sfarzoso di quello che
all’Ascensione di Cristo si ricordava vita, le fortune, le attivi- nizzazione di quella festa doveva invece essere il bucintoro sette-
un’importante vittoria navale ottenuta tà, il modus vivendi dei che si è continuata a centesco: un tripudio di forme fantasti-
in Dalmazia dal doge Pietro II Orseolo, veneziani. festeggiare, ma con un che, di decori, di oro.
salpato da Venezia proprio il giorno grande assente: lui, il Le descrizioni di epoca contemporanea
dell’Ascensione dell’anno 1000, ma In un manoscritto con- Bucintoro. al Bucintoro settecentesco ci fanno
soprattutto il privilegio che, secondo servato al museo Correr Ricostruirlo dunque. infatti immaginare un’opera assai più
di Venezia leggiamo quanto avrebbe marinara della Repubblica veneziana, Com’era allora, a fine ‘700, quando la movimentata, estrosa, affascinante di
una leggenda, papa Alessandro III un simbolo di Venezia stessa. Perciò il
aveva concesso al doge nell’anno 1177: affermato il papa Alessandro III al doge furia francese infierì su tutti i simboli di quello che vediamo al Museo Navale,
dandogli la facoltà di sposare il mare: Bucintoro era il protagonista della festa Venezia? Un’impresa non da poco, ma
“…sicomo el signor spoxa la dona, che coinvolgeva tutto il popolo e che c’è chi sente di poterlo fare: e qui la
Era il simbolo cossì voio che vu spoxè el mar, in signi- attirava anche la “gente foresta” per la parola va a Valeriano Bertolini. Il mae-
Esiste solo
della città fication che vu sie signor de tuto el mar sua unicità e per la concomitante stro artigiano di Gambugliano ha 57
un modellino
che sposa il mare: (…) Et alora concedè Misier lo papa a “fiera” che durava due settimane (c’era anni, è l’autore degli intagli decorativi e in scala 1:10
per questo il doge tuti li doxi che ogno anno lo dì dela un enorme mercato in Piazza San delle dorature della ricostruita Fenice, al Museo Navale
gettava in acqua Sensa el doxe dovesse andar a sposar el Marco, c’erano giocolieri e cantastorie, dopo l’incendio del 1996. Bertolini per realizzato nel 1800:
un anello di fidanzamento mar”. Ecco perché il doge lasciava esposizioni e banchetti…) cominciare commissiona ad uno studio questo sarà al naturale
cadere un anello tra le onde…Doveva di giovani architetti di Olmo di Creazzo
quello di ‘sposare il mare’ come simbo- essere una cerimonia suggestiva…Il una ricerca storico-filologica sul navi- che pure è un modellino di ottima fat-
lo del dominio della Repubblica Bucintoro e il doge erano gli “attori glio, con ricerche di immagini, docu- tura. Lo possiamo immaginare dai
sull’Adriatico. Era l’anno della pace di protagonisti” di questo spettacolo che menti d’archivio e studi comparativi. dipinti dei grandi vedutisti del ‘700,
Venezia, quando si mise fine al lungo ogni anno, a maggio, si ripeteva nei “Il Comitato – racconta - pensa da Canaletto e Guardi: ma nei dipinti non
contrasto tra papato e impero e il doge secoli. tempo alla ricostruzione del Bucintoro. si arriva al particolare, alla definizione
fece da mediatore tra le due parti. Quando l’ho saputo, mi sono fatto di tutti quei piccoli lavori realizzati dai
Fu il papa, secondo la leggenda, a dona- Ma cos’era dunque il Bucintoro, e cosa avanti. L’appalto per l’affidamento maestri intagliatori di Venezia: vorrem-
re al doge un anello benedetto. In effet- tornerà a essere grazie all’artigiano della ricostruzione non è ancora stato mo rivederlo questo Bucintoro…Un
ti, il momento clou della cerimonia era vicentino? Più che una nave, il aperto, non c’è ancora nulla di ufficiale, pezzo di storia, un’opera d’arte, un sim-
quello in cui il doge, dal Bucintoro, lan- Bucintoro era un’opera d’arte galleg- ma io ho voluto questa ricerca sia per bolo da riportare in vita.
giante, un trionfo di decorazioni e scul- Per secoli questo singolarissimo navi- incentivare la cosa, sia per saperne di Bertolini vuole seguire la strada indica-
ciava tra le onde un anello d’oro pro- glio fu parte della storia veneziana;
nunciando la formula di rito: ture dorate, realizzate dai maestri inta- più, per capire con quale spirito era ta dal Comitato: ritrovare, con orgo-
gliatori di Venezia. Le decorazioni quando non utilizzato – 354 giorni l’an- stato fatto l’ultimo Bucintoro, che era glio, l’eredità culturale e spirituale
“Desponsamus te, mare, in signum veri no, veniva tenuto con massima cura in
perpetique dominii”. richiamavano innanzitutto il mondo poi il più ricco e sfarzoso di tutti”. veneziana che traspare dal Bucintoro,
marino: conchiglie, onde, Arsenale. Che Bertolini abbia ottime possibilità di simbolo principale della Festa della
Di certo sappiamo che all’origina- sirene, tritoni… Uno sfog- spuntarla lo dimostrano due cose. La Sensa.
gio della magnificenza della I veneziani, notoriamente legati alla prima: “L’attuale presidente del Erica Freato
rio e più antico rito, piuttosto sem- loro storia, non hanno dimenticato il
plice, di benedizione del mare con Serenissima, della potenza Comitato Festa della Sensa è Davino

PARACADUTE
Tele Si ride con il road movie Tre uomini e una gamba di Aldo, Giovanni e Giacomo
Arte
per arte visioni In tivù un’America che odia Bush
I canali di Stato tutti filogovernativi? Su Sky spazio a Micheal Moore
Tulipani alla Vicentina Sabato 5 'sto casino per così poco? MIchael avanti’ costruendo faticosamente un umorismo sottile ed ironico, di
Vicenza accoglie gli artisti accentuano il senso di tensione irra- 17.10, Sky, L'imbalsamatore. Douglas, come sempre, sta lì per far ma ‘con giustizia’ l’esistenza sua e saggezza e di umanità, il che, ai
diato da drammatiche linee scure, Bellissimo noir, bellissima storia, vedere quant'è figo. della società che lo circonda. Sono tempi della insopportabile volgarità
olandesi Anne Marie Beukman cupa e tragica, di un'amicizia che rari, nel cinema e fuori, simili atti vanziniana, lo rende comunque un
e Menno Bauer. concitate e vibranti, piene di rumo- diventa morbosa 'complicità'. Lunedì 7 d’amore per la gente comune. capolavoro. Imperdibile.
re, di grida e di movimento. Imperdibile. Rete4, 16.50, Le miniere di re Permettetemi di concludere con una
Alla galleria Ca’ d’Oro. La pittura della Beukman mantiene 10.45, Sky, Bowling a Columbine. Salomone. Gran bel film d'avventura, cattiveria: se i giovani artisti del Giovedì 10
alcuni vincoli con la cultura delle Assolutamente imperdibile. BfC è un come non se ne fanno assolutamen- cinema contemporaneo italiano – Rete4, 22.55, A letto con il nemi-
Buona occasione per un confronto origini: è presente nel rapporto con
con esperienze nord europee la documentario, ed è un capolavoro. te più, tratto da uno dei romanzi di Pieraccioni, Muccino ed altri, ed co. Modestissimo film (la storia di
la materia, nell’espressionismo viva- Un film sulla violenza della società H. Rider Haggard, un genio del anche l’Archibugi – se li riguardasse- una donna che tenta di fuggire da un
mostra che vede esposte in Ca’ ce che trascrive con grande aderenza americana, ma non un film antiame- mistery avventuroso ormai dimenti- ro, ogni tanto questi ‘vecchi film, marito violento e paranoico), da un
d’Oro in Corso Palladio le opere di naturalistica episodi della quotidia- ricano. Un film di sinistra, ma non un cato. Cercateli e leggeteveli. forse ci risparmierebbero le loro ottimo romanzo: Io ti lascerò, di
due olandesi Anne Marie Beukman nità o traduce sensazioni con una film di parte. Un capolavoro, anche La7, 21.00, C'eravamo tanto amati. insopportabili masturbazioncelle psi- Nancy Price, Rizzoli Editore. cercate
e Menno Bauer. cromia decisa in cui gioca un ruolo se l’ho già detto lo ripeto. Secondo me, il più bel film di Scola. coesistenziali, e il cinema italiano il libro e lasciate perdere il film.
La Beukman, per la verità, vive da importante il movimento suggerito 23.50, Sky, Ovosodo. Semplice e Certo, ce ne sono altri più ‘eleganti’ recupererebbe quei contenuti alti Sky, 21.00, Il mistero di Sleepy
diversi anni nel Vicentino, tiene il dal legno che funge da supporto e i delicata storia sugli amori e le illusio- e raffinati, architettonicamente più che ha avuto e può ancora avere. Hollow. Ennesimo poema dark del
suo studio ad Altavilla e si sente di cui motivi naturali non vengono ni giovanili di uno studente livornese armoniosi e coerenti: lo splendido grande Tim Burton, ancora coadiuva-
appartenere ormai ad entrambe le nascosti da alcuna preparazione. degli anni '80. Non sarà da urlo, ma Una giornata particolare, o il bellissi- Martedì 8 to dalla sua musa Johnny Depp. Film
terre. Menno Bauer è un pittore la Tazio Cirri non è da buttare. mo e dolcissimo La famiglia, ma Rete4, 2.40, Kundun. La storia del sontuoso ed elegante, visivamente
cui maturazione artistica data ormai nessuno, forse, ha la stessa profon- quattordicesimo Dalai Lama, fuggito hogartiano e dickensiano, ambienta-
venticinque anni di attività, che lo Domenica 6 da umanità, la stessa vivacità narra- in India dal Tibet nel 1959 dopo l'oc- to in un'america primi Ottocento, in
hanno reso un affermato professio- Rai3, 16.50, A qualcuno piace tiva, la stessa sincera ‘verità’ di CTA. cupazione cinese. Film paradocu- cui un agente di polizia deve svelare
nista in ambito europeo. Le sue caldo. Commedia geniale ed esila- Nelle vicende dei tre ex partigiani, mentaristico, interessante storica- un cupo e demoniaco mistero.
opere posseggono un alto contenuto rante, con un ottimo (come sempre) non c’è solo, essenziale, la storia mente ma noioso e senza passione, Imperdibile.
espressionistico ma la loro caratte- Jack Lemmon e, soprattutto, la d’Italia degli anni ’50 e ’60: c’è nonostante tutto.
rizzazione è determinata dalla pre- meravigliosa Marilyn Monroe, dolce, anche, autentica e semplice, la ‘sto- Venerdì 11
senza di figure umane che emergono tenera, bellissima e fragile. ria’ di tutti noi, delle nostre ipocrisie, Mercoledì 9 Rete4, 16.55, Gli ultimi giorni di
Assolutamente imperdibile. dei nostri compromessi e dei nostri Canale5, 21.00, Tre uomini ed una Pompei. Ottimo peplum d'annata
o si divincolano tra macchie di colo- Rete4, 14.00, Il sipario strappato. valori quotidiani. In CTA, Scola rac- gamba. Il primo film di Aldo, (1959!). Potere guardarlo per rimet-
ri essenziali la cui massima satura- Mai perdere un Hitchcock! conta il suo affetto per la gente, e Giovanni e Giacomo, che denuncia tervi dallo shock se avete appena
zione cromatica gioca un ruolo di Sky, 21.00, The game. Un ricchissi- per il suo paese, racconta gli errori, senz'altro i suoi molti difetti costrut- visto Troy.
contrapposizione forte sia con il mo manager viene coinvolto in un le cattiverie, ed anche i ’beaux tivi, in particolare l'eccessiva presen- Sky, 21.00, Il signore degli anelli-Le
segno che con ampie zone di bianco. gioco di ruolo che gli sconvolge l'esi- gestes’, ma racconta soprattutto il za di sketches non ben fusi nella due torri. Imperdibilissimo!
Questo non-colore stabilisce nel stenza. Roboante ed eccessivo, per semplice ‘eroismo’ di ogni giorno, di narrazione. Tuttavia, il film è colmo
progetto del quadro pause che Anne Marie Beukman una conclusione che ti fa dire: tutto chi non si fa troppe domande e ‘tira di una comicità poetica e delicata, di Giuliano Corà