Sei sulla pagina 1di 30

CATALOGO

2010

C O M P O N E N T I

I D R O

T E R M O

S A N I T A R I

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE E TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI GAS

UNI TS 11344:2009

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

C O M P O N E N T I

I D R O

T E R M O

S A N I T A R I

LA QUALIT UNA SCELTA DI VITA

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE E TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI GAS

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

Le giunzioni delle tubazioni multistrato possono essere


realizzate mediante raccordi per sistemi multistrato conformi alla UNI/TS 11344.
Il processo di giunzione, i materiali, le attrezzature e gli
utensili impiegati devono essere quelli deniti dal produttore
del sistema per tubazioni multistrato, con le indicazioni e
le modalit previste sul libretto di istruzioni ed avvertenze,
posto specicatamente a corredo dello stesso. I raccordi
possono essere interrati o posti sottotraccia a condizione
che vengano rispettivamente inseriti in idoneo pozzetto
ispezionabile o apposita scatola ispezionabile con coperchio non a tenuta. I punti di giunzione in corrispondenza dei raccordi posizionati nei pozzetti devono essere
opportunamente protetti contro le corrosioni, secondo
quanto previsto dalla UNI EN 12954.
Prima di introdurre la tubazione nel raccordo deve essere
accertata lintegrit del raccordo stesso.

Il sistema Comisa Gas realizzato in accordo


alla normativa UNI TS 11344:2009 e pu essere installato secondo la UNI TS 11343:2009 congiuntamente
alla UNI 7129:2009.
Comisa Gas nasce dalla pluriennale esperienza Comisa nella produzione di sistemi multistrato per il
trasporto di gas combustibile in ambito domestico: le
certicazioni internazionali ottenute in questi anni sul
sistema ne testimoniano lafdabilit e la qualit.
Il sistema, composto da tubazioni multistrato e raccordi
a pressare in ottone, vi offre la pi ampia garanzia nelle
installazioni gas ad uso domestico. Le propriet del
sistema lo rendono sicuramente semplice ed afdabile
nella realizzazione di nuovi impianti e molto pratico nel
ripristino di quelli esistenti.
Del sistema fanno parte anche valvole, collettori, sistemi
di controllo e sicurezza attiva e passiva e attrezzature
per la posa, che rendono questo sistema completo ed
esclusivo sul mercato.

CARATTERISTICHE E VANTAGGI OFFERTI

Il sistema Comisa Gas viene utilizzato negli


impianti di adduzione con un campo di applicazione:

I principali vantaggi che il sistema Comisa Gas


pu offrire riguardano:

Categoria di Gas:
Gas metano e GPL

Installazione veloce ed afdabile rispetto ai sistemi


tradizionali

Massima pressione operativa:


0,5 bar

Elevata portata data la bassa rugosit interna del


sistema

Range di temperatura:
Temperatura da 20 C a + 70 C

Risparmio, per la possibilit di curvare il tubo senza


bisogno di raccordi

Il presente manuale tecnico contiene informazioni di carattere generale per quanto riguarda il punto di riconsegna
del gas e il collegamento allutilizzatore.
Di seguito verranno specicate tutte le indicazioni, sia
teoriche che pratiche, per la realizzazione in sicurezza
di un impianto per ladduzione di gas ad uso domestico
con il multistrato Gas.

COMISA spa

Completezza, per la ricca e completa gamma dimensionale


Qualit alta dei prodotti che compongono il sistema
Uniformazione: attrezzatura in comune col sistema
idrico Comisa press.
2

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

TUBO MULTISTRATO

Comisa Gas

Il sistema di distribuzione Comisa Gas consiste nellutilizzo congiunto del tubo multistrato con i raccordi a
pressare in ottone e consente di realizzare impianti di
adduzione di gas naturale e GPL da rete allinterno delle
abitazioni.
I tubi e i raccordi sono tra loro isolati elettricamente
grazie alla speciale conformazione della clip in plastica
che esclude ogni possibilit di contatto fra i due metalli
evitando cos fenomeni di corrosione elettrochimica.

Il tubo multistrato Comisa Gas composto


da:
A) Strato interno: tubo in polietilene reticolato PE-Xb
B) Strati leganti: due strati di adesivo legano il tubo
metallico intermedio allo stato esterno ed interno
C) Strato intermedio: tubo di alluminio saldato testa a
testa longitudinalmente
D) Strato esterno: tubo in polietilene stabilizzato colore
RAL 1023 (giallo)

DATI TECNICI TUBAZIONI MULTISTRATO Comisa Gas


Diametro nominale esterno (De)

16

20

26

32

mm

Valore nominale spessore tubo

mm

Diametro nominale interno

12

16

20

26

mm

Spessore alluminio

0,2

0,25

0,3

0,7

mm

0,104

0,143

0,266

0,403

Kg/m

50

50

50

50

-20/+70

-20/+70

-20/+70

-20/+70

0,5

0,5

0,5

0,5

Bar

Coefciente di dilatazione lineare

0.026

0.026

0.026

0.026

mm/m K

Rugosit supercie interna

0,007

0,007

0,007

0,007

mm

Diffusione ossigeno

0,00

0,00

0,00

0,00

mg/l

Colore

giallo

giallo

giallo

giallo

Peso della tubazione


Lunghezza rotolo
Temperatura operativa
Massima pressione operativa

COMISA spa

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

MARCATURA TUBO GAS

Aspetto
NORMA DI RIFERIMENTO
AZIENDA - MARCHIO PRODOTTO
DIAMETRO NOMINALE E SPESSORE NOMINALE
TIPO
IDENTIFICAZIONE STRATI MATERIALE
INFORMAZIONE DEL FABBRICANTE

Marcatura
****

MOP 0,5 GAS


MATERIALE/ALLUMINIO/MATERIALE

Esempio
UNIT TS 11344
COMISA GAS
16 x 2
MOP 0,5 GAS
PE-Xb-Al-Pe
DATI LOTTO
METRI - TEMPERATURA

CARATTERISTICHE DI FORNITURA
Misure: 16 x 2 - 20 x 2 - 26 x 3 - 32 x 3*
Nudo per installazioni sottotraccia
Inguainato per installazione in muri perimetrali: fornitura della guaina certicata per uso gas
* 32 su richiesta

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL RACCORDO

SPECIFICHE TECNICHE DEL SISTEMA


I raccordi devono essere identicati dal colore giallo
della clip in plastica e gli O-Ring, specici per GAS,
sono di colore giallo.
Le valvole e tutte le giunzioni iniziali e terminali del sistema
di tubazioni multistrato metallo-plastiche devono essere
inserite in apposite scatole ispezionabili con coperchio
non a tenuta e limpianto deve essere preferibilmente realizzato con tubo continuo. A tale scopo abbiamo creato
un set di valvole/collettori/acessori da posizionare nei
vari punti dellimpianto.
Il sistema si compone, per una sicurezza aggiuntiva, di
componenti per proteggere limpianto da danni meccanici,
come valvole termiche che intervengono in modo attivo
in caso di incendio e valvole di eccesso di usso che
proteggono in caso di perdita accidentale e possibile
successivo incendio o esplosione.
COMISA spa

A
C

B
D

A) Corpo: ottone EN 12165 CW617N.


B) O Ring: 2 O.R. spercici per gas (colore giallo).
C) Bussolotto: acciaio inox AISI 304 DIN EN 10088-2 sottoposto a
processo di solubilizzazione.
D) Anello a clip: in PE-LD, polietilene a bassa densit (colore giallo).
La forma della clip fornisce inoltre un riscontro preciso alla pinza TH.

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

INDICAZIONI GENERALI E PRECAUZIONI

Per una sicurezza di installazione


risulta indispensabile:

Per avere una corretta giunzione


con raccordi a pressare,
linstallatore deve controllare che:

controllare e vericare che durante il trasporto le tubazioni per Gas siano ottimamente imballate e appoggiate
su superci lisce e prive di protuberanze

al ne di realizzare una corretta giunzione con i raccordi, vericare che lestremit del tubo non presenti
residui, bave taglienti e tagli non perpendicolari, a
difesa dellintegrit della guarnizione di tenuta

una volta in cantiere il tubo (rotoli o barre) deve essere


mantenuto negli imballi originali e sistemato in luoghi
al riparo dalla luce diretta del sole, da carichi termici
e meccanici quali corpi taglienti o abrasivi. Evitare la
sistemazione in prossimit di condotti di alta tensione
e di camini

lintegrit del raccordo prima dellinstallazione evitando assolutamente lutilizzo di raccordi visibilmente
danneggiati
la guarnizione di tenuta non venga manomessa o
sostituita

prima del montaggio controllare lintegrit del rivestimento esterno del tubo

non consentito lutilizzo di tubi diversi da quelli indicati dal produttore del sistema nel presente libretto di
istruzioni ed avvertenze

impedire durante lesecuzione dellimpianto linltrazione di sostanze di contaminazione esterne quali


sporcizia, acqua, polvere, fango e cemento allinterno
delle tubazioni

controllare periodicamente lo stato dusura e lintegrit


delle ganasce di pressatura con una periodica pulizia
e controllare il buon funzionamento della pressatrice
in dotazione.

le istruzioni per il trasporto, stoccaggio e la posa


in opera del sistema, riportate sul presente libretto
distruzione, devono sempre essere rese disponibili
dal produttore e rispettate dallinstallatore.

COMISA spa

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

MODALIT DI INSTALLAZIONE

Taglio

Pressatura

Con lapposito attrezzo,


tagliare alla misura desiderata lestremit del tubo che
si intende raccordare.

Con lapposita pressatrice


corredata di pinza di diametro corretto per lo specico raccordo con prolo
TH, chiudere la giunzione
no al completo serraggio
della pinza

ATTENZIONE:
UN TAGLIO PERPENDICOLARE ALLA LUNGHEZZA DEL TUBO
FACILITER LA FASE DI CALIBRATURA.

ATTENZIONE:
LA CLIP IN PLASTICA DEL RACCORDO FORNISCE UN
RISCONTRO PRECISO CON LA PINZA DELLA PRESSATRICE,
COLLIMANDO PERFETTAMENTE CON LINCAVO DELLA
GANASCIA.

Calibratura

Controllo
Vericare la corretta pressatura del raccordo

Inserire nel tubo il calibratore della misura adatta.


Ruotare lo strumento premendo leggermente cos
da ottenere una estremit
del tubo libera da bave residue, con smusso iniziale
e diametro costante

ATTENZIONE:
PUR PRESSATO IL RACCORDO GIRA SUL TUBO.
QUESTO VI CONSENTIR DI POSIZIONARE
CORRETTAMENTE IL TUBO.
EVITARE TUTTAVIA DI FAR RUOTARE A LUNGO
IL TUBO SUL RACCORDO.

ATTENZIONE:
UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE CALIBRATORI
AD ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO.
CALIBRATORI PER TUBO PEX NON SONO ADEGUATI.

Inserimento
Inserire con unadeguata
pressione il tubo nel raccordo vericando il corretto
posizionamento mediante i
3 fori presenti sul bussolotto
in acciaio

GANASCIA PROFILO

TH

ATTENZIONE:
NON APPLICARE NELLA GIUNZIONE NESSUN TIPO
DI PASTA ABRASIVA, COLLANTE O LUBRIFICANTE CHE
RENDEREBBERO INEFFICACE IL RACCORDO.
COMISA spa

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

CRITERI DI POSA

Punto di riconsegna

Generalit

Il punto di riconsegna il punto in cui avviene il passaggio


di propriet del gas dallazienda distributrice (gruppo di
misura) allutente nale. Immediatamente a valle del punto
di riconsegna deve essere sempre inserito un dispositivo
di intercettazione provvisto di presa di pressione.
La possibilit di manovra del dispositivo dintercettazione che costituisce il punto di inizio deve essere limitata
esclusivamente allutente interessato. A tale scopo, se
necessario, si ritengono idonei rubinetti con chiavi, nicchie
ed armadietti con chiave ad uso esclusivo.
La presa di pressione deve essere inserita e realizzata in
modo da essere accessibile dallutente nale e lutilizzo
limitato ai soli addetti al lavoro abilitati.

Le tubazioni devono essere posate preferibilmente allesterno delledicio, limitando quanto pi possibile il percorso allinterno dei locali interni pertanto utile valutare
preventivamente il tracciato pi appropriato.

Allesterno delle unit immobiliari le tubazioni possono


essere installate:
interrate;
in strutture appositamente realizzate.

GAS

Fig. 1

Tracciati esterni allunit immobiliare

Schema gruppo di misura


e collegamento allimpianto gas
allacciato ad una rete
di distribuzione

Legenda
1 Dispositivo di intercettazione ingresso contatore/misuratore
(in genere di competenza del distributore)
2 Codolo di ingresso
3 Contatore/Misuratore
4 Eventuale presa pressione del contatore/misuratore; potrebbe essere prevista anche nel dispositivo di intercettazione
(1), oppure direttamente nella mensola di ssaggio o sul
codolo di uscita
5 Punto dinizio e dispositivo di intercettazione (di competenza
del cliente)
6 Presa di pressione completa di tappo; potrebbe essere
prevista anche direttamente nel dispositivo di intercettazione
(5) (di competenza del cliente)
7 Codolo di uscita
8 Mensola di ssaggio

6
5

8
4

GAS

Fig. 1

COMISA spa

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

INSTALLAZIONE DI TUBAZIONI INTERRATE


Le tubazioni gas interrate devono avere sul loro percorso riferimenti esterni in numero sufciente a consentirne
la completa e permanente individuazione, quali, per
esempio: targhe da ssare a muro o sul terreno atte ad
individuare la verticale della tubazione (anche disegni,
fotograe, ecc.).
Prima di provvedere alla posa del tubo deve essere accertata la completa integrit dello strato esterno plastico;
nel caso in cui fossero accertati danneggiamenti, incisioni
o alterazioni, il tubo non pu essere utilizzato.

il coperchio del pozzetto deve essere chiuso (non


grigliato), per garantire appropriate protezioni dai
raggi UV, e non deve essere a tenuta di gas.
Le tubazioni gas interrate devono essere mantenute
allesterno dei muri perimetrali delledicio da servire,
prima della loro fuoriuscita dal terreno.
La profondit di interramento della tubazione, misurata fra
la generatrice superiore del tubo ed il livello del terreno,
deve essere almeno pari a 600 mm. (vedi g. 2).

Le tubazioni devono essere posate su un letto di sabbia


ne o di materiale nemente vagliato (granulometria
non maggiore di 2,5 mm), di spessore minimo 100 mm
e ricoperte, per almeno altri 100 mm sopra lestradosso
degli stessi, con materiale dello stesso tipo.
Il riempimento successivo dello scavo pu essere completato con materiale di risulta, qualora idoneo, o quanto
diversamente prescritto dallente proprietario/concessionario del suolo o della strada. inoltre necessario
prevedere, ad almeno 300 mm sopra le tubazioni, la
posa di nastro segnaletico di avvertimento di colore giallo
(RAL 1003). Subito dopo luscita fuori terra, la struttura
appositamente realizzata per alloggiare il tubo deve
essere segnalata con il medesimo colore per almeno
70 mm o altro riferimento permanente.

Fig. 2

Posa interrata della tubazione

100

300

600

100

De

Le tubazioni interrate con raccordi per sistemi multistrato


devono possedere i seguenti requisiti:
i raccordi devono essere posti allinterno di un pozzetto
ispezionabile ed accessibile;
il pozzetto deve possedere una classe di resistenza
conforme alla zona di installazione, in accordo alla
UNI EN 124, ed avere una dimensione tale da consentire una corretta manovrabilit dellattrezzatura
secondo le indicazioni fornite dal singolo produttore
del sistema;

COMISA spa

LEGENDA (Dimensioni in millimetri)


1.
2.
3.
4.

NASTRO DI SEGNALAZIONE
MATERIALE DI RIEMPIMENTO
SABBIA
TUBAZIONE GAS
COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

Nei casi in cui detta profondit (600 mm) non possa essere rispettata, occorre prevedere una protezione meccanica
della tubazione ricorrendo ad una struttura appositamente realizzata o tubo guaina in materiale metallico (vedi g. 3).
Fig. 3

Esempio di posa interrata entro


apposita struttura (canaletta)
allinterno di un manufatto
LEGENDA
1. PAVIMENTAZIONE
2. TERRENO
3. SABBIA
4. PIASTRA DI COPERTURA
5. TUBAZIONE
6. NASTRO DI SEGNALAZIONE
7. ALLOGGIAMENTO
8. SOLETTA

Fig. 4

Posa interrata entro tubo guaina metallico

100

300

< 600

Nel caso di parallelismi, sovrappassi e sottopassi fra i tubi


del gas ed altre canalizzazioni preesistenti, la distanza
minima, misurata fra le due superci affacciate, deve essere
tale da consentire gli eventuali interventi di manutenzione
su entrambi i servizi e, dove necessario, la tubazione del
gas deve essere posta in guaina per evitare il pericolo
che eventuali dispersioni di gas possano interessare le
canalizzazioni su indicate (vedi g. 4).

COMISA spa

100

De

Qualora lintero impianto gas sia realizzato con il sistema


di tubazioni multistrato metallo-plastiche, non obbligatorio installare il giunto monoblocco (giunto dielettrico);
inoltre, dalla sua fuoriuscita dal terreno, la tubazione deve
sempre essere adeguatamente protetta contro lazione dei
raggi UV (per esempio canaletta chiusa oppure canaletta
grigliata pi guaina), da danneggiamenti meccanici e
da incendio, ove necessario.

LEGENDA (Dimensioni in millimetri)


1. NASTRO DI SEGNALAZIONE
2. MATERIALE DI RIEMPIMENTO
3. SABBIA
4. TUBAZIONE GAS
5. TUBO GUAINA METALLICO

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

INSTALLAZIONE ESTERNA IN STRUTTURA APPOSITAMENTE REALIZZATA

consentita la posa delle tubazioni del gas in struttura


appositamente realizzata (canaletta) sulla parete perimetrale esterna delledicio, purch siano sempre adeguatamente protette lungo tutto il loro percorso esterno
contro lazione dei raggi UV (per esempio canaletta
chiusa oppure canaletta grigliata pi guaina), da danneggiamenti meccanici (con particolare attenzione a
quelle zone soggette a transito o manovra di mezzi) e
da incendio, ove necessario.

devono essere posizionate in maniera tale da evitare


il convogliamento di eventuali dispersioni di gas verso
linterno di fabbricati e/o cavit.
Le tubazioni gas non possono essere installate direttamente
sotto traccia sulle pareti esterne dei muri perimetrali e/o
nelle intercapedini comunque realizzate.
La struttura appositamente realizzata (canaletta), pu essere ancorata o ricavata direttamente nellestradosso della
parete esterna (vedi g. 5c). In questultimo caso le
pareti, che deniscono lalloggiamento, devono essere
impermeabilizzate verso linterno della parete nella quale
ricavato. Tale operazione pu essere effettuata anche
mediante idonea zaffatura di malta di cemento.

La struttura appositamente realizzata, deve essere costituita


da materiali resistenti agli agenti atmosferici e incombustibili; qualora sia necessario proteggere la tubazione gas
dallincendio, deve essere realizzata con materiali con
resistenza al fuoco adeguata e rispettare le prescrizioni
minime di installazione.
La supercie di chiusura, se esistente, anche se grigliata,
deve essere di tipo rimovibile per permettere, alloccorrenza, eventuali ispezioni e manutenzioni (vedi gg. 5a
e 5b).
ammessa linstallazione di una tubazione gas in canaletta chiusa (non grigliata), se provvista alle estremit di
opportune aperture di aerazione rivolte verso lesterno
ed ubicate a distanza di sicurezza da altre aperture e/o
possibili fonti di incendio. Tale canaletta deve consentire
alloccorrenza eventuali ispezioni e manutenzioni su tutta
la sua lunghezza e le aperture di aerazione devono
essere realizzate in modo da evitare lirradiazione di
raggi UV sulla tubazione gas.

Fig. 5a

Posa, con guaina, entro canaletta grigliata


1
2

3
LEGENDA
1. TUBAZIONE GAS
2. GUAINA
3. CANALETTA
4. COPERTURA GRIGLIATA
5. RACCORDO

Per i gas di densit relativa allaria superiore a 0,8 la


canaletta non pu scendere al di sotto del piano di
campagna. Lapertura di aerazione ubicata nella parte
bassa della canaletta deve essere posizionata in modo
tale da impedire raccolte di liquidi e deve essere ubicata
a quota superiore al piano di campagna; tali aperture
COMISA spa

10

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

1
2

Fig. 5b

Posa entro canaletta chiusa


3
4
LEGENDA
1. TUBAZIONE GAS
2. ASOLE AREAZIONE CON BARRIERA AI RAGGI UV
3. CANALETTA
4. RACCORDO
5. COPERTURA NON GRIGLIATA

5
2

Fig. 5c

Esempi di realizzazione di apposita struttura (canaletta) su parete esterna

2
LEGENDA

B
3

della parete esterna

INTONACO
CANALETTA
TUBAZIONE GAS
GRIGLIA O SUPERFICIE CHIUSA
ANCORAGGIO TUBO GAS
MATTONI FORATI
MALTA DI CEMENTO
CANALETTA NICCHIA

A Canaletta ancorata
B Canaletta ricavata nellestradosso

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.

1
2
7

8
3

4
6

5
COMISA spa

5
11

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

TRACCIATI INTERNI ALLUNIT IMMOBILIARE

Le tubazioni allinterno dei locali di propriet e nelle


eventuali pertinenze devono essere installate sotto traccia.
Qualora devono essere soddisfatte prescrizioni relative
alla prevenzione incendi, la condotta deve essere inserita in apposito alloggiamento, che rispetti le seguenti
prescrizioni minime:

Installazioni interne sotto traccia


Le tubazioni sotto traccia possono essere installate nelle
strutture in muratura (nei pavimenti, nelle pareti perimetrali,
nelle tramezze sse, nei solai, ecc.) purch siano posate
con andamento rettilineo, verticale ed orizzontale e siano
rispettate le condizioni di seguito riportate. Il posizionamento nella soletta del balcone deve rispettare quanto
prescritto per le pareti perimetrali esterne delledicio.

lalloggiamento sia realizzato in materiale incombustibile, di resistenza al fuoco pari a quella richiesta dal
locale/compartimento attraversato ed in ogni caso
non minore di REI 120;

Le tubazioni inserite sotto traccia possono essere posate


ad una distanza non maggiore di 200 mm dagli spigoli
paralleli alla tubazione (vedi g. 6) e con elementi atti
a permetterne lindividuazione del percorso (anche disegni, fotograe, ecc.), ad eccezione dei tratti terminali
per lallacciamento degli apparecchi, tratti che devono
peraltro avere la minore lunghezza possibile.

la tubazione gas non presenti giunti allinterno dellalloggiamento non ispezionabile;


le pareti dellalloggiamento siano impermeabili ai
gas;

Nel caso di posa sotto traccia entro la fascia di 200 mm,


ubicata nella zona pi bassa di una parete, preferibile
collocare la tubazione nella met superiore di tale fascia,
per evitare i possibili danneggiamenti causati da interventi
successivi, quali per esempio la posa di battiscopa, ecc.
(vedi g. 6).

sia ad esclusivo servizio dellimpianto gas;


lalloggiamento sia permanentemente aerato verso
lesterno con apertura alle due estremit ubicate a
distanza di sicurezza da altre aperture e/o possibili
fonti di incendio; lapertura di aerazione alla quota pi
bassa deve essere provvista di rete tagliaamma e, nel
caso di gas con densit maggiore di 0,8, deve essere
ubicata a quota superiore al piano di campagna; tali
aperture devono essere posizionate in maniera tale
da evitare il convogliamento di eventuali dispersioni
di gas verso linterno di fabbricati e/o cavit;

Nel caso la tubazione sia collocata entro la met inferiore di tale fascia (che si estende no a 100 mm sopra il
pavimento), necessaria una segnalazione esterna che
individui in modo chiaro, ben leggibile e permanente la
posizione della tubazione del gas, per evitare i possibili
danneggiamenti causati da interventi successivi, quali per
esempio la posa di battiscopa, ecc. (vedi g. 6).

le aperture di aerazione devono essere realizzate ed


ubicate in modo da evitare lirradiazione di raggi UV
sulla tubazione gas.

COMISA spa

12

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

Nel caso di posa di tubazioni nelle pareti che contengano piccole cavit (esempio mattoni forati) necessario
che le tubazioni siano inserite in una guaina protettiva
che impedisca eventuali inltrazioni di gas nelle cavit
stesse (vedi g. 7).
Lintera tubazione sotto traccia deve essere annegata in
malta di cemento (1:3), anche in presenza della guaina
di protezione o rivestimento protettivo, di spessore non
minore di 20 mm, operando come segue:

Zone da utilizzare per la posa sotto traccia


di tubazioni gas
0

20

Fig. 6

Parete
1
200

Parete

100

realizzata la traccia, si procede alla stesura di uno


strato di almeno 20 mm di malta di cemento, sul quale
deve essere collocata la tubazione;

Pavimento

dopo la prova di tenuta dellimpianto, la tubazione


deve essere completamente annegata in malta di
cemento realizzando attorno al tubo un massello di
cemento di spessore pari a 20 mm.

200

LEGENDA
1. 10 VOLTE IL DIAMETRO PER De 60,3 mm
38 VOLTE IL DIAMETRO PER De > 60,3 mm
ZONA PER TUBAZIONI SOTTO TRACCIA
Dimensioni in millimetri

Le tubazioni devono essere posate nel rispetto delle


distanze dagli spigoli; nel caso in cui non sia possibile
rispettare tale distanze, la tubazione deve risultare sempre ortogonale alle pareti ed il tracciato deve essere
segnalato negli elaborati graci.

I rubinetti e tutte le giunzioni iniziali e terminali del sistema


di tubazioni multistrato metallo-plastico devono essere inserite in apposite scatole ispezionabili con coperchio non
a tenuta; gli organi di manovra dei rubinetti devono essere
posti in posizione visibile e facilmente accessibile.
Limpianto deve essere preferibilmente realizzato con tubo
continuo: a tale scopo possono essere utilizzati adeguati
collettori allinizio dellimpianto. Eccezionalmente, ove
particolari condizioni operative rendano impossibile
tale soluzione, ammissibile la giunzione intermedia,
inserita in apposita scatola ispezionabile con coperchio
non a tenuta.
Pu essere evitata la formazione della traccia per la
posa delle tubazioni a pavimento, sempre che le stesse
siano posate direttamente sulla caldana del solaio e
ricoperte con almeno 20 mm di malta di cemento anche
in presenza di guaine di protezione o rivestimenti protettivi
(vedi g. 7).

Fig. 7

Tubazioni sottotraccia
annegate in malta
di cemento

2
3

LEGENDA
1.
2.
3.
4.

MATTONI FORATI
GUAINA
MALTA DI CEMENTO
TUBAZIONE GAS

Dimensioni in millimetri

De
COMISA spa

13

20

20

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

ATTRAVERSAMENTO DI MURI PERIMETRALI


Fig. 8

Nellattraversamento di muri perimetrali esterni, lintercapedine fra tubo guaina e tubo gas deve essere sigillata
con materiali adatti (per esempio silicone, cemento plastico e simili) in corrispondenza della parte interna del
locale (vedi g. 8).
Nellattraversamento di muri perimetrali esterni provvisti
di intercapedine daria, la guaina deve essere esclusivamente metallica (vedi g. 8).

Attraversamento di una parete perimetrale


esterna con intercapedine daria

2
7

8
12

3
6

LEGENDA
1. AMBIENTE ESTERNO
2. AMBIENTE INTERNO
3. TUBO GUAINA
4. SEZIONE LIBERA
5. SIGILLATURA
6. TUBAZIONE GAS
7. INTONACO INTERNO
8. INTONACO ESTERNO
9. RACCORDO
10. INTERCAPEDINE DARIA
11. CASSETTA ISPEZIONABILE (SE NECESSARIA)
12. STRUTTURA APPOSITAMENTE REALIZZATA

5
11

10

Fig. 9

Nellattraversamento di solette (pavimenti, softti o balconi)


il tubo deve essere inserito in una guaina sporgente almeno
20 mm dal lo piano pavimento e lintercapedine fra il
tuboe il tubo guaina deve essere sigillata con materiali
adatti (per esempio silicone, cementoplastico e simili). In
ogni caso, nella posa delle tubazioni, non consentito
luso di materiali che possono risultare corrosivi per la
tubazione (vedi g. 9).

Attraversamento di solette (pavimento o softti)


3

20

LEGENDA
1.
2.
3.
4.
5.

Dimensioni in mm.

2
COMISA spa

TUBAZIONE GAS
INTERCAPEDINE
SIGILLATURA
TUBO GUAINA
CASSETTA ISPEZIONABILE (SE NECESSARIA)

14

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

VERIFICA E PROVA DI TENUTA DELLIMPIANTO

La prova meccanica e di tenuta dellimpianto e la messa in servizio dello stesso deve essere effettuata da
personale tecnico idoneo e certicato ad installazioni
di impianti gas.

Prova di tenuta dellimpianto


La prova di tenuta dellimpianto deve essere realizzata
come prescritto dalla norma UNI 7129 (Collaudo dellimpianto interno Prova di tenuta dellimpianto interno).
Immettere nellimpianto, attraverso la presa di pressione,
aria o gas inerte no ad una pressione di 100 mbar.
Attendere 15 minuti per stabilizzare la pressione e vericare che passati altri 15 minuti non si siano vericate
perdite.
Il risultato positivo delle prove meccaniche e di tenuta
dellimpianto deve essere documentato ed allegato alla
documentazione tecnica che accompagna limpianto.
Per le procedure e periodicit dei controlli e manutenzioni
si rimanda a quanto disposto dalle leggi e/o dalle norme
vigenti, in particolare alla norma UNI 11137-1.

Prova meccanica dellimpianto interno


La prova meccanica per vericare la corretta pressatura
ed esecuzione dellimpianto, realizzata con aria o gas
inerte, deve essere eseguita con pressione minima di 5
bar e mantenuta per almeno 2 ore.

COMISA spa

15

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

SCHEMI DI POSA
CODICE

CODICE

87.81.050
87.81.051
87.81.052
87.81.053

87.81.065
87.81.066

CODICE

CODICE

87.81.069

87.81.074

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.

ALLACCIAMENTO RETE DI DISTRIBUZIONE


VALVOLA A SFERA CON PRESA DI PRESSIONE
COLLETTORE GAS CON VALVOLA A SFERA DI INTERCETTAZIONE
VALVOLA GAS DA INCASSO
KIT DA INCASSO PER RACCORDO DI USCITA
CALDAIA
UTENZE DOMESTICHE

CODICE

87.81.074

Per tubazioni sottotraccia interne allabitazione


i dispositivi da utilizzare (3 / 4 / 5)
devono essere installati in scatole ispezionabili
a tenuta nella parte murata e con coperchio
non a tenuta verso lambiente.

COMISA spa

16

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

SCHEMI DI POSA
3

ALLACCIAMENTO
UTENZE DOMESTICHE

ALLACCIAMENTO
CALDAIA

Soluzione 1
AD INCASSO
SOTTOTRACCIA
Soluzione 2
SOLO QUANDO
LA VALVOLA A VISTA
O RISULTA FACILMENTE
ACCESSIBILE

CODICE

5
CODICE

87.81.080

87.81.080

CODICE

87.81.081

7
6

COMISA spa

17

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

VALVOLA A SFERA
CON PRESA DI PRESSIONE

Tutte le valvole ed i raccordi del kit modulare


sono dotati di presa di pressione Punto Arancio.
Facile e rapida
Il collegamento per la misurazione si trova proprio nel punto pi accessibile dellimpianto. In soli 30 secondi si esegue
loperazione di prova dellimpianto.

Sicura
Durante la fase di collegamento per la misurazione non c nessun rischio di fuoriuscita del gas, grazie alla doppia
valvola di sicurezza brevettata.

Norma
La presa di pressione Punto Arancio certicata DVGW secondo la VP308 e soddisfa i requisiti normativi della
UNI7129-1 2008.

COMISA spa

18

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

Prova di tenuta dellimpianto


Il collaudo dellimpianto deve essere eseguito secondo le speciche della norma UNI7129-1.

Prova di pressione
La prova deve essere effettuata con limpianto in esercizio.

* Attacco rapido disponibile con uscita lettata o con connessione TESTO compatibile.
Valvola dintercettazione a sfera G2 con maniglia di sicurezza e Punto Arancio
Valvola di intercettazione gas omologata secondo DIN-EN331 (DVGW)
Presa di pressione Punto Arancio integrata
Maniglia di sicurezza
Permette il bloccaggio della valvola in posizione chiusa in modo da
evitare pericolose aperture accidentali. Lapertura della valvola possibile solamente mediante una preventiva pressione della maniglia.
La UNI 7129 1:2008 4.1 pag. 7 prevede la maniglia di sicurezza dove la possibilit di manovra limitata esclusivamente al
solo utente interessato.

COMISA spa

19

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

Valvola con chiave di sicurezza e Punto Arancio


Valvola di intercettazione gas omologata secondo DIN-EN331 (DVGW)
Presa di pressione Punto Arancio 1 integrata
Maniglia con chiave di sicurezza e morosit.

La UNI 7129 1:2008 4.1 pag. 7 prevede lutilizzo della valvola dotata di MANIGLIA CON CHIAVE
DI SICUREZZA IN CASO CHE LA STESSA SIA DI ACCESSO AD ESTRANEI DELLUTENZA.

1.
La valvola con chiave in
questa posizione funziona
normalmente
ON/OFF e la chiave non
pu essere estratta.

COMISA spa

2.
La valvola con chiave in
questa posizione,
bloccata su OFF,
la chiave pu essere
estratta.

20

3.
La valvola con chiave
in questa posizione,
bloccata su OFF.
NON pu essere
sbloccata con la chiave
utente. Questa modalit
attivabile con la sola
chiave PASSEPARTOUT.

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

COLLETTORE GAS CON VALVOLA A SFERA DI INTERCETTAZIONE

Collegamento rapido e sicuro


Il collettore gas permette lallacciamento di pi utenze
senza inserire nellimpianto pi raccordi di derivazione
riducendo le giunzioni.

Colegamento rapido e sicuro


Il collettore stato progettato per poter essere installato
a 360.
Cassetta ispezionabile
Per i collegamenti sottotraccia disponibile la cassetta
metallica ispezionabile con coperchio regolabile.
Caratteristiche tecniche
PRESSIONE DI ESERCIZIO
TEMPERATURA DI ESERCIZIO
TEMPERATURA INTERVENTO FIREBAG*:
RESISTENZA TERMICA FIREBAG*

MOP5
20C + 60C
100C - 5K
925C - 60 min. GT5

Il dispositivo di sicurezza passiva ad attivazione termica


blocca il usso del gas in caso di innalzamento della
temperatura oltre i 100C.

* Solo per i collettori con dispositivo di sicurezza passiva ad attivazione


termica.

NORME DI RIFERIMENTO:
DIN EN 331 - DIN 3586

COMISA spa

21

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

VALVOLA GAS DA INCASSO


La vecchia installazione
Nella maggior parte delle installazioni gas interne le valvole dutenza vengono ubicate in zone poco accessibili,
perch sono componenti piuttosto grezzi o comunque
antiestetici, che non si integrano con il design della casa.
Quindi attualmente la valvola gas viene posizionata come
viene mostrato di seguito.

K2 il nuovo punto di riferimento dei rubinetti di inter-

Caso B

Non rispettando quanto


richiesto dalla norma,
la valvola installata
nel vano sotto il lavello.
La UNI7129-1: 2008 detta:
Che deve sempre essere
inserito un rubinetto di
utenza, posto in posizione
accessibile.( 4.4.1.14)
La valvola nellimmagine non
facilmente accessibile, ancor
pi in caso di emergenza.

In altri casi si utilizzano


valvole gas da incasso con
comando a maniglia esterna
che risultano essere
inopportune anche
dal punto di vista estetico,
per il design non sempre
adeguato allambiente
e involontariamente
manovrabili.

In sintesi possiamo raggruppare le sue peculiarit sotto


i seguenti principi:

cettazione sotto traccia per impianti gas domestici.

Accessibilit e facilit di manovra


Design
Sicurezza
Semplicit nellinstallazione

Linnovazione che Comisa propone con il rubinetto di


intercettazione K2, protetto da tre brevetti, sta nel soddisfare tutti i requisiti della norma con la combinazione di
caratteristiche tecniche straordinarie della valvola sotto
traccia e un design nalmente adeguato alla casa di
oggi.

COMISA spa

Caso A

Per le sue dimensioni compatte, la K2 pu essere installata


in qualsiasi punto dello spazio abitativo come un comune
interrutore elettrico.
22

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

Valvola di intercettazione
Unica nel suo genere, come indicato dalla UNI EN1775,
la valvola ed i relativi raccordi di connessione sono in
grado di soddisfare la tenuta
alle alte temperature, HTB 650 GT0.1.

SICUREZZA
OMOLOGATA SECONDO
DIN EN331 - EN1775

Utilizzare il raccordo di giunzione diritto maschio


cod. 87.83.160/200

Aerazione
La UNI 7129.1 prevede che la scatola da incasso sia
a tenuta verso la muratura, con coperchio non a tenuta
verso lambiente esterno.
A tal proposito la scatola K2 soddisfa quanto sopra,
garantendo un efcace aerazione verso lesterno in caso
di perdite nellimpianto senza lutilizzo di sigillante.

COMISA spa

23

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

UNI 7129
In particolare si vogliono evidenziare alcuni punti della
UNI 7129 che in modo specico rimandano alle
caratteristiche della Valvola Gas da Incasso K2.
Le tubazioni sotto traccia (4.5.5 Installazioni interne
sotto traccia) possono essere installate nelle strutture in
muratura (nei pavimenti, nelle pareti perimetrali, nelle
tramezze sse, nei solai, ecc.) purch siano posate
con andamento rettilineo verticale ed orizzontale e
siano rispettate le condizioni riportate nelle clausole
del paragrafo 4.5.5.

Se la tubazione sottotraccia i dispositivi di intercettazione (rubinetti) conformi per i diametri no a


DN 50 alla UNI EN 331 devono essere installati in
scatole ispezionabili:
4.3.1.1.2 - a tenuta nella parte murata e con
coperchio non a tenuta verso lambiente.
Altres
4.5.5.8 I rubinetti e tutte le giunzioni, ad eccezione delle saldature/brasature, devono essere
a vista od inserite in apposite scatole ispezionabili
a tenuta nella parte murata e con coperchio non a
tenuta verso lambiente.

Nello specico importante tuttavia sottolineare


che:
4.5.5.5 Nel caso in cui le pareti contengano cavit
(per esempio mattoni forati) necessario che le tubazioni del gas siano inserite in una guaina.

Inoltre
3.3.7 guaina: Tubo di protezione in cui passa una
tubazione gas. (La guaina ha la funzione di proteggere meccanicamente il tubo gas e di
convogliare eventuali tralamenti di gas direttamente
allesterno o in locali aerati o aerabili) avente diametro interno maggiore di 10 mm rispetto al
diametro esterno della tubazione.

4.4.1.14 A monte di ogni apparecchio di utilizzazione, e cio a monte di ogni collegamento essibile
o rigido, fra lapparecchio e limpianto interno, deve
sempre essere inserito un rubinetto di utenza,
posto in posizione accessibile.

Kit da incasso
per raccordo di uscita RK
Kit composto da:
raccordo squadra lettato
scatola per impianti gas sottotraccia
placca bianca regolabile
staffe supporto regolabili
cappuccio di protezione
Utilizzare il raccordo di giunzione diritto maschio cod. 87.83.160/200

COMISA spa

24

COMISA

gas

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

SICUREZZA AGGIUNTIVA

Dispositivi di sicurezza ad eccesso di usso


per impianti gas
Il GST un dispositivo automatico di sicurezza
che blocca istantaneamente il usso del gas nella
conduttura ogni qualvolta venga superato accidentalmente il valore di portata predenito.

Caratteristiche tecniche
PRESSIONE DI ESERCIZIO

15-100 mbar

TEMPERATURA DI ESERCIZIO

20C + 60C

PERDITA DI CARICO

< 0.5 MBAR

VALORE DI SOVRAFLUSSO

VL <30 LT/H A 100 mbar (aria)

RESISTENZA TERMICA VERSO LESTERNO

GT5 925 C - 60 min.

RESISTENZA TERMICA INTERNA

200C

DENSIT GAS

D = 0,64

FUNZIONAMENTO
Il funzionamento del GST pu essere paragonato a quello di un interruttore amperometrico in un
impianto elettrico.
Il GST non protegge limpianto da perdite che non
siano superiori al usso nominale denito.
Il GST inserito nellimpianto rimane inattivo anche con valori massimi di usso nominale VGAS
(Fig.1)
Quando per cause accidentali il valore Vs GAS
predeterminato viene superato (Fig.2) lotturatore del
GST blocca istantaneamente il usso del gas.
Il suo ripristino avviene automaticamente tramite un
foro, che crea attraverso il sovra-usso VL un equilibrio
della pressione a monte e a valle del dispositivo,
quando siano state rimosse le cause che hanno
provocato la chiusura del GST.

NORME DI RIFERIMENTO:
DVGW VP305-1 (2007-12)

COMISA spa

25

MADE IN ITALY

SISTEMA RACCORDI A PRESSARE


E TUBO MULTISTRATO
PER IMPIANTI GAS

Dispositivo di sicurezza passiva


ad attivazione termica che blocca
il usso del gas.

Caratteristiche tecniche
PRESSIONE DI ESERCIZIO

MOP5

TEMPERATURA DI ESERCIZIO

20C +60C

TEMPERATURA INTERVENTO FIREBAG

100C -5K

RESISTENZA TERMICA FIREBAG

GT5 925C - 60 MIN.

SCOPO
FIREBAG impedisce la fuoriuscita del gas dalla
rete di distribuzione in caso di incendio e limita in
tal modo lo sviluppo dellincendio stesso.
costruito in modo che la sua attivazione avvenga tra i 95C ed i 100C, e la sua funzione
garantita no a 925C per unora.

FUNZIONAMENTO
FIREBAG costituito da un corpo esterno in
acciaio e da un dispositivo
interno termosensibile.
Al raggiungimento della temperatura esterna di
100C la lega metallica, che tiene unito lotturatore
alla cartuccia, si fonde e la forza di compressione
della molla proietta lotturatore contro il foro di
passaggio del gas chiudendolo completamente
(FIG.1).

NORME DI RIFERIMENTO:
DIN 3586
Direttiva PED 97/23/CE
Direttiva Gas 90/396/CEE

COMISA spa

26

COMISA

gas

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

1 - Ordini

8.5

Tutti gli ordini si intendono assunti a titolo di prenotazione e senza la nostra conferma dordine, non impegnano la ns. Societ alla consegna anche parziale di quanto ordinato.

Qualsiasi reso non conforme a quanto summenzionato viene automaticamente


respinto. COMISA s.p.a. si riserva, qualora il materiale non rientri in ottime condizioni o la contestazione per non conformit tecnica sia privo di fondamento di
addebitare al cliente i costi sostenuti decurtando direttamente nella nota di accredito,
una percentuale forfettaria sul valore netto della merce.

2 - Prezzi
Si intendono validi solamente i prezzi della nostra conferma dordine.

9 - Contestazioni

Per qualsiasi controversia insorta fra COMISA ed il Cliente competente in via esclusiva
il Foro di Brescia.

3 - Termini di consegna
Sono soltanto indicativi e non danno diritto al Committente di annullare lordine o
reclamare danni di qualsiasi natura per ritardi derivanti da incidenti di fabbricazione o
di forza maggiore.

10 - Garanzia

10.1 Oggetto e durata della garanzia


COMISA garantisce i materiali forniti per la realizzazione di impianti di riscaldamento/raffreddamento sottopavimento per il periodo di 30 anni dallinstallazione,
esclusivamente se limpianto viene interamente eseguito con materiali COMISA,
o con materiali autorizzati per iscritto da COMISA, secondo le indicazioni di
installazione e di posa fornite da COMISA.

4 - Imballo
Limballo gratuito e non si accetta di ritorno.
5 - Confezioni

10.2 Estensione territoriale della garanzia


La garanzia valida in tutti i Paesi del mondo, ad esclusione di U.S.A. e
Canada.

COMISA s.p.a. vende solo per confezioni chiaramente indicate nei propri listini di vendita.
Solamente le campionature possono essere evase a sfuso.

10.3 Esclusioni dalla garanzia


La garanzia non opera:

6 - Pagamenti
I termini di pagamento specicati in fattura si intendono tassativi. Non si accettano condizioni
difformi se non preventivamente ed espressamente pattuite. In caso di pagamento mediante
assegno, esso deve essere intestato a COMISA s.p.a. e viene accettato salvo buon ne.
Qualora i pagamenti non siano effettuati nei termini stabiliti, senza preventivo accordo
COMISA s.p.a. si riserva il diritto di sospendere o annullare forniture in corso di spedizione
ed ogni altro eventuale ordine gi accettato. Eventuali contestazioni di qualsiasi natura
non conferiscono al Committente la facolt di sospendere i pagamenti in corso. Gli ordini
evasi e fatturati, anche in parte, saranno regolati alle condizioni stabilite, intendendosi
che i pagamenti delle merci spedite non potranno essere subordinati al completamento
dellordine. Sui pagamenti ritardati oltre i termini stabiliti e riportati in fattura, decorreranno,
senza pregiudizio di ogni altra azione, gli interessi di mora. COMISA s.p.a. riconosce
validi solamente i pagamenti effettuati presso la propria Sede Sociale o tramite bonico
bancario. Possono ricevere pagamenti per nostro conto solo coloro che sono muniti di
apposito ed esplicito mandato. In ogni caso gli assegni e gli effetti cambiari vengono da
noi ricevuti salvo buon ne, ed il loro importo da noi registrato a saldo o acconto di
nostri. crediti subordinatamente e solo dopo lavvenuto effettivo incasso.

In caso di utilizzo di materiali non garantiti da COMISA o da questa non autorizzati per iscritto;
Quando il difetto dipende da unerrata installazione, da unerrata manutenzione
o da interventi sullimpianto non autorizzati da COMISA;
Quando il difetto dipende da causa di forza maggiore o da guasti o rotture
di sistemi, impianti, strutture, centrali presenti presso la sede del cliente, ai quali
limpianto COMISA direttamente o indirettamente collegato, o in qualsiasi modo
dipendente;
Quando il cliente era a conoscenza del difetto e/o della mancanza, o non poteva
ignorarlo utilizzando lordinaria diligenza.
10.4 Obblighi del beneciario della garanzia
La garanzia operante solamente nellipotesi in cui il beneciario rispetti tutte le
condizioni di seguito esposte:
Segnalazione per iscritto, entro otto giorni dalla consegna della merce o dalla
scoperta del vizio/difetto, indicando il numero di fattura cui riferita la merce
presunta viziata, nonch la specica descrizione del difetto riscontrato;

7 - Responsabilit - Reclami

Avere rispettato i capitolati tecnici e le regole di installazione dellimpianto fornite


da COMISA, nonch la normativa vigente al momento della posa;

Nel caso in cui il trasporto sia a carico dellacquirente (ex-works), COMISA s.p.a. non
responsabile di eventuali ritardi, disguidi, rotture, furti, ammanchi, manomissioni dei ns.
materiali e pertanto non accredita merce manomessa, danneggiata o perduta nel corso
del trasporto. In ogni caso eventuali reclami o contestazioni per vizi apparenti devono
essere comunicati immediatamente al Vettore allatto dello scarico del materiale effettuando specica riserva scritta sulla bolla di consegna (D.P.R. NR. 450 del 02.08.1985)
inviandone tempestivamente copia allUfcio Vendite COMISA s.p.a. (anche a mezzo
fax). Non sono accettate contestazioni relative a mancanza di colli, rotoli o pallets non
rilevate per iscritto sulla bolla di consegna al Vettore. I reclami sono accettati non oltre
8 gg. dalla data di consegna della merce rilevabile sulla bolla di consegna (Art. 1511 e
1495 del C.C.) e devono riportare in modo chiaro loggetto della contestazione.

Avere conservato la merce viziata nello stato in cui stata fornita, senza alcuna
manomissione od intervento ulteriori.
10.5 Obbligo di pagamento
Lacquirente non pu opporre eccezioni al ne di evitare o ritardare il pagamento
ai sensi dellart. 1462 c.c.
10.6 Contestazione dei vizi, accertamento e denizione del danno
In caso di segnalazione di vizi conformemente allart. 10.4, COMISA si impegna
a intervenire presso il cliente entro 48 ore dalla segnalazione del vizio, inviando
un proprio incaricato per laccertamento del difetto e delleventuale danno. Tale
incaricato potr autorizzare la riparazione del difetto da parte di soggetti diversi
da COMISA, purch si tratti di interventi preventivamente concordati ed autorizzati
da COMISA.
Non potranno essere reclamati danni conseguenti ad interventi effettuati dallacquirente senza la preventiva autorizzazione di COMISA, n verranno accettati resi
da parte del cliente, senza che ci sia preventivamente comunicato ed autorizzato
da COMISA.
COMISA si riserva di addebitare al cliente le spese di intervento qualora il danno
sia imputabile ad uno degli eventi indicati allart. 10.3.

8 - Resi
COMISA s.p.a. non accetta resi di materiale salvo contestazioni per presunte non conformit tecniche accertate da un incaricato della COMISA s.p.a. o presso il ns. Laboratorio
o errori di consegna di COMISA s.p.a. o comunque non imputabili al cliente. Il reso deve
comunque essere preventivamente autorizzato dalla COMISA s.p.a.
Condizioni essenziali di accettazione del reso:
8.1 Presa di contatto con COMISA S.p.A. per lottenimento del numero di autorizzazione
al reso
8.2 Rientro del materiale perfettamente imballato e in ottime condizioni
8.3 Bolla con causale reso merce e non vendita
8.4 Bolla di accompagnamento, contenente tutti i riferimenti dellacquisto originario
(numero e data fattura)
8.4

11 Cataloghi ed opuscoli

Tutte le illustrazioni contenute nei cataloghi, negli opuscoli, nelle offerte e nei disegni
COMISA hanno un valore puramente esplicativo ed illustrativo e non sono vincolanti
relativamente alle indicazioni di peso e dimensioni ivi rafgurate/indicate.

Emissione da parte di COMISA s.p.a. della nota di accredito

COMISA spa

35

MADE IN ITALY

DICHIARAZIONE DI CONFORMIT
PISOGNE, 20 MAGGIO 2010

la sottoscritta

produttrice di componenti per impianti idrotermici e di adduzione gas,


con sede in PISOGNE (BRESCIA), Via Neziole, Zona Artigianale n. 27

DICHIARA
sotto la propria ed esclusiva responsabilit che il sistema

ralizzato inconformit alle speciche tecniche della Norma UNI TS 11344:2009


SISTEMI DI TUBAZIONI MULTISTRATO METALLO/PLASTICI
E RACCORDI PER IL TRASPORTO DI COMBUSTIBILI GASSOSI PER IMPIATI INTERNI

DICHIARA
inoltre che COMISA GAS SYSTEM pu essere installato secondo la UNI TS 11343:2009
congiuntamente alla UNI 7129:2009
FEDERICO DE LISI
Direttore Generale

Dichiarazione n. 01/2010

25055 PISOGNE (BS) - ITALY - LOCALIT NEZIOLE - ZONA ARTIGIANALE, 27

- TEL. + 39 0364.896811 - FAX +39 0364.896825 -

WWW.COMISA.IT

RTIFIE

QU
A

S
IT
Y SY

La qualit una scelta di vita

25055 PISOGNE (BS)


Via Neziole - Zona Artigianale, 27
ITALIA Tel. +39 0364 896811
EXPORT Tel. +39 0364 896861
Fax +39 0364 896825

www.comisa.it