Sei sulla pagina 1di 68

24

Giugno 2010 - Anno 3 - Numero 25

energia tradizionale
pag. 9

Nuove tariffe biorarie


Guida alla scelta
per le piccole imprese
Il regime in vigore dal 1 luglio
muta abitudini e modi di produrre
Risposte ai dubbi e offerte in campo

energia alternativa
pag. 25

Pi incentivi che mercato


Le rinnovabili attirano
ma faticano a crescere
Gli industriali chiedono alle banche
di premiare sviluppo e consumi
Cari e incerti gli investimenti in Italia

Il Sole24Ore BusinessMedia S.r.l. - Via G. Patecchio, 2 20141 Milano

ambiente sostenibile
pag. 43

Nelle pompe di calore


il futuro prossimo
della climatizzazione
Sistema unico per il caldo e il freddo
Nuove tecnologie e sostegno al credito
per favorire il rilancio del settore

Motori | Energia | Automazione | Rivestimenti

Efcienza ed afdabilit
per tutte le applicazioni
industriali.
Trasformiamo lenergia in soluzioni.

Untitled-1 1

www.weg.net

09/03/2009 10:49:04

La redazione ti invita agli esclusivi

Talk meeting tra lettori e player del settore


organizzati presso la sede de Il Sole 24 Ore Business Media

Energia24 vi aspetta per dibattere sul tema e approfondire spunti


e opportunit per ottimizzare lassetto energetico delle vostre aziende

DALLA PARTE DEGLI

ENERGY MANAGER
SUGGERIMENTI E SOLUZIONI PER CHI DI MESTIERE FA IL CONSULENTE
DELLE PROCEDURE ENERGETICHE

gioved 17 giugno ore 10.00


Il Sole 24 Ore Business Media - via Patecchio 2 Milano (zona Ripamonti)

SPONSOR DELLINIZIATIVA

Per saperne di pi e confermare la vostra presenza chiamate


allo 02 39646916 o scrivete a redazione.energia24@businessmedia24.com

www.b2b24.it

en24-25_Auditing_BSI.indd 2

www.energia24.com

25-05-2010 10:47:36

Progettiamo un mondo
sostenibile. Da 50 anni.
Fondata in Canada nel 1960, Golder oggi unimpresa globale che fornisce
ovunque servizi per una migliore gestione del suolo, dellambiente, dellenergia.
Golder compie 50 anni e festeggia lanniversario da leader: 7.000 professionisti,
160 sedi, 1.000 clienti in Italia e oltre 15.000 nel mondo.

2010, compiamo 50 anni. ora di conoscerci.


www.golder.com
Golder Associates S.r.l. - Via Antonio Banfo, 43 - 10155 Torino
Telefono (+39) 011 23 44 211 - Fax (+39) 011 85 69 50

giugno 2010

5 Sommario

energia tradizionale

Storia di copertina:
9

Il mercato libero e le tariffe biorarie


cambiano abitudini e modi di produrre

11 Le domande dei consumatori di fronte


alla possibilit di liberalizzazione
12 Il vademecum delle piccole imprese
per una scelta di effettiva convenienza

13 Pi flessibilit con la bioraria.


Cos dice Ortis
14 Azienda che cerchi offerta che trovi
News&mercati:
18 La centrale Ergosud va a ritmo ridotto
 Presto il raddoppio delle stazioni

energia alternativa

7 Energy map

19 Rezia ora si chiama Repower,


ma nulla cambia per i clienti

 Anche Egl cambia immagine


 Enel comunica alla Pa solo via posta
elettronica

20 Un Balsamo per laria di Cinisello:


il nuovo impianto di teleriscaldamento

Finanziamenti&Risparmi:
21 I progetti per le reti elettriche intelligenti.
A chi si rivolge la proposta di incentivi

 Uniniziativa che sostiene anche i piccoli


e favorisce linnovazione tecnologica
Esperienze&Carriere:

con self service

23 Citt Studi produce sapere ed energia

Storia di copertina:

35 Lambiente d un calcio alla crisi.

25 Molti incentivi, poco mercato vero.


Il fascino e i misteri delle rinnovabili

27 La mappatura degli investimenti:


le operazioni
 Il bilancio costi-benefici
28 Le rinnovabili in Borsa
 Incentivi: croce, delizia o falso problema?
29 Il fotovoltaico italiano sulla vetta del GW.
In Europa secondo solo alla Germania

31 Come cambia il Conto energia


32 Regole incerte e assurde competizioni.
Quanto costa investire nel nostro Paese

33 Magazzini vuoti e tante richieste inevase


 Situazione, previsioni, speranze:
parlano gli addetti ai lavori

Forti segnali di ripresa a inizio 2010

Finanziamenti&Risparmi:
36 Il Credito Cooperativo sostiene
le rinnovabili. La procedura per ottenere
i finanziamenti
 Con Marevivo concorso internazionale
per sfruttare il sole delle Isole minori

Esperienze&Carriere:
37 Un punto di monitoraggio fotovoltaico
inaugurato nel Polo di Navacchio

 La tecnologia Samares per le rinnovabili


40 Cera una volta un vecchio magazzino.
Ora c ledificio modello della Schco

41 Un catalogo ricco di sole e geotermia

ambiente sostenibile

Storia di copertina:
43 La nuova era della climatizzazione
sar trainata dalle pompe di calore

45 La crisi pi forte del meteo


e frena le vendite
47 La centralizzazione la formula vincente
con limpianto-sistema per caldo e freddo

48 Sistemi radianti integrati nei controsoffitti


per hotel, retail, scuole e centri direzionali

49 Cos Clivet e Climaveneta fanno efficienza


51 Mitsubishi ti d il nuovo con il vecchio.
La building automation di Schneider Electric

52 Le proposte Samsung per residenziale


e grandi imprese
53 La barriera di Daikin contro gli sprechi

 Stalherz affina il riscaldamento


a battiscopa
56 Le pompe di calore Robur vanno
a metano. Pi efficienza e risparmi
per Grafiche Antiga

 Per i capannoni sistema di raffrescamento


ad aria naturale
57 Da Toshiba per lHard Rock Caf
di Venezia sofisticato sistema
di controllo elettronico

News&Mercati:
58 Calano in Italia le emissioni di gas serra
ma il traguardo di Kyoto resta lontano

59 Gli edifici pubblici di Lombardia e Liguria


chiedono un sistema di qualit energetica

54 Via i pannelli da pavimenti e pareti.


Ora moduli a soffitto e preassemblati

Economia&Finanza
61 ripresa o continua il grande freddo? Tutti daccordo sulla scarsit di liquidi
Agenda
64 Al via il campionato italiano del solare
La posta del lettore
65 Commenti e opinioni giunti in redazione

Informativa ex D. Lgs. 196/2003 (tutela della privacy).


Il Sole 24 ORE Business Media s.r.l., titolare del trattamento, tratta, con modalit connesse ai fini, i Suoi dati personali, liberamente conferiti al momento
della sottoscrizione dellabbonamento od acquisiti da elenchi contenenti dati personali relativi allo svolgimento di attivit economiche ed equiparate, per
i quali si applica lart. 24, comma 1, lett. d) del D. Lgs. 196/2003, per inviarLe la rivista in abbonamento od in omaggio.
Il Responsabile del trattamento il Responsabile IT cui pu rivolgersi per esercitare i diritti dellart. 7 D. Lgs. 196/2003 (accesso, correzione, cancellazione,
ecc) e per conoscere lelenco di tutti i Responsabili del Trattamento. I Suoi dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli ordini, al marketing, al
servizio clienti e allamministrazione e potranno essere comunicati alle societ del Gruppo 24 ORE per il perseguimento delle medesime finalit della
raccolta, a societ esterne per la spedizione della Rivista e per linvio di nostro materiale promozionale.
Il Responsabile del trattamento dei dati personali raccolti in banche dati di uso redazionale il Direttore Responsabile a cui, presso il coordinamento delle
segreterie redazionali (fax 02 39646095), gli interessati potranno rivolgersi per esercitare i diritti previsti dallart. 7, D. Lgs. 193/2003.
Gli articoli e le fotografie, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Tutti i diritti sono riservati; nessuna parte di questa pubblicazione pu essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in nessun modo o forma, sia essa elettronica, elettrostatica, fotocopia ciclostile, senza il permesso scritto dalleditore.

Annuncio ai sensi dellart. 2, comma


2 del Codice di deontologia relativo
al trattamento dei dati personali nellesercizio della attivit giornalistica.
La societ Il Sole 24 ORE Business Media s.r.l.,
editore della rivista Energia24, rende noto al
pubblico che esistono banche dati ad uso redazionale nelle quali sono raccolti dati personali. Il
luogo dove possibile esercitare i diritti previsti
dal D. Lgs. 196/2003 lufficio del Responsabile del trattamento dei dati personali, presso il
coordinamento delle segreterie redazionali (fax
02 39646095).

IMPIANTO FOTOVOLTAICO
Luogo installazione: Pieve Fissiraga (Lo)
Tecnologia: solare fotovoltaica
Potenziale produttivo: la potenza installata di 712,80 kWp
su una superficie di 15.000 metri quadrati. La stima di produzione
di energia elettrica di 820.000 kWh allanno
Stato progetto: attivato
Progetto sviluppato da Mx Group sulla copertura del capannone
industriale dellazienda T.a.
Note: sono stati utilizzati 3.240 moduli, disposti in 162 stringhe da 20
moduli ciascuna, e sette inverter. Limpianto consentir di risparmiare
lemissione annua di 380.000 kg di CO2

Impianti e siti regione per regione


Le novit segnalate da Energia24

SERVIZIO ENERGETICO

CONVENZIONE AMBIENTALE
Luogo: Ostiglia (Mn)
Ambito: convenzione ambientale per la
riqualificazione energetica; realizzazione di due
turbine a gas con sistema di riduzione NOx;
demolizione dei vecchi serbatoi; installazione di un
impianto fotovoltaico su edificio pubblico
Stato progetto: convenzione firmata
Progetto sviluppato da E.on e Comune di Ostiglia
Note: il progetto ha ottenuto il parere favorevole
della Commissione Via nel 2009 e ora si attende la
conclusione delliter autorizzativo

PARCO EOLICO

Luogo: Provincia del Medio Campidano


Ambito: servizio energetico di manutenzione degli impianti elettrici, termici,
idrico-sanitari, fognari e di climatizzazione; fornitura di combustibile;
ottimizzazione dei consumi con sistema di telecontrollo e regolazione a distanza
Potenziale: 13% di risparmio sulla bolletta energetica, 30 tonnellate di
combustibile in meno e quasi 100 tonnellate di emissioni tagliate allanno
Stato progetto: in corso
Progetto sviluppato da Cofely
Note: dopo aver vinto la gara nel 2008, la societ di servizi energetici ha
ottenuto la proroga per altri tre anni del contratto energia

Luogo installazione: Nicosia, Leonforte e Nissoria (En)


Tecnologia: eolica
Potenziale produttivo: Repower ha rilevato 11,6
MW di potenza installata, su un totale di 30 MW. Il parco
eolico produrr circa 52 GWh lanno di energia elettrica
Stato progetto: acquisito
Progetto sviluppato da Repower che ha rilevato da
Maestrale Green Energy il 39% del nuovo parco
eolico siciliano Giunchetto
Note: la produzione dellimpianto, secondo le stime
aziendali, sar in grado di soddisfare i consumi di 26mila
famiglie

IMPIANTO FOTOVOLTAICO
Luogo installazione: San Filippo del Mela (Me)
Tecnologia: solare fotovoltaica su centrale
termoelettrica
Potenziale produttivo: sono stati installati 800 kW,
suddivisi in 200 sul tetto del capannone dove viene
stoccato il gesso e 600 interamente a terra
Stato progetto: completato
Progetto sviluppato da Edipower
Note: linvestimento per gli impianti fotovoltaici stato
pari a 4 milioni di euro. Nellottica di abbattimento
delle emissioni inquinanti, Edipower ha installato
sui gruppi termoelettrici anche impianti
di desolforazione e denitrificazione, ha sostituito
i catalizzatori e ha avviato la sperimentazione
per lutilizzo in centrale di bio combustibili liquidi

RICERCA OFFSHORE
Luogo: Golfo di Taranto
Ambito: permesso di ricerca per eventuali pozzi esplorativi finalizzati
alla produzione di idrocarburi
Stato progetto: lUnmig (Ufficio nazionale minerario idrocarburi
geotermia) del ministero dello Sviluppo economico ha accettato le due
istanze di permesso di ricerca presentate lo scorso novembre
Progetto sviluppato da Shell
Note: con questa opportunit Shell espande la presenza esplorativa
offshore in Italia. Dallo scorso anno, infatti, gi presente nel Canale
di Sicilia

www.gruppoab.it - tel. +39 0309945011

energia tradizionale
STORIA DI COPERTINA

Il mercato libero e le tariffe biorarie


cambiano abitudini e modi di produrre
La liberalizzazione ha coinvolto tre Pmi su quattro, ma poco meno del 9%
delle famiglie. Le risposte dellAutorit ai quesiti sollevati dalle nuove regole.
A confronto le offerte dei principali rivenditori di energia elettrica

Per quanto riguarda le piccole e

dei mercati energetici per le fami-

medie imprese possiamo dire che la

cesso ancora in divenire. quindi

glie e per le piccole e medie imprese

liberalizzazione del mercato della

possibile immaginare una progressi-

compir tre anni.

vendita di energia elettrica e gas sia

va accelerazione di questo processo

Si pu considerare questo periodo

un dato assodato e diffuso. La rile-

e una sempre maggiore predisposi-

sufficiente per poter affermare che

vazione periodica dello Sme Busi-

zione delle famiglie allaccesso a ser-

lopportunit di poter cambiare for-

ness Panel dellarea Databank di

vizi di vendita di energia sul mercato

nitore di energia elettrica e gas, da

Cerved Group (che considera im-

libero? Quali potrebbero essere le

parte delle famiglie e delle piccole e

prese tra 3 e 250 addetti) attesta

condizioni di accelerazione (o di fre-

medie imprese italiane, sia un feno-

una quota di Pmi che gi dispongo-

no) di questo processo?

meno in via di consolidamento

no di un contratto liberalizzato su-

Secondo i dati dellAutorit per

nellimmaginario collettivo?

periore al 75%.

lenergia elettrica e il gas alla data

l 1 luglio 2010 la liberalizzazione

Per quanto riguarda le famiglie il pro-

storia di copertina
del 31 dicembre del 2009, il 91,1%

6/2010

Le domande dei consumatori di fronte alla possibilit di liberalizzazione

delle famiglie italiane mantiene un


contratto di maggior tutela. Ci significa che la liberalizzazione ha
coinvolto poco meno del 9% delle
famiglie. In termini relativi, il fenomeno ancora marginale, ma in termini
di valori assoluti comincia tuttavia a
essere interessante. Nel quarto trimestre 2009 i passaggi di contratto
a mercato libero delle famiglie sono
stati poco meno di 300mila.
Se questo tasso di crescita si mantenesse inalterato il fenomeno riguarderebbe circa 1.200.000 famiglie
lanno.
Fonte: Cai

Per le imprese che operano sui mercati energetici liberalizzati diventa

dinamiche di switching. La condizio-

ro verificare una serie di fenomeni

interessante e importante potersi at-

ne di base dovr, per, essere costi-

interessanti e significativi nelle abitu-

trezzare per rispondere alle doman-

tuita da una diffusa e consolidata

dini delle famiglie italiane. In partico-

de che i consumatori si fanno di fron-

chiarezza e consapevolezza dei mec-

lare nelle abitudini di utilizzo degli

te allipotesi di accedere a questa

canismi e della struttura del mercato,

elettrodomestici. Tali modifiche po-

opportunit.

in particolare riguardo alla distinzio-

trebbero incidere non solo sul merca-

Lindagine qualitativa, che Customer

ne tra luniversalit - garantita dal si-

to della vendita di energia e dei com-

Asset Improvement di Cerved Group

stema di regole e di controllo soprat-

portamenti di consumo, ma anche

ha realizzato nello scorso autunno,

tutto rivolta agli attori della distribu-

nei settori degli apparati elettrici ed

ha cercato di portare alla luce il siste-

zione - da un lato, e, dallaltro la

elettronici a uso domestico e della

ma di domande implicite ed esplicite

possibilit di libert di scelta che ri-

domotica con offerta di strumenti

delle famiglie di fronte alla liberaliz-

guarda esclusivamente la vendita e le

che permettano la programmazione

zazione. Il risultato sintetizzato da

condizioni commerciali.

dei tempi di avvio e funzionamento

domande (raccolte in sintesi nello

Inoltre, la data del 1 luglio non rap-

di lavastoviglie, lavatrici e altri elettro-

schema che correda questo articolo

presenta solo un anniversario, ma

domestici di uso quotidiano.

- ndr) che variano da importanti ne-

potrebbe proporre un elemento di

Infine, parallelamente alla diffusione

cessit di rassicurazione di base sulla

novit per quanto attiene in partico-

delle tariffe biorarie, potrebbero svi-

continuit del servizio e sulle garan-

lare il mercato domestico. , infatti,

lupparsi altri fenomeni nel mercato

zie di universalit (che, in realt, do-

la data di inizio dellintroduzione del-

della produzione e vendita di energia

vrebbero fare capo alle aziende di

le tariffe biorarie per tutti (anche per

elettrica che gi oggi possono essere

distribuzione) a volont di autono-

coloro che si sono trasferiti sul mer-

considerati complementari. Si pensi

mia di comportamento di consumo,

cato libero e non hanno scelto que-

alla diffusione di sistemi solari foto-

richieste e aspirazioni di appartenen-

sta opzione). Se i risultati dellindagi-

voltaici domestici che producono (e

za, scelta delle fonti di energia, rela-

ne svolta - che hanno fatto emergere

consentono di consumare) maggiore

zione diretta con lazienda di vendita.

lattenzione e linteresse verso misu-

energia nelle fasce orarie di maggior

Questi elementi pi articolati e con

re che consentano ladozione di

prezzo previste dalle tariffe biorarie;

una maggiore componente psicolo-

comportamenti virtuosi nelluso

oppure allipotesi di disporre di mo-

gica potranno costituire fattori im-

dellenergia elettrica - avessero una

dulazione di potenza utilizzabile se-

portanti di distinzione tra i vari com-

loro effettiva consistenza quantitati-

condo le diverse fasce orarie.

petitors e costituire driver futuri delle

va, nel giro di pochi anni si dovrebbe-

Lorenzo Fanoli

11

storia di copertina

6/2010

BOLLETTA ELETTRICA

Il vademecum delle piccole imprese


per una scelta di effettiva convenienza
Dalle modalit di richiesta allindividuazione delle fasce pi opportune
tutto ci che occorre sapere per trarre maggiori vantaggi dal nuovo regime

Autorit per lenergia elettrica e il gas ha deciso il varo della bolletta bioraria. La partenza ufficiale fissata per il primo
luglio. In realt lopzione, che riguarda gli utenti domestici vincolati a una potenza contrattuale massima di 3,3 kW (l85% del
totale), sar possibile dopo opportuni avvisi e spiegazioni contenute in tre bollette consecutive. Si preannuncia un iter non breve
poich 13 milioni di contatori elettronici dovranno essere riprogrammati per consentire la registrazione dei consumi nelle diverse
ore. Di seguito proponiamo un promemoria con le risposte dellAutorit ai principali quesiti sollevati dal nuovo regime dedicati
agli utenti domestici e in particolare alle imprese con meno di 50 dipendenti e con un fatturato annuo fino a 10 milioni di euro.

TARIFFA NORMALE
tEBMMVOFEBMWFOFSE
tHFOOBJPGFCCSBJPHJVHOP
MVHMJPOPWFNCSFEJDFNCSF

TARIFFA AGEVOLATA
00
8. .00
e
ll 9
da lle 1
a

tEBMMVOFEBMWFOFSEEBMMFBMMF
tNBS[PBQSJMFNBHHJPBHPTUP
0
TFUUFNCSFPUUPCSF
.0
9
tGJOFTFUUJNBOB
1
le 00
tGFTUJWJU
al 8.

d lle
a

PER OTTENERE REALE RISPARMIO


Fonte: Energia24 di dicembre 2009

12

PI DEL 67% DEI CONSUMI


VA CONCENTRATO NELLA FASCIA NOTTURNA

Che cosa sono le condizioni

no i due terzi dei consumi vengono

in grado di misurare separatamente

biorarie standard

concentrati nelle pi convenienti ore

lenergia consumata nei diversi mo-

dellAutorit?

notturne, nel weekend, nei festivi. Le

menti della giornata.

Le condizioni biorarie standard

biorarie dellAutorit possono essere

dellAutorit differenziano il prezzo

scelte sul mercato tutelato, ovvero

Le biorarie standard sono

dellenergia elettrica a seconda del

dalle piccole imprese e dalle famiglie

pi convenienti delle

momento del consumo: pi elevato

che decidano di non cambiare vendi-

fra le ore 8 e le 19 e pi basso dalle 19

tore. Per poter aderire alle condizioni

La scelta delle condizioni biorarie stan-

alle 8 del mattino dal luned al venerd,

biorarie standard dellAutorit o a of-

dard vantaggiosa, rispetto alle condi-

i fine settimana e i giorni festivi. La

ferte biorarie sul mercato libero, oc-

zioni monorarie dellAutorit, se si riesce

scelta delle condizioni biorarie stan-

corre comunque essere dotati di un

a concentrare pi del 67% dei consumi

dard vantaggiosa, rispetto alla tradi-

contatore elettronico, leggibile a di-

nelle pi convenienti ore notturne, nel

zionale fornitura monoraria, se alme-

stanza, o di un contatore tradizionale

weekend, nei festivi.

condizioni monorarie?

storia di copertina

6/2010

$IJQVTDFHMJFSF

Esistono condizioni

mai pi di quanto previsto dalle condi-

le condizioni biorarie

biorarie diverse

zioni monorarie. Le nuove condizioni

standard?

da quelle standard?

biorarie standard per i clienti domestici

Le biorarie standard dellAutorit posso-

Si, esistono anche altre offerte biora-

non hanno questa rete di protezione.

no essere scelte solo dalle piccole impre-

rie a condizioni e prezzi definiti libera-

Di conseguenza, se i consumi dei clien-

se alimentate in bassa tensione o dai

mente dai venditori, che possono es-

ti sono concentrati per pi del 33%

clienti domestici. Per poter aderire alle

sere scelte da chi decide di passare al

nella fascia F1, la bioraria standard ri-

condizioni biorarie, occorre comunque

mercato libero.

sulta pi cara rispetto alle condizioni

essere dotati di un contatore elettroni-

monorarie dellAutorit. Per i clienti

co, leggibile a distanza, o di un contato-

%BRVBOEPQPTTPVTVGSVJSF

non domestici la rete di protezione

re tradizionale in grado di misurare se-

delle condizioni biorarie?

gi non esisteva nel passato.

paratamente lenergia consumata nei

Tutti i clienti domestici e le


piccole imprese alimentate in bassa

A cosa corrispondono

tensione che hanno le caratteristi-

MFGBTDF'F'

Ho la monoraria,

che per richiederlo (clienti con con-

La fascia F1 comprende il pe-

DPNFGBDDJPBDIJFEFSF

tatore elettronico teleletto e clienti

riodo della giornata che va dalle 8 della

la bioraria?

a cui alla data del 30 giugno 2007

mattina alle 19 della sera per tutti i

Se si ha un contatore in grado di mi-

erano applicate strutture tariffarie

giorni dal luned al venerd.

surare separatamente lenergia con-

biorarie) possono usufruire del prez-

La fascia F23 comprende il periodo del-

sumata nelle diverse fasce orarie, si

zo biorario.

la giornata che va dalle 19 della sera

diversi momenti della giornata.

alle 8 della mattina del giorno dopo e

possono richiedere le condizioni biorarie standard al fornitore attuale (il

Cosa cambia rispetto

lintera giornata di sabato e domenica,

distributore locale o limpresa di ven-

alle biorarie precedenti?

nonch i giorni festivi.

dita costituita o designata dal distribu-

Per i clienti domestici che in

Si considerano giorni festivi: 1 genna-

tore stesso), che deve applicarle entro

precedenza avevano aderito a una op-

io; 6 gennaio; luned di Pasqua; 25

90 giorni dalla richiesta.

zione bioraria era previsto un sistema

aprile; 1 maggio; 2 giugno; 15 ago-

di rete di protezione in modo da ga-

sto; 1 novembre; 8 dicembre; 25 di-

rantire al cliente stesso di non pagare

cembre; 26 dicembre.

4POPHJTVMNFSDBUPMJCFSP
DPNFGBDDJPBDIJFEFSF
le biorarie standard?
Se si un cliente domestico o una piccola impresa alimentata in bassa tensione e si ha un contatore in grado di
misurare separatamente lenergia
consumata nelle diverse fasce orarie,
e si gi passato al mercato libero, per
ottenere le condizioni biorarie standard si deve cambiare contratto: per
questo bisogna rivolgersi allimpresa
che fornisce il servizio di maggior tutela e si deve anche recedere dal contratto in vigore, rispettando i termini e
le modalit di preavviso. Per semplificare loperazione, sar limpresa che
fornisce il servizio di maggior tutela a
trasmettere il recesso al venditore che
ho deciso di abbandonare.

Pi flessibilit con la bioraria. Cos dice Ortis


Un sistema pi efficiente e un servizio pi equo per i consumatori. Saranno queste le
conseguenze dellintroduzione della tariffa bioraria secondo Alessandro Ortis, presidente dellAutorit per lenergia elettrica e il gas. Si offre a ciascun consumatore una
possibilit di risparmio che si riflette in un beneficio per tutto il sistema nazionale - ha
spiegato il manager -. Ciascun cliente pagher lenergia elettrica consumata a un
prezzo il pi possibile aderente al costo necessario per produrla. Per spingere i clienti
a spostare i consumi nelle fasce meno costose stato proposto di estendere la tolleranza a 4 kW per due ore a tutti i clienti domestici con il contratto a 3 kW e si prevede
che per un paio danni i vincoli di potenza siano agganciati allorario di utilizzo con una
maggiore flessibilit dopo le 21. LAutorit per lenergia ha fissato anche degli standard
ben precisi per i rimborsi in caso di interruzione del servizio. Lentrata in vigore di
queste regolamentazioni progressiva, dal 2009 al 2013, a seconda del numero di
utenti serviti dal distributore e chi ha pi di 100mila clienti in bassa tensione gi
coinvolto. Gli indennizzi sono erogati dal venditore di energia in bolletta senza che il
cliente ne faccia richiesta, a patto che i pagamenti siano regolari, entro il primo ciclo di
fatturazione utile decorsi 60 giorni dallinterruzione (180 giorni nel caso di interruzioni
che riguardino pi di 2 milioni di utenti). Oltre al rimborso automatico, si pu richiedere anche il rimborso di eventuali danni ad apparecchi o macchine, rivolgendo una
contestazione scritta al proprio fornitore.

13

storia di copertina

Azienda che cerchi offerta che trovi


A2a
Formula Vantaggio
per le aziende che scelgono un prezzo mensile legato allindice del costo
dei combustibili impiegati nelle centrali del Gruppo

PrezzoStopx2
per le aziende che preferiscono il prezzo bloccato per due anni

EnergiaPulita
prezzo fisso e invariato per le aziende che attingono alle fonti rinnovabili
per 24 mesi con certificato marchio Recs energia verde

Per saperne di pi
www.a2a.eu

Repower
Nobile prezzo fisso e 1 euro in beneficienza per ogni MWh consumato
Doc prezzi aggiornati mensilmente in base alle efficenze di produzione
Biciclo 6-22 e Biciclo 8-20 offerte differenziate per fasce orarie e prezzo
fisso per la durata del contratto

Zerorischi prezzo dellenergia secondo le fasce orarie stabilite da Aeeg

Per saperne di pi
www.repower.com/it

Puntuale prezzo orario pari al Prezzo Unico Nazionale con una stima dei consumi

Edison casa
Luce Sconto Sicuro
10% di risparmio su componente energia del prezzo dellelettricit

Luce Prezzo Fisso


componente del prezzo dellenergia elettrica bloccato per due anni

Luce Zero Canone


paghi solo lelettricit che consumi senza costi fissi

Eni
Dual 10

Per saperne di pi
www.edisoncasa.it

Per saperne di pi
www.famiglia.eni.it

sconto 10% sulla componente energia e blocco


per due anni della componente gas

Enel
offerte per professionisti e imprese

Energia Flessibile
elettricit a prezzo variabile, in base allandamento del prezzo del petrolio
e del tasso di cambio euro/dollaro, per cogliere le opportunit di mercato

Anno Sicuro
prezzo della componente energia bloccato per due anni

Energia Pura
prezzo bloccato per due anni ed energia proveniente da fonti rinnovabili
con certificati Recs
14

Per saperne di pi
www.enel.it

6/2010

storia di copertina

6/2010

Hera
Casa & Bottega
d uno sconto certo per la fornitura di energia elettrica rispetto ai consumi
precedenti, sia per la casa sia per lattivit

Buon Lavoro
d uno sconto certo per la fornitura di energia elettrica

Prezzo garantito 2010

Per saperne di pi
www.hera.it

12 mesi a prezzo bloccato

Iride
2 anni luce
dedicato alle aziende un prezzo della componente energia bloccato
per due anni

Per saperne di pi
www.famiglia.eni.it

Linea Pi
Casa e famiglia
prezzo fissato per 12 mesi con omaggio scatola kit risparmio energetico

Piccole e medie imprese


energia pulita certificata Recs
offerta Itec con parametro elaborato da Morgan Stanley
offerta It con prezzo indicizzato a parametro It su costi reali di produzione

Industrie

Per saperne di pi
www.linea-piu.it

offerte a misura di cliente con personale a disposizione

Sorgenia
Micro impresa
soluzioni energetiche per studi, uffici e negozi

Piccola impresa
Rid8 Special Pmi: 8% di risparmio sempre che raddoppia due mesi lanno
Energia Pulita: solo elettricit da fonti rinnovabili

Media azienda
soluzioni e prodotti per aziende medie che lavorano su pi turni,
servite in media tensione

Per saperne di pi
www.sorgenia.it

Grande Industria
offerte su misura per acciaierie, cementifici, cartiere e altre

Nota:
Le offerte indicate in sintesi nella tabella si riferiscono a quanto rilevato sui siti di alcune delle principali aziende
fornitrici di energia in data 20 aprile 2010
LAutorit per lenergia elettrica e il gas - www.autorita.energia.it - mette a disposizione sul proprio sito
alla pagina www.autorita.energia.it/cgi-bin/elettricita_elencovenditoriaccreditati
lelenco completo dei rivenditori accreditati sul mercato con le relative offerte aggiornate
15

ENERGIA: SAS LA TIENE SOTTO CONTROLLO

CON LA BUSINESS INTELLIGENCE

l mondo delle utilities sta vivendo un


In particolare il Predictive Asset Management conimportante momento di trasformazione
sente un efcace monitoraggio degli impianti
dove laccelerare dei processi di aggregaproduttivi e delle reti, e ladozione di politiche
zione e lintroduzione di nuove tecnologie
manutentive modellate sullandamento storico
(come la Generazione Distribuita, le Energie
delle variabili signicative, arrivando a predire
Rinnovabili e le Smart Grid)
comportano un aumento sia
OPPORTUNIT PER IL MERCATO DELLENERGIA
delle informazioni da gestire
sia del livello di incertezza,
oltre alla contemporanea
diminuzione dei tempi e delle
risorse a disposizione.
In questo contesto la denizione di un efcace processo
analitico e decisionale permette di cogliere in anticipo
i segnali, positivi o negativi,
che arrivano dai dati di
business. Con lobiettivo di
ottimizzare lutilizzo degli
asset, nel rapporto con il
cliente (in essere o potenziale)
e pi in generale delle risorse
aziendali. In particolare le
soluzioni SAS di Business
Analytics per il mercato delle
utilities supportano lintera
catena del valore e aiutano
a prevedere limpatto delle
decisioni prima che vengano
prese e a capire come e dove
allocare le risorse per ottenere
signicativi ritorni sugli investimenti.
Fonte: SAS

UN CASO DI SUCCESSO

E-On: a tutta energia con SAS


E-On, uno dei pi grandi gruppi energetici al mondo a capitale interamente privato, ha realizzato un progetto con SAS
per potenziare la gestione della vendita di energia e formulare offerte commerciali dotandosi di funzionalit di ricalcolo e
pricing. Le aree di intervento hanno riguardato un portafoglio in cui sono stati integrati tutti i dati riguardanti la stima del
consumo da parte di un cliente, quelli di pricing e fatturazione e controllo.
Lobiettivo del progetto dichiara Marco Rocco, Direttore Dipartimento Supply & Pricing di
E-On stato quello di abilitare una gestione integrata del portafoglio con una reportistica in
tempo reale che ponesse le basi per lanalisi rapida del portafoglio, lo sviluppo prodotti e una
migliore integrazione con la casa madre.
Grazie a SAS Sustainability Management conclude Alessandro Cugno Garrano, Senior IT
Manager stato messo in sicurezza il dato e migliorata la gestione dellofferta. Laccesso al dato limitato a un numero
ristretto di persone e, allo stesso tempo, essibile perch pu essere utilizzato in modo intuitivo per migliorare le proposte
commerciali e individuare le tendenze di mercato.

informazione aziendale

en24-25_redSAS_cor2.indd 42

25-05-2010 10:19:08

Fonte: SAS

con largo anticipo eventi di guasto diversamente


non facilmente prevedibili. Tutto ci consente la
minimizzazione dei costi operativi, lottimizzazione dei piani di produzione e la ricerca dellefcienza focalizzandosi sulle analisi e lesecuzione
delle attivit critiche e il monitoraggio di tutti gli
aspetti di Sostenibilit.
Le soluzioni di Demand Forecasting permettono
di determinare in maniera rapida e puntuale la
domanda di energia e del conseguente portafoglio
energetico, nellottica di minimizzare gli sbilanciamenti e gli oneri di copertura e di ottimizzare
le fonti e gli impieghi. Contribuendo anche ad
un contenimento della domanda energetica dei
costi, oltre che alla copertura del rischio.
Collaborando con i pi importanti player energetici SAS ha maturato importanti esperienze
nella gestione del trading e delle vendite, denendo modelli specici per la segmentazione
dei clienti, loffering ed il pricing. Alla base di
ci ci sono le metologie di customer insight e le
recenti innovazioni nel campo della sentiment
analysis, social network analysis e del text mining
che estendono le possibilit di prolazione del
cliente e di denizione dei target.
SAS fornisce in tutti questi ambiti un supporto
per lindividuazione real-time della migliore
offerta da proporre al cliente nale che manifesti
lintenzione di rescindere un contratto, contribuendo alla sua delizzazione.

en24-25_redSAS_cor2.indd 43

Per informazioni:

SAS
Numero verde
800 012 921
info@ita.sas.com
www.sas.com/italy

25-05-2010 10:19:15

24 news&mercati

6/2010

LA POLEMICA DI SCANDALE

La centrale Ergosud va a ritmo ridotto


scontro sullutilizzo al 30-40 per cento dellimpianto di Crotone costato
450 milioni di euro. La replica di Terna alle accuse: eccesso dofferta

inadeguatezza della rete di tra-

energetiche inadeguata determi-

tazioni alla produzione della centrale

smissione elettrica italiana un

nando un utilizzo fortemente limitato

termoelettrica Ergosud di Scandale.

problema che tocca da vicino anche le

dellimpianto. In estate sar operativa

Eventuali restrizioni al pieno utilizzo

centrali termoelettriche. Prova ne

una seconda unit e la produzione

dellimpianto potrebbero derivare

la produzione limitata al 30-40%

potrebbe arrivare al 60%, ma sempre

dalle condizioni del mercato e non da

dellimpianto di Scandale, in provincia

in funzione dellentit della domanda

presunte inadeguatezze della rete. Il

di Crotone, di recente inaugurato da

e della congestione della rete.

manager ha poi aggiunto: La centra-

Ergosud, joint venture paritetica tra

Lamministratore delegato di Eon Ita-

le di Scandale la quinta centrale ter-

Eon e A2a che nellopera ha investito

lia, Klaus Schafer, giudica senza

moelettrica in una regione che ha uno

circa 450 milioni di euro.

mezzi termini lintoppo: Non bello

dei fabbisogni di energia elettrica pi

La centrale appena entrata in funzio-

inaugurare un impianto che ha richie-

bassi dItalia e tale che potrebbe esse-

ne utilizza tecnologia a grande effi-

sto un investimento importante e poi

re soddisfatto da uno solo degli im-

cienza a gas a ciclo combinato, ha una

utilizzarlo per il 30-40%. Stiamo fa-

pianti termoelettrici attualmente in

capacit di 814 MW e in linea teorica

cendo pressione su Terna per arrivare

esercizio. In un mercato elettrico co-

sarebbe in grado di fornire una produ-

a una soluzione che consenta il pieno

me quello calabrese, caratterizzato da

zione annuale di 5 TWh pari al fabbi-

utilizzo. Di parere opposto Terna.

un eccesso di offerta, vince chi riesce

sogno di 250mila famiglie, oltre un

Gianni Armani, direttore operations

a produrre a costi pi bassi. Se la cen-

terzo di quelle che vivono in Calabria.

Italia della societ di tramissione elet-

trale di Scandale sar in grado di com-

La rete di trasmissione della Regione,

trica, ha affermato che la rete di tra-

petere, non sar soggetta a limitazio-

tuttavia, secondo le due compagnie

smissione non responsabile di limi-

ne alcuna.

.com

CARBURANTI

Presto il raddoppio delle stazioni con self service

18

enzina meno cara e stazioni di

possibile accordo con lAbi per dif-

verno vorrebbe ridurre nei prossimi

servizio pi moderne. Queste le

fondere carte prepagate senza com-

tre anni il numero dei distributori,

intenzioni del Governo riassunte nel

missioni per pagare al self service.

scendendo da 24mila a 16mila, atti-

protocollo di lavoro sui carburanti,

Poi si vuole introdurre un prezzo

vando il fondo indennizzi per com-

appena stilato dal ministero dello

massimo settimanale, che le compa-

pensare i gestori che decideranno di

Sviluppo economico con le associa-

gnie possono soltanto diminuire,

chiudere. Altre idee allo studio sono

zioni dei consumatori e le compa-

prevedendo anche una lettura pi

la possibilit di vendere sempre pi

gnie petrolifere. Tante le misure

chiara dei prezzi esposti (senza lin-

prodotti diversi dai carburanti e al-

previste dal documento: in primo

dicazione dei millesimi). Lo scopo

lungare gli orari di apertura. Quanto

luogo c il raddoppio delle stazioni

allineare la distribuzione dei carbu-

bisogner aspettare per vedere que-

dotate di colonne self service, che

ranti al modello europeo, non solo

sti provvedimenti? Lobiettivo, ha

dovrebbero passare dal 40 all80%

sul versante dei prezzi, ma anche su

spiegato il sottosegretario Stefano

del totale, arrivando a circa 15mila

quello dellofferta nelle stazioni di

Saglia, realizzare queste misure in

impianti. Si discusso anche di un

servizio. A questo proposito, il Go-

un anno.

24 news&mercati

6/2010

RIASSETTO DEL GRUPPO SVIZZERO

Rezia ora si chiama Repower, ma nulla cambia per i clienti

ora chiamiamola Repower, giusto per semplificare

Grigioni 46%, Egl 21%, Alpiq 25%, Borsa di Zu-

le varie denominazioni che caratterizzavano le so-

rigo 8%. Lazienda, attiva in Italia dal 2002, possie-

ciet svizzere del Gruppo Rtia Energia (qui in Italia

de nel nostro Paese due impianti di generazione

conosciuta come Rezia): Re Italia (sub holding), Rezia

elettrica, una centrale a ciclo combinato in Campa-

Energia Italia (realt cui faceva capo il trading), Rei

nia e un parco eolico in Basilicata. Tra gli sviluppi

Produzione (societ responsabile sviluppo progetti) e

futuri spunta anche il solare termodinamico. Regio-

Dynameeting (vendita allutente finale).

ne di punta la Sicilia dove, come spiega il manager

Fabio Bocchiola, direttore della filiale italiana,

di Repower, stato costituito un pool di aziende.


m.c.cer.

aggiunge:Lobiettivo sottolineare laspetto di operatore a tutto tondo e internazionale del gruppo. I 25


mila clienti sono gi stati allertati. Per loro solo un

Anche Egl cambia immagine

cambio di denominazione sulle fatture.

Makeup della corporate image anche per Egl.


Con un nuovo logo la societ svizzera ormai vuole
evidenziare come si sia evoluto il modello di business
che, da realt puramente idroelettrica diventata
un operatore di trading energetico con propri asset
e una presenza in oltre 20 Paesi europei.
E per dare pi enfasi anche un nuovo pay off:
Networking Energies.

Nessuna novit, invece, nel target dellazienda: Repower rimarr focalizzata sulle Pmi che continueremo a seguire con consulenti pi che con agenti di
commercio - spiega Bocchiola -. Il nostro cliente tipo
spesso non ha in azienda un Energy manager e chiede a noi consulenza. E nessun cambiamento neppure a livello di azionisti che rimangono Canton

SI PARTE DAL FRIULI VENEZIA GIULIA

Enel comunica alla Pa solo via posta elettronica certificata

olo posta elettronica certifica-

la Pa. Questo dovrebbe consentire

Il protocollo verr applicato innan-

ta. quanto ha deciso di spe-

non solo labbattimento del nume-

zitutto con la Regione Friuli Vene-

dire Enel in caso di comunicazioni

ro di carta inviata ai Comuni,

zia-Giulia.

alla Pubblica amministrazione.

quantificata in 2,5 milioni di pezzi,

E in futuro Pec per tutti: Enel si ,

Dietro alla scelta, il Piano e-Gov

ma anche la riduzione dei tempi e

infatti, impegnata a valutare la

2012 che ha proprio lobiettivo di

delle risorse utilizzate, con eviden-

possibilit di utilizzare la posta cer-

estendere la Pec in tutti gli ambiti

ti benefici per i cittadini, per le am-

tificata anche per linvio delle bol-

dintervento e comunicazione del-

ministrazioni e per lazienda.

lette ai clienti.

19

24 news&mercati

6/2010

IMPATTO AMBIENTALE

Un Balsamo per laria di Cinisello


il nuovo impianto di teleriscaldamento
entrato in funzione nellottobre dello scorso anno per 1.900 famiglie.
Presto la struttura finanziata da Smec servir imprese ed esercizi commerciali

er la nostra citt, una fonte di

Peculiarit della centrale di teleri-

spreco di risorse. Inoltre, lassenza di

energia pulita e a basso costo,

scaldamento di Cinisello Balsamo

caldaie presso gli edifici raggiunti ri-

che diminuisce la dipendenza dai

la dotazione di un impianto interno

duce al minimo il rischio di inciden-

grandi player del mercato e permet-

di cogenerazione, progettato, rea-

ti. Nel dettaglio, la struttura costi-

te lo sviluppo di unefficace politica

lizzato e installato dal system inte-

tuita da due motori alimentati a

ecosostenibile, in una delle aree del-

grator bresciano Ab Energy, che

metano, ciascuno della potenza di

la Lombardia pi critiche a livello di

provveder anche agli eventuali in-

2.400 kW e in grado di erogare

impatto ambientale.

terventi di manutenzione e assi-

2.500 kW di energia termica, con un

Cos il sindaco di Cinisello Balsamo,

stenza.

recupero del calore di raffreddamen-

Daniela Gasparini, allinaugura-

Una tecnologia virtuosa - ha sot-

to dei motori e dei fumi di scarico di

zione dellimpianto di teleriscalda-

tolineato il presidente della Utility -

2.600 kW complessivi. Le quattro

mento che si svolta nel comune a

che combina la produzione di ener-

caldaie a gas metano di integrazione

nord di Milano lo scorso aprile. La

gia termica ed elettrica, attraverso il

riserva, infine, rilasciano una poten-

struttura, finanziata da Smec (Socie-

recupero delle emissioni del calore

za di 36 MW e 4.800 kW totali.

t Multiservizi Energia Cinisello Bal-

disperso durante il processo di riscal-

Per lutente - ha concluso Cava-

samo) con un investimento di 20

damento e il contenimento della di-

gni - tutto questo si traduce in un

milioni di euro, entrata in esercizio

spersione in atmosfera di CO2: ri-

aumento degli standard di sicurezza

nel mese di ottobre 2009 e, al mo-

spetto a una tradizionale centrale

e in un risparmio mensile sulla bol-

mento, rifornisce di energia trenta

elettrica, i livelli di efficienza sono

letta di circa il 30%.

condomini e circa 1.900 famiglie

molto pi elevati, perch non c

Giammaria Stefania

utenti; entro la fine di questanno,


previsto il collegamento con altri
sessantadue edifici, per un totale di
3.111 alloggi serviti.
Limpianto non si limiter a rifornire le abitazioni private - ha dichiarato Marino Cavagni, presidente di
Smec -; nel corso dei prossimi mesi
contiamo di raggiungere anche la

- 24% COMBUSTIBILE

clientela degli esercizi commerciali e

- 99% OSSIDI DI ZOLFO

delle imprese locali, nellambito di

- 49% POLVERI

un progetto che punta a fare della


cintura dei Comuni dellarea circostante il parco Nord Milano unisola
20

I BENEFICI PER LAMBIENTE

energetica indipendente e dal ridotto impatto ambientale.

- 28% OSSIDO DI AZOTO


- 27% ANIDRIDE CARBONICA
Fonte: Smec

24 finanziamenti&risparmi

6/2010

SMART GRID

I progetti per le reti elettriche intelligenti


A chi si rivolge la proposta di incentivi
Per presentare la domanda c tempo fino alla fine di settembre. Interessate
le imprese di distribuzione. I finanziamenti tramite incentivo tariffario

Egidio Fedele DellOste

tempo fino al 30 settembre

buire allo sviluppo di smart grid e

2010 per presentare doman-

allinstallazione di sistemi di misu-

da e usufruire degli incentivi

razione intelligenti (smart mete-

dellAutorit per lenergia elet-

ring). Quello delle smart grid ,

trica e il gas a sostegno di proget-

infatti, un tema gi da tempo al

ti pilota per la promozione delle

centro del dibattito sia in Europa,

reti intelligenti di distribuzione

sia in Italia.

elettrica. Infatti con la delibera

Ma a chi si rivolge il provvedimen-

Arg/elt 39/10, reperibile anche sul

to e come strutturato? Rientra-

sito dellAutorit, le aziende po-

no nel progetto le imprese di di-

tranno proporre progetti innovati-

stribuzione elettrica, che sono cir-

vi, finalizzati alla ristrutturazione

ca 150 in Italia. Ma, probabile

- anche di un solo tratto - della re-

che solo alcune, 10 o 15, abbiano

te elettrica di distribuzione, otte-

gi dei progetti nel cassetto, non

mo unattenta selezione per accet-

nendo una remunerazione mag-

necessariamente solo le pi gran-

tare un massimo di cinque-sei pro-

giorata degli investimenti. Lobiet-

di, ma anche quelle che distribui-

getti - spiega Egidio Fedele

tivo del provvedimento di contri-

scono in contesti particolari. Fare-

DellOste, direttore tariffe dellAu-

Uniniziativa che sostiene anche i pi piccoli e favorisce linnovazione tecnologica

embrer strano, ma le reti di distribuzione dellenergia


elettrica in Italia sono allavanguardia rispetto al resto
del mondo. Tuttavia, c ancora molto da fare sul fronte
delle infrastrutture di distribuzione e il divario ancora
profondo tra le grandi societ di distribuzione, che hanno
sfruttato la capacit finanziaria e progettuale muovendosi
in anticipo, e le altre che oggi sono ancora impegnate in
complessi progetti di adozione di tecnologie di campo e
dei sistemi informativi centrali associati.
In questo scenario cogliamo la volont dellAutorit - allinterno di un quadro di iniziative nazionali e in un contesto
di collaborazione europeo tra enti regolatori, Comunit
europea, operatori del settore e societ tecnologiche - di
stimolare e sostenere linteresse e le capacit di trasformazione di tutte le societ di distribuzione, anche le pi piccole. uniniziativa che tende a favorire linnovazione
tecnologica e ad accelerare il tasso di cambiamento verso
la visione smart grid che accogliamo con interesse: da anni infatti affianchiamo le societ di distribuzione nellim-

postazione e gestione di questi complessi progetti con


specifiche competenze e capacit realizzative. importante comprendere che le smart grid sono lelemento tecnologico di infrastruttura che permetter lattuazione del
Green Package della Comunit europea e quindi il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni: le
reti di distribuzione dovranno, da una parte, essere in grado di accogliere e valorizzare gli impianti di generazione
distribuita da fonti rinnovabili (fotovoltaico, eolico ecc.) e,
dallaltra, consentire una gestione interattiva della domanda di energia.
In questultimo punto si concentra la vera sfida: la trasformazione delle componenti soft. Infatti la gestione attiva
della domanda richieder la capacit di acquisire e analizzare grandi volumi di informazioni e di instaurare una continua interazione tra clienti, societ di distribuzione e societ di vendita fino a un traguardo futuribile di vera e propria
automazione dellintera catena del valore dellenergia.

Andrea Ranchino, partner di Power Reply

21

24 finanziamenti&risparmi

6/2010

torit per lenergia elettrica e il

(+2%) per un certo numero di an-

buzione e utente finale in modo

gas -. Chi decide di presentare un

ni (dodici in questo caso) agli in-

da assicurare un passaggio di in-

progetto deve prevedere unap-

vestimenti che le imprese di distri-

formazioni continuo allinterno

plicazione reale, sulle reti di distri-

buzione faranno nei progetti pilo-

della rete - conclude DellOste -.

buzione esistenti di propria com-

ta incentivati. La remunerazione

Credo che i criteri adottati per ri-

petenza per consentirci di verifi-

per chi investe in reti tradizionali

entrare tra i progetti pilota sele-

care gli elementi che caratterizza-

del 7%, per chi investir nei

zionati siano sufficientemente

no una smart grid.

progetti pilota smart grid sar

stringenti, garantendo comunque

I progetti pilota non verranno fi-

del 9%. Quel 2% quindi riguarda

quello spazio interpretativo che

nanziati in conto esercizio o conto

solo la quota di capitale investita

inevitabile quando si parla di spe-

capitale, ma tramite un incentivo

in dispositivi volti alla creazione

rimentazioni.

tariffario che garantisce un rendi-

della rete intelligente.

Piccolo inciso: nel presentare la

mento maggiorato rispetto a chi

Per poter essere presi in conside-

domanda, secondo le modalit

investe in reti tradizionali. Spiega

razione i progetti devono riguar-

contenute nel provvedimento, oc-

DellOste: La tariffa (e di conse-

dare tratti di rete in media tensio-

corre anche inserire la prova del

guenza i ricavi delle imprese di

ne, dove la produzione di energia

pagamento di 5mila euro (non

distribuzione) determinata, in-

elettrica prodotta dagli impianti

rimborsabili) a copertura delle

cludendo anche la remunerazione

da fonti rinnovabili sia maggiore

spese - la somma indicativa -

del capitale investito dai gestori

della domanda degli utenti con-

della Commissione giudicante

delle reti. Nel caso specifico, lin-

nessi alla rete. Inoltre, il proget-

(500 euro al giorno), composta da

centivazione consiste nel ricono-

to potr prevedere un sistema di

esperti.

scere una maggior remunerazione

colloquio bidirezionale tra distri-

Agnese Ananasso

La posta dei lettori di

a vostra disposizione
Scrivete pareri, inoltrate quesiti,
prendete posizione:
la redazione vi risponder e pubblicher
le lettere pi interessanti
nelle pagine dedicate

Via email: redazione.energia24@businessmedia24.com


Via posta: redazione Energia24, via Patecchio 2 - 20141 Milano

24 esperienze&carriere

6/2010

IL PROGETTO

Citt Studi produce sapere ed energia


Al centro dellisolato che ospita lateneo milanese la centrale di cogenerazione
sviluppata da Carbotermo in project financing. Intervista al direttore Andrea Berti

resso lUniversit degli Studi di


Milano allinterno dellisolato

compreso fra le vie Golgi, Celoria, Venezian e Ponzio in via di ultimazione


un progetto di produzione energetica: un sistema di cogenerazione che
crea elettricit, caldo e freddo. Lintervento stato sviluppato da Carbotermo in project financing: la societ ha
realizzato e preso in gestione tutto
lapparato tecnologico per 20 anni.
Energia24 ha chiesto un approfondimento al direttore tecnico della socie-

La carta didentit del sistema


tNPUPSJEJDPHFOFSB[JPOFEBL8F FMBQSFEJTQPTJ[JPOFQFSJMUFS[P

tBTTPSCJUPSJEBL8GSJHPSJGFSJDBEBVOP FMBQSFEJTQPTJ[JPOFQFSJMUFS[P

tDBMEBJFEBL8UFSNJDJDBEBVOP FMBQSFEJTQPTJ[JPOFQFSMBRVBSUB

tQP[[JQFSJMQSFMJFWPEFMMBDRVBEJGBMEBOFDFTTBSJBBMMBDPOEFOTB[JPOF
dei gruppi frigoriferi
tQP[[PQFSMBSFTBEFMMBDRVBEJGBMEB
tDPMMFHBNFOUPJESBVMJDPBM$BWPUBWFSOBQFSMPTDBSJDPEFMMBDRVB
di condensazione frigorifera
t-BSFUFEJUFMFSJTDBMEBNFOUPFUFMFSBGGSFEEBNFOUPQFSTPUUPDFOUSBMJ
termiche e frigorifere
t-BSFUFFMFUUSJDBJO.FEJB5FOTJPOFQFSJMDPMMFHBNFOUPDPOMFBUUVBMJDBCJOF
elettriche (che verranno scollegate dalla rete nazionale)
t-BDPTUSV[JPOFEJVOQVOUPEJQBSBMMFMPFMFUUSJDPDPODPOUBUPSFCJEJSF[JPOBMF

t Andrea Berti che racconta: La


centrale composta da due motori di
cogenerazione, due assorbitori frigoriferi e tre caldaie termiche. Si tratta di
trigenerazione classica dove la condensazione dei gruppi frigoriferi viene
fatta con acqua di falda (poi scaricata
in cavo superficiale, chiamato Cavo
taverna), invece che con le convenzionali torri evaporative. stato predi-

tivo di ridurre i consumi di energia

vi, calcolati sulla base dellenergia ce-

sposto un camino che ospita i canali di

primaria e aumentare la disponibilit

duta allUniversit, si aggirano sui 2

evacuazione fumi delle caldaie e dei

di acqua refrigerata uso condiziona-

milioni e 700mila euro annui, dai qua-

motori di cogenerazione, oltre ai con-

mento. Organizzando anche attivit

li vanno detratte le spese di gestione,

dotti di espulsione dellaria di raffred-

straordinarie di adeguamento e ri-

quali gas, manutenzione eccetera.

damento dei motori stessi.

qualificazione.

Com nata lidea?

I tempi?

Non esiste un limite inferiore, an-

Noi gestiamo dal 2006 gli impianti

Il tutto iniziato nellaprile 2007, la

che se bisogna valutare attentamente

tecnologici dellUniversit di Milano:

costruzione cominciata nel maggio

i rendimenti dei motori di cogenera-

riscaldamento, condizionamento,

2009. Il collaudo previsto per linizio

zione, che tendono a scendere se si

elettrico, antincendio, gas tecnici,

di questestate e la gestione partir il

abbassa la potenza elettrica di targa.

gruppi elettrogeni e Ups, regolazio-

primo ottobre 2010.

sempre bene, comunque valutare

Replicabilit del progetto?

gli assorbimenti necessari, di natura

ne. Nellambito del contratto abbiamo proposto di portare avanti un

Costi e ricavi?

elettrica, termica e frigorifera, che

intervento che andasse ben oltre la

Per linstallazione stata pagata una

cambiano nelle diverse stagioni e a

normale manutenzione, con lobiet-

cifra di 8 milioni e 300mila euro. I rica-

differenti ore della giornata.

23

$ESIGN'RAPHICAMENTE -I

,ENERGIAn
ILRESPIRODELLACITTg

6ORREMMOESSEREILPOLMONEDIOGNICITTg DIOGNIAGGLOMERATO
URBANOEINDUSTRIALE PERDAREILNOSTROCONTRIBUTOALRISPARMIO
DELLERISORSEENERGETICHEEALLAMBIENTE3IRAMATTUALMENTEOTTIMIZZALENERGIA
ANCHECONLIMPIEGODELLEFONTIRINNOVABILI GESTISCETECNOLOGIE
ESERVIZIDIMANUTENZIONEINMIGLIAIADIEDICIPUBBLICIEPRIVATI
COLLABORANDOALMIGLIORAMENTODELLAQUALITgDELLAVITA
APARTIREDALLARIDUZIONEDELLEEMISSIONI CONESPERIENZAECOMPETENZA
3IRAMnUNAGRANDEAZIENDA INFORTEESPANSIONE CAPACEDIPRESTARE
ATTENZIONEALLEPICCOLECOSE
0ERCHmnDAIPARTICOLARICHEHAORIGINELAQUALITg

3IRAM\$ALKIA3OLAR)TALIA\'E3)\3EMITEC\%MICOM3ERVICE
2ETTAGLIATA3ERVIZI\3IMAV

SIRAM_adv_A4_OK.indd 1

15-03-2010 10:11:34

energia alternativa
STORIA DI COPERTINA

Molti incentivi, poco mercato vero


Il fascino e i misteri delle rinnovabili
La tumultuosa crescita del comparto attira investitori esteri e borse
ma caratterizzata da vistose anomalie secondo il Report di Althesys.
I limiti di un tessuto industriale impreparato e le difficolt di accesso al credito

os se vi pare, direbbe Pi-

gli incentivi drogano il mercato

Annual Report, che la societ di

randello se potesse oggi leg-

che, tuttavia, al momento non ne

consulenza ha presentato alla Ca-

gere lo stato del mercato. La tanto

pu fare a meno; perch nei por-

mera di commercio di Milano,

criticata industria del settore cre-

tafogli delle aziende italiane rima-

lo conferma: 389 sono state le

sce a ritmi tali che si potrebbe ri-

ne solo una parte e il resto vola

operazioni di investimenti in nuovi

battezzare il Belpaese delle fonti

nelle holding allestero che nel

impianti e attivit di finanza stra-

di energia rinnovabile. Eppure, in

frattempo non smettono di aprire

ordinaria rilevate nel biennio

giro crescono anche le lagnanze.

cantieri.

2008-2009. Operazioni che han-

Perch mancano i fondi e le ban-

Lultimissima istantanea, scattata

no fatto girare una cifra di 6,5 mi-

che non sono cos attente a un

da Althesys, dimostra come il mer-

liardi di euro per creare in maniera

comparto in evoluzione; perch

cato sia in fermento e il primo Irex

pulita 4.127 MW.

25

3A FIERA INTERNAZIONALE DELLE ENERGIE RINNOVABILI


PER USI COMMERCIALI E PUBBLICI
BOLZANO | 23 - 25 SETTEMBRE 2010
23 + 24/09 | ORE 9.00 - 18.00
25/09 | ORE 9.00 - 16.00

2010

KLIMAENERGY

plus
Soluzioni concrete
PER AZIENDE ED ENTI LOCALI
CONVEGNO INTERNAZIONALE

Energie rinnovabili
in sistemi integrati
Enertour
VISITE GUIDATE AD IMPIANTI
SUL TERRITORIO

Innovation
Corner
Klimaenergy
Award
Online
Ticket -50%

PER PROVINCE E
COMUNI ITALIANI

www.klima-energy.it
SPONSOR +
PARTNER

MEDIA
PARTNER

24 storia di copertina
La mappatura degli investimenti: le operazioni

6/2010

a chi intende investire nelle Fer).


C, infine, chi fa notare - il caso
di Luciano Barra, del dipartimento
di Energia del ministero dello Sviluppo economico - che il paradosso sta nel fatto che tutti si lamentano, ma intanto gli uffici regionali
sono intasati di richieste di autorizzazione. Un mercato definibile
come immaturo, ma che - almeno fino a oggi - affascina ancora i
fornitori esteri. Uno per tutti: la Sky
Solar che a breve aprir una sussidiaria in Italia, terra di incentivi co-

Fonte: Irex Annual Report 2010

munque lussuosi.
Intanto, la Borsa va. E il paniere Irex

Con queste premesse Alessandro

Guaitamacchi, imprenditore eo-

lo dimostra con le sue nove societ

Marangoni, Ceo di Althesys, si

lico e segretario generale di Aper);

pure renewable quotate per una

sbilancia in un valore previsionale

chi incentivi legati alla zona: Me-

capitalizzazione da 1,2 miliardi di

che da qui al 2020 potrebbe por-

no irraggiata , e pi dovrebbe-

euro. Marangoni richiama latten-

tare benefici netti per lItalia com-

ro essere alti ( il parere di un

zione sul confronto con le quotate

presi tra 23,6 e 27 miliardi di euro.

deputato - probabilmente della

del settore oil&gas, dimostrando

Il dato sar ben evidenziato in

Lega Nord - raccolto e dato in pa-

che le Irex hanno performance su-

questi giorni quando lItalia, come

sto al pubblico da Alessio Bur-

periori e pi stabili.

gli altri Paesi europei, dovr pre-

riello, dellAutorit per lener-

Semmai la domanda unaltra: sa-

sentare il proprio piano dazione

gia); chi auspica un tessuto indu-

r crescita sostenibile? Lanalista

alla Comunit europea.

striale pi preparato e con una

risponde: Crediamo che il settore

Tuttavia, come rilevato, le rimo-

approccio ai soldi meno speculati-

beneficer di sicuro di maggiore

stranze non mancano. C chi vor-

vo-affaristico (suggerimento di

visibilit con le Ipo dei prossimi me-

rebbe un quadro legislativo

Corrado Santini che si occupa

si e con il sentiment positivo nei

orientato allo sviluppo (Paolo

attraverso il fondo F2i di dare soldi

confronti delle energie rinnovabili


che si sta diffondendo nella societ

Il bilancio costi-benefici

civile.
Dalla Borsa alle Banche il passo
breve e riflessioni in merito sono
emerse in un altro convegno organizzato dalla Rappresentanza di Milano della Commissione europea e
da EnergyLab. Il prezzo di 1 MWh
alla borsa elettrica - fa notare Paolo
Camillo Bozzolo di Unicredit - di
circa 80 euro. Ma attualmente i proprietari di un impianto fotovoltaico
si vedono riconosciuti 400 euro per
ogni MWh venduto.
Nei prossimi anni il conto complessi-

Fonte: Irex Annual Report 2010

vo delle rinnovabili destinato a cre-

27

24 storia di copertina

6/2010

mondo bancario verso il mondo degli

Le rinnovabili in Borsa

utenti privati: Il sistema bancario


non si accorto del grande potenziale di business delle energie alternative, strutturando un adeguato sistema di offerta (mutui, carte di credito)
in grado di incentivare i comportamenti virtuosi dei cittadini, che sono
sempre pi sensibili verso questi temi. Il ruolo delle banche, daltronde,
dovrebbe essere quello di finanziare
i consumi: basti pensare che oggi 3
automobili su 4 sono acquistate tramite finanziarie.
Anche se difficile pensare che tutti
gli italiani vogliano attrezzare nel
breve periodo le proprie case con impianti a energia alternativa, una
maggiore attenzione degli istituti di
credito verso questo mondo non

Fonte: Irex Annual Report 2010

guasterebbe: secondo una ricerca


segnalata da Silvana Stefanini, do-

scere, considerando gli impegni eu-

che se in tempi e modi diversi, abbia-

cente dellUniversit Bicocca di Mi-

ropei che impongono allItalia di ga-

no fatto il massimo per incentivare le

lano, sino al 2008 i tassi di interessi

rantire il 17% dei consumi di energia

fonti rinnovabili ha dichiarato Alfeo

applicati dalle banche nazionali non

primaria con le fonti pulite entro il

Fumagalli del Monte Paschi di Sie-

rendevano, infatti, sostenibile la ri-

2020 (equivalenti soltanto per la par-

na. Decisamente pi pessimista lopi-

chiesta di un prestito per la realizza-

te elettrica a 20 GW di nuovi impian-

nione espressa da Marco Fedeli,

zione di un piccolo impianto fotovol-

ti). Entro quella data, secondo una

fondatore di Green Globe Banking,

taico (sino a 25.000 euro).

stima dellAutorit per lenergia, an-

che nel corso del convegno ha la-

che ipotizzando un dimezzamento

mentato una scarsa attenzione del

M.Cristina Ceresa
(ha collaborato G. Torchiani)

dellattuale livello di incentivazione,


serviranno sussidi per circa 7 miliardi

Incentivi: croce, delizia o falso problema?

di euro lanno. Addirittura - ha sostenuto Carlo Corazza, direttore

4,2 miliardi circa, gli euro erogati nel 2009

della Rappresentanza milanese della


Commissione europea -, uno scenario di grande sviluppo delle rinnovabili potrebbe determinare un aggravio di 250 euro allanno sulle bollette
private nel 2050.
Oltre agli incentivi, anche il ruolo del
sistema bancario rappresenta uno
degli aspetti pi discussi dagli addet-

Soltanto in Italia si fanno ancora queste


battaglie di retroguardia - ha replicato il
presidente di Aper, Roberto Longo - piuttosto
che cogliere le opportunit delle rinnovabili. Gli
incentivi rappresentano un male necessario, ma
possono essere gestiti: se si eliminassero tutti i
malfunzionamenti del sistema (problemi di reti,
autorizzazioni - ndr) nel 2020 sarebbe possibile
anche non spendere pi dei 4,2 miliardi che lo
Stato elargisce oggi.

Il pacchetto 20-20-20 - ha riassunto Raffaele Tiscar,


direttore generale Reti e servizi di pubblica utilit della
Regione Lombardia - un obiettivo ambizioso da
raggiungere in un lasso temporale cos breve. Per questo
ritengo che sugli incentivi stiamo assistendo a una vera e
propria follia: in particolare, continuare a prendere soldi
dalle bollette degli utenti per sostenere il fotovoltaico
non ragionevole, considerando che questa fonte potr
fornire uno scarsissimo contributo percentuale al
raggiungimento di traguardi cos vicini nel tempo.
Non ha senso sganciare gli incentivi da una logica
di pianificazione e strategia.

ti ai lavori, data limportanza del cre28

dito per lo sviluppo del settore: Credo che in questi anni le banche, an-

Opinioni raccolte da Gianluigi Torchiani al convegno La nuova politica europea delle fonti
rinnovabili, organizzato dalla Rappresentanza di Milano della Commissione europea e da EnergyLab

24 storia di copertina

6/2010

SOLAR ENERGY REPORT

Il fotovoltaico italiano sulla vetta del GW


In Europa secondo solo alla Germania
Per potenza installata cumulata il nostro Paese al quinto posto nel mondo con
1.140 MW. Decisiva per la filiera la riduzione tariffaria del nuovo Conto energia

iamo abituati a leggere e a cri-

una volta giusto evidenziare un

e davanti a Paesi come Stati Uniti

ticare i ritardi dellItalia in sva-

dato estremamente positivo: nel

e allex fenomeno Spagna.

quelli

2009 lItalia, con i suoi 730 MW,

I numeri, illustrati da Gerardo

dellenergia e delle nuove fonti

stato il secondo Paese al mondo

Montanino, direttore operativo

rinnovabili. Anche per il solare fo-

per capacit installata nellanno

del Gse, in occasione della pre-

tovoltaico i problemi e le storture

solare, subito alle spalle dellim-

sentazione del Solar Energy Re-

del sistema non mancano, ma per

prendibile Germania (3.000 MW)

port 2009 del Politecnico di Mi-

riati

campi,

compresi

La potenza installata nei principali Paesi del mondo

Fonte: Solar Energy Report 2009

Cos gli stanziamenti Regione per Regione

Fonte: Solar Energy Report 2009

29

24 storia di copertina

6/2010

lano, testimoniano una notevole

superato la quota simbolica del

co, che sempre pi affollata di

vitalit del settore, considerando

GW, arrivando al 31 dicembre a

attori: il numero di imprese attive

anche che a fine 2008 lEnergy &

1.140 MW. Tale numero pone

sul mercato italiano cresciuto di

Strategy Group del Politecnico

lItalia al quinto posto nella classi-

oltre il 12% rispetto al 2008, per

stimava che nel corso dellanno

fica mondiale del fotovoltaico,

un totale di oltre 700 aziende che

successivo il fotovoltaico italiano

per un volume daffari complessi-

operano in questo business. La

non avrebbe superato i 400 MW

vo stimato intorno ai 2,3 miliardi

produzione di silicio, wafer, celle

di potenza installata. Invece, gra-

di euro (+28% rispetto al 2008),

e moduli rimasta anche nel 2009

zie a un vero e proprio exploit di

a cui si deve aggiungere un altro

di appannaggio delle imprese

impianti entrati in esercizio nello

miliardo e mezzo che arriva

estere, che controllano dunque le

scorso dicembre, la potenza in-

dallindotto.

fasi della catena a pi elevata

stallata cumulata ha raggiunto e

Una filiera, quella del fotovoltai-

marginalit (nonostante il netto

La redditivit per tre diverse tipologie dimpianti

I tassi di rendimento assicurati da ciascun impianto tipo


(IRR sta per Tasso Interno di Rendimento del capitale investito nel progetto)

30
Fonte: Solar Energy Report 2009

24 storia di copertina

6/2010

calo determinato dalla riduzione


dei prezzi). Le imprese italiane sono attive soprattutto nei comparti distribuzione e installazione e
generano circa il 28% dellintero
margine operativo lordo dellintera filiera, pi o meno come nel
2008. Per il futuro, in un regime
di incentivazione ridotta, ragionevole aspettarsi un processo
di razionalizzazione del settore,
con la diminuzione del numero
degli attori ha per precisato
Vittorio Chiesa, direttore Energy
& strategy group.
Ulteriori opportunit per le nostre
aziende potrebbero arrivare dalla
diffusione del film sottile, destinato gi nei prossimi anni ad ac-

Come cambia il Conto energia


Gerardo Montanino, direttore operativo del Gse, spiega le novit del prossimo nuovo
Conto energia, cos come appare nellultima bozza, quella che molto probabilmente verr
approvata dalla nuova Conferenza unificata Stato-Regioni. Sembra, infatti, che il ministero
dello Sviluppo economico abbia accolto le piccole modifiche proposte dalla precedente
Conferenza Stato-Regioni.
Maggiore differenziazione per fasce di potenza: prima un impianto superiore a 20
kWp aveva lo stesso incentivo di un impianto multimegawatt. Ora ci sono vari scaglioni, a
partire da 1.000 kWp.
Limitate a due le categorie da impianti da incentivare: impianti a terra e su edifici.
La soglia di potenza massima per lincentivazione prevista in 3.000 MW circa.
Riduzione degli incentivi: dal 12-13% fino al 25%. La situazione migliora se si conteggia
anche il risparmio di energia: da un prezzo minimo di 10 centesimi di euro per kWh fino ad
arrivare a 18-19 centesimi.
Nuove categorie di impianti fotovoltaici contemplati: fotovoltaico a concentrazione,
impianti speciali veramente integrati in edilizia, come le facciate fotovoltaiche. In questo
caso le nuove tariffe sono solo impercettibilmente diverse rispetto a quelle riferite agli impianti
totalmente integrati. Lo scarto in alcuni casi non supera lo 0,5%, al massimo arriva al 10%.
La riduzione degli incentivi negli anni: la regressione del 6% per il 2012 e il 2013
(prima era del 2%), mentre per gli impianti fotovoltaici innovativi e a concentrazione la
riduzione sar del 2% allanno. A partire dal 2014 un nuovo decreto discipliner la materia.
Complessivamente le riduzioni delle tariffe sono ampiamente compensate dalla diminuzione
dei costi dei moduli fotovoltaici.

caparrarsi una fetta del 30% del


mercato, e dalla crescita del sola-

nali di energia entro il 2020): il

to contenuto, pari a un miliardo

re termodinamico, dove le indu-

Gse prevede che il 2010 si possa

di euro. La Bozza del nuovo Con-

strie nazionali potrebbero far va-

chiudere con 2.500 MW di poten-

to energia (che entrer in vigore

lere

competenze

za cumulata, mentre il traguardo

nel 2011) gi pronta e aspetta

nellingegneria impiantistica e

di 8 GW entro il 2015 potrebbe

soltanto il via libera della Confe-

nelle applicazioni meccaniche.

essere addirittura superato (pi

renza unificata Stato-Regioni, co-

In ogni caso appare ancora fonda-

cauta, invece, la previsione del

me ha chiarito Stefano Saglia,

mentale il sostegno del mondo

Politecnico, che ipotizza per quel-

sottosegretario al ministero dello

creditizio: L80-85% del fattura-

la data soli 7 GW). Il Solar Ener-

Sviluppo economico. La riforma

to del fotovoltaico - ha ricordato

gy Report ha addirittura stimato

dovrebbe prevedere una riduzio-

Giuseppe Dasti di Intesa San-

in 39,3 GW al 2020 il potenziale

ne delle tariffe compresa tra il 10

Paolo - determinato da prestiti

teorico di questa fonte pulita. Ma

e il 25% (a seconda della taglia

bancari. Soltanto nel 2009 il mio

leffettivo livello di sviluppo del

degli impianti), spalmata su tre

gruppo ha erogato finanziamenti

settore, in realt, sar fortemente

cadenze quadrimestrali per favo-

per 500 milioni di euro. Tutti gli

condizionato dalla politica di in-

rire un assorbimento graduale da

istituti bancari, daltronde, hanno

centivazione che si decider nei

parte del mercato; nel 2012 e

creato prodotti specifici per il so-

prossimi anni. I sussidi garantiti

2013 ci dovrebbero essere ulte-

lare, quindi mi sento di dire che il

dallattuale Conto energia sono

riori riduzioni nellordine del 6%

sistema del credito ha sostenuto il

senzaltro i pi generosi a livello

lanno. Appare comunque scon-

comparto e continuer a farlo an-

europeo, anche se unanalisi con-

giurato il rischio di una replica del

che in futuro. Il fotovoltaico na-

tenuta nel rapporto evidenzia

caso Spagna, che lo scorso anno

zionale, insomma, sembra aver

che, se fosse mantenuto sino al

ha registrato un brusco calo del

retto bene alla prova della crisi

2015 lattuale sistema di incenti-

mercato, determinato dalla ridu-

economica e potrebbe offrire un

vi, il costo effettivo per i cittadini

zione delle tariffe (-22%) e dallin-

importante contributo al raggiun-

(al netto delle maggiori entrate

troduzione di un limite alla poten-

gimento dei target europei sulle

fiscali e senza considerare i bene-

za incentivabile (500 MW).

rinnovabili (17% dei consumi fi-

fici sociali) sarebbe tutto somma-

le

storiche

Gianluigi Torchiani

31

24 storia di copertina

6/2010

IL PARERE DELLESPERTO

Regole incerte e assurde competizioni


Quanto costa investire nel nostro Paese

incertezza sulle condizioni future ha dei costi


non irrilevanti. Dobbiamo porre, pertanto,
molta attenzione alle perdite che una gestione
amministrativa non efficiente causa nel settore
fotovoltaico.
Il problema di fondo che le decisioni e le linee
guida sono prerogativa dello Stato, ma la tematica energetica oggi materia di competenza
concorrente tra lo Stato e gli Enti locali, con delle difficolt di gestione del processo amministrativo di non facile soluzione.
Manca, di fatto, un coordinamento tra gli indirizzi nazionali e le azioni locali, arrivando ad avere una competizione tra le diverse amministrazioni, come nel caso delle sentenze 119, 120 e
124/2010 della Corte costituzionale contro i
provvedimenti delle Regioni Puglia e Calabria.
Soprattutto quando si parla di investimenti rilevanti sarebbe bene avere un sistema amministrativo efficiente.
Invece le regole sono inadeguate ad assicurare
tempi e modalit certe agli investitori.
anche vero che talora sono proprio gli operatori i primi a non volere che si definiscano regole
definitive e semplici: coloro che hanno imparato
come funziona il sistema cercano di mantenere
il mercato chiuso ai nuovi entranti e ai progetti
di investimento pi piccoli.
Invece linteresse della comunit proprio quello di rendere questi investimenti facili e non rischiosi, con regole super partes uguali per tutti.
La definizione del nuovo Conto energia urgente e, al di l dei valori di incentivazione, richiede
che tutto il processo amministrativo venga unificato e semplificato.
Quello che mi preme maggiormente sottolineare la questione dei costi: un investimento in
Italia pi caro proprio per lincertezza amministrativa rispetto ad altri Paesi europei e, a pa32

Arturo Lorenzoni professore dellUniversit di Padova, attivo


nellinsegnamento di economia del mercato elettrico e delle fonti
di energia. Anche questanno il docente si occuper di redigere il
rapporto Il valore dellenergia fotovoltaica in Italia per conto del
Gifi, che sar pubblicato a settembre).

rit di progetto, i costi potrebbero essere minori. Il sistema di supporto non deve coprire i costi
sempre e comunque con premi sempre maggiori, ma agire in primis sulle cause che portano a
un incremento di costo. Lincertezza del processo autorizzativo e la sua durata comportano
costi maggiori a motivo dellaumento del tasso
di finanziamento.
Se un installatore ha diversi progetti e sa che solo alcuni avranno successo carica le perdite sui
progetti a buon fine. Che risultano pi cari perch devono sopportare anche le spese di perdita
degli altri progetti bloccati. Ricordiamo che anche la richiesta di connessione allEnel un costo
che spesso va a finire nel nulla. Come tutte le
spese progettuali.
Purtroppo, c un tasso di mortalit a livello progettuale molto elevato, anche se ovviamente gli
installatori preferiscono parlare dei successi che
degli insuccessi.
parere raccolto da Chiara Scalco

24 storia di copertina

6/2010

IL MERCATO FOTOVOLTAICO

Magazzini vuoti e tante richieste inevase


Le Pmi attendono il nuovo Conto energia e sollecitano stabilit e chiarezza

zioni fiscali richieste di aperture di fab-

italiane. Ma magazzini vuoti sia di

briche (il Regno Unito assicura sgravi

Stato-Regioni. Stabilit e chiarezza

pannelli fotovoltaici che di inverter. Il

fiscali sulla manodopera per tre anni e

chiedono gli operatori. E il sottosegre-

SolarExpo dello scorso mese era allin-

prestiti a fondo perduto). Ma latten-

tario al ministero dello Sviluppo econo-

segna del chi ha i denti non ha il pa-

zione del mercato ora concentrata

mico con delega allenergia, Stefano

ne. Motivi speculativi di un mercato

sui provvedimenti molto attesi la cui

Saglia assicura che il Governo impe-

che osserva una costante diminuzione

approvazione continuamente slitta-

gner complessivamente 13 miliardi di

dei prezzi? Pu darsi. Ma prevale una

ta: le linee guida per le fonti rinnovabi-

euro per le rinnovabili nei prossimi an-

lettura unilaterale legata sugli incentivi

li e il nuovo Conto energia per il foto-

ni, considerando anche gli investimen-

che finora hanno regolato landamen-

voltaico, con tariffe diminuite di circa il

ti per potenziare le reti elettriche, so-

to del mercato fotovoltaico. Non solo

20% rispetto a quelle attuali. Il via libe-

in Italia. E questa volta al centro dellat-

ra definitivo dovrebbe arrivare entro la

prattutto nel Mezzogiorno.


M.Cristina Ceresa

anta richiesta da parte delle Pmi

prossima riunione della Conferenza

tenzione ci sta la Germania che come


gi la Francia allinizio dellanno, sta
procedendo con la diminuzione delle
tariffe feed-in garantite allenergia rinnovabile. Fatto sta che la corsa allultima installazione ha portato a concentrare la disponibilit di prodotto proprio
in terra teutonica. Prevedibile? Probabilmente i calcoli produttivi non sono
ancora cos raffinati e soggetti ad altalenanti richieste e disponibilit di materie prime. Ma la situazione italiana
ancora pi svantaggiata dalla carenza
di siti dove si produce in loco. Qualche
esempio: mentre sta funzionando a
ritmi aggressivi il nuovissimo stabilimento della Energy System, aperto
in Friuli da una realt storica nellambito della produzione carta e ora convertitasi alla trasformazione delle celle di
silicio in moduli fotovoltaici, si contano
a pi riprese aziende che hanno e stanno desistendo dal chiedere facilitazioni
al ministero dello Sviluppo economico
che pi che dare risposte negative
sembra disinteressarsi e poco occuparsi della concorrenza di altre nazioni che
accolgono con tempestivit e facilita-

Situazione, previsioni, speranze: parlano gli addetti ai lavori


Gualtiero Seva, division manager di Mitsubishi Electric
La recessione dellanno scorso ha rallentato anche le linee produttive fotovoltaiche. In questo momento
di ripresa i magazzini sono vuoti, ma oltre alle celle mancano i componenti, come gli inverter: noi per
esempio possiamo iniziare a consegnare i pannelli completi da settembre/ottobre.
Filippo Levati, direttore generale di Mx Group
Il sistema Paese Italia lento e non riesce a stare dietro a un mercato velocissimo. Le istituzioni non aiutano
e spendono poco per investimenti industriali di filiera. C ancora, inoltre, troppo conservatorismo dei
sistemi finanziari in un momento in cui le banche dovrebbero collaborare e invece sono un freno.
Fabrizio Limani, responsabile vendite per lItalia di SolarWorld
La produzione di moduli in Italia richiederebbe grossi investimenti, ma soprattutto dovrebbe superare i
problemi legati alla burocrazia e allinsicurezza delle leggi. Noi abbiamo deciso di avere una sede per
continente: una in Germania per lEuropa, due in America, una in Corea del Sud per lAsia e una nel Qatar
per fare da giunzione tra Asia e Africa.
Pedro Pereira, country manager di Martifer Solar
Noto che le banche in questo momento sono schizofreniche. Mentre i fornitori hanno bisogno di essere
sempre pi bancabili, loro garantiscono solo i pi grandi, ovvero quelli che in questo momento non hanno
prodotti a magazzino.
Angelo Rivolta, direttore generale Ibc Solar Italia
La condizione attuale (domanda elevata; carenza prodotti - ndr) durer probabilmente ancora per qualche
mese.
Luciano Filippi, amministratore delegato Making Energy
Ora tempo di superare i grandi errori che lItalia ha fatto nel settore delle rinnovabili. E cavalcare le grandi
opportunit che si stanno presentando.
Giorgia Colombo, responsabile marketing Ravano Green Power
In questo momento delicato dellindustria fotovoltaica vediamo comparire un altro fenomeno che va subito
contrastato: quello dellimportazione parallela, ovvero senza certificazione, dei pannelli fotovoltaici.
Gian Paolo Incutti, Ceo Hyundai ImageQuest Italy
Credo che quello che sta succedendo sia un fenomeno puramente speculativo che durer fino allautunno
inoltrato. Vero che il collo di bottiglia sulle fabbriche di celle.
Liborio Nanni, general manager Italia di SunEdison
Incentivi? Dovremmo prendere in considerazione il modello Usa basato sul Ppa (Power purchase agreement
- ndr). Credo che sia un passo avanti per le aziende del solare che si trasformeranno in Esco/Utility
dellenergia verde.
opinioni raccolte dalla redazione

33

www.chambre.it

Imprese e impegno ambientale:

quasi duemila certicate


in Lombardia
I

Su dodicimila in Italia.
Primato a Milano
Lombardia:
+15% in due anni.
Italia: +17%.
Bene Brescia, Bergamo,
Monza e Brianza,
Varese, Mantova

mprese impegnate per la salvaguardia dellambiente: sono


oltre 12 mila le aziende e
organizzazioni italiane con certicazione ambientale volontaria ISO
14001, con unelevata concentrazione in Lombardia (quasi duemila).
Nella sola provincia di Milano si
concentrano 609 virtuose.
Cresce limpegno ambientale delle
imprese: quelle certicate aumentano in due anni in Lombardia del
15% e in Italia del 17%. Questo
scenario emerge da unelaborazione della
Camera di commercio di Milano su dati
Annuario ufciale del sistema italiano della
qualit per le certicazioni ambientali a
maggio 2010.
Lombardia. Le prime province dopo Milano
per certicazione ambientale, sono Brescia
col 13% e Bergamo col 12% regionale,
seguite da Monza e Brianza (9%), Varese
(8%), Mantova (6%).
Di ambiente si parlato il 18 maggio scorso
durante lincontro La crescita sostenibile, una priorit per la Francia e lItalia
organizzato da Camera di Commercio di
Milano, Chambre Francaise de Commerce
et dIndustrie en Italie (CFCII) e Agence
Francaise pour les Investissements Internationaux (AFII).

La Camera di commercio - ha dichiarato


Carlo Franciosi, membro di giunta
della Camera di commercio di Milano
- sostiene limpegno delle imprese a favore
dellambiente e dello sviluppo sostenibile.
In una realt moderna e attenta ai valori
etici, il ruolo dellimpresa diventa sempre
pi centrale per la diffusione di comportamenti eco-compatibili e a rilevanza sociale.
Oggi la competitivit delle imprese anche
a livello europeo e internazionale si gioca
sempre di pi su questi temi molto sentiti
dai cittadini e dai consumatori. Ecco perch
occorre un impegno condiviso delle istituzioni per uno
sviluppo di questi valori a partire dalleconomia e con
un impatto diffuso sulla qualit della vita.
La crescita sostenibile - ha dichiarato Patrick
Brechon, presidente della Chambre Francaise
de Commerce et dIndustrie en Italie - rappresenta unopportunit per la Francia e per lItalia,
unoccasione di crescita comune, per lo sviluppo di
uneconomia verde con attenzione alla promozione
delle energie rinnovabili.
Lo sviluppo di uneconomia attenta allambiente ha dichiarato Herv Pottier, direttore Agenzia
Francese per gli Investimenti Internazionali,
ufcio di Milano - rappresenta sempre di pi un
elemento di attrattivit anche per gli investimenti
esteri in una realt sempre pi globale.

informazione aziendale

en24-25_red_CFCII.indd 2

25-05-2010 10:21:35

24 storia di copertina

6/2010

CONVEGNO IL FUTURO HA UN CUORE ANTICO

Lambiente d un calcio alla crisi


Forti segnali di ripresa a inizio 2010
Gli investimenti nel 2009 calati meno che in altri comparti e negli Usa aumenta
la fiducia dei venture capital. Sollecitata la semplificazione degli iter autorizzativi

uardare molto indietro aiuta a

gli investimenti nelle rinnovabili sono

consumo da parte del mondo pro-

guardare molto avanti: questa

diminuiti solo del 6,6% rispetto al

duttivo e degli utenti finali, forme pi

sintetica frase di Winston Churchill

precedente anno, mentre quelli per

razionali di gestione dellenergia e

citata da Giovanni Battista Zorzoli,

lindustria del gas e del petrolio han-

maggiore efficienza. Una trasforma-

presidente di Ises Italia, nel corso

no mostrato una riduzione ancora

zione, dunque, anche di tipo cultura-

della presentazione del convegno

pi marcata, -19%. Il 2010 promette

le, a cui si accompagnerebbe la crea-

Energie rinnovabili: il futuro ha un

di recuperare il perduto, visto che ne-

zione di nuove piccole, medie e gran-

cuore antico sicuramente attuale

gli Stati Uniti il venture capital ha in-

di imprese impegnate in attivit ad

e applicabile al mondo delle fonti rin-

vestito nel primo trimestre ben 1,9

alta specializzazione e valore aggiun-

novabili. Il lungo predominio del pe-

miliardi di dollari nel settore delle rin-

to e di migliaia di posti di lavoro. Il

trolio, che comunque ancora oggi ci

novabili, 83% in pi se paragonato al

tutto abbinato, per, a una norma-

assicura la quotidiana quantit di

medesimo arco temporale del 2009.

zione chiara e definita da parte delle

energia elettrica, per oggi scalfito

Il passaggio a uneconomia rispettosa

Autorit, una pianificazione di me-

dallintroduzione di energie alternati-

dellambiente richiede, quindi, ingen-

dio-lungo periodo, una semplificazio-

ve e pi in generale dalla necessit di

ti investimenti. Per lItalia, impegnata

ne degli iter autorizzativi per linstal-

trovare soluzioni tecnologiche e fonti

a rispettare gli obiettivi europei del

lazione degli impianti. Solo cos si

di combustibili che assicurino una

pacchetto 20-20-20 pu significa-

potranno ottenere buoni frutti e

lunga e salubre vita al nostro Pianeta

re non solo investimenti, cambiamen-

nel medesimo tempo contribuire po-

e, di riflesso, a tutti i suoi abitanti.

to di tecnologie e di approvvigiona-

sitivamente al nostro futuro.

Di fronte ai possibili effetti dei cam-

menti, ma anche nuove abitudini di

ml.fe.

biamenti climatici e di un ecosistema


sempre pi perturbato nel suo equilibrio, tutti i Paesi industrializzati stanno cercando soluzioni, investendo

Gli investimenti globali sulle rinnovabili

(dati espressi in miliardi di dollari)

nei diversi ambiti delle energie rinnovabili, sia sotto forma di ricerca e sviluppo che di finanziamento di progetti e meccanismi di incentivazione.
A partire dal 2004, il trend degli investimenti globali mostra un andamento in netta ascesa fino al terzo trimestre del 2008, per poi evidenziare una
flessione, presumibilmente a causa
della crisi economica che ha investito
dapprima gli Stati Uniti e poi lEuropa. In ogni caso, nel corso del 2009

Fonte: Ises Italia

35

24 finanziamenti&risparmi

6/2010

ACCORDO CON LEGAMBIENTE

Il Credito Cooperativo sostiene le rinnovabili


La procedura per ottenere i finanziamenti
Limporto concesso al 100% fino a un massimo di 200mila euro. Dalla nascita
della convenzione nel 2006 a oggi gi erogati oltre 100 milioni di euro

razie allaccordo tra Legambien-

biomasse, minieolici, geotermici e mi-

I finanziamenti agevolati sono stati

te e Banche di Credito Coope-

ni idroelettrici. Per ottenere il finan-

destinati per la maggior parte a im-

rativo, sono stati erogati pi di 100

ziamento necessario presentare in

pianti fotovoltaici, per oltre l80%, e

milioni di euro per finanziare impian-

una delle Banche Bcc aderenti la do-

sono previsti nei prossimi anni 13,6

ti a energia rinnovabile e interventi di

cumentazione tecnica relativa allin-

MW di installazioni.

efficienza energetica in tutta Italia.

tervento e il preventivo di spesa da

Possiamo affermare che laccordo

Dal 2006, anno in cui nata la con-

finanziare: a questo punto la banca

sta avendo un discreto successo sul

venzione-quadro nazionale, allinizio

invia il materiale a Legambiente che si

territorio italiano - afferma Andrea

del 2010, privati cittadini (70,7%),

esprime in merito alla fattibilit tecni-

Poggio, vice presidente nazionale Le-

imprese (27,8%), condomini, enti

ca e di merito del progetto. Limporto

gambiente -: circa il 50% delle Bcc

pubblici, associazioni e istituti religio-

finanziabile, al 100%, di massimo

hanno aderito, in totale un centinaio

si (1,5%) hanno usufruito di credito

200mila euro. Il preammortamento

di istituti di credito, e per noi rappre-

agevolato per linstallazione di im-

di massimo 2 anni e il tasso Euribor

senta un buon risultato.

pianti fotovoltaici, solari termici, a

a 6 mesi + max 1,5%.

Alice Cappelli

Con Marevivo concorso internazionale


per sfruttare il sole delle Isole minori

er promuovere lo sviluppo dellenergia del sole nelle


Isole minori, lassociazione Marevivo ha lanciato un
concorso internazionale aperto a imprese, professionisti
e studenti. Liniziativa, intitolata Lenergia solare per le
isole minori italiane gode del supporto dei ministeri
dellAmbiente e dei Beni culturali, con i quali Marevivo ha
siglato unintesa triennale che coinvolge anche Citera
(Centro di ricerca interdisciplinare territorio edilizia restauro ambiente) dellUniversit La Sapienza di Roma,
lEnea e il Gse. Il concorso aperto fino al prossimo 6
settembre ed suddiviso in tre categorie: un oggetto che
produce energia solare, un elemento di un sistema (per
esempio una fotocellula), il progetto per unintera isola,
per renderla del tutto indipendente da un punto di vista
energetico. Liniziativa fa parte di un pi ampio progetto
36

che prevede ulteriori edizioni del concorso dedicate alle


altre energie rinnovabili, con particolare riguardo a vento
e mare. Ai premi in denaro per i primi e secondi classificati delle categorie studenti e professionisti, si aggiunge
la possibilit, per i primi classificati tra gli studenti, di uno
stage di 6 mesi presso il Gse a Roma, mentre unulteriore
opportunit sar offerta dallEnea che valuter la possibilit di ingegnerizzare lidea vincente presso i suoi laboratori di ricerca.
Lintesa - recita una nota di Marevivo - nata per promuovere un Concorso didee internazionale per la realizzazione di progetti innovativi che siano in grado di integrare luso di sistemi energetici per la produzione di energia da fonti rinnovabili con la tutela e la valorizzazione del
paesaggio delle Isole minori.
.com

24 esperienze&carriere

6/2010

NUOVI IMPIANTI

Un punto di monitoraggio fotovoltaico


inaugurato nel Polo di Navacchio
La centrale operativa realizzata nel Pisano da Enerqos con prodotti Samares
consente lanalisi delle prestazioni, maggiore sicurezza e appetibilit finanziaria

el Polo tecnologico di Navacchio


(Pi) stato recentemente inau-

gurato il Centro di monitoraggio fotovoltaico realizzato da Enerqos con


tecnologia Samares.
Osserviamo da vicino la centrale
operativa e notiamo monitor collegati a computer: sugli schermi si visualizzano tutti gli impianti Enerqos
in Italia, per un totale di 20 MW, e
laggiornamento quasi istantaneo.
Qui dal Polo riusciamo a sorveglia-

La tecnologia Samares per le rinnovabili


Sandra Magnani fondatrice e ad di Samares. Lazienda sviluppa tecnologie per
modelli di energia sostenibile rivolti a societ di servizi energetici, Utilities, Epc company,
investitori privati e istituzionali. Per la ricerca applicata Samares si avvale di collaborazioni con lUniversit di Pisa, la Bocconi di Milano, Erse, Anie, Fire e Utility Telecom Council (Utc). I prodotti Samares applicati alla centrale operativa si basano
sulla tecnologia Osiride e sono studiati per monitorare in tempo reale le prestazioni
delle diverse installazioni dislocate sul territorio italiano - spiega la manager -: attraverso questo sistema di controllo gli impianti sono pi sicuri e molto pi facilmente finanziabili da banche e assicurazioni allatto dellinvestimento. Osiride, inoltre, pensato
per essere applicato oltre che al fotovoltaico anche ad altri impianti a fonti energetiche
rinnovabili, come biomasse, eolico o cogenerazione.

re tutti questi impianti via Adsl o


satellite - spiega Lorenzo Bertini,
responsabile gestione e manutenzione -. C un sistema di telecontrollo che comunica con i vari apparati in campo, cos i segnali arrivano
alla centrale operativa. Ogni giorno
sono effettuate due verifiche su 13
impianti, una alle 9 e laltra alle 14.
Entro lanno lazienda pensa di installare 35 impianti e ci render
impossibile il check up con la mede-

Il parametro principale sotto control-

la produzione energetica alle curve

sima frequenza: si passer a un mo-

lo il rendimento energetico. Si pos-

relative allinsolazione e alla tempe-

nitoraggio quotidiano per diminuire

sono effettuare anche analisi di serie

ratura. Gli obiettivi di un tale sistema

via via la periodicit.

storiche o periodiche, comparando

di monitoraggio sono quelli di mantenere tutti i dispositivi del campo foto-

La carta didentit della societ nata nel 2006

voltaico al massimo livello, con presta-

Enerqos una societ giovane: nata nel 2006, per questanno punta
a superare il fatturato di 100 milioni di euro. Presente in cinque Paesi
(Italia, Grecia, Francia, Stati Uniti e Cina) ha un totale di 135 dipendenti,
alcuni dei quali occupati presso i partner: Samares (21 dipendenti a Pisa
e Milano), Esp (16 dipendenti ad Arezzo), Photovoltaic System (con
10 dipendenti a Torino e Trento), Eq Solar (9 dipendenti a Siena)
ed Ensud (3 dipendenti a Trani).

zioni superiori ai termini contrattuali.


, di fatto, un sistema di analisi automatica delle prestazioni e degli allarmi
che genera report. Gli accessi agli impianti sono gestiti in modo regolamentato e tracciato.

37

Chiara Scalco

    

 

 
! $ ! %! !"&
"  ! ! %  # 

62/B:XHVWH%XV3RUWB,7B[B(QHUJLDB/

   


 

 



 !     !


"  !    


 

8KU

24 esperienze&carriere

6/2010

IL PROGETTO PILOTA

Cera una volta un vecchio magazzino


Ora c ledificio modello della Schco
La nuova sede di Padova dellazienda tedesca una sorta di piccola centrale
autosufficiente. Scelte di materie prime in grado di abbattere il fabbisogno

n edificio pensato come una

mato in A. Tecnologie made in

Ci vorr qualche anno prima che si

piccola centrale energetica au-

Schco mostrano sul campo lo

trasferisca il modello in altri Paesi -

tosufficiente. Per vivere e lavorare

stato dellarte dellazienda una vol-

spiega Dirk Hindrichs -, ma credia-

bene. Ma che sia anche da esempio

ta specializzata in infissi e ora con

mo fortemente in questa concezio-

di buone pratiche (e tecnologie) da

una forte offerta di tecnologie rin-

ne in grado di ridurre dell80% il

installare presso le aziende italiane.

novabili, tanto da includere anche

fabbisogno energetico. In questo

Nasce su questa concezione la nuo-

sistemi geotermici.

modo possiamo spegnere il 40%

va sede patavina di Schco costata

Prossimo passo: Schco 2 gradi

delle centrali - afferma ancora il ma-

allazienda tedesca 8 milioni di euro

concezione, ora in fase prototipale,

nager che aggiunge -: personal-

e nata sulle ceneri di un magazzino

che pensa gli edifici costruiti attor-

mente credo in unetica dellutilizzo

degli anni 80 che, da classe C, pu

no allanalisi del territorio e della

delle materie prime. Non sono un

ora vantarsi di essere stato trasfor-

posizione geografica atmosferica.

Verde (in senso politico - ndr), ma

Superficie area: 31.401


Superficie utile complessiva: 20.962 mq
Superficie uffici: 4.200 mq circa
Progetto architettonico a cura dello studio
B&b (Bredariol e Bonariol)

Facciata Schco E

40

Particolarit architettonica: Piazze interne costruite attorno a un giardino


per prendere - come afferma Brovazzo - un po le distanze dalla zona industriale.
Ampie vetrate tipiche del Nord Europa

La facciata Schco realizzata su una


struttura a montanti e traversi a elevato
isolamento termico SFC85 HI.
Le finestre installate, del tipo ad apertura
parallela a scomparsa, sono protette
da una schermatura solare Schco Ctb
a micro-lamelle in alluminio

24 esperienze&carriere

6/2010

sento il dovere di pormi la questione etica di come fare il bene alla mia

Un catalogo ricco di sole e geotermia

azienda e alla societ.

Insomma: non solo tecnologia. O


meglio tecnologia abilitante del
buon vivere. E difatti nella sede di
Padova, il direttore generale di
Schco Italia, Roberto Brovazzo,
si augura di favorire una intensa vita
culturale e imprenditoriale e invita i
cittadini patavini e la comunit imprenditoriale a studiare la possibilit
di organizzare mostre e convegni.
Siamo unazienda e dobbiamo
produrre ricchezza - afferma Brovazzo -, ma con lidea fissa della
salvaguardia ambientale. Il sindaco di Padova Flavio Zanonato,
area Centro Sinistra, non si lascia
sfuggire loccasione: Accogliamo
subito la proposta di collaborare.
E cos sia.

conti fatti, a Schco piacciono molto le energie rinnovabili.


E il catalogo si fa sempre pi variegato fatto oggi di fotovoltaico,
film sottile, solar cooling e pompe geotermiche.
RINFRESCAMENTO VERDE ovvero il solar cooling. La base nota:
sfruttare lenergia prodotta dai pannelli solari termici durante tutto
lanno, rinfrescando destate, riscaldando lacqua sanitaria in tutte
le stagioni e integrando gli impianti di riscaldamento in inverno.
Con una particolarit in pi: Schco ha, infatti, studiato degli appositi
pannelli ad alta prestazione che grazie alla vetratura doppia e
a un rivestimento antiriflesso a quattro strati consentono un aumento
del 29% della resa solare e riducono al minimo le perdite di calore.
ENERGIE DALLE FINESTRE. Basta stendere uno strato sottile di sistemi
laminati amorfi a film sottile che si integrano perfettamente
nellinvolucro edilizio. E per la prima volta la nuova concezione di
orientamento est-ovest, garantisce lutilizzo della superficie netta su
tetto piano. In Schco garantiscono che ogni kilowatt installato ha il
+12% di producibilit rispetto al policristallino e limpianto costa il
20% in meno rispetto a un impianto con moduli policristallini.
Quindi, questa tecnologia parrebbe convenire per il bilancio fra costo
di impianto e resa effettiva di esercizio che, rispetto alla potenza
nominale, sempre tra lo 0% e il 5%. Intanto la sede di Padova la
dimostrazione vivente di una parete a film sottile.

M.Cristina Ceresa

Tecnologie rinnovabili
Limpianto fotovoltaico installato sul tetto copre
con 3.570 pannelli una superficie di 4.550 mq,
per una potenza totale installata di 600 kWp, e
comprende 17 inverter Schco SGI 33k ad alta
efficienza (97,4%).
Pompa di calore geotermica Schco HPSol 17,
supportata da un impianto solare per il
riscaldamento invernale e la produzione di acqua
calda sanitaria per gli uffici dellala nuova
durante tutto lanno, Solar Cooling Schco per la
produzione di acqua refrigerata durante lestate.
Collettori solari termici a servizio del solar cooling
durante linverno integrano il sistema di
riscaldamento.
Ulteriore sistema di captazione di energia solare
mediante vetri fotovoltaici a film sottile Schco
installati sulla facciata a doppia pelle realizzata
sul fronte sud della nuova palazzina.

41

LINFORMAZIONE SPECIALISTICA E INTEGRATA PER


I PROFESSIONISTI DELLAMBIENTE E DELLA SICUREZZA,
IN UN GRANDE
SISTEMA EDITORIALE.
Ambiente&Sicurezza Le assicura uninformazione completa, con
aggiornamenti tempestivi e costanti sullevoluzione legislativa e sugli
orientamenti giurisprudenziali. I suoi due supplementi, Tecnologie&Soluzioni
per lambiente e Lavoro Sicuro, Le offrono tutti i supporti tecnici per la
gestione ottimale dei sistemi relativi allambiente e alla sicurezza sul lavoro.
Inoltre, per la Sua pratica quotidiana, una vasta gamma di strumenti
editoriali e multimediali:
t www.ambientesicurezza.ilsole24ore.com
t CD ROM delle annate della rivista dal 1999 al 2009
t Abaco della sicurezza, una guida sintetica di immediata consultazione
t I Dossier on line con le novit normative, scaricabili in formato PDF

Scopra tutti i dettagli sui prodotti e i servizi su


http://vetrina.ilsole24ore.com/ambientesicurezza
trover anche altre offerte
pi ricche e complete!

*Cod. Fiscale/P. I.V.A.


*Via

n.

*Citt

CAP
*Prov.

Prefisso

Telefono

Fax

210x297_Ann_AS_NUOVI_col.indd 1

 186,00
 199,00

VIA POSTA Compili il coupon e lo spedisca in busta chiusa a: Il Sole 24 ORE S.p.A.
*CAMPI OBBLIGATORI

NON INVII DENARO ORA! Ricever il bollettino di pagamento


direttamente al suo recapito.
Si abboni comodamente on line direttamente su:
offerte.ilsole24ore.com/ambientesicurezza

Per informazioni: tel. 02 4587.010

 185,00

Abbonarsi facile! Invii oggi stesso questo coupon.

Indirizzo E-mail
Indirizzo di consegna (se diverso dal precedente)

Ambiente & Sicurezza + Tecnologie&Soluzioni


P00297 + CD-Rom raccolta annate
Ambiente & Sicurezza+ Lavoro Sicuro
P00298 + CD-Rom raccolta annate
Ambiente & Sicurezza + Tecnologie&Soluzioni
P00299 + Lavoro Sicuro + CD-Rom raccolta annate

- Ufficio Abbonamenti - Via Tiburtina Valeria km 68.7 - 67061 Carsoli (AQ)


(02 oppure 06) 3022.5402 - Attenzione: se effettuer lordine tramite fax non invii
loriginale per posta.
VIA INTERNET Lofferta disponibile allindirizzo: offerte.ilsole24ore.com/ambientesicurezza

OFFERTE VALIDE SINO AL 31.08.2010

*Cognome e Nome o Ragione Sociale

, desidero abbonarmi alla rivista Ambiente&Sicurezza


indicando con una crocetta una delle seguenti offerte:

VIA FAX

48273

Scopra lofferta pi adatta alle


Sue esigenze e si abboni subito!

Servizio Clienti: UFMtFNBJMTFSWJ[JPDMJFOUJQFSJPEJDJ!JMTPMFPSFDPN


Clausola contrattuale: la sottoscrizione dellofferta d diritto a ricevere informazioni commerciali su prodotti e servizi del Gruppo Il Sole 24 ORE. Se non desidera riceverle barri la seguente casella.
Informativa ex D.LGS. n. 196/03. Il Sole 24 ORE S.p.A., Titolare del trattamento, tratta i dati personali liberamente conferiti per fornire i servizi indicati e, se lo desidera, per aggiornarLa su
iniziative e offerte del Gruppo. Potr esercitare i diritti dell'art. 7 del D.LGS. n. 196/03 rivolgendosi al Responsabile del trattamento, che il Responsabile del Coordinamento Commerciale,
presso Il Sole 24 ORE S.p.A. - Database Marketing Via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano. Lelenco completo e aggiornato di tutti i Responsabili del trattamento disponibile presso lUfficio
Privacy, Via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano. I dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli ordini, al marketing, allamministrazione, al servizio clienti e potranno essere comunicati alle Societ del Gruppo per gli stessi fini della raccolta, a societ esterne per levasione dellordine e per linvio di materiale promozionale ed agli istituti bancari.
Consenso. Attraverso il conferimento del Suo indirizzo e-mail, del numero di telefax e/o di telefono (del tutto facoltativi) esprime il Suo specifico consenso all'utilizzo di detti strumenti per linvio di informazioni commerciali.

www.ilsole24ore.com

17-11-2009 18:20:32

ambiente sostenibile
STORIA DI COPERTINA

La nuova era della climatizzazione


sar trainata dalle pompe di calore
Il futuro nel sistema unico per la produzione di caldo e freddo. Rassegna
delle tecnologie per uffici e residenza. Le imprese chiedono sostegno al credito.
Le storie esemplari di Grafiche Antiga e dellHard Rock Caf a Venezia

lima instabile anche per lin-

ripresa c ma soprattutto legato

aziende italiane di soddisfare pie-

dustria italiana della climatiz-

ai consumi domestici. Fino a oggi

namente una domanda che sem-

zazione che ha risentito della crisi

le industrie italiane del settore,

bra riprendere, necessario che gli

economica e ha vissuto un 2009

quasi tutte piccole e medie impre-

istituti di credito rischino di pi ed

decisamente non positivo. Il fattu-

se, hanno fatto fronte alla situa-

fondamentale che lo Stato agi-

rato complessivo si ridotto di cir-

zione grazie ai propri fondi, ora

sca sui sistemi finanziari. Quando

ca il 25%, andato peggio quello

per necessario lintervento delle

la crisi sar passata ci troveremo di

legato al mercato residenziale e ai

banche - spiega Giampiero Colli,

fronte un mercato diverso, chi sar

piccoli uffici (-30%), un po meglio

segretario del Coaer (lAssociazio-

rimasto dovr proporsi in maniera

(-20%) quello legato alle pompe di

ne dei costruttori di apparecchia-

differente per rispondere alle nuo-

calore e quindi agli edifici lavorati-

ture e impianti aeraulici) -. La stret-

ve esigenze: ridurre linquinamen-

vi. Comunque, qualche segnale di

ta creditizia non permette alle

to e il consumo di energia. Quan-

43

storia di copertina

6/2010

Industria italiana della climatizzazione: trend 2008-2009 (dati espressi in migliaia di euro)
2008
Fatturato produzione
nazionale

2009
Fatturato
Italia

% 2009 - 2008

Fatturato produzione
nazionale

Fatturato
Italia

Fatturato produzione
nazionale

Fatturato
Italia

CLIMATIZZATORI
D'AMBIENTE
CONDENSAZIONE AD ARIA

31.130

18.858

91.197

35.009

27.576

15.868

72.979

26.379

- 11,4

- 15,9

- 20,0

- 24,6

CLIMATIZZATORI SISTEMI
SPLIT E MULTISPLIT

44.589

44.475

1.251.159

871.608

30.631

25.458

893.534

699.476

-31,3

-42,8

-28,6

-19,7

2.324

39.698

2.469

36.528

1.598

30.148

1.659

26.222

-31,2

-24,1

-32,8

-28,2

CONDIZIONATORI
AUTONOMI
CON REGOLAZIONE DI
PRECISIONE

13.535

80.388

2.054

11.232

6.164

30.088

1.354

6.850

-54,5

-62,6

-34,1

-39,0

GRUPPI REFRIGERATORI DI
LIQUIDO A COMPRESSIONE
CONDENSAZIONE AD ARIA

61.962

489.943

28.848

209.980

52.721

385.976

24.320

164.454

-14,9

-21,2

-15,7

-21,7

6.004

78.184

2.625

35.968

4.989

66.259

2.225

32.641

-16,9

-15,3

-15,2

-9,2

SISTEMI DI SMALTIMENTO
CALORE

179

742

179

742

201

1.263

201

1.263

12,3

70,2

12,3

70,2

UNITA DI TRATTAMENTO
ARIA

18.210

72.438

11.479

51.710

13.187

43.060

7.797

29.842

-27,6

-40,6

-32,1

-42,3

912.227

194.794

497.616

102.650

693.925

149.651

420.534

84.783

- 23,9

-23,2

-15,5

-17,4

41.522

13.137

17.897

6.829

29.026

9.240

13.147

4.985

-30,1

-29,7

-26,5

-27,0

1.131.683

1.032.657

1.905.523

1.362.257

860.018

757.011

1.437.750

1.076.894

-24,0

-26,7

-24,5

20,9

CONDIZIONATORI PACKAGED
E ROOF TOP, CANALIZZABILI
E NON

GRUPPI REFRIGERATORI DI
LIQUIDO A COMPRESSIONE
CONDENSAZIONE AD ACQUA

UNITA TERMINALI
AEROTERMI
TOTALE

Fonte: Coaer

Fonte: Coaer

Fatturato dellindustria italiana della climatizzazione per tipo di prodotto


Totale fatturato nazionale

Totale fatturato export

Totale fatturato import

Num. pezzi

Migliaia di euro

Num. pezzi

Migliaia di euro

Num. pezzi

Migl. euro

Num. pezzi

Migl. euro

CLIMATIZZATORI DAMBIENTE
CONDENSAZIONE AD ARIA

27.576

15.868

72.979

26.379

183.574

46.102

228.977

56.614

CLIMATIZZATORI SISTEMI
SPLIT E MULTISPLIT

30.631

25.458

893.534

699.476

153.163

101.210

1.016.066

775.228

CONDIZIONATORI PACKAGED E ROOF TOP,


CANALIZZABILI E NON

1.598

30.148

1.659

26.222

373

6.691

434

2.765

CONDIZIONATORI AUTONOMI
CON REGOLAZIONE DI PRECISIONE

6.164

30.088

1.354

6.850

4.810

23.239

GRUPPI REFRIGERATORI DI LIQUIDO


A COMPRESSIONE
CONDENSAZIONE AD ARIA

52.721

385.976

24.320

164.454

34.458

260.618

6.057

39.096

GRUPPI REFRIGERATORI DI LIQUIDO


A COMPRESSIONE
CONDENSAZIONE AD ACQUA

4.989

66.259

2.225

32.641

3.045

50.666

281

17.048

SISTEMI DI SMALTIMENTO CALORE


UNITA DI TRATTAMENTO ARIA
UNITA TERMINALI
AEROTERMI

44

Totale fatturato Italia

POMPE DI CALORE NON REVERSIBILI


TOTALE

201

1.263

201

1.263

13.187

43.060

7.797

29.842

5.390

13.218

693.925

149.651

420.534

84.783

329.776

77.691

56.385

12.823

29.026

9.240

13.147

4.985

15.879

4.256

10.203

9.046

323

1.319

10.176

8.925

296

1.198

870.221

766.057

1.438.073

1.078.213

740.644

592.616

1.308.496

904.772

Fonte: Coaer

storia di copertina

6/2010

Giampiero Colli

do si parla di condizionamento si

questo settore per il prossimo fu-

riuniscono fra loro soluzioni e tec-

turo portare le pompe di calore

nologie molto diverse: nellambito

anche nelledilizia residenziale: gi

residenziale e quindi dei piccoli uf-

il 50% delle nuove costruzioni le

fici, come gli studi di avvocati o

utilizza e, appunto, nei grandi uf-

commercialisti, prevalgono i con-

fici gi la tecnologia pi afferma-

dizionatori trasportabili e gli split.

ta. La climatizzazione del prossimo

Sono ormai prodotti da banco

futuro vede insomma un unico si-

venduti nella grande distribuzione,

stema sia per il caldo, sia per il

dove la fa da padrone la produzio-

freddo e in alcuni casi anche per la

ne cinese e giapponese e lindu-

produzione dellacqua calda sani-

stria italiana ha ormai un peso

taria. La situazione potrebbe esse-

molto relativo. Nel caso di uffici di

re anche migliore se non fosse che

grandi aziende giocano in casa si-

la maggior parte delle pompe di

Al momento le bollette elettriche

stemi centralizzati che si basano su

calore hanno un funzionamento

sono caricate di oneri impropri -

pompe di calore. Qui lindustria

elettrico e in Italia lelettricit costa

continua Colli -. Occorrerebbe,

italiana ancora molto forte,

in media tre volte di pi che nel

per esempio, togliere la divisione

aziende come Clivet, Aermec,

resto dEuropa. Ci sono al momen-

per fasce di prezzo, oggi chi ha bi-

Galletti e molti altri spingono

to tavoli di lavoro con il Governo,

sogno di pi di 3 kW viene pena-

molto sulla ricerca e propongono

impegnato nel piano straordinario

lizzato, ma utilizzando una pompa

soluzioni di alto livello che sono

per lenergia, e visto che la tecno-

di calore elettrica normale che

ritenute interessanti dagli impren-

logia a pompa di calore ricono-

questa soglia venga superata.

ditori delledilizia che costruiscono

sciuta dalla direttiva europea

Questo tipo di climatizzazione ha

e ristrutturano i grandi immobili.

2009/98/Ce (Res) fonte di energia

anche un altro vantaggo, il tratta-

Purtroppo in questo momento il

rinnovabile, in quanto lenergia

mento e la purificazione dellaria,

mercato edilizio piuttosto fermo,

estratta dallaria, dal terreno o

inoltre non utilizza combustibili ed

la costruzione di nuovi edifici o la

dallacqua, potrebbe aiutare lIta-

evita di peggiorare linquinamento

loro ristrutturazione molto ral-

lia a raggiungere gli obiettivi della

lentata. Secondo Colli il driver di

direttiva 20-20-20.

delle citt.
a cura di Nadia Tadioli

RICERCA EPSON E COAER

La crisi pi forte del meteo e frena le vendite

stata condotta in collaborazione con il centro Epson Meteo lindagine del Coaer sulla correlazione
fra temperatura ambientale e andamento del mercato del condizionamento domestico. Tra gli addetti del
settore si sempre discusso della correlazione tra le
temperatura primaverili e landamento delle vendite
dei condizionatori, ma non era mai stato fatto uno
studio organico. I risultati mostrano che una primavera calda fa impennare le vendite di condizionatori.
Unestate calda porta, invece, nellimmediato un aumento delle vendite di portatili e un incremento delle
vendite di condizionatori, un acquisto pi meditato e
per cui occorre tempo, lanno successivo. Interessan-

te notare come la crisi del 2009 abbia portato a una


drastica dissociazione fra temperature e vendite, crollate a dispetto di qualsiasi andamento meteo. Molto
diversa la situazione nel caso di condizionatori non
destinati al mercato domestico. In ambito aziendale
le temperature giocano un ruolo poco significativo,
mentre determinante landamento del mercato edile. Contrariamente a quanto ipotizzato non si evince
uninerzia temporale tra landamento delleconomia
italiana e le vendite di apparecchi non residenziali. Il
fattore di correlazione, nel periodo 2002/2009, tra Pil
e mercato rimane pressoch costante su valori prossimi allo 0,8.

45

IL MENSILE DINFORMAZIONE PER LA COMMUNITY


DELLENERGIA E DELLAMBIENTE

ENERGIA24
la rivista che affronta i temi
dellapprovvigionamento
energetico, delluso efficiente
dellenergia e della protezione
dellambiente.
Informa sulle evoluzioni
del mercato, analizza i diversi
scenari, intervista i protagonisti
e presenta agli operatori
del settore i progressi
delle tecnologie.

S, desidero abbonarmi per un anno alla rivista Energia24.


ENE10S24

ENERGIA24 (11 numeri) ............................................................................................ 40,00


Per ulteriori informazioni SERVIZIO CLIENTI tel. 02 39.64.64.20

Ritagliare e spedire per posta in busta chiusa allindirizzo


Il Sole 24 ORE Business Media
via G. Patecchio 2 - 20141 Milano.
Oppure inviare un fax al numero 02 39 64 64 21 o
una e-mail allindirizzo abbonamenti@businessmedia24.com

offerta valida fino al


31/08/2010

BUONO DORDINE

Cognome________________________________________________________________________
Nome____________________________________________________________________________
Professione _______________________________________________________________________
Societ __________________________________________________________________________
Da compilare solo per ricevere il magazine presso la Sua Azienda

Non invii denaro ora! Ricever il bollettino di pagamento direttamente al suo recapito.
Puoi abbonarti comodamente anche on line
direttamente su

www.shopping24.it
Qui troverai anche tante altre offerte!

Via ______________________________________________________________________n _____


CAP __________ Citt ________________________________________________Prov. ________
Tel. __________________________________ Cell. ______________________________________
e-mail ___________________________________________________________________________
Clausola contrattuale: la sottoscrizione dellordine d diritto di ricevere offerte di prodotti e servizi delle societ del Gruppo Il Sole 24 ORE. Se non desidera
riceverle barri la seguente casella................................................................................F

Energia24 una pubblicazione

- Titolare del trattamento, raccoglie presso di Lei e tratta, con modalit connesse ai fini, i dati personali il cui conferimento facoltativo
ma serve per fornire i servizi indicati e, se lo desidera, per aggiornarla su iniziative ed offerte delle societ del Gruppo. Responsabile
del trattamento il Responsabile I.T. presso il quale, allindirizzo di cui sopra, risulta disponibile lelenco completo ed aggiornato di
tutti i Responsabili del trattamento. Potr esercitare i diritti dellart. 7 del D.LGS. n. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, ecc.)
rivolgendosi al sopraindicato Responsabile. I Suoi dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli ordini, al marketing, al
servizio clienti, allamministrazione e potranno essere comunicati alle societ del Gruppo Il Sole 24 ORE per il perseguimento
delle medesime finalit della raccolta, a societ esterne per levasione dellordine e per linvio di nostro materiale promozionale ed agli istituti bancari. Consenso. Attraverso il conferimento del Suo indirizzo e-mail, del numero di telefax
e/o del numero di telefono (del tutto facoltativi) esprime il Suo specifico consenso allutilizzo di detti strumenti
per linvio di informazioni commerciali.

Informativa ex D.Lgs. n. 196/03 (tutela della privacy): Il Sole 24 ORE Business Media S.r.l.- Via Patecchio 2, 20141 Milano

Energia24 lo strumento
di lavoro indispensabile
per i manager delle piccole
e medie imprese e il punto
di riferimento per i
protagonisti del settore:
fornitori, distributori, istituzioni

storia di copertina

6/2010

LE NUOVE TECNOLOGIE

La centralizzazione la formula vincente


con limpianto-sistema per caldo e freddo
Gli esperti illustrano le convenienze delle tecnologie che legano pompe di calore
a pannelli radianti a basse temperature. Risparmi dal 30 al 50 per cento

a ricerca tecnologica si intrec-

maggior dispendio di energia.

cia strettamente con levolu-

la centralizzazione insomma la

zione normativa in un circolo vir-

formula vincente per i nuovi im-

tuoso che sta portando a una

pianti residenziali e per i piccoli

profonda trasformazione dei me-

uffici che sono in un certo senso

todi di climatizzazione. Ecco per-

assimilabili. Lindustria nel suo

ch parlare di solo condiziona-

complesso si sta preparando a

mento sempre pi riduttivo.

sferrare lattacco al residenziale

Almeno questo il parere di Giu-

dove le caldaie nei nuovi edifici

liano Dall, professore di Tecni-

saranno in molti casi sostituite dai

ca ambientale al Politecnico di

sistemi a pompe di calore, che so-

Milano. Questi nuovi parametri

no per lo pi, anche se non esclu-

porteranno a un modo differente

sivamente, elettriche.

di pensare al raffrescamento degli

Quella delle pompe di calore

edifici: non pi il condizionatore

una tecnologia che permette di

considera una delle energie rinno-

da comprare ai grandi magazzini,

estrarre energia e produrre calore

vabili perch, fatto 100 la produ-

ma un solo efficiente sistema che

dallaria, dallacqua o dal suolo (la

zione di energia, il consumo di

controlla caldo e freddo, associa-

geotermia). Se associata a un in-

elettricit rappresenta solo il 25%;

to a pannelli radianti, soprattutto

verter pu anche essere utilizzata

quindi possibile usufruire di tut-

a soffitto, a bassa temperatura. Il

per produrre il freddo, come av-

ti gli incentivi previsti dallo Stato

risparmio energetico naturalmen-

viene per i frigoriferi.

per le rinnovabili. Un effetto se-

te tanto pi sostanzioso quanto

La convenienza c - spiega

condario degno di nota quello di

pi ledificio ben coibentato.

Giampiero Colli, segretario Coa-

ridurre linquinamento nei grandi

Andr probabilmente anche rivi-

er -; si parla di unammortizzazio-

centri urbani, perch non c

sto il concetto di climatizzazione

ne nel giro di 3-5 anni e di un ri-

emissione di combustibile. Lin-

cos come lo conosciamo, non si

sparmio che va dal 30% al 50%.

quinamento sar limitato alla cen-

possono pretendere in unabita-

Naturalmente la convenienza va-

trale elettrica che potr essere

zione i 24 gradi che possono es-

ria anche in base alle dimensioni

dotata delle migliori tecnologie

serci in un ufficio. Nel caso degli

delledificio (pi grande e me-

per limitarne limpatto ambienta-

edifici gi esistenti, con un pro-

glio ) e alla fascia climatica: un

le. I sistemi a pompe di calore

prio sistema di riscaldamento, do-

sistema di questo tipo ha pi sen-

funzionano al meglio se associati

vranno essere privilegiati gli im-

so dove c molto caldo destate e

a sistemi di riscaldamento a pan-

pianti centralizzati, con una cen-

molto freddo dinverno, quindi su

nelli radianti a basse temperature

trale e split in ogni camera, ai

circa un terzo della superficie ita-

- spiega Arianna Palano, del di-

singoli condizionatori da installa-

liana, da Firenze in su.

partimento Best, Politecnico di

re in ogni stanza che inducono un

In pi, la Comunit europea la

Milano -. Che siano a pavimento,

Giuliano Dall

47

storia di copertina

6/2010

a parete o a soffitto (i pi apprez-

Ecco allora affacciarsi sistemi mi-

zio i roof top con condensazione

zati), per riscaldare un edificio de-

sti: pompe di calore che funziona-

ad aria o acqua. Sono sistemi

vono raggiungere i 30 gradi,

no a metano rendendo pi perfor-

piuttosto semplici con una pecu-

mentre i caloriferi, che scaldano

mante la caldaia, o in grado di

liare cassetta che si attacca al

per convezione, raggiungono

funzionare anche con i caloriferi,

soffitto o si integra nel contro-

tranquillamente i 70 ed eviden-

o con predisposizione allintegra-

soffitto e che si ritrovano in ge-

te che non possono essere utiliz-

zione con pannelli solari.

nere nei piccoli uffici o nelle pic-

zati per produrre il freddo. Que-

Le pompe di calore non esauri-

cole strutture commerciali. Cos

sta filosofia molto probabilmen-

scono, per, luniverso del con-

come le unit di trattamento aria

te destinata ad affermarsi nei

dizionamento: oltre ai condizio-

sono sistemi che riuniscono tutte

nuovi edifici, ma nella ristruttura-

natori portatili e agli split desti-

le funzioni in ununica macchina,

zione di quelli gi esistenti potreb-

nati soprattutto agli apparta-

adatti per strutture industriali e

be incontrare parecchie difficolt.

menti, mantengono un loro spa-

del terziario.

LE NUOVE TECNOLOGIE

Sistemi radianti integrati nei controsoffitti


per hotel, retail, scuole e centri direzionali
Con temperature sotto lo zero sperimentata lefficienza delle pompe associate
a caldaie a gas metano. La tecnica tutta italiana di acqua e fluidi refrigeranti

48

integrazione si fa ancora pi

li solari termici o fotovoltaici. Non

ultimi anni stato completamente

spinta nel caso delle grandi su-

tutte le pompe di calore sono ugua-

risolto il problema dellinfiammabi-

perfici: hotel, retail, centri direzio-

li, accanto alle tradizionali elettriche

lit. Al suo posto nei sistemi ad aria,

nali, scuole, Pubblica amministra-

si sta affacciando la tecnologia ad

cos vengono chiamati per opporli a

zione. In questo caso un unico im-

assorbimento in grado di trarre

quelli ad acqua, si recentemente

pianto per la produzione di freddo e

energia dal gas metano. Sono im-

riaffacciata lanidride carbonica.

caldo ormai prevalente. E in que-

pianti che alla pompa di calore asso-

Una sostanza che era gi stata uti-

sto campo la tecnologia basata su

ciano una caldaia a condensazione

lizzata a questo scopo alcuni anni fa

pompe di calore fa la parte del leo-

e sono caratterizzati da unefficien-

e che poi era stata abbandonata per

ne. Attualmente prevalgono i fan-

za molto elevata (si parla del 170%)

fluidi pi performanti.

coil, i termoconvettori che sparano

con la particolarit di garantire buo-

In un ambiente climatizzato, un

nellambiente aria calda o fredda,

ne performance anche quando le

ruolo importante lo gioca anche la

ma nel prossimo futuro anche in

temperature scendono sotto lo ze-

ventilazione che nei sistemi tradi-

questambito dovrebbero affermar-

ro, a differenza delle tradizionali

zionali ad aria integrata nellim-

si sempre di pi i sistemi radianti a

pompe di calore. Una tecnologia

pianto. Pi efficiente, secondo

soffitto integrati nel controsoffitto.

tutta italiana quella ad acqua, che

Dall, la ventilazione separata

Il nuovo in questo caso significa in-

viene usata al posto di altri fluidi re-

dallimpianto di climatizzazione.

tegrare nello stesso sistema anche

frigeranti. Si tratta in genere di com-

Insomma grande il caos sotto cie-

lacqua calda sanitaria, inserire di-

posti a base di fluoro e cloro, soprat-

lo, ma la situazione sembrerebbe

spositivi per il recupero di calore,

tutto Hcfc, e sono considerate so-

virare verso leccellenza.

predisporre gli impianti per i pannel-

stanze climalteranti, anche se negli

storia di copertina

6/2010

GRANDI SPAZI/LE SOLUZIONI AZIENDALI

Cos Clivet e Climaveneta fanno efficienza


Due tecniche che combinano massimo sfruttamento e riduzione dei costi
uando si tratta di climatizzare

32,8 a 121 kW. Con queste caratte-

Leliminazione della caldaia, oltre a

grandi superfici come hotel,

ristiche non sorprende che abbia

ridurre i costi complessivi dellimpian-

uffici, scuole occorre cercare soluzio-

unefficienza energetica in classe A

to, minimizza gli ingombri e sempli-

ni che pensano in grande e che ma-

(certificata da Eurovent), permet-

fica le operazioni di installazione.

gari sfruttino appieno le potenzialit

tendo di ottenere i contributi previsti

Inoltre limpiego esclusivo di energia

delle rinnovabili come lenergia del

dalla Finanziaria 2010.

elettrica e fonti rinnovabili come aria,

sole e dellaria. Particolarmente in-

Un ulteriore elemento di risparmio

acqua di falda e geotermia, senza

novativa a questo proposito appare

energetico ed efficienza la regola-

alcun impiego di combustibili fossili,

la soluzione basata su pompe di ca-

zione climatica automatica in funzio-

permette di usufruire delle detrazioni

lore ad alta temperatura ElfoEnergy

ne della temperatura esterna: se

fiscali per il risparmio energetico e

Vulcan Medium di Clivet, la cui unit

lambiente esterno si riscalda sopra

contribuisce a una migliore certifica-

pu funzionare, assicura lazienda,

una certa soglia c minor esigenza

zione energetica dellimmobile.

fino a -18C di temperatura esterna

di riscaldare lacqua dellimpianto,

Il modello pi recente si chiama i-Fx-

garantendo la produzione di acqua

quindi applicata una correzione

Q ed ununit polivalente con sor-

calda fino a 60C, con aria esterna a

automatica. Inoltre la presenza di

gente aria e compressori vite inver-

-10C. Il sistema predisposto per

desurriscaldatori consente il recupe-

ter, disponibile da 479 a 811kW.

labbinamento con i bollitori dei

ro del 25% della potenza in modali-

Grazie alla regolazione tramite inver-

pannelli solari, intervenendo nella

t raffreddamento.

ter, la velocit del compressore


determinata in modo automatico,

produzione di acqua calda solo


quando lirraggiamento inferiore al

DeLonghi elimina la caldaia

senza le inefficienze tipiche della re-

necessario. Non impiegando gas o

Che una sempre maggiore integra-

golazione a gradini. Ulteriore ele-

altri combustibili fossili, fa risparmia-

zione fra caldo, freddo e acqua calda

mento di differenziazione di questa

re sui costi di installazione e non ha

sia il futuro degli impianti lo confer-

soluzione lassenza della corrente

bisogno di canne fumarie. La capaci-

ma anche Integra la soluzione messa

di spunto, frutto delle caratteristiche

t termica nominale va da 29,1 a

a punto da Climaveneta, societ del

del compressore e della modulazio-

99,8 kW, la capacit frigorifera da

Gruppo DeLonghi. Anche questa si

ne di capacit mediante inverter.

propone di risolvere le

Questo decisivo plus offre unaffida-

principali sfide energeti-

bilit superiore e contribuisce a con-

che di hotel, piscine,

tenere il costo dellimpianto, ren-

centri benessere, com-

dendo superflui i dispositivi aggiun-

plessi direzionali e centri

tivi per la gestione della commuta-

commerciali.

zione. Inoltre limpiego di motori a

Le unit polivalenti Inte-

variazione continua della velocit,

gra superano la divisione

massimizza il fattore di potenza. Si

di caldo e freddo, facen-

garantiscono quindi condizioni otti-

do fronte con una sola

mali di fornitura elettrica, senza

unit a entrambe le esi-

componenti aggiuntivi di rifasamen-

genze, anche contem-

to, riducendo al minimo lusura della

poraneamente (esigenza

macchina.

La pi recente delle unit polivalenti di Climaveneta

tipica dei grandi spazi).

49

Pagina Bioenergia

per Energia 24 2009.qxd

21/10/2009

12.29

Pagina

[ Lenergia che nasce dalla Terra


ha la sua voce ]

[ Bioenergie e agricoltura ]
Il supplemento periodico a Terra e Vita,
il settimanale
dellagricoltura,
da sempre accanto
agli imprenditori
agricoli italiani
Ogni due mesi in allegato a
Terra e Vita una finestra sullampia e
sempre pi diversificata tematica delle
energie alternative che hanno origine in agricoltura e che
rappresentano una fonte di reddito per gli agricoltori.
Dalla filiera legno a quella delle colture fino al biogas,
il supplemento offre sperimentazioni, applicazioni operative
in ambito pubblico e in azienda agricola e le esperienze degli
agricoltori che fanno gi parte di questa nuova importante realt.
www.terraevita.it
www.agricoltura24.com

Terra e Vita una pubblicazione de

storia di copertina

6/2010

GRANDI SPAZI 2/LE SOLUZIONI AZIENDALI

Mitsubishi ti d il nuovo con il vecchio


La building automation di Schneider Electric
La sostituzione dei climatizzatori con il riutilizzo delle tubature preesistenti.
I dispositivi che regolano gli impianti e lilluminazione secondo le necessit

ambiare tutto per non cambiare


niente. Si direbbe questo il mot-

to gattopardesco del sistema Mitsubishi Electric Replace Technology per i


climatizzatori della linea Commercial
e Family.
La tecnologia permette di sostituire il
vecchio impianto di climatizzazione
riutilizzando le tubature preesistenti in
applicazioni residenziali e commerciali senza operazioni di bonifica e senza
alcun impatto sullambiente.
Il nostro impegno orientato allo

Una camera dalbergo secondo Mitsubishi: caldo, freddo e acqua calda sanitaria

sviluppo e al miglioramento della


tecnologia a pompa di calore a recu-

gement - prosegue Maja -, in grado di

utilizzano lenergia/calore sottratto

pero applicata alla produzione in

rendere sempre pi semplice ed effi-

agli ambienti per scaldarla, ottenendo

contemporanea di acqua calda e aria

cace la gestione centralizzata e remo-

non solo risparmi energetici oltre il

calda/fredda, puntando a una fetta

ta degli impianti utilizzando come in-

40%, ma anche la totale rimozione

del mercato anche per il settore resi-

terfaccia un browser internet, cos da

dei fumi di scarico sul posto. Inoltre,

denziale attualmente dominato dal-

poter monitorare i consumi e interve-

attenzione particolare viene dedicata

la tecnologia a combustione - preci-

nire centralmente sui parametri utili al

al design delle apparecchiature relati-

sa Fabrizio Maja, direttore divisione

risparmio energetico e sul comfort.

ve alla regolazione e domotica, cos

Sistemi Mitsubishi Electric climatiz-

Per il resto lazienda ha una gamma

soddisfare le esigenze di architetti e

zazione -. Siamo, infatti, convinti che

completa di apparecchiature a espan-

degli utenti pi esigenti attraverso

il mercato sia pronto a una svolta

sione diretta in grado di soddisfare

prodotti touch-screen.

tecnologica verso le apparecchiature

ogni tipologia di applicazione dal resi-

che utilizzano fonti rinnovabili e, in

denziale allindustriale, allalberghie-

Lefficienza per il terziario

particolare, della pompa di calore

ro. Siamo stati la prima societ a rea-

Ma lefficienza energetica per il terzia-

come macchina primaria per il riscal-

lizzare unit di trattamento aria a

rio passa necessariamente per la buil-

damento e raffrescamento. La clas-

flusso di refrigerante variabile con re-

ding automation, anche nel caso del-

sificazione energetica degli edifici e

cuperatore entalpico (le Fau2) in gra-

la climatizzazione.

la rinnovata sensibilit verso lam-

do di trattare fino a 15.000 mq e ga-

Ne convinto Ivan Mangialenti,

biente creano un contesto molto

rantire risparmi fino al 35% rispetto a

business support manager power

positivo.

macchine tradizionali - continua il ma-

Emeas di Schneider Electric Italia:

Mitsubishi anche impegnata nello

nager -, nonch macchine per la pro-

Pur avendo caratteristiche molto

sviluppo di sistemi di Building mana-

duzione di acqua calda sanitaria che

diverse fra loro, tutti i tipi di edifici del

51

storia di copertina

6/2010

Ivan Mangialenti

terziario possono trarre grande van-

do gli Energy manager sono in grado

taggio dallapplicazione ai propri im-

di definire precisi piani di intervento di

pianti dei principi di efficienza ener-

miglioramento dellefficienza energe-

getica: risparmio sui costi dellenergia

tica - conclude Mangialenti - calcolare

e rispondenza delledificio alle norme

i costi e i tempi di ritorno dellinvesti-

vigenti. Insomma, considerare la cli-

mento, verificando poi leffettivo rag-

matizzazione a s stante sarebbe una

giungimento degli obiettivi prefissati.

visione troppo parziale. Un esempio,

Il sistema di misura monitora le fonti

valido sia per un nuovo edificio sia per

di approvvigionamento dellenergia,

uno gi esistente - continua Mangia-

controllandone la qualit e permet-

lenti -, lautomazione degli impianti

tendo di scegliere in ogni istante le

di climatizzazione e oscuramento

fonti pi economiche e pi adatte.

(tapparelle), pi lilluminazione per

Focalizzata a 360 sui temi delleffi-

mente uno dei settori che crescono

realizzare un unicum integrato ad alta

cienza energetica, lazienda sta pun-

maggiormente per Schneider Electric,

efficienza energetica. Un dispositivo

tando molto al mercato delledilizia e

sia in Italia che negli altri Paesi.

rileva la presenza di persone e, nel ca-

della building automation ed attual-

so il locale controllato sia vuoto, lo


pone nella condizione Economy: luci
spente, tapparelle abbassate e nessun
condizionamento destate, riscaldamento basso e tapparelle alzate dinverno (per massimizzare lirraggiamento solare). Con il locale occupato
la temperatura sar a livello ottimale,
le tapparelle si pongono in una posizione che garantisce la giusta quantit
di luce ed evita lirraggiamento diretto. Limpianto di illuminazione si attiva
solo quando la luce esterna non sufficiente e si regola per fornirne solo la
quantit necessaria. Come si pu vedere la massimizzazione dellefficienza energetica non va affatto a discapito del comfort, anzi pu favorirlo. A
conti fatti un sistema di building automation progettato in modo corretto,
con questa e altre applicazioni, pu
far risparmiare dal 5 al 20% sulla bolletta energetica annuale.
Un altro tema importante per Schneider Electric quello del sistema di misura applicato ai diversi vettori energetici (diventer un obbligo con la
nuova normativa Epbd, che aggiorna
la direttiva sugli edifici), che consenta
52

di individuare dove e come si consuma o spreca energia. In questo mo-

Le proposte cool di Samsung


per residenziale e grandi imprese
Si chiama Samsung Eco Heating System (Ehs) il sistema pi innovativo di Samsung che riguarda il mercato residenziale. un sistema ad alta efficienza che
in ununica soluzione permette di climatizzare la casa tutto lanno utilizzando
le tradizionali unit interne dei multisplit contemporaneamente a speciali moduli idronici per la produzione di acqua calda, il tutto con i consumi ridotti di
una pompa di calore. Per le grandi aziende lazienda giapponese si distingue
per una tecnologia che si pone come diretta antagonista alla pi tradizionale
tecnologia basata sugli inverter, il cui funzionamento affidato a un sofisticato circuito elettronico che necessita di una pi accurata attenzione nella gestione e nella manutenzione. Sono i sistemi Dvm a portata variabile di refrigerante Samsung, che associano allelevata efficienza dei compressori, una
semplice gestione elettronica,
una semplice installazione nonch una facile manutenzione.
Basati sulla tecnologia Pwm permettono di modulare il funzionamento in un range di 19 steps.
Una gamma molto ampia che si
declina in base alle esigenze:
grandi uffici, luoghi in cui occorre
freddo e caldo contemporaneamente, piccole realt.
Per queste ultime, per, la vera
offerta ad hoc, destinata ai negozi e ai piccoli uffici, prevede una
serie di prodotti a cassetta basati
sulla tecnologia a inverter. Sono
caratterizzati dalle dimensioni ridotte della cassetta per installazioni in controsoffitti.

storia di copertina

6/2010

PICCOLI SPAZI/LE SOLUZIONI AZIENDALI

La barriera di Daikin contro gli sprechi


Scommessa sullinnovazione con il vantaggio immediato di bollette pi leggere

commettere sullinnovazione.

mento e di conseguenza i costi.

Marco DallOmbra

stata questa la scelta di Daikin

La seconda la pulizia automatica

per fronteggiare la crisi del settore.

dei filtri dei climatizzatori. Lo spor-

La nostra strategia quella di pro-

co, infatti, riduce lefficienza dellim-

porre soluzioni nuove che diano

pianto e aumenta il consumo di

vantaggi immediati e concreti per

energia. In questo caso un disposi-

avere bollette da pagare immediata-

tivo automatico pulisce il filtro una

mente pi basse, risparmiando

volta al giorno. Un Led avvisa quan-

energia - spiega Marco DallOm-

do il sacchetto dove le impurit ven-

bra, manager della Package air con-

gono accumulate pieno. A questo

ditioners strategic business unit -.

punto sufficiente svuotarlo come

Per esempio i nostri prodotti che an-

si fa con un normale aspirapolvere.

ticipano di un anno il recepimento

Il risparmio in questo caso non so-

della direttiva 2005/32/Ce Eup (Eco-

lo energetico, ma anche sulla ma-

design dei prodotti che consumano

nutenzione: le periodiche operazio-

energia), che entrer in vigore solo

ni di pulizia dei filtri non sono pi

lanno prossimo.

necessarie.

Un esempio concreto lo forniscono

Per superfici di maggiori dimensio-

le due nuove soluzioni a misura di

ni la soluzione proposta da Daikin

dallaria, dal terreno o dallacqua.

spazi commerciali, negozi piccoli e

un impianto Vrv (Volume refrige-

Utilizzando pompe di calore elettri-

medi che cos possono risparmiare

rante variabile) a recupero di calore

che e non sistemi a combustione, il

nella climatizzazione. Si tratta di una

condensato ad aria, che consente

sistema di climatizzazione assicura

soluzione integrata che si basa su

unarchitettura semplice e flessibi-

zero emissioni inquinanti (comprese

due componenti innovativi da mon-

lit dimpiego. Ci si traduce per

le polveri sottili) in ambiente. In me-

tare su impianti gi esistenti.

esempio nella possibilit di ripartire

rito alla riduzione delle emissioni di

Il primo una barriera daria da por-

gli spazi secondo la massima liber-

CO2, limpiego di pompe di calore

re vicino alla porta per ridurre lo

t. I sistemi installati sono dotati di

elettriche ad alta efficienza ha con-

scambio termico con lesterno e

tecnologia a pompa di calore e ca-

sentito di contenerle entro i 4,2 kg/

quindi ridurre lo spreco di energia. I

ratterizzati dalla configurazione a

m/anno.

dispositivi oggi in commercio ridu-

recupero di calore. La loro efficien-

stato scelto, inoltre, di adottare

cono certo la fuoriuscita del fresco o

za incrementata grazie alla possi-

unit interne canalizzabili per poter

del caldo, a seconda delle stagioni,

bilit di riscaldare alcuni ambienti o

utilizzare sistemi di diffusione

nei punti vendita climatizzati. La no-

porzioni di edificio con il calore re-

dellaria di altissima qualit, in grado

vit di Daikin che lenergia neces-

cuperato dalle zone nelle quali

di coniugare unestetica gradevole

saria a far funzionare la lama daria

necessario raffreddare.

con un elevatissimo comfort inter-

proviene dal recupero di calore del

La tecnologia a pompa di calore

no. Ogni utente pu scegliere la

gas refrigerante dellimpianto esi-

riconosciuta dalla direttiva europea

temperatura pi consona alle pro-

stente attraverso una pompa di ca-

2009/98/Ce (Res) fonte di energia

prie esigenze grazie ai comandi lo-

lore, cosa che riduce di circa il 50%

rinnovabile - continua DallOmbra -

cali presenti in ogni ambiente.

lenergia necessaria al funziona-

in quanto lenergia estratta

53

storia di copertina

6/2010

PICCOLI SPAZI 2/LE SOLUZIONI AZIENDALI

Via i pannelli da pavimenti e pareti


Ora moduli a soffitto e preassemblati
I nuovi collettori proposti da Rehau recuperano aria dallambiente fino al 75%
dellenergia prodotta. I pannelli in cartongesso di Messana Air Conditioning

soffitto e preassemblati.
questa la direzione per i

pannelli radianti del prossimo futuro in grado di produrre freddo


e caldo. La climatizzazione a soffitto sembra garantire un maggior comfort rispetto a quelli a
pavimento e a parete, e di pi facile installazione in edifici gi esistenti, mentre i moduli pronti
alluso semplificano di molto la
posa.
In questa direzione vanno i nuovi
collettori preassemblati di Rehau,
che creano delle complete sottostazioni contenenti tutti i componenti necessari per la distribuzio-

Stalherz affina il riscaldamento a battiscopa


Dal soffitto al pavimento con il sistema di riscaldamento a battiscopa. La
tecnologia non nuovissima, esisteva gi negli anni 50 negli Stati Uniti,
ma stata affinata e portata allo stato attuale una decina di anni fa. Rispetto a un sistema di riscaldamento a radiatori, perch produce solo calore, comunque molto interessante: facile da installare ed evita di
ingombrare pareti sulle quali non si possono pi posizionare mobili - spiega Vito Feleppa, amministratore delegato di Stalherz -. Riscalda uniformemente gli ambienti, di tipo radiante e quindi d maggiore benessere
e non mette in circolazione le micropolveri. Inoltre, limita molto la stratificazione del calore, che crea aree pi calde in prossimit del soffitto e pi
fredde vicino al pavimento, e si presta a soluzioni architettoniche interessanti. Lacqua di mandata deve essere di circa 50 gradi, quindi non si
presta a funzionare con pompe di calore e funziona bene con le caldaie
gi esistenti, ma comunque meno energivoro dei caloriferi perch permette di ridurre la temperatura dellambiente di circa 3 gradi. Il prezzo, se
si considera che nel costo del battiscopa sono compresi anche i tubi,
equivalente a quello di un impianto tradizionale a radiatori.

ne e la regolazione. Per completare il sistema a monte Rehau ha


di recente proposto anche una
serie di pompe di calore in grado
di produrre caldo o freddo, e acqua calda sanitaria, dallaria,
dallacqua o dal terreno. Recuperano dallambiente fino a oltre il
75% dellenergia prodotta, riducono sensibilmente le emissioni
di CO2 e abbattono i costi di raffrescamento

riscaldamento

delledificio, garantendo un elevato comfort abitativo.

54

Per poter funzionare in modo

t sufficiente e alla giusta tempe-

tima (massimo 25C), tanto mag-

efficiente e senza interruzioni,

ratura - spiega Ivano Poletti,

giore sar la potenza di riscalda-

fondamentale che la pompa di

direttore commerciale divisione

mento erogata. Per il raffresca-

calore sia alimentata da una fon-

Idrotermosanitaria di Rehau -:

mento, invece, la temperatura

te di calore disponibile in quanti-

quanto pi elevata sar questul-

della fonte di calore, deve essere

storia di copertina
Ivano Poletti

6/2010

free cooling, incrementando

dei pannelli permette alle onde,

notevolmente lefficienza ener-

create dal fluido che scorre nei

getica del sistema di climatizza-

circuiti interni, di colpire senza di-

zione.

spersioni le superfici e i corpi pre-

Convinto della superiorit della

senti riscaldando o raffrescando

climatizzazione radiante a soffit-

portando il fluido a circa 10-15

to, Roberto Messana, ammini-

gradi. Rispetto ai sistemi di riscal-

stratore delegato di Messana Air

damento e raffrescamento tradi-

Conditioning, si buttato con en-

zionali il risparmio energetico ar-

tusiasmo nella produzione di pan-

riva al 50%.

nelli in cartongesso di vario tipo,

Un elemento chiave del pannello

anche in versione fonoassorben-

la sottomodularit: dalle dimen-

te. Il principio di irraggiamento

sioni standard di 120x240 cm si

del calore dallalto in basso ca-

possono ottenere elementi pi

ratteristico anche del Sole - affer-

piccoli (120x120 cm, 60x240 cm,

la pi bassa possibile, arrivando

ma il manager - una forma di

60x120 cm), grazie alla particolare

addirittura, nelle pompe di calore

diffusione naturale che consiste

conformazione del sistema idrauli-

geotermiche, a consentire il fun-

nella trasmissione di radiazioni in-

co. Importante anche il raccordo a

zionamento dellimpianto tramite

frarosse a onda lunga e morbida

scorrimento che permette di colle-

lo scambio diretto del calore ter-

che si propagano in tutte le dire-

gare molto semplicemente e velo-

restre con lambiente da raffre-

zioni

cemente un pannello a un altro.

scare, una tecnologia chiamata

dallaria. Il posizionamento in alto

senza

essere

assorbite

Creare spazio con prefabbricati


modulari!
CONTAINEX leader europeo dei container e dell'edilizia
prefabbricata in Europa!

A-2355 Wiener Neudorf, IZ N-SD, Strae 14

ositi
p
e
d
70
aesi
p
2
2
in

storia di copertina

6/2010

CASE HISTORY

Le pompe di calore Robur vanno a metano


Pi efficienza e risparmi per Grafiche Antiga
I vantaggi della ristrutturazione del complesso dellindustria grafica.
La classificazione di massima eccellenza energetica della Comunit europea

rafiche Antiga, con 160 dipendenti e pi di 30 anni di storia

alle spalle, con sede a Crocetta del


Montello (Tv), ha recentemente ristrutturato un vecchio complesso industriale di circa 15.000 mq. La scelta
per la climatizzazione caduta sulle
pompe di calore ad assorbimento a
metano Robur per uffici e reparti di
produzione. A convincerli stata lefficienza invernale superiore di circa il
30% rispetto alle migliori caldaie a
condensazione, con benefici economici stimati in circa 25mila euro lanno, e la forte riduzione dellimpegno
elettrico per la climatizzazione estiva.
stato calcolato che tra maggior impegno di potenza, trasformatori e batterie di rifasamento, una soluzione
con macchine elettriche avrebbe por-

Per i capannoni sistema di raffrescamento


ad aria naturale

dedicato ai capannoni industriali, artigianali e commerciali di grandi


volumetrie, che spesso devono tenere le porte aperte per esigenze di
produzione, il raffrescatore evaporativo Ad14 di Robur. Lapparecchio
basa il suo effetto di riduzione della temperatura sullevaporazione dellacqua, che sottrae calore allaria trattata che si raffredda nellattraversare gli
appositi pacchi evaporativi.
Questi apparecchi non utilizzano alcun fluido refrigerante e richiedono
solo una minima quantit di energia elettrica per il funzionamento del
ventilatore daria. Lunico consumo di energia si limita a quello elettrico
necessario al ventilatore (a 5 velocit) e a una piccola pompa di circolazione dellacqua. Il costo per una giornata di funzionamento di un Ad14
indicativamente inferiore a 2 euro (costo energia elettrica considerato:
0,12 euro/kWh, costo acqua: 1,00 euro/m).
Lapparecchio basa il suo funzionamento sulle caratteristiche fisiche di
acqua e aria, senza utilizzare alcun fluido refrigerante, che quindi non
deve essere reintegrato o rabboccato. Lunica manutenzione prevista la
pulizia dei filtri dei pacchi evaporativi e poche altre semplici operazioni,
che non richiedono manodopera specializzata. Un controllo elettronico
del sistema assicura efficienza e igienicit.

tato a un aggravio complessivo di circa

56

Benito Guerra

80mila euro spiega Benito Guerra,

fino al 40% inferiori. In inverno sono

presidente di Robur.

pi convenienti rispetto alle pompe di

Oggi con i suoi 2.300 kW termici e 950

calore elettriche, che mostrano un dra-

kW frigoriferi, un grande impianto

stico calo delle loro performance quan-

realizzato con pompe di calore ad as-

do la temperatura esterna scende sotto

sorbimento a metano che utilizzano

i -2 C. Ecco perch la Comunit euro-

fino al 40% di energia rinnovabile ae-

pea ha classificato la pompa di calore a

rotermica. Perch la particolarit di

metano nella pi elevata classe ener-

Robur quella di far funzionare a me-

getica (classe A3+).

tano quello che generalmente utilizza

Questa tecnologia consente di pre-

energia elettrica: le pompe di calore.

levare rilevanti quantit di energia

Le nostre hanno unefficienza ener-

rinnovabile (da aria, acqua o suolo)

giamento o dallesposizione delledi-

getica del 165% - continua il presiden-

e introdurla (fino al 40% del totale)

ficio. Non sono molti i player in que-

te - molto superiore a una caldaia a

nella funzione riscaldamento, senza

sto mercato, oltre a Robur, ma

condensazione e con costi di gestione

dipendere dalle condizioni di irrag-

giudicata una tecnologia molto pro-

storia di copertina

6/2010

mettente e altri produttori si stanno

bisogno di sussidi economici per affer-

nanziaria rendono la scelta ancora pi

rapidamente muovendo in questa

marsi sul mercato - conclude Guerra -

appetibile. Certo non come in Olan-

direzione.

con un ritorno dellinvestimento che

da dove questa tecnologia finanzia-

La pompa di calore ad assorbimento

spesso non supera i quattro anni. Na-

ta dal governo con sussidi fino 90%

una di quelle tecnologie che non ha

turalmente gli incentivi previsti in fi-

dellinvestimento iniziale

CASE HISTORY

Da Toshiba per lHard Rock Caf di Venezia


sofisticato sistema di controllo elettronico
Impianto miniaturizzato per gli spazi minimi dei due piani del locale
presso piazza San Marco. Il doppio compressore inverter riduce i consumi

uando si trattato di clima-

I.Lon consente di gestire con sem-

tizzare lHard Rock Caf a

plicit lintero impianto, anche da

Venezia, un locale di 360 metri

remoto, attraverso pagine Web

quadri a pochi passi da piazza San

personalizzate di immediata com-

Marco, la scelta caduta sulla linea

prensione e dal design accattivan-

Vrf di Toshiba, il sistema a portata

te, nello stile Hrc.

refrigerante variabile che sfrutta i

La linea dispone di diversi modelli e

vantaggi dellespansione diretta

soluzioni di installazioni e lesigenza

abbinata al controllo inverter e alla

di avere notevoli risparmi energetici

sofisticata componentistica elet-

ha fatto s che sempre pi centri

tronica. Il locale si sviluppa su due

commerciali, grandi uffici, centri di-

piani, destinati uno al Caf e laltro

rezionali, ospedali e alberghi abbia-

al ristorante.

no scelto questo tipo di impianto.

In fase esecutiva la rete di distribu-

Da evidenziare una delle particola-

zione con tubazioni in rame di pic-

rit del Vrf Toshiba: il doppio com-

colo diametro stata posata rapi-

pressore inverter che garantisce una

damente e occupando spazi mini-

netta riduzione dei consumi a cari-

mi. Anche le canalizzazioni e le

chi parziali con il conseguente ri-

unit interne sono state installate

sparmio economico.

sempre pi necessaria efficienza

senza difficolt nelle controsoffit-

In tempi di crisi si potrebbe pen-

energetica. Del resto sviluppare

tature e sfuggono alla vista

sare che ci siano meno risorse da

prodotti che anche a carichi par-

dellutenza in quanto integrate

dedicare allo sviluppo di nuovi

ziali siano in grado di essere effi-

nellarredo interno.

prodotti - afferma Antonio Ga-

cienti dal punto di vista energetico

I tre moduli motocondensanti da

lante, product & marketing mana-

uno degli aspetti sui cui Toshiba

95 kW termici e 84 kW frigoriferi

ger per brand Toshiba e Carrier -,

investe da anni, anche sulla spinta

totali, posti in copertura, rispetta-

invece la situazione contingente

delle normative europee e mon-

no i restrittivi limiti del piano acu-

ha creato lurgenza di sviluppare e

diali in materia di energia sempre

stico per il centro storico.

proporre novit tecnologiche che

pi stringenti.

Infine, il sistema di supervisione

guardino in modo decisivo alla

57

news&mercati

6/2010

LINVENTARIO 2010 DELLISPRA

Calano in Italia le emissioni di gas serra


ma il traguardo di Kyoto resta lontano
Positivi i dati preliminari del 2009, ma lobiettivo del 6,5% di riduzione entro il
2012 non a portata di mano. Laiuto dei crediti forestali e dei progetti per i Pvs

PROTOCOLLO DI KYOTO

GLI OBIETTIVI UE

Entro 2050
Entro il 2020

-85%
-30%

GLI OBIETTIVI DELLITALIA

Entro il 2012

-6,5%

I RISULTATI DELLITALIA
Tra 1990 e 2008
emissioni +4,7%
Nel 2008
-2% sul 2007
Trend 2009
-9% sul 2008

RISULTATI A CONFRONTO ITALIA- UE


(1990-2008)
Residenza e servizi Italia
+10,5%
Residenza e servizi Ue a 15
-13,6%
Rifiuti Italia
-7,4%
Rifiuti Ue a 15
-39%
Trasporti Italia
+20%
Produzione energia Italia
+16%

incremento delle emissioni in generale da 517 a 541 milioni di tonnellate imputabile soprattutto alla
crescita di quelle da CO2, pari nello stesso periodo al 7,4%. Il 2008 stato lanno in cui le emissioni da
trasporto su strada sono calate: da 120,1 milioni di tonnellate nel 2007 ai 115,3 nel 2008. Un aiuto al perseguimento degli obiettivi potr venire dal computo dei crediti derivanti dagli assorbimenti forestali (fino a 10
milioni di tonnellate). Un ulteriore contributo potr derivare dallattuazione di progetti per labbattimento
delle emissioni nei Paesi in via di sviluppo, come quelli gi avviati con la Cina.
58

news&mercati

6/2010

IL PROTOCOLLO

Gli edifici pubblici di Lombardia e Liguria


chiedono un sistema di qualit energetica
Lintesa tra Anie, ministero dei Trasporti e Provveditorato alle opere
prevede un capitolato defficienza negli appalti delledilizia demaniale

edilizia demaniale di Lombardia e

strutture e ai trasporti, Roberto Ca-

dustria Anie -, che servir anche come

Liguria si fa un po pi lungimiran-

stelli -, nessuno potr pi dire che il

trampolino di lancio per poter lavora-

te e da oggi in poi chieder alle azien-

pubblico sar pi indietro del priva-

re allestero. Ma la formazione ri-

de che vogliono partecipare alla pro-

to. Pensa in primis alle scuole e agli

guarder anche i dipendenti pubblici

gettazione/risanamento degli edifici

ospedali Castelli, il cui dicastero sta

che avranno a che fare con questi

pubblici, di essere in linea con una sor-

per approvare uno stanziamento di

appalti. Non si nasconde dietro a un

ta di Sistema di qualit. Lo prevede

circa 50 milioni di euro per la Lombar-

dito Francesco Errichiello, provvedi-

un protocollo dintesa che stato fir-

dia, cui dovrebbero sommarsi altri 20

tore interregionale alle opere pubbli-

mato proprio in questi giorni da Anie,

milioni per la manutenzione ordinaria

che di Lombardia e Liguria. Lo sforzo

ministero delle Infrastrutture e tra-

degli edifici pubblici. In Liguria lim-

sar in entrambi i sensi.

sporti e Provveditorato interregionale

porto dovrebbe raggiungere gli 80

Intanto sulla stessa lunghezza don-

alle opere pubbliche delle due regioni

milioni, comprendendo anche gli in-

da stato firmato un protocollo din-

del Nord alle quali, auspicabile, fac-

terventi portuali. Va da s che le

tesa tra lAgenzia del Territorio ed

ciano seguito anche le altre. Opere

aziende che vogliono concorrere alle

Enea per valutare interventi di riqua-

sicure, eseguite a norma, efficienti dal

gare non devono perdere tempo e

lificazione degli edifici territoriali.

punto di vista energetico e secondo

prepararsi a presentare Capitolati tec-

Obiettivo divulgare buone pratiche di

levoluzione dello stato dellarte: sar

nici a norma. Uno sforzo forma-

efficienza energetica e contenimen-

questo il passo pi evidente. E - co-

tivo sar necessario - avverte Guidal-

to consumi.

me afferma il vice ministro alle Infra-

berto Guidi, presidente di Confin-

M.Cristina Ceresa

I tre firmatari del protocollo dintesa: da sinistra Guidalberto Guidi, Roberto Castelli e Francesco Errichiello

59

EN 16001 Sistemi di Gestione per lEnergia

UN CONSUMO RESPONSABILE ED EFFICIENTE DELLENERGIA


EN 16001 costituisce un modello
organizzativo di riferimento
per la gestione dellenergia, attraverso
lo sviluppo di una politica che parte
dallidenticazione dei consumi passati,
presenti e futuri no alladozione
di un piano di monitoraggio.

per lAmbiente e OHSAS 18001


per la Salute e la Sicurezza.
Implementare un sistema in accordo
a EN 16001 e certicarlo, consente
alle imprese di ridurre i costi energetici
e lemissione di CO2 a fronte
di una diminuzione dei consumi.

Lo standard introduce meccanismi


che portano al miglioramento continuo
ed facilmente integrabile con altri
sistemi di gestione, quali ISO 9001
per la Qualit, ISO 14001

Ulteriori conseguenze sono


rappresentate da un
approvvigionamento energetico sicuro
e maggiori vantaggi contrattuali nei
confronti dei propri fornitori.

Per ulteriori informazioni su EN 16001: www.bsigroup.it

raising standards worldwide

Perch scegliere BSI


Leader mondiale con oltre 68000 siti
certicati e clienti in pi di 120 Paesi,
BSI rappresenta un partner ideale
per tutte le aziende nei servizi
di auditing (pre-audit, certicazione)
in accordo alla EN 16001.
Nel campo della formazione, BSI
allavanguardia nellorganizzazione
di corsi sui sistemi di gestione e offre
una vasta gamma di soluzioni in
grado di soddisfare le diverse esigenze
formative dei clienti: dai seminari online
gratuiti ai corsi di implementazione
e per Lead Auditor.

di Guido Plutino

MERGER&ACQUISITION E BUYOUT

ripresa o continua il grande freddo?


Tutti daccordo sulla scarsit di liquidi

assano i mesi, ma la situazione

cassetta degli attrezzi dei vertici

del minimo storico degli ultimi sei anni.

economica rimane confusa e

aziendali, portando a compimento un

Di inversione di tendenza, dunque, per

difficile da decifrare. Il caso delle

trend che si era gi evidenziato a par-

ora neanche lombra. Il settore pi di-

attivit di M&A (fusioni e acquisizio-

tire dalla met dello scorso anno, per

namico stato quello farmaceutico,

ni) e dei buyout (acquisti di aziende

poi cambiare decisamente marcia du-

seguito a distanza dalla finanza.

da parte del management) signi-

rante lultimo trimestre. A sostegno di

Qualche segnale di miglioramento ri-

ficativo. Se si mettono a confronto

questa previsione non mancano le

guarda invece - sempre secondo lana-

le stime di Ernst&Young e il rap-

evidenze numeriche: degli 837 deal

lisi di Dealogic - le operazioni di buyout

porto europeo di Dealogic - en-

annunciati nel 2009, quelli realizzati

che hanno avuto come oggetto socie-

trambi relativi al 2010 anche se re-

nel secondo semestre sono stati 485,

t europee. In questo caso i volumi

alizzati a qualche mese di distanza

contro i 352 del primo semestre. Se

hanno raggiunto i 7,2 miliardi di euro

- sembra di avere a che fare con due

poi si guarda alle cifre in gioco, il valo-

(pi 154% rispetto al primo trimestre

anni diversi. E non basta a spiegare

re complessivo degli M&A portati a

2009, che era stato per nerissimo).

una tale differenza n il fatto che le

termine nel 2009 (sempre riferiti al

Qui spicca il ruolo trainante del com-

due analisi hanno diversa estensio-

settore idrocarburi) stato di 149 mi-

parto energetico, insieme a Utility e fi-

ne geografica (la prima mondiale,

liardi di dollari. Ebbene, la met di

nanza. Dal punto di vista geografico, il

la seconda si riferisce al Vecchio

questa cifra stata realizzata negli ul-

Paese pi dinamico stata la Germa-

Continente), n che si occupano di

timi tre mesi dellanno. Va detto poi

nia, seguita da Spagna e Olanda.

settori non del tutto omogenei.

che la posizione espressa dagli analisti

Come si vede, le analisi divergono in

Secondo Andy Brogan e Jon Clark,

di Ernst&Young non isolata. Indica-

profondit, lasciando quanto mai va-

autori per Ernst&Young di un ap-

zioni di tenore analogo, anche se con

go lorizzonte dei prossimi mesi. Le

prezzato report (Global oil and gas

sfumature diverse, provengono infat-

diagnosi tornano, per, univoche

transaction review) che ogni anno

ti da Scotia Capital, Global Markets

quando si tratta del mercato dei ca-

fa il punto su numero e tipologia del-

Direct, Idc Research e Deloitte. Ma

pitali. Anche Dealogic sottolinea, in-

le operazioni aziendali di finanza

proprio questultima societ di consu-

fatti, la debolezza dei flussi di denaro

straordinaria, dopo un 2009 impe-

lenza sottolinea un aspetto centrale

fresco.

gnativo e pieno di sfide ora pi

per capire tempi (secondo semestre

Lunico spiraglio arriva dalle nuove

chiaro che in fondo al tunnel c la

del 2010?) e velocit della ripresa de-

quotazioni in Borsa, che potrebbero

luce delluscita e non un treno che ci

gli M&A: la persistente difficolt di

riprendere proprio durante il 2010.

sta venendo addosso. La tendenza

approvvigionarsi di denaro liquido.

Nellattesa, un aiuto determinante do-

positiva che abbiamo visto negli ulti-

Fin qui gli ottimisti. Tuttavia Dealogic,

vrebbe arrivare da Oriente, sotto forma

mi mesi probabilmente destinata a

che nella sua analisi si spinta fino alla

di petrodollari. Le quotazioni del barile,

proseguire. Il miglioramento sem-

fine del primo trimestre 2010, smenti-

mantenutesi su livelli elevati per tutto il

bra pi pronunciato in particolare nel

sce che la ripresa delle operazioni stra-

2008, hanno permesso alle aziende di

settore idrocarburi.

ordinarie abbia gi messo i germogli.

Stato dei Paesi petroliferi di accumula-

Sempre secondo Ernst&Young, le

Tra gennaio e marzo i volumi di attivit

re ingenti riserve. Che ora potrebbero

operazioni straordinarie torneranno

di M&A in Europa hanno toccato a

tornare in circolo per cogliere qualche

presto a fare parte a pieno titolo della

malapena i 98 miliardi di euro: si tratta

buona occasione di shopping.

61

LA CENTRALE DI CONTROLLO INNOVATIVA PER LA


GENERAZIONE DISTRIBUITA DA FONTI RINNOVABILI.
La risposta per lautomazione e controllo delle reti elettriche di nuova generazione.

LEVOLUZIONE DEL PARADIGMA ENERGETICO.


Lo sviluppo e levoluzione degli impianti di produzione energetica
da fonte rinnovabile (RES) sta modicando drasticamente il
paradigma di gestione delle reti elettriche di nuova generazione.
La delocalizzazione degli impianti e limpossibilit di controllo diretto
da parte delle Utilities rende necessaria la capacit di gestire nuovi
scenari operativi.
SAMARES ha affrontato queste problematiche sviluppando un
portafoglio di soluzioni chiavi in mano che permettono la completa
integrazione di impianti di produzione di energia rinnovabile in tutti
gli aspetti operativi, in contrapposizione al vecchio modello SCADA.
SAMARES ha inoltre sviluppato soluzioni per Centrali Operative
integrate in grado di remotizzare e perfezionare, in un contesto
applicativo omogeneo, il controllo operativo di diversi impianti RES,
anche disomogenei per tecnologia e/o per componenti.

GESTIONE E MANUTENZIONE SOTTO CONTROLLO.


Loperativit integrata e centralizzata garantisce nel tempo alti livelli di prestazione dellimpianto in termini di afdabilit, disponibilit e
performance e pertanto costituisce la soluzione migliore per rendere bancabile, presso gli istituti di credito, il progetto di un nuovo impianto.
A differenza dalle fonti tradizionali, gli impianti di energia rinnovabile sono molteplici e ampiamente distribuiti sul territorio: le
operazioni di monitoraggio e manutenzione di diversi impianti rischiano quindi di diventare molto onerose.

UN GIORNO DA RICORDARE
21 aprile 2010: a Navacchio (PI) nasce la prima
centrale italiana di monitoraggio fotovoltaico.
Lo scorso aprile, presso il Polo tecnologico di Navacchio (PI), Enerqos
ha inaugurato ufcialmente la prima centrale di Monitoraggio
Fotovoltaico in Italia, basata sullinnovativa tecnologia Osiride
sviluppata da SAMARES, per la fornitura del servizio di gestione e
manutenzione di impianti fotovoltaici.
Il Centro attualmente gestisce impianti fotovoltaici per una potenza
totale di 20 MWp e raggiunger circa 50 MWp entro la ne dellanno.

Elemento caratterizzante del Centro la capacit di controllo


proattivo. Lobiettivo di identicare e risolvere le criticit in anticipo
rispetto al vericarsi delle stesse, riducendo cos al minimo i tempi,
i costi e la mancata produzione energetica in caso di down-time
ha spiegato Mauro Marcucci, amministratore delegato di Enerqos.

IL MONDO
SAMARES
LENERGIA
SOSTENIBILE.
Headquarter:
Viale DI
Edison,
110 C - 20099
Sesto S. G. (Milano)
Operational
ofces:
Via Giuntini, 25 -
56023
Navacchio (Pisa)
LENERGIA
SOSTENIBILE
IL FUTURO
DEL MONDO.
info@samares.it - www.samares.it
420x297_ENERGIA24_esecutivo.indd 1-2

info@samares.it
www.samares.it

Chi oggi deve installare, gestire o manutenere numerosi impianti, necessita


quindi di una tecnologia innovativa in grado di integrare il tutto in ununica
entit equivalente.
SAMARES, con il proprio portafoglio di soluzioni, ha fatto evolvere il concetto
di NOC (Network Operations Center) in IOC (Integrated Operations
Center), integrando diverse competenze ed esperienze nel campo delle
Tecnologie dellInformazione, della gestione di Reti, delle Telecomunicazioni,
dellElettrotecnica, della Security e dellIngegneria dei Sistemi.
OSIRIDE iOC, specializzazione della piattaforma OSIRIDE, la moderna
e tecnologica Centrale Operativa Integrata sviluppata da SAMARES.
Essa permette di ricevere, concentrare e correlare le informazioni di uno
o pi sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile facilitando
linstallazione, la regolazione, la congurazione e il controllo di tutte le
componenti.
La correlazione delle performance di produzione degli impianti supervisionati
offre un alto livello di integrazione tra sistemi di supervisione, gestione,
manutenzione e sicurezza al ne di ottimizzare le prestazioni globali.
La Centrale permette lautomatizzazione delle attivit di Gestione e
Manutenzione e consente una rapida risoluzione di problemi complessi,
riducendo i tempi di fermo-impianto e i costi operazionali.
Le interfacce di gestione unicate consentono al personale addetto alla
Centrale di Controllo di accedere a tutti i tipi di informazione (allarmi,
interventi di manutenzione e informazioni tecniche) e di correlarne le
elaborazioni.
La nuova centrale operativa integrata di SAMARES segna il passaggio
verso levoluzione della nuova generazione di reti elettriche, introducendo
la tecnologia innovativa di OSIRIDE anche nel mondo dellelettrotecnica
e dellenergia sostenibile.

HLBKB=>BGM>@K:M>=HI>K:MBHG<>GM>K
Trouble
Ticketing

Security

Business
Continuity

Maintenance

<nlmhfbs^]
<hk^IZ\dZ`^
ERP
Integration

Plant
Lifecycle

Cogeneration

Mini-Aeolian

PhotoVoltaic

SAMARES offre la Centrale Operativa


OSIRIDE iOC in modalit chiavi in mano
per la gestione di Fonti Rinnovabili: grazie
ad unattenta analisi preliminare, SAMARES
in grado di implementare una soluzione
personalizzata, componendo un puzzle
di funzionalit e applicazioni in grado di
soddisfare al meglio le esigenze di ogni
singolo cliente.
I consulenti di SAMARES seguono il cliente in
ogni fase del progetto: analisi delle esigenze,
design, installazione, commissioning,
integrazione, manutenzione ed evoluzione
della soluzione.

Biomass

Headquarter: Viale Edison, 110 C - 20099 Sesto S. G. (Milano)


Operational ofces: Via Giuntini, 25 - 56023 Navacchio (Pisa)

18/05/10 18:44

24
a cura di Laura Marinoni Marabelli

KLIMAENERGY

Al via il campionato italiano del solare


Tra i favoriti Bolzano che ospiter a settembre la terza edizione della fiera

pre presso la Fiera di Bolzano) che

cio, ma le buone pratiche di so-

sembra fatta apposta per loro. A co-

scaldamento presenti in circa la met

lare termico e fotovoltaico. Questo

minciare dalla conferenza dei parteci-

dei comuni altoatesini, 30 impianti a

il succo del Campionato italiano del

panti al patto dei sindaci, per passare

gas biologico e oltre 7mila impianti a

solare con il quale Legambiente e

alla terza edizione del Klimaenergy

biomassa di dimensioni ridotte (cippa-

Fiera di Bolzano stanno stuzzicando

Award che pure questanno premie-

to e pellet), 11 centrali eoliche. Non

le amministrazioni pubbliche perch

r le realt pi virtuose in fatto di in-

bastasse, si calcola che vi sono poi 0,31

mettano in evidenza quanto stato

stallazione di progetti rinnovabili (iscri-

mq a testa di collettori solari: un valore

installato sui loro territori. I risultati

zioni aperte fino al 31 luglio).

questo che supera la media nazionale

saranno incrociati con i dati del Gse e

E virtuosa la citt che ospita la Fiera.

di ben 15 volte, nonch 52 Watt di po-

con le informazioni che le aziende for-

Se vero che Bolzano scommette di

tenza fotovoltaica sempre pro capite

niranno in termini di venduto e instal-

arrivare al 2030 con la totale neutraliz-

(la media nazionale si attesta intorno a

lato. La scheda della propria citt si

zazione della CO2 prodotta. Esclusi i

7,5 Watt a testa). Sul territorio, inoltre,

trover sul sito www.campionatoso-

trasporti, purtroppo. Certo, stiamo

risultano installati 291 impianti geo-

lare.it e potr essere aggiornata con le

parlando di una citt che gode di un

termici corticali, mentre in program-

ultimissime installazioni.

contesto regionale senza pari (in Italia).

ma la costruzione di sette impianti

Anche per ci, le amministrazioni

LAlto Adige, infatti, con i suoi 500mila

geotermici a grande profondit. Forse

pubbliche questa volta non possono

abitanti che risiedono su una superficie

abbiamo gi inteso chi potrebbe vin-

mancare alla terza edizione del Klima-

di 7.400 mq, pu vantare 930 centrali

cere il campionato.

energy (dal 23 al 25 settembre, sem-

idroelettriche con una portata di 760

na volta tanto non centra il cal-

MW, 63 centrali a biomassa e a teleri-

Camilla Galli Macric

Altri appuntamenti
8-10 giugno
Quattro saloni dellenergia ad Amsterdam
Si tiene ad Amsterdam ledizione di questanno di Powergen,
la mostra-convegno internazionale, in contemporanea con altri
tre saloni: Renewable energy world, PowerGrid e Nuclear
Power.Powergen consta di unarea espositiva e di un programma
di conferenze e convegni che si svolgono nelle tre giornate.
Lelenco dei vari appuntamenti, con i dettagli della manifestazione,
reperibile sul sito Internet www.powergeneurope.com.

2 luglio
14a edizione del premio Limprenditore dellanno

64

Il 2 luglio il termine entro il quale occorre mandare la propria


candidatura per concorrere al premio Limprenditore dellanno,
promosso da Ernst&Young con il patrocinio di Borsa Italiana,
il supporto del mensile LImprenditore e in collaborazione con
Il Sole 24 Ore.
Possono candidarsi gli imprenditori alla guida, da almeno tre anni,
di una azienda che nellultimo esercizio abbia registrato un fatturato

a partire da 25 milioni di euro. Ladesione a questa iniziativa


pu essere effettuata gratuitamente tramite il sito Web
www.ey.com/it/eoy oppure scrivendo una mail allindirizzo
ey.imprenditore@it.ey.it.

7-10 settembre
Le rinnovabili in mostra a Roma
di scena nella Capitale ZeroEmission Rome, levento
dedicato alle energie rinnovabili, allemission trading e alla
sostenibilit ambientale. La manifestazione, alla sesta edizione,
si compone di vari saloni: Eolica Expo Mediterranean,
dal 7 al 10 settembre, e Pv Rome Mediterranean, Csp Expo
(Concentrating solar power), Eco House, Geoenergy Expo,
CO2 Expo e Ccs Expo (Carbon capture and storage),
in programma dall8 al 10. anche previsto un calendario
di conferenze, workshop e incontri sui temi pi caldi.
Collegandosi al sito www.zeroemissionrome.eu.
possibile avere maggiori informazioni.

24
Scrivete a redazione.energia24@businessmedia24.com

Le possibilit
di crescita del solare
termodinamico

che per il naturale esaurirsi delle lo-

alle Pmi sia destinata una quota

calizzazioni in cui gli investimenti in

che non pu superare il 30% dello

impianti solari termodinamici sono

stoccaggio liberato.

economicamente convenienti....

Mi auguro che il dibattito parlamen-

Ho letto sul sito di Energia24 (www.

Lei ha ragione quando parla delle

tare contribuisca a eliminare questi

b2b24.it) un interessante articolo

torri solari, ma il Politecnico non

vincoli e limiti. Mi auguro anche che

legato al solare termodinamico. Mi

sembra dare molte chance a una cre-

venga ristabilita pari opportunit tra

trovo, per, in disaccordo con lulti-

scita del solare termodinamico in

tutte le dimensioni imprenditoriali,

ma affermazione: Ma in realt, da-

Italia, considerando anche che gli im-

senza condizionamenti o forme di

te le particolari caratteristiche mor-

pianti sono destinati notevolmente

fologiche del territorio italiano, ap-

ad aumentare mediamente di taglia

subalternit tra imprese.


Giorgio Guerrini, Confartigianato

pare altamente improbabile un vero

nei prossimi anni, per ottimizzare gli

e proprio boom di queste installazio-

investimenti: gli impianti parabolic

ni nella Penisola.

trough - considerati quelli di maggior

Vorrei avere delucidazioni riguardo

successo - potrebbero arrivare me-

questa affermazione. Allo stato at-

diamente a 400 MW di capacit, il

tuale delle mie conoscenze sulle cen-

che richiederebbe un campo di circa

In seguito a un articolo pubblicato

trali termodinamiche con il sole, mi

2,2 kmq (ben pi dei 200.000 mq

sul n. 23 della rivista Energia24 di

risulta, infatti, la buona predisposi-

necessari per gli attuali campi da 50

aprile, intitolato Aaa tecnologie of-

zione del territorio del Sud Italia

MW). evidente che un campo di

frensi a investitori interessati (pag.

allinstallazione di tali impianti. Luni-

queste dimensioni, nel popoloso Sud

36), vorremmo avere maggiori riferi-

ca tecnologia che potrebbe essere

Italia - peraltro gi assediato da

menti relativi alla societ Film4Sun,

sconveniente, perch ha necessaria-

richieste di installazioni fotovoltaiche

mente bisogno di un piano, potreb-

ed eoliche - incontrerebbe non po-

citata nel medesimo articolo.


Gruppo Intergreen

be essere quella a torre solare.


Mirko Paglia

che difficolt a essere autorizzato.


Spero di aver in parte fornito le delu-

Risponde Nadia Tadioli

cidazioni che ci aveva richiesto.

La tecnologia di Film4Sun stata

Risponde Gianluigi Torchiani


Gentile lettore,
laffermazione cui fa riferimento
riassuntiva di alcune tesi esposte nel

Come saperne di pi
sulle tecnologie
di Film4Sun

indubbiamente una delle pi inte-

I vincoli punitivi
per le Pmi
sul mercato del gas

Solar Energy report del Politecnico di

ressanti presentate al Green Technologies Investment Forum, liniziativa che si proposta di mettere in
connessione investitori e ideatori di

Milano, a cui lintero articolo si rife-

Le intenzioni del provvedimento di

tecnologie e processi produttivi in-

risce. Per esempio, a pagina 159 del

riforma del mercato del gas sono

novativi. Fondatore dellazienda e

Report, si legge: Se indubbio, in-

buone, ma nel dettaglio delle misure

ideatore di questa tecnologia, che

fatti, che per la sua conformazione

emergono aspetti molto critici per le

abbassa drasticamente i costi di pro-

geografica e per la morfologia del

Pmi. Le piccole imprese sanno bene

duzione delle celle solari ad alta

territorio in Italia sia assai difficile

come muoversi nel mercato e non

concentrazione, Massimo Mazzer,

ipotizzare una diffusione su larga

hanno bisogno di tutori. Quindi ap-

ricercatore del Cnr, che in Film4Sun

scala di impianti solari termodinami-

pare incomprensibile limposizione

ricopre il ruolo di Cto, mentre il Ceo

ci..... Oppure a pagina 150 si legge:

di un mandatario cliente industriale

dellazienda Kevin Arthur. La so-

La situazione cambia decisamente

per le aggregazioni di piccole impre-

ciet, spin off del Cnr, sta per essere

se si prendono in considerazione gli

se che intendono partecipare alla

costituita ed possibile contattare i

impianti in fase di progetto, dove a

creazione di nuove capacit di stoc-

fondatori mandando una e-mail

un ruolo marginale dellEuropa - an-

caggio. altrettanto singolare che

allindirizzo film4sun@gmail.com.

65

Ne abbiamo parlato a pagina:

24
A A2a - 14, 18
Ab Energy - 20
Abi - 18

Alpiq - 19
Althesys - 25
Anie - 37, 59

Banche di Credito

Cai - 11
Camera di commercio
Canton Grigioni - 19
Cerved Group - 9
Citera - 36

Power Reply - 21

Erse - 37

Powergen - 64
Ravano Green Power - 33
Rehau - 54

Fiera di Bolzano - 64

Rezia - 19

Fire - 37

Robur - 56

Gifi - 32
Global Markets Direct - 61

Schneider Electric - 51

Grafiche Antiga - 43, 56

Schco - 40

Green Globe Banking - 28

Scotia Capital - 61

Gse - 29, 36, 64

Sky Solar - 27

Hyundai ImageQuest

Stalherz - 54

Italy - 33

SunEdison - 33

Ibc Solar Italia - 33


Intesa San Paolo - 31

Confindustria - 59

Iride - 15

Deloitte - 61

Enea - 36, 59

Terna - 18
Toshiba - 57

U UniCredit - 27
Universit Bicocca - 28

Ises Italia - 35

Universit Bocconi - 37

Ispra - 58

Universit degli Studi

K
L

Edison - 14
Egl - 19

SolarWorld - 33
Sorgenia - 15

Idc Research - 61

Dealogic - 61

Smec - 20

Hera - 15

Coaer - 43, 45, 47

DeLonghi - 49

Samares - 37
Samsung - 52

Clivet - 45, 49

D Daikin - 53

Ernst&Young - 61, 64

H Hard Rock Caf - 43, 57

Carbotermo - 23

Climaveneta - 49

Politecnico di Milano - 29

di Milano - 23

Klimaenergy - 64

Anno III - Giugno 2010 - n.25


via G. Patecchio 2 - 20141 Milano
tel. 02/39646916
redazione.energia24@businessmedia24.com

Photovoltaic System - 37

Ergosud - 18

G Galletti - 45

Borsa di Zurigo - 19

di Milano - 25

Repower - 14, 19

Cooperativo - 36

Mx Group - 33

Eurovent - 49

Associazione Marevivo - 36

B&b - 40

Eon - 18

Esp - 37

Aper - 27

Monte Paschi di Siena - 28

Eq Solar - 37

Agenzia del Territorio - 59

elettrica e il gas - 9, 12, 21, 27

Mitsubishi Electric - 33

Ensud - 37
Epson - 45

Aermec - 45

Autorit per lenergia

Eni - 14

Direttore responsabile Mattia Losi


ml@ilsole24ore.com
In Redazione
Vicedirettore M. Cristina Ceresa
cristina.ceresa@businessmedia24.com
Segreteria Laura Marinoni Marabelli
laura.marinoni@businessmedia24.com
Progetto grafico a cura di
Claudio Codazzi
claudio.codazzi@creativebrain.it
Hanno collaborato
Agnese Ananasso, Alice Cappelli, Maria Luisa Felici,
Camilla Galli Macric, Guido Plutino,
Chiara Scalco, Giammaria Stefania,
Nadia Tadioli, Gianluigi Torchiani
Publisher Massimo Cassani
Chief sales executive Riccardo Arlati
Responsabile marketing Divisione Building
Marzia Freri
Stampa Faenza Industrie Grafiche (RA)
Reg. Trib. Mi - n. 221 del 08-04-2008
Rivista mensile una copia E 5,00
Abbonamento annuo Italia: E 40,00
Abbonamento annuo Estero: E 80,00
Per abbonamenti e informazioni:
Il Sole 24 ORE Business Media srl,
Servizio abbonamenti Energia24
Tel. 02.39.64.6420 - Fax 02.39.64.6421
e-mail: abbonamenti@businessmedia24.com
Inviare limporto sul C/C postale 28308203
intestato a: Il Sole 24 ORE Business Media srl
specificando sul bollettino il proprio indirizzo
e nome della rivista
Ufficio Commerciale e Traffico: Anna Boccaletti
Tel. 02/39646060 - Fax 02/39646091
anna.boccaletti@businessmedia24.com

Universit di Padova - 32
Legambiente - 36, 64

Universit di Pisa - 37

Linea Pi - 15

Universit La Sapienza - 36

M Making Energy - 33

Enel - 14, 19

Martifer Solar - 33

Energy System - 33

Messana Air

EnergyLab - 27

Conditioning - 54

Enerqos - 37

Mitsubishi - 51

Utility Telecom Council - 37

ZeroEmission Roma - 64

Il Sole 24 ORE Business Media srl


via G. Patecchio 2 - 20141 Milano
Tel. 02/39646.1 - Fax 02/39844802
Presidente: Eraldo Minella
Amministratore Delegato: Antonio Greco
Direttore Editoriale: Mattia Losi
Direttore Divisione Industry: Fabio Franzoni

Indice inserzionisti pubblicitari

66

Ab Energy - 8
Bsi Group Italia - 3, 60
Cfcii - 34
Cogenpower - 10
Containex - 55
Golder Associates - 4
Ibm - IV di cop.

Klimaenergy - Fiera Bolzano - 26


Samares - 62, 63
Sas Institute - 16, 17
Siram - 24
Solon - 38, 39
Weg Italia - II di cop.

Iscrizione al registro degli Operatori


di Comunicazione (RC) n 6357 del 10/12/2001

Concorso

i
t
a
n
o
Abb

abbonati
li
g
a
to
a
v
r
e
is
R
ofessionali
r
p
te
is
iv
r
e
ll
e
d
E
del Sole 24 OR
A&B - actionandbranding.com

&ci

Vin

nsili
5 estrazioni me
ale
1 estrazione n

Nel Village Resort Valtur Kihaad il lusso e lesotico convivono immersi


nella splendida natura maldiviana, un paradiso dotato di ogni comfort, dove rilassare
il corpo e la mente coccolati da un servizio personalizzato e di qualit.

Vinci lisola e anche il tesoro.


Abbonati o rinnova subito il tuo abbonamento alle riviste dellArea Professionale del Sole 24 ORE
e partecipi a tutte le estrazioni mensili da febbraio a giugno per un totale di 50 premi a partire dalla data del tuo
abbonamento. In pi partecipi allestrazione nale di un viaggio alle Maldive e altri 59 premi. Abbonati & Vinci,
un concorso che premia la tua professionalit e la tua scelta di informazione.

Aut.Min.Rich. Montepremi 43.455,47

Vinci le Maldive e 109 premi che valgono un tesoro.

210x297.indd 1

Abbonati ad una delle 50 riviste dellArea Professionale del Sole 24 ORE e partecipa al concorso!
Scopri i 109 premi e il regolamento completo su:

www.concorsoV24.ilsole24ore.com

23-02-2010 12:26:55