Sei sulla pagina 1di 410

,rr)\.

lecnichL'Nuove,via Eritrt'a 21 ,20157Milano


| ,'|()nr': tel.0239090273,
fax 0239090255,
',.rr I li[1i1r|lganichenuove.com
' ',lrrr':te l. 023c1090251-0239090252,fax 0239090373,
Ir | : \,('nrlite-libri@)tecnichenuove.com
1, rvrr,ryT.tecnichenuove.cclm
', . ,1,ri-89--18
l-2201-7
'rr rr i l'itti sor-ro rise'rvati. Nessuna parte clel libro put) essere liprodot
ta o difiusa col-r
r r( ./r()qlralsiasi,fotocopie,microfilm o altro,senza il permessoscritto dell'e
ditore.
i1rrrilrtsrr'served. No part of this book shall be reproduced, storecl irr a ret
rie'val
r,nr.()r'tr'.rnsnrittecl, photoctlpying,recttrding
by any means,electronic,mL'chalrical
,,llrt'rrviscwithout written permissiorr from the publisher.
| | ,lrt()fr'tliclriarala propria disponibiliti a regolarizz.rre evctrtuali omis
sir)lti ()err()ri
lr.rIIrrlrtrziorrr..
r ,,1'r,rlur,r:ll)T, Milano
lllrr tr,rziorridi B.rrnaba Orrir, Chiara Buccheri e Ketty Negretti
1, .IIr.,,.r./|\)n('t'tlitoriale: Mil.rno
Nuclva Videttstena,
' lr, rrrr rir,rlit'ia cura dell'artrtorr'
' ,r,1,1 | .rlilotipo, Scttimo Milanese (MI)
, r',,1r.,t,rrrrP,11'r.'
rrclmesc'dimaggio2008
, r,,lrrrll,rlr
Un'unicoforza,l'Amore
unisceinfiniti mondi
eli rende uiui
GiordanoBruno

\2
Indice
Il Lago Incantato
Premessa
Tu cosa pensi?.
Sul concetto di verih
LatuaRealh
La tua visione della realta
Il cervello
-FeedbackCervello-Realta
. . . .
-Cervello, ecomputer
memoria
La mente
-Le tue veri0 .
-Memorie
-Ripeteree negare
-Esempidi vita quotidiana. .
Intuizioni
-Fantasiaeimmaginazione
. .
Modellimentali
-Filtrisensoriali
Modellomentalee neonato
ModellomentaleNeonatoinadulti
Il tuo passato
Credenzeeconflitti
-LiberoArbitrioesensodi colna
1
7
i1
,.7
31
35
39
43
46
51
59
72
75
7B
83
97
103
108
113
t17

t2:)
r29
r33
VII

c
lrrlicita
139
StabilihemOtlva . . r46
ll puntochiave
153
l'ensieried emozioni 160
Cestionedelle crisi 164
llarrbini
t70
Anziani
772
Genitoriefigli . 175
llazionalitde spiritualit) 178
-Entanglement...
181
Relativitie campi onnipresenti 188
-J'u,noi e I'assoluto 190
l,'Amore
195
Sinceritd 199
Evoluzionedell'uomo 203
-Ricercadelpiaceree bisogno 208
l,atramadella RealD 2r1
Fisicaquantisticae vita quotidiana. . .
2r6
Il paradossodelgattosia vivo sia morto 220
Attitudini,tendenze,fatti,eccezioni..... ')r').
Ondechecollassano 227
liisicao filosofia quantistica?
231
Lanatura0privadi leggifisiche . 231
()ssen'atoricoscienti 232
Interazionitra cose epersone 2:t4
Come si crea la RRealti che ognuncl vive? . 237
Miracoli 242
Vederepercredere 244
()ttimismoepessimisrno 256
Fortunaesfortuna
258

IOSCELCOIOVOCLIOIOSONO
c
267
Chisilamentad un ladro
268
I vantaggi di chi fala"vittima"
272
-Motivazioni .....
277
Tueglialtri..
281
Speraredtriste
282
Corpofelice
vvr Pv
287
Sesso.
293
Lugua5ilianzadcontronatura
297
Esserebuoni d contro natura
301
dbene
Perdonare emale' .
30s
Desiderie asPettative
309
Cambiare
ExotropicMind:il Metodo 317
317
-Premessa

332
-Io scelgo,io voglio, io sono . . . .
14.)
Preparazionee allineamento
34r
-Desideri/Volonh.
) rn
AppendiceJal
'Testdelproprioset-Point(statoemotivoin condizioninormali)
347
351
-Lettureconsigliate
353
-Postulaticonclusivi
354
-Ringraziamentt. .
x
INDICE

i't>,"
Irr
rd
-l
'al
$. 'Ll
l_.
I
t , {rnl
\\i:
I
"^,3*-$a-:
.\
\
-ji.:,*.-,
u,. .or'6-'
\
"sdtr
t,, \,
i'
\\t\.
'
':
@
il lago Incantato
Chiedi e ti sarddato
mmaginadiesseresulla riva delgrandeLago Incantato. Intorno, lungo lasponda,
f
innumerevoli rivolte Aituoilatiquellecon le qualihaileSamidi
persone ad esso.

I
Iparentela,affettivio di amicizia, poialtrivisifamiliarievia via tanta altra gen
te,
mai vista prima.Ognunadi loro b in piedi dei sassi nellago, tu
estalanciando anche
lo fai. Qualcunoriesceatirare anche sassirnoltogrossiemolto lontano, altri solo
granelli
di sabbiavicino ai propri piedi, divedere glialtri li lanciano,
altriaspettano dove
pertirareanchei loro nelle stesse areedellago,altri ancora tiranoacaso.Ogni sass
o
-piccoloogrande,lanciatovicinoolontano,con forza ofiaccamente,con concentrazione
o
distrattamente entrando con I'acqua producedelle onde. Sassi
-in contatto
grandiproduconoondegrandi,sassipiccoliondepiccole.
Tutte le personehanno inoltre, davantia sd, una sorta di piccologolfo personale,
cheguidaleonde che giiungonodal lago versoi loro piedi.
Tutte le ondeprodottedaciascuno interagiscorro
coni proprisassi traloro sominaltri.
Quelle
mandosiinalcunipuntieannullando.si chegiungonosulla riva del lago
sonoil risultato di tutte le onde che tutti i sassihannoprodottomaquelleche entr
ano
in prossimitir quelle
neltuogolfo,e arrivano dei tuoi piedi,sonosoprattutto che hai
prodottotu, con i tr-roi sassi,comefosserorivolte,ericonoscessero,
chiha dato loro
origine. Ogni altra personalanciaproprisassieha onde nel propriogolfo.Ma d un
Lago Incantato: le onde che giungono si trasformano
lungo le sue sponde egenerano
scenari,come Ia Realta quellache tutti percepisconoe
film tridimerrsionali; condivisa,
vivonocollettivamente, chegiungono
afare da sfondo.Ma le or-rde neltuoporticciolo
.sonosoprattuttoquellechehaigenerato stateprodotte da te
tu, che sono unicamente

c
e dai tuoi sassi e che, primadi arrivare nel tuopiccologolfo,
hannointera{itocon tutte le altre onde del Lago. Anchequestesi
trasformano egeneranocosema solo perte e sono in
primopiano:la Realh individuale,quellacheognunovive
individualmenteall'internodi una Realt) collettiva,
condivisa,
afareda sfondo. Lostesso0pertuttiglialtri.Quelleondepersonalidipendonodaquantieq
ualisassiognunoha
lanciato,
dalle dimensioni, dalladistanza,masoprattuttoda dove, nel
lago,hannotoccatol'acquae sono affondatiinesso.Ogni volta
in quelLagoIncantato qualcosa:
clreun sasso tocca I'acqua, accade si muove tutto
disabbia. qualcosa
rrnchesoloperungranello Genera chea volte sembra emergere,
altreriaffondaresubito dopo, ma spesso rimaneagallae viene trascinatodalle onde
personali di chi le ha prodotte.
proprionelgolfopersonale
Osservichequalcunosembraessereconcentratoe felice. Scruta il largo e, prima
di lanciare i suoi sassi,prendebene la mira. Sceglie i piir grandi e sembra cher
iesca,o
almenociprovi,a mandarli inpunti precisi del Lago, sceltida lui, e sembra che sa
ppia
gi) chequellocheemergera, Sorride I
dproprioquellochevuole. ad ogni suolancio.
suoisassiproducono chesipropagano tutto il
onde belle ed evidenti, coinvolgendo
Lagomaarrivanosempre,puntuali,nel loro piccolo golfo, a trasformarsi in cose che
sembrarendanoil padrone,ognivolta,pii felice.
Altri, invece, sembranomoltoconfusi,distratti,lancianoperlopiirsassolinie sembra
che
lo faccianoa caso, senzanemmenoguardaredoveli stanno tirando,dove
cadclrronel LaSo, che cosa fannoemergeree che cosaprodurrannonel loro piccolo
golfo.Guardanosolo che cosa c'i davanti ailoropiedie ai piedideglialtri, fanno c
onfronti,
giudicano,alcuni di loro sembranocupi,altrirabbiosi,altri si lamentano,altri
semhrano inqualcosa, gliocchichiusi.Il piccologolfodi molti di
sperare matengono
krroi sporco, erosoda onde deboli,caotiche,turbolente ailoropiedi
cheEiiungionotraspttrtandoe trasformandosi in cose diverse che
che sono evidentemente daquelle
.siaspettavano, Ti sembra tutti hannotutti i sassi che

moltaspazzatura. inspiegabile:
lanciarlidove vogliono. almeno
vofllionoepossono
Potrebbero cercaredi lanciarli
IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
6
meglio,ma sembra chequasitutti,invece,vogliano continuare, elo facciano dipropos
ito,
alanciarlicasualmenteesenzafarealcuno sforzo. Molti,addirittura,sembrano
furiosiconchi, invece, si impegna neisuoilanci,o anche solosorride...Decididi vo
ler
capiree vai a chiedere aunodiloro che cosaaspettaa tirare me lio i suoi sassi,anzi
chd
lamentarsi e arrabbiarsi. Quellodun Lago Incantato!Lasuareazioneti lasciaallibit
o:
"Qualisassi?QualeLagoIncantato?Tu sei pazzo!Iodavantiaimieipiedivedo che
c'd solo spazzalurae schifezze aipiedidialtrici sono invece di
eche davanti un sacco
Quellolh,vedi? felicemente
cosebelle. Eli che
se la spassa mentreio sono quichesofsempre
perch6,
fro.Lo odio! Sono furioso! Io devo subireingiustizie sonobuonoe onesto
mentre altriselagodonosoloperchdsonodisonestiedegoisti.Equell'altrolai' E
pienodi cose bellissime, pure,maquando di darne una
egliavanzano Eilihochiesto
mi ha risposto? di farmela
ancheame sai che cosa Mi ha risposto ancheioconi sassi!
Ti rendi conto?Coni sassi!Miprendepurein girol... Sassi?Allora anche tu mistai
prendendo
ingiro!Vattene!"
Lofai e vai verso una di quellepersonecheinvecestalanciandofelicementei suoi
sassi.Le chiedi che cosa stia facendo. Sorridendoemozionatoti dice:
"Sai?QuestoLago d incredibile! Hoscopertocheha in sd di tutto, cosefantastiche,
tesori impensabili, esperienzedasogno,qualsiasicosariescaadimmaginareb da qualch
eparteli
sotto e se riescoa colpirla conil sasso6iiustoarrivaame. D straordinario!"
"Dawero? Ma comefaia sapere dovedevitirarepercolpirla?"
"Equestalacosa Mi basta concentrarmisullacosache
piirincredibile!: pensare,
voglioavereechedevocolpire.Piird bella d piirsonofeliceanchesolopensando
di

poterlaavere.Primadi tirare il sasso loscelgo,lotengioinmano,chiudogliocchiemi


immaginodi vederlae che sia gii mia,perch6so che l'avro, funziona cosi.A quel
puntosuccedeuna cosa Lo so, penserai ma se ciprovi
incredibile! che d impossibile
anchetu e ci riescicapiraiche d cosi: io tiro il mio bel sasso dovevogilio,cerco
solodi
mandarloin un puntodel Lago dove ci sono pocheondediquellefattedaglialtricon
i loro sassied d [a cosachevogliochev) propriodove io ho tirato il sasso! Equell
acosa
checolpisceil mio sasso!Funzionacosi! E il contrario diquelloche si potrebbecreIL LAGO INCANTATO

c
Irrt'l [odevo solo tirarlo beneperchdfacciadelle belle onde in tutto il Lagoed d
cib
lrr voglio che va proprio[i, me ne sono accortolPoi le mie onde la portanodame,
.(inrt:sc mi riconoscessero e sapessero esattamentedove sono. E fantastico,dai,r
rrova
rnchctul"
"Certocheci provo!"
Sorridianchetu cercando di frenare la sua eccitazioneche,pur delicata, ti tra
\'()loe.
"Mascusa.sebcosi semplice, gli altri che cosa aspettanoa farlo anche loro?"
"l.lche ne so? Ho provatoa dirlo ad alcuni di loro ma mi hanno detto che sono un
l)irzz()visionario,nessunomi hacreduto,mi sono anchepresodegliinsultiequalcuno
lr.rcercatoanche di darmele. Tu seiil orimoche me lo ha chiesto e mi ha ascoltat
o.
(iruzie!"
"Fltu come hai fatto a scoprire questacosa?"
"Dapiccolo, giocando, una volta
c'eroriuscito:avevodesideratotantissimo
una pistaperle mie macchinine,
pergiocarciinveceche in
mezzoatutti queisassi.
Pensavoallamiapista preferita
e ho sorriso mentre toglievo un
sassodavanti alla mia macchinina
preferitatirandoloin acqua. vicino
alla riva ma a caso e senza pensare
a dove andasse. senza nemmeno
guardarlo.
Pocodopo mi sonogiratoe in
rivaal Lago c'era Ia mia pistapreferita.
Hocreduto fosse apparsa dal
nulla! Ero troppofelicee ho iniziatosubitoa
giocarcisenzacerIOSCELCOIOVOGLIO IO SONO
o
care nemmeno di capire come era potutaapparire.Poi I'ho raccontato ai miei genit
ori,
all'iniziocredevanoI'avessirubataaqualcuno.Forseancoralo credono. E poihopensato

che forsequalcunomi averrafatto uno scherzo,ma bello! E me ne sono dimenticato.


Qualcheanno fa, poi, mi d successa una cosa bruttissima ed ero dawero disperato.
A un certo punto ho provatoa esprimereun desiderio felicetirando un sasso,
cosi,mi dvenuto spontaneo farlo nel mezzo della mia disperazione,solopercercare
un sollievo. E mi sonoaccorto,emi sonoricordato... Dai, provaanchetu, dai. fallo
, ti
pregol"
"Masei sicuro che tutto questosia Reale!' Hoprovatoaparlarecon uno di loro: dice
che nd il Lago nd i sassiesistonoechelesole cose realisonoquelleche ti arrivano
ai
piedi.a caso."
"E anche se fosse? Anche se il Lago, i sassi e le onde fossero irreali? Anche io
,tu e
glialtripotremmoessereirreali, e anche le coseche arrivano ai piediallora, e anc
he il
caso allora! A me interessa godermiqualunquecosapossavivere,realeo irrealepoco
importa, io sonofelicee la mia felicith e reale e invece di perderetempoa chiede
rmi
che cosa d reale e che cosa d irreale me la godo,mi godotutto quellocheperme d
reale,glialtripossonocrederein quelloche vogliono... Dai, proval"
b molto piurealistica tupossaQuestgfie6foil', Veclrai, rliquanto orapensare...
IL LACO INCANTATO

c
Premessa
o vissuto il periododellastesuradiquestolibroalternando entustati
emotivi
siasmantia momenti di profondotormento.AllagrandeGioiaperognunadelle
intuizionichequesto diavere spcssoseguitiperiodi
libromihapermesso sono
diprofonderiflessionie anche di inizialmente inspiegabiliesperienzereali che rni
portavano
a dovermi confrontare, esplicitamente e in molteoccasionicon sofferenza, con
gli effettidi tali intuizioni; forzando, quasiobbligandoil lato pii.rdiffidente
e razionale
dellamia mente a dovernericonosceree confermareil valore.Ti confesst-r
che l'essermi
trovato a dover passarevelocemente allapraticad
e direttamente dalla te<-rria
stato veramente Fantastico, ma in diverse occasioni-soprattuttoquandoho dovuto
affrontare aspetti che all'epoca mi erano ancorapocochiari-molto impegnativo.
Quandodivieniconsapevoledi comei tuoipensieri,letuepaure,i tuoi desideri.le tue
aspettative,il tuo statod'animo ma soprattutt<-r possonocondizionare
le tue credenze
in modo direttoepotentele tue esperienzedi vita producendocoincidenzeedeventi,
comese"qualcunosapesse",laprimareazionenormalecredosia la paura.
Come reagiresti seprovassi prima adimrnaplinartiunaqualsiasiccisapoia ripetere
nella tua mente, con unaprecisamodalih,delleparoleassociatead essa e ti ritrovas
si
entrobrevetempoavivere un'esperienza collegabiledirettamenteaquelloche ti sei so
lo
immaginatoi' E come reagiresti se ti accorgessichepereffettodi un tuo pen.sierri
.dettato
da unatuapaura,ti ritrovassia dover affrontareuna crisi apparentemente casr.rale
ma
direttamentecollegata innocuupensieroi'
proprioa queltuoapparentemente Seriesci
ad accorgerti e a comprendere, finalmente,comesiproduconoletue esperienze di vit
a
e com'e, tuttosommato, semplice aguidarneattivamentela lorcl
estremamente riuscire
pienerazione. perlasciare Gioia.
oginipaurasvanisce postoa un'irnmensa
Primascopri che hai vissuto ignorando qualcosadiestremarnenteimportante,che
ti d forse capitato,talvolta, nel tuopassato,di intuire, di desiderare di voler
capire,ma

c
;rllafineavevirinunciatoforsesoloperchderamoltodiverso
dacidche credevi di cer(
irrt' Poiscopricheun lato sconosciuto
dellatua mente haun accesso,
sottilema
diretto.aognicausa,aognieffetto,aognicosa,a ogni persona,a ogni evento,aogni
csPerienza
chevivi,e ti accorgi
che I'unica cosacheti served sapere come riuscire
c.nnscerloperentrarein relazione
a
con la Realtdin unmodonrtuo, completamente
diversodalprecedente,perchdcaratterizzato,
innanzitutto,dallaGioiaspontanea.
Nloltedellecosecheleggeraiti potranno
sembrare,almenoall'inizio,difficilidaaccet
[.rremapoi,vedrai,saraisorpreso
dacometuttoti sembrer)semprepiirfamiliaree
"normale".
()uestolibrod I'effetto di un mio desiderio:quellodi riuscire a capire espiegare
Ie
dinamicheche stanno allabasedelreesperienze
cheognunovive,ie. poterneeven_
Iualmentericavarneunostrumento
utilea vivere di attiviprotagonistiin modocnstruttivoefelice,anzichdcontinuandoa
credere
nellafortuna,nellasfortunao nel
caso.utileperpermetterea chiunque dipotersisentire,
finalmente,semplicementeTtotente,piuttostochetristementeimpotenteo,peggio,spieta
tament
e onnipotente.
Moltisiriduconoavivereinfelicemente, ostentando

o lamentandosi il propriovittimismosoloperchdincapacidiaccorgersi
potere
dell'enorme chehannosullaRealthe
conil qualegenerano
lorostessileesperienze
infeliciche credono disubirementrealtriapprofittanoe sfruttano, congliatteggiame
nti di chi vuoletrarre
onnipotentivantaggi
dallalorocondizionedi frustrante d,ebolezza-dalla
qualesiritengono,oltre
tutto,incapacidipoterusciredasoli.
conquestolibrohovolutoancherealizzareunostrumento,
unmetodo,che fosse
trtileedefficace
pertutticolorochesicreanocontinuedipendenze
conil terapeuta,
trraestro,5luru,piuaritore,
espertoo leader delmomento,affinch6potesseroiniziare,
{'inalmente,
a rivolgere la loro attenzione
alla sorgente primadella loro condizione:
loromente.Ladefinizionediun metodo pratico.h.poi.rr. permettere
la
achiunquedigroteraccedere, edefficacemente, piulimitantidellapropria
direttamente agliaspettittltnte,equindidellapropria
vita,i stata una naturale conseguenza
dellemiemotivaziorriiniziali,
che ho abbracciato Motivazioni
e seguito conGioia. chehosicuramente
IOSCELCOIOVOC.IOIOSONO
c
prodottoanche in seguito alla mia innata repulsione versotutti i bugiardi,gliopp
ortunisti,
gli ignavi, i tristi lamentosi vittimistie coloro che approfittanoopportunistica

mentedi
chiunque sia nella sostanzaincapacedi essere autonomamente
felice.
Unodeimieidesideridquellodi poteruscire di casa dovere
e,anzich6. interagire
con vittime delle loro menzogne, confalsie opportunisti sorrisi,con cattiveria g
ratuita,
coningiustificabile consubdola etanta, inutile, assurdaedistrut
rabbia, invidia
tiva tristezza, poterincontrareovunquepersoneconocchi felici cheparlanodi cose
felici,poteraccendere laradioo aprire un giornale a notizie
la televisione, e accedere
sinceree belle storie
Io mi ritengo soddisfatto edella mia vita, anche se essere
e felice diquelloche sono
felici in un mondo di tristi pubesseremoltoimpegnativo.
QuestolibroE la mia risposta,
il mio personaleeambiziosocontributo affinche Iatuarealthequellain cui tutti
viviamopossaesserepiirfelice,e mi auguro, sinceramente,
che anche grazieate che
stai leggendo, laquantitirdi sorri.sisinceriedi occhi felici, anche di estranei,
chetutti
potremocontribuirea diffondere, per poterli incontrare,sia sempre piirgrande.
PREMESSA

6
TUcosapensi?
tuttal'Umanit2r tutti,in
mmaginase uno strano fenomeno coinvolgesse eportasse
f
I questomomento, realizzare qualunque pensino.
avedersi immediatamente cosa
ICnipensasseperesempio: sedimagrissi5-6 allaimme
"chebello kg" assisterebbe
diatariduzionedelsuopeso;"sesolofossi l0 annipiirgiovane",ringiorranisse
subito:
"comevorreiincontrareI'uomodella mia vita", se lo vedesse allaporta;"vor
arrivare
reitantoessere si trovasse su un mucchiodilingotti d'oro; "vorrei
ricco", seduto tanto
piuarire piuarisse
dallamia malattia", all'istante.
Tipiacerebbe? che,moltoprobabilmente, gran
Considera in uno simile scenario
partedell'attuale entropoche realizUmaniD si autodistruggerebbe ore.Seopinuno
zasseimmediatamente vedrebbe anchepensieriquali
tutto cio che pensa realizzati
"miamoglie ha I'amante". "mistannorubandoI'auto","adessofaccioun incidente",
"misto ammalando", muoio"e subirebbe glieffetti
o"adesso inevitabilmente ditutto
cid di cui ha paura.
Avereil totale controllo deipropri pensieri era cid a cui ambivano gliscienziati
rinascimentali unacapacitd se
(omaghi), allaqualeunuomopotrebbegiungeresolo
tosseprivodiqualsiasi I maghi rinascimentali,
formadipaura. perchivuole crederci,
ambivanotuttavia latotalee amorevole della loro vita
a raggiungere padronanza
immaginativaperpoter,attraverso esercitare sulla
di essa, un controllo consapevole
natura,sulla Realti, mediante puriatti di volonD. Ma oggi la magia b perlopiicon
sideratapurafantasia...

perpetuo -coloro
essere,inassoluto,i massimi del tempo I'andamento
Il calendario delle13 lune di 28 iornidei Maya chesi sono rivelati
conoscitori -descrive del tempo
ancheinrelazione Perla fine del 2012 d previsto di
ad onde o cicli evolutivi. il risveglio
un Bolontiku --conla fine e I'iniziodi un
o signore del tempo che coinciderebbe
ll

6
cheti ho primadescrittod un'ipotesi di quelloche
r.o\,o ciclo evolutivo.Lo scenario
potrrbbcaccadere.Le tendenze postenel futuro prodottedachiunquesiain gradodi
1,.|]rur.genererebbeil suo presente, inizialmente immediatamente,poi con un
rit;rrclo e un'ampiezza progiressivamentesempremaggiori.Solochi fossecapacedi
l)r,nsarerivolgendosicostantementeal futuroin modo felice'in comunione di intent
i,
s,,lrraw,ivrebbedandooriginea una nuovaUmanith caratterizzatadanuovecredenze'
rrtroviparadigmi,daun atteggiamento mentalepossibilistae amorevole.Maforse,d
;rrrclrrquestapurafantasia.'.
(){ni tuo pensierob come fosseI'effettodelviaggio,su binari precostruiti, di un
tre
,'rino che segueitinerari,percorsidiretti o tortuosi chevannodaunastazioneall'al
tra'
()gnituasequenzadi pensieri,pocoimportaseinnescatadacidchehaipercepitodalla
Itealtd o dallatua immaginazione,dI'effettodi percorsimentalipreferenziali capac
i di
dallatua menteinconsapevoleemozionipotentie incontrollabili'
lare emerglere
Emozioniepensierisonoindissolubilmente
legati da una relazione
associativapossibilista, nella quale
cause ed effetti si confondono, si
sovrappongonoe si scambiano sul
terrenodellepropriecredenzeinconsapevoli.
Questecredenze,nonostantepossanoportareunapersonaavivere
paradisio inferni emozionalied
esperienziali,
sonostateprodottedalla
menteutilizzandodelleregolemolto
elementariperarrivare,senzachece
ne si accor$a,a Poter considerare
veriti qualunquecosa,ideao concetto.
anche se d falso,infelice,inoppor
tuno,obsoleto,inutileo limitante.
l'2 IO SCEI,GO IOVOGLIOIO SONO
6
dellasuavita,tendein generea
Quandouna personad infeliceo insoddisfatta
in essa

lamentarsi,a sentirsi vittima e a sperareche|a Realti,qualcunoo qualcosa


a
cambi,senzaaccorgersicheseinvecefosselei stessa a cambiare,che se riuscisse
interveniresullesue credenze,lesueemozioni,i suoipensieri,i suoi giudizi e motiv
azionie
il suomodo di vedere,di percepiree viverela Realth cambierebbero,condi
zionandopotentementee favorevolmenteanchela Real$r,qualcuno o qualcosain
essa,a farlo e potrebbeviverefinalmente esperienzedi vita diverse,possibilmente
-e a
felici.Solocambiandola propriamentesi permetteancheallapropriaRealtir
tutta laRealtir-di cambiare.
E solo cambiando il propriomodo di credereequindi di emozionarsi, di percepire,
pensare,giudicare,desideraree affrontare la Realtd che anchela propriavita futur
a
pud finalmentecambiareperchti,e lo vedremo, d cosi che si permetteallaRealh che
ognunoviveindividualmentedi poterlofare.
t3
TUCOSAPENSI?

c6
t1
Dallamemoriadi tutto cii che si i uissuto,pensato,immaginato,ossentato,ascoltato
deriuanolepropriecredenze-ueritdinconsapeuolidailequalidipendonoleproprte
Emozioni-Pensieri-Giudizi-Percezione-Motlelli-Azioni-Motiuazioni
e Fantasie mu
anche,conseguentemente,leesperienzechesi uiuono.
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
Qlili,l/iI LA 0uANt)O It LJNA Sui poteri miracolosi del
:.,r ut fKl 51nJ,
M A PJrtl'l0Nf riFAN{)tl)1rrtRl NiiA Nl r (.0Mt "pensiero
positivo"sonostati detti
D,{DITRLS,O ,r,^lrN flt0,
escritti fiumi diparole,d tuttavia
evidente a tutti che I'essere
umano ha grandidifficolti nel
controllareocambiareil proprio
mododi pensare perchd i suoi
c
o
o pensierielesue emozioni dipenc
! donodaaspetti della sua mente
l,i I'f(;(;r(ll(.(lt,A lAkl
{.llflll I'051rA [iA 5F Ar'Vfll {il]AclAlr ilP00l
I ir^l)DRil/Afll IlfNi rlrl lll lll | | I 551 llf |fl'(i.ir,i) o dei qualiD inco
nsapevole e sui
t tl Nl Pl i A t [nA
(.rl)l o
DrNAttA fu'LHi 0ut!r0r , IRFt]Dt Alll)I1 0lYl llAlll .N
qualiD incapace di esercitare con
'rl NllRl Mft''1 l(l
!'

trollo.
i5 Chiunquesi azzardi a dire a
a un depresso, malin
6
s a un infelice
I conicooa un tristevittimistadi
l
@ "pensare
positivo"-anchesegli
elencassee gli spiegasseamorevolmentetutti i vantaggi chene potrebbericavaree
tutti i miracolichepotrebbevivere-si troveri a essere, immancabilmenteed entro
brevetempo,travolto da insultio da ur-relencointerminabile di vicende tristi, di
sgrazie,
malattie, ingiustizie,violenze, tradimenti, abbandoni ecc, di cid che I'infelice
ritienedi averesubito,contutte le ragioni che crede di avere per giu.stificare l
a sua
infelicita,concludendopiir o meno cos\:"Cornedpossibile pensure posilit'o in que
ste
condizioni?!" .
Vedremo come qualsiasi problema cheoginiessereumanopossatrovarsi a dovere
affrontarenellasuavita derivi perlopiidallapropriaincapacih di guidareconsapevol
mentei
propri pensieri, di essere padronedella sua, spesso "atrofizzata"o divenuta
inesorabilmentepessimista,vitaimmaginativa.
Dire ad un triste vittimista di pensare positivo equivale a dire a un treno
di andare in un luogo diverso da quello verso cui i suoi binari lo portano.
Sen'ono nuovi binari. serve costruirli.
TU COSA PENSI? l5

cc
Er{Tusn$rrib
\
Ya
9.
s
-Q*z
-,JL\
IO SCEI,CO IOVOGLIOIOSONO TUCOSAPENSI?

c
lrrrnrafirracheletueemozionie i tuoipensierisianoprodotticlaun ,.trenino,,,
piccolo
Diccolo,cheviaggianel tuo cervellosubinaricheseguonosolidipercorsichela tua
.rentehacostruitoin sepiuito
a tutto quelloche hai vissuto,visto,ascoltato,pensato,
dr:tt<i,
fatto,sognatonelcorsoili tutta latua vita. Immagina, inoltre,chelatua mente
.sraarrivataacredere,senza
chetu te ne siamaiaccorto,checid a cui conduconoqueilrinarisianoverih assolute,
dautilizzareedifendere
eallequaligli altri e la Realtddeb
banoadeguarsi.
'{.7r,
?il
*:3;
ir-".
si
t*'ji;
...1,
,-Jtl
I lr
IOSCELCOIOVOCLIOIOSONO
6
Per una personache ha quasisemprepensatotristemente,pudesserernolto difficilepro
durreancheun
solo pensierofelicee ottimista; anche quandovive situazioni
lelici, i suoi pensierisonosemprerivoltia trovarne il lato infelice oppure s,..r
no
in contrastocon
quelloche la sua mente in realti crede. Pensare con ottimismo d allora
comechiederea un treno di seguireun percorsoalternativo,diverso dai suoi tradizi
orralieprivodi
binari. Per poterloseguire,ammessoche lo voglia fare, dovri costrr-rirsi
nuovi binari efarloprimadi trovarsi nella situazione di voler cambiare percorso.

Pensare in modo diversopudanche essere paragonatoa chieclere all'acquache


scorrenel letto di un fiume di uscire dal suo corso e seguire un nLrovopercorsoc
he
passisu colline e montagne. Perpoterloseguire dovrh essere primascavatoil nucivo
letto del fiume.
Oppure 0 c<-rme chiedere allacarrozza che viaggia sulle montagnerllssc di uscire
dai.suoibinari e seguire un nuovopercorsonelvuoto: dovranno primaesserecreati
r.ruovipercorsinelvuoto.
Nel corso dellamiavitahoavuto diverse possibilihdiaccorgermi,ultintamentemoltiss
ime,
di corneil mio entusiasmo pir)che dalla ltealta,
e Ia mia felicit) dipendessero,
dalla capacitir dellamia mente di interagirecoerentementee in modo costruttivoco
n il
mio corpo e con la Realttrintorno a me;cosi come ho avuto moltepossibilihdi acco
rgermiche
all'origirre di mieesperienze o di crisi vi fossero nella
dolorose paureradicate
mia mente, miei preEiiudizio resistenze cambiamenti.
ad affrontare
Mafin dalla mia adolescenza,
cosi come ero riuscito a provaregrandestima e ammirazione
vers<t tutte le personefelici ed entusiaste che incontravo, provavoun granfastid
io
-spessoprivodi giustificazionirazionali-versoquellecheinveceeranotristi e
ostentavanoun atteggiamentovittimista.
Gii allora mi sembravadi assisterea uno scenario -nelqualeanche a me capitava
talvoltadi cadere -di unapersonache.silamenta di al'ere mal di testa mentre blei
stessaatirarsidellemartellatein
testa.
Crescendoho iniziato a farmidelleideesiasu come potereuscire da quell'atteggiame
ntosiasu
come avrei potutointerpretare la Realti perinteragire con essa, andando
oftreleemoziclni che provavo per ciii che le mie credenzemi facevano apparireess
ere.
TUCOSAPENSI? t9

c
()grritrrltacheperdmi sembrava di capirequalcosadi nuovo o di diverso da cid che
il
sursocorrunedicee prclvavoa parlarneconaltri,tentandodi spiegare o proporreuna
divcrsa
visionedella RealD, mi sembravaassolutamente
inutileevano.
ll linguaggio chela maggiorpartedellapersoneutilizzaperparlaredi un proprio
Iroblemaemotivoo affettivo Equellodelvittimismoequell'atteggiiamento
mi indisporreva.
Ognivoltache ho affrontatodellecrisi, relative a relazioni affettivesofferteo am
icizictradite,
e mi sonotrovatoadavere
profondidubbisuaspettidella mia vitae delle
rttieenlozioni,mi sonoancheaccorto,parlandoneconaltri,che tutti avevanoavutopro
blemi delgeneremaquasinessuno
sembravaaverlisaputiSestirecostruttivamente.solo
strbiti'Comese vivessero normalmentemacon ferite mairimarginatee sempre pronte
;ttttrnarea sanSluinare.
E forse ancheperquestocheal,evo iniziafo ad affrontarli da solo.
in solitudine.La solitudine d stata perme una dellepiu girandi maestre;evitandod
i farmi
condizionaredalleopinionidi altri potevoaffrontarele mieemozionientrandoin esse,
;rnchesoloperaccorgermidi quantofossero,in realD,fragilie astratte.
l,amiavisionedellaRealtiiniziavaad essere semprepiuautoresponsabilizzante
eper
tluestodistantedaquellaa cui tutti sembravano aversceltodiaderire.SeI'arrivarea
ritetrernliin
qualchemodocomunqueresponsabile
detlemieesperienze
di crisi mi impedivadi
sentirmi unavittima,dall'altromi davauna bellissima sensazionedi potenza,per_
che mi aprivaallapossibilitddi sentirmi responsabile
anchedellemieesperienzefelici.
(Jrrella

visionee quellasensazione
mi hannoportatoa vivere coltivandolaGioiae I'Ent
Ltsiasmo
chea volte, quandointeragiscocon altri, cerco di nascondere, ancheperevitarc
di essere giudicatopii ingenuodi quantopossaessere,
a fare ricerche,a scoprire, a
irrventare,a scrivere, a fareepensarecoseche mi dannoGioia.
IJopoiiniziatoa condividere conaltri le mie idee e la mia visionedellaRealtdinto
rrr,
all'anno2000quando,mentreprogettavoun'apparecchiatura
peril miglioramento
tltlltr stat<-r
emotivo,ho scritto il mio primo libro,La Fisica dell'Anima, eho iniziato a
trncreconferenzesull'arEiomentoe successivamente
seminari.
I)evoammettere,tuttavia,che solo recentemente-e scrivere questolibrob stato per
rrrtillLrnrinantemi dsembrato,finalmente,di avercompresogli aspetticrucialidella
rt'l;rzi,rre
tra I'uomo. lasuamente,Iasua Realh (quellache vive personalmente)e la
IO SCEI,GO IOSONO
IOVOGLIO
@
Realthin gienerale(quellain cui vivono tutti). Di questolibro, in particolare, q
uello che
mi ha mapigiiormente bI'averdefinitoun metodo, che ti illustrerd in seguientusiasmato
to,chepud permettere a chiunquedi poterrisvegliareedapplicarea propriovanta$$io
-e a vantaggio di tutti coloro con cui haachefare-lapotenzacreatriceche caratter
izza,
in quellarelazione,la mente umana. Quandola relazione tra I'uomo, la sua mentee
la Realth i gestitain modo consapevolee costruttivo, chiunque,indipendentemented
a
chi sia, come viva e che cosa faccia. siapreapossibilitirgrandiose,tantoincredib
iliquanto
fonte di autenticaGioiae di evoluzione. Se questarelazionevieneinvecegestitain
modo distruttivo e passivo pud portare chiunque,indipendentementedachi sia ecome
viva e che cosa faccia.a chiudere la sua vitaentrolimiti assurdieinfelici. La co
sa che mi
ha reso piu felicein assolutob stata proprioaveretrovato in quelmetodo una soluz
ione
estremamentesemplice ed efficace,chechiunquepudapplicarein totale e assoluta aut
onomia,

da solo,senzabisogno dell'aiuto di nessunoedi nient'altro oltre che di sesiesso


e della propriacapaciDdi pensare,di scegliere e volere.
Tuttoquellocheleggerai in questolibro d frutto perlopii di mie intuizioni e di
ricerche tradizionali che ho fatto soprattuttopertrovare conferme ad esse.
Lamia passioneperla fisica quantisticami hapermessodi trovare importantirelazion
i
con gli studipiirrecentisullaneurofisiologiadel cervello esul"funzionatnento"
dellaRealtir in relazione alla menteumana. Si tratta di aspetti che riguardano d
irettamenteoglnunodi
noi-comeil fatto checidche ognuno ha nella propriamente inter
t'erisce,nelbeneo nel male,conquelloche sta al di fuoridi essa -che 0 utile cono
scere
perpotersiinnanzi tutto accorgiere di come la Realth possaesserediversa,decisame
nte
migliore, di quelloche ognuno pubesserearrivato a credere.
Quandoci si accorge di qualcosadi nuovo, nascononuoveopportuniti e si possono
ancheprodurrenuove motivazioni. E allora che si pud sceglieredi voler cambiare
qualcosa,possibilmentein meglio, anche di se stessi, persestessi,lapropriaRealt)
, la
propriavitaela vita di chiunque abbia a che fare con noi. A quel punto, chi hapr
odotto
unamotivazione al cambiamentopotrdfinalmente e facilmente farloapplicandoil mio
metodo. E ininfluente chi tu sia, che cosa tu faccia, dove e come tu viva,d impo
rtante
soloche tu sia in gradodi pensarea cid chevuoi essere ea cib che vuoi vivere.
TU COSA PENSI? 2l

cc
L'usoconsapevoledegli strumenti che la nostra mente ha naturalmente a dispo
sizionepud permettere a chiunque di costruirsi, in totaleautonomia e indipendenz
a,
nuovi percorsimentali capacidi produrre nuove emozioni e nuovi "binari" sui qual
i
far viaggiareanche nuovi "trenini" di pensieri felici, con tutti gli effetti tan
to incre
dibili quantopositivi che, lo vedremo, ne possonoallora, finalmente, derivare.
Tutto cid che ognuno pensacon la sua mente consapevole
e tutto cib che ognuno conseguentemente vive,
derivadatutto cid chela sua mente inconsapevoleritiene essere veriti.
Ti descriverdanche le delicatee potentissimedinamichequantisticheche sono
all'originedei fenomeni sincronicitantocari a Jung, di coincidenze favorevolio s
favorevoli,
deglieventiprevedibilio imprevedibilie della maggiorpartedelle esperienze
che ognuno vive.Dinamicheche sono fortemente condizionatesoprattuttodaquello
che la propriamenteinconsapevole veroe da cid che ognuno ha pensato
crede essere
nelsuopassatoepensanelpresente.Queste,se da una parteportanoa dover ammettere(
unapersonatriste ha in generemoltadifficolhafarlo)cheognunodin qualche
rnodoresponsabile che ha vissutoe che vive (anchedi quelleche
di tutte le esperienze
hannoportatome a scrivere questolibroe Tea leggerlo), dall'attragli possonoperd
lrcrmettere,cambiandoautonomamentee senza l'aiuto di nessuno le sue credenze
irlconsapevolilimitanti,di cambiare leproprieemozioniepensieriinducendola Realt)
itprodurreanchetutte le nuove esperienzepotenziantie felici chepotd, finalmente,
tlcsiderare.immaginaree vivere nel suo futuro.
'22
IO SCELCO IOVOCLIOIOSONO
darelazionipossibilistiche
terno di un Drocesso dinamicoin continua evoluzione.
La Realti che ognuno vivepudessererappresentata all'inQuellosopra d lo schema di un ciclo ripetitivo, "chiuso",in cui una personapudri
trovarsi
a vivere e nelqualegli unici cambiamenti sonoquelliche awengono fraziea
cambiamenti della Realtd introdotti da altri o dalla Realth stessa.

TU COSA PENSI?

c
6.Nis?
c)
ag"
w
+d!!!!
oaonu
Ir questocaso,invece,
il ciclosiapreesi inizianoa vivere nuoveesperienzequandoe
.srsi introducono nuovecredenze
e,conseguentemente,
nuovipensieri.un nuovo
rrcnsieropudesserepotenzialmenteprodottoin qualsiasi
momentoma pud essere
cstremamente
difficileo inutile farloquandonellapropriamenteinconsapevolesi
strntrprodottecredenze/veritiche to contraddicono
o quandosisonocostruitiin essa
llcrcor.slassociativiprivilegiatiche limitano laIiberhdeipropripensieriproprioco
me
binariche,sedaunapartepermettonoeguidanoil percorso
di un treno, dall'altralo
li.tllitanoadessere
semprelostesso.Perriuscireaprodurrefacilmentenuovipensieri,
chc.sianoefficaci
aprodurrecambiamentiin sestessienellaReala,sideveperoprimainten'enirenellapropri
amenteinconsapevole
perprodurrenuovecredenze/verita;rttttttllarevecchiecred'enze/verih.
o
Perfarquestod importante iniziarealmenoconil
''trt.rrrrtttersi"
di avereunavisionepossibilistadellaRealti.
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
c

I-e relazioni possibiliste"credenze-emozioni-pensieri-esperienze condi vita" possono


durrea due diverse visionidella Realti e relativi scenari.
Il primobquellodi chipensaeEiiudicase stesso elaRealtd in modo distorto, conflit
tuale,limitantee"statico"anchesoloper il fatto che le sue cred,enze
sonoperlopiir
riferitealproprio passato einduconoaprodurrepensieriripetitivisemprepiirlontani
dal presentedella Realth. E la visione di chi ritiene di vivere in una Realti gi
overnata
in varia misuradal caso, dagli altri o dalla fortuna/sfortuna, oppure dalla gene
ticama
anche dalpropriokarma,dainfluenzeastrologicheecc. [Jna personacrede di
subireleesperienzechevive(inparticolarequellecheteme) senza accorgersiche
sepptlre inconsapevolmente o ha fortemente contribuitoa
lehaprodotteleistessa
farlo."Macome?lcomepossoaver"prodotto"iodi essermi ammalato,diesserestato
traditoo lasciato!Di essere statoderubatoo licenziato!..." Se ti interessa scopr
irlo
devi solo continuarea leggere. Chi si ritiene unavittimapassivadelleesperienzech
e
vivei il tipico soggetto triste che vive nell'insoddisfazione e nel tormento. ha
nella
suamenteuna serie di cred,enze
chesonoperlopiirfalseo limitanti e che ritiene
inconsapevolmenteverita assolute. E pienodiaspettativee speranze di cambiamenti
felici negli altrie nella Realh, mai incapacedi produrrecambiamentifelicinei
suoipensieri.Sonopersoneche vivono in generelamentandosiesentendosivittime
impotentidi ingiustizieo dellasfortuna,che hanno unavisioneperlopiu grigia e tri
stedella
vita e della Realta indipendentemente daqualesia.
Il secondoscenariodquellodi chi si d accorto che le sue esperienze di vitasono s
l
condizionatedalla Realtir e dagli altri, ma sono anche in gradodi adeguarsi in
rnodotanto formidabile quanto"misterioso"allesuecredenze,a cib che dentro di
sri"sente"e crede esserevero.E in questosecondocasocheallora si possono,autonoma
mente,
trovare motivazioni, stimoli a pensaree a giudicareseslessoe la
Realh in modoottimistico,potenziante,attivo, felice ecoerenteconquelloche si
desideraperchdci sib accorti chesipudpartecipareattivamenteaindurrela Realth
a creare leesperienzedivita felici, quellein cui si d stati capaci di crederee c
he piir
sidesideravivere.
TUCOSAPENSII'

c
,rrlrclnrrchecosi come le propriecredenzeinconsapevoli,derivatedalpropriopas;
irto,
sonoalla base di tutti i propripensierie della maggiorpartedelle esperienze che
;ivivrn<r,allo stesso modonuovecredenze-cheoEinunopudiniziarea produrrein
yrrirlsiirsi
momento-possonocondurrea produrrenuovipensierie allora anchea
'rvcrenuoveesperienze.Potraifinalmenteaccorgertidi quali possono esserele false
:redenzeradicate quelleinopportune,vecchieo liminellatua mente inconsapevole,
rrntichehannocostruitoi binari cheguidanoi tuoi pensieripresentie scoprire
;ttantosia in fbndo facileintrodurneconsapevolmente
di nuove,piirfelici,costruttive,
rtttralizzateal presente
e in sintonia conla tua natura, i tuoi desideri e le tue ambi:
ioni.
I nretodo, cheho chiamatoExotropicMind, puo permetterea chiunque Io voglia di'ir
rscire,
da solo e in totaleautonomia,a divenire I'attivoe consapevoleattoreprotaIonista,produttore,regista,scenografo
del"film" della sua vita,intervenendoconsa_
rr:r'olmentee direttamente sianellapropriamenteinconsapevole
sia nelle..trame
;uantistiche"e invisibilidellaRealti,partecipandoallacreazionedellepropriecre
lutzeedelleproprieesperienzedivita attraverso null'altroche I'uso consapevole
delle
trtlplic.issimeregoleche stannoalla base del funzionamentodella mente e della
(taltd. E un metodo chepud permettere ancheal .soggetto piir razionaleepessimist
a
li trasformarsiin un generatoredi entusiasmo, di ottimismo e di esperienze di vi
ta
elici perchdindicaun modosempliceedefficacepercambiarein meglio il proprio
rrpportoconsestessi e la Realtd.
'itl cttrsodellibroho cercato di fornirespuntidi riflessionee di incoraggiamento
per
Iriunquesia,perqualsiasimotivo,insoddisfattodi s6 o clellasuavitaeperchiunque
rt' sia soddisfatto
ma desideriscoprirecomepoterladirettamentee autonomamente
rrifliorareancora.
IO SCELGO IOVOCLIOIOSONO

c
Sul concetto di verite
Il concettodi Veriti 0 un'invenzione umanainesistentein natura.
Qualsiasiconcettoconsideratoveriti pudsoloessereo falso
o una descrizione piiromenoapprossimata,soggettivaetemporanea
di elementiparzialidella Realti.
er I'essere umanolaparolaVeritir
significapieno corrispondenzu
conla Realtd effettiua. esuttezza.
All'originedi ogni conflitto umanoc'b
proprioil fatto che quandoun uomo
arrivaacredere cosa
che una qualsiasi o
concettosia una Verith, quindiassoluta,
esatta,incontrovertibile tende
ed eterna,
inevitabilmenteacercaredi imnorlaad
altri.
LaRealt),lo vedrer.r-ro,
d un processo
dinamico in continua e irreversibileevoIuzione. caratterizzato da cambiamenti e
dal[acompartecipazione,ad ogni evento, fenomeno o esperienza, in modo manifestoo
invisibile, di tutta laRealti. Anzichd impegnarsi nella ricerca o nella produzio
nediverit),
scientifiche,religiose,ideologiche,comportamentaliecc.,I'uomopotrebbeinvece
limitarsiacercaredi comprenderela RealD nelpresente,con le minori approssimazion
i
che glisonopossibili partendo perb dalpresuppostoched incapace di capire quantol
a
sua attuale approssimazione siavicina o lontana dalla Realtifinoaquandohaprodott
o

o
concuipoterconfrontare
Ireccdetrte.Macidpudesserefattosoloaposteriorie, soprattutto, c'd il granderisch
io
cheqr-rando miglioredellaprecedentelaRealD,nel
trtlirllliglioreapprossimazione Ia Realh e I'approssimazione
si d prodottaun'approssimazione
I r;rttempo, potrebbeesserecambiata.
Seti 0 successo di giudicareripetutamentein modo negativounapersona,queltuo
gitrdiziopuoavere
assuntonellatua rnente caratteredi verita e allora conquellapersotlapotraivivere
solo
esperienze perlopiirconflittuali,nonostanteil tuo giudizioinizi.
rlefossesoloun'approssimazione.
comunementesi ritieneche sia importante soloquelloche ognuno dice e fa,
tltrell<rchedisd d visibile e percepibiledaglialtriepoich6ipropripensieriegiudiz
i
s,rrr.invisibilie perlopiirimpercepibilidaSlialtri ognunotendea ritenerli ,.cose
"
lrstratte,private,di minore valoreo importanza rispettoa qualsiasicosapossadireo
l.rre.Ma ognuno nellasua mente hadelle infbrmazioni, dei concetti e dei modelli
che
gtstiscecomefosseroverih assolute nonostantepossanoesserefalsi,soggettivi,inopPortunio obsoleti perchddedottidaesperienzevissutein passatoe in contestidiversi
tiitquelli presenti. Questepresunteverih soggettivesonotuttaviaquelledacuidipenr
krno
ogni propriaemozione,ognipensiero, il proognigiudizioe, conseguentemente,
grriomododi interpretaree agire nellaRealt).
ognuno,senzachese ne renda conto, vive, si emoziona, soffre,gioiscee interagis(
uconglialtrie la Realh in funzionedi esse. Ognipropriopensieroegiudizioricalca
lrrtrpripercorsimentaliassociativipreferenziali-indipendentementedal fatto che
|ossanoes.sereinfelici, inopportuni o sbagliati -comebinariprecostruiti,rinforza
nilrrliulteriormenteogni
volta chevengonoutilizzati.Poichdi propri pensieri nascono
rrtllapropriamentee sono invisibili aglialtri,si d portatia ritenerlicosepersona
li
e
Irir';rte,maancheasottovalutarneglieffetti, in se stessi e nella Realtd.Ma i pro
pripensit'riinteraAisconoe
interferisconocon la Realtd e con il corsodegli eventi in modo
llrntoinsospettabilequantopotente.Tulte le esperienzecheognunoviveevivrd nel
itto I'tttttro,
conse stesso, congli altrie tutta ta RealD, sonofortementeconclizionate
l;rciir che ognunocredeepensadi se stesso,deglialtri e della Realtir.

()gni proprio pensiero,feliceo infelice. ripetitivoo nuovo, opportunoo inoppor


au
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
@
tuno,oltre a ripercorrerevecchieo produrrenuoveconnessionineuronalinellapropria
merrte,provocacarnbiamentianche nella Realtdesterna.Produce Informqziotti
Pure,privedi energia, privedi spazioe di tempo eper questo onnipresentinello spa
zio
e nel tempo. Si tratta di Attitudini e Tendenzeche entrano in relazione con la
tramadella Realtir, di tutta la Realth, eintera$isconoconI'essenzadi ogni cosa a
ncora
primacheunaqualsiasiesperienzapossamanifestarsiattualizzandosirrelpresentein
modovivibile o visibile sensorialmente. din $radodi condizioOgnipropriopensiero
nare e guidaregli eventiin una direzioneo in un'altra, di renderepii o meno prob
abili
certi accadimentipiuttostochealtri, di favorire coincidenze, fenomenisincronici
favorevolio sfavorevoli. Tutto cid awiene indipendentementedallacapacitirdi una
personadi
accorgersi di che cosa dprodottodallasuamente e di che cosa i indipendente
dallasua mente, owero ben poco.Una volta che avrai compreso, che ti sarai accort
o
di cid che il tuo pensared in gradodi produrreall'internoe all'esterno di te, se
riuscirai
ad accettarlo e lo vorrai, potrai,molto piUfacilmentedi quantr-rtu possaoracre
tlere,utilizzarele tue parolee i tuoi pensieri per a5iire in modo attivo, costru
ttivoe
vantagiEiioso
dentrodi te, nella tua mente, e fuori di te, nella RealD che vivi. Saraipervasod
a
un irrefrenabile entusiasmoche ti fard dimenticare checosasia la noia.. '
Nulladi tutto quellocheleggeraiha alcuna presunzionedi verih, sono solo mie opi
nioni,possibilistee relative, alcunecondivisibilifacilmente,altreno.
La Veri$ e un concettoassolutochegli uominiutilizzanoperriferirsi a concetti che
sonorelativi.Qualsiasicredenzaritenuta veriti dovrebbeesseretrattatasolo come
un'opinionerelativae soggettiva, anche se condivisadaun giruppo,per quanto vastr
r
possa,essere, daltentativo di una o piirpersonedi
di persone.I conflitti umaninascono
imporreproprieVerit)ad altre persone.Dallapropriaesperienzadella Realt) derivala

propriavisione della Realtde le credenze chenellapropriamente si tramutano in


Verith.E a quelpuntoche scatta il meccanismo,utile alla soprawivenza ma molto
pericolosoquandosi tratta di ideologie o opinioni:poichdsonoritenute Verit2r si
ritieneconseguentementeche siano assolutee si tende, anzich6.considerarlesolopro
SUL CONCETTO DI VERITA

o
prie. personalio condivise magarida un "gruppetto"(relativamenteall'umanit)
intcra)di persone,ad imporle agilialtrisenza
consiclerare
chegli altripossonocredere
irraltreVeritisemplicemente
perch hannoavutoaltreesperienzedellaRealti,nella
Itcalti.Unaltroaspettodelicatod che chi ha smesso
di avere dubbiriguardoa qual_
i'osa
ela cui mentesi E costruita dellecredenzelverita
o ha aderito averitadialtri,quaItrrrtlLreessesiano,si sente meglioe tende a sentirsimiglioredeglialtri.
l-'Llmanihinterapotrebbecambiarein megilioanchesolose la parola,,Veriti"
,,Sapere
\'e nisse eliminatada tutti i vocabolarie linguaggi e sostituita con: di...",,,o
pi_
rritrne
di..."o altro che sia relativoanzichdassoluto.
Invecedi Veriti scientifica, sapere;cientifico;invecedi VeriD religiosa,saperere
ligiosoecc..Neitribunaliinvecedi fare
littraredi dire la veriti,sipotrebbe
fargiuraredi dire quelloche si sa, tutto quelloche
;i s;re rrient'altro chequelloche si sa.
Anche le sconvolgentie sorprendenti scopertedella fisica quantisticahanno
,'rrstrettoI'uomoa rinunciare a esprimere concettiin termini,Jj,,cerlezze',
portandolo
rdesl.trimersisoloin terminidi pnssibilit)relative,cliprobabilih.eualsiasrconcet
to,
tlea,fenomeno,esperienzadovrebbeesseredescrittosolo in termini di possibilitde
rrohahiliD.Volendocomunquecontinuare
a mantenere vivoil termine"Veriti".lo si
lrit'rehhe
allorautilizzaresoloperconcetti,se ne esistessero,
che si rivelanoessere
rssoluti,almeno relativamenteall'uomo. Tutta I'umanitd, nessunoescluso,si
lrrvrebbetrovareassolutamenleeall'unanimitdcl'accordo
sudi essi e se ancheun solo
ronrolbssein disaccordo, si dovrebbe rinunciareachiamarlaverit)...
io

IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
c
I,atua Realth
LaRealtiri unprocessodinamicoin continua e irreversibile evoluzione
(exotropia) canttet'tzzatadacambiamenti.
oginieventoo esperienza locale(checoinvolgeanche solo una o piir persone)
interferisceecopartecipa locale Luomohada sem
tuttala Realtir, e universale.
precercatodicomprendere perriuscire
la natura della Realh che locirconda
primaa soprawivere poiavivere il piufelicemente
efficientemente, in essa possibile.
Perquantoriguardalasoprawivenza moltobravo,glra
d stato, a oggi, effettivamente
zie soprattutto a un corpo e un cervelloche si sono evolutiproprioesoprattuttoa
tale
scopo,maper quanto ilvivere felicemente, sembra
riguarda inessa ahim6, che I'uomo
siaproprionegatoin questo.Ognunoha delle sue personaliideee credenzesulla
Realtichesono derivate da come ha interpretato lesueesperienze
epensato di vita e
daquantohaappresoeddcredutodagli altri. Pud facilmente esserestatoportatoa crede
rechela
sua vita e le sue esperienze solo in minima parte
di vita siano governate
dallesuescelteo dalla suavolontde che sianoinvece,invariamisura.soprattuttoI'eff
ettodel
caso, deglialtri, del destino, dellasuagenetica,
della fortuna/sfortuna, oppure
delsuo karma, dileggidivine,delsuoternanatale astrologiche,
e di influenze deiconflittiesistenzialiodellavolontbdeisuoiSenitorie
antenati, di cid che d stato eha vissuto
in vite precedenti,dellavolontirdelsuoangelocustodee spiriti guida,delleambizion
ievolutivedellasuaanima
e/o altro...
Thttoquelloche un uomoqedeche abbia influenza sulla suavita
e sulle sue esperienze divita,ha influenza sulla sua vita
e sulle sue esperienze di vitao
3l

c
I tltrello cheognunocrededise stesso, della vita, dellaRealti,delleesperienzeche
vive
lrr determinacid che ognuno d e le esperienzedi vita che vive e vivr). euelloche
la
tr;r rrente credevero favorisce larealizzazionedi cid che puddiventarevero,anche
se
rrlirssesoloperTe.
Seperesempio,venissediffusaI'informazioneche da oggi una sempliceinfluenza
rlivcntatauna malattia chepudcondurreallamorteentropocotempo,d probabile
lrr rnoltepersonechesi ammalanodi influenza morirebberoentro pocotempo,
trt'llcche ci hannocreduto,quellelecui menti hannofattodi quellainformazione
rrrlrveriti.Allostessomodo,se venisse diffusal'informazionecheda oggi si pud gua
irt
ttltro pocotempo da unaqualsiasimalattiaprimaconsiderataletale,d probabile
IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
6
che molte dellepersonechestannovivendoquellamalattiaguarirebbero,tuttequelle
che ci credono, lecuintenti hanno fatto di quellainftirmazioneuna veriti.
Tuttocid in cui si crede, senza dubbie indipendentementedal fatto chesiauna
cosareale,che sia limitante o potenziante,condizionaIeesperienze la
che si viv<-rno,
propriavita e il corso degli eventi in essa.Il problemarisiede nel fattochenessu
nosa
esattamentequellochelasuamente-consapevolee inconsapevole -crede essere vero
esi ritrova a vivere perlopiirsubendogli effetti delle sue cre,Jenze/verita, acc
or
senza
gersine che laRealhche vive dipende soprattuttoda esse, cam
nd che gli basterebbe
biarlepervivere una Realtddiversae piirfelice ma soprattutto che, se lo vuole, p
ud
cambiarle,facilmente,epudiniziarea farlo in qualsiasimomento.
Normalmente,quandounapersonavivein modo diverso da come ha sperato osi d
aspettato,tende in modo razionalea voler cercare di cambiare le cose all'esternc
l di s6
o a lamentarsi con altri perch6siano costoro a farlo. C'd chi d un vero e pr{)|r
iospecialistain
questo.Lamentarsie farela vittima diviene peralcunepersoneil r-nodo
naturale,normalee spontaneocon cui si relaziona con se stessoe con gli altri. Ch
e
cosac'ddi sbagliato in questo?fusolutamente tuttol Personalmenteho sempre fatto
faticaasopportarechi impegnail suo tempo e la sua energia vitaleperar$ornentare,

elaborare,giustificareespiegarele ragioni della suainfeliciti che partonosempre


dal
presuppostodi ritenersi vittima di una qualsiasisituazionechea suo dire sid svih
-rppatain
modo totalmente indipendente dalui.
Oracheso -e scrivere questolibro b stataper me una vera rivelazi<tne -che
ognuno vive unapropriaRealtichecorrispondeperlopiira quell<tchela sua mente
crede essere la Realtir, ho finalmente anche capitoperchdio stesso ho sempre avu
to
difficoltir sia a vivere certe esperienze clrecredevodi desiderarema clrelamiame
nte
riteneva impossibili o estremamente improbabili,siaa sopportare chiunquetendesse
,
comeproprioatteggiamento,a lamentarsie a fare la vittima.
LATUAREAUTA

lt rntrpioni cheognunoproua (luandoimmagina o uiue una certa esperienza tlipendo


no-solo
Lhttnne ea co.sa Ia sua mente la associa Ttergiudicarla, tlipendonodalleproprie
credenze
itttnsapetoli prodotte a loro uolttt dtt tutto cid che si i u[ssuto, immaginato
e sognato
nel Ttropriopassato.
c
Latua visionedellaRealth
Ogni emozione che provi0 indipendentedall'esperienzache stai vivendo,
dipende solo da come la tua mente la giudica.
anostramentegiudicacontinuamentetutto cid con cui entrain relazione producendo
emozioni dalle qualideducipoicidcheritieni essere giusto/sbagliato,
bello/brutto,possibile/impossibile
ecc. Le emozionicheprovisono indipendenti
dacid con cui entri in relazioneperchdsonoil risultato di percorsiassociativipro
dotti
nella tua menteche ti portanosemplicementea rivivere emozioni fiir provatein pas
satoepresentinella
tua memoria inconsapevole.
Cib che irnmagini o che percepiscidalla Realtir nell'interagireconessaproduce
solo degli stirnoliche d la tua mente a Sestireemotivamentein base unicamente ai
significatiche riesce loro. Se vivi una bella esperierrza stimoli
ad associare cheproduce
che sono perdstati dalla tua mente associati in passatoa brutte emozioni saraipo
rtato
acredereche si tratti di una brutta esperienza.
Cosifacendola vivrai maleerinforzeraila credenzapresentenella tua mente.
Ognuno ha un propriopersonalearchiviodi informazioni, perlo;riuinconsapevoli,
chelapropriamente utilizza pergiudicareognielemer-rtodella Realti cor.tcr-risi c
onfronta.
Ma nessuno pubaverevissutnle stesse esperienzeconlestessereaziottiemotiveegliste
ssipensieridi
qualcunaltro,percidognunoha un proprioarchivio,unico,
personale,diversodaquellodi chiunque altro. E per questo che ognuno ha una visio
ne
limitata, distorta esoggettivadella Realth, ma ha solo quella,perquestoi diffici
leche
rie.scaad acc0rgersene.
Sequalcunoti chiedessedi entrarein una saccapienadi liquido amniotico e di
rimanerru,i, ragigornitolato
aI buio, con un respiratore, su te stessoperalcunimesi,che
cosarisponderesti? che sarebbe insopportabileperchiunque.
E evidente un'esperienza

c
ronostantetutti I'abbiano almenoperi
vissuta.Difficile ricordarla consapevolmente,
rrirnit.nesitrascorsi nell'utero di tua madreb probabileche la tua mente fosse i
ncar,
rrrdi volere cldesiderarealtro.
ITnessererriventeraggiungelasua massima capacitadi percepireeacquisireinforrr;
rziorridallaRealtdda ancora primadi nascere finoal terzo anno di vita.La mente 0
ril'inizio incapace di confronti, di associarecid che percepiscenelpresentea cid
che
r;rlrcrcepitonelpassatoequindi,anzichd,giudicare,accettareo rifiutare, percepisc
e
e
;r scnrplicemente suo tutto cid che percepisce.Un essereumanoprontopernascere,
;cgli fussepossibile,potrebberimanerein quellaRealti-una"sacca"di liquido caldo
rrncheperrrrillennisenzasoffrirne.
Il vero traumad invece la nascita.Un numero infinito di nuove informazioni, di
;r:nsazionifisichesconosciute:suoni,luci, il pesodel corpo, il freddo, I'aria ne
i polrtotti,
tuttoinsierne.Un'esperienza di separazione dalsconvolgente dall'unicaRealtir,
'tttrica"enerfia"che conosce, quelladella sua fonte primariadi vita e di .sensaz
ioni:
'trtrrorttatern<1.
lrn adulto c()n una mente ricca di credenze sarebbe incapace
probabilmer-rte di sclprortarerrn
cosi rapidocambiamentodi Realtd. Anche per un neonato d probabile
'lrt cio costituisca un trauma, malaplasticitddel suo cervello,la capacit) di pr
oclurre
,'rlricctt.tt'trtettuovipercorsiassociativineuronalipiuttostoche insistere nel r
ipercor
,'r'ttluclliche ha giirlo rendono capacedi affrontare qualsiasiesperienzaimparan
do
Lr rssa.
llitcnfo personalmente,
in oginicaso,che la consuetudine modernadi separare un
r('{rnltodallarnadreperlasciarlosolo, in un lettino, in una stanza pienadi estra
nei
rrrt'lrt loro appena nati (checonrelui b probabileche siano, almeno inizialmente
,
lrs1,,'1';1111
sia una praticainutilrnenteviolenta. Che sia invece una consuetudine
tt,rtltrnafinalizzataa prepararelepersonead essere infelici, a essere quindifaci
lida

,,'rtrollar-e
perch portatea vivere, fin dalla nascita, nellapaura?
|{; IOSCEI,GO IO SONO
IO VOGI-IO
c
Prova ora a immaginarti al posto di Adamo,
"apparso"sullaTerraper primo Aihadultoe fisicamenteautosufficiente,
senzanessunoa dirti quello
chesei e cid che devi essere, che cosa d il bene e che
cosad il male, che cosa b giustoe che cosa b sbagliato,
belloe brutto, possibileeimpossibile,peccato
o virtir, piacereo dolore, facileo difficile, probabileo
improbabile,che cosa devi m:rngiare, come devi
alcun"peccato
vestirti ecc., e senza ancora originale"
per il qualesentirti in colpa. Saresticostrettoad
agire intuitivamente.Qualsiasicosapotessifare,
mangiare,pensare,sarebbeil solo effetto di scelte
autenticamentetue, fatte unicamente in virti di cid
chela Realtirintorno a te ti mette a disposizione e
della tua capacithdi accorgertene. Tu e la tua vita
potresteessereprofondamentediversi se nessunoti
avessecondizionatoa credere nellecosein cui credi.
LATUA VISIONE DELLAREAUIA

c
il cer",vello
I cervello umanoeprobabilmentela struttura di materia organizzata piucomplessa
J
e misteriosa dell'interoUniverso.Ha perdun aspetto sconcertante:il suo funzioI
Inamento si basa su delle regole cosi semplici, cosi elementari daIasciareallibi
ti.E
in gradodi memorizzaree di recuperareunaquantitir pressochd infinita di informaz
ioniquestod grandiost-l-ma I'aspetto forse deludente d che lo fa attraverso sole
associazioni,che d)valore alleinformazioni solo in basealla faciliti con cui rie
sce a
recuperarlee che questadipende a sua volta unicamente da quantole utllizza.La
logica estremamente elementaresu cui si basa d simile a questa:se utilizzando ce
rte
informazioni sono ancora vivo, significa che sono giuste.Ha il grandevarrtaggio
di
essereun sistema dinamico: pubgestireun'enormequantiti di informazioni riconfigu
randosicontinuamentee
autonomamente, aggiungendonuove ass,rci.rzioni a
quelfevecchie,o producendonedi nuove permemorizzarenuove inftirmazit,,ni.
Questecaratteristiche,per quanto straordinarie,presentanodegliinconvenienti:se
unapersonad ignara del modo estremamente elementarecon cui il suo cen'rello prod
uce
le sue credenze,le sue verih e leconseguentiemozioni,pubmoltofacilmente arrivare
apensaree
a produrreSiudizisu se stesso e la RealD che sono solo ripetizioni di propri
pensierieSiudiziprecedenti,prodottinelsuopassato,masoprattuttopuoconvincersi
che siano giustinonostantepossanoesseresbagliati,superati o adeguati alla sola
soprawivenza(anzich6a vivere felicemente),evitandocosi di cambiare, di "aggiorna
rsi".
Qualunqueuomo,peril solofatto che D in gradodi pensaree conseguentemente di
produrregiudizi, pud facilmenteritenere di essere molto, molto, molto piir intel
ligentedi
quantoin Realh sia, pubcrederechei suoi pensierisianomoltopiir"giusti"
di quantoin Realti siano.Unapersonachesi accorge di quantola logica che il suo c
ervelloutilizzaperfunzionare(
elo vedremo meglio tra poco)sia elementare haperb
unapreziosaopportuniDperiniziarea essere almenoun po' piu umile.
39

o
dalsuo"padrone"
hiokrgicodinamico evidentemente moltosofisticato,capace-dimportarrtericordarlo
anchedi permettereil funzionamento e la soprawivenza del corpo fisico interpreta
ndo,
attribuendo significati e producendoreazioniallapercezionesensorialedelI'ambientee del corpo, coordinando I'attivihdeitrilioni di cellule
ll cervello,indipendentemente edall'uso che ne fa,d un sistema
conseguentemente
checostituisconoil suocorpo. Ma il cen'ello umano ha anche un'altra grandiosacap
acit),
tantosconosciutaquanto potente, enellaqualecredofermamente(l'hoanticipata
nel mio libro Exotropia e se stai legEiendo questolibro capirai il perch6): poss
iamo
considerarloancheun sistema"quantistico"capacedi acquisire perviaextrasensoriafe
,
di elaborare egenerareinforntazionipttre.Ladifferenzafondamentaletra inforrrazio
nitradizionalie
informazioni pured che leprimerichiedonoun supportoiisico
locale in cui poteresserescritte, veicolate o memorizzate, le secondeno, sonoinf
ormazioniprivedi
energianelsensotradizionaledel termine e per questo sono onnipresentinello
spazio, in tutto lo spazio. Taliinformazioni interagiscono conla trama
dellallealtie contribuiscono a creare glieventie le esperienzein cui il cen'ello
stesso,
attraversoil corpo fisico che controlla, vive e vivrd nello spazio e nel tempo.
Ritengo
littogrufiaalmicroscopioelettronico di un neurone euna rete neuronale.
/(l
IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
c
chesiasoprattutto in questaabilit) cheil cervello-come sistema fisico,materialesi
esprime in mente, in coscienza.in Anima o spirito.
La parteesternadel cervello, la corteccia, b costituita da circa 100.000.000.000
(centomiliardi) di neuroni.Ogni neuronepud averefino a 10.000ramificazioni
(mediamentesonoun migliaio),le cui terminazioni sinaptiche lo possonocollegare,
dinamicamente,adaltrettanti neuroni. Il risultato d che il numero di possibilidi
verse
combinazionidi connessioni neurali del nostro cervello d estremamente superiorea
l
numerodi atomi presentinell'interoUniverso. Per avereuna vaga idea di quantiatom
i
potrebberoessercinell'Universo,consideraanche solo che a ogni turl respiroespell
i
nell'ariaun numero di atomiparia un 1 seguito da23 zeri. Sono numeri intpression

anti.
Siritienecheogni connessione sinaptica un'associazione
costituisca tra informazionidiversee
che siano questeassociazionia permetteredi memorizzare e recuperare
le informazionistesse.Come i neuroni ele loro connessionisinapticheriescanoa
memorizzareinformazionie ancora pocochiaro. Si potrebbesupporreche il cervello
memorizzi informazioni nei neuroni e dialoro significati attraverso i
leassociazioni,
collegamentisinaptici con altri neuroni e le relative informazioni, ma questaide
a
derivaprobabilmenteanchedaquelloche I'uomo consideraessereun'informazione:
qualcosadi univoco e fissato. Io credo invece chelaRealhsiaun processodinamicoe
che anche le informazioni concui la natura e il nostro cervello hanno a che fare
siano
concetti dinanrici. Piuttosto chememorizzareinformazioni il cer.,'ellocrea sempl
icernenteassociazioni
equelloche
traelementichesonotradottiin reazioni biochimiche
noi riteniamo essereinformazionisonointerpretazionidinamiche delle sole associaz
ioniche
f e dovrebbero memorizzare.Sonoinvecele sole coniigurazioni di associazionitra
neuroni -realizzateda connessioni sinaptiche-chepermettonodi merlorizzaree recuperare informazioni,che costituiscono e riproducono le informazioni
stesse.
I neuroni, attraversole Ioro sinapsie le cellule gliali,avrebberoailora Ia solaf
unzionedi
realizzaretali connessioni associativee tenerle vive perchd possano produrre
reazionichimichequandovengono semplicemente attivate da un pensieroche le
II,CERVELLO 4l

c
attraversa.Ognivolta che questoawiene, inoltre, nevengonoprodottedi nuove. Le
rcaziclnichimichepr<ldottevengonopoi percepite come emozioni. Ogni noslropensier
o
e il semplice effetto dell'aver seSuito un certo percorsoassociativotra neuroni
collegati fra loro da sinapsi come un trenino che pub ragipiiungiere
varie stazioni
seguendoun percorsosu binari in cui,perb,sonoil percorsoe i relativi binari che
costituisconole stazioni stesse.
Laspetto"sconvolgente"di tutto cid d che lacapacitirdelcervellodi memorizzare
runaquantita praticamente infinita di informazionideriva dal fatto che quest'ult
ime,
anzich6 essere memorizzate,vengono solo "dedotte"all'occorrenza.Cid viene fatto
ognivolta che, nelpresente,gli serve,gli "capita"di farlo. Trattiene in s6 solo
aspetti
dellaRealtdtradottiin segnali biochimici che sono associati fra loro in configur
azioni
dinamiche.Lereazioni ipensieri, le emozioni, igiudizi e leazioni che noi
successive,
consideriamoeffetto di nostre scelte o di informazionipresentinellanostra memori
a
sonoinvece solo I'effettodi come le configurazionidi associazioni, stimolate sen
sorialmentedall'esternoo
immaginativamente dall'interno di sd, "combaciano"con
quelleacquisitein sd nel passato.
Ii come se invecedi memorizzare,peresempio,il concetto"cane"e associarvi dei
significati, il cer"',ellomemorizzi solo associazioni cli significati da cui poi
deduceil
concetto"cane"quandogli servefarlo. In questocaso ogini cenrello memorizza I'inl
irrmazione
relativa al concetto "cane"utllizzandoassociazioniproprie, personali, soggettive
chepossonocambiare
dinamicamente nel tempo e produrreeffetti diversi ogini
volta che ognuno interagisceo pensa,nel presente,a un cane. In cervelli diversi
la
ste.ssainformazione-pur avendolo stessonome o significato -viene memorizzala e
ricostruitaartificiosamentein modo diversoe sopigettivo, all'occorrenza
producendo
significati,emozioni,pensieridiversi e soggettivi. Quelleche il cervello memoriz
za
srrnodunque,piuttostocheinformazioniunivoche,pseudoinformazionidinamiche,
st t11t1e
t t iue e possibiliste.
ll cer.',ellodi un bambino che, interagendo perla primavolta con un cane, viene
,rggreditoe morso(magariperch6indossaun vestito con un odore che irrita I'anirn;
rlc), sofTrendo molto per questo, produce una serie di associazioni molto divers
e
IO SCEI,GO IOSONO

IO VOGLIO
c
rispettoa quelle prodotte dal cervello di un altro bambino che interagendocon un
cane ci avesse invecegiocatoefosse stato da lui coccolatoaffettuosamente,provand
o
piacere per questo. Nei rispettivi cervelli verrebbe memorizzatoil concetto"cane
"ma
con associazioni e significati diversi perchdrelativiallaloro personalee soggett
iva
esperienzadi interazione con un cane. Nel primo,oltread associazioni con colore,
aspetto,nome, forme, odori, suoni ecc., vi sarebbero anchele associazioni cane-c
attivodolore-pericolo.Nel secondo, invece, cane-buono-gioia-piacere.
Lepseudoinformazioni
sono memorizzate dal cervello peressereutilizzatepersonalmentepiuttosto
cheperesserecondivisecon altri come awiene, peresempio,perle informazioni presen
ti
in un dizionario che devonoprodurresignificatiugualipertutti; e.sse devono
inveceooteressereutili a soprawivere individualmente,anchefrazieo nonostantegli
altri, af le loro informazionie a come le hanno memorizzate.
Le informazioni che ognuno mernorizzaattraversoassociazionisonopseudoinformazion
i
dinamiche ancheperchdriconducibiliaimmagini simboliche di contesti esperienziali
soggettivichepossonocambiarenel
tempo. Se il primobambino,dopoquella
esperienzadolorosa,avesseinoltre continuato a pensareal suo dolore eaicani come
animalicattivi.
il suo concetto di cane = cattivo avrebbe assunto nel suo cervelk-r carattere
cli veriti. condizionando quelbambino ad avere semprepauradei cani, di qualsiasi
cane
(mentrealtri ci giocanofelicemente),anche se nel frattempo d diventato adulto e
pud
dit'endersi,ancheseindossaabitidiversi da quelloche aveva irritato ctuel cane...
l'eedbackCervello-Realm
Quandosi ha pauradi rivivereun'esperienzache si i vissuta dolorclsamente in pass
ato
(comeperesempioquelladi essere traditio lasciati, di ammalarsi o di perderedel d
enaro)
o quandosi ha pauradi vivere un'esperienza
infelice che si d immaginata da soli o
dopcrmagariaverlavista vivere dolorosamente da altri, si tende inconsapevolmente
a fare
di tutto perviverla o riviverla appena possibile.Questoawienepertre ra5liont:
II, CERVELLO

6
perchdlepropriecredenzee ipropri pensieri,lovedremo,condizionanola Realti
a produrrepropriole esperienzechecorrispondonoallepropriecredenzeepensieri
ricorrenti:
perchdle propriecredenzeentranoa far partedi proprimodellimentaliche filtrarroe
riorientanola percezionesensoriale:viene"lasciatopassare"soprattutto
cidche appartiene o E relazionatocon [e propriecredenze,su cui si focalizzalapro
priaattenzione,
e viene "offuscato"cid che d nuovoo diversoda esse, cheviene
ignoratodallapropriaattenzione;
perchdvivereo rivivereleesperienzetristi o dolorose vissuteo pensatein passato,
ma in situazionidifferenti, in tempidiversi,conun propriocorpodiversoe con
personediverse,produceun feedback cerebralepotenzialmenteevolutivo.Siha la
preziosaopportunit),propriomentrele si viveo rivive, di cambiare qualcosa.tli
perfezionaree aggiornare le credenzedellapropriamente,di trovarenuovesolu
ziorrichepermettanodi gestireerisolverecostruttivanrente gra
quell'esperienza
zrea nuovipensieri,a nuoveassociazionie azioni possibilmentef-elici
e a nuove
informazionidi cui il propriocervello
maanchetuttalaRealtiviene,senzache ci
sene rencla conto, resa partecrpe.
IVoltisi riducono a rivivereperiodicamentele stesse tristi esperienze,quelleche
trmono magsiormente,spessorivissutecon personee scenaridiversiancheperchd
ttrtte Ie voltechelehannovissuteenehannoavuto ['opportuniti, ripercorrendonella
Dropriamente le precedentiassociazionimentaliinfelici,anzich6 approfittarne per
lrrrrdrrrnealtre,nuove,costruttive,felicied attualizzate al presente,hannoprobab
iltrrenteincolpatoaltri,
si sono lamentatidi altri o della propriasfortunae si sono chiusi
irtrrnostaticovittimismopurdi evitarequalsiasicambiamentonellepropriecredenze
t rteipropripensieri.Se ne avesseroinveceapprofittatoperprovarenuovesoluzioni,
lrr,rdrrrrecambiamenti,nuovipensierie nuovecredenzefelici,avrebberopotutodissolv
erele
loro pauree smettere cosi di pensarea esse. Sarebbern quelcasovenuta
ttttttrrla "necessitainconsapevole"
di riviverleperiniziarefinalmentea viverne di
lluovc,diverseemaparifelici.
IOSCELGOIOVOCLIOIOSONO

o
nuove e annullare
losipudfareinqualsiasimomento dover aspettare oriviverele relative
MaI'opportunitidiprodurre credenze vecchiepaurela si hasempre,
e senza divivere
esperienze di distinpiuere realmentevissuteo
perchdla mente d incapace tra esperienze
solo immaginate. Quandosiriesce e dissolvere paura,qualun
ad affrontare unapropria
queessasia, si libera la propriamentee se stessida inutili limitiesipossonofinal
mente
enuove si evolve
produrrenuovipensieri credenze, rendendopartecipetutta la Realt)
chequandosi arricchisce di nuove informazioni evolve Ma in
costruttive anch'essa.
genere,quandosi sta bene,sitendea essere "distratti"da altro. Una personacheaves
se,
peresempio,pauradei ragni (magarisoloperche quando erapiccolaunsuo compagno
digiochileha tirato in faccia ragno facendole potreb
unpuzzolente digomma, male...)
besemplicementeimmaginarsidiaveretantiragni,simpaticieamici, che I'aiutano a
farecose al fine di riconfigurare connessioni associate
bellissime, leproprie sinaptiche al
concetto"ragno". tristi che ognuno prodottee
Granpartedelle esperienze vive sor-to
tenute attive da credenzetristidellapropriamente che, anzich6, cambiate,
essere sono
state solo gestitecon attegigiamenti tristi
vittimistici. Gran partedituttele esperienze
cheesistonoe che chiunque pubviveredprodotta,tenutaattivadalle credenze di tutti
i
tristievittimistichesonoincircolazione ad esse.
echeDensano
Un'Umanith di personechefosserotutte capaci di produrrepensierifelici
sarebbeun'Umaniti di personechevivono tutte esperienze felici.
Il feedback potenzialmente pudessereinterpretatoin que
Cervello-Realt2r evolutivo
sto modo: la nostranaturad, a priori,straordinariamente ma se per qualsiasi
felice

vive o immagina infelici,


ragioneunapersona di vivere esperienze la sua menteela
RealD la porterannoa viverle per poter riuscire, arinfor
o a reimmaginarle anzichd
zarle,atrovaresoluzioni,aprodurrefinalmentenuovipensierifeliciche le permettano,
epermettanoalla RealD, di farle vivere nuoveediverseesperienzefelici. Se le
esperienzeche una personavive sono perloro natura infelici, riuscire a produrre
comunque,nonostante pensieri feticipudprodurrecamle
si stiavivendo. e credenze
It-CER\ELLO

@
biamenti,nellapropriamentema anche nella Realth, che facciano finire tali esperi
enze
o le facciano cambiarein altremigliori o felici. Se, peresempio,nessunocredessee
pensassedi
poteresseretradito o lasciato, di ammalarsi o di perderedel denaro,
quelgeneredi esperienzesmetterebbesemplicementedi esistere e conseguentemente
di poteresserevissutoetutti ne trarrebbero un vantagsio evolutivo.
Le esperienze tristi che una persona puir vivere hanno lo scopo di stimolarla
a trovare nuovesoluzioni, a produrre nuovi pensiei e credenzepii felici,
costruttive ed evolutive che possanopermetterea lei
e agli altri di smettere di viverle.
'futto il peggiocheesisted creatodachi crede e pensaal peggio.Tutto il meglio ch
e
esiste d creato da chi crede e pensaal meglio. Ognuno di noi interagisce continu
anente,
direttamente o indirettamentecon una grandequantit?rdi persone;le esperienzeche
vive dipendono perlopiudallesuecredenzee pensierima anche dalle credenzeepensier
idi
tutti coloro concui direttamenteo indirettamenteinteragisce.Ci
.sonopersonelecui credenzee relativipensierisonoperlopiirtristi e distruttivi e
se le
tsperienzechevivonofossero unicamente quelleprodottedallepropriecredenzee
pensieri, probabilmente si autodistruEigerebbero
entro breve tempo. Riescono invece a
soprawivere,seppuretristemente,giraziesoprattutto ai pensieridi altre personeche
Ir conosconoe che vogliono loro bene,chepensanoa lorocong;ioiaaugiurandoloro il
h.'rtcdi cui esseson<.r
incanaci.
Oervello,memoriae computer
Uunicainvenzioneumanachepotrebbeessereparagonataa un cervello d il compu
ter, anche sevi sono alcune dlfferenze sostanzialinellelorobasidi funzionamento.
Nel caso diun processore le operazioni che d in gradodi
elettronico, aritmetiche
16 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
o
ione(sub).
realizzaresonoestremamenteelementari:l'addizione@dAelasottraz
Ancheperesegiuiresemplicimoltiplicazionio divisioni il processoredi un computer

deve primatrasformarleinunasequenzadiaddizionie sottrazioni' Pud sembragraziea


re incredibile cheun computer possariuscireafaretuttocid di cui d capace
duesole operazioni aritmetichecosielementarima ci riesceperch{d in gradodi
compierlea una velocitialtissima.Perquantoriguardala mente umana'ritengo
cheI'unica operazione "aritmetica"ched in gradodi compiere siaI'addizioneche
realizzaaggiungendo sinapticifra i neuroni che vengonoragnuovicolle$amenti
giuntiattraversovecchicollegamentisinaptici-ogni volta che si pensa,si ascolta,
si vive, siimmagina,si sogina qualcosache d gihconosciuto-e tra i neuroni che ve
ngonoraggiuntiattraversonuovi
collegamenti sinaptici(questo,ameno che si sia
bambini,richiedeunmaggiorsforzo)quandosipensa,siascolta,sivive, si immagina,
si sognaqualcosaperlaprimavoltanellapropriavita.
IL CERVELLO

6
I collegamentisinaptici vengono solo aggiunti,quellichevengonopercorsi
quandosipensanormalmentesonoquelliche sono stati semplicemente piil usati
in passatoperch6ogni volta che sono stati utilizzati nesono stati aggiunti di
nuovi. I pensieriche si producononormalmentesonoil sempliceeffetto dei pro,
pri percorsimentali associativi piil facilidapercorrereproprio perchd hanno un
maggiornumerodi connessioni sinapticheequivalenti.Tuttoqui.Dper questo
motivoche chi si 0 abituato a pensaresempree solo cose tristi ha un'enorme diffi
colDaprodurreancheun
solo pensierofelice, i suoipercorsiassociativimentali
piilfacilisonoquellirelativiapensieritristi,mad anche veroil contrario,amano
a mano che si inizia a pensarefelicemente, sempre
diviene pii facile farlo. Il cervello
umano E molto piil "stupido" di quantosipossacredere,mail fatto che possa
potenzialmenteprodurrecosegrandioseememoizzare un'enorme moledi informazionipudf
acilmenteindurre
chiunque a credere di essere moltopir)intelligentedi
quantole regole sucui b basato il suofunzionamentopotrebberolasciar
intendere...
Ii maggior limite di un computer, rispetto drappresentato
allamenteumana, dalla
quantitidi informazioni a cui pudaccedere sela loro stabiliti, attendibilitir,
anche
itccuratezza ddecisamente del computer. Se e quandol'uomo
o precisione afavore
dovesseriuscireaprodurrememoriebiologichee/oquantistiche,in gradoeventualnrented
i
autoagsiornarsi attraverso o entanglemenl, ancheun
dall'ambiente sensori
computerpotrebbesviluppareformedi intelligenzacome noi la intendiamo.
Unamemoriapercomputer che, anzichd memorizzareogni informazione all'interno
di una cella di memoria raggiungibile elettricamente fossein grado
in modo univoco,
di trattenere e riprodurre informazioni sole associazioni,
attraverso soli collegamenti
dinamici cheperderebbero raggiunti trala necessitb di dover essere direttamente
rrritecoordinate -permetterebbe di inserire quan
univoche probabilmente immense
tit;r di informazioni in pochissimospazio, informazioni
ma sarebbero chepotrebbero
4u IOSCELGOIO VOGLIO IO SONO
c

e,ogni volta che si accede di esse,


stessochip.Questememorie dovrebberri e trattenere
cambiareda un chip all'altro ad oEinuna anchenello
poteracquisire informazioni
senzadoverlecollocarein puntiprecisiraggiungibilielettricamenteattraverso
coordinateunivoche,
soleassociazioni trapuntira$$iun$ibili
maproducendo dinamiche
attraversopercorsi dipenderebbe
variabili.Il loro valore o accuratezza solo dalla facilih
di recupero laquale solodaquanto stesse
a sua volta dipenderebbe le informazioni
verrebberosemplicemente Ma in questo le forme di intelligenza arti
utllizzate. caso,
ficiali che nepotrebberoderivare gli stessi maancheEili
presenterebbero vantaSgii
stessiproblemidi quellaumana.Unavolta trattata unaqualsiasiinformazionecome
una veritir, I'intelligenza adagire in funzione anchesequellainfor
inizierebbe di essa,
mazioned sbagliata.
(odevastanti) al cervello,
pubesserecapace.
Ed ora vedremo le cose strabilianti dicui la mente umana, grazie
IL CER\ELLO

@
Lamente
Le tue conuinzioni dit)e,tl(tn(t
i tuoi 1tt'ttstt'rr
I tuoipensieridi\attt(nt(,
letuepttntlr'
Le tue parolediuanld,t()
letue tt:iotrt
Le tue azioni diuenldn(,
letue ahiluditti
Letue abitudini diuertltrtro
i tuoi t,ukrr
I tuoi ualori ditenl(Dt()
il tuo deslirto
(l;rntlIr
r
I termine mertte viene normalmente le funzioni supt,ri,rr
ulilizzaloperdescrivere r
J
del cervello. La mente umana d dotata di libero arbitrio,di una coscienzain f rr
rtlrr
I
I di discernereautonomamenteil benedal male e di produrre(lofacontinuanrcnt(')
pensieri,emozioni e giudizi.Pudaccederea una quantit) di informazioni estrrrrr;r
mentepiir grande di quantosi riesca a essere consapevoli.Il suofunziooamr:ntot'
rroltoinnanzitutto alla sopravvivenza del corpo -per questo scopoil cervello ir
crrit'
associatad efficientissimoe lo d stato soprattutto nel corso dei milioni di anni
in e trr
I'uomo ha lottato perla soprawivenza -ma ha una tendenza evolutiva,voltaquintli.
r
produrrecambiamentimigliorativiin se stessa e nella RealDr in cui vive.
Da circa un secolo a questapartelasociehb molto cambiata, e continua a llrrlo
l-r I

c
sernprepiurapidamente; dell'uomo vannosemprepii oltre la
leambizioni moderno
sola soprawivenza efficiente.LasuaattenzionedoSgiperlopiirrivoltaallaricercadel
benessere
e del piacere.Esoprattuttoper questo motivo che, oggipiirche mai, oSnuno
dovrebberiuscirea far cambiare,afarevolvereanchela sua mente per portarla asaper
produrreegiestirecostruttivamente che a sua volta dovrebbe permettergli
il benessere
di produrreancheesperienzepiucostruttive,evolute,felici ed ambiziose della sola
soprawivenza
efticiente.
Chiunquesia vivo ein gradodipensarepudfarloe deve farlosevuoleevitaredi
ridursia soprawivere producendo in cui vid,
tristemente solo conflitti in una societ)
tuttosommato,ungrandebene.ssere(prodottodaipochiche,standospessoumilmentenell'om
bra,
creanoeproduconoevoluzionecostruttiva). triste,
Unsoggetto
incapace costruttive incuivi d
dipensierie azior-ri edevolutiveche viva in un contesto
benessere essere ad impegnarsi adiventarefelicee
{raziead altri, dovrebbe stimolato
costruttivo che ambire al benessere o rubandolo
anchelui piuttosto pretendendolo a
chi b statorealmentecapace Ma in una societir in cui il benessere
diprodurlo. prodotto
dapochissimiviene vissuto in modoperlopiirrazionale,
dapochie desiderato frustrantee
maldestro dagli attri i conflitti sonoinevitabiliperchdog ichiunqueviva in
una realt) locale caratterizzala consolidate
daunacertaculturaecredenze pudrtenire
rapidamentea conoscenza -lraziea Internet - di culture,
e alla televisione credenze
e modi di vivere diversidai suoi e ritenere che solo il propriomodelloculturales
iagiusto
e quellodeglialtrisba liato. sbagliato d ilprimo passo
Giudicare qualcuno per
interrompere di intenti"ed entrare
ognipossibile"comunione in conflitto conlui.
Razionalizzareil propriorapportocongli altrie il loro apparentebenessere

significa
darevalore,piuttostocheaquellocheunapersonacredeepensa,soloa come appare,
acid che dice, faepossiede.
Il termineinconsciodstato utilizzato daK.R. Eduard von Hartmann perindicare
il principioche sta alla base dellasuafilosofiarifacendosialle"percezioni
insensibili"
di Leibniz sull'esistenza inconscia. ritenevainconsciala
di una zona Schopenhauer
volontidivivere.Freudein seguito glipsicologidelprofondofecerodell'inconscio,
52 IOSCELGOIO VOGLIO IO SONO
@
insiemeaiconcettidi proiezioneerimozione,il cardine delpensieroe della praticir
psicoanalitica questo alivellidi popolariDmairaggiuntiprima.
portando concetto
Tuttalastoriadellapsicoanalisi auntentativo
corrisponde di definire unateoria della
mentefondata Lapsicoanalisi sucuisi fond:r
sull'inconscio. d la teoria dell'inconscio
I'approccio cheha avuto I'awio propriodal lavoro di Freud, forse il
psicoterapeutico
primoad accorger.si, dincapacediprodurreEiudizi,diattri
tra I'altro. che I'inconscio
buire valori, di riconoscere diqualsiasimoralith.Per Freud
il bene o il malee anche
tutti i disturbiopatologiementalieranoda ricercarsi indisturbio conflitti nella
relazionedell'Uomocon
il sesso econ la propriasessualitd. invece,
PerJur-rgi, era da ricercarsi
in disturbi e conflitti nell'espressione disestessie della Realtir. Ivla l;r
spirituale
spiritualitit della del tutto (edell'Uomo)
dI'espressione relazione con il tutto, la visione
spiritualedella realh diJung b allora forsequellache lo haportatoanchealla defin
izionedel
concetto di inconscio collettivo.
Iocredo che laragionesia nella combinazione, chenellacontrappo.si
piuttosto
zione,delle rispettive visionidi Freud e Jung. sessualitdintesacome espressione
costruttivaliberae felice dellapropriaenergiasessuale

e spiritualiti intesacome
espressionecostruttivae felice dellapropriacapacitldi amare con la propriapotenz
a
creatriceedivina.Tuttii conflitti dell'Uomo,con se stesso,conglialtriecon la Rea
lta
potrebberoalloraderivaredallaprofondaconfusionegeneratasiadallecredenzeprodotte dalla repressionesessualesiadaquelleprodottedalla razional izzazione
dellaspiritualiti.
Religioninatee sviluppatesi contestisociali,periodistoricie aree
in diversi
geografiche, fraloro,hannoprodotto
un tempo isolate differentiinterpretazion
i razic>
nalidellaspiritualitache sono statesottoposte/imposte
agli uomini comecredenze
con carattere di verih. Larazionalizzazione spiritualitihatolto all'Uomo Iasua
della
potenzadivina nell'immagine,
percr.,ncentrarla esternaa lui, di un essere superiore,
capacedi creare ma anche digiudicare,dipremiareo punireI'uomoin basea leggi
apparentementeamorevolimache sembrano esserestateinterpretateal fine di rendere
I'uomo incapacedi accorgersi suanaturadivina.Limmagiinedi un Dio supe
della
rioreed esteruo all'Uomo alleChiese "esclusivisti"
hapermesso e ai suoi portavoci di
ottenereun enorme poteresuglialtri uomini. A seguito dellemigrazioniedell'evcilt
rLA MENTE

c
zione tecnologica, chehapermessolo sviluppo di reti di comunicazioni (soprattutt
o
Internet e televisione), uomini residentiin diverse areegeografichecaratterizzat
eda
diversecredenzesonoentratiin contatto tra loro. Le loro credenze-equellechepiit
sono state saldamenteassociateal concetto di veriD sono pertaluni proprio quelle
religiose-si sono potute confrontareproducendoinevitabili contrapposizioni,
creandouna grandeconfusionema anche profondiconflitti,soprattutto derivanti
dalle diverse interpretazionirelative ai concetti di bene, di male e di punizion
ea cui
I'u6mo veramente spiritualesainvece accedere e attribuire significaticostruttivi
spontaneamente,
indipendentemente Religione.
daiprecettidi qualsiasi
Perevitareassociazioniconi concettijunghianio freudiani di conscio einconscio,ho
preferitoutilizzarei termini mente consapeuoleperindicarequelladi cui ci si acco
rge
consapevolmente e mente inconsupeuole per quella di cui si d incapaci di accorge
rsi
consapevolmente.Il funzionamento dellamente b caratterizzato da due livelli fond
amentali
di attiviti: quellaconsciao consapevole equellainconsciao inconsapevole.
Anche le informazionia cui i due livelli di attivit?raccedonoperpoter produrre q
ualsiasireazionefisiologica,
emotiva e di pensierosono descrivibili da due livelli:le informazioni
cctnsapeu o I i e quelleinconsapetto I i.
Ora vediamo due esempi di mente e informazioni consapevoli emente e informazioni
inconsapevoli.
Se una personachesa di conoscere la lingua ingleseincontraun americano, potri
parlareconsapevolmente
conlui in inglese utilizzandoleinformazionirelativeallalinguainEilesedi
cui d consapevole.
Mente e informazioniin questocaso sono consapevoli.
Se una persona,ignara di come la sua mente produceemozioni,incontraun estraneoe
provada subito una sensazionenegativa, viene probabilmenteportatadalla sua
menteconsapevole di capire razionalmenteche cosa c'din lui di "sbagliato",
a cercare
sequestaprimaricercarisultassevanainizierebbealloraa comportarsi conlui in un
rnodo da portarloa dire o farequalcosadi "sbagliato".Ma la sua mente inconsapevo
le
grotrebbe nepiativasoloperchd quell'estraneo indossa
averprodottoquellasensazione
54 IO SCELCO IO VOGLIO IO SONO

c
una camicia dellostessocoloredi quellache vent'anni prima indossava,quando
andavaallescuoleelementari,un suo compagnodi classe antipatico,che la insultava
e la picchiava...In questocaso cercamotivazioniinesistenti
lamenteconsapevole per
giustificareun'emozioneche deriva da sue associazionimentali inconsapevoli prodottenelsuopassato.
La mente inconsapevoleaccedeautonomamentee automaticamente alle informazioni
memorizzatenella sua memoriainconsapevoleattraversosempliciassociazioni
epresentail risultatoallamenteconsapevole di
nellaformadiemozioni,combinazioni
sostanzechimichein gradodi produrreeffetti fisiologici zu tutto il corpo. In un
adulto
qualsiasigiudiziomentaleconsapevole e sen
d comunque l'effettodellesue emozioni
sazionichederivanodalleassociazioniche la sua mente ha percorsopartendodacid
hapercepitoo pensatonel presentee cid che hamemorizzato nel passato,che d nella
sua memoria inconsapevole. tra la mente inconLe emozioni sonoquindiI'interfaccia
sapevoleela menteconsapevoleepossonopermetteredi accorgersi di quali credenze
sianopresentinellapropriamemoriainconsapevole.Riuscireadaccorgersidi quali
possanoessereaprealla meravigliosa possibilitidi cambiarle, d fondamentale riusc
ire
a farlo perchdle informazioni presentinellapropriamemoriainconsapevole
sono
prioritarierispettoaquellepercepiteo prodottenelpresenteperchdnella mente sono
associatead esperienze gi) vissute nelle qualisi d riusciti a soprawivere.
E soprattutto per questomotivoche d importante riuscirea "riempire la propria
mente"anchedi informazionie credenze felici, relativea esperienze felici,anchese
,
almenoinizialmente,sonosolo immaginate.
La mente funzionaattraversoassociazioni;i giudizidella mente consapevolesono
l'effettodelle emozioni derivatedaassociazioniprodottedallamente inconsapevole.
Un meccanismo sorprendentementesemplicema molto efficientequandosi hanno a
disposizionetantissimeinformazioni.
La mente di un bambino dpiir portata ad accettare che a giudicarela Realh, lasua
memoriaha molte menoinformazionirispettoa quelladi un adulto e le nuove informaz
ionivengonoacquisitedirettamente,
senzafiltri derivatida modelli mentali(che
vedremoin seguito).La sua mente d aperta e propensaad acquisire anchepiirinforLAMENTE CD

6c
nazionigi) associatetralorocomeinteri modelli di comportamento. Per un bambino
MetaforicamenteDcome se un topolino che vive suun transatlantico convinto
fosse
lr,restcld un vantaggio enorme:poterosservareil comportamento di esseri umaniviv
i
di essere lui aguidarlo.
.rcr imparare rapidamenteda essi comesoprawiverenellostessoambiente.
l'er chi ambisce a qualcosadi piir della semplice soprawivenza efficiente,vivere
lclicementeper esempio,questamodalitddi funzionamentodella mente pudavere
rffetti devastanti. Sedapiccolichi siossen,ab vivo ma infelice, il comportamento
che
siacquisir)sari efficace persoprawiverema in modo infelice. Nessuno si accorge d
i
rssere o di esserestatonellasostanzauna "fotocopia"di coloro che ha iniziato ad
osservareda appena nato in poi, perch6 la sua mente consapevole selo e dimentica
to,
+\ !t,
rra la sua mente inconsapevole
se ne ricorda, eccome! Dopo avereimparatoda chi ci
sta intorno a soprawivereefficientemente, da subito o al piir presto, ini
si dovrebbe,
ziare anche a produrreautonomamentenuoveinformazioniutilizzando la propria
irnmaginazionein modo felice. Ma nessuno ci insegna a farlo, sembra anzi che ogn
i
[enitore tendaspontaneamentea volere, nei proprifigli,dellefotocopiedi se stesso
che confermino edianounacontinuih alla sua visione della realD. alle sue cred,en
ze
datepervere e piiuste.Mad inutilepreoccuparsi,puoiiniziare a cambiare, a produrr
e
r-rnatua visione felicedellaRealti in qualsiasimomento, andando avanti con la le
ttura
sccipriraiquantod facile...
Mentre la mente consapevole di un adulto -t*
elaborae interpreta attraverso associazionial
massimo poche decine di informazioni al
secondo, la mente inconsapevole neprocessa
F:3j
decine di milioni.Anchesesi tratta perlopiirdi
stimoli e informazioniambientali,ladifferenza

d sconvolgente. Significain buona sostanza


z4
che le emozioniche ognuno provae i giudizi
che produce quando vive. pensa,sogna o
ie,*A
immaginaunaqualsiasiesperienzadipendono
.ffi
percircail 99,999998%oda informazioni di cui
dffi#;""t
binconsanevole.
5(i IOSCELCOIOVOGLIOIOSONO
LAMENTE

o
E molto importantesapereche la quantit) di informazioniinconsapevolia cui la
menteinconsapevole o pubpotenzialmenteaccedered immensamentesupe
accede
riore a quelleacui la mente consapevole
riescead accedere'
ciairisultatidi esperienze di trance, ipnosiregressiva,percezioniextrasensorialio chiarovegge
nza,
si pudritenere che ognunodi noi possapotenzialmenteaccederesia a tutte le irrfor
modo,confrontatoin tutta lapropriaesistenzafirr da
Indipendentemente piiro meno noti e a cui o$nunopudcredereo no
mazionicon cui si d, in qualsiasi
primadellanascita,sia a qualunqueinf<-rrmazione presentein tuttala Realtit
esistente,
manit'esta6 nellasua trama invisibile.In questocasosi tratta di intuizioni.Lamen
te
umanapud potenzialmente avereaccessoaqualunqueinformazionepresentein tutta
laRealDanche senza accedereallapropriamemoria.Questadun'opportunitiche,se
accettata,sviluppataesfruttata,pudportarequalsiasiuomoa interpretareeviverein
modocompletamentediversola Realt),molto pii felicementedi quantoabbiamai
saprrtofare.
IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
o
Sembra, lo vedremo, che anche un singolo fotone, elettrone o atomo possaavere
direttamenteaccessoa tutte le informazioni che caratterizzano la Realtd in cui s
i sta
manifestando.In fisica quantistica questo aspettoestatoipotizzato e definito, se
ppur
conampiezzapiirlimitata,con il termine"variabilinascoste".
LetueYeritA
l-anostra mente acquisisce continuamenteinformazionidall'ambientee da se stessa.
Lo fa naturalmente e in modo perlopiuinconsapevole.
Tuttoquelloche riuscianro
attraversoi sensiapercepiredall'esternoocheprclduciamodentro noi stessi pensando
viene memorizzato graziea una semplice operazione capace di rinforzare vecchie
associazionio crearne di nuove: I'addizione.Possonoessereanche infclrmazioni mol

to
t,AMENTE 59

c
diversetra loro: concetti, nomi,giudizi,emozioni,sensazioni.numeri,valori. espre
s
sioni,forme,colori, odori, giudizi,suoniecc.Se studiamo una lingua straniera,per
esempio,dovremofar nostre informazionicheci dovremoricordareconsapevolmente,
dovremoper questomemorizzarlestabilmentenellanostra memoria consapevole.
Gattoirr inglese si scrive cat e si pronunciachet. Allaparolagattoin italiano ve
rra
la sua traduzione manella
memoriainconsapevolevengono comunque registrateanche tutte le informazioni
relativeallaparolaEiattoconcui ci si d confrontati nellapropriaesistenza.Quelled
erivateda
tutte leproprieesperienzedi interazioni con gatti,con le relativeinformazioni
sensoriali,ma anche quellederivatedalleesperienzeimmagiinateo sognate in cui son
o
statipresentideigatti.
Qualunquesiail soggetto,qualunquesialasuamotivazione-studiareunalinEiua,
.soprawivere,vivere,lavorare,amare,esserefelici ecc. -fra tutte le informazioni
memorizzateinconsapevolmente autonomanrente,
mentalmentea-ssociata scritta e la sua pronunciain inglese
la mente deduce, quellechesoncr
leproprie Veritd.Questodforseuno degli aspetti piirdeiicati di tutto il funziona
mento
della mente. Relativamentea un gatto,se [a propriaprima esperienza,avvenuta
magari in un particr-rlarecontesto,d stata quelladi essere statigraffiatio morsi
da uno
di essi e da allora sidiniziatoapensarechei gattisonocattivi(esi d magari evitat
o, per
questo,cliinteragirenuovamenteconloro in contesti diversi e avereI'opportunitidi
potercambiareidea), la propriaveritir sarh chei gattisonocattivie tutta lapropri
avita
saraalloracondizionatada tale verit) soggettiva. Questovaleperqualsiasicosaconcu
i
sipudinteragirerealmenteo con I'imma$inazione.
La mente memorizzainformaziclniper poteraccederead esse quandole possono
servire.Perfarlousa semplici regole basate unicamentesu associazioni tra informa
zior-ri.Leemozionicheognunoprovavivendoo pensandoaqualsiasicosasono['effetto
di questeassociazioniinconsapevoli nellapropriamente.Dalle
chevengonoripercorse
emgzioniderivanopr-rii propripensieri,giudizieazioniche a loro voltaproducono

altreinformazioni che la mente tnemorizzae su cui producealtreassociazioniin un


ciclo continuo che dura tutta la vita. A volte la mentepercorre,utilizzasemprele
n-redesinteassociazionitraie stesse ---informaziotri,avoltesipercepiscuno
o simili o
60 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
c
sipensanocosenuovecheproducononuove associazioni.li in quest'ultimocasoclrt'
la mente dell'essereumanopubcambiare ed evolvere.
Nonostantele regole chela mente utllizzaper percepire, ntemorizz;rrt'
selezionare,
e accedere alleproprieinformazionisiano estremamente semplici,si sono rivelateel
'l'i
cacissimequandoil fined la sola soprawivenza.Ma se si d ignaridi come la propria
mentefunziona e si subiscesoltantoquestosuofur-rzionamento,
d molto facileritrovarsiavivere
intelicemente. Sonoproprioquestesempliciregolechepossonoportart
unapersonaa credere che concetti falsi, inopportuni o semplicemente obsoleti sia
no
inveceverit) assolute che devono essereaccettateda tutti. Questoesponeal grandc
rischiodi soprawivere si in modo efficientematristemente,rendendolapropriavita
equefladelfepersonecon cui si haa che fare un calvariocaralleyizzato
da iraintendimenti,
malintesie conflitti, senza un'apparentevia di uscita.
Pub sembraresconcertante, ma quello cheper la mente Dpiir importante per
arrivarc ad atMbuire a un'informuione caraftere di Veritd D tuft'altro che il su
o
contenuto: 0 solo la faciliti con cui riesce a recuperarla dalla sua memoria. La
facilith di recupero dipendesolodal numero di associazioni mentali, di connessio
ni
sinaptiche che portano a essa, questedipendono unicamente da quante
volte si D confrontata con essa.Che sia statavissuta, letta, ascoltata,pensata,
immagiinatao sognata 0indifferente.Quantepiirvolte un'informazione si ! presenta
ta
nella proptia mente, tanto maggiorc i il numero di associazioni mentali
che sono stateprodottee che possonoricondune a essa e tanto piir quell'informazi
one
sarir considerata dallapropria mente unaveriti assoluta.
E importante saperechequalsiasigiudiziolapropriamentepossaesprimere riguardo
qualsiasicosa-chesiabella o brutta, verao falsa, giiustao ingiusta,piacevoleo do
lorosa,
realeo irrealeecc.-d solo una propriapersonaleipotesibasatasu approssimazioni,
Dper questo chepudanche essere completamentesbagliatao semplicemente
irradeSuata al presentechesi vive e al futuro che si vuole
o inopportuna in relazione

IAMENTE 6l

c
vivere.Ognigiudiziod solo una vaga ipotesi,incapacedi descriverein modo obiettiv
o
cid che vienegiudicato perchd lamente,per produrre iudizi,utllizzalepropriecreden
zee
le proprieverith(chesi d costruitenel propriopassatoeper questo sonofortementeso
ggettive).
B difficile che un uomoriescaa mettere in dubbio i proprigiudizi
sia perchedovrebbe,primadi tutto,accor$ersidi qualisianoleproprieveritae
riuscire a considerareancheveriti alternative o, magari, piir realistiche,siaper
chti
ognunoritiene, erroneamente, chele emozioni cheprovaquandosi confronta, pensa
e giudica qualcosa siano causate da cid che sta giudicando piuttosto che, come
awiene,solodallapropriamerrte.
Affincheunaqualsiasicosa,idea, concetto, persollapossaesseregiudicata,deveessere
associataaproprieinfbrmazionimemorizzatein precedenza.Lassociazionesi realizza
semplicementeriperccrrrendo
i propripercorsirnentali che hannopiu connessioni
sinaptichea cui sono anche associatele reazioni biochimiche chevengonopercepite
come emozioni. tjesitodelleproprieassociazionimentaliinconsapevolisi manifesta
allamelte consapevole nellaforma di emozioni.Oltre al cervello,ancheogni cellula
delnostro corpo prowistadi codiceSieneticoproducesostanze,i neuropeptidi, associ
atead
emoziorri. Quandounacellulariceve stimolazioni esterneche corrispondono
a elementi specificidelpropriocodicegenetico,rilascialerelativesostanzechecondiz
ionano
le emozioni chevengonoprovate.Il concetto a me molto caro di felicith
secondoil quateuna personad felicequandovive esperienze in sirrtoniaconla sua
natura vale ancheperognicellula del suo corpo. Chiriescea far vivere ai trilioni
delle
cellule del suo corpo esperienze cherispettinolaloronatura, anche solo,peresenlp
io.
conuno stile {i vita sano,pubesserenaturalmentepii felice di chi invecefaviverea
l
suo corpo esperienzecontrarieallasuanatura. Ogni propriaemozione,cornela felicit
a,
I'entusiasmoo la paura,corrispondea un proprioprofilobiochimico,unasorta
di cocktail di sostanzechimicheversolequaliunapersonapuoanche sviluppare una
liirmadi dipendenza. Lapaura,peresempio,dl'effetto di un profilobiochirnicocarat
Icrizztrto da sostanzechesol'loanchestimolanti e anestetizzantiperch6preparanoe
predispongonoil corpo all'attaccoo alla fuga.Masecid di cui si hapauradsolofrutt
o
62 IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
o
dellapropriairnmaginazione, apposta

utilizzatamagarie inconsapevolmente in nrodrr


pessimistico,senzachevi siaalcunareale minaccia (comeuna belva o nemico feroce)
e si e irr contesti sociali e arnbientaliche sugseriscono di evitare di attaccar
e o scapparefisicamente,
quellesostanzechimicheanzich6,essereutilizzate e metabolizzate
rirrrangionoin circolo, anche permoltotenrpo, portareall'assuefazione.
e possono In
questocasounapersonapotr)allora incominciare, e continuare afarloinconsapevoln.
renteapl.rosta. e situazioni conflittuali che provocano
aprodurre pensieri in leipaura
soloperfarprodurreal suo corpo lesostarrzechimicheallequalisi d assuefatta.
Chi si
dabituatoavivere in un clima di paura pud prodr,rrrecontinuamenteconflitti solo
per
viverelestessesensazioni senza riusciread accor
a cui siEabituatoiassuefatto, rra5lari
gersiche il clima della Realti in cui vive e cambiato o e profondanrente
diverso da
cluelloa cui t'raabituato/a.ssuefatto chepotrehhe
e, soprattutto. camhiarein qualsiasi
momento il suo approcciomentalevers(, la Ilealti\.
l-amentepuirtnentorizzaree utilizzare anche infi-rrmazioni nuove. assenti dalle
prclprie
nrcmorie.Quaisiasiinformazione,anche se si e incapacr di giudicarlaperchdnuo\:;I
,
viene comunque menrorizzata attraverso
nellapropriamente inconsapevole a.ssocirzioni
in gradodi produrreemozioni,ma la mente di un adulto pui porredeifiltriquarrdo
tali iniormazioni arrivanodall'esterno. arn"errire
Qualsiasigiudiziolxrtricomunque sol<r
srrccessivamente di un'infirrrnazione
allamemorizzazione perche questa dovra comllnqueessereprirnastata
in qr.ralche adaltre infcrrrrrazioni nragari
modo associata ricarrate
daaltripensieri,esperienze, sogni, intuizioni,
fantasie, eperquesto presenti in mernoria.
La rlente di un bambino. inrrece.accettamoltofacilmentenuove informazioni,
senzafiltri,anche consapevolmente, di giudicarleproprio perche.
anche se e incapace
anchefraziead esse, sicrea le basi mentali dei giudizichepror.ltrrr)in tuturo. L
a nrente
consapevole aprioriinfrirmazioninuovellrovenienti
di un adulto puirfiltrare o rifiutare
dall'esternodi se. Lo fa in gienerequandolasuamente ha prodottoun sufficientenur

rerodiprel;
unteverita,considerate (anchese sbagliate mache si sono
assolutc o linrilanti),
comunquerivelate La mente inconsapevole, acquisisce
utiliasoprawivere. invece, qualsiasi
inf<rrnrazione giudicarla di distinguere trainformaziorri
senza perche0 incapace
LA MENTE

c
conle associazioni
dellafacilitaconcuipotrhrecuperarle.
vereofalse,reali o astratte,lofard solo lamenteconsapevole succes
sivee unicamente sullabase
Vi b un altro aspettochepubappariresconcertante:la mente,oltre a essere
incapacedi riconoscerea priod seun'informazioneDverao falsa,D anche
incapacedi distingueresetaleinformazionei ricavata dalla Realti' da espe'
rienz,evissuteo se b "irreale" perch6soloimma$inata,pensatao so$nata. Per
la mente un'informazionee un'informazione ebasta,sarannoleSueaSSociazioniconaltr
einformazionigiitpropriea
farlein seguito edeventualmente
attribuiresignificatievalori.Ma$$ioreEil numerodi voltein cuilamente si
qualunqueessasiaequalunquenesialafonte,
confrontaconun'informazione,
maggiored la quantitddi associazionimentalicheprodurrirequindila faciliti
concui quelfinformazionepotri essereSuccessivamente
recuperata.
o
E h solafacilithconcui un'informazionepudessereconsapevolmente
rrcupenta dallamemoriacheportala mente adattribuirle
inconsapevolmente
automaticamentecaratteredi Verith. Semplicemente, piir la mente si confrontaconu
n'informazione,
pii la ritiene vera,indipendentemcntedalsuo
"piir
contenuto.Un'informazionefalsa ma facilmenteaccessibiledconsiderata
vera"di qualsiasialtrainformazione anchese molto piitreamenoaccessibile,
listicadellaprima.Se un'informazione d realisticama nuova e per questo
assentedallapropriamemoria,oppureseproduceassociazioniin contrasto con
(quindiritenute
quelledi altreinformazionisimili e facilmenteaccessibili
vere),verrircomunqueacquisitainconsciamentemaresteririnutilizzabileperfalsa.E questoil motivopercui le personeadulte
ch6rifiutatao considerata
hannoin genereunagrandedifficolti adaccettarecambiamenti:laloro mente
rifiuta a piiori qualunqueinformazionenuovase in contrasto conleinformazionicheh
a
gii in s6.Pud cosi soprawiveresi in modo efficiente,
ma con

grandidifficolti a vivere felicemente,a cambiare, adadattarsidinamicamente


il presentee ai cambiamentidelsuocorpoe della Realti,adevolvere.
IO SCELGO IOVOCLIOIO SONO
@
SI CURANOSOLO
SArcHEeuEsrA
E'FANTASTICA
LEMALATTIE
SI CURANOSOLO
CON I FARMACI
E'UN FARMACO?
ALLORAE' UN'IDIOZIA,
ASSOLUTAMENTE
INEFFI.CACE,
CHI CREDECHEFUNZIONI
E'SOLOUNOSTUPIDO
SU66ESTIONABILEI
IA MENTE

o
tln nreclicoo un infegnerecheperanni ha ascoltato, studiato,ripetutoa se stesso,
pt,rrsirto a cui lasuamente ha profressivamente
irrlirrrnazior-ri attribuitoinconsapcvolrrit'ntecaratteredi
veritir, potrhal'eregrandidifficolti,una volta iinito il percorso
prendere qualsiasi
tlistr-rdio,adaccettareo anche a solcl in considerazione nuovaintbrrrrirzionediv
ersao
in contrastcl conquellecheha rxemorizzato in precedenzae diverrLrtrle.
sue valeper qualunque eperqualunqueuomo,qrlal
rreriti.Questo professione
silsi cosa faccia.
L'UNIVER
L'UNIVERSO
TENDEAL
cAos
5AI CHEL'UNIVERSOE' UN PROCE5SO
IN CONTINUA E IRREVERSIBILE
QUESTAE'UN'IDIOZI
IVA DI ALCUNFONDAMENTO..
{' fr}
(i(i to sclil.G() Io vOcl.l0lo soN()
o
Laproprietddella mente umana di poterattribuire carattere di veriD a qualunque
informazione,anchese superata da altre piiradatte al presente,anche se falsao in
consistente,
pudessereabilmente sfruttata per produrre condizionamentie manipolazioni
individuali o di massa, promuovereconsumio condizionarecomportamenti.Ma
questa proprieti dellamente d anchequellachepudportareconfacilit) una personaa
vivere in modo inlelice (pursoprawivendoefficientemente);cidawiene, in particola
re,
quandononostanteil suocorpoe la suaRealtdesternasianocambiate, la sua
mente rimane "ancorata"sempre alle stesse credenze,divenuteprogressivamente
semprepiii inopportuneo obsolete. Riuscirea sopra'uvivere
dgii un grandesuccesso,
rla pervivere felicemente I'essereumanodeve,oggipiuchemai,considerandoi rapidi
cambiamenti esterni, fare un piccolosforzo, volto innanzi tutto a una gestione
costruttiva,dinamica ed evolutiva delle propriecredenze,al loro costante rinnova
mento
e adeguamentoallaRealtdnelpresente.Vedremoin sepiuito comefare,bmolto
facile...

La mente di molte persone,unavolta che ha costruito unapropria"solida"base di cr


edenze
che utilizza in continuazione(perquantosoggettive,errate o distruttive possano
essere), arrivaa considerarle verih assoluteeinizia allora a trascorrere tutto i
l
restodella sua vita soloin funzione di esse, accettandoaltreinformazionisolo se
e
quandoconfermanotali verith e rifiutando a priorituttequellechepossononegarlee
-questod I'aspetto piirgrave-cercandodi imporle agli altri,giudicandolisoloperdi
re
loro che sbaglianose si rifiutano di farlo. Sonosoggetti "pesanti" con cui d par
ticolarmente
impeginativo avere a che fare sia perchdsonoincapaci di aprirsi a un dialogo
costruttivo,siaperch6rifiutanoaprioriqualsiasicambiamentonel loro modo di pensar
e
e interpretare la Realh. Creano sempre conflitti e fanno perderetempoperchdsi
pud parlare e proporreloro qualunquenuovaarpiomentazione
senzapotermai arrivare
a nulla di diverso da quellechesono le loro credenze/veritd:verrannotutte sempre
e
comunque rifiutate apriori.
Sonopersonechequandofannoqualsiasidomanda formulano contemporanearnente,
nella loro mente, anche la relativa risposta "giusta",l'unicachebisogner)dare
I,A MENTE 67

c
loro affinchi possanoaccettarla,e se I'interlocutore dovesserispondereirr modir
diverso dovra, molto probabilmente,subireuna lunfa e inutilediscussionevolta sol
o
a fargli cambiare risposta.
('retlenzt'lulseo lirrtilunti clr lunntt assutttoil utruttere di rcrila pnxluttn
o nxttlellimetttuli
t'ht, liltrano Iu pert'ezionesensriala,limitailo e tliskrct'ndo ciit t'lte uiett
a t,i.sto ull'e.stemo
tlise a rcnfermu delle pnryriercri|a.
Nla,oltre agli inevitabili corrtlitti chederivanodal(attochepersonediversehanrro
credenze/
rrerit)differenti.questonreccanisrro rrentale inconsapevole pud anche far
lrrnnralare.LInapatologiacomeI'anoressia, derivadalfattochela mente
peresempio,
incor.t.sapevole adattribuirecarattere
pubarrir,'are di verita a un'informazirinc f;rlsao
rtrale associata e autodistruttiva che e stata ripetuta mentalmente a sestessi,a
ncl're
6fl IOSCEI,GOIO\OCI,IOIO.SONO
o
solopensando,innumerevoli volte. Ogni credenzalveriti distorce la percezionesia
di
s6 sia della ttealti. Il processomentalepotrebbeessereil seguente:unapersonainiz
ia
a ricevere dall'esterno informazioni tra [e qualivi sono"magro","grasso","bello"
,
"brutto";la sua mente crea quindileprimeassociazionimentali"magro"e "bello",
"grasso"e "brutto",dacui derivanolesuccessive
associazioni:
"+ sono magro" <+ "+ sono bello"
"+ sono magro" <>"+ solro attraente", ecc.
WG
Nello schema.sonoropprese,ttaliTtossibilipercorsi associatitti nei rluuli lu rel
azione
GRqSSL/l= BRUTTAha assunto caruttere di teriti producerulo un pericoloso circolo
tiziostl
con distctrsfutne ttella percezione della reultti. Il concetto RELLA i raguiunui
bile ed associabile
a sd solo Dussandoattrat)erso il concetto fu|AOPt..
LA MENTE

@
A questopuntounapersonapubiniziarea pensareripercorrendole relativeassociazionii
n
varicontesti:giuardandola televisione, leggendogiornali,confrontandosicon
altri ma soprattuttofacendolospontaneamente I suoipensieri
eautonomamente. possono
divenire ricorrenti e ossessivi eprodurreirnmaginimentali che ripercorrono di
continuo sempre lestesseassociazionirinforzandoleogini volta con altre connessio
ni
sinaptiche.Propiressivamente assumono diveritir assoluta
quelleassociazioni carattere
edentranoa farpartedeiproprimodelli mentali chea lclro voltadistorcerannoe fl[tr
eranno
sempre piir anche la percezionedella Realtir. Un rnodello mentale pud
riorientare la percezionesensorialee filtrare a priori qualsiasi informazionecon
traria
allapropriaveriti elasciirrepassaresoloquelleche la confernrano, rinforzandolaog
ni
volta. In questicasi la mente entra in un circolo vizioso in cui la percezionedi
storta
della Realtd rafforza la causa delladistorsionestessa.Peruscirne si dovrebbero p
rodurre
nuove associazioni tra informazioni relative alla stessa tematicama con contenut
i
diversi, i concetti "magro"e"grasso"vanno assolutamente evitati, ripetendo a se
stessinuove affermazioni (checi .si credao menodininfluente)basatesunuoveassocia
zioni,
evitando la negazione di cid che E gii consideratoveritd.Nuove informazioni
e nuoveas.sociazioni far perderela priorit) alle assochepossanoprogressivamente
ciazioni mentali precedenti,riducendocosila faciliti mentale con cui possonoesse
re
percorse,graziea nuovipercorsiassociativialternativi,pii sani e realistici.Peres
empio,
per Ltnaragazzain etb fertile:
"felice" e "bella" dacui:"+ sonofelice"<+"+ sono bella"
"felice" <+ "attraente" dacui:"+ sonofelice"e "+ sonoattraente"
"felice" <+"amabile" da cui: "+ sonofelice"<+"+ sonoamabile"
"corposano" <+"felice" dacui:"+ sonosana" e "+ sonofelice.
amabile.attraentee bella"
"corposano" <+"esserefertili"
"ho lemestruazioni"<>"sonofertile"
70 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
o
Unavoltaprodottele nuoveassociazioninrentali, i propri pensieri potranno pcrcor
rerle:
"ho le mestruazioni" <) "sonofertile" <+ "sonosana"<> "sonofelice"<+ "solto

attraente"<>"sonoamabile"e "sonobella".
eprodurrerlotiv:izionivolte a ricercaredi avere un corpo sano e tertilepiutto.st
ochc
solo ma$ro.
Nello schemasulo roppresentati possibili percorsi associotiuigrazie ui quali
il sntcetlo Blll,LtI pui esserera1tliutto anche ultrauerso percorsiepossibilita
utilizzando
r-ome"cltiaue"un cottcetto secutdario (auerele mestt'uazitni) in-so-spettabilee
ilel tutto
scr.tlleqatoai concetti IIRIITTA e GRASSA chepermette inoltre di far perdereil c
arattere
di ueritd alla relazione MAGRA = llELLA.
I-AMENTE 7l

@
ll lrrtto che le donne anoressiche softranodi amenorrea (lapercentualedi grassoc
orporcotroppo
bassa fasi che il corpo stesso si rifiuti di dover affrontare unagravidanza
che.in tali condizioni fisiche,b ritenuta dal corpo a rischio) pudesseresfruttat
ofavorev<
llmenteper produrre nuove associazioni mentali sane e costruttiveponendo,anzichd
nel
ridurre il pesocorporeo,neltornare ad avere mestruazioniIacondizioneper
e.sserebella, attraente, sanaefelice.Questodsolo un esempio.
Memorie
Seil valore chela mente attribuisce alle informazioni che memorizza d indipenden
te
dai lorocontenutima dipende unicamente dal numero di associazioni mentali che
portanoad esse e frazie allequali potrd recuperarle,quantopii un'informazione i
stata ascoltata, detta, pensatao utilizzata, tanto pii sarhinconsciamente ritenu
ta
vera, a prescinderedai suoi contenuti.
La mente inconsapevolememorizza tutto, indipendentementedal numero di volte
che si confronta con lastessainformazione e anche dal fatto che quellainformazio
ne
sia stata ascoltata evissuta,o solo immaginata, pensatao sognata.Quellochecambia
d laquantiti di associazioni mentali, di connessioni sinaptichee quindila facili
h di
recupero.In che cosa si traduce tutto questonelleesperienzedi vita quotidiana?Se
a
un bambino viene ripetutapii volte ['affermazione"sei un ignorunte", nella sua m
ente
quell'informazioneverr) memorizzatagraziea tutte Ieas.sociazionirelative al cont
esto
(colori,suoni. odori, emozioni. espressioni ecc.) che potrannopermetterealla
mente di recuperarla successivamente.
Maggiore d il numerodi ripetizioni. magpiiore
e il numero di associazioni mentali che nederivano,maggiore sari lafacititircon
cui
potraessererecuperata inconsapevole di verita. E evidacui I'attribuzione di carattere
dente che .seun bambino ha nella sua mente una tale informazione, considerata
irrconsapevolmente chela
verit), avri molte difficolth a viverequalunqueesperienza
stcssamentepudavereassociatoal dover essereintelligenti...
I)ire e rinetere a un bambino l'affermazione"sei un i(moronte" ha inoltre un eff
etto
72 IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
c
diversoche dirlo e ripeterlo a un adulto. Allamente del primo possono esseresuff

icienti
pocheripetizioniperchdessaleattribuiscacaratterediveriti, alla mente di un adult
one
possonoserviremolte di pii, in relazione al numerodi informazioni chehagiamemo
rizzatoechepossonoesserestateassociateadaltre infornrazioni concontenutidiversi.
Sequalcunodicea un barnbino cheb brutto e stupido due volte argiornoeched
belloe intelligentedieci volte al giorno,assumer)caratteredi veriti la seconda a
ffermazione.
Sea un adulto, in tutta la sua vita, d stato detto 10.000 volteche E bruttoe stu
pi<Jo
e 9000 volte chei bello e intelligente, assumer)caratteredi verit) laprimaafferm
azione.
Maselo stessoadulto ha anche pensato2000voltedi essere bello e intelligente,
sar) la secondaaffermazionead assumere perla sua mente caratteredi veriD.Ma d
quellochechiunquepensae ripete asestessodi se stesso o della Realta chepuo produ
rrelepiir
grandi clifferenze,anche in personea cui altri potrebberoarrerdettocose
diverseungrannumerodi volte: quelloclred soprattutto importantedcioche ognuno
pensa.Questr-raspettodellamente d estremamentedelicatoma, se sfruttato consapevo
lmenteevantapigiosamente,
cuipoterevol
danche un potentissimostrumentoc<tn
verenella Gioia perchepudpermetterea chiunque di costruirsio ricostruirsiproprie
credenze/verit2r cercare I'approvazior-re
senzadover-sempre deglialtri. Senza dipendere
da nessun altro. Dalle propriecredenzelveritinelpresentedipendonolepropneemozion
i,
i propri giudizi epensieri,ma anche le esperienzechesi vivono e come le si vive.
Iiin.steinsostenevache,piuttostoche la conoscenza,d I'immaginazionead al'ere
l'alore.Laconoscenzahamoltomeno valore dell'immaginazionepropricl per quanto
appenadetto,mapudancherenderestupidie limitati. Succedequandosiarriva a ritencre
veritasolo
Ie informazioni ricevutedaaltri nel propriopassato.Si puo irrfatti
divenireincapacidi accettare nuoveinformazionisoloperchdsonodiversedaquelle
chesi hanno gi) eche si ritengono veriti. E anche per questo motivochefarcambiar
e
qualsiasiideaa una personaanzianadin generemoltopiirdifficileche farla cambiare
aun bambino. E soprattutto la maggiore difficoltirad accettare cambiamentinellen
ropriecredenzeche
fa diventare"anziana"LrnaDersona.
IA MENTE 73

6o
I conflitti nascono siaquandclunapersonacercaconsapevolmente
di credere in
Ripeteree negare
qualcosache d contrario a que[[oche la sua mente inconsapevole que
ritieneveritastisonocontlitti interiori - siaquandounapersonacercadi imporreleproprieverit)
Sea un individuo vieneripetutaper 100volte una stessaaffermazionedaun'unica
adun'altrapersonache ha invece altre verit).
fonte(lastessapersona,lo stessomessaggiopubbticitarioecc.)o da 100 fonti di info
rSe una personadice a se stessa di essere unabravapersonama la veritddella sua
rnented che e"cattiva",le sue emozioni,isuoi giudizi.isuoi pensieri,il suocornpo
r-mazionedifferenti(diversepersone,diversi messaggi ecc.), si ottengionogli stes
si
risultati. Per la menteinconsapevole, o messagsidiversi
pii che da quanteper.sone
tamentoe le sueesperienzedi vita saranno comunquerelativea quelloche la sua
arrivauna stessa informaztone,d importante quantevolte viene ripetuta.
mente incor-rsapevole
ritierrevero.E li chebisogna sapere interr,renire.
PoichdI'unicaopet'azionearitnteticache la mente inconsapevole
d in gradodi fare dI'ad
dizione,dincapacedi riconoscerel'ar'r'erbiodi negazione"non".Direa una persona"r
u
non sei ignorante",oppure"ryn 0uero clrc sei ignorunte" perlasua mente inconsape
vcrle
equivale a dire"seiignorunte", "0uero che sei ignoruLrle ",questoanche indipen
dentementedal fatto cl-requellaassociaziorreabbiagihas-suntocaratteredi veriti.
NON FAREIL CATTIVo !
NON oTSoBBEDIRE!
FAREIL CATTTVO I
._ DISOBBEDrRFt.,
IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO i,AMENTE t3

c
Negareun qualsiasiconcettoo associazione haperla mente inconsapevole
lo stesso effettoche confermarlo.
Lassociazionementaleb tra il concetto"iosono" e"ignorante". il cervello 0incapac
e
dieliminare,una volta prodotta,quell'associazione
e I'awerbio "non", oltre a essere
del tutto inefficacee inutile percercaredieliminare (lamente
quell'associazione sa
fare solo addizioni, sasoloapigiiunEiere sinaptiche), ripercorrere
conne.ssioni facendo
alla mente inconsapevole tra iconcetti "iosono"e"ignctrante"
I'associazione larintorzaulteriormente
una nuova Se un percorsoassociativo
aggiungendo connessione.
tra un primoe un secondo concetto connessioni a un percorso
ha maggiori rispetto
associativ<-rtra lo stesso primoconcetto quelloche verri segiuito
e un terzo, coni propritreninidipensierisarisetnplicemente
che ha pii connessioni. che
quello Ripetere
un'informazione haquirrdi di rinforzarla facendosi che la mente
d sbagliata I'effetto
inconsapevole ancorapiirvera.Perneutralizzare serve
la consideri un'associazione
alloraprodurnealtre, alternative e tra significatie concetti diversi, che siano
piu
"solide"diquella precedente.
E rnolto importanteconoscere aspetto menteperchri,
anchequesto dellapropria
anches<.rlo o parlando produrreeffetti completamente
pensando adaltri, si possono
oppo.sti Direaunapersona tton sei
aquelliche si vorrebbero. "tunonseimalata","tu
hruttu","tu tlollsei grassd'oppure"tu non sei cottipa" producenella sua mente
inconsapevole esattamente aquellidichiarati.
glieffetti opposti
Forse lo avrainotato: ho scritto questolibrosenzautilizzare,volutamente,I'awerbi
o
di negazione"non".Gli unici casi in cui i presente,virgolettato.sottolineatoe in

corsivo-quienei soli esempi di questobreve capitolo -sonoquelliin cui I'ho scrit


to
ancheperspiegareperchdho evitato di farlo nel resto del libro. E molto probabile
cl-re
que.sto stato I'awerbio
sia il primolibro,fino ad oggi, ad essere scrittosenzaulilizzare di
neSazione,rispettandoquindiil fatto che la nrente d incapace
inconsapevole di ricono.
scerloe mentrtrizza soloagipiiurtgendo connessioni
informazioni associazioni, sinaptiche.
76 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
6
Tuttoquellochehai letto e legigerai finoallafinedel libro proponele stesse inlir
r
mazioni sia alla tua mente consapevolesia alla tua mente inconsapevole.
Qualsiirsi
affermazioneche contenga awerbi di negazione produceturbolenze mentali anclrr:
soloperil fatto che alla mente consapevole arriva un concettocon contenuto oppos
trr
a quellochearriva alia mente inconsapevole.
Pensa anche solo, per esempio, agli
effetti che possonoaverenella mente delle personei comandamentidi religiosi impa
ratia
memoria,quindiascoltatio letti moltevolte, che iniziano con awerbi di negazione.
..
Qualunqueconcetto,una volta che d stato efficientemente memorizzatoe la mente gl
i
haattribuito carattere diveriti,puo quindi esseremolto difficile da rimuovere, a
meno
che lo si voglia e si sappia comelare.Vedremopiiravanti il rnetodo che ho svilup
pato
a tale scopo. Chiunque pudinfatti sfruttare vantaggiosamente uti
anchequestare6iola
lizzatadalla mente inconsapevole, un'affern-razione utilizzando
ripeterrdo a se stesso,
laprclpriamente consapevole per parlare allamente inconsapevole in un modo elTic
aceaprodurrein
essa gli effetti voluti. La mente inc<-rnsapevole c
d sempre in ascolto
producesempre nuove associazioni attraversonLlove connessioni sinaptiche,si;r
quandorinforzavecchie associazioni, Ancheseall'inizio
siaquandone crea di nuove.
lamente consapet'ole potrirconsiderarei contenuti di una qualsiasi inve

aff'ermazione rosimili,
continuandoa ripeterla a se stessu inizierhprolasua mente inconsapevole
Qressivamente che siano veri.le sue credenze ealloraanchelr
a credere cambieranno
sueemozioni,giudizi,pensieried esperienze di vita potrannocambiare,ancheradicalm
ente.
Molti"megalomaniegocentrici"riesconoad avere successonella vita graziealfatto
checontinuano a ripetere a se stessi -e la loro mente lo riconosce come veriti di
c.sserebravissimi, bellissimi, deigrandi,degli esseri illLrminati, deifenomeni c
cc.
,\nchese d comunque piuammirevoleunapersonache si sovrastimadi unache si sot
to.stimae vive lamentandosi, questepersonepossonorisultare agti altri insopporta
hili
tyuantoi vittimisti lamentosi addirittLrrir
autolimitanti(i vittimisti infelici pos.sono
r rdiarli... ).Ma esiste unaviadi mezzo, quellache auspico che coloro che leggon
o qur
ll
I,AMENTE

@
.s[omio libroseguiranno.[Jnadellemotivazioni che mi ha portatoa scrivere questo
lihrod quelladi perrnetterea chi0 vittirnadegli effetti limitantidicredet-rze o
false
inopportunedella sua mente inconsapevole (perchd per esempioderivatee riferitea
runpassatoormairemoto) di riappropriarsi delleproprie piene capacitadi espressio
ne
e iniziare, autonomamente,a fare qualcosadi utile e concretoper potere, finalmen
te,
csserefelice,produttivo,creativo,efficienteecostrurttivo.smettendoladi lamentars
io
di cercarefuori di s6 una soluzione aipropridisagi,a vantag$io suo, di tutti col
oro che
h;rnnoa che fare con lui e di tutta laRealta.
fsempi divitaquotidiana
Incontriunapersonache ha delle particolaricaratteristiche(sesso,aspetto,toncr
di voce,odore,postura,tipo di abiti ecc.).La tua menteinconsapevolepuoavere
associato,in passato,alcr-rnedi quellecaratteristicheall'esserecattivi, disonest
i,
bugiardi o infedeli, oppure all'essere buoni,onesti, sinceri e fedeli. Quelleass
ociazioni,
ripercorseinconsciamentefarannosl che incontrandolaproveraidelle emozionieprodur
rai,
subito dopo, fliudizi(evidentemente arbitrari e molttl
soggettivi,
probabilmentesbagliati)aiquali,se continuerai apensarci,la tua mente potrdarriva
readattribuire
carattere diveritit,indipendentemente d
da come quellapersona
realmente.Daquelgiudizioiniziale tutt'altro cheobiettivo dipenderir il modo in
cui tu interagiraiconlei ma anche quelloin cui lei irrterapiird
con te.
Inc<rntriunapersonaprivadi elementi lrazieaiqualila tua mente possaassociarla
a personeconcui ti seiconfrontatoin passato:nessunaassociazione= nessuua
entozione.E moltoprobabileche tu possaalloraevitarla anchese
nell'indifferenza,
potrebbeavereun ruolo importante per la tuavita ed evoluzione.I piir grandi
tesori si celano spesso proprio dentro ciir verso cui si b indifferenti, senza e
mozioni.
Oppurepotrestiiniziare a fantasticareimmaginandoe pensandochesia
l.rrrona.sincera,onestaecc.o che sia caitiva,falsa,disonestaecc.I tuoi pensierie
la
tulr irnmaginazione- invirtu di altre tue credenzesutestesso, li altrie la Realtir
7ll IO SCELCO IO VOGLIO IO SONO
c

in pienerale-possonoesseretendenzialmenteottimistici o pessimistici,produr
ranno allora associazionimentalie.sattamente le relative informazioni ti
come .se
fosserostate dette o ripetute da altri o comese avessi realmentevissuto esperien
ze
relativeaquelloche hai solo immaginato. I tuoi soli pensierifarannosi che la tua
mentepossaprodurrecredenzechepotr) arrivare a considerare veri$ in base unicamen
teacibche
hai immaginato epensato,condizionandopositivamenteo negativamente
sia le tue emozioni,giudizie i pensiericheprodurraisuccessivamente
siail tuo comportamentonei suoi riguardi e lesue consegiuenti reazioninei tuoi
riguardi.
.
Un uomo fa un'ot,ancea una donna che conosce, la donna provafastidio ma evita,
pertimidezz4per"educazione",per pigrizia o negligenza di dirglisubito, sincerame
nte,
che tale comportamento lainfastidisce.Lui iniziaa pensarea leicon insistenza,
a farsi delle fantasie mentali, ad immaginarsi esperienze con lei. Si rivedonoal
trevoltee
ognivolta lui le fa altre auances. I-ei,comelaprimavolta, evitzr
di reagire,di permetterglidi produrreaspettativesu di lei. I pensierinella mente
dell'r-romopossonodiventareripetitivi e ossessivifinoa convertirsi nellasua ment
e
in veriti. A quel punto le sueauancespossonoanche diventare decise, esplicite,
invadentio produrrecomportamenti inopportuni anche violenti perchdcoerenti
con le veritdchesi d costruito tutto da solo nella sua mente e senzache I'altra
abbia fatto nullaperimpedirlo,fin dall'inizio. A quel punto qualsiasi rifir"rtod
a
partedi lei,seppur tardivo, potrebbeessereinefficaceperchdcontrario alla veriti
dell'altro che, in quantotale, viene dalla sua mente riconosciutacome assoluta e
validaquindiperentranrhi. E moltoimportanteesseresincericongli altri, nel
beneo nelmale, da subito, perevitarechepossanoprodurreaspettativee crearsi
da soli verit) contrarie a quellochesi vuole. Piusi aspetta, piDsari difficile c
ambiare
[e cosea meno di intervenire in modoestremamentedecisoe risoluto. Molti
comportamenticriminalrtra i qualiviolenze sulle donne derivano da visioni gravem
ente
distorte della RealD a cui certepersonepossonoarrivareattraversoloro
pensieriossessivi.Vi sono soggetti le cui menti hanno acquisito informazioni sul
sessoquasiesclusivamenteda media pornograficiestremi(comeaccadespesso
I.AMENTE

o
nelleculturein cui vi b unaforterepressionesessuale),daiqualipossonoavere
dedottoe prodottol'errataegravecredenzacheil sesso,anchese fine a se stesso,
anche se fra estranei esenzaamore,anchese imposto oviolentob,perchiunquelo
pratichi,sempree comunquefonte di piacere.Se una tale credenzaarriva,nelle
loro rnenti. ad assumere caratteredi veriD possonoarrit,area sentirsi autorizzat
i
unadonnacredendo,oltretutto,chea lei possapiacere.Potreb
anchea violentare
berorifiutarea priori qualsiasireazionecontrariaa quellache nella loro mente d
divenutaunaverit), o anche considerareil rifiutopartedellaloro verita. Quanto
piir unasociethD sessualmente repressivatantopiir si manifestano in essa comport
amentiaggressiviedeviati.
Lassenzaassolutadi riferimentiassociativirelativi
positiva,felicee amorevole dell'energiasessuale
unita alla presenza
a prodtrrre proprie
all'espressione
di soli riferimentinegativipudindurrefacilmenteIepersone
personaliassociazionimentalicontronatura.Lagestioneconflittualedi qualsiasi
informazionerelativaaI sesso danchealla base del fattoche[e deviazioni sessuali
sonoperlopitrcronicheerecidive.Se a soggetti nella cui mente il sessod associato
a credenze/verit) deviatevenisseroanchesolofatti vedere, ripetutamentee con
insistenza,dei filmati in cui duepersonefannosessoconpiacerema in un conte
sto cli vero Amore,rispettoreciproco,gioia,armonia e sinceraefelicecondivisione,
sipotrebberoforse riportare a pensaree vil'ere la loro sessualitbin modo costrut
tivo ed evolutivo. Ma la repressione sessualecaratlerizza,in varia misura,tutte
le
societdmoderne, e una "terapia"di questotiposarebbeattualmentecomunque
rifiutata a priori, anchesesi rivelasse efficace.
basata sul
ripetere-continuamentee a piirvoci-affermazioninegiativecheriguardanoI'avversari
opolitico.
Ancheseparziali,false,inventate,inverosimilio costruite,il solo
fatto di ripeterlein continuazione portafacilmente di chi
o Uno schieramento politico,in vista di elezioni, iniziaunapropapianda
Ia mente inconsapevole
ascolta a produrrecredenzechepossonoprogressivamenteassumerecaratteredi
verith.Lawersario,trovandosia doversi difendere,negher:Iprobabilmentetali
afferrnazionicorrendoperocosiil rischio di rinforzarele relative associazioni
mentaliinconsapevolidi chi lo ascolta.

80
IOSCELGOIO VOGLIO IOSONO
6
Un sistema informatico avanzatorealizza di previsiorlinrrtt'r,r,,
approssimazior-ri
logichechevengonopuntualmentecomunicatedaimassmedia. Miliorri di po'sorrt
che credono nella loro attendibilit.\, piudi quantoin realtisia, contribuisc{)ro
,r
renderlepii probabili. OSni volta che, peresempio,r'ieneloro detto cheil {iorn,,
dopopioverd,inizierannoa pensare. a predispr,rrsi
a credere, pertale evento rt'rr
dendolo loro stessipiu probabile. Sipotrebbefacilmenteverificare,su basi statist
i
che, come la diffusior-re css('r('
di qualsiasinotizia,anche di aspetti che appaionr)
indiper-rderrtidallecredenzeovolont)degli uomini, rendepiir probahile lasuastrc
cessivao ulteriore realizzazione. eancheconosciuto
Questofenomeno in relaziont
all'andamentodi titolidi borsama in questocaso e riterrutcl unicamenteI'ellrtt,'
dicondizionanrentimentalisLrllesceltedi clri acquista o conrpratitoli.
Quelleche venglono comunementechiamateprofezieautorealizzantisonocrt'
denze relative aqualcosache awerra in futuro che, proprio per il fatto che vengo
n,,
credute,irrf-luenzarro o Ia Realti ad adeguarsi Leprofezie;rrrl,,
lepersone ad e.s.se.
realizzantipossonoesseresiarelativea se stessie condizionare se stessi sia rsst'
r,
relatirrea tuttala ltealti e condizionare laReal0stessa.Quantopiusi ritienc crt'
dibile,apriori,unatilrte di inforntazioni, essa
qualr-rnque sia, tanto piusiterrtlt'r;r
a produrre piir facilmerrtecredenzeepensierirelativealle sue previsionicht'rt'n
derannopii probabile laloro realizzazione. che crede,
Unapersona pertsrnrpi,,.
che una personaabbiadoti infallibili di chiaroveggenza.
tencleri a produrrentoll,I
facilntentee velocernente ba.sate sueprevisioni.qualtrrrtlrr,
cred,enzelverita .strlle
essesiano. facendo in mcido di realizzarle
poiinconsapevolmente lei stessa.
Sepensie immagini perdieci volte algiornochelapersonacheami ti sia infet[,1t.
ancheseperun certo numero divolte(inferiorea dieci) qualcunoti dice il contr.r
rio o l'ir,'i esperienze che ti rno.strano che invece ti an'rae ti d fedele, sen

ella llr trr,r


rnente la tua credenza,/veriti d quellache d infedele, quellapersonaverra conrun
quecondiziunata,propriodaitu<lipensierie dalla tua credenza a tradirti.
Seperrsie inrrrragini i malato. clrt's, r
perdieci vcllte al giornocheil tuo ccirpc-r
brutto,che nessuno ti ama, anche se perun certo numero di volte (inierior.r,r
dieci)algiornoqualcunoti diceil contrarioo vivi esperienze t'lr,'
che ti r-r.rustrano
1.,\MENTI|
ul

O
seisano,bello e amato, se nellatuamentela tua credenzalveritit d quellache sei
malato, brutto e ignorato, il tuocorpoverr) comunque condizionato, propriodai
tuoipensierie datla tua credenza,adammalarsi,imbruttirsi e ad essere ignorato
dagti altri.
Cli esempi potrebberoessereinflniti.Qualunquecredenzache arriva ad assumere
nellapropriamente carattere di verita, se da una parte pud impediredi poterconos
cerela
RealD per quello che d, dall'altra -lovedremomeglioin seguito-condiziona
la Realh stessa ad"adeguarsi"ad essa.
82 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
o
lntuizioni
()unt&t [tt tuu percezionepenetrerttleo.scw'e nebbie dell'illusiottt'
surci iulifferette u tuttct cid chelui udito
riguurdo u questomondo e u/succz.s.srr,o.
13hagavadCita2.52
T l nostrr, cot'l'rerriccVccon
a
tirrtrlrncntr,JttrJverso r
I
Istrrsi. inlirrrrrlrziorri
d;rll'e
sternoche il cervello inter
pl'rt;rr:tr;rtluct in irnrrurgirrr.
sucrti,r'rlori.gusti.scnsazior
ri
iisichetattili e termiche. Lrr
t'to.stranrerrtcgruirinoltrepro,
durrc inlirrrnazioni autorto,
rrtamcnte,r'ecchie0 nuovt,
c(rrtpr'nsicli. imrrt;rginaziorrt..
llrttl;rsi;r. .srigrri.trr;r csistt.
;rrreltrtrrr';rltrlstrlurdiri;rli.r
viadi c<irroscenza
grazieall.r
qtralcpoterotlenerc ir-tfbrnazioni, in assoluto le intuiziorri, inlirr
qr-relle piu preziose:
tttitziot'tiattinte direltamentc pervia cxtrascnsoriale

dallapropria.\nintae dalla tranur


rrtvisibiledclla llcalta. [r solo atlraversointuizionicheti puoiavvicinareall'es
senza
tli
ciir chc sei, a ciir chegli altri, lc cosee tutta la l{ealti sono rrel presrntcr
a cioa etri
tcrtdonittrelfuturo.QuandoulraDcrsolrariescead entrare in corrtattoconla llealtl
r
fi:t

@
intuizioni entrainuna tbnte di conoscenza
ria, incommensurabilmente piirvasta,potentee autentica diqualsiasiinfbrmazione
averenella sua memoria, autonomamente
attraverso consapevoli, purae straordina
possa possaprodurre o interpretare sensorialmente.
Nel mio libro La Fisica dell'Animaavevodefinitoquestacondizione,caratterizzatada
uno stato emotivo felice ed entusiasta, nelflussa".
"entrare
Comeperla mente essere sia incon
e le sue memorie, chepossono sia consapevoli
sapevoli,anchele intuizioni possono consapevoli Leprime
essere o inconsapevoli.
sonoquelledi cui ci si accorge,lesecondesonoquelle emozioni,
checondizionano
pensierie azioni maancheinteri comportamenti che ce ne si acc<-rrSa.
senza Ma e
inrportanteinnanzitutto distinSuere edistinto.Quest'ultimo
fraintuizioni produce
reazioniemotive,{iudizie comportamenti pereffetto trainformazioni
di associazioni
presentinellapropria inconsapevole. vivi o immagini un'esperienza,
memoria Quando
sempre, difarlo.a informazioni
latuamentela associa o cerca derivatedallatua storiaevolutivaedalle
esperienze opensato Le
chehai vissuto, percepito neltuopassato.
conseguenti egiudizi possono proprio per questo,molto distanti o
emozioni essere,
anchein contraddizione conl'essenzadellecosecheinvecepudesseresoloessere
intuita. Uessenza dellecoseEcaratterizzata d,in senso
da cid che ogni cosa assoluto,
nelpresenteconla sua naturale tendenzaevolutiva,edt indipendente
daqualsiasi
associazione invece perchd dalpassato. e
chepubessere solorelativa, derivata Pensare
agirepereffetto di intuizioni E completamente dalpensaree agire pereffetto

diverso
dell'istintoo deila razionalith,anche solo peril fatto cheleprimesono assolute,
i
secondirelativi.
ogunodi noi ha:
Quindi,riassumendo,
. unCorpocon un cervelloe sensi chepercepisconoelementidella Realtd Manifesta
eproduconoazioniin essa;
. una Mente consapevolee una inconsapevolechepercepisconoancheelementi
dellatramadella Realti eproduconoAttitudinieTendenzeinessa;
. un'Animapiilo meno evoluta.
84 IOSCELGOIO VOCLIO IO SONO
o
Quest'ultimoelementoe caratterizzato cla:
. una componente assoluta,chederiva dalla propriastoria evolutiva indipendenteme
ntedall'attualemanifestazionefisica
con un corpo;
. una componente relativa,che dipende dallastoria evolutiva del corpo con cuici
.si
manifesta.
Il proprioistintoinnatoderiva da questacomponenterelativache, alla nascita, pube
ssere
caralterizzato da:
.
capacitadi distinEiuere autonomamenteil Bene dal Male, indipendentemente da
regole, leggi, religioni, qualunqueinsegnamentodi altri o da proprieesperienze;
.
capacitirdi scegliere autonomamente:Libero Arbitrio;
.
espressione
originaria di se nellaSincerit), Cioia, Amore, Gratitudine e Condivisione.
Questitre elementi danno all'essere umano. alla nascita, lacapacit)potenzialedi
poter
immaginare,produrree vivere potenzialmente esperienza.
qualsiasi anchequellaconsideratapiirmiracolosa.
Il proprioistinto innato viene poi,al fine della prioritariasoprawivenzaefficien
te,

fortementecondizionato da quando.da dove, da come, da chi si nascee da con chi,


con
che cosa e come si interagisceapartiredallaproprianascita fino a circa tre anni
di etir.
(luestocondizionamentosi traduce nelle limitazioni, negli atteggiamenti spessofu
orviantimautili
a soprawiverein quellaRealta di queItempoche andranno a costituire
i propriistinti relativi a quellaRealt)di queltempo. E cosr che un proprioistint
<r
innatocaratterizzatoda Sincerih, Gioia, Amore,Gratitudinee Condivisione puo
t[lversiconfrontare ed essere "dominato",perunapuraquestionedi prioriti, da un
lrroprioistinto relativo, caratterizzato da Falsit), Tristezza,Solitudine, Egois
mo e
t)pportunismo.Il proprioistintopud quindi potenzialmente permetteread opini uomo
rlicompiere miracoli evolutivi nella Gioia (cidaccadequandosi d riusciti a dare
prioINTT]IZIONI

@
rit) al proprioinr-rato),ma anchea produrredevastazionidistruttive nell'int'elic
it),
quandoa dorninare lascenanell'espressione rimane il proprio
dellapropriaesistenza
istintorelativo.Eper questo che i molto meglio evitare comunque di "fidarsi"delp
roprioistintoe
atTidarsialla capacith innata di poteraccedereall'assolutodi se e della
Realtipresente.attraversointuizioni.
Le intrrizicrni autentichesono concetti "astratti"perchiderivanodaInftrmttzktni
fltre
prirredi contesti spazio-ten.rporali ancheper questo sol.to
o di relazioni causa-effetto,
velocissime,sfuggevolie in lleneredifTicili, da capire
li perli,claricotroscere, einterpretarein
modo consapei'oleerazionale.Sonometatilricamente
come dei semi che rradclno,
imprevedihilie fr.rlminei, clall'alto:se vengono trattenutida un "terrenof-ertil
e",possono
diveni."ealherie foreste. se vengono lasciatipassareose cadono suun terreno arid
o. svarri.
scor.ro nel nulla. ll terreno d la hasedi conoscenza
irnniediatamente clte ognuno si e
costrLritonellapropriat,itaenei riguartli del quale.alTinchdsiafertileperleintui
zioni.
vantanlenutriun;rtteggianrento firrtemente Con il giustoatteggia
nrentale possibilista.
nento mentale,nraggitiri leproprieconosccnze
.srirro meglio e, altrirnenti e meglio se le
propriecono.scenze cheleproprieconoscenza aver
sonolimit;rte.Sappiar-rto possono
prodottocredenzeA'eriti obsolete e un'intuizione potrehheessere
shagliate. o fuon'rianti
ignoratasolrperchtl in contracl,Jizi()ne Tutto dipende da che tipo di intuizione
con esse.
si ar.nbi.sce ad avere. Senrbraclre Iiinstein abbia prirnaintuitola legfle della
relativit;i e
solo srrcce.ssir'.rrncnte, allasuaconoscenza e della matematica,
{razieanr-'he dellafrsic;r
sia rir-rscito e frrrrnalizzarla. compiutedaquela clefinirla Legrarrtliopere dell'ingefn<i
I'u,l.r'rosuno state possibiligrazic.soprattutto couoscenza

alla srta Srande unita a ttn


attegf iarrrentu rn e n tale iortemen tepri.ssi bi I ista.
Urravastaconoscenzacon un attelgiarrento mcrrtalechiusopuirprodurresolo elaburaz
ionio
rielahorazionidi cose g-iirrote,basatesuriferirnentibibliograficidialtriche,
per quanto utili possanorivelarsi.s<lrroin genereprivedi elernerrti realmenteitt
ntivatirri
ed evrtlutivi. U11persrinachearnhisceadavereintuizioni".solo"su se.stes.sa, altr
eper
.sr-r
soneo su aspetti dell'esistenza analfabeta
urnanapuiranchee.ssere evivereneiboschi
ignorandoqualsiasiconoscenzatradizionale,anzi,in queicasi una conoscenzalimitata
86 IO SCEI,CO IOVOGLIOIO SONO
6
puoessereun grandevantaggioproprioperevitarepregiudizi,ma Ie sue intuizioni
potrannoprobabilmente cose
produrre utili"solo"a se stessa, a chi vive comeleio a chi
riesceacrederle,Le intuizioni che riguardano altrepersonesonoaccessibili
a tutti e
ognunole ha ogni volta cheintera6iisce o indirettamente con chiunque,
direttamente
mapossonoprodurresensazioni in conflittoconquelloche altre persone
fortemente
possonocredere,singolarmente e, in genere,sonolimirarea una per
o collettivamente
cezionesolo relativa allasimilitudine diquella
o alla differenza personada sti. Unapersonapotrebbe,
peresempio,essereconsiderata
da tutti la piir"buona"e"brava"cheesista
ma esseretutt'altroesolochid in gradodi riconoscerla pudaccor
intuitivamente
gersene'Inoltre,chi d tormentatoedistruttivopubidentificareintuitivamentecome
positivelepersonechesonoinqualche
modosimilias6 e come negativelepersoneche
invecesono eviceversa. chepersonedistruttivepiacciano
costruttive Capitaspesso
e venganoaiutateedifesedaaltri
distruttivi inconsapevoli

dellalorocondizione.
Chi b interessato intuizionirelativamente
adavere allaricercascientificadimportanteche
abbia unavasta scientificama solo se essa daccompagnata
conoscenza
da un
atte$$iamento privodipregiiudizi possibilista.
mentale efortemente Eallorachepuir
accorgersiintuitivamenteche,peresempio,una teoria scientificad sbagliata nonosta
ntepossaessere
collettivamente ecercaredi migliorarla ofare ricerche
considerata valida,
perdimostrarequalcosa impossibile, aqualsiasipossibile
chetutticredono In relazione
intuizione,nulladi tutto quelloche si sa, che si d studiato, chesi d lettoo asco
ltato
andrebbeconsiderato veritimasolo come possibiliticon ampi margini di errore.
come
Sideveinoltreessereprontiacambiare,rinnovare,aggiornarequalsiasipropriacredenzao
a produrnedi nuove invirtirdicid che si intuisce, anchese b in contrastoconcuell
oche
si credeo che tuttiglialtri credono.
Tuttipossonopotenzialmente intuizioni e
avere consapevoli,
saperlericonoscere
gestirecostruttivamente, essersi preparareunterrenofertile,essersi
madevono saputi
messinellacondizione mentale riconoscere
di apertura per poterle e riuscire ad accettarneglieventualicontenutiedeffetti,
ancheseall'inizioappaionodifficilidacomprendereosonodeltutto
incomprensibili. si ha unaveraintuizione,
euando si ha la
.sensazionediessereentrati in contatto diprofondamente
conqualcosa giiusto,sipo.sINTUIZIONI

o
sonoancheaveresensazionifisichecomebrividi o grandeGioia. Sensazioni chesono
daquelleche si possono provare
comunquediverse emotivamente a seguito di qualsiasi
associazione
ogiudiziomentale.
Per mettersi in condizione di avere intuizioni efficaci esaperlericonoscere
d anche
importantelapropriacondizionefisica, la salute, l'efficienza e lavitalitA del pr
oprio
corpo che dipende,anch'essa, di avere intuizioni e produrre
daquantosidstaticapaci
pensieri,faresceltein "comunionedi intenti" con esso.Chiriescead essere intuitiv
o
pubapplicarequestasuacapacihaognisettoredellasuaesistenzao limitarla soload
alcuniaspettidiessacontinuandoad agire secondo le sue credenze o il sensocomune
su altri. Questod un peccatoperchdunapersonagenialeeintuitivapotrebbeessere
capacedi cose grandiosevivendomoltoalungoeinsalute,maingenerevienefermata
conI'eDdaproblemidi salute perch6din quelsettore umana
dell'esistenza che risiedonole
credenzelimitantipiirdifficili da cambiare.
Sonodiventatoinventoreescrittorequandoho iniziato adavereintuizioniconsapevoli.
Oggisonoquasisemprea"cacciadi intuizioni", peraverneil piir possibile hoprogress
ivamenteintrodotto
di cambiamenti
una serie nel mio stile di vita, nel miomodo di comportarmi,
dipensare,nelrapportocon la miamente,lemiecredenze,fli altri e la Realti.
Quando di intuizioni - per esempio
sonoallaricerca specifiche comeora, mentre scrivoquestolibromi metto in unacondizioneche chiamo di"isolamentocostruttivo"in
cui,personalmente,cercodi rispettare unaseriediprincipi.Ecconela sintesi:
. il corpo comeun"'antenna".Dare molta importanza delpropriocorpo
all'efficienza
e mantenerlo in una condizione di salute, vitaliti ottimali;
naturale efficienzae
o concentrazione "Sintonizzarsi" relativoacibche
eattenzione. sultemaspecifico
sivuoleintuire,concentrando sucibche si vuole reatuttalapropriaattenzione
lizzare,scoprire attraverso comese lo si fosse gii
o inventare intuizionipensando,
realizzato,alfineanzich alle cause, al cosa anzichd al come;
.

rinunciarea un approccio razionalealla Realti. Evitare di pensarea tutto quello


che si sa o che si crede di sapere, lapropria e le propriecre
considerare conoscenza
88 IO SCELCO IO VOGLIO IOSONO
c
epartiredalpresupposto Larazi<tnalithservirisuccessivamente,
perconvertirlein
denzesolovaghe ipotesi che tutto Dpossibile.
dopo avere avuto Ie intuizioni,
concettio in qualcosa conaltri. Ritengo piirimportante
dicondivisibile chelacosa
siapropriodiriusciread avere unatteggiamento fortemente
mentale possibilistrco
evitandoqualsiasipregiudizio;
intenzionicostruttive.Evitareilpiir possibiledi interagireconpersonechepossonoav
ereintentidiversietantomenodi
dire loro quellochesi sta facendo.E fondamentaleriuscirea
entrare in una condizione di "allineamento"divolontd,pensieri,
parolee azioni grazieallasinceritiassoluta-direcid che sipensao tacere edevitare
tutto
cid che si percepisce o diverso da cid che si d,
come "turbolento"
evitandodiesporsiaqualsiasisituazioneo informazioneconflittualeoinnaturale;
nutrirsiconalimenti "vivi". Eanche importante con che cosasi fa interagire il
propriocorpoequindiancheil cibo che siintroducein esso. Nutrirsicon vegetali
crudi,fruttae verdura fresca e di stagioneinabbondanza,
beremoltaacquaed evitarecarni,
alcolicie sostanze chimichedi sintesi o comunque estraneealla natura.
Il piatto preferito da Leonardo da Vinci sembrafosseil minestrone
di verdure;
quasitutti i profetiei grandiinventoridelpassatosembrafosserovegetariani;
paceinteriore.Cercaredi mantenere lapropriamentein una condizionedi pace,
evitandoqualunque opensiero portareapensareconpaura
esperienza chepossa o
aprodurre"turbolenze";
sorridereegiocare.sorridendo,il corpo e il cervello rispondonocomequandosi d
felici.Pensandoalle cose che si ambiscerealizzareo capireattraversointuizioni,
comeselesifossegtdrealizzateo capite, viene spontaneopensarecongioiaed
entusiasmomaanchegiocareedivertirsi,come se si fossebambini;
ricettivitieprontezzaper leintuizioni "al volo" associando

riconoscere eprenderle
subito loro qualcheconcettoo scrivendosubitoquellochesi d intuito.Leintuizionipo
ssono"
arrivare"in qualsiasimomentoe da qualsiasifonte,anche la pitr
insospettabile. si d in unasituazionedi ricettivith si possono
Quando intuitiva,
viveree riconoscere fenomeni A qualsiasiintuizioneva
moltissimi sincronici.
"agganciata" mentrepassa unaqualcheassociazione
velocemente, fulminea, menINTUIZIONI

6
tale(presadalproprioterreno o, meglio, da un'altraintuizione)
di conoscenza
utile a trattenerla in sd. Anche questadeveesserelapiirnuovapossibileperevitare
le interferenze dellepropriecredenzepassateche sono tutteperlopitrlimitanti;
essereprontiacambiareleproprieconvinzionirinunciandoadarleperscontate,
anchese si D fermamentecredutoin essepergran parte dellapropriavita.Per
esempio,unfisicopotrebberitenere,a causa di esse, cheperdimostrareuna certa
cosache ha intuitogliservono rioattrezzatissimo
tantisoldi e un laborato quando
bastare oppure
inveceglipotrebbe quellochehagii a disposizione; una donna cr
un uomo conproblemidipesopotrebberitenere,a causa di esse, chepuddimagrire
solo affrontando un costoso intervento chirurgico, quando potrebbe
bastarle/gli sua donna Ci si pub
riuscire ad amare il suo uomo/la eil suocorpo.
esercitaread accettare e trarre vantaggi daicambiamentianchesoloprovandoa
cambiareleproprieabitudini:leggendolibri diversi daquelliletti tinora, andando
in luoghi diversi, vestendosi ecc.;
in modo diverso
immaginazionee fantasia. E fondamentale I'usofantasioso,curiosoe creativo
dellapropriaimmaginazione(inquestoi bambini sonomaestri),ancheperchda
volte Ie intuizioni fornisconosolopiccole parti di un quadromoltopiirampio,
comefossero epoichdsipotri conoscere soloquando
pezzidi un puzzle, il quadro
sar) completo, con un'immagiinazione e fantasiosa tenere
creativa si possono
insiemeprowisoriamentei varipezzi:
fareattivitifisica. Solo recentemente chel'attiviti fisica volonta
dstato scoperto
ria,oltre a tutti ivantaggipiiro meno noti, sembra stimolareanchela neurogenesi
(laproduzionedi nuovi neuroni) nell'ippocampo. di un cervello
La credenza
"cablato"con aree destinate e con un numero di neu
specifiche ascopispecifici
ronichedalla nascita pudsolorimanere invariato
pressochd o ridursi, d ormai
stata sfatata anchescientificamente. chei nuovi neuronistimolatidall'atSembra
tivih fisica volontaria o da altro possanomigrareedessereutilizzati solo nel ca.
so
il cervellosia sottoposto a nuovi stimoli come nuovi pensieri,nuoveesperienze

realio immaginative,altrimentivengonoperduti,riassorbiti:unapossibilit)fatta
appostapergestirenuove informazioni prodotteo derivatedaintuizioniche
90 IO SCELGO IO VOCLIO TOSONO
6
richiedono,piuttostoche sole nuove associazioni tra i neuronigia prr
sinaptiche
senti nel cervello,anche Ia produzionedi intere nuove retineuronali;
elasticitimentaleecapacitidi adattamento. Stabilire una relazione costruttivac
feliceconla Realt), qualunqueessasia,qualunquecosasi stia facendo, ovunquesi
siaequalunquesia il giudiziomentale che sipuddare a essa. Prezioseintuizioni
possonoarrivare alla mente in qualsiasimomentoattraversoqualsiasipensierorr
essereveicolate daqualsiasi unafrasesentitadire da qual
sensorialmente cosa,
cunoo scritta in qualsiasiluogo,un'immagine,un suono, unodore,un animale.
unsogno,un vegetale, unasensazione
un colore, ecc.;
mente felice. Peresserefelici,servesoloprodurre pensieri che siano in sintonia
con Ia proprianaturaequandosi d in sintoniaconlaproprianatura si riesce anche
adascoltaretuttalanatura.
Portoquasisemprecon me un piccolo quaderno dovepotere,in qualsiasimoment<1,
scriverevelocemente di avere intuito. A volte sono concetti che
quelloche mi sembra
capiscosoloa distanza di anni, oppure quandoinseguito legigo qualcosascritto da
altri
sullo stesso argomento che all'epoca di capire checo.sa
e mi accorgio erostato incapace
avevointuito.Unavoltatrattenutioscrittii contenuti di massima delleproprieintuiz
ioni,
essi possonopoiessere mentalmente, per poter
elaborati ancherazionalmente,
esserecompresieutilizzatiperrealizzarequalcosao peresserecondivisiconaltri.
All'iniziod estremamente difficilepotercondividere
i fruttidelleproprieintuizioni
perch6sono acausali, sihadifficolDaspiegarlio a giustificarliperchdpossonoesserc
prividi cause postenelpassatoe avere invececause-finalitipostenel futuro e si ca
pirannosolo
a posteriori,in seguito alla loro realizzazione inqualcosa
o trasformazione
di concreto.
Cid che hai appena lettorelativamentea come avereegestireintuizionidquellr
che io cerco di fare quandovoglio essere il piirintuitivopossibilema d solo una
mia
indicazione anch'iosonocomunquecondizionato Se la

perchd dalle mie credenze.


mia mente credessecheperessereintuitivodevonecessariamente tutti quei
rispettare
principi,potrebbeimpedirmidi avere intuizioniquandoevitodirispettarneancheuno
INTUIZIONI 9t

c
solo...Anchequellevannoconsideratepossibilitie sarebbe quindimeglio credere di
poterneaveresempree comunque. Tuo altri potresteavereintuizioni consapevoli
differenti principidiversima di una cosa
anchein condizioni o segiuendo sonocerto:le
intuizionisonoun dono che inqualchemodo ci sidevemeritaresviluppando
lapropriainnatacapaciDdi
essere felici,diAmare nella Cioia se stessi,
autonomamente chi si sceglie, la vita elaRealt) determinazione aqual
-unitaa una chiara adopporsi
siasi manifestazione forma.
delmale, in qualsiasi
In effetti tutti hanno continuamente intuizioni, anche sesono incapaci di accorg
erseneperchd
perlopiii sono una
sono intuizioniinconsapevoli, quelleche spinSono
personaafare e direcose,adandareo ad essere in certi postiin certimomentipreci.s
i,
ad essere attrattio respinti da certe persone,certe cose o certi luoghi. La tram
a della
Real6produceesperienze lepersone, chenepossono coin
conducendo quelle essere
volte,adesserloperlopir) intuizioni inconsapevoli.
attraver.so Quelloche si fa per
effettodiintuizioniinconsapevoli in finalitir postenelfuturo,prodotte
ha motrvazioni
dall'evoluzionedellaRealtiedalle credenze, dai desideri paureche
daipensieri, e dalle
ognunoha nella suamente,nelpresente.
Comecisi deve comportare si hanno intuizioni consapevoli a espe
quando riguardo
rienzedi vita quotidianaequalcunoci fa delle domande alriguardo?Vediamoun esempi
obanale:
sequalcuno perche che ti haappenapresentato,
ti chiedesse eviti la persona
perchdvuoi andartene daunpostodove sei appena arrivato,oppureperch6vuoi fare
qualcosadi"irrazionale", latuarispo
se d quelloche intuisci che d giustoche tu faccia
stapotrebbeesserepiiromenoquesta "ignoro il perchdma sento semplicemente che d

la cosagiustache deuo farepermeeddquellocheuoglio fare senzapormidomandee


tanto meno darmi o dare risposte". E evidente dsocialmente
chequesto inaccettabile,
tuttisi aspettano sempredi sentirsi daredelle motivazioni perognicosache si dica
o si
faccia.Chi vive di intuizionipud per questo averedifficolD nell'interagire onell
'avere
relazioniche richiedano I'approvazione degli altri, anche
razionale sealcuninepossono
rimanereaffascinati
se le intuizioni, anzichdappariresempliciscuse,sonoautentichee
producono,neltempo,risultati felici. Unapersonache agisce intuitivamentesarebbe
stataun tempo considerata oggiforse solo disubbidiente.
eretica,
92 IOSCELGOIOVOCLIOIOSONO
c
TRAMA DELI.A REALTA
oo
Ntr
0)E
#;
F([
O
50LO SENSORIALE
8rf$E
A*TTITTJVE
. $'1Unl
'PERA
wrIInrsilo
TRISTF
PRODUC
CAOS
SOulBIl
$5@NO
DIPENDENZA
Produceproblcnie lnpcdinenii
Perdae fif pcirdart Tempo
Froduce Coincidenzc gfororevoIi
VATUTTO'STORTO'
INTUIZIONI

DELLAREALTA
l
CREDENZE
CONSAPEVOLI
CREDENZE
l ,i'
IMONSAPTVOTI
::,i,r
PENSIERI
PAROLE
AZIOM
V
...t
Giving
(de)
'.>
IIVA
'
" $t$tf,[Tr{'
'.r
rr ' 0E rDEBr
:-ENtt6rAs'lto
. {REDE
AUTONESPONSABITITA'
i
'rEucgt'
'
PRCIDUCE
QRDINE
::' AtlA
I
OPPOITU].IITA'
:]i:. INDIF,dNbENZA

'
Rigolvcprobltnir inrpcdimcnti
:1.:r|,'r,' rispornioc fn drparmiorc tcrnpo
.],11"i'r producccoincidcnzcfqvorcvoli
IUTTO "FILA LISCIO'
i.:a,',..r;r':i
j:ir.'
9:l

6
Lepersonein turbolenzasonoquelleche mentono molto facilmente, anchesenza
accorgersene, allineate adesserespontaneamentesincere;
lepersone tendono invece
leprime producono aspettative, desideri, fra aspettative
leseconde ladifferenza e
desideriD enorme. Leprimevivono sperando chelaRealti cambi, le
passivamente
secondecontribuisconoin modo creativo aprodurrei cambiamenti nella Realti. Le
primereagiscono sostanzialmente e
alle crisi cheproducono da sole lamentandosi
negandocon vittimismo ogni propriaresponsabiliti,sonoin generetristi, razionali
e
produconocaos,le seconde reagisconoassumendosenelaresponsabiliD
econazioni
consapevolivolteaprodurrecambiamentiin loro stesse, sono spirituali, felici,epro
duconoordine.
Le primevivononellapaurae diffondendo paura,lapauraportaall'attaccoo
alla fuga fisiologica eall'immobilitirmentaleantievolutiva.Le seconde vivono
nell'entusiasmoche letteralmente significa in collegamento
"essere con Dio dentro
di te".
Per essere e mantenersi di avere intuizioniconsapevoli,
capaci ritengocomunque
importante,comehoaccennatoprima,essereallineaticonsestessie laRealtirper
riuscireadentrarein "comunione di intenti" con sestessielaRealD.Lasincerihdla
basedi partenzaperentrarein"comunionedi intenti" con sestessie tutta laRealti, l
a
condizionecheprecedeglistatimentalidibeatitudine,definitianchedi estasi, nirvana
o di illuminazione.Essere esinceri d una caratteristica e innata delautentici naturale
I'essere divenuta fin da
umano, perdoggi molto rara anche perchdsi viene educati,
piccoli,amentiree si vive in una societ) che deve i suoiequilibri al manteniment
o di
credenzebasateperlopir)subugie.Perallinearsisidovrebbeanche riuscire ad essere
conlapropriaattenzionementale nel presenterivolto al futuro.Normalmentel'attenzi
onedella
mente od distratta dacoseirreali o si muove rimbalzandotra credenze
derivatedalpropriopassato,spessoquelle "sofferte", eunfuturoincerto...
Avoltesipossonoavereintuizionianchesuaspettidella Realh chepossonoessere
moltocomplessiperpoteressereutllizzati conaltri, in questo possono
o condivisi caso
dover essere elaborati permoltotempo, anche

sulproprio "terreno" di conoscenza


anni o una vita intera (dipendedaquantosi d lenti), primadi poterlirappresentare
e
ro Scnr-corlvocto Oll ro souo
c
descriverein modo causale per poter essereaccettabilie condivisibili anche da cl
ri
credesoloincid che d osservabile, e dimostrabile.
ripetibile
Finoa un certo puntodella mia vitasono stato molto razionale, anche io come molt
i
altricredevosolo a cid che era osservabile, edimostrabile stato
ripetibile e che fosse
scritto,possibilmente, o su qualche scientifica
in libri di testo "ufficiali" pubblicazione
autorevole.Mi ricordo cheeromoltopresuntuoso,chetendevosemprea difendere le
mie credenze/verih di convincere fosserogiustee a rifiu
cercando glialtri di quanto
farequalunquecosafossediverso.Mivantavodi essere ateo.Vivevocomunquecon un
sensodi"incompiutezza".Ho quantosbagliassi che
capitosolo in segluito e soprattutto
I'intelligenza percredere credere,perchtiin
necessaria soloin cid a cui tuttipossono
qualchemodr-revidente,dimostratoecondivisodallecredenzedella maggioranza degli
altri,
verantente minima. Aderire a credenze diffusee accettatecollettivamente.
anchesefalseo limitanti(malosipudsaperesoloaposteriori,quandosid scopert<r
ed d stato accertatochelo erano) d il modo piurapidoe banale perottenereil conse
ns<r
deglialtri.Beneo male tutti, e in particolarechifapoliticao dirige i mass media,
primadi diffondere qualsiasi innanzituttoil consenso
notiziaconsiderano o I'audiencechepossonoricavareda
cid chediconoo fanno. Aderirealsensocomune,qualunquecosasi
dica, d la cosa piirfaciledafarsi.
Ignoravochecosa le intuizioni e il mio atteggiamento miportava.
fossero mentale
comunque,a rifiutare aprioridi credere in chiunquesostenesse
di averneo dichiarassequalsiasicosache,
anzich6 esserestatadimostrata,fosse"solo"fruttodi intuizioni,
di"fantasie"sueo di chicchessia. Oggi riesco acomprendere
chi rifiuta di accettare
cose che ho scritto o progettatograziea intuizioniperchdanch'io,un tempo,

avreiprobabilmentefattolo stesso.Il me stesso di un tempo avrebbe avuto difficol


ti
ad accettare il me stesso di oggi. Mi sono tuttavia ritrovato spessoa riflettere
sullentie
esperienzepassatenellequali,puressendo unrazionale, riuscito
allora ero comunque
aprenderedecisionisulla base dimieintuizioniche,anche ingiustise razionalmente
ficabili,si erano rivelate,neltempo,profondamente
giuste.Cosi come mi d accaduto
di ritrovarmi dicrisiprofonda,
avivereesperienze soffrendoanche molto, a seguitodi
INTUIZIONI

66
che erano forsestaterazionalmentegiustema contrarie a cib che inveceeroe
scelte
avevointuito.Nonostanteavessiavutoprezioseintuizioni-soprattuttoriguardoalla
naturadi certe persone-chemi avrebbero potuto permettere di evitare taliesperien
ze
(seavessievitatofin dall'inizio di avere relazioni o di collaborazione
diamicizia con
loro),avevopreferitoseguirela mia razionalitire cid mi eracostatocaro.Perquanto
abbiavissutoquelleesperienze oggiso che mi sono state comunque
in modo sofferto,
moltoutili, anche soloperavermipermessodi capire quantofossegrandeil valore
dellemie intuizioni. Ognicrisi, affettiva, economicao di salute,offreprezioseopp
ortunitirperaccorgiersi
checosa sidevecambiareeun cambiamento
e capire di se stessi
D tale quandoD,innanzitutto, un cambiamentodi pensieroe di credenze.
Anchequandoero un razionaleconvintoavevomolteintuizionie in alcuni casiero
statocomunquecapace Oggile intuizioni rappresentano
di seguirle. lamiafonteprimariadi
conoscenza di farequalsiasi rinunciandoaesse.Le
e sarei incapace scelta
informazionisensoriali dall'esterno
chemi arrivano hannoperme un valore molto
quandosi tratta in particolaredi giudizidi persone
relativo,bassissimo su altre per
sone.Cercoinoltre di evitare volontariamente
ogni tentativo dapartedi chiunquedi
ripetermiin continuazione lestessecoseo di convincermidi qualcosache,intuitiva
mente,percepiscocomeirrealistico,maevito di discutereconloroquandoil loro
approcciobunicamenterazionale.
Capitaspesso allaradio o alla televisione
di sentire notizie di criminalibrutalio
violentiassassini tali,erano da tutti persone
che,primadi rivelarsi considerati "normali"
che conducevano una vita normale.Siintervistanoparenti,amici o conoscenti
e tutti, immancabilmente, la normaliD di quelcriminale capacisottolineano senza

tarsidi come abbia potutofarecibche ha fatto. Una personapudanche vivete24 ore


su24 con un'altra efarloperannisenza acapire
riuscirerazionalmente oriconoscere
chisiaveramente,sebbenelaprimavoltachel'ha incontrata, primaancoradi osservarlao
parlarci,primaancorachelasuamenteabbiapotutoprodurreassociazioni,
emozioni potutoin unafrazionedi secondo intuirechiera, accee eiudizi,avrebbe
dendointuitivamentedirettamente Succede $iu
alla sua essenza. ancheil contrario,
dicarerazionalmentequalcunoin modo negiativo nonostantesia, in realti, una per
roscir,coIovoGLIoIosoNo
sonasplendida. sono sono solo, eventualmente
Maleintuizioni acausali, dimostrabili ,
aposteriori quando dmagaritroppotardiperagire di conseguenza... c
Siicostruttivo
felice allora, e fidati delletue Intuizioni! Mettersi in condizione di averne co
nsapevol
mente e avereil coraggio diseguirleconviene,sempre!
Fantasiae immaginazione
Leesperienze
che ognuno vive possono
esseredeterminanti,nelbeneo nel male,
specieda bambini, mad soprattutto dall'usopersonaleche oginuno ha fatto e fa
dellapropriaimmaginazionecostrut
tivo/ottimistico,arido o distruttivo/pessi
mistico-chepossonodipenderegran
partedellepropriecredenzelveritd
e conseguentemente
lepropriescelte ed esperienzedi

vita. Qualsiasicosavengapensata
facendo un uso vividodellapropria
immaginazionepud essereimmediatamentememorizzatastabilmenteanche
nellapropriamemoria consapevole
epuir
rinnovarecon maggiore facilih e velocit;r
anche le propriecredenze.Le culturc
modernesembrachefaccianomoltopoco
affinch6lagentepossasviluppareun'immaginazione
ecostrut
vivida, ottimistica
tiva. La stessa impostazionedellaeducazionescolasticasembraesserepoco
propensaa
stimolare I'immaginazione
dci
INTUIZIONI 97

o@
scolari.Ci sono tecniche conosciute -basatesuldi memorizzazione da secoli
Siovani
-a
qualsiasiadolescente studi e superare scolasticicon estrema faciliti
I'uso vivido e costruttivodellapropriaimmaginazionechepotrebberopermettere
di affrontare esami
VERITA
TRA IN CUI DEVI
DI
<v ?t;
i$"
1.
G $.o
*
e
98 IO SCELGO IO VOCLIO TO SONO
e anche di migliorare notevolmente conlasuavita immaginativa
il rapporto equindi
con la Realtb elasuavitavissuta.Ma nessun sistemasocialechefondii suoi equilibri
perlopiirsull'esercizio sidmai rivelato alla diffu
delcontrollo delle masse favorevole
sione di tali tecniche, tanto meno alla loro introduzione alivello scolastico.
I mezzi di comunicazione di massa di cattive
riportanounaquantitiesasperata
notizie,di fatti di cui dover averepauraepropongono.trainformazionipubblicitarie
esplicite,subliminali da notizie, storie basate su modelli como mascherate perlopiir
portamentaliconflittuali che vengono come"innestati"nellementi deboli che diveng
ono,
a lorovolta, dipendenti eattrattedaquelgeneredi informazioni, conducendo
cosi a un circolo vizioso a cui solo fonti di informazionie di storiefelicie ott
imistiche
potrebberoporrefine.La televisione, oggi[aprimae a volte unica fonte
in particolare,
di informazioni perlastragrande dellapopolazione, informa

ma$gioranza produce
zionivisivee uditive glisforziimmaginativi Se i modelli
che riducono degli spettatori.
della RealD propostisonomolto spesso basatisustorie brutte edellequaliaverepaura
,
senzaun'immaginazione diviene riuscireacrearsi
felicee ottimistica molto difficile
unapropriaRealti mentale vissuta, daquellacheviene
e conseguentemente diversa
propostadall'esterno. come comele stoAltrefonti solo visive, i libri, o solo auditive,
rie raccontate o laradio,possono stimolare ma se si tratta
invece I'immaginazione
ancoradi cattive notizie o fattidi cui avere paura,d forse meglio continuare a e
vitare
diusarelapropriaimmaginazione, inqueicasi.,. conuna mente
anche Aunapersona
pienadi dubbi, dipaure,di modelli conflittualie ormai incapace
di un'immaginazione
sipubfar credere qualsiasi
vividaefelice facilmente cosa.Ma i propri pensieri ed emozioni,
Iepropriecredenze, veriti,come
tuttoquelloche la mente arriva a considerare
abbiamovistoevedremomeglio in seguito, fortemente,
condizionano oltrechelepropriesceltecome alleprossime politicheecomespendere
chivotare elezioni soldi
anchetutte le esperienze viveevivr)nel suo futuro.
che una persona
Le notizie tristi attraggono lepersonetristi,quellechesipreoccupano,
quellele
cui menti cercano causecon cui giustificarela loro lrislezzaeallequalinotizie di
personeche
compiono belle azioni, chevivonobelleesperienze possono,
di successo per
questo,solo infastidire. Il fatto che Iecattive notizie faccianoascolto.abbianom
agINTUIZIONI

6
gioreaudiencedi quellebuone dimostra
indirettamentequantagentetristec'bin
circolazione.Oltreai neuroni e alle connessionisinaptichechevengonopercorse
erinforzatea ogni pensiero,anche la biochimica
del cervello e del corpo di chi
vive con i pensieririvoltia cid cheteme e
di cui hapauradmoltodiversadaquella
di chi viveconi pensieririvoltia cid che
desiderae di cui d entusiasta.
E facile che
si crei uncircoloviziososiaperchdi pro
pri percorsi mentaliassociativipessimistipossonodivenirequellisemprepiir privile
giatiespontaneisiaperchdil
cervello e il corpo stessopossonosviluppareformedi
assuefazione alla biochimica Eppuresonoin tanti a essere
e di dipendenza dellapaura.
felici,nonostantetutto,e ad esserecon le loro menti in circoli virtuosi con il p
roprio
cervelloe corpo fantasticamente allabiochimica
assuefatti dellaGioiae dell'Entusiasmo.
Probabilmente di potertornare la televisione
stanno aspettando a giuardare
anche loro, senza doversisottoporrea dosi massicce di biochimica dellalristezza,
del
vittimismoe della paura.
II fatto che ognuno possapotenzialmente qualunque -anchele
immaginare cosa
esperienzepii felicied emozionanti che abbia maivissuto autonomamente
-eindipendentemente
cosagli venga detta riguardo la
daquelloche vive e da qualunque
Realti intorno a lui, b grandioso,fenomenale, epotente
straordinario perglieffettiche
hadentroe fuori di s6. D un vero peccatochequasinessunolo faccia costruttivament
e,
ma la cosatristed che molti, anche quando a esperienze
pensano chele loro menti
ritengonobellee piacevoli, perlopiiesperienze privedi
immagiinano comunque
autenticaGioiaperchd dapaureirrisolte,opportuniste,
dettate o che vanno a danno di
qualcunaltro.
Chi d triste dentro produce pensieri tristi,immaginaesperienze

tristiche lo conduconoavivere
esperienze altritristi.E nella propriamente che sideve cambiare,
100 IOSCELGOIO VOGLIO IO SONO
o
mentid difficile anche cheipropri desideri, eimmaginazioni.
soloaccorgersi pensieri
anchequellichesembranofelici,sonocomunquetristi. Alla fine dard indicazioni prc
cisesu come poterportarelapropriamente, anche se si d incapacidi accorgersi dell
a
naturadeipropri pensieri attuali,a produrrepensierifelici. Chiunque siavivo e il
)
gradodi pensarepud,indipendentemente lapropria
datuttoe da tutti, risvegliare
immaginazione felicemente soloaffermasopitae utilizzarla perprodurre,dapprima
poianche e cred,enze
zionicostruttivee ottimistiche, pensieri felicipercondurrela sua
mentea essere, finalmente, fontedi Gioia e di esperienze
la formidabile felici che
avrebbepotutoesserefin da quandosierapiccoli.
Vedremoche fado D estremamente facile.
INTUIZIONI l0l

6
Modelli mentali
I concettodi Modello mentale(diseguitoModello)d stato postulatonel 1983 da
Johnson-Laird:"Unacopia mentale interna che possiedela stessa struttura di rappo
rtidel
fenomeno cherappresenta". Laird, la mente costruisce
Secondo Nlodelli
chepossonorappresentare di eventi
il mondofisico,i concetti astrattio le sequenze
perspiegarsiglieventi, leesperienze le situazioni
percomprendere epe(fronteggiare
nuove.Perch6unModellosia utile, tuttavia, d ininfluentecheforniscalaspiegazione
completadi un fenomeno esattamente Lasua
che corrisponda acidche rappresenta.
funzionalitdrisiede dellaRealt)che
nelfattocheogni modello d una semplificazione
vuole rappresentare. I Modelli sonocostruiti sulla base diinformazioniapprossima
tive
e incomplete, equestofattopubdeterminarneil fallimento. Seabbiamoun Modello
sbagliato,riferitoperesempio di un oggetto,
al funzionamento si commetteranno
moltoprobabilmenteerrori nell'utilizzarlo. "La potenza deimodelli mcrttali dchep
ermettonodi
indouinarecosapuosuccederein situazioninuoue e insolite./...Jse il
modellodsbaglioto, sbagli anche ft-r" (Norman,1997).
Lutllizzodi Modelli dettagliatiimplicherebbe digranpartedelle risorse
I'impepino
edellecapacithdiprocessodella mente: sei modellisonotroppocomplessi,siavrebbe
un sovraccaricochepotrebbeportaresia a conclusioni sbagliatesiasoprattuttoad
allungarei tempi necessari equesto perderelaloroutilit2r.Su
per produrle farebbe
questa hopersonalmente alcune interpretazioni
base introdotto nuove rispettoalconcetto
di Modello mentale definitodaLaird,vediamole.
Partendodalpresupposto tutte le informazioni,
che la menteumana memorizza
realio immagiinarie quellepresentinella memoria consapevole
con cui si confronta,
sono in generedi facilerecuperoperil loroprontoe immediato utllizzo ma la loro
quantit)Eestremamente alla vastih delleinformazioni nella
limitata rispetto presenti
propriamemoriainconsapevole, possono troppo
perlequalii tempidi recupero essere

103

6
Lrnghiperun loro immediato utilizzo. Capita spessoche una personacerchi di ricor
larequalcosasenza
riuscirci ma che,dopoqualcheora o anche giorni, appena d stata
'itrovatanellasuamemoriainconsapevole,riaffiora nella sua menteconsapevole.I
t'lodellisonoil rimedio alla maggiore difficolh di recupero di tali informazioni
. Si
ratta di "estrattisintetici"-a cui la mente attribuisce carattere di verith -di
grandi
luantiti di informazioni inconsapevoli. Alla mente servonoper produrre comportan
enti
automatici che siano immediati, importantissimiin situazioni complesse di
rericolocomequellein cui la soprawivenza pudesserea rischio.
La mente umana inizia a produrreModellifin da quandoiniziaa interagire con
nformazioni dall'ambiente, fin da primadellanascita. Sono derivati dalle sole as
so:
iazionimentali(comepiacere,dolore,pericolo,opportunitdecc.) tra possibilisogIetti mentaliriconoscibiliperviaassociativa(io,donna,uomo, amico, amica, estrare
o,
cane, gatto,belvaferoce, extraterrestre ecc.) e, poichddefinisconoperlopiircomro
rtamentiriferiti
a feneralizzazioni,sonoindipendenti da "chi" sonorealmentei
;oggettistessi,ma dipendono solo da che cosa sembranoessere.Se una personati
rppare e/o si comporta con te in un certo modo che corrisponde ad associazionipr
e;
enti in un tuo Modello,nederiverannotuoi giudizie rapide reazioni impulsive, aut
onatiche. lazione di Modelli si manifestain generenellafocalizzazionedellapropria
rttenzione su pochidettagli dello scenario che si sta vivendo e in reazioni "imp
ulsive"
r cui seguono azioni "automatiche".Qualsiasicomportamentodettato da un proprio
vkrdellohaperla mente carattere di verih (ritieneche sia giusto) perchd d prodot
to
la un modello che per la mente ha gihcarattere di veritd, indipendentementedalla
;ituazioneche si sta vivendo ma soprattutto da chi d quellacosa o personae da ch
e
pudvolere da te. Poich6 al fine della soprawivenzala reazione deve essere innanz
i
-'osa
.utto rapida, anzich6. cercaredi capire se, peresempio,lapersona,la cosa, la bel
va ecc.
-'oncui si sta interapiendod buona o cattiva, la qualcosarichiederebbetempo,la
lente pieneralizzae produceimmediatereazioni sulla base delle sue generalizzazio
ni.
I I prcrcessopercezione-associazioni(nellamemoria)-emozione-pensieri-giudizio-re
a:
irne viene abbreviato nel molto piir rapidoprocesso percezione-associazione (nei
tu t rle I I i men t ali )-reazione.

lo4 IOSCELGOIO VOGLIO IO SONO


6
I Modelli servono in modo rapido ed efficiente
alla mente per poter piiudicare la
RealD in relazione innanzitutto alla soprawivenza. in particolare
Sono utilissimi se
si affrontano situazionidi vero pericoloperlapropriaincolumiDfisica.Permettonodi
riconoscerein modo estremamente opportunih o
rapido, seppur approssimato,
minaccemaanche,equestod un aspetto molto delicato, di filtrare, di scartare apri
ori
dallapercezionesensorialetutto cib che la mente d incapace di giudicare(ossiadi
capirese d un'opportunit) o una minaccia) perchdin memoria mancanoinformazioni
grazieallequali poterlo sapereprimache sia troppo tardi.
Un bambino che da piccolo,laprimavolta che ha interagito con il fuoco (magari
quellodella candelina della torta del suo primocompleanno), e ha sof
si d scottato
ferto, ha nella sua memoria e nei suoi Modelli generalizzatoe associato il conce
tto di
fuocoalpericolo.Il giornoche dovesse, trovarsi coinvolto in un incendio
in seguito,
saprdreagire fuggendo, senzaperderetempoa cercare di capiresequelfuocod"cattivo"
.
Ma i propriModellipossonocreareglrandiprobleminella normale vitaquotidianaperchd
il
caratteredi Veritd che lamente attribuisce loro d derivato dageneralizzazioniarb
itrariee
soggettive epubfacilmenteportareunapersonaa farsi idee sbagliatee
ad avere comportamenti considerandoli del
sbagliati, perdgiusti.Se invece
fuoco, la cuigeneralizzazione utile alla soprawivenza, per
pubessere ci si riferisce
esempioapersone, il comportamento, di
gli atteggiamenti, il modo di fareeparlare
unapersonabuonae pienadi amore con cui ci si d confrontati dapiccoli possono
essereentrati a far partedipropriModellie se da grandici si trova a interagireco
n una
personacattiva,privadiamore il
e opportunista macapacedi avere gli atteggiamenti,
comportamento, chenelproprioModellod associato
il modo difareeparlare all'essere
buoni e amorevoli, moltoprobabilmente dolorose; vale

sivivranno esperienze lo stesso


anche al contrario. Legeneralizzazioni
deipropriModelli,quandosono riferite a personema
anche ad esperienze possonoportarea vivere esperienze
di vita in genere,
completamente
diversedaquelloche ci si pudaspettare.
I Modelli mentali derivano unicamente di proprieepersonali
dageneralizzazioni
esperienze sonoestremamente e approssimativi.
passate,per questo soggettivi Tanto
utili insituazionidi reale pericolo quanto poco obiettivieingenerecontroproducen
ti
MODELLI MENTALI r05

6
,@ Propri
MODELLI
, della Realti
I Creazione. '!l
:
t
t
dell'inmaging
,tirffi Realt*
t
Y
perch6ho informazioni
associarloe posso giudicarlo. Rifiutoa prioritutto il resto
perch6sarei incapace digiudicarlo.
che appartiene allemiecredenze a cui
quandoperesempio lapercezione di cid che un'altra perimpediscono e la conoscenza
sonapudessererealmente.Una volta prodottoun giudiziosu una persona,sequesto
d derivato da un proprioModello diviene e automaticamente
inconsapevolmente una
propriaveriD. Ci si impedisce cosi di poterconoscerequella persona perch6si vedr
) e
si accetter) di lei solo cid che conferma il propriogiudizio.I Modelli servonoso
lo a
potersoprawivereefficientementein ambienti ostili ma costituiscono un grande
limitealpoterviverefelicemente, seI'ambientedmolto meno ostile di
soprattutto
quanto possa esserestatoin passato,nelcorso di tutta lastoria evolutiva dell'uom
o.
Mase ci si accorge deilimiti cherappresentano vitaquotidiana
nella normale attuale
106 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
CI
e si riescea rinnovarli consapevolmente, al presente piir
agipiiornandoli (vedremo
avanticomefare)possonodivenireun preziosostrumentopervivere felicemente. E
infattisoprattutto dipendono lepro-

daipropriModelliche i propricomportamenti,
prieemozioni,giudizi,egranpartedeipropri pensieri.
Se hai sempre crcduto che D quelloche succede nella Realti, ll fuori,
cheti pubrendere felice o triste, inizia a considemre lapossibilitiche,
invece, il fatto che tu siafeliceotriste dipende soprattutto da quelloche c'D
dentro di te,nellatuamenteeneituoiModelli mentali.
IJoriginedi ogni infeliciti Din paureinopportunee
falsecredenze limitanti enkate a far partedi propri Modelli mentali.
Vediamoun esempio di un Modello nellavitaquotidiana.
diapplicazione mentale Due
donnee la primavoltache daragazzine andate Laprimaincon
sono inuna discoteca.
tra I'uomo e I'amore dellasua vita e laseconda pesantemente
vieneinvece molestata
da alcuni bruti. La prima pud averprodottoI'associazione "discoteca"<+
mentale:
"opportunitifeliced'amore",la seconda:"discoteca"<+ "grave pericolo!". Se
entrambe,dopo averla vissuta,hanno ripensato spessoaquellaesperienza,
laprimaal
modo in cui d iniziatoil suo grandeamore,la seconda a come si d spaventata
ohasofferto,
le loro associazioni carattere a far
mentalihanno assunto di verit) entrando
partedeiloro Modelli. Oltreprobabilmente la primae ad
ad amare le discoteche
odiarle la seconda,il giornoche entrambe avere
dovessero una figlia che ha raggiunto
I'et)per poter andarein discoteca, e spontanealaprimasi trover), naturalmente
mente,aincentivaresuafigliaad andarci mentre la seconda in
reagir) istintivamente,
predaallapaura,proibendoglielo. leproEntrambele due donne condizionerebbero
priefiglie ad aderire alle loro verih e ai loro modelli anchese entrambi sonorif
eritia
situazioniestreme MaquestoDquelloche tutti i genitoritendono
pocorealistiche.
sempre,seppure afareconi loro figli: trasformarliin "fotocopie"
inconsapevolmente,
MODELLI MENTALI

6
di loro stessi. Questoawienequandovoglionotrasferireloroleproprieveritire i prop
ri
Modelli.Moltiadolescenti di profonda di
vivono con un senso insoddisfazione,
inquietudine
unita a un desideriodiribellionecheavolte si esprimeinmodogeneralizzatoeinopport
unocontroi
proprigenitorima anche controglialtri,lasociet)ose
stessi,soloperch6la loro mentevivein modo conflittuale il confronto fra i propri
Modelliprodottiaseguitodi loroesperienze, equelliche sono statiloro
nelpresente
proposti/imposti di questiultimi, nel passato.
daigenitoriderivati dalle esperienze I
nrodellimentalisonogeneratie riferiti allepropriecredenzederivatedalleproprie
esperienze
eperquestodevonoaverecaratteredi individualit), sono e devono essere
personalie soggettivi, qualsiasitentativodi generalizzazione
chepudderivareanche
daun'ideadi uguaglianzache(comevedremo)d profondamente
contronaturapub
produrretormentoeinfeliciD,ma anche giravemente.
de$enerare
Fittri sensoriali
Un aspettoestremamentedelicato dei Modellimentali d I'effetto che hanno sullaper
cezionesensoriale
della Realth. Fanno da filtro, eliminando da essa o ponendoin
secondopianotutti gli elementie i dettaglichemancano di associazioni a cib che s
i
conosceedb giudicabile.
Unapersonachecredeche la vita sia triste e grigiaavr), per effetto dei suoi filt
ri
sensorialiderivatidai suoi Modelli,la propriaattenzionefocalizzata su cid che de
lla
Real$ d triste e grigio.Unapersonache crede che la vita sia felice e colorata av
rd, grazie
ai suoi filtri sensoriali,la propriaattenzionefocalizzatasu cib che della Realh
d
felicee colorato.
Le informazioni che ognuno di noi riceve continuamente dall'ambientesono tantiss
ime,
troppeperpoteresseretutte interpretate e giudicateefficientemente,allorala
mente-a eccezionedi quelladei bambini, assetatadi tutto cid ched nuovo elimina
a priori cid chesarebbecomunqueincapace di giudicareper la mancanza di proprie

associazioni.
r08 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
6
RICOSTRUZIOI{EDELL'I]UMAGINEVISIVA
(Valorizzazionedeglielementicorrispondenti e Modellimentali
allepropriecredenze e
attenuazionedi tutto cio che d nuovo o diverso da essi)
La stessa immagine di una casa in uendita pudessereuista in modo molto diuerso d
a chi
ha credenze e Modelli mentali infelici risnetto a chi ha credenze e Modelli ment
ali felici.
MODELLIMENTALI

c
"a*"o*,oar?
$"rr,.'*o
RICOSTRUZIONEDELL'IMMAGINEVISIVA
In un conlesto con pii persone sconosciutetra lequaliuipossonoessere,indipendent
emente
dallaloro opparenza, persone"buone"(rappresentatecon angioletti allespalle)epers
one
"cattiue"(rappresentatecon mostri alle spalle) risultanoeuidenti(esipuoessereatt
ratti)
daquellechehannocaratteristiche corrispondenti alle propriecredenzeeModelli ment
ali,
felici o infelici chesiano.
110 IO SCELGO IOVOCLIOIO SONO
6
Se si vuole iniziare a vivere in modo piir felice la propriavita, bisogna inizia
reanche ;r
vederetutto cid che di felice esistegi) nellaRealh. La primacosa su cui si dovre
hbc
riusciread intervenire sonoipropri Modellimentali. Cambiando lepropriecredenzt,
anchei propriModellipossonocambiaree allora cambiaanche il modo in cLril'ienel'r
er
cepitoil mondoperch6lapropriapercezionesensorialeviene filtrata eriorientatain f
unzione
delle propriecredenze.Chi d incapace di produrrecredenzee Modelli felici t anchc
incapacedi accorgersidi tutte le opportuniD felici chela Real6 Blioffre e contin
uer;r a
vivere nel suomondogrigioe triste, vedendosoloquellochedgrigioe triste in esso.
MODELLIMENTAL] llt

6
PENSAE GIUDICA
ORATAE FELICEN'
tt2 IO SCELGO IO VOCLIO IOSONO
6
Modellomentalee neonato
s
Ognunoha nella propriamentei propriModellimentali.Poich6dalla nascita laproprias
oprawivenza
da chi ci sta intorno, il Modello alle
dipendeunicamente relativo
relazioniaffettived molto probabilmente lo chiamiamo
il primochevieneprodotto:
"ModelloMentaleNeonato".E basato sulseguenteprocessomentaleinconscioelementare.
MODELLO MENTALE NEONATO
how un "DISAGIO".
io "BISOGNO"di ponti rimedio, mo ignom che rcsa forc + 'IIIPOTENZA",
so solopiangerc,ollotu + 'PIANGO'
'QUALCLJNO"si occorge di me, mi riwlge Ia suo'AITENZIONE", arriaa
dalf*ESTERNO"
e"RISOLVE"il m io'DISAGIO'7'BISOGNO".
Questotipo di relazione lo chiomerd 'A!!(nE'.
MODELLIMENTALI

6
Leassociazionimentaliinconsceche ne derivano sono:
se+ "DISAGIO" <+"BISOGNO"<+"IMPOTENZA"
allora=+'PIANGERE'
ss+ "QUALCUNO"<+"ESTERNO" <+ "AITENZIONE' <+"SOLUZIONE"
se=t "STOBENE"
allora+ "AI[ORE'
Il processomentalepudesserecosiriassunto.
Sequolcunodall'esterno mi rtwQe lo suoattenzione, mi capisce e mi fa stare
benequondoho un disogio, vuol dire cfteMI AMA.
Ma anche: Qualannoall'esterno mi ama SOLO SEmi riaolge la sua attenzione,
copisce e risolaeogni mio disogio, facendomi store bene.
Nederivanoanchelepossibiliassociazioni.
c Stobme solo se mi sento Amato.
.
Stobme solo se gualc-unooll'esterno di ne mi riwlge Ia sua attenzione.
.
Stobene solo semi sento Anoto dagualcunoall'esterno di me.
. La soluzione o qualsiosimio disogio i all'esterno di me.
r Se sfo male sono impotmte, possosolopiangere(lamentormi efare lo uit
timo...)
Un neonato puo provare di disagio permille motivi a lui ignoti quali
una sensazione
caldo/freddo,fame/sete,cacca/pipi, distruttiva oqualcosa
interazione conqualcuno diverso
da s , malessere fisico.Il fattochequalcunoesfernoa lui possacapire qualesia l'ori
gine
del suo disagioeriuscire indipendentemente per
aporvirimedio daluidfondamentale
la sua soprawivenza, di un
perquestonellasua mente si attiva subito ladefinizione
Modello.Luisasolo,perlopiiinconsapevolmente, mangiare, sentire,

dormire, ascoltare,
vedere,farecaccaepipi,ridere,piangereo essere Ma se piangendoriescea
indifferente.
richiamarel'uftenzionedi qualcunoesternochepudrappresentare
la soluzione al suo
disagioe se b questoquelloche accade quandopiange,quel qualcuno all'esternoriesc
ea
farlostare bene, deduce allora:"quelqualcuno di me'mi Ama"'.
all'esterno
ll4 IOSCELGOIOVOCLIOIO SONO
o
La mente di un neonatod incapacedi attribuire nomi e significati a oggetti, sogg
etti o
personema cib d ininfluente, la suamente memorizza solo le associazionitra gli s
timoli
percepitisensorialmentea cui potri associarenomi e significati in seguito.
VanotatocheIepercezionirelativealla serrsazione di disogio vengono facilmenteass
ociate,
dasubito,aquellerelativeallesensazionidibisogno e di impotenza.Uazione piangered
.
Iapossibilesohrzione, I'unica di cui si d capaci, da utilizzarsi quandoallora ci
si
sente impotenfi, incapaciautonomamentedi capire qualesiaI'origine del disagioe d
i
porviautonomamenterinredio(questa e anche quellacheporta,quando
associazione
invecesi ritiene di aver capito qualesiaI'originedi un propriodisagio,a sentirsi
onnipotenti).
Asentirsi impotenti siassociapiangere.Sepiangere produceunasoluzione(perchdinduc
equalcunoa
trovarla),plcngered allorala soluzione e se la soluzione proviene
dall'esterno di sd nederiva chele sofuzioni ai prcpri disagi sono all'esterno di
s6.
Il concetto astratto di Amore vienequindi associato,direttamenteo indirettamente
,
ai concetti di bisogno, impotenza, piangere, aftenzione esterno, soluzione
esterno.
Il Modello Neonato pu<)averemoltevarianti,tanti vi hanno applicato solo piccole
modifichee continuano autilizzarlo -in modo"devastante"per loro stessi e chi ha
a
chefarecon loro-anche da adulti. Ecco un esempio delle associazionichela loro
nrentepotrebbeutilizzare: se quandoero neonato provavoun senso di impotenza ogni
volta che vivevoun disagio senza sapere di che cosa avevo bisogno, ora che son<l
adulto,quandoprovoun disagio e ritengo di sapere di che cosa ho bisogno, allora
provoun sensodi onnipoteraa, da cui derivail senso di esserenel fiusto nelpreten
dere

qualunquecosa, magari in nome dell"'amore",daqualcuno.Se ho un disagio,


piango (omanifestoil mio dolore in vari modi), ma se sodi che cosa ho bisogno (o
nnipotenza),
qualcunoche mi ama DEVE assolutamentesoddisfarell mio disagio,il mio
bisogno; se lo fa,allora, /o amo anchero, altrimenti significa che rifiutq di am
ormi,
e che allora d caftiuo e bugiordo, io sono una uiftima eposso,devoiniziarea disp
rez
zarlo e odiarloe ad agire di consegiuenza.
MODELLIMENTALI ll5

c
IEDERE IL IESTITIIIO CFE OH COIIE SONODISPERATA.
FATTO ALLA llAIABAASOLA! gAROINCAPACE DI /{VER,E EIDUCA
rN QUALSIA$ UOI O
J
J
I
I
(
l, I)
I\II
E evidente cheil Mode[[o Neonato dperfettosoloperun neonato, incapace diavere
una qualsiasiideasu che cosa sianolui e la Realti che lo circonda.Quandoviveuna
sensazione dincapace nella sua mente vi sono
di disagio, anche solo di capire il perch6,
informazionisufficientiper produrre reazioniautomatiche,comepianpiere,ma insuffi
cientiper
poter produrre giudizi.E inoltre incapace di prenderefisicamenteiniziative
ed e soprattutto inconsapevole di che cosa sia lui stesso,il suo corpo e come
usarlo.Molti credono di poter6iiustificare di amare perchdritengono
la loro incapacitir
chela loro infanziasiastataprivadi amore, questosoloperchtiignorano che cosa sia
realmenteI'amore.Se sono vivi e adulti significa che comunque qualcunosi e preso
cura di loro -senzariceverepressochdnulla in cambio(...)-altrimenti sarebbero
morti. Questod cid che caratterizzallvero Amore, gioirenel dareper dare,senza
ll6 IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
o
aspettarsinulla in cambio. Quandoqualcunoriesce a fare qualcosa per qualcun altr
o
incapacedi "ricambiareil favore",significa che lo Ama. Chiunque sia arrivato all
'et)
adulta c'd riuscito,necessariamente,girazieal fatto che qualcuno, quando era app
ena
nato, si d presocura di lui e lo ha quindiAmato, indipendentemente
dacio che Ia sua
mente creda che sia l'amore.
Modello mentale Neonato in adulti
Il Modello Neonato d o D stato presentenellamente di chiunque sia divenuto adult
o.Ma
sequel primo modello, anzich6, essere adeEiuato

slato rinnovato neltempoperessere al


presenteed essere utile anche a produrreesperienzefelici nel presentedi un adole
scente
o un adulto, d rimastopressochdinvariato,allora anche unapersonaadultamolto
intelligentepudaverecomportamentiassurdie inaccettabili.Questovaleperogniproprio
Modello:
deve essereagigiornatoin continuazione, arricchitodi nuove informazioni
e associazioni, rinnovatoe adegiuato dinamicamenteal presentegrazieai cambiament
i
del corpo con I'eti,ai cambiamenti della Realtdin cui si vive, alle condizioni i
n cui si vive
eSraziea tutte le nuove esperienze,reali o immagiinarie che direttamente o indir
ettanrente
oglnuno vive.
Il cen'ello haunagrandissima plasticita e la mente pud,grazieproprioa questa pla
sticitir,
produrrecontinuamentenuove associazioni e nuove credenze ma pochissimi
sfruttanoquesta possibilitd e si riducono autilizzare sempre solole associazioni
che
hannoutilizzatopirlspesso,quelleche sono divenuteloropiir"familiari".
A mano a mano cheil corpoe la Realtd intorno cambiano, anche i propriModelli
devono essere rinnovati, ma il fatto che ogni volta che uno stesso Modelloviene
utllizzato
consolida il suo carattere di Verit2r fa si che possarimanere soslanzialmente lo
stesso
pertutto il resto della propriavita.Questodil rrotivo peril qualelastragrandemag
gioranza
della gentecontinua ad applicare il Modello Neonato e altri modelli infantili pr
odotti
nell'adolescenza, nonostantesia adulh. Pressochti tutti desiderano amareed esser
e
amati felicemente ma quasinessunoriescea vivere relazioni di Amore autentico,
MODELLI MENTALI tt7

o
ll8 IO SCELCO IO VOCLIO IOSONO
o
costruttivo,evolutivo, longevo nella Gioia e nell'Armonia (lacoppia Illuminata),
soprattutto
perchdnelleloro menti c<-rntinuanoadessercapplicati Modelli riferiti alpassatoe
credenze/verit)contrarieall'amore.
PoichdqueiModellie veriti prevedonoin genereche sia l'Amore sia le soluzioni ail
oro
disagipossanoe debbanoproveniredall'esterno,le personeche hanno tali Modelli
continuanoad aspettare, a giudicaree sperare, accusandoI'esternoseignora Ie loro
richiestee aspettative senzaaccorgersiche il vero problemad solo nelle loro ment
i.
Il Modello Neonato, comequalsiasialtroModello,pudtuttavia essere facilmente
cambiatoe attualizzatoal presentesemplicementeproducendo,da soli, nuove associaz
ionimentali,
applicandoil metodo descrittoallafinedel libro, basatosull'usoconsapevoledell'im
maginazionee
della ripetizione.
Maa molti il Modello Neonatopiacecositanto che voglionoassolutamentetenerselo,
continuanoad applicarlo ogniqualvoltane hanno I'occasione.Permetteloro di scari
care su altri la responsabilitd dellapropriafeliciti e di sentirsi autorizzatial
amentarsi
e fare la vittima senzaalcun senso di colpa, credendooltretuttodi essere nella r
afione.
E troppo bello,troppocomodoperrinunciarvilMaquelModellod invece"devastante"
siaperlorosiaperchiunqueabbia a che fare con loro. Vi sono molti aspetti del com
portamentochecaratterizzanochi
d affezionatoa quelModello,tra i quali:
richiamareI'attenzionedell'altro/deglialtri sulla propriaeventualeinfelicita/sof
fe
'
renza,mostrandosisemprecomevittime;
' farein modo di soffrire edessereinfelicepermettereallaproval'amoredell'altro
giudicandonele reazioni per poterlo confernrare;
o
aspettarsichesia sempre I'altroa dover scoprire e capire la causadellaloro infel
iciti/
sofferenza(tu sei incapace di capirmi...);
' difenderee considerare le proprieragionio ar6iomentazioniveritdassolutee
incontrovertibili:

' crederechequalsiasirimedioallaloroeventualeinfelicitVsofferenzadebbaepossa
veniresempree soltanto dall'altro(esterno).
MODELLIMENTALI rr9

c
Quest'ultimoaspetto quelloche ha portato gli uominim<-rderni
danche aprodurreuna
societidi tipo economico-consumistico Il fatto che la maggioranza peresasperato. delle
sonecreda a ogni loro eventuale oproblemaclivita
chele soluzioni disagioesistenziale
debbanoprovenire dall'esterno permetteachiunqueabbia
sempre e mai da loro stessi
qualsiasicosada vendere loro- prodotti, beni,terapieoservizi-ditrarneprofittiven
endooltretuttoriconosciutiinconsciamente
Moltepersonespendonoi
come"amorevoli".
proprisoldi in realD percercaredi sentirsi amate,sonoquellepercui i soldi sono s
empreinsufficienti,
perchd unconcetto
semplicemente seguono di amore ched irreale. Per
molti,inoltre,amaresignificasolosentirsiamatigrazieaunaforza,un,,istintoprimordi
ale"
che dovrebbe poftareI'altroaprendersicura di loro, capirli,conoscerlieaccettarli
,
qualsiasicosasiano,qualsiasicosadicanoo facciano. Maquesto pud
comportamento
esseregiustoe opportuno soloperun neonato che ha a che fare conla sua mamma...
La madre ama il figlio sopra guidatadaun"istintoamorevoleinna
ogni cosa perchrS
to",cercasoprattuttodi capirlo, dipercepireogni suo disagio eporvirimedio.Il neo
natopuoancheevitaredidoversi"
meritare"I'amoredellamamma,damatoinquantotale,
in quantoessereassolutamente indifeso, di intendere e di
innocente, perlopiiiincapace
volere,digiudicaree agire. Maun neonato d un neonato, unadultod un adulto,sonodu
e
Realtdcompletamente Un adulto chesi aspetta diessereamaroln
diverse. opretende
quantotale,apriori,senza
saperselomeritare,senzafare nulla permeritarselo0 un disadattato.
Questo proprioperchd
permoltid inaccettabile contrarioa cid cheil Modello
Neonatoprevedeesiaspettadall'amore:Amoredquandoricevoattenzionisenzafare
nulla,oltrechepiangere,permeritarlo...Dcertamente di

moltocomodopretendere
essereamatiper quello che si d,per quello che si "hadentro",esserecapitiepretend
ere
che I'altro rispondaprontamenteponendorimedioa ogni propriodisagio.
Machecos'i
cheognunohadentrodis6?Qualisonoi motivi percuisi dovrebbe amareunapersonapiuttos
toche un'altra ?Egiiusto chesia"l'altro" in virtirdiun
pretendere ascoprirli"istintoinnato",comefacevalasua mamma o chi si dpresocuradi
lui quandod natoi,
Perunapersonain gradodipensare,diparlare, di volere, e di
di scegliere, dimuoversi
agiire,delegare cidche innanzi fare lui con se stessod un "lusso"e una
all'altro tutto deve
pretesainaccettabile.Cisonopersoneche si aspettanodi esserecapitesenzaparlare,
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
c
erivelare sinceramentesenzaesprimere se stesse ma continuando a dire bugie e a d
ifendere
e mantenere attive le propriecredenzeinopportunee obsolete. Recitanolaparte
buona lamentandosi
dellapersonabrava, eincompresa, purdievitarequalunquecambiamentoinlorostesse,
ma intanto il loro corpo cambia (in genere, con I'etd, in pe io).
Possonorifiutarsi di credere nella telepatia e nella lettura del pensieromaprete
ndono
che chi leamaconoscasemprecid che "hannodentro",cib di cui hanno bisogno.senza
cheloro stesse Io sappiano esoprattuttosenzache si accorganodi che cosa loro ste
sse
felici.Tuttoquesto consideranodebbanofareper poter essere perch6 larispostaalle
loro
preteseuna dimostrazione
di Amore.
Se vuoi essere amato/aperquelloche sei, scegli primatu chi vuoiessere
e rivelati perquelloche sei!
Ognicrisi affettiva che chiunquepossavivereDun invito a cambiare
se stessi, ad ag$ornare, rinnovare propriecredenzee il proprioModello
Mentale Affettivo peradeguarlo al presente.
deiproprigenitorisonoquelliche
hanno in assoluto il maggior pesoe possonomantenerloanchepertutta la vita,
soprattuttoquandosi B evitatodi sostituirli conModellipiiraffiniallaproprianatur
a
nelpresentee se si ha un atteggiamento eimporre visione
I Modelli Affettivi acquisitidai comportamenti

volto a difendere lapropria


dellaRealtiaglialtri,piuttostochea cambiarla.Chiha acquisito Modellidi Vero
Amore avrh, molto probabilmente,unavitaaffettivapienadi Vero Amoreancheseha
fattopoco per cambiarli.Sarannoaltrifrontidella vita a impegnarelasua attenzione
e volonQr per potersi eventualmente eviverefelicemente Chi ha
rinnovare in essi.
acquisitoModelli di tipo conflittuale moltoprobabilmente, a
avrdinvece, problemi
livelloaffettivo,gli stessiavuti dai suoi genitori.In questocasola sua attenzion
e e
volontddovrebbero arinnovarsi affettivo.
portarlo proprionell'ambito
Perqualcunopudesserepiirfacile,peraltri meno -siamo tutti diversi -mac'dun
asnettochevaleindistintamente ad Amare ed essere
oer tutti: chi ambisce Amato VeraMODELLIMENTALI t2l

@
mente.adavererelazioniumanecostruttivee felici dovrebbe,innanzitutto,iniziarea
digratificazione
rinunciareautllizzareil vittimismo comestrumento o di ricatto.Puo
sembrareassurdo che ognuno debbaassumersi della
eparadossale laresponsabilith
propriavita e della propriafeliciti, ma e normale quandoci si accorSechela causa
primadi queltiche si ritengonoesserei propriproblemi0solonellapropriamente,
cosrcorneanchela soluzione.
primachequalcun<-r
Se il ModelloAffettivoacquisitodaipropriEienitorid stato infelice,
possapensarediaverfinalmentetrovatoa chi poterattribuire dovrebbe
dellecolpe considerarechese
ha raggiunto I'autosufficienza comunque
fisicapude dovrebbe provare
permesso
Amoree Gratitudine versochi lo hamessoalmondoe verso chiunquegliabbia
disoprawiveredallanascita.Pub essere un concetto diAmore diverso daquellocheha
meglio! siaingradosemplicemente
nellasuamente, Chiunque dipensareha tutti glistrupienodiGioia
menticoncui costruirsi unproprioModelloAffettivopersonale edi Armonia.
Se ha evitato difarlo,sehapreferitocontinuare quellodi"seconda
autilizzare mano"
chehaacquisito,"fotocopiato", la smetta
daiproprigenitorio da altri, almeno dilamen
tarsieiniziarinnovarei propriModelli,questolibrosembrafattoappostaperlui' E evid
entechese
fin clalla nascitanessunosifossepresocuradi noi saremmo morti(difame'
di freddo, o mangiati daun animale...), ma la nostramente,comeunaspugna,haacquis
itoda
subito informazioni, associazioni dall'ambiente
prodotto eModelli edallepersone
intornoanoisemplicemente
perchdquellepersoneeranovive, hanno saputosoprawiverein
quell'ambiente.La nostra prioritirassolutadla soprawivenza
equellodobbiamo
innanzitutto imparare. Seil loro comportamento,

tradilorooconnoi,d stato conflittualeo


infelice perla mente dirrilevante.Unavoltaraggiunta fisica,
I'autosufficienza abbiamoavutotuttiglistrumenti,
dicostruirci
il tempo e la possibilitir i nostri personaliModeldiaccor
perchdincapace
gersidiquestapossibilit),pubcomunqueiniziareafarloinqualsiasimomento,con margini
dimigtioramento
La capacitd felicemente
li felici. Chi ha evitato difarlo,perchedistrattoosemplicemente
grandiosi. di vivere nellaGioiae nell'Armoniaopinunolapude
se la rleve costruireinnanzitutto da solo,eperpoterlofaregtid
sufficienteesserevivoeingrado dsemplice cosaaspetti?
dipensare, ! Allora,
r22 IOSCELGOIO VOGLIO IOSONO
o
II tuo passato
vivi in una casa
scenario: in cui tieni tantissime cose,Tiarrivala
Jmmagina questo
notiziadi un'imminente cheavrd effetti su tutto il mondo.Sta
alluvione devastanti
I
Iarrivando, ora,propriodove sei tu. Sei assalito dalpanico.Puoi salvarti solo se
riesci ad andareil piirin altopossibilealpiir presto. La tua mente d spaventata
ma in
un attimo di luciditirealizziche b quelloche vuoi f,are.Vuoi
farlo.Unricordo improvviso:
neltuogaragec'E una mongolfiera, ti eri scordato di averla, corri a cercarla, la
portinel tuo pirandegiardinoelapreparial decollo. Mentre si gonfiacorri in casa
a
prenderetuttelecosea cui tieni di piireIe carichi nellacesta. dpronta
Lamongolfiera
e Tu ti prepariaffannosamente "Alzati!Alzatll Atzati!", ripeti nella tua
al decollo.
mente.Mad troppo pesante.Inizi a cercare tra le cose cheti seiportato quelle pii

r
pesanti,a cui sei dispostoarinunciare,e le butti.Mad ancora troppopesante,contin
ui
a togliere cose,disperato,mad sempre troppopesante.Hai anche cosedi valore. "Que
steno!
Le voglio tenere con me!" pensimentre inizi a sentire, in lontananza,
un suono
cupo che aumenta, siawicina.Lebutti. Devi rinunciare aportarecon te anche le cos
e
piuleggere,anchequelleallequalicredevifosseimpossibile
rinunciare.
Ti rimane unalbum di fotografie, Nevediuna, d quella
losfogli velocemente. del
momentochecrediesserestatoil piirfelicedi tutta la tua vita. I tuoi occhi lo dic
ono.
Tieniquellafra le manie butti le altre sul fuoco della fiamma agasche ha riempit
o la
mongolfieradi aria calda. Solo in quelmomento,solo dopo che ti sei tolto tutto e
sei
rimastocon solo latuafotografiain mano, la mongolfiera ha iniziato ad alzarsi, p
rima
piano piano, poi semprepii velocemente, Vivo. Guardi il
ora sei in alto. Salvo. verso
bassoquell'ondamostruosache sta travolgendo, tutto. Sei terrorizzato,
distruggendo
sconvolto, tempo felice di essere a salvarti. "Eadessoche fac
maallostesso riuscito
cio? Saranno mortitutti! Che fine avranno fatto tutte le mie cosei,E il mondo?"
pensi
e ti chiedi: "Ho perso tutto, sono vivomasolo,forseera meglio sefossimorto anch'
io?"
r23

c
'llrc riflessioni,altri dubbi.Sei sconvolto, esausto,troppe emozioni, tutte insi
eme,
tutti insieme.Ti accasci, chiudigli occhie crolli. Poiil nulla. Nella tua
Irr,ppi1rg1.15ispi,
rrt rrte il nulla. il silenzio assolutofuori e dentro di te.
lliaprigli occhi, senti dellevoci, sei in cima a una montapina.Il Sole. Molti al
tri si
:,rrro salvati, chi in mongiolfiera, comete, chi in elicottero,chi in deltaplano
,chi per
t24 IO SCELCO IO VOGLIO IO SONO
c
ch6 era gial),civiveva.Altri, chiss). C'b solo una cosa che noti, in loro. Hanno
tutti in
mano, come te, unafotografiadelloro momento piir felice, del loro passatoe negli
occhi una luce. Sono felici. Come lo sei tu.
Il passatoservesolo a una cosa:
a poter esserenel presenteper crearsi un fututt migliore.
Tutteletue credenze, veritir e Modelli derivano daquelloche hai pensatospontanea
mente
o che sei statoindottoapensarepartendosoprattuttodaquelloche hai acquisito
e vissuto con altri neltuo passato.Lamassima"libertird'azione"I'hai avuta quando
eri
piccolo, quando avevimolta fantasia, curiositir e un'immaginazionevivida con le
quali
riuscivifacilmente a creare nuoviscenaripercorrendonuovevie di pensiero,giocando
con i tuoi pensierie la tuaimmaginazione nuovipercorsi
creandoinconsapevolmente
nel tuo cervello. Poicon i tuoi pensierihai iniziato a produrrecredenzee a intro
durre
limiti, la tua attenzione dslata sempre piir portata al mondo reale,quellovisibi
leda tutti,
e a un approccio razionale,causaleadesso.Alcuni tuoi pensierihanno iniziato a es
sere
ricorrenti facendo divenire, nel tuo cervello,alcunipercorsineuronali sempre pii
r privilegiatie
caratterizzanti il tuo atteggiamento mentale, felice, triste, ottimistico, pessi
mistico,
razionale,possibilistaecc.Le tue credenze sono divenute tue veritir e hannopro
dottoil tuo carattere, latua personalita.
Qualunquepossaesserestatoil tuo passato,qualunquesia la tua abilitb nelricordart
i

consapevolmente leesperienzeielicieleesperienzeinfeliciche hai vissuto, qualunqu


e
possanoessereleveriD che si sono consolidatenella tua mente, I'unica cosa import
ante
del tuo passatoil quella di averti perrnessodi essere qui, ora, vivo, nel presen
tea
poter pensarefelicementea un futuro da vivere felicemente. Anche se la tua mente
,
quando pensi, seguei suoi percorsiassociativiprivilegiati-ora lo sai e tra pocos
coprirai
anche come fare a crearne di nuovi -tu sei potenzialmentein piradodi pensarea qu
alsiasi
cosa indipendentementedal tuo passatoe dal tuo presenteche d ancora moltolegato
ad esso. Perquestopuoivoltarti indietro, verso il ricordo che hai di tutte le pe
rsone,
IL TUO PASSATO

c
belleo brutte che puoiaver e verso che
latua mente pudaver ricavato da esse, e riuscire ad essere semplicemente
di tutte le esperienze, vissuto tutte le associazioni
Grato.Grato
peril fatto di essere ancoravivo e poteresserequi,ora, nel presente.Fratante ass
ocia
zioniprodotteda tante esperienze, hacomunquesaputoestrarreeutilizza
latua mente
requelleche ti hanno permesso Questo,anchesepudsembrartibanale,
di soprawivere.
0grandiosolIl funzionamento
del tuo cervellod finalizzato innanzitutto alla soprawivenzadel
tuo corpo einquestod evidente che ha avuto successo.
tu possa
Qualunqueesperienza avervissuto,conchiunquepossaavertiportatoa sofirire
o a gioiree con chiunque possaaverti minacciato o salvato lavita,puoiessere
comunquegratoperchdora sei vivo nelpresentee sai che puoiprodurrenuoveinformazio
ni,
tantofeliciquantoriescia immaginarle, consapevolezza
con la nascente cheti
possonoportare igrandicambiamenti
avivere felici, in Te e fuoridire,che hai prima
forsesolo vaSamente sperato.Le informazioni chehainella tua memoriasonostrausate
,
vecchie eperlopiudi"secondamano",lascialeld, nel passato,
nel nulla irreale, anche
se ti sono familiari.Considerale s
come
co e
o
puoi
altd

fossero di un vecchio film in bian

fotogrammi
nero, da lasciare dov'dperch6dinutilecontinuarearivederelo stesso filmquand
produrne di nuovi, d inutile a te, a chi ha a che fareconte e a tutta la Re
che

aspettaqualcosa
di nuovo, di evolutivo, ancheda te. con la tua fantasia, con la tuaimmaginazione
puoi,
nelpresente-I'unicotrapassato, e futuro adessere - propresente reale
durne di nuovi. a colori, piirattuali,felicie rivolti al futuro -anchese hai gi)

100anni, il
tuo futuro dprezioso,ogni secondo dprezioso-sapendochedlacosamigliorechepuoi
fareperevolvere,peresserefeliceeperviverli.
E il presentequelloin cui vivi e il futuroquelloin cui vivrai, d assurdo perdere
il
tempopresenteconpensieri strausati Il tuo presentedipen
vecchi, o infelici del passato.
desoprattuttodallecredenze ma nel presenteorasai
che hai prodottoneltuopassato,
chepuoicreartitutte le nuove credenze felice
che vuoi peressereautonomamente eproduftiun
futuro migliore,bellissimo.Lacosapii.r potente chepuoiiniziareafareperprepararel
a
tua menteaprodurrenuovecredenzefelici a tutte quelle
dpropriorivolgerti
che derivano daltuopassatocon Gratitudine. avanti che
Andando conlaletturascoprirai
IOSCEI,GOIO VOCLIO IOSONO
c
produrrenuovecredenzeenuovipensieri.sfruttandoalcuneproprietirdella tua mente,
d molto, molto piilsemplicediquantotu possaoraritenere.
Thfto quellochepuoiaver donato senza riceverc nulla in cambio,
haaumentatola tua grandezza,
nessuno ti deve nulla.
una sensazione alproprio passato,
lunque esso possaesserestato, d una grandiosaeprofondaesperienza Ma
Riuscireaprovare di Cratitudinepensando qua
liberatoria.
quandolapropriamente inizia a produrreproprieverihdivieneincapacedi accorgersi
che sono solo approssimazioni,
dmolto facile alloraritrovarsia vivere e far vivere ad
altri esperienze inutilmenteconflittuali Lepropriecredenze/verith,
e dolorose. anzich
essere difeseperesseremantenuteinalterateneltempo,dovrebberoesserecontinuamenter
innovate
in <lgni presente, e
nelpresente, amano a mano che si cambia
chela RealD cambia.
La mente d capace di immaginare, ambire, desiderare,
fantasticare, entusiasmarsi

e produrreautonomamente nuovapropriaverit2r, comepossibilith


qualsiasi intesa
attualizzataalpresenterivoltaalfuturo;evitaredi utllizzare questapossibilitirb u
n
gravedemerito.
IL TUO PASSATO t27

o
Credenzee conflitti
1-1 ualunquccosa consapevolmente sei sicuro che sia stata scelta
tupossa credere,
f r.ir tei Fin dallanascita,qualcunociinsegnae ci ripete checosadgiustoeche
t
cosai sbagliato, e cid che dmale,possibile come
cid che d bene o impossibile;
\
dohbianio nutrirci, vestirci, dobbiamofare,dire,pensare...
comportarci, checosa Crescendoveniamocircondatidaaltricheci
dicono, ci ripetono,ci urlano, ci suggeri.
scono, ciimpongono, ci mostrano quellochedobbiamo
cipropongono, ci consigliano,
essere, dire e fare... Tutto cib contribuisce nella mente di ognuno
pensare, aprodurre
di noi delle credenze, dellepresunteveritd che, purpermettendoci
di soprarvivere,
hanno I'alto rischio diesserefalsee inopportune e di produrrecontinuidubbi.Tutte
leesperienze vissuto portato credenze, emo
che abbiamo ci hanno aprodurre quindi
zioni,quindi pensieri che hanno alorovolta rinforzato da cui hanno
le credenze avuto
originenonostante essere, inopportune Luomopropotessero fin dall'inizio, oinfelici.
duce credenze perevitare laprima della Setutto
proprio il dubbio, causa suainfelicit).
quelloche ci d statt-r detto e mostrato daaltrifossesernprestatovero e corretto
per
ognuno di noi. nessuno probabilmente
avrebbedubbi e tutti sarebbero felici. Ma
I'uomo interpreta soggettivamente ela Realti cambia,
Ia Realti il corpo delle persone
cambia,le situazioni che si vivono e anche cid che per qualcuno
egli.scenari cambiano
un tempo potevasemhrarever()cambia.

Se i propridubbiproduconoinfeliciti,le false credenze veritdproducono


ritenute
invececonflittiequindiconducono all'infelicit).
anch'esse Qualb allora I'atteggiamentopiirfelicechepossiamoavere?
mentale su credenze
[Jnatteggiamento basato
possibilistiche
ottimiste.Credereperevitaredubbimaesseresempreprontia dubbi
temporaneiper produrre nuovecredenze. dubbiotupossaavere,considera
Qualunque
che c'd sempre una risposta un cambiamento allineatocon
checontiene costruttivo,
quellochetu sei nel presente d nel presente. cer
e con quelloche la Realtb Qualsiasi
129

c
tezzatupossaavere, considera innanzitutto che pudesseresbagliatao obsoleta e che
ce n'e sempreun'altrapiir costruttiva,piir allineataconquelloche tu sei nel pres
ente
e con quellochela Realtd b nel presente.Devisoloscegliere,tra infinitepossibilit
d
coesistenti,in che cosa credere ed essere dispostoa cambiare. Ancheseperla nostr
a
nrenteCredenze eYeritd.sono equivalenti,abbiamovistoche si tratta di due cose co
m
pletamentediverse!
TU DEYIFARETUTTO
QUELLOCHE Tr DrCO rO
E OBBEDIRAAI
sEAIIPRE!
IOSCELGOIOVOGI,IOIOSONO
c
Le proprie Credenzee i propri Giudizi sono solo approssimazioni della
Realth capaci di rendere piir probabile cib che pub divenire Realti.
Ogni nostropensiero,ogininostro iudizioderivadanostrecredenzelveritd,,
maogni
nostropensierocontribuiscea produrrela nostraRealt). Tutte le informazioni che
derivano dai nostri pensierientranoin relazione conlatramadella RealQr e co-part
ecipanonel
produrre quelli chein fisica quarrtisticasono definiti collassidi funzioni
d'ondafrazie ai quali,fratutte lepossibilit)coesistentichela trama della Realtd
ha in
s6, deriva, come se tbsse"scelto",cio che si attualizzer), cid che si manifester
i nella
Realticon spazio e tempo.
Secredi che una cosa sia impossibile, ti sari impossibile viverla,
secredi che sia difficile, ti sarir difficile viverla.
Pubsembrareassurdoe difficile da accettare, ma le esperienze che ognuno vive son
o
fortemente e sottilmente condizionate,anchea distanza di spazioe di tempo, da
ognuna delle credenze che ognuno ha nella sua mente.
Ogni essere umanotende a condividere sestessomasoprattuttoleproprieidee, le
propriecredenzecongli altri. Condividere sestessi-nonostante anche il concetto d
i
condividerepossaesserefacilmente frainteso -b il principioche sta alla base dell

'Arnore
autentico, quelloa cui tutti, consapevolnrente da ciir
o no e indipendenterrente
cheognur.rocrede essere I'amore,tendiamo.Questoprincipio profondanrente spiritua
le
ed evolutivo haperd, quando vieneinterpretatoin modo razionale, un brutto
effetto collaterale: lamenteconsapevole pudfacilrnerrte aritedi
Llna persona arrivare
neregiustochelesuecredenzelveritidebbanoautomaticamenteessereanchelecredenzelver
ih
degli altri. E in questocasochesiproduconoconflitti.Questoaccadeperch6,
come abbiamo visto, nella propriamenteil concettodi verith E associatoal concett
o
di assoluto elamente deduce che se una veritd d valida perse stessi debbaesserlo
anchepertutti glialtrie tutti devono accettarla;si tende allora, anzichrja condi
viderla
per ridiscuterla, ad imporla. Questoapproccioe contro naturaperchdd il concetto
stessodi verit) assoluta ad essere contronatura,comequellodi uguaglianza.
CREDENZE l3l
E CONFLITTI

o
QUESTAE'LAVERITA'
TUTTI QUELLI CHECREOONOAO ALTRO
ro cREDo rN QUESTA"VERTTA'.!
ESSERE
(IAAPOTREBBE SBASLIATA)
I .xggeltct a sinistra dcostruttitto/euolutiuo, ha proprie credenzema D disposto
ad accettare
canbiamenti. Quelloa destra d distruttit'o, ha proprie credenzelt,eritti,
rifiuta cambiamenti in esse e t'uoleimporle ud altri.
siamo tufti diversi, siamo tufti un divenirc in una Realti che b un divenire.
l..rllealt)dpossibilistae tutto cid che esiste in essasonopossibilitiin divenire
.Tutto
('\'olvee nulla pubrimanereugualepersempre.Anchese I'uomo riescea descrivere in
trn rnodo apparentementeverosimilelaRealti.si tratta sempree solo cli interpreta
t:12
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
6
zioni, approssimazioni soggettivee temporanee riferite a cib che pub esserestato
e
potrebbecontinuareadessereperqualchealtropresentemachepudcambiare,anche
profondamente.nel futuro.
La differenza tra una personacostruttivache evolve e produceevoluzionerispetto a
una distruttiva ched "ferma"e producecaos d proprionell'atteggiamentoche ha nei
riguardidellepropriecredenze.Entrambe hanno proprieconvinzioni,idee,concetti
in cui credono, ma la prima le considerasolopossibilihed d sempre prontaa cambia
rlecon
altre piirefficienti,piirutili, piirattuali e si impegna perfarlo,la seconda no,
le consideraveriD chedevonoesserevalidepertutti, si oppone a priori a qualsiasi
cambiamentoesi impegna soloperimporle ad altri.
libero Arbitrio e senso di colpa
pudgestire infinitadi
informazionima utilizzando associativi costruitiin passatoche,
Abbiamovistocheil nostro cervello unaquantihpressochd
percorsi soEigettivi
comei binari delproprio mentale", aripensare gi) pensate

"trenino portano a cose in


lestesse delpassato.
passatoriprovando emozioni Ognipropriopensieroseguepercorsiprecostruiticomefosse
roi
binari di un treno, b perquestoche chi hafattodivenire
la propriamentepessimista- perch6 I'haabituataapensare,
fratuttelepossibilit),
sempre esolo a quellepeggiori-pudaveregrandidifficoltiraprodurreunqualsiasipensi
erofeliceoanchesolodiversodai
sotiti. Pud perdaccadereche,pensando
a
unaqualsiasicosa,seguendoi percorsiassociativiprivilegiaticostruitinellapropria
mente,il propriotreninoarrivi a un bivio, una diramazione associativi
conpercorsi
alternativiclifferenti, o meno piiromeno"solidi".Eilpunto
conbinaripiir equivalenti,
deldubbio che precedelapossibilihdi fare una scelta.
Il propriotreninopuballora scegliere, mentrepensandova alla ricercadi informazio
ni,
seseguireunastradao cambiare direzioneperseguirneun'altra.Einquelcaso
che awiene un fenomeno estremamente checaratterizza poten
prezioso lagrandiosith
E CONFLITTI
CREDENZE 133

c
{ ,"\a, t
t34 IOSCELGOIO VOCLIO IO SONO
6
ziale dell'essere umano:pudscegliere se continuare a segiuire
consapevolmente i percorsi
associativi a lui pii familiari o intraprenderne altri, diversi, con binari equi
valenti
ma meno solidi, meno familiari, o magariprividi binari perch del tutto sconosciuti
.In
quelcaso,meraviglioso,potenzialmentemiracolosoe allo stessotempoinquietantesi
pud infatti ancheriuscire ad intraprendere un percorsoassociativo completamente
nuovo creandosi in tempo reale,nelpresente,i nuovi binari su cui farviaggiare nu
ovi
pensieri.Tuttoquestod il LiberoArbitrio, un grandedono e allo stesso tempo,peral
cuni
-in particolarepertutti gli indecisi(gli ignavi dell'inferno dantesco)-una conda
nna
perchdvissuto,piuttostoche come una fonte di grandioseopportuniti e possibilitd,
di
infelicitde tormento. GIi indecisisono coloro che, purdi evitare di rischiaredi
sbagliare
preferisconoseguire sempre e solo percorsidi pensieroche ritengono sicuri,quelli
in
gener pii familiari,quelli piir owi e scontati perchdgiapercorsitante volte da lo
ro o da
coloro a cui hanno affidato la responsabilitd dellepropriecredenze.Gli indecisiv
ivono
nel bisogno di certezze ma affidanoad altri la responsabilit)di ogni loro scelta
perchd
sonoincapaci di scegliere, di volere e di essere autonomamente.Sonomoltissimi:co
stituisconola
stragrande maggioranza dellapopolazione.Pur di evitare di usare il proprio
LiberoArbitrio preferisconorivolgersi ai costruttivi o ai distruttivi, a coloro
che sono
invecestati capaci di produrrecredenzeper poter utilizzare apparentemente solidi
binari
mentali, anchese sono statiprecostruitida altri.
Il primoriferimentodegliindecisi si chiama Senso Conrune, altri riferimentisono
lepersonechehanno eletto comeproprileader."Agganciano"il loro cordone ombelicale
simbolico a esperti o scienziati degnidella massima fiducia, a genitori,a opinio
n
leader,a medici,a guaritori,a politici,a uomini di Chiesa,ad amici, a glrru,a ca
rtomanti
ecc., a chiunque possanodelegarela responsabilitd delleloro scelte. Sono persone
che proprioper questo loro atteggiamento vivono infelicemente o comunque a
un livello di feliciti "normale"decisamenteinferiorea quellochepotrebberoesprime
re.
Le loroambizioni emotive sono autolimitate alla serenit). un concetto tristenren
tesottotonodi

felicitb molto in voga tra chi d normalmente triste pergli auguri


natalizi.
Poich6 la vera feliciD derivainnanzi tutto dal Densarein modoallineatoallanroCREDENZE r35
E CONFLITTI

6
prianatura,quellaautentica,quellache molti sono incapaci di accorgersi di avere,
il
pensarein base alle sceltee alla naturadi altri esclude erpriori lapossibili$rdi
viverla.
Gliindecisisono distributori automaticidi aspettative secondoquestomodello:'sefa
z
quello chemi aspetto da te sard finalmente felice e te ne sard grato, altrimenti
sard
infelicee sard solo per colpa tua" . La loro motivazione inconsapevole potrebbee
ssere
questa:"hodeiprofondidubbi e ho deciso che sono incapacedi trovare rispostedasol
o
(ancheperch6sesbagliassimi dovrei poisentirein colpa).tu mi serviperevitarequest
apossibilitir,
mi fiderirefaro cid che tu mi hai suggerito (oconsigliato,o detto oordinato)
di fare e cosi, se soffrird o fallirb, potrddare ogni colpa a te e potrdiniziare
asentirmi
una vittima, disprezzandoti".
Seoggi provi disprezzoper qualcuno che in passatohai ammirato o ritenuto
di amare, significa che lo hai usatoper affidargli tue responsabilitlr
che hai voluto evitare di assumerti.
Chi evita di farescelteautonomeilludendosidi evitare sensi di colpa si impedisce
in
realti di poteresserefelice.Gliindecisicredononel caso, nellafortuna, nella sfor
tuna
o aqualsiasiinfluenzaesternapossapermetterekiro di togliersi la responsabilih de
tle
propriescelte. Hanno rinunciato a esercitare il loro poteresu se stessi e la Rea
ltd
quandohanno rinunciato a fare scelte autonomee consapevoli. SiguardanobenedalI'utllizzareil loro Libero Arbitrio proprio perchd cibimplicherebbeil doversiass
umere
la responsabilit) dellepropriesceltemaanche dei propri pensieri, intenzioni,paur
e,
conflitti e insicurezze,equindidelpropriostato emotivo e dellapropriavita.Quando
poisi ritrovanoa vivere esperienze doloroseo diverse daquellein cui speravano -e
conquell'attepigiiamento -, possono asencio
d inevitabile allorainiziarealamentarsi,
tirsi e fare le vittime, il loro hobby preferito...
Anche se la stragrande maEigiioranza
dellagentecerca di evitaredi farlo, b proprio
l'utilizzo costruttivo, ottimistico e felicedelproprioLiberoArbitrio che pub per
mettere
a chiunque di essere un sorgente inesauribile e autosufficiente di Gioia trasbor
dante
che si traduce in continui successi. Un uso costruttivo delproprioLibero Arbi
136 IO SCELGO IO VOGI,IO IOSONO

c
trio ("lo Scelgo,Io Voglio,Io Sono"sonole parolechiavi)pudpermettereal proprio
cervellodi produrrequalsiasinuovopercorsoassociativo,nuove credenze, nuovi
binari capaci di guidarenuovipensierie nuove emozioni; cambiamenticheinizialment
e
saranno solo nella propriatesta ma successivamentesi estenderanno anche a
corrispondentinuovipercorsiesperienzialinellapropriavita, nella Realth esterna.
Tutti gli indecisigeneranocaose fanno perderetempo, molti .sonoapparentemente
innocui, altri evidentemente limitantie pessimistiattrattida tutto cid che spave
nta.
Ceneranocont'littiperchdsi nutrono perlopiirdi paurae vogliono poterneprovareper
qualsiasicosa, sanno lamentarsi e ostentare vittimismo anche se in realti a loro
piace
esserecosi.
Ogniproprio percorso di pensierogeneraanche un propriopercorsoemotivo,
come un treno a vapore che viaggiando produceSettienuvoledi vapore, il propriotr
enino
mentale generapiettie nuvole di emozioni. I binari divengono familiariperchdlo
divengonole relative emozioni,belle o brutte d ininfluente,il cervelloe il corpo
divengonodipendenti,
assuefatticomea una droga alle emozioni generatedaipropri pcnsieri
e si entra cosi facilmente in un circolovizioso che li rende semprepii ricorrent
i.
Diventa un atteggiamento spontaneo che si pub perdinterromperee trasforntare in
un circolo virtuoso se si riesce a divenire dipendenti ad emozioni che siano inv
ecedi
Gioia.
Il propriotreninodeipensieripudpartiredaqualsiasistazioneperandarerrelle
direzione abituali o essere spostatosu qualsiasialtro binario verso altre direzi
oni. Il
cambiamentopuoesserefattoquandoci si accorEie cheviaggiandosi sta entrando
nelle tenebre, o quandosi arriva a un bivioe si pudsceEiliere
di cambiare direzione.
Lindecisoha perdsempre bisogno che anche qualsiasipercorsoalternativo abbia
solidi binari, D questoil suo grandelimite.Quelloche serve dallorareinformorelap
ropriamenteinconsapevole
erinforzando desi
creando binari alternativi e, soprattutto.
derareinnanzi tutto di voler vivere emozir-rrri daquellecheil propriotrenino
diverse
produce quando viaggianelleproprietenebrementali. Le tre autodichiarazioni: 1o
Scelgo,loVoglio,Io Sono, che caratterizzano il metodo che descriverdnel dettagli
o in
E CONFLITTI CREDENZE 137

@
.seguito,sonoquellechepossonomettere il tre
nino della propriamente in condizionedi poter
finalmentecambiarebinari ed emozioni.
D evidenteche, anche solo dal puntodi vista
emotivo,riuscireapensarein modofeliceeottimistico
d estremamente vantaggiosoma gli
effettipositiviche il pensarefelicementepud
produrrevannobenoltreil solopropriobenessere.
Ogni proprio percorso di pensierooltrea
generareemozionigeneraanche informazioni
che interagiscono con la trama della Realtd,
sempre in "ascolto",rendendopiir probabili le
esperienzeche sono allineate con i loro contenuti
e portandochi haunamentefelice anche a
vivere esperie nze felici.
r38 IOSCELGOIO VOGLIO IO SONO
@
Felicim
LluomoD felice quandovive esperienze in sintonia con la sua natura.
olte culture propongonomodellisocialie religiosi fondati sullasoft'erenza
dell'uomo, data quasiperscontata,sul sacrificio la cui accettazionevieneproposta
come
una virtu e indicata come via necessaria di
peril raggiungimento
unapiioiasuccessivao una beatitudine ottenibile,purtroppo,solo dopo Ia morte. Le

o
subdoleassociazionipotrebberoesserequeste:sesono uiuo e uoglio ottenere qualsias
i
successodeuo soffrire e sacrificarmi ma Ia uera gioia potrd euentualmente raggiu
ngerla
solo dopo la morte e solo se aurd sofferto e mi saro sacrificato abbastanza ment
re
sono stato uiuo. Questoha indotto molte personead avere nella propria mente
relativamentea qualsiasiforma di felicit), propriao di altri- delle associazioni
fortementeconflittuali
che le portano,ogni volta che sono felici o stanno per pensare
o
farequalcosachepud dare loro cioia,a sentirsi in colpa.una personapotrebbe,per
esempio,sceglieredi farsi una bella e costosa vacanza o di acquistareuna bella a
utomobilee
trovarsi in difficolti nel dirloai propriparenti;pudallora anche inventarsi,
comegiustificazione,
di avere avuto sconti particolario un'offerta irrinunciabile. Anzichdesserefiera
e
orgogliosa dellapropriascelta, fatta per la propriafelicitd,tendea
minimizzarneil valore perevitaredi sentirsi in colpa o di essere accusatadi egoi
smo
(accade
o sconsideratezza soprattuttosegli interlocutorisonotristi vittimisti). Possonop
erquestomotivoanchearrivareadimpedirsi,
a priori,di essere felici.Possono
anchedichiararedi voler (in genere lo speranosoltanto)esserefelici ma fannodi tu
tto.
perlopii inconsapevolmente,perevitaredi esserlo,producendocontinuiautoimpediment
icomepensaresempreesoloal
peggio,sceEiliere
sempre i postipeggiori,lepersonee
i tempipeggioriper qualsiasi cosafacciano,peresempioapplicandoil Modello
AffettivoNeonatoquandosi relazionano con altri.
Il fattocheunapersonapossacredereche la soluzione ai propriproblemie la propriaf
elicih
debbanoproveniredall'esternodi s fasi che se Ie venissechiesto come
giudicala sua vita e come vorrebbeche fosse, probabilmenterisponderebbe
chevuole
un lavoro sicuro,una bella famiglia, dei figli sanichegli dianogioia,pensandoa c
ib
chepotrebbe
renderlafelicesolo in basea cid cheritieneche tutti gtialtri desiderino.
Potrebbeallora magari ancheriuscire,in anni,ad avere un lavorosicuro,unabella
famigliae dei figli sani ritrovandosi perda essere comunque infelice. Unapersona
che
a quelladomanda rispondesse invece:"Vogliofaretutto quellochepossoper essere

felice,inclusoavereun lavoro,una famiglia e dei figli a cui poterdarelamia cioia


",
inizierebbespontaneamente
a faretutto cid che, anche nel lavoro,nellafamigliaecc.
gli dhgioiae ad evitare spontaneamente
tutto cid cheinvecepotrebberenderloinfe
r40
IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
c
maprofonda.Unapersonache crede chela sua felicit)
dipendaunicamentedafattori esterni inducela sua mentea produrrecondizionie
aspettativechela mettono automaticamente di essere Chi
lice.E una differenzasottile
nellacondizione infelice.
pensaa cid che dovrebbe accadergili possa felicedcome di
perchd essere se ammettesse
essereinfelicee che glimancaqualcosa. allapropriafeliciD che
Porredellecondizioni
dipendonodaaltriportalapropriamentea credere di essere infelice d cid creail pre
suppostoperesserloe
continuare ad esserlo daglialtri e dalla
indipendentemente
Realtdchesivive.
Ia tuaFeliciti, quellaautentica,
dipendeunicamentedate.
Tuttiritengonodiambirealla feliciti ma solo pochiriesconoa volere, permettersied
accettaredi essere felici.LafeticiDdtuttaviala condizione normale,naturaledi ogn
i
individuoperchdappartiene Essere che
alsuoinnatoassoluto. felici d un elemento
caratterizzal'essenza,
I'Anima dell'uomo, dio ni uomo. Quandounapersonasi impedisce,
consapevolmente di essere
o inconsapevolmente, felicedcome se trattenesse,
comese impedisse di espandersi,
all'energiachedin lui di esprimersi, difarlo evolvere.
Anzich6.focalizzarela sua attenzione sullaricerca di unapropriafeliciDinteriore
autonomae stabile, basatasu un rapportocostruttivoed evolutivo con se stessoe la

Reatti,continuaa credere, applicando il Modello chela sua feticit2r


perlopiir Neonato,
dipendaunicamenteda come l'esterno risponde precludendosi
ai suoi bisogni, cosi
autonomamente
dipoteresserefelice.Pud iniziare alloraa disperdere quellapreziosa
energiiatrattenutain s6 e lofa, in genere,attraversounvittimismo cronico o la ri
cerca
inopportunadelpiacerefine a se stesso, dirottandolaperesempioversoil sesso con
estranei,I'alcol,la droga o qualsiasialtra cosa le dia piacerefisicoomentalee ve
rso la
quale pub anchesviluppareassuefazione.
Lofaperconsolarsi'
Attraversoil piaceretrova un sollievo,chedperbsempree solo temporaneo,che
nermetteallasuamentedi illudersi di essere felice.
t4l
FELICITA

@
La condizione nonnale della natura dell'essereumano b la Gioia assoluta
e incondizionata.
l.;rsofferenzaemotivaderiva unicamente dall'incapacit)di accorgersied esprimere
la
propriavera natura, evolutivae felice. Quandola sofferenzaemotiva,anzichdessere
solotemporaneaperch6sfruttatavantapigiosamente
perprodurrerapidicambiamenti
itl se stessi e nei propri pensieri,0l'effettodel rifiuto di affrontarecambiamen
ti.
divieneuno spreco inutile dellapropriaenergiavitalee del propriotempo.Spreco che
vienein genereaccompagnatodallapassivitd,dal vittimismo, dalle lamentele e dalla
sPeranzadi essere "salvato"daqualcosao qualcunoche si ritiene dover necessariatr
tenteessere
al di fuori di s6. Ma il soggetto infelicechevive in uno stato di sofferenza
cnlotivacronicad quelloidealeperopinisocietddittatorialeo consumistica, perchdd
quello piir facileda controllare, daguidarenellescelte.
.,fortunata".
UnapersonaFeliceE indlpendente, incontrollabilee
Perquestoaffascinachi ambiscead esscre Felice.amatada chi to b
e odiata da chi 0incapacedi esserlo.
Nessunverosuccesso ottenutoattraversolasofferenza,
pudessere dsolo un mezzo
chepudessereutileperindurrei cambiamentiin se stessigrazieaiqualipoter poi
vivereesperienze Il vero successo, campoosettore,duno
divero successo. inqualsiasi
solo:quelloche viene prodotto e nella Gioia.
dall'Entusiasmo
Latua Feliciti dipendeunicamentedalla tua capacitidi produrre pensieri
egiudiziallineaticon il presentee in sintoniacon la tua natura chepub
esseremolto diversadaquellaa cui la tua mente inconsapevole D arrivata
a credere. Quellocheti caraftet'aza come essere umano vivo e in grado
di pensarc0 riassumibile in treparole:
A}I6PB, GIOIA,GRAIITUDINE.
IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
c

Fai tutto quellochegli altri ti hanno detto che 0giustofare, credi in tutto quel
loche
gli altri ti hanno detto che bgiustocrederee ti troverai a vivere in un mare di
dubbi
e ad essereprofondamenteINFELICE.
Il vecchioparadigmad quelloa cui tutti siamo statirazionalmente abituati a crede
re:
se mi accadono delle cose belle, alloro sono felice, se mi occadono delle cose b
rutte,
allora sono infelice.ll nuovoparadigmadice esattamente il contrario;sesonofelice
,
allora mi accodono cose belle, se sono infelice, allora mi accadono cose brutte.
Quelli
FELICITA

CI
che vivono secondoil primoparadigmasonospontaneamente I piir
infelicie viceversa.
razionalipossonotrovareconfermedel nuovo paradigma quantistici
neicollassi delle
funzionid'onda,chevedremotrapoco.Nelprimocasola responsabiliti
dellapropria
felicititvienescaricataaglialtrio allaRealt),magli altrie la Realtdrispondonoa
quelloche si d, e se si d infelici risponderanno Nelsecondocasoci si
in modoinfelice.
assumela responsabilith propria risponderanno
della feliciD,glialtri e la Realtd allora
di conseguenza.
la cosapii potentechesi possafarepercssereAmati daquarcunocapaoe
di Amare brluscireadessere Felici, indipendentementeda lui.
Vediamounesempiopraticodi come una visione infelicedetlaRealtiLpossaporrarea
vivereinfelicemente.Prendiamounapersonaallaqualed accaduto disoffriremoltoa
seguitodell'essere da chi riteneva Nellasua
stata tradita sessualmente di amare.
aquella sono
mente,associate persona, memorizzatetutteleesperienze
chehavissuto
con lei compresaquellarelativa o tradimento-per
alpropriodolore-per-tradimento
dolore.Unapersonache soffre peresserestata tradita d in genereunapersonache soff
rivaancheprima,
per pauradi essere tradita. Se quellad stata laprimavoltache le d
accaduto,avrebbepotutocomunquein precedenzaaverosservato
altri soffrirea
seguitodiun tradimento e la sua menteaverprodottolapauradiquell'esperienza,
anchesenzaaverla personalmente.
vissuta Lamenteproducesolo associazioni
nelle
quali,moltospesso,siconfondonocauseconeffetti.Se dopo averpersonalmente
vissuto
il tradimentohainiziatoapensaremoltoaquellaesperienza lesue rela
dolorosa

tive associazioni producendo


mentalisi sono viavia consolidate tutta una seriedi
effettitra i qualiquelloprobabiledi arrivareadodiarequellapersona
cheerastata
"tantoamata",coneffettidevaslanti, adistanza perentrambi
anche di spazio-tempo, e
pertutti quelliche verranno, eventualmente,
dopo.
Ecomese avesse tutte le altre esperienze vissutoinsieme,
dimenticato cheavevano
in particolarequellebelle, intense e fonte di grandegioia,perchdi propripensieri
IOSCELGOIO VOGLIO IOSONO
o
seguonosemplicementei percorsiassociativichenellapropriamemoria sono piir
facilidapercorrere(perchdrelativi a cio che piirsi dpensato)e il ricordopreponde
rante
su tutti d divenuto quellorelativoa queldolore. Anche solo pensareconodio,
rabbia o rancore a una personache si d amata in passatoproducenuove associazioni
mentalipensieri-emozioni,emozioni-pensieri.Quelleemozionisi associano perd
anche a un concettogenericodi personaamataproducendoeffetti negativi, anche con
qualunquealtrapersona.Vienecompromessasul nascere qualsiasinuovarelazione
perch6sid associato nellapropriamenteil concetto di amore a quellodi tradimento,
di dolore, di rabbia, rancore e odio. Lassociazione "amore" =+ "tradimento"si tr
aduce
in "seamo" + "vengotradito" che, se assume carattere di veriti (accadesolose si
d
pensatointensamenteo molto spesso a quell'evento).portaa credere, consapevolment
e
o inconsapevolmente, chequalsiasipersonasi possaamare,inesorabilmente,
tradir)r.Taleassociazioneentreri anche afar partedelproprio rnodellomentaleaffet
tivo
che inizieri afiltrarelapercezionedellaRealti:fratutte lepersonecheincontreri
e con cui interagiri, noteri soltanto,si accorgerir soltanto,vedrasoltanto,si en
rozioneri
soltantoper quelle che hanno irrsdla caratteristicadi essere infedeli. Sceglieri
r
cos)inconsapevolmentee si innamorera di una personache la tradiri di nuovo.
Seinvecedovesseiniziareuna nuova relazione con una personachepersuascelta
dfedeleachi ama (lapropriamente si sbaglia spessissimo...)
vivri comunque male la
relazioneperchdi suoipercorsiassociativila porterannofacilmentea pensareche
anchequella persona Iavoglia tradire, soffrir) autonomamente perchdla sua mente
continueraa rievocarelasofferenzaassociataai suoi percorsimentaliassociativirinf
orzandoliogni
volta e introducendo nella trama della Realti informazioni che renderannopiirpro

babilechecib
awenga di nuovo, che si ripetaquell'esperienzasofferta
con ogni altrapersonache amerA. I meccanismiassociativipossonofacilmente fare
entrare una personain un circolo viziosoa cui pubporrefine solo producendonuove
credenze,possibilmenlefelici,conun uso costruttivo, ottimistico e felice del pro
prio
LiberoArbitrio, ma setrre anche conoscere comefare.Questolibro ha proprio questo
proposito:permettertidi accorgerti delle credenze limitanti che possonoessererad
icatenellatuamente
inconsapevole
percambiarle,facilrnentee con Gioia.
FELICITA 145

c
Quelloprecedented soloun esempiospecificoi cui concetti possonoperdessere
applicatia qualsiasiesperienzainfeliceche chiunque possatenderea vivere o a rivi
verea
seguito dell'averla vista,pensata,sognatao vissuta nel suopassato.Credosia
evidente che lasciare cheil proprio passato o le propriepaurepossanocondizionare
neSativamentela propriavitapresentee futura, se si puoevitaredi farlo,i assurdo.
Cercadi evitaredi riportarenel presentegli effetti di sofferenze,reali o immagin
ate,
passate,
peril tuo beneeper quello di tutti coloro concuihaieavrai a che fare.
EssereFeliciD un grandeMerito.
Essere infelici il peggiordemerito.
Stabilithemotiva
Il fatto chevivendouna certa esperienzaci si senta felici, infelicio indifferent
idipende
unicamentedacomequellaesperienzad stata interpretata ea che cosaea qualiemozioni
e
stata associatanellapropriamenteinconsapevole. di sofLeprimesensazioni
ferenzache si vivono sono in generequellerelativea esperienzedi dolore lisicoa
seguito di urti, cadute,incidentio punizionifisiche.Leprimein cui si provapaura
sonoquellerelativea esperienze sconosciute,che la propriamentedincapacedi interp
refareo
giudicareper produrre reazionispecificheefficienti.Lapaurainduce,per
questo,semplicementeall'attaccoo alla fuga, equandoattaccoo fugia song irrealizz
abili,
all'immobilitd e/oal pianto.Dalleproprieprimeesperienzedi dolore e di paurala
mentecostruiscelebasidellepropriecredenzeda cui dipenderannolesuccessivereazioni
emotive, iudizi,pensierie azion|Malepropriereazioni emotive conseguentia
esperienzevissuteo immaginatesonotemporaneeeproduconoemozionitemporanee
ancheperchdhanno il fine di dareunachancedi cambiamento interiorechedeverealizza
rsiin
tempibrevi,altrimentisonoinutili e si torna nellapropriacondizioneemo,
tivanormale.
t46
IOSCELGOIOVOCLIOIO SONO
o

sET-POmrEirozroilAlE
+ 10Magsimafeliciti
o
B
7 VARIA;ZIOI{E TEMPORAN EA
D A SEGUITODI
i-FELICE
A STATO
EMOTIVO
2 SET-POINT NORMALE
1
2
\'
A
6
sEcurTo Dl
ESPERITIIZA SOFFEtrA
I
I
La mente haancheun propriosoggettivoprofilobiochimicochecorrispondeal
propriostato emotivo normale(set-point)indipendentedalle esperienze chevive o
immagina.E quelloche caratterizza anchecomeeche cosa si tende ad iniziare a pens
arequandod
in condizioninormali e a tornare a pensaredopoesperienzevissuteo
immaginate che hanno prodottoemozioni temporanee. Il proprioset-point caratteriz
za
ancheil normale atteggiiamento mentale verso se stessi, gli altri e laRealti.Pud
FELICITA 147

c
come
"livello
esserelmmaglnato il propriopersonale diriferimento", con
identificabile
magi$ioreo nlinorefelicita.apatiao infelicit), quelloacui ognuno tendespontaneam
ente.
Daltemponecessario
perritornarealproprioset-point, di un'esperienza
aseguito
emotivareale chelapropria
o immaginata mente
hafiurlicatofeliceo infelice, deriva
lapropriastabiliDemotiva.Tempibrevi-comequelliche caratterizzano
i bambini
sonoindicedi una forte abilitdaprodurrerapiclicambiamenti mentee
nellapropria
identificanolacapacitidiesprimere
lapropriaattitudineevolutiva. sono
Tempilunghi
inveceindicedi una scarsa aprodurre nellapropria
abilitir cambiamenti mentee identificanoI'incapacit)
lapropria evolutiva.
di esprimere attitudine
r
Ognunohaunapropriacondizioneemotivanormale(set_point).
r
Esperienze temporaneamente soprail
feliciinnalzano il propriostatoemotivo
proprioset-point.
Esperienze temporaneamente
infeliciabbassano il propriostatoemotivo

'
sotto
il proprioset-point.
r Il temponecessarioa ritornare al proprioset-pointd soggettivo e variabile
(tempilunghiindicanounabassastabiritiemotiva,tempibrwi,un,altastabilita
emotiva).
oabbassato
menteintervenendo
r Il proprioset-pointpubessereinnalzato stabilmentee autonomasullepropriecredenze.
'
Lapropriastabilitiemotivapudesseremiglioratastabilmentee autonomamenteintervenen
do
sullepropriecredenze.
Invecedi cercare semplicemente cheIapropriamente
di vivere esperienze giudicadi
felicitbche, oltre adesseresolotemporanee, algrave
espongono rischiodiinseguireillusioniedi produrrecomportamenti devastanti -perch
d
anche o criminali o sono
limitateallasola ricerca delpiacerefinease stesso, osonoderivatedaproprrecredenz
eche
hanno un'altaprobabiliti
limitanti,inopportune,
di essere false,
distruttive
IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
c
o obsolete -d innanzitutto sulla propria personale e soggettiva condizione emoti
va
normale(set-point)e stabilitir emotiva. cheognunodovrebbeiniziaread intervenire.
Vedremo come si pudfare.
Il proprioset-point b quellostatoemotivoconil quale, per esempio,ci si risveglia
normalmenteal mattino e si prova prima che Ia propriamente abbia iniziato a pens
are,
agiudicareeafarpartirei propritrenini sui propribinari. Da quellacondizione
di partenzadipendono i pensierie i giudiziche la propriamente inizieri a produrr
e,
maanche[eesperienzeche consegiuentemente

si vivranno. Chi d normalmehte triste


din generechi hauna mente abituata a una visionedellaRealtadi tipo causale deter
ministicoe
crede ancorachelasuafelicitidipendaunicamentedalla Realtir all'esterno
di s6e che questasia solo quellachesimanifestaalui sensorialmente.
Se una persona
si svegliagi) triste, avr) difficolh ad accettarela sua condizionecome un sempli
ce
invitoa cambiare se stessa e inizier) a cercare delle cause, dei colpevoli, qual
cunoo
qualcosachela sua mente possaidentificarecomecausadellapropriatristezza.
Laspettodrammatico di questoatteSgiamento d cheanche se la sua vita dovesse
essererazionalmenteperfetta,anche se dovesse averetutto cid che altri possonodes
iderare(
dimportanteche i desideri sianopropri...),quandola sua mente i incapace di
trovareuna motivazionerazionale che possain qualchemodogiustificarela sua triste
zza,
s ne crea appositamente almeno una. Far) in modo - sempreinconsapevolmentedi pensarea qualcosadi triste o di cui poteraverpaura,ma soprattutto cercher)
di entrare in conflitto con qualcuno,tantoperdareallasua mente quelloche
vuole:una causa esternaa sti a cui poterattribuire la colpa. Pud limitarsia pens
area
qualcosadi cui aver paura-e la televisionele puiroffrire sicuramente molti spunt
i a
tal fine -, aqualcosadi "irreale"perch generata nellasua mente a sepiuito di suea
ssociazioni
tristi o inopportune,oppure la pud creare appositamente perchdsiaanche
sensorialmenteReale.
Ci sono personechesi specializzano nelprodurreconflitti con chiunque,lo fanno
perlopitrsoloperdare alle propriementi razionali delle causechepossanogiustifica
re
la loro condizione emotiva triste, senza accorgersichequellacondizionedipendeuni
camentedaIoro.
FELICITA
149

6
Se invece hanno una causa razionalechepossagiustificarela loro infelicita (pereh
d
['hanno Siausatain passato),si "aggrappano"adessasenzalasciarlapiit.Possono
tenersela ben stretta anche pertutta la vita senza accor5iersi che stanno spreca
ndola
propriavita.Pud accadere, peresempio,quandounadonna si precludelapossibiliQrdi
vivere relazioni d'amorea seEiuito dell'aversublto una violenza da piccolache ha
portatola
sua menteprimaapensarepoia credere che ogni relazionesia violenta, oppure
quandounapersonasi precludelapossibilit)di essere feliceperchdlasuamente si d
legata saldamente al dolore di un lutto o di una separazione vissutanelsuopassat
o
remoto.
Sonomolte le personela cui condizione normale d divenutalatristezzaa seguito del
la
produzionecontinua e prolungatadi pensieritristi.Anchequandodovesserovivere
un'esperienza
che la loro mente giudicabellissimaenellaqualeancheloro riescono a
vivere attimi di felicit), hanno sempre un velo di tristezzanegli occhie tendono
comunquerapidamentea tornare alla loro normale condizione di tristezza. Ci sono
perdanchepersonela cui condizione normale d la felicit) e anche se dovessero viv
ere
un'esperienza
chela loro mente giudicabruttissima,nellaqualeanchelororiesconoa
vivere attimi di infeliciti, hanno sempre unalucedi felicitdnegliocchie tendono
rapidamentea
tornare allaloro normale condizione felice.
I veri probleminasconoquandounapersona,la cui condizione normale d.latristezza,
viverrn'esperienza
chela sua mente giudica profondamente infelice e, anzichti procltrrre
cambiamenti in s6 che la facciano evolvere e uscire rapidamente da quellacontliz
ionepertornarealmeno
al suo stato normale,rimane in uno stato di profondatrisltzzaa
tempo pressoch6indeterminato, abbassando il suo stato emotivo normale a
rrnlivello inferiore. Se il suostatonormale fosse la feliciti, sarebbe fortement
e moti
vlrto a tornarvi il piir rapidamentepossibile,ma poich6anchequellod triste, la s
ua
rrrotivazioned debole e allorapubrischiare di mantenersiemotivamentea un livello
semprepiirtriste. Un circolo vizioso che alcuni chiamano depressione.
150 IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO

o
Tutto dipende dall'atteggiamento mentaleche una personad riuscito a costruirsi e
a
qualedei due paradigmi (indicati in precedenza)ha voluto o preferitoaderire. Chi
, trovando.
siad affrontare una crisi, pensa perlopii a cid che teme e che producein lui sof
ferenzacomea
un problemaesternoa sti avrd grandidifficoltd ad uscirne migliore perchd,
anzichd cambiarequalcosain se stesso, tenderirsempre ad aspettarsi o sperarein
cambiamentiall'infuori di s6, in altri o nella Realti. Chi inveceriesce,nonostan
tela
crisi, a pensareche il suo problemaha innanzi tutto radici all'interno di sd,nel
lapropriamente,
e cerca soluzioni in propricambiamentipiuttostoche solo all'esterno,se
riesceaprodurrenuovipensieri,nuoveassociazionimer-rtalifeliciperch6attualizzati
al presente,neuscir) rapidamente, migliore,innalzandoanchelasua condizione e il
suo livello normale di feliciD. Il proprioatteggiamentomentaledipende unicamente
dallepropriecredenzee da quelloche si pensapermantenerleo percambiarle.
FELICITA l5l

6
Il puntochiave
]Rensieri che opinuno generanellapropriamenteseguonopropripercorsimentali
associatividaiqualidipendonoanche le emozionicheprovamentrepensa.ognuno
rha inoltre una propriae soggettivacondizioneemotivaa cui tendespontaneamente,
indipendentementedalle esperienze
chevive,che fa comeda stazione di partenzae
di arrivo dei suoitreninidi pensieriedemozioni.
e una personaviveun'esperienzachela suamentegiudicapositivao negativa.i
suoipensierie le sueemozionidivengonofelicio infelicie il suo stato emotivorispe
ttoallasua
condizione normale-cambiaperun periododi tempo,piiro meno
prolun$ato,che dipende unicamenteda cid che riesce apensaredi nuovo o di diverso
duranteesuccessivamente
aquellaesperienza,dopodich6il suostatoemotivotendea
tornarequelloche corrisponde alla sua condizioneemotivanormale.
Poichdil percorsoassociativoche ogni pensieroseguegeneraancheemozioni,per
provareemozionidiversebisognasemplicementesegiuirepercorsidiversi:averepensierid
iversi.
Questopudessereestremamentedifficile-soprattuttose si d adulti,sesi
dnormalmentetristi o si hannopaurespecifiche-perchdsid incapaci di farviaggiare
i propri pensieri sunuovipercorsiprodottiall'istantedai nuovi pensieri;bisognaal
lora
prima produrre,poi consolidarenuovi percorsiassociativiper permettere,senza
grandisforzi,di farviviaggiare i nuovi pensieri.
Abbiamovistocheil cerv'ello funzionain modoadditivo,aggiungenuoveassociazioniatt
raversonuoveramiflcazionicollegamentisinapticifraneuronio reti neurali
-ogni volta che viene prodottoun pensieroo che viene visto o ascoltato qualcosa,
rin
forzandoil vecchiocollegamentose viene percorsaun'associazione
gi) esistenteo producendoneuno
nuovose si tratta di una nuovaassociazione.Vi possonoessereallora
neuronio reti neuralicollegateda un numeroaltissimodi ramificazionisinaptiche*
capaci,quandovengonopercorsepensando,di produrrefortiemozioni(belleo brutte)
153

c
edaltrecollegateda una solaramificazionesinaptica,appenafatta e privadi associaz
ioniin
gradodi produrreemozioni. Il propriotrenino dei pensieritende a percorrere,
:rndandodaun neuroneall'altro, da una rete neuraleall'altra, sempre e.soltanto i
collcgamentipiirconsolidati,
quellichehannoun grandenumero di connessionisinaptiche(
lepropriecredenzedivenute le proprieverih) perch6 gii percorsi tante volte nel
passato,ma pud,potenzialmente,anche viaggiare suuna nuova singola connessione
creata.all'occorrenza,dal trenino stesso.Tutti i grandiuomini chenel corso della
nostrastoria sono stati capaci di realizzare opere straordinarie, nell'arte,nell
atecnoIofia o utili all'evoluzionedell'Umaniti in genere,sonoquelliche hanno saputo ed
ucare
la proprianrentead interagire con il lato piirmisteriosoe invisibiledella Realh.
coltivandouna grandecapacita intuitiva, e ad avere il controllo dellapropriavita
immaginativaattraversolacapacitadi far viaggiarei propri pen.sieri in qualunqued
irezione,
anchesulle nuove -e quindideboli-connessionisinapticheappenaprodotte
pereffetto delle Ioro intuizioni, dellaloro immaAinazione creativae della loro v
olonti.
Ogni pensieroma anche ogni immagine, ptcezione o paroladetta o
ascoltata,qualunqueessa sia, nuovao vecchia Dininfluente, produceuna
nuova,debole connessione associativa che si aggiungealle altre gii presenti,
rinforzandole o che crea,per prima, una nuova associazione.
I)erpoterillustraregraficamentei concetti esposti epoterliadattarea vari casi ho
realizzato
il sequente tipo di diagrammi:
154 IO SCEI,GO IOVOGLIOIOSONO
o
Diagrammi per la rappresentazione grafica
di processi mentali associativi (o rauo Marchesi)
Reti Neuronali Associazioni Sinaptiche
Simboli
i' "l ASSOCIAzIONEFELICE
i .,r )--------"( o
da (ealizzarsi
Concetto ASSOCIAZIONEINFELICE
possibile @
+ PERCORSODOMINANTE
DOMINANTE

\--l F-,,,-\--l"-\l I
SENZA ALTERNATIVA
debole
.:""l"Ta
?
?
POSSIEILITA
ALTERNATIVE
t,
DISTORSIONE
\-/' posstbrlitepercorribrte 9V
NELLA PERCEZIONE
Concetto
olr"
tl
PERiCOLOSO
CONFLITTO
r--------------I =
V
V
TURBOLENZA
forte/verita
Concetto
ASSOCIAzIONI
consolidato
SECONDARIE
CONFLITTUALI
tt
Y ALTERNATIVE
-rr\ PERCORRIBILI
rmpeormento
ldentite ctRcoLo vtzloso
G

Diagrammi dell'Autoreper la rappresentazione grafica dei processimentali associa


titti.
IL PUNTOCHIAVE

6
o,l N
i: I
l,apropriacondizioneemotivanormale dipende da come si d reagitoaesperienzevissut
e
di gioiao di dolore e da come si d agito per produrre immaginativamenteesperienz
e
di gioiao di dolore nel proprio passato. Esperienzedi sofferenzaparticolar
r.nenteSravio impegnative,o sequenze di esperienze sofferteconcomitantidurantele
ryualisi b stati incapacidi produrrecambiamentidi pensiero,possonoaverportatouna
personaad abbassare progressivamente
la propriacondizioneemotivanormale, ma
valeancheil contrario. Quindi,selacondizioneemotivanormale di una personab la
156 IOSCELCOIO VOGLIO IO SONO
@
felicitdolatristezza, dipende unicamenteda come ha gestitolasua capacit) di affr
ontare
cambiamenti e di produrre pensieri felici. A qualsiasieventualeesperienzaparti,
colarmente infelice vissuta essa avrebbepotutoreagireconesperienzeimmaginative
narticolarmentefelici.
VARIAZIONENEL PROPRIO SET.POINT
1STATOEMOTIVO NORIT4ALE)
ESPERIENZAFELICE
It MigtioEmento nel lreale o imTginativa)
SET.POINT ;.
b a seguito di nuovi pensieri telici
1
,1
cne hanno cteato
possibilitA
nuove
-,
,
3 SET-POINT
/
1 t" "' mrgliorato
IJ SET-POINT
inizialeinvariato
SET.POINT
peggrorato
Peggioramento nel
SET.POINT

O
ESPERIENZA SOFFERTA a seguito di pensieri infelici
I (realeo immaginativa) che hanno assunto
carattere di Verit?t
-1O Massima infelicila
ll proprioSET-POINTattualedipende dai,propri pensieri passatr,
oalrepropfleespenqn.zetmmastnattvee oa come st e reagtto
ad esperlenze r'eali felicre sofl6rte.
Percapire come poterarrivare ad avere unagestionecostruttiva, felice ed evolutiv
a
dellapropriamente-equindidellapropriaesistenza-immaginiamocheil processo
creativodella relazione traI'uomo,la sua mente ela Realh (lasua in narticolare)o
ossa
IL PUNTO CHIAVE r57

@
semplificatoin una relazionedi causa-effetto, di azione-reazione cheten$ain
essere
considerazionele reazioni interne(cambiamentimentali) alle azioniesternedella
Realtir(cambiamentiin esperienze di vita) e le reazioni esterne alleazioniintern
e.Si
dovrebbealloracercaredi:
.
cambiareautonomamentele propriecredenzee quindi il proprio mododi pensare
e di emozionarsi perawicinarsicostruttivamentee felicemente alle esperienze che
introduconocambiamentinellapropriavitanelpresente.Azioneesterna-reazione
costruttivainterna;
.
cambiare,indipendentementedalle esperienze vissute,le proprie credenzee
quindi il propriomodo di pensaree di emozionarsi per awicinarsicostruttivamente e felicemente alle esperienze,ai cambiamenti che si desideraviverein
futuro.Azione costruttiva interna- reazione esterna.
Quandole esperienzedi vita propongono,offronoo impon$onocambiamenti,chi i
costruttivoed evolutivo riescea cambiare se stesso producendonuovipensierienuove
credenze,capacidi renderlo tanto piir felicequantopiir gli permettono di riawici
narsi
alla sua naturae alla natura delle nuova Realtd nel presente.Chi invecerifiuta d
i cam
produrrenuovipensierienuovecredenze-perchdha
lasciato che la sua mente arrivassead opporsia qualsiasicambiamento-si render)
tantopiir infelicequantopiir le sue vecchie credenzee isuoi vecchi pensierisi al
lontanano
dalla suanuovanaturae dalla nuova Realti nel presente'
biaresestessoeddincapacedi
La vera origine della propria gioia o soffetenza, piuttosto che essere ricercata
nelle azioni estemee nelle esperienzevissute, D nel modo con cui ognuno reagisce
ad
esse, se con i soliti vecchi pensieri o con altri, nuovi e a giornati' per'
ch6 D da essi che dipendono sia le proprie risposte emozionali sia le proprie
sedenze e le successive risposte esperienziali della Realtir.Azioni e reazioni,
cause ed effetti si confondono, si scambiano, si annullano e si rigenerano
r58
IO SCELCO IOVOGLIOIO SONO
6

reciprocamenteperch6la Realti interna della propriamentee quellaesterna


delle esperienze di vita sonoentrambe manifestazioni interconnesse della
stessacosa: un processodinamico,un ciclo continuo basato su cambiamenti
in cui le esperienze che si vivonooffronoI'opportunith di cambiare i propri
pensierie, viceversa, consentonoai propri pensieri di cambiare le esperienze
che si vivono.
Possiamo cercare di interpretare questo processo e di chiamarlocome
vogliamo,evoluzionismo,diseginointelligente, volonti Divina, determinismo
causale,ordine implicato, sintropia. Io I'ho chiamato exotropia perindicare
un processo,un ciclo continuo nel qualesoloil presente,che si crea e si
annullacontinuamette,Dreale;un ciclo basato su cambiamenti tendenti all'evoluzio
neproprio
perchd tutto,ancheseappareindipendenteeseparatod intimamenteinterconnessoe
interdipendenteed ogini cosa tende ad agire, per
questo,in comunione di intmti con ogni altra cosa. Tende adamare.
Liespressione possaawenire in
di ogni cosa cheesiste e ogni cambiamento
essa tendono, in natura, ad essere evolutiviperch6I'interazione,in comunionedi
intenti con il tutto, fa si che ogni eventuale cambiamentocheproducevantaggiindi
viduali
sia vantaggioso anchepertutta la Realti. Peresempio,
ognipianta produce ossigenoutile a chi pudrespirarlo, ogni frutto produce
vitamina C utile a chi pubnutrirseneecc.
Quellochela Realti offread ognuno di noi sonoinfinite,preziose,possibiliti.
Ogniessereumano si gestisce,in questoprocessoo ciclo, come meglio crede,
come vuole o b arrivato a crederesiagiusto.Ma se crede chei suoipensieri
siano solo un effetto della Realti che vive, perlui sari soprattuttocosi,se
invececredeche la Realti che vive sia solo un effetto dei pensiericheproduce,
perlui sari soprattutto cosi. Masoloquandoama,quandoriesce ad agire in
comunionedi intenti conse stesso, altri e la Realti,puitrcalizzarc cid verso
cui tende,ed essere autenticamentefelice,per questo.
IL PUNTOCHIAVE
r59

c
La Realtir D possibilista,0questochelatende Fantastica, Inhigante'
Misteriosa,Bellissima,Entusiasmante,DMna! Ognuno pudfare della sua
Realtir cib chesasceglietr, che sa volere, chc sa essere e crcdcrc.
Pensieri ed emozioni
Abbiamo visto che le credenzeele associazioni chelapropriamenteutilizzaperinterp
retare,
giudicaree interaSireconla RealD derivanotanto dalle proprieesperienzevissutequa
ntodatutto
cid che si d immaginato e pensatonel proprio passato e,soprattutto,
chele esperienzeche ognuno vive sono in qualchemodo collegate e derivate
dalleproprie credenzeepensieri.Chi riesce a pensarein modo creativo efelice util
izzando
la propria immaginazione, senza limiti, senza pregiudizi,senzapaure e
riuscendoa provareautonomamentegioiaedentusiasmopensandoa tutto cib che
vuole vivere, agiisce potentementesulle esperienzeche vivr?r in futuro. Anche se
il
tutto awiene solo a livello immaginativoeancheselapropriamente
pudesseretendenzialmente
pessimista,
i importantealmenoprovarci.
einiziareafarlo il prima possibile.
Tuttocidchepudderivareda un
approccioimmaginativofeliceverso
la Realt) d strabiliante,ma per
riusciread accettarlo ecomprenderlo
appieno d importanteviverlo.Si
pudiniziare anche con I'accettare
cheil poteressereautenticamente
e
160 IO SCELCO IOVOGLIOIOSONO
o
felice solo dalla propria
bisognaincominciare Sipudriuscire felicianchesolopensan
stabilmente dipende menteinconsapevolee capire che d dali che
adintervenire. ad essere
do,epensandofelicementesipossonoalloraanchevivereesperienze
felici.lcambiamentiche
un approccio autoresponsabilizzante
alla Reath possonoprodurreinse stessi

e nella RealD sono formidabili e insospettabilmente ti sarl


potenti.Comeeperch6
ancorapiirchiaro tra poco.
cheprovano unicamente
chevivonoe che tutti, aparitidiesperienze,debbanoprovarele loro stesse emozioni.
Quandosidice a qualcuno"quellapersonami fastarebene,quellatal cosami fa stare
mele,ecc.",sicercaI'approvazione
Molticredonoche le emozioni dipendano dalleesperienze
deglialtriritenendocheanche lialtridebbano
provarelestesseemozioni.Ma le proprieemozionisonogeneratedalpropriocervello
e dipendono unicamentedaipropri,personalie soggettivi, percorsimentaliassociativ
i
chepossonosi essere stimolatida cid che si percepisce, unicamente
maderivano da
cidchelapropriamenteha vissuto, pensatoo immaginato nelpropriopassato.Se vivi
un'esperienzachela tua mente giudicabella,proviunabella emozione perch il tuo
cervellolaassociaaqualcosache hai vissuto, pensatoo sognato di bello nel tuopass
atoe
viceversa.
Ogni tua emozione d solo un effetto di una tua associazione
mentalechepud,
owiamente,essere maanche Seriesciaprodurreesperienze
siafelice infelice. immaginativefelici,
tantopiirdvividoefelicecib a cuiriesci
apensare,tantopiirevidentiti
sarannoleemozioniche il tuo cervello generer).Unaspettofantasticoconseguente
allacapaciDdiprodurreesperienze felicidquellodiprodurre emo
immaginative belle
zionichepossonorinforzarevecchiefeliciassociazioni nuovefeliciassoo Eienerare
ciazioni.Questeultime sono quellechepossonocambiare tanto
lepropriecredenze
quantoleesperienze
vissute,facendoanchedel bene, oltrecheallamente,anchealla
salute,vitalitdebellezzadi tuttoil corpo. Unaltroaspettomolto importante -che
vedremomegliopiiravanti d che le esperienze
-chepensidi vivere con la tua immagiinazione
condizionanosottilmenteanchele esperienze
reali che vivrai nel tuo futuro.
IL PUNTO CHTAVE t6l

@
Quandoimmagini vividamente congioiaed entusiasmo di vivere una certa esperienza
awengonodei cantbiamenti, oltre che nel tuo cervello e nel tuo corpo, anche nell
e
informazionipresentinella trama della Realh dalle qualidipendonole esperienze ch
e
vivraineltuo futuro. Il tuo cenello cambia ma anche la Realti, la tua Realtir in
particolare.
inizia sottilmente a muorrersiin una direzioneo in un'altra utilizzando anche
le informazioni cheTu, con i tuoirrensieri,haiprodotto.
r62 IOSCEI,GOIOVOG],IOIO SONO
c
La Realti chevivi D l'effetto dell'interazione della proiezione invisibile
verso I'esterno del tuo cenello -con tufti i suoi contenuti -con le
proiezioni invisibili verso I'esterno di tutto cib che esiste.
Nellatrama dellaRealtd iniziano ad esistere da prima di potersimanifestare in es
perienzevissute,
anche tutte le esperienzepossibilie impossibili,belle e brutte, bellissimee
bruttissinre. inutili, felici e tristi che chiunque possaavere immaginato o pens
ato.
Le tue credenze e i tuoipensierisonoinvisibilmenteproiettateall'esternocondizion
ando,
facendo muovere la trama della Reattdpercrearele basiper la loro realizzazione.
Tutte le esperienzecreateda cid che tutti credono, pensano,immaginano
coesistonoin statipotenzialisovrappostifino a quando,interagendotra loro,collass
ano
attualizzandosi nelleesperienzereali, manifeste che vengiono vissute. Le cre,
Jenzeei pensieridi ognuno svolgono un ruolo inconsapevolmente sulle
determinante
esperienzechesi attualizzeranno individualmente.Quellochehai creduto, che hai
pensatoe immaginato nel tuo passatoha fortemente condizionatocid che stai vivend
o
nel tuo presentee, allo stesso modo,quelloche credi, pensie immagini ora condizi
ona
fortemente cid che vivrai nel tuo futuro, cid che diverri Reale,perTe,a causa o
{razieaTe.
IL PUNTO CHIAVE

6
(lestionedelle crisi
La sofferenza emotiva D solo I'effetto di erroridi interpretazione egiudizio
dellaRealth,lasua unica utiliti Dquelladimetterein luce credenze
sbagliate,conflittualiolimitanti chevanno cambiate.
164 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
c
Scriverequestolibro mi ha permessodi capire che qualsiasicrisi una personapossa
viveredinnanzitutto I'effetto di sne credenzefalseo irrealisticheperch6inadeguat
eo
lontanedallaRealtapresente.Crisiaffettivepereffetto di propriecredenzesullaRealt
i
e sulle personeacui si ritiene di volere bene che portanoaprodurre paure, malint
esi,
aspettative,condizionamenti reciproci turbolenti e comportamenti inopportuni o
infelici.Crisi di salutepereffetto di talse credenze sull'alimentazione,
sullemalattie,
sulpropriocorpoeil suo rapporto con la propriamentee la realti. Crisi economiche
pereffetto di falsecredenzerelativeai concetti di merito e di valore ecc.
Quandosi viveuna qualunquecrisi significa che si hanno uedenze sbagliate
o in contrastocon la Realth presente.
Ognunoha nella propriamente una serie di credenze che ha acquisito dagli altri e
dalI'ambienteo che ha prodt-rttolui stessopereffetto di esperienze e conseguenti pe
nsieri
ricorrenti. Abbiamo visto che per la mente produrrecredenze/veritid moltofacile:
bastapensare,ascoltareo immafinareripetutamente,volontariamenteo involontariamen
te,
qualcosa,qualunquecosa.Il difficile d accorgersi se sono sbagliate o inadeguatea
l
presentee intervenire volontariamente per cambiarle/rinnovarle.Ma per
accorgersichequalche propria credenzad sbagliata b sufficiente trovarsiad attrav
ersare
una crisi, 0 allora che sarebbeutile intervenire percambiarle/rinnovarle.
Chi vive perlopiumantenendoe difendendo le credenzecheha prodottonel suo
pa.ssatotende a produrresempre lo stessogeneredi pensierie a vivere semprelo ste
sso
generedi esperienze ma con un progressivopeSgioramentoneltempo.
Se si tratta di credenzefelici, realistiche. possibiliste,validenelpresentee riv
olte a
un futuro felice. lapropriaesistenzapudesprimersicomeunafantastica,meravigliosa
einesauribilefontedi Gioia e di esperienze felici,persestessiepertutti coloro co
n cui
si possaavere,direttamenteo indirettamente,a che fare. Se si tratta di credenze

che
sono state felici in passatoma sono divenute inadeguate peril presenteperchdsono
rimaste le stesse nonostante si sia cambiatifisicamente(peresempio crescendo o
IL PUNTOCHIAVE

6
si sar) progressivamentesemprepii infeliciedespostiaviverecrisi. Se
si tratta dicredenze adatteaun certo contestoesterno(peresempiofamiinvecchiando),
cheerano
liare, sociale, lavorativrioreligioso)masono divenute inade$uateperchdil contest
o d
cambiato.si vivranno crisi.Moltecredenzepossonoanchederivaredaerroridiinterpreta
zionedellaRealtinei
riguardi deiqualisisonoprodottipensieri Qualossessivi.
siasi credenza checristallizzanellapropriamentefino ad assumerecaratterediverit)
pudcomunqueprodurreneltemposolocrisiperch d come se si rimanessefermi
all'internodi una propriarealtirillusoriache si allontanasemprepiirdaquellaReale
nelpresente ed evolve. La Realti d,secondoil mio modello un
checambia exotropico,
processo in continua e irreversibile nellaquale d
dinamico evoluzione soloil presente
reale.Cambiasempre,a volte impercettibilmente allontanandosi
avoltebruscamente,
dalpassatoingeneralee dal passato indipendentemente
diognuno, dallesue credenze
epensieri sempre
pressochti uguali.
Gliunicicambiamentidi cui molti,affezionatiacredenzefalsee sempre pitrobsolete,
sonocapacisonoquellirelativiallasolacapacit2r crisisempre
di s<-rpportare piir
impeEinative.
Maognicrisi,anzich{semplicementerinforzarelapropriacapacihdi
dovrebbeinveceindurrecambiamentiin se stessi utiliaevitareche si
sopportazione,
e cid awienesoloquandola crisi vienevissutacomeuno stimolo a
;rossaripresentare,
produrrenuovecredenze,piifelicie vicine alpresente. inse stessi
Cambiamenti che
dadovesi d, da dove cisi d fermati.Laspettograndiosodiognicrisidprosmuovano
priolapossibilithcheoffre di accorgersi di propriecredenzesbagliateepoter,allora
,

finalmentecambiare:produrrenuovipensieri, associazioni nuove


nuove mentali, credenzepiirfelici
e nuoveinformazioniperla trama dellaRealtir.Maquestolosipudfare
inqualsiasimomento,b inutile attendere affrontare di
di dover utracrisiperaccorpiersi
a cid
Cenesipudaccorgereanchein condizioni normali,pensando
piuttostoche a cib che da dolore'
dover cambiare.
chedaEiioia
Laspettodelicatodi una mente cheha fatto propriecerlecredenzeehaprodotto
genere
certesueverit2rd che, aparitirdistimoliesterni,produrrdsemprelostesso di
emozioni,dipensierie di giudizi,continuandocosiinconsapevolmente la
a irrdurre
Realhaprodurreperleilostesso$enere seppur
di esperienze, conpiccolevarianti
166 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
o
normalmente in peggio-dovute ai cambiamenti evolutivi chenel frattemposol'ro
avvenutinellaRealtd indipendentemente semprepiir
da lei e che [a portanoa essere
lontanadalpresente.Chi evita dipartecipare conpropricambiamenti
e co-partecipare
ai cambiamentidella Realt) si trova inevitabilmentea subirli nella forma di cris
i.I-a
capaciGdi gestirecostruttivamentelepropriecrisi, rivolgendosi innanzi tutto all'
interno
di s6, alla propriamenteanzichriall'esternoalla ricerca di colpevoli, bunacaratt
eristica
delle personefelici,evolutee che evolvono rapidamente.Lacapacitirdigestire
costruttivamentelepropriecrisib fondamentale in qualsiasirelazioneumana si viva.
Nelle relazione affettive costituisce fondamentale perpoter
I'elemento indispensabile
costruirerapporti felici e longevi,evolvendoanchegraziead essi.
Percambiarei propri pensieri, riawicinarsialpresentee crearsi un futuro diverso
daquellochesi crede o che si temepossaessere,bisognaquindiinnanzitutto interveni
resullepropriecredenzelverit)
persostituirle con altre piufelici.Questopudsembrare
molto difficile soprattutto perchdla propriamente inconsapevole considerale

propriecred,enze/yeriti giuste,qualunque siano.E perquestoche


assolutamente esse
si pud avereun'enormedifficoltaad accorgersi che possonoesseresbagliate.Se si
chiedesseaunaragazzaanoressicao ad un ladro o ad un assassinoo ad un pedofilo,ad
un terrorista, a genitori chestannoportandola giovanefigliaad essere infibulata(
la
ntutilazionee restringinrentotramitecucitura dell'organo sessualefemminilepratic
ata
ancora oggi nel mondo, ogni fiorno,a oltre 5000 bambine): "perchdfaiquelloche
fai/",tutti, se rispondessero sinceramente,rivelerebberoquasisicuramentedi riten
ersi
nel giustoperchdi loro comportamenti, anche se produconodanni, sofferenza o
la morte di altri,sonoI'effettodi credenzeprofondamentedistruttive ma divenute.
nella loro mente, verita.
Percapire se e qualipropriecredenzepossonoesseresbagliatebastaosservarnegli
effettinelleesperienzeche si vivono: se una qualsiasiesperienza,vissutao anche s
olo
immaginatae ritenuta da se stessi giustaproduceGioia,Amore, Armonia o Successo
perse stessi maancheperchiunque altro nesia direttamente o indirettamentecoinvol
to,
pudessereritenuta indicativamente se invece produceesperienzedi crisi
gliusta:
in sti, oppure produceesperienzefeliciperse stessi ma sofferenza peraltri,allora
i
IL PUNTO CHIAVE r67

6
einiziarealmeno
desiderare a cambiarle.
lecito iniziare almenoaporsideisanidubbi sulle propriecredenze a
diriuscire
Cambiarelepropriecredenzed molto piirfacile di quantosipossasupporre.Grazie
alle semplicissime nel metodo che ti illustrerdpiiravanti, chiun
regole utilizzate
que pud prodursi autonomamente piirattualiepiirfelicicredenze/verih
nuove, emettersinella
condizione di poter produrre nuovipensierie vivere nuoveemozionied
esperienzedi vita felici perse stessi e anche per gili altri.
Ogni crisi, ofni esperienza o cheproduce
chesi vive con sofferenza in altrisofferenzaqualunque essasia,qualunquepossaesserela causa chela mente possaattribuirleandrebbeinnanzitutto vista comeun invito, un'opportunitir a cambiare il proprio
personale mododicredereepensareper potersi riawicinareil pii rapidamente
possibilea cid che [a Realtir dnelpresentee ad unfuturoi[ piirf'eliceimmaginabil
e.
La Realti pudevolvereanchegrazieaglieffettidi tue credenze epensierifelici,
maseseiincapacedi produrne,evolve anche senza di te. Chi sa cambiare spontaneame
nteil
propriopersonale modo di credere la Realtd, allinean
esoggettivo epensare
dosi felicemente eproiettandosi unfuturo felice, evita spontaneaalpresente verso
mentecrisipers6eperaltriperchd neIpresente gii,spontaneavivendo contribuisce
menteenella Gioia, a creare lasuaRealD futura felice e a far evolvere, per quest
o,
anchetuttala Realtir.
Se stai affrontandouna crisi, qualunqueessa sia, invece di cercare colpevoli
opensarealpassato,sfotzati di far sorridere il tuo viso e concentra la tua
attenzionesolo sull'immagine di te, Felice, nel tuo futuro.
PiirFelice di quantotu sia mai stato nellatuavita.
Lasciatiandare in quellasensazionedi te eripeti:
"Io Sono Amore, Gioia, Armonia",
ripetilo,ripetilo, ripetilo...
r68 IO SCELGO IO VOGI,IO IO SONO
6

EVOLUZIONE
I
I
EftfrI
I
FHrlA
:
F|E UR".|
I
Tlliirtt
r
rrfillt*:l
I
t"'E
. .:xiii,i,vz1+rFFtf1St"2
Otlnuno ha ua propria tendenza euolutiua chepud o meno realizzarsi. Ogni crisi,
emotiyu
e/o lisiologica, piccola ogrande, ua semplicemente considerata un inuitct a camb
iare leprcprie
credenzeequindi pensieri, abitudini, lter "rientrare".sul proprio percorso natur
olmante felice.
IL PUNTOCHTAVE

o
Bambini
Tutti i bambinisonodei veri geni,degliilluminati
rJacui ogni adulto potrebbeimparare(o meglio
Sonoprividi pregiudizi,di
reimparare)tautissimo.
credenzeconsolidatesiin verit2r, hannoimmaginazione,
creativit2r,curiosita e fantasia vivida,un
apprendimentofacile e veloce, un'intelli6lenza
accesae possibilista. La loro attenzioned tutta
rivoltaal presenteeal futuro, il passatoDperloro
prirrodi interesse.Sonocaratterizzatida camhiamenticontinuicheli
marrtengiono
vicinie.in sintoniaconla
Realt) chevivononelpresente.E soprattutto
per questochesonospontaneamentefelici'
Sonotuttaviafortementeespostia subire condizio
narnentilimitanti esterni,in particolareda chi d
vicinoa loro, dachi osservancl.
Devonoimparareil
piu possibilee il piu rapidamentepossibilecidche
in cui sononatiglicomunica offrepercostruirsile basi diconoscenza
I'ambiente eEili
inquelpresente.
inquell'ambiente,
conlequaliriuscirea soprawivere.
perqualsiasiadulto,chepudimparare
Unbambinod un'opportuniti preziosissima
dalui. Gli aclultitendonotuttaviaa considerarli
e a trattarlicomeinferiori
tantissimo
soloperchti
questod un peccatoperch6la mente rliun bambino d decisanlente
-lo fanno probabilmente il loro corpodpii piccqloe debole delloro-e
rnigliorediquella
diqualsiasi

adulto.
in un ambientetristediperUnbambinochesi trovasse adessere,fin dalla nascita,
perlopiir eadimporsiin modo conflittualele rispet
sonetristi,impegnate amentirsi
tivecredenze,o che venissemessodavantia un televisiore il comportaadosservare
IO SCELCO IO VOGLIO IO SONO
@
mentodi persone
impegnateaprodurremenzogne,violenza,asoffrire o alamentarsi,
acquisir)comunquecomesuo modello, senzagiudicarlie senza filtri,tali compgrtu
menti,ade$uandose stesso a quellaRealtaper poter soprawivereefficientementei1
essa,secondoIeregoleche la sua mente ha acquisito da essa. Anchese il compurta
merrto delle personeche osserva gli offrono un modellotutt'altrochefelice,sepuir
osservarledperchdsonovivee lui deve innanzitutto impararea sopra',vivere in quel
la
Realtd.Appenaavr) raggiunto I'autosufficienzafisica,perd, potrd prodursidei mocl
elli
comportamentalimigliori,sar) una suapossibilitd,un suo compito e una respopsabil
itd.
Sequalcunogli insegnasse dasubito ma quellida cui acquisisce
a farlo lo farebbe
queimodelliconosconoevidentementesoloqueimodellie sono incapacidi proporgli
altro,perquestodovrd intuire dasolocome fare. TuttelepersonegenialicheI'umanit)
ha conosciuto lo hannosaputo fare.
ognunohaa disposizione strumentipotentissimicome l'immaginazione, lacapacit)
di scegliere che cosa pensaree il libero arbitrio,dapiccoliancoramoltolibero.
ognuno pud usarequestistrumentiper produrrenuovecredenzee nuovimodelli
mentali felici masenessunogli diceo gli spiegacomepoterutilizzarein modovan
taggiosoe costruttivo lasuaimmapiinazione di intuirlo dasolo,perch6
e se eincapace
portatodaaltria"disallinearsi"
o a distrarsi continuamentedase stesso. rimarr)con
queimodellie vivri tristemente.Vivracome se fosse una"fotocopia"di chi ha osserv
atofin
da piccolo.Chiunquesiaridottoad essere una fotocopia di qualcunaltroha

moltadiiiicoltirsia a essere felice,siaa produrrequalcosadi nuovo, di migtioredi


quelloche ha vistoe che esistegih.AllaRealt) le fotocopie sonoinutili.E come ave
re
unalibreriaconmigliaiadi libri che sono esclusivamente di soli dueo tre
"fotocopie"
originali.Se vuoi esserefelicedevi essere un originale.E per questo chequalsiasi
principiodi
uguapilianza crisie disorcline.
applicatoagli uomini producesolotristezza,
Siamotutti fisiologicamente simili,ognunod interconesso sottilmenteconogni
altroepudpotenzialmenteagire in comunionedi intenti con ogni altro, ma ognuno d
una realtd asd, unica eirripetibile.Unbambinodovrebbeessereaiutato a scoprire qu
al
d la suarealti,acreare la sua realt),piuttostocheessereportatoa divenire unafoto
copiadi
realDaltrui.
ILPUNTOCHIA\,E 17l

@
Un bambino ha una menteprivadi pregiudizie avida di informazioniproprioperch6
deverapidamentecostruirsile basi di conoscenza
concuipotrir,in futuro, produrrei
proprigiudizi.E una condizioneestremamente perun rapido, e
vantaS$iosa efficiente
felice apprendimento.
possibilmente Lenuoveinformazionivengonoacquisitedirettamentedall'ambiente
essereprimafiltrate da modelli mentali -epubpercorrere
-senza
facilmentedasubitole nuove connessioni neuronali
eassociazioni che i suoi pensieri
creanonel suo cervello.Acquisisce esterno
efa sue informazionidall'ambiente con estrema
facilitir attribuendo adesse,fin dasubito, carattere diveriDpurmantenendouna
grandeplasticiD, verso cambiamento, o
unaforte disponibili0r qualsiasi a$$iornamento
perfezionamento Produce moltenuove e
in esse. inoltre autonomamente informazioni
associazioni e fantasia. di un bambino
graziealla sua vividaimmagiinazione Le credenze
sonomoltoflessibiliefacili da cambiare graziea una fantasticaattitudinead accett
are
qualsiasicambiamento dper questo chedgenialeeriescead essere facilmente
in esse,
quapoco Cercacuriosamentee accetta nuoveinformazioni,
lunqueessesiano,prendendoleperbuonee credendo a esse fin da subito. Peccatoche c
i
sianointornoalui adulti che gliimpongonolimiti e glidiconoche cosa d impossibile
,
vietato,difficileein che cosa devecredere,altrimentisarebbenelle condizioni otti
mali
perpotercompierequalsiasimiracolo.
felice,Cli basta peresserlo.
Anziani
Si ritiene che una personasia anziana quandoha raggiunto un'ethpredefinitadal
Sensocomune,ma una personadiventatanto piiranzianaquantopiu la sua mente
diventarestia ad accettare cambiamenti.Quandola mente di una personahaprodotto
sufficienticredenze-allequali ha attribuito caratteredi veritir -per potersopraw
ivere
efficientemente, tendea voler evitarequalsiasicambiamentoin esse. In questo

modo,perd,oltread invecchiare iniziandola degenerazione


delsuo corpo, si preclude
di poteressereautenticamentefelice. Si pudesseregidvecchianche a 20 anni, si pud
essereancoragiovania 100 anni. Si inizia ad invecchiare quando:
172 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
6
.
sidiviene irremovibili sullepropriecredenzefondamentali,
quelleche riguardano la propria esistenza,
stile di vita, lavoro, salute,ideologiepolitiche,
famiglia, gusti,abitudiniecc. e si rifiuta apriori
qualsiasicambiamentoin esse, accettando nuove
informazionisolo se confermano le proprievecchie
credenze;
.
si usa l'immaginazione soloper ricordareil passatoe
sempre meno per pensare al futuro, tanto
menoa un futuro chepossaesserefontedi gioiao
diverso da quello-in pieneretriste-che si crede o
che si teme che sari;
e si produconopensieriutilizzandosempree solo i
vecchipercorsiassociativiprivilegiatichesi sono,
nel tempo, sempre piir consolidati nel propriocervello.
unapersona progressivamente
inutilease stessa quindimuore, perquesto.Utilitd intesa innanzi
In questomodo, pubriuscirea divenire semprepitr
eall'Universo, anche
tuttocome capacit) di produrrenuoveinformazionipensando.Il pensieroD il nostro
primoepii potentestrumentodi creazione.E quandoi propripensieridivengono
progressivamentesolo ripetizioni divecchipensierio solo I'effetto diproprievecch
ie
credenzee convinzioni derivatedalpropriopassato
o daquellodialtri che si diviene
inutili.E vecchio coluiche sa produrresolocoseche esistono gii o che sono gi)res
istite,
vecchie,che rifiuta di cambiare il propriomodo di pensareevitandodi usare, in
modonuovoefelice,la sua immaginazione.
Nelnostroattuale comune informazioniquali quella
.senso vi sono, peresempio,
che E normale viveresolo fino a 80, 90 anni, che dai 60-70 dnormaleavereacciacch
i

e
malattievarie da cui si pudguariredifficilmenteo solo utilizzando farmacio chiru
rgia.
Seunapersonaassumecome sue veritdquelleinformazioni,quandoraggiungera
IL PUNTOCHTAVE t73

c
quell'eti,anche ancora inizierira conformarsi aquelle
che la sua mente ritiene essere le verith associate aquell'eti.Potrir lamentarsi
quanto
vuolema ognuno d il primomaggiore e al tempo vittima delle pro
seil suo corpo fosse sanissimo,
responsabile stesso
priecredenzeed d li che dovrebbe innanzi tutto intervenire,felicemente,per poter
si
permettere di vivere Lambienteesternoha certo influito sulle
emeritare felicemente.
credenzeche ognuno ha nella sua mente,ma ognuno haanchela capacitir dipensare
e di immaginare
qualunquealtra cosa diversadaquellacheglib stata semplicemente
proposta,se ha evitato di farlo d una sua responsabilih.Lamente d incapace di di
stingueretra
cid che si d ascoltato o visto, da cid che si d pensatoo immaginato.
Il Pentateuco, d scritto "...Questo
dellagenealogiadi Adamo. QuandoDio cred l'uctmo lo fece a somiglianza di Dio;
maschio e femmina li creo, li benedissee li chiamit uomini quandofurono creati.
Adamo aueuo csntotrentaanniquando generd a suu immagine, a sua somiglianza, un
figlioe lo chiamd Set. DopctuuergeneratoSet,Adumo uisse ancoroottocento anni e
generofigli e figlie. L'intera uita di Adamo fu di not ecentotrento anni;poi mor
i. Set
aueuacentocinqueanniquando generd Enos: dopo auergeneratoEnos, Set uisse ancora
ottocentosette anni e generofigli e liglie. L'intera uita di Set fu di nouecento
dodici
anni;poimori.Enos aueuanouanta anniquando generd Kenan; Enos, dopo atqrgalerato
Kenan, uisse ancora ottocentoquindici anni e generdliqli e figlie.L'interauita d
i
Enos fu di nouecentocinque anniquando
Nella Bibbia, Antico Testamento, laGenesi, d il libro
anni;poimori. Enoch aueuo sessantacinque
generdMatusalemme.Enoch cammind con Dio; dopo ouergeneratoMatusalemme,
uisseancorapertrecentoanni e generdfigli e liglie. L'intera uita di Enoch fu di
trecentosessantacinque
Dio l'aueua preso.Matu
onni. Poi Enoch cammind con Dio...., perchrl
salemmeaueuacentottantasetteanni quando generd Lamech;Matusalemme,dopo
ooergeyprotoLamech,uisseancorosettecentottantadueanniegenerdfigli efiglie. L'int
era
uita di Matusolemme fu di nouecentosessantanoue
anni;poimori...".
Anchechihagrandefede nella Bibbia ha difficolth a crederci, masesei anziano opro
s

simo a esserlo, provaanchesolo a immaginare come la tua vita potrebbecambiare,


174 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
c
come i tuoipensierisul tuo futuro potrebberocambiarese solo riuscissi a credere
di
potervivere,comeAdamo,930anni in salute,efficienzae vitalitir. Se anche solo
riuscissia credere dipoterviverealmeno150anni,sano,vitaleedefficiente
finoall'ultimo,
potrestipermettere di tornare in modo simileaquello
alla tua mente apensare
di quandoeri ancora adolescente,
ma con il grandevantaggio,rispettoadallora,che
osgi sei molto pitrsaggio,espertoe capace... ForseD solo una leggenda, forseallo
ra
misuravanogli anni in modo diversoo forseAdamoegli altri erano vissuticositanto
semplicemente erano hapotuto,nelprendersicuradi
perchd natigi)adulti e nessuno
loro,trasferirelorodellecredenze
limitantitra le qualianchequellechednormale
invecchiare,ammalarsiemorire.MaI'aspettoimportante,che Adamo eglialtri siano
esistitio no, b che avrebberocomunquepotutopensareeagire solo intuitivamente e
viverecosinelpresenteein sintoniacon la Realti elanaturaed d questochepotrebbe
averpermessolorodi vivere tantoa lungo.
Genitori e figli
"Gli Dei hanno messo in croce i loro figli."
La croce d la rappresentazione simbolicadello spazio-tempo, dellaRealtd manifest
a. I
genitorifanno nascere i loro figli nellospazio-tempodove hanno la possibilitddiv
ivere
esperienzee,potenzialmente,
evolvere,cambiare,introdurrequalcosadi migliore,
nuovoo piir efficiente rispetto quelloche hanno trovatoquandosono nati. E una po
ssibiliti
chepud esserefortementefavoritao inibita daigenitoriche, nel beneo nel
male,di fienerazionein generazione,tendonoa produrre"fotocopie"di loro stessi.
Segiudicassimorazionalmentechecosa d un figlio,si potrebbefacilmenterischiare
di considerarlo un "parassita",un essere che d capacesolodi chiedere e da cui si
dovrebbeevitaredi
aspettarsi qualunquecosa in cambio. In Realti un figlio d) hai suoi genitori
moltissimo: oltreal senso di immortaliti che deriva dall'averdatocontinuiti apro
prio

codicegenetico,tramandatodi generazionein generazioneda milioni di anni, anche l


a
IL PUNTOCHTAVE

@
preziosissimaopportunitirdi poterimparare,ricordareda lui tutto cib chepuoaver
tlimenticatoilivenendoadultocomelo stupore,lacuriosih, laGioia,lavelocih concui
usciredaqualsiasicrisi,lameravigliae I'acutissima intelligenza.
Genitori "fotocopiatrice": le
paure della morte e della
solitudine(chederivanodalI'averiniziatoavivereesPerienze
nello sPazio-temPo)
sono irrisolte e Portano
all'incapacit)di evolvere, di
cambiare,e a faredeiProPri
figli fotocopiedi se stessima
con il compito,Paradossale,
che riescanoa fare, nella
vita,cosemigliori di quelle
di cui lorosonostaticaPaci'
Ma una fotocopiaPud solo
il suo originale:ciochedgiirstatovissutodaisuoi
genitori,conforsepiccolevarianti,quelleintrodottedall'ambiente
ripetere,piiio menofedelmente,
esternochenel
visionidellaRealth'
Irattempob cambiato. genitoriimpon$onoaifiglileproprie
Questi
leproprieveritichespessosonomoltodiversetraun$enitore
lepropriecredenze, e
magiSiiori
deiloro'Li trattano
nellamentedelfiglio conflittiancora
puniscono
I'aitroproducentlo
contrario
comeunaloroproprietirese fanno qualcosa alleloro credenze,li
di introdurre si rivolgonoa loro con
prontia
o li insultano.Gli impediscono cambiamenti,
limitanti,conflittuali,fuorviantio inutili masono
stupirsisesiritrovanoadavereun figlio socialmentedisadattato.
negazionieafl'ermazioni

IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO


t76
c
Genitori "evolutivi": hanno entrambi risolto le proprie paure della morte e dell
a solitudinee
vivono lorostessiun processo accelerato dai figli
di ev<-rluzione, ulteriormente
che danno loro la possibilitidi mantenere anchele loro menti e i loro corpi giov
ani
(accadequandosanno imparare dai figli...). Stimolano in loro I'entusiasmo, lagio
ia,
I'autcrsufficienza, la meraviglia,la gratitudinee la sco
l'intuizione, I'indipendenza,
pertadellaloronatura.Si rivolgonoa lorocon affermazioni potenzianti.
Qualunqueadulto che interagisce condei bambini pudcontribuire notevolmente ad
aiutarli ad essere personefelici e geniali, nrostrarsi
b sufTiciente loro felici egenialilSesi
d incapaci di questo,sipossonoallorafare loro affermazionipotenzianticome"tu sei
un
genio, tu sei bellissimo, tu sei Gioia, tu seiun cuntpione, tu sei intelligerzte
, tu sei brttuo,
tu sei sincero, tu seilettle, tu sei onesto, ecc. ". Nel caso faccia qualcosadi
contrario atali
affennazioni,evitarequalsiasinegazione(sappiamoormai che Iamente sa faresolo add
izioni)
equalsiasiaffermazione perchd vistocheperla
con awerbi di rregazione abbiamo
sua mente incorrsaperrole il cclntrario. Usare invece affermadcomedirgli esattamente
zioniquali"ungeniosi comporttt in ttn modo dit,erso".l,a suapuntualerispostamolt
o
probabilmentesarir"ecomesi comporta un gtenio?".In quel caso0 indispensabiledare
spiegazionisolo.sesiddeigeni(esisacome si comportaun enio).sarebbedevastante
se la sua mente associasse un genioa cose mangiarequello
I'essere come,peresempiti.
cheSlid stato messo nelpiatto,cheha un'altissirra probabiliDdi essere contrarioa
lla
suanatura... Gli si potrebbeinvecedire semplicemente"lo puoiscoprire da sob, qut
tntb
seifelice"e se propriosirruoleesagcraresi potrebbeaSgiungere"equandob scopri
in^segtruloutche u me,perclt i tlu Euutdo sono nato che stct cercontlct,set'tzur
iuscirci,
di capirlo. Tupotresli -scoprirb e in.segnarmelo!"
Qualunquecosai figli possano euiture affermazioni
fare,bisogna assolutanrente

quali".sezun ignorunte, sei cuttiro, sei brutto, sei uno schifrtsoecc.",questeaf


fermazirrnipossonosolopeggiorarele cose, i genitorile u.sano normalnrenteperriportarli
all'obbedienzao perportarliadaderirealle loro credenze(ciodperfarne fotocopie di
lorostessi)senzaaccorgersidi quantosiano devastanti e compromettentiperil loro
equilibrioefuturo.Lamentedi un bambino leacqui.sisce se stesso
comevereeportera
IL PLINTOCHIAVE

6
d adeguarsi adessee,probabilmente,afaradeguaread esse i suoi figli. di generazio
ne
r generazione...
Seituoi genitorisisono comportati con te in modo limitante, Eforsesoloperchd
lnorouatlo gli effetti di quello che faceuano.E molto probabileche i loro genito
ri si
iano, a loro voita, comportati allgstessomodoconloro. FIai perdcomunque,giraziea
lrro,potutosoprawiveree imparatoa farlo,questod fbndamentale, e ora che sei
dulto e seiin gradodi pensare puoi faretu, a te stesso, tutte leaffermazionipii
granliose
e potenziantichepuoi immaginare.Il tuo cervello d semprein ascolto, il tuo
orpo e sempre in ascolto,tutta la Realtirdsemprein ascolto e tutto esemprepronto
. cambiare. di bello!
Sii tu a dire loroqualcosa
Razionanme spiritualith
I'Occidente ini;
iatanel XVI secoloconla nascita del moderno metodoscientifico.Prima,lo sviluppo
lella conoscenza erafortementefrenatodal credo religiosoche, essendo
,a separazione tra scienza ereligioneche caratterizza dprobabilmente
scientifica
..aratterizzato soloscoperte Ma nelaccettava chele confermasse.
'antichitilo sviluppo dellaconoscenza
da credenzelveritir,
umanaawenivaperlopiuattraversoun
rpprocciospiritualeadessa.
Molticredonocheper potersi ritenere sia sufficiente ad un qualspirituali aderire
:he credo religiosoerispettareisuoiprecetti,o almeno alcunidi essi". Iocredoche
a spiritualiD autenticavadabenoltreI'aderirea una qualchereligionecosl come la
'icerca autentica ben oltre unapproccio razionale
scientifica vada semplicemente alla
tealti.Quidi segiuito lemie definizionipropongo
178 IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
o

l'utti hanrrounapercezionesensorialedella ltealti allaqualein molti hanno c<intr


ibuitoa
dare spiegazioni razionalipiuo meno soddisfacenti.
tantcl utili perprodurre
tecnologiee bene.;sere [Jna loro analisi critica
quantoinutilipervivere ielicenrente.
pudrivelare forti contraddizionieprodurredubbi.
Tutti,in varia misura, hanno (tialmenohannoavutoquandoeranopiccoli)un'intuizione
spiritualedella
Itealt) allaqualein rrrolti hanno dato,perlopiuattravers<r
Chiesee Religioni, risl.roste ma una loro analisi critica puit
a cui si deve credere(fede).
rivelareforti contraddizioni, altridubbi.LeChiesee le lleligioni, ad eccezione d
el BudIL PUNTOCI{IAVE

6
piirunafilosofiaevolutivadellavitacheunaReligione,sonoil
isultatodi una razionalizzazione
ismo,considerabile
della spiritualiD'
QuandoI'uomovivenel dubbio, diventaconfusoesoffre,allorala sua menteprolucecredenzee veritir persoprawivereefficientemente
cercandodi evitare di avere
verit)sonolontanedalpresentedellaRealt2r
lubbi,masequellecredenzeopresunte
'uomocontinuera,cercando di difenclerle,
razionalmente a vivere crisi,aprodurre
,onnittle a soffrire.D allora cheunapprocciospiritualeallaRealt2r, comeinte
inteso
.azioneintuitivaaperta,possibilistaein comunione di intenticonla Realtit present
e
Unavoltacheci si d apertiadunarelazioneattivaeconsape
tudessereilluminante.
roleconla Realta presente, e I'interazione visibile
lapercezione conI'essenza einvisitiledeltuttorendepossibile
miracolo. velocemente, con
qualsiasi Si cambia si evolve
anchegraziea chi riesceainteragirvicostruttivamente
a Realh chea sua voltaevolve
rercontribuireaprodurre futuri costruttivie felici'
di avere un rapportocostruttivoconse
Laspiritualitisiesprimenellacapacit)
in leggioprecetti
stessi,giialtrielaRealtdnelpresente.Ma ogini suaformalizzazione
quandoscopre di tradurlo in
ocredein qualcosa,
-I'uornocedespessoallatentazione,
regoteo leggia cui attribuirecaratteredi Veritir assoluta-pudcostituireunostacol
o
equindiunfrenoall'evoluzione,aspetto
cheinvececaralterizzala
u.*^o.u-Uiumenti
spiritualitirautentica'

la
elerelativeReligioni,hain qualchemodorazionalizzato
uuomo,conle chiese
spiritualihfacendoleperdereil carattere evolutivocheinveceavrebbepotuto/dovuto
su testi sacriin cui i concetti
AlcuneReligioni,inoltre,si basano
carafterizzarla.
e
.rpr.rri daprofetie illuminati-comeMosb,Gesir,zoroastro,confucio,Buddha
sonostatiinterpretatie trascritti utilizzandoil linguaggio dell'epoca,
Maomettoin
reinterpretatiognivoltachesonostati tradotti in altrelingueenellevarieepoche
contestistorici E molto probabile in origine
esociali. checoncetti
funzionedeidiversi
offrivanolapossibilit)all'uomodiviverelapropriaspiritualiti
illuminanti,perchd
piir
varieChiese,spesso
siano
finoadivenire
nellaGioiaenell'Amore, stati"fraintesi"dauominidelle
interessatialloropoteree al controllodellemassecheallaspiritualitd,
unadelleattualimaggioricausediinfelicihe conflitti sociali'
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
c
Unapersonab spirituale se 0 felice
capacedi interagirc intuitivamente, attivamente
e costnrttivamente conla Realtir.
Entanglemen[
Il fenomeno dell'entanglement d. una delle
scopertepiirsconcertantie affascinantidelI'ultimo secolo. Il termine "entanglement"fu

introdottoperlaprimavolta da Schrddinger
nelladiscussionedeifondamentidellameccanicaquantistica,
ed d conosciuto anche
come"correlazioneo paradossoEPR"(dalle
inizialidi Einstein-Podolsky-Rosen)
o dimostrazione
del teorema o disuguaglianza di
Bell. Rigorose e molteplici dimostrazioni
scientifichehannoconfermatolasuaosservabiliti se rimane
eripetibilihe, anche un
fenomenoscientificamente hanno messo
inspiegabile, in luceuno degli aspetti piir
misteriosidella Realtb: quellochepermettea uno o pii elementimanifestidi essere
collegatiindissolubilmente(entangled)ancheseseparatifisicamentenellospazio,
qualunquesia la distanza cheli dividee ovunque sianonell'Universo.
Un fotone, un elettrone, ma anche della
un atomoo una struttura orpanizzata
materiapossono,semplicemente il loro comportamento, allo
modificando cambiare
stessomodo anche il comportamento atomo o struttura
di un altrofotone,elettrone,
organizzata istantaneamente siano
dellamateriacon cui sono entangled, eovunque
nellospazio,senza di null'altro che il propriocomportamento chetra
awalersi e senza
i due vi siaalcunaformadi comunicazione Questofenomeno
rilevabile. d la classica
IL PUNTOCHIA\E r8l

@
plrntadi un iceberg che sottende aqualcosadi infinitamentepiit vasto e nascosto
percl'r6
irnplica che ogni cosacheesistenell'Llniversopubpotenzialmentecondizionareil
contportamento,in modototalema anche solo parziale,di ogni altra cosa esistente
rrell'LIniverso. sonoin qualchemodo, seppur razionalmente
Ognicosa e ogni essere
inspiesabile,collegaticon tuttu cid cheesiste,interagisconoe condizionano in var
ia
rnisura.conIaloro essenza econ il loro comportamento, tutto ciir cheesiste.
Nell'Universo vige un principio grazieal quale,in certecircostanze,
cib che appare essere separato nello spazio d in realtir strettamente collegato
attraversolo spazioe il tempo.
Entanglement
o Ladimostrazionedel teorema di Bell
di inte
conferma chc un'esperienza
()
razione avvcnula nelpassatotradue
elcnrenticreatraglistessiunafirrnra
di "collefanrcntoattivo" in tetlptt
fotoneA fotone B
realechesinuntietrenel tempo.
o
Il conrportamcntodi ofnuno di essi Accoppramento
interazioneintima
crincliziona dell al
iI comportarnento
dallospazicr
tro. indipcndentenrerrte
che li separa.
r ()uestoteorema i stato dimostrato,
Anima condrvisa
vcriiicatoe confermato sperinrcntal

dalla Coooia di fotoni


mente innumerevoli volte anche con
t f\ . -_^--_r__:nrn
I entanglem.
stnrtture della materia complesse.
\*cr " l;;;;;;,,;;,'-"\J
prodotleda uno condrzronano
il comportamento dell altro
a qualsiasidistanza
182
IO SC!]LGO IOVOGLIOIOSONO
c
Lentanglementevidenziail lato segreto,nascosto,invisibilee impercepibilepiir
importantedi cibchenoi crediamo
esserelamateriae la Realtd.Seognicosacheesiste
nell'Universo pub potenzialmente
produrreun'azioneadistanzaistantanea,senza
awalersidi null'altro chedi se stessa
e il propriocomportamento,e owio cheanche
noi esseriumaniproduciamo
e subiamo gli effettidell'entanglement.
Il ricercatoreDeanRadin,nelsuo hbro EntarrytedMinds,hailimostrato gli effetti
a distanzatra lementidi personeentangled.
Quandosi tratta di particelleo strutture
elementaridellamateria,il cui stato pudessere
iclentificatodapochevariabilicomelaposizionee la quantitadi moto,I'entanglementd
eterminaeffetiiimmediatamenteevidenti.
Ma quandosi tratta di strutture organizzate
dellamateriamolto complesse
comeI'essereumano' caratterizzatedaun numeropressoch6
infinito ili variabili, il
fenomenodell'entanglement
pudprodurreeffettipiirdifficilida evidenziare eperlopiirinconsapevoli,
masemprepresenti.
Ogniessereumanoi sottilmente entangled

conognicosache esiste nell'unjverso


ma c()t] glialtri esseri
umaniil livello di entanglement d molto pir)forte,in particolare
conquelliconcui ha relazionidi parentela
o haavutorelazioniaffettiveo con lequali
hacondivisoesperienzeintime, fisicheo mentali.
Lo statoemotivo,Iesceltee il comportamentodi ognunodi noi sonoin varia
misuracondizionate
anchedallostatoemotivo,lesceltee il comportamentodi tutta
I'Umanitde in particolare
dellepersoneconcui si b maggiormenteentangled.
IL PUNTOCHIAVE
r83

co
Ogni volta che stabiliamo unarelazione affettiva, emotiva o sessuale
conun altroessereumanootteniamoun $randepoteresudi lui/lei egli
diamoungrandepoteresudi noi.Solo volendogli sempree comunque bene,
talepoteresi traduce in un "vanta$gio":
AmoreeGratitudine.
Accoppiamento
interazioneintima
Anima condivisa
. " ':ii:'*o dalla coppia .ni'lt*
r
\
i\
entanglement
ir\ Volermale a unapersonacon cui si 0 entangled
llli Leinformazioni 'i* equivalea voler maleaunapartedi sestessi.
JJ tS
daunocondizionano'"'
ilcomportamento
Drodotte
dell'altro
!{$,''
: o":':':"l.oi'i"51
"
IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO IL PUNTOCHIA\,E

c
Persona In turbolenzatr Incapace di essere autonomamente
Fellcer dl Amore e Gratltudlne.
F Grporta a lnterteran:e eatetnsr sl condlvldc ca$ualmento
o per efictto della volonte dl alttl. | loggetta con la quale
C entangled la condlzlonano, qualunque sla la loro natura'
ThntopiirunapersonaD"debole"tantomaggioreD I'influenza che altre
personeesercitano,attraversocanali di entanglement,su di lei,
ancheperquestoconvieneessere"forti e allineati":
Gioia.Amore e Gratitudine.
186 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
e
!
ralllneatat,
Persona capace dl essere autonomamente
Fellce, dl Amore e Gratltudlne.
Si autoprotegge da Interierenze e3terne, pu6 Scegllere con Ghl
condlvldersl. I roggettl con la quale C entangled poasono
condlzlonarla rolo se anchtegtl capael dl Amore e Gratltudlne.
IL PUNTO CHIAVE

@
Relativithe campi onnipresenti
;; ;.;;;; ;;;'; ;;;; ristrettaesienerare,derinita
da Einstein nel1905enel1915dunadellepiircolossaliegrandiose
dell'ingegno Einsteind
opere umano.
statoun grandescienziatoma ancheun grande
uomocon una personalitdcaratterizzata
dallameraviglia,
dall'umilt),dallagratitudine,dall'attrazione
versoil mistero e da una straordinariacapacitidi
superare, conla sua vivida
probabilmente imma$ina
zione,qualsiasilimite e qualsiasipre$iudizioderivantedaun'interpretazioneraziona
ledellaRealtd.
Einsteinha sintetizzato
lateoriadellarelativitirpartendodalpresupposto
fisici,piuttosto
cheglio Eietti
cheessereconsiderati hannonellospa
nello spazio,
zio una loro estensione, come campo:"ll concettodi spazio uuotoperdequindi di
significato. [...] La teoria della relatiuitd generaleimplica Ia rappresentazion
edella
Reattd fisica attrauerso un compocontinuo" e i concettidi particellamaterialeo d
i
movimento hanno un ruolo marginale,tutt'altro che fondamentale:"Leporticelle
possonosoloapparirecomeregioni limitate di spazioin cui il campo di forzeo la de
n'
sitadi energie dparticolarmente eleuato".
Laspettointeressantechepossiamodedurreda come Einsteinha sintetizzatoin
pocheparolela relativih b che ogni cosamaterialesi manifestacomemateriasoloin
unalimitata area di spazio masi estendecomespazio,comecampo,ben oltre quello
cheoccupacomemateria.Se consideriamo la Terra eil campogravitazionale
unasua
estensionecomespazio,possiamodedurre che questocampo,pur diminuendodi
"solida",possa
intensiha manoa mano checi si allontana dallasuamanifestazione
estendersiall'infinito.Sebbenea una distanzainfinita I'intensitir delcampogravit
azionaleterrestresara
infinitesima, essadtuttaviaancorapresente'

188 IOSCELCOIOVOGLIOIOSONO
c
Ma il campo gravitazionale,comela materia,d ancora una manifestazionedi qualcosa
,
unaforza,cheproprio perch6 manifestad misurabile, mentreogni campo pud
essereper natura onnipresente, in questocasoa grandidistanzepotrebberoessere
manifestisolo isuoi effetti indiretti e il fenomeno dell'entaEilement
confermerebbetale
mia ipotesi. Il fenomeno dell'entanglementall'epocadi Einstein era ancora solo u
n
concettoteoricoprivodi dimostrazione, anzi.Einstein stesso lo aveva definitocon
Podolskye Rosen come paradossoperchtieraconvinto che fosse un fenomeno irreale
e impossibile dadimostrare.Lafisicaquantisticaeraperlui,all'epoca,ancoraincapace
di offrire un modello completo della Realti nel qualcasosi sarebbe dovutopresupp
orrecheI'entanglementfosseun
fenomeno reale,macioera(edd tuttora) considerato
razionalmenteinspiegabile,a menodi rinunciarea unavisionedeterministica
della Realtd e accettare che oSnioggettopresentein essa sia caratterizzato anche
da
"variabilinascoste"
impossibilida rivelare o misurare direttamente.Questofenomeno
viola,tra l'altro,unadelle implicazioni della relativith che riguarda la velocit
i della
luce,lamassimaraggiungibiledaqualsiasicosa sia prowistadi energia ma dimostra
indirettamenteche ogni cosa che esistepossiedeanche un campo privodi energiache
proprio per questo pub esserealloraonnipresente nello spazio. La sua genialitdha
fattocomunque sl che con la sua opposizionea ritenere l'entanglement un fenomeno
possibilee reale abbia indicato una via di conoscenza, di indagine che d statapo
i percorsacon
successo neidecenni successivi, appena la tecnologia hapermessodi farlo.
Einstein ha avutoragione,anchequandoha avutotorto, ha prodottoconoscenza
costrtrttivaed evolutiva grazieal fatto che,moltoprobabilmente,senzalasuaopposiz
ione
nessuno avrebbe nenlmeno presoin considerazionequel fenomeno e tanto
menoavrebbecercatodi studiarlo e di capire sperimentalmente se fosse reale.
Combinando il concetto di campo che derivadallateoria della relativiti cheriguar
da
comunque aspetti manifesti nella forma di particelle, materia
o forze-al fenomeno dell'entanglementpossiamooggi ragionevolmente
ritenere cheogni cosa che esiste ha, indipendentemente da ogni sua
possibilemanifestazione lisica nello spazio, anche un campo "nascosto"
einvisibile che si estende, mantenendo inalterata la sua inlluenza. all'infinito
.o
IL PT]NTO CHTAVE

6
ll campo chepossiamodefinire"nascosto"di ogni cosa dinformazionepuraprivadi
energiaequindionnipresente Ognicosacheesisteha un campochesi
nellospazio.
diprodurreeffetticon la distanza
estendeintutto I'Universo senzaperderelacapacitir
-comeinveceaccade o elettromagnetici'
peri campigravitazionali Cibsignificacheil
conil campo diognialtra cosa esistente,che tutto din
campodi o ni cosainteragisce
qualchemodoin contattocostantecon tutto etuttoin qualchemodoinfluenzae convistofinora,ritenerecheancheil nostro cervelloe
iirionututto.In virtirdi quanto
quindilanostramenteabbianouncampochesi estende all'infinitoecheinteragisce
conogni altra cosaesistented molto ragionevoleetutt'altrochemetafisicoo filosodq
uindipresenteanchein
tutta laRealfi e,
fico. Ogni informazionepresentein essa
proprioperquesto,pudcondizionarla
in modofavorevoleo sfavorevole.
Tlr,noi e I'assoluto
La Realtirb un processodinamicoin continua e irreversibileevoluzione.Evolve
di te, cono senza il tuo contributo'masolochi riesce a
comunqueelo fa cono senza
"condividendosi"
consapevolmente
buendoancheaquelladellaRealt)pudsperimentare evivereper
co-partecipare allapropriaevoluzione, e contri
laverarealizzazione
questonellostatodi Gioia autenticae dinamica. Com'dpossibilechelaRealthriescaad
Anchese,quandosicercadi esprimere concetti
evolvereea farlo spontaneamente?
umanamenteprofondie assoluti, il linguaggio tradizionaleb un po' limitantee
"comunione
"freddo",hoceicatodispiegarloutilizzandoI'espressione d'intenti"'che
ognicosa,oppure"interazionecostruttivaa distanza di
coinvolgeinvolontariamente

tutto contutto".Ci si puirawicinareallacomprensionerazionaledelconcettodievoluzi


onedellaRealticombinandoil
concetto relativisticodi campo aquellodi entan
glement,partendodalpresupposto pudessere -comenel
chel'entan$lement totale
casodelfenomenoosservatoe dimostrato sperimentalmenteo parziale;in questo
casooEinicosadin varia misuraentangledconognialtrain funzione dellasuastoria
evolutivaedellaformaconcuipubeventualmente nellospazio'
manifestarsi
r90 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
c
[-evoluzionedelprocessodinamico"Realti"sipudcompiereanchesenzadoverla
identificarein un"'intelligenza maassoluta graziealfatto
pseudoumana e superiore",
cheI'interazione permette di tutti i campi onnipresenti
a distanza la co-partecipazione
e si traducein cambiamenti essere "condivisi"e
nella Realti che possono considerati
"collaborativi"
equindievolutivi.
Tutti i campi, onnipresenti, interagendosimultaneamentetra loro generano
un unico campo onnipresente, la trama della Realth, che si attualizza in
eventi nel presenteproducendocambiamentinello spazio e nel tempo
risultanti dalla co-partecipazione
di ognicosa che esiste. il un concetto
alqualeun uomo spirituale puilassociarelaparolaAmore.
questo e di giustificarne gli
effetti manifesti nello spazio Religioni Chiese
Luomoha cercato diinterpretare processo razionalmente
enel tempo producendo e costruendo
intornoall'immagine (in quanto caratterizzata di un Dio.
pseudoumana dalgiudizio)
Un essere superiore, estremamente epotentechehacreato
onnipresente, intelligente
tutto cid che esisteedelle leggi per poi dedicarsi gliumani e decidere
a"siudicare" se,

una volta morti, premiarliopunirliperI'eternitdin base


acomehanno rispettato o violato tali leggi.
Mariflettendosuquesta diDio si potrebbe
immaEiine
dedurrechesia un effetto di come liuominivivonoloro
stessiil loro rapporto conglialtri e [a Realti: giudicando
continuamentetutto sulla base delle loro credenzel
veritVleggi.Oppurehacercato questc-r
di spiegiare processoin
altri modi, chiamandolo deter
evoluzionismo,
minismocausale, sintropia,
ordineimplicato, principio
antropicoecc.o con il modernoegenericoconcettodi
"intelligentdesign" semplicemente
oppure negandolo,
conreha tirtto conil concettoscientificodi entronia delI'Universo.
IL PUNTO CHTAVE t9l

6
Ritengoche tutto cib derivi da uno sforzocheI'uomoha fatto percercaredispiegare
gli effettidella sua esistenzae della suainterazioneconla Realh. La percezione
umana,perlopiitintuitiva,di un campoassolutoe onnipresente
unita al desiderio
razionaledell'uomodi volere trovareunacausachegiustifichiognicosa,lo possono
averportatoaritenere che vi sia un'intelligenza grandiosa. e
pseudoumana superiore
capacediAmoreinfinitoforseperchdl'uomo associa in comu
alla co-partecipazione
nione di intenti che caratterizzaquesto e la Realtd nella sua
campoonnipresente
essenzala sua esperienza dell'Amore.
umana
Lideadi un Dio superiore d certamente eha avuto molto successo
affascinante tragli
allaloropercezione
uominiforse soprattutto perch6offre una qualchegiustificazione
spiritualedellaRealtd,mapresentaalcunieffetticollaterali,trai quali:
. spiritualitir unarelazione e in comunione di intenti
un'autentica implica dinamica
conunaRealthcheevolvee che cambia nel tempo; questaevoluzionevieneimpeditada
un concettodi spiritualitb "statico"perch6limitatoal rispetto di leggi alle
qualid stato attribuito,tantotempofa, carattere diveritd assoluta;
. la riduzione delruolo dell'uomo di talileggi/veritd,
alsolo obbligo delrispetto per
poter giudicato premiato
esseresuccessivamente e conseguentemente opunito,gli
hatoltooginipoterecreativoe di co-partecipazione dise stesso
attivaall'evoluzione
e della Realtd.Il ruolo dell'uomo dinvecemoltopiirimportantee creativo proprio
perch6 pub, amando,partecipare aprodurre evolutiviin
attivamente cambiamenti
se stesso ein tutta la Realtd;
r il fatto che vi siano piii Religionie che ognunasia stata caratterizzata
daunapretesadi
esclusiva e da diversecredenzelveritd
haportatogiliuominiad entrare in
conflittofra loro, allontananoli da un'autentica spiritualitdevolutivacaratteriz

zala
dall'espressione edella Gioia fratutti$liuomini.
dell'Amore
conleReligioni-a esclusione delBuddismo-I'uomoharazionalizzatola
sua innataspiritualit)e capacih di evolvereamandonella Gioia condivisae
In buona sostanza,
192 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
6
si d tolto ogni poterecreativo-evolutivoattivo riducendosi cosi a credere di dov
er
esseresolo un passivo osservatore dal Dio in cui
eimpotente di leggi - quelle prodotte
haaccettatodi credere -che deve solo rispettare vivendonellasperanzadi unfuturo
miglioremadecisodaquelsuo stesso Dioo dagli uomini di Chiesa, i suoi portavoci
umani con diritto d'esclusiva (chepossono,peresempio, chi, come
decidere e a quali
condizionipudentrarein comunioneconDio).EglidevesperareinoltrecheDiosia
conlui e la sua sofferenza e compassionevole.
clemente
E indubbio inoltreche una tale immagine agliuomini delle
di Dio ha permesso
relativeChiese, suoiportavoci umani, di ottenere un
gliautoproclamati esclusivisti
enormepoteresugli altri uomini.
Il modello della Realti che ho chiamato exotropia(eddancheil titolo del relativo
libro)parteinvecedalpresupposto in una
che l'uomo ha un ruolo attivo e potente
Realtiche, oltre ad essereun processo che evolve, anchedeldinamico habisogno
I'uomoperevolvere. entrare
Ogniuomohain sd il Divino epudautonomamente in
comunioneconil Divinoche d in ogni cosa. LevoluzionedellaRealtihaprodotto
I'uomoeI'uomopud produrre I'evoluzione attraverso
dellaRealh.Se la Realh evolve
un concetto di"comunionedi intenti involontaria", quandoI'uomovive un'esperienza
d'Amoreautentico, vive un'esperienza di intenti
di Gioia condivisa, di "comunione
volontariao consapevole" e felice perchd profondamente
che d evolutiva in sintonia

conlanaturasua e della Realti stessa.Quandounapersonadivienecapacedi vero


Amore,si"allinea"conlaRealh ed entrain comunionedi intenticon se stessoe con
lasua Gioia
essaed d allora chepudevolverese stesso, condividendo epartecipando
attivamenteancheall'evoluzione
dellaRealh.consanevolmente.
IL PUNTO CHIAVE r93

c
UAmore
Tuttoquellochehai donotohaaumentato la tuagrandezza
o,quandoti seiaspettoto qualcosain cambio, l'ha distrutta.
I vero Amore d I'esperienza assolutadell'esistenza la sua fonte primaria
umana, di
Gioiaedenergia e cio che pudmaggiormente adesprimere
vitale art'icinarlo la sua
essenzadivinain forzacreatrice.
LaRealDevolvegrazieall'interazione,in comuniorre di intenti,di tutto cid che esi
ste,
questoeAmore.Uessereumano appartiene allanatura,vive esperienze in sintoniaconla
naturarealizzandose
stesso quandoanch'essovive esperienze in comr-rnione
di intenti,di vero Amore. LAmore puoessereespressoin relazione a tutti gli aspet
ti
dellapropriaesistenza;quandoalviene tra due personeche si sono reciprocamente
scelte nella Cioia, si pudrealizzareil miracolo della Coppia Illuminata, la piir
potente
esperienzaevolutivacheduepersouepossonoviverequandosi fondono,consapevolmentee
sinceramente in un "noi"entrandoin reciproca di intenti.
cr-rmunione
Perpotervivere tale esperienzaentrambi dovrebbero perd.innanzitutto, essere
prima riuscitiad entrare in conrunione di intenti con se stessi allineando le pr
oprie
cre'Jenze,lapropriavolonta. moti
ipropri pensieri, parole e azioni, edavereIestesse
vazioni e gli stessi intenti. Ii in quelcaso che possonoallora condividersi, Ama
ndosi
autenticamenteperprodurrespontaneicambiamentievolutivie felici in lorostessie
in tutta laRealtd, consapevolmente.
Ogni uomo vive comunque cambiamenti in sestessoe nella RealD,ma,in genere,
subendolio producendolisenza accorgersene, senza che corrispondano alla sua
volont),mapiuttostoalle sue paureirrisolte. Motivazioni consegiuenti delle
a credenze
qualiriesce in genereadessereconsapevole o in modo conflittuale.
solo vagamente
r95

CI
Se,peresempio,la tua volontd d quelladi essere sano,ma le tuecredenze,Ietue
paure,i tuoipensieri,le tue paroleeletue azioni sono riferite perlopiia malattie
,
senzanemmenoaccorgerteneti disallinei e vai in "turbolenza"con te stesso ela Rea
ltd
producendofenomenicaoticicome esperienze o malattia.
di crisi, di sofferenza Lo
stessoaccadein una coppia quandola volontd d quelladi vivere unAmoreautentico,
che sia felice, appassionante, condiviso,stimolante, appagante
piratificante, elonEievo
ma nella propriamentevi sono credenze b associato all'es
in cuiI'Amore al sacrificio,
sereun rimedio alla solitudine, un'espressione di sd in conflitto
all'essere spirituale
conI'espressione o al ricevere
felice della propriasessualith e dare solo persoddisfare
leproprieaspettative. leparole sonosincerih e disponibilit) a
In una coppia chiave
cambiarelepropriecredenze, sestesso
a migliorare anchegrazieall'altro.
Ogni volta che si mente a qualcuno,ognivolta che si dicono parolediverseda
quelloche si pensa e si va inturbolenza. soloal risul
ci si disallinea La Realh risponde
tato dell'interazione tracib che una personad nella sua essenza
-cidincui crede e che
pensa-ecid che ogni cosa sua essenza. dellatua mente, dei
bnella Sei veri contenuti
tuoipensieri, tueparole tueazioni diversi tra loro e con
delle e delle sono einconflitto
il bene,laGioiadella coppia, produrraiturbolenzeche, oltre ad impedirtidi manten
ertiallineatoconte
stesso, e spe
I'altro e la Realti, ti portanoa vivere di aspettative
ranzenellasolitudineperchdprodurraicaose continue esperienzedi crisi.
Uessereumano D un "sistema biologicoinerziale" che funziona ad Amore
tendentead evolvere attraversola condivisione,
I'espressione di intenti di s6 con se stesso, l'altro e la Realti.
in comunione

Come si puddire che funzionaad Amore? Un esempio: a tutti b capitato di tagliars


i e
di guarirein modo naturale e spontaneo nemmeno anche solo a
senza accorgersene:
segiuitodi un banale taglio,nel corpo si innescaunprocesso milionidi
che coinvolge
cellule.Celluledel sistema immunitario afermare esterne
chearrivano leapigressioni
di una moltitudinedi virus e batteri, normalmente checercanodi
presenti sullapelle,
entrareattraversola ferita. Altre cellule arrivano a fermare la fuoruscita di sa
ngue,
196 IO SCELCO IO VOGLIO IO SONO
c
di una protezione ela ricostruzione
tessutodanneggiato. che coinvolgono
altrelavoranoperlacostruzione temporanea del
Azioni locali individuali I'intero corpo peril
bene di tutto il corpo. Tuttoawienein perfettacomunionedi intenti, senza rivali0
r,
senzaopportunismo, lapropriaindividualitiperil bene proprio
ogni cellula esprime e
collettivodando il massimo di se stessa, senzapretenderechelo facciano altre al
suo
posto,senzamentire, senza cercaredi imporre la sua volontir o le sue credenze al
le
lamentarsi Ognuna agiisce
altre, senza giudicare, o sperare. peril suobene,peril bene
delle altre cellule, peril bene del sistema di cui tutte fannoparte.Questod semp
licemente
Amore. Il corpo di chiunque sia vivostraripadi Amore, anche se la mente consapev
oledincapace
Mase tutte quellecellulepensassero
di accorgersene. e agissero
come uomini "normali",siinnescherebbero rivalitire conflitti: pochesi dareb
invece
bero un grandafare mentre molte altreresterebbero pergiudicarle,
solo a guardarle
alcune si autoproclamerebbero altrein
guidedelle altre in virtil di leggi superiori,
virtir della loroconoscenzascientificao del loropotereeconomicoo politico,moltis
sime

starebbero solo a lamentarsi epiangere, approfitterebbero


alcune della situazione
persacchegigiiare ecc. forse indetto un referendum perdeciderechi
erubare Verrebbe
deve comandare, e secondo vaghiprincipidi uguaglianza
quelle piir veloci dovrebbero
rallentareeportarsialla velociti di quelle piir lente...
Moriremmosicuramente di un banale E
entropocotempo,a seguito taglietto...
incredibilecomeI'essereumanoriescacomunqueadessereinfeliceo ad ammalarsi
Nessuno inseginare
nonostanteil suo corpo straripi d'Amore. deve a nessuno ad amare,
perimparareafarlobasterebbe dentro se stessi,
guardare nellaproprianatura.
Ognuno ha, nella sua mente, unpersonalee soggettivo concettodi amore che ha
costruitoattraverso con altri concetti, essere:Gioia,
associazioni traquestivipossono
Armonia, Passione, Piacere, Sesso,Energia,AttraSinceritd, Condivisione,Bellezza,
zione, Protezione, Attenzioni, Cure, Aiuto, Figli, Immortalith, Coccole, Sicurez
za,
Dare, Madre, Padre, Comprensione, Cibo, Compagnia, ma anche TraCasa, Amicizia,
dimento,Bugie,Conflitto,Bisogno,Dolore, Ricevere, fupettative
Liti, Possesso, ecc.
Inoltre, la logica elementarepii diffusanelle normali relazioni di coppia dquest
a:
"Vistoche ci piacciomo,se Tu mi ami e me lo dimostri soddisfacendo le mie aspetUAMORE 197

CI
ttttiue e facendomi felice allora ti amerd anche io". Ma questalogica d basata s
olo sulla
reciprocasoddisfazionedelleproprieaspettative,molto piir simile ad uno scambio d
i
rnerciche ad un principiodi comunione di intenti.
Questad la mia definizionediAmorenella coppia.
198 IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
@
Sincerith
Esseresinceri signilica semplicementedirequelloche si pensa,
senzaatigiunte,omissioni o atigiustamenti.
La sinceriti D terapeutica, cura il corpo, allinea e scioglie il karma.
La menzogna ammala, intossica il corpo,produceturbolenzee karma.
Per I'essere umano d cosi normale mentirechelo fa senza accorgersi
nemmeno di
quandoequantospessolo faccia. Anche la personacheritienedi essere lapiirsincera,
primadi esprimersi, primadi dire qualsiasi ricorrespontaneamente
cosa, a"aggiustamenti"
vari, a omissioni, elaborazioni,aggiunteeinterpretazioni delle
in funzione sue
motivazioni,di chi sono i suoiinterlocutorie di chi vuol far credere lorodi esse
re. La
sinceritid un fenomenorarissimo, umana
d una caratteristica innatache viene in
generepersafindapiccolinell'emularechi abbiamo avutointornoa noi, perlasciare
il postoa un filtro razionalecaratterizzato del momento o dalla
dall'opportunismo
pauradi essere giudicatinegativamente.
LaveriD intesa comeespressione di cid che si pensae si fadlabase,E I'e
sincera
lementoche caratterizza lasolidiD delle fondamenta su cui si pudcostruirequalsia
si
e di grandioso. "corretta",
cosadi imponente La menzogna, I'espressione aggiustatao
nascostadi cid che si pensae si fa d invece I'elementoche caralterizza I'instabi
lihdi

fondamentasullequali,nel tempo, qualunquecosasicercherddi costruire, crollerd


miseramente. sinceri, la nostra natura d spontaneamente ma impaNasciamo sincera
riamorapidamente spesso primadi aver impa
a mentire da chi osserviamo, daancora
rato a parlare.Impariamo persoprawivereunapersonasincera
a farlo inizialmente in una Realtd abitatada bugiardi d destinata ad essere da loro isolata o uccisa
- poi per
convenienza, per paura delgiudizioaltrui e perevitarepunizioni,infine
per pigrizia,
percercaredi apparire migliori di quelloche siamo. Il bambino tende a dire tutto
quellochepensa,che sa e che vuole sapere senzafiltri. Per esempio capita spesso
di
UA]'{ORE 199

6
DIMAaRITA E CHE
SELVESTiTOI
200 IO SCELCO IO VOGLIO IO SONO
6
assistereallapunizionedi un bambino, dapartedeisuoigenitori,peraver spontaneamen
te
riferito a qualcunoun loro commento"privato"pococarino o negativo.
E anche cosi che si insegna loro amentire,mostrandosiloro nell'atto di mentire e
punendoliquandosono sinceri. E molto pericolosoesseresinceri in un mondo di
bugiardi; anche per questo, se si sceglie di esserlo, bisopinaancheimpararea tac
ere.
Maalmeno, in un rapporto di coppia che ambisce ad essere di vero Amore, si pude
si
deve riuscire aesserereciprocamentesinceri:se entrambi riescono afarlo,quellacop
pia
pud divenireilluminatae illuminate pergli altri. Anche mentirebpericoloso,dla
primacausadelpropriodisallineamentocon se stessi e la Realh. intossica I'organis
mo,
crea percorsicerebraliridondantie conflittuali perchdnellostessoriferimento
temporale vengono memorizzatesia le informazioni dellapropriaesperienzavissuta
opensata,percomed stata vissuta opensata,siaquelledellapropriaesperienzainventat
a
e taciuta o raccontatacon varianti, omissioniecc.
Ogni menzogna d anche fontedi stress fisicci: la macchinadella veritir, peresemp
io,
0 basata sull'identificazioneindirettadi dichiarazioni falseattraversola rilevaz
ione di
segnaliindicedi stress fisicoqualivariazioni nel battito cardiaco,nella respiraz
ione, nella
microcircolazionesanguigna,nelladilatazionedellapupillaecc. Ogni volta che una p
er
sona mente, stressail suo cervello
e il suo corpo. Ci sono
personechepossonoarrivare
anche ad ammalarsi asefuito
delle loro menzoSne.Laver
saputocostruiree vivere una
relazione di coppia basata
sulla sinceriti pud,ancheper
questo,esserepotentemente
terapeutico.Moltiguariscono
da malattie dopo aver finalmente
rivelato menzogne
nascostemagariperanni.

LAMORE 201

c
chehadi s6 sul consensocheritiene
di avere dagli altri. Il consenso degli altri si pudotteneregrazieareali
meriti o attraverso menzogne. Luomo ama tremendamente cercare di apparire
migliore di quelloched e la menzogna dunaviamoltopiirsemplice,rapidaefaciledel
reale merito. E cosi chelatendenzanaturale dell'essere umano ad evolvere,a migli
orare
se stesso, si traduce spessonel solo miseroe triste cercare di apparire migliore
di
quelloche d attraverso menzogne. Ma mentire per cercare di apparire migliori di
quelloche si E nell'illusione di fare meglio che sesifossesincerihaun caroprezzo
:si
produconoturbolenze che conduconoa incomprensioni,a malintesi e a conflitti; si
rimanda solo nel tempo quellocheglialtri, comunque, primao poiconosceranno.
Quantopiirun uomo d razionaletantopir)basa la consapevolezza
La
menzogna b un'invenzione umana, la Realti risponde e si attualizza nel tempo in
base
a cid che si d, a cid chesi crede e che si pensa.Chiunquepuddiventarebello,ricco
e
potenteattraversomenzognema felice no, perchila sua felicith rimane legata alla
sua
capacit2rdi vivere esperienzeche siano in sintonia con la sua natura, enella sua
natura
vi danchelasinceriti.
In un'Umanih che appare sofferente si pudarrivarea credere che si possaottenere
il
consensodegli altri soffrendo o facendo credere a coloro che soffrono di essere
dalla
loroparte,di volerli difendereo proteggereechequalsiasipropriafeliciti, ricchezz
ao
successorivelatopubblicamente possano esporre al graverischio di perdereconsenso
e/odi essere perseguitati.Maogni volta che ci si mostra infelici o si appogsia c
hid infelice
si contribuisce a far si che I'Umanit) siasemprepiir infelice.Maci sonomoltepiir
personefelicidi quantochiunquepossacredereo di quantotelevisionie mass media
voglianofarcredere,Eperquestoche ogni propriafeliciti e oEini propriosuccessova
rivelatoe mostrato aSlialtriconfierezza.Siperderiril consenso deitristivittimist
ima
si conquisterirquellodeifelici costruttivi, contribuendo anchea farsi cheI'Umani
td
possaesseresemprepiir felice.
202 IO SCELCO IOVOCLIOIO SONO
o
Evoluzionedell'uomo
O t'eleui o te leui.

Proverbioromano
Levoluzionedella Realti si rnanifesta attrarrersocontinui cambiamenti; avolte so
no
lenti e inawertibili,a volte sono bruschi e violenti, possiamoimmaginarlicomele
onde di un oceano.
La tendenza di ogni cosa che esiste b quelladi evolvere; auche I'essere umano,
nonostantein pochiriescanoarealizzarla.haquestatendenza.Quellicheci riescono li
pr.toiinnanzituttoriconosceredalfattoche hanno occhi felici anche quandosonoseri
.
Chiunquepuoesserefeliceper qualsiasi motivo,machievolvelodnecessariamente,
lo d comunque, qualunqueesperienzaviva,perchddunapersonarealizzata,cherealizza
se stessa neldivenire. Il corpo dell'essereumanod,caratterizzatodacarnbiamenti,s
i
nasce,si cresce, si matura, si invecchia.Ma mentre la Realti e il corpocambiano,
la
menteconsapevolecerca,ancorandosiallesue credenzelverit),
di opporsi a qualsiasi
cambiamento.Opponendosiai cambiamenti
ci siopponeperdallapropriaevoluzionee
ci si ritrovaad essere sempre
piirlontanidalpresente.Cisi disallinea da
se stessi e dalla Realb e si entra in turbolenza
con sestessie con la Realti, producendocaose
vivendo crisi.
I cambiamentinelpropriocorpoe nella
Realtdpossonoesseresubitipassivamente
oppure gestiti,accettatio prodottiattivamente,"
cavalcati"consapevolmente.
Chi produceautonomamentei cambiaLN\4ORE 203

V
ct
ptentinelpropriomododi pensarechegli permettono di essere nel presentein modo
costruttivoedevolutivodcomese cavalcasse
le onde dellavila,restandosemprein alto,
nella Gioia enel successo. Le onde vannoevengono,salgonoe Scendono, arrivanoimpe
tuose6
si calmanoquandouno menoselo aspetta, ma se si dfermi-perchdci si oppo
ne ai cambiamenti -si sari comeunaboaancoratasulfondo e si verrh sbattutiun po'
quae un po'ld, un po'sue un po'giir e, ogni tanto,siverd travoltifino ad esseres
ommersi.
Lesseretravoltidaondedi cambiamenti pudesseremolto utile peraccor$ersiche
Lmoltomegliosganciarsidalfondo.Il fondo sonolepropriecredenzestatiche
ei model
li mentali chene derivano. Perriemergereci si pudalloraingegnarepertrovaresoludi
pericoloo di
zioni che permettano,peresempio,di soprawivere in una situazione
cambiareeriuscirea essere feliciin una situazioneritenutatriste'
Chi vivenel presenteproducelui stessocambiamenti,onde che governarimanendosempre
su
di esse. Cambiainsiemeadesse,le cavalca evitandocosiognicrisi,
vivendoconun senso di potenza,di padronanza.Chisi opponeai cambiamenti viene
evive costantemente in crisi
invece travolto dalleondeprodottedaaltri e dalla Realtir
conun senso di impotenza,di schiavitir.
da cambiamentichela pauraimpediscee I'entusiasmo
fjevoluzionee caratterizzata
sonoprodottinellamentein funzionedellesue credenze.
genera.Paura ed entusiasmo
Unup.rronu chevivenellapaurad infelice anchesoloperil fatto che producepensieri
chela immobllizzano elaportanoa vivere in modo contrarioallasuanaturaealla sua
evoluzione.Pudancherazionalmenteritenersifelicema solo perchi ignora che cosa
siala felicitlr autentica,quellachederivadallapercezionedellapropriarealizzazion
e
in comunione di intenticonlaRealh'
Anche alle personechehannosaputoessere

normalmenteentusiaste,felicie realizzatepudaccaderedi
ritrovarsiad essere infelici,ma se cid accaded soloper brevi,
temporaneimomenti, quelli necessaria produrrein se stessei giusti cambiamentidi
pensierocheli riportino costruttivamenteal presente.Invecedi lamentarsie conti
nuare a pensareallestessecoseper farledivenireverih, anchese sbagliate, pitr ras
si
curanti,questepersonecambianomigliorandose tesse ea$endorapidamente.
204 IO SCELGO IO VOCLIO IO SONO
c
La tua felicitd dipendeunicamentedate, dalla tua capacitddi produrrepensieri
costruttivi,allineaticon il presentee in sintoniacon la tua vera natura. Mail pr
oblema
fondamentaledell'essereumanod quellodi ignorare quald la sua vera natura, e que
sto lo si pud dedurreanchesoloconsiderandoi desidericheproduce.per sapere
o
deciderechecosadesiderare,molti,anzich6guardarsidentro rivolgendosi allapropria
natura,siguardanointornopercapirlodagli altri, daquellochegli altridiconoo sembr
anodesiderare.
Possonopoi faredi tutto, anche andando contro la proprianatura,
anchementire,ingannareo derubare pur di cercaredi realizzare desideridedottida
altri e ritrovarsipoi a scoprire, quand'ancheli realizzassero, di esserepiir inf
elici di
prima.
ognuno di noi tende ad evolvere,a migliorare se stesso, ma ognuno ha attitudini
proprieche lo caratterizzano,che lo rendono unico, irripetibile e diverso da ogn
i altro;
se d incapace di accorgersene agirdsolo in base al sensocomuneproducendodasolo l
a
sua infelicitd. Accor ersidi sdper produrre primacambiamentidentrodi sd che alline
inoconCioiaalpresente,
quindidesideriche lo proiettinonelfuturoconancorapiir
Gioia,dquestala missione evolutivadi ogni uomo.
ogni personapudviverequalunqueesperienza,un miracolo comeuna tragedia, cono
senza"l'aiuto"della trama della Realti e le interferen ze deglialtri. Quandosi r
iescead
allinearsicon Ia tramadella Real0, lasipudinformareconsapevolmente
delleesperienzechesi
vogliono viveredandolesemplicementele informazioni che le servono perchd
possaprodurle.NellaRealDstessaquelleinformazioniinizierannoadinteragirecon le
altregii presentiin essa

e con quelleprodotteda altri. Se entrano in comunionedi intenti


con esse, si attualizzerannoeprodurrannoquell'esperienza.
euestopuntod estremamentedelicato.
Le informazioni prodotteindividualmentepossonocondizionarela Realti
nel suocorsoautonomamenteevolutivo,favorevolmenteo sfavorevolmente. Ma la
Realhevolvecono senza di te, con o senzadi me e di chiunquealtro.
Noi possiamointerferire"frenando"(producendoturbolenzee crisi) o ,.accelerando"
il suoprocessoevolutivo,ma ci d preclusofermarloo invertirne la direzione
semplicementeperchdanchenoi siamoprodottidaquel processo e anche noi tenLAMORE

o
diamoad evolvere (nonostantela mente consapevole cerchiin generedi opporsia
qualsiasicambiamento).Lo facciamo quandosiamofeliciperch6I'esserlod semplicement
e
una conseguenza dell'esserein comunionedi intenti con la Realtir. La nostra
tendenzaad evolvere sipudrealizzarequandosiamofelici,quellodil segnale,la Realtd
"collabora"senzaprodurrealcungiudizio(comeinvecefa normalmente la mente
umana)alla realizzazione di tutto ciir chepuddesiderarechi d riuscito ad essere
autorromamentefelice.
Quandouna personaproducedesiderichepossonodanneggiarealtri e portarli
fuori, disallinearli dal loro processo anchese alla suamente consapevole
evolutivo, tali
desideri sembrano felici,sono invece infelicie,se si realizzeranno,sari soloperc
hdchi
li haprodottiha agito razionalmente nella Realtd, senzalasua"compliciti".Seil pr
oprio
esserefeliciimplicainvece I'essere ancorapiir utili a se stessi, agli altri e al
la
Realti, tutto I'Llniverso" collabora"a rendere anche gli altri piit felicie se s
tesso piir
evoluto.
Come si traduce questoin praticai'Sei desideridi una personasonorivoltia procura
rsipiaceri,
ricchezzeo poteria propriovantagiSioma a dann6 di altri o della
Realtir,puirancheriuscire a realizzarli mapotrdfarlosolocon un approccio raziona
le
di causa-effettocon la Realth,senzala sua "collaborazione"e dovrir comunque
"pagare",primao poi, per tutto cid che ottiene in questomodo.Lapprocciopossibili
sta
ed evolutivo in cui cause edeffettidivengonoindistinguibiliegli eventi favorevol
i
sonoprodotticon la collaborazione dellaRealtd si ottiene invece con un approccio
spirituale,
in comunionedi intenticonla Realtd. Seunapersonaproducedesiderifelicidi
ricchezza,li potr) realizzare sincronica
graziealla"collaborazione" dellaRealh stessa
entrandoin contunione di intenticonessa,coincidenzefavorevoligli permetteranno
di produrrenuovaricchezzaavantafgiosuo e della Realtir, piuttostocheprocurarsela
razionalmente,"rubandola"esplicitamenteo subdolamente ad altri.
Se il desideriodi ricchezza deriva unicamentedall'invidia,dalla pauradella
poverh,di essere abbandonatio dalla mancanzadi amore verso se stessi rimarr)"ina
scoltato"
dallaRealD semplicemente perchdd infelicee interagisce in modo turbo
206 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO

c
lentoe distruttivo conessa.Potd comunque riuscire a diventare piir ricco di quan
to
sia' ma dovri faretutto da solo, senza laco-partecipazionedella Realtd epreclude
ndosi
lapossibilitidi poteresserefelice.
Seunapersonadesideraprovarepiaceresessualee rivolge la sua attenzionea una
personache invece desideratutt'altro,i suoi pensieriprodurrannoinformazioniin
turbolenzacon la tendenza evolutivadella Realta e di quellapersona.I suoi deside
ri,
tutt'altroche in comunionedi intenti, rimarrannonellasuamentea condizionare
solole sue azioni. Potr) comunque riuscire ad interagire intimamentecon lei ma
dovriagire razionalmente e senza della Realt), precludendosi
laco-partecipazione per
questolapossibilit)di poteresserefelice.
Qualsiasidesiderioche coinvolga altre persone,
per poter essere felicemente attualizzato in eventi ed esperienze dalla Realth,
dev'esserein comunione di intenti con la Realti e con i desideri delle altre
personecoinvolte.
Immaginiamoora una personaadultala cui mente consapevole
speradi yoleressere
amatadaqualcunomail concettodiamore al qualela sua mente inconsapevole
crede
derivaancoradal Modello MentaleNeonato.Le informazioni cheproclurrebbepensandosa
rebberoper
questo "conflittuali".incapaciquindidi farla entrare in comu
nionedi intenticon se stessa ela Realta. Perpotersiattualizzarein esperienze, le
infor
mazionichearrivanoallatrama della RealDdevonoesserechiare e allineate conil pres
ente.
Anchesequella persona venissetravoltadall'arnoredi qualcunaltro,potrebbe
vivereun'esperienza
moltodiversadaquellache il suo modello I'ha portataa sperare
di vivere e potr) alloragiudicarlaprivad'amore nonostante lo sia. Allinearsi con
se
stessinelpresentei fondamentalesiaper produrre informazionicapacidi convertirsi
in esperienzesiaperaccorgersene
quandocid accade.
E inoltre importanteprodurreinformazionifeliciancheper "proteggersi" dalle
interferenzedi chi potrebbedesiderarepernoi,cosechevogliamoevitaredi vivere.
IAMORE 207

6
La Realtir partecipaallatealwzazionedi qualunquedesidedodi chiunque'
purchdentriin comunionediintenti con la Realti,
purchdsia allineato conlepropriecredenze
ele sedenze di chiunque nepossavenire coinvolto.
Ricerca del piaceree bisogno
La ricerca delpiacered uno degli elementiche caratterizzano I'essereumanoma che
ognuno esprime in modo soggettivo perche pud esseresiail naturale effetto della
propriafelicitireallineamentoconla
Realtd -che stimola apensare,afare scelte costrut
tive,consapevolie a produrrecambiamentinellagioia-siaI'effettodellapropriainfeli
cit)
e disallineamento dallaRealtd che portaa pensaree a fare scelte razionaliin
generedistruttive.
Chi d fermonelle sue credenze Enormalmenteinfeliceepudcercaredi vivere esperienz
e
che la sua mente ritiene, erroneamente,
felici;concentraallorala sua attenzione
sullaricerca del piacerefine a se stesso,anchedanneggiandose stesso, gli attrio
la Realti
e peggiorandoulteriormente le cose (sessocon estranei senza amore,
soldi/lusso/comodihottenuticonqualsiasimezzo e ostentati,cibo costoso epocosaluIl piacere conquei presup
tare,eserciziodelpotereecontrollosugli altri ecc.). ottenuto
posti pud daresollievoma d solo un'illusionedi felicitdperch6d sempre temporaneo
e
comunquedistantedall'essenzadellecose.Chid costruttivo ed evolve concentrainvece
la sua attenzione sullepropriecredenzecercandodi aggiornarlecontinuamentecon
nuovipensieriattualizzaticostruttivamentealpresenteche sono felici e produconofe
liciti
quandopartecipanoattivamenteai cambiamenti evolutividellaReattistessa.Felici
perch6sanno adeguarsi aicambiamentidellaRealtdsenzadanneggiarenessunoma anzi
c<-rntribuendo
a creare unaRealti migliore, persestessiepertutti quelliche sanno essere,
pensaree vivere in essa nello stesso modo.La ricerca del piaceredalloranaturale
e
autenticaerivolta a viverein sintoniaconI'essenza
delle cose.
208 IO SCEI,GO IO VOGLIO IO SONO
c

Moltepersonesi specializzano neldistrarsida loro stesseevilandocosidi affrontare


laverasorgentedellapropriaRealta:se stesse. Si riducono a ricercare il piacerepe
rbiso
gnodi un sollievo, nell'illusionedi poteresserefelici graziead,esso,maqualsiasif
elicit)
ottenutadaun piacerericercatoperbisognod illusoria e temporanea. Il bisognocondu
ce in Sienerea desideri inopportuni,distruttivio che creanodannia se stessi. ad
altri o
alla Realtd. Ognipiacereottenuto invece perGioia,pereffettodi pensieri,di deside
ri e
scelteconsapevolidi una personaallineataconse stessa
e la Realti che ha saputo innanzi
tutto essereautonomamentefelice,puddonareulterioregirandee autentica Gioia,
alzarelapropriacondizioneemotiva normale aun pii alto livetlo cli felicita e and
are cosi.
direttamenteo indirettamente, anchea vantagsio deglialtri e della Realti.
Tantopiir unapersonad triste, tantopii d attratta da tutto cid a cui Ia sua ment
e
attribuisceun significato di piacereritenendoinoltredi averne bisogno.provainvid
ia
perchi b felice epudanchearrivarea disprezzare e odiare chi vive normalmente con
cid a cui la sua mente attribuiscesignificatodi piacere.E molto probabileche nel
la sua
menteconcetticome Abbondanza -cibo - Soldi-sesso-Amore-Lusso-maanche
Droga-Alcol - Trasgressionesianoassociatia concetti di piaceree di Bisogno.
Anchelepersonefelicisonoattrattedall'abbondanza,
daisoldi, dalsesso. dall'Amore,
dal lusso ecc.,epossonogoderedi ognicosachepossadare loro piacere,macon
una differenza di base fondamentale:la loro motivazione.La motivazione
alla ricerca
delpiacerechepartedal"triste"d il Bisogno,la motivazionealla ricerca delpiacere
chepartedal"felice"d la Gioia. Motivazioni diverseproduconopensieri,emozionied
azionidiverse.I tristi,persoddisfareil loro Bisogno,possonomentire,rubare,uccide
re,
violentare,possonoarrivarea fare qualunquecosa la loro mente"disallineata"
produca.I felici, persoddisfareil loro desideriodi Gioia,possonoutrlizzaretuttoi
l loro
talento,enfusiasmo,immaginazioneecreativitdperfarecoseche sono in comunione
di intenti con la Real6, perch6lorostessisonoallineaticon la Realt). Il Bisogno

impediscedi
apprezzayeil valoredellecose,di qualunquecosa,perch6nascecon la motivazionedi
voler ristabilireuna condizione di felicitd chesi e stati incapaci cliprodurre
e avere da soli. La Gioiaautentica,invece,producecioia attraversol'apprezzamento
del valore dellecose.
LAMORE

c
I_,atrama dellaRealth
L'illusione pii pericoloso equellache esista soltantoun'unicarealtti.
PaulWatzlawick
uasitutti credono chesiareale
solocid che si manifesta epud
essere percepito sensorial
mentt, che sono in gradodi vivere
con il proprio corpo e interpretare
con la propriamente.Ma la Realti.
ancoraprima di poter esserevistae
vissuta,viene"creata"a un livellopiu
profondo,invisibile,nascostoallapercezionesensoriale.
Ha una trama
caratterizzatadalla partecipazione
attiva di tutto I'Univer.sr.r
mache coinvolgeindividualmente
opiniessereed ogni singolaesperienzache,direttamenteo indirettamente,
contribuiscelui stessoaprodurre.
Quandograzieallapropriavista si osserva qualcosa,sisfrutta Ia proprietidellaluce
ambientaledi interagireed essere
in varia misurariflessao assorbita da essa elacapa
citl del nostro cervellodi interpretare gli effetti di tali interazioni pertracl
urli in forme
e colori. Ma nellecosechesi osservano, ancoraprimadi essereosservate,awengono
cambiamentitantointportantiquantoimpercepibili.
se,peresempio,rtrganizziamoun esperimentopertlimostrarechegli elettroni
sonodelleparticelle,
aspettandociche si manifestinoe si comportino danarticelle.I'e_
2tl

@
sperimentodimostred che si tratta effettivamente di particelle.Sesi allestisce u
n altro
esperimentoperdimostrarechegli elettroni sono invece delle onde, aspettandoci ch
e
simanit'estinoa noi comportandosi daonde,I'esperimentodimostrerdche sono onde.
Lesperimentoin questionedquellorealizzatoperlaprimavolta da Thomas Young nel
1801e definito dal premioNobelperla fisica Feynmann "un esperimentoimpossibile,
assolutamenteimpossibiledaspiegarein qualsiasimodo classico".
Ma allora,gli elementi che costituisconola materia che cosa sono? Sono cose
astratte come ondeo concrete comeparticelle?Sono e si manifestano a noi in funzi
onedi
quello che crediamo che siano! Si manifestano a noi nel modo che piir si
awicina, nel rispetto di tutta la Realth, aqu llo che scegliamo, crediamo, vogliam
o consapevolm
nte o no -che siano. La Realti ha delle dinamiche, che precedonola
suamanifestazionenello spazio enel tempo, chele permettono di adegiuarsi,di adat
tarsi
a quello che crediamo e da cui deriva cosa, perlopiir inconsapevolmente, ci si
aspetta da essa.D come se "aspettasse"le informazioni presentio prodottedalle
nostre menti - dellequali nemmenonoi siamo consapevoli-per sapere che cosa
fare, per derivarecome evolvere, come cambiare e quali eventi produrre. Tutto ci
d
che awiene in essa d possibilista ma fortemente condizionato da cib che ogni ess
ere
pensantecrede.
Quelloche ognuno crede, i suoipensieri,Siudizi,paure,gioie,desiderie aspettative
sono tutti elementimentalichepossonoessererazionalmenteconsiderati astratti,
ma sono informazioni cheinteragiscono,interferiscononel condizionare il comporta
mento
di tutto cid che osserviamoe viviamo, anchedi tutto cid a cui rivolgiamosoltanto
la nostraattenzionementale,ovunque sia. Se d evidente chequalsiasiformadi
interazione misurabile producecambiamenti misurabili (adogni azione corrisponde
una reazione), quelloche d difficile da accettare razionalmented che ancheil sol
o credere,
pensareogiudicare qualcosa possa produrre interazioni einlerferenze conquella
cosacondizionandoneiIcomportamentonella Realtd manifesta.Questad forse laproprie
tapiu
sconcertantedella relazione tra I'uomo,la sua mente e la RealG. Proprietir
chepudsembrare fantasiosa o filosofica ma d cid chela fisica quantisticaha in qu
alche
modo dimostrato in modo ineouivocabile.
212 IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
o
Ogni esperienza di vita che si affronta ha in sd,daprimachepossap1;111i11.51,11r
r
rrr
quellocheI'uomocredeesserela Realt) manifesta -I'unicacheritiene con( tlt,r I

realesoloperch pud percepirla sensorialmentetutte le informaziorri ,lrr' l,


-prrrr,
servonoperpotersimanifestare,attualizzare in eventi nello spazio enel trnll)o. (
tt'nl
esperienzadi vita si pudattualizzarenelpresentesolo se d stata prima{r:nrr;rt,r,
r rrrr
livellolatentepiir profondo -chepotremmoconsiderareper questo "sonnr)t,rs, r,
potenziale-nellatramaquantisticae invisibile dellaRealtd.Vipartecipao{rrr t os,r
, lr,
esiste,tuttele informazioni pureche sono.state prodotteda ogni cosa intrt';rgrsr
,,rr,,
tra loro perprodurreognievento.
E come se ogniesperienzadi vita, bella, brutta, o ordinaria, venisse prirrr;r pr
r't,.r
rata,scrittasu un quadrosommerso,invisibileche emerge nella Realtir sulsorr,rlr.
attualizzandosiin essa, soloquandod terminato, soloquandobprontoafarkr rrt.l ,,,
n
testoenelrispetto(incomunionedi intenti) di tutta la Realh. ogni voltachr sr 1't
'rr'.r
a qualunquecosa d come se si scrivesse,si diseginasse, invisihilrut't)tt
si dipingesse srr
di un quadrosommersoche iniziera a "fremere"per poter emergere.OHni|.,,,rrrr,.r,
,
che ognuno produce-chesia relativo apropriecredenzederivate r.
dalproprir,l)irss.rtr
al futuro, a propri desideri,aspettative,ambizioni,paureo conflitti -segnirdr r
t r , r( |r
suquadrisommersiin attesadi esserepronti per emergerenella Realtd sensori;rlt.
t,,.r
esserevissuti.
Abbiamovistoche ogni volta che si pensaa qualsiasicosa nel proprioco'\,r.rl,:r
creano nuove o si rinforzano vecchie connessioni associativefraneuroni. ll pr',,
1,1,'
cervellocambia,leproprieemozionie la propriapercezionedella Realta canrl'riirrro
rrr,r
anche la trama invisibiledi tutta la RealD cambia.Tutta la Realh viene resa pirr
trtrpt,
di ogni cambiamento di pensiero,indipendentemente
daquando,neltempo, tirli c;rrrr
biamenti riusciranno a manifestare iloro effetti,Anchegli altri cambiano percilt
'lt,
dei nostri pensieriquandostannoanch'essidisegnandoinvisibilmentequalcos;rsrrll;r
stessatela-o p1.y.1
perchisi b parlatoconlorodi cid che si vorrebbe vivereo evitare i 11.
comunquecoinvoltinellastessaesperienza-o quandovengono coinvolti dallaIiurlt.r
perchdsonodisponibiliafarlo.
Appenaogni proprio quadro sommersod finito -cib awiene quandooQniclt'

LA TRAMA DELLAREALTA 2lil

c
mento della Realtbchelo costituisced disponibile -emergeattualizzandosinelpresen
te.
divenendovisibilee vivibile sensorialmenteda chi lo ha scritto, dise$nato,
dipintoe da tutti coloro che nel presentesi sono consapevolmenteo inconsapevolme
nteresidisponibiliaparteciparvi.
Lattualizzazionedi un quadrosommerso(lasua
emersionenella RealD sensorialemanifesta)puo richiederepochiattimi, secondi,
minuti, giorni, anni, anche una vita intera, o pud rimanere un'opera sommersa
incompiutaa tempoindeterminatoma "latente".Questoi forse un aspetto di quello
chemolti chiamano karma.
Vediamoun esempiopratico purament ipotetico.LInapersonainizia a desiderare di
possedereunavistosae costosa automobile.Nella sua mente inconsapevole I'avereI'a
ttenzionedeglialtri
d associatocon I'essere amato ma l'essereamato d anche associato
all'essereimmeritevoledi amore oppuredpresenteun'associazionedi se stessoconla
povert),oppurealtre associazionicomebella macchina = ricchezza,ricchezza
=
un'au
tomobilecheattiral'attenzionepossaesserepiirfelice(perch6 pitr amato)ma tutte le
sueassociazionimentalientrerannoin gioco.A distanza di tempo riescead acquistare
quell'automobilema le sue associazioni mentali lo portanoad avere da subito una
fortepaurachequalcunopossarubarglielae o$ni volta che la parcheggiasi ritrova a
pensare:"me la ruberanno", immaginandosiche cid awenga. Ogni volta che torna a
prenderla,primadi poterlavederepensa:"me I'avrannorubata"e cosi via, ripetuta
mentepergiorniegrorni.
Con le suecredenzee lesueassociazioniinconsapevoliproducepensierichescrivonosu
un quadrosommersocheha comeprotagonistail furto dellasua bella e
vistosaautomobile.In quelsuoquadrod previstochesiaqualcunoa rubarla.Appena
nellaRealthtutti gli elementidi quel quadro sommerso"furtodell'automobile"sono
disponibili,il quadrodprontoepudemer ereattualizzandosinelpresenteconla collaboraz
ionedi
qualcunoche,graziea sue intuizioniinconsapevoliattintedalla trama
dellaRealtde coincidenze a lui favorevoli(prodotteanch'essedalla trama della Rea
lti),
si troveri al posto giusto e al momento giustoperfarlo. Il vero arteficedi tutto
cid d
rubare. La suamenteinconsapevolepuoinizialmentecrederechepossedendo
214 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
c

chisubisceil furtoma,poichddinconsapevole inizierir


deglieffetti dei suoi pensieri, a
lamentarsi,a sentirsiunavittimae a ritenersisfortunato ecc. Se avesse scrittoquc
l
quadrosommersovivendoin unaRealt)dove tutti sono feliciedonesti,dovenessuno
potrebbemai nemmeno pensaredi poterrubare un'automobile, quel quadro sarebbc
rimasto sommerso senzapoteremergere.Mad sufficiente cheancheunasolaaltra
personaabbiapensatoche,appenane avesseavutoI'occasione,avrebbe volentieri
rubato una bella automobile, e nella trama della RealDr d arrivata anche quell'i
nfr-rrmazione.
E I'interazione fra tutte le infbrmazioni presentinella trama della Realh che pr
oducegli
eventi. Il ladro si trova cos) sia ad essere nella strada giustaal momento giust
o
sia a provareil desiderio di rubareproprio quell'automobile pirazieacoincidenzea
lui favorevoliprodottedal derubato. Levento furto dell'automobile d l'eff'etto d
ell'attualizzazione,
dell'emersionedi un quadrosommersoin cui hanno scritto, pur senza
conoscersi,in due: chi haprodotto pensieri per effetto della paurachegli rubasse
ro
I'automobilee chi ha prodotto pensieri per effettodellasuaattitudine a rubare au
tomobili.
Entrambi autori inconsapevolidi unostessoquadrochesi d attualizzato conla
compliciti di tutta la Realh che haprodottoeventisincronicivolti a far si che qu
el
quadroemergessecon tutti i suoi elementi al posto giusto nelmomentogiusto.
Questod un esempio puramenteindicativochepudperb,come concetto, essere
applicatoaqualsiasialtropossibileeventodella vita in cui la pauradi vivere una c
erta
esperienzarendepiu probabile viverla. Si tratta infattidi produrrecon i propripe
nsieri,
informazionipure,attitudinie tendenze chepossonocontribuire a rendere una
certa esperienza piu o menoprobabile.Anche chi fosse assolutamente privodella
paurachegli rubino I'automobile, se vive in una Realh in cui molti rubano automo
bili,
pudsubire un furto. Si trattadi aumentareo ridurre le probabilitddi vivereuna
certa esperienza.
Ognunopub ancheprodurreinformazioniche lo protegganodal vivereeventi
indesiderati,cio awiene quandoleinformazioniche Io caratterizzano sonofelicicome
I'Amore,la Gioia e I'Armonia. Chi vive solo sperandoha in generei suoipensierido
minati
dalla pauraed d incapace di produrre pensieri felicichepossanoalmenoprotegLA TRAMA DELLA REAUIA

c
Sierlo;si ritrovaalloraadesserein balia di eventi voluti da altri, da coloro che
. invece
di limitarsia sperare, sanno credere, nelbeneo nel male, in quelloche vogliono.
Tuttoquelloche crediamo essere laRealhd solo I'effetto evidentedell'attualizzazi
one
dellatramasommersadellaRealh costituita daattitudini e tendenze che interagiscon
otra
loro.Si traducono in Realti sensorialeappena la loro interazione produce
qualcosadi attualizzabilenelpresente,nel rispetto, in comunionedi intenti con tu
tta
laRealtirmasenzachevi sia alcun giudizio.
Stai tranquillo, mi raccomandol E normale averedifficolda rinunciare a considera
reRealeeverosolocid
che d osservabile o in qualchemodo misurabile, ripetibilee
dimostrabileperch questisonoi concetti che sono alla base dellaconoscenzascientifi
camoderna,
di unavisione razionale, causale,deterministicadellaRealtichehacondizionatoe
condizionada secoli, nel bene e nelmale,tutti noi. Ma tu puoicambiare,
ancheora, se lo vuoi veramente, ogni cosa.
Fisicaquantisticaevitaquotidiana
Esseestpercipi
(esistered essere percepito).
Berkeley
Alcunescopertedella fisica quantistica Se andiamo
sono sconcertanti. oltre la loro
interpretazione scientifico/matematico a
dalpuntodivistapuramente eproviamo
considerarleperle implicazioni chepossono nell'esperienza
avere di vita quotidiana,
chiunque-anche I'individuo pii razionale-pudtrarneunagrandiosapossibilitd:
quella siadiquanto e"malleabile"
di accorgersi la Realtir sia"elastica" sia di quantosia
grandeil potereche ha su di essa.chiunquepudallora anche
sviluppare, utilizzando
la sua razionalib,lasua moltospirituale, con la propriavolontile
capacit), diguidare
esperienze evivranelsuo futuro.
chevive
2r6
IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
o

ALIC U SEI TUTTO PERME! Ancheil solo accorgiersidi avere


un poterepudavereeffettipotentissimi.
D un poterechechiunque
SSERNECERTT2
sia vivo e in gradodi pensarepossiedee
uLilizzasempre.in genere
maldestramenteperchdd inconsapevoledi
averlo. Lo applicaogni
voltachecredeo che pensaa qualsiasi
cosa. bellao brutta. E proprio
I'uso inconsapevole emaldestrodel
propriopoteresulla Realtd a portare
un individuo che potrebbe
esserepotenzialmenteilluminato
dallaGioia assoluta avivere tristemente. ognuno,senza produceda solo
accorgersene,
anchelepr<-rprie
esperienzedi crisi,proprioquellea cui hapensatopercercaredi evi
tarle,quelleche ha tanto speratodi evitare.Molti arrivanoa ritenereche la vita
e f 'Umaniti siano ciniche e spietate soloperchdla Realtdrealizzaallalettera,sen
za
farsidomande,senzagiudicare,senzainterpretarequeilochepensano,quelloin cui
credono.
D un poterechepudesseredifficileaccettaredi avere perchd,sedaunaparteapre
apossibilitapotenzialmenteillimitate,rivelaanchead ogini indivicluochedevecorag5
!
iosamenteassumersila responsabilit) delle esperienze che vive nel presente
e che
vivrd in futuro, perch questedipendonoperlopii-rdallesue credenze e dai suoipensie
ri.
Dper questo chechi si lamentaperqualsiasi
motivod come sefosseun ladro di
tempoed energia vitalealtrui.Ognunod il primo responsabiledelleesperienzeche
vivee anzichrj lamentarsipercercaredi togliersio negare qualsiasisuaresponsabili
td
ed evitare sensidi colpa, dovrebbeinvecereagireproducendoin s icambiamenti di
pensierocheurgono,affinchdpossaanchelui, comealtri, vivere esperienze felici.
Lescopertedellafisicaquantisticaci offrono lameravigliosapossibilitd
di accorgierci,
seppuredovendoricorrerein taluni casia sforzi immaginativi-e questoe
LATRAMA DELLA REAUTA

o
comunqueun bene -, chela Realh, oltre ad essere quellacheci appare, ha anche una
trama nascosta, segreta,invisibileepossibilista.
Quandoalcunigrandiuomini dalle menti straordinarie
hannoiniziatoadindagare
della materia sconcertanti,
le strutture elementari hanno fatto scoperte comequella
chei comportamenti di manifestazione chelacostitui
e le modalitir delleparticelle
sconosono inspiegabili incomprensibili.
razionalmente emeravigliosamente
Alcuni degli effetti chesi d osservato diprodurrenellospazio-tempo
sonoin gradri
sono stati sfruttati in moltetecnologiemoderne, incompren
maresta razionalmente
sibilecome riescano cose. misteriprofondi,
eperchd a fare certe Nascondono primo
fratuttiquellodella loro esistenza: se esistano realmenteo se siano solomanifest
azionidella
coscienza, dichili indaga. a volte spa
della volont2r Avolte si manifestano,
riscononelnulla,a volte si trasformano in cosediversecomeonde e/o particelleanch
e
di tipo molto diverso tra loro, a volte hanno piircomportamentisimultaneie sovra
pposticome"
girare"sia verso I'alto(up)sia verso il basso (down\ (come se un orologio
potesseandare sia in senso antiorario).In
contenrporaneamente orariosiain senso
effetti la fisica quantisticahaevidenziato scientifico
aspetti della Realt) cheil metodo
classico,caratterizzato causale d stato incapacedigestire
dall'essere e deterministico,
senzaricorrere chesembrano -comemoltedelle mie in que
ainterpretazioni essere
sto libro -e spirituali
piirfilosofiche chescientifiche.
Eccotiuna brevissima dialcuni degli aspetti quan

sintesi della Realh che la fisica


tisticaci ha dato lapossibilihdipoteraccettare.
r Nientepubesserecerto,tufto 0 solo pii o meno probabilee/opossibile.
.
Quelloche determina che cosa si manifesta (attualizzalb I'interazione/
ossenrazione.
o Lal{ateria Dfattasia di energia siadi particellesia di onde sia di niente,
tutto insieme.
.
D impossibile isolare/separare
un sistema da chi lo osseila (edalresto della
realtir...).
218 IOSCELGOIO VOGLIO IOSONO
6
r Lo spazio eil tempo sono variabili relative a chi li vivelocalmente.
o Una stnrtfura della materiapubcondizionareil comportamento di un'altra
struttura della materia istantaneamente
e a qualsiasidistanza nello spazio,
awalendosisolo di se stessa (entan!ilement)?
e La coscienza eil pensieroumanovannoconsideratecome entitir fisiche.
dchele scoperte si
esatte larealizzazione
Sorpreso?Lacosaperd piir sorprendente della fisica quantistica
sonorivelate ehannopermesso dinuovee utilissime tecnologie
tralequalivi sono i semiconduttori che sono alla base di ogni dispositivo
elettronico,
la luce laser, lecentralinucleari(maanchelebombeatomiche), satellitari,
i navigatori
laspettroscopia allaqualedpossibile I'Universo, quantigrazie indagare i computer
sticie molto altro.Scopertechehannopermessoinoltre di introdurre unanuova
visioneed interpretazione anzich,4,
della RealD basata sulpossibilismo sul determinismo,
nella qualee divenuto cercarediprodurre traosserva
inappropriato distinzioni
tore ed osservato ma anche tra cause ed effetti e i miracoli sonoconsideratifeno
meni
mondiale si fonda ed bpermessa

ordinari.TuttaI'economia moderna dascopertedirettamenteo


indirettamente conla fisica quantistica; delcollegate sololaspiritualit)
I'uomo-in rnano a Chiese che,ogEiipiirche mai, sono divenute fontepiirdi conflit
ti
trai loro seguaci chedi evoluzione ancora sueimplicazioni.
-d rimasta al di fuoridelle
alla vita quotidiana di
fronte a nuoviscenari,moltodiversidaquellia cui ci siamo abituati a credere. Rit
engo
che tutto quellochenoi crediamo esserereale,primache divenga reale viene costrui
to
conlapartecipazione,in varia misura, di tutti colorocheparteciperanno
Se applichiamo lescopertedellafisicaquantistica ci troviamo
a una data
esperienza dituttalaRealth.
ma anche
I termini utilizzati in fisica sonointerazioneeottualizzazione.llconcettodi inte
razioneesprime
in cui due o pii elementi direttala situazione detla realti agiscono,
menteo indirettamente, Un'implicazione d,
uno sull'altro. praticadi questoaspetto
peresempio,quellache anche quandounapersonacrede di averesubitoun'esperienza
LA TRAMA DELLA REALTA 2r9

O
a causa entrambi o inconsapevolmente
in modo attivo alla creazione
unicamente di un'altra, hannoin realti, consapevolmente
partecipato
diquell'esperienza
claancora
primache venisse vissuta,entrambine sono responsabili.
Altreimplicazionisonochequellocheognunopensadi altre personelecondiziona
nelcomportamento nei loro riguardi, che immaginando
che avranno di vivere una
certa esperienza attivamente checredendoai miracoli si
si contribuisce aprodurla,
contribuisce possibili inquestolibro.
arenderli emoltoaltro che inpartehodescritto
Il paradossodelgattosiavivosia morto
EntrinSchrtidinger,premioNobelnel 1933, ha datoun contributo fenomenaleallafisic
aquantisticasoprattuttocon
la sua Equazioned'onda vt, frazieallaqualehasaputo
descriverela Realtd in termini di "ondeprobabilistiche"capacidi rappresentare ci
d che
qualcosa pub essereda ancora primachesi manifesti
in modo visibile in fenomenio esperienze.
SecondoSchrddinger,qualunquecosad rappresentabileper
mezzo di ondeche si estendono
all'infinitoed b quandoawiene un'interazione
(unamisurazione)che si determinain modounivocoquellochesi
manifester)nel mondo reale.
Latto dell'osservazione/misurazione
o interazionedeterminaquelloched
stato chiamatocollasso
della funzione d'onda.funzioned'ondache
descrivelacoesistenzaeI'onnipresenzadi tutte le
frossibilihprecedential collasso stesso.Il contributo
di Schrddinger allaconoscenzadellanatura
dellaRealtid stato, per questo, colossale.
LaRealtasarebbedunquecostituitada infinite
possibilitbcoesistentiin stati sovrapposti rapIO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
c

presentabili
all'infinito; diquestepossibilitd,nessuna
daonde che si estendono ognuna
esclusa, attualizzarsi realemaquandoawiene un'intera
pudpotenzialmente e divenire
zione,una sola di esse, scelta coesistenti, esimanifrale infinite possibilith si attualizza
festanelmondoreale,nello spazio e nel tempo. Vi sono quindidue aspetti della Rea
lh,
quellocheprecedelasua manifestazione/attualizzazione, poten
fatta di infinitiuniversi
zialineiqualicoesistetuttoe tutto d possibile,equellodella sua attualizzazione.n
el
qualeunasola,sceltafratuttelepossibiliDcoesistenti,simanifestanello spazio-tempo
.
Prima che una cosa, fenomeno simanifesti d dunque tutto
o esperienza nellaRealtd
possibilee tutte lepossibiliD,belle e tristi, immaginabili
e brutte, meravigliose e inimmaginabili,
miracolose straordinarie prevedibilieimprevedi
eripetitive, e ordinarie,
bili, esistono gi)in uno stato chepuressendo "astratto",
di coesistenza considerabile
perchdinvisibile, di cib che simanifesta visibilesemplicemente
dpiirreale nella Realtd
peril fatto che senza diessola Realtd visibilecesserebbedi esistere. I'attodelSarebbe
I'osservazionc, ma,aggiungo del credere, delpensare,del
dell'interazione io,anche
giudicareindividualmente che determina
o collettivamente, che cosa si attualizza
manifestandosi nellaRealth temporale.
inevento spazio
Prima che
awengaun'interazioneche"scelga"che cosa si attualizza nella Realti
tutto esiste giirin stati quantisticicoesistentie sowapposti.
LATRA]W\DELLAREALTA

c
Il paradosso
delgattodi Schrddinger
0un esperimento un po'cinicoma
puramenteconcettuale ideato da
Schrddingeralloscopodidimostrare
comequellache era I'interpretazione
classicadella meccanica quantistica
risulta essereincompletaquando
deve descrivere sistemi fisici in cui il
livello subatomico interagiscecon il
livello macroscopico. Consistenel
mettere in unascatolad'acciaioun
contatoregeigercollegatoa un dispositivo in gradodi rompereuna fialetta di cianu
ro
nel caso in cuiunapiccola quantiti di sostanzaradioattivadovessedecadere.
Questasostanzahail 50% di probabilitistatisticadi decadere entro un'ora. Nella
scatolavienerinchiuso anche ungattoiacui sorte dipende dal fatto che talesostanz
a
decada ono. Dopo un'ora la scatola viene aperta.
Uaspettorivoluzionariointrodotto da questoesperimentod che la funzione
d'ondachedescriveI'interosistemadimostra che fino all'aperturadellascatolail
gattoesistein uno statodi vita e di mortesovrappostoperch6I'atomo da cui
dipendelasuacondizioneesisteneiduestatisovrapposti.
QuestaEuna semplificazione estremacheconsiderasolo due stati, ma il gatto,
finoall'aperturadella scatola, esistein stati multipli sovrapposti
neiqualioltread
esseresia vivo siamorto d anche felice e infelice esveglioe addormentato eaffama
to
e sazio ederettoesdraiatoeinquietoe tranquillo e sano eammalatoe spaventatoedent
usiastaea
destra e a sinistra ecc...
Peri fisicisarebberoleinterazioni adeterminare di che
osservatore-osservato lascelta
cosa,tra le infinite possibilitd in statisovrapposti, nella
coesistenti si manifester)
Realti osservabile; aperto stateformulatemolteipotesi.
mail dibattito d ancora e sono
,rt
IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
o
Tuttavia, ritenere che sia l'osservazione a determinare cid che viene osservato.
chesia

la stessaosservazionea creare la Realth osservabile, d molto limitantesiaperchei


n
linea teorica si potrebbealloraritenereche a un ciecosarebbepreclusalapossibilit
i
di vivere una qualcheRealtir diversa da quellasceltaper lui da altri, ma sopratt
utto
perch6ogni accadimento potrebbeesserecreato solo mentre viene osservato/vissuto.
Anzichd la sola osservazioneimminenteall'attualizzazione
ritengo che siano invece
soprattutto le credenzepresentinelle menti di chi osserva e i loro atti di pensi
eroche
precedonol'attualizzazionea determinare, a condizionare favorevolmente o sfavore
volmentela"
scelta"di cio chesiattualizzera.Le inforrnazioni pureprodotteda atti di
coscienza,da credenze e dapensierisonoprivedi spazio-tempoe la Realtileutilizza
un po'comefail nostro cervello conle sue associazioni, con tutte
tutte interagiscono
e il risultato d dato propriodall'interazionecomplessiva.
Il cen'elloproducerisultati in tunzionedelleassociazioniche sono pii.rfacili da
percorreree utilizzare perchdrinforzatedapensieriricorrenti.Le informazioni pure
presentinella trama della Realta possonoallorarimanereancheperanni, decenni o
secoliin "attesa"di potersiattualizzare nel contestoche le vedeprevaleresu altre
o
appenanella trama della Realti sono disponibili tutte le informazioni perI'attua
lizzazione
dell'esperienzaa cui si riferiscono.Ma I'interazione di informazionionnipresenti
pudprodurreanche attualizzazioni di qualcosadi nuovo, prodottopropriodalla copar
tecipazione
ed d in quelcasochesi
(comunionedi intenti...) di ognuna di esse
compie I'evoluzione.
Attitudini,tendenze, fatti, eccezioni
La Realtd. primadi esseremanifestain materia, energlia, spazio e tempo, d dunque
costituitada una trama fattadainformazionipure cheinteragisconotra loro producen
do
attualizzazioni. Questeinformazionipossonosolo aggiungersi ad altre informazioni
senza annullarsi mai perchdsonoprivedi tempo e quindi onnipresentiin
esso,propriocomele associazionimentalichepossonosoloaggiungersiad altre. l,e
LA TRAMA DELLA REAUTA

@
Informazionipure(descritteneilibri La Fisica dell'Anima ed Exotropia) sono costi
tuite
da Attitudini e Tendenze.
Le ATTITUDINI sonoindividuali,relativequindial singolo elemento(fotone,elettrone
,
atomo, struttura organizzata essereumanoecc.)che si manife
della materia,
sta,chepubmanifestarsi con un corpo o che agisce manife
nello spazio-tempo senza
starsi nello spazio-tempo chepossono
conun corpo (visonoentih informazionali
interagirecomunquecon la tramadella Realtd percondizionareeventi nello spazioe
neltemposenza nellospazio-tempo).
manifestarsi
Le TENDENZE sono invece condivise, universalmente
interaSiscono fra loro,
sonoper questo considerabili di intenti" con tutto cid che esiste
in "comunione in
tutta la Realtd elasua trama. Leesperienze e si vivranno
chesi vivono nel presente nel
futuropossonoquindiessere"guidate"dallepropriecredenzeepensieriperessere
resepiiro menoprobabili, piir o meno fattibili, mala loro eventuale e
attualizzazione
il modo in cui si potrannoattualizzaredipendeda tutte le informazioni presentine
lla
trama della Realtd,anchedaquelle prodotte, nelbeneo nel male, da altri e chepotr
ebbero
riguardarci anche direttamente. siproducono un evento
Pii pensieri perfavorire
piirlosi rende quindi probabile ma d fondamentale
chequei pensieri siano coerenti,
siano allineati con le propriecredenze.Vi D inoltre un'enorme differenzatra desi
derarelsperarequalcosapiuttostoche
desiderare/volere la vedremo
qualcosa, meglioin
seguito.Sela mente consapevole desidera, vincereuna
di una persona peresempio,
grossasommaa una lotteria ma la sua mente inconsapevole o
crede che sia povera
sfortunata, che sia purae spirituale e meschino,

oppure eche chi d ricco d"sporco"


queidesidericonsapevoli del tutto inefficaci. E importante quindi, prima di
saranno
tutto, mettersi d'accordo suquelloche si vuole con lapropriamenteinconsapevole
e
"aggiustare"lepropriecredenzeper poter riuscirea realizzarlo consapevolmente.
Riguardoalle esperienze vivere con
chesipuddesiderare d inoltre molto piirefficace
centrarelapropria semplicemente suquelloche si vuole otte
attenzione sulrisultato,
nereovivere,lasciandochesia la trama della RealtdaprodurlosfruttandoI'interazion
e
in comunionedi intenti. lacomunicazione fratutte le attidiretta e istantanea
224 IO SCELCO IO VOGLIO iO SONO
o
tudini e tendenze esistenti e disponibili nella trama della Realtd, anche se a n
oi del
tutto sconosciute. Trattandosidi Attitudini e Tendenze d scorretto e inopportuno
averc
qualsiasi pretesa di certezza.
Il desideriodi certezze e la loro ricercao applicazione su altri o la Realtir pr
oduce
turbolenze e decoerenze nelleinformazioniperchdlacertezzad un concetto assoluto
inesistentein natura.
I-lapprocciocorrettod quellodi avere e coltivare desideri alimentati, il pitr po
ssibile,
con autentica Gioia perch6quell'emozionea un "segnale"di coerenza,di allineament
ocon
se stessi e la Realti. Tutte le informazioni che ognunoha nella propria
mente, nella sua memoria, le sue credenze/veritd,
desideri,ambizioni,motivazioni,
paure,entusiasmi,tutte le immagini riferite al propriopassatoo quelleriferiteal
proprio
futuro (il valoreche ognuno potrebbeattribuire adesse d ininfluenteperchdle
informazionipure chene derivanosonoprivedel concetto "umano" di giudizio,di
tempo e di causa-effetto) interagiscono costantementefra loro e con quelle prese
nti
nella Realtir, perch6prodottedallaRealtirstessao dalle menti di altri. Dal risul
tato di
tale interazione dipende cid che si attualizza nel presentee cosi di seguito per
ogni
presentesuccessivo.
I FATTI sono I'attualizzazione di Attitudini e Tendenze in eventipresenti-manife

stazioniin
spazio-materia-energia fenomenoo esperienze per
di qualsiasi di vita effettodi informazioni "vecchie" riportate di volta in volta nell'evento present
edall'eventoprecedente.
Possonoperquestoesserein qualchemodoprevedibilio attesi ed
essereconsiderati causali-deterministici.
Sonoquellidi cui si occupa, peresempio,
I'approccioscientificomoderno che richiedelaripetibilitd.
Le ECCEZIONI si manifestano invecequandol'attualizzazione nell'evento presente
d prodottada informazioni vecchiema anche da informazioninuove. Sono perquesto
eventi inattesi o imprevedibili,che escono dall'ordinario concetto di causa-effe
tto. Possono
essere considerateeccezionitutti i fenomeni, eventi o esperienze "improbabili",c
he
si realizzano nonostanteabbianobasseo bassissime probabilitbstatistichedi realiz
zarsi
e nonostante I'assenzadi cause presentinelpassato(perchdle reali cause possonoan
che
esserepostenel futuro). Nella trama dellaRealthpassatoefuturo sonoconcettiastrat
ti,
LA TRAMA DELLAREAUTA

6
solo il presented Realee su di esso agiscono sia cause postenelpassatosiacausepo
ste
nel futuro. Ognipresentecreainoltre il suo passatoe le Attitudini e Tendenze del
suo
futuro. Possono essereconsiderateeccezioni le guarigioniconsiderate miracolose,
le
vincitea lotterie,qualunquecoincidenzasincronicachepossafavorireo segnalare la
prossimarealizzazionedi un evento ma anchequalsiasieventopossaessereconsiderato
un miracolo.
Levoluzione della Realti e di noi stessi si realizzaattraverso le eccezioni. Gli
eventi
causali-deterministici,
i fatti, sonoquellicherispondonoainformazioninoteche si ripetono
replicandosi di evento in evento. Informazioni nuovepossonointerromperelacatena
della replicazione di informazioni vecchie tra un eventopresentee il successivor
ealizzandocoslleeccezioni.
Unapersonache vuole vivere una qualsiasi -diversa
eccezionecome un'esperienza
daquellechehavissuto normalmente -o che vuole una vita differente daquellache
ha vissuto fino al suo attuale presenteb fondamentale che riesca a produrrenuove
informazioni. Puo farlo graziea nuovipensieri,nuovidesideri alimentati con Gioia
allineatia nuovecredenze.
Anche la distinzionetra cid che d possibilee cid che d impossibiled un'invenzion
e
umana. Nulla d impossibilee tutto d possibile perchd nella trama dellaRealh tutt
o
coesistee interagisce con tutto. Anche senellospazio-tempopud manifestarsisolo
una cosa alla volta, qualunquecosa,evento o esperienza,fattoo eccezione pudmanif
estarsisesi
riesconoaprodurreinformazionisufficientementeforti, chiare e coerenti.
La trama della Realtd "aspetta"informazioniproprio per sapereche cosa altualizza
re
in esperienze e risponde,rapidamente,senzagiudicareo filtrarenulla.Un'esperienza
diventa impossibile soloquandonellamentedi chi potrebbepotenzialmenteviverla la
credenzache cid sia impossibile ha assunto caratteredi veritd.
Luomo ha inventato e prodottocosefantastichee strabilianti ma con i concetti di
veriti e di impossibilitiha fatto dei veri disastri! Si d creato da solo deilimi
ti neiquali
si riduce in generea soprawivere efficientemente-ma in modo infelice -in una
Realti cheinvece0 caratterizzata propriodall'essereprivadi limiti.
226 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
\

c
Onde che collassano
Tuttocid che si manifesta nella Realtl osservabile la materia,
-lospazio, i fatti, le eccezioni,
gliesperimenti leesperienze -b il risultato di un'interazione
scientifici, di vita
univoca irreversibile.
totale che produceuna scelta eingenere Una scelta "pescata"fra
gliinfinitiaccadimenti instati sovrapposti nella trama della Realtd
coesistenti presenti
perch6 prioritaria o dominante sulle altre o prodottaal momento pereffettodellal
oro
interazione. manifesto, essereprimacreatoa livello
Tutto,primadipoterdivenire deve
informazionale.
REALTA TRATI'A DELLA REA$A
MANIFESTA
INFlilITE POSSIBITFA
CO SISTENTI IN STATI
QUANTICI SOVRAPPOSTI
TUTTF '.
INTERAGISCONO
TRA LOEO E COLLASSANO
ATTUALIZZANDOSINELSOLO
EVENTOPRESENTECHE SI
MANIFESTAE SI ANNULLA
GENERANDOALTRE INFINITE POSSIBILITA
IN UNPROCESSOCONTINUOE SENZA FINE
LATRAMADELLA REALTA 227

c
E come se avessimo unmazzo infinito di carteinvisibilidalqualepubesserescelta
una sola carta affinchd divenga"reale",visibile, manifesta, f.orsefrazieal colla
sso, in
essa,di tutte le altre.Il mazzo di cartepudesseresemplificatoe descritto, utiliz
zando
la matematicadelle onde, dalla funzione d'ondadi Schrddinger ma potrebbeessere
anche descritto in altri modi, come con matrici o linSuaggi.
Il nostro attuale Universo, quelloin cui viviamo, ci appare stabile, nel senso c
he
piranpartedi cid che lo costituisce si comporta in un modo che ci sembra prevedi
bile,
molto probabilmenteancheperchdI'essereumano, credendo chequellosiail suo
comportamento"normale",lo condiziona a comportarsi cosi. Ma potrebbeessere
qualsiasialtra cosa e avere qualsiasialtro comportamento. La teoria del principi
o
antropico di Brandon Carter,peresempio,vedecomefinaliDdell'UniversoI'esistenza
dell'uomo ma I'uomo, in quantoesserecapacedi produrrecon i suoipensieriinfor
mazionipure,0 entrato a far partedelprocessocreativo-evolutivodell'Universostess
o
e da quandoha iniziato ad esistere e a pensarein essopartecipaanch'essoa creare
ogini
presente,opini futuro, ma ancheoginipassato.Lapparentestabilitdattuale dell'Univ
erso
dipenderebbe quindianchedalfattoche I'essere umano lo condiziona, con le sue
credenze,ad essere stabile ma la suanaturarimane fortemente possibilista.Il fatt
o che
da quelmazzo invisibile e infinito venga scelta o prodottauna cartapiuttostoche
un'altra dipende daqualicartesono state prima prodotte e dal risultato della lor
o interazione.
Nelcaso umano, le esperienze
dell'essere che vive dipendono perlopiirda tutte
le informazioni chederivano dalle sue credenze,dai suoi pensieri, giudizi, da tu
tti i
contenutidella sua memoria -o inconsapevoledai suoi modelli men
consapevole tali, dalle suepaure,desideri,entusiasmi,motivazioni,aspettativeecc., sono molti
ssime,
sonoquellechecaratterizzanoogni essereumanoe delle qualiognunodperlopiu
inconsapevole.
Affinchdsiano efficaci nel produrreinterazionie collassi di funzioni
d'ondache corrispondono ai suoi desideri, d necessario chele relative informazio
ni
sianoallineate, coerenti, altrimentiproduconosolo turbolenze. Allineare le propr
ie
credenzeinconsapevoliaipropripensierie desideri consapevolib come produrreuna
lucelaser,capacedi tagiliare I'acciaio,piuttostoche una luceche illumina un ambi
ente
producendointerazioniin gradosolo di impercettibili cambiamenti.Leproprieinfor

228 IO SCELGO IOVOCLIOIOSONO


c
mazionivanno a interagireconquelledegti altri e con quelledella trama della Real
td
e dall'interazione complessivane risulta un solo evento chesiattualizzerinello s
paziotempopresente.Se una persona delleinformazionichepossiede
d inconsapevole
e che producelei stessa, tanto meno pudriusciread essere consapevoledelleinforma
zionichepossiedonoecheproduconoglialtri
e [a Realta. E per questo che d incapace
di capire consapevolmente
che cosa e perchdlo pudaverportatoa vivere una certa
esperienzapiuttostoche un'altra. Cib d inint'luente,d inutilecercaredi capire il
perchd
delle cose,cause ed effetti sono nella natura indistinguibili. Una disgrazia pub
accadereperchd qualcuno d stato incapace di essere autonomamentefelice,queltanto
dapoterlaevitare,ma anche perchd possa averemaggioriopportunitd di riusciread
esserefelice ed evolvere in futuro, nonostante e graziead essa, realizzandocid v
erso
cui tende. Il giudizio,la distinzione frabene e male,tra gioiae dolore, sono sol
o una
preroSativaumana, la trama dellaRealtd tra
produceeventipereffetto dell'interazione
le informazioni che giungonoad essa equellechehaa disposizione.
E certamente importantequelloche si vive nel presentemad soprattutto importante
come si reagisce a cid che si vive nel presente,se si d capaci di partecipareatt
ivamentee
consapevolmente nuove informaa cid che si vivr) in futuro producendo
zioni o se ci si limita a subire passivamenteogni esperienza producendoinformazi
oni
caotiche che pieneranoimpedimentie ostacoli. Leesperienzeche vivi e vivrai dipen
dono
moltissimo dai contenuti delle informazioniche sono presentinellatuamentee
che sono generateda essa, maanche da quelle presenti egeneratedalla mente di alt
ri
e da quelleche sono presentinella Realti indipendentemente conoda te. Che tu possa
scerelealtreinformazionid difficile ma anchepocoimportanteperchti quello che d
determinanterelativamentealle tue esperienze d cid che producitu nel presente,se
riescia produrreinformazionicoerenti, chiare e felici,capacio meno di entrare co
n
forzain comunione di intenti con la Realtir. E comunque molto importante, direi
determinante.riuscireanche ad essere riservati:evita di rivelare ad altri i cont
enuti dei

pensiericheproduciriguardoqualunqueesperienzatu scelga di voler vivere neltuo


futuro. Cid ti permettedi evitare che gli altri possano,coni loro pensieri, prod
urre
informazioni che interferiscono distruttivamenteconle tue Qenerando cosiimnediLATRAMADEI,LA REAUTA

t
oc
menti e ostacoli. Questovalesoprattuttoper persone con cui si d fortementeentang
led(
ameno che si stia vivendo una relazione di "CoppiaIlluminata")e che potrebbero
anche soloessereinvidiose;lecredenzee i pensieridegli altri potrebberoessere
rivolteadimpedirtichei tuoi desideri, una volta conosciuti, possanorealizzarsi.
Riguardoalle informazioni presentinellaRealti indipendentemente da te, poich6
la Realti b un processoevolutivochesi realizzagraziealla comunione di intentitr4
informazionipure, pud spontaneamenteprodurresolo collassi di funzionid'ondf
felici,"buoni","amorevoli"edevolutivi(indipendentemente
dallacapacit)dell'uomg.
di giudicarlitali). Anche solo smettendo di pensarea qualsiasicosa"brutta" o inf
clice
si tende spontaneamentea vivere esperienze "belle", felici ed evolutive perchd0
quellala tendenzanaturale della Realti e di chiunque viva in essa. E per questo
ch6 d
importante che qualunquetuopensieroo desiderio sia felice. Il tuo solo essere fe
licAti
mette-da che cosastaipensando -in potentecomu
indipendentemente peresserlo
nionedi intenti con te stesso e la Realtd dando ai tuoi pensierie desideri forza
affinchl,
possano,interagendocontutte lealtreinformazioni,guidarnel'attualizzazione.
Latramadella Realti dlatela su cui puoi e devi scrivere cid che vuoi viverepeich
e
essad sempre in ascolto e aspetta da te le informazioni con le qualiprodurreIees
perienzecheti
riguardano e che ti coinvolgono: che siano belle o brutte, rif'eritea cid che
vuoio a cid che temi dininfluente.Quandoleproduciinizianoad interagire con'tutte
lealtre e a condizionare le attualizzazioni degli eventi che ti riguardano.Serig
uaidano
te,riguardanoanchela RealGed ogni cosa o personavi sia o viva in essa. Passatoe
futurosonoelementiastratti, irreali, dellaRealh, I'unica cosa Reale sonole infor
mazioni
che produconoI'eventopresente,questosiattualizzapoisi annulla e quindise
ne attualizzaun altro, successivo, coni cambiamenti che derivano dalleinformazio
ni
prodottenell'eventoprecedente.I concettidi passatoe futuro derivanosolo dalla
nostrapercezionedi un processocaratterizzatoda una continua creazionee annullame
ntodi
eventipresentie dalla nostra memoria. Ogni evento pudessere"spinto"in
unadirezioneo in un'altra da informazioni relativeal passatoma pudanche essere
"trainato"in una direzione o nell'altra da informazionirelativeal futuro. Perque
stoi
tuoi desideririvolti al futuro sono molto piir realidi quantotu possacredere.
230 IOSCELGOIO VOGLIO IOSONO

Fisica
o filosofiaquantistica?
ltre agli aspetti della fisica quantistica puramente scientifici che richiedono,
1-\
I p.t.rt.r. condivisio sfruttati in applicazioni tecnologiche,di essere rapprc.
I
\-/ sentatimatenraticamentee dimostrati attraverso esperimenti ripetibili da
chiunque,vi sono anche altri aspetti difficili da rappresentare o dir
matematicamente
dimostrareconil tradizionalemetodoscierrtifico,perquesto possono venire consids
rati filosofici anche se sonoin gradodi rivelareimportantiaspetti della Realth e
fornirt
preziosispunti di riflessione.Vediamo allora come concepivanola Realt) alcunidr
coloro che I'hanno indagata nei suoi aspettipii intimi, cercando di dedurlo da a
lcurrr
delle loro affermazioni. Iniziamodaquelledi Mu Planck.
La natura 0 privadi leggifisiche
Max Planck, premioNobcl nel 1918, e stato il padrefondatort'
della teoria deiquanti e della fisicaquantistica.Scopri, tra lt'
altre cose, chele particelleelementarie gli atomi hanno e sr
scambianoenergia secondo multipli interi di quantiDelemcrr
tari,quantidi energia appunto, da lui quantificatiedespressl
matematicamente.Planckritenevache la natura fosse privadt
leggi fisiche e che I'uomo produces.se
solo approssimaziortr
dedr-rcendoledai compclrtamenti cheriuscivaad osservare, clte
fossequindi inopportuno"supporreche esistano leggi fisichc.
chesittno esistitefino od ora. o che continueranno ad esisttr(
2:ll

c
in formo analoga nel futuro". Riteneva anche che la scienza fosse incapace di sv
elare
il mistero fondamentale della natura "questoperchd,in ttltima analisi, noi stess
i
siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risoluere".Che una qualsiasinuova
scoperta scientifica, piuttostochetrionfare"perchdi suoi oppositori si conuincon
o e
ttedono la luce" potessefarlo solo "perchdalla fine muoiono e ndsce una nuoua ge
nerazione
a cui i nuoui concetti diuentano familiari".
Questoconcetto d molto significativo perch6esprimeleenormi difficolD che I'esser
e
umano incontra nell'affrontare qualsiasicambiamentonel suo modo di credere e
pensarela Realtir, tanto che solo la morte di chi crede ancora in una vecchia "v
eriti"
pubtoglierei freni all'affermazionedi una nuova "veriti" cheper poter finalmente
trionfare deve avere qualcunoa sostenerla: una nuovaSenerazionechein quanto
nuovadmenocondizionatada vecchie credenzeeanertaa credere a cose nuove.
Osservatori coscienti
Niels Bohr, premioNobel nel 1922, d stato padrecofondatore
della fisica quantisticae dell'interpretazione
di Copenaghen
secondo laqualele sole coserealisonoi risultati di
esperimenti, cosl comevengono misurati da ossenratori
"coscientie macroscopici"."E sbttgliatopensareche lo
scopo della fisica sia di trouare com'd la natura. La fisica
riguarda cio che possiamodire riguardo olla natura". Poich6quellochei
fisici stavanoscoprendo della Realti era
veramentesconcertantee incomprensibile,piuttostoche
cercaredi capireil come e il perchddella natura, essi pote
vano solo lintitarsi a esprimere opinioni relativamente a cib che osservavano,
opinioni
umanechepotevanoesseredel tutto indipendenti da cid chela natura d. Bohr ha
estesoil concettodi interazioneattraversolo scambio di fotoni, di vettori mediat
orio
all'atto della misurazione, all'azione del pensiero'sesr uuole interpretare la m
ecca
232 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
@
nica quantistica si dette considerare il pensierocome un'essenza fisica". E noto
che
Bohr riteneva che I'albero che aveva nel suo giardinoesistessemanifestandosireal

mente
solo quandolui o qualcunaltro lo guardava,mentre se nessuno lo guardava
spariva nel nulla, forse peresisteresolo in modo potenziale,possibilisticoo late
nte;
avrebbepotutoessereun albero o qualsiasialtra cosa ma, secondo lui, la sua manif
estazione"
reale"aweniva solo quando qualcuno interagivacon esso osservandolo.
Bohr ha azzardato I'ipotesi che la Realtd, come noi crediamoche sia, esistesolop
erchd
c'd qualcunodi cosciente e di macroscopico con es.sa. e
cheinterapiisce "Cosciente
macroscopico"d evidentemente I'essereumano ma si pudritenere che anche un elettr
one
o fotonepossanoesserecoscienti, dipende tutto da che cosa si intendeper
coscienza.lazzardo, se possiamoritenerlo tale, peruno scienziato del suo calibro
b
stato soprattutto ritenereche sia I'essere umano a creare la Realh in cui vive,
nel
sensoche tutto cib che I'essereumano crede di vivere d allora solo un effetto de
lla sua
coscienzaowero della sua interazionecon la Realt). Piuttosto che le interazioni
fra
particelle,il vero protapionista conqueste particelle.
b"chi"stainteragendo
Qualsiasiformadi interazioneproducecambiamentireciproci in cid che interagisce.
Seil solo atto di osservare qualcosasignificainteragireconquellacosa e quindi
cambiarla,I'attiviti di pensierodi un essere cosciented in gradodi produrreinter
azioni;
oltre alle osservazioni, allora, anche lecredenzeei pensieriumani sono in grado
di interagireequindiinterferire,condizionare, favorevolmente
cambiare o sfavorevolmentechi
li ha prodottie la Realtd.
Mase cid con cui si interagisced rappresentabile all'infi
da onde che si estendono
nito, interagendo conqualsiasicosa con tutta la Realt). La coscienza
si interagiisce e il
pensieroumano,pur essendoritenute cose "astratte" perchd invisibili e imponderab
ili,
sono da considerare essenzefisicheperchdcapacidi produrreinterazioniequindi
cambiamentinellaRealt).
F'ISICAO FILOSOFIA QUANTISTICA?

c
Interazionitra cose e persone
Tutta la Realti DI'effetto di interazioni.
Ogni volta cheinteragisci con qualcosao qualcuno,
una partedi te diventa simile a cid con cui hai interagito.
Sii attento a cib con cui interagiisci, sii attento a ciir che pensi.
Perpoterosservareunaqualsiasicosa si sfrutta la luce, serve che vi sia luce(foto
ni).
Losservazionesi basa sull'interpretazione conI'ambiente,
di fotoni che, interagendo
vengono assorbiti, rimbalzati, deviati da tutto cid che in essodpresente.Quandor
aggiungonoI'occhio
umano sono poi trasformatiin segnali che ven6ionoinviati dal
nervoottico alla corteccia visiva e quinditrasformatidal cervello in immagini, f
orme,
colori,movimenti. La mente, attraverso associazionie confronti con immagini, for
me,
colori e movimenti memorizzate in passato, produce emozioni,quindi giudizi e alt
ri
pensieri.E un processoche richiede troppo tempo perchdlasolaosservazione
possa
essereI'arteficedel collasso dellafunzione d'onda che determina che cosa si attu
alizzeri,
in evento, se,facendo riferimento all'esperimentodelgattodi Schr6dinger, all'ape
rturadella
scatola quelgattosari vivo o morto. Abbiamoquindidiversepossibilitlr
percercaredi comprendere questofenomeno: che d la luce ambientale, i primi o il
primo fotoneche,interagendoconil gattoall'aperturadella scatola facollassarela
funzione d'onda, determinando sequestosar) vivo o morto, riportando poicon altri
fotoni la relativa immagine a chi osser.ua oppure
il qualegiudicherdcid che osserva,
sonoi pensieriche chi osserva haprodottoimmediatamenteprimadi aprire la scatola
che determinano suqualeeventola funzione d'ondacollasser).
[,a luce potrebbeallora essere solo un testimone, un messaggerodi tutte le infor
mazionipresentinella
Realtd, compresequelle presenti nelle menti di chi haallestito
ed osserva l'esperimento. tutti i fotoni coinvolti, il gatto,I'inOppure, semplicemente,
tero esperimento, tutti coloroche lo osservanoma anche tutto I'Universopartecipa
no
234 IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
c
interagendoin quell'esperimentoe cid che sialtualizza d il risultato univoco di
tale

interazionetotale del tutto con il tutto.


Tuttodpossibile,anche che i fotoni abbianouna coscienza e siano loroa decidere,
o che siano messaggerie testimoni delle coscienze con tutte lecredenzeei pensier
idi
coloro che stanno osservando o vivendo I'esperimento o della coscienza collettiv
a di
tutta I'umaniti o dell'intero Universo. Le variabili nascoste ipotizzate da Eins
tein
sarebberoallora tutte leinformazionirelativea tutto I'Universo presente.In ogni
caso,
piuttostocheI'attodi osservare, possiamoverosimilmenteritenere che siano sopratt
utto
le informazioni presentinellacoscienzadell'osserr,,atore che
o degli osservatori
interagisconodirettamenteo pertramite di fotonia determinare il collassodellafun
zione
d'onda eI'eventochene risulta, cib che si attualizza. Ogniinformazione relativa
atutto cid che d direttamente o indirettamente quelle precoinvoltonell'esperimen
to,
senti nella coscienzacollettiva di chi partecipa interaenellecoscienze all'esperienza,
gisconodeterminando il risultato, cid che attualizza, che si vive, che si osserv
a.
Poichd nella Realti tutto E in qualchemodo interconnesso con tutto -i fenomeni
dell'entanglement possono -delle funzio
e dei campi relativistici dimostrarlo il collasso
ni d'onda sarebbe il naturale effetto dei cambiamentiprodottidall'interazionetra
informazionipuree
il risultato del collasso dipende allora da tutte le informazioni presenti
nell'Universo,nellecoscienzedi tutti gli esseriin gradodi pensaree soprattutto i
n quelle
di chivive localmente I'esperienza. haun "peso"diverso,
Ogniinformazione coloro
che sono coinvolti in un'esperienzaerivolgono la loro attenzione su una qualsias
icosa,
cheproducono pensieri rivolti ad essa avrebbero,rispettoalla totaliti delle info
rmazioni,
un pesomaggiore. Tra coloro che stanno vivendo lastessaesperienza,le informazion
i
provenientida chi producei pensieri pir) "forti" perchdcoerenti e allineati con
lesue
credenzeavrannoinoltreun pesomaggioreperdeterminareI'esitodel collasso.
Vediamo un esempio praticodi interazioni relativamente all'esperienzaumana:
primache tu stia perincontrareunaqualsiasi persona, questad contemporaneamente
sia la personapiirbuona,generosa,onesta, leale, corretta, amabile ecc.sia la pii
rcattiva,
disonesta,sfeale,scorretta, disprezzabile ecc.ha in sd tutte lepossibiliD,sovrap
postee
coesistenti.Quandola incontri e interagisci conlei, le informazioni relative all
etue creFISICAOFILOSOFIAQUANTISTICA?

6
con le informazioni alle sue cyedenze
informazionirelative di tutta l'Umanitd Le
denzeinteragiscono relative maanchecon tutte le
alle credenze e con quelledi tutto I'Universo.
sue e le tue sono perd quelle che hanno maggior pesonell'influiresul risultato d
ei collassidelle
funzioni d'onda da tali interazioni pii omenoproche deriveranno rendendo
babileuncomportamento, persona nei tuoi riguardi, piuttosto
chequesta potri avere
che un altro.Aseguitodell'interazione, traleinfinite
una sola (pervolta e in sequenza)
possibilitdcoesistenti o una nuova derivatadall'interazio
in stati sovrapposti possibiliD
ne di quellecoesistentisi attualizzeri manifestandosi
nella Realti sensoriale.
Il fatto che una persona"normalmente" cattiva possaesserebuona con te,
oviceversa,dipendetanto da lei quantoda te.
unapersona,
neituoi riguardicome tu I'hai giudicata.
Meglioallorapensarebenee darle fiducia,
a meno che sia una personahisteepessimistao irremovibile nellesue credenze,
in quelcasoil meglioevitarla...
Quandogiudichinegativamente lacondizioniad essere
Quandosi vivono esperienze pii persone, ognuna di esse
che coinvolgono contribuisce,
oltre che con azioni e parole,soprattuttocon le sue credenze epensieri
all'andamento collettiva.Un solo ottimista capacedi cre
edesito dell'esperienza
dere e pensare(allineato) positivodi un'esperienza e che
all'esito che lo riguarda
riguardae coinvolge pii personepudneutralizzareg,lieffetti devastanti, confusi e
caotici anche di milioni di individuipessimistie disallineati, producendoda solo
,
direttamentee autonomamente di collassi

esiti favorevoli di funzionid'ondache


vannoa beneficio suo e degli altri,nonostanteglialtri.Cid vale perdanche al cont
rario:
un solo distruttivo convinto pud,in un mondo di tristi incapaci di vero ottimism
oche
vivono solo sperando, inimmaginabili.
produrredisastri
Chi domina eguida glieventi b chi 0 capacedi credere a cid che pensain modo pii
efficacedi quantosappianofaregli altri.o
236 IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
c
Tuttele informazioni pure presenti tra loro e determi
in tutta la Realh interagiiscono
nano, attraverso collassidi funzioni d'onda, glieventi che ognuno vive ma il ris
ultato,
cib che siattualizzerirnelpresente,dipendefortementedaogni credenza che ogni
uomoha nella sua menteeda ogni pensierocheproduceperchddquestala vera forza
capacediinfluenzare il comportamento rendend<r
direttamente di tutto cid che esiste,
piiromenoprobabilianche dieventi.
intere sequenze
Come si crea la Realth che ognunovive?
Tutte le informazioni pureesistentiinteragisconotra loro per produrre la RealD m
anifestae
le esperienze, ifatti e le eccezioni che ognuno ed ogni cosavivonoindividualment
e
in essa. Cosi come sulla superficie di un oceano vi sono infinite onde ma solo
una alla volta giungesu ogni porzionedella sua riva, di tutte le informazioni re
lative a
tutti gli eventipossibiliche coinvolgono lo stesso o gli stessi soggetti, solo u
n evento
allavolta siattualizzerdnelpresente.Seogni propriopensierosi convertisse in Real
tir,
ogni evento presentepotrebbe produrre infiniti universi parallelitra i qualiognu
no
"scepilierebbe"consapevolmenteo inconsapevolmente in qualecontinuare a vivere.In
ogni caso deve essere fattaunascelta univoca. Per esempio, di tutti coloro che a
mbiscono
a vincere una lotteria solo uno vincerd, probabilmentequellocheha credenzee
pensiericoerentie allineati con quell'esperienza,cheha saputo produrre le inform
azioni
piir felici,privedi paureo aspettative di quel presente relativo alla sua vincit
a che
si b attualizzato. Oppure tutti vincono generandoun equivalentenumero di diversi

Universiin opinunodei qualivi d un unico diverso vincitore e ognuno sceglierdin


qualecontinuare a vivere in base alla coerenzadi quellaesperienzaconle informazi
oni
che ha nella sua mente.
Ritengoinutile a questo proposito formulareipotesi e cercare di capire se vi pos
sono
essereinfiniti universi parallelio uno solo, quelloche d importante e cid che og
lnuno vive
in ogni presentedella sua realh e che cosa pudo deve fare perviverecid che vuole
. Tutte
le onde di quell'oceanointeragisconotra loro ma solo un'unica onda arriva su ogn
i sinFISICAO FILOSOFTA
QUANTISTICA!'

6
gola porzionedi spiaggia. Tutte le
informazioni presenti nella trama
della Realti interaEiiscono fra loro e
produconoil "collasso"da cui risulta
I'unico evento che si attualizza nel
presentedi ognuno.
Se immaginiamo di poterdareun
valoread ogni onda e che questosia
compresotra-10 e +10, un'ondache
vale+5 che interagisce con un'altra
onda che vale -5 produce come risultato
I'annullamento delle due onde
+5 -5=0. Se un onda che vale +7
interagiscecon una che vale -5 produce
invece come risultato 2. Se una
personapensaconsapevolmente
che
vuolevincere a una lotteria e questainformazionehavalore 10 ma nella sua mente
inconsapevolevieneprodottaI'informazioneche cid Eimpossibile,quindi -10, perchd,
pere.sempio,crededi essere poverae"sfortunata",I'informazionerisultantesard null
a.
Maquandositratta di informazioni pure,di attitudini e tendenze presentinella tra
ma
della Realti, cercaredi attribuire loro un valore d inutile perch6,essendoprived
i spazio,
son<-ronnipresentie quindiogni informazione interagiscecon una quantiti infinita
di
altre informazioni eil risultato,se vi sar) un risultato, sar) semplicemente pro
dotto
con la co-partecipazione Le informazioni chehannomaggior
di tuttoI'Universo.
pesonel determinare un evento specifico e individuale, comeun'esperienzapersonal
e
che coinvolge solo se stessi, sonocomunquequellechesono direttamente o indiretta
mentecollegate,riferiteo pertinentia chi partecipao viene coinvolto in quell'esp
erienzanelcontestodi
tutta la Realh presente.
Piir informazioni contrastantivi sono riguardo a una certa esperienza,pin D diff
icilepermetterealla
Realh di realizzarlae viceversa.Se ad ogni estrazionedi una qualIOSCELGOIO VOCLIO IO SONO
6
siasilotteriavi sono milioni di personeche sanno solo sperare di vincere e una s
ola che
lovuole e lo crede veramente conlasuamenteconsapevole allineate

e inconsapevole
suquellavittoria, sarir piir probabileche sia lei a vincere, ma anchein quelcaso
lasua
eventualevincitapotri esseretale solo se in "comunionedi intenti" con tutta la R
ealtir
e quindise tale esperienza pudessereper lei evolutiva.Per molte persone"disallin
eate"
pudesserepitievolutivoperdereche vincere, esserepoverechericche...Se alla
stes.saestrazioneci sono milioni di personedisallineateche sperano e 100allineat
e che
lovogliono veramente, nella trama della Realtd si attualizzerir probabilmentein
evento
la vincita della personache tra quelle100 d stata capace di esseremaggiormente i
n
"comunionedi intenti"conlaRealh. In buona sostanza, vincechi sa Amare,sa desider
areevolerein
modo piuautentico.E per questo motivoche d fondamentale,prima
ancoradi iniziare apensaredi "dire"alla Realtd quelloche si vuole, riuscire ad e
ntrare
innanzitutto in "comunionedi intenti"con se stessi e con essa eperfarlobisognape
r
prima cosa riuscire ad allineare le proprie cyedenzeai propri desideri ottenendo
cosi,
traI'altro,di divenire autonomamente daqualsiasi altri
felici, indipendentemente cosa
o la Realh possanoessereo fare.
"Gli angeli ti aiutano a realizzare i tuoi desideri solo quando riesci ad essere
felice, anche se euitano di farlo." (Lafisicadell'Anima)
Il metodo descritto alla fine del libro parte proprio daquesto presupposto, inte
rvenire
primasullepropriecredenzelimitanti,per "sbloccarle", quindi produrre desideriall
ineatiad
esse. Tornandoall'esempioprecedentedella lotteria, piuttostocheiniziareapensared
i
voler vincere si dovrd primariuscire a far si chequeldesideriosia allineato, in
comunione di intenticonlapropriamente inconsapevole elesue credenze producendo
unacredenza./veritadi ricchezzache prevalgasu ogni altra credenzainconsapevolech
e
possaesserein contrasto Solo allora quel pensiero/desiderio
conqueldesiderio. sari efficace
e potentenell'interagireconle informazioni presentinella trama della Realtir, la
quale"trover)" il modo, il "come"attualizzaretale desiderio in evento sfruttando
tutto
cid che esiste e facendo parteciparein comunione di intentitutta la Realti.
FISICAO FILOSOFIA QUANTISTICA?

6
Dopoesserestati capaci di allinearela propriamente consapevolecon quella
inconsapevolee la Realh, si potranno,seguendodelle semplici regole -comequella
di evitare di coinvolgere altrepersoneoltrea sestessi-, produrredesideria volont
a
relativialle esperienze che si vogliono vivere o a cose che si vogliono ottenere
con una
grandeprobabilithdi successo anche in tempi brevi.
Se lanci un sassoin uno stagno calmissimo, produrraionde evidenti in tutto lo st
agno,
ma se lanci un sasso in un mare in tempestaI'ondaprodottadaquelsasso,pur
interagendocon le altre,produrd effetti inosservabili.
Quellochesi attualizzanelpresente
con maggiore probabilitddI'evento,fatto o eccezione caratterizzatodainformazioni
coerentie
allineate, cid equivale a lanciare massi enormi capaci di produrreonde
evidenti anche in un mare in tempesta.Ma anche un Srandesassoin un marecalmo
produceonde evidenti. Voler vincere a una lotteria equivalea lanciare un sasso i
n un
marefortementemossoperchdmoltissimealtrepersonestanno lanciando sassinello
stessa"zona",volereesserefelicie capaci di vivere unarelazioned'amoreslncera e
appassionanteequivalea lanciare un sassoin un mare calmo dove solo pochealtreper
sonestanno
lirando sassi.
Sela mente consapevoledi unapersonaproduceI'informazione"lovoglio il mio corpo
magro,bello, sano e vitale" mentre si immagina di passeggiarefelicementecon un
costume succinto al sole di una bellissima spiaggiacaraibica,ma la sua mente inc
onsapevoleha
in s6 credenze cheproduconol'informazione"lo sono sempre piti grassa
e brutta, dimagrire d difficilissimo" con associata la propria immaginesotto un
ombrellonecon un costume integrale e il corpo coperto da un pareo per esserenasc
osto
alla vista degli altri,nellatrama della Realti arriverd cid che risulta dall'int
erazione
delle informazioni che-consapevolmente e inconsapevolmentequesta persona ha
prodotto,rendendopir) probabile l'attualizzazionepropriodi cid che ne risulta.
In quelcaso le informazioni prodotteentrerannoin turbolenza tra di loroe il risu
ltatosard
I'effetto di tale turbolenza. Anche per questo, d importante innanzi tutto mette
rsid'accordoalmeno
con se stessisuquellochesivuoleeiniziare a "convincere"di
cidche si vuole, primache la trama della Realtd, lapropriamenteinconsapevole.
Tutte
240 IOSCELCOIO VOGLIO IOSONO
c
le informazioni che arrivano nella trama della Realtd possonopotenzialmenteattua

lizzarsi
in eventoper produrre le esperienzeche ognuno vive individualmente. La
Realtiche ognuno viveindividualmented prodottadalla Realta proprioe soprattutto
in base alle informazioni cheognunohaprodottoindividualmente.
Ogniinformazioneprodottadalla mente -o inconsapevole di ogni
consapevole personaha in sd sia una attitudine individuale, che caratterizza localmente-nell
o spaziotempo-chi I'ha prodotta,sia una tendenza condivisa,che interagisce con tutte le
altreinformazioniesistenti nella sua trama. Se produciinformazionidi salute e di
ricchezza,
questeriguardanocomunque Te chele hai prodotte.Seproduciinformazioni
di salute e ricchezza rivolte a un'altra persona,questecontinuerannoa riguardare
soprattutto Te. Potranno riguardare anche I'altra personase anche le sueinformaz
ioni
hannocrintenutisimili ed entrano, per questo, in comunione di intenti con le tue
.
Ancheseproduciinformazionidi malattia,violenza,poverh,con rabbia o rancorc
rivoltead un'altra persona,questecontinuerannoariguardaresoprattuttoTee solo se
anche I'altra personadovesseprodurreinformazionisimili, relative al vivere esper
ienzedi
malattia, violenza ecc.,potranno produrre effetti che riguardano anche lei.
Riuscire ad entrare in comunione di intenti con sestessie produrre
informazioni felici e di successo indipendentemente dalla Realti e dagli altri
0 la pii potente protezionedaqualsiasiinterferenzadi altri,
anchela pii "nefasta".
Quandoriesciad essere autonomamentefeliceproduciun effetto "amplificante"su tutt
e
leinformazionifelici,tue e di altri rivolte a te, e "annullante"su tutte le info
rmazioni
infelici,tue e di altri su di te, e vivrai le esperienze chenederiveranno.Viceve
rsa,
chi d
infeliceproduceun effetto di interazione"amplificante"con tutte le informazioni
infelici
e"annullante"contutte le informazioni feliciche chiunque potrebbe produrre su di
leie vivri, conseguentemente, che deriveranno
le esperienze anche dai loro pensieri.
FISICAOFILOSOFIAQUANTISTICAi' 24r

c
Miracoli
Prendiamo in considerazione il miracolo della guarigionedel nato cieco da parted
i
Cesi. Indipendentemente dal fatto che qualcunopossadubitare che sia realmente
awenuto, d un esempio di interferenza costruttivae felice da partedi una persona
anche
se considerata incarnazionedivina-su un'altra. Un miracolo d un'eccezione a
quelloche e considerato il normale corso degli eventi.
Informazionipureprodotteda Gesi si sono potuteattualizzarein un evento miracolos
o,
innanzi tutto perch6relative a un'esperienza che anche il cieco, seppure in
modo conflittuale, volevavivere.
Sequest'ultimoerastatoincapacedi produrreda solo tale miracolo forse era perchd
lui stesso avevadifficolh o dubbi nel crederedi potercivederee probabilmente
anche i suoi genitorie molti altri credevano taleeventoimpossibile,nonostantenel
la
242 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
6
sua natura vi potesseessereuna attitudine a vivere tale possibiliD.Gesirhaprobab
ilmente
annullato gli impedimentiallarealizzazionecli cid cheil cieco avrebbe anche
potutocredere,voleree realizzare da solo.
Seperdi piirtutti quelliche conoscevano quelciecogli avevanodetto o avevano
pensatoche era impossibilechepotessemai vedere perchdnatocosi, le probabilitiche
riuscisseda solo a vivere taleesperienzaerano bassissime. Lagrandezzadi una pers
ona
illuminata capacedi produrremiracoliderivainnanzitutto dalla sua capaciti, sia
di interferire costruttirramenteein comunione di intenti con la Realh, sia di ri
uscire
a credere fermamente in qualsiasicosa con una padronanzaassoluta della sua vita
immaginativa.
Chiunque voglia vivereunaqualsiasiesperienza,eccezionaleo ordinaria, deve
riuscire,primadi tutto, ad evitare di avere qualsiasidubbioalriguardoe il fatto
anche
solo di credere che una certa esperienza o una certa personadotata di particolar
i poteri
possanogluarirlo pud esseresufficientea sbloccare le sue credenzelimitanti. Inol
tre,
quandoCesir ha interagiito conquelciecoe havolutochepotessevedere, ha sicurament
ecredutopiuttostoche sperato -chepotessefarloperchdsapevadi poter produrre
miracoli e cosi i stato. Le sue successive parole "La tua fede ti haguarito"conf
ermerebberosia
che il miracolo d potutoawenireperch6il miracolato ha permesso
che accadesse siacheil vero potererisiede nel credere.Le informazioni allineatep

rodotte dalla volontirferma e potentedi Gesir hanno potuto permettere quell'errent


o
feliceperchi anche la volonti del cieco, seppure debole e probabilmenteconflittu
ale,
avevaprodotto,grazieall'interventodi Gesi, informazioniallineatecontale
possibiliti.
Speraredi potervivere un miracoloe credere di poterlovivere sono due cosecomplet
amentediverse,
mase il propriotriste sperare si unisce al felicecrederedi un altro
cidche viene finalmente creduto possibilepudattualizzarsi.
FISICAO FILOSOFTA
QUANTISTICA?

o
Vetlerepercredere
Chi crede nel caso ha una mente che lo considera verith
e vive una vita governatadalcaso.
Chi crede nella fortuna e sfortuna ha una mente che le consideraveritir
evive una vita governatadalla fortuna e sfortuna.
Chi crede i miracoli impossibili si preclude,da solo, la possibilithdi viverli.
La natura della Realtb 0 possibilisticaeperquesto pub produrre qualsiasi evento,
fatto
o eccezione. Luomohasemprecercatodi ricondurre tutto cib chesi manifestao che
awienein essa adelle cause chegli permettanodi credere di poterprevederein modo
certo la realizzazionedi un determinato fenomeno.In molti casi la sua capacitir
di produrreprevisionisierivelatamoltoaccurataei
prodottidi tutta la tecnologiarnoderna
nesonolatestimonianza,ma parlaredi certezze nellerelazionicause-effetto
rimane,
in generale,un'approssimazione perchtiqualsiasievento impossibile
moltoazzardata
daprevederee sempre prontoamanifestarsiin ogni cosa, infinitesimamentepiccolao
che sia, ed dproprio questo aspettodellaRealta,molto evidente nell'infinitesiSrande
mamentepiccolodi unaparticellasubatomica,meno nel grandedi un essere umano
e molto meno nell'infinitesimamente grandedell'interoLlniversomanifesto,arivelar
e
che la Realt), nel suo essere possibilista,dgovernatadarelazionidi causefuturo-p
resente(
oda finatita pr-rstenel futuro) piuttostoche cause passato-presente.
Chi crede solo a quelloche vede o che i stato visto dai "molti"
blocca la sua evoluzione e si costringle a vivere un futuro limitato
a cid chehavistoo D stato visto nel passato.
244 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
o
Se consideriamo l'essereurnano,il suo comportamento etutte le sueesperienzedi vi
ta
(qualiammalarsi o guarire,innamorarsi o tradire, dimagrireo inglrassare,
arricchirsi o
impoverirsi).pudancheesseretentataunaqualcheapprossimazione,
masolosullabase
di approssimazionistatistiche individualmente inutili. Quest'ultimepossonoavere
una
cefta validiti percomprenderequalipossanoesserele tendenze sociali o collettive,
quando.

si considerano grandinumeri, ma quandosi cerca di applicarle alsingoloindividuo,


oltre che essere irreali, sono perlopiirlimitanti perchdd inducendolo a credere
che una
certa esperienza possaesserepiuo meno probabilechela si fa divenirepii o meno pr
obabile.
Se tutti credesserofermamentechein una settimana si pubguariredaun tumore
o tnorire perun'influenza.le morti perinfluenzaeIeguarigionispontaneedatumori
subirebberograndivariazioni .statistiche. Se tutti credesserofermamentechequalsi
asi
malattia sia solo l'anomala. rarissimae corlunque sempre temporanea manit-estazi
one
di un disagio delpropriocorpr-r,tutti si ammalerebbero molto n.teno e guarirebbe
ro
molto rapidamente,masoprattutto,a seSuito di una causa futuro-presente volLaa un
a
finalitir di salute totale, cambierebbero drasticamenteil propriostile di vita,
la propriaalimentazionee
il rapporto consestessie la RealD. Lessere umano d inoltre perlopiir
imprevedibilea se stesso perchehaunagrandedifficoltaa controllare consapevolment
e
i suoipensieriele sue emozioni equestoperchddperlopiirignarochequestidipendono
dalle credenze cheha nella suamenteinconsapevole.
Se diamo un calcioa una palla,sappiamochequestasi muoverd in unadirezione
e ragsiungera una distanza chesappiamo dipendere dalla forza e dalla direzioneco
n
cui e stata colpita, dall'attrito dell'aria,dalventoecc. Se diamo un calcio a un
apersona,
nessuntipuosapere,a priori.comereagird.Maquellapallasi comportain quel
modo perchdchi la colpisce sa che si comporta in quel modo o si comporterebbe
comunque in quelmodoanche se chi lzr colpisce sapesse,credesseche colpendola
potrebbesparirenelnullao trasformarsi in un'altracosa?Quantoinfluiscecio che sap
piamoe
quindicrediamo delle cose sul lorocomportamento?E quandoosservlamo
per la primavolta il comportamento di una cosa, quelloche ne deduciamo quanto
condizioneri le nostre cre,Jenzeequindiil comportamento chequellacosapotr) avere
in futuro?Quandoaccadonodei fatti aiqualiabbiamo difficoltd acollegareuna causa,
FISICAO FILOSOFIA 245
QUANTISTICA?

CI
6
comeincontrareunapersonamalvagiache ci deruba piuttostocheuna illuminata che
ci arricchisce, come vivere unapirandiosa d'amorepiuttostoche un triste
e.sperienza
abbandonooppure come bucare una ruota dell'automobilepiuttostoche vincere un
premioa una lotteiia, si d portatiacredereche siano fattiawenutipercaso,senzauna
causa,oppur che siano stati guidatida una forzamisteriosaa cui d stato dato il nom
e
di fortuna o sfortuna. Ma perognuno di queifattivi possonoessereuna causa, pii
causeo infinitecausecombinatetraloro - estremamentedifficili da poteridentificar
e
perchdalla loro realizzazionepotrebbeaverpartecipato,semplicemente,tutta la
Realti-lequali,anzichd esser passato-presente
cause sono in realtir cause futuropresente,deltefinalih che sono stateperlopiir prodotte daipropri pensieri e dall
e propriecredenze.
Nelpresentedella Realt) pubpotenzialmentemanifestarsiqualsiasicosa, evento,
fatto, eccezione, in qualsiasiesperienzadi vita individuale o collettivacauseed
effetti
coa$iscono,coesistonoin stati sovrapposti,sono indistinguibili e inseparabili pe
rche
interdipendentie possonoancheautogenerarsenedi nuovi interagendoreciproca
mentefra loro (incomuttittnedi intenti). E perquestoche nella Realti, fondata su
lla
possibiliD,
cidcheognuno crede epensahaun ruolodeterminante.Sipudcontinuare
a ritenerechecid che awiene nelpresentesiaprodottoda cause -se cosi vogliamo
continuarea chiamarle * cheagisconodalpassato"spingendo"lecoseverso una dire
zionepiuttostoche un'altra, ma quellad un'illusione perchdleverecausesono solo
quellefuturo-presente,chiamiamolefinalih o tendenzese voEiliamo ma sono infor
mazionichecomeforzeagisconodal futuro per"attirare"lecoseversouna direzione,
coinvolgendonellaloro realizzazione tutta la Realti.
comunemente si crede che il presentesiaprodotto dalpassato,da cause passatofuturo. In realti D esattamente il contrario: d prodotto da tendenze dinamiche
postenel futuro, da cause futuro-presente, attualizzazionidi collassi di funzion
i
d'ondaprodottedinamicamenteneivari presentiche si susseguono e in intera-

IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO


zionetotalefra loro. Il passatod come una sciadi illusione visibileche il presen
te,
andandodi eventoin eventoversoil futuro, si lasciadietro permanendonella
memoriadi ognicosacheesiste.o
Ognunopudcrederequellochevuolee chi credeche sia solo il passato-d facile farlo
perchdalmenolocalmentesipossonovedere, misurare, registrareo memorizzareelementi
manifesti in esso-vivecontutta la sua attenzionerivoltaa comprendere il solo
passato
da cui ritieneprovenganoe debbano esserele uniche cause del suo presenre
illudendosicosidi poterprevedere,attraversolaconoscenzadi causepassato-futuro
che in realtisono solo alcunideglieffetti, i comportamentifuturi,ignorandodi pot
er
inveceinterveniredirettamentesu tendenze postenel futuro per produrrein e.ss6
causefuturo-presente
versocui il suo presentepudtendere,con la collaborazionedi
FISICAO FILOSOFTA
QUANTISTICA?

CI
tuttalaRealtdUniversale.
MaI'atteggiamento
conil futurorichiedeunapprocciocom
pletamentediverso
daquellochesihaconil passato.
Perpotergiustificareil presente,
il passatovaidentificato, ecompreso,il futuropudsoloesserepercepito
osservato
intuitivamente producendo
o creato informazionie immaginimentali,credendoad
essecomefosserovere.Ognuno,peresistere
nellaRealtimanifesta,pudriferirsieutiIizzareanchesoloframmentilocalieisolatidellaRealtdo aspettilimitatidellepossibil
it)
diespressione dellaRealt).Unapersonachepossiede
edimanifestazione
unterrenoeacuivenisseregialata
chepudfareviaggiintergalatticinellospa
un'astronave
zioe neltempoma0incapacediaccorgersene, utilizzarlaanchesolofissan
potrebbe
dolasulsuoterreno,comenull'altrocheunacasaincuiabitare,dormire, o
mangiare,
farneunadiscotecao unristorante.
Nessunopudimpedirglidi utilizzarequalcosachepotrebbecompiereimpresegrandiose
limitate, privedi
rischi.Perchdil rischiopiirgrandedquellodi vivere
soloperfarecoseestremamente banalieapparentemente
senzaconoscere
laverafelicit)
chesipuoesprimeresolovivendo in sintonia

esperienze conlaproprianatura,allineateconessaecidchelaRealt)
E unpeccato,masequellaper_
dnellasuaess nza.
sona,nellacosachegli dstataregialatariesceavederesolounacasain cuifarabitare
lesuelimitateambizioni,nefar)I'unicousochecidin cuicredeglipermette
difare,
nellaconvinzione,
oltretutto,di fareil megliopossibile.
chepeciatolSonotantiad
essersiridottiaviverecosi,tristemente.
Dil risultatodell'interazione purepresenti
ditutteleinformazioni nellatramadella
Realtiadeterminarelasceltaunivocadicosasiattualizzanellospazioeneltempopresente.
I contenutidelleinformazionipure,in quantoattitudinie tendenze,
esprimonosemplicemente pubpotenzialmente
checosa manifestarsi qualedirezioneunao
everso
piitcosepossonopotenzialmente
continuareamanifestarsi dituttalaReal
nelcontesto
h checambia,dipresentein presenteetraunpresenteeI'altro.Il comeeil perch
di
o$nieventopresentesonoininfluenti,sarannoquelligiusti-nelcontestodi tuttaIa
RealtieincomunionediintenticontuttalaRealta-cheservono
perpoterrealizzarecid
versocuioginicosapudtendere.Perognicosa,fattoo eccezionepossono cercati,
essere
identificati,attribuitiqualsiasi"come"equarsiasi
"perche",mataliattribuzionisono
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
CI
comunqueapprossimazioni possono
limitantiperchd
esserefattesoloaposteriori,dopo
cheuneventopresentedaccaduto,

soloconsiderando
quellepochevariabililocalivjsibili
omisurabilichesiriesconoafarrisarireaquel|evenio,peitu.bandoinottrein questomodo
Iesueattitudinietendenzeoriginali.
Il fattochemisurando
o anchesoloosservando
qualsiasicosaperturbiamoil suonaturale.orportu-*fr,; -:X*
mento d confermatodalprincipiodi indeterminaztone
fisicaquantistica,formulatodalpremioNobeiWe;;;;
*
efinito Ai
J^^^ ..L^ :
^: ^
dopochesidcercatodi comprendere, I,os-nii
attraverso
servazione,
il comportamento
neltempodi particelle S
subatomiche
ri;;;;;#ffii#,"J#;:tfifilf
;
servazione
dellorocomportamento _
nelpassatoiden_
tificatodallaloro posizionee quantitadi moto _
avrebbecostituitoun formidabileelementodi previ_
sionedellorocomportamento
nelfuturo.Il risultato
dstatoperdcheanchesoloosser
vandoqualcosa
si perturbail suocomportamento,
portandoloa esserediversoda

oc sabbe
quer
rr here i","'.''",;J#i:",ii?il'llil;il'{,i.T::,:#:ff,:';ffi,.1:
odcidchechiosservapubessereportatoadedurre.agiudicare,acrederepereffetto
di taleosservazione
aperfurbarla?
Lasecondapossibilit)potrebbe
essereconsiderata
un'estensione,
piuttostocheun'alternativa
allaprima.
Letend,enzeche
caratterizzanoreinformazioni
pureesprimonocidchepudpoten
zialmentemanifestarsi
in ognieventopresente
efuturoanchepereffettodi cause
poste
nelfuturo,causeacuico-partecipa
perdl'interaRealt).Il fattochel,uomo
creda
chelaRealtisiacausareepercause
intendesoloquellepurrut*pr.r.nte,
reuniche
chepuirosservare
.-Ioporta,perognifenomeno,acercaresempreesorocausenelpas_
.satochepossano
giustificarlo,
spiegarlo.
motivarro, o un.n.-p.iq*ra.n. ognruomo

din genereportato,
conrasuamente,u..r.u.. solonel,ul purrutor. causediogni
esperienza
chevivenelpresente.
Maleverecausedicidcheuiu.n.ipr.r.nte sonore
FISICAOFILOSOFIA
QUANTISTICA?

6
cndenzefuture verso [equaliogni suo presentetende.Peresentpio,perch6 quel cieco
r cui Gesir ha dato la vista eranato ciecoi' Allorasi credevache fosse nato con
delle
:olpeo che avessesubitoinfluenze diaboliche. Chiunquepubcercaredi trovare qual;
iasicausanelpassatocomeaspettigeneticidei suoi Senitori,influenze negiative sue,
li altri o dell'ambiente, nralacausa anche essere, ched nato
potrebbe semplicemente,
:os)perchd potesse esserenel futuro miracolatoda Gesir, co-partecipandocosia una
:or.nplessaesperienzaevolutivavoluta e prodottada Cesu conlaco-partecipazione
di
lolti altriindividui.Il suoruoloavrebbepotutoesserequellodi essersiresoinconsare
volmentedisponibile
ad entrare a far partedi una tendenza evolutiva postanel
'uturograziealla sua capacitd di produrrenuovecredenze,seppur in circostanze par
,
icolariegraziea cid che I'uomo ha chiamato fede.
Il fatto che un uomo possacredere solo in una Realtd,causaleptrssato-presentecon
liziona
fa Realh a comportarsi conlui in modo perlopiircuusalepttssato-presentema
luestoequivalead utilizzare un'astronavesolocomeun'abitazionestaticamentefissata
r un terreno. Quest'uomosi precludelapossibilitirdi sfruttare a propriovantaggio
il
mtenzialeimmenso che la Realta gli offre,quellodi poterconcentrarela sua attenzi
one
;u eventi,desiderio obiettivi futuri per produrre causefuturo-presente,finalih a
lla cui
realizzazionenel tempopossaco-parteciparetutta la Realt)- Agiresull'aspettocausa
le
'utttro-presentedellaRealtd offre immensi vantaggi, primofratutti quelloche,prod
u:
endo mentalmente deichiariobiettivifuturie riuscendoad allinearli alle propriecr
elenze
inconsapevoli, laRealtirstessagenerericoinvolgendotuttasestessa,lasequenza
li "cau.se",di coincidenze, di eventi chefaccianotendere,cheportinoil presentead
essi.
Arrzichdcercaredi conoscere quale passato haprodottoil presentepercercaredi prev
elere
in basead esso come evolver) in futuro, ci si pudinvece concentrare suqualefutur
osi
vuole vivere sapendo cheil presentesi muoverd,tender)ed evolved verso di esso.
Lecausefuturo-presente sono le uniche a essere reali, quellepassato-presentesono
soloun loro effetto ritenuto reale solo perch6visibile.
250 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
c
E assurdoguardareal solo passatoper capire il perchddelpresente

quandosi puircrearc un futuro verso il qualefare tendere il presente


indipendentementedal suopassato.
Uno degli effetti del crederesolo nella causalit)passato-presente
d il ritenereche ogni
cosa debba avereun inizioe una fine.PerquestoI'uomohaanchecercatodi dare una
spiegazionecausaleall'Universocredendo,in particolare,chedebbaavereavuto un'orig
ine.
Questolo ha portatoa confrontarsi con un'enorme difficoltd:dovertrovareuna
causapostanelpassatodel['Universochegiustifichiun suo eventualeinizioquandoil
suo inizio, in quantotale,dovrebbeessereprivodi un passatoprecedente.persuperare
questadifficolt) ha alloraprima prodotto credenzedi una sua origine Divina, cara
tterizzataquindidal
mistero, poi.divenendosemprepii razionale,sidvoluto inventare un
teoricoe ipotetic<t miracolosoiniziospontaneoprivodi cause, lo ha chiamato Big B
ang
e lo ha collocatoneltempoa circa 14 miliardi di anni fa. Pur di confermare lesue
credenze
d ancheriuscitoa produrreun'infiniti di ricerchefinalizzatea cercare di dimostra
rlo
e confermarlononostantesia indimostrabile e inconfermabile.
Personalmentelo ritengo un colossale abbagtiocosi corne tutte le ricerche fatte
pcrcercaredi conferrnarlo,semplicementeperchdil fatto cheil presentesiaprodotto
da cause po.stenelsuopassatoi solo un'illusione a cui I'uomo hascelto di credere
, per
comodih e a sepiuito della sua percezionesensorialedellaRealtir.Qualetendenzapos
ta
nel futurcl, qualecausafuturo-presentepotrebberoaverprodottotutto cid che esiste
nel presente,noi compresi? una tendenza, una causa futuro-presente possibilistap
erchdaccettavariazioni*
e puramenteevolutiva, che permettea tutto cid che pud
riusciread esistere di divenire arteficeeco-partecipedellapropriaevoluzionee del
l'e
voluzione di tutta la Realtiattraversocanrbiamentilocalio individuali che si "au
tocorreggollo"
spontaneatlentein virti dell'essere c<-rllegati,
invisibilrnente entangled,
al tutto, e perquestospontaneamente
"in comunione di intenti" con il tutto. ogni
cosa esistente, visibileo invisibile, contribuisce,semplicementeattraversoi camb
iaFISICAO FILOSOFTA 251
QUANTISTICAi,

@
mentichepubpotenzialmenteprt>durre,anchesenzasaperlo,anche senza accorgersene,
all'evoluzionedi ognialtra cosa cheesiste.Ogni cosa cheesiste,esistein virti di
unatendenzaa farloead evolvere postanel futuro. Le cause futuro-presenteesistere
scley6llteregeneranoil presenteche d l'unicacosareale in quantomanifestain spazi
o
emateria-energia. d inesistente. averechi,come
Il passato dsolo un'illusione chepr-ro
l'uomo,ha una memoriagrazieallaquale pud "fermare"in sd, memorizzando,i vari
eventipresentiche si susseguono in un prt-rcesso e
dinamicocontinuodi creazione
anrrullamentodi eventi presenti,grazieal qualepossonoawenirei carnbiamentiche
pernrettonolarealizzazioned el latendenzaevolr:tiva'
Ma torniamo alle esperienze divitaindividuale.Chi d tristeo d comunque insoddi
sfattodellasuavitapresenteevuoleportarlaadesserefelicepude deve intervenire
direttamentesul futuro versocui il suo attualepresentetendelasciandoche sia poil
a
Realtdstessaa Eiuidarela sua evoluzione versodi esso.Credochesiaproprioquesto
qr-rellocheallaRealta riesce meglio: degti obiettivi futuri felici verso i quali
orientare
il suoprocessoevolutivo.Sela nostracoscienzaE il frutto di un processoevolutivo,
pude deve esprimereessa una volont) costruttiva Agiresulfuturtl
stessa edevolr-rtiva.
producendoattraversoatti di coscienzacausefuturo-presente,obiettivi felici ed ev
olutivi,
anzichticontinuarea preoccuparsidelpassatopercercaredi prevedereda esso
il futuro-compromettendonecosl facendo I'evoluzionefelice-presentaenormivantagSi
.
Il passato.qualunquepossaessere-chesianremorizzatonella mente o scritto
su un qualsiasisupportod ir-rinfluente, riguarda aspetti accaduti,determinatie
immutabili dellaRealt),la sua storia, reale o presunta,capitao interpretatapoco
importaperch6dquellachesi crede che sia, mentreil futuro d dinamico epossibilist
a
e pudcambiarenel divenire, accettae producevariazioninel corso della sequenzadi
presenticheportanoal|attualizzazionedi ogni causa futuro-presentesiain esso. E u
n
divenirecherifiuta restrizioni o inrposizioninelcorrresari il suo corso di event
i ma

accettaobiettivichesi realizzeranno conmodaliti imprevedibili a priori.Questae l


a
proprietidellaRealhpiu misteriosa,percertiaspetti sconcertante ma strabiliante e
potentissima.Verso che cosapuoesserefattaevolvereunaqualsiasicosa che esiste?
Checosanelfuturoha prodottocid che esistein qllestopresentee come il presente
252 IO SCELCO IOVOGLIOIO SONO
c
pudessereresopartecipedellasua stessa evoluzionefutura?D moltopiu semplicedi
quantosipossacredere.Un'Umanitdfattadi personefeliciche credono neimiracolie
nellalorocapacit)individualedi produrlisarebbe.indubbiamente,un'Umanitache
evolvemoltcipiu rapidamentee felicemente di quellaattuale.
Lascienzad deterministica, causalepassato-presente
e tutta latecnologiacheproduced
dovuta al fatto cheutilizzae sfrutta le componenticheritiene esserecausali
passato-presente
dellaRealh (chesonotali forse ancheperch6I'uomohacredutoe
volutoche lo fossero)e cid, almenofinoadoSSi,si d rivelata unastrategiavincente,
almenoper;lrodurretecnologia.
Ma la scienzasi trovera inevitabilmentea dover
affrontaregli aspetticausalituturo-presentechelafisicaquantisticahagiapermesso
di intuire; lo fardprobabilrnentequandoaffronteri il teletrasrrortodi orQanismi
viventi.
Quandounapersonaviveun'esperienzainfelicepudcercarenel pas.satotutte le
causeche vuole pertentaredi darea tale esperienzaunagiustificazionemail puntod:
dovestaportandoquell'esperienza,
\'ersochecosa?A un miglioramentoo a un ulteriore
pe$$ioramento
dellasua condizione'/Qualiazionidevecompiereaffinch
miglioriequalideveevitare?'Se la tendenza
postanelfuturod vivere infelicernente.
le
sue esperienze evolverannoattraversounasequenza
dieventi in quelladirezigne,poco
importacome'Se la tendenzapostanelfuturoduna vita felice, lesueesperienzeeyolver
anno

in quelladirezione,pocoimportacome.Sapercrearecauseeporlenel futuro
significaacquisireil controllo dellapropriaesistenzaed evoluzione
in un nrotio infinitamentepiu
potentedel cercare di agire in tunzionedi ipotesi di cause iclentiiicate
nelpas.sato.
Puoiincontrareunapersonaperte importante o vivere una certa e.sperienza
perte
illuminantesenzadovertiaffidareal caso ma semplicementeponendoneltuo futuro
degliobiettivi.dellecausefuturo-presentechepossonopermetterealla Realti di produ
rrequell'incontroequell'esperienzapreziosi.
Perchdil nostroUniversoDquelloche
doggi? Possiamo credereal Big Bang,a una storiaevolutivabasatasulcaso,a un l]io
creatore,si pudcercareo inventare qualsiasi causapassatarnaI'Universopotrebbe
esserequelloche d oggi semplicemente perchevi potessero ossi,nelpresente,
essere,
FISICAO FII,OSOFIA
QTIANTISTICA?

6 Yo
I
strutturedellamateria cosi evolute da potervivere.Questad la base del principio
antropicodi Brandon Carter e anche dellaRealth sintropica di Fantappib. Il prese
nte
causatodalpassatoe dal futuro ma soprattutto creato dal suo futuro, da cid verso
cui
tende.Mapiuttostocheritenerel'essereumanoil fine verso il qualetutto l'Universo
si
d evoluto,ritengiosiapiircorretto considerare I'essereumanoun semplice prodotto
intermedio del processoevolutivo,exotropico,checaratterizzaI'Universo.Luomo d
unastruttura organizzatadellamateria capace di pensaree produrreinformazioni*
consapevolmente
o inconsapevolmente-chepossono,semplicemente,esserepiu o
meno utili all'Universopercontinuaread evolvere.
Ognipensieroproduceinformazionipurema ogni credenza inconsapevolelimitanteintrod
uce
dei limiti ai pensieriche si produconoriducendo le possibiliDdiattualizzazioneai
soli fenomeni che sono credutipossibili.In generesi credono possibili
soloquelliche sono gii awenuti e/o sono stati osservatiin passato.Conlepropriecr
edenzeei
pensierichene derivano sipossonoquindi produrre efficacementesolo esperienzegi)
vissute,inutiliperI'evoluzionedella RealDr cheevolvequandoproducequalcosa
di nuovo.La mente di ogni uomo tende inoltre ad "aggrapparsi"saldamentealle
sue credenze ele ritiene vere, nonostantepossanoesseresbagliateo fortementelimitanti,perchdse d ancora vivo significa cheperla soprawivenza vanno bene, ma anch
e
perchdritiene,in Senere,chela Realtir (passato-presente)
sia causale evuole,perque
sto, cercare di poterprevedererazionalmentele cose in modo causale. Ma oSni cred
enza
causale d limitante perchdrestrin6ieleprobabiliDrdi cid che pudesserevissuto
all'ambitodelle esperienze ritenutepossibilie quelloche verr) vissutopotrdessere
prodottodallaRealtd solo all'internodi tale ristretto ambito.
Quandoun gruppodi personepartecipae condivide la stessa esperienza(unasqua
dra di calcio, una coppia di amanti, un team di lavoro ecc.), quelloche verrh vi
ssuto da
quelgruppodipenderdfortementedacib che risulter) dall'interazione inconsapevole
delle credenze di tutti coloro chefannopartedi quelgruppo.Unasingolapersonache
haa che fare solo con se stessa puofare accadere qualsiasicosa a cui riesce a cr
edere,
maquandoun gruppodi personecondividele stesse esperienze,quelle possibili tender
annoa

restrinfersi all'ambitodi solo cib che tutti quelliche vi partecipanocredono


254 ro scELGo ro voclro ro soNo
possibile.Se,peresempio,in una squadra di calcio vi d anche un solo giocatorelac
rri
mentecrede fermamente che sia impossibile vincere una certapartita,leprobabilitt
r
chetutta la squadrapossavinceresi ridurranno enormemente,a prescinderedallc
lorocapaciD fisiche e tecniche.
Chi crede che certe cose, fenomenio esperienzesiano impossibili, potri farcollas
sare
le funzioni d'onda che lo riguardano solo a favore degli elementi della Realti c
he
sonodiversi da quellecose,fenomeni precludendosi
o esperienze, da solo la possibiliti
di viverli, e se anche dovesse trovarsiaviverle grazieallecredenzemeno limitanti
di
altri, i suoi modelli mentali gliimpedirebberodi vederle Nellatrama
o di accorgersene.
della Realti c'dtutto, tutto d possibile,anche i miracoli, lecose e i fenomeni i
ncredibili,
tutto pud comunqueesserecreato appositamente purch6sia in comunionedi
intenticon tutto il resto della Realt).
I fisici quantisticisono abituati ad avere a che fare con eventi inspiegabili ch
e
hannodel miracoloso. Nell'estremamente
piccolole variabili in giocosono relativamentepocheequesto
permette, peresempio,acerteparticelledi trasfrirmarsi in altre
particelle,di sparire nel nulla o di riappariredalnullae di avere comportamenti
che
dovrebbero,secondouna visione causaledeterministicadella Realti, essereloroprecl
usi;
ma questoforseancheperchd gli uominiche hanno dato origine allafisicaquantistica
potrebberoavere
avuto, fin dall'inizio,un attegipiiamento sulla
mentalebasato
curiosit), Ia possibilitie Ia meraviglia. Caratteristichequestealquantoraretra g
li
scienziatitradizionaliortodossi,che si sono limitati a voler primavedere,per pot
er
credere in quellochei primi fisiciquantisticihannoinvecesaputoprimacredere,per
potersicosipermetteredi vederee scoprire. Il volervederepercredereo il saper cre
derepervederesono
due approcci molto diversiperchdsi riferiscono il pnmoa cause
passato-presente,
il secondoa cause futuro-presente.Credo molto probabile,per questo,
che molto di cid che d stato osservato,come i vettori di interazioni, sia stato
inconsapevolmentecreatoproprioda
chi ha creduto fermamente nella loro esistenzada
primachepotesseroessereanchevisti.
FrsrcAo FrLosoFrA
QUANTTSTTCA?

t
cc
Ottimismoepessimismo
E meglio essere ottimisti ed auere torto
piuttosto chepessimistiedauere ragione.
A.Einstein
In un gruppo di personechelavonno in team, le ctedenzelimitanti
di una solapersonafortemente pessimistapossonoavere
effetti estremamente limitanti sulle esperienze
che viwi tutto il team. E viceversa.
La massima espressione,formalizzatascientificamente,delpessimisnroumano d forse
I'applicazionedell'entropia all'Universo. Definito su basi puramentestatistiche
da
Boltzmannnel 1872, d un concetto cherivela un puntodebole del inetodo scientific
o
moderno:D stato infatticertificatocome"verit)scientifica"dalla scienza ufficiale
,pur
mancandodelrequisito,cheperlaquasitotalitddegli altri fenomeni i ritenuto indisp
ensabile,
attraverso (comedel resto tutte le teorie
della dimostrabilitd I'osser.uazione
che riguardano I'Universo).
II terzopostulatodel second<-r esprimelatendenza
principiodella termodinamica
irreversibiledell'Universoall'involuzione,al disordine, al caos, allamortetermic
a.
Secondoquesto postulato, la variazione del disordine dell'Universo pubsolo esser
e
magpiioredi zero. Nel mio libro E.rotropn ho messo in dubbiola validiti dell'app
licazione
dell'entropia all'Universo,perlarlo ho definito un nuovo modello della Realtd
che,puressendoanch'esso attraverso d almeno
privodi dimostrazione I'osservazione,
in gradodi fornire un'interpretazione piirrealisticae ottimistica della Realth.L
entropiaE
un prir-rcipiodella termodinamica che si d rivelatoperfetto quando applicatoa
macchinetermiche-comefrigoriferio motoriascoppio-ma ritengo che la sua applicazi
oneall'intero
Universo sia un inverosimileazzardointellettuale,motivatosolo dal
256 IOSCELGOIOVOCLIOIO SONO
volere escludere a priori qualsiasiformadi inten'ento "intelligente"o Divino srr
ll.,
Realti. Boltzmann era un fisicoeunformidabilestatisticoche ha dato importanti e,
,n
tributi alla teoria atomicae alla teoria cinetica dei gas.ma lasua tragiica mort
eiutr'

nutanel 1906 persuicidiod un fattoche,pur essendorazionalmentedifficile coll,'


garloallasua visione della Realh - evidentementeateae fortemente pessimist;r
ritengopersonalmentesiainvecestatoproprioun devastante effettodi questlrsrr.r
visioneprofondamentecontraria sia alla natura dell'essereumanosia alla naturadcl
l.r
Realtb.Ritengoche sia propriolavisione che ognunohadellaRealDelecredenzeclrr'
producerelativamenteadessaa condizionare fortemente sia la realh che vive si;r h
'
reazionieazioni che puoprodurrein essa.
If termine exotropia esprime un concetto di "trasformazionerivoltaall'esterrro
che d esattamente il contrario di quelloespressodal termine entropiache signil'i
c;r
"trasformazionerivoltaall'interno". Il postulatofondanrentale:"La Realtid un pro
cessodinamicoin continua ed irreversibileevoluzione"nega e si contrapponc;r
quantoespressodall'applicazione principiodella termodinamica
delsecondo all'Uni
verso.Ma caos, ordine e disordine, involuzioneed evoluzione sono termini che esp
ri
monoconcettichepossonoesserequantificatisolo se seneriduceenormementeI'anrpiezza
asolee
semplici variabili che devono poteresserequantificatee che dovrebbero
in qualchemodocercaredi rappresentarli. intendosemplicemente
Per evoluzione gli
eft'ettidella tendenza a esisterecon una sempr maggiore efficienza, qualsiasitent
l
tivodi quantificaretale concetto d ad altissimo rischio di essere fuorviantesopr
attutlo
se si consideranole forme di vita, vegetali, animali o unrane che fanno partedcl
l;r
Realti(definitein questoambitodalpremioNobel Prigogine "strutturedissipativr").
Dueesseri umani posson()essereperfettamenteequivalentidalpunto di vista dcllr
variabilitermodinamichequalila temperatura del loro corpo, ma il primo potre hlr
t'
essereestremamentepocoevolutoe capace di produrresolo disordine e caos in st; t'
fuoridi s6, il secondo potrebbeessereinvece fonte di ordine ed evoluzione persc
r' l)('r'
tutta la Realti. Un solo microrganismo vivo, in gradodi nutrirsi e di ripnrdrrrs
i.
potrebbe privadi qualsiasi
essereconsideratopiirevoluto di un'intera Eialassia lirrrrr;r
di vita. Cid che invececaratterizzailconcetto di evoluzioned che si tratta di un
t)r(,
FISICAO FILOSOFLA
QUANTISTICA?,

v
@
cesso dinamicg, caratterizzatoda cambiamenti,che coinvolge tutta la Realh. Tali
cambiamentipossonoessereconsideratievolutivisolo se sono volti al ragigiun$iment
o
di una sempre maggiore efficienza nell'esistenzadi ctri li haprodottima soprattu
tto di
tutta la Realthe perquestoevidentementeinquantificabili.Ogniessereumanopuo
essere
piit o menoevolutodi ogni altrosoprattuttoin relazione allasua capacitd di
creareo distruggere, di provareemozionie di produrreemozioni,di produrree
indurrepensieri,giudizie azioni individualistichee opportunistiche o in comunion
e
di intenti.Tutte cose nei riguardidellequaliogni giudizio,oltre a poteressere
eventualmenteprodottosoloa
posteriori,pub solo essere consideratounavagae irreale
umanopotrebbeancheriuscire,proprioper questo, a
Un essere
essere dagli altri il pii buono,bravo, onesto, $iusto,amorevoleed evoluto di
approssimazione.
Eiiudicato
tutti, nonostante possain realth essereun miserabile,cattivo,disonesto,ingiusto,
falso, opportunista, estremamentepocoevoluto.Ognuno d caralterizzato daun pro
prio personale livello di evoluzioneidentificabileforsenelle sue credenze, che s
ono
inauantificabili.
Fortunae sfortuna
LaFortunae la sfortuna sonoinvenzioniumaneche erano inesistenti
in natura. Ora esistono,ma solo percoloroche ci credono,
oerchticreateda loro stessi.
Nella Realti si manifestanoeventiidentificabiliin coincidenzefavorevoli
o sfavorevoli prodotteda collassi di funzioned'ondaaiqualihanno
contribuitoanchelecredenzeei pensieridi chi viveI'esperienza.
Llottimismoe I'entusiasmo produconocoincidenzefavorevolie costruttive,
il pessimismoelapaun, sfavorevolie distruftive.
258 IO SCELGO IO VOCLIO IO SONO
c

Un uso felice e ottimistico della propriaimmaginazioned labase di partenzaper pe


rmettersidi
potervivere una qualunqueesperienzafelice,anche senza precedentinel
proprio passato, ma I'uso dellapropriaimmaginazioneb tbrtemente condizionato -in
generefortementefrenato-dallepropriecredenzelimitantie spesso pessimistiche.
In
un gruppodi personechelavoranoin team, le credenze,i pensierie i giudizilimitant
i
di una sola personafortementepessimista,seppureinvisibili,possonoavere effetti
anche devastanti sulleesperienzeche vivri tutto il team. Vale owiamente anche il
contrario.
Latteggiamento mentalepotenziantedi una solapersonafortemente entusiasta
e ottimista pud avere effetti estrenramentepositivisulle esperienze che un team,
anchese costituito perlopiirdi tristi pessimistie vittimisti,potrdvivere. Un tea
m di
personetutte felicied entusiaste capaci di credenzepotenziantipuircompierequalsi
asi
impresa. anche miracoli.
Sipudcontinuarea ritenere che sia il passatoa produrreil presente(vederepercrede
re),
ma dquelloche le propriecredenzeportanoapensaredel futuro con tutto cio che
potriraccaderein essoche condiziona il presenteaesserein un modopiuttostochein u
n
altro.Quellochelaproprianrentecrede di se stessi e della Realti,lepropriemotivaz
iorri
inconsapevoli,cid di cui si ha paurao di cui si d entusiasti costituisconoinform
azioniche
la Realh utilizzaper produrre cid che si attualizzeri in eventi. Invece di cid c
he b stato
nelpassato,dcid che si crede e si pensadel futuro checondiziona il presente.Mase
pensandoalfuturcl
si fa riferimento soloa cid che si d visto, r,issuto o creduto nelproprio passat
o,
sipotrannosolovivere cose perlopiirgii viste o vissute in passato.
"La Realti che vivrai domanid fortemente condizionatadaquello chepensie da
comegiudichi la Realti oggi;modellando le tue credenze nel presente,induci la
Realti a modellarsi per produrre cid che tenderai a vivere in futuro." Di tutto
cib
cheI'uomo ritiene essereil tempo, I'unica cosarealed il presente.Delpassato
sappiamocheb esistito perchdabbiamo una memoria che ce lo dice e permezzo
dellaquale possiamo costruirci qualunquearbitrariaidea relativamente a cib che
riteniamo sia accaduto per poi crederlo vero e certo. La memoria serve per la
FISICAO FILOSOFIA QUANTISTICA?

c
soprawivenzafisica,se ne fossimopriviavremmoseriedifficoltiin questo.Dalla
nostramemoriapossiamoricavareinformazionichepossonoesseredeterminantiperla
nostra soprawivenza sehoseteposso o
-peresempio, bereacqua
altrecose,seho fame possomangiaredelle mele o altrecose,seincontro una
belva feroce possoattaccareoscappare-ma anche moltissimealtre che possono
essereinutili, conflittuali, distruttiveo sbagliate.Riguardoalfuturo, abbiamo
idee relative a cib che potrebbeaccaderemapotremosaperlosolo a posteriori,
sonoquindisolopossibilitirpotenzialipir)o menoprobabili.Lunica cosa che si
pudconsiderarerealeperchdmanifestaDquindiil presente.Ma che cos'Dil presente,
il famoso "quie ora"? Sono state avanzate tante ipotesi. Seconsideriamoil
presenteI'unit) elementare intervallo
ditempo, il piirbreve di tempo misurabile
(oquantodi tempo) b, secondoPlanck,paria 5.391 x 104 secondi,cioD:
secondi
Perquanto piccolo possa apparire,ritengo che I'unica cosa reale e manifesta
della Real$ sia quella.Ogniquantoditempopresentesi manifesta in un evento
attualizzatonello spazio e nel tempo presentee si annullasubito dopo per
"lasciareil posto"al successivo presente, esservilievi
0,000000000000000000000000000000000000000000005391
evento nelquale possono
cambiamentirispetto al precedente. presente
Ognievento produceinformazionichepossonoessere
e dopo
utilizzateperprodurregli eventisuccessivi,
averlofatto esso svaniscenel nulla.
E una rapidissima sequenzadi atti di creazione e annullamento chevengono
da noi percepitieinterpretaticomeun continuo.
Il presente proviene dalfuturo
Il futuro si attualizza nelpresente
e si annulla nelpassato.
E I'effetto dell'interazionedi tutte lepossibilitifuture
collassatein una manifestazione univoca.
IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
c
D il futuro, per quanto possaessereritenutoastratto e possibilista,cib da cui
provieneil presente,d il futuro, con tutte le Tendenze che vi sonoin esso,a
essereil veroprotagonistadellaRealtimanifestaperchdE da esso che dipende
cid che si attualizza nelpresente(l'unicacosaconsiderabile seperreale
reale,
vogliamocontinuarea intendere solo cid che d manifesto nellospazio).
FISICAO FILOSOFIA QUANTISTICA?

c
Ogni evento presente0il risultato manifestodel collasso in un risultato
univoco dell'interazione, della co-partecipazione di tutte le possibilitir
future,di tufte le Tendenze riferite al futuro ed D goprio nelpresenteche
si creano alke e nuove nossibiliti,Attitudini eTendenzefuture.o
Ogniessereumanopud crearein ogni presentenuovepossibiliti future ma b
in generecosi concentrato nel cercare di capire il solopassato-cib che ha visto
o vissuto nel suopassato per tradurlo in giudizie credenze dadifendere-che
siperde questa grandiosa possibilith.
[-]uomocerca di interpretarela Realh utilizzandoi soli sensi -o strumenti chene
estendanolecapaciD-producendocontinuamente,coni suoipensieri,possibilitdche
mandanelfuturo, ma poichddin gradopercepiresensorialmente e ha
soloil presente
unamemoriadi quellochehapercepitosensorialmentenelpassato,si d ridotto a credere
chele
uniche cose reali siano il passatoe il presente.Dacid d arrivatoa dedurre
che sia il passatoa produrreil presente, paradossalmente
confondendo cause con
effetti.Invertendole.
OgnivoltacheI'uomo ricorda qualcosadelsuopassatoo applica attraversopensierile
sue credenze prodottecomunquenel suo passato nel
le riporta, senza accorgersene.
presenteproiettandolenel futuro, condizionando tutti i suoi ;lresentisuccessivia
esseresimiliai suoi presenti passati.
Tuttoquelloche ogni uomo pubpensarenelpresente, dalfatto
indipendentemente
che sia dedotto dal suo passato,dalle sue credenze,che sia stato prodottocon un'
immaginazionefelice
e ottimista o triste e pessimista,vieneproiettatonelfuturo, condizionandofavorev
olmenteo
sfavorevolmente la realD futura e le esperienze che vivrir
personalmentenelsuofuturo.
La solapauradi vivere un'espeienza sfavorevole aumenta le probabiliti
che venta vissuta.
262 IO SCELCO IOVOGLIOIO SONO
o
Immalina una personache da
piccolad stata morsa molto dolorosamenteda
un cane a un polpaccio.
E normale chepossaavere
sviluppatola paura dei cani, di

qualsiasicane,soprattutto se ha
soffertomolto e ha successiva
mentepensatomoltoaquell'esperienza.
Immagina ora che sia
diventataadulta e che abbia ricevuto
I'invito, da partedi un suo
amico,aparteciparea una festa in
un casale in campagna. Arrivataal
luogo dell'appuntamento, sitrova davanti a un cancello che dd su un piccolo parc
o che
circondail casale.Suona al citofonoperch6gli vengaaperto. Le risponde qualcunoch
e
le dice di entrare, percorrerela breve strada e saliredirettamenteal pianodi sop
ra,
dovesono tutti. Entra, percorreil viottolo in direzionedell'ingressodel casale m
a nota
subito, su un lato della portadi ingresso, un grossocaneche dorme, o almeno che
sembra stia dormendo. Viene travoltadalpanico(nelsuocervelloquell'immagineb
associataad emozioni molto dolorosevissutein passato).Si fermae, tremando, telef
onaal
suo amico che Ia tranquillizza: "Staitranquilla, d il miocagnone,e buonissimo
egiocherellone.Dai, vieni su". Inizia un processoemotivoe di pensieroagitatoe tu
rbolento
ma che conduce a un'unicaimmagine:quelcane,nelpresente,che morde il
suopolpaccionell'immediatofuturo.Un'immaginechiaraassociataalle forti emozioni
rievocatedalla mente dalla sua memoria delpassato.Quell'immagine,quelleemozioni
equei pensieri producono in temporeale informazioni cheentranoprepotentemente
a far partedel futuro iniziando a interaEiirecon tutte le possibilitiche vi sono
in esso,
finoa coinvolgere anchequelcane e a produrreeffetti anche su di lui.
Il cane viene svegliato dal suo pacificosonno da un anomaloquantoirrefrenabile
desideriodi mordereun polpaccio,proprio quello di quellapersonasconosciuta,piena
FISICAOFILOSOFIAQUANTISTICA;' 263

c
di paura,che vede appenaapregli occhi. Se lecredenzedi quelcane lo hanno portato
ad essere pacificoa qualsiasicostoresisterir alla iorte tentazione, altrimenti e
seSuir)
cid che d nel suo istinto: morderequalunqueestraneosi awicini al suo territorio,
con
la forte inconsapevole co-partecipazionedellapersonache verri da lui morsa.
La paurae I'entusiasmo fungono da amplificatoriinformazionaliperchtifanno
concentraretutta la propriaattenzionesull'oggetto,sull'evento associato a quell'
emozione.
Laf.ocalizzazione dellapropriaattenzionesu un'immagine precisarivoltaal
futuro-immediato o lontano d ininfluente-la rende estremamente piir probabile
perchdassume un pesomolto forte fra tutte le informazioni possibiliste presenti
nel
futuro che interagisconoproducendocid che si attualizza in esperienze.Maggioredl
a
pauramaggiored la probabilitdchequell'evento,soloimmaginato,si attualizzi e
venga anche vissuto. La sequenza di pensierichequellapersona produce nella sua
mente diviene quindideterminantepercondizionarel'esperienzache sta pervivere.
Se avesse tinalmentevinto quellasuapaura,avrebbepotutosuperarepositivamente
quell'incontro,ma venendone invece travolta induce lei stessa,senzavolerlo, senz
a
accorgersenee serna che nemmeno quelcanepacificoe mansueto lo voglia,a morderla.
Se cid accadesse, quella persona si sentirebbe allora autorizzata -confondendo
perdcause con effetti -a pensaredi avere avuto ragione e che la suapaurafosse fo
ndata:
I'esserestatamorsagli permetterebbedi confermare a se stessa lasua credenza
che anche quelcane, come ogni altro, sia aggressivo, selvaggioepericoloso.Una de
duzionetantorazionalmenteaccettabilequanto
profondamente sbagliata.Gli esempi
potrebberoessereinfiniti. La sostanza d che d molto facile sbagliarsi confondend
o
causecon effetti anche perchdd estremamente difficilepoterverificarequalesianole
causeequali gli effetti.Il rapiionamento che tutti fanno quandovivono una qualun
que
esperienzad quellocherispetta il vecchio paradigmasecondo il qualesono le cause
passatea produrreil presente;nel caso precedenteil ragionamento segue questa
logica: i cani sono cattivi e mordono(credenzainiziale riferita al passato),ne i
ncontro
uno(presente),temo di essere morso(pensierorivoltoalfuturo),vengomorso(attualizz
azione
nel presentedelpensierorivolto al futuro), conferma della credenzainiziale
(errore).Secondoil nuovo paradigma,sono invece letendenzerivoltealfuturoo pre
264 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
CI
senti nel futuro aprodurreil presente.La loSica che ne consegue e che i caniposs
,,r''

'
esseresiabuoni sia cattivi o buoni o cattivi (credenzainiziale ne incorrl
possibilista), r,,
uno (presente),credoche sia il canepiir buonoe giocosodell'Universo(pensr,.r,'
rivoltoal futuro), ci piioco (attualizzazione nelpresentedelpensierorivoltoalfut
rrr,,t
confermo che i miei pensiericondizionanoleesperienzeche vivo (ew,iva!).Il vero p
r,
'
blema dell'essere umano d che le sue credenze, per quanto sbagliatepossanoesserc
,1,,
portanoa vivere propriole esperienze chegli permettono di confermarle.Credrrrz,'
sbagliateproduconoesperienzesbapiliateche confermano le credenze sbagliatc. Sr
entra cosl facilmente in un circolo vizioso che ha come effetto evidente quellod
ivivt'r,
infelicementee contro laproprianatura.
Cosi come la pauradi vivere un evento infelice lo rendepiu probabile, anchel't.r
r
tusiasmo di vivere un evento felice lo rende piir probabile. Ma mentre ognipropr
r,r
pauraderivadaproprieesperienzepassate,vissute,conosciuteo viste, direttamentr ,'
indirettamente,il proprioentusiasmopud essereassociatoa qualsiasiesperiunz,r
futurache si d capaci di immaginare,anchequella pii fantasiosae ottimistica, nrr
!li,
ancoraseprivadi riferimentoo associazione proprioo di altri.
delpassato,
FISICAOFILOSOF'IA :lI i:;
QUANTISTICA?

Chisilamentaeunladro
ochi silamenta0 chi wole evitaredi cambiarese stesso mapretende
chesianoglialki ola Realth a cambiare.
hisilamenta-perqualsiasimotivoragioneo causad chi rifiutaleproprie
responsabilit) partecipato
nell'aver o co-partecipato
coni suoi pensieri,con le
suecredenze, alleesperienze
paureedentusiasmi chevive.Evitadiprendereanchesoloin considerazione
cheperpoterlecambiaredeveinterveniresusestesso
cambiandosestesso,il suomododi credere,pensare,giudicare,agireeinteragire
con
glialtrio la Realtire attribuisce la responsabilitd
di ognisuaesperiJnzainfelicesempre
e soloaglialtri e alla Realhpretendendo
inoltrechesianoloroa cambiare,indipen_
dentemente
da lui o solo grazieallesue lamentele vittimistiche.Maquestod contrario
alledinamichechestannoallabasedel funzionamento dellaRealt)e che credoti sianoor
maievidenti.LaRealtdrispondein modosottilemapotentissimoa ogni nostropen_
sieroedd perquestochesolocambiandoi nostri pensieridiamola pJssibilitdanche
alla Realti di potercambiareil tipodi esperienze
cheviviamo.
Chisi lamenta d come fosseun ladro di tempoedi energiavitalealtrui:faperclere
inutilmentetempoa chiunque ascoltile sue inutiliargomentazioni.Il concettotradi
zionaledi energiaesprimeI'attitudinea compiere un lavoro.
Lenergiavitaled I'attitudineadaffrontarecambiamenti.
Lessere
umanotendead evolvere e I'evoluzioned caratterizzatadacambiamenti.
Lenergiavitaleserr,,e
quindisiapersoprawiveresiaperevolvere,peraffrontarequindi
cambiamenti:

nelmododi pensaremaanche,conseguentemente,
nelpropriostiredivita,nelleproprierelazioniaffettive,nelpropriolavoroe nella pro
priavitaip generale.
Quandounapersonaha pocaenergia si speciarizza proprioner
in gienere
'itale,
267

ot
iamentarsie nel fare la vittima, ottenendo quellichepossonosembraredue vantaggi:
evitare di cambiare se stessa e ottenere energia vitale rubandola ad altri, a ch
iunque le
dedichi attenzione. Oltre alle proprieesperienzedi vita, anchelapropriaenergiavi
tale
dipendesostanzialmentedaquelloche ognuno pensa.Incolparegli altri o la Realtir
perchdsidincapacidi produrreautonomamentepensierifelicied energia vitale equival
e
a rubaresubdolamenteenergia agli altri.
I vantaggi di chi fa la "vittima"
Scaricasu altri la colpa e la responsabilit) di ogni sua esperienzadi crisinegan
do,
rifiutando a priorianche solo I'ipotesi di una sua possibileminima responsabiliD
.
Giocando il ruolo della poveravittima triste, debole e incompresa pud infierire
liberamentecontro chiunque gli appareessereinvece forte, felice o realizzato.
Riesceafarcrederedi avere ragionecon bugie o usando unicamente lepropriecredenze
lveriti(
la propria personale e soggettiva visione della Realtiche abbiamcr
visto essere distorta e limitata)perargomentarele sue ragioni.
Si sente bene perchtievitai sensi di colpa.
OttieneI'attenzioneequindiI'energiavitale degli altri (confondendospessocompatim
ento
per affetto/amore,secondoil Modello Affettivo Neonato)
Hauno strumento con cui ottenere, subdolamenteanzich'6rrermerito,aiuto da
chi 0 "buono"eglivuole bene.
Invocandocambiamentiin altri evitadi dover cambiaresestessoeil propriomodo
di nensare.
IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
c
Il Vittimismo equivale a dichiarare la propria incapacithdi produrre pensieri
felici grazieai quali poter, conseguentemente,vivere esperienze felici.
Chi si lamenta rifiuta le proprie responsabilitir nel creare la proprie
esperienze,perdecosi il potereconsapevole che potrebbeav re su di esse,
ma il potereinconsapevoledi crearsi da solo le esperienze infelici che vive
gli rimane e si potenzia.
Invocacomprensione,attenzioni, affetto, aiuto applicandoil Modello neonato, nrlr
nientee nessuno possonofarequalcosaperfarlodiventarefinalmentefelice o "ft.rrtrr
nato"perchdd un poteree una responsabiliti unicamentesua. Finch6 continuer;r lr
evitare di cambiare il suo modo di pensare,la Realtd continuerd a vivere lo ste.

sso
generedi esperienze e a cercare, sempree comunque, qualcosao qualcunodi ctrr
potersilamentare.
Chi si lamentaproducecaos e vive nel caos, perdetempo ed energia lui
e lo fa perderea tutti coloro che hanno a che farecon lui.
Alimentare il vittimismo e dare voce a chi si lamenta d uno degli aspetti che ca
ratterizta
i tradizionali mezzidi comunicazione di massa,in particolaretelevisionee radio,
qrrelli
preferitidai tristivittimisti. Viviamo in una societi che ci mostrae ci insegna,
fin da pic
coli,ivantaggi dell'essere una vittima. Ogni mezzo di comunicazione di massa din
ferrt,
re caralterizzatodall'alimentareil vittimismo. dal dare voce a chi si lamenta e
che lur
qualcosadi cui lamentarsi. Vengonoprodottenotizieappositamenteperloro,percltti
possanocontinuamenteaverequalcosapercui lamentarsi.E normale che a loroquellt'
notiziepiaccianornoltoperchdlamentarsid il loro hobbypreferito.Sonoin moltissirr
ri
ad essere interessatiaquelgeneredinotizieancheperchd possono ricavarnenuovi sprr
nti
a cui ispirarsi, nuovecose di cui poteraverepaurae/olamentarsi.Vittime di eviden
ti
ingiustizie,soprusi e violenze, maanche molti disoccupati che si lamentano perch
d preCHI SI LAMENTA E UN L"ADRO

V
@ IIc
tcndono un postofisso e sicuro in unaRealti economica nellaqualei rapidi cambiar
nentiimpedisconoa
qualsiasiattivitir di poteresserefissaesicura. Carcerati cl-re hanno
rnagaricompiuto crimini brutali e senza il minimo segnale di pentimento,ma che v
engonocomunquepresentaticomepoverevittime
di un sistema di giustiziaetichettato
comespietatononostantesiatra i piirbuonisti che [astoria dell'umaniQ abbia mai a
vuto.
hssicodipendentiche si lamentano di una societir che li ha trattati con indiffer
enza
quandosonostati magari loro, per primi, a voler essere indifferenti alla societ)
in cui
vivoncl. Malati che si lamentano dell'assistenza siano
che viene loro offerta. nonostante
cronicamenteincapacidi preservarela salute del lorocorpoe quell'assistenzaabbia
rnagarisalvatoloro la vita in piir occasioni.Poveri veri o presur-rti(maprowisti
comunquedi
telefonino e televisore) che si lamentano di essere senzaunacasao senzasoldi
quando quelli che invece hanno una casa e i soldicon cui vivere dignitosamentepo
ssono
averlottato, sofferto, essersiindebitati,umiliati, impegnati e ingegnaticon lato
taliti
di loro stessiperottenerequelloche hanno. Show-girlchesi lamentano di esserestat
e
tradite dal loro compagno quandola loro vitad stata magari caratterizzata dasoli
compromessi.
E si potrebbeandareavantiall'infinito.
Tutti ivittimisti ottengono attenzionidaveriprotagonisti.Chi si lamenta edentran
el
ruolo della vittima "ostentata",oltre ad essere in generebravissimoa rifiutare a
priori
qualsiasisuaresponsabilitd, dialetticaed espressiva
sviluppaancheuna capacitd abilmentesofferta,
frazie allaqualepudriuscire a dirottare qualsiasiresponsabilit),anche
se inesistente, suqualcunoo qualcosache viene prontamenteetichettatocome colpevo
le.
Le argomentazionidella vittima di comodo partono perd sempree solo daun'accurata
selezione di cid che il colpevolepudaverefatto,omettendosempre le proprieazioni
o
omissionipur di rinforzare lasuaposizionedapoveravittirna.Resta il fatto che se
si
potesserovederetutti i loro pensieri presenti ele loro credenze/veritir,
epassati moltivittimisti
lamentosi rivelerebbero uno scenario completanrente diversoda quelloche
ostentano.Ddifficile sapere che cosa una personaha nella suatesta, si pudesseres
orridenti,
recitare la partedei bravi, buonie incompresicome attori professionistie nella
propriamente avere solo odio, rabbia,disprezzo,disordine,conflitti e frustrazion
i. Ma

chi si lamenta faowiamentesolo riferimento alla sua apparenza di buona e brava p


erso
270 IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
nae utilizza lapropriavisionedistortadellaRealtirperconvinceregli altri di esser
e una
vittima innocente privadi colpe o responsabiliti. Sisente bene proprioperchdevit
a sensi
di colpa e ottiene I'attenzionedegli altri. Poco importa se si tratta di compati
mento che
nulla ha a che vederecon I'Amore. Ottenere l'attenzione degli altri, conqualsias
imezzo,
permolti equivalea sentirsi amati. Il vittimismo diviene un atteggiamentocronico
con
cui ottenere, subdolamente, attenzionie a volte anche aiuto da chi pudcomunque v
cllergli
bene. I "buoni",quellicheoffronocomunqueuna spalla su cui piangerea chiunque
si mostri loro piangendo,sono una delle maggiiori causedel vittimismo dilagante.
Chi e
costruttivo, chi ha saputo essere autonomamentefeliceassumendosila responsabilit
i
della sua vita, anche se deve affrontare la peggiioresofferenzareaSiscead essa a
ttivamente
senza ostenlareil suo dolore, b gratoa chi pubo vuole aiutarlo senza pretenderec
he
lo faccia. ReaSiscealsuo disagio apprezzando ancoradi piu quelloche ha e cerca d
i cambiare
la situazione che sta vivendo cambiando innanzi tutto se stesso.
Quandouna personad riuscita ad essereautonomamentefelicesviluppa anche un
certodistaccodaitristi lamentosi vittirrismi sia perchdsa che come ha saputofare
lei
anche loro potrebberoriuscire ad essereautonomamentefelici(moltissimepersone
felicihanno un passatodi grandesofferenza),siaperchd questi faranno di tutto per
cercaredi impedirgli di continuare ad essere felice.Il tristelamentosovittimista
vede
in chiunque sia feliceunapredada cacciare, dadistruggere il
daperseguitare, secondo
principio "se io sono infelice anchegli altri devono es.serlo".
Una personafelice che ambisce ad esserlo sempre piir dowebbediffidare
e proteggersida chiunque mostri segni di lamentosovittimismo
che vuole relazionarsi con lei.
Chi saprebbefare un uso veramente costnrttivo dell'aiuto degli alhi
D in gleneretroppo umile per chiedere aiuto agli altri.
I lamentosi viftimisti, invece, vivono aspettandosi notmalmente l'aiuto
degli altri senza fare mai nulla per poter smettere di averne bisogno.
CHI SI LAMENTA E UN LADRO

6
Motivazioni
Uunicovantaggiochepudricavarechiha a che fare con personetendential vittimismola
mentoso0quellodi
poterdedurredalleloro lamentele leloro motivazioni e
quindi,indirettamente, Conoscere di unapersona
le loro credenze. lemotivazioni
significaawicinarsimolto a conoscerla,
ascoprirequalisonole sue credenze perch6.
anchelepropriemotivazioninasconodallepropriecredenze.Riuscire con
aprevedere
sicurezzail comportamento impossibile,
di unapersonadpressoch{ ma se si conosconole
sue motivazionisipudinqualchemodo approssimare
quellochepotri essere
il suocomportamento da subito perditedi tempo ed energia.
nel tempo ed evitare
fortementeil
tipo dipensieri eil tipo di esperienze
Lemotivazionidi una personasonoil riflessodellesue credenze e condizionano
cheprodurr2r che consepiuentemente
tenderia vivere, anchesesono contrarie allasuanaturae alla sua tendenza evolutiv
a.
Se,peresempio,unapersona conun'altraha come motivachenel relazionarsi
zione il sesso, mahavolutofar credere all'altradi amarla peraltri motivi, tender
) a
lamentarsiognivolta che le sard rifiutatocid che I'ha motivata fin dall'inizio d
ellarela
zione.Se una persona, conun'altra il miglioranel relazionarsi ha come motivazione
mentodellasuasituazione ma ha voluto far credere chela ama
economica, all'altra
peraltrimotivi, tender) alamentarsiogniqualvolta economica
la sua situazione mancher)
rdi migliorareecc.Ognipersona,quandoproduceunamotivazione,
ne diviene
succubeperchdle sue emozioni, in qualsiasicircostanza,sonocondizionate
da esse.

Se la motivazionedgrandiosaefelice,ne subir) I'effettograndiosoefelice,ma se la


motivazioneE triste, produrr)effettitristi. Ognuno ha le motivazioni cheha scelt
o di
avere,anch'esse dalle e se nedeveassumerele responsabilitir
dipendono suecredenze,
deglieffetticheproduconoo almeno perintervenire
accorgersene, sulle sue credenze.
Lepersonesi scelgono per quello chesononelpresente.Voleree agire perch6cam
bino,se sono diverseda cid che si vorrebbechefossero,pudessereun'impresaestre
mamenteimpegnativaevana. Se cambieranno potrhesseresoloperch6loro stesse
272 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
c
hanno scelto consapevolmentedi farlo intenrenendo direttamente sulle proprie cre
denze.Chi pretendeo cerca di imporre cambiamenti ad altri ottiene soltanto, il p
it
delle volte, di peggiorarese stesso.
Mostra di essere migliore e I'altro, se lo vorri, ti seguiri imparando da te,
altrimenti lo faranno altri.
Cib chepiir caratterizzae distingue una personadaqualunque altra sono
le sue credenze/venti e le conseguentimotivazioni. Ivlentre le prime sono
perlopii ignote anchea chi le ha, le secondesono quelle chepii facilmente
possonoessererivelate.
Un aspetto delicatodelle motivazioni d che tutti ne produconoinsiemead intenzion
i,
desiderie aspettative. Quasinessunod disposto ad ammettere qualisono le proprie
reali motivazioni perchdspessosono molto opportunisticheoppure le dimentica o ag
isce
in funzionedi esse senza accorgersene. Nonostantepossanoesserestateprodotte
moltotempoprimadi aver iniziato adagire in funzione di esse,una volta prodottesi
continueri,anchepertutta la vita, ad essere Eiuidati,a pensare,giudicaree agire
in
funzionedi esse. E perquestoche anche le propriemotivazionivannocontinuamente
rinnovate.
Unadonna che peresempio,a un certo puntodellasua vita producela motivazione
di sposarsi e fareun figlio, quandoavri.realizzatoquellamotivazionesi troveri fa
cilmentead
essere infelicesoloperchdhaevitato di produrre,nel frattempo, altre motivazioni.
Quandoqualcuno,perqualsiasimotivo,si lamenta,ti sta dando, senzarendersene
conto, indizi estremamentepreziosi Riconoscendole

sullesue motivazioni. potraiawicinarti


a conoscere quella personae anche "azzardare" previsioni di quelleche
potrannoesserele sueazioni, le sue esperienze e lamentele future perchdalla base
def le propriemotivazionici sono le proprie credenzelveritd,.
CHI SI LAMENTA E UN LADRO

t
oc
"Vogtiowt lattoro sicuro egarantito che mi permetto di foticare poco eguadaglnar
etanto
senza douermipii preoccuparedeisoldi per il resto della mia ttita" d la
dalla credenza chequeltipo di lavorosia il migliore.
motivazionechepud nascere
"Deuoconoscerequalcuno di importante che mi oiuti ad ottenere il posto di latoro
cheuoglio..." b il pensierochepud produrre la mente di chi ha derivatoquellamoti
vazioneda una propria credenza/veritdquale: "posso ottenere ut't lauorosicuro so
lo se
sono omico di una personapotente". E evidente che questamotivazione+ cre{
enzalveriQpudfacilmenteportareunapersonaa scendere a qualsiasicompromesso
ritenendochequellasiaI'unicapossibilithche abbia di poteravereun lavoro.Nei suoi
processimentalile sue associazioni dominantirelativeal concetto di lavoroescludo
no
probabilmenteche il lavoro possaesserefontedi gioia,di energia, di successo, di
conoscenza,
di espressione di un propriotalento,di crescita ed evoluzione personale'
Llmanaedintellettuale;anchese fosse il lavoropiu precario, anchese I'avesse trov
attl
o se lo fosse inventato,creato,prodottoda solo e senzaI'aiuto di nessuno.
Chi crede di poterottenereun lavorosolo attraverso compromessi,sedovesse
riuscireadottenerlosariperchdd sceso a compromessi (ritenendodi aver fattolacosa
giustaperch I'unicaperlui possibile)esi trover) moltoprobabilmentea disprezzare
il suolavoro,a soffrirnefino a farlo cosi malechedovr)continuarea vivere di comp
romessiperevitare
di perderloo di essere licenziato.Maforse d proprio per questo
chehapuntatofin dall'inizio a un postosicuro:perevitaredi essere licenziato,prev
edentloforseinconsapevolmentecheI'avrebbefattonrale.Sono soprattutto gli incapaci
e gli ignaviquellicheambisconoa postidi lavoro sicuri comequellicheesistevano
forsefino a primadellanaturaleevoluzione Le
delmercatoverso la globalizzazione.
veriti della sua mentepotrebberoaverglifatto escludere apriorilapossibilitidiess
ere
cosibravo e capace dapotersiinventare,da solo, un lavoro ttttto stto ed avere tt
ngran
diososuccesso."Voglioun louoroin uti possaesprimerepienomenteefelicementeme
slesso,lemie attitudini ele mie capacitr) nella gioia, nel successo e nella pros
perita".
Questod un pensierochepotrebbeportarechiunquea produrrecredenze/veritire

motirrazionimoltopii costruttive.Unamente che facessedi questaaffermaziotreuna


.suacredenza./veritb
produrrebbeforti motivazioni chepotrebberoportareunapersona
274 IO SCELCO IOVOGLIOIOSONO
a cercareo produrrela giustaoccasione,senzascenderead alcun compromesso.
Potrebbeallora anche dover affrontare fatiche,sacrifici, umiliazioni, ma il suo
lavoro
sarebbecomunque fonte di Gioia finoa diventare, inevitabilmente,anchefontedi suc
cessoericchezza.
Questosemplicementeperchdhasaputo associare. ne[[asua mente,
il corrcetto di lavoro a quellodi Gioiae successo.
"Voglioauereun bambinoe mi sert)e un uomoper farlo" d una motivazione che
pudderivaredallacredenza"i bambini uannofatti entroi 35 anni". Uno degli aspetti
delicati delle proprie credenzeassociateadeti precisei che manifestanoi loro eff
etti
soloquandosi raggiunge I'eti a cui corrispondono. Quellacredenzapudportareuna
donna,chepudanche aver trascorso i suoiprimi 35 anni allegramente o superficialm
ente,
senza pensareminimamentea costruire un rapportod'amorefelicee autentico
che siesprimesseanche con figli,ad una tanto assurda quantoprotbndacrisi cronica
o
a relazionarsie/o sposarsi con un uomrr qualsiasi,anche senza amore,pur di
avererapidamenteun figlio.A quell'uomoesprimer)-appenalesembrerdopportuno
o convenientefarlo-iI desiderio di averlo nascondendogli la sua veramotivazionea
lla
loro relazione e lam ntandosinel caso I'altropreferiscaattendere,peresempio,di
vederconsolidarela loro relaziorre. Moltedonne che hanno nella loro mente quella
credenzaJveriDpossonoanche arrivare a tradire o ingannare il loro partnersoloper
realizzare-avolte"inconsapevolmente"la loro motivazioneoriginale,cono
seppur senza la co-partecipazione volontaria dell'altro. La motivazione "Voglioun bambi
no
per poter essere felice grazie ud esso" d inoltre completanrente diversa da"lbsl
io
essere felice ed esserlo sempre pii per poter offrire la mia Gioia anche ad uno
o pii
ligf .
"Voglio diuentare medico per essere rispettato e ammirato da tutti eguadagnare
tanti soldi" d una motivazione evidentemente diversa da"l/oglio essere un gronde
medicoperchdamo I'idea di soper curare e soluare la uita di altre persone"chepro
durrdpensieri,
comportamentiedeventuali lamentele completamentediverse.
Nessunopub cambiarele motivazioni di qualcunaltro,
a meno che sia I'altro a volerlo fare.
CHI SI LA},IENTAE LIN LADRO

o
Solo cambiando leproprieqedenze/veitirsipossonocambiare
anchelepropriemotivazioni,leproprieemozioni,i propripensieri,
il propriomodo di percepireegiudicarela realth' il propriocomportamento
nellaRealti e la Realti che si vive.
IoScelgo...,loVoglio....loSono...,sonole tre parolechiaveche caratteri zzanoil
nretodoche ti illustrerdinseguitograziealqualeoSnunopud prodursi autonomamentenu
ove,
felici,potenti,formidabili, credenzelveritir al
entusiasmanti attualizzate
suopresente; .sia, viva,inqualunque viva.
chiunque ovunque condizione
l0'
r'*
#* s0il0
n
276 IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
@
TUegli altri
menoche una personaabbia avuto una "sacerdotessa"
permadre e un "illumi
nato"per padre capacidi Amore autentico, di prendersicuradi lei donandole
Cioiae strumenti evolutivi senza aspettarsi nulla in cambio-possibilesolo
quandoentrambi sono felici, sinceri, realizzati autonomamentee reciprocamente,
indipendentemente d da adulta, rispettoa quellcr
dal figlio -, quello che una persona
che avrebbe potuto potenzialmente essere,dipende dalle azioni limitarrti prodott
esu
di lei, fin da quandoerapiccola,daigenitorie dalle personea lei piirvicinecome
parenti,amici, insegnanti, conoscentiecc.ma d soprattutto I'effetto dell'uso che
ha
saputo fare della sua immaginazione.
I tuoi maggiori limiti potrestiaverliacquisitipropriodallepersonechepii ami e
chepiiravrebberopotutoamartio almeno volerti bene, ma dipendonoinnanzituttcr
da te. LAmore autentico ha sempre un effetto "potenziante",maquelloche si vive n
ormalmented,
invece, un "surrogato"che interferisce limitandole potenzialitidi un
individuoperchdvolto a portarloa conformarsi aquellocheglialtricredonoe si aspet
tanoche

lui debba essere. Unapersonaesercita un'azione potenziantesu un'altra


quandovuole il suobene, la suagioiae la aiuta a risvegliareed esprimere lesue at
titudini
innate, anchese cib pub sigrriiicare"perderla"perchi potra allontanarsi
seguendola sua strada.
Ogni volta che interagisci conqualcosaoqualcunounapartedi te
diventasimilea cid con cui interagisci.
Dpocorealisticoaspettarsida altri quelloche si D per primi incapaci
di dare loroo che altri sono incapaci di dare alorostessi.

t
c
Sr leflflendoquestolibro hai iniziato a pensarea quellochedesideri,a quelloche v
or
resti fare, realizzare, ottenereo vivere e tra questidesiderici sono coseche vor
resti che
altrepersone,o una personain particolare,facesseperte o con te, come amartio far
ti
tclice soddisfacendo tue aspettative, sei sulla stradasbagliata.Le esperienze ch
e
ognuno vive derivanodallesue credenze, daisuoipensierie dalleinformazionipure
chequestimandanonellatrama della Realtir. Ogni informazionepurache o$nuno
producepensandoha la sua "firma",d indissolubilmente sua e riferitaunicamentea
lei. Se i tuoi desiderisonorivolti a una personain particolarema i suoi desideri
sono
cliversidai tuoi, produciinterferenzedistruttivechegeneranoturbolenzenella tua
mente e nella trama deltaRealtb.E una situazionecaoticain cui la percezionedella
llealtdsi distorce, si soffre e si diviene primainfelici,poidistruttivi.
Un Amore pub esseretale solo se D, innanzi tufto, corisposto.
Quandoi propri desiderisonorivolti ad altrepersone,I'atte$Siiamentogiiustod quel
l<-r
di alimentarli congioiama senza alcunaaspettativa,partendodalpresuppostochela
loro eventualerealizzazionedevepotersolorenderepiir felici di quantosi sia gi).
It4a
se si d infelici si produconoaspettativeesi attribuisce allapersonaoggetto delle
proprieaspettativela
responsabiliti dellapropriafeliciti creandosi, da soli, il presupposto
al fallimento e alla sofferenza.Qualsiasidesideriodi esperienzeche coinvolgono d
ue
personesi attualizzasoloin quellerelativea informazioniprodotte,perdesiderioma
ancheper paura, da entrambe.
l,a tua volontire i tuoi desiderisonoprioritarisututto cid cheriguarda te person
almente;
Ia volonh di altri su di te o di te su altri d secondaria,ma pub produrre
comunqueforti interferenze.
La tendenza naturaledellaRealti e della natun dell'uomo DI'evoluzione.
Llevoluzionesi compie graziealla comunione di intenti' Amore.
Unapersonapud realizzarela sua evoluzione nella Gioia solo se d prima riuscita
a essere autonomamentefelice.
278 IO SCELGO IO VOGI,IO IO SONO
@

Affinch6relazioniaffettive,di amicizia olavorativesianocostruttive-evolutive,


destremamenteimportante
e l'evitare all'altro
lasinceriti(e/ola riservatezza) dipermettere
o a$li altri di produrreaspettativesu di te, soprattutto sequestesonodiversedaqu
ello
che tu desideri.E inoltremolto importante stareattentiaigiudiziche si producono
suglialtri.
Quandoghrfichl negiatiwmentequalcuno,lo condldonl a ssere
nei tuoi flgu.rdi comc tu I'hal giudicato.
Tantopiir unapersonacrede fortemente in un suogiudizio(positivoo negativo)
riguardoa un'altra persona,tantopiiraumentaleprobabilitiche il comportamento
di
quellapersonaneisuoi riguardi corrispondaalsuogiudizio.euandosi ha una relazione
di
qualsiasitipoconqualsiasipersonad sempre meglioaverecon lei un atteggiamentopote
nziante,
di lei le cose
pensare pidbellee darle fiducia (amenoche si
tratti di unapersonatristee vittimista ched comunque sempremeglioevitare).ci
sonopersonechepensanosempremaledi tutti senza accorgersichesonoproprioi
loropensieriacondizionaretutti a comportarsi malecon loro.
comportarsi"bene"e sorridere a una personamentresipensanodi lei le cosepeggiorid
molto controproducente,soprattuttoperse stessi. Quandoleproprieparolee
azionisono in disaccordocon i propripensierisi entra da soli in turbolenza,siper
de
ognicapacit)intuitivae si diviene infelici.I tuoi pensierisonoestremamente
importantisoprattuttoperte
stesso. Invecedi preoccupartidiscoprireche cosa c'd di "sba$
liato"neglialtri,preoccupatipiuttostodi che cosac'd nella tuatesta,se vi d tracc
ia di
giioia,di feliciti.
TU EGLIALTRI 279

e
280 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
6
Sperare 0 triste
la speranza 0 la triste consolazione di chi D incapacedi credere.
J I detto"Lasperanzad I'ultima a morire" d I'inno preferitodei soggetti cronicaI mentetristi e vittimisti. Lasperanzadlatriste consolazione
di chi vuole giustifiI care la propria passiva immobilitirmentale,il propriorifiutoad affrontare camb
iamenti,
aprodurrenuove credenzeattualizzate alpresentee a cid che desidera anzich6,
a cid che teme. Chi spera d,metaforicamente, coluiche dice di andare apescare
come
ma invece di farlo lanciando la sua esca nell'acquasenesta sulla rivaconlebracci
a
consertead aspettare che il suo cesto venga riempito di pescida altri, o dal cas
o, o che
gli piovanodal cielo, ripetendo a se stesso "Speriamodiprenderetantipesci...".Qu
alsiasipensierocheinizicon"
speriamoche","speroche"perde qualsiasi efficaciarealizzativa.
Chi va a pescareperch6vuole dawero prenderetantipescicrede,pensae dice
"Voglio prendere tantipesci"e si impegner2r
perriuscirci.
passivo, un atteggiamento d triste
siaperch6d contrario alla naturacreatricedell'uomo,siaperchdequivalead ammettere
lapropriaimpotenza,
I'incapaciDdi produrreo almeno contribuire a cercare di
produrreda soli cid che si vuole o desidera, equivalead ammettere che si d incap
aci di
esserefelici e quindidi produrreesperienze d cid checaratterizza
Sperared un atte

iamento credere attivo. Sperare

felici. La speranza
chihaunaforteattitudinea lamentarsi e a sentirsi vittima. Si riducea sperare chi
d
incapacedi controllare lasua vita immaginativaesi illude, cosi, di evitare almen
o di
produrredanni, affidando la responsabiliti delle esperienze
che vivr) agli altri, al
destino,al caso, aqualcunooqualcosacheritienesuperioresenzaaccorgersiche sono
invecesoprattutto leesperienze
le sue paurecheproducono tristi che moltoprobabil

6
mente continueri a vivere, fino a quando,finalmente,troveriril coraggio di inizi
area
credere.Chicreded invece chi sa agire, nel beneo nel male, attivamente e lo fapr
oprio
in funzione di cid in cui crede. Lepersonecostruttiveche evolvono e producono
ordineed evoluzione sonoquellechehannosaputocrederema soprattutto che sono
disponibilia cambiare dinamicamente graziea dubbi temporanei
ciirin cui credono e
a cid che laRealDeleesperienzechevivonopermettonoloro di poterimparare.Credere
ed essere sempredispostiaimpararepercambiare,in meglio.
Corpofelice
Piuttostochelamentarsi,fare la vittima o continuare solo a
sperare,si pudanche agire, iniziando a
semplicemente
cambiarequelloche di se stessi d migliorabile e attualizzabile al presente.Tutto il resto, gli altri e la Realh cambieranno
di conseguenza, aipropricambiamenti.
adattandosi
Perpoterlofareservonosolodue cose: esserevivi ed essere
in gradodi pensare.Pensarecon Motivazione, Volonti,
tanta Gioia edEntusiasmoutilizzandoin modo creativoe
felice la propriaimmaginazione,evitando di porsilimiti,
evitandopregiudizi,evitando di pensarea qualsiasicosa
sia associata aproprie paure o conflitti.
La sequenza operativapotrebbeessere conil mettere
questa:iniziare un po'd'ordine
e di Gioia nelpropriocorpointervenendo
sulpropriostiledi vita, poinellapropria
testaintervenendo quindinellapropriavitaproducendo
sullepropriecredenze, desideri
felici. Il metodo che troverai allafinedel libro potr)aiutartinegliultimidue
punti.
Il tuocorpod costituito da trilioni di cellule,ognunadi esse producemigliaiadipr
oteineal
secondo. Traquestevi sono anchei neuropeptidi,
proteinecheveicolano
282 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
6
quelleche viviamo come emozioni. Vi sono neuropeptidi chesono stati associatiall
a

gioia,all'entusiasmo, maancheallapaura,alterrore,allatristezza.
all'estasi, Perogni
tuacellulavale la stessa cosache vale perte: sei felice quandoviviesperienze
in sintoniacon
la tua natura e infelice quandovivi esperienze a essa. Credidi conocontrarie
scerela natura deltuo corpoe delle celluleche lo costituiscono?
Credidi saper far
vivere loro esperienze Piirfai felici loro,pii loroproin sintoniacon la loro natura?
ducono neuropeptidi della Gioia che rendono feliceanche la tua mente,e una mente
feliceriescemoltopiirfacilmenteaprodurrepensierifelici di una mente triste con u
n
corpotriste.
Il tuo corpod il tempio dellatua Anima, d ordinato, pulitoe maestoso ouna triste
catapecchia?
stabile,
cellule e organiche soprawivono a faticafradepositi di spazzatura unicaSeil tuocorpo d un tempio maestoso, forte,ordinatoepulitoo un insieme di
dipende
menteda te, dalle scelte che fai che riguardano ancheil tuocorpo:tutte, a inizia
re da
quelloche credi epensi.Dipendedal tuo stile di vita. Laseguented una brevissima
sintesidi
quellochepersonalmente umano fareper porritengoche un essere potrebbe
spEnana 283
B rnisrB

6
I
in sintonia
natura.Moltecosedi quellochestaiper le$$eresonoin profondocontrastocon
quantod comunemente dallacollettivitd. modernosi D ridottoa vivere
tarele cellule delsuo corpo a vivere, finalmente,esperienze conlaloro
creduto [.]uomo
conun precariostatodi salute e una condizionegeneraleditristezzaanchee soprattut
to
perlefalse credenze collettiveche sono statediffuse solo persalvaguardare,
mantenereesviluppareequilibrieconomici.
Riguardoall'alimentazione' conperesempio,
sideracheI'essereumanopotrebbeviverebenissimoin salute efficienzae vitalit)
nutrendosisolodi erba, vegetalie frutta,male credenze socialigli impongonodi
nutrirsidimolte altre coseche sono perlopiircontrariealla sua natura.
INDICAZIANI DI MASSIMASUCOSA POTER FANEPERAVERB
UNCORPOFEACE
r Amateil proBriocorpo'pensareadessocon Gioia e Gt"fffudine.
.
Evitatr latteederivati.
r
Evitare cami anlmali, sopnttutto maialee vitello e tuttl quelti dt alleva
mento.
o Tbntafrutta fresca, tuttl I giorni, di stagione, posslbilmcntc a $tomaco
vuotoe senza mlschiarefrutti diversl.
r Tbndvelictali,prefedbllmentecnrdi,riso legumi e cerealilntegrall cotti pr fedbil
menteavaporo.
. Bot" tanta acqua,almeno2 liH al giorno,oon un reslduofisso il pitr basso
possibile(minoredi 50 mgA).
r Evitaregli allmenti lndusMalizzatiadditivaticon sostanze chimichedi sintesi.
.
Evitarebibite additivate conzuccherl,colorantie aromi di sintesi.
r
Evitaredi associarcproteineconcarboidrzfinello stesso pasto.
e Farmacisoloquandowramentcnesessario,o$nidisa$o, ogni slntomodel
tuo corao D una richiesta,un invito a cambiarequalco$aln te.
rovocr,ro

284
ro scblco Io soNo
@
o Cerca di evitare deodorantiambientali, limitare l'uso di detersivi, cosmetici,
prodofti ematerialia base di sostanze chimiche tossicheo di sintesi.
o Starealmeno 45 minuti algiornoall'aperto,allalucenaturale,senzaindossare
occhiali.
. Praticarcquotidianamenteun'attiviti fisicamodenta.
.
Sorriderepii che si puir,anche da soli, anche senza motivo.
o Produtreimma$ni di se stessi conun corpo sano, vitale, bello, forte e felice
concui viverequotidianamenteo compiere imprese mirabolanti in mezzo
alla natura.
o Pensareeparlarepitrchesi pubdi cose belle efelici evitandochiunqueparli
solo di cose brutte,tristi e infelici.
r
La sera, pdma di addormentarsi,immaginarela giornatasuccessivanel
modomiglioreepit feliceche si pud,con il propriocorpoe mente felici.
o Immaginareil proprio fufuro, anche la propriavecchiaia, felice con il proprio
corpo sano e sempre bello.
La motivazione scientificad quelladi produrreutilit) pratica.Prti
dellaconoscenza
durreutilithpraticaneitempi moderni si b tradotto in produrrericchezzaeconomica.
Chi crede chelascienzaabbia la conoscenza rischio
comemotivazione corre il girave
di malintesi. La medicina d,peresempio,una branca della scienza che ha rispettat
o
con coerenza lamotivazionedella ricerca scientificama I'ha anche attuali zzataal
presentefacendola
.
divenire"produrrericchezza"
Il risultato d che se una nuova scopertapud permettere difarguarireda una malatt
ia
molte persone,dpiirallineato originaletenerenascosta
conlamotivazione tale scopertae
continuare aprescriverefarmacibrevettatiche,anzichdguarire,"curano"soltantomaper
mettonodi
produrrericchezza.
Quellamotivazionehaportatoa favorire piuttostoche a ridurre la diffusione di
malattieperchdpiirmalattiesignificamaggiorconsumodi farmaci equindi piir guadagn
i.
SPERARE

285
E TRISTE

6 Ic
Chi si ammala e si rivolge alla medicina credendocheabbiacomemotivazione
quelladiguarirlopudtrovarsi invece difrontealla diagnosi di varie malattiechenem
Sesso
e alla prescrizione che dovri assumere,
genere,peril resto della suavita e senzamaiguarire.In talcasopotrebbeiniziarea
lamentarsisoloperchdlesuemotivazionisono diverse daquelledi coloro a cuisi d
rivolto. Nel casosi opponga atale trattamento potrannoinvece iniziare alamentars
i
gliesponenti,i rappresentanti, del mondo della medicina o meglio
menosapevadi avere di una serie di farmaci in
iportavoce ufficiale
dell'industriafarmaceutica
(ormaiindistinguibili).
Questod solo un esempio banalemasignificativodiquantosiaimportanteaccorgersidell
epropriemotivazionima
soprattutto diquelledi tutti coloro con cui tupossa
averea che fareperch6ognuno ha lesue,haquellechehasceltodi avere.
Lasaluteelabellezza sonoinnanzi se la
del tuo corpo tutto una tua responsabilith,
scarichiad altri almeno evitadi lamentarti esiigrato.Lagratitudinedunapotente
"medicina".
286 IO SCELCO IO VOGLIO IOSONO
e credenze piir limitantie causa di
molti squilibri,di visionie inter
pretazionidistortedellarealti. di
malintesi,incomprensioni,tradimentie
infeliciD nelle relazionidi coppiama
anchedi comportamentiinopportunie
in talunicasiarrcheviolentie criminali
sonoquellerelativeall'espressione
della
propriasessualitd.
Leculture-religioniprivedi forme
di repressione
sessualesonoquelle
chegeneranogli individui pii
pacifici.Leculture-religioninelle
qualilarepressione

sessualei
inveceapplicatacon forza a livello
socialesonoquellechegeneranogli
individuipii violentiedaggressivi.
In ognicasOchi,relativamenteal sesso,
hanellasuamenteassociazioniconflittuali
praticamentequasitutti
avr) molta difficolti, indipendentementeda se, come equantopossapraticarlo,adAma
re,
a essere fericee fisicamente sano.
287

c
rt
sEsso
LiEsperienzadi interazione pit piacevole grazieallaqualeunapersonaha la
possibiliti potenzialedi esprimere Amore autentico entrando,con la sua
Anima,Mente e Corpo, in comunionecorrispostadi intenti, con I'Anima,
Mente e Corpo di un'altra personanella Gioia, con PiacereReciproco'
aumentoreciproco di EnergiaVitale e la possibintndi dare continuiti allapropriav
itagenenndonuova
vita. Permetteinoltre di rinnovare/arricchirelapropriaAnimae
di generare/rinnovare/potenziare
I'entangilementdella Coppia.
Laspettodelicatodel sesso d che permettediprovarecomunquepiacerefisico ed emozio
niintenseanchese
vissuto senzaAmore, anzi,la repressionesessuale
ha ridotto gli
uominiaprovarele emozioni piirintensesoloselopraticanosenzaAmore e trasformatoqu
ellachepotrebbeessere
illuminante, ener$iae
un'esperienza fonte di $rande
Gioia,nellaprincipalecausadimenzogne, di comportamenti
di infeliciD, inopportuni
e di limitanti sensidicolna.
Sevuoi controllare facilmenteunamassadi personelavora sulla loro
sessualiti:convincilecheil sessoD sporco epeccato
e trasformalo in unafonte di tormentoanzichf di Amore e di Gioia'
potraicosifare di loroquellochevuoi.
espressa Amore)
perquestod espressione voltasor$ente sessuale
Ogniindividuoha avuto origine da energiasessuale (cono senza e
ea sua di energia chepud:
llluminata);
2) DISPERDERESENZAAMORE(direzionataovunquecapiti,"randaglismo");
3) REPRIMERE(si D infelici e deboli, ci si ammala).
I ) ESPRIMEREPIENAIvIENTENELUAMORE(Coppia
288 IO SCELGO IOVOGI,IOIO SONO
O
ognuno, "abbandonato"
se stesso, d condizionato (in particolare e contro la propri:r

Nell'espressionedellapropriaenergiasessuale oltre ad essere ir


negativamente la donna)
naturada serie ripetute di informazioni negativee conflittuali, dapregiudizie ta
bu chc
hannoportatole menti degliuomini a produrreassociazioni conflittuali,
inconsapevoli
limitanti,frustrantie contro natura. Il risultato d che piitunapersonaAmaun'altr
apersona,
meno la desidera Lapassione delle emozioni cheprova
sessualmente. e l'intensitd
pensandoofacendosessocon una personasonotantopiirdeboliquantopiirAmaquella
personae tanto piirfortiquantol'altrapersonaled, invece, estranea
o tutt'altro che amabile.
E evidente chequesto emozionale che dipende unicamentedalle
aspetto del sesso,
propriecredenze mentali, devastante
e associazioni pudessere perchiunqueambiscaad
Amarefelicemente condividere" con un'altra persona.
e a "potersi sinceramente
Il sessoviene inconsapevolmente
vissuto,soprattuttoa seguito di una tradizione
repressivache dura da millenni, come una praticada nascondere, sporca,vietata,
segretaeperlaqualeci si dovrebbe sentire in colpa. Quasitutti, uomini e donne,
sonoincapacidi esprimerloe viverlo liberamente e pienamenteall'internodi una
relazioned'Amoree si riduconoad esprimerlo con intensiti solo in relazioni incer
te,
alloroinizio o in situazionichela loro menteconsideratrasgressive,vietate,segret
e
o conflittuali. QuestaD una delle cause primariedell'infeliciti di tante persone
sole e
dell'infedeltieinfeliciti sessualeed emotiva di tante personechevivonorelazioni
di
coppia.
Solo riuscendo a restituire al sesso il suo valore naturale di espressionepura,
profondamentespirituale,
gioiosae sacra di se stessi e del propriocorpo si pubriuscire
a esprimere e vivere pienamente,con Gioia, passionee intensith la propriasessual
ith
ancheall'interno di un rapportod'Amore,provandoemozionitantopiir intense
quanto pii si Ama. Questarappresentauna delle esperienze costruttive ed evolutiv
e
piirpotentiche I'essere umanopossasperimentare.
SESSO 289

6
Cib che serve fare d introdurre nella propriamente inconsapevole nuove assoclazl
onl
mentaliper rinnovare le propriecredenze inconsapevoli e i propri modelli mentali
permettendosicosi di provareemozionipiir intense(perch6finalmente in sintonia co
n
laproprianatura)quandosiAma rispetto a quelleche si vivrebbero in contesti segre
ti,
peccaminosi,trasgressivio privi d'Amore.
Ognunoha, nella sua testa, associazioni che derivano da quellochegli d stato
detto, che havisto o lettoe vissuto in relazioneal sesso.
Invecedi preoccupartidi quello che fanno, che ti fanno o evitano di
farti gli Altri, preoccupatidi quello chefa il TUO CERVELTO!
Le seSuenti associazionisonoquellenormalmentepresentinella mente.
Associaziona Mentali conflittuali
Associazioni secondarie conflittuali fanno si che ad un aumento dell'intensitd e
motiua
dell'esoerienza del concetto orimario AMORE. si abbia una riduzione dell'intensi
td emotiua
del concetto orimario SSSSO. e uiceuersa.
290 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
c
Associazioni Mentali llluminate
Associazioniprimariee secondarie allineatechepossonorendereunapersonailluminata,
capacedi qualsiasimiracolo.
SESSO 291

Ogni cosa cheesistenell'Uniuersod dit'ersa da ogni altra,


anchequellechesembrunopii similisono diuerse.
t
c
Iiuguaglianza
econtronatura
Lluniciti di un uomoderivada dove D,daquandoD,dacomeD,
dachecosa ha fatto ma,soprattutto,dache cosa ctede,pensaedesidera.
uttigli esseriumanisonoapparentemente, simili:hanno
almenofisicamente,
duegambe,duebraccia,dueocchi,unaboccaecc. ma ognunoddiversodaognialtroe ha, al d
i l) delleapparenzedel suo corpo,una mente e unAnima chepossonoessereprofondamen
tediverse,
pii
o meno evolute.
lavelociti di un sistematendea esserr quelladelsuo elemento pii lento
in misun tantomaggiorequantopifi in quelsistema
viSeunprincipiodi uguaglianza.
Lavelocit)evolutivael'efficienzacomplessiva
diungruppodipersonetendeadessereparia quelladel soggetto
delgruppopii lento,in misuratantomaggiorequantoinquelgruppovigeunprincipiodi ugu
aglianza.
Qualsiasiprincipiodi uguaglianza all'essere
applicato umanod contrario siaalla
suanaturasiaallanaturadellaRealtdperch6tendea frenare lavelocitirevolutivaeI'eff
icienzaespressiva
individuoperportarlaad essere vicinaaquelladel
di ogni singolo
soggettopiirlentoconsideratougualeagli altri.

c
Nel mondo animale, per esempio,la
natura b estremamente chid
meritocratica,
pii forte, veloce, intelligente,intuitivo,
oltre a soprawivere piirefficientemente,
ha
semprela meglio su chi gli d inferiore che
vieneperb, proprio graziea questoprincipio,
fortementestimolatoa migliorarese
stessoin tutti i sensi. Ogni volta che si cerca
di applicare principidi uguaglianzatra gli
uomini,si ottiene di favorirei peggiorie
penalizzarei migliori. Chi 0 pin veloce,
forte,intelligente,intuitivo di altri, viene
E
-perseguitatoo portatoa"frenare"se stesso
peradeguarsi cosiil prezioso evoagli altri piirlenti e deboli di lui che perdono stimolo
lutivo innato a divenire miglioridi quellochesono, evitando cosi oltretutto anch
e di
sentirsiin colpa.
Unapersonapudavere di un'altra perch6i
suoi antenati, tramandandosi ingienerazione genetico,
un corpo piiro meno evoluto semplicemente
digenerazione il propriocorredo
sonostati sessualmente selettivi. avere sano
piiro meno Chi vuole un corpo bello, evitale
dovrh, semplicemente, conuno stile di vita piitrispettoso
impegnarsimagigiormente
dellasuanaturadi chi hauncorpopiirevolutodel suo e che perquesto(epermeritodei
suoi antenati) pudesserebello,sanoevitale anche conun minimo sforzo. Chihaun
corpopiirevolutopudprobabilmente maggiori arimanere
permettersi errori e riuscire
bello,sanoevitale ma d solo unaquestionedi impegno. Chiha un corpo meno evoluto,
anzich6, vittima di ingiustizieuniversaliallequalisolo un bravo e costoso chisentirsi
rurgo estetico credepossaporrerimedio,dovrebbe, essere piirstimolato
invece, ancora
adAmaree rispettare il suo corpo piirdiquantosappianofarealtri.Ci sono personech
e
hanno,peresempio,unagrandedifficolh a dimagrire purmanpiiando
pocoealtre che

riesconoa essere magrenonostante un'alimentazione e abbondan


abbiano disordinata
294 IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO
c
te.lJaspetto
elasalute
delpropriocorpodipendonodallivellodievoluzionecheessohir
raggiuntodigenerazione
in generazione
masoprattuttodallivellodievoluzionedell;rpropriamentechesi esprime anchenellacap
acitadiAmaree rispettare il propriocorp..
Cidche rende ognipersonadiuersadaognialtra d, in particolare, cid che di essae i
nuisibile.
Nonostantei tentatiui di conformare lepersoneamodellistandardizzatidi credenze
ea irrealistici principi di uguaglianza,siamotutti profondamenteditrcrsi,unici.
nel bene e nel malee in modoindipendentedacomeappareil nostro c'mo.
a
UUGUAGLIANZAECONTRONATURA
2g5

6
ogni essere umanopropendea sottomettere a s6 o ad uccidere qualsiasi
altro essere che crede diverso da sd e tende a sottomettersiall'altro
quandolo crede superiore as6.
Questetendenzesimanifestanosoprattuttone$liuominiincapacidi Amore.
Lastragrandema$glioranza
degliesseriumanisonoincapaci di Amare
epetquestotendonoa volersi sottomettere oucciderea vicenda.
rispetto
aunaltrouomo oltre al suo poteree ai suoi averisonoil suo aspetto eil suo compor
tamento;
tuttoderiva dalle propriecredenzemad soprattutto il comportamento
Glielementiche ogni uomoutilizzaperdedurrela sua diversitio uguaglianza
che
vieneingeneregiudicato similiocattivo
buono da chiha comportamenti da chi ha
comportamentidiversi.D forse aseguitodiquesti presupposti chesistemisocialirelig
iosiepoliticihannovolutofarcredere,
comese cid fosseun bene,che$li uomini
sonotuttiuguali,ritenendoforse ed evidentemente cheinquesto
erroneamente modo
potessero di sottomettersi Mail farcredere
smettere ouccidersia'u'icenda. agili uomini
di essere tutti ugualibunagraveedevidentemenzognachepudindurli a continuare
asottomettersieuccidersiancorapiuchese venisse ammessalaloro diversih.
Luomo smette di voler sottomettere o ucciderechi ritiene diverso da sd solo
quandoimparaadAntareeperfarlo d indispensabile
chesappiaesseresincero,solola
suasinceritir diapprezzare
gli pud permettere la sincerih equindila diversitd degli
altri.Qualsiasimenzognapubinveceprodurresolo conflitti, ancheperchtiallontana
I'uomodallasuainnatacapacitidiAmare.Unconcettodiuguaglianza
tragliuomini
pubessereutilequandovieneesplicitamente
riferito aisoli dirittiedoverisociali,
ancheperch6l'uomo d capace diprodurreSiudiziriguardocib che d bene omale solo
che,loabbiamovisto,possonoancheesseresbagliate.
riferendosiallepropriecredenze

IOSCELCOIO VOCLIO IOSONO


@
Esserebuoni
econtronatura
napersona
vienein genereritenutabuona quando dconsiderataamabile,generosa,
disponibile,accondiscendente, diperdonare
capace chiunquepossa'farle
ofaredel malee di provarecompassioneper chiunquemostrl una qualsiasiformadi soff
erenza,
anchese si tratta di un bugiardosenzascrupoli,cliun violento osubdoloopportunist
ao di uno spietato criminale.Maqualsiasigeneralizzazione
relativaagliesseriumanie
inopportuna edespone
algranderischiodi errori. I cattivicon
tinuerannoadaverela megliosuibuonifino a quandoi buonicontinuerannoa cre_
dereche la bontb,in sensogenerico,
siaunavirtu,continuancroperquestoa trattarli
benee a perdonarliogni volta chefannodelmalesenza
accorgersi
ched propriocosichesi lascia loro conti_
nuarea farloevitandodi cambiare.Esserebuonie una
virti soloquandoproducecambiamentievolutivi,in se
stessie neglialtri. Unapersonacheambisce
a essere
buonadovrebbeinnanzitutto saperricorrosceree dis_
criminarechi d buono dachi d cattivoiniziandoda se
stessa,persaperepoimagariessere
semprepiu buona
con i buoni ma,soprattutto, per sapereancheessere
determinatae risoluta con chi d invece incapacecli
esserlo,
peroffrirgliuno stimoloa cambiare, a miglio_
raresestessoa vantaggio di tutti.
I buoni potrebberoessere
consitleratianchesolo
colorochecredono,pensanoeagisconoperil benepro_
prioattraversoil benedonatoadaltri,partendoclalpre_

v
c6
suppostoche un bene donato achi a sua volta sa produrrebene d moltodiversodaun
bene donato a chi producemalee sofferenza anche i concetti di bene
altrui. Poich6 e
e dipendono qualunque
malesonosoggettivi dallepropriecredenze, azionepossaprodurre
dolore fisico ad un'altra andrebbe comunque male.
considerata
I cattivi possonoinveceessereconsideraticoloro che credono, pensanoe aliscono
peril bene proprio,anchee soprattutto attraversoil male inflitto ad altri, del q
uale
sono spesso incapaci Macome si comporta buono
di accorgersi. un glenericamente
quandohaa che fare con una personaevidentemente Perdonandola,
cattiva? aiutandola,
difendendola che continui a liberamente Anche
o lasciando a fare altri danni?
I'esserebuoni o cattivi dipende dallepropriecredenze.Chi ha un'Attitudine a fare
del
maleagli altri, pudcambiaresolo se riesce a cambiare le sue credenze e questo
dipendemoltissimo alsuo comportamento.
da come glialtri reagiscono Segli altri si
limitanoaperdonarlo,aignorarlo,a condannarlo verbalmenteo a incarcerarlo perun
breveperiodooalasciarlo lopossono stimolare
libero ma emarginandolo, facilmente
a essere semprepiircattivo.
Moltiproblemidell'UmaniDderivanodal fatto chegli uomini tendono aprodurre
generalizzazioni dicapiree di distinguere diqualogni volta che sono incapaci il valore
cosaoqualcunocomeperesempiochi d buono da chi d cattivo, chipubesserestatocattiv
opersbaglioed
essersi pentitoda chi pudinvece cronica
gi)autonomamente essere
mente cattivo eindifferenteo addirittura compiaciutoper qualsiasi conseguenza
negativa
delle sue azioni sugli altri. I buoni tendonoallora ad esserebuoni con tutti, a
trattare
tutti allo stessomodoperlopiir perdonandoli ed evitando diprenderedecisioniche
potrebberofardubitare loro di essere buoni. I cattivi, invece, sembra che genera
lizzino
menoe sappiano invecediscriminaremoltobene chi d debole da chi d forte,chi E buo
no
da chi 0 cattivo perch6perottenerequelloche vogliono puntanosu chi appare loro e

ssere
debole masoprattutto ad essere cat
buono,per poter continuare indisturbatamente
tivi,afaredanni ad altri a unico propriovantaggio,anchee soprattutto grazieai bu
oni
che,proprioin quantotali,li lasciano fare. Chi appare buonopotrebbein realti ess
ere
moltopiirdistruttivodiquanto possa Ancheun intero Paese, alle sue
sembrare. in base
leggi,pudapparireesserepiirbuono di un altro ma produrreeffettidistruttivi.Quand
o
298 IO SCELCO IOVOGLIOIO SONO
trasferirsio emigrare erapiirdifficilee una personavivevalaquasitotalitirdellasu
a esistenzasullo
stesso territorio,le leggi locali riflettevano la cultura e i comportamenti
focalima oggi personecon diverse culturee credenze possonotrasferirsifacilmentei
n
luoghi con leggi troppo buonisteperavereuneffettocostruttivoed evolutivo. Unesem
pioestremopotrebbeesserequellodi
un essere umanola cui mente ha prodottocredenze
che lo possonoportarea soddisfarei suoi bisogni sessualiancheviolentando
donneindifeseo a ottenere denarosolorubandoload altri: se nel suo Paeserischiass
e,
perquesto,peneseverissime facilmente selapotreb
main un altro Paese raggiungibile
be cavare conpenemoltopiitleggere,potrebbeanchedecideredi trasferirsiin quel
Paese; piir "cattivo" proprioper questo.
conuno stimolo a divenire
Sele crisi che una personavivepossonoessereutili ad indurre in lui cambiamenti
evolutivi,I'assenzadi crisi, di punizioninel caso compiaazioni distruttive posso
nostimolarlo
ad evitare cambiamenti.Il buonismo pudprodurregrandi problemi a livello
sociale,seperesempioin un Paese esi accorfono
i cattivi sonola mag$ioranza che un
certopartitopoliticobpiirbuono con loro di un altro, tenderanno a votarlo portan
do
quelPaesefacilmenteal caos.
cheil lavoro d un suo diritto indipendentemente
dallasua capaciD di essere produttivoe capace, unavolta ottenutone uno,pud prete
nderedi
mantenerlo persempre,ed essere comunquesempreperdonatoindipen
dentementedalla sua capacith eproduttiviD,evitandodi migliorarese stesso. Chiha
nella sua mentela credenzacheil suo partnergli deveesserefedeleindipendentemente
dalla propriacapacitidiAmare sinceramente, chelo sia semChiha nella sua mentela credenza

pud pretendere
pree comunque ed evitare cosi di migliorarela sua capacih diAmare...
Uesserebuoni o cattivi sono sologiudiziumanirelativi alle credenze di chi giudic
a
e basandosi pedopiirsul moltopocoobiettivo confronto conse stesso. Essert
costruttivio distruttivi pudinveceessere dall'essere girr'
molto diverso semplicemente
dicatibuoni o cattivi da altri. Chi D costruttivopubinfatti apparire tutt'altroc
ht
buonoe,viceversa,chi b distruttivo pubappariretutt'altro che cattivo.
ESSEREBUONI E CONTRO NATURA

c
Perdonareebene e makl
I rapporto con i concetti di perdonoe di sensodi colpa costituisce utlo th 1llr,
r,p1,{[i
f
niu delicati dell'esistenza Nlichele, , r, rlo
umana. LArcangelo capo supremo tlt ll ,
Iceleste, e rappresentato con una bilancia,
iconograficamente simbolotlrltrrrlr.'r,r.
nella mancl sinistrae una spada,simbolo diforza ed espresione dell'autorrt.r.'r
l,r
'
qualestapertagliare la testa a un demone che tiene sotto i suoipiedi,ntll.'r' ,r
,,
destra.Nessunperdono,carcerepreventivo,discorso,preghierao tentativo tlr ;',,rr
,, l, ,
ad essere migliore, tenderebbe a tagliargli semplicemente latesta o cornUllrlur
,r 1
ventarlo molto per quella eventualiD.ComepudunArcangeloesserecosi cirltrr',
, .
'
lento e apparentemente Forsr,rr',1,,,
spietato?
caso,il perdonosarebbetutt'altro chc (
'sl
rrrl
tivo ed evolutivo. Il fatto che chi d arrir',rt,,
compiere azioni distruttive irreversibili ir rl,,r'l,
di altri possacontinuare,in assenzadr rr" ,
decisapunizioneafarlo,pudessereun'appt,,'..,
mazione molto realistica. Ma forse, a diffcrlrr..,
di un demone, un essere umanopubcambi;rr,,
si tende a credere, ottimisticamente e sprs..,,
sbagliando,che una persona possa esserenl,rI:
Siormentestimolataa farlo se, quandodanrtrf:
giaaltri, viene perdonatapiultostochepunitir.
La natum premiai meritevoli ed 0 spietata con gll
immeritevoli. Liuomo,quando perdona secondo
principi di uguaglianza, pub produrre pii danni
chevantaglgiin se stesso, in chi vieneperdonato
301

c
ein tutta la Realti. Ogni essere umanohaun innato, una coscienza checaratterizza
la
sua tendenza evolutiva di distinEiuere
e che glipermette trail bene e il male indipendentementedalle
credenze pudaver pereffettodicondizionachelasuamente prodotto
menti esterni, leggi, religioni comune. quelo senso Ma sono lepropriecredenze/verlti
le che guidanomaggiormente secredenzelveritir
il propriocomportamento; distruttive
hannoportatounapersona continuamente
a vivere danneggiando altrimaogni volta
cheI'hafattod stata perdonata-perchd dai buoni, a sua volta, una
magiari considerata
vittima-, puddivenire facilmente incapace che cosa sia
di capire consapevolmente
meglioperleiedevitare di cambiarese stessa, continuandoafaredanr-riecredendo,
senzaalcuncennodipeniimentoo di desideriodicambiamento, nelgiusto.
di essere
concuiopini vivente dlapunizione
di azioni ritenutecattiveeiIpremioase$uitodiazioni ritenute buone.Sipudsempre
giustificarequalunquefallito,infelice,vittimista,bugiardo,traditore,ladro,crimin
ale
Il modo pii elementare essere apprende a seguito
o assassino, ognicolpa infelice,alla societb, alle istituzioni,
attribuendo aun'infanzia
al sistema, allecattivecompagniee a qualunquecosapurdi deresponsabilizzarlo,
resta
il fattoche sono moltissimi i casi di personechehanno saputo esserestraordinaria
menteutili
all'UmaniD,nonostanteabbianoavutoun passatoo un'infanzia devastante.
I[veroproblemarisiede cYedenze
nel modo con cui gli uominiproducono egestisconole
crisi. Troppevolte sbagliate punizionie
le credenze dipochihannoprodotto
maleachiinvece Quantepersone, sonostateevengono
era nel bene. peresempio, ancora
oggi punite,torturateo uccise peresserestateritenutecolpevoliin relazione apresu
nte
verith sociali o religiose, le loro azioni o sono buoneegiuste?

nonostante erano
Il nostrocorpo,quandoglifacciamodel male, ci puniscecon il dolore fisico,senza
perdonarcimai.Ogni volta che facciamoqualcosachelodanneggiaproviamodolore.
La nostra mente sembra essere incapace i nostri errori, ma
spietatamente diperdonare
d forse soprattutto grazieaquestoche abbiamo imparatoa soprawivere efficientemen
te
salvaguardando
il nostro corpo. Se laprimavoltachesiamo caduti dal seggiolone,
anzichrj provaredoloreavessimo un "amorevole" di
soloricevuto messaggio
302 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
6
invito a stare un po'piir attenti, la stragrande maggioranza di noi avrebbe cors
oil
rischiodi buttarsi daunlerrazzo, per imitazione,anche solo dop<t avervistoun car
toneanimatodi
supereroi. Se la primavolta che abbiamo dato un calcioallospigolo
di un muro fossimostati perdonatianzichdindotti a provareun doloreacuto,
saremmopienidi lesioni. Questopotrebbelasciaresupporre che perdonaresia contro
natura, ma peril nostrocorpo che come obiettivo primarioha la soprawivenza,ricon
oscerechecosad
male perchd pud comprometterlad facile. Per il sistemaessere
umano che come obiettivo ha l'evoluzionefelice nella comunione di intenti,nell'A
more,
ma con una mente capace di produrre qualsiasi credenzalverita,riconosceree
distinguere che cosa e malepudesserepiir difficile. Ma perdonare qualcuno cheha
fatto del vero male pudanchesignificarediveniresuo complice, liberarlo del suo e
ventualesensodi
colpa (cidchepotrebberndurloacambiarein meglio) percaricarlosu di
s e cidpubfermare I'evoluzione sia di chi d perdonatosia di chi perdona.
PerdonareDun'espressionealtissima di Amore che richiede di sapere Amare
e distinguere il bene dal male, b un dono preziosoche va dato,
senzageneralizzazioni, a chi D in grado di apprezzarlo perchd capace
di pentimento, di cambiamento.
PerdonareDun dono cheva dato innanzi tutto a se stessi, al proprio passato,
ai propri familiari e parenti, a chiunque abbia condiviso con noi esperienze
e legami affettivi e d'Amore e a chiunque, estraneo o nemico, si i dimoskato
capacedi pentirsi e di cambiare.
PERDONAREEBENEEMALE

6
Desiderie aspettative
'atteggiamento
mentaledi unapersonafelicee realizzatad moltodiversoda
que[[odiunapersonainfeliceancheriguardoai desideri cheproduce.Laprima
producedesideriche alimenta congiioiae che se si realizzano
larendonosemplicemente
allequali
piufelicediquantosiagii, la seconda produceinveceaspettative
fadipenderela sua feliciti.Ogniaspettativadprodottadallamentecon la paurache
vengadisattesa, maquesta perquantoinconsapevole,
che rimanga irrealizzata, paura,
d cid che per prima impedir)chepossarealizzarsicid che ci si aspetta a favore di
ci<)
che invece siteme.
capaci congrande arealizPerprodurredesideri dicondizionare potenzaIa Realtb
zarli,d, importante che essi sianoprividipaurae carichi di entusiasmo,
che siano felici,
costruttivi,in sintonia con la Realta elaproprianatura.Unapersonache ha saputoes
sere
felice dpiirutile a se stessa, aglialtrie alla Realti diunapersonainfelice,equal
unque
suodesideriopossarenderlaancorapir)felice la rendeanchepitrutilee costruttiva pe
r
sestessa,glialtri e laRealtd.I desideri sonoinvece colme di
di chi d infelice aspettative
paurache rendono larealizzazione
pii probabile diquelloche si teme.
Per essere utili a se stessi e agli dtri ed evolverenellaGioia e nell'Amore,
Dnecessarioaverprimasaputoessereautonomamentefelici.
Desideridi salute, diefficienza dipiacere,ricchezza, prosperita,
e vitalitd, abbondanza,
di armonia e di amorerivoltia se stessi sonoingenere,purchdsieviti di danneggiar
e
altrio di coinvolgere chi desidera altro, costruttivi. inassoluto
Ma I'aspetto piuimportante
dei tr,roidesiderib che siano realmentetuoi. La stragrande delle
maggioranza
personee incapacedi produrredesideripropri.Siguardaintorno,all'esternodi se,
ascoltaquellochegli altri[e dicono che dovrebbe li osserva

desiderare, pervedere
305

o
quelloche loro desideranoe alla fine deduce da tutto cid qualidesideri deve aver
e
ancheleiproducendocredenzesulle basi di tali deduzioni.Questob un approccio infe
liceversoi
desideriperch6,cosi facendo, d molto probabileritrovarsiad inseguire desideri
contrari allaproprianatura.
Ognunod diverso da ogni altro, a partei bisogni primarichee necessariosoddisfare
perlasoprawivenzadelcorpo(
mangiare,dormire,respirareecc.)echepossono
esseresimilipertutti coloro che hanno un corpo simile e vivono in un ambiente si
milr
(chivive al freddo desidera il caldo, chi vive neldesertodesideraI'acquaecc.);oE
inuno
d, caratterizzato
da attitudini individuali che lo rendono unico e irripetibileed anche i
suoi desideri dovrebberoessererelativi alla proprianaturaunica e irripetibile (c
hiama
glianimalipuddesideraredi lavorare e cosi
con essi, chi amalepiantedi occuparsene,
viaperchi ama la campagna, chi ama viaggiare,curare, costruire, leggere, scriver
e,
ballare, esplorare, educare,
difendere,cantare, agigiustare, scoprire,inventareecc.).
Chiguardaall'esternodi s6persceglierechecosa desiderare, potrebbeanchepoi
lavoraree impegnarsi duramentetuttalavita perrealizzarloe ritrovarsi poi piir in
felice
di prima.E normale che cidaccadaquandoi desiderichehaprodottosonoquelli
di altri. Persceglierequalidesideriavere,ognunodeveguardaredentrodi s6 e capire,
innanzi tutto, chi b, immaginandole cose che vorrebbe vivere e ascoltando lesue
emozioni.
Poichd questedipendonodallepropriecredenze,leproprieemozionirivelanole
propriecredenze.Se ci si accorge di provareemozionipositiveimnrapiinandocose
"inopportune",chepossonodanneggiarealtri o [a Realh o che comunque sono evidente
mentepococostruttiveed
evolutive perchdestraneeal principiodella cornunione
di intenti checaratterizzaI'essereumano e la trama della ReatD,allorasi ha una
preziosaoccasioneperaccorgersidelle credenze sbagliate,"pocoevolutive"o limitant
i
chepr-rssono nellapropriamente.
essere
Primadi produrredesideriUoVoglio...) rivolti all'esternodi sd, meglio allora ini
ziareaprodurrenuove
credenze dentro di s6e aspettare solo dopo che si d divenuti
quellochesi vuole essere perprodurredesideriallineati ad esse.
Per accorgiersi di qualisiano le proprieattitudini individuali originali sipudsf
ruttare

il propriopassatoericercarein esso tra le esperienze pii felici che sipubaver vi


ssuto
306 IOSCELGOIOVOCLIOIOSONO
c
findapiccoli'Puoiscrivere
unelencodelleesperienze
pii felicidellatuavita,perquellrche riesci a ricordare, eaccorgerti grazie ad.es
se
di quarepossa
esserelatuanatura.
Seperesempioambisci
a vorer vivereunarerazioneii u.roamore,ir,e,ia fontecricioia,Armonia,Ispirazione
,passione
echesialongeva,mati accorgidi e.ssere
infedere
e di averesempreavutodifficort)ad essere
sincero,di averesempreapplicatoil
ModelloMentaleNeonatoecc.
primadi desiderare
dipotervivereunarelazionediveroAmore,dmoltopil efficaceeco.struttivoiniziareinve
ceconil sceglieredi essere
sp''r
taneamentee felicemente federe.
sincero,amore'ore.generoso
e di avereun Modeilo
mentalealfettivoadattoal presente.
Le tue emozionideri'anocralle
tue crede^ze,sein passator,essere
infedeleti hadatoemozionia cui ora hai difficolDa pensaredi croverrinunciareanch
enel casovivessiuna relazionedi veroAmore,dsuificientechecambiretue credenze per
poter
riuscirea essere

morto piu fericeneilafedertvsinceriticheneil,infedelh.Ma deviesseretu ascepilier


e.
La cosairrrportante
i che i tuoi desiderisianoin sintoniacon queilochetu ti
accorgio scegli di essere.
DESIDERIEASPETTATI\,E

@
Cambiare
Pub bastareun solo pensiero, pub essere insufficiente una vita intera.
'dchi ci crede e chi no, ma sembra che fino al Rinascintentoci fossero alchimist
i
capaci di trasmutare nrateria g,rczzain materia piirevoluta,il piomboin oro.
In ognistella supernova awengono trasmutazioni dellamateriagrazieallequali
vengonoprodottiatomipesantipartendoda atomi piir leggeri. Ma il significatosimbo
lico
della trasmutazionealchemicad quellodi produrrecambiamenti evolutivi,
come trasformare unaqualsiasi ordinata, bella, orga
cosa in un'altra pii cornplessa,
nizzata ed efficiente,pii.revoluta appunto. Solo una personache ha almeno saputo
realizzare
la trasmutazionedi se stessa,evolvendose stessa, pudesserepotenzialmente
capacedi produrretrasmutazionievolutiveanche sugli altri e la Realta. E questala
sua
Grande Opera. quellache esprime il sensodella sua esistenzae a cui,cr-rnsapevolm
ente
o inconsapevolmente,
d chiamata.
RiuscirearealizzarelapropriaGrande Opera evolutivad il piirgrandesuccesso,il
pii importantedellapropriaesistenza.Ancheesseresolo riusciti a soprawivere dgid
un grandesuccesso,ma la propriasoprawivenzat a rischio soprattuttoquandosi d
piccolie la si deve, perquesto,soprattuttriad altri, a chi, con o senza Amore,ci
ha concepito
e a chi, nel beneo nel male,sidpresocura di noi pertutti gli anni .successivi
la
nascitafinoal raggiungimento fisica. La soprawivenza
dell'autosufficienza dagli anni
successivib ancora, in granparte,una conseguenza di cid che abbiamoirrrparatoda
piccofidaglialtri.LapropriaGrandeOpera,invece,deveepudessererealizzataunicamente
da se stessi, nessunopud farloper altri o costringiere altri a farlo sed altro
que[[oche vogliono.
Quandounapersona,indipendentemente
dacomevienegiudicatadagli altri, d
riuscita in qualchemodoad evolvere, a migliorarese stessa, pud sentirsiquasiin
309

c
doveredi .,aiutare"anche$li altri a farlo condividendo
le sue conquistecon loro'
umano,ma riuscirea conQuelladi condividersi b una tendenzanaturaledel['essere
vincerealtri adevolvere,a miglioraresestessi,pudessereun'impresaestremamente
arduaperch{ognunod il primoe unicoresponsabiledellapropriaevoluzione,della
cono
propriaGrandeOperae di tutti i cambiamenti chepuil produrrein se stesso
ienzaI'aiuto di altri. Pubsembrareegoisticoma ritengocheI'approcciopiit costrutt
ivo,
piuttostochecercaredi carnbiarequalcunoo di aiutarlo-rischiandocosidi ali
mentarela sua passivitir-, sia semplicemente quellodi mostrarsie rivelarsia$lial
tri
per quellochesi d staticapacidi essere,lasciandochesianoi fatti,anzichdle sole
e di farecosechepossono
puroi.,a dimostrare chesi d migliori e in gradodi essere
anchedaaltri.Il piirgrandeaiutochesi puodarea qualcunoper
esseredesiderabili
cambiaree migliorare se stesso consistesemplicementenelmostraresestessicapaci
di cose,azioni,comportamenticostruttiviche anche gli altri possanoambireasaper
farepartentloperddalpresuppostochedevonofareda soli. Ognivoltachesi cercadi
imporreo convincerealtri adesseremigliori o che la propriavisionedellaRealtird
migliore,si corrono pericolosirischi:
fossein gradodi vederesolocio
chenelmondo
. quello{i essere fraintesi:chi,ntetaforicamente,
chedelmondod in biancoenero,pr-rbrifiutareaprioridi accettare
vi possanoessereanchecoloribellissimi,almenofinoa quandosarain radodi
vetlerlianchelui con i suoiocchi,maallorasaririnutilechealtriglielospieghino,
lo sapri gii;
. quellotli ritenere, apriori,cheil propriolivellodi evoluzione siamiglioredi qu
ello
di altri quandoinvecepotrebbeesserlosolorelativamentea cio chesid stati in pases
sereinferiore,
e anchedi
sato.Il propriolivelloevolutivopotrebbecomurlque
molto,a quellodi chi si giudicainferiore.Personechesonostate evolutivamente
,,ferme"permolti annipossonofacilmenteentusiasmarsianchesoloperun piccolopasso
conquistaa cui tutti, anchequelliche

e ritenerechesiaunaSlrandiosa
quelpiccolopassoI'hanno$i2rfatto,magiarisecoliprima,debbanoaderire;
sanaammirazionechepotrebbeportarloa
. ouellodi stimolare nell'altro,anzich6,la
IO VOGLIO IOSONI)
IO SCEI,GO
3r0
c
desideraredi cambiaresestessoed evolvere per "emulazione", solo rabbia, irrvitli
lr
o peggio.ln tal caso potrebberoessereproprio9li altri,quellichevorresti aiutirrt
'
ad evolvere, a cercaredi opporsi a tutti i tuoi cambiamenti evolutivi.
In buona sostanza,il proprioIivello di evoluzioned un puntodi un processodinanri
co
che ha una propriavelocitir ed 0 estremamente difficile che unapersonapossaaccor
gersidi qualepossaesserenelcontestodi una Realt2r che evolve e rispettoad altri
cht
evolvono anch'essi a velocih propriesoprattuttoperchdsi puirconfrontare solo cor
r
quelloche d stato nelproprio passato: cid che potrebbeesserein futuro dsconosciu
to.
Si possonofaresolo supposizioni nel presentema qualsiasi giudizio e,per questo,
puramenteipotetico; anzich preoccuparsidi fare evolvere, di cambiareSlialtri, lir
cosa importante b riuscire innanzi tutto ad evolvere se stessi. Setu migliori te
stesso.
tuttele personeche ti sonovicine, tutta I'Umanit), I'intero Universo migliora,an
chr
sestai in silenzio.Il tuo "aiuto"aSli altri deriva semplicementedalfattoche se s
eireal
mente migliore degli altri, qualsiasicosatu possapensareo fare d comunque utile
a
te,aglialtri e alla Realtd, maevitadi perderetempo. di insi.stere, di convin
di cercare
cerequalcunoacambiareo adesserediverso da quellocheforsevuole continuare ad
essere.Chi d pronto perch6 vuole cambiare ti osserverde imparera da teanche senz
:r
che tu faccia nulla di evidente,anchesed lontano da te.
Accorgersidi cib che si deve pensareefareperdivenire ed essere miglioripudesserc
molto difficile siaperchdlaparolamiglioreesprime un concetto relativosiaperchf
quelloche si d. quellochesipen.sanelpresentederivadaquelloche si d pensatoefatto
nelpassatoe se si fosse riusciti ad essere migliori di quelloche si doggi lo si
sarebhr
gii fattoprima.Perdivenire migliori si dovrebbe innanzitutto essere in piradodi

pro
durre autonomamente quelloche serve a se stes.sipervivere e peressereliberidi po
trr
farescelteautonome.Sevuoievolverefacilmentedevi es.sere libero mentalmente m.r
anchematerialmente,deviinnanzitutto essereautosufficienteein fradodiprodurrt'
possibilmente piit di quantoccntsumi(in senso universale), altrimenti e giustoeo
ncstocontinuarea
rispettare il volere di chi ti d) davivere o da cui dipendi. Una per.sorrlr
CAMBIARE
3ll

c
clivienemigliorequandoevolvese stessa ed d in gradodi produrreevoluzioneanche
all'infuoridi s , peresempioquandoriesceafarecosecostruttivedi cui altri sonoincap
aci,
o fare cose di cui altri sono capacimain minttr tempoe con tln minoredispendio
di energia,di risorse e meno scarti.
Lepersonesi scelgono.
Chi cerca di imporre carnbiamentiin altri, ottienesolo di pe$$ioraresestesso.
Tutte le volte che ti troverai,per qualsiasi motivo(escludendoi comportarrrentiv
ioo,
peggio'a
lenti contro persone,arrimalio cose, contronaturao deviati) a discutere
epensatonel
litigareconqualcuno,considerache se avessivissutolestesseesirerienze
suostesso1rodo. ogpii avrestiIe sue stesse credenze,lapenserestianchettrcomelui
e
ti sarestimoltoprobabilmentecomportatonelkrstessomodo. Le probabilitichequalcosa
di cui puoiessereconvintosiala verita sonoestremamenteridotte.Llomesai,la
lasuarazio
veritd assoluta e un concettoastratto,inventatodall'uomo.L'uomo, c<-rn
naliti, pud produrre solo approssimazioni relative.Pud awicinarsi a percepirequa
l
cosadell'essenza solo con un approccio spiritualee intuitivo ad essa,
dellaRealtir ma
anchein quelcasofiniscepoispessoconI'applicarela sua razionatitd.Unr persorraspi
rituale e intuitiva dovrebbe sapereevitarefin dall'iniziole personecon cui potre
bbe
titigare e se fossecostrettaa interagirvi,anzichdperderetempocon chiacchiere inu
tili,
potrebbedirettarnenteagirefacendoqr-rellocheritieneEiiustotare. anche evitando
clidare spiegazioni perch6potrebberoessereassolutamentevane,incomprensibilio
perI'altro controproducenti.
Immaflinail seguente scenario.
Viviinsieme ad altri in una paludepienadi fango,tutti galleggianonelfanpiovicini
nellaqualetu ti senti profondamente

I'uno all'altro. E una Realtb a disagio nonostante


glialtrisembrinoessercisiabituati.Anchequandoqualcunosilamenta, ti accorgi che
si limita a sperare chela Realtir cambi,da sola, forsesoloperchdsi sente impoten
tedi
frorrte ad essa.Maquantopiu impotente si sente di ironte alla Realth,nellasua to
taIO VOGLIO
312 IO SCEI,GO IO SONO
@
Euita di perderetempo ed enenJia con chi, lamentarulosi, uuolesolo rimanere quel
lo che i euitando
qualsiasi cambiumento. IIt Sali, senza temere cantbiamenti o solitudine perchese
hui il
coraqgio di furlo scoprirai che in alto c'd una festa per te! Troperai altra uen
te,altri amici, ullnt
.\more, altre opportuttittigeneruteda cok,tro che i combiamenti li hanno qitittf
frontuti, du sii.
CAMBTARE 3l:t

6
liD, tanto piironnipotentesi sente di frontea chi, intorno a lui, gli apparepitr
debole
di lui e arriva mapiarianchea derubare, a infierire,anchead uccidere coloroverso
cui
si sente fortesoloperch6frustratodal suo sensodi impotenza'
inizi a volerlo con tutto te
Inizi a desideraredi uscire daquellapaludedi fanpio,
stessoe a muovertiin essacercandonuovispazi,fino a quandoti trovi aurtarecontro
quellacheti sembra unapiattaformasolida.Felicementesorpreso,ti chiedi comee
intornoa essa. sene sia accortoe sia
possibilechenessuno,fra tutti quelliaccalcati
uscito.senzaesitare,ti aggrappial bordo e ti elevi, uscendodal fango persdraiart
ie
eosservarelapalude
trascinartiversoI'interno,quel poco chebastaperpoterti alzaYe
Ti guardiintorno:sonosolopochimetriquadrati ma rlel
standostabilmentesudi essa.
centroc'CunalungascalachevaversoI'alto,moltoin alto. Sembraunaviad'uscita'Ti
awicini al bordoe guardila paludecontutta la massa di genteaccalcatache"galleggi
a"
in essa.sembrachenessunoti abbia vistouscire,chenessuno
si sia accortodella
tra lepersorre
piuttufor-u e di te, in piedisopradi essa, fuori dal fango.Inizi a cercare
visiconosciuti,parenti,amici,lepersonecheti erano semprestatevicinestandonella
alcunipropriovicinoal bordo, ti inginocchie inizi a chiamarli,
palude.NescorSli sotto"
u.. p., evitarecheanchealtri ti sentano e possanomagaritravolgerliprimache
riescanoaduscire.Inizi a chiamare quelliacuivuoipii benema sembra chenessuno
proviallora
di loro ti senta,alzila voce eli chiami pernolne,ancorallessunareazione,
conquellichesaichehanno dei problemifisici ed emotivi,ma anche daIoronessuna
Ti rialzi e li chiamiunoaunourlando"Vienifuoridahl Ho trovato I'uscita,
reazione.
risposta,nessunareazione'
c'd anche unascalacheportain alto!".Niente,nessuna
,.perchd mi vede e mi sente?Chesiadiventatoinvisibile!'"Eppuretu ti vedi e
nessuno
ti senti. Insistieci riprovi manulla.
Decidialloradi passareall'azione,ti sdrai sulbordoe allunghi il braccio perraga prenderleun polso, la

[apersonaa te piircara,riescia toccarle il braccio,


fliungiere
si accor$edi te'"Checosa stai
iiri uerso
di te. Finalmente,appenainiziaa muoversi,
Lasciamisubitoil polso!","Ti stoaiutando,daivieni fuori,ho tr<,rvato
I'r-r
facendo!,
scita!",.,smettiladi dire idiozie,b impossibilecheesistaun'uscita!Torna subito q
ui!".
coln'dpossibile?'
Quellapersonasi i sempre
Rimanisbigottito,sconvoltg,confuso,
IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
3r4
c
lamentatadi quantofossetriste vivere nel fango e ora che hai trovato I'uscita, i
nvect,tli
saltare subito fuori come hai fattotu, ti chiededi ritornare nel fangioi' E assu
rdollr:ri
altri tentativi ma senzaalcun risultato, inizi a discutere, a litigareconquellal
tersonir
a cui vuoi tanto bene e ti accorgi, pocopervolta, di quantoseidiversoda lei, il
.stro
essereirremovibileti fa trovareil coraggiodidesistere.Ci riprovi conglialtri tuo
i clri
e anche con alcuni estranei maIareazioneb sempre la stessa. Sei disperato eti tr
ovi ;r
dover fare una scelta. Tornarenel fango e continuare astare nell'urnido sporco l
ra c()r)
le personea cui vuoi bene, o lasciarle dove sono e stare, dasolo, fuori dal l'an
fo rrr;r
almeno all'asciutto? Haitalmente desiderato e voluto uscire da qLrelfanfoche sok
r l'i
dea di tornarci ti nausea. Orache sai dell'uscita e che sai che nessuno ti crede
ci vivrt'
sti molto peggiodi prima!
Rimanialcunigiornisuquella piattaforma a pen.sare,
lr
a riflettere, ad os.servarr
personenelfangiiiacuivu<-ribeneprinradi decideredi iniziarea salire lascala.C'et

rrr
aspetto.strano vista solo da chi hadesiderato
di cui ti accorgi:quell'uscita pud essere
fortemente,dentro di s6, tli trovarla.Nesslrr-ro
puofarlavedere ad altri se questi,ncllr:
loromenti,hanno .solo lapaludedi fango, senza alcunavia d'uscita, in cui vivono.
IniziasalireIascalacon un grande disolitudine di lirrc
senso malaconsapevolezza
lacosagiustae lasensazioneche mc-rlto difficilmentepotraitornare indietro. Merrt
rr
sali,guardiin altoedi tantoin tanto ver.so il basso quandoti accorgiche dalla pa
ludr,
cirmai lontana, molti,che ti hanno visto a distanza,hanno iniziato ad andare ver
so ltr
piattaforrna.Alcuni sono piiauscitie hanno iniziato a salire lascalaanche loro.
I'crtli
il sensodel tenrpo minuti,ore,giornio anni,metri o chilometri, chissir.
edellospazic.r,
Appenariesciad accettare qualunquecosapo.ssaaccaderti,anchedi morire, giungi;r
unanuvola,la attraversi salendoe quandosbuchidall'altrapartescopriun nuo\'o
ntondo,ltienodi luce e di personefelici,pronteafestegigiare
il tuo arrivo. Il tuo.senso
di solitudinesvanisceall'istante e ti accorgi che la tua feliciti D autenticaqua
ndo puoi
condividerla,ma conqualcunoche vuole altrettanto.
CAMBIA]IE
3r5

c
Premessa
All'origine di ogni crisi o infelicith,pensataey'ovissuta,
vi sono credenzefalseo limitanti;
b li chesi deve intervenireperlapropriafeliciti, pensatae vissuta.
Itermine exotropio significatrasformozione unpro
riuoltaall'estemoad indicare
J
cessoevolutivo: in contrapposizione che
I'hogiautilizzato al termine entropia
I
trasformazione una tendenza
caos.Ho voluto chiamare questoMetodo Exotropic Mind (MenteExotropica)per
esprimere[a relazione creatricefraI'uomoe [a Realtd partendodalpresupposto
I significa invece riuolttt all'intemo peresprimere al
che
oginicambiamento (trasformazione
nellapropriamente interna)sirivolgeancheall'esternotraducendosi
nellaRealtd e vissuta (trasformazione
in cambiamenti manifesta
esterna).Questa d alla base dell'evoluzione Graziea questo
relazione dell'uomo.
metododpossibileallinearelapropriamentea cid che ognuno ela Realtd dnellasua
essenza: dinamicoevolutivocaratterizzato faredivenire
unprocesso da cambiamenti,
lapropriamentelaprotaSonista
attivaeconsapevoledi quel processo dinamicoin
modo finalmente evolutivo,felicee in comunionediintenticonla Realtir.
UnaMentefeliceproduceuna Realti Felice.
317

6
cheoginunovivesonofortementecondizionate,invisibilLa Realtde le esperienze
perlopii inconsapevolmente crededi se
mentee a distanza, dacib che ognunostesso,deglialtri,dellasuavita,dellavitadeglialtri,di tuttalaRealth'
Dalletue credenzeinconsapevolidipendonoil tuo stato emotivo,le tue emozioni'
motivazioni, pensieri, giiudizi,azioni ma anche$ran parte delle esperienzecheviv
i'
conaltrepiirfelicie attualizzale al presente
cambiandoletue credenzeinconsapevoli
interna)puoiriuscireaprodurreconfacilitbanchepensieri, emozioni e
(trasformazione
beneficiodeltuo statoemotivo,dellatuavitaliti ma soprattutto
desiclerifelici,agrancle
chevivraineltuo futuropercl-rdcondizioneraianchela
avantaggiodeltipridiesperienze
Realtiraproclurrepertepropriole esperienze divitachesonoallineateadesse'
ognuno vive una propria realti individuale all'interno di un universo condiviso
cheevolvegraziea un principio: la comunione di intenti (oAmore).
Ogni cosacheesisteha un campoindividualedi informazionipurechesi estende
l'interoUniversoe interagiisce
invisibilmenteconil campodi
aliliniinito,chepervade
ogni altracosacheesistein esso.Le informazionichecaratterizzanoiltuo campo
nella tua menteinconsapevc'le, cl-re
i pensieri
derivanoperlopiirdallecredenzepresenti
dinamica.ogni campodi informazionie costiproducisonosolounaloro espressione
sonoquesteultirne'in particolare,
iuito tlaAttitutlini individualieTenclenzeconclivise;
cheinteragrsconocon le Tenclenze presentinei campidi ogni altra cosacheesiste'
conquelledituttala
delletueAttitudiniindividualieTendenzecondivise

Linterazione
di tuttele menti di tutti gli esseriumani,di tutti i circuiti
Realt)in tutto I'Universo,
di tutte lecoseanimatee inanimatesi attualizza nellesequenzedi eventi
elettronici,
chesimanifestanoin ognunadelleTueesperienzedi vita'
chi haunamentedinamica-exotropica-d allineato alpresentedellaRealtire la
chetutto vada"liscio",cheoEini
potentementea larsi,peresempio, cosa
funzionie si sviluppipositivamente,producendolui stesso, intuitivamentee attrave
rsoatti
tli volontir,coinciclenzefavorevoli'Quandoseidisallineatoentri invecein
condiziona
IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
c
turbolenzacon la Realth eproducicaos,tutto va storto, nulla funziona come vorres
ti,
ogr-ricosa diviene estremamentecomplicataepuoiaffrontarlaegestirlasolorazionalrn
enteperch6
perdi la tua capacit) intuitiva e di produrrecoincidenzefavorevoli.
Tuttele tue esperienze, quellechehai vissutofino ad oggi e che vivrainel tr.ro
tuturo, sono il risultato, attualizzato in ogni presente,conI'inconsapevoleco-pa
rtecipazionedi
tutti e di ognicosaesistentenell'Universo,della tua essenza e delle tue credenze
e
ti hanno dato lapossibilihdi cambiare latuaessenzaele tue credenze.
Nellatrama della Realti un'esperienzavaleI'altra,edi come se "aspettasse"di
sapere anche da Te, dalle informazioni che la tua mente ha in sd e produce quand
o
pensi, quali eventiprodurre, quali esperienze farti vivere in ogni tuo presente,
con la
co-partecipazione,in comunione di intenti, di tutta la Realti. Amore. D grazieaq
uesto
principio che la Realti evolve.
E un processo,comefosseunadanzaincessante,nelqualecauseed effetti si generano,
si invertono e si dissolvono nelle tendenze rivolteaIfuturo, le vereprotagionist
e
irrvisibilicapaci di produrreoSni evento presente,che si manifesta,poisiannulla
e si
manifestadi nuovoconlievicambiamenti in un cicloevolutivo continuo e infinito di
creazioneeannullamento,di mortee rinascita. Ognuno,perlopiirsenzaaccorgers ne.
trasferiscecontinuamenteinformazioni dal suo passatonel suo presente,rendendole
cosirealieproiettandolenel futuro, nella trama della Realh cheutilizzale loro in
terazioniper
generareogni nuovo eventopresentedella ltealtd manifesta. Le tue credenze,
le tueemozionie i tuoi pensierie motivazioni sono la materia prima,i "mattoni"

con i qualila Realtd pudcostruire le "solitecose", fallimenti, caos, crisi e dis


truzionicome se si stesse dentro a r.rna squallidaprigionedallaquale, perche si 0 incapa
cidi
uscire,perannullare ogni desiderio di uscire si vuole che vi sia.squallore
anche
fuori. Ma la Realtdpudprodurreanche cose eccezionali,miracoli, successi, ordint,
Cioia ed evoluzione -comesesi stesse ad osservare eguidareun regno felicedall'al
to
di un maestoso castello.La Realtir pub produrre esperienzeordinarieapparentemrnl
t'
casuali o violenze devastantie inaudite ma anchemiracoliche trabordano di (iioi;
r
incommensurabile.
EXOTROPIC 319
MIND:ILMETODO

6
Ma tutto dcomeun giocodi cartenelqualeuna carta valeI'altrama d chi la riceve
-perch6I'ha incgnsapevolmente creatacon la co-partecipazione deltutto e scelta l
ui
stesso-chegliattribuisceil significato checrede, che haperlui, peril suogioco.
Unamentericcatli credenze felicidivienesorgentedi emozioniepensierifelicima
soprattuttopermettefinalmenteancheallaRealtirdi produrre.perlei e $raziealei,
in un modo fantastico' utrcircolo
esperienzefelici. Si pudalloraentrarenelprocesso
virtuosoalimentatodallapropriaCioiaedEntusiasmoe corroborato da esperienze
felici: [a propria autorealizzazione,la propria felicee consapevole evoluzione'U
na
e intera$,irecostrutttvamente.
voltariconquistatala tua innatacapacit)di pensare
e la RealD,puoialloraprtldurre
e in modo allineato conte stesso
con una grandeprobabilititdi vederlirealizzati,e di
consapevolmente
desideri/volontdconsapevoli
viverli.
Hopotutosviluppareemettereapuntoquestometodosolo dopo avereiniziatoa scrivereque
stolibro.
Appenaho iniziatoafarlosonostatoletteralmentetravoltodafiumi
"sincroniche"
di intuizionientusiasmanti,altequalisonoanchese$uiteesperienze
clirette,alcunemoltoimpegnativema illuminanti. Traqueste,alcunerelatirreal conce
tto
di veritd;altreal modo con cui il nostro cervellomemorizza,recupera,elaborae
attribuiscevaloreallecose;altreancora alla metaforadeipensiericome trenini che
viaggianosupropri binariprecostruitidallepropriecre'Jenze;poivi sono statequelle
che mi hannopermesso,combinandola teoria dei campirelativisticidi Einstein al
di derivare cheogni cosa ha un campo che si estende
fenomenodell'entanglement,
a
tutto I'Universo e che interagiscecon tutto cid che esistein esso, trovandocosia
nche
una"giustificazionerazionale"(utileperchi ne avesse bisogno)allarelazionecreatri
ce
chela mente di ognunodi noi ha con la Realta.
Altre esperienzehannoriguardatoil concetto cheI'unica operazione aritmetica
chesiail nostro cervellosia la tramadeltaRealtd fanno d I'addizione; altremi han
no
facile,conoscendoil modo in cui il cervello producecre

fatto capire comepubessere


denzelverih,riuscirea cambiarle o aggiornarle; altreancorahannofattolucesulpreIO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
o
sentegenerato,anzich dalpassatocome comunemente creduto. dal futuro t dlrll,
tendenzerivolteadesso, cheognuno,attraverso ernozror)r,
tendenze le sue creclenze,
pensieri,desideri
e paure,contribuiscea produrre;talunemi hanno confernt.rtoil
fattoche molte personesono infelici e incapacidi sinceritir perch6 enerAnolor.
stesse,senza leesperienze sempre di attrihrrirt,
accorgersene, chevivono ma cercano
ad altri o al caso ogniresponsabiliti:infine,altre esperienze grazieallequalihoa
vLrlo
laconfermadi come siaun'illusionecercaredi identificare le cause di ogni evento
,
esperienzaperchdognuna di esse di infinitetrn
d il risultatodellaco-partecipazione
denzefutureenessunacausapassata.
Tuttoquellocheho vissuto,tutti i fatti, tutte lecoincidenzechemi hanno portato;r
viverecerteesperienzepiuttostoche altre sonostatepermeampiamentesufficienti
perche potessi accorpiermi
di quantole mie credenze,imiei pensieri.imiei desidrri,
paure,entusiasmie motivazioni siano capaci di condizionare Iamia realti eprodurr
c
effetti tanto importanti quantorazionalmentedifficili da spiegare.Questolibro c
anche il risultato del mio desideriodi riuscirea spiegare in modo semplice,chiar
octl
efficace,a me stesso,a te che stai leggendo e a chiunque altro lo Ieggera, cio c
he, corr
siderandola razionalita che domina I'uomocontemporaneo,avrebbepotutoesscru
for.seaccettabilesoloda chi fossestato capace di sinceri atti di fedeo avessecol
tivato
lasuainnatapercezionespiritualedella Realtir. Personalmenteho spessoincontrirto
grandidifficoltanel cercaredi condividereconaltri la mia visionedellarealth.fors
t'
perchdd molto "responsabilizzante"
e.soprattuttoi vittimisti, preferisconocontinutrrt,
a togliersi ogniresponsabilitd, darebbe
ancheseI'assumersele loroun enorme potrrr
sullapropriavita. E ancheperquestoho desideratodi riuscire a mettere a puntorrrr
metodopraticoche fosse facilmenteeautonomamenteapplicabileda chiunquc sus(,
stesso.Quandoho iniziatoa definirlo ho consideratoanchei seguenti aspetti:

t
moltepersonesonoconvinte che per poter risolvereun qualsiasiloroproblerrrir,,
realizzarequalsiasidesrderiodebbanoaveresempree comLlnque bisogno dell'airrl',
di qualcuno.Siprecludonolapossibilihdi riuscirci da sole solo rrerchdesclurL,rr,
,
EXOTROPIC
:i2l
MIND: IL METODO

c
a prioritalepossibilit).Questometodo, invece, si fonda sullapropriatotale autono
mia
e, anzi,richiedeaprioriche si eviti qualsiasiinterferenzaesterna.Ognuno
devepersonalizzarseloda solo e applicarlo a se stesso senza dipendere danessun
altro ed evitando di coinvolgere chiunque altro;
molti hanno una grandedifficoltia credere in qualunquecosa che escadall'ordinari
o
e vogliono delleproveprimadi poterlaanche solo prenderein considerazione.
Perquestomotivo ho diviso I'applicazionedelmetodoin fasi a impegno cre
scente-la primadellaqualerichiede un impe$no veramente minimo-per permettere
a chiunquedi potervederedeirisultati tangibili fin dall'inizioeprodurre
cosila motivazione acontinuare,fino a divenire capacedi prenderepienocontrollo
dellapropriaesperienzadi vita;
molte personesonoconvintedi doversi accettareper quello che sono, che sia
impossibilechepossanocambiarese stesse e che quindiI'unicacosa che possono
fare d di cercare o sperare di vivere il meglio possibilerimanendoperbquelloche
song.Questometodoparteinvecepropriodalpresuppostoche si deve, innanzi
tutto, sceglierequellochesi vuole essere e che si pude si deve cambiarese stessi
se si ambisce a vivere diversamente, daqualsiasipropriopas
indipendentemente
sato e da cib che si ritiene di essere;
in molti hanno scritto libri e definito delle tecnichedi self help (auto-aiuto)o
sui
benefici del "pensarepositivo"partendoforse dal presuppostochechiunque,con
un minimo di volontd,sia in gradodi produrrepensierifelici.Io mi sono accorto,
tuttavia, di quantoquestosiaperla stragrande magsioranzadellepersoneestremamente
difficile, soprattuttopercoloro che sono arrivati aviverein uno stato di
crisi cronica-senza apparente via di uscita -proprio a se5luito del loro modo di
pensaretristemente,coloroche potrebberotrarne i magi$iori benefici se solo
riuscisseroapensarefelicemente.Laprimapartedelmetodoriguardaproprioche
cosasi deve innanzi tutto fareper poter predisporrela propriamente a produrre
pensierifelici ed d rivolta soprattutto a chi ha maggiori difficoltd a farlo.
322 IOSCELGOIOVOGLIOIO SONO
c
QuestoMetodosi fonda sull'impiegoditreformidabiliparolechiavetantosenrplici
quantopotenti:"Io scelgo, Io voglio, Io sono" che andranno utilizzateperdel'inir
c
delle dichiarazioni personalizzate
in gradodi:

nuove neuronali
suiqualipoterfarsuccessivamente "trenini"dinuovipensierifelici;
o farprodurrealpropriocervello connessioni felici, nuovi "binari"
scorrere
o introdurrenellapropriamentenuoveassociazioni quindi
e nuoveuedenze,
nuoveemozioni,nuovemotivazioni,nuovidesiderie ambizioni, neutralizzando
vecchiecredenzelimitantiopaureinopportune;
r riorientarei proprimodellimentalieriuscireapercepirela Realti in modo piir
esteso,attualee felice;
o tradurreconsapevolmente interniin cambiamenti nella
i propricambiamenti
RealDesterna,condizionandola di vita felici chesi d
aprodurreleesperienze
saputopensare,immagiinare, e associare
desiderare a se stessi.
Perriuscirea condizionare aprodurre di vita felici che si desi
la Realh leesperienze
derano,che si vogliono vivere quellechepotrebbero considerate
-anche essere lepiir
improbabili, lapropri;r
difficilio, meglio ancora,impossibili-utilizzandounicamente
volonDe il proprio pensiero, bisognainnanzituttopredisporrela propriamente
inconsapevole vivere a nuove credenze.
apoterle grazie
La Realtir rispondeaquelloche una persona-indipendentemente
dacome appare -pensaed D nella sua essenza, nellecredenze
che ha nellasua mente inconsapevole.
b quindisullepropriecredenzeinconsapevoli
che si deve innanzitutto intervenrre per
allinearlea cib che si vuole essereecon cid che si vuole vivere,peressereFelicir
rl
entrareincomunionedi intenti con la RealD. I concetti "umani"con i qualisinuo ce
r
EXOTROPIC
MIND:IL METODO :|2:l

c
care di esprimere I'essenzaevolutivadella Realta sonolaGioia,I'Armonia, il Merit
o, la
Gratitudine, la Sincerith (intesacornerivelazionedi ogni cosa per quello che d)
ma,
soprattutto, I'Amore (intesocome azione in comunione di intenti del tutto con il
tutto). Una personalacui mente inconsapevole di essere
crede,peresempio, infelice
perchdhaassociatoI'esserefelicia una colpa anzichd a un merito-, di essere sfort
unataperchi ha associato I'esserefortur-ratiall'esserebelli,ricchie famosi anzichl.
all'esserefelici e sinceri -, di esserepovera-perchdhaassociatoil denaro all'ego
ismo
e all'opportunismo anzichd dellaproprialiberti efelicith
a un mezzo di espressione oppure
di essere sola e senza nessuno chepossaamarla-perchdhaassociatoI'Amore
solo all'essere compresa,capita e aiutata anzichd all'Armonia, alla Gioia di dar
si e dare
senzaaspettative-, anche se riuscisse aforzare la propriamenteconsapevolea fare
affermazioniea produrrepensierio desideri relativi all'esseree al vivere esperie
nze
felici,fortunate,riccheepiened'Amore, ed entrerebbe
si disallinearebbe in turbolenza
con le credenze della sua mente inconsapevole rendendoperquestolo sforzo vano o
addirittura controproducente. E se anche unapersonadovesseriuscire, nonostante
turbolenzee disallineamento, di vita felici,
a tradurre isuoi desideri in esperienze
avrebbecomunque difficott) ad accorgersene ma soprattuttoa gestirlecostruttivamente,felicementeo ad accettare di poterlevivere.Qualsiasiesperienzala propria
mentepossaassociareall'esserefelici,"fortunati"ricchie degni di Amored bene che,
perpoteresserevi.ssuta,compresae accettata, trovi corrispondenza e sia allineata
con
lepropriecredenzeinconsapevoli.
Dancheper questo cheognuno deve innanzi tutto
interveniresullepropriecredenze percrearsilebasi con le qualisaper
inconsapevoli:
produrre pensieri e desideri felici ma anche perpotersi permettere di vivere e a
pprezzare
le relative esperienzefeliciche sarh finalmentein gradodi prodursida sola conla
co-partecipazionedella Realth.
Un'esperienzabfelicequando produce Gioia sia in chi la vive,
sia in qualunquealtro essere n possavenire direttamente
o indirettamente coinvolto.
324 IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO

CI
Se normalmente d difficile anche solo accorgersi di che cosa dia realmente Gioia
irst,
stessie allapropriamente-perchr5,indipendentementedaqualsiasiriferirrrentosi
possacercarenel sensocomune, cid dipende dallepropriecredenzeinconsaper,'oli,
dalleproprieaspettative,motivazioni,intenzioni,paureed entusiasmi, quindisoprtrt
tutto dal proprio passato -, pretendere di conoscere checosapossadareveraCioia;r
d
altri d, oltre che molto piirtlifficile,gravementeinopportuno.Qualsiasiesperienz
a
consideratafelicedatutti pud avereeffetti devastanti se viene vissuta daqualcuno
che nella suamenteha credenze incompatibilicon essa. BisoSna pertantoassolutamen
teevitaredi
produrrequalsiasidesideriopercontodialtrio che coinvolga persolre
specifiche,anche se fossero loroachiedertidi farlo, perchdognunodeve innanzi tut
to
confrontarsicon se stesso e vivere personalmentegli eft'ettidellesue credenze, p
cr
potersceglieredi cambiarle. Se un propriodesiderioconsapevoleproducetendenzr
che sono in conflitto con le propriecredenzeinconsapevoli, turbolenzee
si generano
si produconoeffetti caotici; a magsior ragione,se un propriodesiderioconsapevolr
:
coinvolgeun'altrapersonaspecifica,le relative tendenzepotrebberoentrare in confl
ittoancheconlesuecredenzeproducendoeffetti
caotici e crisi.
Questometodo deve quindi essere applicato unicamente da se stessi e riguardare
unicamente se stessi nell'assoluta isewatezza; ogni affermazione e ogni desideri
o
devonoaver come unico prota$onistasestessi ed eventualmente persone"astratte".
Vaevitato a priori il coinvolgimento di qualsiasipersonaspecificadiversa da sc
stessipartendo cheleeventr,rali chepotrannoesserecoinvoltc
dalpresupposto persone
nelleproprieesperienzefelicisarannoquelleche hanno gi), da sole, prodotto propri
r
credenzecompatibili con quelleesperienze.Potrannoesserepersonenuoveesconosciutea
d"
occupare"spontaneamentequel posto, o personeconosciuteche,con Ie
proprievecchie cred,enze, si ignoravano. "Quandol'allievo d prontoil maestro arr
iva",
senzache lo sidebbaandarea cercare chi.s$ dove o "obbligare" qualcunoadesserlo..
.
Invecedi desiderare,peresempio, amatoappassionatamente
di essere da una certir
personaspecifica-che magari desideratutt'altro-e che magariritienidi amare sokr
in virtr) di tue attuali credenzelimitanti, desidera semplicementedi vivere un'e
slrr
EXOTROPIC 'Jl2F.t

MIND:IL METODO

c
Appassionante, Felice conqllalcuno
volereveramente difarealtrettanto
rienzad'Amore Sincera, eCorrisposta chepossa
e desiderare con te.
Solo un amorepienamentecorrisposto D Vero Amore.
vi saranno nuove,
Quandonellatua mente credenze piirattualiefelici, inizierai anche
ad accorgerti diessereattrattodapersonecheprimati lasciavano indifferente,
e viceversa,
e ad incontrare persone che sono piuvicine al tuonuovo
e conoscere nuove,
presente
felice.
Una.spettodi fondamerrtale innanzi tutto quellodi essere a
importanzad, disposti
cambiaresestessi tuttoquelloche verrd fatto si basa Unaper
perchd sucanrbiamenti.
sonache,peresempio,ambiscea vivere un relazione di vero Amore ma nella sua
menteinconsapevole che le impediscono spontaneamente
vi siano credenze diessere
fedeleequindisincera vistoche nella mente maggioranza
-abbiamo della stragrande
dellepersonevi sono associazioni frai concetti che
conflittuali di Amore e di Sesso
portanoaprovareemozioniepassionitanto meno intensequanto piir si Ama -deve
innanzituttoaccettare se stessa emozioniepas
dipotercambiare per poter provare
sioni tanto piirintensequanto piir Ama la persona osceglier2r e
chehascelto di Amare
che ha fatto [astessascelta, cosi spontaneamente indiffe
perdivenire e felicemente
rentealleattenzioni diqualunque sessuale
o alla disponibitita fontedi energia estranea
alla coppia, proteggendo da interferenze
cosi la coppia esterne.
Lc stesse crederweproduconole stesseemozionieBlistessipensieri,

gli stessipensieriproduconole stesseemozionie le stesse credenze,


che la Realti traduce in esperienze.
Perprovarenuoveemozionifeliciseneprodurrenuovipensierifelici,
per produrre nuovipensierifelici serrre produnr nuovecredentzefelici,
che la Realti tradurri in nuove esperienze felici.
La Realti D al tuo sen'izio.
326 IOSCELGOIO VOCLIO IOSONO
c
Levoluzione sirealizzaattraverso cambiamenti,subiti,scelti e voluti, o "forzati"
.Normalmente
si fanno delle scelte a seguito di crisi o di situazioni impreviste ed d sopratt
ut to
in queicasi che si ha la preziosaopportuniti di scegliere di cambiare qualcosa.T
utt;rvia,
anche in queicasi, si tende a fare delle sceltesempre simili e conformi alle pro
prie
credenzepur di evitare qualsiasicambiamento-lamentandosie manifestandovittinrism
oper
questo -masonoproprioi cambiamentila"chiave"conla qualeci si pudaprireallapropri
aevoluzionefelice.
Ogni scelta pudesserefattaanchesenzadoveraspettaredi affrontare una crisi o degl
i
imprevisti,pudesserefattacomepuroefeliceattodi volonD. Ma i propri pensieri sfug
gonofacilmenteaqualsiasi
controllaticonsapevolmente
tentativodi essere e tendorro;rrl
andare,immancabilmente,proprioversocid che si teme piuttostoche verso cid che si
desidera,che si vuole. E importante allora riuscire ad intervenire "a monte"deip
ropri
pensieri,nellapropriamente inconsapevole,
dove risiedono le credenze dalle qu;rli
dipendonoleproprieemozionie i percorsiassociativiprivilegiatisu cuiviaggiano i "
trr:nini"
dei propri pensieri.
Sepensi,dici e ripeti a te stesso "Io scelgodi essere Felice", nel tuo cervello
si attivano
neuroni diversi che se,peresempio,pensi,dici eripeti a te stesso "Sperodi essere
Felice" perch6questai una rinuncia ad esserlo, D un affidarsi ad altri perch6si
rifiuta
di cambiare se stessi.
E importantecheinizi aconsideraresubito che sei tu che devi innanzitutto sceglit
'reche
cosa vuoi essere e come vuoivivereperchdsolo tu puoie devi farlo, e, qualunqtrr
cosa tu voglia, per poterla vivererealmentedeveprimaesserein te,nellatua mente.
Sr
vuoi vivere Amore,Gioia, Armonia, nellatua mente ci devonoessereAmore, Cioia,
ArmoniaedevonoessereassociateaTe. Le reti neuronali cherappresentanonellatuir

mentei concetti di Amore,Gioiae Armonia devonoessereassociatefra loro e collegat


t
alla rete neuronale che rappresentail centro della tua identiti.
EXOTROPIC :127
MIND:IL METODO

6
,tt
t
,tt-t\
,"@io".
,'"t'ttt.
iselurE
ivrrar-tfAl ,"-'J- .,-i--. ,)'--".
'{
l-:';t-ic r o ni ..AMo R ihirnmorunIirt;.----J
l,
OEnivoltachepensi,sogni,dicioascoltilafrase"IoscelgodiessereFelice'
Amore'GioiaeArmonia"'
Sanoe Vitale", oppui. "Io scelgodi essere
neltuocervel|osicreanonuovicollegamentisinapticifralareteneurale
il cento dellatuaidentiti equellecherappresentano
che
rappresenta
i concetti di Feliciti, Salute,Vitaliti, Amote'GioiaeArmonia'
IOSONO
IO SCELGO IO VOGLIO
6
Ogni uolta clrc dici o pensi "lo Scelgo di essere Cioia", una nuoua connessione
sinaptica
collega Ia reteneuronale del centro della tua identitd cotz quellu che rappresen
ta
il concetlo Cioitt.
sinaptico per permettere
sieridipercorrerlo,soprattuttosenella tua mente cisonomigliaiao decine ocentinai
adi
rnigliaiadi collegamenti cheassociano ad altro, per questo
Maun solo nuovocollegiamento dinsufficiente ai tuoi pen

la tua identitir
motivo dovrai pensaree ripetere questefrasimolte volte primadi produrreeffettidi
cui tu possaaccorgerti.
"lct Vbglio e-ssere Gioia" ne aagiunge un'altra rinforzando le precedenti
EXOTROPIC
329
MIND: IL METODO

6
Conil sonno nottumoleparienuoueconnessioni
prodotteaclogniripetizionesi consoliduno tralont'
Quanrlotrail centro detl'identitdeil concetto oirio ui d un .sufficienlenumero
sinaptiche(almenoalcunemigliaia),laripetizionedelladichiordzione
di connessioni
,,lo
sonoGioio"permettedifar assumere allastessacaratteredi ueriti.
Daquelmomentonuouipensiericaratterizzatido Gioia inizierannoadaffiorarealla mert
e
congrancle facilitd grazie al nuouo percorstt ctssociatitxt
spontaneomenter.t
diuenutounapropria credenza/uerit d.
IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
F
Scegli chi vuoi essereper scoprire che cosa vuoi vivere.
Scegliche cosa vuoi vivere per accorgerti di chi vuoi ess tre.
Se vuoi riuscire ad essere autonomamentefeliceecapacedi produrrefacilmenteprnsie
ri
felici, deviquindiprimainformarelatua menteinconsapevole
chehai scelto di
essereFelicee che Vuoi essere F'elice,ancheperchrisela tua attuale credenza i ch
c ttr
sia triste o infelice ti sari comunque estremamentedifficileprodurrequalsiasipen
siero
felice.
Puoiintrodurrenella tua mente qualsiasinuovacredenzaf.elice
che si tradurrain
cambiarnentianche nei modelli nrentali con i quali percepisci ora la Realtd rior
ien
tandoliin basead essa. Cib ti permetter2rdi vedere, intuire e percepirela Realti
in
modoprofondamentediverso.Anche le emozionicheproverai,i pensiericheprodurrai
e le esperienzeche vivrai cambieranno. Potrai allora sfruttarele tue nuove emozi
oni
felici e dare loro semprepiu forzae stabilitir. Con una mente Felice gleneriun;r
RealDFelicee riuscirai aprodurrecon la tua fantasia neorisvegliate
ecreativitd imrlagini
completedelletuefinalih,dei tuoi obiettivi. dei tuoi desiderie delle esperienzr
piu feliciche vuoi vivereneltuo futuroperchdlatuamentesari felicementeallineat.r

con esse e la trama della Realtapotr) finalmenteiniziare ad attualizzarle.


Quelloche vivi ora i I'effetto di chi sei ora. Chi sei ora i I'effettodelle cred
enze che la
tua mente ha derivato dal tuo passato.Iniziadasubitoapensarea cid che tu per.son
al
mentedesideri,vannobene arrche desiderigienericirivoltial tuo futuro eindipenden
ti
da chi sei ora e dal tuo passato.Come se fossiappenanato.Cerca anche di dedurrec
hi
devi essere per poterli vivere.Se,peresempio,vuoi essere materialmenteRicco, Am;
rto
e Felice dovrai innanzi tutto introdurre nella tua mente le credenzedi essere Ri
cco.
AmatoeFelice.
EXOTROPIC :t3|
MIND: IL METODO
o

c
lo Scelgo,Io Voglio,Io Sono
segrrrntisonoiprimi semplicipassiconcui iniziareperentrarenel tuo processo
lirr,rrrrico felice.
evolutit'o
I r l,reparazionee Allineamento: Tu,l'essenzadi te ste.sso e della Realta.
lr Scegli chi vuoi essere:formulaalcunidesideridi cidchevuoivivereo avere nel
per definirele tue nuovecredenzee
Iuturo declucendoda essichi deviessere
poterlivivere.
,,t Attualizzale tue nuove credenze e proiettale all'esterno: consolidalenella t
ua
laRealtdaprodurrei tuoi desideri'
perpotercondizionare
menteinconsapevole
entratonelprocesso,il tuo statoemotivomiSlio
trna volta cheavraiiniziatoe.sarai
semprepiu felici,il tuo allineamento
r.rranotevolmente,ituoi pensieridiverranno
scmprepiirstabileeirrizieraiavivere1uoveesperienzefelici.Lafortemotivazioneche
1ericaveraiti permetterddi produrre altre nuovecredenzefelici'
anchepii articolate'
enuovi clesideri ancheimportantie a manoa manochei canlbiamenti rn te stesso si
di vita potraimantenertispontanea
traclurrannoin cambiamenti nelletueesperierlze
nrentenel tuo processodinamicoevolutivofelice'
Preparazionee allineamento
allatuaessenzaeaquella
latuamenteconsapevole
Dfondamentaleiniziareallenando
dellaRealtir.
PuOessertiutile,prigtadi iniziare,prenderecoscienzadi cornela tuamentecondeituoi percorsi
sapevolee quellainconsapevoleinteragisconotestandoI'efficienza
edemozionitristi e felici del tuo passato(perdedurre

mentaliassociatiad esperienze
quald il tuo statoemotivo"normale", dal qualederivaancheil tuo eventualepessimicon il TEST(Opzionale)per valutareiI tuo sef-poirzlindicatgirl
smo/ottimismrt),
IO VOGLIO IO SONO
IOSCOLGO
o
appendicechepotrairipetereperiodicamentea partiredaalmenoun mese dopo I'trpplica
zionedel
rnetodo.
Perpotervivere esperienze f'elicidevi innanzi tuttoesserecapacecliprodurrepensie
ri
felici. Adalcunipotrebbe.sembrare mad tanto piirfacilequantopiuuna
semplice,
personadgidfeliceetantopiirdifficilequantopii unapersonadinfelice.Seseigii una
personafelice,capacedi produrrepensierifelicie immaginare leesperienzepiu belle
che tu possavivere.potrai sbizzarrirti,migliorare/evolvereulteriormenteproducend
o
cambiamentie realizzarele tue ambizioni razionali e spirituali piu strepitose.al
trimentipuoiconsiderarequesta
prima parte,la piirsemplicemaanche la piii impor
tante,perpoterinnanzitutto nrigliorare almeno il tuo stato emotiv<t.
Il successodell'applicazione moltodal fatto chevenga ben preparadelmetododipende
toe che tu siainnanzitutto in gradodiallinearela tua menteconsapevole
allatuamente
inconsapevole,allatua essenza e alla Realta. Inizieraiperquestodefinendo
tredichiarazioniexotropicheprimarie(
laprima,predefinita,dquellanecessaria
al tuo allineamento,
le altre duedovrai deciderle tu) che dovrai ripetere ate stesso molte v,lte.
Adunaprimaletturapotri sembrarticomplicatomadpii difficileda spiegare che
da fare e, vedrai, b facilissimo e semplicissimo. Anche la prirnavolta che seian
datoin
biciclettao hai guidatoun'automobile,all'inizio,ti eraprobabilnrentesernbrirtotu
ttr-r
molto difficile,e normale quandosi faqualcosaperla primavolta. Iiccoti ladescriz
ionedel
Metodo.
Exotropic Mind
r
Preparaalcuni fogli, unapennae un "quadernino":il tuoquaderninoexotropico.

lniziaquandosei solo esicurochenessunopossadisturbartio vederti, inun


'
luogopossibilmenteneutro,privodi inlerferenze, quandoil tuo stato emotivo
d calmoe in paceoil menoturbolentopossibile.
EXOTROPIC
333
MIND: IL METODO

o
o E fondamentale chetu mantenga la massima risewatezza.
r scrivisuunfoglio3 dichiarazioni,
oglnunaper3voltemalaprimainiziando
con"Io scelgo",lasecondacon"Io voglio" elaterza,traparentesi,con,,IoSono".
Laprimadichiarazione e necessaria
i quellapredefinita
'
peril tuoallinea
mento:
Io Scelgodi essereGioia,AmoreeGratitudine.
Io VoglioessereGioia,AmoreeGrztitudine.
(Io SonoGioia,Amoree Gratitudine).
o Lealtreduedichiarazioni tu perpermettere
sceglile allatua mente diprodurrele
nuove associazioni e
chevuoientrinoa far partedelletue credenze
che rigiuardano gli aspettipiirimportantidellatua vita futurao quelliche
sonoperte critici,fontidi crisio dellatuapossibileincapacitirdi vivere Ie
relativeesperienze
felicie di successo. Fai in modochecontengiano
solo
parole/concetti
genericimachesianocostruttivifelici,semplici,facili,chiari
e associabili
allatua identith, come:Feliciti,Gioia,Amore,Salute,Bellezza,
Armonia, Entusiasmo,Ottimismo, Mtaliti, Fotza, potenza,passione,
Abhondanza,Intuitiviti,
Ricchezza,sincerith, creativith, Intelligenza,
Purezza,Genialiti,Fiducia,onesti, Liberti, Gratitudine,prosperiti,successo,
Fantasia,Meraviglia,Ammirazione,Saggezza,piacere,Lealtl,Mae
stositi, Sapienza,Bene,Nlegria,Migliore,Grandiositiecc.
r In ognidichiarazionemettitre parole/concetti,
uno dei qualideveessere
"Feliciti" o "Gioia"o "Entusiasmo", deciinandolieintervallandoli,
perchd

conparolequali,,essere",,vivere"
abbianosenso,
e
a
Evitaqualsiasinegazione.
a
Evitaleparole"sempre","mai"e,,verit)".
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
c
.
Per esempio:
"Io Scelgo di essere Feliceevivere nella Bellezza e nell'Armonia"
"lo Votlio essereFelicee vivere nella Bellezzaenell'Armonia"
("Io Sono Felice e vivo nella Bellezzae nell'Armonia")
"Io Scelgo di essere Sano,Forte e vivete con Entusiasmo"
"Io VoglioessereSano, Forte evivetrconEntusiasmo"
("Io SonoSano, Forte ed Entusiasta")
(trovialtri esempiallafine di questocapitolo).
r Oraprendiun altro foglio, scrivi in alto il tuo nome e la data e delle tre
dichiarazionitrascrivisoloquelleche iniziano con "lo Scelgo" e"loVogllio"e
ricopialeanche nell'ultima paginadel tuo quadernino.
.
Anche nella prima pagina del tuo quaderninoscrivi il tuo nome e la data e
trascrivi le dichiarazioni cheavevimessotraparentesi,quelleche iniziano
con"Io Sono".
Orapuol iniziare la tua hasformazione interna.
.
Prendi il foglio conletrecoppie di dichiaraziorii("IoScelgo","IoVoglio")e
inizia a ripeterle a te stesso (avoce,se nessuno ti sente,oppure,quandosarai
conaltrepersone,solopensandole).
Fallotutti i giornie tutte levolte che
vuoi, in qualsiasimomentodellagiornata (meglio al risveglioe primadi
addormentarti)pitrle ripeti meglio b, dovresti riuscire a ripeterle almeno 100
voltealgiorno.
.
Ripeti le tuedichiarazionitutti i giorniper2l giorni,se dovessi saltareun
giornocercadi ripeterle indicativamente

il doppio delle volte il giornosuccessivo.


Per iniziare ad osservare effettipositivineltuo mododi credere e
quindipensare,percepire,emozionarti, interpretare, giudicaree.vivere,
EXOTROPICMIND: IT, TTINiOOO

6
dovrai aver ripetuto ognuna delle tue dichiarazioni exotropiche"lo
Scelgo...","IoVoglio...", almeno qualchemigliaio di volte. Tuttavia,fin dal
secondogiorno (il sonno notturno d molto importanteper permettere al tuo
cervello di fissarele associazioni prodottedurantelagiornata), potrai iniziare
adawertirelievicambiamentineltuo stato emotivoenelmodo in cuilepersonesi
relazionano con te, soprattutto dopo che avrai superato un certo
numero di ripetizioni, una sortadi "valoredi soglia" soggettivo.
La tua riservatezzad. Evita di rivelare a chiunque quelloche
fondamentale!
stai facendo, altrimenti il rischio di rovinare tutto b altissimo.
o Durantequesti2l giorniinizia anche a pensareai TuoiDesiderWolontir,
quelliche vuoi condizionarela Realtd a realizzareperte. Cose che vuoipossedere,
esperienze che vuoi vivere ecc., seguendo le regole che troveraipiir
avanti(Desideri/Volonti)e, a mano a manochehai scelto che cosa desiderare,
trascriviognuno dei tuoi desideri suunapaginadel tuo quadernino,
unoper pagina. Dovrestiriuscire a scrivere tutti i tuoi desideri iniziali entro
iI21"giomo.
.
Alla fine del21" giornola tua trasformazioneinterna b awenuta e avrai probabilme
nteiniziato
a vivere importanti cambiamenti, ora va consolidata
(Io Sono...) e proiettataall'esternoinsieme,se vuoi, a tutti i tuoi desideri
affinch6la Realti lirealizziper te.
r
Ora dovrai ripeterepii voltepossibilealgiorno(unnumerocompresotra 21
e 101 va benissimo) le tue tre dichiarazioni exotropichecheiniziano con "Io
Sono"facendoleseguire,se vuoi, peralmeno 3 volte al giorno,anche dalla
Lista dei tuoi DesiderWolonD.Peresempio:
*
Io Sono Gioia, Amore e Gratitudine.
IoSonoFelicee vivo nella Bellezzaenell'Armonia.
Io Sono Sano, Forte ed Entusiasta.
336
IO SCELGO IOVOGLIOIO SONO
6
Io Voglio un meraviglioso rusticoin campagnacon un grandegiardinofiorito.
Io Voglio un lavoro nel qualeesprimeretutta la mia Creativiti con Entusiasmo.
IoVogliovivere unAppassionante, Gioiosa relazione
Sincera, e Corrisposta
d'Amore.
ecc.

o Il processob awiato eTune sei al centro aguidarloconlatua volonti. Latua


trasformazioneinternad sempre pii consolidataepotentementeproiettata
all'esterno.I tuoi desideri inizierannoadattualizzarsi,ad awerarsi con la copart
ecipazione,
in comunionedi intenti,di tutta la Realti.
Quandouno di essi si realizza, prendiil tuo quaderninoe traccia su di esso
una linea, scrivi a lato la data di realizzazione,
formulaun tuo nuovo desiderio
e scrivilo sottoal precedente,persostituirlo.
o Dovrairipeterele tue dichiarazionitutti i giornipertutto il tempo che sari
necessario peralmeno 3 mesi) a Te per poterle viveree alla
(fallocomunque
Realtiperpoterle produrre. Se, tanto perfartiun esempio estremo,traqueste
ci fosse che vuoi una macchina chepossateletrasportartiovunquetu
voglia,dovraidareil tempoalla Realti affinchdtu o altri possiateesserein
gradodi inventarlae produrlae fare si che divenga tua,perun desiderio
comequestopotrestidovereattenderedecine di anni.Alcunifra i tuoi desideri,
anchequelliaiquali potresti oradare minore importanza (dbene che ce
ne siano anche di "banali"), potrebberoesseregiepronti datempo nella
tramadella Realti adattualizzarsi,a realizzarsiperte, ed essere solo in attesa
di un'informazionechiarada te, una credenz,acoerente
in teo di una chiara
associazione per primi.
ate.Questisonoquelli che si realizzeranno
o Neltempo,anulnoa rrrano che evolvi, che cambi, che vivi larealizzazione dei
EXOTROPIC 337MIND:IL VEiOOO

6
tuoiDesiderffolonti,potrestiaccorgertiche,per poter viverefelicementela
realizzazionedi alcuni diquelliche tardano adattualizzarci,sarebbeopportuno
In questocasopuoiformularenuove
che allineassi ad essi altretuecredenze.
fissalaprima(necessaria
dichiarazioniexotropichemantenendocomunque al
tuo allineamento) ese$uendolaproceduradescrittain precedenza("loScelgo.,.","
loVoglio..."per21giorniquindi"lo Sono. '.".).Puoiformulareanche
piildi3 dichiarazioni exotropiche,in questocasofaiin modo che siano 3, 7, 12
oppure21 o sostituiscine alcunecheti b ormai evidentechesono entrate afar
partedi te, della tuavita, di chi sei. considera il tuounprocessodinamicoche
evolvementreevolvi,cherealizzale tue ambizioni mentrecambile tue credenzeeproduc
idesiderie
che puoia$$iornare,inte$rare,cambiareneltempo.
Quandoriesci ad essere autonomamenteFelice
tufto I'Universo ti D Grato e collaboracon te.
GRAZIE!
Esempipuramenteindicatividi possibilidichiarazioniexotropiche
Se ritieni di essereinfelice
Io Scelgo di essere Felice,OttimistaedEntusiasta
Io Voglio essereFelice,Ottimistaed Entusiasta
(loSonoFelice,Ottimista ed Entusiasta)
Se ritieni di aueredifficoltdad Amare e a lasciartiAmare
Io Scelgo di Amare edessereAmatoconGioiae Armonia
Io Voglio Amareed essere AmatoconGioia e Armonia
(loSonoAmore,Gioiae Armonia)
338 IO SCELGO IO VOGLIO IOSONO
c
Oppure
Io Scelgo di Amarecon Cioia e Passione
Io Voglio Amarecon Gioia e Passione
(lo SonoAmore, Gioia e Passione)
Se ritieni di uuereproblemi di fedeltd(fisica,mentaleo spirituale, esercitatao s
ubita)
Io Scelgo di esprimere la mia Sessualiticon Gioia e Passione nell'Amore
Io Voglio esprimere la mia Sessualitd con Gioia e Passione nell'Amore
(lo Sonoespressione nell'Amore)
della mia Se.ssualit)conGioiae Pa.ssione

Oppure
Io Scelgo di essere Felicententee appassionatamente allapersona
Fedele che Anro
Io Voglio essereFelicementee appassionatamente allapersona
Fedele che Amo
(lo Sono Felicemente e appassionatamente allapersonache Amo)
Fedele
Se ritieni di auereproblemi di gelosia (fisico, mentale o spirituale)
Io Scelgo di essereFelicedi avereFiduciain chi Amcr
Io Voglio essereFelice di avere Fiducia in chi Amo
(lo SonoFelicedi avere Fiducia in chiAmo)
Se ritieni di essere particolarmente razionale
Io Scelgodi essere FelicementeIntuitivo e Spirituale
Io VoglioessereFelicementeIntuitivoe Spirituale
(lo Sono Felicemente Intuitivoe Spirituale)
Sehai problemi con la Ricchezzae il denaro in genere
Io Scelgo di vivere con Cioia e Liberti nella Ricchezza
IoVoglio vivere con Gioia e Libertir nella Ricchezza
(lo SonoCioia, Libertd e Ricchezza)
EXOTROPICITIiNN. IL METODO :|:r9

c
Seritieni di auereproblemiconil tuocorpo
Io scelgo di essere Sano,Belloe Felice
Io Voglio essereSano,BelloeFelice
(loSonoSano,Belloe Felice)
Seritieni di auerescarse copacitd intellettuali
Io Scelgo diessereIntelligente,
FeliceeCeniale
IoVoglioessere Felice
Intelligente, e Geniale
(loSono Intelligente, eCeniale)
Felice
Se ritieni di essere pessimista
Io Scelgo di essere evivere nellaGioia
Ottimista con Entusiasmo
IoVoglioessere e vivere nellaGioia
Ottimista con Entusiasmo
(losonoOttimista nellaGioia)
e vivo con Entusiasmo
340 IOSCELGOIO VOGLIO IOSONO
6
DesiderWolonm
Entrandoneltuoprocesso felice,puoiagire attivamente, u
evolutivo consapevolnrerrtt'
potentementenellatua mente esullaRealG condizionando ereciproc;r
entrambe
mentea realizzare ognituo desiderio, tutto cid che Vuoi vivere, anche esperienzr
ambiziose,e avereanche cose materialidi grandevalore. La tua trasformazione
internaproduceeffettiimportantisul tuo stato emotivoe sulla tua capacith dipensa
rr
felicemente consapevolmente incon

e ora che sai come intervenire sulletuecredenze


sapevolipuoi guidare la Realtir esternaaprodurretuttocid che felicemente
sai deside
rare,puoisbizzarrirtie osare!
Ti consiglio quelladescritta da Igor Sibaldincl
duepossibilitir: magistralmente
capitolo"l 101desideri"del suo llbro"Mondi [nuisibili"o la versione seguenteadat
tatir
almetodoExotropic che chi lo applica portarelc
Mind considerando sitrova, sapendo
suecredenze ad essere inunaposizione
incon.sapevoli felicie allineate, estremamentr
favorevole. dei 101 desideri e in gradodidare risultati straLatecnica dpotentissima
bilianti, considerarla o difficile Questa
ma molti potrebbero impegnativa daapplicare.
mia opinione derivadal fatto che molte delle personeche conosco e alle qualiavev
oin
passatoconsigliatoquestometodomi hanno rivelato diesserestate incapaci diapplica
rlaperuna
serie di impedimenti chederivavanoforse da loro credenze inconsapcvoli
conflittuali o limitanti o da una motivazione insufficiente.
iniziale Il mio suggerimento
diconsiderare escegliere
dquello entrambelepossibiliD quellachepreferisci,
(moltedelleregoledaapplicaresonoIestesse,cambiasoprattuttoil numero di desideri/
volontd oppure conquellache ti stoproponendoepas
daformulare). di iniziare
saresuccessivamente
all'altra.
Sullaprima pagina del tuo quadernino
exotropicohai scritto le tue tre dichiarazioni
che iniziano con"lo Sono"-laprimadellequalib:"lo Sono Gioia, AmoreeGratitudine"e che hai utilizzato letue nuove ze. Ora inizia apensar('
perconsolidare creden
acidche Vuoi escegli(hai2l giornidi tempo perfarlo) almeno 21 dichiarazioni
di
EXOTROPIC 341
MIND: IL METODO

c
tuoi Desideri/Volonthda trascrivere uno per pagina,iniziandoognunodi essi corr "
Io
chevuoi vivere,rispettando
Voglio"e riferendoti a cose chevuoi avere o a esperienze
leseSuentiregiole.
.
Fai si chein ogni tua dichiarazioneci sia almeno unao pii parole/concettiasso
ciativicostruttivi(vedi gli esempiindicati a pa$ina334)percrearecollegamenti
conle tue retineuronali"felici"(anchemultiplio incrociati),perentrare
sinaptici
nelprocessoexotropicoepermantenertiallineatoein comunione di intenti con la
trarnadellaRealti.
r Cercadi avere un atteggiamentomentalefelice,possibilnrenteentusiastaeprivo
di aspettative/paure. Invecedi formularedesideri/volonticomese fossero condizion
ialla
tua feliciti,formulalipensandochepossanorendertipii f'elicedi quanto
tu sia comunqueriuscito,intervenendosulletue credenze, adessereautonomamente,
agisci comesela Realfi fosse un'entiti intelligentechevuolerealizzate
ogni tuo desiderio richiedendotiin cambio solodi formularlo,credercie riuscire
ad essere feliceanchese evitasse di realizzarlo. Tutto il lavoro fattosulle tue
cre
tlenzed, servito soprattuttoaquesto'
.
Ognitua dichiarazione pubancheesseremolto ambiziosa come"lo Voglioessereil
presidenteclettaRepubblica" o "lo VoglioriceuereI'Oscarcome migliore Attore"
ma. a meno che tu sia Sii un candidatoadessereelettopresidenteo un formidabile
attore,almeno
inizialmente,d meglio se formuli desideri anchemoltoambiziosi
anchegrazieacoincidenzeparticolarmente fortuite che nemmeno
ma realizzabili,
immagini,entrotempilimitati o al massimopochianni.
. Puoi anche formularedesideri/volontirriferiti a momentiprecisidella tua vitapo
sti
in un futuro molto lontanocomeperesempio"lo Vogliouitterefelicementepiit di
100anni in salute,eflicienzae uitalitd",oppure"lo voglio smettere di lumare sor'
" ecc.In questicaso
ridendoquancloaurd un figtio",oppure"Quandomi sposerd...
d inutile che tu ripetala relativa dichiarazionefino a quandoavrai100 anni, un
figlio o ti sposerai(amenoche cid possaessererealisticamentepossibileentro
342

IO SCELGO IO VOCLIO IO SONO


6
I'anno). Una voltache avrai introdottola relativa credenzanellatua mente e tr;r
sferita la relativa tendenza nella trama della Realti, baster)che tu la ricordi
rint
tendola di tanto in tanto.
Formuladichiarazionidi Desideri/Volont)singole e chiare evitando afferrnaziorri
troppogieneriche,ambigue, interpretabili e difficili da verificare anche perchd
dovraipotertiaccorgierequandorealizzeraiognunadi essepersostituirla con una
nuova.Se una personaconsideratada se stessa edatutti brutta e antipatica dove.ss
e
formularedichiarazioniche implichino divenirebella e simpatica,potrirconsiderare
realizzato il suo desiderio/volont) quandounaqualsiasipersonaattendibile e
disinteressata spontaneamente "seipropriobellaki'.
dovesse dirle,peresempio:
oppure,"seidauuero simpatica/o".
Devonoesseredichiarazionibrevied estremamente sintetiche,dapoterlegigiere
in
un solo fiato senzainterruzioni.
Evitaassolutamentedi nominare personee di coinvolgereunaqualsiasi personir
specifica.Devonoesseresolo desideri/volonti relative a tuoi stati dell'essere, a
d
esperienzeo cose materiali tue e che riguardinote,secoinvolgonoaltrepersone,
questedevono essere solo immagini astratte e possibiliste.Le eventualipersone
chepotrebberovenirecoinvoltepotrannoesseretra quelleche conosci ma anche
altre che ora ti sono sconosciute (quandole incontrerai teneaccorgerai).Abbiam<r
vistochecoinvolgerepersonespecifiche significa comunque interferire con le loro
credenzee volonh e cidproduceturbolenze in te e nella trama della Realtd che
possonovanificareogni sforzo oprodurrecrisi. Evita assolutamente,
peresempio,
dichiarazionicome"1oVoglioAmare ed essere Amato con Gioia da Mario" o quaIunquealtro nome, dichiara invece piuttosto"1oVoglio uiuere un'Appassionanta,
Sincera, Felice e Corrisposta relazione d'Amore", scoprirai in seguito secon chi
vuoi adesso o qualcun'altro.
Setroviuna fotografia di cose materiali chehaidichiaratodi volere, mettila nelli
r
paginacorrispondentealtuorelativoDesiderio/y'olonta di visualizzarla
e cerca con
gioiaogni volta che lo dichiari. Se,peresempio,haiformulatoladichiarazionedi
EXOTROPIC 343MIND: IL METODO

c
volere una certa specifica automobile,orologio,casa,barca,bicicletta,motorino,
castello,abito,gioiello,vacanza, animaleecc. che possonoesi
aereo, Eiiocattolo,
steregi), cerca e utllizzaunalorofotografia'
Evita di usarequalsiasinegazione,di scrivere,nominareo anche solopensarea
qualsiasicosache vuoi evitare(comemalattie, debiti, abbandoni,multe, tradimentie
cc.).
a
ridondanti,che esprimono simili.
Evita desideri/volonth
cose
o Evitaleparole"sempre","mai" e"Verih".
a Formulai tuoi Desideri/Volonh riferiti all'avere cosematerialicome se avessiun
a
disponibiliti illimitatadi denaro.
MantienilarnassimaRiservatezza, o far vedere a chiunque il tuo
evita di parlare
quadernino.di parlaredei tuoi desiderio di farti sentire o vedere da chiunque
quandoli ripeti. Ledichiarazionididesiderirelativiarelazionid'Anoresonole
unichechepossonoessereeventualmenterivelatee condivisepurchdconla copartecipazio
nevolontariadi
entrambi gli interessati che gi) ritengionodi amarsi o
ambisconosinceramenteereciprocamentea vivere unarelazione d'Amore autentico.
In questocaso entrambi possonoformularela stessa dichiarazione,peresempio:"
1oVbgliouiuere una relozioned'AmoreAppassiononte,Sincera,Condiuisae
Corrisposta",favorendo cosi la possibiliDchepossarealizzarsitra loro masel-lza
escludere,se le credeuze inconsapevoliindividualidi ognuno dei due attuali partn
er
sono ancoratroppodiverseo conflittuali,che cib possarealizzarsiconaltri
partner.
a
Evitaparagonio confronti comeperesempio:"Voglioesserebellocome..."
a
ConcentraI'attenzionesolo su ogni cosa che desideri,sulla tua finalitd,senza
preoccupartidel come si potrebberealizzare,di questosi occuper) latramadella
Realtir.
Pensatifelice con ogni tuo desiderio,mentrelo dichiari ed ogni volta che lo ripe
terai,
i mmagi nandologldrealizzato.
Mentredichiariogni tuo Desiderio/Volontd
sorridi,cib induceil tuo cervelload
344
IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO

c
attivareutili associazioni neuronali felici come riflesso condizionato.A tale pr
opo
sito,puoianche esporti a stimoli sensorialicome suoni, musiche o profumiche sai
esserein te associati ad emozioni felici.
o
Siiprontoadeventiinattesie a cambiamenti anche importanti.
Hoconcepitoil metodo Exotropico considerandoanch'essoun processodinamicoche
evolve nel tempo.FIopertantopredispostonelmio sitowww.fabiomarchesi.com un'arear
iservataperpermettere
di scaricare
a chi ha letto il libro, regiistrandosi, leultime
eventualiversioni aSsiornate. La versione che hai trovatosuquestolibrod la 1.0 s
e vi
sarannoin futuro variazioni lo potraiverificare dalla versione che troverai indi
cata sul
sito. Anche tu puoi contribuireallasuaevoluzioneinviandomitue eventuali note,
brevisupiSerimentio testimonianze derivatedalla tua esperienza nell'averloapplic
ato,
purchdsia con entusiasmo e senza asrrettative...
EXOTROPIC
:tt5
MIND:ILMETODO

c
Ti Augiuro cheognicelluladel tuo corpo
straripi di Gioia,
cheognituopensieroriempialatua Vita e I'intero Universo
diAmore,Armonia, Entusiasmo, Passione,Ottimismo,
lvleraviglia,Gratitudinee tanta, tanta Bellezza
echetu viva tutto cid che di pii felicesaiDesiderare,
Con la Fierczza
di chi sa che selollterita.
QuestoTiAuguro!
IOSCELGOIO VOGLIO IOSONO
c
Appendice
Testdelproprioset-poinl(statoemotivo in condizioni normali)
Eunben triste stato d'animo queilodichi desidera pochecosee ne tememollc
FrancisB;rcorr
uoi valutare il tuo set-point, emotivo normalidalqu.rlr
il tuo stato incondizioni
sipuddedurreil tuo ottimismo/pessimismo diprodurre
e la tua capaciti pensieri
nuovi e felici. Pud essereutileprenderne primadi iniziare
coscienza, a tr;rsformarelapropria
inuna fenomenale di feliciD e di esperienze
mente fabbrica felici,
ancheperchd credono emotivonormalesiail migliore
moltepersor-re che il lorostato
chepossano sono felicisi accorgono
averee solo quando infine stabilmente diquanto
si sbagliassero.
. Prenditialmenomezzoradi tempo quandoseinella tua normale situazione
errro
tiva, in solitudine, senzainterferenze,senzadirenienteanessunoe senza interrtr
zioni. E importante che tu ti prendatutto il tempo necessario farr.'
per poterlo irr
una volta sola.
r
Preparaun cronometro, due fopili e una penna.Sulprimofogilioscrivi in alto l )
BRUTTESTORIE,sul secondo scrivi 2) BELLESTORIE.Dovraipens;rr(,ir

momenti,adesperienze neltuopassato o sono perTe,ncl


vissute che sono state
beneo nel male, significative. pensiad esse bperchdnel trro
emotivamente Quando

o
cervelloci sono gidi relativi percorsiassociativie noi vogliamotestarepropriola
loroefficienzae il loro consolidamento.
1) BRUTTESTORIE:dovraiscriverenel modopitrsinteticopossibile,cercando
nellamemoriadeltuo passato,un elencodelleesperienze,le primecheti venSionoin mentefraquelleche ritieni piirinfelici,nellequalihaisoffertoemotivamente
(
escludiesperienzedi dolore fisico). Al fiancodi ognuna di esse scrivi
un punteggio,da I a 10, relativo
a quantoritienidi aver soffertovivendoquelI'esperienza. piirchepuoi.
Hai 10minuti di tempo perscriverne
-Faipartireil cronometroe inizia, terminandodopol0 minuti esatti.
Appenahai finito, fai un bel respiro e iniziaa pensareadaltre cose,questa
volta normali, perdistrarti,fino a quandoil tuo statoemotivosar) di nuovo
normale.
2)
BELLESToltlE:oraprendil'altrofogliosu cui dovraiscrivere,questavolta,un
elencodelleesperienze,leprimecheti vengono in mentefraquelleche ritieni
pii felici,ea fiancodi ognunadi esse scriviun punteggio,da1 a 10, relativoa
quantoritienidi avergioitovivendole.Haiancoral0 minuti di tempo perscri_
vernepiuchepuoi.
Faipartireil cronometroe inizia, concludendoin l0 minuti esatti.
' Appenahai finito,fai un altro belrespiroe goditiquestomomentocercandodi
farlodurareil piira Iungo possibile.Mentreil tuocervellohaseguitosuoipercorsi
neuronaliprivilegiati,la chimicadeltuo cervelloe del tuo corpod cambiata,
sia
durantela prima partesiadurantela secondapartedel test. Anchela Realtiha
"ascoltato"mastai tranquillo perquelloche hai pensatodurantelaprimapartedel
test,quelleinformazioniti sono utili proprioper poter cambiare
gli effettinegativi
chepossono
ancoraavere,sudi te e nella tramadella Reatti.
A questopuntodovraiutilizzareun po'dellatua razionalitd
perfaredeicalcolielementari;
perevitarechecclnoscere condizionartinel
chetipodi calcoli sianopossa
fareil test(lamenteinconsapevolepud es.sere
molto furba),ti pregodi leggere

comefarlisolodopoavercompilatoi duefogli.
IOSCELGOIOVOGLIOIOSONO
6
Prendiil foglio delletue BRUTTE STORIEe conta quanteesperienze
tristi hai scritto;
supponiamo 9, fai la somma valori che hai scritto afiancodioAntrrur
siano dei relativi
di esse, supponiamo moltiplica perla sorrrnur
sia 79. Adesso il numero di esperienze
deilorovalori.Nel nostro esempio:
9x 79= 7ll =X (questad la somma dei valori BRUTTE STORIEche chiamiamo.\).
Prendiora il fogtio delletue BELLE STORIEefai la stessacosa;supponiamoche siano
72 esperienze deilorovalori sia 97.
e che lasomma
12x97 =1164=Y(questad la somma deivaloriBELLESTORIEche chiamiamo )J.
Orafai la sommacomplessiva due somme:
delle
X + Y =Z,7ll+1164 = 1875(questa complessiva
d la somma Z).
questo in uno equivalente
Ora dobbiamo tradurre valore su una scala da-10a+ 1().
Prendila somma dei valori BELLE STORIEI moltipticaloper20, dividi il totalr
perlasommacomplessiva che ottieni sottrai 10:
Z e alrisultato
Yx20/Z=ff. Nell'esempio = 12,416.
(1164x20)/1875
Ora sottrai I0: K -l0 = S, 12,476 -70= 2,416.
Sdil tuo set-point, il valore un'indicazione nor
che ci fornisce sul tuo stato emotivo
male in questomomentodellatua vita.
Vai ora al valore corrispondente
delgraficoquasotto e traccia una linea orizzon
tale corrispondente Traccia
aquelvalore. ora un'altra linea, ottimistica, corrisporr
denteal tuo obiettivo entro al massimo
da raggiungere un anno da oggi. Potrai ript
tere il test perverificadopoalmenotremesisenzaperdmai rileggere il precedentr.
ll

miglioramento normale di ricordaresemnrrpirl


del tuo stato emotivo ti permetterd
facilmentetue esperienze magigiore quelletristil'irrorr
felici e con sempre difficoltd
quandoiltuointeresse rivoltoal tuo futuroe alle tue esperienzc
sari soprattutto li'lit i
inesso.
APPENDICE
llzlll

c
Il foglio dovehai scritto le tue BRUTTESTORIEpuoibruciarlo,anchequellodelle
BELLESTORIEmaprimatrascriviuna sola di esse, quellaallaqualehai dato il valore
massimo.Puoiutilizzare come positivo",
il ricordo di quellabellaesperienza "focus
comequalcosaa cui poter pensare sedovessitrovarti ad essere in una situazione di
crisi emotiva, per far"cambiarei binari" al tuo trenino dei pensieriefarlo uscir
e da
un eventuale "circolovizioso",fino a quandosarai in gradodicreartialtri"focuspos
itivi"
ma relativi a tuoi desideri/volontir
nostinel tuo futuro.
DslB
I lO hls-astfia Felrci|.i -----g
8
7 ..
tt
5
l.
.].
1
I
0L*.-__.-.-..*
I.
l
l
J
5.
(t
7
I
9
-lO lvlmsrme lnl'elrcrtA
350 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
c
Lettureconsigliate
W.Arntz, B. Chasse,"Whatthe Bleep do We Know", llacro Edizioni
Un libro "cult",Linfluenzadelpensierosulla Realti, quantistica allir

lafisica applicata
vitarivelaaspettisegreti,profondiesorprendenti
dellaRealt).
R.Byne, "The Secret", Macro Edizioni
La legge dell'attrazione di importanti dicomeil credere
euna raccolta testimonianze
neipropridesideriSeneriuna forza in gradodi realizzarli.AdattoachidSii in gracl<
r
dipensarepositivamente. vivamente.
Te lo consiglio
F.Marchesi,"La Fisica dell'Anima",TecnicheNuove
Questod stato il primolibro che ho scritto e che hasegnatoprofondi in
cambiamenti
meenel mio modo di interpretare larealh.
evivere
I. Sibaldi,"Il Mondo Invisibile", Frassinelli
Un capolavoro, i fondamentiiniziaticiperimparare ad accorgiersi
anche e a volere.
B. Lipton, "La Biolog;iadelle credenze", Ilacro Edizioni
Un'autoritimondialein biologiacellulareche descrive le sue scoperterivoluzionari
e
sull'influenza e del pensiero
dell'ambiente su dna e ogni cellula.
M.Salvo, "Il Segreto di una Memoriaprodigiosa",Gribaudo
Un libro fantastico perimparare del cervello
a sfruttare le propriet)associative c
memorizzareconfacilitiroualsiasi
cosa.
APPENDICE :t5 |

6
N.Douglas,P. Slingea "I segreti sessuali dell'Oriente", Newton
Una lettura illuminante, periniziare alleassociazione al
a restituire mentalirelative
sessounpo'dispiritualitd e felice
e di appassionata purezza.
F, Marchesi. "Amati !". Piemme
Lo stile divita di chi si Ama e intende Amare in modo autentico eperavereun corp
o
feliceche sia un tempiodegnodellapropriaAnima.
Fl, Marchesi, "La Coppia llluminata", Anima
Unpiccololibrochehoscritto subito dopo Exotropia, d forse solo dopo avercercatod
i
comprendere all'Universo che mi sono personalil principiochepermette di evolvere
mentefinalmenteaccortodicosasia I'Amore.
C.Bruce,"I conigli di Schroedinger",Cortina
Un ottimo testo divulgativo perchi vuole awicinarsi al fantasticoe sorprendente
mondo della fisica quantistica.
D. Radin,"EntangledMinds", Paraview
Testo in ingilese, un autorevole ricercatoredimostraapplicandoil rigoroso protoc
ollo
scientificogli effettiadistanzatrale menti di personeentangled.Formidabile,lo co
nsigliocaldamentesia
a chi vuole comprendere glieffettiadistanzadelle relazioni affettive
ma ancheagli scettici piirrazionali.
R Marchesi,"Exotropia",TecnicheNuove
Unnuovomodello unprocesso in continua evodella Realti: dinamico ed irreversibile
luzione.Un testo forseun po'"tecnico"maadattoa chi vuole approfondire razionalme
ntegliaspettiinvisibilidella
Realti.
352 IO SCELGO IOVOGLIOIOSONO
o
Postulaticonclusivi
1) Ognicosache esiste pudavere una componente manifesta,visibile o misurabile
localmente ma ha un campo di informazioni (variabilinascoste)che si
estende all'infinito e che interagisce con il campo di ognialtracosache esiste
(tramadella Realtir).
2) ll livellodi interazionea distanza tra due elementi pud essere aumentato
a seguito di esperienze di interazioneprecedenti(entanglementincrementale).
3) La Realtd d un processodinamico in continua ed irreversibile evoluzione(exotr
opia)

caratterizzatoda cambiamenti prodottidall'interazionein co-partecipazione


del campo di informazionidi ognicosa che esistein essa.
(Laco-parlecipazionedel campo di ogni cosa che esiste all'attualizzazione
diognievento
presentesipudesprimerecon un concetto di intenti",
di"comunione cid a cui ogniessere
umanoambiscee vive quandoAma).
4) ll tempo d I'effetto della rapidasuccessionedi eventi presentielementari che
vengonogeneratidal "futuro",dallatrama della Realtdr dovele variabili nascoste
di ognicampointeragisconotra loroprimadi attualizzarsiin eventi.
(Ciddesattamente diquanto ritenutodallavisionecausailcontrario doggi comunemente
le-deterministica ilpassatoagenerareilpresente).
della Realt?r secondolaqualesarebbe
5) | contenuti e I'attivitddi pensierodella mente umana generanoinformazioni
onnipresenti nello spazio, capaci di interagirein comunione di intenticontutta
la Realtir contribuendoa generareognieventopresentein essa.
6) Lecredenzechenella mente umana assumono carattere di veritdrcostituiscono
informazionistatichechepossonoessere utili alla soprawivenza ma lermano il
processonaturalmenteevolutivo dell'uomo, generandoturbolenzee crisi.
7) Ogni forza che produceattrazionetra corpi vicininellospazio,a grandidistanze
si inverte e producerepulsionee viceversa.
APPENDICE :i5:l

NUOVI EAUILIBRI
.A,
inconsopevoli leproprie i propri
mosoprotluttoleesperienzeche ognuno Chi so essere
Lepropriecredenze condizionono emozioni, pensieri,
viveindividuolmente. outonomomenie
feliceproduce con lo co-porlecipozione leesperienze che vive
luistesso, delloReolto, felici
echid incopoce produce leesperienze chevive.
diesserlo lui stesso infelici
Mo credere {elicemenle molto comechiedereo un lreno
epensore puoessere difficile;
di seguire diversi versoi quolii suoi binori loporiono.
percorsi dq
quelli
serve nello
Servononuovibinori, costruirli propriomenfe.
E un'opero coroggiosocheoffronlo definifivo creolrice
in modo lo relozione iro l'uomo,
lo suo menleelo Reolto un meiodo, doll'oulore
epropone chiomolo
Exotropic {MenteExofropico), o chiunque diretfomente
Mind che consenle di intervenire
sulle credenze lo suo mente
proprie inconsopevoli
in un formidobile
e di lrosformore
generolore dicoincidenzefovorevolidivenendo, lololmente
quontistico in modo oulonomo,
podrone, e consopevole, vitoimmoginolivo
potenfe sio dello proprio
sio del propriofuturo.
FABIOMARCHESI
Invenlore indipendenle, di fisico quontisiicoe filosofio
e ricercolore oppossionoto

ermelico. di "Lo Fisico (pubblicoto in lron, Turchio


E oufore dell'Animo" onche
eGrecio), che Curo", 'Amolil"e "LoCoppiollluminoto".
"LoLuce "Exolropio",
Titolorediunosocietd progetlozione oMilono.
diricerco, e sviluppo
Tieneregolormenle eseminori.
conferenze llsuosiiodwwwfobiomorchesi.com
rsBr 978-88-181-2204-7
l|[xlullilllililflll
,6e0,