Sei sulla pagina 1di 41

CERCO LAVORO

Guida alla stesura del Curriculum Vitae e della


lettera di presentazione.

Questa piccola guida non pretende di essere esaustiva e completa sullargomento (tutto migliorabile! )
ma pu rappresentare una buona linea guida per costruire gli strumenti essenziali per candidarsi ad un
posto di lavoro.

La guida Cerco Lavoro. Guida alla stesura dle Curriculum Vitae e della lettera di presentazione la
sistematizzazione di elementi raccolti da pi fonti.
Ringraziamo per i preziosi contributi:

Mariangela Tripaldi www.coachlavoro.it; www.monster.it ;

www.informagiovani.fe;

Aldo Mencaraglia - www.italiansinfuga.it

www.monster.it

www.biancolavoro.it

G. Antoni, N. Giaconi Trova il tuo lavoro ed. Gruppo 24ore

La rivista di settore Lavoro Facile

Il CURRICULUM.................................................................................................................................................. 3
Che cos' il Curriculum Vitae............................................................................................................................. 5
Gli errori pi comuni da evitare ........................................................................................................................ 7
Come viene selezionato un CV? ........................................................................................................................ 9
Come una visita in libreria pu insegnarvi a scrivere il CV (fonte: www.italiansinfuga.it) ........................... 10
La struttura base del Curriculum ..................................................................................................................... 12
Dati anagrafici.......................................................................................................................................... 12
Obiettivi professionali ............................................................................................................................. 12
Esperienze professionali.......................................................................................................................... 12
Istruzione ................................................................................................................................................. 13
Formazione .............................................................................................................................................. 14
Conoscenze linguistiche .......................................................................................................................... 14
Conoscenze informatiche ....................................................................................................................... 15
Interessi/Attivit extraprofessionali/Altre attivit .................................................................................. 16
Caratteristiche personali ......................................................................................................................... 16
Ulteriori informazioni .............................................................................................................................. 16
Legge sulla privacy................................................................................................................................... 17
Data e firma ............................................................................................................................................. 17
CONSIGLI PRATICI IN PILLOLE. .............................................................................................................. 17
I modelli di CV: Cronologico, Funzionale, Europeo ......................................................................................... 19
ESEMPI DI CURRICULUM ................................................................................................................................. 24
Un Curriculum per ogni et ............................................................................................................................. 31
Il Curriculum online ......................................................................................................................................... 33
LA LETTERA DI PRESENTAZIONE ...................................................................................................................... 34
Lettera di presentazione: modelli diversi per diverse situazioni..................................................................... 38

Il CURRICULUM
Un viaggio di mille miglia inizia sempre dal primo passo Lao Tze
Dal punto di vista della domanda di lavoro, ossia di chi cerca lavoro, la parola chiave del nuovo
sistema che si sta delineando quello della cosiddetta employability (occupabilit). Si tratta
della capacit delle persone di muoversi agilmente nel mercato, cambiando pi volte posizione
e/o azienda nel corso della propria carriera, non subendo la situazione, ma gestendola a proprio
vantaggio. Essere occupabili infatti significa possedere non solo capacit tecniche ed esperienze
spendibili sul mercato, ma anche la capacit di pro-muoversi, ossia di muoversi in modo proattivo
alla ricerca di opportunit sempre pi interessanti e soddisfacenti.
In questa guida cercheremo insieme di capire come rendere il tuo CV uno strumento per
presentarti efficacemente, ossia per valorizzare la tua candidatura rispondendo di volta in volta in
modo diverso alle diverse posizioni per cui intendi proporti. Infatti il CV non deve essere un
documento imbalsamato ma dinamico , per poter essere facilmente adattato a rispondere
alle opportunit che ti interessano. Gli effetti di un CV efficace sono quelli di:
dimezzare il tempo trascorso alla ricerca di un nuovo lavoro con migliaia di CV inviati a
vuoto,
raddoppiare le possibilit di ottenere un colloquio per ciascun annuncio a cui rispondi o
candidatura spontanea che invii.
Latteggiamento giusto per iniziare Quando ci mettiamo a cercare un nuovo lavoro, facile
partire con il piede sbagliato! I mass media ci bombardano di notizie sconfortanti, gli amici che si
sono messi in moto prima di noi sono piuttosto scoraggiati. Probabilmente anche tu hai inviato
centinaia di CV ricevendo pochi riscontri, se non addirittura nessuno! Le difficolt nella ricerca del
lavoro sono innegabili. Questa situazione critica pu portare le persone ad assumere uno dei
seguenti atteggiamenti, che potremmo definire:
1. lo Scoraggiamento, che porta a ridurre fino anche a cessare del tutto lattivit di ricerca,
posizionandosi cos nella schiera sempre pi ampia degli inoccupati, ossia di coloro che non hanno
un lavoro e non lo cercano. Chiaramente in questo modo le possibilit di trovare unoccupazione si
avvicinano allo zero...
2. lOssessione, che consiste nella ricerca spasmodica 24 ore su 24 di annunci e nellinvio di CV a
raffica, senza selezionarli n tantomeno senza personalizzare il CV in base al tipo di posizione per
cui ci si propone. Rispetto allo scoraggiato che si chiude in s stesso, lossessivo pu venire a
contatto con maggiori opportunit...
Ma che tipo di lavori pu trovare? E soprattutto...a che prezzo? Il rischio infatti quello di
disperdere le proprie energie nella ricerca di un lavoro, con buone probabilit di essere rifiutato
perch magari troppo qualificato, oppure, se lassunzione va a buon fine, di fare un lavoro di basso
livello qualitativo e poco soddisfacente, che non aumenta, anzi, impoverisce il proprio livello di
occupabilit.

Chi si presenta con un profilo coerente e riconoscibile (potremmo dire, in termini di marketing, un
brand), ha senzaltro maggiori probabilit di trovare un lavoro di qualit in linea con le proprie
aspettative e legittime aspirazioni
Evita quindi di presentarti con un CV qualsiasi per chiedere un lavoro qualsiasi, ma scegli il tuo
bersaglio (o anche pi di uno, basta che siano chiaramente identificati!) e proponiti in modo
mirato per rispondere alle caratteristiche richieste da quella specifica posizione lavorativa! Il
primo a credere di essere il candidato giusto per quello specifico lavoro sei proprio tu! Questo
implica che, oltre ad avere chiaro il tuo obiettivo (ossia qual il posto giusto per te), devi essere
consapevole delle ragioni per cui puoi dire di essere la persona giusta! Tali ragioni sono le tue
conoscenze (quello che sai), le tue capacit (quello che sai fare) ed i risultati che hai gi ottenuto
nelle diverse esperienze di lavoro (e non solo) che hai fatto. Oltre allatteggiamento di fiducia e
consapevolezza dei tuoi obiettivi e delle tue qualit, c un altro elemento chiave fondamentale
quando cerchi lavoro: la strategia, ovvero linsieme delle modalit con cui effettui la ricerca del
lavoro (autocandidatura, internet, Linkedin, ecc...). Quante pi strade troverai per arrivare alla tua
meta, quanto pi sarai flessibile a modificarle in base ai risultati che ottieni, tante pi possibilit
avrai di raggiungere ci che vuoi.
Il Curriculum lo strumento necessario (anche se chiaramente non sufficiente) per presentarti e
candidarti ad un lavoro. E molto importante che tu dedichi del tempo prezioso a fare il punto
della situazione: chi sei, cosa sai fare e soprattutto cosa vuoi fare! Solo dopo aver definito i tuoi
obiettivi professionali, potrai iniziare ad elaborare un CV per ciascuno di essi! Nel caso tu abbia pi
posizioni che ti interessano, per evitare una confusione mentale che si traduce in unazione poco
centrata, ti suggerisco di scegliere un massimo di 3 tipologie di lavoro e di stabilire un ordine di
priorit tra di esse! Cos quando ti metterai sul campo a cercare lavoro, saprai dosare le tue
energie ed il tuo impegno in base alle tue priorit! Quindi inizierai a cercare per primo il lavoro
n.1 e poi gli altri. La focalizzazione fondamentale! Per aiutarti puoi rispondere
(preferibilmente per iscritto) a queste domande:
1. Qual il mio obiettivo professionale? Per quale/i tipo/i di lavoro intendo candidarmi?
2. In quale azienda (una multinazionale o una PMI? Una societ di consulenza o uno studio
professionale)? In quale settore in particolare (industria, servizi, ecc...)?
3. Sono interessato/a solo ad un tipo di posizione o a pi di una?
4. In che misura le mie esperienze professionali sono coerenti con il mio obiettivo?
5. Quali sono le principali competenze che ho sviluppato e che sono spendibili nel lavoro che mi
interessa svolgere?
E solo rispondendo accuratamente a queste domande che potrai scegliere con cognizione di
causa:
se pi opportuno fare una sola versione del CV o pi di una (specifica per tipo di lavoro e
tipo di azienda a cui ci si rivolge)
quali esperienze/attivit pi opportuno valorizzare e quali invece omettere

Che cos' il Curriculum Vitae


Il Curriculum la sintesi del tuo percorso di formazione e di lavoro, delle esperienze che hai
svolto, delle competenze che hai maturato. Lo scopo del CV quello di farti ottenere un
colloquio, facendo s che il selezionatore ti reputi potenzialmente adatto per la posizione che ha
da offrirti, tanto che valga la pena conoscerti di persona.
Il CV il tuo biglietto da visita: descrive in poche righe chi sei e cosa sai fare
Il CV il tuo spot pubblicitario: in pochi secondi deve catturare l'attenzione del
selezionatore e comunicare la tua unicit rispetto alla concorrenza
Il CV la tua vetrina: serve per mostrare i tuoi pezzi forti, il meglio che puoi offrire per
svolgere quella professione!
Quindi ricorda che il tuo CV non e non potr mai essere la tua autobiografia! Non una
descrizione completa delle tue esperienze e delle tue scelte, ma una presentazione essenziale del
tuo percorso, delle tappe significative, delle tue caratteristiche pi salienti, dei tuoi punti di forza,
dei risultati che hai raggiunto.
Quali sono le caratteristiche pi importanti di un CV
La forma ed il contenuto del CV non sono standard, ma sono personalizzati sia in base al tuo
profilo personale che in base al tipo di professione e di azienda per cui ti proponi! In ogni caso,
come strumento di presentazione, il CV deve possedere delle caratteristiche intrinseche
irrinunciabili, che lo faranno apprezzare molto al selezionatore:
Il CV deve essere razionale ossia chiaro e ben strutturato
Il CV deve essere coerente, ossia mostrare un filo rosso che unisca e dia senso alla tua
storia formativa e lavorativa
Il CV deve essere professionale, ossia comunicare il tuo grado di competenza e di
padronanza del ruolo per cui ti proponi.
Il tuo CV deve essere scritto come risposta alla domanda: Perch dovremmo assumere
proprio te? e quindi esprimere in maniera convincente non solo ci che sai (conoscenze,
studi svolti) ma soprattutto ci che sai fare (capacit e competenze). Per presentare anche
ci che sei (caratteristiche personali e relazionali) e quanto ti piace il lavoro offerto
(motivazione, interesse) puoi utilizzare, come vedremo in seguito, sia un'apposita sezione
del CV in cui descrivi te stesso e i tuoi obiettivi professionali, sia (preferibilmente) la lettera
di presentazione
IN PILLOLE.
LA FORMULA TROPPO DISCORSIVA DISINCENTIVA ALLA LETTURA
QUELLA TROPPO SCHEMATICA RISULTA ANONIMA E SPERSONALIZZATA

LA GIUSTA VIA DI UN CURRICULUM STA NEL MEZZO: CHIAREZZA E SINTESI CON


CREATIVITA E PERSUASIONE.

Gli errori pi comuni da evitare


In questa sezione sono raccolti parecchi luoghi comuni che girano intorno a come si scrive un
buon CV. Quelle che seguono sono le convinzioni errate pi frequenti (fonte:
www.coachlavoro.it)
a. Il formato migliore quello Europeo
Il formato europeo ha una serie di vantaggi...che per non ne colmano gli svantaggi: la prolissit,
la ridondanza delle informazioni (spesso anche non utili), la scarsa leggibilit. La maggior parte dei
selezionatori preferisce un formato pi snello, scorrevole e soprattutto personalizzato. Pertanto il
CV europeo va usato solo quando espressamente richiesto.
b. Il CV deve essere completo: Non si butta via niente!
Il Cv deve essere quanto pi possibile coerente e progressivo, evidenziando una crescita nello
stesso ruolo o in ruoli affini. Esperienze che escono fuori dal proprio percorso di crescita
professionale e/o che sono incoerenti con la posizione per cui ti stai candidando vanno omesse
oppure segnalate a parte (nella sezione apposita: Altre esperienze professionali).
c. Il Cv deve raccontare tutti i miei passaggi di carriera evitando i buchi
E vero che quanto pi il percorso coerente, lineare e senza pause troppo lunghe tra un lavoro e
laltro meglio ...ma questo non significa inserire anche il lavoretto svolto nel periodo di
transizione che non centra nulla con il resto! Per evitare i buchi allora preferibile indicare solo
i periodi lavorativi in anni (es: 2007-2009....2005-2007) evitando di specificare le date (5
Novembre 2007 - 10 Marzo 2009....15 Giugno 2005-15 febbraio 2007, in cui si evidenzierebbe un
vuoto di 9 mesi).
d. Nel CV bisogna essere molto sintetici: sufficiente presentare la lista dei lavori svolti
indicando il periodo di attivit e il nome dellazienda/datore di lavoro
E vero che il CV deve essere sintetico (max 2-3 pagine) ma questo non significa che debba
diventare un piatto telegramma! Anche i lavori apparentemente pi semplici come quello della
commessa e del magazziniere, vanno valorizzati, descrivendo le principali attivit e responsabilit
ricoperte. Nessun lavoro tanto banale da non meritare qualche riga di specificazione...e
soprattutto non banale quello che di unico e personale tu hai messo nel lavoro!
e. Nel CV bisogna descrivere le attivit nei minimi dettagli per farle comprendere bene al
selezionatore e bisogna spiegare le motivazioni di tutti i passaggi
Allesatto opposto del punto precedente, un errore piuttosto frequente quello di pensare di
esaltare il proprio profilo e le proprie peculiarit descrivendo in maniera ampia e discorsiva tutte
le attivit svolte, i progetti seguiti, ecc. Talvolta, inoltre, nei CV si leggono i motivi della
interruzione di ciascuna esperienza (es: scadenza contratto oppure chiusura aziendale) che non
vengono richiesti: sar il selezionatore a chiederti spiegazioni durante il colloquio, non serve
indicarlo.
f. Nel CV devo descrivere la mia personalit e le mie competenze trasversali (organizzative,
sociali, artistiche, ecc)
Sulla scia del formato Europeo (che le richiede) molti evidenziano nel CV le proprie capacit di
relazione, di organizzazione fino ad arrivare anche ad una descrizione psicologica della propria

personalit! Mentre invece il selezionatore interessato a trovare nel CV indicatori oggettivi delle
competenze e dellesperienza maturata dalla persona, oltre che della sua coerenza e motivazione
nel perseguire un determinato percorso di carriera.
E consigliabile quindi non inserire le proprie caratteristiche soggettive nel CV (che ne
risulterebbe solo appesantito) ma piuttosto utilizzare la
g. Utilizzare termini tecnici nel mio CV serve per mostrare la mia competenza
Un gergo eccessivamente tecnico pu di fatto risultare unarma a doppio taglio. Infatti non solo il
selezionatore potrebbe non conoscere e non comprendere i termini usati, ma potrebbe anche
interpretare questo elemento come indice di una possibile difficolt nel comunicare e relazionarsi
con i non-tecnici.
h. Nel CV devo indicare la mia situazione familiare
Si tratta di un dato sensibile non richiesto nel Curriculum e che non pu essere per legge un
fattore discriminante nella selezione.

Come viene selezionato un CV?


Questa una domanda da un milione di dollari! La risposta che si pu dare dipende! Dipende
dal tipo di struttura che opera la selezione ( direttamente lazienda che deve assumere?
Unagenzia per il lavoro? Una societ di selezione o headhunting?): ciascuna ha le sue prassi.
Dipende dal tipo di posizione e dipende (dettaglio non trascurabile) dal numero di CV pervenuti:
puoi immaginare come selezionare tra 50 CV sia molto diverso che farlo tra 500! Nel primo caso lo
screening (ossia la fase di prima lettura e di scrematura) potr essere pi approfondito del
secondo! Ad ogni modo possiamo senzaltro dire che la prima impressione conta moltissimo: in
questo caso il libro si giudica dalla copertina! Solitamente, soltanto nella fase di seconda lettura
(prima di convocare al colloquio) il CV viene scandagliato in tutti i suoi meandri. Nella prima lettura
il colpo docchio fondamentale: si dice che il selezionatore non impieghi pi di 8 secondi per
decidere se scartare o meno il CV che ha sottomano! Al di l del numero esatto di secondi che
impiega, dobbiamo essere consapevoli del fatto che il prioritario compito del selezionatore
quello di selezionare, ossia di scartare!
Quindi il tuo primo obiettivo deve essere quello di salvaguardare il tuo curriculum e di renderlo
appetibile per il successivo approfondimento! Come? Essenzialmente evitando gli errori elencati
nel precedente paragrafo (estrema essenzialit/prolissit, confusione e incorenza del percorso,
ecc) ma non solo! CV disordinati, raffazzonati, scritti con caratteri microscopici o con errori di
ortografia, corretti a penna, hanno buone probabilit di essere buttati nel cestino!
Infatti il CV deve presentarsi bene gi visivamente nella forma: deve essere ordinato, chiaro, di
facile lettura. E molto utile inoltre evidenziare quelli che sono gli elementi fondamentali che
desideriamo saltino subito allocchio al selezionatore: ruoli ricoperti, titolo di studio, parole chiave
allinterno della descrizione delle nostre attivit. Attenzione per a non esagerare: utilizzare il
grassetto corsivo sottolineato - MAIUSCOLO sulla stessa parola-chiave o addirittura su un
intero paragrafo senzaltro controproducente!
Oltre a questi aspetti formali chiaramente il selezionatore considera anche quelli contenutistici:
viene valutata la coerenza del percorso formativo e professionale rispetto a quanto richiesto dalla
posizione e dallazienda in questione. Pertanto, a mio avviso, inutile inviare un CV per una
posizione che ha meno del 50% di punti in comune con quanto richiesto dalla posizione: infatti
cos non solo perderesti tempo prezioso, ma rischieresti di bruciare il CV per tutte le altre
posizioni! Se il selezionatore infatti si accorge che hai inviato lo stesso CV (magari identico nella
forma e nel contenuto) per posizioni molto diverse tra di loro, capisce facilmente che la tua
ricerca non mirata, che ti stai muovendo a caso e quindi probabilmente scarter a priori la tua
candidatura! Inoltre spesso i criteri di selezione sono molto rigidi: se il profilo non rispetta l8090% dei requisiti richiesti non viene preso in considerazione. Soprattutto se il numero di
candidature pervenute molto alto, il selezionatore molto selettivo: vista lampia quantit di CV
che riceve, pu concedersi il lusso di scartare pi facilmente.
Diverso il caso in cui il profilo ricercato raro e quindi difficilmente reperibile sul mercato.
Davanti allo scarso numero di CV pervenuti, le maglie della selezione possono essere pi
larghe...sempre se lazienda committente lo consente. Se infatti questultima si mostra
intransigente sulle caratteristiche della persona da reclutare (magari perch si tratta di un ruolo
delicato e/o cruciale per lazienda)...allora la ricerca potrebbe durare anche mesi e mesi!

Come una visita in libreria pu insegnarvi a scrivere il CV (fonte: www.italiansinfuga.it)


Immaginate di essere in libreria alla ricerca di un libro da acquistare.
Avete grosso modo in mente cosa volete ma non avete un autore o titolo particolare.
State quindi perlustrando gli scaffali alla ricerca di qualcosa che attiri la vostra attenzione ed il
vostro interesse ma non avete un lasso illimitato di tempo per scegliere.
Come agite?
Se siete come me vi fate guidare da tanti fattori diversi che forse hanno poco a che fare con la
qualit del libro stesso.
Il numero di pagine. Si tratta di un libro di 200 pagine, facile da leggere, o di un tomo da 1000
pagine che toglie la voglia ancor prima di iniziare?
La copertina. Ben disegnata, con colori ed immagini interessanti oppure una copertina spartana
come un libro di scuola degli anni 70?
L'introduzione. Rende l'idea dell'argomento trattato dal libro? Rende il libro pi o meno
interessante rispetto alle attese iniziali? Invoglia di pi la lettura?
La foto dell'autore (o la sua assenza). Vedere la faccia dell'autrice crea una maggiore senso di
fiducia nelle sue capacit di scrittura e quindi maggiori probabilit che il libro ci piaccia o meno?
Spesso nessuno dei libri coglie la vostra attenzione e quindi uscite dalla libreria a mani vuote. A
volte acquistate un libro. Spesso iniziate a leggerlo ma non lo finite.
Ora immaginate di essere un selezionatore di personale e, invece di essere di fronte a scaffali pieni
di libri, vi trovate davanti ad una marea di CV.
Vista la congiuntura economica in tante nazioni, questo uno scenario molto probabile e quindi
consigliabile mettersi nei panni della selezionatrice per cercare di aiutarla a scegliere il vostro CV.
Ricordatevi che lei una persona come voi. Nessuno perfetto e le scelte fatte durante la
selezione hanno, si spera, un fondo razionale ma spesso hanno anche un aspetto emotivo.
Che ci piaccia o no, la prima scrematura dei CV viene fatta in modo simile al modo in cui noi
scegliamo un libro.
Il formato diverso da quello usato in una particolare nazione? Cestinato. Non posso imparare a
leggere un diverso tipo di CV quando ne devo leggere altri 200 entro la fine della giornata.
Il CV di 6 pagine? Cestinato. Come sopra.
Non riesco a capire in 20 secondi (o meno) l'esperienza lavorativa della persona? Cestinato.
A prescindere dalla qualit effettiva della persona e della sua esperienza.
Ricordiamoci che anche la capacit di comunicazione fa parte della professionalit di una persona
ed il curriculum il primo esempio di come la dimostrate.

E' giusto o sbagliato?


Non importa pi di tanto.
E' cos e quindi abbiamo due scelte davanti a noi.
Possiamo continuare a lamentarci dell'ingiustizia di tutto ci.
Come potrebbe fare chi ha scritto il libro che avete lasciato sullo scaffale oppure... possiamo
iniziare a 'giocare' seguendo le regole del gioco per quanto non ci piacciano.

La struttura base del Curriculum


Dati anagrafici
Sono necessari per identificarti e contattarti. Devono comprendere:

Nome e cognome

Residenza/Domicilio

Recapito telefonico (ne basta uno dove sei sempre raggiungibile)

E-mail ( preferibile avere un indirizzo "ufficiale", tipo nome.cognome@mail.it evitando i


nomignoli e le sigle!)

NB: Non necessario inserire n il proprio stato civile (nubile/celibe, coniugato, ecc.), n il
numero di figli: si tratta di dati personali che non possono e non devono interessare il
selezionatore.
Anche la data di nascita rappresenta di fatto un dato sensibile: nei CV anglosassoni non viene
indicata. Suggerisco di fare lo stesso, tranne nei casi in cui venga espressamente richiesta.

Obiettivi professionali
(facoltativo consigliabile in caso di Candidatura spontanea) Puoi scegliere di scrivere
direttamente sul tuo CV quali Aree o quali lavori ti interessano. In alternativa potrai specificarlo
sulla Lettera di Presentazione.
Esempio 1- Segretaria amministrativa e contabile 2- (Sono interessato a lavorare nell') Area
Marketing e Comunicazione

Esperienze professionali
Costituisce la sezione pi importante del CV e va redatta con estrema cura, indicando
chiaramente:

Periodo (Da...a)

Ruolo/posizione

Azienda (Nome e settore)

Principali attivit/responsabilit (mettendo in primo piano quelle pi significative in termini


di qualit pi che di quantit: ad esempio la gestione della contabilit clienti pi
importante di quella di back office. Sii sintetico ed utilizza preferibilmente il punto elenco)

Risultati conseguiti (nel caso in cui tu abbia raggiunto dei risultati significativi, ad es. il
fatturato raggiunto, i progetti completati, ecc.)

Esempio: 2004 - 2007 Impiegato Commerciale Estero Azienda XYZ (Produzione e Distribuzione
Moda) Principali attivit: Gestione dei rapporti con i clienti in Europa e USA. Evasione ordini e
pratiche di bollettazione e fatturazione. Partecipazione a fiere internazionali (es: .......)

Risultati conseguiti: Contributo alla realizzazione del nuovo sistema CRM. Aumento del
20% dei clienti fidelizzati

NB: Lo stage a tutti gli effetti unesperienza professionale, oltre che formativa, mentre i lavoretti
extra (babysitter, cameriere, ecc), se pertinenti, vanno inseriti altrove (in Attivit
extraprofessionali/Altre Attivit). Nel caso in cui tu abbia molte esperienze alle spalle, abbi cura di
selezionare le pi significative e di descriverle pi nel dettaglio, mentre invece puoi tralasciare o
segnalare solo in una riga quelle non coerenti con la posizione. Non scrivere il livello di
inquadramento o il tipo di contratto: sono informazioni che saranno eventualmente richieste in
sede di colloquio e discusse al momento dell'assunzione.

Istruzione
In questa sezione puoi scrivere i titoli di studio conseguiti in ordine cronologico inverso (ossia
partendo dal pi recente): Master o Corso di Specializzazione e/o Laurea e/o Diploma. Non citare
la tua scuola media inferiore, a meno che non sia il tuo unico titolo di studio! Segnala sempre la
relativa data di conseguimento e votazione (a meno che questultima non sia troppo bassa...)
NB: Per i Master indica anche la durata (in mesi e in ore) e l'ente erogatore
Per la Laurea indica la data di conseguimento, la Facolt, l'Universit e il titolo o l'argomento della
tesi. E' inutile citare il nome del Relatore (a meno che non si tratti di un luminare!).
Se sei un Neolaureato o comunque hai unesperienza professionale piuttosto breve, puoi
valorizzare ulteriormente il tuo percorso formativo indicando:
le principali materie studiate (le pi caratterizzanti o quelle da te preferite), senza scrivere l'elenco
di tutti gli esami e i voti ottenuti; eventuali progetti o ricerche a cui hai partecipato.
Esempio

2005 Master Giurista dimpresa (300 ore) presso....

2004 - Laurea in Giurisprudenza (votazione 105/110) Universit.... Tesi in Diritto


Amministrativo .............

1995 - Diploma di Maturit Scientifica Istituto .....

Formazione
Comprende seminari, corsi di formazione/aggiornamento ed eventuali attestati conseguiti.
Questa sezione pu essere integrata e unificata con quella dellIstruzione, sempre rispettando il
criterio dellordine cronologico inverso.
Se si sono fatti numerosi corsi su argomenti affini, possono essere aggregati in ununica dicitura
(es: corsi di aggiornamento in Informatica dal 2000 al 2003 presso lIstituto .... e lente....)
Esempio:
-

Sett 2007 - Convegno "Dibattito sulle prospettive del diritto nelle imprese"
Marzo 2006 - Corso di 20 ore su "Nuove normative in tema di...."

Conoscenze linguistiche
L'inglese apre tutte le porte, in ogni Paese del mondo. Eppure in Italia parla questa lingua ormai
diventata universale solo il 30% della popolazione. E dai cv questo emerge chiaramente.
Strafalcioni, inesattezze, termini inglesi scritti in modo scorretto e usati fuori luogo. E non va
meglio con le parole di altre lingue straniere, spesso maltrattate e stravolte. Insomma, ancor
prima di autocertificare il proprio grado di conoscenza della lingua, molti candidati fanno un primo
autogol.
Per le lingue il consiglio semplice: indicare il livello della conoscenza sia scritta che orale (si va da
sufficiente a ottimo). L'inglese fondamentale, gradita una seconda lingua (variabile a seconda
delle situazioni). In genere, ricordarsi che le aziende internazionali preferiscono assumere una
persona che parli la lingua della casa madre. Se il livello di conoscenza della lingua scolastico o
appena sufficiente, si pu evitare di farne menzione nel cv.
Fanno eccezione lingue "strane" (scrivere di aver frequentato un corso, seppure breve, di
giapponese, indiano o russo fa sempre buona impressione). La conoscenza delle lingue pu essere
argomentata (corsi all'estero, attestati, esperienze in azienda...). Superfluo invece specificare:
"italiano madrelingua". Indica le lingue che conosci e il relativo livello di padronanza dello scritto e
del parlato, segnalando eventuali corsi in Italia o allestero e i certificati ottenuti. Esempio:
INGLESE: ottima conoscenza della lingua parlata e scritta
- Corso di Inglese - livello Intermediate presso la XYZ School (2006/7)
FRANCESE: Buona padronanza della lingua parlata
Vediamo di non fare come loro . (strafalcioni da CV e lettere di presentazione www.monster.it)

Addirittura?!
Inglese level god
Non capirci un'acca
Lavoro bene in theam
Misterioso
Conosco l'inglese come lo pu sapere chi ha studiato con le cassette
Brancolare nel buio
Il mio blackground professionale ...
O acido?
Livello di conoscenza del francese: basico
Ma di giorno non lo parla
Studio notturno registrato
Ol
Spagnolo bonito
E quali sarebbero?
Buona conoscenza idiomi inferiori
Da Coppa Davis
Conoscenza rafforzata da viaggi in Inghilterra con corsi di tennis
Meglio di niente
Non conosco l'inglese, ma posso autocompensarlo col francese

Conoscenze informatiche
Oggi la capacit di usare il Pc diventata fondamentale in ogni lavoro di ufficio. Nel cv, bisogna
indicare il proprio livello di conoscenza dei programmi pi diffusi (Word, Excel, Power Point,
Access...).
Inoltre, occorre specificare la propria familiarit con l'uso di Internet e della posta elettronica.
Segnalare corsi seguiti e attestati ottenuti. Ma senza aggiungere commenti, al contrario di chi ha
scritto: "ho preso la patente informatica, cos nessuno pu pi fermarmi sulle autostrade di
Internet".
Bisogna sempre usare un linguaggio appropriato e non peccare di approssimazione. Ma neppure
indicare termini troppo specialistici e tecnici, che rischierebbero di risultare incomprensibili per il
selezionatore.
Il cv serve per dare un "assaggio" delle proprie conoscenze. Per entrare nel merito e aggiungere
dettagli ci sar tempo e modo nel corso del colloquio. Ma attenzione, tenetevi pronti a essere
messi alla prova. Sempre pi spesso, infatti, i selezionatori effettuano colloqui in lingua e prove
pratiche di conoscenza del Pc.
Indica i software che sai utilizzare e il tuo livello di padronanza di ciascuno. In questa sezione puoi
anche specificare le eventuali certificazioni ottenute (es: Patente ECDL). Esempio:

Sistema Operativo: Windows 98/XP (conoscenza ottima)


Pacchetto Office: Word (conoscenza ottima)
Powerpoint (conoscenza ottima)
Excel (conoscenza buona)

Vediamo di non fare come loro . (strafalcioni da CV e lettere di presentazione www.monster.it)


Deformazione professionale
Il Pc la mia copertina di Linux
Complimenti!
Ottima conoscenza di world ("mondo", anzich Word, programma di videoscrittura)

Il campione
Nell'uso di Excel non mi batte nessuno!
Tedesco di Germania
Sono un web spezialist
Inconvenienti
Sono poco pratico della posta elettronica, perch mi si rotta l'e-mail...
Dalle Folies Bergre
Sto seguendo un corso di Cad/Can
Fuso
Mi scuso per il ritardo ma si era formattato il cervello
Ci si specchia
Monto i monitor con i cristalli limpidi

Interessi/Attivit extraprofessionali/Altre attivit


Questa sezione serve per completare il profilo: puoi scegliere di denominarla con una delle
espressioni suggerite, a seconda del contenuto che vi inserirai. In generale ti consiglio di indicare
solo quegli elementi che possono dare al selezionatore informazioni significative, sempre rispetto
alla posizione da ricoprire!
Ad esempio lhobby della fotografia pu essere interessante per un aspirante pubblicitario ma non
per un impiegato amministrativo! Oppure sono significative le attivit di volontariato,
lorganizzazione di viaggi per un gruppo di amici, sport a livello agonistico o comunque praticati
con assiduit, ecc.
NB: E questo inoltre il posto adatto dove inserire i lavoretti (babysitter, cameriere, animatore
turistico nei villaggi, ecc) solo se sono in qualche modo pertinenti alla posizione o se servono ad
indicare il tuo impegno e il tuo attivismo nel corso degli studi, magari giustificando anche qualche
eventuale ritardo... Sempre in questa sezione puoi decidere di inserire quelle attivit svolte per
brevi periodi e/o non pertinenti con il restante percorso professionale.

Caratteristiche personali
(facoltativo) Descrivi in poche righe (3-5) le tue caratteristiche peculiari che ritieni possano essere
utili per la posizione a cui ti candidi. Come per la sezione dedicata agli obiettivi professionali,
anche questa facoltativa. Entrambe andrebbero inserite pi propriamente nella lettera di
presentazione. Esempio Sono una persona determinata che si impegna con costanza per il
raggiungimento dei propri obiettivi. La dinamicit e la facilit nei rapporti interpersonali sono le
qualit che mi caratterizzano maggiormente...

Ulteriori informazioni
(facoltativo) Puoi indicare qui il possesso della/e Patente/i e dellAuto (se necessarie alla
professione, ad es. se ti proponi come agente/rappresentante) Se lo ritieni opportuno puoi
segnalare anche la tua disponibilit a viaggi, trasferte, trasferimenti, lavoro per turni o di notte,
ecc.! NB: Non indicare preferenze di tipo contrattuale: sarai poi tu a valutare al momento della
chiamata, ma meglio non porre limitazioni iniziali!

Legge sulla privacy


Senza questa autorizzazione posta in calce, il tuo Cv non potrebbe neppure essere preso in
considerazione! Puoi utilizzare la seguente formula: Autorizzo al trattamento dei dati ai fini
dell'attivit di ricerca e selezione del personale, ai sensi della vigente legge sulla privacy (Decreto
Legislativo 196/2003).

Data e firma
Fai in modo di inviare sempre un CV aggiornato! Anche se non ci fossero stati dei cambiamenti nel
contenuto, ricordati sempre di aggiornare la data ad oggi!

CONSIGLI PRATICI IN PILLOLE.


1. Inserite i dati anagrafici, contatti e riferimenti professionali.
Per quanto riguarda la foto . attenzione! Pu essere
unarma a doppio taglio!
2. Non dilungatevi nelle esperienze svolte. Imparate ad essere
esaustivi ma nello stesso tempo sintetici!
Descrivi le tue esperienze in poche parole, utilizzando
termini chiave che possano suscitare l'attenzione del
selezionatore.
Non scrivere paragrafi lunghi ma privilegia l'uso del
punto elenco.
Sii schematico: suddividi il CV in sezioni con dei Titoli ben
evidenti.
3. Due pagine sono pi che sufficienti per dare tutte le informazioni.

Usa il corsivo o il grassetto o le sottolineature per gli elementi chiave per guidare la
lettura del selezionatore in modo tale che colga le informazioni pi rilevanti.
Privilegia caratteri tradizionali come Times
New Roman, Arial, Verdana, Tahoma, tra i
10 e i 12 punti: sono piacevoli e leggibili!
Il titolo del CV da riportare sia
nell'intestazione del Curriculum, sia come
nome del file non deve essere solo un
generico "CV", "Curriculum Vitae" o
analoghi, ma riportare sempre il nostro
NOME e COGNOME (es: CV Marco Rossi)
in
modo
da
essere
facilmente
riconoscibile e rintracciabile

4. Riportate molto brevemente hobby e passioni sottolineando quelle che maggiormente si


conciliano con lo spirito e la cultura dellimpresa.
5. Occhio a Facebook! Le aziende possono andare a vedere il vostro profilo e realizzare che
non siete esattamente come il vostro cv vi presenta: giusto o non giusto che sia, tenetelo
presente!
6. Fra tutti il prodotto proposto deve avere un appeal
particolare, deve distinguersi. Bisogna agire in ottica
di venditori, sottolineando le caratteristiche richieste
dal selezionatore

7. Mentire sul curriculum: a volte pu capitare di indorare la pillola. Fai per in modo che
le tue mezze bugie siano credibili, originali e, soprattutto . non verificabili!

8. Un curriculum su misura per arrivare ai colloqui: impara ad utilizzare format diversi (li
troverai nel prossimo paragrafo).

I modelli di CV: Cronologico, Funzionale, Europeo


La struttura del CV presentata nel paragrafo precedente pu essere adattata ed applicata a 3
modelli di Curriculum che si differenziano non solo per laspetto grafico ma anche per il modo in
cui vengono presentate e organizzate le informazioni, specialmente quelle relative al percorso
professionale svolto. I modelli sono i seguenti:
1. CRONOLOGICO Segnala le esperienze rilevanti partendo dalla pi recente e risalendo indietro
nel tempo. Il curriculum cronologico pi indicato per persone che hanno una traiettoria
professionale stabile e ascendente, senza alti e bassi n periodi in bianco ingiustificati. Questo tipo
di documento pi adeguato per parlare dei lavori svolti che delle abilit acquisite. La
presentazione dei lavori che hai avuto va preferibilmente ordinata secondo una modalit
cronologica inversa (dalla esperienza pi recente a quella pi vecchia).
Con il curriculum cronologico si trasmettono le informazioni in modo chiaro e preciso. Il
reclutatore sar grato di poter percepire levoluzione del candidato con una sola occhiata. Nella
parte relativa allesperienza consigliabile scrivere i periodi, il posto occupato, limpresa e le
funzioni svolte, descritte in forma schematica. Le altre sezioni si mantengono come in qualsiasi
curriculum convenzionale.
Questo tipo di cv, come si evince gi dal nome, quello che organizza le informazioni
cronologicamente e ci permette alladdetto delle Risorse Umane di conoscere a colpo docchio la
carriera lavorativa del candidato, anche se questo non sempre basta per raggiungere il primo
obiettivo: ottenere un colloquio di lavoro.
Laspetto positivo di questa struttura che, se stanno bene assieme le varie esperienze, enfatizza
il proprio percorso professionale. Mette bene in evidenza le promozioni lavorative, laumento dei
compiti svolti nel tempo con le conseguenti responsabilit acquisite. Di contro, lascia anche in
chiaro, qualora ve ne fossero stati, i periodi in cui sei rimasto inattivo o se ti sei dovuto spostare
tanto da un lavoro allaltro. Questo porta a dover poi fornire ulteriori spiegazioni e poi ad aver
riempito i buchi con lavori non utili al cv.
Per tale motivo questa tipologia consigliata per chi ha avuto una buona esperienza professionale
e non ha cambiato troppo spesso lavoro o avuto lunghe pause tra un lavoro ed un altro. anche
molto utile se desideri mettere in evidenza una particolare azienda in cui hai lavorato.

Pro del curriculum cronologico:

1. si tratta del tipo di cv pi diffuso ed accettato dalla maggior parte dei reparti di risorse
umane
2. facile da leggere e da capire in quanto fortemente strutturato
3. mette in risalto la tua stabilit lavorativa e il tuo percorso

Contro del curriculum cronologico:

1. risalta tuttavia anche i cambiamenti di lavoro, i periodi di inattivit, la non ascesa di


carriera/responsabilit

2. pu sviare troppo focalizzandosi sulla tua et


3. inoltre mostra la mancanza di formazione o del rinnovo delle proprie competenze
2. FUNZIONALE Aggrega le esperienze simili in base al tipo di attivit/responsabilit, senza
quindi seguire lordine temporale.
Il curriculum vitae tematico o funzionale un curriculum centrato principalmente sulle
competenze e le capacit del candidato e fornisce cos una panoramica delle sue sfere di
competenza.
Ti consigliamo di usare il curriculum tematico se vuoi dimostrare al meglio la tua polivalenza e il
tuo
interesse
per
un
settore
in
cui
hai
rivestito
diverse
funzioni.
Rispetto al curriculum classico permette pi flessibilit e organizzazione delle informazioni relative
alle esperienze professionali. Essendo pi flessibile permette di inserire informazioni sui propri
interessi e motivazioni.
Laspetto pi interessante di questo curriculum che permette di nascondere eventuali lacune,
come periodi di inattivit professionale.
3. EUROPEO Segue il modello standard del Curriculm Europeo, riconosciuto in tutta Europa.
Nonostante luso affermato del modello europeo di curriculum vitae, la disputa tra sostenitori e
critici accesa. Qui ti forniamo un elenco di vantaggi e svantaggi che derivano dal suo uso.
Il modello Europass utile se hai poche esperienze formative e/o lavorative. Utilizzando solo i due
terzi della pagina, infatti, i dati, anche se pochi, riempiono pi facilmente la pagina e si evita
leffetto pagina bianca. Se, al contrario, hai molta esperienza formativa e/o professionale i tuoi
dati non entreranno in una pagina e dovrai riempirne almeno tre o quattro, finendo per avere un
curriculum troppo lungo da presentare.
Una critica mossa al curriculum europeo relativa alla richiesta di compilare una parte dedicata
alle competenze. Non c un elenco a cui attingere e non sapendo cosa mettere le persone
finiscono per scrivere sempre le stesse frasi che suonano scontate e poco credibili, come la classica
capacit di lavorare in gruppo.
Il Curriculum europeo ti richiede inoltre una presentazione cronologica delle tue esperienze e per
questo, se hai avuto un percorso di formazione o professionale frammentato, non consigliabile.
Generalmente il Curriculum Europass risulta molto lungo e capita spesso che le imprese private
preferiscano un altro tipo di curriculum. Al contrario i soggetti pubblici, meno vincolati a questioni
di tempo, lo richiedono espressamente.
Sul link http://europass.cedefop.europa.eu possibile scaricare:
Il modello CV Europass in tutte le lingue europee (in formato Word e OpenOffice)
Un esempio di CV compilato
Le istruzioni per la compilazione
Le peculiarit di questo modello rispetto ai precedenti sono:
a. la descrizione del livello di conoscenza delle lingue straniere secondo una griglia standard

b. la definizione di vari tipi di capacit e competenze, da quelle sociali a quelle tecniche.


La griglia di autovalutazione stata sviluppata dal Consiglio dEuropa per il Quadro europeo
comune di riferimento per le lingue. Viene valutata la conoscenza di ciascuna lingua su tutte le
modalit comunicative (ascolto, lettura, interazione, produzione orale, produzione scritta), in base
ai seguenti livelli:
Livello elementare (livelli A1 e A2)
Livello intermedio (livelli B1 e B2)
Livello avanzato (livelli C1 et C2)
Per valutare il tuo livello di conoscenza di una lingua straniera, consulta le accurate descrizioni
presenti online sul sito del Consiglio dEuropa (www.coe.int/portfolio).
Come dicevamo, il CV Europeo ha come peculiarit quella di presentare una ricca sezione dedicata
alla presentazione delle proprie capacit e competenze. Qui di seguito puoi leggere le chiare
spiegazioni presenti sulla guida ufficiale al CV Europass corredata da esempi. Come puoi leggere,
ciascuna sezione facoltativa, quindi il nostro suggerimento quello di compilare solo quelle che
sono pertinenti il tuo profilo. Ad es. compila il campo relativo alle competenze artistiche solo se
ti stai proponendo nellambito dello spettacolo o nel settore creativo. In generale, la sintesi
soprattutto in questa parte del CV (oltre che su tutto il CV nel suo complesso) sar molto gradita al
selezionatore!
Ti consigliamo di preparare sempre due curricula: uno cronologico o funzionale, a seconda delle
tue necessit, e uno europeo da tener pronto in qualsiasi momento ti venga richiesto.
Nelle prossime pagine, dopo la griglia delle Competenze del CV Europeo, troverai un esempio di
CV compilato per ciascuno dei modelli che abbiamo presentato: Cronologico, Funzionale,
Europeo.

ESEMPI DI CURRICULUM
Esempio di CV Cronologico (NB: tutti i dati inseriti sono inventati)

Maria De Santis
______________________________________________________________________________
Informazioni personali
Residenza: Viale Europa 135, 00100 Roma
Tel.: 06234578
Cel.: 339876543
E-mail: maria.desantis@hotmail.com
Esperienze Professionali
2009 (in corso) Briefing S.p.A Fiere & Eventi
Posizione: PR junior
Pianificazione ed organizzazione eventi
Attivit promozionali e pubblicitarie
2006/2008 - Soma S.r.l.- Societ di servizi
Posizione: Assistant
Gestione Agenda del Responsabile
Organizzazione viaggi e trasferte
Rapporti con clienti e fornitori
2006 Ass. Citt Attiva Servizi sociali per i cittadini
Posizione: Stagista
Attivit segretariali (archivio, gestione appuntamenti)
Call center (Informazioni ai cittadini)
Istruzione & Formazione
Sett-Dic 2005: Master (full time 3 mesi) in Organizzazione Eventi FonClea srl
Argomenti: Project Management - Fund Raising Comunicazione
Luglio 2005 Laurea Quinquennale in Scienze sociali Facolt di Sociologia, Universit di Roma
La Sapienza
Votazione: 105/110
2000 - Diploma classico - Liceo Statale Cicerone (Roma)
Votazione: 87/100
Lingue straniere
lingua

Livello di conoscenza (scritto e parlato)

inglese

intermedio

francese

scolastico

Abilit informatiche
Ottima conoscenza di Windows, Office (Word-Excel-Powerpoint), Database, Internet e Posta
elettronica
Attivit extracurriculari
Attivit di Volontariato presso il centro Migrantes
Redazione articoli per rivista online www.absolutevents.com
Si autorizza il trattamento dei dati ai sensi del Dlgs. 196/2003
Data e firma

Esempio di CV Funzionale (NB: tutti i dati inseriti sono inventati)


LUDOVICA SIRONE
CURRICULUM VITAE
DATI ANAGRAFICI
Cognome e nome: Sirone Ludovica
Residenza: Via Macchiavelli, 25 Cap 20121 Milano
Telefono: 029924188 - 327665508
e-mail: sirone.ludovica@tiscali.it
ESPERIENZE LAVORATIVE
- Interprete (tedesco, inglese, francese) ed hostess:
Dicembre 2008, Milano, Fiera del Turismo
Luglio 2007, Londra, International Exhibition
Aprile 2007, Ginevra, Salone dell'Auto
- Direzione Comunicazione Litus Spa - Tirocinio semestrale (Gen-Giu 06)
Attivit di raccolta dati, articoli
Predisposizione Newsletter interna
Contatti con le agenzie di pubblicit
- Turismo
Estate 2005-2006 - Referente per gruppi di studenti in Inghilterra
Estate 2003-2004 - Animatrice Villaggi Turistici ItalTour (Organizzazione attivit ludicosportive; Relazione con i clienti)
ISTRUZIONE
- Attualmente iscritta al secondo anno della Laurea Specialistica in Comunicazione
dImpresa presso lUniversit Cattolica del Sacro Cuore
- 2006: Laurea in Comunicazione di massa pubblica ed istituzionale presso lUniversit di
Pavia, facolt di Lingue e Letterature Straniere
Tesi in I nuovi orientamenti nella comunicazione esterna aziendale con votazione pari a
108/110
- 2003: Diploma di Maturit Linguistica conseguito presso il Liceo Linguistico Dante Alighieri
(Milano)
CONOSCENZE LINGUISTICHE
Lingua Tedesca parlata e scritta: Conoscenza ottima (acquisita nel corso del progetto
Erasmus a Berlino - anno 2007)
Lingua Inglese parlata e scritta: Conoscenza ottima (5 anni di frequenza estiva di corsi di
lingua in Gran Bretagna)
2003: First Certificate in English
Lingua Francese parlata e scritta: Conoscenza Scolastica

CONOSCENZE INFORMATICHE
Buona conoscenza di Office (Word, Excel, Powerpoint) e di Internet
Conoscenza base AS 400 e Leonardo
HOBBIES
Viaggi in Italia e in Europa (Gran Bretagna, Germania, Svizzera)
Letturatura inglese e scandinava
Sport (Nuoto e Pallavolo)
La sottoscritta autorizza ai sensi del Dlgs. 196/03, allutilizzo dei propri dati personali per
lespletamento di tutte le pratiche di selezione ed assunzione.

Data e firma

Curriculum Vitae
Europass
Informazioni personali
Nome / Cognome
Indirizzo
Telefono
E-mail
(facoltativa) Data di nascita

Daniela Rossi
Viale Europa, 75 00119 Roma
06 75428
daniela.rossi@gmail.com

Cellulare: 339 4517888

22.06.1989

Occupazione desiderata/Settore Settore socio-educativo


professionale
Esperienza professionale
Date
Lavoro o posizione ricoperti
Principali attivit e responsabilit

Nome e indirizzo del datore di lavoro

Dal 2010 ad oggi


Educatrice/animatrice residenze per anziani

individuare interessi e bisogni degli utenti


definire gli obiettivi e organizzare, in accordo con le altre figure professionali,
interventi di animazione e socializzazione allinterno della struttura
accogliere e coinvolgere gli utenti
organizzare attivit artistico-grafiche, di bricolage, di gioco, ecc.
fornire informazioni sulle attivit programmate
predisporre i materiali e i laboratori di animazione
Residenza Sanitaria Assistita Residenza Sole e Luna
Via Roma 00142 Roma

Istruzione e formazione
Date
Titolo della qualifica rilasciata
Principali tematiche/competenze
professionali acquisite

2010
Corso finanziato dalla Regione Lazio durata 160 ore
Attestato di partecipazione Operatore socio educativo

Nome e tipo d'organizzazione


erogatrice dell'istruzione e
formazione

Orientamenti relazionali nella comunicazione con bambini, disabili, anziani;


Approfondimento di conoscenze teoriche (psicologia, sociologia, diritto) in
relazione alle fasce di utenza sopra citate;
Acquisizione di tecniche di lavoro (organizzazione e conduzione di gruppi,
progettazione reti sociali, animazione) applicabili in diversi processi lavorativi atti
a promuovere le risorse e le potenzialit di soggetti individuali e collettivi nella
comunit sociale;
Acquisizione delle seguenti abilit: processo metodologico della relazione di
aiuto, metodologia della conduzione di gruppi di aiuto e mutuo/aiuto, la
documentazione di processo.

Agenzia di formazione Accreditata Carpe Diem Via Mazzini 00115 Roma

Date
Titolo della qualifica rilasciata
Principali tematiche/competenze
professionali acquisite

Nome e tipo d'organizzazione


erogatrice dell'istruzione e
formazione

Anno scolastico 2008/2009


Diploma Liceo Scienze Umane

Acquisizione di competenze di tipo comunicativo e psico-sociale attraverso lo


studio di materie specifiche quali psicologia, pedagogia, ecc., cenni di diritto
privato.
Competenze di gestione gruppi classe e di gestione della didattica attraverso il
tirocinio obbligatorio
Partecipazione al progetto Scuole in rete per lintercultura: realizzazione di un protocollo
per laccoglienza degli studenti stranieri nella scuola superiore.
Liceo Statale delle Scienze Umane A. De Santis
Largo Garibaldi 00180 Roma

Capacit e competenze
personali
Madrelingua

Italiano

Altra lingua
Autovalutazione

Comprensione
Ascolto

Livello europeo (*)

Inglese

A1

base

Parlato

Lettura
A1

base

Interazione orale
A1

base

Scritto

Produzione orale
A1

base

A1

base

(*) Quadro comune europeo di riferimento per le lingue

Capacit e competenze sociali

Capacit di vivere e lavorare con altre persone in ambiente con caratteristiche intergenerazionali.
Lesperienza maturata come educatrice/animatrice in RSA mi ha permesso di supportare i
fondamenti teorici appresi nella formazione e sviluppare capacit comunicative quali lascolto
attivo e la capacit di analisi dei bisogni e delle aspettative.

Capacit e competenze organizzative Capacit di adottare comportamenti organizzativi improntati alla flessibilit e alladattabilit, nonch
la capacit di gestire in modo adeguato lautocontrollo e la gestione dello stress sono competenze
legate alle mie attitudini personali ma anche competenze che ho ampliato e sviluppato attraverso la
tipologia del lavoro sociale.
Altre competenze organizzative che ritengo di possedere sono: capacit di applicare tecniche di
gestione dei gruppi in ambito di animazione sociale, capacit di applicare alla relazione tecniche
adeguate di comunicazione e ascolto attivo.

Capacit e competenze tecniche

Tutte quelle competenze legate allorganizzazione e alla gestione di laboratori di animazione


sociale: padronanza delle tecniche legate ai lavori di creativit.
Conoscenza e capacit di somministrare giochi legati a test cognitivi spazio-temporali (memory
test)

Capacit e competenze artistiche

La passione personale prima e poi le mansioni attinenti al lavoro di educatrice/animatrice mi


hanno portato a sviluppare competenze nel disegno a mano libera e in attivit collegate alle arti
decorative come il decoupage.

Patente

Possesso di patente B

Ulteriori informazioni Esperienze occasionali e/o temporanee non documentabili

Ripetizioni a studenti scuole medie inferiori e superiori materie umanistiche


Baby sitter

Altre informazioni utili

Allegati

Vincitrice Concorso Pubblico Nazionale per la qualifica di Educatore Professionale nei


Convitti Nazionali anno 2011

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.
196 "Codice in materia di protezione dei dati personali ".

Data

Firma

Un Curriculum per ogni et


Cos come opportuno avere un CV per ciascuna tipologia di lavoro per la quale intendi proporti,
cos consigliabile operare specifici accorgimenti sul tuo CV a seconda della tua et e del tuo
livello di esperienza! Questo infatti ti permetter di mettere in risalto i tuoi punti di forza e
nascondere o comunque rendere meno evidenti i tuoi punti di debolezza. Per praticit abbiamo
distinto 3 tipi di profili:
a. Junior: raccoglie tutti coloro che hanno appena terminato gli studi e stanno per inserirsi nel
mondo del lavoro, fino a coloro che lavorano da meno di 5 anni, senza avere ruoli di
responsabilit.
b. Middle: comprende tutti coloro che lavorano da 5-10 anni e che operano come Professional
(Impiegati, Consulenti, ecc.) o come Manager (ossia gestendo delle risorse, come ad es. Capouffici,
Responsabili, ecc.).
c. Senior: include coloro che hanno pi di 10 anni di esperienza sul lavoro (Professional e
Manager) ed anche la categoria dei Dirigenti.
Il CV Junior
Se hai poca o nessuna esperienza lavorativa, devi chiaramente puntare sulla tua Istruzione e
Formazione: descrivi pi nel dettaglio il tuo percorso di studi, le principali materie studiate,
eventuali progetti o ricerche a cui hai partecipato, largomento della tua Tesi di Laurea/Master. Se
hai svolto qualche stage o tirocinio puoi inserirlo tra le Esperienze Professionali. Inoltre puoi
inserire eventuali lavoretti occasionali tra le Attivit extra-professionali (o Altre attivit).
Se invece hai gi una seppur breve esperienza lavorativa, valorizzala al meglio, anche
graficamente, inserendola prima della sezione dellIstruzione. Contano inoltre molto le
Competenze Informatiche e Linguistiche: anche qui se hai frequentato dei corsi specifici, se hai
conseguito degli attestati o se sei stato allestero, opportuno segnalarlo.
Nel CV Junior pi che in tutti gli altri, importante valorizzare i tuoi interessi e le tue attivit extraprofessionali che hai svolto o stai continuando a svolgere (ad es. hobby, sport, partecipazione ad
Associazioni, attivit di Volontariato) perch contribuiscono ad arricchire il tuo profilo e a
distinguere il tuo CV dalla massa.
Il CV Middle
Se hai pi di 5 anni di esperienza lavorativa importante che tu comunichi unimmagine coerente
del tuo ruolo professionale e che riesca a ricostruire il filo rosso che unisce le tue esperienze,
anche se differenziate tra loro. Il rischio da evitare quello di presentarti con un percorso confuso
e con unidentit professionale incerta, perch il selezionatore non sa come interpretarla e di
conseguenza come collocarti!
Per questo fondamentale fare unanalisi a priori del proprio percorso professionale,
identificando gli elementi comuni tra le varie esperienze e scegliendo cosa inserire (e come) e cosa
omettere in base alla posizione per cui intendi candidarti.

Per valorizzare ulteriormente il tuo CV, puoi inserire allinizio, subito dopo i tuoi dati anagrafici, un
breve prospetto delle tue principali competenze. In alternativa (o in aggiunta) a questo, puoi
indicare nel CV eventuali attivit o progetti speciali che hai seguito e i risultati che hai
contribuito a raggiungere per lazienda in cui lavoravi.
Il CV Senior
Se hai unesperienza lavorativa ultradecennale, il tuo profilo presumibilmente consolidato e ben
definito. E opportuno evidenziare la crescita professionale che hai fatto nei passaggi di carriera
sia interni allazienda, che esterni, in altre realt. Inoltre molto interessante che tu segnali i
risultati (qualitativi e quantitativi) che hai conseguito, soprattutto se hai/avevi una posizione di
responsabilit.
Nel CV Senior altamente consigliato inserire unapposita sezione che descriva in modo sommario
ma incisivo le proprie competenze possedute, in modo tale da evidenziare sia la propria
expertise che le proprie competenze trasversali. Infatti da un profilo Senior ci si aspetta non solo
un elevato livello di specializzazione, ma anche la capacit di essere flessibili per affrontare nuovi
contesti e nuove sfide. Se il profilo Senior anche over-40, sappiamo che, soprattutto per i
Professional, la situazione si complica a causa di una latente discriminazione che pur essendo
negata a parole, in diversi casi operata nei fatti. Fortunatamente esistono ancora aziende
lungimiranti e selezionatori etici e preparati che utilizzano altri e pi validi criteri di selezione. Ad
ogni modo, il suggerimento pratico che si pu dare in questi casi quello di omettere la data di
nascita (se non espressamente richiesta) e altri elementi del CV che possano far facilmente risalire
allet.
Questa tra laltro prassi nei Cv di modello anglosassone dove la questione della discriminazione
e della privacy molto sentita. Lo scopo quello di favorire la convocazione al colloquio e di far
cos valere le proprie qualit e competenze prima che laspetto anagrafico. Se chiaramente per
lazienda il requisito dellet rappresenta una conditio sine qua non, questo sar difficilmente
derogabile...ma in tutti gli altri casi ti sarai dato una chance in pi!

Il Curriculum online
Sappiamo che la modalit tradizionale per utilizzare il CV quello di inviarlo per posta
(tradizionale o elettronica) in risposta ad un annuncio o come autocandidatura, oppure
consegnarlo a mano presso le aziende, gli studi e i negozi che ti interessano. Da qualche anno
ormai il canale pi diffuso per linvio della propria candidatura certamente il web. Le strade
percorribili su internet sono (quasi) infinite e ciascuna andrebbe approfondita singolarmente:
a. siti specializzati di e-recruiting (come Monster, Infojobs, ecc.)
b. siti delle Agenzie per il Lavoro (come Adecco, Manpower, ecc.)
c. siti delle Societ di Ricerca e Selezione di Personale Qualificato (come Profili&Carriere, Hays,
ecc.)
d. siti aziendali con la sezione Lavora con noi o Carriere
e. siti generici di annunci (come Kijiji, Bakeka, ecc.)
f. motori di ricerca che vanno a pescare gli annunci nei siti di cui sopra (come Jobrapido, Indeed,
ecc.)
g. servizi di invio CV (come Curriculum Premium)
Nella maggior parte di essi possibile registrarsi e inserire il proprio CV: caricando (facendo
l'upload) o facendo copia&incolla del proprio file; compilando i campi preimpostati (form).
In alcuni di questi siti inoltre possibile inviare direttamente il proprio CV in risposta ad un
annuncio, attraverso uno specifico indirizzo mail. Per il Cv online valgono le stesse regole e gli
stessi consigli forniti per il CV tradizionale, facendo in particolare attenzione a:
le parole chiave (indica diverse parole chiave attinenti alle Aree che ti interessano: ad
esempio per le Risorse Umane indica anche: Organizzazione, Gestione personale, Selezione,
Formazione, ecc.)
la completezza dei campi compilati (evita di lasciare campi vuoti o incompleti)
l'aggiornamento (i CV non aggiornati da pi di 6 mesi difficilmente saranno presi in
considerazione)
Infine, un canale che attrae sempre di pi lattenzione di chi cerca lavoro e vuole cambiarlo, cos
come quella di selezionatori ed headhunters quello dei business social network come Linkedin,
Xing e Viadeo. Sono luoghi virtuali di incontro tra professionisti di vari settori oppure specializzati
in un unico ambito (finance, psicologia, ecc.), dove possibile:

pubblicare il proprio profilo,


contattare colleghi passati o attuali,
creare partnership,
offrire/ricevere opportunit di collaborazione
entrare in contatto con selezionatori, Head Hunters, imprenditori
trovare veri e propri annunci di lavoro

Anche su queste piattaforme oltremodo utile avere preparato un CV chiaro, sintetico ed


efficace, corredato da un prospetto delle proprie competenze, che pu essere agilmente
utilizzato per compilare tutti campi del proprio profilo.

LA LETTERA DI PRESENTAZIONE
Lerrore pi diffuso fra chi aspira a un posto di lavoro? La standardizzazione. Molti (troppi)
candidati si illudono che basti compilare un solo e unico curriculum, sempre uguale a se stesso, e
inviarlo a tutti i possibili datori di lavoro. In realt, al variare del settore e della tipologia di azienda,
si consiglia di aggiustare la propria candidatura, evidenziando gli elementi (skills, esperienze,
studi...) pi in linea con la specifica posizione.
Laddove il Cv non si presti a questo scopo, viene in aiuto la lettera di accompagnamento. E qui
che il candidato pu dare voce alle proprie motivazioni, sottolineare le proprie attitudini rispetto
allazienda e al ruolo. Spiegare, in sintesi, perch pu rivelarsi luomo giusto al posto giusto (la
circostanza vale naturalmente anche al femminile).
La lettera di presentazione, detta anche lettera di accompagnamento, pu essere definita una
breve introduzione al curriculum vitae attraverso la quale il candidato ha la possibilit di
presentarsi brevemente e di sottolineare le proprie capacit e competenze, nonch lo stretto
legame esistente tra queste e i requisiti richiesti dall'offerta di lavoro per la quale ci si candida.
La lettera di presentazione viene spesso erroneamente sottovalutata dalle persone che sono alla
ricerca di un'occupazione, molte di queste ignorano infatti l'influenza che pu avere questo tipo di
documento nella scelta della figura ricercata. La lettera di presentazione infatti determinante
nella creazione della prima impressione che il selezionatore avr del candidato e influisce
notevolmente sulla successiva lettura del curriculum. Non allegare tale documento al proprio
curriculum vitae o scrivere una lettera di presentazione banale, incompleta e con diversi errori
pu quindi risultare penalizzante per il candidato.
Una lettera di presentazione efficace deve infatti essere scritta in modo professionale, non deve
presentare errori di ortografia e deve suggerire al selezionatore l'idea che il candidato possiede i
requisiti adatti per ricoprire il ruolo vacante.
Attenzione: il contenuto deve essere estremamente chiaro e sintetico. Lobiettivo? Suscitare
linteresse del selezionatore ed essere convocato a un incontro conoscitivo. La lettera deve
comprendere quattro parti, il riferimento, lobiettivo di lavoro, la conclusione e il congedo.
Ma passiamo ai contenuti formali. In alto va indicato il nome della societ, la casella postale
dellinserzione o il riferimento, mentre a fianco, a destra, mai dimenticare di aggiungere la localit
e la data. In calce alla lettera daccompagnamento vanno indicati gli allegati (solitamente composti
dal CV, vale a dire informazioni personali e sulle proprie esperienze professionali). Non
dimenticate data e firma!
Da evitare assolutamente nellesordio espressioni come: Mi pregio di informarvi o Invio a
questo ufficio, meglio il linguaggio colloquiale (stile semplice, non burocratico). E vietatissimo
anche usare dei prestampati, lasciando in bianco solo gli spazi della data e del nome dellazienda.
I neolaureati dovrebbero indicare le aree funzionali nelle quali vorrebbero operare, soprattutto se
provengono da corsi di Laurea con pi sbocchi. Questo d la sensazione al selezionatore di avere a
che fare con una persona che ha le idee chiare. E meglio comunque specificare che, nonostante le
preferenze, non ci si preclude nessuna possibilit.
Questa lettera non deve superare mai le dieci/quindici righe e se possibile, va inviata
personalmente al responsabile della selezione del personale. E consigliabile indicare anche sulla
lettera di presentazione lindirizzo e il numero telefonico. Per congedarsi evitare frasi retoriche

come devoti ossequi, con viva stima o assurde del tipo nelleccitante attesa di un vostro
riscontro. Basta scrivere cordiali o distinti saluti.
E infine, ecco cosa NON fare assolutamente:

Scrivere frasi adulatorie


Riferirsi a se stessi in terza persona
Allegare biglietti da visita
Utilizzare la raccomandata con ricevuta di ritorno
Indicare le proprie pretese in termini di carriera e di aspettativa economica

Impariamo dagli strafalcioni altrui...


A SCOPPIO RITARDATO
Circa un mese e mezzo fa cercavate una segretaria di Direzione.
BEH?
Oggetto: posizione di autista di direzione
Avendo lavorato come archivista dove erano richiesti diligenza, ordine e grande pignoleria
FIDUCIOSO
Da molto tempo aspettavo questa opportunit, mi auguro che ne teniate conto.
ESAGERATO
Spettabile agenzia di somministrazione del lavoro, di selezione del personale e di outplacement,
allego alla presente la mia storia professionale
DA TENERE IN EVIDENZA COME HOSTESS
Con la crisi dellaviaria, se non passa, mi hanno messo a lavorare a part-air.
LO SPIRITOSONE
Gentilissimo, il ruolo da voi offerto (anche se tengo a rimanere celibe) si sposa perfettamente con
le mie aspirazioni.
PRESUNTUOSO
Spettabile ditta, carpe diem questo vale per me ma potrebbe valere anche per voi se
condividete i contenuti del mio curriculum vitae.
LOCCASIONE FA LUOMO QUADRO
Premetto che sono prossimo al quadro e non vorrei perdere loccasione.
QUALE, SE E AL PRIMO IMPIEGO!?!
Lunica motivazione che mi ha spinto a rispondere alla vostra inserzione il mio desiderio di poter
incrementare la mia esperienza professionale.
SPUNTI DI VISTA
Egregi Signori, una breve nota in aggiunta al mio curriculum vitae. Sin dalla tenera et ho sempre
pensato di fare lavvocato e ora dopo cinque anni sono riuscita a spuntare la posizione di
assistente, ora vorrei un esperienza come giurista dimpresa anche se non ho il titolo, ma dopo
tutto lesperienza quella che conta di pi.
SILLOGISMO
Premetto la privacy sui miei dati che sono riservati in quanto una volta non stata rispettata da
parte di una azienda che ha chiesto mie referenze dove lavoravo che poi, per fortuna, non gliele
hanno date per la privacy.
MEMENTO AUDERE SEMPER
Anche se non ho i requisiti da voi richiesti, io ci provo.
IL KILLER
Non sono al primo impiego perch appena laureato ho fatto uno strage.

DELLA DIMESTICANZA HAI CAPITO LIMPORTANZA


Dato che richiedete una buona conoscenza del PC, vi preciso che dopo essere stata una saltuaria
navigatrice di Internet ho poi imparato a chattare e ora posso dire di avere acquisito una buona
dimesticanza.
IL MARINAIO
Non so pi in che barca menarmi.
IL LEGHISTA
Non vorrei apparire invadente anche se la terza lettera che vi inoltro, ma mi hanno insegnato
che chi lha duro la vince.
COME SBARCARE IL BANCARIO
Conscio che il vostro patrimonio nella vostra Bancadati e visto che per coerenza sono un
Bancario che vuol cambiare Banca con una Banca migliore, gradirei quindi approdare per il
momento almeno nella vostra.
IL SEMINARISTA
Scrivere un curriculum vitae sembra facile e per me questa la prima volta, ma dato che nella vita
ho fatto di tutto non mi basterebbero 10 pagine, per cui cercher quindi di scrivere un breviario.
MAI METTERE LA MANO SUL FUOCO
Trovare lavoro come sposare un uomo e questo comporta la fedelt e su questa con me potete
starne certi.
Evitate inoltre con cura di ispirarvi ai cacciatori di lavoro che seguono.
FANTOZZIANO
Vi sottometto le mie ambizioni.
PALLONE GONFIATO
Inspiro alla dirigenza entro i 30 anni.
AIUTO!
Ho una feroce voglia di emergere.
IN UNA SOCIETA' CHE PRODUCE MATERASSI
Vorrei un part-time in senso orizzontale ovvero di mattina.
DALL'AVANA A LAVAGNA
Sono disponibile a trasferirmi in una localit marina o all'estero, in America Latina o in Liguria.
COERENTE
Essendo podista amo far strada.
COME FARA'?
Desidero diversificare le mie esperienze lavorative, sono al primo impiego.
UN PIGMEO?
Con la crisi dell'azienda hanno assunto un tagliatore di teste.
DA UNA SOCIETA' CASEARIA
La burrocrazia troppo pesante.
BRACCIA RUBATE ALLA TERRA
Il capo meglio che vada a zappare.
CON LA CRISI ENERGETICA!?
Nel colloquio d'assunzione mi promisero oro, gioielli, una carriera brillante. Cos'ho trovato:
carbone.
QUANDO SI DICE DEMOTIVAZIONE
E' come lavorare in un'enoteca ed essere astemio, in una pasticceria ed essere diabetico, in una
fabbrica di semafori ed essere daltonico.

L'ASTRONAUTA
Non ho pi nulla da imparare, ho fatto un giro d'orizzonte completo.
TOTAL NON QUALITY
Come prevedevo non mi lasciano occupare totalmente di qualit totale.
ATTESE DISATTESE
Ho impiegato tre anni per vincere un concorso in un Ente Pubblico e solo un mese per uscirne.
COME?
Per un incendio doloroso hanno dovuto chiudere l'azienda.
RIEPILOGANDO:

La lettera di presentazione o lettera di autocandidatura la vostra presentazione


allazienda.

Lesame inizia proprio con la lettura della lettera di presentazione In modo discorsivo stai
motivando perch sei la persona giusta e cerchi di predisporre chi legge a considerarti
speciale rispetto a tutti quelli che hanno inviato il cv a quellazienda.

Usa un tono discorsivo e cerca di puntualizzare il tuo specifico interesse per lazienda che
stai contattando.

Se il tuo cv allegato ad una e-mail la lettera di presentazione sar il contenuto della mail
stessa.

Inizia la lettera presentandoti:


 nome e cognome
 titolo di studio e se alta! la votazione

Specifica quindi come sei venuto a conoscenza dellazienda:


 tramite annuncio
 per ricerca personale

Non dimenticare: Saluti & Firma

Di seguito proponiamo una lista di esempi di lettere di presentazione da allegare al curriculum


vitae e che si differenziano in base al caso specifico.

Lettera di presentazione: modelli diversi per diverse situazioni.


Cambiare Lavoro
Per chi ha gi un lavoro e desidera cambiarlo il consiglio chiave quello di non marcare questo
concetto. Inviare Curriculum Vita alle aziende significa gi partire da un presupposto di
cambiamento, indipendentemente dal fatto che la scelta di cambiare sia dettata da motivi di
necessit (la vostra azienda attuale attraversa un momento particolare) o di motivazione
personale (siete scontenti del vostro lavoro, dellambiente in generale o non c una reale
possibilit di crescita personale).
Il colloquio sar la sede per approfondire qualsiasi leva motivazionale. Intanto, al momento della
candidatura, lenergia deve essere focalizzata verso lazienda cui state comunicando la vostra
professionalit e disponibilit. Le informazioni che troverete in questo esempio di lettera di
presentazione sono del tutto indicative, da sostituire con quelle che invece vi riguardano
direttamente.
Luisa Grossi
Viale Europa, 72 00156 Roma
Cell. +39 320 4687455
Email: l.grossi@gmail.com

Gent.ma Dott.ssa Simona Bianchi


Responsabile delle Risorse Umane (nome azienda)
Indirizzo Azienda
Oppure
Dip. Risorse Umane (nome azienda)
Indirizzo Azienda
Data: 27/03/2013
Oggetto: Candidatura per (Nome Posizione ricercata)
Spett.le Dott.ssa Neri/Spett.le Responsabile della Selezione,
vorrei sottoporre alla Sua cortese attenzione la mia candidatura per il ruolo di (Nome Posizione).
Da maggio 2007 sono responsabile del dipartimento (nome dipartimento) presso lazienda (nome
azienda). Durante il mio percorso professionale ho sviluppato piani di riduzione dei costi,
lavorando per obiettivi allinterno di un team di quattro persone.
Precedentemente ho maturato inoltre una importante esperienza nel settore grande distribuzione
organizzata presso (Nome Azienda) come (Nome Posizione).

Sono alla ricerca di una nuova opportunit professionale che mi permetta di conoscere una realt
stimolante e costruttiva per il mio percorso e ritengo che (nome Azienda) possa offrirmela, come
io posso essere una risorsa in grado di apportare un prezioso valore aggiunto.
Ringraziandola in anticipo per lattenzione, la invito a contattarmi per un riscontro e reso
disponibile fin da subito per un colloquio conoscitivo.
Cordialmente
Luisa Grossi

Ricerca di Lavoro
Uno dei motivi pi comuni da cui dettata la ricerca di lavoro , chiaramente, il fatto di non
svolgere nessunaltra attivit lavorativa o di non averne una abbastanza remunerativa. Non
bisogna dimenticare che lelemento chiave dimostrarsi motivati.
Sia che si tratti di una risposta ad un annuncio di lavoro o che sia una autocandidatura
necessario essere concentrati sullobiettivo e indirizzati verso quelle buone pratiche che un
candidato non dovrebbe mai sottovalutare (informatevi sullazienda e sulla sua mission,
informatevi sullandamento del mercato di riferimento, consultate i profili online di chi, allinterno
dellazienda, si occupa di selezione e anche degli altri dipendenti).
Vi proponiamo un modello del tutto esemplificativo che potrete modificare in base al vostro
vissuto facendo leva sui vostri punti di forza.
Cinzia Giotto
Via Belvedere, 2
00100 Roma
Cell. 345 7876543
email: giotto.c@hotmail.it
Alla c.a. Dott. Leopoldini
Resp.le Risorse Umane
Nome azienda
Oppure
Risorse Umane (nome azienda)
Indirizzo azienda
Roma, 25 febbraio 2013
Oggetto: autocandidatura in qualit di addetta ai servizi per linfanzia.
Gent.le Dottor Leopoldini/Spett.le Resp.le della Selezione

sono molto interessata a lavorare a contatto con i bambini, come assistente dinfanzia o
animatrice. Vi contatto perch so che la vostra Cooperativa/azienda gestisce attivit di cura, gioco
e animazione per bambini in centri educativi.
Negli ultimi 10 anni ho svolto molte esperienze di lavoro con bambini (baby-sitter, animazione di
feste, doposcuola) che mi hanno permesso di sviluppare competenze spendibili professionalmente
ma soprattutto una grande passione. Sono in grado di prendermi cura dei bambini, anche neonati,
di farli giocare e divertire perch io stessa mi diverto con loro. Ho imparato ad ascoltarli e a capire
i loro bisogni, raccontare favole, cantare e disegnare.
Ho svolto un corso di primo soccorso acquisendo cos delle conoscenze di base di tipo
infermieristico. Ho facilit di relazione, capacit di lavorare in gruppo e in contesti multiculturali.
Sono inoltre disponibile ad orari di lavoro flessibili e allo svolgimento di periodi di formazione e
aggiornamento professionale.
Ringraziando per lattenzione resto a disposizione per ogni ulteriore informazione.
Cordiali saluti
Cinzia Giotto

In risposta ad annunci specifici..


Carla Rossi
Via Savona 12
00100 Roma
Cell. 347 9296578
email: carla.rossi@gmail.com

Alla c.a. Sig. Ricci


Ristorante Piazza Re
Via Po 6
00100 Roma
Roma, 25 marzo 2013
Oggetto: Candidatura per il ruolo di cuoco rif. 12345
Gentile Sr. Belli,
le scrivo in risposta allinserzione sul sito www.tuttolavoro.it, per il posto di cuoco presso il Suo
ristorante.
Sono molto interessata a lavorare nella Sua azienda poich apprezzo molto lo stile del Suo
ristorante e i valori della Sua azienda ci accomunano. Mi trovo infatti molto a mio agio in un
ambiente in cui la creativit un elemento fondamentale.

Come potr vedere dal mio curriculum sono una persona molto creativa, che ama sperimentare
con i sapori. Sono anche una persona molto precisa e puntuale, amo lavorare in gruppo e so
gestire le situazioni stressanti che si vivono nella cucina di un grande ristorante.
Sono sicura di potermi inserire facilmente nel vostro staff perch so collaborare efficacemente con
i colleghi, sono solare e amichevole.
Ringraziandola per la cortese attenzione, resto in attesa di una risposta.
Cordiali Saluti
Carla Rossi