Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Sanit

Giarre amara
per il Siracusa
sconfitto 2-0

Sclerosi multipla
farmaci seconda linea
in provincia
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
gioved 13 novembre 2014 Anno XXVII N. 262 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50

Citt. Dura replica del presidente di Ance Siracusa, Massimo Riili

Noi non siamo


cementificatori

Ma cemento zero solo un simpatico slogan elettorale


L

COMMENTI

e imprese di Ance
Siracusa non accettano
letichetta di cementificatori selvaggi delle zone
archeologiche di Siracusa
che in questi ultimi giorni stata affibbiata loro
da alcuni interventi sulla
stampa locale e, addirittura, anche su quella nazionale con un articolo
sul Corriere della Sera
a firma di Gian Antonio
Stella. Lo afferma Massimo Riili, presidente Ance.

Pisimotta
e lo scarica
barile
di Concetto Alota

Le recenti alluvioni han-

no riacceso il palcoscenico dellabbondono e della


mancata pulizia degli scarichi delle acque piovane;
tra questi i pi importanti per lubicazione e gli
aspetti logistici, i canali
situati nella contrada Pantanelli, che da anni sono
abbandonati e otturati da
sporcizie dogni genere e
natura; ostruiti quasi del
tutto e in particolare il
Pisimotta, il Regina e il
Mammaiabica, per le ridotte dimensioni.
A pagina sei

A pagina tre

cronaca

Patteggia
Piero
Monaco

CITTA

I patronati
protestano
allInps
I

l Gup del tribunale, Stefania Scarlata, ha applicato la condanna a 2 anni e


4 mesi di reclusione.

patronati Inca, Inas, Ital,


Acli, Cgil, Cisl e Uil, hanno effettuato una manifestazione di protesta.

A pagina cinque

A pagina quattro

Dovranno controllare la qualit

Refezione scolastica
Il Consiglio avvia
le commissioni

SANITA

Il 118
ritorna
in Ortigia
I

l Ministro delle Infrastrutture ha autorizzato


la Capitaneria di Porto
di Siracusa ad assegnare
i locali della Casermetta Mazzini al Comune di
Siracusa.

nche a Siracusa si attiveranno a brevissimo tempo le


commissioni sul funzionamento delle mense scolastiche.
Il consiglio comunale ha votato ieri sera all'unanimit il
regolamento che le introduce.

A pagina quattro

A pagina due

Niente esami tossicologici


per gli amministratori
Niente esame tossicologico per gli
amministratori della
citt di Siracusa. Il
Consiglio comunale
ha bocciato una specifica proposta.
A pagina due

Cronaca di Siracusa 2
Citta'

Le linee
guida
per pubblici
esercizi

Sicilia 13 novembre 2014, gioved

l presidente del consiglio comunale,


Leone Sullo, elogia l'assise sul regolamento che introduce le commissioni
sulle mense scolastiche, approvato
ieri all'unanimit. Davvero encomiabile il lavoro svolto afferma
il presidente Sullo perch stato
fornito alle famiglie e alle scuole uno
strumento importante nell'interesse

13 novembre 2014, gioved

degli alunni e, soprattutto, perch


stato valorizzato l'impegno delle
commissioni. Tutto avvenuto con
uno spirito di collaborazione e con
l'obiettivo di superare le divisioni,
come dimostra l'approvazione del
provvedimento. Auspico di trovare
questo atteggiamento in altri passaggi
importanti della nostra attivit.

nche a Siracusa si
attiveranno a brevissimo tempo le commissioni sul funzionamento delle mense
scolastiche. Il consiglio comunale ha
votato ieri sera all'unanimit il regolamento che le introduce,
consentendo cos alle
scuole e alle famiglie
di controllare i pasti
per gli alunni e le fasi

della
somministrazione. Il regolamento
prevede che la commissione sulle mense
scolastiche sia aperta
ai genitori e si occupi
non solo della qualit
dei cibi ma anche di
educazione alimentare, di favorire la convivialit e di una gestione ecosostenibile
del servizio. composta dallassessore alle

Politiche educative,
dal dirigente comunale competente che la
presiede, due genitori
e un insegnante per
ogni plesso scolastico.
Per i componenti non
previsto alcun compenso; loro dovere
di informare il Comune sullandamento del
servizio e su qualsiasi
carenza riscontrata.
La commissione pu

Noi non siamo


cementificatori
Qui sopra, mensa scolastica. Sotto, Simona Princiotta.

verificare la rispondenza del servizio al


capitolato dappalto;
formulare osservazioni sui pasti tenendo
conto del gradimento
dei bambini; accedere
alle mense, senza avviso, per verificare la
quantit e la qualit
dei pasti, lo stato dei
locali, del personale e
il rispetto delle norme
igieniche; pu assag-

giare gli alimenti cotti


e crudi e verificarne
la scadenza; pu effettuare foto. Cinque
componenti
della
commissione possono anche accedere ai
centri di produzione,
senza comunicazione
preventiva ma accompagnati da un referente
dellazienda.
L'assessore Troia ha
evidenziato l'impor-

Niente esame
tossicologico
per amministratori
N

risultati. La richiesta aveva gi suscitato parecchie polemiche sullopportunit dellesma e soprattutto in


materia di rispetto della privacy in
una materia delicata quale quella sanitaria.
Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri comunali Elio Di Lorenzo,
Alberto Palestro, Luciano Aloschi,
Alessandro Acquaviva, Francesco
Pappalardo, Stefania Salvo, Carmen
Castelluccio, Salvo Cavarra, tutti
contrari alla proposta.
A favore della richiesta di adozione
del provvedimento, invece, sono intervenuti i consiglieri comunali Marina Zappulla, Salvo Sorbello e Mas-

prigioniero di coscienza.
A motivare in aula la richiesta stata la responsabile
siracusana di Amnesty International, Adriana Caclini;
parole di apprezzamento sono
state manifestata da Carmen
Castelluccio, per la quale la
decisione dell'aula un merito
per tutta la citt.

Prorogati i termini per i commissari


delle Province regionali siciliane

ECONOMIA. risposta piccata di Ance siracusa

il consiglio rigetta la proposta di Princiotta

iente esame tossicologico per


gli amministratori della citt di
Siracusa. Il Consiglio comunale
ha bocciato una specifica proposta
avanzata in aula.
Lidea era stata lanciata da Simona
Princiotta per introdurre controlli
volontari tossicologici, con cadenza semestrale, per sindaco, assessori e consiglieri comunali, era stata concepita sul modello di quelli
attuati per i parlamentari nazionali, cio con l'esame del capello.
Gli amministratori pubblici sottoposti allo screening, inoltre avrebbero dovuto dare il loro assenso
alla pubblicazione dei nomi e dei

Cronaca di Siracusa

a cittadinanza onoraria ad Aleksandr Bialiatski il frutto di una richiesta


avanzata da Amnesty International, fatta propria dal sindaco Garozzo e dalla
Giunta che l'ha portata in Consiglio. Presidente dellassociazione bielorussa
per la difesa dei diritti umani Viasna, unorganizzazione nata con lo scopo di
provvedere e garantire assistenza finanziaria e legale ai prigionieri politici e alle
loro famiglie, Bialiatski stato arrestato per il suo impegno ed stato definito

un atto del consiglio comunale

Refezione
istituite
commissioni
di controllo

Sicilia 3

simo Milazzo.
Fuori dal coro la posizione di Cosimo Burti, che ha invitato i consiglieri a diventare donatori di sangue,
condizione questa che d diritto ad
accertamenti clinici che consentono
di escludere l'uso di sostanze. L'esito
della votazione stato di 18 contrari,
6 favorevoli e 1 astenuto.
Inevitabile la delusione della consigliera comunale Princiotta, che puntava su questatto per dare un segno
di grande partecipazione e trasparenza da parte degli amministratori pubblici su un argomento di rilevanza
sociale.
R.L.

tanza delle commissioni, che rispondono


alle linee guida nazionali e introducono la
possibilit di un controllo esterno sulla refezione, anche da parte
dei genitori. In questo
senso, l'obiettivo di
arrivare ad un miglioramento complessivo
del servizio nell'interesse dei bambini. Il
dibattito stato aperto da Sorbello, che ha
dato un giudizio positivo sul regolamento
ma ha criticato l'attuale qualit del servizio
parlando di lamentele
dei genitori. A favore
del provvedimento si
sono espresse anche
da Carmen Castelluccio e Stefania Salvo.
Siracusa Turismo rimane a completa disposizione di chiunque
necessiti di ulteriori
informazioni o chiarimenti.
Listituzione
della
Commissioni Mensa
- dice Sorbello - costituisce certamente un
importante passo verso
un servizio che stenta a
diventare soddisfacente. Delle commissioni
faranno parte rappresentanti delle famiglie
e degli insegnanti, che
potranno intervenire
affinch la qualit dei
cibi sia migliore.

A proposito
dellarticolo
di Gian Antonio
Stella sul Corriere della sera
L

e imprese di Ance
Siracusa non accettano letichetta di cementificatori
selvaggi delle zone archeologiche di Siracusa che in
questi ultimi giorni stata
affibbiata loro da alcuni
interventi sulla stampa locale e, addirittura, anche
su quella nazionale con un
articolo sul Corriere della
Sera a firma di Gian Antonio Stella.
I costruttori Siracusani
non hanno alcuna intenzione, n alcun interesse,
ad una espansione edilizia
sconsiderata in nessuna
parte della citt, e ancora
meno nelle aree di pregio
che danno valore alla citt
ed al patrimonio immobiliare esistente e futuro.
Sicuramente lassioma cemento zero un simpatico
slogan elettorale, ma deve

In foto, il presidente di Ance Sicilia, Massimo Riili.

essere coniugato in termini


realistici che potrebbero essere cemento nuovo solo
di qualit e senza occupazione di nuovo suolo in periferia, sintesi che ci vede
sicuramente d'accordo.
Il problema ben altro: le
istituzioni agiscono ormai
come meteore impazzite e cos, tanto per fare un
esempio, il nuovo Sindaco
di Pachino poche settimane
fa scopre che il Piano Paesaggistico impedisce qualsiasi sviluppo urbanistico

e perfino agricolo della sua


citt. Anche Siracusa ha
provato a presentare le proprie osservazioni quando la
Sovrintendenza ed un non
meglio precisato Osservatorio palermitano, nel chiuso delle loro antiche stanze,
hanno partorito il piano paesaggistico senza tenere in
alcun conto le previsioni
degli strumenti urbanistici
dei Comuni interessati: ovviamente nessuna risposta
cosicch allo stato attuale il
piano paesaggistico impe-

disce molte iniziative, spesso tuttaltro che invasive.


Identica sceneggiata con
il cosiddetto progetto del
Parco Archeologico che
stato abbozzato su planimetrie superate da non meglio precisati esperti della
Sovrintendenza, in aperto
dispregio delle raccomandazioni fatte dal Consiglio Comunale di Siracusa
nel dicembre dello scorso
anno, ingenerando ancora
una volta confusioni e creando opposti schieramen-

la critica piove dal deputato regionale Pippo Gennuso

Nessun cantiere di lavoro a Pachino


Nessun

cantiere di servizio a
Pachino, dove la disoccupazione
altissima. E' un altro segnale della
inefficienza dell'amministrazione
comunale guidata dal sindaco Roberto Bruno". Lo afferma il deputato
all'Ars, Pippo Gennuso che ancora
una volta mette in risalto "la inoperosit di questo sindaco". " A Rosolini - afferma il deputato - anche
quando non ero ancora parlamentare mi sono attivato alla Regione

per fare finanziare i cantieri di lavoro ed oggi, anche se per tre mesi, 80
persone hanno la possibilit di avere
un reddito. Non la panacea per risolvere i problemi occupazionali, ma
pur sempre una boccata d'ossigeno. Niente di tutto questo accaduto a Pachino, dove tra l'altro questo
sindaco, strada facendo, perde pezzi
della maggioranza. Anzich rimanere
chiuso dentro la sua stanza, dovrebbe partecipare a tutti i bandi possibili

per venire incontro alle esigenze dei


pachinesi. Ma siamo allo zero assoluto. Non credo che Bruno abbia le peculiarit per potere amministrare una
realt come quella di Pachino. Non
aver provveduto ad ottenere i cantieri
di servizio come un macigno che gli
pesa sulla testa". "Alla luce dell'ennesima dfaillance dell'amministrazione
Bruno - prosegue Gennuso - dovr
prendermi carico con intensit delle
problematiche di Pachino.

ti sicuramente non utili ad


uno sviluppo ordinato della
citt.
Che dire poi della poca dimestichezza con le normative da parte dei nostri politici
immaginari, che leggono su
internet se una piscina da
centro benessere necessita
di autorizzazione e che riescono perfino a interpretare in maniera distorta le
decisioni del TAR, a loro
uso e consumo: nelle recentissime sentenze il TAR ha
infatti sancito che il Parco
Archeologico attualmente
risulta tamquam non esset,
essendo solo una mera proposta di perimetrazione del
Parco pensata dallufficio
in assoluta autarchia, che
non esplica alcun effetto
sulla edificabilit dei suoli
colorati in tinte pastello, in
quanto il Parco sar istituito
ed avr efficacia solo dopo
innumerevoli e lunghissimi
ulteriori verifiche, modifiche e passaggi di competenza palermitana.
I costruttori Siracusani confermano il loro rispetto assoluto per i veri patrimoni
archeologici e paesaggistici
della loro citt e non accettano al riguardo lezioni
da nessuno, men che meno
da gruppuscoli pi o meno
autorefenziali che urlano a
gran voce le loro personalissime convinzioni, rappresentando una residuale
minoranza
dellopinione
pubblica. Ance Siracusa rigetta anche illazione sul
coinvolgimento di presunti,
ma inesistenti, poteri forti che avrebbero gestito la
rotazione di alcuni tecnici
della locale Sovrintendenza per potere emettere le
mani sulla citt: Ance ha
chiesto sempre, regole certe
e nessun arbitrio nel rilascio
di pareri e autorizzazioni e
pretende, insieme con tutte
le categorie professionali
della citt, che i personaggi
con cui tenuta ad interfacciarsi abbiano la necessaria preparazione tecnica,
circostanza non sempre
verificatasi nella nostra Soprintendenza. Il principio
della rotazione dei pubblici
funzionari corretto e deve
essere mantenuto.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 13 novembre 2014, gioved

Chiedono la sensibilizzazione della popolazione

I patronati manifestano
davanti alla sede Inps

13 novembre 2014, gioved

on si costituita parte
civile la fidanzata di Salvatore Miconi, il giovane siracusano, che ha perso la vita
il 20 dicembre dello scorso
anno a seguito di una coltellata subita da Niky Nonnari. Erroneamente era stata inserita nellelenco delle
parti civili, insieme con i
genitori del ragazzo, comparsi nelludienza di marted scorso dinanzi al Gip
del tribunale di Siracusa,
Andrea Migneco. I genitori della vittima precisano
anche che il loro figlio non
era amico dellimputato
e che il contatto tra i due
sarebbe avvenuto per il tramite di una ragazza.
In foto, la protesta davanti allInps.

ordinaria di cittadini che


si sono riversati ai nostri
sportelli per avere assistenza e hanno garantito
certezza dei diritti, facilitando la svolta verso la
telematizzazione delle richieste di prestazione che
nella situazione di crisi
attuale ha raggiunto picchi
di notevole dimensione.
Nel 2013 per esempio
abbiamo gestito e inoltrato oltre 55000 pratiche
a Siracusa e garantia-

mo una sede ogni 20000


abitanti,lavoriamo
per
garantire diritti e apriamo contenziosi laddove
ne ravvisiamo la loro negazione e produciamo un
enorme risparmio per la
pubblica amministrazione ,stimato in quasi 700
milioni di euro lanno in
Italia.
Per queste ragioni, Mercoledi 12,organizziamo un
primo presidio di protesta
davanti le sedi provinciali

Inps per chiedere incontri


alle direzioni provinciali
al fine di sostenere la nostra battaglia per i cittadini che potrebbero essere
derubati di un diritto sancito addirittura dalla Costituzione.
I patronati dItalia non si
fermeranno a questa prima iniziativa, ma proseguiranno la loro battaglia
a Siracusa e in tutto il resto del paese anche il 15
Novembre.

il servizio di soccorso potr cos tornare in Ortigia

Il ministero autorizza la Capitaneria


a cedere una sede per il 118
I

l Ministro delle Infrastrutture ha autorizzato la Capitaneria di Porto di Siracusa ad assegnare i locali della
Casermetta Mazzini al Comune di Siracusa, in modo
che il 118 possa tornare immediatamente in Ortigia.
Lo dichiara lon. Vincenzo Vinciullo componente
della Direzione Nazionale del Nuovo Centrodestra.
Ieri, ha proseguito lon. Vinciullo, incontrando il Ministro Lupi, che ringrazio di cuore, avevo richiesto
allo stesso Ministro di intervenire nuovamente per
sbloccare la pratica che era stata gi autorizzata, nel
mese di agosto, dalla Capitaneria di Porto di Siracusa.
Con la concessione di detti locali, il 118 potr tornare in Ortigia, isola che da mesi, purtroppo, stata
privata della sede storica del 118, senza che lAmministrazione Comunale abbia mosso un dito per impedire che ci accadesse. Adesso, spetter al Comune

e allASP di Siracusa attuare, con la dovuta celerit,


tutto liter procedurale per far ritornare il servizio di
emergenza ed urgenza sanitaria nel centro storico della citt di Siracusa, dove, per la prima volta, era stato
portato quando ero Vice Sindaco e Assessore alla Protezione Civile.
La collocazione della nuova sede del 118 sicuramente migliore rispetto a quella precedente, perch
consente di poter raggiungere da ogni luogo, in maniera pi veloce, gli aventi bisogno e perch potr essere utilizzata con la stessa celerit anche nella zona
Umbertina, nel quartiere Santa Lucia e nel quartiere
Neapolis. Non posso non finire questo comunicato,
ha concluso lon. Vinciullo, manifestando la mia soddisfazione per il raggiungimento di un altro obiettivo
importante per la citt di Siracusa.

Ferrovia
Investimenti
per raddoppi

Si svolto presso la Pre-

sidenza della Regione, un


incontro tra RFI, Trenitalia, i tecnici dell'Amministrazione e il governo
regionale. Il governo regionale ha espresso l'intenzione di procedere con
il processo di infrastrutturazione dei centri di collegamento, portuali ed aeroportuali, ed in particolare
il collegamento della rete
ferroviaria ai nodi e la interconnessione tra i nodi
stessi, per ottimizzare il
trasporto delle persone e
delle merci e rendere pi
efficace il collegamento della Regione con la
macro area Euro. In tale
contesto, in un primo momento di confronto, si sta
considerando la connessione strategica della rete
ferroviaria con i due nodi
aeroportuali di Comiso e
Birgi. Questo sia per rispondere alle innumerevoli istanze del territorio
che per dar seguito ai diversi atti ispettivi di alcuni
parlamentari nazionali che
hanno posto la questione
in commissione Industria,
in occasione dell'audizione dell'ing. Mario Elia.

Cronaca di Siracusa

Il Gup
del tribunale
Stefania
Scarlata
ha inflitto
a Piero
Monaco
la condanna
2 anni
e 4 mesi
di reclusione

CRONACA

Nessuna
fidanzata
parte civile
al processo
In primo piano la questione relativa al previsto taglio per lomicidio
della loro attivit a favore dei cittadini siracusani
Miconi

patronati dItalia Inca,


Inas, Ital, Acli, Cgil, Cisl
e Uil, hanno effettuato una
manifestazione di protesta
ieri mattina sotto la sede
Inps, come avverr in ogni
citt della Sicilia per chiedere allINPS e al Comitato Provinciale appoggio
alla nostra iniziativa, contro il taglio alla nostra attivit che significherebbe
la fine della rete di tutela
gratuita ed universale oggi
garantita a tutti i cittadini.
Statistiche alla mano porterebbe alla fine del servizio gratuito per oltre 100
mila cittadini siracusani.
Il Governo si sta impadronendo dei soldi dei lavoratori che mettono a disposizione di tutti diritti e tutela
. del tutto evidente che
non si tratta di risorse finanziarie che gravano sul
bilancio dello Stato, ma di
quote di contribuzione dei
lavoratori che non saranno
ovviamente restituiti.
I Patronati, in un processo
di riorganizzazione della
Pubblica Amministrazione, ed in particolare con
la digitalizzazione dellaccesso alle prestazioni degli
Enti Previdenziali e Assicurativi, hanno supportato
e gestito unaffluenza stra-

Sicilia 5

In foto, Piero Monaco.


A destra, Madeddu.

Rub mezzi sequestrati


Siracusano patteggia
I

l Gup del tribunale,


Stefania Scarlata, ha
applicato la condanna a 2 anni e 4 mesi
di reclusione a carico
del siracusano Piero
Monaco, arrestato
nel luglio dello scorso anno, raggiunto
da unordinanza di
custodia cautelare
perch accusato del
furto di sette automezzi
sequestrati
dalla direzione distrettuale antimafia
di Catania.
Limputato, che ha
affidato la propria

Loperazione portata a termine nel luglio


scorso dalla Guardia di Finanza

difesa allavvocato
Junio Celesti, ricorso al rito alternativo,
che gli ha dato la
possibilit di ritornare libero gi da qualche tempo a questa
parte.
Le indagini sono
state coordinate dal
sostituto
procuratore Andrea Palmieri, che ha dato
il proprio consenso
al
patteggiamento

dellimputato, la cui
pena stata ritenuta
congrua dal giudice
per le udienze preliminari.
Ad eseguire le indagini sono stati i Finanzieri del Nucleo
di Polizia Tributaria
che hanno eseguito
il provvedimento di
custodia cautelare,
emesso dal Gip del
tribunale di Siracusa,
Patricia Di Marco.

Le indagini sono
scattate nel febbraio
dello scorso anno a
seguito del furto di
3 betoniere, 1 beton
pompa, 1 motrice e
2 rimorchi) gi sottoposti a sequestro
dalla Dia perch riconducibili al padre
dellindagato, Angelo Monaco, presunto
esponente del clan
Trigila.
Lattivit di polizia

giudiziaria ha avuto
il suo input dallacquisizione dei filmati
delle telecamere di
vigilanza delle attivit commerciali
presenti nei pressi
del luogo del furto,
consentivano di ricostruire lintera vicenda, individuando in
Monaco il presunto
autore del furto.
Nel corso delle indagini, i militari della
Guardia di Finanza
hanno anche ritrovato due rimorchi precedentemente rubati.

Incontro con il deputato regionale Stefano Zito

Infopoint
Il caso
allArs

Siamo felici che


anche la politica
regionale comincia ad interessarsi
al caso infopoint e
GPG. Non si tratta
solo della sorte di
13 lavoratori a cui
hanno tagliato lo
stipendio bens di
buona gestione della cosa pubblica.
L'on. Stefano Zito
ha compreso il motivo della protesta
e questo ci inco-

raggia a continuare.
E' giusto che il caso
infopoint e GPG
approdi in aula regionale, visto che i
Commissari hanno
poteri limitati. Forse
in settimana riusciremo a conferire con il
nuovo Commissario
ad Acta, dott. Nicol
Lauricella, in modo
tale da spiegargli direttamente il nostro
problema ma anche
le difficolt di tutti

In foto, la protesta Infopoint.

i Lavoratori provinciali. Il fatto che la


politica ci vicina,
(l'on Zito lo ha fatto oggi, ma abbiamo rassicurazioni di
prossimi interventi

di Altri esponenti), ci
motiva.
Dopo aver incontrato il Commisario,
organizzeremo
un
incontro con i Dirigenti Provinciali del-

le Organizzazioni
Sindacali di categoria, che gi hanno
manifestato la Loro
vicinanza presentando memorie difensive nella nostra
vertenza dinanzi il
Giudice del Lavoro.
Poi ne organizzeremo un'altra con
la Deputazione regionale siracusana:
i Lavoratori sono
il bene pi prezioso che ha un Ente
pubblico e vanno
motivati e valorizzati, non declassati
e penalizzati.
Crediamo nel buon
senso e nella partecipazione di Tutti
per cambiare la situazione attuale.

Medici
alle urne
per il nuovo
Ordine

Chiamati

alle
urne pi di 2400.
Al momento circola una lista unica
Pi di 2400 medici
della provincia di
Siracusa sono chiamati alle urne per il
rinnovo del Consiglio dell'Ordine. I
seggi saranno aperti da venerd a domenica, dalle 8, 30
alle 20, nella sede
di corso Gelone.
Questa volta, cos
come era avvenuto nel passato, si
va verso un accordo unitario, senza
apparentemente
contrapposizioni
interne. C' la volont degli uscenti, ma anche dei
nuovi candidati, di
confermare al vertice dell'Ordine dei
medici di Siracusa,
Anselmo Madeddu. Su di lui c' la
convergenza, tranne sorprese dell'ultimora. Per l'elezione dei medici,
tutti gli iscritti sono
potenzialmente
eleggibili e si vota
con la preferenza.
Ma l'unica lista che
circola tra i sanitari quella che dovrebbe costituire il
nuovo Consiglio.
Consiglio:
Anselmo Madeddu,
Giovanni Barone,
Paolo
Bonarrio,
Vincenzo
Bosco
('45), Maria Campisi, Salvatore Denaro, Gaetano Fiore, Franco Iachelli,
Mario
Lazzaro,
Vincenzo Moscato, Irene No, Sebastiano Romano,
Vittoria Sesta, Alba
Spadafora e Antonino Trovatello.

Cronaca di Siracusa 6

Sicilia 13 novembre 2014, gioved

di Concetto Alota

Il Pisimotta,
il Regina
e il Mammaiabica, per
le ridotte
dimensioni
dei passaggi
dellacqua
sotto la via
Elorina
e per questo
pi pericolose
e a rischio
esondazione

Le

recenti alluvioni hanno riacceso il palcoscenico


dellabbondono
e
della mancata pulizia
degli scarichi delle
acque piovane; tra
questi i pi importanti per lubicazione
e gli aspetti logistici,
i canali situati nella
contrada Pantanelli, che da anni sono
abbandonati e otturati da sporcizie dogni genere e natura;
ostruiti quasi del tutto e in particolare il
Pisimotta, il Regina e
il Mammaiabica, per
le ridotte dimensioni
dei passaggi dellacqua sotto la via Elorina e per questo pi
pericolose e a rischio
esondazione. Quello
che non si capisce
labbandono e lo
scarica barile delle
istituzioni; in particolare non si capisce
chi deve provvedere
alla pulizia dei tre
canali, e secondo i
riferimenti del passato, il Pisimotta, situato nelle vicinanze del
mercato ortofrutticolo, sarebbe di competenza del Consorzio10, in qualit di
proprietario, il Mammaiabbica di competenza del Genio Civile, e per il Regina
non si capisce pi di
chi sia lonere della
pulizia e della manutenzione. Si tratta,
di fatto, di piccoli
ponticelli, bassi e incapaci di contenere
il deflusso di acqua
in caso di alluvioni.
Inoltre, le ostruzioni
riguardano i detriti
accumulati nel lungo tempo dabbandono; la stessa cosa
per le rispettive foci
a mare che sono del
tutto ostruite dalla
sabbia di reflusso e
da un ammasso di
rifiuti, mentre ai lati
le canne alte circa
quattro metri non
lasciano intravedere
la criticit del percorso e tonnellate e
tonnellate di spazzatura, come plastica,
legname e gomme
dauto illustrano lo
scenario a chi vuole
come noi solo dare
unocchiata per il
semplice capire da
vicino come stanno

In foto, il Canale
Pisimotta il cui decorso
del fiume ostruito dalla presenza di canneto
e rifiuti di ogni genere
che bloccano la foce.
Sotto, via Elorina.

Il canale Pisimotta
e a altri due canali fra
incuria e scarica barile

le cose; e a pensare
che a circa duecento metri dal canale
Mammaiabbica c
la sede dellUfficio
competente per la
Protezione civile riferito al territorio del
comune di Siracusa,
e nessuno d unocchiata, anche fugacemente, alla reale
situazione che si presenta davvero critica
e pericolosa al solo
semplice vedere, e
che in caso di forti rovesci in questa
attuale situazione,
la strada si pu considerare gi bella e
chiusa. E proprio sul
ponticello accanto al
mercato ortofrutticolo piazzato un palo
di metallo con sopra
una luce dallarme
rossa e una piccola
sirena (?) ma senza
alcun cartello indicatore. Di che si tratta?
Pochi giorni or sono,
alcuni cittadini della
zona, rappresentati

dai coniugi, Rosario


e Rita Rametta, assistiti dallavvocato, Adele Linguanti,
hanno inviato un
esposto al Prefetto,
alla Direzione della Protezione Civile
di Siracusa, al Sindaco del capoluogo, al Comando dei
Vigili del Fuoco e
al comandante dei
Vigili Urbani, nel
quale espongono in
maniera dettagliata
e circostanziata la
grave situazione di
precariet che si
creata, denunciando nel frattempo lo
stato di abbandono
e lindifferenza istituzionale per tutte le
denunce gi presentate in passato e che
sono rimaste inevase,
malgrado fosse stato
segnalato un pericolo
imminente e i forti
segnali dellinnalzamento delle acque
piovane in occasione
anche di brevi piog-

ge. In particolare i
denuncianti
fanno
notare come lomessa manutenzione dei
canali si protrae ormai da diversi anni, e
senza alcun minimo
riscontro, come se il
fatto non interessasse
tutta la cittadinanza
e il sostenuto flusso
veicolare continuo
dellimportante arteria per il territorio a
sud della provincia
di Siracusa. Con insistenza gli abitanti
chiedono lintervento della Protezione
Civile per lintervento al fine di impedire
ulteriori disagi, in
pi insiste, fuori delle righe, il sospetto
che in parte o tutte
le acque reflue del
mercato ortofrutticolo scaricherebbero da
anni proprio in quel
canale che passa a
due passi dai mura
di cinta del sito commerciale di pertinenza comunale. Stessa
cosa per gli scarichi
dei reflui provenienti dal depuratore cittadini e di cui gi la
magistratura inquirente si occupata
del caso, insieme a
tutta la tematica dello scandalo Sai8, con
decine di denunce

Sicilia 7

13 novembre 2014, gioved

a tutte le istituzioni
competenti, in primis
la guardia costiera e
lArpa.
Nella lunga denuncia
gli interessati fanno
chiarezza come nella
zona insistono parecchie attivit commerciali e artigianali, e
che in caso di inondazione copiosa i danni
causati
sarebbero
ingenti, anche per il
mercato ortofrutticolo, e quindi dellincolumit pubblica.
Infine, nellistanza i
denuncianti scrivono
che qualora lesposto
rimane privo di efficace riscontro, come
per il sinistro passato, senza ulteriore
avviso chiederanno
lintervento
della
competente Procura
della Repubblica per
gli accertamenti e i
relativi riscontri per
le eventuali omissioni e o competenze,
dirette e o indotte,
sulle responsabilit.
Vi dunque una situazione al limite
del paradosso, dove
da un lato e a parole
si sceglie la strada
dellintervento preventivo, mentre nei
fatti pratici nessuno
riesce a capire di chi
la specifica compe-

tenza e tutto rimase


lettera morta; ma la
furia dellacqua non
aspetter il padrone
dei canali o della strada, oppure di chi sar
dopo la responsabilit, ma tirer dritto
per la sua strada e a
tutta velocit senza
alcuna possibilit di
frenata o rallentamento. Telegrammi,
lettere, informative
verbale,
interessamento di consiglieri
e assessori comunali,
gi nel passato non
hanno dato alcun
esito, tranne qualche
articolo sui giornali,
mentre a ben pensare durante lultimo
allarme
ciclone,
un noto dirigente
del Settore Protezione Civile, con tanto
di tuta colorata e in
pompa magna, spiegava ai microfoni di
una Tv locale i modi
e i termini dei preparativi operativi, proprio a ridosso dei canali ostruiti e che in
caso di esondazione
nessuno degli addetti
ai lavori della stessa
Protezione
Civile,
lui compreso, potrebbero raggiungere
gli uffici del Centro
Operativo, proprio
a Pantanelli. Ma chi
comanda allora?
Lodevole
liniziativa dei volontari
dellAvcs siracusana,
per lintervento diretto e massiccio per
la liberare la foce del
fiume Anapo dalle
ostruzioni che potevano causare, in
caso di forte pioggia,
linnalzamento del
fiume. In una situazione di pericolo la
stessa cosa potrebbe
essere attuata verso
i tre canali che attraversano la via Elorina, che dal mercato
ortofrutticolo arriva
fino ai ponti dei fiumi
Anapo e Ciane. Ma si
tratta, ovviamente, di
unazione di volontariato e non di un obbligo istituzionale.
Ognuno faccia il proprio dovere, di certo
non ci potranno essere scuse o scarica
barili in caso di danni e disagi causati
dallabbandono dei
tre canali. Sulla delicata questione dalle
istituzioni il silenzio
ancora oggi totale.

Cronaca di Siracusa

augusta sar centro prescrittore

Sclerosi multipla
Farmaci di seconda
linea in provincia
Lunit

operativa di
Neurologia del presidio
ospedaliero Muscatello di
Augusta, oltre ai farmaci
di prima linea per la cura
della sclerosi multipla, garantir la prescrizione di
farmaci di seconda linea
quali Natalizumab e Fingolimod. Lo ha disposto
lAssessorato regionale
della Salute con il decreto
di aggiornamento dei Centri prescrittori di farmaci
per la sclerosi multipla
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 24 ottobre
scorso.
Il provvedimento assessoriale fa seguito alla richiesta avanzata lo scorso 16
settembre dal direttore generale dellAsp di Siracusa
Salvatore Brugaletta che
si fatto carico delle esigenze dei numerosi cittadini siracusani affetti da
tale patologia, sostenuti

dallAISM, costretti sino


ad oggi per la somministrazione di tali farmaci a
recarsi in altri Centri per
la sclerosi multipla della
Sicilia con conseguenti
disagi per s e per i familiari. Sono lieto di aver
potuto contribuire a migliorare lassistenza degli
oltre 260 pazienti seguiti
dal Centro sclerosi multipla di Augusta - dichiara
il direttore generale Brugaletta - che non avranno
pi la necessit di mettersi in viaggio per ricevere
trattamenti con i farmaci
di seconda linea. LAssessorato regionale della
salute ha difatti accolto
la richiesta di individuazione dellUnit operativa
di Neurologia di Augusta
come Centro prescrittore
di questi farmaci. E un
provvedimento significativo che allevia i compren-

sibili disagi di pazienti ed


accompagnatori e contribuisce, nel contempo, a ridurre la mobilit passiva.
Il Centro di Augusta era
stato identificato nel 2011
quale Centro prescrittore
di farmaci di prima linea
per il trattamento della
Sclerosi multipla.
Il direttore sanitario Anselmo Madeddu ha predisposto gli adempimenti
consequenziali
mentre
sono gi stati individuati i
medici prescrittori dei due
farmaci di seconda linea
nel responsabile dellUnit operativa di Neurologia
Roberto Conigliaro e nei
neurologi Sebastiano Bucello e Rosario Vecchio
che operano allinterno
del Centro provinciale
sclerosi multipla di cui
responsabile Antonio Cappellani. Poter alleviare
i disagi e rendere le cure

In foto, lospedale Muscatello di Augusta.

pi facilmente accessibili - afferma il direttore


sanitario Madeddu - un
passo importante nel garantire ai cittadini il diritto
alla salute. Sono pertanto

siracusa entra nelle


citt educative
Siracusa entra a far parte dellAssociazione internazio-

nale citt educative. Ladesione formale avverr oggi


a Barcellona. Per il comune di Siracusa, sar presente
lassessore alle Politiche educative, Valeria Troia.
Il progetto Siracusa citt educativa stato lanciato per
l'affermazione dell'etica della responsabilit per la promozione di una citt intesa come comunit educante attraverso la programmazione di interventi atti a migliorare la qualit della vita e dei cittadini. Il primo passo era
stato compiuto lo scorso agosto con la firma, da parte
del sindaco Giancarlo Garozzo, della Carta dei principi
delle citt educative. Nel mondo le citt aderenti sono
521, una trentina in Italia, 2 in Sicilia: Siracusa e Gela.
La cabina di regia del progetto Siracusa citt educativa si insediata lo scorso mese. In quella circostanza,
sono state definite le linee guida sulle quali muovere i
primi passi: ambiente, bisogni educativi e vivibilit.

questo emerge dalla risposta allinterrogazione

Riaprir la residenza sanitaria


assistita di Pachino

Rispondendo

allinterrogazione parlamentare n. 1750 dellon. Vinciullo notizie sulla


mancata apertura della residenza sanitaria
assistita di Pachino lassessorato regionale
della Salute, con relazione prot. 76942 dell8
ottobre 2014, ha risposto che per la struttura
sanitaria indicata non sono mai state acquistate o dislocate apparecchiature mediche allavanguardia e/o arredi o mobili di alcun genere
e che sono attualmente in fase di svolgimento
le procedure per la esternalizzazione in deroga e per lindizione di una gara ad evidenza
pubblica , la cui realizzazione prevista entro
lanno in corso. Lo dichiara lon. Vincenzo Vinciullo, vice presidente Vicario della
Commissione Bilancio e Programmazione
allArs.
Il progetto aziendale dellAsp di Siracusa di
riorganizzazione e potenziamento della rete di
residenzialit per soggetti fragili, approvato il
15 febbraio 2011, prevedeva 45 nuovi posti
Rsa a Pachino.
A causa, per, della necessit di effettuare
interventi di manutenzione straordinaria e di
adeguamento delle strutture, non stato possibile attivare i posti previsti.
Infatti, ha proseguito lon. Vinciullo, la strut-

soddisfatto della decisione


dellAssessorato che viene incontro alle legittime
aspettative di una fascia di
pazienti della provincia di
Siracusa.

tura attuale necessita di un nuovo impianto


per la produzione di acqua calda sanitaria,
della linea per la distribuzione dellossigeno, oltre a vari interventi che sono necessari
a causa del degrado delledificio, fortemente
aggredito dalla brezza marina. Pertanto, i 45
posti Rsa che erano stati assegnati a Pachino,
furono, a suo tempo, attivati presso lOspedale di Lentini e presso lOspedale Rizza di
Siracusa. Adesso, dopo 10 mesi dalla mia interrogazione, lAssessorato risponde ammettendo di non avere risorse proprie disponibili
e che si dovr ricorrere alla esternalizzazione.
Risposta che non mi pu assolutamente soddisfare.
Spero, per, che il nuovo direttore generale
sappia intraprendere tutte le opzioni possibili affinch si possa concludere favorevolmente questa vicenda che ha il sapore amaro
dellennesima incompiuta e dellennesima
incapacit che si ha nel governare il territorio.
Continuer, per, come mia abitudine, ha
concluso lon. Vinciullo, a vigilare affinch,
entro il giugno dellanno prossimo, possa essere aperta la Residenza Sanitaria Assistita di
Pachino, ridando alla struttura quella dignit
che tanti anni di abbandono le ha sottratto.

nuovo ospedale
quale procedura?
Cetty Vinci chiede di fare chiarezza sulla re-

alizzazione del nuovo ospedale di Siracusa.


Aveva gi presentato un'interrogazione al primo cittadino in occasione dell'ultima seduta
dedicata all'attivit ispettiva, quando le numerose assenze in aula non permisero la trattazione dell'argomento e il confronto con il primo
cittadino. La vicenda adesso al vaglio della
quarta commissione consiliare del Comune di
Siracusa. Una commissione regionale avrebbe dovuto redigere una relazione sull'accertamento effettuato. All'interno del Consiglio
comunale di Siracusa cresciuta l'insofferenza per la mancanza di idee chiare sull'iter
amministrativo di questa importante opera
pubblica. Non a caso il 9 novembre la quarta
commissione consiliare, , attiva unindagine
conoscitiva sullipotetico costruendo nuovo
ospedale a Siracusa. Il presidente, Gianluca
Romeo, invita a relazionare sullo stato degli atti il dirigente comunale del settore, ing.
Emanuele Fortunato e il responsabile della
pianificazione del territorio, arch. Nunzio Navarra, che vengono sentiti dalla commissione
l'11 novembre, senza che tuttavia emerga un
preciso indirizzo dato dall'Amministrazione
attiva sull'argomento. Vinci presenta in Consiglio comunale un ordine del giorno affinch
la questione sia trattata in assemblea. Obiettivo della Vinci fare chiarezza su luoghi, tempi e modalit di realizzazione della struttura.

ATTUALITA' 8

Si svolta ieri stamattina in Sala degli


Specchi a Palazzo
Ducezio la conferenza stampa di presentazione della Rassegna "Documentaria
Noto 2014", ideata e
organizzata dal Collettivo di produzione cinematografica
"FrameOff" con il
network Documentaristi siciliani, l'evento stata patrocinato
dagli Assessorati alla
Cultura e al Turismo
e Spettacolo del Comune di Noto, dalla
presidenza dell'Assemblea Regionale
Siciliana, e III Commissione
Attivit
Produttive.
Ha aperto la conferenza stampa l'Assessore alla Cultura
Cettina Raudino:
"Crediamo molto in
questa proposta culturale per la Citt ed
il territorio, in un periodo dell'anno in cui
si deve scommettere
su particolari manifestazioni per attrarre turisti e visitatori.
Ed in realt, dalla
fine dell'estate non
abbiamo interrotto le
nostre proposte, registrando anche pi
eventi in una stessa
settimana, con grandi
riscontri in termini di
presenze e di gradimento".
A prendere la parola poi stato il vice
Sindaco ed Assessore al Turismo e allo
Spettacolo Frankie
Terranova: "Documentaria un'iniziativa importante prima
di tutto per la qualit
dei lavori proposti
e per il valore che il
documentario ha in
s. Con queste produzioni si entra davvero
nella nostra realt,
raccontandola cos
com', e gi dalla prima edizione venuta
fuori con forza, la valenza sociale ed artistica che ha spinto me
e l'Assessore Raudino a puntare decisi su
questa manifestazione. Vorremmo che,
grazie al lavoro ed
alla professionalit
del collettivo FrameOff, possa diventare
un punto di riferimento per autori, registi e tutto quanto
il variegato mondo

13 novembre 2014, gioved

Sicilia 13 NOVEMBRE 2014, GIOVED

Un aspetto il
documentario,
espressione artistica che mostra
l'urgenza e l'esigenza dei giorni
nostri di raccontare la realt.
Molti di questi
autori lo fanno e
vogliono condividere i loro racconti con noi
In foto, Palazzo
Ducezio

Presentata la rassegna
della Documentaria
Noto 2014, II edizione
dei documentari".
A raggiungere Sala
degli Specchi anche
il primo cittadino
Corrado Bonfanti:
"Documentaria un
progetto ampio ma
ci sono due aspetti fondamentali: il
primo riferito alla
natura del documentario e cio un percorso virtuoso della
conoscenza, e senza
la conoscenza non vi
sviluppo. Il secondo aspetto invece
legato alla proposta
turistica che ci interessa portare avanti
in Citt. Potremmo
indicarla "a stella",
partendo da un punto
centrale va a coinvolgere tutta una serie di aspetti quali:
turismo
culturale,
sviluppo economico,
senza confini".
E poi rivolgendosi
a tutto il Collettivo
FrameOff ha dichiarato: "Il vostro lavoro tanto apprezzato
e sar un supporto,
un esempio e uno
sprono per i talenti,
per il territorio e la
nostra citt". E dopo
gli amministratori
stata la volta degli
organizzatori, partendo da Francesco

Di Martino: "Nelle
10 giornate di Rassegna 6 saranno dedicate alla proiezione dei
12 film documentari.
Una proposta eterogenea di registi siciliani, ma non solo.
Due per sera (venerdi
14, sabato 15, domenica 16, venerdi 21,
sabato 22, e l'ultima
domenica 23) alle ore
19 ed alle ore 21,15.
Le singole proiezioni
saranno seguite dal
dibattito tra regista e
il pubblico presente
in Teatro. Una formula che piaciuta
molto nella prima
edizione e che quindi
stato un caposaldo
da cui ripartire nella strutturazione di
Documentaria Noto
2014. Vorrei ricordare, infine, che non
sono tante le Rasse-

gne di questo tipo


e che in primavera
siamo riusciti a proiettare i documentari
davanti a 70-100 persone, che, credetemi,
sono numeri davvero
importanti".
A seguire l'intervento
del Direttore Artistico ed autrice dello
splendido logo di
Documentaria Noto
2014, Licia Castoro:
"Avendo scelto come
nome della Rassegna
Documentaria
ho
pensato alla visione
del mondo fantastico dove una bambina
porta avanti il suo sogno, il palloncino
(ovviamente a forma di antica "pizza"
con pellicola) simbolo della curiosit e
della sorpresa. Vorrei
anche presentare il
nostro sito internet

www.documentarianoto.it, dove ci sono


tutte le informazioni sulla Rassegna,
un catalogo online, i
trailer dei documentari che vedremo, la
sezione
Rassegna
Stampa, i moduli per
l'iscrizione ai workshop e anche la possibilit di interagire
con gli organizzatori, anche attraverso
Twitter e Facebook".
La conferenza stampa si poi ulteriormente
arricchita
dall'intervento
di
Giuseppe Portuesi:
"Dopo l'edizione numero zero abbiamo
cercato di fare di pi.
Anche grazie al positivo riscontro con
chi ha assistito alla
nostra
primissima
esperienza, abbiamo
affrontato la prepara-

zione di Documentaria con grandissimo


entusiasmo, in pratica non ci siamo pi
fermati. Ma questo
grazie anche al lavoro di squadra con la
distribuzione di compiti e ruoli secondo
competenze ed inclinazioni".
E a ricordare tutta
la squadra stato
Francesco
Valvo:
"Ringrazio l'amministrazione che ha permesso di realizzare la
seconda edizione di
questa Rassegna, di
cui ricordo ancora i
numeri: 10 giornate,
2 weekend, 12 proiezioni, 17 registi, 2
workshop e un focus
d'approfondimento.
Ci sono delle particolarit che vorrei
risaltare oggi, la prima la "residenzialit artistica", cio i
registi resteranno in
citt non solo per la
giornata di proiezione della loro opera,
grazie alla collaborazione e disponibilit
dell'Ostello.
Altro
aspetto il documentario,
espressione
artistica che mostra
l'urgenza e l'esigenza dei giorni nostri
di raccontare la realt. Molti di questi
autori lo fanno e vogliono condividere
i loro racconti con
noi. Ed altro aspetto proprio il "confronto diretto con il
pubblico", ed questa la base principale
di Documentaria. E
poi i due workshop
a cura di Alessandro Aiello (Canecapovolto), 30 anni di
cinema sperimentale
riconosciuto in varie
parti del mondo, sulla Regia Documentaria, e sul Film Maker
Web a cura di Alessio
Micieli (Axefilm),
partito con produzioni autonome sul web.
Ma in questi dieci
giorni parleremo anche dei film con produzione dal basso e
proietteremo anche
uno dei nostri lavori "Le printemps en
exile". Vi invitiamo
tutti alla prima giornata della Rassegna,
venerd 14 novembre, prima proiezione
ore 19 Teatro "Tina
Di Lorenzo"

Sicilia 9

societ

Presentate tan- Iniziati


te proposte: dal
rendere fruibile i lavori per
la condotta
i siti culturali
presenti a Grot- idrica SS 124
tasanta, a dare Sono iniziati i
pi centralit
lavori di sostitudella conalla Biblioteca di zione
dotta idrica nella
della rotaCircoscrizione, zona
toria sulla stataalla promozione le 124, nel tratto
all'incrocio con
di mostre ed
via Bandini e via
eventi culturali Ascari.
Il tratto interessaLincontro per
il progetto pilota.

Valorizziamo insieme la grande


bellezza della Mazzarona
A

nche il comitato Giovani


per Siracusa ha
partecipato, alla
giornata di lavoro dedicata al
Progetto europeo
URBACT II: GeniUS_Open dal
tema Dalla raccolta delle idee
al progetto pilota
di GeniuSiracusa: Valorizziamo
insieme la grande bellezza della Mazzarona!,
che si svolta

Dalla raccolta delle idee al progetto


pilota di GeniuSiracusa

presso la succursale del XVI Istituto Comprensivo "S. Chindemi"


nel cuore del rione Mazzarona.
L'associazione
stata rappresentata dal presidente
Alessandro Maiolino e dalla vice
presidente Annalisa Romano che
hanno partecipa-

to ai lavori del tavolo "Arte e Cultura", al quale ha


partecipato anche
la consigliera comunale Carmen
Castelluccio.
"Giornata
proficua quella che
abbiamo vissuto
ieri alla scuola
"Chindemi"
di
via Algeri e non
possiamo
fare

altro che elogiare l'iniziativa


- afferma Maiolino - abbiamo
presentato tante
proposte: dal rendere fruibile i siti
culturali presenti
a Grottasanta, a
dare pi centralit alla Biblioteca
di Circoscrizione, alla promozione di mostre

fermato dalla Polizia di stato

Scoperto un 65enne col


tagliando assicurativo
falso, multato

Complici

gli effetti della


crisi economica, il fenomeno dei veicoli privi di
copertura assicurativa con
contrassegni
assicurativi
contraffatti decisamente in
aumento. La pratica, diffusa
fra i consueti furbetti, sta
subendo una netta e preoccupante espansione, dato
che sempre pi automobilisti, anche incensurati, fanno ricorso allassicurazione
falsa, pur di non rinnovare
la polizza assicurativa.

E stato fermato per un controllo su strada dalla Polizia


un uomo M.G di 65 anni,
residente a Priolo Gargallo,
il quale viene trovato in possesso di un contrassegno
assicurativo falso. Da qui
la denuncia emessa a carico delluomo. Allanziano
priolese stato comminata
una sanzione amministrativa
da 841 euro, oltre ad essere
denunciato all'Autorit Giudiziaria per certificato assicurativo falso. Il fenomeno

dellevasione assicurativa
accentuato dalla forte crisi
economica, nonch dai costi
sempre pi elevati e dai continui rincari assicurativi che
rendendo insostenibili i costi
per le famiglie. Fabbricarsi
unassicurazione falsa, del
resto, non particolarmente
difficile: alcuni fotocopiano
a colori i tagliandi scaduti,
provvedendo a cambiare la
data con appositi programmi
di grafica, altri si affidano a
falsari professionisti.

ed eventi culturali. Tutto questo


perch credo che
la cultura deve
essere promossa
non solo al centro
storico della citt
ma anche in periferia.
Mazzarona vuole
alzare la testa conclude Maiolino - e noi siamo
pronti a collaborare affinch ci
avvenga".
"Giornata
interessante, positiva. Ho percepito
tanta voglia di
fare in tutti i partecipanti. - afferma la dott..ssa
Romano - Mi auguro che questo
progetto prenda
il
sopravvento
e non venga accantonato, perch
riportare questo
rione a uno stato
di decenza rappresenta un grande obiettivo della
e per la citt che
potr
avvenire
grazie al contributo dell'Amministrazione e a
tutti coloro i quali hanno aderito
al progetto GeniUs_Open".

to alla sostituzione della condotta


lungo oltre 120
metri e sar posizionata adesso
ad una profondit di due metri
sotto il livello
della strada. Gi
nel pomeriggio
potrebbero verificarsi
carenze idriche nelle
zone di Epipoli,
Pizzuta, Akradina e Grottasanta. Il Comune ha
deciso di accelerare i tempi non
appena sono arrivate le forniture provvedendo
a saldare le parti
della tubazione
che
dovranno
essere posizionate alle due
estremit della
condotta generale ormai usurata, riavviando
poi il serbatoio
di contrada Bufalaro. I lavori,
per evitare disagi
nell'erogazione
idrica, sono stati
pianificati nelle
ore notturne. Il
piano della viabilit rester modificato. Infine
questo intervento sar temporaneo perch da
met del prossimo mese il tratto
interessato sar
preso in consegna per i lavori
di completamento della posa della restante parte
della condotta da
600 da parte della nuova societ
a cui stato affidato il servizio
idrico Siam.

societ 10

Sicilia 13 novembre 2014, gioved

Floridia, al via
i cantieri di servizio
Saranno impegnati in attivit socialmente utili 81
disoccupati
i floridiani di
cui 34 donne

Floridia

tra i
primi comuni della provincia di
Siracusa ad avviare
i cantieri di servizio. Gi da oggi saranno impegnati in
attivit socialmente utili 81 disoccupati i floridiani di
cui 34 donne.
I progetti approvati dalla regione siciliana sono
complessivamente sette con un finanziamento

221.262,74 e permetteranno la rea-

lizzazione dei seguenti interventi :


Servizi di manutenzione ordinaria
e straordinaria del
cimitero comunale
con limpiego di n.
11 unit lavorative;
Servizi di assistenza domiciliare
anziani ultrasessantacinquenni
con limpiego di n.
10 unit lavorative
;
Servizi di manutenzione ordinaria
e straordinaria della viabilit urbana

con limpiego di n.
17 unit lavorative;
Servizi di assistenza domiciliare
disabili gravi (art. 3
C.3 legge 104/92)
con limpiego di n.
10 unit lavorative;
Servizi di manutenzione e pulizia
degli edifici comunali, dei sevizi igienici e degli spazi
di pertinenza degli
edifici scolastici.
con limpiego di n.
12 unit lavorative;
Servizi di manutenzione ordinaria/

Incontro culturale dal titolo Arte e Libert


I

n occasione della XIII Giornata Mondiale della Filosofia proclamata dallUnesco l'Associazione Culturale
Nuova Acropoli propone un incontro culturale dal titolo
Arte e Libert. La pittrice Francesca Santoro dedicher una parte dellattivit ad un laboratorio pratico di disegno e colore, durante il quale si cercher di
comprendere il connubio tra arte e libert. Lincontro
si terr domani pomeriggio alle ore 18.30 presso la sede
dellAssociazione in Viale Tunisi 16. Lingresso libero.

straordinaria, bonifica, pulizia e giardinaggio della villa


comunale con limpiego di n. 10 unit
lavorative;

Servizi di
manutenzione, bonifica e pulizia degli impianti sportivi
comunali e relativi
spazi di pertinenza
con limpiego di n.
10 unit lavorative.
I disoccupati impegnati appartengono
a tutte le fasce det, saranno utilizzati per un periodo
di tre mesi e per la
loro attivit percepiranno unindennit mensile variabile da da poco pi
di 500 euro fino a
circa 1000 euro in
quanto determinata
in base a vari parametri di bisogno
individuati direttamente dal bando
regionale.
Questi
cantieri
sono sicuramente
una boccata di ossigeno per loccupazione e per tutto
lindotto che muovono e ci permettono la realizzazione
di piccole ma assai
necessarie
opere
di
manutenzione
e lattivazione di
servizi di grande
importanza sociale
quali l assistenza
domiciliare
agli
over 65 e ai disabili
gravi.

13 novembre 2014, gioved

Laccesso al centro diurno


per diversabili e per la loro
assistenza domiciliare

Sono stati pubblicati dal Comune di Floridia

due avvisi che riguardano una fascia sociale


tra le pi deboli quale quella dei disabili. Si
tratta di due servizi, laccesso alla fruizione
al centro diurno e il servizio di assistenza domiciliare, particolarmente attesi dalle famiglie
che vivono quotidianamente il dramma della
disabilit e che cos potranno trovare aiuto
nella quotidiana assistenza ai loro cari.
Laccesso al Centro Diurno e rivolto a massimo n.10 cittadini diversamente abili residenti
nel Comune di Floridia, sia minorenni che
maggiorenni, in possesso della certificazione
rilasciata ai sensi della legge 104/92 art.3 C1.
Lo scopo quello di mantenere le capacit residue del disabile, di favorire lapprendimento
di nuove potenzialit e lo sviluppo delle capacit di relazione garantendo, nel contempo,
un supporto alle famiglie. La domanda deve
essere presentata entro il 10/12/2014, utilizzando il modello disponibile presso l'Ufficio
Servizi Sociali e sul sito internet del comune.
L'istanza deve essere corredata dalla seguente
documentazione:
da attestazione ISEE (2013) del nucleo
familiare convivente con il disabile;
da certificazione medica rilasciata dall'ASP
ai sensi della legge 104/92 art. 3 C. 1;
Copia fotostatica del documento di identit
del richiedente e del disabile
In caso di esubero di domande verr formulata,
a cura dellUfficio Servizi Sociali, apposita
graduatoria tenendo in considerazione lISEE
e la composizione e condizione familiare del
disabile.
Per quanto riguarda il servizio di assistenza
domiciliare possono presentare la domanda
i cittadini residenti nel Comune di Floridia,
sia minorenni che maggiorenni, affetti da disabilit fisica e/o psichica purch in possesso
della certificazione rilasciata ai sensi della
legge 104/92 art.3 C. 3.
Anche in questo caso listanza deve essere
presentarla entro il 10/12/2014, utilizzando il
modello disponibile presso l'Ufficio Servizi
Sociali e sul sito internet del comune e deve
essere corredata dalla seguente documentazione:
da attestazione ISEE (2013) del nucleo
familiare convivente con il disabile;
da certificazione medica rilasciata dall'ASP
ai sensi della legge 104/92 art. 3 C. 3;
Autocertificazione attestante che non si
usufruisce di un altro servizio socio- sanitario.
Copia fotostatica del documento di identit
del richiedente e del disabile
I servizi verranno erogati al domicilio degli
aventi diritto e consistono in prestazioni di
tipo socioassistenziali quali:Aiuto nella cura ed
igiene personale,aiuto per il governo
e la cura della casa,aiuto nel disbrigo
pratiche,aiuto nella spesa e nella preparazione
dei pasti,accompagnamento negli spostamenti
in ambito urbano per necessit mediche o
personali, aiuto per il sollevamento dal letto,
aiuto nella deambulazione,accompagnamento
per vita di relazione.
II servizio verr erogato per 11 disabili, ciascun
disabile avr diritto ad un assistenza di 6 ore
settimanali. LUfficio Servizi Sociali formuler una graduatoria delle domande pervenute
tenendo in considerazione lISEE, il livello di
autosufficienza del disabile, la composizione
del nucleo familiare del disabile.
Saranno gli stessi interessati a scegliere chi
dovr erogare il servizio, tra gli enti accreditati presso il Distretto Socio Sanitario D
48, iscritti all'Albo Regionale delle istituzioni
socio - assistenziali.

incontro al palazzetto dello sport con il sindaco

16 studenti olandesi ospiti


sugli iblei delle famiglie

Sicilia 11

societ

Medicina

Una giornata
importante
alla scoperta
della
Sono stati accolti dalle famiglie degli studenti Psicoterapia
della Gestalt
del liceo scientifico di Canicattini Bagni

E stato il sindaco Paolo

Amenta, accompagnato dal


vice Salvatore La Rosa e
dallassessore al Wel-fare,
Marilena Miceli, ad incontrare sabato scorso, nel
Palazzetto dello Sport della
citt i 16 studenti olandesi
dellUlenhof College di
Doetinchem accompagnati
dai loro insegnanti, Jan Peters e Roy Van den Berge,
che dal 1 novembre sino
a domenica 9, sono ospiti
della sezione di Canicattini
Bagni del Liceo Scientifico
Juvara di Siracusa, diretto
dalla professoressa Giovanna Strano nellambito
del programma di scambio
di classe organizzato dai
volontari di Intercultura del
centro locale di Siracusa.
I giovani studenti olandesi
e i loro insegnati, in questa
loro permanenza iblea, sono
stati ospiti delle famiglie di
17 loro coetanei di Canicattini Bagni e di Palazzolo
Acreide, studenti del Liceo
Scienti-fico canicattinese,
coordinati dai docenti promotori delliniziativa, la
professoressa Saveria Barone, responsabile Scuola del
Centro locale di Intercultura

In foto, studenti olandesi con il gruppo di amministratori.

di Siracusa, e il professore
Emanuele Petruz-zelli,
insegnante di Matematica
e Fisica, assieme allAssociazione Intercultura, onlus
che dal 1955 promuove
scambi scolastici per studenti delle scuole superiori
in pi di 60 Paesi di tutto
il mondo e i volontari del
Centro locale di Intercultura di Siracusa. Con loro
questi giovani studenti del
nord Europa, hanno avuto
modo di confrontarsi per
conoscere la realt e la
cultura di unarea parti-

colarmente straordinaria
della provincia di Siracusa,
quella Iblea, tra patrimonio
Unesco, bellezze paesaggistiche, archeologia, storia e
cultura popolare.
I due gruppi hanno potuto
svolgere insieme alcune
attivit, tra queste anche
un torneo di pallavolo che
ieri si svolto proprio nella palestra del Palazzetto
dello Sport di Canicattini
Bagni, dove li ha raggiunti
il sindaco Paolo Amenta, e
doverano presenti anche
gli altri docenti del Liceo

Scientifico di Canicattini
Bagni, Paolo Randazzo,
Nelly Zocco, Rita Palermo,
Elina Formica, Concetto
Calafio-re, il personale
Ata della scuola, con i loro
colleghi responsabili del
progetto Intercultura, Saveria Barone ed Emanuele
Petruzzelli, e lUfficio Pubblica Istruzione del Comune
con Maria Pina Buccheri.
Sono particolarmente
felice di questo incontro
ha detto il sindaco Amenta
che mette a con-fronto
due realt e due culture
diverse, facendole fondere
in un unico progetto, che
quello che contribuisce a
costruire il cittadino europeo del domani. Il nord e il
sud dellEuropa, e dunque
le giovani generazioni,
consolidano il loro legame
e il loro sentirsi partecipi di
un unico futuro, at-traverso
la Scuola, il Sapere, la Cultura, la Storia, e le risorse di
questo bellissimo territorio
che diventa cos, come
abbiamo sempre sognato
e detto, patrimonio unico
del cittadino europeo,
dei siciliani cos come degli
olandesi.

I cittadini potranno approvvigionarsi di acqua potabile a basso costo

Presto a Siracusa
le case dellacqua
Entro fine mese sapremo quale delle

cinque imprese dovr gestire le quattro case dellacqua a Siracusa. Di fatti


il Comune invier alle cinque ditte che
hanno manifestato interesse alla gara
presentata dal Comune di Siracusa.
Adesso lufficio Ambiente preparer
le relative lettere da inviare alle cinque
ditte in interessate, a cui si chieder
di presentare un progetto e unofferta.
A conclusione del ricevimento delle
loro missive si potr aggiudicare il
servizio con le condizioni migliori.
Insomma al pi presto la citt si potr
dotare come fanno fatto i Comuni
della provincia di case dellacqua.
In pratica si tratta di impianti di filtrazione e distribuzione di acqua mi-

crofiltrata naturale e gasata, prelevata


dallacquedotto pubblico e finalizzati
a soddisfare le esigenze dei residenti,
in una logica di risparmio economico
e di rispetto ambientale.
La gestione del servizio degli impianti
avr la durata di sei anni, rinnovabile.
Il suolo pubblico, max nove metri
quadrati al massimo, viene concesso
in uso gratuito in unarea da destinare,
munita di parcheggio e di illuminazione.
Il concessionario si far carico di
tutti gli oneri in cambio dei proventi
dellerogazione alla spina di acqua liscia o gasata e delleventuale,
allinterno dellacqua, la concessione
di spaziature promozionali.

Ragusa stamane ci
sar lOpen day, promosso dallIstituto di Gestalt
Therapy Hcc Kairs.
Liniziativa sar loccasione per conoscere i nuovi
corsi dellistituto, i docenti
e sar possibile sapere
come ottenere o richiedere
una delle nove borse di
studio messe a disposizione
dalla scuola.
La manifestazione si svolger dalle 10, 30 alle 19,30
nella sede dellIstituto in
via Virgilio 10.
La scuola post universitaria di specializzazione ha
come responsabile scientifico Giovanni Salonia
e responsabile didattico
Valeria Conte, mentre
componente del comitato
scientifico Erminio Gius.
Per quanti vorranno partecipare allOpen day si pu
inviare una mail a info@
gestaltherapy.it e prenotare una copia omaggio del
libro Edipo dopo Freud,
dedicato al lavoro portato
avanti dallistituto, che potr essere ritirata nel corso
della giornata. LIstituto di
Gestalt Therapy Hcc Kairs
ha elaborato un modello di
teoria evolutiva, di terapia
familiare e di diagnosi e
cura delle patologie, le
cui applicazioni cliniche
costituiscono contributi
innovativi per la terapia
del singolo, della coppia e
della famiglia.
Da pochi giorni, poi, sono
state avviate le iscrizioni
alla scuola post universitaria di specializzazione in
psicoterapia della Gestalt
per psicologi e medici,
per il ventunesimo corso
2015-2018.
Nel 1994 stata approvata dal Miur come Scuola
di specializzazione post
universitaria in psicoterapia; inoltre dal 2001 in
collaborazione con lUniversit Cattolica del Sacro
Cuore di Roma e listituto
di Neuroscienze e Gestalt
vengono istituiti master
universitari di secondo
livello ad oggi alla diciassettesima edizione.

SPECIALE 12

Sicilia 13 NOVEMBRE 2014, GIOVED

13 NOVEMBRE 2014, GIOVED

RUBRICA A CURA DEL DR SALVATORE FONTANA

Blocco totale, o ostruzionismo distruttivo di ogni concetto


di democrazia. LItalia oggi sta vivendo questo momento

La chiamano democrazia quando semplicemente caos e confusione, per coloro fra i cittadini
che gli hanno conferito fiducia. Hanno creduto ai loro temi, e ora restano turlupinati

Vorremmo chiedere
a qualcuno fra gli
Italiani, se a memoria
duomo, come si suol
dire, ricorda, o anche
per sentito dire, il centrosinistra, e prima
ancora la sinistra, andato al Governo abbia portato a termine
la legislatura. Se quel
qualcuno fossimo noi
risponderemmo, no!
Siamo sempre aperti
al dialogo se un altro
qualcuno ci pu
smentire. Riteniamo
preistorico riportare
le vicende di quanto
successo dal 1898,
congresso di Genova
del massimalismo,
al 1945 quando gli
eventi bellici hanno
riportato in Italia la
democrazia, solo che
rimasta a beneficio
di pochi, di chi ci
specula. La recente
storia ci da conferma.
Tuttavia per semplificare ci atteniamo al
periodo 1993 2014,
scorporiamo il periodo 1994 1 agosto
2014 e troviamo la
quadratura del cerchio, ossia la dimostrazione del sunto.
Potremmo definirlo in
tre parole e qualche
aggettivo, ma non
lo facciamo per non
incorrere a fastidi
di altro genere. Gli
Italiani e il mondo politico internazionale
sa, forse qualcuno in
ritardo, resosi conto
che come una predestinazione, che un
Tizio che si affaccia
alla vita pubblica,
giudicato elemento
spurio al sistema per
il modo come intende
la Res pubblicae. Ma
Renzi, che della
chiocciata del mondo inghiottito dalle

tenebre, anche se
sempre e comunque di origine bianco fiore, dovrebbe
spiegarsi, forse lo
ha gi fatto, perch
questo accanimento
contro chi la pensa
diversamente?!? La
risposta sta nellessere della sinistra.
Questa corrente di

pensiero reclama,
alto e forte, il potere. E
questo nella prassi
pi naturale della democrazia, ma quello
che non si capisce,
quando lo consegue si forma unopposizione distruttiva
interna contro il suo
Governo, votato a
realizzare quella ipo-

tesi di Governo che in


sede congressuale
ha avuto la maggioranza dei consensi.
La chiamano democrazia quando
semplicemente caos
e confusione, per coloro fra i cittadini che
gli hanno conferito
fiducia. Hanno creduto ai loro temi, e ora

restano turlupinati.
Se ne deduce che la
sinistra italiana, storicamente dobbligo
la specificazione, a
differenza delle altre
che operano negli altri
Paesi occidentali, ha
lallergia allopera costruttiva. E questione
di mentalit residuata
dellanarchia che si
definisce sinistra. La
sinistra vera, quella
teorizzata da Marx
ed Engels, la definizione sta nel termine
per differenziarla dal
liberismo teorizzato
da Adam Smith,
istituzionalizzare un
confronto costruttivo.
Questa nuova ventata di pensiero, Marx la
introdusse: In Europa vaga unombra.
Poi si arriv alla lotta
armata, che trov
concretezza, dopo
circa 100 anni, nella trasformazione di
dottrina del dialogo
costruttivo, a rivoluzione armata, lo

si deve allinterpretazione, con spirito


mongolese, a Lenin.
Questi concretizz il
nuovo sistema con
la massima: Tanto
peggio, tanto meglio.
E una sintesi di giuramento al peggio.
Ordunque, questo
il chiodo fisso della
sinistra italiana, che
ha preso il peggio
del peggio, nella sua
azione politica che
non definiscono infatti, confronto, dialogo
costruttivo, ma lotta.
Il braccio attivo della
sinistra italiana infatti,
chi ? La CGIL, con
il traino peggiorativo della Fiom. Le
frasi fatte: lavoro,
investimenti. Ma per
realizzare questo non
sanno che occorrono
iniziative e impegni di
capitali, e da parte di
chi, dello Stato, ma
questi deve conferire
a privati il progetto,
o direttamente da
privati, come, per
esempio, la canteristica, ledilizia o
quantaltro. Costoro,
hanno mai trovato
un perch le imprese
italiane, non ultima
ma neanche la prima,
la Fiat hanno lasciato
lItalia? E, mancando
liniziativa privata la
disoccupazione chi e
come si risolve?
Il dunque di oggi si
concilia con lazione
della minoranza del
PD verso il suo Governo, o quanto meno
sua espressione politica, non alla collaborazione costruttiva
e propositiva al fare,
come abbiamo detto
prima.
Loro dicono che propongono, il Governo che non accetta.
E cos o sar cos,
ma alla fine la maggioranza che paga, in
termini di consensi,
perch se il suo programma non sortisce
quanto previsto, o
sperato, perde consensi e se la gioca
con le opposizioni
istituzionali. Questa
la democrazia, e in
Paesi civili e demo-

cratici si va avanti
cos, non impedendo
o bloccando la vita
legislativa del Parlamento, e il Governo
al fare. La minoranza
del partito del Governo bandizza che
il programma del
Governo non risolve
i problemi della Nazione, ma lo ha deciso la maggioranza
al partito. Siamo al
dunque, deve sapere
aspettare, senza creare problemi sociali,
e spesso di ordine
pubblico. E le imprese, preoccupate del
disordine e del fermo
della produzione, licenziano, il mercato
si impoverisce e le
imprese chiudono,
la disoccupazione
aumenta. Si scompone la maggioranza partitica che sta
al Governo, perch
distratta, o calamitata dallopposizione
istituzionale, e qual
la conseguenza? Il
Governo va a casa
e in quel poco tempo
che stato al potere,
ha perso credibilit
internazionale nel
contesto operativo
perch diventato
quasi norma, che in
Italia i Governi hanno
vita breve quindi
nessuno, nel contesto internazionale gli
prestava attenzione.
Oggi sembra che ci
sia un Esecutivo che
voglia fare. E siccome
per dottrina sinistra,
per non perdere argomenti di lotta, i
minoritari si siedono
al detto Lenin-ano:
Tanto peggio, tanto meglio. Da qui
non escono. E cos
stanno inchiodando
lItalia alla mediocrit
politica nel contesto
internazionale, repetita iuvant, e a una
struttura costituzionale arcaica, che la
condanna allimmobilismo su tutto.
Abbiamo esposto
le nostre opinioni e
critiche verso la sinistra. In questambito dobbligo precisare che la sinistra

italiana ha diverse
anime,coagulate
spesso in diversi soggetti; in questottica,
fermo restando quanto abbiamo esposto
del sistema di opposizione che praticano,
non si pu giustificare, il danno che
producono, ma a loro
interessa fare capire
la diversit, dunque si
qualificano istituzionalmente opposizione nella certezza che
la non soluzione dei
problemi fa perdere
consensi o attenzione popolare alla
maggioranza in atto.
Quello che nessuno
pu giustificare invece il permanente
travaglio nellambito
dello stesso partito, repetita iuvant,
soprattutto quando
questo ha, democraticamente, assunto il
potere del Governo.
E prassi normale
e democratica che
i partiti elaborano
la loro linea politica
e democratica nei
consensi interni. E
fra tutte le diverse
ipotesi dibattute, alla
votazione una risulta
maggioritaria, le altre,
o laltra, minoritaria.
Conseguita la maggioranza parlamen-

tare, tutte le anime


del partito, democraticamente, hanno il
dovere democratico
di lasciare lavorare
la componente che
costituisce il Governo. Invece no! Blocco
totale, o ostruzionismo distruttivo di ogni
concetto di democrazia. LItalia oggi
sta vivendo questo
momento.
E tempo perso continuare su questo
versante. Soffrono un ancoraggio
psicologico da cui
non sanno uscire,
un indottrinamento
scolastico, di falso
automatismo.
Con una pi ampia

riflessione, non possiamo non ammettere che il malessere


che affligge la sinistra
italiana, una endemia, che, purtroppo
si diffusa anche
in alcuni ambienti
istituzionali, o perch
frequentati, o per
condivisione di principi da soggetti, e o
organismi portatori
di questo male. Noi
sosteniamo che il
politichese il modo
di navigare di chi
non ama lesplicitit
di quello che pensa.
Dunque il caso de
Magistris, sindaco
di Napoli, fa testo,
stato condannato in
virt della cosiddetta

Sicilia 13

legge Severino, applicata con effetti retroattivi. Non convinto


del giudizio di retroattivit, il Comune con
delibera Consiliare,
ha proposto ricorso
al Tar campano, il
quale ha accettato
le argomentazioni
di impugnativa e ha
deciso di fermare
lordinanza prefettizia che sospendeva
De Magistris dal suo
mandato istituzionale
di sindaco, e ha chiesto alla Consulta se
la legge Severino
applicabile al caso
De Magistris. In attesa questi torna in
carica. Risulta chiaro
che il Consiglio Co-

SPECIALE

munale partenopeo
non stato contagiato
dal male endemico
dellitalica sinistra.
Nessuno pu dire che
questo operato contro
Berlusconi non vero.
La dimostrazione la
d il comportamento di qualificatissimi
organi istituzionali,
hanno guardato da
un altra parte. Uno,
in particolare, il Presidente del Senato.
Messo l dalla sinistra,
e tutto si spiega. E ci
fermiamo qui. Perch
la situazione che ne
conseguita, imporrebbe la chiamata di
pezzi da 180.
Per Berlusconi, nonostante chiesto dai
gruppi parlamentari
che fanno riferimento
a questi, il Presidente
Grasso ha rifiutato di
adire la Corte Costituzionale. Berlusconi,
per le problematiche
poste in sede U.E.
dava fastidio alla Merkel. I particolari li da
Alan Friedman nel
suo libro Ammazziamo il gattopardo. Ci
potremmo adagiare
ad un riferimento biblico: Padre, perdona
loro, non sanno quello
che fanno. Ma non
sono ignoranti, sono
eticamente perdenti.
Nel senso che non
si rendono conto del
malessere che creano
nellopinione pubblica, tant che i cittadini
che vanno a votare
sono sempre meno.
A tutto questo fanno
sponda i sindacalisti, i
quali non consentono
con la loro azione di
lotta continua, che
trova senso di quanto
abbiamo scritto in un
nostro precedente
pezzo. Postum scriptum: chi di Commissione (U.E.) ferisce,
di Commissione perisce. Berlusconi docet.
Attento Renzi. Per tu
hai un compare a favore, Berlusconi aveva un capo orchestra
che brandiva contro
la bacchetta per armonizzare allordine
le note della musica
teutonica.

Cultura 14

di Arturo Messina

l Cenacolo della
Sicilianit,
fondato
alcuni mesi addietro,
presieduto e condotto
dal poetico scultore siracusano doc Antonio
Randazzo nel suo ex
garage trasformato in
un suggestivo contenitore culturale, artistico
e museale, lincontro
settimanale del marted, laltro ieri, coinciso con la festa di San
Martino, per cui alla
fine si concluso a
zippuli e vinu stuppatu
friscu da cantina Gulinu
Ospite donore stato il prof. Michele
Romano, figura dartista e docente di Storia dellArte di primo
piano, nonch appassionato delle cusuzze
sarausane, essendo egli
nato nello scoglio di
Ortigia, di cui conosce
e diffonde gli eventi
storici, i personaggi, i
beni culturali come pochi o nessun altro.
E un singolare saggio
ne ha dato parlando in
modo particolare del
quartiere
Akradina;
lha fatto per un motivo specifico: perch a
questo quartiere appartiene anche la via Alessandro Scilla, dove appunto c il Cenacolo
della Sicilianit. Uno
studio serio e impegnativo e della massima
importanza, il suo, che
egli ha condotto con i
suoi allievi e lo stesso
quartiere rappresentato
in modo particolare da
uno dei consiglieri.
E, il suo, un poderoso lavoro che viene
a sommarsi alle sue
numerose opere gi
pubblicate nel suo gi
lungo percorso artistico culturale. Il titolo
della sua magna lectio
stato La toponomastica di Akradina. Nel
comunicato diramato
via internet ( dove lo
stesso Antonio Randazzo ha raccolto tutta
una biblioteca di siracusani di ieri e di oggi
degni di memoria e che
tutti gli altri che abitano nella citt aretusea
o sono allestero dovrebbero conoscere) il
presidente del Cultural
Cenacolo aveva proposto, a tal proposito,
di consultare e leggere

Sicilia 13 NOVEMBRE 2014, GIOVED

La toponomastica
di Akradina
Ne ha ampiamente parlato il prof. Michele Romano nel settimanale incontro
del marted al Cenacolo della Sicilianit, di via Alessandro Specchi
la mia Toponomastica
dei personaggi insigni
dellOttocento siracusano che chiunque
pu chattare e copiare- si intende gratis et
amore Dei-perch
bene (appunto come

Michele Romano ha
condensato in modo
particolare la figura
e lopera degli artisti
siciliani compresi nella toponomastica del
quartiere, cominciando con il dire che egli

canto alla quale cera


una fattoria- ancora
il quartiere era quasi
tutto una campagnadi stile catalano, ma
non sapeva che ve ne
erano altre due in altri due quartieri e che

anche via Grottasanta,


per ricordare leremita della grotta su cui
sorge la parrocchia
omonima: il venerabile
Giuseppe Bianchi, detto il Veneziano) nonch il nome degli arti-

Il prof. Michele
Romano ha condensato
in modo particolare la
figura e lopera degli
artisti siciliani compresi
nella toponomastica del
quartiere, cominciando
con il dire che egli
orgoglioso di abitare
proprio nel quartiere
Akradina, pur essendo
nato nello scoglio

In alto, Toponomastica Akradina,


a fianco, il prof. Michele Romano,
sopra, convitati al Cenacolo.
ha sostenuto nel suo
discorso il prof. Michele Romano) che i
Siracusani conoscano
chi sono stati i loro
concittadini pi meritevoli del passato, degni di essere ricordati
toponomasticamente:
lopera venne pubblicata in 40 articoli nella pagina culturale del
quotidiano
Libert,
benemerito per avere
avuto da sempre la pi
encomiabile attenzione
per i fatti e la cultura
del territorio. Il prof.

orgoglioso di abitare
proprio nel quartiere
Akradina, pur essendo
nato nello scoglio:
Io provenivo- ha detto- dal Belvedere san
Giacomo, dalla Mastrarua, da via dei Tolomei, dalla via Maestranza; ho studiato in
Ortigia!
Lo studio del quartiere Akradina ha detto di
averlo iniziato avendo
in mente che quando
era ragazzino vedeva
spesso una torre medioevale del 400 ac-

servivano come torri di


avvistamento, inserendosi nellarchitettura
medioevale di Ortigia.
In questo modo scaturito lo studio del
quartiere Akradina, nel
quale stata inserita
la toponomastica del
quartiere, che comprende tutta la storia
di Siracusa, dai personaggi classici (Polibio, Filisto, Tisia) ai
contemporanei (Monteforte, Di Giovanni,
Cannizzo, dei Servi di
Maria cui dedicata

sti che, anche se non


nacquero a Siracusa,
operarono anche a
Siracusa e lasciarono
dei meravigliosi capolavori: Andrea Palma, Ignazio Marabitti,
Luciano Al, Daniele
Monteleone, Antonello
da Messina, Luigi Vanvitelli, nonch Alessandro Specchi.
Parlando di Andrea
Palma ha ricordato che
egli era un frate domenicano nato a Trapani e
a lui si deve la facciata del duomo che fece

13 novembre 2014, gioved

sullesempio di quella
di Santa Maria a Campitello , a Rona, e fu
uno dei protagonisti del
barocco siciliano tra il
XVII e lXVIII secolo. Non stato inserito
nella
toponomastica
di Akradina Pompeo
Picherale, perch pure
essendo forse il pi
grande architetto nato a
Siracusa, a lui era stata
prima attribuita, per cui
gli fu dedicata la via
che va da piazza duomo alla fonte Aretusa.
Dopo di aver parlato della facciata del
duomo ha parlato
della bellissima Cappella del Sacramento,
che allinterno dello stesso duomo ed
lunico
grandissimo
esempio della pittura del Seicento che
abbiamo a Siracusa,
voluta dallinsigne arcivescovo Torres. E
stato a questo punto
che il prof. Romano
ha parlato di Agostino
Scilla, che fu un artista messinese che si
form a Roma con il
Sarti e venne a Siracusa
perch questa era una
diocesi ricca e da noi
dipinse quella che
possiamo definire la
Cappella Sistina del
Seicento. Essa, infatti,
aveva un ricco lascito
che le permetteva di essere arricchita di autentici capolavori, come
la balaustra, di Ignazio
Marabitti, il paliotto
della scena dellultima
cena di Filippo Valle,
pittore romano, come
pure un capolavoro del
grande Vanvitelli. Di
Luciano Al ha ricordato il blasone della
Sicilia, a proposito del
quale si intrattenuto
proprio su quelli delle
famiglie nobiliari, che
rappresentavano gatti o galli rampanti
con le zampe alzate, a
significare appunto il
loro alto livello sociale,
come quello dei Conti
Gargallo. Ha concluso
la tanto applaudita sua
conferenza con lesortare a dimostra lamore
per Siracusa, interessandosi ciascuno della
sua storia, della sua
arte, della sua lingua e
di coloro che ne sono
stati i protagonisti:
quello che si prefisso
proprio il Cenacolo
della Sicilianit.

Castelbuonese
rivelazione, un paese
dietro la squadra

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Uno sguardo alla prossima ospite del De Simone.


Un presidente e ben 40 dirigenti, ognuno dei quali
con ruoli specifici diversi, per una societ razionalmente
strutturata, reduce da quattro consecutive promozioni

dove le Madonie declinano


verso il mare, alle
pendici del colle
Milocca,
sorge
Castelbuono, novemila
abitanti
che in estate raddoppiano per la
presenza dei numerosi turisti che
lo scelgono per
la mitezza del suo
clima, per il senso
di ospitalit dei
suoi abitanti
e
per le bellezze architettoniche del
suo tessuto urbanistico che trovano nel castello
che
appartenne
ai
Ventimiglia,
la loro massima
espressione. Ma
i richiami non finiscono qui. C
la frescura del
vicino bosco popolato di castagni, di faggi e di
querce, e c la

rinomata cucina
basata su prodotti
tipici locali come
la pasta di casa,
il pane che dopo
due giorni fresco come dopo
sfornato, lolio, il
miele, le marmellate, i vini i liquori e i dolci, come
la prelibatissima
testa di turco. E
oltre a tutto questo ben di Dio e
allaria fine di
mezza
collina,
Castelbuono pu
contare su una
squadra di calcio
che in pochi anni
diventata il fiore
allocchiello
di questo ridente
paesino del Palermitano se si pensa
che in soli quattro
anni si portata
dalla terza categoria al massimo
campionato
regionale. Il segreto

di questi successi
sportivi senza
dubbio lentusiasmo che anima
sia la squadra,
sia chi la dirige e
chi la segue. Una
squadra
formata da unossatura
base fatta di elementi locali e che
di anno in anno
si arricchisce di
nuovi elementi.
Niente per spese
pazze, anche grazie alla capacit
di pescare fra gli
scarti delle societ maggiori e ad
una rete di osservatori che mentre
la squadra impegnata nellattivit agonistica,
si muovono in
lungo e in largo
per i campetti di
periferia nellintento di scoprire
giovani
talenti
da immettere in

In foto, la squadra della Castelbuonese.

prima
squadra.
Ma a parte larea
tecnica al cui vertice sta il collaudatissimo Fabio
Vitale, designato alla fine dello
scorso
campionato nellannuale
manifestazione
di Fiumefreddo,
come il migliore
allenatore di tutti
i gironi siciliani
di
Promozione,
c una societ
ricca di ben quaranta
dirigenti,
ognuno con un
ruolo
specifico,
in rappresentanza
praticamente di
un intero paese.
Due i giocatori pi importanti
della squadra e,

uno storico risultato. Il Siracusa


avvertito, la Castelbuonese, che
fra laltro lo sopravanza momentaneamente
in
classifica, una
matricola terribile che, come ogni
anno, non si pone
grossi obiettivi,
salvo poi a raggiungerli, come
sta puntualmente
dimostrando partita dopo partita.
Le attenzioni su
come meglio affrontarla, non rappresentano per il
Siracusa un optional, bens un preciso, inderogabile
obbligo.
Armando Galea

Pallavolo, sconfitta con onore per la Virtus


Floridia nel derby contro Augusta

Citt di Siracusa sconfitto


dal Giarre in Coppa Italia

Due

gol e per il Citt di Siracusa notte


fonda in quel di Giarre nellincontro dandata
della Coppa Italia Eccellenza. Nello stadio
vuoto, a causa dellinagibilit delle tribune,
gli azzurri hanno subito due reti entrambe
sul finire dei rispettivi tempi. Anastasi aveva
schierato la formazione base con Vitale in
porta e il pacchetto difensivo titolare. A centrocampo Grasso con Arena e Messina, in
attacco la coppia Petrullo-Panatteri. Il gioco
sempre stato in mano del Siracusa che ha
sciupato parecchie occasioni soprattutto nel
primo tempo. Il Giarre, per, riuscito a fare
tesoro delle pochissime occasioni create. Il
primo gol arriva al 45. A realizzarla stato
il giarrese Leotta.
Nella ripresa, il Siracusa ha giocato praticamente nella met campo del Giarre alla
ricerca del gol del pareggio. Ha anche avuto
una grande occasione Petrullo, che di testa
ha sciupato banalmente. Anastasi ha poi

guarda caso due


attaccanti: Beppe Totaro, attuale
capocannoniere
del girone insieme a Mascara e
ad altri, e il locale
Simone Antista,
fisico eccellente e
buona elevazione,
cliente scomodo
per qualsiasi difensore. Da non
sottovalutare poi
il portiere Ilardi,
il centrocampista
Giglio e lesterno
Arnone. Questa
a grandi linee la
squadra che per la
prima volta nella
sua storia incontrer il Siracusa
con la segreta speranza di uscire dal
De Simone con

tentato la carta Santamaria per dare pi brio


alle azioni offensive degli azzurri, mentre ha
schierato in attacco DAgosta senza riuscire,
per, a trovare la via del pareggio. Quando il
risultato sembrava inacalarsi verso la sconfitta
di misura per il Siracusa, il Giarre ha colpito
nuovamente in contropiede. Correva il 90
e Sottile ha infilato la porta difesa da Vitale.
Con questo risultato, il Giarre ha molte chance
di qualificarsi per le semifinali. C comunque
da giocare la partita di ritorno al De Simone
e gli azzurri tenteranno di ribaltare il risultato
negativo, insomma non tutto perduto.

L'Augusta ha vinto il derby di serie C


di pallavolo maschile, contro la Virtus
Floridia. Tre a uno il finale, al termine
di una gara tiratissima e in certi frangenti anche equilibara. La gara inizia
subito male per i padroni di casa della
Virtus Floridia che deve far fronte, a
met set, ad uno svantaggio di parecchi
punti. l secondo set parte invece in maniera diversa. Le due squadre sembrano allo stesso livello, ma sono i padroni
di casa, bravi a muro e soprattutto in
difesa, ad avere la meglio nei momenti
decisivi. Spinti da un pubblico caloroso
e soprattutto molto numeroso, con tanta determinazione riescono a vincere il
set 25-21.Nel terzo e quarto set match
equilibrati e giocato punto su punto.
Alla fine buona la prova dei megaresi
che puntano per il salto di categoria. A
Floridia hanno dimostrato di avere le
carte in regola.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 13 novembre 2014, gioved

Staccano il pass
per la Finale
Nazionale
di Velletri
Cavallaro,
Pizzo, Giannone
e Incognito

In foto, gli atleti


della Rembukan.

Karate, al PalaRescifina di Messina ancora


protagonisti gli atleti del M Marcello Di Mare
N

on si ancora
spento lentusiasmo per i risultati
del Campionato
Italiano Cadetti
che spunta ancora un altro riconoscimento per
il karate di Villasmundo. Si tratta
della
qualificazione regionale al
Campionato Italiano Juniores che
si tenuto presso
il PalaRescifina
di Messina. Pizzo
Davide nei 60Kg
Damiano
Incognito nei -84Kg,
Gaetano
Giannone nei -94kg e
Francesca Cavallaro nei -55Kg.
I quattro giovani
atleti della Rembukan di Villasmundo
hanno
vinto lOro nelle
proprie categorie
disputando
una
superba
prova
tecnica agonistica, e si uniranno
a Giuseppe Cartelli,
Giuseppe
Alibrandi e Chiara Latina gi qualificati di diritto
perch podio al
Campionato Italiano
Juniores
dello scorso anno.
Medaglia dAr-

Significativo riconoscimento per gli atleti


della Rembukan Villasmundo
gento per Antonino Castro dietro
il compagno di
squadra nei -84
Kg che per non
riesce a qualificarsi per la finale
del 29 e 30 novembre al Palasport di Velletri.

Nel
pomeriggio si disputata anche la 3^
Tappa del Gran
Prix
Esordienti
A; la Rembukan
di
Villasmundo
ha presentato 3
atleti che si sono
fatti onore; questi

i risultati: Billeci
Flavio Bronzo nei
40 Kg, ennesimo
Oro per Simone
Gazz atleta dalla
SSD Arcobaleno
di Siracusa ma seguito dalla Scuola
di
Villasmundo
e Giannone Ma-

rio 5 nei 61 Kg.


Continua il momento doro per
gli atleti del M
Marcello Di Mare
che adesso sono
in
preparazione
per la gara Internazionale Venice
Cup 2014 che si
svolger a Caorle
il prossimo fine
settimana.
Salvatore Cavallaro

Intervista all'arbitro aretuseo sulla Gazzetta dello Sport

Camelia, primo arbitro con protesi


sul ring, mette ko le avversit
Sono il primo arbitro nella storia della boxe italiana
autorizzato a salire sul ring
con protesi alla gamba. Il
biglietto da visita dice tutto: Con la forza di volont
e il coraggio qualunque cosa
pu diventare possibile. Credo che la mia storia sia gi
un messaggio a non mollare,
a credere che con il coraggio
si possono ottenere nuovi
e incredibili traguardi. In
quel biglietto c scritto Roberto Camelia. Il 38enne di
Siracusa arbitro dal 2010:
Mi sono avvicinato a questo sport grazie a mio padre,
grande appassionato. Da ra-

gazzino lho pure praticato


per qualche anno. Poi ho deciso di rimanerci grazie allarbitraggio.
Ha deciso di rimanere sul ring.
Soprattutto quello della vita,
per reagire e mettere a tappeto le avversit: Sono amputato sotto il ginocchio sinistro
da gennaio 2013. Prestando
soccorso a un automobilista
uscito fuori strada, sono stato
falciato anchio allinterno di
un terreno. Avevo una societ che ho posto in liquidazione a causa dellincidente.
Purtroppo la riabilitazione e
il decorso operatorio mi hanno tenuto lontano dal lavoro

In foto, Roberto Camelia

e adesso sono in cerca di una


nuova occupazione visto che
non godo di alcuna indennit
di invalidit. Camelia conclude l'intervista dicendo :"
Credo che i media dovrebbero occuparsi di pi degli
esempi positivi dello sport e
di chi le sfide le affronta e le
supera col sorriso sulle labbra
nonostante lavversario sia
difficile da combattere.

Calcio a 5 A2/M,
Augusta cede
il derby a Catania
e perde la prima
posizione
L

Augusta torna
a casa sconfitta dal
Palanitta lasciando
cos il primo posto
della classifica. n
questa gara il gioco
del portiere in movimento non stata
un colpo vincente, anzi tuttaltro,
schema di gioco
che ha dato la possibilit alla vecchia
volpe di Mister
Chillemi di sfruttare al massimo i nostri schemi che sul
parquet del Palanitta non sono stati
veloci, permettendo ai padroni di
casa di giocare in
difesa con le ripartenze, arma che il
Catania questanno
usa regolarmente.
Il primo tempo si
chiude in vantaggio
per il Catania con
un goal di Zamboni, su una svista
arbitrale per un
fallo fatto sul giocatore dellAugusta Scheleski dallo
stesso
Zamboni
che ha permesso
una ripartenza micidiale che manda
lAugusta
negli
spogliatoi con un
gol di scarto. Nel
secondo
tempo
lAugusta torna in
campo senza Ortisi che ha subito in
uno scontro senza
cattiveria causando
un grave infortunio che mette fine
alla sua partita.Al
suo posto il mister
schiera
Fortuna,
lAugusta continua
con il portiere di
movimento senza
riuscire a intaccare
minimamente
la ben organizzata
difesa del Catania
ben supportata dal
portiere Argentino
Corvatta Risultato
finale 3-0 per gli
etnei.