Sei sulla pagina 1di 29

SVILUPPO DELLAPPARATO CARDIOVASCOLARE

mesoderma)
Nelluomo si sviluppa attraverso 3 tipi di organizzazione:
APPARATO PRIMITIVO
3-4 settimana
Cuore tubulare semplice
+ 3 reti
simmetriche
di vasi sanguigni (organizzazione comune a tutti gli amnioti)

APPARATO FETALE
4-8 settimana
Avviene la trasformazione pi radicale di tutto lo sviluppo:
cuore a 4 cavit
e 3 reti di vasi sanguigni altamente
asimmetriche
E il periodo pi importante e pi a rischio di malformazioni congenite
APPARATO DEFINITIVO
Alla nascita: circolazione fetale sostituita dalla circolazione polmonare
Il sistema circolatorio diviene quello definitivo

20 GIORNO
Comparsa di masse di
CELLULE ANGIOGENICHE
nel
mesoderma splancnico (laterale)
posto ventralmente alla porzione
anteriore del celoma intraembrionale

Le isole sanguigne aumentano


rapidamente di numero e dimensioni,
acquisiscono un LUME e formano due
TUBI CARDIACI
ENDOTELIALI

(Celoma Intraembrionale: formato dalla


23 giorno: i tubi endocardici si
confluenza di piccoli spazi che compaiono su ciascun lato
fanno sempre pi vicini e paralleli
del mesoderma laterale. Le due cavit poi si
fondono subito al davanti della membrana

bucco-faringea a formare una singola cavit a ferro


di
fino a FONDERSI, in direzione
cavallo).
cranio-caudale, in un TUBO UNICO
Dalla PORZIONE ANTERIORE del celoma
intraembrionale si former la CAVITA PERICARDICA

Contemporaneamente, altre masse di Le estremit


tessuto angiogenico compaiono bilateralmente,
caudali
parallele:
dei tubi cardiaci prendono contatto con le
AORTE DORSALI, che
VENE VITELLINE (dal mesoderma del sacco
vitellino) e successivamente con le
si uniscono ai tubi cardiaci
(inizialmente alla superficie dorsale) VENE OMBELICALI in via di formazione.
Tale collegamento forma il
POLO ARTERIOSO
POLO VENOSO
del cuore in via di sviluppo
del cuore (a questepoca di sviluppo ancora
pari
)

Nel giro di un giorno le aorte dorsali


descrivono un arco su ciascun lato dellestremit
craniale dellintestino cefalico, formando il 1 paio
di ARCHI AORTICI

Mentre i tubi si fondono, la parete


celomatica (futura cavit pericardica) fornisce
un epitelio che produce i cardiomiociti
primitivi (
Lepitelio endocardico induce le
MIOCARDIO PRIMORDIALE).

cellule del miocardio a sintetizzare


proteine specifiche della matrice
extracellulare che costituiscono un
reticolo extracellulare
(ac jaluronico, jaluronidasi e fibronectina)

che mantiene il tubo endocardico


separato dal miocardio in via di sviluppo.
Tale matrice, storicamente chiamata
GELATINA CARDIACA
, oggi viene definita matrice cardiaca
extracellulare
o
membrana basale miocardica

Lespansione craniale e caudale dellendocardio produce un


notevole
allungamento del tubo
cardiaco
,
in gran parte dovuto a ulteriore reclutamento di miociti nel tubo
(pi che a ingrandimento dei miociti presenti)

Nellallungarsi,
il tubo
Mentre il cuore si allunga
e si ripiega,
gradualmente
si invagina nella cavit
pericardica (celomatica)
si
incurva ventralmente
e a destra.

.
Inizialmente sospeso sulla parete dorsale per mezzo di un mesentere, il
MESOCARDIO DORSALE
, la cui parete centrale ben presto degenera per la comparsa di
vacuolizzazioni che poi confluiscono
comunicazione tra i lati DX e SN della cavit pericardica (
SENO TRASVERSO DEL PERICARDIO
)

: max parte vtric DX


: max parte vtric SN

Cuore = tubo a forma di Y

Il sangue scorre in una serie di


camere presenti nel tubo cardiaco
Dallestremit venosa allestremit
arteriosa:
seno venoso
atrio
ventricolo
bulbo
tronco arterioso

Estremit venosa (SENO VENOSO


)
Tre sistemi di
vene
convergono nel seno venoso:
Vene
cardinali comuni
: sangue POCO ossigenato proveniente
dai tessuti embrionali
Vene
vitelline
: sangue POCO ossigenato proveniente
dal sacco vitellino
Vene

Inizialmente le vene confluiscono tutte nel seno venoso con rami simmetrici
(per alcuni giorni i corni destro e sinistro hanno le stesse dimensioni)

Dalla V settimana: tutte e tre le reti venose divengono asimmetriche


Sistema venoso rimodellato in modo tale che nella parte destra del seno
venoso si formano le due VENE CAVE.

Conclusione
:
Il
SENO VENOSO
evolve in due modi:
Corno di
SINISTRA

EVOLUZIONE ATRIO DESTRO


Durante il rimodellamento del seno
venoso, la
parte destra
del seno viene
gradualmente assorbita
nellatrio primitivo.

EVOLUZIONE ATRIO SINISTRO


Inizio V settimana: latrio SN produce un
diverticolo
(a SN del septum primum) che si dirige verso gli abbozzi dei
polmoni e d origine alla I vena del sistema polmonare. Il dive
poi si divide in 2 rami, ciascuno dei quali si biforca formando 4
VENE POLMONARI.

La gran parte delle parete dellatrio SN LISCIA (formata per


incorporazione della vena polmonare primitiva con i suoi rami principali), e
nettamente con la parte trabecolata che forma lauricola.
Risultato: il sistema delle vene polmonari sbocca nell atrio primitivo prima con
1 orifizio, infine con 4.

LA TRASFORMAZIONE DEL CUORE


DA 1 A
4 CAVITA

RICHIEDE LA FORMAZIONE DI
SETTI
CHE SI SVILUPPANO pi o meno
CONTEMPORANEAMENTE

Prima della sepimentazione


, il passaggio tra le parti venosa e arteriosa primitive segnato da un restringimento, i
CANALE ATRIO-VENTRICOLARE
.

Uno dei primi setti a formarsi il


SEPTUM INTERMEDIUM (

setto atrio-ventricolare
):

Sulla parete anteriore e posteriore del


canale atrio-ventricolare si formano due
ispessimenti di tessuto mesenchimale cardiac
cuscinetti endocardici (ex gelatina)
, posti tra lendocardio ed il miocardio
.

I
due cuscinetti endocardici si accrescono e si fondono formando il
setto intermedio
che divide il canale atrioventricolare comune in un
canale destro
ed uno
sinistro
.In
Questi
canali
vengono
da una proliferazione di tessuto
questodue
modo,
il canale
AVcircondati
viene ridotto
mesenchimale,
che sporge
lume
formando gli apparati valvolar
a 2 piccole aperture
poste nel
ai lati
delventricolare,
septum
intermedium:
gli orifizi atrioventricolari.

Tale spostamento essenziale,


Mentre avviene la formazione
perch il ripiegamento del tubo cardiaco
del septum intermedium nel canaleaveva portato a SINISTRA il canale di
AV, avviene anche lo spostamentocomunicazione
di
tra atrio e ventricolo
tale canale da SINISTRA VERSO, IL
e se il canale restasse a sinistra, gli
CENTRO DEL CUORE.
orifizi delle future valvole verrebbero entra
formarsi nella regione del ventricolo sinistro
In tal modo, il septum intermedium viene a
formarsi in posizione centrale.

SEPIMENTAZIONE ATRIALE

Tra il margine libero del septum primum e i


cuscinetti vi unampia apertura
:OSTIUM PRIMUM
, che permette al sangue ossigenato di
passare dallatrio DX allatrio SN. I cuscinett
inf. Crescono poi lungo il margine del septum
primum, riducendo progressivamente il diam
dellostium primum

Prima che la chiusura dellostium


primum sia completa, compaiono nella parte
superiore del septum primum
perforazioni
per morte cellulare programmata.

Quando il septum primum si fonde


definitivamente con i cuscinetti, le perfor
confluiscono in unaltra apertura:
OSTIUM SECUNDUM

Quando la cavit dellatrio DX si


espande per incorporazione del seno venoso,
compare una nuova piega falciforme:
SEPTUM SECUNDUM

Il septum secundum non divide mai


completamente la cavit atriale ma la
FORAME OVALE

Dopo la nascita, con lavvio della


CIRCOLAZIONE POLMONARE:
aumenta P nellatrio SN
septum primum compresso contro il
septum secundum
OBLITERAZIONE del forame ovale e
SEPARAZIONE degli atrii

Circa 20% dei casi:


FUSIONE INCOMPLETA tra i due setti.
Tra i due atrii rimane una stretta
fessura obliqua che, se non associata ad
anomalie cardiache, NON permette devi
sangue.
Se invece si associa ad altre anomalie
(es. stenosi polmonare): deviazione di
sangue dallatrio DX allatrio SN

La SEPIMENTAZIONE avviene simultaneamente per gli atrii e per i ventricoli

In un embrione di 4-5 mm il canale atrio-ventricolare conduce ancora nel


ventricolo SN

Fine IV settimana
: mentre nellatrio primitivo compare il septum primum, l

e pareti mediali dei ventricoli in espansione si contrappongono e


si fondono, costituendo una cresta falciforme
,o

La crescita continua fino a tutta la V


settimana, restringendo il forame, ma poi si a
e
tale
arresto cruciale
, perch a questo stadio il septum
inferius non ancora allineato con il septu
intermedium, e quindi non dividerebbe il c
due parti di dimensioni equivalenti.

Lapertura che lascia detta


FORAME INTERVENTRICOLARE
improprio)

La CHIUSURA DEFINITIVA del


forame interventricolare riprende dop
VII settimana, con la formazione della
PARS MEMBRANACEA
del setto,
derivata dalle creste bulbari del setto
aortico-polmonare e del setto intermedio
,

che mantiene il suo carattere


mesenchimale.

SEPIMENTAZIONE DEL TRONCO ARTERIOSO


Durante la V settimana compaiono sulla parete del tronco arterioso
due ispessimenti (cuscinetti) sub-endocardici (
nei quali arrivano cellule delle creste neurali dalla regione craniale
) che formano due diverticoli tronco-conici ricoperti da endocardio: le
creste bulbari
. Queste si accrescono a spirale in direzione dei ventricoli e si fondono nel
setto aortico-polmonare
, che divide il cono ed il tronco arterioso in un tronco aortico ed un tronco
polmonare.

SEPIMENTAZIONE DEL TRONCO ARTERIOSO

Quando i cuscinetti si incontrano al centro,


formano un SETTO TRONCOCONICO (
SEPTUM TRUNCI
): parete con andamento
SPIRALE
che divide il tronco arterioso in 2 arterie, aorta
e tronco polmonare.

Il
tronco aortico
, posto pi profondamente, in rapporto con il ventricolo sinistro, mentre il
tronco polmonare
pi superficiale in rapporto col ventricolo destro. La forma spirale del
septum trunci
assicura che il tronco aortico continui con le arterie del IV aortico e il
tronco polmonare con le arterie del VI arco aortico.
Le due creste bulbari si fondono con il setto interventricolare contribuendo
alla formazione della relativa parte membranacea.

Sistema arterioso

Le aorte dorsali (primi vasi intraembrionali) si fondono


con i tubi endocardici. Tra la porzione craniale delle aor
dorsali e lestremit dilatata del tronco arterioso si for
sei coppie di rami laterali noti come
arterie degli archi aortici
(una per ciascun arco faringeo) che si sviluppano in
modo differenziato e sequenziale (una volta formati tut
6, i primi2 scompaiono).

SISTEMA ARTERIOSO (tratto caudale al cuore)


le aorte dorsali si fondono in ununica aorta dorsale che
lungo il suo percorso forma arterie intersegmentali dorsali,
arterie laterali pari ed arterie ventrali impari che si
distribuiscono ai diversi organi.

ANOMALIE DEL SETTO INTERVENTRICOLARE


Rappresentano il 25% di tutte le malformazioni cardiache.

Causa pi frequente: formazione incompleta o totale assenza della pars


membranacea (alla cui formazione contribuiscono sia il septum intermedium c
trunci).

Sintomi simili alle perforazioni del setto interatriale:


Flusso di sangue da sinistra a destra, inizialmente senza cianosi, perch il sangue
immesso nellaorta perfettamente ossigenato. Col passare del tempo: ipertrofia ventric
ipertensione polmonare

ANOMALIE DEL SEPTUM TRUNCI


Dal momento che le cellule delle creste neurali contribuiscono allo sviluppo
cranio-facciale, spesso anomalie cardiache si associano ad anomalie facciali.