Sei sulla pagina 1di 4

Divinit greche

Gli antichi Greci erano un popolo pieno di fantasia e di curiosit verso tutto quanto li circondava. Ma vivevano
molto tempo f e non possedevano tutte le conoscenze che per noi sono ormai ovvie.Noi sappiamo, per
esempio, che la Terra rotonda e che gira intorno al Sole. I Greci invece, credevano che la Terra fosse piatta
e che il sole gira intorno alla Terra, come gli altri pianeti, intorno ad essa.
Dato che avevano difficolt a trovare una spiegazione "scentifica per una tempesta o un terremoto,
semplicemente ne inventarono una. se il mare agitato, bisognava per forza che qualcuno lo agiti, qualcuno
che sia molto potente,che possa scuotere anche la terra: nasce cos il dio Poseidone, scuotitore della terra,
che provocava le tempeste con il suo tridente. Un altro dio controllava il fulmine, un altro dirigeva il corso del
sole e cos via.
Fu cos che, in capo ad un certo tempo, praticamente tutti i fenomeni naturali si trovavano spiegati in modo
molto poetico. Una moltitudine di dei ne era responsabile.

Il monte Olimpo
Zeus cominci con il costruire ladimora degli dei. Scelse di
collocarla su una montagnia della Grecia, a quei tempi considerata
la pi alta del mondo: l Olimpo.
L Olimpo, coperto da ghiacciai; era invisibile perch era sempre
avvolto da un mantello di nuvole che lo incappucciavano ben bene e
per laltezza della vetta che superava i 3000 metri. Gli dei lo
raggiunsero l. Ecco perch furono chiamati Olimpi.
Essi erano dodici, ora, come un tempo i Titani, perch avevano
avuto dei figli. Conoscete gi Zeus e Poseidone. Ma cerano
anche:
Ares: dio della guerra
Efesto: dio fabbro
Apollo: cheregniava sulle arti, la luce e la salute
Era: dea delle donne e dei lavori di casa
Estia: guardiana del focolare
Demetra: Protettricie delle messi e dei raccolti
Artemide: dea delle vergini e della caccia
Afrodite: dea della bellezza e dell amore
Atena: che regnava sulla saggezza e sulle armi
E Ade ? Ebbene, egli prefer sempre il suo regno sotterraneo
e non lo si vide mai molto spesso sull Olimpo.

Divinit
Efesto: era il nome greco del dio del fuoco e Vulcano era il nome
che i Romani gli attribuivano. Ecco spiegato perch la montagna col
fuoco veniva chiamata "vulcano", perch sede delle fucine di Efesto
o Vulcano. Efesto era il fabbro per antonomasia. Nelle sue fucine
fabbricava armi invincibili per gli "dei" e per gli "eroi". Per s creava
oggetti straordinari, poltrone bellissime in oro tempestate di pietre

preziose colorate, ancelle - robot che si muovevano proprio come se


fossero di carne ed ossa, tavolini con tre gambe che, a seconda del
comando, si spostavano velocemente, piani di appoggio molto
funzionali dal momento che doveva appoggiarsi spesso; si stancava
perch era storpio e claudicante da quando era stato scaraventato
gi dallOlimpo.

Era: regina degli dei, protettrice del matrimonio, sposa di Zeus, dea bellissima. Ebbe tre figli: Ares, Efesto,
Ebe. Alcuni dicono che era invidiosa della dea Afrodite perch era la pi bella tra le dee. Era anche molto
gelosa ma a ragione, perch il marito la tradiva spesso.

Zeus: era il capo degli "dei", nato da Cronos. Dio supremo


dellOlimpo, signore del fulmine fa parte, come tutti gli dei
dellOlimpo, della seconda generazione divina. Fu sottratto dalla
madre Rea al padre crono, che voleva divorarlo e nutrirlo in una
grotta del monte Ditte dalla capra Amaltea. Diventato adulto,
detronizz il padre con laiuto di Meti (la prudenza) e spos Era. Da
unioni diverse ebbe molti figli, tra cui Atena, Artemide, Apollo,
Efesto, le Muse, le Gracie, Ermes, Ares, Eros, Tantalo, Perseo,
Minosse, Dioniso, Eracle, Persefone e le Ore. Da lui dipendevano i
fenomeni atmosferici, come la pioggia, la neve e le nubi, ...

Afrodite : il suo nome deriva da afros che vuol dire schiuma; perci si ritiene che sia nata dall'onda del mare.
Viene rappresentata con il corpo adorno di rose e mirtilli, con solo un velo addosso; e trainata da un carro
tirato da passeri, colombe e cigni ed accompagnata da ninfe e da amorini festanti e gioiosi. Tutte le dee
erano gelose della sua bellezza, infatti era la pi bella tra le dee, pi bella anche della stessa Era. Il suo
corrispondente nome romano "Venere.

Ares: era il dio della guerra, sanguinario e brutale, era antipatico a


tutti gli dei, compreso suo padre Zeus; si invagh di Afrodite ed ebbe
da lei Eros.

Poseidone : fratello di Zeus e di Ade, era il dio del mare. Viveva


negli oceani, tra Nereidi e Tritoni, e ne usciva guidando un carro
trainato da cavalli alati. La sua sposa era Anfitrite, ma ebbe altri
amori, tra cui Demetra e Medusa. Il suo scettro reale era il tridente.

Apollo: dio della musica e della divinazione, nacque da Zeus e Latona. Era il fratello gemello di Artemide,
dea della luna e della caccia. Famoso il suo oracolo a Delfi, nel quale le profezie avvenivano per mezzo della
sacerdotessa Pizia.

Estia: figlia di Cono e di Rea, sorella di Zeus, era la dea del focolare e del matrimonio.

Demetra: sorella di Zeus e dea della terra coltivata, in modo


particolare del grano. Ade, re degli inferi, le rap la figlia Persefone.
Non potendo riaverla, Demetra ottenne da Zeus che Persefone
trascorresse sulla terra una parte dellanno: la primavera e lestate.

Artemide : dea della caccia e sorella di Apollo, rappresentava la


luna, mentre Apollo era il Sole. Il suo tempio pi famoso nella citt
di Efesto.

Atena: figlia di Zeus e di Meti, era la dea della religione. Durante la


guerra di Troia protesse Achille e Odisseo, che poi pot contare
sullaiuto per il ritorno ad Itaca.

Ade : divenne signore del mondo sotterraneo dopo aver sconfitto il padre Crono, insieme ai fratelli Zeus e
Poseidone. Rap e spos Persefone. Si chiama Ade anche il mondo dei morti.
ritorna indietro

continua