Sei sulla pagina 1di 4

1

Contratti di garanzia finanziaria/Financial collateral agreement


Freshfields Bruckhaus Deringer LLP, Maggio 2011/ May 2011
Contratti di garanzia
finanziaria: D. Lgs. 24 marzo
2011 n. 48
Financial collateral
agreement: Legislative Decree
No. 48 of 24 March 2011
BRI EFI NG MAGGI O 2011/ MAY 2011
Premessa
Il decreto legislativo in esame recepisce la Direttiva
2009/44/CE del 6 maggio 2009 del Parlamento Europeo e
del Consiglio, che ha modificato la Direttiva 2002/47/CE
relativa ai contratti di garanzia finanziaria. La Direttiva
2002/47/CE ha creato un quadro giuridico comunitario
uniforme in materia di garanzie finanziarie, abolendo
la maggior parte dei requisiti formali tradizionalmente
imposti ai contratti di garanzia dagli ordinamenti
giuridici dei singoli Stati membri.
La Banca Centrale Europea introducendo, a decorrere
dall1 gennaio 2007, i crediti tra le tipologie di assets
che possono formare oggetto di garanzia idonea
per le operazioni di credito nellEurosistema, aveva
raccomandato unestensione dellambito di applicazione
della Direttiva 2002/47/CE anche a tali assets
(originariamente non contemplati quale possibile oggetto
della garanzia ai sensi della Direttiva 2002/47/CE
e del D. Lgs. n. 170/2004), per ottimizzare limpatto
del proprio provvedimento. Concordemente, anche la
Commissione Europea aveva evidenziato che facilitare
luso dei crediti come garanzia favorirebbe, in ultima
analisi, anche i consumatori e i debitori stessi, dato che
luso dei crediti come garanzia potrebbe condurre ad una
maggiore disponibilit di credito.
Rispetto a tali esigenze, la Direttiva 2009/44/CE ha
provveduto a modificare la Direttiva 2002/47/CE in
conformit a quanto sopra descritto. Conseguentemente,
il relativo D. Lgs. di recepimento del 24 marzo 2011 n. 48
Introduction
The Legislative Decree No. 48 of 24 March 2011
(Legislative Decree No. 48/2011) implements Directive
2009/44/CE of 6 May 2009 of the European Parliament
and the EU Council, amending the Directive 2002/47/CE
on financial collateral agreements. Directive 2002/47/CE
established a common framework for financial collateral
agreements, overriding most of the formalities previously
required by each member states applicable laws.
The European Central Bank, by introducing receivables
as a new category of collateral for credit operations, as
of 1 January 2007, vis--vis the Euro System, suggested
extending Directive 2002/47/CE to such assets (which
were not considered eligible collateral under Directive
2002/47/CE and Legislative Decree No. 170/2004),
to strengthen the benefits of the new provision.
Accordingly, the European Commission also highlighted
both consumers and debtors benefits arising from
using receivables as collateral and the consequent greater
availability of credit.
In light of the above, Directive 2009/44/CE amended
Directive 2002/47/CE. Consequently, Legislative Decree
No. 48/2011, by implementing the new Directive,
amended some of the existing provisions under
Legislative Decree No. 170/2004 on financial collateral
agreements.
2
Contratti di garanzia finanziaria/Financial collateral agreement
Freshfields Bruckhaus Deringer LLP, Maggio 2011/ May 2011
ha modificato alcune delle disposizioni in vigore ai sensi
del D. Lgs. n. 170/2004 in materia di contratti di garanzia
finanziaria.
Principali modifiche introdotte al D. Lgs.
n. 170/2004
Lart. 2, comma 1 del D. Lgs. n. 48/2011 modifica
le definizioni di cui allart. 1, comma 1 del D. Lgs.
n. 170/2004 anzitutto inserendo anche i crediti tra
le attivit finanziarie, al fine di ricomprendere tale
fattispecie tra le attivit possibile oggetto dei contratti di
garanzia finanziaria.
A tale fine, sono definiti crediti i crediti in denaro
derivanti da un contratto con il quale un ente creditizio,
secondo la definizione dellart. 4, punto 1) della Direttiva
2006/48/CE, concede un credito in forma di prestito.
Ai sensi della Direttiva 2006/48/CE si intende per ente
creditizio unimpresa la cui attivit consiste nel ricevere
depositi o altri fondi rimborsabili dal pubblico e nel
concedere crediti per proprio conto, oppure un istituto
di moneta elettronica ai sensi della Direttiva 2000/46/CE.
Devono pertanto ritenersi inclusi nella definizione
di crediti anche i finanziamenti erogati da banche
centrali, uffici postali e dalla Cassa Depositi e Prestiti.
Conseguentemente, per effetto dellespresso richiamo
alla Direttiva 2006/48/CE operato dal D. Lgs. 170/2004
(come modificato dal D. Lgs. n. 48/2011), viene cos
esteso anche lambito dei soggetti possibili contraenti di
un contratto di garanzia finanziaria.
Prova ed efficacia della garanzia finanziaria
su crediti
Con specifico riferimento ai crediti oggetto del contratto
di garanzia finanziaria ferma restando lapplicabilit
delle disposizioni del D. Lgs. n. 170/2004 ai contratti
di garanzia finanziaria a condizione che (i) il contratto
di garanzia finanziaria sia provato per iscritto, e (ii) la
garanzia finanziaria sia stata prestata e tale prestazione
sia stata provata per iscritto il nuovo art. 2 del D. Lgs.
n. 170/2004 dispone che la consegna per iscritto di atto
al beneficiario della garanzia con lindividuazione del
credito sufficiente a provare la fornitura del credito
costituito in garanzia tra le parti.
Main amendments to Legislative Decree
No. 170/2004
Article 2, paragraph 1 of Legislative Decree No. 48/2011
amends the definitions in article 1, paragraph 1 of
Legislative Decree No. 170/2004, introducing receivables
in the definition of financial collateral (attivit
finanziarie), for them to be considered eligible collateral.
For these purposes, the receivables are monetary
receivables arising from a contract entered into with
a credit entity, under the definition in article 4, 1 of
Directive 2006/48/CE, under which it grants credit in the
form of loan.
According to the Directive 2006/48/CE, a credit entity
is a company that collects deposits or other reimbursable
funds from the public and grants loans, or an istituto
di moneta elettronica under the Directive 2000/46/CE.
Therefore, according to this definition of receivables,
loans granted from central banks, post offices and Cassa
Depositi e Prestiti are also included.
The express reference to Directive 2006/48/CE by
Legislative Decree No. 170/2004 (amended by Legislative
Decree No. 48/2011), extends the number of entities that
can now enter into a financial collateral agreement.
Evidence and effectiveness of the financial
collateral agreement over receivables
Without prejudice to Legislative Decree No. 170/2004,
under which the application of the relevant discipline on
financial collateral agreements is subject to the financial
collateral agreement being entered into in writing
and evidence being given in writing that the financial
collateral has been granted, for collateral represented by
receivables, the new article 2 of Legislative Decree No.
170/2004 states that a written delivery to the beneficiary
of a deed evidencing the receivables is per se sufficient
for the purposes of confirming the effectiveness of the
security interest between the parties.
As far as enforcing the security interest, but regardless
of the existing provisions under Legislative Decree No.
170/2004 applicable to other financial collateral, in case
of pledge or assignment of receivables, the new article
3 paragraph 1-bis of Legislative Decree No. 170/2004
provides that the financial collateral agreement entered
3
Contratti di garanzia finanziaria/Financial collateral agreement
Freshfields Bruckhaus Deringer LLP, Maggio 2011/ May 2011
In tema di efficacia della garanzia finanziaria, e
diversamente da quanto previsto dal D. Lgs. n. 170/2004
con riferimento alle garanzie costituite su altre attivit
finanziarie, il nuovo comma 1-bis dellart. 3 del D.Lgs.
n. 170/2004 specifica che nel caso di pegno o di cessione
del credito, il contratto di garanzia prestato e provato per
iscritto efficace esclusivamente fra le parti.
Ai fini dellopponibilit ai terzi restano, infatti, fermi i
requisiti di notificazione al debitore o di accettazione da
parte del debitore previsti dal Codice Civile.
Ulteriori modifiche introdotte al D. Lgs.
n. 170/2004
Potere di disposizione dei crediti da parte del
beneficiario della garanzia
Con una norma dal carattere limitativo rispetto alla
libert concessa al beneficiario della garanzia finanziaria
dalle disposizioni del D. Lgs. n. 170/2004, il nuovo
comma 4-bis dellart. 5 del D. Lgs. n. 170/2004 esclude
espressamente il potere del creditore pignoratizio di
disporre dei crediti oggetto della garanzia.
Legge regolatrice dei diritti su crediti in forma
scritturale
Lart. 2, comma 5 del D. Lgs. n. 48/2011 modifica lart.
10, comma 3 del D. Lgs. n. 170/2004, disponendo che,
qualora il libro contabile, il conto o il sistema di gestione
o deposito accentrato sia situato in Italia e gli strumenti
finanziari non siano immessi in un sistema italiano
in regime di dematerializzazione ai sensi del D. Lgs.
24 giugno 1998, n. 213, le modalit di trasferimento
dei diritti, nonch di costituzione e realizzazione delle
garanzie e degli altri vincoli sugli stessi sono regolate
dalle disposizioni del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58.
Disposizioni in caso di soggetti consumatori
Il nuovo art. 2 del D. Lgs. n. 170/2004 precisa che le
disposizioni in esame non si applicano ai crediti per
i quali il debitore un consumatore quale definito
dallart. 3, lettera a), della Direttiva 2008/48/CE, salvo i
casi in cui il beneficiario della garanzia o il datore della
garanzia di tali crediti sia un soggetto compreso tra
banche centrali, la Banca Centrale Europea, la Banca dei
Regolamenti Internazionali, le banche multilaterali di
sviluppo, il Fondo Monetario Internazionale o la Banca
Europea per gli Investimenti.
into and evidenced in writing is enforceable between the
parties exclusively.
To be enforceable against third parties, the security
interest must be notified or accepted by the assigned
debtor under the applicable provisions of the Italian
Civil Code.
Other amendments under Legislative Decree
No. 170/2004
Secured creditors right to dispose of the receivables
Article 5, paragraph 4-bis of Legislative Decree No.
170/2004, by limiting the rights granted under Legislative
Decree No. 170/2004, expressly excludes the secured
creditors right to dispose of the receivables granted as
financial collateral.
Governing law of dematerialised receivables
Article 2, paragraph 5 of Legislative Decree No.
48/2011, by amending article 10, paragraph 3 of
Legislative Decree No. 170/2004, states that should the
accounting book, the bank account or the sistema di
gestione o deposito accentrato be located in Italy and
the financial instruments are not dematerialised as
provided under Legislative Decree No. 213 of 24 June
1998, the formalities for the perfection of the transfer
of rights, the granting and the enforceability of security
interests or other liens over such collateral are subject
to the provisions of Legislative Decree No. 58 of
24 February 1998.
Consumers provisions
The new article 2 of Legislative Decree No. 170/2004
excludes from the scope of application the financial
collateral agreements over receivables where the assigned
debtor is a consumer as defined in article 3, letter a)
of Directive 2008/48/CE, except when the secured
creditor or the guarantor is a central bank, the European
Central Bank, the Banca dei Regolamenti Internazionali,
a multilateral development bank, the International
Monetary Fund or the European Investment Bank.
Without prejudice to the mandatory provisions for
abusive clauses that apply to agreements with consumers,
the debtor is entitled to waive in written form and in
favour of the creditor:
4
Contratti di garanzia finanziaria/Financial collateral agreement
Freshfields Bruckhaus Deringer LLP, Maggio 2011/ May 2011 3
0
4
5
0
Per ulteriori informazioni vi preghiamo Emiliano Conio
di contattare/For further information T +39 02 625301
please contact E emiliano.conio@freshfields.com

Davide Valli
T +39 02 625301
E davide.valli@freshfields.com
Freshfields Bruckhaus Deringer LLP is a limited liability partnership registered in England and
Wales with registered number OC334789. It is regulated by the Solicitors Regulation Authority.
For regulatory information please refer to www.freshfields.com/support/legalnotice. Any reference
to a partner means a member, or a consultant or employee with equivalent standing and
qualifications, of Freshfields Bruckhaus Deringer LLP or any of its affiliated firms or entities.
This material is for general information only and is not intended to provide legal advice.
Freshfields Bruckhaus Deringer LLP 2011
www.freshfields.com
Inoltre, allo scopo di non compromettere la posizione
del beneficiario della garanzia, si prevede che, fatto salvo
il divieto di clausole abusive nei contratti stipulati con i
consumatori, i debitori dei crediti possano rinunciare per
iscritto:
ai diritti di compensazione nei confronti dei
creditori del credito e nei confronti delle persone a
cui il creditore ha ceduto, impegnato o altrimenti
mobilizzato il credito come garanzia; e
ai diritti derivanti da norme sul segreto bancario
che impedirebbero o limiterebbero la capacit del
creditore del credito di fornire informazioni sul
credito o sul debitore ai fini dellutilizzo del credito
come garanzia.
Conclusioni
Per quanto non diversamente disposto dal D. Lgs. n.
48/2011, la disciplina del D. Lgs. n. 170/2004 resta
invariata e applicabile anche alla garanzia finanziaria
costituita da crediti.
In particolare, in assenza di modifiche apportate dalla
Direttiva 2009/44/CE, si ritiene opportuno segnalare
che trova piena applicazione, anche con riferimento alla
garanzia finanziaria costituita da crediti, la disciplina
relativa allescussione della garanzia prevista allart. 4
del D. Lgs. n. 170/2004: il beneficiario della garanzia
avr pertanto diritto di soddisfarsi mediante vendita o
appropriazione dei crediti o tramite compensazione con
le obbligazioni finanziarie garantite o estinzione delle
stesse.
his right of set-off against the relevant creditor of the
receivables and/or the beneficiary of the assignment
or pledge or other security interest; and
his rights arising from the bank confidentiality
applicable provisions under which the creditor shall
not be allowed or shall be limited in the disclosure of
information regarding the receivables or the relevant
debtor, in relation to the use of the receivables as a
collateral.
Conclusions
Unless otherwise provided by Legislative Decree
No. 48/2011, the provisions under Legislative Decree
No. 170/2004 remain valid and applicable to the financial
collateral agreements over receivables.
More specifically, it is worth noting that, in the absence
of different provisions under the Directive 2009/44/CE,
article 4 of Legislative Decree No. 170/2004 is fully
valid and applicable to the enforcement of the financial
collateral agreements over receivables. Therefore, the
secured creditor shall have the right to enforce his credit
right by way of sale or acquisition of the receivables or
set-off against the secured obligations.