Sei sulla pagina 1di 5

CdP 19 ottobre 2011

1
Scuola di Ingegneria dell'Informazione

Ordinamento degli Studi secondo D.M. 509/99 e 270/04
REGOLAMENTO DELLA PROVA FINALE
DI
LAUREA SPECIALISTICA/MAGISTRALE



Cap. 1 - Commissioni di Laurea Specialistica/Magistrale

Art. 1.1 - Membri delle Commissioni di Laurea Specialistica/Magistrale

Le Commissioni per gli esami di Laurea Specialistica/Magistrale sono formate da:
docenti, professori fuori ruolo e ricercatori della Scuola di Ingegneria dell'Informazione; docenti ufficiali di
insegnamenti anche di altre Scuole di Ingegneria del Politecnico di Milano; docenti ufficiali in almeno uno dei
due anni accademici precedenti; professori emeriti; ricercatori universitari confermati, non confermati e a
tempo determinato; assistenti del ruolo ad esaurimento.

Art.1.2 - Nomina delle Commissioni di Laurea Specialistica/Magistrale

La procedura di nomina delle Commissioni per gli esami di Laurea Specialistica/Magistrale stabilita dalle
leggi e dai regolamenti vigenti.
La composizione delle Commissioni viene aggiornata ogni anno, di norma a inizio dellanno accademico.

Art. 1.3 - Assegnazione dei docenti alle Commissioni di Laurea Specialistica/Magistrale

Ai fini della organizzazione delle sedute di Laurea Specialistica/Magistrale lelenco dei componenti della
Commissione di ciascun Corso di Studio viene diviso in due gruppi.
Alle sedute di laurea possono essere convocati sia i componenti del primo gruppo che quelli del secondo
gruppo, ma ciascun Corso di Studio ha la priorit per la convocazione dei componenti del proprio primo
gruppo. Per la convocazione di componenti del secondo gruppo occorre invece laccordo del Corso di Studio
prioritario, espresso dal Segretario della Commissione di Laurea. Coerentemente con ci, ciascun
componente pu fare parte del primo gruppo per un solo Corso di Studio, mentre fa parte del secondo
gruppo per pi Corsi di Studio.
Per ciascuna Commissione di Laurea il Preside, coadiuvato dal Segretario della Commissione, stabilisce
lelenco dei componenti del primo gruppo; lelenco del secondo gruppo costituito dagli altri componenti
disponibili, facenti parte del primo gruppo di altre Commissioni o no.


Cap. 2 - Iscrizioni degli studenti e lavori presentati alla prova finale di Laurea Specialistica/Magistrale

Art. 2.1 - Iscrizione dello studente

Lo studente si iscrive alla sessione di Laurea Specialistica/Magistrale secondo le modalit e nei termini
indicati dalla Segreteria Studenti, e, in particolare, specifica il tipo di lavoro che intende presentare:
- lavoro di 1livello o Tesi con Controrelatore, d efinito nell'art. 2.2;
- lavoro di 2livello o Tesi senza Controrelatore, definito nell'art. 2.3.
I Relatori certificano il loro svolgimento secondo le modalit e nei termini indicati dalla Segreteria Studenti. In
caso di assenza del Relatore, la certificazione pu essere effettuata da un altro docente di un insegnamento
della Scuola di Ingegneria dell'Informazione.

Lo studente autore di Tesi deve depositare la versione definitiva in formato pdf secondo le modalit e le
scadenze indicate dal Centro Tesi e Documentazione del Politecnico (TeDoc), specificando le opzioni di
accesso al/ai file da parte di terzi. Il lavoro viene inserito in un archivio on line.

Lo studente autore di Tesi con controrelatore deve inoltre consegnare alla Segreteria didattica del
Dipartimento di Elettronica e Informazione una copia cartacea del lavoro firmata dal Relatore, entro gli stessi
termini (per gli studenti delle Sedi decentrate, fare riferimento alle Sedi stesse).

Tutti i Laureandi devono presentarsi alla seduta di laurea portando con se una copia cartacea della Tesi.
CdP 19 ottobre 2011

2


Art. 2.2 Tesi con controrelatore

Definizione Ricerca teorica e/o sperimentale o progetto con caratteri di spiccata originalit e
compiutezza.

Autori Il numero massimo degli autori due.
Nel caso di Tesi elaborata da due autori che si presentino a sedute di Laurea
Specialistica/Magistrale diverse, la validit della Tesi ai fini della seconda
discussione fissata in 18 mesi dalla data della sua prima discussione, salvo
deroga concessa dal Preside.

Relatore e
Correlatore
La Tesi deve essere seguita da un Relatore, che presenta una relazione.
Il Relatore di Tesi puo' essere affiancato da un Correlatore.
Almeno uno tra Relatore e Correlatore deve essere docente (a qualsiasi titolo) o
ricercatore della Scuola di Ingegneria dell'Informazione o docente ufficiale di
insegnamenti di altre Scuole di Ingegneria del Politecnico di Milano il cui titolo sia
previsto in un qualsiasi indirizzo od orientamento dei corsi di studio della Scuola
di Ingegneria dell'Informazione.
Relazione Deve essere compilata on line, accedendo allapposito applicativo, entro le
scadenze previste.

Controrelatore Il Controrelatore designato dal Segretario della Commisione di Laurea ed
espone le sue conclusioni in una controrelazione.
Controrelazione Deve essere compilata on line, accedendo allapposito applicativo, entro le
scadenze previste.

Art. 2.3 Tesi senza controrelatore

Definizione Ricerca teorica e/o sperimentale o progetto con limitati caratteri di originalit.

Autori Il numero massimo degli autori due.
Nel caso di Tesi elaborata da due autori che si presentino a sedute di Laurea
Specialistica diverse, la validit della Tesi ai fini della seconda discussione
fissata in 18 mesi dalla data della sua prima discussione, salvo deroga concessa
dal Preside.

Relatore e
Correlatore
La Tesi deve essere seguita da un Relatore docente di una Scuola di Ingegneria
del Politecnico di Milano, che presenta una relazione.
Il Relatore di Tesi puo' essere affiancato da un Correlatore.
Almeno uno tra Relatore e Correlatore deve essere docente (a qualsiasi titolo) o
ricercatore della Scuola di Ingegneria dell'Informazione o docente ufficiale di
insegnamenti di altre Scuole di Ingegneria del Politecnico di Milano il cui titolo sia
previsto in un qualsiasi indirizzo od orientamento dei corsi di studio della Scuola di
Ingegneria dell'Informazione.
Relazione Deve essere compilata on line, accedendo allapposito applicativo, entro le
scadenze previste.

Art.2.5 - Lingua dei lavori

Tutti i lavori di laurea vanno scritti e discussi in lingua italiana, o previa autorizzazione del relatore, in lingua
inglese. Alle tesi deve essere allegato un estratto sintetico (da una a quattro pagine) in lingua italiana, con
rimandi alla tesi stessa.


Cap. 3 - Organizzazione e coordinamento degli esami di Laurea Specialistica/Magistrale

Art. 3.1 - Segretario di Commissione di Laurea Specialistica/Magistrale

Per ciascuna Commissione di Laurea Specialistica/Magistrale, il Consiglio di Corso di Studio nomina un
Segretario e un Cosegretario, che lo sostituisca in caso di assenza od impedimento.
CdP 19 ottobre 2011

3
La Segreteria della Commissione di Laurea Specialistica/Magistrale ha sede presso la Segreteria Didattica
competente per sede: per Milano, la Segreteria Didattica del Dipartimento di Elettronica e Informazione, per
le Sedi decentrate, la Segreteria del Polo rispettivo.

Compiti principali
del Segretario

Designare i Controrelatori delle Tesi con Controrelatore;
Assicurare che vengano consegnate le relazioni e le controrelazioni;
Preparare le sedute di Laurea Specialistica/Magistrale e curare la
verbalizzazione dei lavori;
Organizzare le Commissioni Operative e cio:
designare e convocare i componenti delle Commissioni Operative;
designare i Vicesegretari delle Commissioni Operative;
suddividere tra le Commissioni Operative i laureandi e stabilirne lordine
di presentazione allesame;
Raccogliere dati e osservazioni, tener nota di presenze e assenze dei
membri ai lavori delle Commissioni Operative;
Segnalare al Preside eventuali inadempienze dei docenti.


Art. 3.2 - Comitato di coordinamento delle Commissioni di Laurea Specialistica/Magistrale

I Segretari delle Commissioni di Laurea Specialistica/Magistrale costituiscono un Comitato di coordinamento
che coadiuva il Preside per le questioni inerenti la normativa e l'organizzazione della prova finale di Laurea
Specialistica/Magistrale. Il Preside puo' affidare a uno dei Segretari l'incarico di coordinare i lavori del
comitato in sua vece.


Art. 3.3 - Commissioni Operative

Per la seduta di Laurea Specialistica/Magistrale, il Segretario suddivide la Commissione di Laurea in
Commissioni Operative, nominando per ciascuna un Vicesegretario di Commissione Operativa.

Compiti principali
del Vicesegretario
della Commissione
Operativa
Regolare i tempi dellesame dei candidati;
Curare la compilazione dei documenti e dei verbali;
Registrare le presenze dei membri della Commissione Operativa;
Fare eventuali segnalazioni al Segretario della Commissione di Laurea.

Art. 3.4 - Invitati

Esperti esterni possono essere invitati a partecipare ai lavori della Commissione Operativa senza diritto di
voto. L'invito alla partecipazione fatto dal Segretario.


Cap. 4 - Svolgimento della prova finale di Laurea Specialistica/Magistrale

Art. 4.1 - Svolgimento

La prova finale di Laurea Specialistica/Magistrale pubblica. Il pubblico dovr essere allontanato dall'aula
solo al termine dell'esame di ciascun laureando, in corrispondenza alla discussione sul voto da assegnare.

Tempi di
svolgimento
La presentazione orale, incluse la discussione con la Commissione, deve essere
organizzata in modo che vengano rispettati di norma i seguenti tempi:
per ciascun laureando con Tesi con controrelare 25 minuti;
per ciascun laureando con Tesi senza controrelatore 15 minuti.
I tempi saranno convenientemente ridotti qualora il lavoro sia presentato da pi
laureandi.

Adempimenti del
Relatore e
Controrelatore
E' necessario che siano disponibili prima della seduta la relazione e la
controrelazione scritte.
E' di norma richiesta la presenza del Relatore e del Controrelatore o di loro
delegati.



CdP 19 ottobre 2011

4

Cap. 5 - Voto di Laurea Specialistica/Magistrale

Art. 5.1 - Voto di Laurea Specialistica/Magistrale

Composizione Media delle votazioni conseguite + Incremento, ambedue espressi in punti e
frazione centesimale di punto nella scala fino a 110.
Il risultato di questa somma viene arrotondato al voto intero pi vicino.
(Per chiarezza, si precisa che una frazione 0,50 si arrotonda a 0. Ad esempio, il
risultato 90,50 si arrotonda a voto 90.)

Media E la media ponderata delle votazioni conseguite nelle attivit didattiche
comprese nel piano degli studi, assumendo come peso il numero dei crediti
associati allattivit, espressa in punti e frazione centesimale di punto nella scala
fino a 110.

Incremento Viene espresso in punti e frazione centesimale di punto nella scala fino a 110.
E' assegnato in base alla valutazione del rapporto scritto presentato, della
presentazione orale e dell'intera carriera del laureando.

Incremento
massimo ordinario
(in centodecimi)
Scritto Orale e carriera Totale max
Tesi con controrelare 5 2 7
Tesi senza controrelatore 2 2 4

Art. 5.2 - Incremento eccezionale

Agli allievi autori di Tesi con controrelare, in casi eccezionali e soltanto seguendo la procedura qui sotto
delineata e con decisione unanime della Commissione Operativa, pu essere assegnato un ulteriore
incremento di 1 punto (su 110) rispetto allincremento massimo ordinario.

Il Relatore o o il Controrelatore possono proporre con richiesta scritta e motivata di esaminare il candidato
per una assegnazione di incremento eccezionale.
La proposta va preferibilmente avanzata prima dellesame e deve in ogni caso essere presentata prima della
conclusione dellesame del candidato, in modo che tutti i componenti della Commissione possano durante
lesame fare le valutazioni del caso.

La Commissione Operativa al completo e informata della proposta procede a effettuare lesame dedicandovi
il tempo ritenuto necessario. Al termine dellesame ogni componente vota per lassegnazione o meno
dellincremento eccezionale, che viene assegnato solo se si raggiunge lunanimit. In questo caso tutti i
componenti della Commissione sottoscrivono per approvazione la proposta scritta di incremento eccezionale.

Lapprovazione finale della proposta assunta dal Preside (o suo Delegato) e dal Segretario (o Cosegretario)
della Commissione di Laurea.


Art. 5.3 - Votazione con lode

Significato Particolare apprezzamento per la preparazione e maturazione raggiunta dal
laureando e il brillante curriculum studiorum.
Condizioni
necessarie
Il punteggio risultante dalla somma della media pi l'incremento raggiunga
almeno 111 punti;
Unanimit della Commissione Operativa.



Art. 5.4 Proclamazione dei Laureati

La proclamazione dei laureati, convocata dal Preside, avviene in forma pubblica solenne e in ambiente adatto
a dare risalto a questo evento, che intende essere gradito alle famiglie dei laureati e adeguato allimmagine
del Politecnico di Milano. I laureati sono chiamati singolarmente dal Preside (o dal suo delegato) a ritirare la
pergamena attestante la laurea.



CdP 19 ottobre 2011

5


Cap. 6 - Norme finali

Art. 6.1 - Autonomia dei Consigli di Corso di Studio

I Consigli di Corso di Studio, con loro delibera, possono definire una propria normativa (applicabile ai Corsi di
Laurea Specialistica/Magistrale di loro competenza) a precisazione e completamento di quanto previsto dal
presente Regolamento.