Sei sulla pagina 1di 4

Alieni: abili ipnotisti

Di Thomas Benedetti
Spesso, nel tentare di comprendere il fenomeno dellinterferenza aliena, ci si
chiede come tali entit riescano, durante il rapimento, a indurre uno stato di
coscienza alterata, nei soggetti addotti, con un grado di apparente facilit e come
riescano ad eliminare i ricordi collegati convincendo, almeno a livello conscio, il
soggetto, che sia tutto frutto di attivit onirica.
Riassumendo lattivit di importanti ricercatori nellambito dello stato alterato di
coscienza (Milton Erickson, a! "ale!, Ernest Rossi, Roberto #ssagioli, $ierre
anet,% e rapportando &uestultima al lavoro svolto sul campo con addotti si '
notata una incredibile analogia con la fase dellabduzione (rapimento alieno%.
(ali analogie sono #mnesia, )issociazione, *atalessi, #llucinazione (esse
possono permettere di vedere &ualcosa che non esiste, di non vedere &ualcosa che
c' o di vedere &uello che c' in modo diverso%, )istorsione del tempo e
Suggestione post ipnotica.
Esse si alternano o si manifestano assieme a seconda del grado di coscienza
alterata. # dire il vero tale fenomenologia ' similare ad un particolare stato di
coscienza alterata che viene chiamato ipnosi. +uindi, pi, precisamente, esiste
unanalogia tra lipnosi e lo stato di coscienza del rapimento alieno ed entrambe
richiamano una fase del processo naturale di veglia - sonno comunemente
chiamato dormiveglia o anche stato ipnagogico. .n tale stato si manifestano onde
(heta riscontrabili anche durante la trance ipnotica.
+uindi lipnotista e lalieno sfruttano lo stesso processo naturale, con lunica
differenza che mentre il primo ha il consenso del soggetto interessato il secondo
compie la sua azione contro la volont delladdotto. .l passaggio dalla fase di
sonno al dormiveglia ' essenziale poich/ solo nella fase ipnagogica vi ' contatto
con il mondo esterno e vi ' reazione a leggeri stimoli esterni, cosa che non avviene
per lappunto &uando si dorme. +uindi lalieno arriva mentre il soggetto dorme e,
attraverso le emissioni dellimpianto, lo risveglia leggermente portandolo nella
fase ipnagogica. Essa ha caratteristiche diverse a seconda dello sviluppo,
riscontrando catalessia e scarsa o lenta risposta alle sollecitazione esterne nella
fase pi, vicina al sonno mentre mobilit e un buon grado di risposta alla
sollecitazione nella fase pi, vicina alla veglia. E importante nella prima fase del
rapimento, che laddotto mantenga una fase ipnagogica profonda, poich/ da una
parte reagisce agli stimoli e dallaltra sviluppa ancora la catalessi0 passaggio
essenziale per lincolumit dellalieno nel caso &ualcosa andasse storto. +uando,
attraverso le suggestioni esterne, il lavoro dellalieno inizia ad attecchire, laddotto
viene portato in una fase pi, superficiale (sempre dormiveglia%. *i1 permette di
sviluppare il processo allucinatorio iniziato e di far riprendere luso dellattivit
motoria. .nteressante precisazione riguarda il vantaggio intrinseco che tali entit
guadagnano utilizzando, a differenza nostra, un linguaggio simbolico molto pi,
consono per comunicare alla mente in tale stato, la &uale guadagna il simbolismo
dellinconscio anche se esso non ' totalmente sviluppato o presente.
2attivit motoria e il processo allucinatorio (&uestultimo, se voluto, presente
anche durante lipnosi%, servirebbe a creare situazioni favorevoli allo scopo stesso
dellabduzione, riproducendo, ad esempio come spesso accade, un familiare o
&ualcuno di vicino, che persuaderebbe il soggetto ad essere accondiscendente.
2a necessit dellalieno di portare il soggetto coinvolto ad uno stato di
dormiveglia vicino al conscio, ' legata allimmediatezza delle risposte e delle
suggestioni, cosa che non accade invece in uno stato vicino al sonno. $er1 si '
riscontrato a volte in alcuni soggetti che sviluppano un buon grado di
riconoscimento delle suggestioni, per lavoro svolto con lipnosi o attraverso
tecniche e abilit personali, che il rapimento si svolge rimanendo nella fese
ipnagogica profonda (vicino al sonno%, ci1 comporta la necessit di trasportare il
soggetto immobile.
*apito &uindi che labilit dellalieno, come &uella dellipnotista, sta nellusare
&uello che la mente mette a disposizione, rimane unaltra &uestione importante che
riguarda il rapimento3 il ricordo di &uesto.
#nche &ui ci vengono in aiuto gli studi sullamnesia sviluppata durante lipnosi,
condotti in particolare da Milton Erickson.
42amnesia ' facilmente strutturabile se ci rendiamo conto di &uanto le
informazioni siano stato-dipendenti. *ol termine 4stato-dipendenti5 si intendono
informazioni dipendenti dalla fisiologia e dal contesto3 6i ' un legame tra i vari
stati di 4consapevolezza5 o di iper 7 ipoeccitamento, infatti accade che vi sia una
continuit di ricordi tra una trance e laltra o tra una notte di sogni e laltra cos8
come tra uno stato di veglia e un altro5. (utto ci1, durante il rapimento, si
manifesta anche &uando laddotto ricorda solo pezzi di ambientazioni aliene,
poich/ sin da subito sa se, in &uei luoghi, ci ' gi stato altre volte. Magari non li
identifica chiaramente ma riconosce di essereci stato altre volte3 associa a &uel
dato ricordo anche le sensazioni (situazioni analoghe danno ricordi analoghi%.
2o stesso Erickson individua tre ragioni per lo sviluppo dellamnesia9 distrazione
dellattenzione, collegamento al flusso dei pensieri precedenti e interruzione dei
nessi logici in corso. (utte figlie del funzionamento della mente poco sopra
espresso3 &uante volte 4si perde il filo del discorso5 e si ha la necessita di
ritornare allinizio del concetto, ricercando la giusta se&uenza dei nessi logici
persi. :ppure &uando si cambia stanza per prendere un oggetto, si arriva e si
scorda cosa cera da prendere, allora si ritorna alla prima stanza per ricordare.
2amnesia &uindi ' una costante nella nostra vita3 naturale potremmo dire.
*i1 si nota anche nelle ipnosi, il soggetto sviluppa amnesia al risveglio di tutto
&uello accaduto durante la trance. (vi sono comun&ue delle tecniche per fa
ricordare%. Ricorda, ad esempio, i concetti iniziali espressi in merito alla
piacevolezza di stare sdraiato sul divano3 niente altro. Molte volte ' cosciente di
un buco di tempo, ma se si ha laccortezza di riprendere la posizione dellinizio
della trance e i concetti nel medesimo modo, perder anche &uesto riferimento0
durante la trance ipnotica (stato ipnagogico% il soggetto pu1 svolgere &ualsiasi
attivit e perderne il ricordo al risveglio. +uindi se prima del rapimento il soggetto
dorme e dopo il rapimento ritorna a dormire, della trance intermedia ne perder il
ricordo conscio.
#nche &ui &uindi come sopra sia lipnotista che lalieno sfruttano un meccanismo
proprio e naturale della mente, il forte nesso logico tra un ricordo e laltro0 anche
&ui con lunica differenza che lalieno non chiede il permesso a nessuno.
*ome abbiamo detto, i ricordi sono fortemente stato dipendenti, situazioni e stati
analoghi richiamano ricordi analoghi. Ecco perch/ nei soggetti addotti vi sono le
cosi dette cause scatenanti, situazioni che si incontrano nella &uotidianit e che
richiamano i ricordi di un rapimento e lo stress collegato. .l soggetto, ad esempio,
va dal dentista e si siede nella poltroncina, sente lansia ma pensa riguardi la
visita, chiude gli occhi e vede &uattro piccole figure attorno a lui3. Ma allora
perch/ nel momento in cui si riaggancia il ricordo lamnesia non sparisce; 2a
ragione comunemente accettata e che il subconscio impedisca al conscio di
rivivere ricordi traumatici3ma a dire il vero non tutti i rapimenti sono traumatici
o non tutta la fase del rapimento ' traumatica. +uindi;
<ella &uasi totalit delle volte in ipnosi si usa dare degli ordini post ipnotici, tali
ordini non sono altro che suggestioni protratte nella fase di veglia. Sarebbe
necessario soffermarsi molto per analizzare le varie tipologie di suggestioni e il
loro uso, ma per brevit ' possibile affermare che esse hanno lobiettivo di far
eseguire delle operazioni fisiche e7o mentali ai soggetti senza che &uesti abbiano
consapevolezza cosciente della ragione che li spinge ad eseguire tali operazioni.
+uando un soggetto in uno stato cosciente inizia a ricordare (non &uando prova a
ricordare% sviluppa uno stato di ansia profonda, ci1 contrasta con il recupero stesso
del ricordo. 2a paura, lansia e il panico sono nomi diversi per identificare ad
intensit diverse una sensazione accompagnata da un monoideismo. .l soggetto
vuole solo uscirne, andare via, scappare, ecc3 di &ui lincapacit di un viaggio
introspettivo e&uilibrato e limpossibilit di recuperare dellaltro oltre al flash
back.
(utto ci1 porta a pensare che lalieno sfrutti uno stato di ansia collegato con il
rapimento, amplificandolo e ampliandolo a tutta linterferenza, attraverso &uello
che noi chiamiamo ordine post ipnotico. 2obiettivo ' di impedire il ricordo nel
momento in cui il soggetto scavalcasse per ragioni esterne (stress da dentista% il
primo lucchetto delle memorie stato dipendenti.
=n terzo lucchetto pu1 essere identificato con la difficolt di riconoscere vero un
fenomeno che socialmente viene deriso ed relegato alla pura fantasia, oltre che
vissuto delladdotto come illogico e &uindi impossibile. $er laddotto '
impossibile che &ualcuno venga a rapirlo di notte senza che lui se ne accorga, '
impossibile che passi attraverso i muri per uscire dalla camera, ' impossibile che
esistano esseri senzienti diversi dagli uomini, ecc3 tutto &uesto giustifica
laddotto a spiegare consciamente le strane sensazioni e i strani ricordi come
attivit onirica. $er fortuna poi linconscio ci mette del suo3.
# &uesto punto ' palese che la nostra mente risulti limitata in certi aspetti e, per
&uello che concerne gli addotti, lasci ampio movimento agli alieni e ai loro giochi
di illusioni. .nevitabile ' porsi la domanda9 hanno sfruttato &ualcosa che la mente
umana ha messo a loro disposizione o hanno modificato7creato la mente umana ad
hoc;
)a &uesta risposta ne deriva la visone del contesto, perch/ nel caso in cui loro
siano in grado di sfruttare &uello che la mente gli mette a disposizione significa
che hanno trovato luomo, si sono accorti di &uello che aveva, se lo sono studiato
e poi raggirato. Ma se diversamente, come credo, luomo era &ualcosa di diverso,
costretto in una situazione limitante anche attraverso la mente, ci1 ci pone ad
avere una visione molto pi, radicale del contesto.
# voi la conclusione>
thomasbenedetti?tiscali.it
tel @AB7CDBECFC
Gibliografia
Milton H. Erickson, Le nuove vie dellipnosi, Astrolabio, Roma 1978
esare de !ilvestri, il mestiere del psicoterapeuta, Astrolabio, Roma 1999
"iuseppe #ucci, $La rela%ione terapeutica in ipnosi&
'''.!E()(*!(+R*A,+R"