Sei sulla pagina 1di 9

Programma desame del modulo di

CHIMICA
del corso integrato di
CHIMICA E MATERIALI METALLICI

per il corso di laurea triennale in Ingegneria Meccanica e
Meccatronica (ex DM 270)
e
per il corso di laurea triennale in Ingegneria Gestionale (ex DM 270)


anno accademico 2008-2009




DATE COMPITINO DI CHIMICA
1 canale 07 Aprile 2009 ore 16:00 aula B1 complesso BARCHE, contr Barche, VICENZA

2 canale 08 Aprile 2009 ore 16:00 aula B1 complesso BARCHE, contr Barche, VICENZA

3 canale 09 Aprile 2009 ore 16:00 aula B1 complesso BARCHE, contr Barche, VICENZA








Docente

Professor MIRTO MOZZON
Universit degli Studi di Padova
Dipartimento di Processi Chimici dell'Ingegneria
Via F. Marzolo 9 PADOVA 35131
E-mail: mirto.mozzon@unipd.it
Tel: +39 049 8275520
Fax: +39 049 8275525

La struttura atomica della materia. Le particelle fondamentali. Il modello
atomico di Rutherford. Il numero atomico ed il numero di massa. Nuclidi ed isotopi. Lunit
di massa atomica. Il peso atomico. Il peso molecolare. La mole ed il numero di Avogadro.
La massa molare.

Le reazioni chimiche. Sostanze elementari e composti. I simboli e le formule
chimiche: significato. Le reazioni chimiche e loro rappresentazione. Il bilanciamento delle
reazioni chimiche: il metodo per verifica. I calcoli stechiometrici: il rapporto molare, il
reagente limitante, il rendimento di una reazione.

La struttura elettronica degli atomi. La crisi della fisica classica. La
meccanica ondulatoria. Lequazione di Schrdinger. Lequazione di Schrdinger applicata
allatomo di idrogeno, autofunzioni e autovalori. La funzione donda ed il significato di
||
2
. I numeri quantici. Gli orbitali atomici. I livelli energetici dellatomo di idrogeno.
Funzioni donda dellatomo di idrogeno. Rappresentazione degli orbitali s: grafici di e
||
2
contro r/a
0
, rappresentazione degli orbitali tramite le superfici di equiprobabilit
(superfici a ||
2
= cost). Orbitali di tipo p. Livelli energetici negli atomi polielettronici. Lo
spin dellelettrone ed il numero quantico di spin. Il principio di esclusione di Pauli. La
regola di Hund. Il principio di Aufbau. Le configurazioni elettroniche degli atomi nello stato
fondamentale.

La classificazione periodica degli elementi. La Tavola Periodica di
Mendeleev e di Moseley. I periodi ed i gruppi. Le propriet periodiche degli elementi. La
carica nucleare efficace. Il raggio atomico. Lenergia di ionizzazione. Laffinit elettronica.
Andamento delle propriet periodiche lungo un periodo e lungo un gruppo.

Il legame chimico. Classificazione dei legami chimici. Il legame ionico. Lenergia
reticolare. Equazione di Born-Land generalizzata. Il ciclo di Born-Haber di NaCl. Il
legame covalente. Il criterio della massima sovrapposizione degli orbitali atomici. Integrale
di sovrapposizione. Direzionalit del legame covalente. La teoria degli orbitali molecolari
(teoria MO). Il metodo della combinazione lineare degli orbitali atomici (metodo LCAO).
Orbitali molecolari di legame e di antilegame. Applicazione del metdo LCAO allo ione
molecolare H
2
+
. Orbitali molecolari e . Configurazioni elettroniche di alcuni ioni e
molecole omonucleari di elementi del primo periodo (H
2
+
, He
2
+
, H
2
e He
2
). Ordine di
legame. Il legame metallico. La teoria di Bloch (teoria delle bande). Conduttori e isolanti.
Semiconduttori intrinseci ed estrinseci: livelli accettori e livelli donatori.

La termochimica ed i principi della termodinamica chimica.
Scopo e caratteristiche della termodinamica chimica. I sistemi termodinamici. Le grandezze
intensive ed estensive. Variabili di stato e funzioni di stato. Lequilibrio termodinamico.
Trasformazioni reversibili e irreversibili. Il calore. Il lavoro. La convenzione termodinamica
sui segni di calore e lavoro. Il lavoro meccanico (lavoro di volume). Lenergia interna. Il
primo principio della termodinamica. La funzione di stato entalpia. La termochimica. Le
equazioni termochimiche. Lo stato standard. Lentalpia di reazione H
reaz
e lentalpia
standard di reazione H
reaz
. Le trasformazioni spontanee: lenergia e lentropia. La
funzione di stato entropia. Trasformazioni in un sistema isolato. Trasformazioni in un
sisema non isolato. Il secondo principio della termodinamica. Lentropia di reazione S
reaz
e
lentropia standard di reazione S
reaz
. Lequilibrio e le trsformazioni spontanee per un
sistema non isolato a temperatura e pressione costanti. La funzione di stato energia libera.
Considerazioni sul criterio di spontaneit e la relazione (G)
T,P
= (H)
T,P
T(S)
T,P
.

Lelettrochimica. Generalit. Il numero di ossidazione. Regole empiriche per
determinare il no degli elementi nei loro composti. Le reazioni di ossidoriduzione. Le celle
galvaniche. Il potenziale di un semielemento. La pila Daniell. I processi di corrosione e la
passivazione dei metalli: corrosione galvanica. Sistemi di protezione contro la corrosione.



ESERCIZI

I seguenti esercizi dal libro R.A. Michelin, M. Mozzon, A. Munari Test ed
Esercizi di Chimica, CEDAM, 4
a
Edizione, 2005, Padova.

Pagina 69 numero 13;
Pagina 70 numero 14;
Pagina 75 numero 17;
Pagina 76 numero 18;
Pagina 78 numero 19;
Pagina 79 numero 20;
Pagina 80 numero 21;
Pagina 84 numeri 8, 9 e 10;
Pagina 85 numeri 11 e 14;
Pagina 86 numeri 15, 16 e 17;
Pagina 87 numero 19.



TEST

I seguenti test dal libro R.A. Michelin, M. Mozzon, A. Munari Test ed Esercizi di
Chimica, CEDAM, 4
a
Edizione, 2005, Padova.

Pagina 1 numeri 1, 2, 3, 5;
Pagina 2 numeri 7, 8, 9, 10, 11;
Pagina 3 numeri 13, 14, 15, 17, 18, 19, 20, 21;
Pagina 4 numeri 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30;
Pagina 5 numeri 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38;
Pagina 14 numero 10;
Pagina 15 numeri 11, 12, 13, 14, 15;
Pagina 16 numeri 16, 21;
Pagina 17 numeri 24, 27;
Pagina 18 numeri 28, 29, 30, 31, 32, 33, 34;
Pagina 19 numeri 39, 40, 42, 43;
Pagina 20 numeri 44, 45, 47, 48, 49, 50;
Pagina 21 numeri 51, 52, 53;
Pagina 22 numeri 60, 61;
Pagina 23 numeri 62, 63;
Pagina 24 numeri 71, 72, 73, 74, 75, 76;
Pagina 25 numeri 77, 78, 79, 84;
Pagina 26 numeri 86, 87, 88, 89;
Pagina 27 numeri 93, 94, 95;
Pagina 28 numeri 102, 103;
Pagina 31 numeri 1, 2;
Pagina 32 numero 16;
Pagina 33 numeri 17, 18, 20;
Pagina 43 numeri 87, 88, 89, 90, 91;
Pagina 44 numeri 93, 94, 95;
Pagina 45 numeri 98, 99, 100, 101, 102, 103;
Pagina 49 numeri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9;
Pagina 50 numeri 10, 11, 12, 14;
Pagina 99 numeri 1, 3, 5;
Pagina 100 numeri 10, 11, 12, 13, 14;
Pagina 101 numero 15;
Pagina 103 numeri 24, 29;
Pagina 217 numeri 1, 2, 3, 4, 5, 6;
Pagina 218 numeri 7, 8;
Pagina 229 numeri 56, 57;



DOMANDE APERTE DI TEORIA

Le domande aperte riguarderanno tutto il programma dellinsegnamento sopra riportato. Le
risposte devono essere date in modo chiaro e devono essere attinenti al tema proposto. Si
consiglia nella risposta di fare il maggior uso possible di diagrammi, equazioni, grafici ecc.
accompagnati da un breve commento.




DOMANDA APERTA DI TEORIA

Latomo di idrogeno secondo la meccanica ondulatoria: definire un orbitale atomico;
rappresentazione degli orbitali s: grafici di e ||
2
contro r/a
0
, e le superfici a ||
2
= cost; i
numeri quantici principale, secondario e magnetico.

DOMANDA APERTA DI TEORIA

Livelli energetici negli atomi polielettronici. Lo spin dellelettrone ed il numero quantico di
spin. Il principio di esclusione di Pauli. La regola di Hund. Il principio di Aufbau.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

La Tavola Periodica e le propriet periodiche degli elementi: la carica nucleare efficace. Il
raggio atomico. Lenergia di ionizzazione. Laffinit elettronica. Andamento delle propriet
periodiche lungo un periodo e lungo un gruppo.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

Il legame ionico. Lenergia reticolare. Equazione di Born-Land generalizzata. Il ciclo di
Born-Haber di NaCl.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

Il criterio della massima sovrapposizione degli orbitali atomici. Integrale di
sovrapposizione. Direzionalit del legame covalente.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

Descrivere brevemente la Teoria degli Orbitali Molecolari secondo il metodo LCAO.
Definire in particolare unorbitale molecolare di legame e di antilegame e rappresentarne
landamento della densit elettronica lungo lasse internucleare. Si prenda come esempio lo
ione molecolare H
2
+
.




DOMANDA APERTA DI TEORIA

Nellambito della Teoria degli Orbitale Molecolari, facendo uso di diagrammi dei livelli
energetici, illustrare la struttura elettronica delle molecole del primo periodo H
2
+
, He
2
+
, H
2
e
He
2
. Si chiede inoltre di calcolare lordine di legame e di stabilire il comportamento
magnetico di tali molecole.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

Descrivere la Teoria di Bloch (teoria delle bande) del legame metallico, facendo riferimento
al caso del sodio metallico. Decsrivere inoltre, illustrando la relativa struttura delle bande, il
meccanismo della conduzione elettrica per le seguenti sostanze: (a) berillio metallico; (b)
silicio puro; (c) silicio drogato con arsenico.



DOMANDA APERTA DI TEORIA

Ricavare lespressione analitica per il lavoro meccanico. Il primo principio. La funzione di
stato entalpia. Lentalpia di reazione H
reaz
e lentalpia standard di reazione H
reaz
. Il
secondo principio. La funzione di stato entropia. Lentropia di reazione S
reaz
e lentropia
standard di reazione S
reaz
.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

Lequilibrio e le trasformazioni spontanee per un sistema non isolato a temperatura e
pressione costante. La funzione di stato energia libera di Gibbs. Spiegare e scrivere le
espressioni analitiche coinvolte.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

Le celle galvaniche. Il potenziale di un semielemento. La pila Daniell. Illustrare
schematicamente e scrivere le reazioni elettrochimiche coinvolte.


DOMANDA APERTA DI TEORIA

Illustrare e spiegare il significato, scrivendo le relative reazioni elettrochimiche, per i
seguenti processi: passivazione, corrosione galvanica, sistemi di protezione contro la
corrosione.



ESERCIZIO

Si consideri la seguente reazione (gi bilanciata), che procede in modo completo:

4 Zn

+ 10 HNO
3
4 Zn(NO
3
)
2
+ NH
4
NO
3
+ 3 H
2
O

Calcolare le quantit in grammi di Zn(NO
3
)
2
e NH
4
NO
3
che si formano a partire da8.67 g di Zn e
da HNO
3
in eccesso.


ESERCIZIO

Data la seguente reazione (gi bilanciata):

3 Cu

+ 8 HNO
3
3 Cu(NO
3
)
2
+ 2 NO
(g)


+ 4 H
2
O

Calcolare il volume in litri di NO, misurato a 25 C e 1 atm, che si sviluppa per reazione completa
di 15.0 g di rame metallico. Si consideri un comportamento ideale del gas.


ESERCIZIO

Lo stadio finale nella produzione industriale dellaspirina (acido acetilsalicilico),
CH
3
COOC
6
H
4
COOH, la reazione dellacido salicilico, HOC
6
H
4
COOH, con lanidride acetica,
(CH
3
CO)
2
O, secondo la seguente reazione (gi bilanciata):

HOC
6
H
4
COOH
(s)
+ (CH
3
CO)
2
O
(l)

CH
3
COOC
6
H
4
COOH
(s)

+ CH
3
COOH
(l)


La reazione realizzata in laboratorio partendo da 65.80 g di acido salicilico ed un eccesso di
anidride acetica ha fornito 60.25 g di aspirina. Calcolare il rendimento percentuale della reazione.


ESERCIZIO

Si consideri la seguente reazione (gi bilanciata), che procede in modo completo:

2 KBr

+ 2 H
2
SO
4
Br
2
+ SO
2(g)


+ 2 H
2
O + K
2
SO
4

Calcolare il volume in litri di SO
2
, misurato a 0 C e 1 atm, che si sviluppa dalla reazione di 1.19 g
di KBr con H
2
SO
4
in eccesso. Si consideri un comportamento ideale del gas.



ESERCIZIO

Si fanno reagire 530 g di Cu con 230 g di HNO
3
attraverso la seguente reazione (gi bilanciata),
che procede in modo completo:

3 Cu

+ 8 HNO
3
3 Cu(NO
3
)
2
+ 2 NO

+ 4 H
2
O

Determinare quale reattivo in eccesso e quanti grammi di esso rimangono a fine reazione.

ESERCIZIO

Si fanno reagire 5.00 moli di Cu con 20.0 moli di HNO
3
secondo la seguente reazione (gi
bilanciata), che procede in modo completo:

3 Cu

+ 8 HNO
3
3 Cu(NO
3
)
2
+ 2 NO

+ 4 H
2
O

Calcolare il numero di moli di NO che si ottengono ed il numero di moli di HNO
3
che restano a
fine reazione.



ESERCIZIO

Lidrogeno molecolare reagisce con il sodio metallico per dare lidruro di sodio solido, NaH,
secondo la seguente reazione (da bilanciare):
Na
(s)
+ H
2(g)
NaH
(s)


Se si fanno reagire 6.750 g di Na con 2.00 litri di idrogeno misurati a 20 C e 1 atm, determinare il
reagente limitante e calcolare il rendimento percentuale della reazione sapendo che la quantit di
NaH effettivamente formatasi di 3.01 g.



ESERCIZIO

Determinare se, alla temperatura di 25 C ed alla pressione di 1 atm, si ha la combustione completa
di 1.00 l di benzene, C
6
H
6
, (

C
6
H
6
= 0.87 g/cm
3
) in un ambiente chiuso contenente 60 m
3
di aria,
secondo la seguente reazione (da bilanciare):

C
6
H
6(l)


+ O
2(g)


CO
2(g)


+ H
2
O
(l)


Si consideri un comportamento ideale dei gas e laria composta dal 20% in volume di ossigeno.


ESERCIZIO

Data la seguente reazione (da bilanciare):

WO
3(s)
+ H
2(g)
W
(s)
+ H
2
O
(l)


calcolare la quantit (in kg) di tungsteno che si forma per reazione di 3.0 kg di WO
3
con 1.00 m
3
di
idrogeno, misurato alla temperatura di 25 C ed alla pressione di 1 atm, sapendo che il rendimento
della reazione dell83%. Si consideri un comportamento ideale dellidrogeno.


ESERCIZIO

Uno dei componenti della benzina lisoottano, C
8
H
18
. Calcolare la massa di ossigeno consumata
nella combustione di 1.50 g di isoottano secondo la seguente reazione (da bilanciare), che procede
in modo completo:

C
8
H
18(l)
+ O
2(g)
CO
2(g)
+ H
2
O
(g)



ESERCIZIO

Calcolare il volume (in m
3
) di ossigeno necessario a bruciare 10.0 kg di etilene, C
2
H
4
, secondo la
seguente reazione (da bilanciare), che procede in modo completo e che ha luogo alla temperatura di
100C e alla pressione di 1 atm:

C
2
H
4( g )
+ O
2( g )
CO
2( g)
+ H
2
O
( g )


Si calcoli inoltre la quantit (in kg) di anidride carbonica prodotta.


ESERCIZIO

3.00 m
3
di propano, C
3
H
8
, vengono bruciati in presenza di 10.0 m
3
di aria alla temperatura di
200C ed alla pressione di 1 atm secondo la seguente reazione (da bilanciare):

C
3
H
8( g )
+ O
2( g )
CO
2( g )
+ H
2
O
( g)


Sapendo che la quantit effettivamente formatasi di CO
2
di 1.290 kg, calcolare il rendimento
percentuale della reazione. Si consideri un comportamento ideale per i gas e laria composta dal
20% in volume di ossigeno.


ESERCIZIO

1.00 kg di ZnS reagisce con 1.00 m
3
di aria alla temperatura di 20C ed alla pressione di 1 atm
secondo la seguente reazione (da bilanciare):

ZnS
( s )
+ O
2( g )
ZnO
( s)
+ SO
2( g )


Calcolare il rendimento percentuale della reazione sapendo che la quantit di ZnO effettivamente
formatosi di 380.0 g. Si consideri un comportamento ideale per i gas e laria composta dal 20% in
volume di ossigeno.


ESERCIZIO

Data la seguente reazione (da bilanciare):

H
2
S
( g)
+ O
2( g )
SO
2( g )
+ H
2
O
( g )


sapendo che il rendimento percentuale della reazione del 92%, calcolare il volume di SO
2

effettivamente formatosi per reazione di 1.00 m
3
di H
2
S con 1.00 m
3
di aria. La reazione ha luogo
alla temperatura di 100C ed alla pressione di 1 atm. Si consideri un comportamento ideale per i gas
e laria composta dal 20% in volume di ossigeno.