Sei sulla pagina 1di 5

Figure retoriche 2.

0
Metafora Litote Antifrasi
Sinestesia Iperbole Ossimoro
Metonimia Perifrasi Allegoria
Sineddoche Antonomasia Personificazione

Metafora (gr. Metaphor Lat. Metaphora)
Consiste nella sostituzione di un verbum proprium con una parola il cui significato ha un
rapporto di somiglianza con il significato della parola sostituita.
Es. Achille un leone (Leone inteso come guerriero, forte)

Sinestesia (gr. Synaisthesis percezione simultanea)
Consiste nella associazione di due termini che appartengano a due campi sensoriali
differenti
Es. UDITO-VISTA (suono chiaro), UDITO-TATTO (parole fredde), VISTA-TATTO (luce calda)

Metonimia Sineddoche
Entrambe consistono nella sostituzione di un termine con un altro con cui abbia una
determinata relazione.
Nel caso della metonimia la relazione sar logica, qualitativa o di contiguit.
CAUSA/EFFETTO EFFETTO/CAUSA
MATERIA/OGGETTO LUOGO/ABITANTI
AUTORE/OPERA CONTENITORE/CONTENUTO
CONCRETO /ASTRATTO ASTRATTO/CONCRETO

Nel caso della sinestesia la relazione sar di tipo quantitativo.
PARTE/TUTTO GENERE/SPECIE
SINGOLARE/PLURALE




Litote
Consiste nella negazione del contrario.
Es. Marco non antipatico.
Sar il proseguimento del discorso o del testo a decidere se lintenzione vorr mitigare o
enfatizzare.

Iperbole
Consiste nel portare alleccesso il significato di unespressione, amplificando o riducendo il
suo riferimento alla realt per rafforzarne il senso e aumentarne, per contrasto, la
credibilit.
Es. Non ci vediamo da un secolo.

Perifrasi
Circonlocuzione o giro di parole per dire qualcosa che potrebbe essere detto in un modo
pi breve e che viene in questo modo aggirato.
In poesia, la perifrasi ha la funzione di innalzare il registro stilistico evitando una
ripetizione. La perifrasi risponde ad alcune funzioni tipiche,
- Eufemistiche: Operatore ecologico
- Scaramantiche: Male incurabile (per cancro)
- Fatiche

Antonomasia
Assegna un significato generalizzabile a un nome proprio a partire dalle qualit del
possessore, o individualizzo un epiteto sempre partendo dai tratti caratteristici di un
referente determinato.
Sostituzioni:
Nome comune/nome proprio il Sodoma, il Maligno, Ecce homo, il Cavaliere.
Nome proprio/nome comune un Don Giovanni, un Einstein.
Rientrano nellantonomasia i passaggi da nome proprio a nome comune, talvolta con
spostamenti di senso, come ad esempio: mecenate, cicerone, megera.
Un nome proprio/un altro nome proprio il caso degli pseudonimi.
Un nome comune per designare un individuo o una categoria un eremita, uno stoico, un
vandalo.
LAntonomasia si presenta spesso sotto forma di perifrasi.

Antifrasi
Consiste nel dire qualcosa intendendo lesatto opposto di quello che si dice.
(Come nel caso dellironia)
Es. Bella giornata. *piove a dirotto
Il meccanismo dellinversione di senso conta sullimmediata disambiguazione contestuale.
Differenzia l Antifrasi dallIronia sarebbe lintonazione assente nella prima, presente nella
seconda per segnalare lintenzione ironica.

Ossimoro
Consiste nellaccostamento di due termini semanticamente opposti.
Es. Oscura chiarezza, dotta ignoranza, gloriosa umilt.
Solitamente vengono accoppiate parole del tipo sostantivo + aggettivo, aggettivo +
participio, o aggettivo + avverbio, nella quale un temine contraddice il suo complementare.

Allegoria
L'allegoria una figura retorica per cui un concetto viene espresso attraverso
un'immagine: in essa, come nella metafora, vi la sostituzione di un oggetto ad un altro
ma, a differenza di quella, non si basa sul piano emotivo bens richiede un'interpretazione
razionale di ci che sottintende. Essa opera quindi su un piano superiore rispetto al visibile
e al primo significato: spesso l'allegoria si appoggia a convenzioni di livello filosofico o
metafisico.
Es. La lonza, il leone e la lupa di Dante.

Personificazione
Figura di pensiero in cui si mettono in scena oggetti inanimati, o entit astratte, e li si fa
parlare come esseri umani. In alcuni casi gli si dona anche capacit di azione.
Es. La luna leopardiana del Canto notturno di un pastore errante dellAsia, astro animato
nel suo moto nello spazio.



Paragone
Il paragone consiste nel mettere a confronto due o pi entit, esso comprende due figure:
la comparazione e la similitudine.
1. Comparazione Si tratta di un paragone reversibile, cio i due termini paragonati
possono scambiarsi il ruolo.
Es. Quellalbero alto quanto la mia casa / La mia casa alta quanto quellalbero.
Non esistono restrizioni semantiche o sintattiche e quando presente un solo
predicato questo deve essere applicabile sia al primo termine che al secondo.
2. Similitudine Si tratta di un paragone in cui i termini confrontati non sono
intercambiabili. Le strutture variano, abbiamo similitudini con un solo operatore di
paragone (come, cos, ecc.) Es. La nostra vita passa come lombra di una
nube.(Sapienza).
E similitudini con due operatori di paragone.
Es. Come dautunno si levan le foglie *+similmente il mal del seme dAdamo..


Antitesi
Contrapposizione di idee o due espressioni di significato opposto. I termini non sono
associati in un'unica espressione come nel caso dellossimoro.

Pace non trovo e non ho da far guerra;
e temo e spero; e ardo e sono un ghiaccio;
(F. Petrarca)










17 Ottobre 2014

Potrebbero piacerti anche