Sei sulla pagina 1di 12

Citt di Vico Equense

Provincia di Napoli

Pagina 1 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense

ORDINANZA N. 367 DEL 24/10/2014
Settore proponente: Ecologia

OGGETTO:
DISPOSIZIONI PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI
CON IL METODO DEL PORTA A PORTA UTENZE DOMESTICHE E NON
DOMESTICHE.

IL SINDACO

PREMESSO che:
- il D. Lgs. n152 del 03/04/2006 e ss. mm. e ii., nellambito delle competenze previste dallart.
198, ha disposto che i Comuni, nel rispetto dei principi di trasparenza, efficienza ed economicit
stabiliscano, tra laltro, le modalit del servizio di raccolta dei rifiuti, le modalit di
conferimento della raccolta differenziata, nonch del trasporto dei rifiuti urbani ed assimilati, al
fine di garantire una distinta gestione delle diverse frazioni, promuovendo il recupero delle
stesse;
- la corretta gestione ambientale dei rifiuti ed il recupero dei materiali finalizzato al riciclaggio
costituiscono un prioritario obiettivo dellAmministrazione comunale, anche in virt degli
obblighi di legge previsti sul raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata, fissati
dalla legislazione nazionale e dalla normativa regionale;
ATTESO che la gestione dei rifiuti, di qualsiasi provenienza, costituisce attivit di pubblico
interesse e, come tale, disciplinata al fine di garantire la protezione dellambiente e delluomo;
RILEVATO che si rende necessario:
- ridurre allorigine la produzione dei rifiuti e riciclare le materie utili, al fine di minimizzare la
quantit degli stessi da destinare allo smaltimento in discarica o presso gli impianti di
trattamento;
- ottimizzare il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati onde migliorare
ulteriormente le percentuali di raccolta differenziata gi raggiunte e previste dal D. Lgs.vo
152/2006 e ss. mm. e ii.;
- migliorare in termini di efficienza e di recupero la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, la
tutela dellambiente, del decoro e della salute pubblica evitando ogni inconveniente di carattere
igienico- sanitario conseguente ad una non corretta attuazione della raccolta differenziata;
DATO ATTO che, al fine di raggiungere i predetti obiettivi:
- con Ordinanza Sindacale n198 del 10/04/2007 stato disposto di attivare, a partire dal
16/07/2007, il servizio domiciliare dei RR.SS.UU. e delle frazioni differenziate col sistema del
porta a porta presso Vico Centro e alcune frazioni collinari, nonch lattivazione della raccolta
multimateriale su tutto il territorio comunale e successivamente, con Ordinanza Sindacale n 78 del
04/02/2008, di estendere, con decorrenza 30 gennaio 2008, alla quasi totalit del territorio
comunale, fatta eccezione di alcune zone della localit Monte Faito e di alcune aree ad
accessibilit ridotta, tale servizio;

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 2 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
- inoltre, attualmente, possibile effettuare il conferimento diretto da parte dei cittadini delle varie
tipologie di rifiuti differenziati presso il Centro di raccolta comunale Isola Ecologica Raspolo,
sito in localit Massaquano, alla Via Raspolo snc, negli orari di apertura al pubblico;
EVIDENZIATO che, in virt dellattuazione delle suddette disposizioni il Comune di Vico
Equense, negli anni, ha raggiunto pienamente gli obiettivi previsti dalla vigente normativa in
materia di raccolta differenziata, tant che stato annoverato ripetutamente tra i Comuni Ricicloni;
DATO ATTO, altres, che con Determina n21 del 25/06/2012 del Servizio Tributi e Gare Reg.
Gen. le n423 del 26/06/2012 si proceduto, a seguito di espletamento di procedura di gara,
allaggiudicazione definitiva del servizio associato tra i Comuni di Vico Equense e Meta del ciclo
integrato dei rifiuti solidi urbani e servizi accessori in favore della SARIM srl, per anni 7, a
decorrere dall01/07/2012;
RICHIAMATO il Capitolato Speciale dAppalto dei servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani
approvato con Determina del Servizio Ecologia n11 del 15/03/2012 Reg. Gen. le n200 del
16/03/2012, al quale si fa espresso rinvio per le modalit di esecuzione del servizio di raccolta
differenziata dei rifiuti a cura dellappaltatore;
RITENUTO opportuno, per quanto sopra e per lattuazione degli indirizzi generali fissati dalle
normative statali e regionali in materia di raccolta differenziata, adottare un apposito ed unico
provvedimento che, nel dettare specifiche disposizioni e norme tecniche sulle modalit di
conferimento dei rifiuti, favorisca ulteriormente la corretta separazione e differenziazione dei rifiuti
da parte di tutte le utenze domestiche e non domestiche del Comune di Vico Equense titolate a
conferire al servizio pubblico di raccolta, e che recepisca le modifiche nel servizio intervenute negli
ultimi anni, anche alla luce delle nuove linee-guida impartite dai Consorzi di filiera ( COREPLA,
COMIECO, RILEGNO, CIAL, CNA-RICREA, COREVE),
VISTO il Piano comunale per le misure relative alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani,
approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n63 del 24/04/2014;
VISTI:
il D. Lgs.vo 152/2006 e ss.m. e ii.;
la Legge n689/81 e ss. mm. e ii.;
lart. 50 del D. Lgs.vo 18 agosto 2000, n267 e ss. mm. e ii.;
lart. 7 bis del D. Lgs. n267 del 18/08/2000, che stabilisce le sanzioni per le violazioni delle
disposizioni regolamentari e delle ordinanze;
lo Statuto comunale;

RILEVATA la propria competenza;
DISPONE

che, nelle more della predisposizione/revisione del nuovo regolamento comunale per la raccolta
differenziata dei rifiuti, la gestione, il conferimento e la raccolta dei rifiuti delle utenze domestiche e
non domestiche dovr realizzarsi secondo le modalit, indicazioni, avvertenze, divieti, ecc. previsti
e contenuti nel presente provvedimento;

VIETA

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 3 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
a tutte le utenze domestiche e non domestiche, labbandono indiscriminato ed incontrollato sul
suolo pubblico di rifiuti differenziati e non differenziati, ed il conferimento degli stessi con modalit
e orari difformi da quelli di seguito indicati;

ORDINA

che la raccolta differenziata per le utenze domestiche e non domestiche ubicate sul territorio
comunale debba essere espletata esclusivamente nel rispetto dei giorni e degli orari riportati nei
rispettivi calendari di raccolta di cui allALLEGATO 1, che costituisce parte integrante e
sostanziale del presente provvedimento, con le seguenti modalit:

A) FRAZIONE ORGANICA
a1) UMIDO: linsieme degli scarti derivanti dalla preparazione e dal consumo dei cibi (avanzi di
cucina cotti e crudi, alimenti avariati, pane raffermo, formaggi, salumi, pasta, farina, scarti di frutta
e verdura, avanzi di carne o pesce, fondi di caff e filtri di t o infusi, lettiere naturali, piume,
escrementi di piccoli animali domestici, carta assorbente usata, ceneri spente di caminetti scarti
vegetali in piccole quantit, foglie e fiori recisi, gusci duovo, lische, piccole ossa, noccioli e gusci,
semi vari di frutta, tovaglioli e fazzoletti di carta unti, cartoni per la pizza: solo la parte unta e
imbrattata di cibo, ridotta in piccoli pezzi):
La frazione organica (umido) viene prelevata con il metodo della raccolta porta a porta, nei
giorni indicati dal calendario previsto per i rispettivi ambiti e tipologie di utenza (utenze domestiche
e non domestiche), come sotto riportato.
I rifiuti devono essere esposti davanti alla propria abitazione, sulla pubblica via o nelle zone
designate dallAmministrazione e dal gestore del servizio.
Il conferimento della frazione organica (umido) deve essere effettuato utilizzando gli appositi
sacchetti compostabili, chiusi accuratamente ed inseriti negli appositi contenitori/bidoni
antirandagismo o nei contenitori condominiali/di prossimit di COLORE MARRONE.

a2) VEGETALE: scarti verdi provenienti dalla cura e dal riassetto del giardino ed aree private (
ramaglie, potature di alberi, foglie, sfalci derba e siepi, residui vegetali da pulizia dellorto, legno e
segatura non trattati).
E fatto obbligo smaltire questa tipologia di rifiuti ricorrendo prioritariamente alla pratica del
compostaggio domestico ove e quando possibile, (per informazioni rivolgersi allUfficio Ecologia
del Comune di Vico Equense, dal luned al venerd, dalle ore 9.00 alle ore 12.00) ovvero
conferendo autonomamente sia al circuito della raccolta, nei giorni previsti dai calendari per i
rispettivi ambiti e tipologia di utenza (utenze domestiche e non domestiche), nel limite quantitativo
massimo di due sacchetti, di capacit pari a quelli distribuiti per lorganico, ovvero negli appositi
spazi e contenitori ubicati presso il Centro di raccolta comunale, sito in localit Massaquano alla
Via Raspolo snc , negli orari di apertura al pubblico. Per quantitativi superiori a 50 Kg il
conferimento allisola potr avvenire esclusivamente previa prenotazione e sottoscrizione di
dichiarazione, resa ai sensi del DPR 445/2000, attestante la detenzione di un orto, giardino o area a
verde .

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 4 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
Il limite massimo annuo di conferimento per utenza fissato dal regolamento comunale in Kg 300.
Oltre tale quantitativo lutente potr comunque conferire tali rifiuti presso il centro di raccolta
comunale con le modalit sopra indicate, ma previo pagamento degli oneri di trasporto e
smaltimento, al prezzo di 100,00/t, oltre Iva.

B) CARTA E CARTONE: tutta la carta e il cartone per scrittura e stampa, nonch il materiale da
imballaggio in carta e cartone (carta, cartone, cartoncino, libri, giornali, riviste, quaderni senza
copertine plastificate, fogli di carta, buste di carta di ogni tipo, interno rotoli carta igienica e carta
assorbente da cucina, scatole ed imballaggi in carta, cartoni di ogni tipo, contenitori della pizza:
solo la parte pulita e priva di residui di cibo, contenitori tetrapak per latte, succhi di frutta e bevande
accuratamente puliti, scatole per alimenti).
La carta ed il cartone vengono prelevati secondo la metodologia del servizio di raccolta porta a
porta nei giorni indicati dal calendario previsto per i rispettivi ambiti e tipologie di utenza (utenze
domestiche e non domestiche), come sotto riportato.
I rifiuti devono essere esposti davanti alla propria abitazione, sulla pubblica via o nelle zone o aree
alluopo designate dallAmministrazione e dal gestore del servizio.
Il conferimento della carta deve essere effettuato utilizzando gli appositi sacchi trasparenti di colore
giallo, chiusi accuratamente.
I cartoni dovranno essere piegati e pressati al fine di ridurre il pi possibile il volume e assemblati
in maniera compatta ed ordinata.
Per ulteriori informazioni e/o delucidazioni sui materiali che possibile conferire con la frazione
carta e cartone consultare le indicazioni o linee-guida del Consorzio COMIECO disponibili sul sito
www.comieco.org)

C) MULTIMATERIALE LEGGERO (IMBALLAGGI IN PLASTICA E BANDA
STAGNATA): i contenitori e gli imballi con cui vengono confezionati i prodotti finiti che si
acquistano in negozio, di tipo alimentare e non: (bicchieri e piatti in plastica, privati del contenuto,
bottiglie per bevande, flaconi per shampoo e detersivi, reti per frutta e verdura, cellophane, nylon,
tubetti di dentifricio, buste del caff, sacchetti di plastica per la spesa, cassette in plastica per la
frutta e la verdura, grucce in plastica, contenitori per alimenti, vasetti per yogurt e formaggi,
vaschette di polistirolo e imballaggi di polistirolo puliti ridotti in piccoli pezzi, bombolette spray
non contenenti prodotti pericolosi, tossici o infiammabili e che non siano contrassegnate dai
simboli T o F, barattoli di latta e banda stagnata, lattine, tappi a vite e a corona,capsule, tubetti per
creme, conserve, prodotti per igiene personale e cosmesi, fogli alluminio, involucri per dolci o
cioccolata).
Le tipologie di plastica riciclabile sono contrassegnate dalle sigle PE, PP, PET, PS, PVC, e gli
imballaggi in alluminio dalla sigla AL- ALU, gli imballaggi in acciaio ACC.
Il conferimento del multimateriale leggero deve essere effettuato utilizzando gli appositi sacchi
semitrasparenti di colore lilla, chiusi accuratamente.
Gli imballaggi in plastica vengono prelevati secondo la metodologia del servizio di raccolta porta a
porta secondo il calendario previsto per i rispettivi ambiti e tipologie di utenza (utenze domestiche
e non domestiche), come sotto riportato.

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 5 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
I rifiuti devono essere esposti davanti alla propria abitazione, sulla pubblica via o nelle zone
designate dallAmministrazione e dal gestore del servizio.
Per ulteriori informazioni e/o delucidazioni sui materiali che possibile conferire con la frazione
multimateriale leggero, consultare le indicazioni o linee-guida dei rispettivi Consorzi di filiera,
disponibili sui siti COREPLA (imballaggi in plastica) www.corepla.it, CIAL (imballaggi in
alluminio) www.cial.it, RICREA (imballaggi in acciaio) www.consorzioricrea.org.

D) VETRO: bottiglie, vasetti e barattoli di vetro, stoviglie di vetro, vasetti di vetro per conserve,
bicchieri, brocche e simili).
Il conferimento dovr essere effettuato utilizzando gli appositi bidoncini di colore BLU, i sacchetti
semitrasparenti di colore azzurro o i contenitori condominiali/di prossimit di colore BLU, con le
modalit sopra indicate per le altre tipologie di rifiuti differenziati.
Per ulteriori informazioni e/o delucidazioni sui materiali che possibile conferire con la frazione
VETRO consultare le indicazioni o linee-guida del Consorzio COREVE, disponibili sul sito
www.coreve.it.

E) RIFIUTO SECCO INDIFFERENZIATO: rifiuto secco indifferenziato comprendente tutti i
materiali che non possono essere recuperati e riciclati e che, se mescolati ai rifiuti differenziabili, ne
comprometterebbero il riciclo (penne, carta plastificata oleata vetrata carbone cerata e da
forno, ombrelli, stracci, pellicole fotografiche, oggetti di cuoio, guanti di gomma, scovolini, oggetti
di gomma, spazzolini da denti, collant, cosmetici, pettini, cerotti, rasoi usa e getta, accendini,
piccoli cocci di ceramica, porcellana e terracotta, bastoncini netta orecchie, nastro isolante e
adesivo, chewing-gum, candele, lumini votivi, bijoutteria, bombolette spray contrassegnate dalle
sigle T o F, pannolini, pannoloni, assorbenti igienici, cassette audio e video, dvd, cd, lettiere per
animali sintetiche, giocattoli di piccole dimensioni, mozziconi di sigaretta spenti, posate in plastica,
vecchie lampadine ad incandescenza).
La frazione indifferenziata viene prelevata secondo la metodologia del servizio di raccolta porta a
porta nei giorni previsti dai calendari per i rispettivi ambiti e tipologie di utenze (utenze
domestiche e non domestiche).
Il conferimento della frazione indifferenziata deve essere effettuato utilizzando appositi sacchi
semitrasparenti (no buste nere), chiusi accuratamente.

F) MATERIALI INGOMBRANTI (mobili e beni durevoli tipo reti da letto, materassi, poltrone,
divani, vecchi mobili darredo gi smontati, suppellettili, pentolame, giocattoli di grandi
dimensioni, parti in metallo di grandi dimensioni o accoppiati, imballaggi per elettrodomestici non
in cartone, espositori) e R.A.E.E. rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche tipo frigoriferi,
lavatrici, ferri da stiro, forni, piani cottura, elettrodomestici in genere (grandi e piccoli), televisori ed
hi-fi, videoregistratori, lettori cd/dvd, radio, condizionatori, vecchi computer e componenti
informatici, componenti elettrici, oggetti e componenti elettronici, telefonini, caricabatteria).
I rifiuti ingombranti e i R.A.E.E. dovranno essere conferiti a cura delle utenze domestiche e non,
senza alcun onere a loro carico, presso il Centro di raccolta comunale Isola ecologica Raspolo,
sito in localit Massaquano, in Via Raspolo snc, ovvero mediante raccolta domiciliare gratuita su
prenotazione chiamando il numero telefonico messo a disposizione dal gestore del servizio

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 6 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
(telefono 081/8799974 numero verde di imminente attivazione), dal luned al venerd, nella fascia
oraria dalle ore 8.30 alle 12.00, nel numero massimo di sei pezzi.
Allatto della prenotazione lutente dovr fornire le generalit e lindirizzo, una descrizione
dettagliata dei beni da prelevare, in modo che il gestore possa organizzare i prelievi.
Si evidenzia, inoltre, che esclusivamente per la raccolta separata dei Rifiuti da Apparecchiature
Elettriche ed Elettroniche (RAEE), in recepimento della direttiva CEE 96/2002, il detentore finale
di un AEE (apparecchiatura elettrica ed elettronica, nel momento in cui decide di disfarsene, pu
consegnarla al negoziante in cambio dellacquisto di unapparecchiatura nuova, equivalente per
funzioni.
Il negoziante obbligato a ritirare gratuitamente lapparecchiatura consegnata dal cliente.

G) FARMACI SCADUTI
E fatto obbligo per gli utenti di depositare medicinali e farmaci scaduti, senza i relativi imballaggi,
esclusivamente allinterno dei raccoglitori ubicati presso le farmacie e parafarmacie presenti sul
territorio oppure presso il Centro di raccolta comunale negli orari di apertura al pubblico.

H) PILE E BATTERIE
E fatto obbligo per gli utenti di depositare i materiali allinterno dei contenitori specifici presenti
sul territorio e dislocati negli esercizi che commercializzano tali prodotti, oppure conferirli materiali
direttamente presso il Centro di raccolta comunale negli orari di apertura al pubblico.

I) ABITI USATI E ALTRI MANUFATTI TESSILI POST-CONSUMO
(Abiti, borse, tende, scarpe appaiate, cappelli, coperte, biancheria, maglieria ed altri accessori tessili
in buono stato)
E fatto obbligo per gli utenti di depositare gli abiti dismessi e altri manufatti tessili post-consumo
allinterno dei contenitori dislocati sul territorio; qualora il contenitore risultasse pieno non
dovranno in alcun modo essere abbandonati materiali allesterno dello stesso, piuttosto si invita a
segnalare il riempimento al gestore del servizio o allAmministrazione comunale.

L) OLI ESAUSTI
(oli di frittura, oli di sottoli e tonno in scatola, ma anche i grassi vegetali ed animali come burro e
margarina che residuano dalla cottura e dalla frittura.)
E fatto obbligo per le utenze domestiche e commerciali conferire gli oli esausti vegetali negli
appositi contenitori dislocati sul territorio o al gestore del servizio in caso di raccolta itinerante, ove
attivata. E in ogni caso consentito conferire tali rifiuti presso il Centro di raccolta comunale negli
orari di apertura al pubblico.
E severamente vietato versare gli oli esausti nelle condotte idriche o negli scarichi fognari, in
quanto tale rifiuto fortemente inquinante.

M) ALTRE TIPOLOGIE DI RIFIUTI
E fatto obbligo per le singole utenze di conferire le seguenti tipologie di rifiuti urbani
esclusivamente presso il Centro di raccolta comunale Isola Ecologica Raspolo negli orari di
apertura al pubblico:

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 7 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
- toner e cartucce esaurite per stampanti e fax;
- lampadine a basso consumo e di lunga durata e lampade al neon;
- lastre di vetro e specchi;
- ferro e rottami metallici;
- legno e cassette di legno;
- batterie autoveicoli e motoveicoli esaurite.
- oli minerali esausti (p. es. olio motori).



N) DISPOSIZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE CONDOMINIALI
E fatto obbligo alle utenze domestiche condominiali (edifici ospitanti un numero pari o superiore a
6 nuclei familiari), opportunamente individuate, il cui conferimento sulla pubblica via dovesse
costituire inconveniente igienico-sanitario o pregiudicare il decoro urbano, ai sensi dellOrdinanza
sindacale n133/2014, di dotarsi di appositi contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani
o assimilati, ad uso esclusivo, con relativo sistema di chiusura, e di osservare le seguenti
prescrizioni concernenti la conservazione e lutilizzo delle attrezzature:
- conservare le dotazioni allinterno dellarea pertinenziale privata ovvero, qualora questa non
possa essere effettivamente individuata, in aree concordate con lAmministrazione ed il gestore del
servizio;
- esporle, nei giorni ed orari stabiliti dal rispettivo calendario, a bordo strada o nei punti messi
a disposizione dalle utenze e concordati con il gestore del servizio, comunque accessibili agli
operatori incaricati della raccolta;
- ritirarle non appena terminate le operazioni di svuotamento, e comunque entro unora dal
termine delle stesse;
- mantenerle in buono stato in modo da garantirne ligiene, la pulizia e il decoro.

O) DISPOSIZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE NON CONDOMINIALI
E fatto obbligo alle utenze domestiche non condominiali (abitazioni singole , edifici ospitanti un
numero inferiore a 6 nuclei abitativi o se maggiore comunque non destinatarie delle disposizioni di
cui al punto precedente), dotate da parte del Comune o del gestore del servizio di sacchi, bidoncini
o altre attrezzature (compostiere, tanichette per lolio, ecc), di osservare le seguenti prescrizioni
concernenti la conservazione e lutilizzo delle attrezzature per la raccolta differenziata dei rifiuti
urbani e assimilati:
- conservare le dotazioni consegnate allinterno delle proprie abitazioni; esporle, nei giorni e
orari stabiliti, a bordo strada o presso le aree concordate con il gestore del servizio e accessibili agli
operatori;
- ritirare le attrezzature non appena terminate le operazioni di svuotamento e, comunque, entro
unora dal termine delle stesse;
- mantenerle in buono stato in modo da garantirne ligiene, la pulizia ed il decoro.

P) DISPOSIZIONI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 8 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
E fatto obbligo per le utenze non domestiche (bar, ristoranti, pizzerie, attivit commerciali,
impianti sportivi, mense scolastiche, uffici e servizi, ecc) dotate, a seconda dei casi, di sacchi,
bidoncini, contenitori, ecc. di:
- conservare le dotazioni allinterno delle aree di pertinenza o di altre aree nella propria
disponibilit;
- esporle , nei giorni ed orari stabiliti, a bordo strada o presso le aree concordate con il gestore
del servizio ed accessibili agli operatori;
- ritirare le attrezzature , non appena terminate le operazioni di svuotamento e, comunque
entro unora dalle stesse;
- mantenere in buono stato in modo da garantirne ligiene, la pulizia e il decoro.


Sacchi, bidoncini, contenitori esposti devono essere posizionati in modo tale da non creare intralcio
per il normale transito veicolare e/o pedonale.
Lutilizzo delle dotazioni, assegnate in comodato duso gratuito da parte del gestore del servizio,
obbligatorio per le utenze, al fine di assicurare uniformit ed omogeneit al sistema di raccolta
differenziata delle varie frazioni merceologiche.
E fatto obbligo allutenza di restituire al gestore del servizio le attrezzature ricevute in comodato
duso qualora, per qualsiasi motivo, non dovesse pi servirsene;

ORDINA ALTRESI

E fatto obbligo ai titolari di autorizzazione alloccupazione di suolo pubblico, anche in caso di
concessione demaniale, di garantire un adeguato servizio di raccolta differenziata dei rifiuti prodotti
dai propri avventori, a mezzo collocazione, con onere a proprio carico, di idonei contenitori.

I rifiuti esposti in violazione delle modalit stabilite nel presente dispositivo non verranno prelevati
ed i trasgressori, che hanno lobbligo della rimozione immediata dalla strada, saranno sanzionati
come di seguito indicato.
Nel caso dinottemperanza allobbligo di rimozione dei rifiuti dal suolo pubblico, gli stessi verranno
prelevati dal gestore del servizio e le relative spese saranno addebitate agli inadempienti.

DEROGA: le modalit di raccolta, prelievo e conferimento dei rifiuti, in particolari periodi
dellanno e/o per esigenze straordinarie anche di ottimizzazione del servizio, potranno essere
assoggettate a diversa disciplina con modifica di orari, giorni e metodologia di esecuzione del
servizio; in tal caso le utenze, preventivamente informate con avvisi pubblici, sono tenute a
conformarsi alle nuove disposizioni.

E fatto obbligo, alle utenze che, per obiettive ed oggettive questioni tecnico-logistiche non possono
essere servite dal sistema di raccolta con il metodo del porta a porta di depositare i propri rifiuti
opportunamente differenziati, presso i punti di raccolta (prossimit) individuati
dallAmministrazione comunale o dal gestore del servizio, allinterno dei contenitori stradali di

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 9 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
prossimit se presenti e, comunque, entro larea alluopo individuata, avendo cura di conferire i
rifiuti senza imbrattare il suolo pubblico.
I proprietari che fittano immobili a terzi, anche se per brevi periodi, sono tenuti ad informare i
propri inquilini sul metodo di raccolta porta a porta praticato, e a mettere loro a disposizione le
istruzioni per luso e le dotazioni da utilizzare durante il periodo di soggiorno sul territorio
comunale. In caso contrario saranno ritenuti responsabili, in solido, degli eventuali conferimenti
difformi.

DISPONE

E vietato nellintero territorio comunale:
- abbandonare e depositare in modo incontrollato rifiuti di qualsiasi genere sul suolo e nel suolo,
nonch immettere rifiuti di qualsiasi genere nelle acque superficiali e sotterranee ed in atmosfera e
comunque nei luoghi diversi da quelli stabiliti per la raccolta differenziata;
- ai non utenti, non regolarmente censiti nelle banche dati comunali utilizzare il circuito di raccolta
differenziata comunale, ovvero depositare rifiuti di qualsiasi natura nel territorio;
- depositare rifiuti impropri, pericolosi e non, sfusi o in sacchetti, nei o presso i cestini getta-carte
dislocati nel territorio comunale;
- utilizzare sacchetti non conformi, di colore opaco, che non facciano intravedere la natura del
rifiuto conferito;
- gettare, versare o depositare in modo incontrollato sulle aree pubbliche e provate di tutto il
territorio comunale e nei pubblici mercati, qualsiasi rifiuto, immondizia, residuo solido, semi-solido
o liquido e in genere materiali di rifiuto e scarto di qualsiasi tipo, natura e dimensione, anche
racchiuso in sacchetti o contenuto in recipienti; il medesimo divieto vige per le superfici acquee, gli
impluvi, i rii, i canali i corsi dacqua, i fossati, gli argini, le sponde, nonch i cigli delle strade
ricadenti in territorio comunale.
- esporre sacchi contenenti rifiuti o componenti degli stessi sulla via pubblica in giorni e in orari
diversi da quelli stabiliti dal servizio di raccolta domiciliare e differenziata dei rifiuti o con modalit
diverse da quelle previste;
- smaltire i rifiuti di qualsiasi genere tramite combustione allaperto. Tale divieto non si applica ai
rifiuti vegetali a condizione che vengano combusti nelle aree periferiche rurali, nel rispetto delle
leggi, delle disposizioni e delle ordinanze vigenti, con ladozione delle necessarie cautele per
limitare al massimo i pericoli e le emissioni.
- ogni altro comportamento illecito di cui allallegato B al presente dispositivo, che costituisce parte
integrante e sostanziale del presente dispositivo e che riporta le sanzioni contemplate per ogni
violazione;
Con il presente provvedimento vengono revocate e sostituite le precedenti Ordinanze, qualora in
contrasto con la presente, ovvero integrate per la parte compatibile.

STABILISCE


Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 10 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
salvo quanto disposto dal D. Lgs. 152/2006 e ss. mm. e ii., le violazioni a quanto previsto dalla
presente Ordinanza sono punite, ove non costituiscano reato e non siano sanzionate da leggi, decreti
o regolamenti in materia anche in maniera pi gravemente, con il pagamento di una sanzione
amministrativa pecuniaria, a norma della Legge 689/81 e ss. mm. e ii. e dellart. 7 bis del D. Lgs.
n267/2000 e ss. mm. e ii, . compresa tra un valore minimo di 25,00 e un massimo di 500,00,
secondo quanto indicato nellallegato 2, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente
provvedimento.
Dallaccertamento della violazione consegue altres lapplicazione della sanzione accessoria
dellobbligo di ripristino dello stato dei luoghi a carico del trasgressore e/o dellobbligato in solido.
Le sanzioni sono irrogate per ciascun evento in cui stata commessa la violazione.
Nel caso di conferimento dei rifiuti effettuato in modo difforme dalle modalit sopra descritte, i
rifiuti collocati in violazione delle caratteristiche quantitative o qualitative prescritte dal presente
atto, saranno segnalati e lasciati sul posto e dopo il passaggio degli operatori preposti alle apposite
segnalazioni, fermo restante lapplicazione delle sanzioni previste, il produttore avr lobbligo di
ritiro immediato dei medesimi rifiuti dagli spazi pubblici e/o privati con lobbligo del corretto
conferimento nei giorni successivi.
In caso di reiterazione delle violazioni, per alcune fattispecie contemplate nella presente ordinanza e
meglio dettagliate nellallegato A, che costituisce parte integrante del presente provvedimento,
viene stabilito quanto segue:
- se la violazione della stessa indole viene reiterata nei 5 anni successivi, la sanzione
amministrativa sar maggiorata del 25%, 50%, 75% fino al raggiungimento del massimo edittale
(ex art. 8 bis della Legge 689/81 e ss.mm. e ii.) e, nel caso di utenza commerciale, potr essere
applicata la sanzione accessoria della sospensione dellattivit.
- per i titolari di attivit economiche lintroduzione della sanzione accessoria della sospensione
dellattivit per un numero di giorni da determinarsi con successivo provvedimento sindacale e,
comunque, non superiore a gg. tre;
- limpossibilit per i trasgressori titolari di attivit economiche, di procedere, in caso di
reiterazione, al pagamento in misura ridotta per quelle violazioni per le quali prevista
lapplicazione della sanzione accessoria della sospensione dellattivit, salvo diverso
provvedimento dellufficio competente; tanto in quanto lart. 8 bis della L. 689/81 esclude la
possibilit di reiterazione qualora intervenga il pagamento in misura ridotta della sanzione
pecuniaria.
Le violazioni contestate ad utenze domestiche condominiali, nel caso in cui sia impossibile
accertare la responsabilit dei singoli trasgressori, comportano lapplicazione delle sanzioni nei
confronti del responsabile condominiale o amministratore (qualora nominato), quale rappresentante
dellintero condominio.

DA ATTO

- che la Polizia Municipale, nonch tutti gli agenti Ufficiali di Polizia Giudiziaria sono incaricati
del controllo sullesecuzione e rispetto della presente ordinanza;
- che in ordine al presente atto saranno adottate idonee forme di pubblicit ed informazione alla
cittadinanza;

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 11 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense
- che il Gestore del Servizio di raccolta dei rifiuti urbani e assimilati, al quale viene trasmessa copia
della presente ordinanza, incaricato di dare attuazione alla stessa;
- che il presente provvedimento inoltrato agli Organi preordinati a funzioni di controllo del
territorio ed alle ulteriori Amministrazioni di seguito elencate:
Prefettura di Napoli;
Provincia di Napoli Settore Ambiente;
Comando Vigili Urbani;
Polizia di Stato;
Stazione Carabinieri;
Polizia Provinciale;
A.R.P.A.C. Dipartimento provinciale di Napoli;
Azienda ASL NA3.
INFORMA

ai sensi degli artt. 7-8 della L. 241/90 e ss. mm. e ii., che:
- lAmministrazione competente il Comune di Vico Equense (NA);
- loggetto del presente provvedimento Disposizioni per la raccolta differenziata dei
rifiuti sul territorio comunale di Vico Equense;
- il Responsabile del procedimento il Responsabile pro-tempore del Servizio Ecologia
dellEnte alluopo individuato con Decreto sindacale.
posta elettronica: ferdinando.demartino@comune.vicoequense.na.it pec:
protocollo@pec.comune.vicoequense.na.it
Il presente provvedimento pubblicato in data odierna presso lAlbo Comunale e presso il sito
istituzionale dellEnte; tale pubblicazione, atteso il numero vasto e imprecisato di soggetti
potenzialmente interessati e le informazioni contenute nello stesso, da intendersi a tutti gli effetti
quale forma di pubblicit ritenuta idonea ed opportuna, anche in forma di sunto o estratto.
Inoltre verr pubblicizzato mediante una campagna di comunicazione locale a mezzo di manifesti,
locandine e la distribuzione di un calendario con lindicazione delle linee guida per lattuazione
delle presenti disposizioni afferenti il servizio di raccolta dei RR.SS.UU. prodotti nel territorio
comunale, onde garantire adeguata informazione riguardo alle nuove modalit di differenziazione,
conferimento e ritiro dei rifiuti.

Avverso il presente provvedimento ammessa proposizione di ricorso giurisdizionale avanti al
Tribunale Amministrativo Regionale, secondo le modalit di cui alla legge 6 dicembre 1971,
n1034, ovvero ammesso ricorso straordinario al Capo dello Stato, ai sensi del DPR 24 novembre
1971, n1199, rispettivamente entro 60 e 120 giorni dalla data di avvenuta notificazione del
presente atto.



il Sindaco
CINQUE GENNARO / ArubaPEC S.p.A.

Documento firmato digitalmente
(artt. 20-21-24 D.Lgs 7/3/2005 n. 82 e s.m.i.)

Citt di Vico Equense
Provincia di Napoli

Pagina 12 di 12
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento
cartaceo e la firma autografa; il documento informatico e memorizzato digitalmente ed e rintracciabile sul sito internet per il periodo della pubblicazione:
http://comune.vicoequense.na.it// .
Laccesso agli atti viene garantito tramite lUfficio URP ed i singoli responsabili del procedimento al quale latto si riferisce, ai sensi e con le modalit di cui
alla L. 241/90, come modificata dalla L. 15/2005, nonch al regolamento per laccesso agli atti della Citta' di Vico Equense