Sei sulla pagina 1di 2

20

L A GAZ Z E T T A S PORT I VA DOMENI CA 26 OTTOBRE 2014



GROSSETO 2
SPAL 3
La Spal in volo con Finotto
Ma il Grosseto una furia
per le decisioni della terna
MARCATORI Burzigotti (G) al 20, Fioretti
(S) al 37 p.t.; Formiconi (G) al 4, Finotto (S)
al 10 e al 33 s.t.
GROSSETO (3-4-1-2) Mangiapelo 6; Ma-
riotti 5, Burzigotti 6, Varricchio 5,5 (dal 36
s.t. Giovio s.v.); Formiconi 6, Onescu 6,
Verna 6, Boron 5,5; Lugo Martinez 6 (dal
21 s.t. Masia 5,5); Pichlmann 5, Torromino
6. (Berardi, Albertini, Elez, Massimo, Fi-
nazzi). All. Silva 5.
SPAL (5-3-1-1) Menegatti 6,5; Ferretti 5,5
(dal 30 s.t. Lazzari 6), Aldrovandi 5,5, Ca-
pece 6, Silvestri 6, Legittimo 6,5; Gentile
6,5. Togni 6,5, Landi 7; Finotto 7,5 (dal 35
s.t. Veratti 6); Fioretti 6,5 (dal 41 s.t. Giani
s.v.). (Albertoni, Rosina, Bellemo, Di Quin-
zio). All. Brevi 7.
ARBITRO Mainardi di Bergamo 5.
NOTE paganti 678, abbonati 480, incasso
di 10.929 euro. Ammoniti Burzigotti, For-
miconi, Togni, Fioretti, Silvestri, Lazzari,
Onescu e Torromino. Angoli 4-3.
GROSSETO La Spal frena la corsa verso il
vertice del Grosseto (stop dopo 8 risultati
utili) e fa un salto avanti con un 3-2 al vele-
no. I toscani schiumano rabbia per le de-
cisioni della terna. In vantaggio con Burzi-
gotti, che ha raccolto una punizione di Lu-
go Martinez, i maremmani, dopo aver ri-
schiato grosso alla mezzora sul tiro di
Fioretti respinto sulla linea da Mangiapelo,
sono stati raggiunti da un gol di Fioretti,
davanti al portiere gi prima del tiro di Fi-
notto, sulla traversa. Nella ripresa il Gros-
seto va sul 2-1, ma un errore mette in mo-
vimento Landi che serve Finotto per il 2-2.
Al 33 Gentile lancia Finotto (fuorigioco?)
per il 3-2. Nellarrembaggio finale il Gros-
seto trova il 3-3: velo di Giovio e missile di
Torromino. Opromolla alza la bandiera e
annulla, dando il via alla contestazione.
Maurizio Caldarelli
LEGA PRO GIRONE A 10
a
GIORNATA
La Reggiana vola
con i suoi bomber
Il Tuttocuoio
sbaglia un rigore
Ruopolo e Sinigaglia, schierati assieme
dallinizio per la prima volta, sono decisivi
Colombo dal dischetto non riapre la gara
REGGIANA-TUTTOCUOIO 2-0
MARCATORI Ruopolo al 6, Sinigaglia al 13
s.t.
REGGIANA (4-3-1-2) Feola 6,5; Andreoni 6,
Span 6,5, Sabotic 6,5, Mignanelli 6;
Bruccini 6,5, Parola 6, Angiulli 6; Siega 6,5
(dal 39 s.t. Messina 6,5); Ruopolo 7 (dal
43 s.t. De Giosa s.v.), Sinigaglia 7 (dal
27 s.t. Alessi 6). (Vernocchi, Palumbo,
Tremolada, Brunori). All. A. Colombo 6,5.
TUTTOCUOIO (3-5-2) Bacci 6.5; Falivena
5,5, Colombini 5 (dal 9 s.t. Gio), Ingros-
so 5; Pacini 5,5, Deiola 5,5 (dal 9 s.t. Dra-
mane 5,5), Gargiulo 6, Serrotti 5,5 (dal 20
s.t. Balde 6), Zanchi 6; Civilleri 6, C. Co-
lombo 5,5. (Morandi, Mulas, Pane, Tem-
pesti). All. Alvini 5,5.
ARBITRO Lanza di Nichelino 6.
NOTE: paganti 1.970, abbonati 1.176, in-
casso di 17.575 euro. Espulsi Balde al 36
s.t. e Feola al 39 s.t.; ammonito Falivena.
Angoli 6-4.
FRANCESCO PIOPPI
REGGIO EMILIA
E la coppia dattacco
Ruopolo-Sinigaglia a confer-
mare il primato della Reggiana
che, in attesa del risultato del-
lAscoli, momentaneamente
in vetta da sola. I due centra-
vanti, schierati per la prima vol-
ta assieme dallinizio da Alber-
to Colombo, hanno rispolvera-
to di colpo il talento che gli ave-
va permesso di calcare i
palcoscenici della Serie A e con
un uno-due hanno mandato al
tappeto il Tuttocuoio. Gli ospiti
hanno avuto la possibilit di
LAQUILA 1
PISA 4
Arma ancora protagonista
e il Pisa rialza la testa
LAquila contesta larbitro
MARCATORI Morrone (P) al 44 p.t.; Del
Pinto (L) al 3, Arma (P) al 22, Iori (P) al 37,
Arma (P) al 47 s.t.
LAQUILA (4-3-3) Zandrini 6; Scrugli 6,
Maccarrone 6 (dal 41 s.t. Pomante s.v.),
Zaffagnini 5,5, Pedrelli 6; Del Pinto 6,5,
Corapi 6, Mancini 5 (dal 23 s.t. Ceccarelli
5,5); Sandomenico 6, Perna 6, Pacilli 5,5.
(Cacchioli, Di Mercurio, De Francesco,
Triarico, Bernasconi). All. Zavettieri 6.
PISA (3-5-2) Pelagotti 7; Lisuzzo 6,5, Pa-
ci 6,5 (dal 5 s.t. Mandorlini 6), Sini 6; Pel-
legrini 6, Morrone 6,5, Iori 6,5, Misuraca 6
(dal 40 s.t. Finocchio s.v.), Dicuonzo 6,5;
Napoli 6 (dal 32 s.t. Stanco s.v.), Arma 7.
(Moschin, Beretta, Giovinco, Frediani).
All. Piccioni 6,5 (Braglia squalificato).
ARBITRO Di Ruberto di Nocera Inf. 4,5.
NOTE paganti 1.513, abbonati 339, incas-
so non comunicato. Ammoniti Del Pinto,
Pellegrini, Perna, Dicuonzo, Lisuzzo e
Maccarrone. Angoli 10-2.
LAQUILA Il Pisa sbanca il Fattori con un
risultato forse troppo largo e si rilancia in
classifica. LAquila, invece, schiuma rab-
bia per le occasioni sciupate: un palo e
una rete annullata ingiustamente. L equi-
librio di un primo tempo bruttino si rompe
sul finale: torre di Napoli e Morrone in-
sacca di testa. Al 3 della ripresa Del Pinto
pareggia, poi Pelagotti ferma due volte
Sandomenico. Al 19 Maccarrone centra il
palo, mentre Arma poco dopo s inventa
l1-2 con la nuca. Al 34 il tocco di testa di
Sini favorisce Perna che pareggia, ma
larbitro annulla tra le proteste. Tre minuti
e Iori su punizione castiga LAquila, poi
Arma chiude i conti nel recupero e sale a
quota 9 reti in campionato.
Alessandro Fallocco
ALBINOLEFFE 2
ALESSANDRIA 0
Moment d spettacolo
e affonda lAlessandria
LAlbinoLeffe si rianima
MARCATORE Moment al 6 e all8 s.t.
ALBINOLEFFE (4-3-1-2) Offredi 7; Ondei
s.v. (dal 20 p.t. Geroni 6,5), Moi 6,5, Allie-
vi 6, Cortinovis 6; Gazo 6, Taugourdeau 6,
Maietti 6,5; Vorobjovs 6,5 (dal 36 s.t. Cal
s.v.); Pesenti 6,5, Moment 7,5 (dal 45
s.t. Person s.v.). (Amadori, Barzaghi,
Nichetti, Aurelio). All. Pala 7.
ALESSANDRIA (3-5-2) Nordi 5,5; Sosa
6, Ferrani 5,5, Terigi 5; Spighi 6 (dal 14 s.t.
Scotto 5,5), Mezavilla 6, Obodo 5,5, Ca-
valli 6 (dal 15 s.t. Taddei 6,5), Sabato 5,5
(dal 36 s.t. Nicolao s.v.); Marconi 5,
Guazzo 6. (Poluzzi, Valentini, Mora, Vito-
francesco). All. DAngelo 5.
ARBITRO DApice di Arezzo 6.
NOTE paganti 178, abbonati 1.014, incas-
so di 3.114 euro. Ammoniti. Gazo e Mar-
coni. Angoli 2-3.
BERGAMO Sempre e soltanto Matteo
Moment. Nel miglior AlbinoLeffe della
stagione, che torna alla vittoria dopo
quasi un mese di digiuno, infatti, anco-
ra lattaccante a mantenere il cento per
cento di realizzazione dei bergamaschi:
rigore per il successo sul Monza, acuto
ininfluente a Pavia e doppietta a uneffi-
mera Alessandria in una gara che, dopo
un primo tempo gi gradevole, vive la
sua svolta tra il 6 e l8 della ripresa. Lat-
taccante ex Varese inizia il suo show
sfruttando un lancio lungo di Moi, resi-
stendo al ritorno di Terigi e trafiggendo
Nordi mentre, dalla parte opposta, Of-
fredi dice no a Guazzo, poi sugli sviluppi
dellazione Maietti salva sulla linea. Se la
difesa seriana tiene, Moment non per-
dona e, al giro di lancette successivo,
con un sinistro dalla lunetta mette i titoli
di coda.
Federico Errante
AREZZO 0
FERALPI SAL 0
Feralpi Sal, il punto ok
Arezzo: applausi e fiori
per lex Abbruscato
AREZZO (3-5-1-1) Benassi 6,5; Guarino
6, Villagatti 6,5, Pisani 6,5; Campagna 6
(dal 24 s.t. Padulano 6), Gambadori 6,
Coppola 5,5 (dal 5 s.t. Dettori 6,5), Cuc-
ciniello 6,5, Millesi 5,5; Erpen 6; Morga 5
(dal 18 s.t. Montini 6,5). (Leuci, Diana,
Brumat, Vitiello). All. Capuano 6.
FERALPI SAL (4-3-1-2) Branduani 6;
Tantardini 6, Leonarduzzi 6,5, Ranellucci
6, Belfasti 6; Fabris 6,5, Cittadino 5,5 (dal
21 s.t. Cavion 5,5), Bracaletti 5,5; Zerbo
6; Abbruscato 5 (dal 18 s.t. Romero 5),
Broli 5 (dal 29 s.t. Gulin 6). (Proietti, Car-
boni, Codromaz, Di Benedetto). All.
Scienza 6.
ARBITRO Amabile di Vicenza 7.
NOTE paganti 1.887, abbonati 1.437, in-
casso non comunicato. Ammoniti Cucci-
niello, Tantardini, Bracaletti, Cittadino,
Ranellucci e Gambadori. Angoli 2-5.
AREZZO LArezzo sceso in campo con
un centrocampo inedito e con Morga, al
suo esordio da titolare, in avanti. Primo
tempo da sbadigli con ritmi lenti e com-
passati: una sola vera occasione al 28,
capitata sui piedi di Erpen che spara su
Branduani. Nel secondo tempo Capuano
muove subito le pedine dalla panchina e
gli innesti di Dettori prima e Montini poi
alzano il ritmo della gara. Scienza rispon-
de con cambi fotocopia dei titolari, ma
lArezzo ad andare vicino alla rete due
volte con Montini (salvataggio sulla linea
della Feralpi Sal e colpo di testa alto di
poco). I toscani ci credono, ma allo sca-
dere gli ospiti legittimano il punto conqui-
stato con Gulin e Zerbo (miracolo di Be-
nassi). A inizio gara ovazione, fiori dalla
curva e maglia dalla societ per Abbru-
scato, grande e rimpianto ex dellArezzo.
Stefano Brandini Dini
MANTOVA 0
MONZA 0
Il Mantova domina per 75
ma non trova il guizzo
E il Monza strappa il pari
MANTOVA (3-4-3) Festa s.v.; Trainotti 6,
Siniscalchi 6,5, Scrosta 6,5; Scalise 7,
Paro 6,5, Di Santantonio 6,5 (dal 18 s.t.
Raggio Garibaldi 6,5), Blaze 6,5; Zanetti
6,5 (dal 34 s.t. Gonzi s.v.), Said 6, Caridi 6
(dal 39 s.t. Novothny s.v.). (Paleari, Zam-
marini, Todisco, Passamonti). All. Juric
6,5.
MONZA (3-5-2) Viotti 5,5; Zullo 6, Bri-
ganti 6, Massoni 5,5; Anghileri 6, Hetemaj
5, Perini 5,5, Vita 5,5, Foglio 6,5; Zigoni 5
(dal 1 s.t. Beduschi 5,5), Margiotta 6 (dal
27 s.t. Virdis 5,5). (Chimini, Franchino,
Burrai, Radrezza, Anastasi). All. Pea 5,5.
ARBITRO Piscopo di Imperia 5,5.
NOTE paganti 838, abbonati 1.215, incas-
so di 18.011 euro. Ammoniti Zullo, Di San-
tantonio, Perini, Said e Paro. Angoli 10-2.
MANTOVA Il Mantova ha provato a vin-
cere in tutti i modi, con pi brillantezza e
gioco, ma non riuscito a sfondare. Al
Monza il pareggio, dopo tre vittorie con-
secutive, pu bastare. I padroni di casa
confermano i progressi, mettono alle
corde i brianzoli con dinamicit e aggres-
sivit, ma non incidono. Scalise sulla de-
stra sposta gli equilibri a favore del Man-
tova, lundici di Juric per 75 minuti ha in
mano il match, ma non trova il colpo da
tre punti. Scalise al 16, Said al 23 e Cari-
di al 36 provano a far male a Viotti, senza
per riuscire a sbloccare il risultato.
Monza dallattacco spento e pericoloso
solo dopo 15 secondi dallavvio della ri-
presa con lincursione di Foglio, salvata
sulla linea da Scrosta. Lo 0-0 finale il
quarto risultato utile consecutivo per
entrambe. E il Monza, per il terzo anno di
fila, non subisce gol al Martelli in Lega
Pro. Rammarico per Juric, Pea sorride.
Matteo Bursi
GIANA 1
REAL VICENZA 1
Subito Perna e Bruno
Poi il Real Vicenza in 10
sfiora il colpaccio
MARCATORI Perna (G) al 5, Bruno (RV)
al 6 p.t.
GIANA (4-4-2) Ghislanzoni 6,5; Perico 6,
Montesano 6,5, Solerio 6, Augello 6,5;
Rossini 6 (dal 19 s.t. Crotti 6), Marotta
6,5, Biraghi 5,5 (dal 28 s.t. Di Lauri 6),
Pinto 7 (dal 34 s.t. Sarao s.v.); Recino 6,
Perna 7. (Sanchez, Sosio, Bardelli, Spira-
nelli). All. Alb 6.
REAL VICENZA (3-5-2) Tomei 6,5; Carli-
ni 6, Polverini 6, Piccinni 6,5; Lavagnoli 7
(dal 34 s.t. Beccaro s.v.), Cristini 6, Dalla
Bona 6 (dal 44 s.t. Pavan s.v.), Malag 6
(dal 1 s.t. Odogwu 7), Vannucci 6,5; Bru-
no 7, Bardelloni 5. (Ziglioli, Solini, Capora-
li, Galuppini). All. Marcolini 7,5.
ARBITRO Sassoli di Arezzo 6.
NOTE paganti 265, non ci sono abbonati,
incasso di 2.724 euro. Espulso Bardelloni
al 47 p.t.; ammoniti Biraghi e Dalla Bona.
Angoli 1-5.
MONZA Botta e risposta nei primi 6, poi
Giana e Real Vicenza giocano una bella
partita che entrambe potevano vincere.
La squadra di Marcolini, in 10 per tutta la
ripresa, ha avuto le occasioni migliori,
ma la Giana ha finito con 4 punte. Al 5
assist di Marotta per Perna che fredda
Tomei. Risposta del Real con Bruno che
scavalca Ghislanzoni con un pallonetto
(6 gol in campionato). La Giana sfiora il
vantaggio due volte con Recino, ma al 40
Bardelloni si presenta in area e Montesa-
no lo ferma rischiando il rigore: proteste
venete e giallo per Bardelloni, che al 47 si
aggiusta un pallone con la mano e viene
espulso. Marcolini non arretra (3-4-2), la
Giana prende in mano la gara, ma il Real
Vicenza che va vicino alla vittoria al 36
della ripresa con la traversa di Vannucci.
Stefano Spinelli
CLASSIFICA
SQUADRE PUNTI
PARTITE RETI
G V N P F S
BASSANO 20 9 6 2 1 19 10
PAVIA 20 10 6 2 2 17 15
REAL VICENZA 19 10 5 4 1 16 10
COMO 17 9 5 2 2 15 7
MONZA 17 10 5 2 3 12 8
AREZZO 16 10 4 4 2 8 6
TORRES 14 9 4 2 3 8 6
ALESSANDRIA 14 10 3 5 2 15 12
FERALPI SALO' 14 10 4 2 4 11 15
NOVARA 13 9 3 4 2 11 9
RENATE 13 9 3 4 2 12 13
GIANA 13 10 3 4 3 7 8
SDTIROL 12 9 3 3 3 12 11
VENEZIA 10 9 3 1 5 10 11
CREMONESE 9 9 2 3 4 9 11
ALBINOLEFFE 9 10 2 3 5 4 8
MANTOVA 8 10 1 5 4 9 10
LUMEZZANE 7 10 1 4 5 8 14
PRO PATRIA 7 10 1 4 5 13 20
PORDENONE 5 10 1 2 7 6 18
PROMOSSE PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSA
ORE 12.30
COMO (3-5-2) Crispino; Lebran, Giosa,
Curti; Rolando, Cristiani, Ardito, Le
Noci, Fautario; Ganz, Defendi. (Falco-
ne, Ambrosini, Russu, Corticchia, Cri-
stofari, Scapuzzi, De Sousa). All. Co-
lella.
RENATE (4-3-3) Cincilla; Bonfanti, Mal-
grati, Adobati, Morotti; Muchetti, Chi-
menti, Mantovani; Iovine, Florian,
Scaccabarozzi. (Steni, Di Gennaro,
Pedrinelli, Rovelli, Cocuzza, Spampat-
ti, Curcio). All. Boldini.
ARBITRO Colosimo di Torino (Novelli-
no-Dannibale).
ORE 14.30
BASSANO (4-2-3-1) Rossi; Toninelli,
Priola, Bizzotto, Semenzato; Cenetti,
Proietti; Furlan, Nol, Cattaneo; Pietri-
biasi. (Grandi, Zanella, Stevanin, Dav,
Iocolano, Cortesi, Maistrello). All.
Asta.
TORRES (5-3-2) Testa; Cafiero, Mar-
chetti, Migliaccio, Aya, Funari; Lisai,
Imparato, Foglia; Maiorino, Balistreri.
(Mar. Costantino, Baraye, Bottone,
Fatticcioni, Franco, Infantino, Pizzu-
telli). All. Mass. Costantino.
ARBITRO Illuzzi di Molfetta (Margini-
Carovigno).
ORE 16
CREMONESE (4-3-1-2) Battaiola; Ma-
rongiu, Gambaretti, Bassoli, Favalli; A.
Marchi, Jadid, Palermo; Kirilov; Bri-
ghenti, Manaj. (Venturi, Crialese, Trip-
sa, Moroni, Di Francesco, Ciccone, M.
Marchi). All. Montorfano.
VENEZIA (4-4-2) Zima; Sales, Legati,
Marino, Ghosheh; Bellazzini, Carcuro,
Esposito, Raimondi; Magnaghi, Greco.
(Fortunato, Giuliatto, Panzeri, Scialpi,
Zaccagni, Varano, Franchini). All. Se-
rena.
ARBITRO Pelagatti di Arezzo (Bandet-
tini-Li Volsi).
ORE 18
NOVARA (3-5-2) Tozzo; Martinelli,
Freddi, Beye; Dickmann, Bianchi, Pe-
sce, Schiavi, Garufo; Corazza, Eva-
cuo. (Tonozzi, Vicari, Barlocco, Buz-
zegoli, Gustavo, Gonzalez, Manconi).
All. Toscano.
SUDTIROL (4-3-3) Melgrati; Mladen,
Tagliani, Kiem, Martin; Fink, Petter-
man, Branca; Fischnaller, Lendric,
Marras. (Miori, Ientile, Tait, Furlan,
Bertoni, Campo, Cia). All. Rastelli.
ARBITRO Giua di Pisa (Vono-Cappello).
cos oggi
PORDENONE 0
PAVIA 1
MARCATORE Cesarini su rigore al 32
p.t.
PORDENONE (4-3-2-1) Bazzichetto 7;
Capogrosso 4,5, Peccarisi 5, Rosania 7,
Pramparo 6; Bacher 6 (dall8 s.t. Ma-
racchi 6), Mattielig 6,5, Buratto 5 (dal 30
s.t. Perfetto s.v.); Potenza 6, Paladin 6
(dal 1 s.t. Zubin 6); Barbuti 5. (Maniero,
Ghinassi, Simoncelli, Migliorini). All. Fo-
schi 6,5.
PAVIA (4-3-1-2) Facchin 6; Malomo 6,5,
Abbate 6,5, Biasi 6, Cardin 6; Corvesi 6,
Rosso 6,5, Carraro 6; Cesarini 7 (dal 29
s.t. Romanini s.v.); Ferretti 5 (dal 12 s.t.
Cogliati 6,5), Soncin 5 (dal 35 s.t. Falco-
nieri s.v.). (De Toni, Sorbo, Sereni, Cri-
stini). All. Maspero 6,5.
ARBITRO Pillitteri di Palermo 5,5.
NOTE paganti 430, abbonati 100, incas-
so di circa 3500 euro. Espulso Capo-
grosso al 46 s.t.; ammoniti Mattielig,
Abbate, Cesarini, Rosania e Pramparo.
Angoli 7-0.
PORDENONE Dalla Cina con furore. Il
Pavia di Zhu fa il colpo grosso con la
complicit di Capogrosso, guarisce dal
mal di trasferta (2 punti nelle precedenti
4 partite) e aggancia momentaneamen-
te il Bassano in testa a quota 20. Ma in
campo lipotetica differenza abissale
non c stata. C stata, invece, linge-
nuit del Pordenone, costata la terza
sconfitta di fila. Dobbiamo darci una
svegliata, striglia i suoi lallenatore Fo-
schi. Il crocevia al 30 del primo tempo:
Cesarini cade in area e trasforma il rigo-
re (dubbio, ma Capogrosso doveva evi-
tare il contatto con lattaccante che era
defilato). Nella ripresa il Pavia, pi equi-
librato con la difesa a 4, spreca tre ma-
tch point con Corvesi al 14, Soncin al 24
e Falconieri al 42. Il Pordenone ci prova
con Zubin al 17, ma Abbate ci mette una
pezza.
Alberto Francescut
Il Pavia cancella
il tab trasferta
Cesarini stende
il Pordenone
A Maspero basta un calcio di rigore
per tornare a vincere fuori casa
e agganciare il Bassano al primo posto
LEGA PRO GIRONE B 10
a
GIORNATA
DOMENI CA 26 OTTOBRE 2014 L A GAZ Z E T T A S PORT I VA
21

riaprire la partita quando al 39
del secondo tempo larbitro
Lanza ha concesso un rigore
(pi espulsione) per il fallo di
Feola su Gio. Corrado Colom-
bo si per fatto neutralizzare
il penalty dallesordiente Mes-
sina e gli ultimi assalti si sono
spenti su quellepisodio.
Uno-due letale La Reggiana
ha legittimato il successo dopo
un primo tempo condotto per
lunghi tratti, ma in cui prima
Ruopolo (al 7) e poi Siega (al
13) si sono divorati le occasioni
pi nitide facendosi ipnotizzare
da Bacci. Il Tuttocuoio affida le
iniziative pi pericolose al tan-
dem Civilleri-Colombo, ma
senza incidere. La prima frazio-
ne si conclude con una traversa
colpita da Sinigaglia con un po-
tente tiro da fuori area. Nel se-
condo tempo la svolta: al 6 Si-
nigaglia lesto a rubare la palla
a Ingrosso offrendo a Ruopolo
che infila Bacci con un potente
diagonale. Il raddoppio arriva
al 13 quando Siega crossa per
Ruopolo che fa velo e smarca
Sinigaglia, lattaccante della
Reggiana controlla il pallone e
segna. Gli animi si surriscalda-
no al 36 quando Balde inter-
viene da dietro su Mignanelli e
viene espulso. Al 39 lepilogo
con il rigore fallito dal Tutto-
cuoio e la Reggiana che si man-
tiene salda in vetta.
RIPRODUZIONE RISERVATA
PRO PIACENZA 0
SAVONA 1
Savona, blitz a Piacenza
La Pro spreca troppo
e resta allultimo posto
MARCATORE Scappini al 21 s.t.
PRO PIACENZA (3-5-2) Alfonso 6,5;
Ignico 5 (dal 23 s.t. Mella 5,5), Silva 6,5,
Bini 5,5; Castellana 6 (dal 37 s.t. Pasaro
s.v.), Matteassi 6, Marmiroli 5,5, Schiavi-
ni 5, Porcino 6; Caboni 5, Ravasi 5,5 (dal
20 s.t. Speziale 6). (Iali, Aliboni, Sane,
Mazzocchi). All. Franzini 6.
SAVONA (3-5-2) Addario 6,5; Antonelli
6, Galimberti 6, Marconi 6; Giorgione 6,
Casarini 5,5, Bramati 5 (dal 1 s.t. Cerone
6,5), Quintavalla 6, Carta 5,5; De Martis
6,5 (dal 19 s.t. De Feo 6,5), Scappini 6,5
(dal 43 s.t. Colombi s.v.). (Pennesi, San-
na, Loreti, Nucera). All. Di Napoli 6,5.
ARBITRO Baroni di Firenze 5.
NOTE spettatori 400 circa; abbonati 154,
paganti e incasso non comunicati. Am-
moniti Bramati, Marmiroli, Addario e
Giorgione. Angoli 4-6.
PIACENZA Regalo della Pro Piacenza al
Savona, che ne approfitta e vince una
partita brutta nel primo tempo, migliore
nella ripresa. Secondo k.o. di fila per la
Pro, che resta ultima. Liguri pi consi-
stenti, piacentini leggeri in tutti i reparti.
Pro a un passo dal gol al 4, quando Ad-
dario respinge le conclusioni di Schiavini
e Ravasi, che poco dopo va gi in area:
per larbitro non rigore, ma solo angolo,
sul quale Silva svetta di testa e sfiora il
vantaggio. Ripresa col Savona pi tonico
con gli ingressi di Cerone e De Feo: Bini
perde palla, va al tiro De Martis, Alfonso
respinge. I liguri passano quando Ignico
perde palla in uscita dallarea, si avventa
De Feo, tocco per Scappini che spara
con precisione: 0-1. Prova a imitarlo
Speziale, ma il suo tiro finisce fuori. Lulti-
ma chance la spreca Schiavini.
Paolo Gentilotti
SAVOIA 1
MARTINA 2
Savoia k.o. e contestato
Martina, sorpasso firmato
da Fabiano e Arcidiacono
MARCATORI Checcucci (S) al 15 p.t.; Fa-
biano (M) al 33, Arcidiacono (M) al 41 s.t.
SAVOIA (3-4-3) Santurro 6; Checcucci 6,
Rinaldi 6, Sirigu 6; Malaccari 5,5 (dal 38
s.t. Verruschi s.v.), Gallo 6, Sevieri 6, Sa-
batino 6; DAppolonia 5,5 (dal 37 s.t. Pom-
pilio s.v.), Di Piazza 5,5 (dal 22 s.t. Cipriani
5,5), Scarpa 5,5. (DAvino, Esposito, San-
severino, Del Sorbo). All. Bucaro 5.
MARTINA (4-3-3) Bleve 6; De Giorgio 6,
Fabiano 6, Patti 6, Tomi 6; De Lucia 5,5,
Amodio 6, Leto 5,5 (dal 9 s.t. Magrassi 6 );
Caruso 6,5 (dal 18 s.t. Pellecchia 5,5, dal
46 s.t. Memolla s.v.), Montalto 6, Arcidia-
cono 7. (Modesti, Caso, Diop, Kalombo).
All. Ciullo 6.
ARBITRO Lacagnina di Caltanissetta 6.
NOTE spettatori 2.000 circa, paganti
1.472, incasso di 8.560 euro, abbonati non
comunicati. Espulso Arcidiacono al 42
s.t., ammoniti Rinaldi, Santurro , Amodio,
Tomi, Scarpa. Angoli 7-6.
TORRE ANNUNZIATA (Na) Finisce con
una pioggia di fischi e cori di contestazio-
ne allindirizzo di tecnico e giocatori di ca-
sa. Il Martina espugna il Giraud in rimonta
e scavalca in classifica i campani. Il Savo-
ia parte a testa bassa e con Checcucci
sfiora il gol dopo 10. E lo stesso difensore
al 15 a portare in vantaggio i suoi, insac-
cando sugli sviluppi di un calcio piazzato
(26). Il Savoia potrebbe raddoppiare al
26: Bleve esce goffamente e commette
fallo su Di Piazza, Scarpa si fa parare il
rigore. Reclama un penalty anche il Marti-
na quando su assist di Tomei, Montalto
cade in area. Il pari arriva al 33 della ripre-
sa ed di Fabiano che sfrutta un batti e
ribatti in area. Il sorpasso al 41 con Arci-
diacono che sfrutta alla perfezione un
preciso assist di Montalto.
Vincenzo Pinto
ISCHIA 0
PAGANESE 2
Herrera, una doppietta
per lanciare la Paganese
Ischia: tifosi contro Porta
MARCATORI Herrera al 2 e al 44 p.t.
ISCHIA (4-3-3) Mennella 5,5; Finizio 5,5,
Rainone 5,5, Sirignano 5,5, Empereur
5,5; Iannascoli 5, Falagario 5 (dal 1 s.t.
Cruz 5), Bulevardi 5,5; Schetter 5,5, In-
gretolli 5 (dal 18 s.t. Maione 5), Ciotola
5,5. (Taglialatela, Impagliazzo, De Agosti-
ni, Di Maio, Conte). All. Porta 5.
PAGANESE (4-3-3) Marruocco 6,5; Vin-
ci 6,5, Tartaglia 6,5, Bocchetti 6, Moracci
6,5; Calamai 6, De Liguori 6,5 (dal 46 s.t.
Deli s.v.), Herrera 7 (dal 40 s.t. Paterni
s.v.); Armenise 6, Bernardo 6 (dal 26 s.t.
Girardi 6), Caccavallo 6,5. (Casadei, Can-
celloni, Bergamini, Malcore). All. Sottil
6,5.
ARBITRO Bichisecchi di Livorno 6,5.
NOTE paganti 277, abbonati 517, incasso
di 5.371 euro. Ammoniti Calamai, Vinci,
Cruz e Bulevardi. Angoli 4-8.
ISCHIA Una Paganese pratica e volitiva
espugna il Mazzella. Quarta sconfitta
consecutiva tra campionato e Coppa per
lIschia, in piena crisi. Giallobl inguarda-
bili, subito in svantaggio e incapaci di re-
agire, tanto che Marruocco ha dovuto
effettuare solo interventi di routine. Do-
po due minuti Herrera, protagonista di
giornata, approfitta di un difettoso di-
simpegno difensivo dellIschia e spedi-
sce la palla allincrocio dei pali. Accade
poco fino al 44, quando Vinci scodella in
area per Herrera che raddoppia di testa.
Isolani fischiati, Porta contestato dai ti-
fosi a lungo. Nella ripresa Ischia arrem-
bante ma confusionaria: Empereur, Ian-
nascoli e il neo entrato Cruz non impen-
sieriscono la difesa della Paganese. E nel
finale Herrera non trova il tris per poco
(Mennella salva).
Giovanni Sasso
CLASSIFICA
SQUADRE PUNTI
PARTITE RETI
G V N P F S
REGGIANA 19 10 5 4 1 8 3
SPAL 17 10 5 2 3 12 10
ASCOLI 16 9 4 4 1 9 5
PISA 16 10 4 4 2 16 9
TUTTOCUOIO 16 10 4 4 2 15 12
PONTEDERA 14 9 3 5 1 8 4
TERAMO 14 9 4 2 3 10 11
GROSSETO 14 10 3 5 2 14 11
PRATO 13 9 3 4 2 13 13
PISTOIESE 12 9 3 3 3 10 10
SAVONA 12 10 3 3 4 13 14
L'AQUILA 12 10 2 6 2 8 10
CARRARESE 11 9 1 8 0 9 8
ANCONA 10 9 2 4 3 9 8
FORLI' 9 9 2 3 4 10 14
GUBBIO 9 9 2 3 4 8 12
SAN MARINO 8 9 1 5 3 10 10
LUCCHESE 8 9 2 2 5 8 12
SANTARCANGELO 4 9 0 4 5 5 13
PRO PIACENZA (-8) 2 10 3 1 6 6 12
PROMOSSE PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSA
ORE 12.30
FORL (3-5-2) Scotti; Jidayi, Drudi, L. Arrigo-
ni; Catacchini, Hamlili, Cejas, Djuric, Fanto-
ni; Melandri, Forte. (Casadei, Fantini, Turi,
Pettarin, Casini, T. Arrigoni, Castellani). All.
Rossi.
LUCCHESE (4-3-1-2) Casapieri; Calcagni, Es-
peche, Calistri, Dejori; Boilini, Degeri, Nol;
Lo Sicco; Ferrante, Strizzolo. (Borra, Vitti-
glio, Vosnakidis, Pantano, Chianese, Fer-
retti, Raicevic). All. Pagliuca.
ARBITRO Panarese di Lecce (Meozzi-DAlia).
ORE 14.30
CARRARESE (4-3-1-2) Calderoni; Sbraga,
Benassi, Teso, Lancini; Brondi, Castagnetti,
Gnahor; Belcastro; Cellini, Merini. (Zanotti,
Battistini, Beltrame, Galli, Gherardi, Ademi,
Di Nardo). All. Remondina.
SANTARCANGELO (4-3-3) Nardi; Traor, Oli-
vi, Cola, Rossi; Bisoli, Obeng, Ballardini; Pe-
drabissi, Guidone, Graziani. (Marani, Bigoni,
Salvatori, Polenghi, Evangelisti, Torelli, Ra-
doi). All. Fraschetti.
ARBITRO Maggioni di Lecco (Campitelli-
DAlberto).
PISTOIESE (4-3-3) Pazzagli; Golubovic, Pasi-
ni, Di Bari, Frascatore; Calvano, Vassallo,
Mungo; Falzerano, Romeo, Tripoli. (Olczak,
Celiento, Piana, Saric, Ciciretti, Piscitella,
Coulibaly). All. Lucarelli.
TERAMO (4-4-2) Tonti; Scipioni, Diakite,
Speranza, Perrotta; Petrella, Amadio, Cen-
ciarelli, Buonaiuto; Bucchi, Lapadula. (Ser-
raiocco, Masullo, Brugaletta, Lulli, Pigini, Di
Paolantonio, Donnarumma). All. Vivarini.
ARBITRO Rasia di Bassano (Lipizer-Bassut-
ti).
ORE 16
ASCOLI (4-2-3-1) Lanni; Avogadri, Mori,
Mengoni, DellOrco; Carpani, Addae; Mu-
stacchio, Berrettoni, Chiric; Perez. (Ragni,
Pelagatti, Gualdi, Iotti, Giovannini, Bangal,
Altinier). All. Petrone.
GUBBIO (4-3-3) Iannarilli; Luciani, Rosato,
Lasicki, DAnna; Guerri, Loviso, Casiraghi;
Mancosu, Regolanti, Marchionni. (Citti, Cal-
dore, Galuppo, Domini, Esposito, Vettraino,
Cais). All. Acori.
ARBITRO Capilungo di Lecce (Stasi-Lanot-
te).
ORE 18
SAN MARINO (4-2-3-1) Vivan; Russo, Fogac-
ci, Ferrero, Cruz; Valeriani, Soligo; Coto,
Sensi, Poletti; Jara Martinez. (Migani, Paoli-
ni, Bangoura, Miravent, Casolla, Cicarevic,
Muntadas). All. Covelo.
ANCONA (4-2-3-1) Aprea; Di Dio, Dierna, Pa-
oli, DOrazio; Sampietro, Di Ceglie; Morbi-
delli, Bondi, Tulli; Tavares. (Lori, Barilaro,
Camillucci, Moretti, Parodi, Pizzi, Cognigni).
All. Cornacchini.
ARBITRO Dionisi di LAquila (Granci-Ragnac-
ci).
DOMANI
ORE 20.45 Pontedera-Prato (Di Martino di
Teramo).
cos oggi
BARLETTA 0
MATERA 1
Matera, il jolly Iannini
Il Barletta domina la gara
ma sbatte su Baiocco
MARCATORE Iannini al 40 p.t.
BARLETTA (3-5-2) Liverani 6; Zammuto
6 (dal 31 s.t. Quadri s.v.), Stendardo 6,
Radi 6; Meola 6, Venitucci 6, De Rose 6,
Palazzolo 6, Cortellini 6 (dal 21 s.t. Danti
5,5); Floriano 6,5, Biancolino 5 (dal 1 s.t
Fall 6,5). (De Martino, Kiakis, Legras,
Branzani). All. Sesia 6,5.
MATERA (4-4-2) Baiocco 7; Gallozzi 6,
De Franco 6, Daiello 6, Faisca 6; Pagliarini
5,5 (dal 38 s.t. Cuffa s.v.), Coletti 6, Ianni-
ni 6,5, Pino 6 (dal 28 s.t. Mazzarani 6);
Albadoro 5,5, Guerra 5,5 (dal 28 s.t. Ma-
donia 5,5). (Bifulco, Mercadante, Longo,
Di Noia). All. Auteri 6.
ARBITRO Colarossi di Roma 6.
NOTE spettatori 2.000 circa, abbonati
1.164. paganti e incasso non comunicati.
Ammoniti De Franco, Palazzolo, De Rose,
Pino, Coletti, Quadri, Cuffa e Radi. Angoli
10-0.
BARLETTA Non inganni il risultato. Vince
il Matera che capitalizza al massimo luni-
ca occasione avuta sui piedi in tutta la
partita. Il Barletta gioca la migliore gara
della stagione e, incredibilmente, perde.
Primo tempo con poche emozioni. Al 18
De Rose che ci prova da fuori area, ma la
sua conclusione termina a lato. Al 40 ar-
riva la rete che decide la partita, con Ian-
nini che da fuori area fulmina Liverani. La
ripresa un monologo dei padroni di ca-
sa. Baiocco, il portiere del Matera, di-
venta protagonista e nega il meritato pa-
reggio ai pugliesi. Pareggio che viene
sfiorato al 7 con Palazzolo, al 10 con Fall,
al 16 ancora con Fall per chiudere la sa-
gra delle occasioni mancate con Floria-
no, che impegna Baiocco in tre interventi
consecutivi.
Matteo Tabacco
COSENZA 0
JUVE STABIA 1
MARCATORE Bombagi al 20 p.t.
COSENZA (4-4-2) Ravaglia 5,5; Ciancio
5, Tedeschi 6, Magli 5, Zanini 5 (dal 13 s.t.
Sperotto 5,5); Alessandro 5, Arrigoni 5
(dal 13 s.t. Tortolano 5), Caccetta 6, Cria-
co 6; Calderini 6 (dal 29 s.t. Mosciaro 5),
Cori 5. (Saracco, Bertolucci, Carrieri,
Gaudio). All. Ianni 5 (Cappellacci squalifi-
cato).
JUVE STABIA (4-1-4-1) Pisseri 7; Can-
cellotti 6, Romeo 6, Migliorini 6,5, Con-
tessa 6,5; Caserta 7; Vella 6 (dal 12 s.t.
Nicastro 6), La Camera 6 (dal 39 s.t.
DAncora s.v.), Bombagi 6,5, Gammone
6,5 (dal 23 s.t. Osei 6); Di Carmine 6.
(Fiory, Jefferson, Liotti, Ripa). All. Panca-
ro 6.
ARBITRO Paolini di Ascoli Piceno 6.
NOTE paganti 924, abbonati 325, incas-
so di 10.558 euro. Ammoniti Migliorini e
Caccetta. Angoli 6-9.
COSENZA Una sventola di Bombagi e la
complicit di Ravaglia spingono la Juve
Stabia al comando assieme a Salernita-
na e Benevento (impegnato oggi ad
Aversa). Il Cosenza incassa la consueta
razione di fischi a fine partita (lallenato-
re Cappellacci, squalificato, il pi bersa-
gliato): in campo un calcio di rigore pro-
curato e fallito da Mosciaro (31 della ri-
presa) con Pisseri che para pure la ri-
battuta di Tortolano, ma soprattutto una
squadra senza idee, poco determinata,
quasi rassegnata a prendere cazzotti
senza mai reagire. Nel primo tempo
Gammone chiama due volte il portiere
calabrese a interventi decisivi e nel fi-
nale la traversa colpita da Contessa le-
gittima il meritato vantaggio dei campa-
ni, guidati da un sontuoso Caserta. Nel-
la ripresa la squadra di Pancaro aspetta
il Cosenza, che non punge mai tranne
nelloccasione del rigore. Alluscita dallo
stadio alcuni giornalisti stabiesi sono
stati aggrediti da facinorosi.
Valter Leone
Botta di Bombagi
La Juve Stabia
balza al comando
Fischi al Cosenza
Pancaro prende Salernitana e Benevento
Mosciaro si fa parare un rigore da Pisseri
Cappellacci bersagliato dai cori dei tifosi
CLASSIFICA
SQUADRE PUNTI
PARTITE RETI
G V N P F S
BENEVENTO 19 9 5 4 0 12 6
JUVE STABIA 19 10 5 4 1 13 9
SALERNITANA 19 10 5 4 1 13 9
MATERA 18 10 5 3 2 16 8
LECCE 18 10 5 3 2 12 7
CASERTANA 17 9 5 2 2 15 9
CATANZARO 17 9 5 2 2 14 8
LUPA ROMA 16 9 4 4 1 12 9
VIGOR LAMEZIA 15 9 4 3 2 11 8
FOGGIA (-1) 13 9 3 5 1 11 9
MESSINA 12 10 3 3 4 9 16
MARTINA 9 10 2 3 5 13 15
PAGANESE 9 10 2 3 5 8 11
MELFI 8 10 0 8 2 8 11
BARLETTA 8 10 2 2 6 6 10
SAVOIA 7 10 1 4 5 8 13
ISCHIA 7 10 1 4 5 7 13
COSENZA 7 10 1 4 5 8 16
REGGINA (-4) 5 9 2 3 4 9 10
AVERSA NORMANNA 4 9 0 4 5 8 16
PROMOSSE PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSA
LEGA PRO GIRONE C 10
a
GIORNATA
MELFI 0
MESSINA 0
Tante occasioni, zero gol
Per il Melfi lottavo pari
Messina, buon punto
MELFI (4-3-1-2) Perina 6; Guerriera 6,
Dermaku 6, Di Filippo 6, Pinna 6; Giaco-
marro 6 (dal 27 s.t. Agnello s.v.), Spez-
zani 6, Fella 6,5; Berardino 6; Caturano
5,5, Tortori 5,5 (dal 33 s.t. Tundo s.v.).
(Gagliardini, Annoni, Colella, Libutti,
Amelio). All. Bitetto 6.
MESSINA (4-3-3) Iuliano 6; Silvestri 6,
Altobello 5,5 (dal 1 s.t. Cane 5,5), Stefa-
ni 6, Donnarumma 6; Izzillo 6, Bucolo 6,
Damonte 6; Pepe 6, Corona 5,5 (dal 31
s.t. Gaeta s.v.), Orlando 5,5. (dal 44 s.t.
Paez s.v.). (Lagomarsini, Marin, Bortoli,
De Bode). All. Grassadonia 6.
ARBITRO Formato di Benevento 6,5.
NOTE spettatori 900 circa, abbonati
500; paganti e incasso non comunicati.
Ammoniti Guerriera, Bucolo, Tortori e
Caturano. Angoli 10-4.
MELFI (Pz) Un altro pareggio - lottavo
in dieci gare - per il Melfi, ancora a sec-
co di vittorie. Buon punto per il Messi-
na, che centra il suo obiettivo conqui-
stando un risultato positivo. Nel primo
tempo meglio i padroni di casa che si
rendono pericolosi con Tortori e Fella. I
siciliani, invece, obbligano Perina alla
respinta sulle conclusioni di Izzillo (dalla
distanza) e di Pepe. Al minuto 40 nitida
palla-gol per il Melfi, ma Iuliano, in usci-
ta, devia in calcio dangolo la conclusio-
ne di Berardino lanciato a rete. Nella ri-
presa i ritmi di gioco calano come le
emozioni. Al 25 Perina attento su una
conclusione di Orlando. Ben pi insidio-
sa, poco dopo, la girata di Fella che col-
pisce il palo alla destra di Iuliano, ormai
battuto. Allo scadere del match Gaeta,
entrato al posto di Corona, manca di un
soffio lincornata vincente sotto rete.
Gianluca Tartaglia
ORE 11
LUPA ROMA (4-3-3) Rossi; Pasqualoni,
Conson, Cascone, Celli; Cerrai, Capo-
daglio, Raffaello; Faccini, Tajarol, Per-
rulli. (Rossini, Frabotta, Santarelli, Sci-
bilia, Moras, Malatesta, Testardi). All.
Cucciari.
CASERTANA (4-2-3-1) Fumagalli; Bruno,
Idda, Murolo, Bianco; Marano, Rajcic;
Cunzi, Mancosu, Cisse; Diakite. (DAgo-
stino, DAlterio, Tito, Alvino, De Marco,
Alessandro, Chiavazzo). All. Gregucci.
ARBITRO Pagliardini di Arezzo (Scatra-
gli-Dessena).
ORE 14.30
VIGOR LAMEZIA (4-3-3) Piacenti; Rapi-
sarda, Filosa, Gattari, Malerba; Puccio,
Battaglia, Scarsella; Montella, Del San-
te, Improta. (Rosti, Kostadinovic, Pirel-
li, Giamp, Voltasio, Catalano, Held).
All. Erra.
REGGINA (4-3-3) Kovacsik; Ungaro,
Crescenzi, Di Lorenzo, Karagounis;
Maita, Armellino, DallOglio; Insigne, Vi-
ola, Louzada. (Cetrangolo, Camilleri,
Ammirati, Maimone, Salandria, Masini,
Gjuci). All. Cozza.
ARBITRO Guccini di Albano Laziale (Riz-
zato-Rossini).
ORE 16
AVERSA NORMANNA (4-3-3) Forte;
Spessato, Giovannini, Cardinale, Pip-
pa; Cardore, Pierre, Capua; Ndiaye, De
Vena, Cicerelli. (Savelloni, Scognamillo,
Forino, Gattoni, Panatti, Muro, Soly).
All. Marra.
BENEVENTO (4-4-2) Pane; Celjak, Lu-
cioni, Scognamiglio, Pezzi; Campa-
gnacci, Agyei, Doninelli, Alfageme; Eu-
sepi, Marotta. (Layeni, Padella, Bassi-
ni, Porcaro, Frasciello, Kanoute, Maz-
zeo). All. Brini.
ARBITRO Rossi di Rovigo (Camillucci-
Saia).
ORE 18
FOGGIA (4-3-3) Narciso; Bencivenga,
Potenza, Gigliotti, Agostinone; Agnelli,
Quinto, Gerbo; DAllocco, Iemmello,
Cavallaro. (Micale, Loiacono, Grea, Si-
curella, Bollino, Leonetti, Sarno). All.
De Zerbi.
CATANZARO (4-3-3) Bindi; Daffara, Ri-
gione, Ferraro, Di Chiara; Maiorano,
Vacca, Ilari; Pagano, Kamara, Russot-
to. (Scuffia, Ricci, Squillace, Pacciardi,
Morosini, Barraco, Martignago). All.
Moriero.
ARBITRO Tardino di Milano (Pizzagalli-
Macaddino).
cos oggi