Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Sindacato
Gesualda Altamore
del direttivo
nazionale della Uil
A pagina cinque
La proposta della Giunta ai voti
Accordo Guardia Finanza
Universit di Messina
E stato siglato dal
Rettore dellUniver-
sit di Messina, prof.
Pietro Navarra e dal
Comandante del Co-
mando della Guardia
di Finanza di Siracusa.
A pagina cinque
POLITICA LASSESSORE
SANITA COMMENTI
Pachino
Dipendenti comunali
nuovamente con incubo
degli stipendi
A pagina cinque
Si torna a parlare insistentemente del water front sul porto grande
Lon. Vinciullo ha per-
so l'ennesima occasione
di tacere. Lo afferma il
commissario Ortello.
A pagina quattro
Ortello:
Attacco
ridicolo
E passata in commissione Bilancio, con il voto con-
trario di tre consiglieri, la proposta di bilancio avanzata
dallamministrazione comunale. Lo strumento fnanziario
di previsione dovr adesso essere vagliato dal Consiglio.
Mancano i presupposti per insediare gli opifci
Riqualifcare Pantanelli
30 anni di parole al vento
di Concetto Alota
Il fenomeno degli scari-
chi dei refui di risulta di
natura artigianale, come
nel caso dell'autolavag-
gio di Augusta, quindi oli
bruciati, solventi, scarti
di lavorazione sia liquide,
sia polverose, diluite nei
gabinetti e nei lavandini
di offcine e carrozzerie,
di gommisti, di elettrauto,
molto diffuso e non la
prima volta che le forze
dell'ordine "pescano" con
le mani nel sacco qualche
gestore di attivit connesse
per le riparazioni di auto.
Il fenomeno
di scarico
lavaggi
di Salvatore Maiorca
Non senza diffcolt, un
passo dopo laltro, vanno
avanti i lavori di riqua-
lifcazione delle banchi-
ne del Porto Grande. E
intanto si lavora al pro-
getto defnitivo del por-
to turistico Spero. Quel
che ancora manca una
volont seria dellammi-
nistrazione comunale di
progettare e realizzare un
lungomare che congiun-
ga il molo SantAntonio.
A pagina dodici
A pagina sei
sabato 25 ottobre 2014 anno XXVII n. 246 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Non vi alcuna intenzio-
ne da parte dellammini-
strazione comunale di ac-
quistare il Palace Helios.
A pagina tre
Lalbergo
non sar
acquistato
Da luned prossimo avr
inizio la campagna di vac-
cinazione antinfuenzale.
Pronta la macchina organiz-
zativa dellAsp di Siracusa.
Il vaccino sar disponibile
negli ambulatori.
A pagina sette
Da luned
campagna
antinfuenza
Bilancio previsione
Passa in commissione
fra le polemiche
A pagina due
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 25 OTTOBRE 2014, SABATO
E passata in com-
missione Bilancio, con
il voto contrario di tre
consiglieri, la proposta
di bilancio avanzata
dallamministrazione
comunale. Lo stru-
mento finanziario di
previsione dovr ades-
so essere vagliato dal
Consiglio comunale.
Non sono mancate le
polemiche ieri mattina
a partire dal metodo
di convocazione della
seduta, che a giudizio
del consigliere Salvo
Castagnino oltre che
irrituale sarebbe illegit-
tima e per tale motivo
ha presentato formale
ricorso per invalidare
la seduta.
Il presidente della
commissione, Cosimo
Burti, ha messo ai voti
la proposta. E stato
consumato lennesimo
atto di censura nei
confronti dellopposi-
zione. Non ci stato
consentito entrare nel
merito delle indicazioni
dellamministrazione
comunale ha spiega-
to il consigliere Fabio
Rodante Eppure erano
presenti lassessore
Scrofani e i vari dirigen-
ti che avrebbero potuto
dare delucidazioni sulle
scelte operate sulle
macro aree di interesse
diffuso del bilancio. E
inevitabile, a questo
punto, prevedere una
marea di emendamenti
durante la discussione
in aula.
La consigliera Cet-
ty Vinci si dice poco
convinta delle scelte
operate per la stesura
del bilancio: Innanzi-
tutto occorre compren-
dere come mai si sono
accumulati cos tanti
debiti fuori bilancio
dice E poi mi si deve
spiegare come lam-
ministrazione intende
farne fronte. Mi si dice
che sono fondi presi da
altri capitoli di bilancio
ma fno a prova contra-
ria saranno alimentati
con la previsione degli
introiti sulle tasse che,
malgrado si dica sia
diminuita la pressione
fscale, ammontano a
35 milioni di euro, ben
4 milioni di euro in
pi rispetto al passato.
Forse sarebbe bene
che lamministrazione
comunale pensi a fare
pagare tutti e pi poco
e a introitare le som-
me annunciate. Altra
questione controversa
attiene allaccensione
del maxi mutuo da 11
milioni e 300 mila euro,
dei quali 8,5 milioni
serviranno per lac-
quisto di immobili per
allocare uffci comunali
e dismettere canoni di
locazione, il resto per
manutenzione straordi-
naria di strade e edifci
scolastici, lacquisto di
arredi e ladeguamen-
to della scuola di via
Algeri a caserma della
polizia municipale. Se
la Giunta pensa di risol-
vere i problemi degli
uffici comunali con
lacquisto dellalbergo
di viale Scala Greca cre-
do sia un errore incal-
za Rodante In questo
momento avremmo bi-
sogno di una superfcie
di 8 mila metri quadrati
quando quellimmo-
bile ne potr garantire
la met. Sarebbe op-
portuno accendere il
mutuo per costruire un
nuovo edifcio anzich
rilevarne di vecchi e
abbandonati.
Il bilancio passa
in commissione
ma quante
polemiche
Il bilancio
inserito
al primo punto
del Consiglio
NIENTE DIBATTITO E LOPPOSIZIONE INCALZA
POLITICA
E stato inserito al primo punto
dellordine del giorno del prossimo
consiglio comunale il bilancio di pre-
visione 2014 del Comune di Siracusa.
La proposta della Giunta che pas-
sata in commissione Bilancio, stata
inserita dal presidente del consiglio
comunale, Leone Sullo, gi nella
prossima seduta del civico consesso.
Non detto, comunque, che ci sar
la discussione gi subito. E prevedi-
bile che vi siano gli emendamenti da
vagliare e quindi, sembra logico che
nella prossima seduta, quella di mer-
coled sera, largomento possa essere
incardinato per poi essere rinviato
a una prossima seduta. Al secondo
punto c largomento relativo alla
Le lamentele dei consiglieri
dellopposizione sono infondate.
Questa la replica da parte dell'asses-
sore comunale al Bilancio, Gianluca
Scrofani che ha partecipato ieri mat-
tina alla riunione della commissione.
Abbiamo trasmesso la proposta di
bilancio alla commissione gi da tre
settimane - spiega lamministratore
pubblico - E i consiglieri delloppo-
sizione hanno sempre fatto mancare
la loro presenza.
Sotto laspetto meramente tecnico,
lassessore ribatte alle osservazioni
della consigliera Vinci soprattutto
sotto laspetto del ritardo della pre-
sentazione dello strumento fnanzia-
rio di previsione, sostenendo che ab-
biamo dovuto tenere in considerazione
il quadro normativo di riferimento
mutato sempre fno a dieci giorni fa
per cui era praticamente impossibile
potere presentare la bozza del bilan-
cio in una data antecedente. Anzi, pa-
radossalmente, rispetto alle altre citt
siciliane, il comune di Siracusa il
pi attento e solerte nel presentare il
proprio strumento di programmazione
fnanziaria. Dobbiamo anche aggiun-
gere le diffcolt che abbiamo riscon-
trato nellallestire il bilancio e nel fare
quadrare i conti con i trasferimenti in
meno che ormai giungono dallo Stato
e dalla Regione Sicilia.
Infondate le lamentele
dellopposizione, bozza
trasferita da settimane
Lassessore Scrofani fa il punto anche
sul gettito delle tasse. Non vero che
abbiamo aumentato la pressione fscale
- dice - In tale contesto, infatti, dobbia-
mo inserire tasse che provengono dal-
lo Stato per somme che in buona par-
te dovremo trasferire allerario. Cos
come andata oltre ogni aspettativa il
pagamento della Tasi. Lassessore al
Bilancio fa riferimento anche alla logi-
ca della congruit. Non abbiamo pi
considerato 36 milioni di euro di cre-
diti inesigibili che ogni anno facevano
cassa virtuale ma di fatto mai esistiti
se non come entrate fttizie. Abbiamo
accantonato anche 20 milioni derivanti
da residui attivi.
Qui sopra, la consigliera Vinci, sotto, lassessore Scrofani.
25 OTTOBRE 2014, SABATO Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Il viadotto di Targia diventi la priorit per tutti. La struttura importante
come via di fuga dalla zona industriale e dalle aree commerciali. Si sostenga
con forza il lavoro di quanti si stanno impegnando a Palermo e si costringa il
governo regionale a sbloccare immediatamente le somme gi individuate.
Paolo Sanzaro, segretario generale della UST Cisl Ragusa Siracusa, torna a
richiamare lattenzione della politica sul viadotto in attesa di interventi da troppi
Sanzaro (Cisl): Il viadotto di Targia
sia la priorit per protezione civile
Nessuna intenzione
di acquisire lalbergo
Faremo un
bando per ca-
pire se vi si-
ano degli im-
mobili idonei
LASSESSORE SCROFANI SMENTISCE TUTTE LE VOCI IN CORSO
Non vi alcuna intenzione
da parte dellamministra-
zione comunale di acqui-
stare il Palace Helios Hotel
di viale Scala Greca per tra-
sformarlo in uffci comuna-
li. Secca la replica da parte
dellassessore al Bilancio,
Gianluca Scrofani, il qua-
le rispedisce al mittente le
indiscrezioni e tutte quelle
notizie che stanno circolan-
do in questo periodo attor-
no al mutuo che il Comune
avrebbe intenzione di ac-
cendere un mutuo per lac-
quisto dellimmobile.
Non capisco perch si fa
un gran parlare dellhotel
di viale Scala Greca - spie-
ga Scrofani - Noi abbiamo
sempre detto di volere ab-
battere se non addirittura
azzerare il costo derivante
dai canoni di locazione che
ammontano a 1 milione e
300 mila euro. Una cifra
che, chiss perch, viene
sempre sottovalutata e data
quasi per scontata quando
anche con queste manovre
che si persegue la spending
review e si fa una buona
amministrazione pubblica.
Il mutuo che intendiamo
accendere ammonta a 11
milioni e 300 mila euro, dei
quali 8 milioni e mezzo ser-
viranno per lacquisto di un
immobile che abbia le ca-
ratteristiche congeniali ad
ospitare gli uffci comunali.
Non abbiamo mai detto di
volere acquisire quellho-
tel ma di fare un bando per
reperire immobili da acqui-
stare in modo da svincolar-
ci da tutti gli afftti.
Lidea di massima quella
di realizzare un centro dire-
zionale, come da proposta
avanzata dal consigliere
Massimo Milazzo. Sareb-
be una risposta anche in
termini occupazionali per
le imprese e i lavoratori
edili siracusani - dice - Co-
struendo di sana pianta un
edifcio con le caratteri-
stiche di uffcio pubblico,
signifcherebbe anche non
destinare preziosi fondi a
una fnanziaria del Nord,
proprietaria dellimmobile
di viale Scala Greca, che
aveva acquisito lalbergo
a 6 milioni di euro per poi
rivenderlo a 8 milioni e
mezzo.
Insomma, si attende il ban-
do di pubblico interesse per
comprendere se vi siano
immobili in grado di sod-
disfare alle esigenze.
E stato previsto lo stan-
ziamento di un milione
di euro circa per ladatta-
mento di parte delledif-
cio scolastico di via Algeri
a comando della polizia
municipale di Siracusa.
La somma proverr da un
maxi mutuo che lam-
ministrazione comunale
ha annunciato di volere
accendere prossimamente
per lacquisto di un im-
mobile da adibire a uffci
comunali (vedi articolo
qui a fanco), eseguire
manutenzione straordina-
ria delle strade, acquisto
di arredi e interventi agli
edifci scolastici.
Il trasferimento della sede
dei vigili urbani un vec-
chio progetto che potreb-
be essere realt tra non
molto, se dovesse andare
in porto la decisione di
accendere il mutuo. Signi-
fcherebbe dare un segnale
forte alla cittadinanza e
soprattutto a un quartiere
diffcile come quello di
Mazzarrona. Il plesso
della Chindemi di via
Algeri spesso oggetto di
raid vandalici che potreb-
bero essere annullati nel
momento in cui si trasfe-
rir il presidio dei vigili
urbani. Si darebbe anche
una risposta in termini
di maggiore sicurezza in
quellarea e soprattutto
si libererebbero i locali
di via del Molo, naturale
sede dellistituto Nautico
di Siracusa, i cui studenti
frequentano al momen-
to nei locali ex Ipai di
propriet della Provincia
regionale di piazza dei
Matila, dove non possi-
bile effettuare le lezioni
pratiche, non essendo vi-
cino il mare come, invece,
lo nelledifcio di via del
Molo.
R.L.
Un milione
per trasferire
il comando
dei vigili
in via Algeri
Anche quest'anno abbiamo assistito
a continui rinvii, a livello nazionale,
del termine di deliberazione dei bilanci
comunali, dapprima prorogato al 28
febbraio, successivamente al 30 aprile
2014 e quindi al 31 luglio 2014. Viste
le richieste da parte dell'Associazione
Nazionale Comuni Italiani, vista la con-
fusione che regna sovrana sulle effettive
risorse fnanziarie disponibili, a causa
delle continue modifche nei criteri del
prelievo fscale, con Decreto Ministeriale
M5S: Residui attivi non sono certi
A PROPOSITO DEL RITARDO NELLA PRESENTAZIONE DELLO STRUMENTO
In foto, il Palace Helios Hotel abbandonato.
LA REPLICA DELLASSESSORE GIANLUCA SCROFANI
modifca al regolamento di polizia
mortuaria. Si dovrebbe parlare anche
di refezione scolastica con la pro-
posta avanzata nel settembre scorso
relativa al regolamento comunale di
funzionamento della commissione
mensa. Lultimo argomento in calen-
dario p la modifca del regolamento
per la gestione degli asili nido.
mesi. La ridefnizione del progetto, la sua approvazione in conferen-
za speciale di servizi, lindividuazione delle risorse ha sottolineato
Sanzaro sono fatti concreti. Sappiamo dellimpegno in commissione
Bilancio allArs dellonorevole Vinciullo che, come nello spirito del
tavolo riunito alla Cisl, si intestato un cantiere e sta seguendo la
pratica. Credo, per, che sia adesso indispensabile un moto di respon-
sabilit dello stesso governo regionale. Tocca a Crocetta fare in modo
che si sblocchino immediatamente le somme e si avvii lintervento a
Targia. Il viadotto unopera di protezione civile importantissima per
tutti gli operai della zona industriale.
del 18/07/2014, si proceduto ad un
ulteriore differimento al 30 Settembre
2014 per la deliberazione dei bilanci
di previsione 2014 degli enti locali.
Lintervento del movimento cinque
stelle che incalza: ASiracusa, si ben
oltre il termine previsto dalla legge. Si
ricorda che l'approvazione del Bilancio
di Previsione, entro il 30/09/2014, un
adempimento obbligatorio, indifferibile
ed urgente e che la mancata adozione del
documento comporta l'azione sostitutiva
dell'Assessorato Regionale alle
Autonomie Locali e della Funzio-
ne Pubblica, mediante la nomina
di un Commissario, che curi gli
adempimenti omessi dall'ente.
Chiediamo al Sindaco e all'As-
sessore al Bilancio se i residui
attivi, e quindi le entrate accertate
ma non ancora riscosse, possano
essere considerati certi o se si
debba considerarli residui incerti in
quanto giudizialmente controversi.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 25 OTTOBRE 2014, SABATO 25 OTTOBRE 2014, SABATO Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Lonorevole Vinciullo
ha perso l'ennesima occa-
sione di tacere. Io, a diffe-
renza sua, ho cominciato
a prestare il mio servizio
per lo Stato all'et di 16
anni, quale frequentatore
(a seguito di concorso su-
perato) della Scuola Mi-
litare Nunziatella di Na-
poli. Successivamente ho
frequentato l'Accademia
della Guardia di Finanza
per poi prestare servizio
quale uffciale della stes-
sa Guardia di Finanza ed
essere posto in congedo
defnitivamente in data 23
febbraio 2013 con il gra-
do di colonnello, ai sensi
della legge 6 agosto 2008,
nr. 133. In questi termi-
ni la replica del commis-
sario straordinario della
Provincia regionale di
Siracusa, Mario Ortel-
lo, alle dichiarazioni del
parlamentare regionale
Enzo Vinciullo che ave-
va rispedito al mittente la
proposta di un confronto
pubblico.
Capisco continua il
commissario Ortello - che
per un insegnante di let-
tere la matematica proba-
bilmente e' una materia un
po' ostica, ma invito l'O-
norevole Vinciullo a fare
In foto, il commissario della Provincia, Mario Ortello. Sotto, lon. Enzo Vinciullo
Il commissario Ortello
Altro ridicolo attacco
Sulla vicenda del servizio idrico nessuna deresponsa-
bilizzazione, quanto un lavoro alacre giorno e notte
CONTROREPLICA DEL COMMISSARIO ALLON. VINCIULLO
una semplice addizione
(magari avvalendosi di
una comune calcolatrice)
per capire che io sono sta-
to collocato in congedo
dopo 41 anni ed 1 mese
di contributi versati, frut-
to di 36 anni ed 1 mese di
servizio effettivo prestato
e di 5 anni di riscatto del
cosiddetto quinquennio,
previsto per legge per tut-
ti gli appartenenti alle for-
ze di polizia.
Quindi parlare di baby
pensionato ad un uomo
come me che andato in
pensione dopo aver ver-
sato 41 anni ed 1 mese di
contributi mi sembra l'en-
nesimo attacco ridicolo,
pretestuoso e fantasioso
dell'on. Vinciullo il qua-
le invitato, per il tratto
a venire, quanto meno a
documentarsi compiuta-
mente prima di lasciarsi
andare a simili commenti.
Quanto poi alle circo-
stanze citate dallOnore-
vole Vinciullo conclude
il Commissario Ortello
- e al suo invito a non
deresponsabilizzarmi,
in particolare, sulla que-
stione della gestione del
servizio idrico integra-
to, ricordo allo stesso
Vinciullo, di avere lavo-
rato alacremente, giorno e
notte con il Prefetto e con
i Sindaci dei Comuni per
dipanare la diffcilissima
matassa generata pro-
prio dalla famosa leggina
Se ha subito pressioni, li denunci
Anche sugli afftti faccia i nomi
All'ennesima e ingiustifcata invettiva del
Commissario, so tutto io, della ex Provin-
cia Regionale di Siracusa, faccio presente di
non essere disponibile, anche questa volta, a
rispondere ai saccenti e farneticanti baby pen-
sionati, soprattutto se maleducati e forniti di un
ego pressoch illimitato, tanto da considerarsi
legibus solutus. Lo dichiara lonorevole Vin-
cenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della
Commissione Bilancio e Programmazione
allAssamblea regionale siciliana.
Se il Commissario della ex Provincia di
Siracusa - incalza il parlamentare regionale
siracusano, che non ho mai incontrato, se non
in due occasioni in Prefettura, sempre alla pre-
ALTRO INTERVENTO DA PARTE DEL PARLAMENTARE REGIONALE
Pachino
Dipendenti
senza
stipendio
Il sindaco di Pa-
chino si adoperi
per rispettare le
norme e il diritto
alla retribuzione dei
dipendenti. Siamo
perfettamente co-
scienti delle norma-
tive che disciplinano
il lavoro; magari
il caso che il pri-
mo cittadino venga
messo a conoscenza
di quali obblighi
ricadono sul datore.
Nel caso specifco il
sindaco.
Questo il commento
del segretario gene-
rale della FP Cisl
territoriale, Daniele
Passanisi, e del-
la responsabile del
Dipartimento Enti
Locali, Letizia Ra-
gazzi, alle dichiara-
zioni del sindaco di
Pachino riguardo al
mancato pagamento
degli ultimi due sti-
pendi dei dipendenti
comunali.
Il sindaco, che
cerchiamo invano
da pi settimane,
hanno dichiarato
Passanisi e Ragaz-
zi ha detto che
impossibile versare
acconti ai dipenden-
ti sulla base delle
risorse di cassa. Vor-
remmo metterlo a
conoscenza di quan-
to previsto dalla
Legge in materia
di diritto alla retri-
buzione del lavora-
tore. Il legislatore,
inoltre, specifica
bene che lo stesso
dipendente si pu
rivalere trascorsi
20 giorni dalla sca-
denza e pu, inoltre,
rivalersi per danni
morali subiti dal ri-
tardo del pagamen-
to. I dipendenti del
comune di Pachino
attendono ancora da
due mesi con gravi
ripercussioni sulle
economie familiari.
Il sindaco dovrebbe
comprendere questo
e attivarsi per risol-
vere velocemente la
situazione.
Accordo Universit-Gdf
su accertamenti fscali
Nel piano
dintesa tra
lateneo e
il comando
provinciale
delle fam-
me gialle
di Siracusa
anche la cul-
tura
E stato siglato dal
Rettore dellUniver-
sit di Messina, prof.
Pietro Navarra e dal
Comandante del Co-
mando della Guardia
di Finanza di Siracusa,
Col. Antonino Spam-
pinato, un protocollo
dintesa per lo svolgi-
mento di accertamenti
fscali e attivit cultu-
rali nelle sedi staccate
dellAteneo a Noto e
Priolo.
Alla sigla dellac-
cordo erano presenti,
inoltre, per lUniver-
sit il prof. France-
sco De Domenico,
Direttore Generale
dellAteneo, il dott.
Pietro Nuccio, Diret-
tore della Direzione
Personale e Affari ge-
nerali dellUniversit
e i Presidenti del Con-
sorzio Universitario
Megara Ibleo di Priolo
Gargallo, Sebastiano
Caporale e del Con-
sorzio Mediterraneo
Occidentale di Noto,
Salvatore Cavallo, e
per la Guardia di Fi-
nanza i Comandanti
delle Compagnie di
Augusta e Siracusa,
Cap. Domenico Pelu-
so e Cap. Dario Bordi
e della Tenenza di
Noto, Ten. Alessandra
Falcone.
Laccordo nasce ha
detto il Rettore- per-
ch abbiamo la neces-
sit del supporto della
Guardia di Finanza
per i controlli fscali e
dare cos effcacia alle
scelte universitarie ma
un accordo che serve
anche da input per dare
una educazione alla
cultura della legalit
e contributiva ai nostri
giovani.
Il protocollo rappre-
senta, per la Guardia
di Finanza di Siracusa,
un importante mo-
mento di condivisio-
ne, con lUniversit
di Messina, dellesi-
genza di affrontare il
fenomeno delleva-
sione fscale in ambito
universitario. E stata
siglata una sinergia
tesa a realizzare unef-
fcace controllo sulla
veridicit delle dichia-
razioni fornite dagli
studenti che intendono
fruire delle prestazioni
agevolate previste dal-
la normativa vigente,
nonch ad appurare
leventuale evasione
dimposta da parte di
soggetti terzi, soprat-
tutto con riferimento
agli studenti fuori
sede.
Laccordo, che di-
sciplina lo scambio
di informazioni tra
lAteneo e la Guardia
di Finanza aretusea a
supporto delle attivi-
t dindagine, vuole
assicurare con que-
sta collaborazione la
tutela del diritto allo
studio.
In foto, la stipula
dellaccordo.
Uil Fpl:
Altamore
nel direttivo
HA PARTECIPATO AI LAVORI DEL CONGRESSO NAZIONALE DEL SINDACATO
Rinnovo delle ca-
riche al congresso
nazionale della Uil
Fpl svoltosi a Ta-
ranto. La siracusana
Gesualda Altamo-
re stata riconfer-
mata nel consiglio
nazionale generale,
per quello che rap-
presenta il secondo
mandato del diri-
gente aretuseo, gi
segretario provin-
ciale della stessa
categoria.
Sono stati giorni
formativi ha detto
durante i quali sono
stati ribaditi alcuni
concetti fondamen-
tali: su tutti abbiamo
voluto sgomberare
il campo che il pub-
blico sia la zavorra
del paese con il dito
puntato contro da
parte delle istituzioni
nazionali. E il Go-
verno che deve met-
terci nelle condizioni
di lavorare, perch
noi vogliamo solo
lavorare. Non c pi
spazio per la merito-
crazia, c una preca-
rizzazione selvaggia
nel pubblico impie-
go e c soprattutto
unet media del di-
pendente pubblico
che va sempre pi
verso lalto perch
non c possibilit di
ricambio. Insomma,
di questo passo, tut-
ti i servizi pubblici
saranno sempre pi
carenti, ma non per
colpa del pubblico.
Basti pensare alla
Polizia municipale,
al Servizio sanitario,
tutti enti dove non c
un ricambio genera-
zionale da anni.
Alla manifestazione
nazionale presente
anche il siracusano
Giuseppe Ferreri,
confermato coor-
dinatore regionale
dellArea informatica
e tecnica. Durante la
settimana congres-
suale sono poi stati
affrontati diversi altri
temi di portata nazio-
nale come la spesa
delle autonomie lo-
cali, i tagli ai servizi,
sempre meno perso-
nale e dunque inno-
vazione bloccata.
senza del Signor Prefetto di Siracusa, ha subito da
parte mia, attraverso segnali di fumo, pressioni di
qualsiasi natura, li denunci alle Autorit competen-
ti, altrimenti, se ci riesce, cerchi di impegnare in
modo differente il suo tempo, che sembra scorrere
inutilmente, e stia sereno perch il 31 ottobre alle
porte.
Sugli afftti, faccia nomi e cognomi, altrimenti,
ancora una volta, dimostra di parlare a vanvera e di
lanciare ipocrite ed infondate accuse - continua lo-
norevole Vinciullo -. Se qualcuno, che non sono io,
ha concluso lOn. Vinciullo, interessato a questa
sterile querelle, si colleghi con Linksicilia e avr
la risposta agli otto quesiti posti dal Commissario
scadente della ex Provincia Regionale di Siracusa.
pre elezioni europee
proposta da lui stesso e
dallOn. Cirone Di Mar-
co, ed approvata a mag-
gio del 2014, che nel san-
cire il proclamo populista
dellacqua pubblica ha
di fatto sentenziato il li-
cenziamento tout court
dei 140 lavoratori di Sai
8.
Ed anche per quel che ri-
guarda il prezioso monito
dellon. Vinciullo di fare
attenzione ai fondi statali
pari a 12 milioni di euro
da spendere sulledilizia
scolastica, sentiti i miei
dirigenti, ho rassicurato
e risposto prontamente
il 25 settembre che nes-
sun fnanziamento PON
FESR 2007/2013 sarebbe
andato perduto, e che il
crono-programma degli
interventi fnanziati su 15
scuole della nostra pro-
vincia era perfettamente
in linea con i tempi di re-
alizzazione previsti.
Quanto, infne, all'educa-
zione cui si riferisce l'o-
norevole Vinciullo devo
ribadirgli che ho avuto
dei genitori magnifci che
mi hanno inculcato oltre
l'educazione anche il sen-
so della giustizia, della le-
alt e dell'onore e non ho
certamente bisogno degli
insegnamenti di un uomo
che facendosi scudo del
suo incarico di parlamen-
tare regionale non perde
occasione di riversare il
suo astio e rancore nei
miei confronti con uscite
a dir poco fantasiose che
rasentano il ridicolo e che
mai hanno avuto il pregio
di evidenziare i veri moti-
vi che spingono lo stesso
Vinciullo ad attaccarmi.
di Concetto Alota
Il fenomeno degli
scarichi dei refui
di risulta di natura
artigianale, come
nel caso dell'autola-
vaggio di Augusta,
quindi oli bruciati,
solventi, scarti di la-
vorazione sia liquide,
sia polverose, diluite
nei gabinetti e nei la-
vandini di offcine e
carrozzerie, di gom-
misti, di elettrauto,
molto diffuso e non
la prima volta che le
forze dell'ordine "pe-
scano" con le mani
nel sacco qualche
gestore di attivit
connesse per le ripa-
razioni di auto o ar-
tigiani che lavorano
il ferro e l'alluminio.
Ma da sempre una
percentuale a dire il
vero bassissima. Si
tratta solitamente di
piccole quantit, ma
il danno ambientale
e pur sempre grave
perch gli impian-
ti di trattamento dei
refui fognari civili,
i depuratori cittadi-
ni, o il mare nel caso
della mancanza degli
impianti, non sono
destinate a ricevere
acque con inquinanti
derivati dal petrolio.
Tranne che nel caso
degli autolavaggi
dove la quantit da
smaltire di gran
lunga superiore. Ma
esiste anche il cattivo
vezzo di effettuare le
riparazioni in mezzo
alla strada, nei mar-
ciapiedi, ostruendo il
passaggio pedonale
o bloccando il tran-
sito veicolare, specie
in strade strette, o
parcheggiare in ma-
niera smodata auto e
moto in attesa della
riparazione o della
consegna al cliente,
o cataste di gomme
parcheggiate sulla
pubblica via e tanto
altro, tutte cose che
incidono sulla vita
di ogni giorno, del
vivere civile. C'
poi il fai da te, spe-
cie all'interno dei
cortili condominiali,
o nei rispettivi gara-
ge, dove il cambio
dell'olio effettua-
to in proprio, con la
regolare caduta del
lubrifcante bruciato
o degli scarti di ri-
parazioni fatte alla
Scarico rifuti pericolosi
Un fenomeno presente
e quelle leggi disattese
meglio, rimango-
no nell'asfalto o nei
marciapiedi. Vi una
sub cultura che non
tiene conto del pros-
simo, della civilt a
parole vantata; ma la
realt che siamo un
tantino incivile; cer-
to non vale per tutti,
ma la diffusione di
tale atteggiamento
non favorisce il buon
vivere nei condomi-
ni, sede di continui
litigi, e non mancano
nemmeno le occasio-
nali scuse per delle
scazzottate di remota
memoria, a volte con
feriti e tanto di am-
bulanza e polizia.
Quello che occorre
la cultura dell'arredo
urbano. Offcine e
laboratori artigianali
devono essere eli-
minate in tutte quel-
le situazioni, dove
la strada nella loro
ubicazione non con-
sente tale attivit,
creando un reale di-
sagio al vivere civile
della gente che abi-
tano nella zona. Ru-
mori, inquinamento
da gas di scarico,
prove delle moto con
marmitte rumorose
e delle auto in pieno
centro, non si posso-
no defnire vivere in
modo urbano; stessa
cosa per tutte le at-
tivit che si trovano
all'interno della cinta
urbana, ma che agli
effetti pratici non tro-
vano la condizione
logica e ideale per
continuare a operare;
di zona artigianale
si parla da tantissimi
anni, ma nella realt
non si fatto nulla.
Ci fu anni or sono
il tentativo da parte
dell'Amministrazio-
ne comunale di desti-
nare una zona, quella
di "Pantanelli", dove
era ubicata la sede
della Coca Cola, a
tal fne, ma, come
al solito, tutto fall e
l'idea rimase nel di-
menticatoio; anche
da parte di un im-
prenditore fu tentata
la lottizzazione da
destinare alle attivit
artigianali lungo la
strada per Canicattini
Bagni, nei pressi del-
lo svincolo autostra-
dale, dove si vuole
far nascere il nuovo
cimitero di Siracusa,
ma anche in quell'oc-
casione l'interesse di
artigiani, meccanici
e il resto fu freddo,
quasi assente, quindi
fall.
Nella nozione di ac-
que refue industriali,
rientrano tutti i rifuti
derivanti da attivit
che non attengono
disagio verso i citta-
dini nel dover sop-
portare le angherie, i
soprusi, di chi ha fat-
to della strada pub-
blica una zona pri-
vata, dove smontare,
montare, aggiustare,
inquinare il terreno,
le fogne, manovrare,
parcheggiare e via
dicendo, con un no-
tevole aggravio alla
vita quotidiana per
i residenti. Gi lex
comandante della
polizia municipale,
Enzo Miccoli, che
stato sostituito giorni
or sono, aveva ingag-
giato una campagna
in tal senso, almeno
cos si era espresso;
la speranza che il
nuovo comandante,
Salvatore Correnti,
che era il "vecchio",
prima dell'ex colon-
nello della guardia di
fnanza, Monteros-
so, si trovi d'accordo
con il programma del
suo ex collega a capo
della polizia urbana,
altrimenti l'augurio
di una buona cari-
ca di pazienza per
tutti quei cittadini
che si trovano ogni
giorno a combatte-
re con l'incivilt e la
cattiva educazione.
Altra condizione di
sub cultura, si trova,
nella fattispecie, sul
nostro pensiero po-
polare verso il cor-
po dei vigili urbani,
ora "Polizia locale",
dove troviamo an-
cora "branchi" di
cittadini fermi alla
vecchia regola che
voleva il vigile urba-
no una corporazione
territoriale, quindi
non specifcatamente
un corpo di polizia a
tutti gli effetti di leg-
ge.
Questo restar fuori
dalla funzione del
cittadino nel rispet-
to di una istituzione,
alla stregua delle al-
tre forze di polizia,
ammette una man-
canza culturale, un
voler insistere sulla
nostre forma-mentis
in forte ritardo con
la velocit del mon-
do; ma forse sem-
plicemente, come
spiegava lo scrittore
messinese , Scipio
di Castro, una mani-
festazione d'invidia
verso il conoscente,
ora diventato agente
di polizia.
al prevalente me-
tabolismo umano e
alle attivit domesti-
che, atteso che a tal
fne si rileva la sola
diversit del refuo
rispetto alle acque
domestiche. Con-
seguentemente ri-
entrano tra le acque
refue di natura in-
dustriali, provenienti
da attivit artigiana-
li e di prestazioni di
servizi. Alla luce di
tale principio deve
escludersi la quali-
fca di acque refue
domestiche a quelle
derivanti dalla lavo-
razione delle mac-
chine agricole e in-
dustriali) e n. 12865
del 24/03/2009 (Ud.
05/02/2009), secon-
do la quale le acque
di condensa dei fri-
goriferi utilizzati per
la conservazione di
prodotti ittici, non-
ch quelle prodotte
dal lavaggio dei lo-
cali e dei macchinari
sono acque refue in-
dustriali perch chia-
ramente non derivan-
ti dal metabolismo
umano e da attivit
domestiche. Ma nella
realt dei fatti nessu-
no rispetta tali norme
che il legislatore ha
messo in legge da
applicare.
Mancano i controlli
mirati, manca l'in-
teresse della polizia
locale di indirizzare
servizi d'indagini in
tale senso, perch il
fenomeno ben ce-
lato, nascosto all'oc-
chio del semplice
passare, ma di certo
non meno grave, spe-
cie ai fni di una situa-
zione di concorrenza
sleale; chi smaltisce
i refui a pagamento
ha un costo addizio-
nale rispetto a chi
disperde nella fogna
domestica oli brucia-
ti, benzina e additivi
sporchi per il lavag-
gio dei motori, o dei
solventi in carrozze-
ria, dell'acido nelle
offcine di elettrauto
e via dicendo. Le leg-
gi ci sono, cos come
i registri di carico
e scarico dei rifuti,
ma non sono rispet-
tate; quasi tutti gli
interessati sono certi
di non poter essere
"pescati". Mancano i
controlli mirati e gli
uomini e i mezzi, ma
soprattutto la cultura
della legalit.
Non c' mai stata la
volont politica di
procedere verso la
legalit nel comparto
per motivi politici-
elettoralistici, clien-
telari; ma di contro
si avverte un grave
Esiste an-
che il cattivo
vezzo di ef-
fettuare le ri-
parazioni in
mezzo alla
strada, nei
marciapiedi,
ostruendo il
passaggio
pedonale o
bloccando il
transito vei-
colare
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 25 OTTOBRE 2014, SABATO
Scarico di rifuti da
autolavaggio.
25 OTTOBRE 2014, SABATO Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Parte anche a Siracusa
la campagna dellAsp
contro linfuenza
SARANNO SOMMINISTRATI I VACCINI
Da luned prossimo avr
inizio la campagna di
vaccinazione antinfluen-
zale. Pronta la macchina
organizzativa dellAsp di
Siracusa. Il vaccino sar di-
sponibile negli ambulatori
dei medici di famiglia e nei
centri vaccinali della pro-
vincia di Siracusa a partire
dal prossimo 3 novembre e
sino al 31 gennaio 2015.
Anche questanno pre-
vista la somministrazione,
insieme con lantinfuenza-
le, del vaccino antipneumo-
coccico per tutti coloro che
si trovano in condizione di
maggiore rischio.
Il direttore generale dellA-
sp di Siracusa Salvatore
Brugaletta auspica una
massiccia adesione alla
vaccinazione sia della po-
polazione che del personale
sanitario e parasanitario
delle strutture pubbliche
e private: Le percentuali
altre malattie metaboliche,
da malattie renali, linfo-
proliferative, neoplasie, da
malattie che comportino
immunosoppressione, ma-
lassorbimento intestinale,
malattie neuromuscolari,
patologie per le quali sono
programmati importanti
interventi chirurgici. Il vac-
cino verr somministrato
gratuitamente, inoltre, alle
donne nel secondo o terzo
trimestre di gravidanza, ai
ricoverati in strutture per
lungodegenti, a medici e
personale sanitario di as-
sistenza, a soggetti addetti
a servizi pubblici di pri-
mario interesse collettivo,
a personale che per motivi
occupazionali a contatto
con animali che potrebbero
costituire fonte di infezione
da virus infuenzali non
umani. Il direttore del Ser-
vizio di Epidemiologia Ma-
ria Lia Contrino rassicura la
popolazione sulla sicurezza
dei vaccini offerti e sotto-
linea come, Insieme alle
principali misure di igiene
e protezione individuale, la
vaccinazione antinfuenza-
le rappresenti il principale
strumento di prevenzione:
Il vaccino, tra laltro,
rappresenta unarma eff-
cace - sottolinea Maria Lia
Contrino - nei confronti di
una patologia che se tra-
scurata e se coinvolge sog-
getti con condizioni fsiche
particolari con riduzione
della risposta immunitaria
o con importanti patologie
a rischio, pu avere anche
esiti gravi in termini di
morbosit e di letalit.
Le raccomandazioni sono
sempre le stesse: evitare
posti sovraffollati, lavarsi
le mani se a contatto con
soggetti malati, rispettare le
condizioni minime igienico
sanitarie.
Nascondeva in casa oltre mezzo chilo di
marijuana e per tale motivo fnito in ma-
nette. Sono stati i poliziotti delle Volanti
della Questura di Siracusa, a effettuare nel
pomeriggio di ieri, un controllo su strada nei
confronti di due passeggeri di unautovet-
tura.
I due malcelavano un certo nervosismo ed i
poliziotti operavano una perquisizione che
consentiva di rinvenire a bordo dellauto-
Nascondeva in casa 600 grammi
Arrestato dai poliziotti
vettura una piccola quantit di marijuana.
I due uomini venivano condotti in Questura
per gli adempimenti del caso e, presso le ri-
spettive abitazioni, venivano effettuate delle
perquisizioni domiciliari. A casa di Carmelo
Pugliara di 40 anni, tratto in arresto e sottopo-
sto ai domiciliari per detenzione ai fni dello
spaccio di stupefacenti, venivano rinvenuti e
sequestrati in totale 600 grammi di marijuana,
una bilancia elettronica ed un bilancino.
IN MANETTE FINISCE UN QUARANTENNE SIRACUSANO
di copertura dellanno
scorso spiega il direttore
generale hanno registra-
to valori inferiori a quelli
fssati dai Piani sanitari
regionale e nazionale che
sono attestati ad almeno il
75 per cento. Una ridotta
adesione comporta una alta
incidenza di infezione che
si ripercuote non soltanto
sul singolo paziente ma
anche sullintera colletti-
vit in termini di giornate
di ricovero, prescrizione di
farmaci, giornate di assen-
za dal lavoro.
Il vaccino offerto atti-
vamente anche a tutto il
personale sanitario e pa-
rasanitario delle strutture
pubbliche e private nonch
a tutti i soggetti ricoverati
nei presidi ospedalieri
aziendali e nelle case di
cura private operanti nel
territorio di competenza:
Oltre a salvaguardare la
salute individuale prose-
gue Salvatore Brugaletta
- la vaccinazione ha il du-
plice scopo di proteggere i
pazienti con cui gli operato-
ri sanitari possono venire a
contatto ed ai quali possono
trasmettere linfezione. Per
tale ragione necessario
che vengano promosse
attivamente, ed in questo il
ruolo dei medici di famiglia
e dei medici competenti
dellAzienda indispen-
sabile, tutte le iniziative
di comunicazione ritenute
idonee ad incrementare
ladesione alla annuale
campagna di vaccinazione
contro linfuenza.
Destinatari della vaccina-
zione sono gli anziani di
et superiore a 64 anni, i
bambini oltre 6 mesi e gli
adulti affetti da patologie
croniche a carico dellap-
parato respiratorio, cardio-
circolatorio, da diabete e
In alto, vaccino antinfuenzale.
I carabinieri lo hanno sorpreso fuori dalla sua
abitazione, in quanto agli arresti domiciliari,
intento a trattenersi con alcune persone di sua
conoscenza. I militari delarma della Stazione
di Ortigia lo hanno tratto in arresto, nella
Evasione
dai domiciliari
Riarrestato
PROTAGONISTA DELLA VICENDA UN DICIANNOVENNE ARETUSEO
fagranza del reato di evasione, Gianclaudio
Assenza, 19enne siracusano con precedenti
di polizia. Il giovane si trova ai domiciliari
dallo scorso 6 ottobre essendo uno dei cinque
soggetti tratti in arresto durante loperazione
Vicolo Cieco condotta dai Carabinieri di
Ortigia per smantellare un gruppo dedito alla
commissione di furti nel centro storico. Il
giovane dovr anche rispondere di minaccia a
pubblico uffciale poich durante il controllo,
al fne di far desistere i militari dal procedere
allarresto, inveiva nei loro confronti minac-
ciando di aggredirli fsicamente e prospettando
futuri danni nei loro confronti. I militari della
Stazione di Ortigia hanno nuovamente sottopo-
sto il giovane alla medesima misura restrittiva. Sopra, Gianclaudio Assenza.
25 OTTOBRE 2014, SABATO Sicilia 9 SOCIET
Emergency festeggia
20 anni di attivit
I volontari
del gruppo
di Siracusa
allestiranno
un banchet-
to informati-
vo insieme
ai medici
e agli ope-
ratori
del Polibus
In tutta Italia la giornata nazionale del tesseramento.
Oggi in Ortigia in Largo XXV luglio a partire dalle 16
Iniziati ieri i lavori di ade-
guamento delle barriere
architettoniche di Palazzo
Casaccio al piano terra e
al piano primo. Verranno
adeguati i servizi igienici di
entrambi i piani, gli accessi
e dotata la scala di servo-
scala per l'accesso dei disa-
bili. Sar anche sistemata la
pavimentazione della sala
Palazzolo. I lavori saran-
no ultimati entro Natale,
fno alla fne dei lavori la
biblioteca comunale sar
chiusa al pubblico. E' volont
dell'amministrazione destina-
re il piano terra al centro diur-
no per disabili.
Non tollerabile, infatti, che
ad oggi il centro diurno per
disabili sia allocato in un edi-
fcio privato.
Nel frattempo, ottenuto il co-
modato d'uso gratuito del pia-
no terra di Palazzo Raieli,
volont dell'amministrazione
provvedere, a breve, alla puli-
zia dei locali dello stesso per
il trasferimento della bibliote-
Al via i lavori per le barriere
architettoniche
di Palazzo Casaccio
ca comunale in piazza.
La biblioteca comunale po-
tr, cos, usufruire di spazi
pi grandi e luminosi, di un
accesso diretto dalla piazza,
di una sala per incontri cul-
turali e conferenze, oltre allo
splendido cortile del palazzo
che potr essere utilizzato nel
periodo estivo per convention
ed incontri culturali e musi-
cali.
Palazzo Raieli confermer
cos la sua destinazione di Pa-
lazzo della cultura.
SAR ANCHE SISTEMATA LA PAVIMENTAZIONE
Emergency, la
onlus fondata
da Gino Strada
per offrire cure
medi co-chi rur-
giche gratuite e
di elevata qualit
alle vittime del-
le guerre, delle
mine antiuomo
e della povert,
compie ventan-
ni e festeggia in
tutta Italia con la
giornata naziona-
le del tesseramen-
to. A Siracusa,
lappuntamento
sabato 25 ottobre
in Largo XXV lu-
glio a partire dalle
ore 16:00. I vo-
lontari del grup-
po di Siracusa
allestiranno un
banchetto infor-
mativo insieme ai
medici e agli ope-
ratori del Polibus
per presentare
la nuova tessera
2015 e fare co-
noscere le attivi-
t umanitarie e le
iniziative dellas-
sociazione. Sia-
mo orgogliosi di
far parte di questa
grande famiglia
spiega la coordi-
natrice di Emer-
gency Siracusa
Donatella Crucitti
. Emergency
da ventanni cura
gratuitamente le
vittime di guerra,
opera in tantis-
simi paesi (Su-
dan, Afghanistan,
Iraq, Repubblica
Centroafricana,
Sierra Leone,
Cambogia) dove
ha costruito ospe-
dali, centri chirur-
gici, centri di ria-
bilitazione, centri
pediatrici, posti
di primo soccor-
so, centri sanitari,
un centro di ma-
ternit e un centro
cardochirurgico,
prestando cure a
pi di 6 milioni di
persone. Negli
ultimi anni, Emer-
gency ha lanciato
il Programma Ita-
lia che rivolto
ai migranti, agli
stranieri, ai pove-
ri, anche italiani
che spesso non
hanno accesso
alle cure di cui
hanno bisogno
per scarsa cono-
scenza dei propri
diritti, diffcolt
linguistiche, inca-
pacit a muoversi
all'interno di un
sistema sanitario
complesso. Da
due anni Emer-
gency prosegue
Crucitti - lavora
quotidianamen-
te a Siracusa
prestando assi-
stenza medica di
base ai migran-
ti sbarcati sulle
nostre coste e ai
minori stranieri
non accompa-
gnati di Augusta,
Portopalo e
Priolo. Il nostro
un invito a chi
gi un sostenitore
e a chi, incurio-
sito dalle nostre
attivit, voglia
contribuire con
una donazione o
diventare volon-
tario dellassocia-
zione.
Coltraro:
un progetto
politico
per la citt
di Augusta
Unit di intenti e
operativa tra Sal e
Articolo 4, un pro-
getto politico per
la citt di Augusta
e contenimento
della pressione f-
scale nel comune
megarese.
Sono stati questi
i temi dell'incon-
tro con gli organi
di informazione
dellon. Coltraro,
alla presenza del
coordinatore pro-
vinciale di Artico-
lo 4 Salvo Sorbello
e di quello cittadi-
no, di Siracusa,
Gaetano Penna.
Ho aderito al
gruppo di Artico-
lo 4 all'Assemblea
Regionale - affer-
ma l'on. Coltraro
- perch condivido
la proposta di un
soggetto modera-
to, vicino le esi-
genze reali della
gente. Sal e Arti-
colo 4 avanzeran-
no delle proposte
concrete per la so-
luzione dei proble-
mi delle famiglie
e delle imprese,
nel passato troppo
spesso trascurate.
Abbiamo avvia-
to anche un serio
percorso per arri-
vare alle elezioni
amministrative di
Augusta con una
coalizione vin-
cente, in grado di
far uscire la citt
da una situazio-
ne molto diffcile,
in cui si trova da
svariati anni e per-
ch questo si ve-
rifchi - prosegue
lon. Coltraro -
indispensabile che
venga limitata la
pressione fscale
che appare attual-
mente a livelli in-
sostenibili. Tasi e
Tares devono esse-
re graduate e non
costituire macigni
pesantissimi per il
futuro dei cittadini
augustani.
Nelle foto,
la locandina.
ATTUALITA' 8 Sicilia 25 OTTOBRE 2014, SABATO
In foto,
M.llo maggiore
Giuseppe De Melio
Non sempre fa-
cile poter parlare
del proprio padre
e della straordi-
naria impresa di
cui fu protago-
nista indiscus-
so durante la 2'
guerra mondiale.
La fgura di De
Melio Giuseppe
trova riscontro
anche nell'arma
della polizia di
Stato come M.llo
maggiore di ps
in cui per lungo
tempo si mise in
luce come fgura
simbolo e rap-
presentando per
tutti i suoi colle-
ghi punto di ri-
ferimento e guida
carismatica.
Nato a Catania il
25/10/1919 in un
quartiere posto
nelle vicinanze
della stazione fer-
roviaria, da umile
famiglia, sin da
ragazzo dimostr
virt nuotatorie
non comuni, che
lo portarono ad
eccellere in sva-
riate gare di nuo-
to organizzate.
Arruolato nella
2' guerra mon-
diale come mar,
venne imbarcato
nel cacciatorpe-
diniere CARLO
MI RABELLO,
caccia destinato
a scortare i con-
vogli mercanti-
li lungo la rotta
che andava dalla
allora Iugoslavia
alla Grecia. E'
durante una delle
missioni a cui il
possente caccia
era destinato che
si compie quella
straordinaria im-
presa per cui il
M.llo Giuseppe
De Melio viene
ricordato, impre-
sa che ormai fa
parte della storia.
Era appena l'alba,
le 6,30 del mat-
tino e il caccia
velocissimo trac-
ciava il mare, per
soccorrere una
nave mercantile,
quando impatt
contro alcune
Il ricordo di un Eroe
Oggi ricorre lanniversario
della sua nascita
mine che erano
state dissemina-
te da poco tempo
da un dragamine
inglese. A segui-
to dell'impatto
,esplodendo tut-
ta la parte pro-
diera il caccia
incominci ad
affondare. Nono-
stante gli sforzi
dei superstiti, il
caccia affond
dopo alcune ore.
L'impatto avven-
ne in vicinanza
della costa greca
nei pressi di capo
dukato.
Il M.llo Maggio-
re della polizia di
stato, De Melio
Giuseppe, allo-
ra giovane di 22
anni, con grande
sprezzo del peri-
colo, lanci alcu-
ni salvagente pri-
ma di lanciarsi in
mare, raggiunse
alcuni commili-
toni che stavano
annaspando in
acqua, li circon-
d avvolgendoli
in un cerchio e
legate le ciam-
belle di salvatag-
gio, trascin ben
12 marinai che
nel frattempo si
erano aggrappati
ai salvagente.
Cos facendo
allontan quei
compagni ,che
rischiavano di
scomparire tra
i futti, di quel
tanto suffciente
da non essere ri-
succhiati al mo-
mento dell'ina-
bissamento della
nave. L'eroico De
affancavano in
molteplici inda-
gini investiga-
tive. Per la sua
eroica impresa il
maresciallo De
Melio, viene in-
signito dal mini-
stero della difesa
con due medaglie
d'argento e au-
torizzato a por-
tare un nastrino
con 3 medaglie
d'argento. Per il
suo leggendario
percorso e per i
meriti acquisiti
anche in polizia,
nel 2002 gli vie-
ne conferito il
titolo al merito
della Repubbli-
ca, di "Commen-
datore della Re-
pubblica". Molti
riconoscimenti
gli sono stati at-
tribuiti, nel gen-
naio del 2012,
gli stata de-
dicata un targa
presso gli uff-
ci della procura
della Repubblica
di Siracusa, alla
presenza di nu-
merosi magistrati
e numerosi espo-
nenti dell'autori-
t cittadine. Lo
scrivente fglio
ha dedicato al
padre l'associa-
zione De Melio
Giuseppe -eroe
di guerra. Non
va dimenticato lo
slargo De Melio
Giuseppe M.llo
di Ps., posto nel
viale Scala Greca
angolo via Nas-
siria. Non vanno
dimenticati come
associazioni di
Volontariato qua-
li la Gesul e la
Fidca abbiano
assunto la testa-
ta onorifca del
M.llo De Melio
Giuseppe eroe
di guerra. Non
va dimenticato
che oggi, ricor-
re l'anniversario
della nascita di
un eroe.
Il fglio
Avv. De Melio
Angelo
Melio Giuseppe,
poi part a nuoto
per raggiunge-
re la costa greca
che raggiunse
dopo molte ore
e in serata. Da l
la ricerca di aiuto
e il soccorso gre-
co non tard cos
che la vita dei 12
naufraghi raccol-
ti in un cerchio
di salvagente fu
salva.
Entrato a far par-
te della polizia
di stato sin dal
1947 divenne col
tempo e sempre
a Siracusa in cui
ha prestato servi-
zio ininterrotto,
fno ad assumere
il grado di M.llo
Maggiore di p s.,
fgura carismati-
ca e di esempio
per tutti quelli
che si arruola-
vano nella poli-
zia di stato e lo
Arruolato nella 2'
guerra mondiale
come mar, ven-
ne imbarcato nel
cacciatorpediniere
CARLO MIRABEL-
LO, caccia destinato
a scortare i convogli
mercantili lungo la
rotta che andava dal-
la allora Iugoslavia
alla Grecia
Presentazione Alla scoperta
dellEcomuseo Siracusano
Il prossimo marted al via la
presentazione del progetto Alla
scoperta dell'ecomuseo siracusa-
no, realizzato da questo Servizio
Turistico Regionale di Siracusa e
fnanziato dall'Assessorato Regio-
nale Turismo.
Il progetto prevede la realizzazione,
dal 31 ottobre al 7 dicembre, di n.
18 tour, con sei percorsi temati-
ci, che interessano il territorio di
Siracusa e provincia, e che saranno
offerti gratuitamente ai turisti che
soggiorneranno almeno una notte
nelle strutture ricettive di Siracusa
aderenti alliniziativa.
La fnalit dell'iniziativa quella
di espandere le attivit turistiche,
aumentando i fussi in un periodo
di bassa stagione. Il progetto re-
alizzato con il supporto tecnico di
Siracusa Turismo e la collaborazione
del Comune di Siracusa, del Comune
di Canicattini, del Comune di Ferla
e del Comune di Pachino, nonch
della Soprintendenza ai Beni Cultu-
rali, della Cooperativa Syrako, delle
Associazioni di categoria e degli
albergatori, oltre, naturalmente, alle
strutture ricettive aderenti.
La Conferenza Stampa, di presenta-
zione del progetto, si terr giorno 28
ottobre 2014 alle ore 10,00 presso la
Sala Giunta della Camera di Com-
mercio di Siracusa, con la presenza di
tutti i partner aderenti alliniziativa.
Cna GIoVanI
Un giovane
palazzolese
ambasciatore
deccellenza
dolciaria
del territorio
Il raggruppamento dei
Giovani Imprenditori
di CNA Siracusa espri-
me un grande ap- prez-
zamento per i risultati
ottenuti dal giovane
pasticcere palazzolese
Vincenzo Monaco, f-
glio darte e protagoni-
sta nella nota azienda
di famiglia la Pasticce-
ria Corsino appunto di
Palazzolo. La sua pre-
senza da diverse set-
timana nella competi-
zione culinaria in onda
dal luned al venerdi su
RaiUno denominata I
dolci dopo il tigg sta
rappresentando motivo
di orgoglio per lintero
territorio e da lustro ad
una delle tradizioni pi
apprezzate della pro-
vincia di Siracusa, larte
pasticcera di Palazzolo
Acreide.
Vincenzo presente
nella trasmissione da
ormai 5 settimane e
questa sua performan-
ce sta, inevitabilmente,
dando lustro ad un pez-
zo di eccellenza della
nostra comunit.
Queste esperienze ci
piacciono molto per-
ch raccontano di una
generazione di giovani
che si rimbocca le ma-
niche e guarda con co-
raggio al domani. Una
buona rappresentazione
di quanto forti siano i
valori e le tradizioni di
un territorio che pu
avere ampi margini di
competitivit sfruttando
le proprie eccellenze.
Lesperienza di Vin-
cenzo, pur legata ad un
programma televisivo,
una bella esaltazione
di questi principi che si
legano a doppio flo con
le bellezze del territo-
rio ed una propensione
allaccoglienza che va
alimentata e miglio-
rata sempre pi.
Lavv. Alessandro Cot-
zia, consigliere circoscri-
zionale Tiche (NCD), in-
terviene sulla delibera di
Giunta del 23.10.14, con
la quale stata decisa la
soppressione di tutte le
circoscrizioni, ad eccezio-
ne di Belvedere e Cassibi-
le.
La giunta comunale,
come preannunciato su fa-
cebook dal sindaco Garoz-
zo, ha dunque deliberato
la soppressione di tutte le
circoscrizioni aretusee, ad
eccezione di Belvedere e
Cassibile.
Cos stato deciso, no-
nostante il fortissimo dis-
senso, manifestato a gran
voce da tutte le realt del
decentramento siracusano.
Con tale atto, il sindaco
Garozzo riuscito a tradi-
re praticamente tutti, com-
preso se stesso. Ha tradito
i suoi consiglieri circoscri-
zionali, eletti e non eletti,
che appena l'anno scorso
lo hanno sostenuto con
grande fermezza e convin-
zione nella competizione,
poi dallo stesso vinta.
Ha tradito il suo pro-
gramma amministrativo,
In foto, lavv. Alesandro Cotzia.
Dissenso manifestato
a gran voce da tutte le realt
Il sindaco ha dunque deliberato la soppressione di tutte
le circoscrizioni aretusee, ad eccezione di Belvedere e Cassibile"
LO AFFERMA IL CONSIGLIERE DI CIRCOSCRIONE TICHE, COTZIA
dove si fa espresso riferi-
mento all'importanza del
decentramento, al poten-
ziamento delle circoscri-
zioni ed alla volont di at-
tribuirgli maggiori poteri,
fondi e funzioni. Ha tradi-
to tutti quei suoi elettori,
convinti dell'importanza
del decentramento, che in
buona fede abbiano fatto
affdamento su tali propo-
siti.
Ha tradito perfno se
stesso, smentendosi e sbu-
giardandosi, in quanto ha
dimostrato con i fatti di
non credere a quanto lo
stesso diceva nella scorsa
consiliatura - da consiglie-
re comunale in carica - al-
lorquando, evidentemente
per un tornaconto eletto-
rale di natura personale e
per mero spirito di oppo-
sizione all'allora ammini-
strazione di centrodestra,
dichiarava - da capogrup-
po del PD - di credere
talmente tanto nelle cir-
coscrizioni da proporre -
come, poi, effettivamente
votato dal consiglio co-
munale - il riconoscimen-
to di un potere di spesa dei
consigli circoscrizionali,
mediante l'attribuzione di
somme pari all'1,5% delle
spese ordinarie.
Ebbene, proprio perch il
sindaco Garozzo ha tradito
tutti, a mio avviso merita
di essere immediatamente
abbandonato da tutti colo-
ro che, da tale tradimento,
si sentano offesi, umiliati
e delegittimati.
Invito, dunque, tutti i
colleghi consiglieri circo-
scrizionali di Siracusa, ap-
partenenti a gruppi politici
che attualmente sostengo-
no il sindaco Garozzo,
ad abbandonare i relativi
gruppi consiliari, qualora
siano in disaccordo con
la decisione adottata dalla
Giunta comunale. Fac-
ciano ci, per pretendere
rispetto per l'istituzione di
cui sono componenti, ma
anche per far valere la loro
dignit personale e politi-
ca, di certo non inferiore a
quella del sindaco Garoz-
zo e dei suoi assessori.
MARTED 28 OTTOBRE 2014 ORE 10, SALA GIUNTA, CAMERA DI COMMERCIO
25 OTTOBRE 2014, SABATO Sicilia 11 SOCIET
In questi anni si sono
posti nella citt se-
gni di condivisione:
dal Centro di ascolto
cittadino oggi colle-
gato a Centri di aiuto
in quasi tutte le par-
rocchie - alla Casa don
Puglisi per mamme e
bambini con diffcolt
familiari e sociali (che
in questi giorni com-
pie ventiquattro anni);
dal cantiere educativo
Crisci ranni con cui
si ripensa la citt a
partire dalla cura dei
ragazzi e dei giovani
al Portico di Betsai-
da, rete di case per la
pronta accoglienza.
Sono segni in cui
laccoglienza avvie-
ne nella relazione, e
proprio per questo ci
sono momenti in cui
ci si accorge che le
situazioni sono cos
gravi che si resta im-
potenti e si rischia la
paralisi. Ma chi ama
non pu arrendersi!
Anche nelle famiglie,
nelle scuole e nelle
parrocchie se si
attenti ci sono mo-
menti in cui si avverte
che qualcuno si sta
perdendo e spesso,
dopo tanti tentativi,
si resta incapaci di
capire cosa si pos-
sa fare. Ci sono poi
drammi crescenti per
mancanza di lavoro.
Ci sono tante situa-
zioni di sofferenza
insostenibili: anziani
abbandonati, immi-
grati che hanno visto
o subito tanta violenza
nella loro ricerca di
una vita migliore, gio-
vani in cerca di senso
che come diceva
don Pino Puglisi - se
non trovano mani ac-
coglienti, rischiano di
sfracellarsi. Ancora
una volta, non ci si pu
arrendere. Ecco, per-
ch con trepidazione
ma anche con convin-
zione, la Caritas dio-
cesana pone un segno
che attraversa tutti gli
altri: la preghiera per
la citt e per quanti
fanno pi fatica. Una
preghiera di inter-
cessione per portare
davanti al Signore tutti
i poveri, e in partico-
lare le situazioni pi
difficili, e una pre-
ghiera di adorazione
per ritrovare sempre
pi nelleucaristia la
forma del dono senza
misura come cifra
della carit evangeli-
ca. Cos, ogni ultimo
venerd del mese ad
iniziare da venerd 31
ottobre al cantiere
educativo Crisci ranni
di Modica, nellarea
attrezzata Padre Ba-
sile, alle ore 18 sar
celebrata la Messa
per la citt presieduta
dallassistente della
Caritas diocesana don
Manlio Savarino, pro-
lungata fno alle 19,30
nelladorazione euca-
ristica. La preghiera
sembra opportuno
sottolinearlo non
unevasione dalla vita,
ma la vita riportata
al Signore della storia,
per sempre pi risco-
prirsi sua famiglia in
cui i poveri sono suoi
prediletti (e Lui resta
accanto ad ognuno!)
e noi pregando, in
Lui, scrutiamo le sue
vie e rinnoviamo le
nostre responsabilit
fraterne.
Maurilio Assenza
Direttore della
Caritas diocesana
SOCIET 10 Sicilia 25 OTTOBRE 2014, SABATO
Modica. Cantiere educativo
Crisci ranni, ogni ultimo venerd
Preghiera di
intercessione
per la citt: per
portare davanti
al Signore
quanti ci sono
affdati nelle cure
educative e so-
ciali e ritrovarci
unica famiglia
In foto, foto concesse
dalla Caritas.
Al via il progetto a Siracusa
One Question dellANDDOS
Sopra, Stefano D'Agnese, Marco Canale, Antonio Bubici.
Tutto pronto per l'atteso convegno Noi vs
HIV che si svolger nel pomeriggio a Siracusa
alle ore 16.30 presso l'ex chiesa dei Cavalieri
di Malta: verranno affrontati temi di assoluta
importanza ed attualit come le malattie ses-
sualmente trasmissibili, con le problematiche
legate alla prevenzione, grazie alla presenza
di illustri relatori. Il ricco programma della
giornata si concluder con il Candlelight,
un corteo che si snoder con una faccolata
per le vie del centro storico siracusano, per
onorare tutte le persone morte a causa dell'Aids
ed a richiamare l'importanza della societ nel
sostegno alle persone sieropositive.
Il convegno organizzato dall'Arcigay di
Siracusa del presidente Armando Caravini,
con il patrocinio del Comune di Siracusa (sa-
ranno presenti il Sindaco Giancarlo Garrozzo
e l'assessore alle Pari Opportunit, Silvana
Gambuzza), dalla Consulta Civica del pre-
sidente Damiano De Simone, dalla Consulta
Giovanile del presidente Marco Zappulla,
dall'Associazione Nazionale ANDDOS che
sar rappresentato dal presidente Mario Marco
Canale, da Stefano D'Agnese (Coordinatore
Progetti Salute) e dall'avvocato Antonio
Bubici (presidente del Collegio dei Garanti).
Sul tavolo dei relatori si alterneranno anche la
dott.ssa Antonina Franco (Ospedale Umberto
I), la psicologa Maria Vittoria Zaccagnini e
la giornalista, oltre che nota consigliera co-
munale di Milano, Rosaria Iardino.
Particolare attesa riposta sull'intervento dei
vertici dirigenziali dell'ANDDOS, Associa-
zione Nazionale operante contro le discrimina-
zioni da orientamento sessuale (ben 61 circoli
in tutta Italia con un numero impressionante di
iscritti, arrivato a quota 109.900): verr, infatti,
presentato in esclusiva, dal responsabile dei
Progetti Salute ANDDOS, Stefano D'Agnese,
l'importante ed innovativo progetto One
Question sul tema dell'informazione, della
prevenzione e della consulenza medica sulle
malattie sessualmente trasmissibili.
L'impegno quotidiano dell'ANDDOS
spiega il presidente Mario Marco Canale
quello contro ogni forma di discriminazione
per affermare diritti e libert di tutta la comu-
nit LGBTI, la cui realizzazione passa inevi-
tabilmente attraverso alla lotta ai pregiudizi
ed al razzismo diffusi nella societ. Il nostro
obiettivo quello di favorire la costituzione
di circoli privati, ricreativi e culturali, club,
associazioni per garantire ai nostri associati
ambienti sicuri dove condividere esperienze
attraverso il confronto, partecipare alla vita
sociale della comunit, affermare liberamente
il proprio orientamento sessuale, avere so-
prattutto consulenze mediche e psicologiche
gratuite.
LosserVatorIo
Riqualifcazione Pantanelli
trentanni di parole al vento
Manca il presupposto fondamentale: una zona artigianale per insediarvi i piccoli opifci da trasferire
Sotto, il titolo la sede dellAeronautica. Sopra, via Elorina
zona ex Spero, in alto, zona mercato ortofrutticolo.
SOGNANDO UN LUNGOMARE PER QUESTA CITT DI MARE
di Salvatore Maiorca
Non senza dif-
ficolt, un passo
dopo laltro, vanno
avanti i lavori di ri-
qualifcazione delle
banchine del Porto
Grande. E intanto
si lavora al progetto
defnitivo del por-
to turistico Spero.
Quel che ancora
manca una volont
seria dellammini-
strazione comunale
di progettare e rea-
lizzare un lungoma-
re che congiunga il
molo SantAntonio
alla riserva Ciane-
Saline. Come al so-
lito, in questa citt e
in questa provincia i
privati, pur tra mille
diffcolt, qualcosa
provano a farla,
la mano pubblica
invece sta ferma;
anzi, se si muove,
fa danni.
Oltre tutto un in-
tervento del genere
significherebbe il
definitivo risana-
ce nulla si muove.
Soprattutto non si
muove lammini-
sto essenziale per
un intervento del
genere infatti la
di una zona artigia-
nale attrezzata, age-
volmente raggiun-
gibile, nella quale
trasferire tutti quei
piccoli opifci che
via sono andati sor-
gendo sulla fascia a
mare dei Pantanelli.
Ci sono stati vari
tentativi per questo
agognato lungoma-
re. Ultimo quello
della giunta Fatuz-
zo, in carica dal giu-
gno 1994 al giugno
1998, la quale tent
di lanciare un pro-
getto complessivo
di riqualifcazione
del cosiddetto water
front: il fronte (della
citt) sullacqua.
Ma quella giunta
non riusc a portare
a compimento il
progetto. E non se
ne parl pi.
Nei giorni scorsi ha
riaperto il problema,
sul nostro giornale,
Bruno Maltese, pre-
Tagliare gli sprechi
tutelando il personale
Due certezze ci sono
nella vicenda della
ormai imminente
della soppressio-
ne dellente inutile
chiamato Camera di
commercio: la intan-
gibilit della salva-
guardia del persona-
le, sia in servizio che
in pensione, e il no
allaumento dei tri-
buti camerali voluto
dalla triade Ivan Lo
Bello (presidente)-
Pippo Gianninoto
(vicepresidente)-
Roberto Cappellani
(segretario genera-
le).
Lo afferma Michele
Marchese, presiden-
te di Casartigiani
Siracusa e compo-
nente della giunta
camerale.
Marchese conferma
quanto preceden-
temente dichiarato
al nostro giornale.
Non condivide inve-
ce altre dichiarazioni
(leggi Gianninoto).
E chiarisce ulterior-
mente la posizione
propria e dellasso-
ciazione che lui pre-
siede e rappresenta.
Siamo contrari
afferma testualmente
- allaumento dei di-
ritti camerali, anche
se consentiti prima
delle modifche ap-
portare dal Gover-
no Renzi, fno a un
massimo del 20 per
cento; abbiamo, da
anni, sostenuto la
tesi di non affdare
servizi allesterno e
soprattutto a enti e
artIGIanato CaMCoM. MICheLe MarChese ChIarIsCe La sua posIzIone
view e della garanzia
al personale dipen-
dente e ai pensionati
per la tranquillit per
il futuro.
E accaduto infatti
che, dopo i tagli
imposti dal governo
Renzi la triade Lo
Bello-Gianninoto-
Cappellani ha per-
vicacemente deciso,
invece di adeguarsi
ai tagli, di imporre
nuovi balzelli alle
categorie rappresen-
tate nella Camera
di commercio. E
ha diffuso la voce
che, in mancanza di
questo aumento, non
si potrebbero pagare
stipendi e pensioni al
personale rispettiva-
mente in servizio e in
pensione.
Da qui lallarme del
personale.
La realt ben al-
tra, come lo stesso
Marchese ha sotto-
organismi collegati
con rappresentanti
nel Consiglio came-
rale; siamo coscienti
che il momento di
crisi che sta vivendo
lartigianato, e non
solo, non consente
di fare fronte n
al corrente n ad
eventuali aggravi, e
lo conferma lalta
percentuale di non
paganti il diritto ca-
merale pari al 30,5%;
auspichiamo una ge-
stione allinsegna
della spending re-
lineato: I magnifci
tre (Lo Bello-Gian-
ninoto-Cappellani)
devono adeguarsi
allo spirito della de-
cisione del Governo:
devono cio recupe-
rare risorse tagliando
spese, non aumenta-
re i tributi camerali.
E di spese da tagliare
ce ne sono tante in
questa Camera di
commercio: viaggi,
contributi a inizia-
tive inutili per la
collettivit e utili sol-
tanto per chi li riceve
(a che titolo poi?) e
via discorrendo.
Lobiettivo deves-
sere dunque tagliare
gli sprechi, non cer-
tamente aumentare
i balzelli n, tanto
meno, paventare in-
fondati rischi di non
pagare il personale,
sia in servizio che
pensionato.
s.m.
mento di contrada
Pantanelli. E inve-
strazione comu-
nale. Il presuppo-
Il primo tentativo nel 1986-87
da parte dellassessore comunale
dei Lavori pubblici Aldo Salvo
sidente del Centro
studi Don Sturzo.
Domenica scorsa
lo ha rilanciato le-
ditoriale del nostro
direttore prendendo
le mosse dallavan-
zamento del porto
turistico Spero. Ne
riparliamo. E tro-
viamo disponibilit.
Ma per andare oltre
le parole e oltre le
singole disponibili-
t occorre la prima
delle disponibilit
necessarie: quella
dellamministra-
zione comunale.
La quale invece,
di fronte a questo
problema, fa come
le famose tre gat-
tine: rimane sorda,
cieca e muta; in una
parola, assente.
Eppure si trattereb-
be di unopera di
stimolante appeal
turistico. Per qua
di turismo si parla
tanto, ma nulla si fa
per il turismo.
Per avviare un serio
approccio al proble-
ma occorre intanto
il presupposto della
realizzazione di una
zona artigianale at-
trezzata nella quale
far trasferire tutti i
piccoli insediamen-
ti della fascia a mare
dei Pantanelli.
Ci aveva prova-
to, nel 1986-87,
lallora assessore
comunali dei Lavori
pubblici Aldo Sal-
vo. Ma liniziativa
non pass.
Cera un fnanzia-
mento regionale di
circa 500 milioni
di lire ricorda
Salvo destinato al
risanamento di aree
urbane deteriorate.
Pensai di utilizzarlo
per risanare larea
a mare dei Panta-
nelli, fra la citt
e i fumi Anapo e
Ciane. Il progetto,
redatto dalluffcio
tecnico comunale,
prevedeva lespro-
prio di alcune aree
private, la bonifca
di tutta la zona, la
piantumazione di
essenze autoctone a
basso fusto per non
intralciare la vista
del Porto Grande e
di Ortigia e strutture
di servizio. Ma la
commissione con-
siliare dellUrbani-
stica non approv il
progetto. Tutto fn
l. E i 500 milioni
furono utilizzati per
altri scopi.
Oggi la questione si
riapre. Ma rimane il
presupposto di base:
la zona artigianale,
attrezzata e ben col-
legata alla citt.
La presenza dei por-
ti turistici, quando
ci saranno, non co-
stituir un ostaco-
lo. Per quanto ci
riguarda afferma
Vittorio Pianese,
presidente della so-
ciet Porto Spero,
- il nostro impianto
potr essere attra-
versato da una pista
di collegamento fra i
porti e la riserva Cia-
ne. Anzi auspichia-
mo la realizzazione
di una struttura del
genere: sarebbe una
ulteriore attrattiva
turistica. Oltre tutto
il nostro parcheggio
sar sotterraneo:
nemmeno questo
potr quindi costi-
tuire motivo din-
tralcio per lopera
pubblica.
Cosa manca allora?
Semplice: manca la
chiave di sempre,
la volont, limpe-
gno, la concretezza
delamministrazio-
ne comunale. Come
ricordava sabato
scorso Bruno Mal-
tese, basta andare a
Pozzallo per trovare
un lungomare da
sogno.
Non c bisogno
di scomodare le-
sempio di Rimini o
Riccione. Qua inve-
Ci riprov la giunta Fatuzzo in carica dal giugno
1994 al giugno 1998. Si parl di riqualifcazione
del water front da Ortigia ai fumi Anapo e Ciane.
Ma ogni volta contrasti e chiacchiere hanno man-
dato tutto in fumo. Intanto si lavora alla riqualif-
cazione delle banchine del Porto Grande
e al progetto defnitivo dello scalo turistico Spero
ce si pensa di buttar
via otto milioni di
euro per comprare
lex albergo di viale
Scala Greca e spen-
dervene poi non si sa
quanti altri di milio-
ni per ristrutturarlo e
farne sede di uffci.
Ovvero la macchi-
na mangiasoldi del
Comune pensa a
se stessa anzich
alla gente. Tanto
per cambiare. La
zona artigianale, il
lungomare, la riqua-
lifcazione del water
front, le strutture
e infrastrutture di
richiamo turistico,
gli strumenti per
combattere la crisi
possono attendere.
La cuci na i bl ea
in vetrina a Tori-
no grazie al risto-
ratore palazzolese
Andrea, nellambito
di iniziative dellas-
sessorato regionale
allAgricoltura per
la promozione e
divulgazione del
territorio attraverso
i prodotti della terra.
Italia da amare era
denominata la mani-
festazione di Torino.
Il prossimo appunta-
mento della gastro-
nomia iblea ora
dal 24 al 31 ottobre:
Andrea ad Amman
(in Giordania): dalle
Alpi alle piramidi
come diceva il Man-
zoni. Ed un ritorno.
Ad Amman infatti
Andrea gi stato
lo scorso anno ed
di nuovo in questi
giorni protagonista
del corso di cucina
italiana, siciliana in
particolare, dedicato
a operatori del settore
e giovani laureandi
nella sede delluni-
versit di accoglienza
turistica (Jordan Aca-
demy University).
Lobiettivo di Tori-
no era valorizzare i
luoghi e i prodotti
delleccellenza Ita-
liana. Splendido lo
scenario dinsieme:
piazza Vittorio Ema-
nuele.
La partecipazione
di Andrea ha te-
stimoniato come la
ristorazione pu in-
teragire con il mondo
agricolo in maniera
diretta: utilizzando-
ne e valorizzandone
i prodotti: in questo
caso i prodotti cere-
alicoli in particolare.
Il tema del convegno
La cucina iblea in vetrina
a Torino a Ad Amman
GastronoMIa GIoVanI rIstoratorI paLazzoLesI In beLLa VIstane
era appunto La rotta
dei grani fra storia e
ricerca. E Andrea ha
realizzazione, da
parte del Comune,
testimoniato la sua
esperienza in questo
mondo.
Lutilizzo di gra-
ni storici siciliani
allinterno della mia
struttura ha detto
Andrea - radicata
nel tempo, ma soprat-
tutto insita in me,
nasce dal mio rappor-
to diretto con la cam-
pagna. Dalla pasta
al pane, tutti i giorni
nel mio ristorante si
prepara la base della
dieta mediterranea
con farine siciliane,
fra le quali la tum-
minia, un frumento
che mi faccio molire
personalmente e che
reperisco da me. La
presenza dellasses-
sore regionale Paolo
Reale ha inoltre im-
presso un maggiore
impulso alla diretta
partecipazione degli
operatori siciliani.
s.m.
ATTUALIT 12 Sicilia 25 OTTOBRE 2014, SABATO 25 OTTOBRE 2014, SABATO Sicilia 13 ATTUALIT
Sopra, Il ristoratore palazzolese Andrea. Asinistra Michele Marchese, presidente di Casartigiani.
CULTURA 14 Sicilia 25 OTTOBRE 2014, SABATO
Se i personaggi dun quadro
riprendono a vivere
Il sorprendente
artista dello scatto
continua a suscitare
la pi viva ammira-
zione degli intendi-
tori sia per la novit
dellespressione
darte, sia per la
sorprendente perfe-
zione dell insolita
esecuzione
di Arturo Messina
I meravigliosi e sor-
prendenti ritratti vi-
venti, alias tableaux
vivants, di Emanuele
Leonetti, hanno su-
scitato e continuano a
suscitare la pi grande
ammirazione da parte
degli intenditori sira-
cusani: pochi, in verit,
perch il numero dei
visitatori delle gallerie
si assottiglia sempre
di pi Abbiamo gi
avuto modo di ammi-
rare i primi un paio
danni addietro nella
saletta della badia di
Santa Lucia, a Piazza
Duomo e poi, in nume-
ro sempre pi crescen-
te, in altre mostre, tra
cui quella allIstituto
Nazionale del Dram-
ma antico e al museo
Archimedeo di Piaz-
za Archimede; questa
volta, per, alla Gal-
leria Roma, di Piazza
San Giuseppe, ne sono
stati aggiunti diversi
altri che altrove anco-
ra non cerano perch
costituiscono lultima
produzione.
Il sorprendente artista
dello scatto continua
a suscitare la pi viva
ammirazione degli in-
tenditori sia per la no-
vit dellespressione
darte, sia per la sor-
prendente perfezione
dell insolita esecuzio-
ne che riesce a fare rivi-
vere non solo i celebri
personaggi che gli in-
signi artisti del passato
intesero rappresentare,
creandone tuttavia al-
tri ricavati dalla realt
effettuale quotidiana
dei nostri giorni attra-
verso un originale pro-
cedimento che li rende
perennemente vivi con
il fermare nel tempo la
scena progettata e dar-
le il crisma della peren-
nit attraverso lartisti-
co scatto fotografco.
Come sia scaturito
questo nuovo e stupen-
do mezzo despressio-
ne artistica dalla mente
di Emanuele Leonetti,
che nessun altro ar-
tista dello scatto ha
ancora realizzato, sia-
mo andati a chiederlo
proprio a lui andando
ad incontrarlo dove
stava esponendo, nella
Galleria Roma, e dove,
purtroppo, non abbia-
mo avuto il piacere di
vedere alcun visitato-
candela: che le opere
darte che nelle poche
gallerie di Siracusa
vengono esposte, pur
pretendendo (con
prosopopea e con la
complicit di certi ap-
poggi e di certi critici
che non badano tanto
allarte quanto a quel-
lo che ci guadagnano
loro) di essere grandi
opere dellavanguar-
dia, non vanno pi
al passo con il nostro
tempo che non pi
ancorato allIrraziona-
lismo, allesaltazione
docente universitario
di Estetica, al lume
dellenorme progresso
scientifco che si regi-
stra sotto tutti i rami
dello scibile umano
Lartista ha tenuto a
sottolineare che di
tale sua fantastica il-
luminazione il pun-
to di appoggio della
sua leva che non ebbe
Archimede per solle-
vare il mondo, egli lha
trovata nellassocia-
zionismo, in parecchi
benemeriti sodalizi
che, avendo compreso
Gagini di Siracusa, per
aver fornito alcuni fra
gli abiti indossati nel
tableau della locomoti-
va; 4) Le Ferrovie dello
Stato per le concessioni
alla realizzazione dello
stesso tableau sulla-
rea dello Scalo Ferro-
viario di Siracusa; 5)
Lassociazione Anteas
di Siracusa; 6) lIN-
DA; 7) Lassociazione
Ago e Filo di Donatlla
Modica, per avere re-
alizzato la gran parte
degli abiti di tutti i ta-
bleaux; 8) lassociazio-
ne Ambiente e Salute
di Giuseppe Laurettini
per essersi occupata
dellassistenza di tut-
to il personale parte-
cipante al progetto,
Avrebbe desiderato che
mettessimo il nome di
tutti coloro che hanno
posato nelle varie rea-
lizzazioni: ci sarebbe
voluto tutto il quoti-
diano Libert! Per di
alcuni, tra quelli che
hanno posato nella re-
alizzazione di tableaux
con pochi personag-
gi abbiano cercato di
farlo:1) a posare per il
famoso Narciso stata
una alunna dellIstituto
DArte Gagini: Lucia
Giudice: Lentinello
ha spiegato perch ha
scelto una ragazza an-
zich un giovanetto:
La vanit donna!
2) per fare rivivere il
capolavoro del pittore
Gustavo Poblete hanno
posato Benedetta Le-
one ed Enza Vinci; 3)
La bambina dagli occhi
bellissimi lha ripropo-
sta con Giulia Corso;
4) lomaggio al pittore
Giacomo Cerruti, auto-
re di Bimbi che gio-
cano sulle ceste lha
reso facendo mettere in
posa due vispe ragaz-
zine: Elena Ranieri e
Federica Albergo. Ce
ne sarebbero tanti altri
da andare a vedere, ad
ammirare, tra cui quel-
lo di Archimede con lo
specchio ustorio; ma
per questo stupendo
tableau sorgerebbe la
domanda sicuramente
imbarazzante: da dove
il sommo scienziato si-
racusano si appost se
vero quello che scris-
se Tito Livio; Speculo
invento, naves romanas
incendit. Purtroppo
lo spazio della pagina
culturale calcolato
centimetricamente!
to- come avrei potuto
realizzare, ad esem-
pio, il pi grandioso
quadro vivente, trat-
to dalla celeberrima
opera di Raffaello:
<La scuola di Atene>,
dove stata impiegata
pi duna cinquanti-
na di personaggi, che
sono stati soprattutto
dellAccademia del
Dramma Antico, i
cos pregevoli costu-
mi dellepoca, messi a
disposizione per la cir-
costanza anche da be-
nemerite associazioni,
dellantica stazione
ferroviaria, con la pri-
ma locomotiva soprat-
tutto, che stava per
essere fatta deperire?
Lunione fa la forza!
Ci ha tenuto quindi a
ringraziare per mezzo
del quotidiano Liber-
t: 1) lassociazione
ASAS di Siracusa per
la gentile concessione
delle auto e delle moto
depoca ;2) Il Dopo-
lavoro Ferrovie dello
Stato di Siracusa per la
partnership al proget-
to; 3) LIstituto ISAS
re: segno sintomatico,
questo, dellinsensibi-
lit dei siracusani ver-
so larte, grave, s, ma
in qualche modo giu-
stifcata dal fatto che
essi ritengono che il
gioco non valga pi la
dellindividualismo,
del fanciullino, ma
proiettato convin-
tamente alla Do-Ra,
alla docile razionalit,
come la defnisce nel
suo pregevole libro il
prof. Carmelo Strano,
la notevole valenza del
progetto, si sono vo-
lentieri e fattivamente
dedicati a collaborare
con lui nei modi pi
disparati e opportuni.
Senza collaborazio-
ne- ha egli afferma-
enti e scuole? E, senza
la cos valida e multi-
forme collaborazione,
come avrei potuto rea-
lizzare, dopo due anni
di lavoro, quellal-
tra grandiosa opera
che la ricostruzione
Dei sorprendenti tableaux vivants di Emanuele Leonetti, che sono approdati anche alla Galleria
Roma, di Piazza San Giuseppe, ce ne ha parlato lo stesso autore
In alto, Leonetti con quadro di Raffaello;
A fanco, Tableau Lezione di danza;
Sopra, Tableau Uccisione di Archimede.
25 OTTOBRE 2014, SABATO Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Non si pu dire
che la societ stia
tralasciando qual-
cosa per raggiun-
gere lobiettivo
fnale del salto
di categoria. E
dopo aver messo
a disposizione di
Anastasi un orga-
nico dalle molte
alternative e un
gruppo di under
veramente validi,
sta curando an-
che i particolari
ai quali di solito
le consorelle non
prestano sover-
chia attenzione.
E uno di questi
particolari il
tipo di terreno di
gioco sul quale si
giocher dome-
nica, un campo
sicuramente mi-
gliore di quello
di Misterbianco,
ma sempre in ter-
ra battuta, che ha
indotto Gaetano
Albergamo ad
orientarsi per la
parte centrale del-
la preparazione
verso il terreno
di gioco dellAci-
catena che ha ca-
ratteristiche pres-
soch uguali e in
cui il Siracusa ha
sostenuto la par-
titella infrasetti-
manale del gio-
ved e la seduta
di prerifnitura di
ieri, tutti dettagli
che costano un
occhio della te-
sta, che se non
sfuggono agli os-
servatori attenti,
non dovrebbero
neppure sfuggire
ai giocatori ai fni
del loro miglior
rendimento. Cir-
ca poi le strategie
che sono allo stu-
dio dei due alle-
natori, per poter-
le attuare , Enzo
Butt, tecnico dei
biancoazzurri, at-
tende il responso
dello staff medi-
co per saggiare le
condizioni di Ca-
li e di Bonanno.
Disco verde inve-
ce per lutilizzo
di capitan Mauro
che ha scontato
il turno di squali-
fca e che con
Nicosia, Strano e
Cristaldi costitui-
r verosimilmen-
te la muraglia
difensiva, com-
pletata da Colon-
na fra i pali . E
poi la cerniera di
centrocampo con
DArrigo e Lau-
dani sui portatori
di palla avversa-
ri, e Tomarchio e
Grazioso in veste
di suggeritori per
le due punte che
sono il funam-
bolico Basile e il
bomber Carbona-
ro, gi a quota tre
in fatto di marca-
ture. Per Anasta-
si pochi dubbi e
qualche problema
di abbondanza
che dovrebbe por-
tare ad una forma-
zione non lontana
da quella schiera-
ta col Giarre, con
la sola presenza
di Zappal dal
primo minuto, la
posizione da play
basso di Pettinato
e quella di Ma-
scara alle spalle
di Contino e dello
sgusciante Fabio
DAgosta. Sul
fronte dei lavori
allo stadio c at-
tesa per il recupe-
ro della gradina-
ta, indispensabile
nellottica del co-
stante aumento di
spettatori che si
registrato nelle
ultime occasioni,
ma anche per sod-
disfare i rilievi
della Commissio-
ne di Vigilanza .
Problemi comun-
que di dimensioni
ridotte rispetto al
clima disteso e di
cauto ottimismo
che meriterebbe
di essere corona-
to da un succes-
so, buono per la
classifca e per il
morale , ma anche
perch, come so-
steneva Boscov,
vittoria sempre
meglio di pareg-
gio.
Armando Galea
Operazione Viagrande
nulla lasciato al caso
terreno di gioco incluso
La societ , dimostrando quanto tiene a questa trasferta,
ha fatto si che la preparazione si effettuasse sul campo
di Acicatena simile a quello in cui si giocher
Basket, Aretusa in terra calabrese prova
ad allungare la striscia positiva
Dopo la bella vittoria casalinga contro il Ragusa, la Kama
Italia attesa per un'altra prova del nove in Calabria. Questa
sera alle ore 19,00 al PalaMilone di Crotone i siracusani sa-
ranno ospiti dellAsd New Team 2000 per la gara valevole
quale quarta di andata del campionato di C nazionale.
E stata una settimana travagliata per coach Bordieri che, fra
impegni di lavoro e infortuni non ha avuto a disposizione
lintero roster. Ancora qualche dubbio sui convocati per la
trasferta di oggi.Da verifcare le condizioni di Grasso, do-
lorante al ginocchio, e Casiraghi per lui problemi alla co-
scia, mentre sembra diffcile il recupero di vitale che non ha
smaltito ancora la botta al polpaccio. Non ci sar Francesco
Messina, indisponibile per impegni professionali e dovrebbe
trovare spazio Garozzo. Quella di oggi sar una gara che
presenta molte insidie soprattutto se consideriamo le condi-
zioni di diversi giocatori spiega lassistant coach Sandro
Anastasi - tuttavia siamo convinti di poter fare bene e dare
continuit al successo ottenuto con Ragusa. Non guardiamo
alla loro classifca perch i calabresi, reduci dal turno di ri-
poso, in casa sono sempre temibili. Da parte nostra andremo
per fare bottino pieno.
Oggi al Giorgio Di Bari di
via Lazio, il Belvedere ricever
il fanalino di coda Citt di Val-
verde. La formazione etnea vive
una situazione drammatica, ha
gi rinunciato alla trasferta di
Gela due settimane fa e non
detto non possa ripetere la stes-
sa cosa oggi. Ma in casa are-
tusea non vogliono comunque
pensarci. Testa e gambe sono
per una partita che in ogni caso
dovr portare in dote tre punti,
per dimenticare lo scivolone
di Santa Croce e togliersi dalle
zone basse della classifca.
Unico assente il difensore Ros-
sitto per squalifca, mentre il
centrocampista Failla in dub-
bio per un problema fsico. Pro-
babile lesordio dal primo mi-
nuto di Zagami e Iaia.
Calcio, Belvedere arriva
il Citt di Valverde
Pallamano, per l'Albatro
l'imperativo vincere
Dopo la sconftta di saba-
to scorso contro la capoli-
sta del Dorica, lAlbatro
d mister Vinci chiamata
ancora una volta a dare
un segnale forte in questo
campionato ma, soprat-
tutto, deve vincere a tutti
i costi per non perdere il
treno delle qualifcazione
in Coppa Italia.
Vasquez e compagni, do-
vranno vedersela contro
il Benevento di mister
Ciullo, reduce da una
vittoria interna di misura
contro il Conversano.
LAppuntamento per
oggi alle 16.00 al PalaLo-
Bello, ed in differita alle
20.30 su Video 66.
SPORT PAGINA 16 25 OTTOBRE 2014, SABATO
Sicilia
Real Siracusa, doppia stracittadina con lHellenika
In campo prima gli Allievi, poi i Giovanissimi
Doppia
gara
per i ra-
gazzi
del Real
Siracusa
impe-
gnati
A scendere in campo oggi alle 15,30
saranno i ragazzi di mister Gallo
Al Trofeo
"Kinder
Sport"
in gara gli
schermitori
aretusei
Si disputer oggi
e domani a Calta-
nissetta, la prima
delle tre prove
del Campionato
regionale giova-
nissimi "Kinder
sport", torneo
riservato alle ca-
tegorie dai 10 ai
14 anni, valido
per l'assegna-
zione del titolo
regionale e la
qualifcazione al
Campionato Na-
zionale in pro-
gramma a Ric-
cione nel Maggio
2015.
I giovani scher-
midori della so-
ciet aretusea sa-
ranno impegnati
nelle specialit
del foretto e del-
la spada saranno:
Carola Barbato,
Anna Cannarella,
Sveva Forenze,
Elena Idonea, La
Macchia Maya,
Gaia Amenta,
Lorenza Barbato,
Diletta Catena,
Michela Pagliaro
per quanto riguar-
da il foretto fem-
minile. Valentina
Cannarella e Ani-
ta Di Bella per la
spada femminile.
Filippo Borgese,
Salvo Rossitto,
Lorenzo Paglia-
ro, Antonio Pa-
pandrea, Seba
Trigili, Bruno
Pagliaro, Dome-
nico Mazza per il
foretto maschile.
Luca Di Mauro,
Gabriele Coccia,
Riccardo Raffae-
le, Marco Sacc,
Valerio Chiara-
monte, Andrea
Di Mauro, Mat-
teo Russo, Giulio
Santovito, Mo-
reno Martinez e
Giulio Vinciullo
scenderanno in
pedana per la
spada maschile
Alle 15,30 gli Al-
lievi, alle 18 i Gio-
vanissimi. Doppia
stracittadina nel sa-
bato di campionato
per le squadre del
Real Siracusa, im-
pegnate con lHel-
lenika per la sesta
giornata di anda-
ta. A scendere in
campo per primi,
oggi pomeriggio,
sabato 25 ottobre,
alle 15,30, saranno
i ragazzi di Danilo
Gallo che, al Pip-
po Di Natale, af-
fronteranno i pari
et guidati da Luca
Palestro. Linsidia
maggiore ha spie-
gato il tecnico degli
Allievi sar legata
alle condizioni del
terreno di gioco. La
superfcie molta
gibbosa e abbiamo
potuto constatarlo
nel corso di un al-
lenamento svolto
mercoled scorso.
Non sar sempli-
ce per noi imporre
il nostro gioco, far
girare la palla; in
campi del genere
occorre velocizzare
la manovra e aff-
darsi alle vertica-
lizzazioni. Tecnica
e tattica avranno
un peso specifco
minore rispetto alla
grinta e allo spiri-
to di sacrifcio che
richiedono gare
cos, soprattutto se
giocate su un cam-
po come quello del
Pippo Di Natale,
cui noi non siamo
abituati. Sar una
partita complicata,
ma sapremo essere
allaltezza del com-
pito.
Gallo apporter
qualche variazione
in formazione ri-
spetto a quella ini-
ziale di sabato scor-
so contro lo Junior
Acireale. Russo tor-
ner sulla linea dei
difensori, Vespucci
giocher centrale
dal primo minuto,
Caldarella si ripren-
der il suo posto a
centrocampo dopo
aver scontato la
squalifca; comple-
teranno il reparto
Bonanno e DAgo-
stino. Nel tridente
offensivo, Riela fa-
vorito su Di Natale.
Si presenta pi sem-
plice, sulla carta, la
gara dei Giovanis-
simi di Ernesto Ma-
iorca che, inizieran-
no il loro match, al
Giorgio Di Bari,
alle 18. LHellenika
penultima in clas-
sifca, ma il tecnico
Ernesto Maiorca
non si fda, nono-
stante il 6-1 di sa-
bato scorso contro
la Pinetina. Sono
proprio queste le
gare pi diffcile
ha detto perch
il rischio, concreto,
di non affrontarle
con la giusta de-
terminazione, pen-
sando di aver vin-
to ancor prima di
scendere in campo.
Conoscendo i miei
ragazzi, credo che
questo non succe-
der, ma dovremo
comunque tenere
alta la tensione sin
dallinizio, con un
approccio positivo
alla partita. Soltan-
to problemi di ab-
bondanza per Ma-
iorca, che schierer
la migliore forma-
zione, affdandosi al
trio offensivo delle
meraviglie (Bus-
Bellaera-Cappuc-
cio), supportato da
un centrocampo di
qualit e quantit
composto da Mi-
dolo, Guerci e Lo
Iacono perch ha
concluso Maiorca
lintento quello
di girare subito la
partita a nostro fa-
vore.
In foto,inizio match
Real Siracusa
Judo, Alle pendici
dell'Etna otto mini
judoka all'esordio
Otto mini judoka dellasso-
ciazione sportiva dilettantisti-
ca Centro sportivo siracusano
allundicesimo torneo Alle
pendici dellEtna in pro-
gramma domenica prossima al
PalaLivatino di Catania. Si
tratta di Marco Randieri, Fran-
cesco Motta, Gabriele Tiralon-
go e Alessandro Cannata per la
classe Fanciulli e di Francesco
Iozzia, Mirco Portuose, Ales-
sio Iozzia e Andrea Iozzia per
la classe Ragazzi. I mini ju-
doka dice il maestro Rober-
to Dellaquila avranno cos
loccasione di avere un contatto
con un arbitro regionale e con la
gestualit del direttore di gara,
di fondamentale importanza in
questa disciplina, in previsione
dei futuri impegni sportivi.
In foto,Roberto Dell'Aquila

Interessi correlati