Sei sulla pagina 1di 3

La Cronaca dello Sport L UNEDI 21 DICEMBRE 2009

30
PRIMA DIVISIONE / PERGOCREMA

18ª GIORNATA VIAREGGIO-CREMONESE 1-1

Cremo, son fuochi di Paglione


AViareggio altra contestata decisione della terna arbitrale:
l’assistente segnala un rigore dubbio, a pareggiare pensaViali
VIAREGGIO - Niente botto di fi- in fuoco di Paglione. Portando con
ne anno. Una Cremonese con le pol- insistenza il pressing su Reccolani, li-
veri bagnate ha perso per strada due bero aggiunto davanti ad una difesa
punti che a lungo andare potrebbero abbottonatissima e protetta secondo
valere tutto l’oro del Perù. Un pa- la logica del 4-1-4-1, i grigiorossi
reggio condizionato dalla solita deci- hanno recuperato palloni importanti
sione arbitrale che fa rizzare i capelli per il loro attaccante, arrivando al ti-
e riacciuffato con un decina di mi- ro anche con Zanchetta. Chiuso lo
nuti giocati ventre a terra e petto in specchio della porta in quel paio di
fuori. Gli unici di una partita irrigi- circostanze, Ravaglia non ha poi do-
dita dal gelo polare e infeltrita da un vuto scomporsi più di tanto. Chiuso
Viareggio imbaccucato come un in gabbia Guidetti, il Viareggio ha
inuit dalla cintola in sù. tolto quasi tutto il pepe alla manovra
La fiammata iniziale dei grigioros- grigiorossa anche a causa della do-
si doveva servire proprio ad allentare menica ai margini della realtà vissuta
la morsa bianconera, facendo evapo- da Nizzetto. Si è attaccato sì, ma
rare d’incanto quell’ingorgo nella lo- sempre senza riuscire ad assestare il
ro trequarti che ha invece finito con morso dello scorpione.
l’ingolfare il nostro motore. Ma se I padroni di casa, perso per strada
come spesso accade la Cremo in tra- quasi subito Marolda, hanno estratto
sferta non brilla neppure dopo una dal cilindro Ferrari che a lungo an-
passata di cera Liù, ancora una volta dare si è rivelato redditizio (sua l’u-
il peso degli episodi sfavorevoli ha fi- nica conclusione veramente perico-
nito con il condizionare il risultato losa dell’intero incontro, deviata in
finale. Il rigore con il quale il Viareg- corner da Paoloni). Uscendo dal gu-
gio è passato in vantaggio al 20’ del- scio con manovre veloci, i bianconeri
la ripresa puzza terribilmente di hanno tentato di scompaginare le
zolfo. A dare una spintarella ai tosca- carte confidando negli spunti in ve-
ni, che con l’andare del tempo stava- locità di Costantino che qualche
no prendendo coraggio, è stato il problema a Rossi l’ha creato.
guardalinee Paglione che ha eviden- Nel secondo tempo il primo pallo-
ziato a colpi di bandierina un tocco ne buono è capitato sul destro di
(involontario) con il braccio di Rossi Gori, ma anziché caricare e colpire il
su una sparata ravvicinata di Cristia- centrocampista è andato a scaricare
ni. La sensazione che si è avuta stan- pallone e responsabilità su Nizzetto
do in tribuna è che il difensore gri- senza raggiungere l’obiettivo. Poi il

Gli uomini di Venturato Il capitano grigiorosso


partono a spron battuto firma di testa l’1-1
Il penalty motivato Nel finale esordisce
da un mani di Rossi il francese Zerzouri

giorosso l’impatto con il pallone pro- freddo ha ingessato gambe e ritmo e


prio non potesse evitarlo; Viti si è in- la Cremo si è ingobbita attorno al
vece fidato del suo collaboratore e la basso indice di imprevedibilità di
Cremo si è ritrovata ad annaspare una manovra resa scostante dal lavo-
controcorrente. ro ai fianchi di Pizza e Mandorlini.
Paradossalmente il meglio la squa- La scossa è arrivata con il contesta-
dra di Venturato l’ha regalato pro- tissimo rigore trasformato da Fiale
prio quando si è vista costretta a ri- spiazzando Paoloni.
prendere la partita per le corna. Una Lo svantaggio ha messo a dura
pezza allo svantaggio firmato Fiale, prova il sistema nervoso degli uomi-
l’ha messa Viali. Proprio i due capi- ni di Venturato, che si sono avventu-
tani hanno vissuto la loro partita pa- rati in un diluvio di proteste prose-
rallela, giocata avanzando controma- Viali con la fascia di capitano duella sul terreno ghiacciato di Viareggio con un avversario guito a sprazzi anche dopo aver in-
no. Difensori centrali per vocazione, cassato il gol. A rimettere in pista i
su calci d’angolo e punizioni si sono nostri è stata l’imperioso stacco con
ritrovati muso contro muso nello il quale Viali ha dirottato alle spalle
stesso fazzoletto di terra a conten- DOPPIO PASSO di Ravaglia il corner telecomandato
dersi i pochi palloni che potevano da Zanchetta.
dare un senso diverso al pomeriggio Sfruttando l’effetto dell’inerzia po-
dei loro compagni. Ma a conti fatti il sitiva il tecnico ha messo in bella
pareggio in gare così - a proposito, il
fischio d’inizio è stato dato con un
Tra i pacchi regalo il grigiorosso non va di moda mostra l’intera batteria di pezzi da
novanta di cui dispone, chiedendo al
quarto d’ora di ritardo per dare tem- Vorremmo prendercela sinistre conoscenze, a siste- giovane Zerzouri, all’esordio assolu-
po e modo agli steward di rimettere con il signor Paglione. mare tutto. Ma ancora ci to, di accendere la miccia. La pres-
in sicurezza gli spalti presi d’assalto Dirgli che ha torto marcio, manca il pensiero buono sione grigiorossa è aumentata verti-
dal ghiaccio -, il pari, si diceva, non che Rossi passava da lì con del Natale e lo cerchiamo ginosamente, disperdendosi però per
risulta dissacrante. All’insegna del le mani in tasca, che un tra le ultime pagine del tac- intero all’altezza dei sedici metri. E’
refrain squadra che vince non si bravo ragazzo come lui cuino: Figline Valdarno. stato invece il Viareggio ad accarez-
cambia Venturato ha preferito ancora non lo farebbe mai e poi Uno sbuffo di treno e il co- zare il colpo del ko con Ferrari, arri-
una volta Musetti a Coda (subentra- mai, che il Viareggio ha dino di Frediani ci sventola vato in ritardo d’un soffio all’appun-
to a Gori). protestato un pochino giu- sotto il naso. Lui cade e... tamento con il gol ammazza partita.
E’ stato però Guidetti l’uomo che sto per abitudine, che... piit piit, ci destiamo con un E il Novara sotto l’albero di Natale
per primo ha cercato di incendiare insomma perché sempre a fischio nelle orecchie. Or- si ritrova così due punti di vantaggio
l’incontro. Un fuoco di paglia che noi. Vorremmo, ma poi - mai infastiditi scaviamo in più in classifica.
solo più tardi si sarebbe trasformato sarà il freddo pungente o ancora un poco e ci ritro- Paolo Loda
le strenne natalizie - ci viamo allo Zini... e non vi
sentiamo può buoni e per dico quel che salta fuori.
stavolta facciamo finta di Guidetti cerca spazio tra le maglie della difesa bianconera Bandierina, baraonda, B...
guardare altrove. addio, cose vecchie. Impol-
Ci guardiamo davanti e vediamo il forte e vigoroso verate.
Novara: però Guidetti era buono e Lisuzzo invece, Poi arriva Venturato che ci fa mettere comodi e cambia
proprio no. Bandierine. Ci strofiniamo la cuffia sugli canale: “Le basi sono buone”, assicura con un filo di
occhi e gettiamo un’occhiata furtiva sotto lo sgabello. voce. Guardate sotto l’albero.
Lo scintillante Sannino ci saluta con la mano: però c’è Bei pacchi colorati, con un fiocco grigio e un fiocco
pure Moreau che - guardalo lì - arriva in scivolata e, rosso. Uno, due... altri arriveranno. Li scartiamo con
vedi bene, il piede di Musetti lo tocca eccome. Ban- gli occhi. Troppo presto.
dierina, o no? Meno male che Guidetti ci fa cenno Prima Natale, poi l’anno nuovo.
che non fa nulla, che ci ha già pensato lui, con le sue f.g.
L UNEDI 21 DICEMBRE 2009 La Cronaca dello Sport
31
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA

Guidetti, tre occasioni lampo per lo 0-1


Al 91’ Ferrari sfiora la beffarda rete del 2-1 mancando la deviazione sottoporta
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
2’ Sul traversone dalla sinistra di 10’ Gori con un tocco morbido
Nizzetto Guidetti colpisce debol- innesca lo scatto in profondità di Gui-
mente di testa. Nessun problema per detti, anticipato di un soffio dall’uscita
il portiere del Viareggio. di Ravaglia.
5’ Prima vera opportunità per la 19’ Sul traversone da sinistra di
Cremonese con Guidetti che è bravo Cristiani il pallone colpisce il braccio,
a trovare spazio sui venticinque metri adiacente al fianco, di Rossi. Il guardia-
e a calciare con un sinistro potente linee richiama la direzione dell’arbitro
sul quale interviene in tuffo Ravaglia. e segnala l’irregolarità scatenando le
12’ Zanchetta scambia veloce- proteste della Cremonese.
mente dalla bandierina con Guidetti 20’ Dal dischetto capitan Fiale
e conclude con un piatto destro di- spiazza Paoloni: 1-0.
retto all’incrocio dei pali, ma il por- 26’ Nizzetto supera il diretto av-
tiere non si fa sorprendere e alza so- versario e da buona posizione non in-
pra la traversa. quadra lo specchio.
13’ Tentativo velleitario da cen- 29’ Costantino ci prova dalla di-
trocampo di Zanchetta bloccato sen- stanza con un tiro a mezza altezza pa-
za problemi da Ravaglia. rato senza alcuna apprensione da Pao-
28’ Intuizione di Zanchetta che loni.
batte rapidamente una punizione 30’ Calcio d’angolo battuto da
servendo in area Musetti, girata di Zanchetta e stacco perentorio a centro
prima intenzione e palla a lato. area di Viali per il pareggio: 1-1.
37’ La conclusione dal limite 34’ Zanchetta finta il traversone
dell’area di Mandorlini colpisce un eludendo l’intervento di Barsotti e con
avversario e termina in corner. un destro potente cerca il gran gol da
43’ Il destro dalla lunga distan- posizione defilata, ma la sfera termina a
za di Reccolani si spegne di poco ol- lato.
tre il montante. 43’ Il sinistro improvviso di Zer-
46’ Il neo entrato Ferrari sfrutta zouri dai venticinque metri si spegne
un lancio dalle retrovie e con un gran oltre la traversa.
destro a incrociare costringe Paoloni 46’ Spiovente dalla corsia di sini-
alla deviazione in calcio d’angolo. stra di Carnesalini sul quale Ferrari
manca da pochi passi la deviazione vin-
Nizzetto cerca di impostare l’azione sulla fascia cente.

Venturato non accampa alibi: “Mi sono lamentato in passato, non lo faccio più”

“L’arbitro? E’ colpa nostra”


Secondo il tecnico grigiorosso si doveva essere più cattivi e concreti
VIAREGGIO - Era lecito aspet-
tarsi una sfuriata in pompa magna IL TECNICO DEGLI AVVERSARI
per quel rigore farlocco che per poco
non ci manda di traverso il panetto-
ne. E invece, fatto un bel respiro nel-
lo spogliatoio, mister Venturato ha
Rossi: “Ancora bene con le grandi
fatto ricorso a tutto il suo spirito na-
talizio per ritrovare l’aplomb e liqui-
dare la questione con una punta di
E non fosse stato per quel regalo...”
rammarico: “Delle decisioni arbitrali
- commenta - mi sono già lamentato
una volta e non lo faccio più”.
Eccellente sfoggio di self control,
visto che il (non) fallo di mano di
Rossi trasformato in rigore dal pri-
mo assistente e in gol da Fiale, è solo
l’ennesimo tor to arbitrale di un
2009 ricco di soddisfazioni ma an-
che di bocconi (bandierine) amari.
Piuttosto il tecnico grigiorosso in
versione pompiere (perché invece i
suoi giocatori non le mandano a di-
re), si concentra sulla prestazione
della squadra, a cui evidentemente è
mancato qualcosa per farsi un boc-
cone di un Viareggio concentrato (in
tutti i sensi) e poco più: “Dovevamo
essere più cattivi e più concreti. E’
vero - ammette il mister - l’episodio
del rigore ci ha innervosito e questo
ci ha limitato nella fase finale di ga-
ra. Tuttavia noi dobbiamo essere più
bravi a far valere le nostre qualità”.
Come a dire che le fortune e le di-
sgrazie dipendono da quanto la Cre- Sopra Musetti, a destra Zanchetta contrasta l’azione dei padroni di casa
mo riesce ad essere se stessa, più che
da arbitri o avversari: “Siamo stati fendeva sempre con nove uomini teva pensare di vincere. Però a volte
bravi nella gestione del possesso pal- dietro la linea della palla e non è che tu imposti la gara in un certo modo
la - commenta Bob - e a livello tatti- si possano creare sempre 10 occasio- ma non puoi dominare tutte le situa- Dopo il prestigioso pareggio hanno interpretato la gara”.
co in fase difensiva non abbiamo ni da gol”. zioni”. E il distacco sale: “Il Novara conquistato a Benevento, il Viareg- Il rammarico del tecnico di casa
commesso errori concedendo in pra- Nemmeno mettendo in campo sta facendo cose straordinarie. Ma il gio è riuscito nell’impresa di fer- riguarda la distrazione difensiva in
tica solo un tiro da trenta metri. Tut- tutte le forze d’attacco a disposizio- nostro cammino fin qui è comunque mare anche la corsa della Cremo- occasione del pareggio. “Peccato
tavia - insiste - non siamo stati al- ne: “Nel finale - spiega il tecnico - molto positivo. Domani (oggi, ndr) nese. “Sembra incredibile - com- aver subito rete su una situazione
trettanto bravi a concretizzare le no- loro hanno tolto i due esterni alti e ci troveremo per l’ultimo allenamen- menta a caldo mister Rossi - ma di calcio da fermo. In certe partite
stre azioni quando riuscivamo a ru- sono rimasti con un solo attaccante. to prima della sosta e farò il mio quando affrontiamo le grandi non bisogna concedere questi re-
bare palla e a ripartire anche in su- Io ho provato la carta Zerzouri: è un plauso a questo gruppo che ha fatto squadre riusciamo a sempre a gio- gali a formazioni che già di per sé
periorità numerica”. ragazzo giovane con dei colpi indivi- un lavoro importante. Abbiamo get- care delle ottime partite. Oggi (ie- hanno un ottimo potenziale. Così
Un po’ di testa alle feste? “Direi duali importanti. Volevamo vincere tato basi di valore per continuare a ri, ndr) non sembrava esserci tutto come contro il Benevento - con-
proprio di no. Dopo lo svantaggio ho questa partita”. E invece: “Purtrop- crescere. Adesso però è giusto pen- questo divario di punti tra le due clude Rossi - abbiamo pagato a
visto una bella reazione e questo non po non ce l’abbiamo fatta. Peccato sare al Natale”. Auguri allora, e feli- formazioni e devo davvero fare i caro prezzo un nostro errore”.
può succedere se non hai la testa alla per quel rigore perché arrivando sul- ce anno nuovo. complimenti ai ragazzi per come m.z.
partita. D’altra parte il Viareggio di- lo 0-0 all’ultimo quarto d’ora si po- Filippo Gilardi
La Cronaca dello Sport L UNEDI 21 DICEMBRE 2009

32
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

VIAREGGIO CREMONESE
4-3-3 4-4-2

1 1
1 RAVAGLIA 1 PAOLONI

2 CARNESALINI 2 A. BIANCHI
5 FIALE 5 VIALI
6 BENASSI 6 GALUPPO
3 BARSOTTI 3 ROSSI
(38’ ST 16 ZERZOURI)
4 RECCOLANI
8 PIZZA 7 GORI
10 MANDORLINI (21’ ST 18 CODA)
8 ZANCHETTA
7 COSTANTINO 4 FIETTA
(32’ ST 13 CASTALDO) 10 NIZZETTO
11 MARTUCCI (45’ ST 14 TACCHINARDI)
(14’ ST 16 CRISTIANI)
9 MAROLDA 9 MUSETTI
(25’ PT 18 FERRARI) 11 GUIDETTI
ALL.: L. ROSSI ALL.: VENTURATO

ARBITRO
VITI DI CAMPOBASSO (ASSISTENTI: PAGLIONE E BELMONTE)

RETI
20’ ST (RIG) FIALE 30’ ST VIALI

AMMONITI
FERRARI A. BIANCHI
FIALE NIZZETTO

ANGOLI
6 9

NOTE
SPETTATORI 800. Partita iniziata con 15’ di ritardo.
Incasso non comunicato.
RECUPERO: 1’ pt; 4’ st

LE INTERVISTE
Ma ai giocatori proprio non va giù
Rossi:“Incredibile,non so cos’abbia visto”.Chi sorride è Zerzouri
Musi lunghi e facce abbattute per i grigioros- quasi galvanizzato nell’aver segnalato la pre- avremmo subito rete”. Il pareggio muove co-
si nel dopo partita. Gli uomini di Venturato, sunta irregolarità”. Per fortuna la tua incor- munque la classifica: “Un punto fuori casa
che avrebbero voluto salutare il 2009 con una nata ha almeno addirizzato la situazione. “Un può anche andare bene. Il rammarico - con-
vittoria, si trovano invece a commentare un bel gol, nato da una situazione già provata in clude Rossi - è per le decisioni dei direttori di
distacco dal Novara che è tornato ad essere allenamento. Raggiunto il pareggio - analizza gara che nelle ultime settimane ci hanno pe-
di cinque lunghezze. Capitan Viali però non il capitano - abbiamo schiacciato i nostri av- nalizzato parecchio”.
vuole farne un dramma. “Io non guardo la versari provando in tutti i modi a vincere, ma L’unico ad avere qualche motivo per sorride-
classifica, ma la nostra prestazione. Ho visto ci è mancata un po’ di fortuna”. re è il francese Zerzouri, all’esordio assoluto
grande generosità da parte di tutti e un’otti- Il protagonista, suo malgrado, della situazio- con la maglia grigiorossa. “Sono contento
ma compattezza nonostante il campo diffici- ne che ha portato al rigore è stato Giovanni perché era da diverse settimane che aspettavo
le”. A questo punto non si può fare a meno Rossi: “Incredibile - commenta il terzino - questo momento e ora voglio dimostrare tut-
di tornare sull’episodio più discusso. “Nel- avevo il braccio vicino al corpo. Non so pro- te le mie qualità. Certo sarei stato più felice
l’occasione del rigore - racconta Viali - io mi prio cos’abbia visto”. Una partita tutto som- se avessimo vinto”. Il ventenne precisa inoltre
trovavo esattamente dietro a Rossi e non ho mato senza grandi sofferenze per la retro- che: “Posso adattarmi sia sulle fasce, che die-
visto nessun braccio allargarsi oltre la sua fi- guardia della Cremonese. “Fino al loro gol tro le punte. L’importante è scendere in cam-
gura. Quello che ha dato fastidio è stato l’at- abbiamo concesso davvero poco al Viareggio po”.
teggiamento dell’assistente, che sembrava e penso che senza quell’episodio difficilmente Matteo Zanibelli

LE PAGELLE Nizzetto è generoso ma non riesce ad accendersi IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 6: Ferrari insidia la sua
porta con un diagonale da fuori
area, lui risponde con un balzo feli-
GORI 6: Nel primo tempo i grigio-
rossi si affidano soprattutto a lui
nel tentativo di alimentare l’azione
Roberto
Venturato
6
Giovanni
Fietta 6,5 no. Riflesso appannato sul calcio di
rigore

A. BIANCHI 5,5: Prova opaca per


offensiva. Pecca di altruismo (CO-
DA 5: impalpabile)

ZANCHETTA 6: Illumina solo a


Buono l’approccio
alla gara dei gri-
giorossi. Quando
sprazzi la manovra e la sua man- il Viareggio aggiu-
l’esterno. Fatica in fase di conteni-
canza di continuità si riflette sulla sta le misure la
mento e non riesce a dare un con- Cremo fatica a
tributo apprezzabile nei disimpegni squadra che non decolla. Apporto
positivo sulle palle inattive mettere insieme
a causa dei molteplici errori le contromosse. Nel finale get-
ta in mischia ogni risorsa pos-
VIALI 6,5: Con un colpo di testa NIZZETTO 5: Generoso nel ripara- sibile per cambiare un risultato
ormai segnato
imperioso riporta in carreggiata la re ai propri errori non riesce pro-
Cremonese dopo la sbandata. Pro- prio ad accendersi. Solo un’accele-
va di assoluta sostanza anche in razione importante conclusa con
chiave difensiva un tiro in pineta (TACCHINARDI sv) VIAREGGIO
Ravaglia 6, Carnesalini 6, Fia-
le 6,5, Benassi 6, Barsotti
GALUPPO 6,5: Personalità e tem- MUSETTI 5,5: Si muove molto ma 6,5, Reccolani 6, Pizza 6,
pesismo. Si conferma difensore di non sempre gli riesce di farlo con Mandorlini 6, Costantino 6,5
Il centrocampista rubapalloni è spessore e quando il Viareggio at- la dovuta efficacia. Riesce a libe- (Castaldo sv), Martucci 5,5
fra i pochi che riescono ad in- tacca la sua zona gli sforzi sono va- rarsi al tiro una sola volta. Poco (Cristiani 6), Marolda sv (Fer-
nestare le marce alte sul fondo ni per un attaccante rari 6). All.: L. Rossi 6,5.
ghiacciato dello stadio dei Pini.
Conferma l’ottimo stato di salu- ARBITRO
te che ha contraddistinto il suo ROSSI 5,5: Attenuanti generiche GUIDETTI 6: Il Viareggio prepara
nella circostanza che porta a calcio la gara con la chiara intenzione di Viti 5 Non dirige male ma pesa
girone d’andata. Elemento indi-
di rigore. Saltato una volta di trop- limitare il suo raggio d’azione, la decisione di assecondare il
spensabile nello scacchiere di
Quando sfugge alla morsa i bianco- suo assistente Paglione nella cir-
Venturato poanche dal vivace Costantino
costanza del rigore
(ZERZOURI sv) neri vanno in affanno