Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Cronaca
Presunto scippatore
acciuffato
dai poliziotti
A pagina cinque
A confronto con il Garante
Auto impazzita piomba
su colonnina carburante
Il conducente di una
station vagon ha per-
so il controllo del
mezzo fnendo con-
tro una colonnina del
distributore di carbu-
ranti, sradicandola.
A pagina cinque
CRONACA AMBIENTE
COMMENTI EDITORIALE
Taccuino
Palazzo Bongiovanni
un gioiello
dentro Ortigia
A pagina sette
Polemiche sulla decisione della Giunta di acquistare lHelios Palace di viale S. Greca
E attesa per il 24 otto-
bre prossimo la senten-
za al processo scaturito
dalloperazione antimafa.
A pagina cinque
Morsa
Sentenza
il 24 ottobre
Centralit del contraddittorio e valenza costituziona-
le della legge sullo Statuto dei Diritti del Contribuente
sono state al centro del dibattito nel corso del convegno
organizzato dallOrdine dei Dottori Commercialisti.
Lassessore Scrofani: Tagliamo spese per 1,3 milioni
Mutui per superare
i costi di locazione
di Giuseppe Bianca
Trasferire il comando
provinciale dei carabinieri
nellarea dellaeronauti-
ca di via Elorina e l'intera
riqualifcazione dell'inte-
ra area, potrebbe essere
un'occasione per cambiare
il brutto volto che oggi ap-
pare a chi arriva per la pri-
ma volta a Siracusa dalla
zona Sud; oltre alle idee,
occorrono i soldi e quindi
gli investitori. Questi ulti-
mi si sono fatti avanti co-
piosi, ma trovano l'ostilit
di chi si dichiara sempre
contro e tutti.
Attenzione
puntata
su idroscalo
Cera una volta lal-
bergo di viale Scala
Greca, denominato He-
lios Palace Hotel. Era
gestito dalla famiglia
Lanza, quella stessa che
gestisce lo storico Park
Hotel. Da lunghi anni,
ormai, quella struttura
alberghiera in mano ai
vandali, chiusa, abban-
donata, deturpata e spes-
so frequentata dai ma-
lintenzionati o da amanti
in cerca di privacy.
A pagina quattro
A pagina tre
domenica 19 ottobre 2014 anno XXVii n. 241 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Qualcuno ha deciso che
le trivelle sono il futuro del
mare: dobbiamo estrarre
fno allultima goccia.
A pagina sette
Greenpeace
da Siracusa
No triv
di Concetto Alota
Tutto il territorio attorno
al Polo petrolchimico si-
racusano ormai pesan-
temente contaminato, con
strati di benzene, oli, idro-
carburi e discariche.
A pagina sei
Quel killer
silenzioso
e biocida
Commercialisti
nella giungla
delle tasse
A pagina due
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA
Centralit del con-
traddittorio e valenza
costituzionale della
legge sullo Statuto dei
Diritti del Contribuen-
te sono state al centro
del dibattito nel corso
del convegno orga-
nizzato dallOrdine
dei Dottori Commer-
cialisti e degli Esperti
Contabili di Siracusa
al quale hanno preso
parte lAgenzia delle
Entrate, la Guardia
di Finanza il Garante
del Contribuente ed
il mondo accademi-
co con rappresentanti
delle Universit di Pa-
lermo e Messina.
Ha aperto i lavori la
prof.ssa Daria Coppa,
ordinario di diritto tri-
butario dellUniversi-
t di Palermo, che ha
subito stimolato il di-
battito evidenziando
da un lato lattenzione
della giurisprudenza
sulle violazioni dello
Statuto del Contri-
buente, ma segnalan-
do nel contempo una
Cassazione troppe
volte condizionata
dal patema del get-
tito.
Il Comandante Pro-
vinciale Col. Spam-
pinato ha segnalato
come ormai la Guar-
dia di fnanza abbia
recepito la norma che
impone ai verifcatori
il rispetto di precise
regole di compor-
tamento tant che
nellultimo anno non
ci sono state segna-
lazioni al Garante
del Contribuente. Il
Direttore Provincia-
le dellAgenzia delle
Entrate Gianfranco
Antico, ha illustrato
gli sforzi dellAm-
ministrazione Finan-
ziaria il cui notevole
carico di lavoro pu
portare a prassi ano-
male, che vengono
per costantemente
monitorate al fne di
evitare inutili disagi
ai cittadini. Il prof.
Martella dellUni-
versit di Messina ha
trattato il tema del
diritto al contraddit-
torio dei contribuenti,
evidenziando i precisi
limiti che la legge per
contrastare gli accer-
tamenti anticipati
che non rispondono
alle tempistica dettata
dal legislatore: anche
limminente decaden-
za dal potere di agire
dellAmministrazio-
ne fnanziaria non
pu frustrare i diritti
del contribuente. Ha
chiuso i lavori il Ga-
rante del Contribuente
che ha illustrato latti-
vit svolta dallAuto-
rithy.
E stata un impor-
tante occasione di
confronto dichiara
il Presidente dellOr-
dine dei dottori com-
mercialisti di Siracusa
Massimo Conigliaro
con importanti in-
terlocutori istituzio-
nali. E evidente che
i rapporti sono sicura-
mente migliorati negli
anni, ma il dialogo
tra il cittadino-con-
tribuente, e per essi i
commercialisti, e lA-
genzia delle Entrate
rimane il problema
centrale della nostra
categoria. Lobiettivo
quello di ridurre al
massimo le occasioni
di denuncia al Garan-
te. Siamo sulla buona
strada, ma si pu fare
di pi.
Nella giungla
delle tasse
Commercialisti
a confronto
Marted
sinsediano
i deputati
eletti allArs
ALLA PRESENZA DEL GARANTE DEI CONTRIBUENTI
POLITICA.
Messa la parola fne alla querel-
le della mini tornata elettorale che
si svolta lo scorso cinque otto-
bre a Rosolini e Pachino. L'uff-
cio circoscrizionale del Tribuna-
le di Siracusa, ha proclamato gli
eletti. Sono risultati eletti per la
circoscrizione di Siracusa, Bru-
no Marziano, Vincenzo Vinciullo,
Stefano Zito, Giambattista Coltra-
ro, Giuseppe Sorbello e Giuseppe
Gennuso. Il voto per la ripetizione
delle Regionali del 2012 ha confer-
mato all'Ars cinque deputati su sei.
Subentra al priolese Pippo Gianni
il rosolinese Pippo Gennuso che
ha ritirato al palazzo di giustizia la
proclamazione, frmata dal giudice,
Si superato ogni limite di tol-
leranza per i disservizi che Rosolini
sta subendo per la costruzione dell
ecomostro del cavalcaferrovia,
unopera pubblica quanto costosa,
quanto inutile che ha spezzato la
citt in due parti. Ad affermarlo
il deputato allArs dellMpa Pds,
Pippo Gennuso, che denuncia forti
responsabilit da parte della sta-
zione appaltante, che lex Pro-
vincia regionale di Siracusa. Non
ho ancora capito cosa ha fatto a tal
proposito il commissario straordi-
nario per risolvere un disservizio
cos grande per la popolazione. Il
Commissario Mario Ortello mai
venuto a Rosolini a controllare lo sta-
to di avanzamento dei lavori? Penso
proprio di no. Basta vedere landazzo
amministrativo dellex Provincia e le
comprensibili preoccupazioni dei di-
pendenti per lincertezza del loro fu-
turo. Sul calvalcaferrovia prosegue
Gennuso - interpeller subito dopo
il mio insediamento allAssemblea, il
presidente della Regione per il ruolo
che mi compete. A Rosolini il famoso
cronoprogramma sulla tabella di mar-
cia dei lavori non ha mai funzionato.
Non potrebbe essere il contrario per-
ch le maestranze sono insuffcienti.
Si tratta di operai che provengono per
la maggior parte dalla provincia di
Quellinutile, costoso
ecomostro dal nome
Cavalcaferrovia
Messina che lavorano fno al venerd.
Per unopera del genere non possono
esserci n prefestivi, n festivi. Per
lautostrada Rosolini Modica, si la-
voro anche il sabato e spesso si ricorre
a straordinari notturni. Cosa che non
avviene a Rosolini, perch non c
un vero proprio controllo sullimpresa
che si aggiudicata lappalto. Pi di
un mese fa avevo chiesto anche lin-
tervento del prefetto di Siracusa, ma il
mio appello caduto nel vuoto. Come
a voler dire che un problema tutto ro-
solinese. Ma non cos perche questo
ecomostro allo stato attuale divide
in due le province di Siracusa e Ragu-
sa ed in un momento assai delicato.
Qui sopra, foto di gruppo dei partecipanti al seminario.
19 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Contro la crisi e contro il governo Crocetta che ha fallito, il sindacato della
Cisl scesa in piazza questa mattina a Palermo. Almeno un migliaio le persone
arrivate da tutta la regione, si sono radunate davanti a Palazzo dOrleans, per
quello che il sindacato ha defnito Jobs Day. "Sveglia presidente, sveglia
politici" e La vera priorit il lavoro che non c, questi gli slogan e i temi
della mobilitazione in Sicilia per la quale la Cisl ha anche coniato lhashtag
Un migliaio a palazzo dOrleans
amesortare Crocetta a muoversi
Occhi puntati sullarea
dellidroscalo aretuseo
Diverse
le ipotesi al
vaglio degli
amminisratori
comunali
EDITORIALE. PORTO TURISTICO E INFRASTRUTTURE PER CRESCERE
Trasferire il comando
provinciale dei carabinieri
nellarea dellaeronauti-
ca di via Elorina e l'intera
riqualifcazione dell'inte-
ra area, potrebbe essere
un'occasione per cambia-
re il brutto volto che oggi
appare a chi arriva per la
prima volta a Siracusa dal-
la zona Sud; oltre alle idee,
occorrono i soldi e quindi
gli investitori. Questi ulti-
mi si sono fatti avanti co-
piosi, ma trovano l'ostilit
di chi si dichiara sempre
contro e tutti, i famosi "Si-
gnor No". La questione non
di poco conto, e anzi si
potrebbe iniziare da l per
arrivare a bonifcare tutta
la costa fno alla Penisola
della Maddalena. giusto
che sia il Consiglio comu-
nale a dovere dire la sua,
cos come affermato dal
movimento SOS Siracusa,
che sostiene essere sbaglia-
ta liniziativa di allocare
nellarea di via Elorina la
caserma dei carabinieri.
dal 1960 che larea pro-
spiciente, il Porto Grande,
tra il Molo S. Antonio e la
zona dei Pantanelli, occu-
pata da una caserma dellA-
eronautica militare, con
funzioni da tempo limitate
allo svolgimento di servizi
amministrativi e alla cura
dellautoparco di suppor-
to alla 137ma Squadriglia
radar di Testa dellAcqua.
Larea, da dove si accede
da via Elorina, quindi
fortemente sottoutilizzata
considerando gli spazi e le
strutture presenti quali pa-
lazzine, sale, alloggi con
un centinaio di posti letto,
attracco a mare. Da qui la
proposta rivolta al Ministe-
ro della Difesa, di trasfe-
rirvi la sede del Comando
provinciale dei carabinie-
ri, che da tempo auspica,
legittimamente, di potere
disporre di una caserma
pi adeguata e funzionale
rispetto allattuale, tanto
che pi volte si ipotizza-
to di costruirne una ad hoc.
Ma gi in passato c' stato
un tentativo di costruire la
caserma per L'Arma dei
carabinieri in un altro sito
militare dismesso tra la via
Mazzanti e il Viale San-
ta Panagia, ad opera di un
imprenditore e al solo sco-
po speculativo, ma i reperti
archeologici esistenti tro-
varono una forte resistenza
da parte di ambientalisti e
In pieno centro storico a Siracusa pu accadere anche
questo. Un gabinetto in disuso, collocato a ridosso di
una cabina dellEnel. La foto scattata da Salvo Parisi,
ci porta in via Palermo, una traversa del centralissimo
corso Umberto a pochi passi dal ponte Umbertino.
Qualche buontempone ha pensato bene di sostituire il
proprio accessorio da bagno, disfacendosi del vecchio
e dandolo in dono alla citt perch tutti anche i turisti
partecipassero della sua creativit. Un segnale di inci-
vilt visto che chiunque sia stato ad abbandonare un tal
rifuto ingombrante in pieno centro storico, ha ignorato
lesistenza di due, dicasi due, centro di raccolta per i
rifuti. Un bel regalo alla citt. Mancava solo il focco.
Un gabinetto in pieno centro storico
QUALCUNO HA SOSTITUITO I SANITARI, DONANDOLO ALLA CITTADINANZA
In foto, lidroscalo di Siracusa.
INTERVENTO DELLON. PIPPO GENNUSO
Giuseppina Storace. Per Gennuso
che concorreva per la lista 8 del-
l'Mpa - Pds ha ottenuto il maggior
numero di preferenze". Rispetto a
due anni fa, resta fuori dall'ARS,
Pippo Gianni che nell'ottobre del
2012 era stato proclamato deputa-
to regionale con la lista Cantiere
popolare.
#svegliatevi. emergenza, afferma ila Cisl il governo Crocetta ha
fallito perch senza strategia di fronte alla crisi economica e sociale.
Cisl in piazza Indipendenza, a Palermo. Sul palco 18 lavoratori, uno
per ogni categoria rappresentata in quello che il sindacato ha battezzato
"Jobs Day". I 18 testimoni diretti della crisi: dal settore dei call center
a quelli chimico e metalmeccanico, da scuola e formazione a forestali,
edili, operatori del commercio e lavoratori della sanit, hanno raccon-
tato ai microfoni frammenti della loro esperienza professionale. Tra
bandiere, cartelli e striscioni, precari, lavoratori di aziende in crisi, in
Cig e in mobilit, pubblici impiegati e aspiranti lavoratori.
politici. Ma realizzarla in
una zona adatta come l'at-
tuale sede dell'Aeronautica
in un contesto riqualifcato e
riportato nella logica di uno
sviluppo sostenibile, sarebbe
giusto e doveroso per la be-
nemerita.
Il Coordinamento di SOS
Siracusa, chiede allAm-
ministrazione e al Consi-
glio comunale di esprimersi
chiaramente sul futuro del
porto e dei Pantanelli con
una visione dinsieme che
tenga conto, della salvaguar-
dia dellecosistema portuale,
risolvendo una volte per tut-
te lannosa criticit dellin-
quinamento dai refui; delle
problematiche connesse alla
caotica viabilit di via Elori-
na che, con la zona di Panta-
nelli, rappresenta dal punto
di vista urbanistico una delle
zone pi disordinate dellin-
tero territorio comunale;
delle prospettive di sviluppo
economico legate alla nauti-
ca, a cominciare dal nuovo
progetto riguardante la rea-
lizzazione di un approdo tu-
ristico e infrastrutture varie
nellarea dellex stabilimen-
to Spero.
In sintesi, quello che occor-
re oggi sono gli obiettivi
generali e specifci, peraltro
gi elaborati nel Piano di
Sviluppo Sostenibile, a suo
tempo realizzato dal Comu-
ne di Siracusa e approvato
dal Ministero dellAmbiente
e della Tutela del Territorio,
che in base ad una valutazio-
ne di tutta la progettualit e
di coerenza tecnica possibi-
le, in rapporto agli obiettivi
del Piano che sono emersi
dai progetti strategici pri-
oritari, possono benissimo
attuarsi sul territorio comu-
nale siracusano in materia di
rigenerazione urbana soste-
nibile, mobilit e riqualifca-
zione ambientale delle aree
costiere e marine; progetti
che, per loro importanza e
la complessiva incisivit
per le politiche di gestione
del territorio, sono estrema-
mente raccomandabili. Tutti
progetti strategici che, se
messi in atto, creerebbero a
uno sviluppo di sostenibilit
sia economico e sociale non
indifferente,.
Giuseppe Bianca
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA
TRASPORTI
Lassessore
Scrofani
In tal modo
risparmieremo
un milione
e 300 mila euro
La replica ai consiglie-
ri comunali Salvo Ca-
stagnino e Fabio Alota,
e allonorevole Enzo
Vinciullo lha d las-
sessore comunale al Bi-
lancio, Gianluca Scro-
fani, il quale affda ad
un post su facebook la
propria linea dazione
che poi quella dellam-
ministrazione comunale:
Qualcuno pensa di con-
tinuare a sostenere una
spesa di un milione e 600
mila euro annui per lo-
cazioni di immobili - af-
ferma lassessore - Noi
pensiamo di acquistarli
gravando per la met
dell' importo e utilizzare
quelli di nostra proprie-
t.
Lidea dellamministra-
zione comunale, in buo-
na sostanza, quella di
dismettere alcuni im-
mobili in locazione, tra
questi il palazzo di vetro
di via Brenta, dove sono
allocati diversi uffci e da
qualche tempo a questa
parte anche quelli della
circoscrizione Neapolis,
dopo la triste parentesi
di Casina Cuti. Ma qual-
cuno fa notare come,
oltre ad essere onerosa
loperazione di accensio-
ne del mutuo, che grava
interamente sulla comu-
nit, loperazione non
comprender soltanto
lacquisto dellimmobile
di viale Scala Greca, ma
occorrer altro denaro
per adeguare lintera
struttura alle esigenze
degli uffci comunali.
19 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Cera una volta lalber-
go di viale Scala Greca,
denominato Helios Pala-
ce Hotel. Era gestito dal-
la famiglia Lanza, quella
stessa che gestisce lo sto-
rico Park Hotel. Da lunghi
anni, ormai, quella strut-
tura alberghiera in mano
ai vandali, chiusa, abban-
donata, deturpata e spesso
frequentata dai malinten-
zionati o da amanti in cer-
ca di privacy.
Quella struttura immensa
in questi giorni oggetto
di interesse da parte del-
la Giunta comunale, che
ha proposto al consiglio
comunale di valutare la
possibilit di accendere
un mutuo pari a 8 milioni
e 600 mila euro per ac-
quisire limmobile al pa-
trimonio del Comune per
utilizzarlo come uffci.
Lidea quella di dismet-
tere una serie di afftti,
che sono onerosi per le
casse pubbliche, in modo
da concentrare tutto su un
mutuo che potr essere un
giorno riscattato mentre il
patrimonio immobiliare
rimane al Comune stesso.
I consiglieri di Nuovo
centro destra, hanno gi
fatto intendere a chiare
lettere di essere assoluta-
In foto, il Palace Helios Hotel di viale Scala Greca.
Mutuo per acquisire
lHelios: critiche
Il Consiglio comunale chiamato ad accendere un mutuo
a oltre 8 milioni e mezzo per lalbergo di viale Scala Greca
LA PROPOSTA DELLA GIUNTA GAROZZO FA DISCUTERE
mente contrari ad aggiun-
gere altri debiti alle casse
comunali, gi di per se al
verde. Salvo Castagnino
e Fabio Alota insieme con
il parlamentare regiona-
le Enzo Vinciullo han-
no fatto intendere che se
lamministrazione comu-
nale dovesse insistere con
questipotesi di accendere
un altro mutuo, ricorre-
rebbero alla denuncia alla
Corte dei conti.
I consiglieri dellopposi-
zione fanno la conta degli
immobili gi di propriet
del Comune che non ven-
gono utilizzati
Non consentiremo alla
citt daffogare nei de-
biti mentre possiamo gi
contare sulllEx liceo
Gargallo, il Convento di
San Domenico, lOspe-
dale delle cinque pia-
ghe, lex tribunale di via
Gargallo in Ortigia, tan-
to per citare alcune delle
possibili ubicazioni degli
uffci comunali han-
no spiegato Castagnino
e Vinciullo chiunque
voti in Consiglio questo
nuovo mutuo dovr ri-
sponderne alla Corte dei
Conti.
Lex tribunale di Ortigia
sta per essere occupato da
uffci comunali e quindi, a
qualche anno di distanza
dal suo restauro, potrebbe
tornare a vivere facendo-
ne un uso importante.
R.L.
I mutui possibili solo a certe condizioni
Il consigliere comunale Fabio Ro-
dante ha mosso uninterrogazione
allamministrazione comunale a
proposito dellapprovazione del pro-
gramma triennale delle nuove ope-
re, e la previsione di mutuo per il
fnanziamento di 9 milioni di euro
per lacquisto di nuovi immobile e di
900 mila euro per la ristrutturazione
dellistituto scolastico di via Algeri,
nuova caserma della Polizia Muni-
cipale. Per tutti gli investimenti de-
gli enti locali, comunque fnanziati,
l'organo deliberante, nell'approvare il
progetto o il piano esecutivo dell'in-
vestimento, d atto della copertura
delle maggiori spese derivanti dallo
stesso nel bilancio pluriennale origi-
nario, eventualmente modifcato dall'or-
gano consiliare, ed assume impegno di
inserire nei bilanci pluriennali successivi
le ulteriori o maggiori previsioni di spe-
sa relative ad esercizi futuri, delle quali
redatto apposito elenco.
Il ricorso all'indebitamento possibile
solo se approvato il rendiconto dell'e-
sercizio del penultimo anno precedente,
quello in cui si intende deliberare il ricor-
so a forme di indebitamento, e deliberato
il bilancio annuale nel quale sono incluse
le relative previsioni.
Il consigliere comunale Rodante chiede
al sindaco, allassessore al bilancio e al
Ragioniere generale se il mutuo di 9,9
milioni di euro previsto risponde ad una
serie di condizioni.
LO SOSTIENE IN UNINTERROGAZIONE IL CONSIGLIERE FABIO RODANTE
Scippatore
arrestato
da agenti
di Polizia
Mette a segno
uno scippo e ne
tenta un altro.
Gli va male e
viene arrestato.
Gli agenti della
Polizia di Stato
in servizio pres-
so la Squadra
Mobile hanno
arrestato Angelo
Baio di 49 anni di
Siracusa, vecchia
conoscenza delle
forze dellordine
siracusane per il
reato di rapina.
Larrestato,
nella mattinata
di venerd scorso,
aveva messo a
segno uno scippo
nei confronti di
una signora. Gli
investigatori
della Squadra
Mobile, a segui-
to di scrupolose
indagini di polizia
giudiziaria, hanno
identifcato larre-
stato e recuperato
la refurtiva.
Si inoltre ap-
purato che, poco
prima, lo stesso
indagato aveva
tentato un ulterio-
re scippo che non
era stato portato
a termine per la
strenua resistenza
della vittima, che
ha messo in fuga
il rapinatore.
Baio stato con-
dotto in carcere
in attesa di com-
parire dinanzi al
giudice per essere
sottoposto allu-
dienza di convali-
da e al conseguen-
te interrogatorio
di garanzia.
Processo Morsa: il 24 ottobre
la camera di consiglio
Alle battu-
te fnali il
processo
scaturito
dallomonima
operazione
antimafa dei
carabinieri
con il coor-
dinamento
della Dia
E attesa per il 24
ottobre prossimo la
sentenza al proces-
so scaturito dallo-
perazione antimafa
coordinata dalla Dia
di Catania e portata
a termine dai carabi-
nieri tre anni fa, de-
nominata Morsa.
Il tribunale penale in
composizione colle-
giale ha, infatti, fssa-
to per quella data le
ultime due arringhe
dei legali difensori,
per poi ritirarsi in
camera di consiglio.
Il Pubblico Ministe-
ro Andrea Ursino,
rappresentante della
pubblica accusa ave-
va chiesto la citazio-
ne di un altro colla-
boratore di Giustizia,
ai sensi dellarticolo
507. Ma il tribunale
(presidente, Giovan-
na Scibilia; a latere,
Concetta Zimmitti
e Tommaso Perna)
non ha ritenuto indi-
spensabili ulteriori
fonti di prova e cos
ha disposto proce-
dersi oltre, mentre il
pubblico ministero
aveva anche dettato
le proprie conclusio-
ni. Restano in piedi,
invece, le dichiara-
zioni del collaborato-
re di giustizia Fabri-
zio Blandino che ha
parlato di Giuseppe
Gentile, indicandolo
come un esponente
di assoluto rilievo del
clan Nardo di Lenti-
ni, di Antonello Zam-
mataro Costanzo, di
Giuseppe Tringali e
di Giuseppe Arena,
che sono assistiti da-
gli avvocati Franco
Passanisi, Puccio Fo-
restiere, Junio Cele-
ste. Il pentito ha detto
di non aver mai avuto
rapporti con Zamma-
taro Costanzo; che
Giuseppe Tringali
compie reati comuni
per conto dei fratelli
Ortisi; che Giusep-
pe Arena, dopo il
processo Tauro, si
allontanato dall'am-
biente malavitoso an-
che se avrebbe con-
tinuato a mantenere
rapporti con Marcel-
lo Ferro e Sergio Or-
tisi. Secondo quanto
emerge dalle indagi-
ni gli imputati sono
responsabili di aver
partecipato a titolo di
affliati o fancheg-
giatori al clan Nardo,
fnalizzata alla com-
missione di estorsio-
ni ed altri reati contro
il patrimonio, traffco
e spaccio di stupefa-
centi, armi, a control-
lare attivit economi-
che nei settori delle
affssioni dei mani-
festi elettorali e delle
onoranze funebri, e
proftti attraverso le
bische clandestine e
linstallazione di gio-
chi video-poker.
In foto, Giuseppe Gen-
tile e Giuseppe Arena.
Auto impazzita
travolge
la colonnina
LEPISODIO ACCADUTO IN UN RIFORNIMENTO DI CARBURANTI DI PALAZZOLO
Il conducente di
una station vagon
ha perso il controllo
del mezzo fnendo
contro una colonni-
na del distributore
di carburanti, sra-
dicandola. Lepi-
sodio, che non ha
avuto per fortuna
alcuna conseguenza
per il conducente, si
verifcato ieri lun-
go la strada statale a
pochi chilometri da
Palazzolo Acreide.
Per cause al vaglio
dei carabinieri della
stazione, il condu-
cente della vettura
ha perso il controllo
dellauto fnendo la
corsa allinterno del-
la stazione di carbu-
ranti Esso , sita sul
rettilineo. Per fortuna
in quel momento non
vi erano operatori o
altre persone. La cor-
sa dellauto impaz-
zita terminata su
una delle colonnine
per la distribuzione
di carburanti che si
staccata dal suolo,
facendo fuoriuscire
il liquido. Sul posto
intervenuta una
squadra dei vigili
del fuoco del locale
distaccamento, che
ha messo in sicurez-
za il sito, cosparso
di tonachina il terre-
no zuppo di benzina.
Per il conducente
dellauto e per il ge-
store dellimpianto
soltanto un grande
spavento e lesigenza
di dovere riparare il
danno sia allauto che
alla colonnina.
di Concetto Alota
Tutto il territorio at-
torno al Polo petrol-
chimico siracusano
ormai pesantemen-
te contaminato, con
strati di benzene,
oli, idrocarburi e di-
scariche a iosa, tut-
te concentrate nella
Frazione del comu-
ne di Melilli, Villa-
smundo, mare, cielo
e terra inquinati a pi
non posso. Tra i cir-
ca duecentomila abi-
tanti, che risiedono
nel raggio di trenta
chilometri dagli im-
pianti, casi di sarco-
ma, tumori e cancri,
patologie collegate
al sistema respirato-
rio, e in tutte le parti
del corpo, si contano
ormai a migliaia tra
la popolazione e in
misura cinque vol-
te maggiore rispetto
alla media nazionale.
L'inquinamento in-
dustriale un killer
silenzioso; dati certi
e basati su preceden-
ti studi epidemio-
logici, condotti su
ordine della Procura
della Repubblica di
Siracusa, hanno di-
mostrato e chiarito,
a suo tempo, come la
popolazione a rischio
sia esposta ai tanti
veleni cancerogeni
provenienti, dalla
risulta per le pro-
duzioni industriali,
raffnerie o chimica
di base, oltre che ad
altri agenti inquinanti
e tossici, e fu spiega-
to, allora, come i casi
di tumori e malfor-
mazioni riscontrati
erano in percentuali
fortemente superio-
ri alle medie di altre
aree dell'intera Peni-
sola, tra il doppio e
cinque volte di pi.
Nellarea industriale
siracusana era utiliz-
zato anche il mercu-
rio, accusato di esse-
re la causa primaria
nella zona dell'insor-
genza delle patologie
collegate alla nascita
dei bambini malfor-
mati. La zona indu-
striale siracusana
stata inserita dal go-
verno nella lista dei
Siti inquinati d'inte-
resse nazionale; luo-
ghi, dove una bonif-
ca profonda sarebbe
necessaria e urgente.
Non si fatto nulla
Quel killer silenzioso
che rasenta il biocidio
per il "Sito Priolo",
uffcialmente perch
non ci sono soldi ag-
giuntivi, ma che nel-
la falda sottostante
larea vi sono anche
un buon spessore di
porcherie come il
benzene e il gasolio,
cancerogeni, e che
nella rada di Augusta
nei fondali "riposa-
no" migliaia di ton-
nellate di veleni ad
alto rischio per la sa-
lute umana e per tut-
to l'Ambiente, una
verit incontroverti-
bile. E se le aziende
ed enti pubblici non
riescono a impedire
che grandi quantit
di queste sostanze si
continuano a scari-
care nella falda ac-
quifera, nei terreni
circostanti, nel mare
e nell'aria, il rischio
che vi sia un danno
sicuramente irrepara-
bile per la catena ali-
mentare.
Inoltre, mancano gli
studi approfonditi
correlati. Che lin-
quinamento dellarea
sia pesante e i rischi
per la salute altissi-
mi ormai nessuno lo
nega pi. Ma fnora
mancano studi ap-
profonditi per capire
come e dove agire,
con quali tecniche, e,
soprattutto, nessuno
vuol mettere mano al
portafogli per uno-
perazione di pulizia
dai costi non ancora
calcolati. La vicenda
spesso allordine
del giorno della Po-
litica, ma i dubbi che
ci siano connubi nel-
la fliera del potere
stato sempre detto e
scritto; la corruzione
fu provata dalla ma-
gistratura, tra le altre
cose, nell'inchiesta
"Mare Rosso".
LUnione europea
dice che chi inquina
deve pagare; ma qui
fnora non ha pagato
nessuno, tranne l'Eni-
chem per tutti i casi
di malformazioni, e
gli aborti terapeutici
di chi aspettava un
bimbo malformato. E
ogni volta che gli enti
pubblici ordinano di
agire per pulire dai
veleni i territori in-
quinati, le aziende ri-
corrono al Tar e dopo
al Cga; come per la
storia della bonifca
della rada di Augusta,
dove le aziende furo-
no, "manlevate" dalle
spese necessarie per
la bonifca del mare
con un atto della ma-
gistratura ammini-
strativa. la storia.
Il danno tanto gros-
so, abnorme e ancora
incalcolabile, che da
sole non bastano le
risorse delle azien-
de private. C poi il
grosso rischio che gli
industriali inquina-
tori "scappino" e ci
un malsano sviluppo
del sistema produtti-
vo. Oggi le inchieste
in tutta Italia non si
possono pi ignora-
re. Ma ora anche le
bonifche si rivelano
un grande business,
con apparati gi orga-
nizzati a tale scopo,
mentre sono gi ini-
ziate le trattative con
le lobby della politica
per inserire leggi e
regolamenti favore-
voli in tal senso.
Sono ben cinquan-
tasette i Sin, in altre
parole i siti d'interes-
se strategico naziona-
le, aree gravemente
inquinate per cui lo
Stato italiano ritiene
indispensabile la bo-
nifca. Diversi decreti
e diverse leggi hanno
allungato lelenco dei
siti. I primi sono stati
istituiti con la Legge
426 del 1998, poi il
Decreto Ministeriale
468 del 2001, poi la
Legge 179 del 2002,
e gli ultimi con la
Legge 266 del 2005
e con decreti ministe-
riali nel 2008. Tra i
Sin le aree industriali
di Porto Marghera,
Taranto, Piombino,
Massa Carrara, La
Spezia, Mantova,
Milano, Napoli est, le
discariche di Pianura
a Napoli e di Pioltello
e Rdano in Lombar-
dia, Priolo, Milazzo e
Gela in Sicilia, larea
lagunare di Marano
e Grado in Friuli e la
Valle del Basento in
Basilicata. Zone in
cui linquinamento
ha portato anche un
chiaro peggioramen-
to delle condizioni
di vita. In molte di
queste aree, infatti,
il nesso tra aumento
delle malattie tumo-
rali, delle malforma-
zioni neonatali e le
intense e inquinanti
attivit industriali
stato certifcato ed
evidente. Dei cin-
quantasette Sin solo
due, quello di Bolza-
no e di Fidenza, sono
stati bonifcati da
quando, la bellezza di
sedici anni fa, furono
inquadrati allinterno
della Legge Ronchi.
Come se non bastas-
se, lItalia classif-
cata il peggior paese
europeo per la qualit
dellaria. Ma qui a
Siracusa c' ne siamo
accorti solo ora.
lasciano i veleni nel
territorio, nel mare,
nella falda acquifera
avvelenata, com' gi
successo nel passato
e in altre realt indu-
striali di tutto il mon-
do, cos come in altre
parti d'Italia, Cremo-
na, Bagnoli con lIl-
va, la stessa azienda
delle acciaierie di
Brindisi, ma anche a
Portovesme e, sem-
pre in Sardegna, nel
paesino di Furtei,
dove la miniera doro
stata chiusa e sono
rimasti interi laghetti
di mercurio e arseni-
co, mentre le scorie
acide sono state usa-
te come manto per il
rifacimento della su-
perstrada statale che
corre vicina.
Rifuti tossici, fumi
neri, discariche e
versamenti di veleni
a mare illegali, aria
irrespirabile e inqui-
namento d'ogni ge-
nere e natura, sono
il pane quotidiano
per la zona del qua-
drilatero industriale
siracusano. Una serie
di comuni avvelena-
ti, dove le industrie,
cos come i governi
che si sono succeduti,
sono responsabili del
cosiddetto biocidio.
Termine utilizzato
per la prima volta da
un attivista dei comi-
tati anti-discarica ad
Afragola, uno dei co-
muni dellarea nord
di Napoli e cuore del-
la Terra dei fuochi. In
Italia i siti potenzial-
mente contaminati
sono circa 15 mila.
Fra questi oltre 3.400
sono stati dichiarati
gi contaminati. Si
tratta di un numero
impressionante desti-
nato a crescere ogni
anno. A tale cifra
vanno aggiunti gli ol-
tre 1.500 siti minerari
abbandonati censiti e
le aree comprese nei
siti d'interesse nazio-
nale che corrispon-
dono, tutti insiemi, a
circa il 3% dellinte-
ro territorio italiano e
a oltre 330 mila ettari
di aree a mare. E an-
cora fabbriche inqui-
nanti, discariche in-
fnite, roghi di rifuti
tossici e industrie del
Nord che trasportano
e smaltiscono i loro
rifuti qui al Sud. Il
tutto condito dalle
numerose inchie-
ste che le Procure di
mezza Italia stanno
effettuando per tenta-
re di arginare il feno-
meno delle ecomafe.
La Sicilia poi fa sto-
ria a s: le zone cer-
tifcate come grave-
mente inquinate sono
principalmente frutto
dello sversamento
abusivo di rifuti in-
dustriali, mentre nel
resto dItalia la causa
principale consiste in
Come se non
bastasse,
lItalia
classifcata
il peggior
paese eu-
ropeo per
la qualit
dellaria.
Ma qui a
Siracusa c'
ne siamo ac-
corti solo ora
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA
Ieri in citt la conferenza stampa di presentazione
delle iniziative anche nel mostro territorio
Afanco, manifestazio-
ne ambientalista.
19 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Green peace
a Siracusa: no
alle trivellazioni
NON E' QUESTA LA STRADA PER LA RIVOLUZIONE ENERGETICA
Qualcuno ha deciso che
le trivelle sono il futuro
del nostro mare: dobbia-
mo estrarre fno allultima
goccia di idrocarburi. Si
tratta di poca roba, qualche
mese dei nostri consumi
nazionali (secondo le stime
del Ministero dello Svi-
luppo Economico) ma per
qualcuno ne vale la pena:
un regime fscale favore-
vole alle imprese prevede,
infatti, royalties tra le pi
basse al mondo.
Cos facendo verr rallenta-
ta per quella rivoluzione
energetica di cui abbiamo
disperatamente bisogno per
salvare il clima del Pianeta
(e i nostri fgli da cataclismi
che faranno impallidire
il ricordo di quello che,
purtroppo, sta gi succe-
dendo) e il nostro Paese
dal collasso economico.
La rivoluzione energetica
necessaria per rilanciare
economia e occupazione:
servizi di acquisizione ge-
ofsica in mare utilizzando
tecnologie leader nel setto-
re, tecniche di acquisizione
innovative ed elaborazione
dati avanzate, ed opera in
ambienti geografci vari e
spesso diffcili.
Una ricerca col botto
Ma cosa sono le acquisi-
zioni sismiche? In breve, si
tratta di realizzare una serie
di esplosioni che creano
onde sonore dirette verso
il fondo marino sul quale
rimbalzano (fgura 1).
Questa rifessione dipende
dalla struttura del fondale
di cui (registrando
direzione, vel oci t
di propagazione etc. delle
onde rifesse) si pu rea-
lizzare una mappatura:
ormai possibile effettuare
anche mappe in 3D.
Schlumberger ha intenzio-
ne di effettuare acquisizioni
sismiche in due aree dello
Stretto di Sicilia (fgure 3
e 4): una tra Capo Passero
e Malta, laltra tra Malta e
Pantelleria. La superfcie
complessiva di queste
aree di 6.318 chilometri
quadri: molto di pi della
superfcie delle province
di Siracusa, Ragusa e Cal-
tanissetta messe assieme:
appena 5.851 chilometri
quadri. Nel corso dellEx-
traordinary Meeting of
the Focal Points for SPAs
(Istanbul, Turkey, 1st June
2010) stata defnita (per
la prossima adozione dalla
Convenzione di Barcel-
lona) una Lista delle aree
dalto mare prioritarie per
la conservazione del Medi-
terraneo e che dovrebbero
essere candidate allelen-
co delle Aree di Speciale
Interesse (Aree Marine
Protette) del Mediterraneo
Con via Mirabella siamo nel cuore di Ortigia;
una strada stretta ma zeppa di bellissimi palazzi
del 700. Uno di questi il palazzo Bongiovan-
ni il cui piano nobile chiuso,perch cadente
da oltre trentanni. Voleva acquistarlo il Circolo
Unione abituato ai fasti di palazzo Francicana-
va; ma poi prevalse il senso del risparmio e il
circolo dei nobili fn in un condominio.
Oggi ha acquistato lintero palazzo un gruppo
toscano che il proprietario dell Algila un
albergo che gli sta di fronte, perch vuole am-
pliare i suoi posti letto.
Non facile il restauro di un palazzo antico sia
per fatti tecnici perch ci vogliono maestranze
specializzate, sia per la necessit di sapienti in-
tuizioni dellarchitetto che ci mette mano perch
senza stravolgere limpianto originale possa rap-
portare gli ambienti restaurati alle esigenze del
committente. Pare che per palazzo Bongiovanni
tutte le diffcolt siano state superate; almeno
per quello che si vede dalla strada. Io ci passo
davanti due volte al giorno e quindi mi sono
visto i restauri che mi si sviluppavano davan-
ti agli occhi. Non poca e stata la mia sorpresa
quando una bella mattina ho visto due belle ra-
gazze in jeans, maglietta Versace ed elmetto
da muratore che arrampicate su ponteggi scal-
pellavano facciata e capitelli dei meravigliosi
balconi del palazzo. Mi sono incuriosito e cos
sceso da macchina mi sono fermato a rubare
notizie. Le ho avute da Nuccio Forte, il respon-
sabile dellimpresa che ha lappalto dei lavori,
ma che ha una grandissima esperienza in fatto di
restauri di antichi siti; mi ha spiegato con or-
Palazzo Bongiovanni, gioiello in Ortigia
goglio che le due ragazze appollaiate sui ponteggi
sono due dottoresse perch laureate in scienze del
restauro e che erano bravissime. Il risultato sotto
gli occhi di tutti perch la facciata ritornata a
splendere,perch Palazzo Bongiovanni appartiene
a quellelite di palazzi come il Rizza di via Ma-
estranza ove nacque mio padre, che pu vantare
balconi da opere darte. E per tornare a palazzo
Bongiovanni, il suo splendore esploso quando
da appena ieri sono state installate le inferriate dei
balconi, tutte nuove di zecca ma che sono identiche
e con la patina di antico di quella che si son dovute
buttare perch tre secoli di esposizione alla corro-
sione del mare le avevano ridotte a cartapesta. An-
che queste con orgoglio mi diceva il geometra For-
te erano frutto del lavoro di unoffcina artigiana
della Citt, quella di Alota e Pannuzzo. Lorgoglio
di Nuccio Forte anche il mio dortigiano doc, ma
deve essere lorgoglio di ogni siracusano. Abbia-
mo architetti come Manuel Giliberti che ha redatto
il piano di restauro,abbiamo imprese come quella
di Nuccio Forte, abbiamo giovani tecnici come le
dottoresse Rosolia Manzella e Giuseppina Adamo,
le due scalpelline, fabbri come Alota e Pannuzzo
e quindi con le nostre intelligenze locali abbiamo
dimostrato di poter mettere mano con successo
ad ogni grande opera di restauro. I privati hanno
fatto quello che non fece Visentin con lassessore
ad Ortigia, Ferdinando Messina, che guarda caso
lavora alla Sovrintendenza: nemmeno ci tentaro-
no di far eseguire il restauro dei dipinti ottocente-
schi del Teatro Comunale ai giovani restauratori di
Siracusa; vennero dal Continente! Ed erano soldi
di Siracusa; quelli di palazzo Bongiovanni sono in-
T A C C U I N O
sviluppo, in altre parole, ma
non nella direzione che pia-
ce ai padroni del petrolio.
Che per grattare il fondo del
barile sono disposti a tutto.
Ecco, in questo briefng, un
piccolissimo esempio delle
bugie che raccontano.
Un piccolo grande mondo
Schlumberger un nome
che non dice niente a nes-
suno, tranne che agli ad-
detti ai lavori. La sua fliale
italiana si presenta cos:
Schlumberger Italiana
S.p.A. fa parte di Schlum-
berger Oilfield Services
(Schlumberger), la pi
grande compagnia al mon-
do di servizi per le societ
petrolifere, leader nella for-
nitura di servizi tecnologici
e soluzioni allindustria
petrolifera mondiale. La
leadership di Schlumberger
garantita da un continuo
investimento nella ricerca e
sviluppo, allinterno dei 34
centri altamente specializ-
zati situati in Europa, Stati
Uniti, Medio Oriente ed
Asia. Le sedi dei suoi uffci
principali sono ubicate a
Huston, Parigi e LAia.
Insomma, unazienda le-
ader (120 mila dipendenti
che operano in 85 Paesi)
che ci tiene a far sapere
di essere specializzata in
particolare nelle ricerche
di acquisizione geofsica:
Schlumberger ha acqui-
sito pi di 2.000.000 di
chilometri di linee sismiche
2D per un totale di quasi
400.000 chilometri qua-
drati coperti dallattivit
di acquisizione geofsica
dallinizio della sua attivi-
t e Schlumberger offre
In alto, emissione delle onde nelle prospezioni sismiche.
vece soldi toscani! Eppure ne abbiamo poco pi di
una mezza dozzina e tutte di grande levatura, e fra
queste ci includo mia fglia.
E consequenziale a questo punto pensare a tutti i
meravigliosi palazzi che abbiamo in Ortigia e che
sono chiusi e sbarrati alcuni da quasi mezzo seco-
lo. Mi riferisco al vecchio Ospedale di via delle
Vergini, al vecchio Distretto Militare, o al vecchio
carcere chiuso da 24 anni e potrei continuare con
un lungo elenco di palazzi abbandonati. E vero
che la propriet appartiene ad enti uno diverso
dallaltro: il vecchio ospedale allASP, il Distret-
to al Ministero della Difesa, il vecchio carcere alla
Provincia, ma un sindaco che ci sa fare, innanzi-
tutto d una destinazione a questi siti per carit
che non parli di centri culturali o polivalenti,che
denotano un vuoto culturale e di materia cerebrale
e poi coinvolge gli enti proprietari e cerca nel
mondo della fnanza gli investitori.
Per un attimo pensiamo ai milioni che ci vogliono
investire nella contestatissima Pillirina; se questi
soldi fossero investiti nel vecchio Ospedale,magari
per un centro congressi, vi immaginate che salto
farebbe leconomia della nostra Citt. Nel nostro
piccolo mi auguro che Garozzo segua le orme del
suo Renzi che va a scovare gli investitori in Cina
ed in Brasile. Cercar non nuoce, e non costa niente.
Titta Rizza
ASTE GIUDIZIARIE 8 Sicilia 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA
TRIBUNALE DI SIRACUSA
PROSSIMA INSERZIONE:
22/10/2014
Le Vendite GiUdiZiarie
Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne
il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassi-
stenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fscali (IVAo Imposta di Registro), con
le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
- dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
dallaggiudicazione defnitiva. La trascrizione nei registri
immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura cata-
stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
allaproceduradel Giudice, ordinalimmediataliberazione.
Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e le-
secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
inserite dalla data di pubblicazione del ban-
do fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
COME PARTECIPARE
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato alleffcacia delle offerte relative ai
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita.
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le
societ), il proprio cod. fscale, se intende avvalersi dellagevolazione fscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si
trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente
(che consenta allo stesso lidentifcazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. Achi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in
calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale
alluffcio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio;
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile alluffcio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Uffcio
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e
recapito tel. Luffcio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affnch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.
INSERZIONI GRATUITE
BICI
BICI elettrica a peda-
lata assistita, ricarica
con 50cent di corrente
elettrica, vendesi causa
inutilizzo, come nuova,
imballata, bauletto e por-
tapacchi, cambio scimano
a sei velocit, comprata
da una settimana, ancora
in garanzia E 600 Tel.
346/7611561
BICI Bmx. Prezzo affare
Tel. 347/2746639
BMX grigia ottime con-
dizioni E 65,00 tratt Tel.
348/5429412
CASCOper bici per adul-
ti mai usato E 10 Tel.
392/7740187
MOUNTAIN bike mis.
26 E 20Tel. 388/3577428
RUOTE bici mis. 26 Tel.
349/3169145
TANDEM2 posti nuovis-
simo, vendesi E 650 Tel.
339/2067818
BARCHE
BARCA walkround 6mt,
con motore 40-60 ya-
maha 4tempi E 10.000
tratt Tel. 0931/36112 -
333/4358236
BARCA siracusa detto
Airiula, con motore 4cv
Evinrude 2 tempi E 1600
tratt Tel. 0931/36112 -
333/4358236
I M B A R C A Z I O -
NE l unghezza 4, 50
Tel . 0931/ 759208 -
327/8246513
LANCIA4mt + accessori
+ motore marino 15cv E
600 Tel. 320/7553588
MOTORE Yamaha 4cv, 4
tempi, gambolungo E 800
tratt Tel. 0931/36112
MOTORE marino 15cv,
E 400 Tel. 320/7553588
VETRORESINA barca
anno 1980, posti 6, can-
tiera almarine, lunghezza
mt 5, motore mariner
150 fuoribordo, carrello
stradale ellbi mt 6 targato
E 2000 Tel. 348/2419041
GOMMONI
E ACCESSORI
GOMMONE Joker boat
coaster 650sologommone,
prezzo affare E 7500 Tel.
360/655284
CARRELLINOappendice
portata 300 kg, prezzo E
350 tratt Tel. 0931/36112
CARRELLO porta barca
omologato da 6mt E 1200
tratt Tel. 0931/36112 -
333/4358236
GOMMONE Marshall
60 mt 4,50, con tubolari e
tagliolato da revisionare,
motore Mercury cv 25,
anno 92, effcientissimo,
avviamento elettrico e
manuale, comandi alla
consolle centrale, batteria
e serbatoio lt 25, E 1000
Tel. 348/2419041
PALAMIDOfalice, conso
di 100 ami E 550 tratt +
roll bar allungabile E 150
tratt Tel. 0931/36112 -
333/4358236
ACCESSORI
DACAMPEGGIO
TENDA da campeg-
gio, 3 posti E 40 Tel.
327/9933040
ZAINO sacco a pelo,
cuscino, stuoino, cavetta
completa, lampadinatasca-
bile, pantaloncino, camicia
ecintura, il tuttoaE70tratt
Tel. 0931/701864
ABITI
DONNA/UOMO
ABITOda cerimonia E 60
Tel. 0931/756960
JEANS e magl i et t e
Angel&Devil per ragazzi
11 anni c/a. Come nuovi
Tel. 380/2503089
MONTONE per donna, tg
XLE300Tel. 348/9961406
- 0931/1855911
QUALSIASI prezzo of-
ferta, svendo abito da
sposa appena usato Tel.
0931/756960
ABITIdacerimonia, nuova
collezione, prezzi interes-
santi per donnataglia44/46
Tel. 320/2776417
ABITO da sposa bellis-
simo con perline, colore
beije perlato, tg 44/46.
Acquistato E 3000, vendo
a E 300 Tel. 339/4620974
CAUSAinutilizzo vendo,
occasione, giubbotto di
marca, colore nero, ottime
condizioni, usatopochissi-
me volte, tessuto tipo ace-
tato, misura L, per uomo E
40 Tel. 340/6786249
CINTURE in pelle, come
nuove Tel. 320/7823107
COSTUME per uomo,
marca Moschino, colore
bianco e nero con interno
colorato. Vendo causa er-
rata misura. Misura M/46
E 15 Tel. 340/6786249
GIACCONE per uomo,
marca Piero Guidi, tg 48-
50 (M), usato poche volte,
tenutobene, color ghiaccio
E 40 Tel. 340/6786249
PELLICCIARat musque,
affarone da non perdere,
come nuova E 150 tratt
Tel. 333/6797445
PELLICCIAaffare, come
nuova Tel. 333/6797445
CULLA in legno Foppa
Pedretti E 200 tratt Tel.
0931/492005
ABITOda sposa taglia 48,
E 500 Tel. 0931/943078
CESTA porta baby + 2
sedioline in vimini per
bambini + culla in ottone
Tel. 330/795024
CULLAlettino, nuova, in
legno, ottime condizioni.
Valore commerciale E
500 vendo a E 200 Tel.
338/3580853
PUPAZZI di vario ge-
nere E 3 cadauno Tel.
329/0112990
SEDIOLONE da 6 mesi in
poi E 60 Tel. 331/5785079
TRIO Inglesina, in buone
condizioni. Prezzo da con-
cordare Tel. 338/3580853
TUNICAda1comunione
Tel. 349/3169145
VENDESI sterilizzatore +
scaldabiberon + vestitini
per neonata femmina da 0
ai 6mesi Tel. 329/0112990
VESTITINO da battezzo
per femminuccia di 5
mesi, color bianco Tel.
329/0112990
VISTITINOdacresimaper
bambina Tel. 330/795024
BIJOU
E ACCESSORI
ANELLO in oro giallo,
con zaffri blu e diaman-
tino. Prezzo affare E 250
Tel. 391/3496940
BORSE E 2 cadauno Tel.
320/2509063
BORSETTAGuess, bian-
ca,nuovaTel.349/3169145
CAUSA inutilizzo vendo
collana in acciaio marca
gioielli Mooby, tenuta
molto bene, elegante, raf-
fnata. Ottimecondizioni E
20 Tel. 340/6786249
REGALO
REGALO grosso al -
bero di ulivo secolare
Tel . 0931/ 492256 -
340/0914511
REGALO legna da rica-
vare da grosso e vecchio
albero di ulivo. Anche da
asportare per intero. Zona
Pachino Tel. 0931/492256
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 434/09 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/14, ore 12.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni:
LOTTO 1: terreno sito a Buccheri nella c.da
Roccata, esteso mq. 12.000 ca.; in catasto Fg.
37 p.lle 222, 228, 231, 227, 352, 353, 354 e 356.
Prezzo base dasta 6.750,00. Minima offerta in
aumento 1.000,00
LOTTO 2: immobile commerciale adibito a panifcio
sito a Ferla nelle vie N. Sauro n. 5 - Umberto I n. 111;
in catasto: Fg. 31 p.lle 4215 sub 1 e sub 3 (graffate)
(ex p.lle 71/1 e 72/1 graffate), cat. C/2, esteso mq.
72 ca., e Fg. 31 p.lle 4215 sub 2 e sub 4 (graffate)
(ex p.lle 71/2 e 72/2 graffate), cat. C/3, esteso mq.
82 ca.. Prezzo base dasta 102.623,28 (al netto
delle spese per la regolarizzazione urbanistica
meglio specifcate in perizia). Minima offerta in
aumento 6.000,00.
LOTTO 3: appartamento, con locale di sgombro
di pertinenza esteso mq. 20 ca., sito a Ferla in
via delle Mimose 10, 2 piano, vani 5, esteso mq.
125 ca., cat. A/3; in catasto Fg. 17 p.lla 497 sub
4. Prezzo base dasta 78.735,96 (al netto delle
spese per la regolarizzazione urbanistica meglio
specifcate in perizia). Minima offerta in aumento
4.000,00
LOTTO 5: terreno sito a Ferla nella c.da San
Marino, esteso mq. 730 ca.; in catasto Fg. 18 p.lla
236. Prezzo base dasta 412,50. Minima offerta
in aumento 1.000,00.
In caso di esito negativo della vendita senza
incanto, il 23/12/2014, ore 12.00, sempre presso
il proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
alla vendita allincanto dei suddetti beni. Le offerte
o le domande di partecipazione dovranno essere
depositate in busta chiusa, presso lo studio del
suddetto professionista, entro le ore 12.00 del
giorno precedente a quello fssato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spese del 20%, con 2 assegni circolari non
trasferibili intestati allavv. Giuseppe Librizzi. Avviso
integrale e relazione dellesperto disponibile sul
sito www.astegiudiziarie.it ovvero presso lo studio
predetto.
Il professionista delegato
Avv. Giuseppe Librizzi
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 414/11 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/14, ore 10.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni: LOTTO 1: appartamento sito a
Lentini in via delle Spighe 59, piano terra, vani 3,
esteso mq. 42 circa; in catasto Fg. 94, p.lla 912
sub 1, cat. a\4. Prezzo base dasta 7.291,18
(al netto dei costi per la regolarizzazione della
difformit catastale meglio indicata in perizia).
minima offerta in aumento 1.000,00. Lotto
2: appartamento sito a Lentini in via delle
Spighe 61, piano ii, vani 4,5, esteso mq. 45
circa; in catasto Fg. 94, p.lla 912 sub 3, cat.
a\4. Prezzo base dasta 8.411,97. minima
offerta in aumento 1.000,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., il 23/12/14,
ore 10.00, sempre presso il proprio studio,
lavv. Giuseppe Librizzi proceder alla vendita
allincanto dei suddetti beni. Le offerte o le
domande di partecipazione dovranno essere
depositate in busta chiusa, presso lo studio
del suddetto professionista, entro le ore 12.00
del giorno precedente a quello fssato per la
vendita, accompagnate da cauzione del 10%
e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi. Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso lo studio predetto.
Il professionista delegato
Avv. Giuseppe Librizzi
PROSSIMA INSERZIONE:
22/10/2014
LeASTE GIUDIZIARIE saranno inseritedalladatadi pubbli-
cazione del bando fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
TRIBUNALE DI SIRACUSA
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
BARATTI E SCAMBI
CERCASI tabaccheria con
lotto, superenalotto e altri
servizi, con permuta di
immobile da trattare. Mas-
simaseriet, noperditempo.
No chiamate anonime Tel.
347/9040347
VARIE
BINOCOLO da lunga di-
stanza marca Magellano,
15x70, metri 1000 E 80 Tel.
342/0033811
BUONI vacanza con
sconti fno all 80Tel. Tel.
380/2503089
CARROZZELLA per in-
fermi, come nuova Tel.
340/9332498
GROSSI alberi di ulivi
da estirpare per essere
trapiantare altrove Tel.
0931/492256-340/0914511
MATERASSINO antipia-
ghe con compressore affare
Tel. 347/1187171
TELESCOPIO astronomi-
co Kenko Acromat 80, con
accessori. Come nuovo, E
400 Tel. 335/409317
CIAMBELLA antidecubi-
to, pannoloni a traverse in
blocco o singoli, vendesi
Tel. 347/6549854
LUCE PULSATA con 2
anni di garanzia acquista-
ta da 1 mese, E 200 Tel.
327/4653820
MATRIMONI affttasi auto
mercedes benz cabrio 200,
19 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 9 ASTE GIUDIZIARIE
anno 94, grigio met., con
autista Tel. 348/2419041
OLIO di oliva patronale
vendesi E 5 a litro Tel.
346/7611561
SCATOLO di pregiato
sigaro cubano Cohiba Tel.
320/4964202
ZAINI scuola, uno Invic-
ta azzurro e uno Seven
Fucsia E 20 cadauno Tel.
380/2503089
ANIMAGEMELLA
41ENNE cerca ragazza
anche straniera per ami-
cizie ed eventuale fdan-
zamento, molto socievole,
dolce, sensibile, allegra.
No perditempo. Scrivere
a C.I. AS4758000 Fermo
Posta Siracusa Centro
46ENNE di bellaspetto
conoscerebbe donna et
dai 40 ai 45 anni, di bella
presenzaper unaseriaami-
cizia ed eventuale unione.
Scrivere a Fermo Siracusa
centro CI AN5054014.
Affrancare francobollo
da E 3,70
50ENNE i nsegnant e
simpatico e sincero, no
fumatore, cerca anima
gemella seria per convi-
venzaefuturomatrimonio.
Scrivere a Patente Auto
SR2030915LFermoposta
Siracusa centro affrancare
3,70 euro
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 235/09 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/14, ore 12.30, presso il
proprio studio sito a Siracusa nel viale Santa Panagia
136/N, lavv. Giuseppe Librizzi proceder allesame
delle offerte di acquisto senza incanto, e se del caso
allaggiudicazione, dei seguenti beni:
Lotto 1: quota pari a 2\3 di un immobile sito
a Palazzolo a. in via milano 4 composto da un
appartamento vani 2, piano terra, cat. a\5, in
n.c.e.U. Fg. 31 p.lla 154/2 ed un magazzino
esteso mq 10, cat. c\2, in n.c.e.U. Fg. 31 p.lla
154/1. Prezzo base dasta 3.500,30 (al netto dei
costi di regolarizzazioneurbanisticameglioindicati
in perizia). minima offerta in aumento 1.000,00.
Lotto 2: casa sita a Palazzolo a. nel ronco
Ghibellini 16, vani 4,5, cat. a\3 piano terra e 1, in
n.c.e.U. Fg. 72 p.lla 5614 (ex p.lla 2165). Prezzo
base dasta 7.297,12. minima offerta in aumento
1.000,00.
Lotto3: vanoterranositoaPalazzoloa. nel ronco
Ghibellini 13, cat. a\5, in n.c.e.U. Fg. 72, p.lla5615/2
(ex p.lla 2166/2) + magazzino sito a Palazzolo a.
nel ronco Ghibellini 14, cat. c\2, esteso mq. 23
ca., in n.c.e.U. Fg. 72 p.lla 5615/1 (ex p.lla 2166/1).
Prezzo base dasta 5.873,29 (al netto dei costi di
regolarizzazionecatastalemeglioindicati inperizia).
minima offerta in aumento 1.000,00.
Lotto 4: villetta (vani 8,5, mq. 205 ca.) sita a
Palazzoloa.nellac.daadifalca+duemagazzini (mq.
21 e 6), il tutto con terreno di pertinenza (area non
censibile). in catasto Fg. 59 p.lla 177 sub 2 (villetta,
cat. a\7) e p.lle 177 sub 3 e 4 (magazzini, cat. c\2).
Prezzo base dasta 44.971,87 (al netto dei costi
di regolarizzazione urbanistica e catastale meglio
indicati in perizia). minima offerta in aumento
3.000,00.
Incasodi esitonegativodellav.s.i., il 23/12/14, ore12.30,
sempre presso il proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder alla vendita allincanto del suddetto bene.
Le offerte o domande di partecipazione dovranno
essere depositate in busta chiusa, presso lo studio
del suddetto professionista, entro le ore 12.00 del
giorno precedente a quello fssato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spesedel 20%, con2assegni circolari nontrasferibili
intestati allavv. Giuseppe Librizzi.
Avviso integrale, ordinanza di delega e relazione
dellesperto disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it
ovvero presso lo studio predetto.
Il professionista delegato
TRIBUNALE
DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 574/94 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/2014, ore 10.30,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni:
LOTTO 1: appartamento sito ad Augusta in via
roma 127, 2 piano, esteso mq. 145 ca., vani 6,
cat. a\3; in catasto Fg. 91 p.lla 3759 sub 7 (ex
Fg. 95 p.lla 384 sub 7). Prezzo base dasta
94.668,75. minima offerta in aumento 5.000,00.
LOTTO 2: appartamento sito ad Augusta in
via roma 127, 3 piano, esteso mq. 125 ca.,
vani 6,5, cat. a\3; in catasto Fg. 91 p.lla 3759
sub 9 (ex Fg. 95 p.lla 384 sub 9). Prezzo base
dasta 79.200,00. minima offerta in aumento
4.000,00.
In caso di esito negativo della vendita senza
incanto, il 23/12/2014, ore 10.30, sempre presso
il proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
alla vendita allincanto dei suddetti beni.
In entrambi i casi, le offerte o domande di
partecipazione dovranno essere depositate
(previo appuntamento telefonico) in busta
chiusa, presso lo studio del suddetto
professionista, entro le ore 12.00 del giorno
precedente a quello fssato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e
deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari (non postali) non trasferibili intestati
allavv. Giuseppe Librizzi. Avviso integrale
e relazione dellesperto disponibile sul sito
www.astegiudiziarie.it ovvero presso lo studio
predetto.

DOCENTE universitario
ben volentieri stringerebbe
amicizia con signorina o
signora di pari intellettua-
lit. Scoposinceraamicizia
con eventuale conviven-
za. Scrivere a n. patente
SR5045323X Fermo Po-
sta Belvedere Siracusa.
Affrancare francobollo da
E 3,70
UOMO di 50 anni, libero,
non sposato, senza fgli,
carino, attraente, diplomato
geometra, con casa propria
cerca ragazza/donna sen-
timentale, carina, dolce,
affettuosa, anche straniera,
scopo convivenza ma-
trimonio. Scrivere a C.I.
AR9200450 Fermo Posta
Siracusa Centro. Affranca-
re francobollo da 3,70 euro
AUGUSTA
60ENNE pensionato, casa
propria ad Augusta, libero
da legami, cerca donna di
qualsiasi etanchestraniera
di sani principi per una
convivenza serena. Amo la
natura, il mare, gli animali.
Scrivere a P.A. 78098 Fer-
mo posta Augusta centro.
Affrancare E 3,70
ULTIMORA
CERCO ragazzo serio
dai 30 ai 35 anni, libero
senza impegni familiari,
serio, educato, per fre-
quentare corsi di liscio o
danze caraibiche, latino
americane. Possibilmente
di Siracusa. Solo italiani.
Non si accettano chiamate
anonime. No perditempo
Tel. 324/6086454
DUO musicale offresi x
ricorrenza varie, piano bar,
seratedanzanti, matrimoni,
anniversari, compleanni,
karaoke Tel. 339/7500929
KIMONO da karate per
bambino % 349/3169145
PER inutilizzo vendo bor-
sonedi marca: Federazione
Italiana Fitness, molto ca-
piente, con tasche laterali,
colore arancione, rosso,
grigio, nero. Tenuto molto
bene, usato pochissime
volte. Ottime condizioni.
E 40. Per chi fosse in-
teressato contattare Tel.
340/6786249
TRIBUNALE
DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 174/11 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/14, ore 11.00, presso
il proprio studio sito a Siracusa nel viale Santa
Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto,
e se del caso allaggiudicazione, dei seguenti
beni: LOTTO 1: appartamento sito a Solarino
(SR) in via Libert 37 (catastalmente 35), piano
terra, vani 5, cat. a\4, esteso mq. 172 ca., con
terrazza soprastante; in catasto Fg. 15, p.lla
535. Prezzo base dasta 29.663,31 (al netto
dei costi per la regolarizzazione catastale ed
urbanistica indicati in ctU). minima offerta in
aumento 2.000,00.
LOTTO 2: Magazzino sito a Solarino (SR) in via
Piave 94, esteso mq. 49 ca., cat. c\2; in catasto
Fg. 14, p.lla 682. Prezzo base dasta 4.399,14
(al netto dei costi per la regolarizzazione
urbanistica indicati in ctU). minima offerta in
aumento 1.000,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., il 23/12/14,
ore 11.00, sempre presso il proprio studio, lavv.
Giuseppe Librizzi proceder alla vendita allincanto
dei suddetti beni. Le offerte o domande di
partecipazione dovranno essere depositate in busta
chiusa, presso lo studio del suddetto professionista,
entro le ore 12.00 del giorno precedente a quello
fssato per la vendita, accompagnate da cauzione
del 10% e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi. Avviso integrale della relazione dellesperto
disponibile su www.astegiudiziarie.it ovvero presso
lo studio predetto.

Il professionista delegato
Avv. Giuseppe Librizzi
TRIBUNALE
DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 34/13 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/14, ore 11.30,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
del seguente bene:
appartamento sito ad Augusta (SR) in via
Xifonia 203, 4 piano, vani 5, esteso mq. 110
ca., cat. a\3; in catasto Fg. 91, p.lla 3861 sub
10 (ex Fg. 95, p.lla 888 sub 5). Prezzo base
dasta 90.000,00 (al netto dei costi per la
regolarizzazione urbanistica meglio descritti
in premessa). minima offerta in aumento
5.000,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., il 23/12/14,
ore 11.30, sempre presso il proprio studio,
lavv. Giuseppe Librizzi proceder alla vendita
allincanto del suddetto bene. Le offerte o
domande di partecipazione dovranno essere
depositate in busta chiusa, presso lo studio
del suddetto professionista, entro le ore 12.00
del giorno precedente a quello fssato per la
vendita, accompagnate da cauzione del 10% e
deposito spese del 20%, con 2 assegni circolari
non trasferibili intestati allavv. Giuseppe Librizzi.
Avvi so i ntegral e, ordi nanza di del ega e
relazione dellesperto disponibile sul sito www.
astegiudiziarie.it ovvero presso lo studio predetto.

Il professionista delegato
Avv. Giuseppe Librizzi
19 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 11 SOCIET
Sistemata la casa
del custode a villa Reimann
I lavori a vil-
la Reimann
- ha detto
l'assessore
al verde
pubblico
Antonio
Grasso -
sono
continui
La struttura prima dell'intervento
mostrava i segni dell'abbandono
Non Sistemata
dopo decenni di
incuria e abban-
dono, la casa del
custode di Vil-
la Reimann, mai
considerata nel
passato come par-
te integrante del
lascito al Comu-
ne.
L'intervento
stato commis-
sionato senza al-
cun costo per le
casse comunali,
dall' assessorato
al Verde pubbli-
co, che ha deciso
di ridare lustro e
dignit, all'abita-
zione confnante
alla Villa, dando
indicazioni pre-
cise riguardo la
sistemazione del
verde.
La struttura prima
del l ' i nt er vent o
mostrava i segni
dell' abbandono,
nella quale, ster-
paglie e rami sec-
chi bloccavano
pericolosamente
l'ingresso e il via-
le d'accesso alla
casa del custode.
Ancora una volta
questa ammini-
strazione si dimo-
stra sensibile alle
problematiche del
verde pubblico e
del decoro urba-
no, e disponibile
ad accogliere le
giuste segnalazio-
ni, provenienti da
associazioni e da
semplici cittadini,
pr ogr ammando
gli interventi utili
a ridare il giusto
decoro al patri-
monio del Comu-
ne. I lavori a
villa Reimann ha
detto l'assessore
al Verde pubblico
Antonio Grasso
- sono continui.
Ci rendiamo con-
to che c' ancora
tanto da fare per
riportare questo
patrimonio a di-
ventare un luogo
sicuro e conteni-
tore di appunta-
menti di un certo
spessore, non a
caso, abbiamo
deciso di tenere
alta l'attenzione.
La motivazione a
continuare il lavo-
ro intrapreso, per
cancellare anni
ed anni di incu-
ria intorno a villa
Reimann e ad al-
tri beni dell'Am-
ministrazione,
tanta. Contiamo
ha infne detto
l'assessore Gras-
so sulla colla-
borazione della
societ civile e
da quanti a vario
titolo, sono inte-
ressati al miglio-
ramento del bene
comune.
Scuola Infanzia,
37 seminario
di studio per
laggiornamento
e la formazione
Ha preso il via
ieri nel salone
parrocchiale del-
la chiesa di Santa
Rita, il 37 Semi-
nario di Studio per
laggiornamento e
la formazione delle
insegnanti di scuo-
la dellinfanzia.
Sar anche loc-
casione per fe-
steggiare il 40
Anniversario del-
la costituzione,
nella provincia
di Siracusa, della
Federazione delle
scuole materne, or-
ganismo associa-
tivo di ispirazione
cristiana.
I seminari si ter-
ranno per 4 sabati,
dal 18 ottobre al 15
novembre, ad ec-
cezione di sabato
1novembre. Il se-
minario ha il patro-
cinio del Comune
di Siracusa e vuole
analizzare gli ulti-
mi documenti del-
la CEI, per rifet-
tere sulla gestione
attuale delle scuole
federate, sulle pro-
spettive presenti e
future e sulla pos-
sibilit di docu-
mentare le pratiche
educative, attra-
verso nuove ed ag-
giornate esperien-
ze laboratoriali.
Il programma pre-
vede quattro in-
contri il primo ieri
sabato 18 ottobre
2014 Ore 15,00 -
Originalit e speci-
fcit delle scuole
Fism nel territorio
della provincia In-
terventi: dott.ssa
M. Benedetta Ma-
rino
(Presidente prov.
le Siracusa e Con-
sigliere Naz.le
Fism. Dott.ssa Va-
leria Troia (Ass.
Politiche Scola-
stiche Comune di
Siracusa).
In sinistra e in basso, i
lavori per riadattare
la casa del custode.
Taglio medio, l'asses-
sore al Verde pubbli-
co, Antonio Grasso.
Il parere del Consi-
glio comunale sulle
proposte del gruppo
di lavoro per lor-
ganizzazione del
Carnevale 2015 e
il regolamento per
le riprese audiovisi-
ve delle sedute del
Consiglio. Questi i
principali argomen-
ti discussi e appro-
vati ieri sera du-
rante la seduta del
Consiglio comu-
nale di Palazzolo.
A illustrare le pro-
poste emerse dal
gruppo di lavoro sul
Carnevale stato
lassessore al Turi-
smo Paolo Sandalo
che ha sottolineato
limportanza degli
incontri avviati con
i carristi, i rappre-
sentanti dei quar-
tieri, degli operatori
del settore turistico
e dei consiglieri per
una programmazio-
ne sullevento del
2015. Si elaborata
quindi una proposta
condivisa fnalizza-
ta al miglioramen-
to, alla promozione
del territorio, allin-
serimento di aspetti
innovativi che non
alterino le tradizio-
ni locali.
Lobiettivo del
gruppo stato
quello di innovare
la manifestazione
abolendo la sflata
dei carri che per la
loro maestosit e
le loro dimensioni
potrebbero costitu-
ire pericolo a causa
dellimpianto urba-
no e della struttura
delle vie cittadine.
I carri dovrebbero,
invece, essere in-
stallati nelle piazze
principali del paese,
dove spettacoli di
animazione, sagre
ed eventi collate-
rali dovrebbero co-
stituire elementi di
intrattenimento. Si
punter poi a valo-
rizzare la sflata dei
gruppi in maschera
e delle bande mu-
sicali che farebbero
da raccordo tra il
Corso Vittorio Ema-
nuele, piazza del
Popolo, piazza Um-
berto I e piazza Pre-
tura. Tra le proposte
anche la possibilit
di incrementare i
giorni delle sfla-
te anche al sabato.
Sono convinto che
stiamo affrontando
la programmazione
del Carnevale ha
detto il sindaco Car-
lo Scibetta con
unampia apertura.
E una manifesta-
zione che va man-
tenuta a tutti i costi
e occorre aprirla a
momenti di novit
che devono essere
uno stimolo per la
crescita e la parteci-
pazione della comu-
nit. Le proposte
sono state poi vota-
te e approvate.
Ampia discussio-
ne in aula, poi, sul
regolamento per le
riprese audiovisi-
ve delle sedute del
Consiglio. Gli obiet-
tivi che lammini-
strazione si prefg-
ge nelladozione di
questo regolamento
sono la liberalizza-
zione delle riprese
delle sedute fermo
restando la tutela
dei dati sensibili ai
sensi del decreto le-
gislativo 196/2003
e il rispetto della
privacy; favorire ed
ampliare la parteci-
pazione dei cittadini
allattivit politica,
perseguendo fnali-
t di trasparenza e
pubblicit secondo
quanto previsto dal-
la normativa. Se-
condo il Garante
ha spiegato il capo
gruppo di maggio-
ranza Carmelita Gi-
rasole - possibile
documentare via
internet lo svolgi-
mento delle sedute
pubbliche del consi-
glio comunale, pur-
ch i presenti ne si-
ano informati e non
vengano diffusi dati
sensibili. Secondo
il Garante ha ag-
giunto Girasole - le
sedute del Consiglio
comunale sono pub-
bliche e, come tali,
non pu proibirsene
la ripresa invocan-
do il rispetto della
legge in materia di
trattamento di dati
personali. Il consi-
gliere comunale ha
fatto una scelta a
monte, quando ha
accettato prima la
candidatura e poi la
nomina, che lo pone
istituzionalmente
al servizio del cit-
tadino. In linea di
principio quindi
leletto diventa, nei
SOCIET 10 Sicilia 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA
Palazzolo, la programmazione del Carnevale 2015
e il regolamento sulle riprese audiovisive
Lorganiz-
zazione del
Carnevale
di Palazzolo
condivisa
con gli ope-
ratori turistici,
i carristi e
i rappre-
sentanti dei
quartieri
limiti della sua fun-
zione, personaggio
pubblico, per cui
il normale diritto
alla privacy resta
attenuato, in quan-
to il cittadino ha
il diritto ad essere
informato di come
leletto adempia
le funzioni che gli
sono state assegna-
te. Lopposizione
che ha votato con-
tro il regolamento
aveva invece pro-
posto alcune mo-
difche, chiedendo
il rinvio della vo-
tazione. Non si
citano le opzioni
per eventuali tratta-
menti economici su
soggetti esterni - ha
commentato il con-
sigliere del gruppo
Cittadini attivi per
Palazzolo Fabio
Fancello e si ri-
scontra lassenza
di requisiti minimi,
anche di professio-
nalit, ed esperienza
per gli stessi.
Bocciato poi lat-
to di indirizzo per
istituire ununit
di progetto fnaliz-
zata allemissione
dei provvedimenti
repressivi e san-
zionatori in mate-
ria di abusivismo
edilizio, proposto
dallopposizione.
Lamministrazione
ha sottolineato che
il Comune gi do-
tato di ununit che
si occupa di provve-
dimenti repressivi e
sanzionatori sulla-
busivismo edilizio.
Approvata poi lin-
tegrazione al piano
delle valorizzazioni
e alienazioni degli
immobili comunali.
Corso di Filo-
sofa Attiva
I tempi
cambiano
le idee no
In occasione del-
la XII Giornata
Mondiale della Fi-
losofa proclamata
dallUnesco, l'as-
sociazione Cultu-
rale Nuova Acro-
poli di Siracusa,
propone lapertura
del corso di Filo-
sofa Attiva dal ti-
tolo I tempi cam-
biano le idee no.
Il percorso, che
si svolger in 12
incontri, ha come
obiettivo quello di
imparare, attraver-
so la Filosofa, a
conoscere se stes-
si, a scoprire quei
punti di forza
che non si pensa di
possedere, a supe-
rare i propri limiti
e a conquistare un
bagaglio di espe-
rienze utili per la
vita di tutti i giorni
per fne di miglio-
rarsi ed aiutare an-
che gli altri.
Il corso si basa
su esperienza che
possiamo attinge-
re dai tanti flosof,
storici ed educa-
tori dellUmanit:
una conoscenza
chiara dei migliori
insegnamenti del
passato per potersi
proiettare, con en-
tusiasmo ed effca-
cia, in progetti ed
azioni valide per
questo momento
storico e per of-
frire risposte con-
crete alle diffcol-
t con cui tutti ci
confrontiamo.
La presentazione
del corso avr luo-
go il 20 Ottobre
alle ore 19:00 e
alle 20:30 presso
la sede di Nuova
Acropoli in Viale
Tunisi 16. Ingres-
so libero.
In foto, il municipio di
Palazzolo.
SPECIALE 12 Sicilia 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 13 SPECIALE
Le valutazioni di Rete Imprese Italia sulle misure
contenute nella legge di stabilit presentata dal Governo
Il Presidente di Rete Imprese Italia, Giorgio Merletti,
commenta cos le misure del Governo nella Legge di Stabilit
RUBRICA A CURA DELLA CONFESERCENTI SIRACUSA
Il Presidente di Rete
Imprese Italia, Giorgio
Merletti, commenta
cos le misure del Go-
verno nella Legge di
Stabilit. E molto
positiva sottolinea
Merletti lesclusione
del costo del lavoro
dalla base imponibile
Irap. Questa misura
comporter una si-
gnificativa riduzione
della pressione fscale
sul costo del lavoro e
riguarder per il 40,5%
le imprese fno a 50
addetti. Altrettanto
positiva viene giudicata
lintroduzione di un
regime forfettario per
le imprese con ridotti
ricavi, con la possibilit
per gli imprenditori di
non versare il minimo
contributivo. Tutta-
via avverte Merletti
rimangono escluse
da qualsiasi intervento
oltre 3 milioni di im-
prese senza dipendenti,
vale a dire il 70% del
totale delle 4.425.000
aziende italiane. Se
il Governo intende
davvero fare il bene di
tutti gli imprenditori
italiani, occorre pre-
vedere linnalzamento
della franchigia Irap.
E, sul fronte fscale, va
garantita omogeneit
di trattamento tra tutte
le imprese, piccole e
grandi. Queste ulti-
me, complice anche
la non-Europa fscale,
possono scegliere il
regime tributario pi
conveniente nei Paesi
Ue come fanno con
disinvoltura le maxi
multinazionali. Occor-
re, inoltre, completare
il riordino dei regimi
contabili, introducen-
do la determinazione
del reddito per cassa,
e varare lintroduzione
dellIRI per favorire la
capitalizzazione delle
imprese familiari.
Il Presidente di Rete
Imprese Italia apprezza
la proroga delle age-
volazioni al 50% per il
recupero edilizio e del
65% per gli interventi
di effcienza energetica.
Si tratta sottolinea
di misure molto impor-
tanti che rappresentano
unancora di salvezza
per i settori delledilizia
e degli impianti in grave
diffcolt. Proprio per
questo, Merletti solle-
cita la stabilizzazio-
ne delle agevolazioni
con la stessa intensit
prevista nella Legge
di stabilit. Cos come
va riportata al 4% la-
liquota sulla ritenuta
dei bonifci che invece,
nella legge di stabilit,
viene raddoppiata.
Altrettanto positiva
aggiunge il Presidente
di Rete Imprese Italia
la decontribuzione
totale per i neo assunti
per i primi tre anni, cos
come le misure per
favorire lautoimpren-
ditorialit, attraverso
signifcative agevola-
zioni per i primi tre anni
per le start up.
Per quanto riguarda
lanticipo del Tfr in
busta paga, il Presidente
Merletti ricorda che il
Premier Renzi ci ha as-
sicurato che loperazio-
ne anticipo del TFR si
far solo individuando
un meccanismo che ren-
de neutro, per la capa-
cit fnanziaria e i costi
delle PMI, lerogazio-
ne del Tfr maturando
per i lavoratori che
ne facciano richiesta.
Vigileremo affnch i
meccanismi previsti dal
Governo corrispondano
a questo principio. Ci
attendiamo aggiunge
il Presidente Merletti
che dalla riduzione dei
vincoli del Patto di sta-
bilit in capo agli Enti
locali possa derivare
una ripresa degli inve-
stimenti per rimettere
in moto lattivit delle
piccole imprese.
Infne, Merletti esprime
preoccupazione per le
riduzioni delle agevo-
lazioni per le imprese
di autotrasporto merci.

Nel primo semestre
il rapporto defcit/pil
al 3,8%, mentre la
pressione fscale sale
al 43,2%
Il temuto triple dip
confermato: lecono-
mia italiana di nuovo
in recessione, con due
trimestri consecutivi
di crescita negativa. Ad
aprile-giugno, afferma
lIstat, il Pil italiano
diminuito dello 0,3%
rispetto allo stesso pe-
riodo del 2013 e dello
0,2% nel confronto
con gennaio-marzo.
Questi dati sono coeren-
ti con il nuovo sistema
di calcolo Sec 2010 e
mostrano un peggiora-
mento rispetto alle sti-
me diffuse a fne ago-
sto, che avevano come
riferimento i conti in
Sec 1995 e indicavano
un calo del Pil dello
0,2% sia congiunturale
sia su base annua. Il
secondo trimestre del
2014, spiega listituto
di statistica, ha avuto
una giornata lavorativa
in meno sia rispetto
a gennaio-marzo sia
rispetto allo stesso pe-
riodo dellanno scor-
so. Nel confronto col
trimestre precedente, i
consumi sono cresciu-
ti dello 0,1% mentre
gli investimenti fissi
hanno avuto una fes-
sione dello 0,9%. Le
importazioni sono au-
mentate dello 0,8% e le
esportazioni dell1,1%.
La domanda nazionale,
sottolinea lIstat, al net-
to delle scorte ha fornito
un contributo nullo alla
crescita del Pil: +0,1
punti percentuali i con-
sumi delle famiglie e
delle istituzioni sociali
private, -0,2 gli investi-
menti fssi. La dinamica
delle scorte ha contri-
buito negativamente
alla variazione del Pil
(-0,3 punti percentua-
li), mentre lapporto
della domanda estera
netta stato positivo
per 0,1 punti percen-
tuali. Nel secondo
trimestre ci sono stati
andamenti congiun-
turali negativi per il
valore aggiunto di tutti i
settori: industria -0,5%,
servizi -0,1% e agri-
coltura -1%. In termini
tendenziali, il valore ag-
giunto delle costruzioni
diminuito del 2,3%,
quello dellindustria
in senso stretto dello
0,4%, quello della-
gricoltura dello 0,6%
e quello dei servizi
dello 0,1%. Ad aprile-
giugno, aggiunge listi-
tuto di statistica, il Pil
aumentato su base tri-
mestrale dell1% negli
Stati Uniti e dello 0,9%
nel Regno Unito,
rimasto stazionario in
Francia mentre in Ger-
mania ha avuto un calo
dello 0,2%. Nel con-
fronto annuo c stato
un aumento del 3,2%
nel Regno Unito, del
2,5% negli Stati Uniti,
dell1,3% in Germania
e dello 0,1% in Francia.
Nel secondo trimestre,
spiega lIstat, rispetto
al primo le importa-
zioni di beni e servizi
sono aumentate dello
0,8% e il totale delle
risorse (Pil e importa-
zioni di beni e servizi)
rimasto stazionario.
Le esportazioni sono
cresciute dell1,1%, gli
investimenti fssi sono
diminuiti dello 0,9% e
i consumi fnali sono
aumentati dello 0,1%.
Per i consumi, la spesa
delle famiglie residenti
e delle istituzioni sociali
private cresciuta dello
0,2%, quella delle am-
ministrazioni pubbliche
aumentata dello 0,1%.
La contrazione degli
investimenti stata
determinata da una fes-
sione della spesa per
macchine, attrezzature
e altri prodotti (che in-
clude anche gli investi-
menti in prodotti della
propriet intellettuale)
e degli investimenti
in costruzioni (-1,1%
per entrambe le com-
ponenti), mentre quelli
in mezzi di traspor-
to sono cresciuti del
2,6%. La spesa delle
famiglie ha segnato un
aumento tendenziale
dello 0,3%. In partico-
lare, gli acquisti di beni
durevoli sono cresciuti
del 2,2%, quelli di beni
non durevoli hanno
avuto una diminuzio-
ne dello 0,9%, mentre
gli acquisti di servizi
sono cresciuti dell1%.
Gli investimenti fssi
hanno avuto, nel com-
plesso, una diminuzio-
ne del 2,5% su base
annua. In particolare,
c stata una fessione
della spesa in mac-
chinari e altri prodotti
del 3% e degli inve-
stimenti in costruzioni
del 3,4%, mentre gli
investimenti in mezzi di
trasporto sono cresciuti
dell8,4%. Nel secon-
do trimestre, conclude
listituto di statistica,
ci sono stati andamenti
congiunturali negativi
del valore aggiunto
nella maggioranza dei
comparti: -0,2% nel
settore degli altri servi-
zi, -0,3% in quello che
raggruppa le attivit
del commercio, alber-
ghi e pubblici esercizi,
trasporti e comunica-
zioni, -0,4% nellindu-
stria in senso stretto,
-0,8% nelle costruzioni
e -1% nellagricoltura.
Solo il settore del credi-
to, assicurazioni, attivi-
t immobiliari e servizi
professionali ha segna-
to un debole aumento
(0,1%). Sulla base di
questi dati, peggiora
anche landamento del
defcit-Pil. Nei primi
due trimestri del 2014,
comunica lIstat, il
rapporto tra indebi-
tamento netto e Pil
stato pari a 3,8%, con
un peggioramento di
0,3 punti percentuali
rispetto allo stesso pe-
riodo dellanno prima.
Nel secondo trimestre,
in particolare, lin-
debitamento stato
dell1,1%, superiore di
0,4 punti percentuali nel
confronto con lo stesso
trimestre del 2013. Sale
la pressione fscale nel
II trimestre: secondo i
dati Istat, stata pari
nel secondo trimestre al
43,2%, superiore di 0,1
punti percentuali rispet-
to allo stesso periodo
dellanno precedente.
Nel secondo trimestre
2014, le uscite totali
sono aumentate, in ter-
mini tendenziali, dello
0,5%; la loro incidenza
rispetto al Pil del
49,3% (48,9% nel cor-
rispondente trimestre
dellanno precedente).
Le uscite correnti sono
aumentate dello 0,4%
(+0,3% al netto della
spesa per interessi),
mentre quelle in conto
capitale sono aumenta-
te dell1,6%. Nei primi
due trimestri del 2014
le uscite totali sono
risultate pari al 49,0%
del Pil (49,4% nel cor-
rispondente periodo del
2013). Le entrate totali
sono diminuite, in ter-
mini tendenziali, del-
lo 0,3% nel secondo
trimestre del 2014;
la loro incidenza sul
Pil stata del 48,2%,
invariata rispetto al cor-
rispondente trimestre
del 2013. Nei primi
due trimestri del 2014,
le entrate totali sono
diminuite dell1,1% in
termini tendenziali, con
unincidenza sul Pil del
45,2% (45,8% nel cor-
rispondente periodo del
2013).
Pensionati sotto la
soglia di povert. Il
Governo intervenga
per modifcare la
Legge Fornero
Eun ritratto dramma-
tico quello che emerge
dagli ultimi dati Inps in
merito alla composizio-
ne sociale e di reddito
del lavoro e della pre-
videnza. Il Governo
prenda atto che si sta
aggravando una vera e
propria condizione di
indigenza allinterno
delle famiglie. Lo
afferma Massimo Vi-
voli, presidente di Fipac
Confesercenti, in meri-
to agli ultimi dati Inps.
Nel 2013 quasi la met
dei pensionati aveva un
reddito pensionistico
inferiore a 1.000 euro al
mese. Oltre 2,1 milioni
di pensionati aveva
un reddito inferiore ai
500 euro, mentre quasi
il 70% aveva meno di
1.500 euro al mese. In
termini concreti questo
signifca impossibilit a
condurre una vita rego-
lare, anche per questa
ragione, come abbiamo
gi denunciato, molti
anziani sono costretti
a rinunciare alle cure
mediche, o al massimo
a rivolgersi ai Paesi low
cost, dove lassistenza
sanitaria costa meno.
La lunga recessione,
come dimostrano questi
dati, sta allargando la
forbice delle disegua-
glianze sociali in modo
drammatico. Inoltre a
riempire le fle di colf e
badanti, non sono pi i
lavoratori che arrivano
da altri Paesi europei e
non, ma gli italiani che
hanno perso il proprio
posto di lavoro, o anzia-
ni che non ce la fanno
ad arrivare alla fne del
mese. Anche su questo
problema necessa-
rio rifettere e cercare
di intervenire, parten-
do, ad esempio, dalla
modifca della Legge
Fornero. La nostra pro-
posta quella di aprire
un Tavolo tecnico tra
Governo e rappresen-
tati dei pensionati per
esaminare la pesante
situazione economica e
sociale degli anziani ed
individuare obiettivi e
proposte praticabili per
uscire da questo esteso
e preoccupante stato di
disagio.
Bankitalia, ad agosto
prestiti banche anco-
ra gi. Finanz. a fa-
miglie in calo 0,8%,
a imprese 3,8%.
I prestiti bancari al
settore privato hanno
registrato ad agosto
una contrazione su base
annua del 2,5% (-2,6%
a luglio). I prestiti alle
famiglie, sottolinea
Bankitalia, sono scesi
dello 0,8% sui dodici
mesi (-0,7 per cento
nel mese precedente),
quelli alle societ non
fnanziarie sono dimi-
nuiti, sempre su base
annua, del 3,8% (-3,9%
a luglio). Lennesimo
allarme lanciato da
Bankitalia sul calo dei
fnanziamenti a fami-
glie ed imprese da parte
delle banche dichiara
il Vice Presidente Vi-
cario di Confesercenti
e presidente di Italia
Comfdi Massimo Vi-
voli preoccupa mol-
to e non fa altro che
alimentare una spirale
negativa in un momento
in cui le aziende hanno
bisogno di iniezioni di
fducia per ripartire.
Anche ad agosto pro-
segue Vivoli il credit
crunch non allenta la
morsa sulleconomia
reale. Questo anda-
mento, purtroppo, d
ancora una volta ra-
gione ai nostri calcoli:
i prestiti erogati alle
aziende sono diminuiti
di 103 miliardi di euro
rispetto al novembre
2011, quando inizia-
ta la crisi fnanziaria
italiana. Ora serve
un intervento urgen-
te dellesecutivo: c
unemergenza da af-
frontare con migliaia di
imprese che continuano
a chiudere i battenti
e i fallimenti delle
aziende che aumentano.
Per questo conclude
Vivoli dobbiamo po-
tenziare il sistema dei
confdi, che in questi
anni di crisi ha svolto un
ruolo indispensabile nel
sistema fnanziario per
aiutare le microimprese
a resistere sul mercato,
oltrech sostenere i
Fondi di Garanzia, in-
crementandone la dota-
zione e prevendendone
la gestione diretta da
parte dei consorzi delle
imprese.
PRESSO LACON-
FESERCENTI
SONO APERTE LE
ISCRIZIONI PER I
NUOVI CORSI ABI-
LITANTI E PREPA-
RATORI
Sono aperte le iscrizioni
per frequentare i corsi
abilitanti obbligatori
per chi intende eserci-
tare lattivit di vendita
di generi alimentari, di
somministrazione di
alimenti e bevande, di
ristorazione, di agente
e rappresentante di
commercio. Sono anche
aperte le iscrizioni ai
corsi preparatori obbli-
gatori per sostenere gli
esami abilitanti presso
la Camera di Com-
mercio per chi intende
esercitare lattivit di
agente immobiliare. I
corsi per gli aspiranti
commercianti nel set-
tore degli alimenti, per
chi intende esercitare
lattivit di sommini-
strazione e ristorazione
hanno la durata di 100
ore articolate nellarco
temporale di due mesi.
Le lezioni si svolgeran-
no nei giorni di Luned,
Mercoled e Venerd
dalle ore 15.30 alle
ore 19.30. Per quanto
riguarda gli aspiranti
agenti e rappresentanti
di commercio e gli aspi-
ranti agenti immobiliari
i corsi hanno la durata
di 80 ore articolate
nellarco temporale di
due mesi. Le lezioni si
svolgeranno nei giorni
di Marted e Gioved
dalle ore 15.30 alle ore
19.30. Chi intendesse
frequentarli pu recarsi
presso la Confesercen-
ti in Via Ticino n. 8
(Tel. 0931/22001) e
compilare la scheda di
iscrizione.
19 OTTOBRE 2014, DOMENICA Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Nel calcio ci sono
storie che non
hanno punti in
comune e conti-
nuano a non aver-
ne ed altre che in-
vece combaciano
fno a confonder-
si, tanto sono si-
mili. Come quel-
le del Siracusa
e del Giarre che
nel libro doro del
calcio siciliano e
in quello nazio-
nale hanno con-
quistato un posto
di rilievo . Unica
differenza che gli
etnei non hanno
mai raggiunto la
serie cadetta pur
avendola sfora-
ta, a differenza
del Siracusa che
quellesperien-
za lha gloriosa-
mente vissuta .
Anche il bottino
di punti nel con-
to degli incontri
diretti disputati
in sostanziale
equilibrio e,tutto
sommato, buoni
anche i trascor-
si, con rapporti,
per, piuttosto
formali, come ac-
cade quando non
sono particolar-
mente curati. Al
di l, comunque,
delle tradizionali
schermaglie che
precedono gli in-
contri di cartello,
c la realt di due
squadre segnalate
in risalita, pur con
obiettivi diversi
che possono es-
sere cos riassunti
: salto nella ca-
tegoria superiore
per il Siracusa e
campionato ono-
revole per il Giar-
re con il raggiun-
gimento di una
tranquilla salvez-
za.
Un obiettivo
quello degli etnei
commisurato alle
potenzialit del-
la squadra, che
al l i mprovvi so
ha cambiato per
direzione in se-
guito allo sgam-
betto di domenica
scorsa alla capo-
lista.
E il campiona-
to tranquillo al
quale il Giarre
sembrava avvia-
to va a farsi be-
nedire, stravolto
da una ventata di
euforia che fa ri-
tenere tutto pos-
sibile, compreso
lexploit al De
Simone annun-
ciato, urbi et orbi,
dal vulcanico pre-
sidente giarrese,
Giovanni di Mar-
tino .
A questo punto il
Siracusa avreb-
be potuto dire la
sua e rispondere
per le rime, ma
ha preferito sag-
giamente glissare
, lasciando che
le chiacchiere da
bar dello sport
lascino il tempo
che trovano, ri-
mandando il ver-
detto ai valori che
saranno espressi
in campo. Valo-
ri che, in sede
di previsioni , di-
cono che c un
allenatore come
Maurizio Romeo,
che dispone una
squadra la cui
maggiore forza
lentusiasmo, ma
che pu alloc-
correnza avvaler-
si di validi ac-
corgimenti tattici
come si addice ad
una squadra corta
e compatta come
quella giallobl,
capace di veloci
ripartenze ora af-
fdate a Daniele
Aleo, per la verit
un po in ombra
in questa fase ini-
ziale, o a Massi-
mo Sottile, auto-
re di un gran gol
domenica scorsa,
e buona spalla per
la punta Tenerelli.
Ma dicono anche
che il Siracusa
sostanzialmente
c in proiezione
primato.
Anche se dovr
dimostrare che
latteggiamento
sparagnino tenuto
in particolare nel
primo tempo di
Milazzo stato
solo un episodio
e che il suo vero
volto quello di
una squadra che
dopo le fasi di
studio sa trovare
le pi adeguate
contromisure per
addomest i car e
qualsiasi avversa-
rio.
Getti o non getti
il guanto di sfda,
come ha fatto il
Giarre in questa
stuzzicante vigi-
Derby della nostalgia
fra Siracusa e Giarre
nobili s, ma decadute
A confronto due squadre dallillustre passato, prede di una
crisi profonda che solo negli ultimi anni si attenuata
lasciando forire qualche tenue speranza di risalita
Belvedere oggi a Santa Croce
Bonarrivo: "Non abbasare la guardia"
Rientrano Al e soprattutto Spada. Le-
sterno classe 97 torna in gruppo dopo
pi di un mese di assenza per infortu-
nio muscolare. Oggi sar a disposizio-
ne del tecnico Bonarrivo in vista della
diffcile trasferta del Belvedere a Santa
Croce Camerina. Gli aretusei cerche-
ranno di bissare la buona prova di sette
giorni fa nel derby contro il Palazzolo,
vittoria sfuggita allultimo secondo
con il pareggio ospite in pieno recupe-
ro. Ma tant. Derby archiviato, testa e
gambe sono tutte per la sfda di domani
in terra iblea (assenti gli under Tralon-
go, Aglian e Visicale e lattaccante
Pincio).
"Cercheremo di portare via punti im-
portanti ha detto il tecnico Nicola Bo-
narrivo perch in questa fase del cam-
Torna al PalaKradina lAretusa di mister
Bordieri, per la terza di andata del cam-
pionato di C nazionale nel derby contro il
Basket Ragusa. "Stiamo lavorando molto e
vedo maggiore serenit in seno al gruppo
- ammette coach Bordieri adesso il mo-
mento di essere pi concreti e cominciare
a muovere la classifca".Dello stesso avvi-
so del tecnico, anche Claudio Casiraghi il
cui impatto con la sua nuova dimensione
sinora non stato dei migliori. " stato un
avvio diffcile ammette lala lombarda -
da due anni non disputavo quella che era
un tempo la vecchia C1 e devo dire sinora
non ho reso secondo le aspettative. Mi sto
impegnando al massimo per capire meglio
alcuni automatismi di squadra, e migliora-
re, nello stesso tempo, lintesa con i miei
compagni. Sono convinto che possiamo
fare bene e non appena cresceremo dare-
mo flo da torcere per tutte le avversarie."
Torna al PalaKradina
l'Aretusa contro Ragusa
lia del derby della
nostalgia fra due
squadre dal ful-
gido passato, dal
travagliato e an-
cora incerto pre-
sente e da unau-
spicabile, radioso
futuro.
Armando Galea
pionato dobbiamo racimolare quanto
pi possibile. Il ritorno, lo sappiamo,
sar tuttaltro campionato e chi si trova
dietro poi avr pi diffcolt a risalire.
Per questo non dobbiamo abbassare
la guardia, abbiamo avuto un avvio di
campionato terribile ma ci siamo difesi
alla grande contro squadre che lotte-
ranno per il salto di categoria. Noi do-
vremo salvarci quanto prima possibile.
Cercheremo di dare continuit dopo
3 risultati utili consecutivi, abbiamo i
soliti problemi legati alla disposizione
degli under che spero di risolvere con
i rientri di Spada e Ziccone. La gara di
Santa Croce ci dar ulteriori indicazio-
ni sul tipo di campionato che andremo
ad affrontare".
Questi i 18 convocati in vista della tra-
sferta di Santa Croce: Cerruto e Spera
(portieri), Giardina, Nassi, Christian
Saraceno, Conti, Rossitto, Spada (di-
fensori), Messina, Gambino, Spoto,
Failla, Gatto, Rizza (centrocampisti),
Tin, Carrabino, Infantino, Al (attac-
canti).
Le malattie neurodegene-
rative sono un insieme di
malattie del sistema nervo-
so centrale che, causando
un deterioramento neurale,
pu portare a gravi handicap
cognitivi, motori e disturbi
psicologici. Malattie neuro-
degenerative sono il Morbo
di Parkinson, la SLA (Scle-
rosi Laterale Amiotrofca), la
Demenza Fronto-Temporale,
la Corea di Huntington. Da-
vanti a tali malattie, che ine-
vitabilmente portano ad un
progressivo ed irreversibile
peggioramento, i pazienti e i
familiari cercano qualunque
cura o trattamento per rallen-
tare, o sperare di guarire da
questo inevitabile processo
degenerativo.
Nel 2009 si propose, alla co-
munit medica di sperimen-
tare, il controverso Metodo
Stamina del Dr. Vannoni
tramite la sua organizzazio-
ne STAMINA FOUNDA-
TION ONLUS.
Il trattamento consiste nel
prelievo di cellule dal midol-
lo osseo dei pazienti (Stami-
nali), la loro manipolazione
in vitro, e infne la loro infu-
sione nei pazienti stessi. Una
volta infuse, le staminali
avrebbero dovuto iniziare
un processo di rigenerazio-
ne neuronale che sarebbe
stato in grado di curare ma-
lattie neurovegetative tutte
progressive e molto gravi.
Stando alle dichiarazioni di
Davide Vannoni sarebbero
addirittura 120 le patologie
rare che il metodo Stami-
na in grado di guarire o di
cui pu alleviare i sintomi e
rallentarne il decorso. Natu-
ralmente, non facendo par-
te di un protocollo inserito
allinterno dei metodi tera-
peutici previsti dal Servizio
Sanitario Nazionale, la cura
con il metodo Stamina del
tutto a carico del paziente,
che deve sborsare una cifra
molto elevata per assicurarsi
la terapia.
Inutile spiegare limpatto che
ha avuto, al tempo, la notizia
della sperimentazione sullo-
pinione pubblica. Gli amma-
lati iniziarono a nutrire nuo-
ve speranze.
Vannoni allest a Torino, in
uno spazio interrato, un labo-
ratorio insieme a due medici
Russi, che lo avevano curato
nel 2004 per unemiparesi
facciale, e un piccolo team di
collaboratori nostrani: infer-
mieri, una biologa, qualche
medico. Le testimonianze
parlano, purtroppo, di sotto-
scala poco idonei. Inizi,in
quei locali, a prelevare cel-
Lasciateci curare i nostri fgli con
il prelievo di cellule dal midollo osseo
MOVIMENTO 5 STELLE SIRACUSA GRILLI ARETUSEI SUL CONTROVERSO METODO STAMINA DEL DR. VANNONI
lule da alcuni pazienti e a
coltivarle secondo le regole
gi sperimentate dai russi.
Successivamente, nel gen-
naio 2007, venne inaugurata
la Re-Gene Srl., una societ
di ricerca e sviluppo di bio-
tecnologie. Per fnanziarla,
Vannoni cerc di accedere
fondi pubblici regionali uf-
fcialmente destinati ad at-
tivit promozionali per la
conoscenza delle cellule sta-
minali (in una sola parola:
marketing), contemporane-
amente si avviavano i primi
trattamenti a base di iniezio-
ni di cellule staminali sui pa-
zienti.
Intanto, il Sistema sanitario
nazionale era ignaro di tutto.
Iniziarono a scattare i primi
allarmi, a lanciarli erano pa-
zienti che, avendo sborsato
decine di migliaia di euro,
non solo non avevano avuto
segni di guarigione ma, av-
vertivano effetti collaterali
(es. crisi epilettiche).
Nel 2009 PM Guariniello av-
viava uninchiesta per chiari-
re il ruolo di Vannoni e dei
suoi collaboratori in merito
alla prescrizione di terapie
mai autorizzate dal S.S.N.
Sedici sono state le persone
indagate, tra cui lo stesso
Vannoni e i due biologi russi,
che scelsero di tornarsene in
patria.
Nel corso di questinchie-
sta nacque STAMINA
FOUNDATION ONLUS.
Il tutto avvenne nel giro di
qualche settimana. Le testi-
monianze parlano di visite e
colloqui in stanzini di To-
rino, prelievi in una clinica
di Carmagnola, di iniezioni
lombari presso un centro
estetico in San Marino ef-
fettuate, esclusivamente, in
giorni festivi. Insomma, Sta-
mina mandava avanti la sua
attivit clinica, nel bel mezzo
di una diaspora, chiedendo
massimo riserbo ai clienti.
La Onlus in questione appro-
dava, fnalmente, in un vero
centro trapianti: lOspedale
pediatrico Burlo Garofolo
di Trieste. Iniziava, cos, la
collaborazione con il Me-
dico pediatra Mario Ando-
lina. Si allungava anche, la
lista delle malattie trattabili
con Metodo: la sindrome di
Kennedy, latrofa muscola-
re spinale, la leucodistrofa
metacromatica, la malattia di
Niemann Pick e la tetraparesi
spastica. Cominciavano an-
che le infusioni sui bambini.
Aquesto punto, il PM Guari-
niello, estendeva linchiesta
anche a Trieste perseguendo
nuovamente Vannoni e met-
tendo tutto sequestro.
Intanto, la sperimentazione
con il metodo Stamina viene
intrapresa presso lAzienda
Ospedaliera Spedali Civi-
li di Brescia. Tramite una
convenzione con la Regione
Lombardia, Vannoni e Ando-
lina ricominciano la sommi-
nistrazione delle staminali.
Nel 2012 viene disposta
unispezione da parte di Ca-
rabinieri e NAS. Il resoconto
disastroso; non viene trova-
to alcun resoconto di lavora-
zione, non ci sono certifcati
sulle cellule utilizzate e i pa-
zienti non sono a conoscenza
della vera natura del mate-
riale biologico somministra-
to. Il caso diventa mediatico
arrivando in TV (anche dopo
diversi servizi de Le Iene).
A quel punto, la situazio-
ne diventa di non facile
comprensione: da un lato,
la comunit scientifca che
boccia totalmente il meto-
do in quanto privo di una
validazione scientifca che
ne attestasse leffcacia tera-
peutica dallaltro, le famiglie
che chiedevano di accedere
o riprendere le cure. Il grido
di dolore era forte lopinio-
ne pubblica ne rester forte-
mente disorientata.
Nel 2013, il Parlamento Ita-
liano decise, in seguito ad
una fortissima pressione dei
mass-media, lavvio di una
sperimentazione.
La comunit scientifca in-
ternazionale si fece sentire
attraverso le pagine della
pi autorevole rivista di ri-
ferimento per gli scienziati,
Nature, che esprimeva
profonda preoccupazione per
la situazione.
Nel luglio dello stesso anno,
gli appelli degli scienziati
erano rimasti inascoltati, si
era giunti alla vigilia del lan-
cio della sperimentazione,
ma ancora mancavano i pro-
tocolli, cio tutta quella serie
di documenti che Stamina
Foundation avrebbe dovuto
obbligatoriamente presen-
tare allIstituto superiore di
sanit per far partire il trial.
Questi, una volta compilati,
sarebbero stati sottoposti al
vaglio di un apposito Comi-
tato scientifco per poter pro-
cedere con la fase operativa
della sperimentazione. Van-
noni si era trovato in seria
diffcolt: il metodo che ave-
va sviluppato non rientrava,
per molti aspetti, nei canoni
richiesti a livello europeo, ed
era stato costretto ad un note-
vole lavoro per ristrutturarli
e stilare i protocolli richiesti.
Essi dovevano contenere in-
formazioni precise sia sul
versante teorico, indicare
cio il cosiddetto razionale
alla base del progetto di ri-
cerca, sia su quello pratico,
che prevede la descrizione
del metodo di preparazione,
la defnizione del numero di
pazienti che si prevedeva di
sottoporre alle somministra-
zioni e delle patologie su cui
si sarebbe intervenuti, cos
come la descrizione dei ri-
sultati preliminari e alcune
considerazioni sul fronte tos-
sicologico.
Dopo diverse proroghe, La
consegna avvenne il 1 agosto
ma, il successivo 10 ottobre,
il ministero della Salute si
pronunciava con un no def-
nitivo alla sperimentazione:
il metodo era stato bollato
di inconsistenza scientifca
dagli organi deputati alla sua
valutazione.
A fne dicembre 2013, Van-
noni pubblicava sulla propria
pagina facebook una presen-
tazione con alcuni studi delle
cellule utilizzate, per rispon-
dere alle accuse di non aver
condotto valutazioni sulle
cellule prodotte. I test mo-
stravano dati positivi, ma
SOCIET 14 Sicilia 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA
ricevettero critiche in quanto
presentavano dati parziali,
non contestualizzati, incoe-
renti e su campioni non si-
gnifcativi (spesso basati su
cellule di un solo paziente).
Tra laltro, risultavano tutti
realizzati dalla stessa Stami-
na Foundation.
Dopo sette anni, Il team di
Vannoni non ha ancora diffu-
so in alcun modo le proprie
ricerche a mezzo di pubbli-
cazioni scientifche, e que-
sto rimanda grosso modo a
due ipotesi: o la strada verso
la pubblicazione gli stata
sbarrata dalle stesse rivi-
ste o, appunto, dagli esperti
preposti a valutarle, il che
equivale ad una bocciatura,
oppure non vi mai stata
lintenzione di pubblicare le
ricerche. Un comportamento
che oscilla tra linspiegabile
e il discutibile.
Dal Luglio del 2013 davanti
Palazzo Montecitorio vi un
presidio permanente. Nella
tenda vivono ormai da pi di
un anno alcuni malati affet-
ti da distrofa muscolare che
protestano per la sospensio-
ne della cura a base di cellule
staminali. Una tenda in una
piazza affollata, accanto ai
palazzi del potere. Una tenda
che sembra per piantata in
un deserto silenzioso, tanta
la diffcolt, non solo fsica,
per raccontare le loro storie,
per dare voce ai malati che,
non avendo altra scelta, si
aggrappano ad una cura che
d speranza. Nel presidio
sono presenti diversi pa-
zienti trattati allOspedale di
Brescia che hanno avuto dei
miglioramenti tramite il Me-
todo Stamina.
Ci sono bambini trattati a
Brescia, che stavano moren-
do. Sofa era a rischio morte,
ora non lo pi perch ha gi
fatto delle cure a base di sta-
minali. Federico, ad esem-
pio, un bambino con la SLA,
non muoveva un muscolo,
dopo la cura sta in piedi.
Un ragazzo che non respira-
va senza lausilio del respi-
ratore e che si nutriva con il
sondino migliorato ed ora
respira normalmente e pu
mangiare senza sondino.
Questi sono fatti. Come si fa
a dire che solo limmagina-
zione della madre? Come si
fa?
Noi chiediamo allo Stato la
libert di assumerci la nostra
responsabilit. Come su un
pacchetto di sigarette si leg-
ge che nuocciono alla salute,
cos potrebbero fare con le
cellule staminali, ammesso
che facciano male, potreb-
bero scriverlo sopra; poi c
chi si compra un pacchetto
di sigarette e chi le staminali,
con la differenza che il ta-
bacco sicuro fa male, mente
le staminali hanno dato un
grosso sollievo alla salute
di chi ha fatto le infusioni.
(Fonti: www.wired.it, www.
bitculturali.it)
MoVimento 5 Stelle
Siracusa - Grilli Aretusei
SPORT PAGINA 16 19 OTTOBRE 2014, DOMENICA
Sicilia
Calcio a 5, al PalaLoBello arrivano
per le Formiche le lucane del Real Stigliano
Paghiamo
alcuni
errori dettati
dall'inesperienza
di alcune
ragazze
Vietato sbagliare,ancora una squadra
lucana per Basile e compagne
Rugby, la Syrako
affronta
l'Amatori
Palermo
in uno scontro
storico
Al campo scuo-
la arrivano oggi
per la Syrako
i neroverdi del
Palermo che af-
fronteranno per
la prima volta
nella loro storia
gli aretusei in
un incontro tra
i pi impegna-
tivi del girone. I
siracusani, qua-
lifcatisi 5 nel
girone 2 della
scorsa stagio-
ne questanno
ha iniziato il
campionato bat-
tendo le Aqule
Enna per 44 a 0.
Anche i paler-
mitani partono
bene con le loro
due partite con-
secutive vinte
con il Bonus of-
fensivo.
"La formazio-
ne sar un po'
rimaneggiata a
causa dellas-
senza di due
titolari, infortu-
nati nellultima
partita - dice il
tecnico Lo Re -
ma i loro sosti-
tuti sono dello
stesso livello,
non ho dubbi
che la squadra
risponda bene".
Ad accompa-
gnare i giocato-
ri Senior anche
i piccoli Under
16 che domeni-
ca giocheranno
la loro partita di
categoria.
Due sconftte e una
vittoria allattivo
del Real Stigliano,
nuova avversaria
delle Formiche SR,
nellincontro in pro-
gramma alle ore 17
di domenica 19 ot-
tobre, al PalaLobello
di Siracusa. Ancora
una squadra lucana
per Basile e compa-
gne che in settimana
hanno affrontato un
nuovo e serrato tur-
no di allenamenti per
preparare al meglio
la prossima sfda.
Vietato sbagliare per
le siracusane, reduci
dalla seconda scon-
ftta consecutiva, mi-
tigata senza dubbio
dallottima forma di
Rita Basile estremo
difensore e sicuro
punto di riferimento
per le Formiche di
mister La Bianca:
Lallenamento di
questa settimana
cominciato da un
riesame della gara
di domenica scorsa,
dalla quale comun-
que non sono emerse
grosse criticit ha
dichiarato il tecnico
palermitano.
Paghiamo alcuni er-
rori dettati dalline-
sperienza di alcune
ragazze e sicuramen-
te, il cambiamento
dei moduli di gioco,
rispetto a quelli dello
scorso anno, ancora
non del tutto assimi-
lati.
In ogni caso la pre-
stazione della squa-
dra, - continua la
Bianca- positiva.
Abbiamo preso solo
quattro goal in tre
partite e questo, -
conclude - conferma
che abbiamo una
buona difesa, adesso
dobbiamo migliorare
in fase di realizzazio-
ne e non dimenticate
che la voglia di bar
bene non ci manca.
Quetse le altre gare
del girone C: Sar il
big-match del Pala-
Curtivecchi di Mon-
temesola a rubare la
scena, con il Real
Statte che pregusta la
fuga avendo la pos-
sibilit di ospitare la
sorpresa-Iron Team.
La Futsal P5, che in-
segue a due lunghez-
ze la coppia capoli-
sta, trover pane per
i suoi denti nel test
casalingo con una
Salinis che battendo
lo Sporting Locri ha
confermato quanto
di positivo stato fn
qui detto sulle sue
possibilit.
Dal canto loro, le
ioniche di Salvatore
Ferrara non potranno
sbagliare nel match
interno con il Vitto-
ria: un altro passo
falso rischierebbe di
pregiudicare il cam-
mino delle locresi
verso uno dei posti
utili per l'accesso
alle Final Eight di
Coppa Italia. Reduci
da due sconftte con-
secutive di misura,
L'ITA Salandra ritro-
va il pubblico amico
del PalaSaponara nel
confronto con un'Ar-
cadia Bisceglie che
ha dimostrato di va-
lere decisamente di
pi del solo punto
chiamato in classif-
ca.
Chiude il quadro de-
gli appuntamenti l'i-
nedita sfda tra Rio-
nero e Futsal Melito,
con le vulturine che
contano sul sostegno
del pubblico di casa
per ottenere la se-
conda affermazione
stagionale.
In foto, le Formiche
in allenamento
Real Avola pronta
per il derby con Floridia
Il mister Giusep-
pe Glietti doma-
ni nella partita di
trasferta contro
il Floridia dovr
fare di necessit
virt a causa dei
molti infortunati.
La formazione
del match di tra-
sferta resta infatti
in dubbio fno a
oggi mattina an-
che se Glietti non
si dichiarato af-
fatto preoccupato
avendo provato
in settimana di-
versi moduli. A
dover saltare, con
molta probabilit,
la partita contro
il Floridia saran-
no Mangiagli che
gioved scorso ha
terminato gli alle-
namenti in antici-
po per un dolore
al ginocchio e Co-
sta che ha accu-
sato un affatica-
mento muscolare.
Fortunatamente il
mister ha recupe-
rato Toscano. In-
coraggio i ragazzi
a vincere sempre,
nelle partite casa-
linghe e in quelle
di trasferta.
C la mentali-
t e la voglia di
vincere, ora mi
aspetto risposte
concrete da par-
te dei giocatori
pi grandi che
devono trascinar-
si i giovani ha
detto Glietti che
comunicher la
formazione che
scender in cam-
po per la quinta
giornata di cam-
pionato solo
oggi.

Interessi correlati