Sei sulla pagina 1di 5

INGENIO INGENIO n.

3 Evoluzione e contenuti delle norme tecniche per la progettazione


antisismica delle scaffalature
Evoluzione e contenuti delle norme tecniche per la progettazione antisismica delle scaffalature
05/06/2012
Stefano Sesana
Barbara Orsatti
Le scaffalature industriali sono strutture metalliche particolari sia dal punto di vista costruttivo che
dei carichi, e solo in parte riconducibili a edifici realizzati con sistemi costruttivi tradizionali.

La tipologia di scaffalatura pi comune, lo scaffale porta pallet, anche chiamato APR,
adjustable pallet racking, cio scaffale porta pallet modulabile, poich consente di variare le
configurazioni, utilizzando una gamma ristretta di componenti.

Una tipologia particolare di scaffalatura porta pallet costituita dai magazzini autoportanti, che
da essi derivano la concezione costruttiva di base, a meno delle caratteristiche di modulabilit.
Queste costruzioni costituiscono una struttura autonoma, tamponata ed esposta alle azioni
meteoriche, a differenza delle scaffalature industriali, che sono normalmente installate al chiuso
allinterno di capannoni. Le dimensioni inoltre sono in genere molto maggiori rispetto alle
scaffalature industriali, sia in altezza che in estensione. Mentre una scaffalatura industriale non
supera di norma i 12 m, un magazzino autoportante pu superare i 40 m di altezza.

In un magazzino autoportante, la movimentazione delle unit di carico avviene per lo pi mediante
traslo elevatori automatici, e in questi casi raro che vi sia permanenza di persone, almeno nelle
zone di stoccaggio; laccessibilit richiesta esclusivamente per operazioni di manutenzione.

Dal momento che in entrambi i casi si tratta di strutture di grandi dimensioni, soggette a carichi
elevati, installate in ambienti di lavoro o in locali aperti al pubblico (si pensi ad esempio alle aree
dei centri commerciali destinate al retail), importante garantirne la sicurezza in tutte le condizioni
che si possono verificare durante la loro vita.

Tuttavia, la Legislazione Italiana tratta in modo diverso le scaffalature industriali e i magazzini
autoportanti.

Infatti, mentre i magazzini autoportanti sono fatti ricadere nellambito della normativa sugli edifici
(la circolare del Servizio Tecnico Centrale del Min. LL.PP del 14/2/1974 Prot. N. 11951 cita i
magazzini come esempio di opere ricadenti nellambito di applicazione della Legge 1086/71), le
scaffalature sono assimilate ad attrezzature di lavoro, e ricadono solo nellabito della Legislazione
sulla sicurezza dei posti di lavoro (dlgs 9 aprile 2008 , n.81).

Scarica tutto l'articolo



INGENIO INGENIO n.3 Intervista a Gian Carlo Ferretto, Presidente della Sezione
Scaffalature Metalliche di ACAI
Intervista a Gian Carlo Ferretto, Presidente della Sezione Scaffalature Metalliche di ACAI
29/05/2012
Intervista a:
Gian Carlo Ferretto
Presidente della Sezione Scaffalature Metalliche di ACAI
Da quale esigenza nata nel 1992 la Sezione Scaffalature Metalliche allinterno di ACAI? E
qual stato in questi anni il suo contributo sulla scena del mercato di riferimento?

La Sezione Scaffalature industriali dell'ACAI nata dalla volont di un gruppo di aziende del
settore di unirsi per tutelare gli interessi comuni e valorizzare la qualit dei propri prodotti in un
mercato caratterizzato da una concorrenza molto vivace, talvolta poco ortodossa, e dallassenza di
regole definite di progettazione. Da molti anni, infatti, la Sezione attiva nella promozione dello
sviluppo scientifico e culturale nel campo della progettazione delle scaffalature metalliche,
partecipando direttamente alla redazione delle norme di settore, sia a livello italiano che europeo.
La Sezione, insieme agli altri principali produttori europei di scaffalature facenti parte del gruppo
ERF (European Racking Federation) dellassociazione FEM (European Federation of Materials
Handling) e in collaborazione con varie prestigiose Universit italiane, ha promosso ed intrapreso
diverse attivit di ricerca e di sperimentazione, sui componenti, sui collegamenti, su sottostrutture
ed infine anche su campioni di scaffalature a dimensione reale (prove full-scale) per la validazione
delle regole di progettazione antisismica.
Questanno sono iniziati i lavori di uno specifico Gruppo di Lavoro CEN (denominato WG5) per
redigere la Norma EN sulla progettazione antisismica delle scaffalature porta pallet, a partire
dallultima revisione del relativo documento FEM (FEM 10.2.08).
In sede UNI attivo il Gruppo di Lavoro Scaffalature Metalliche, composto principalmente da
tecnici delle Aziende Associate ACAI-CISI (Costruttori Italiani Scaffalature Industriali) che ne
hanno promosso la formazione nel 2007 per sviluppare le norme di progettazione per le varie
tipologie di scaffalature.
La Sezione ha inoltre elaborato negli ultimi anni un software ai sensi della norma EN 15512 sulle
scaffalature porta pallet, un potente strumento di calcolo che permette lesecuzione delle verifiche
sugli elementi strutturali in tempi estremamente ridotti.
Dopo lentrata in vigore delle recenti norme per le scaffalature a livello europeo, la Sezione, in
collaborazione con IGQ, ha promosso la creazione del nuovo marchio indipendente IGQ - UNI EN
15512, con il quale viene certificata la progettazione delle scaffalature porta pallet ai sensi della
relativa Norma. In questo modo lapertura al mercato totale: le regole tecniche sono diventate
pubbliche e condivise a livello europeo, lattivit di verifica e certificazione viene svolta in modo
indipendente da un ente di parte terza ed ACAI, continuando a partecipare alle attivit ERF e CEN
in rappresentanza dei produttori italiani di scaffalature, resta promotore dello sviluppo di questi
prodotti e punto di riferimento tecnico-scientifico.
Tra le varie tematiche di grande sensibilit che la Sezione si trova quotidianamente ad
affrontare, qual quella che sta maggiormente a cuore agli addetti ai lavori?
Il tema maggiormente sentito senza dubbio quello della sicurezza, in tutte le sue accezioni. Le
scaffalature industriali sono costruzioni metalliche molto particolari, realizzate con profili sottili
formati a freddo perforati in continuo, collegati con sistemi a gancio diversi da produttore a
produttore. Pertanto, assolutamente necessario fornire indicazioni specifiche per tener conto dei
fenomeni di instabilit di questi particolari profili e per determinare in modo appropriato i parametri
di progetto attraverso prove sperimentali.
Un passo avanti consiste nell'approfondimento della tematica della progettazione antisismica che
richiede l'applicazione di regole specifiche. Infatti, dall'entrata in vigore del D.M. 14.01.2008, tutte
le strutture realizzate sul territorio nazionale devono garantire una adeguata resistenza sotto gli
effetti di un eventuale terremoto.

Quale - secondo Lei - il ruolo strategico che le Associazioni di categoria possono svolgere in
questo particolare frangente economico a sostegno delle imprese?
Lattuale particolare difficile situazione economica a cui si fa specifico riferimento nella domanda
rende tale anche la risposta. Purtroppo una analisi di breve periodo che un Associato effettivo o
potenziale pu fare verificando il rapporto costi/benefici, pu portarlo ad una valutazione negativa
non ravvisando ritorni economici a fronte dei costi per quote Associative e servizi.
Sarebbe unanalisi errata, in quanto proprio in situazioni di difficolt che pu emergere il ruolo
strategico di unAssociazione che pu essere incisivo in funzione delleffettivo spirito di
appartenenza.
Certo i rapporti fra Associati sono anche rapporti tra competitors ma vi sono molti interessi comuni
che possono essere meglio tutelati con la forza durto rappresentata da unAssociazione che possa
dialogare in nome e per conto degli Associati con le organizzazioni europee, con le organizzazioni
nazionali competenti sul piano della certificazione e della predisposizione di norme varie, nei
confronti degli enti predisposti alla sicurezza ed in generale nei confronti di quanti possono influire
sul piano della progettazione, realizzazione, installazione e utilizzo degli impianti di
magazzinaggio.
Ecco il ruolo strategico che compete ad unAssociazione di categoria, al quale si aggiunge un
ulteriore ruolo cio quello di poter pesare in modo maggiore nei confronti di Confindustria che in
ultima istanza rappresenta il soggetto che tutela gli interessi di tutte le industrie manifatturiere
italiane.
Si pu obiettare che quanto indicato rappresenta comunque il ruolo istituzionale di unAssociazione
di categoria, ma le azioni indicate assumono maggiore importanza proprio in un contesto
economico difficile, in cui da un lato le imprese sono costrette ad affrontare mille problemi e
dallaltro vi sono Enti che emanano norme e regolamenti che rendono sempre pi complessa
lattivit produttiva. Lazione quella quindi di trovare un giusto equilibrio tra le esigenze della
sicurezza e quelle del poter operare in competizione con tutti i produttori che da varie parte del
mondo si affacciano sul mercato.




INGENIO INGENIO n.3 Scaffalature e terremoti: oggi si pu vincere
Scaffalature e terremoti: oggi si pu vincere
04/06/2012
Stefano Calzolari
In questi giorni di terremoto ho ricevuto molti quesiti, tutti riassumibili in una unica preoccupata
domanda "... Ma cosa si pu fare?"
La mia risposta stata sempre positiva: si pu fare moltissimo e bene. I terremoti si possono vincere
con la prevenzione ... e la prevenzione si attua diffondendo buona cultura tecnica, non solo tra gli
addetti ai lavori, ma soprattutto tra i cittadini, tra gli operatori del mercato, tra i committenti e i
gestori delle opere pubbliche e private.
Si pu vincere, al giorno d'oggi, anche nel settore delle scaffalature industriali, perch ci sono
conoscenze specifiche e norme in grado di prevederne bene la "risposta" sismica e guidarne di
conseguenza il dimensionamento.
Ma il problema, in Italia, ancora una volta culturale: la compravendita di case avviene valutando
quasi esclusivamente la "location", con attenzione insufficiente alle prestazioni, una delle quali
certamente la resistenza antisismica.
I capannoni industriali sono realizzati, acquistati e affittati, nella maggior parte dei casi, con una
spasmodica ricerca di risparmio, perch considerati in qualche modo secondari rispetto alle vere e
proprie attivit produttive.
Le scaffalature, strutture essenziali nella catena logistica che accompagna i prodotti dalla
produzione al consumo, sono i "parenti poveri" nel mondo in cui esercitano la loro indispensabile
funzione.
In molti anni di lavoro specialistico in questo settore, come Ingegnere strutturista, mi sono
continuamente stupito della clamorosa differenza in valore tra le "povere" scaffalature industriali e
la preziosit delle merci immagazzinate.
Senza poi contare il rischio incommensurabile per la vita delle persone, in caso di cedimento e di
collasso strutturale, che solo un destino benevolo pu mitigare.
Possibile che il mercato non ne valuti le conseguenze?
La mia fatica stata perennemente quella di convincere la committenza, l'utenza finale, ad acquisire
scaffalature pi robuste, meglio progettate, di comprovata qualit e con prestazioni chiare, garantite
... contro "nemici" certi, come il terremoto. Ma la noncuranza del mercato stata spesso vittoriosa e
il prezzo d'acquisto si rivelato elemento determinante, finendo per favorire strutture
sottodimensionate, mal concepite o addirittura precarie, perfino in zone sismiche di conclamata
pericolosit.
Eppure i crolli si possono evitare!
I milioni di euro andati in fumo in Emilia, con la perdita del prezioso parmigiano reggiano, si
potevano meglio tutelare. Ma, soprattutto, poteva essere azzerato il rischio, invece corso in molte
aziende, di gravi incidenti alle persone o addirittura di morti sul lavoro. una storia che si ripete,
ma come reagire? Non c' che diffondere cultura, instancabilmente, conservando le buone tradizioni
ma sfrondandole dal pressapochismo che ancora talvolta le accompagna.
L'ACAI/sez. Scaffalature Metalliche e la ERF (European Racking Federation) hanno fatto
moltissimo in questi anni per promuovere la progettazione, fabbricazione e installazione di impianti
sicuri, ben concepiti, in grado di proteggere i lavoratori, gli utenti, le attivit e le preziose merci
immagazzinate.
In futuro bisogner dare pi accoglienza a queste buone regole, investendo con attenzione e facendo
tesoro, con intelligenza, del famoso detto "chi pi spende meglio spende". Oltretutto i costi che
separano un impianto ben progettato da uno "criticabile" sono molto pi lievi di quanto si possa
credere, ma indispensabile un approccio informato all'acquisto, ben indirizzato da un punto di
vista professionale.
Molti committenti hanno gi voltato pagina e hanno dimostrato con i fatti questa capacit di scelta,
che certamente li premier nel lungo periodo.
La buona progettazione delle scaffalature industriali a disposizione di tutti e, nel seguito, si
daranno alcune informazioni essenziali di indirizzo, attinte dal patrimonio di cultura ed esperienza
tecnica di ACAI.
Ma prima degli approfondimenti desidero concludere questo mio articolo con un abbraccio solidale
alle popolazioni dell'Emilia, che in questi giorni stanno vivendo il dramma e le sofferenze del
terremoto.



INGENIO INGENIO n.13 Sicurezza e progettazione antisismica delle scaffalature
metalliche
Sicurezza e progettazione antisismica delle scaffalature metalliche
04/07/2013
Barbara Orsatti
Un riepilogo del quadro generale delle leggi e delle norme tecniche che guidano la progettazione
di scaffalature sicure in zona sismica. Ladeguamento delle scaffalature esistenti ai nuovi criteri di
sicurezza e le linee guida per la valutazione della sicurezza dopo il terremoto.
I drammatici e importanti eventi sismici verificatisi in Emilia Romagna lo scorso anno, hanno
riportato nuovamente al centro dellattenzione dellopinione pubblica il problema della sicurezza
delle costruzioni in aree soggette ai terremoti. La novit rispetto alle tragiche conseguenze del sisma
che aveva colpito la citt de LAquila quattro anni fa, questa volta consistita nel fatto che in buona
parte le zone interessate sono caratterizzate da diffuse attivit produttive ed i riflettori sono stati
puntati non solo sugli edifici storici nei centri abitati, ma anche sulle strutture pi moderne e di
recente costruzione quali gli edifici industriali, logistici e di immagazzinaggio. Questi edifici sono
costituiti in gran parte da strutture in cemento armato prefabbricate ed autoportanti, dalle quali ci
si sarebbero aspettate prestazioni migliori. In particolare, linteresse si rivolto anche a quelle
strutture metalliche la cui importanza statica spesso sottovalutata, in quanto considerate solo
attrezzature di lavoro, quali le scaffalature industriali. Si tratta, invece, di strutture vere e proprie,
anche se molto particolari, che sopportano carichi verticali elevati a fronte di una massa strutturale
propria quasi trascurabile, essendo realizzate con profili sottili e in gran parte forati (mediamente il
peso proprio della scaffalatura inferiore al 5% del carico di progetto). La definitiva entrata in
vigore del DM2008, nel luglio 2009, ovvero circa un anno dopo la sua prima pubblicazione, ha
ufficialmente sancito il principio che tutto il territorio italiano zona soggetta a terremoti, anche se
di diversa tipologia ed intensit; pertanto la Legge vigente in Italia obbliga sempre a considerare il
rischio sismico nella progettazione degli edifici e delle opere strutturali in generale. Parallelamente,
in questi ultimi anni si assistito ad un incremento della richiesta di sicurezza sotto tutti i punti di
vista e le figure responsabili della sicurezza negli ambienti di lavoro devono essere sempre pi
specializzate rispetto ai diversi ambiti inerenti le attivit svolte. Per le scaffalature, insieme alle
norme per la progettazione, stata scritta una norma dedicata allinstallazione, uso e manutenzione
dei componenti proprio per guidare ed agevolare il compito della figura preposta a garantire la
sicurezza delle operazioni di lavoro relative alle scaffalature. Poich la stabilit delle scaffalature e
delle merci che esse supporta-no dipende da numerosi fattori non tutti identificabili in modo
deterministico - quali il tipo di materiale di cui sono costituiti i pallet, la finitura superficiale delle
travi di supporto, le condizioni ambientali del magazzino, leffettivo peso delle singole unit di
carico ed il grado di riempimento della scaffalatura nel momento in cui si verifica levento sismico
quasi impossibile garantire la sicurezza assoluta delle scaffalature rispetto al terremoto, tuttavia
molto si pu ancora fare per migliorare il mutuo scambio di informazioni tra cliente/proprietario ed
il produttore/fornitore al fine di realizzare uninstallazione il pi possibile rispondente alle reali
necessit e condizioni duso, garantendo ben precise prestazioni in termini di capacit portante e
minimizzando i rischi di caduta delle merci in condizioni dinamiche. LAssociazione ACAI-CISI,
da anni promotrice e parte attiva nei settori di ricerca e sviluppo delle tecnologie, metodi di calcolo
e nelle attivit normative nazionali ed internazionali inerenti le scaffalature, ha deciso di prendere
ufficialmente posizione sul mercato diffondendo un documento [1] nel quale vengono espressi i
principi basilari della progettazione sicura delle scaffalature. Alla base del documento vi la
convinzione che, anche se le scaffalature metalliche pesanti non sono espressamente citate nella
Legge italiana in vigore per le costruzioni, esse sono comunque strutture di rilevante impegno
statico, sono utilizzate in ambienti di lavoro e devono pertanto essere realizzate e commercializzate
come prodotti sicuri in relazione al loro uso, compresa la sicurezza in condizioni sismiche.
Articolo tratto da Costruzioni Metalliche n. 2 - 2013