Sei sulla pagina 1di 76

SAPIENZA UNIVERSIT DI ROMA

FACOLT di LETTERE E FILOSOFIA




DIPARTIMENTO
DI
STUDI EUROPEI, AMERICANI E INTERCULTURALI

Guida per lo studente
di
ANGLISTICA

A.A. 2013-2014

INSEGNAMENTI DI

LINGUA E TRADUZIONE INGLESE (L-LIN /12)
LETTERATURA INGLESE (L-LIN/10)
LINGUA E LETTERATURA ANGLO-AMERICANA (L-LIN/11)
LETTERATURE COMPARATE (L-FIL-LET/14)


CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN
LINGUE, CULTURE, LETTERATURE E TRADUZIONE

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN
MEDIAZIONE LINGUISTICA E INTERCULTURALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN
SCIENZE LINGUISTICHE, LETTERARIE E DELLA TRADUZIONE



2


INDICE

Elenco docenti e lettori p. 4

LAUREA TRIENNALE in LINGUE CULTURE LETTERATURE E TRADUZIONE p. 7

Percorso formativo Lingua Inglese

Programmi LETTORATO

Programmi LINGUA E TRADUZIONE INGLESE L-LIN/12

Programmi LETTERATURA INGLESE L-LIN/10

Programmi LETTERATURA ANGLO-AMERICANA L-LIN/11

Programmi LETTERATURE COMPARATE L-FIL-LET/14

LAUREA TRIENNALE in MEDIAZIONE LINGUISTICA E INTERCULTURALE
p. 36

Percorso formativo Lingua Inglese

Programmi LETTORATO

Programmi LINGUA E TRADUZIONE INGLESE L-LIN/12

Programmi MEDIAZIONE INTERCULTURALE

Programmi LETTERATURE DI LINGUA INGLESE L-LIN/10 e L-LIN/11

LAUREA MAGISTRALE in SCIENZE LINGUISTICHE LETTERARIE E DELLA
TRADUZIONE p. 42

Percorso formativo Lingua e Traduzione Inglese

Programmi LETTORATO

Programmi LINGUA E TRAD. INGLESE L-LIN/12

Programmi LETTERATURA INGLESE L-LIN/10

Programmi LETTERATURA ANGLO-AMERICANA L-LIN/11

Programmi LETTERATURE COMPARATE L-FIL-LET/14

LINGUA INGLESE PER ALTRI CORSI DI LAUREA p. 62

3
Programmi e corsi

Come si fa una tesi di laurea.con Anglistica



















4


DOCENTI

LINGUA E TRADUZIONE INGLESE

Donatella MONTINI donatella.montini@uniroma1.it
http://w3.uniroma1.it/montini
Iolanda PLESCIA iolanda.plescia@uniroma1.it
Irene RANZATO irene.ranzato@libero.it
Mary WARDLE mary.wardle@uniroma1.it

DOCENTI A CONTRATTO
Maurizio BARTOCCI mrzbart@tin.it
Margherita DORE margherita.dore@gmail.com
Stefano MOCHI stefano.mochi@fastwebnet.it

LETTORI
Richard BATES batesrome@yahoo.co.uk
Marianna DU PLAT TAYLOR duplat@libero.it
Noeleen HARGAN hargan.noeleen@libero.it
Maria HILLAN mhillan@hotmail.com
Linda LAPPIN md2948@mclink.it
Joanna LEYLAND jleyland@alice.it
Edward LYNCH edward.lynch@uniroma1.it
Carole PRESTON carole.preston@tiscali.it
Stephen WILSON wilsonsapienza@libero.it

LETTORI A CONTRATTO
Victoria CHAPMAN victoriap.chapman@gmail.com
Marilena FILICE marilena.filice@uniroma1.it
Anna Rita GERARDI ritz@openaccess.it
Michael RIDDELL mriddell@libero.it
Nicholas TOLL nicholast@tiscali.it
Jane TUCKER jane.tucker@uniroma1.it
5
Sara WEISS maricopas@libero.it
Christopher YOUNG young@uniroma3.it


LETTERATURA INGLESE

RICCARDO CAPOFERRO capoferro.studenti@gmail.com.

CARLA GABRIELI carla.gabrieli@uniroma1.it

ISABELLA IMPERIALI isabella.imperiali@uniroma1.it

MARIO MARTINO mario.martino@uniroma1.it

GIUSEPPE MASSARA giuseppe.massara@uniroma1.it
Il prof. Massara insegna per il Corso di Laurea Magistrale Letteratura e Lingua. Studi
italiani e europei. Informazioni su http://giuseppemassara.wordpress.com/

MARIANTONIETTA SARACINO mariantonietta.saracino@uniroma1.it

LAURA TALARICO laura.talarico@uniroma1.it


DOCENTI A CONTRATTO

ANDREA PEGHINELLI andrea.peghinelli@uniroma1.it


LINGUA E LETTERATURA ANGLO-AMERICANA

ANNALUCIA ACCARDO annalucia.accardo@fastwebnet.it

GIORGIO MARIANI giorgio.mariani@uniroma1.it

UGO RUBEO ugo.rubeo@uniroma1.it

IGINA TATTONI igina.tattoni@uniroma1.it

LETTERATURE COMPARATE

PIERO BOITANI piero.boitani@uniroma1.it


EMILIA DI ROCCO emilia.dirocco@uniroma.it





6








ORDINAMENTO 270

Corsi di laurea attivi

Laurea Triennale in Lingue, Culture, Letterature e Traduzione
Laurea Triennale in Mediazione Linguistica e Interculturale
Laurea Magistrale Scienze linguistiche, letterarie e della traduzione

ATTENZIONE!
Gli studenti fuori corso iscritti ai precedenti corsi di laurea ordinamento 270 (ad es. Triennale
in Lingue, Letterature e Culture del Mondo Moderno, Ex-Lettere; Triennale in Lingue e Letterature
Moderne, Ex- Scienze Umanistiche; Triennale in Mediazione Linguistico-Culturale, Ex- Scienze
Umanistiche; Magistrale in Studi Letterari, Linguistici e Traduttivi, Ex-Lettere; Magistrale in
Lingue Moderne, Letterature e Scienze della Traduzione , Ex- Scienze Umanistiche) usufruiranno
dei programmi desame dellanno in corso, oppure concorderanno un programma con il
docente di riferimento, in base al numero dei crediti richiesti.


ORDINAMENTO 509


Studenti fuori corso ordinamento 509: Lordinamento 509 concluso. Gli studenti fuori corso che
devono ancora sostenere e verbalizzare esami da 4/8 cfu frequenteranno i corsi rispettivamente da 6
e 12 cfu offerti per la loro annualit (per ulteriori informazioni rivolgersi al docente della propria
annualit).













7










LAUREA TRIENNALE
IN
LINGUE, CULTURE, LETTERATURE E
TRADUZIONE
8
Percorso formativo Lingua Inglese 2013-2014

Linsegnamento di Lingua e Traduzione Lingua inglese L-LIN/12 si concentra
sullanalisi metalinguistica della lingua inglese nelle sue dimensioni sincroniche e diacroniche,
nelle sue strutture fonetiche, morfologiche, sintattiche, lessicali, testuali e pragmatiche; comprende
inoltre gli studi finalizzati alla pratica e alla riflessione sullattivit traduttiva, scritta e orale, nelle
sue molteplici articolazioni, generica e specialistica e nelle applicazioni multimediali.


I anno:
12 CFU Lettorato annuale + Modulo con il docente

Docenti primo anno:
Donatella Montini (A-D)
Margherita Dore (E-M)
Iolanda Plescia (N-Z)


Lettori primo anno: si veda prospetto lettorati


II anno:
12 CFU (Inglese prima lingua) Lettorato annuale + Modulo con il docente
6 CFU (Inglese seconda lingua) Lettorato annuale + Modulo con il docente (bibliografia mirata
decisa dal docente)

Docenti secondo anno:
Irene Ranzato (A-L)
Stefano Mochi (M-Z)

Lettori secondo anno: si veda prospetto lettorati

III anno:
6 CFU Lettorato annuale + Modulo con il docente
12 CFU (ex-Lettere, insieme a Lettorato + Letteratura Inglese III)

Docenti terzo anno:
Stefano Mochi (A-L)
Iolanda Plescia (M-Z)


Lettori terzo anno: si veda prospetto lettorati

NOTE ESPLICATIVE

I programmi dei moduli hanno validit sei sessioni (due anni) se il docente incardinato e solo tre
sessioni (un anno) se il docente a contratto.

Verbalizzazione:
I crediti vengono verbalizzati tramite Infostud dal docente del modulo dopo il superamento del
9
lettorato e dellesame del modulo con un verbale unico. Il voto finale determinato dal risultato
della media del voto ottenuto allesame di lettorato e allesame di lingua. Gli studenti dovranno
presentarsi alla verbalizzazione con il voto attribuito dal lettore e registrato sul libretto di Anglistica
(copisteria Villa Mirafiori).

Le due parti (lettorato + lingua) possono essere sostenute in sessioni diverse.

ATTENZIONE:
Gli esami di lingua (I, II e III) sono propedeutici e vanno sostenuti, e
verbalizzati, rigorosamente in ordine (primo, secondo e terzo anno).

Studenti in partenza per il programma Erasmus:
Prima di partire per il soggiorno Erasmus, lo studente deve fare firmare il Learning Agreement dal
docente responsabile per la materia di esame che si intende sostenere allestero. Per permettere al
docente di valutare il contenuto del modulo estero, lo studente deve stampare una copia del
programma (completo di descrizione del modulo, cfu, bibliografia, ore di insegnamento, metodo di
valutazione, livello sul quadro comune di riferimento europeo, ecc.) e portarlo a ricevimento in
tempo utile. I docenti cui richiesta lautorizzazione alla frequentazione di corsi allestero avranno
cura di controllare che, per i corsi di lingua, i contenuti e i livelli corrispondano agli stessi previsti
dal piano di studi dello studente anche secondo il quadro comune di riferimento europeo per le
lingue.
Queste domande non vanno indirizzate ai lettori.



ESERCITAZIONI DI LINGUA INGLESE (LETTORATO)


Livelli di competenza linguistica secondo il quadro comune di riferimento europeo per le
lingue:
I anno exit level: B1 (intermediate)
II anno exit level: B2 (upper-intermediate)
III anno exit level: C1 (advanced)
Laurea Magistrale: C2 (near native speaker)

Frequenza:
Si considerano frequentanti gli studenti che hanno registrato almeno il 75% di presenze alle lezioni
del corso. Al di sotto di tale soglia, lo studente sar considerato non frequentante (tuttavia, non gli
preclusa la possibilit di accedere al corso per frequentarne comunque una parte).
Modalit di valutazione:
ci sono tre sessioni regolari allanno in cui sostenere lesame di lettorato (giugno, settembre,
gennaio) pi eventuali sessioni straordinarie decise dalla Facolt. Una volta raggiunta la sufficienza
(almeno 18/30) con la prova scritta, lo studente sostiene poi un colloquio orale con il lettore, il
quale potr aumentare il voto fino a un massimo di 5 punti.
Lo studente frequentante viene esonerato dallesame e sostiene invece una prova a met modulo
(written mid-module test) e una prova finale (written and oral end-of-module test). Nel caso in cui il
voto del written end-of-module test sia pi basso del voto del mid-module test, verr fatta la
media dei due voti (fino a recuperare un massimo di 3 punti)
p.es. mid-module: 24 + end of module: 26 = final mark: 26
mid-module: 26 + end of module: 24 = final mark: 25
10
mid-module: 30 + end of module: 20 = final mark 23
In ogni caso, lo studente deve raggiungere la sufficienza (18/30)3 sul written end-of-module test
(p.es. mid-module: 20 + end of module: 16 = NON d un voto finale di 18).
Per lesame orale di lettorato lo studente porter un testo concordato con il lettore (NON con il
docente del modulo) su cui discutere durante la prova. Il contenuto e lespressione linguistica
formeranno la base del colloquio che avr una durata di c. 15 minuti.


Conversation Groups. Gruppi di conversazione con studenti americani delluniversit della
California vengono organizzati sia a Villa Mirafiori che alla sede dellUniversit di California a
Roma (Piazza dellorologio, 7). Questi gruppi di conversazione sono aperti sia agli studenti
frequentanti che a quelli non frequentanti. Per gli studenti frequentanti i gruppi di conversazione
possono sostituire i loro obblighi di apprendimento nel laboratorio linguistico. Per ulteriori
informazioni rivolgersi direttamente ai lettori.


Laboratorio Linguistico
Il laboratorio linguistico dispone di una vasta scelta di materiali per lo studio della lingua inglese e
relative culture (corsi interattivi di grammatica e fonetica, CD e DVD (letteratura, film, storia,
cultura, cartoni animati, sit-com, ecc.). Il laboratorio si pu frequentare in modalit self-study. Per
chi frequenta il lettorato viene richiesto un impegno in laboratorio linguistico che verr spiegato a
lezione dal lettore.

11

Programmi Lettorato
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)


I ANNO

RICHARD BATES
EDWARD LYNCH
CAROLE PRESTON
JANE TUCKER
CHRISTOPHER YOUNG


The course aims to improve students listening, speaking, reading and writing skills and knowledge
of grammar to B1 level and beyond (particularly reading to B1+). Students should aim to attend at
least 75% of the lessons and be prepared to do at least 2 hours self-study for every hour in class.
The Lettorato lasts the whole year. To get your credits for Lingua I you must pass the Lettorato
exam and the professors language exam (lingua inglese I). The final mark is an average of the two
results. There will be 5 GROUPS for matricole 2013-2014, which do not reflect different levels
(the content is the same) but a different timetable based on a division according to the
students surnames. However, you can usually attend one of the other courses if you have real
timetable problems with other lessons. You should ask your teacher about this. 2 GROUPS (dott.
Tucker and dott. Preston) will be dedicated to NON-matricole students who did not pass I
year lettorato (see below for the programme). During the lessons we will suggest lots of work for
you to do as self-study at home. Obviously the more you study the more you will learn.


Bibliography

Course book:

Christina Latham-Koenig, Clive Oxenden English File Intermediate Students Book
and Workbook (with key), Oxford University Press, Oxford, 2013.
Extra 1 dispensa available from the photocopy shop, Villa Mirafiori.
Raymond Murphy, English Grammar in Use with answers (Intermediate), Cambridge University
Press.

NON-matricole courses

JANE TUCKER (corso annuale)
CAROLE PRESTON (corso I semestre intensivo)

Bibliography:
Clive Oxenden, Christina Latham-Koenig, New English File Intermediate Students Book and
Workbook (with key), Oxford University Press, Oxford, 2006

Supplementary material: newspaper articles and writing work

You will also need a contemporary book of your own choice in modern, standard English which
12
you have to read and take notes on during the year. The book can be fiction or non-fiction but not
simplified English. It should be the kind of book you would read in your own language. As you
read you should take notes on the vocabulary (concentrating on common words and expressions)
which you will be asked to talk about during the oral. You should bring both the book and your
notes to the oral exam. You will also need to bring your Libretto di Anglistica to the oral
(available from the copisteria).

Notes

Attending Lessons If you cant attend lessons speak to one of the teachers and we can indicate the
correct programme for you to study. If you miss a lesson find out from other students what we have
done and study it. Try to participate actively in the lessons.
Listening Comprehension Unfortunately we do not have enough time to do extensive listening
activities. So it is very important for you to do independent listening activities. In the language lab
there are various listening materials, including the cassettes which accompany English File. We also
recommend you watch as many DVDs in English and as much English language TV (e.g. the BBC,
Sky TV) as possible. If you use subtitles it becomes a reading activity not a listening activity, so we
recommend you watch mainly without subtitles and use the subtitles only to check your
comprehension later.
Organize your time and organize your learning. Organized notes are easier to refer to and to revise
from. Beyond the book you are asked to read it is your responsibility to find more things to read:
English newspapers, magazines etc. are good sources of short articles.
We will also organize conversation groups with American students from the University of
California who are doing a year abroad in Rome. This is an excellent opportunity to speak with
native speakers.
The Internet is a fabulous resource for both listening and reading material, so use it! I strongly
recommend this site, particularly for listening:

http://www.bbc.co.uk/worldservice/learningenglish/general/sixminute/

You need to listen and read widely! If you need any help, do come and speak to us before or after
the lessons or during our office hours. University is very different to school. It is up to you now to
organize your studies and measure your progress.
Apart from classes, your teacher is also available during his or her office hours.


First year exam
The written exam lasts 2 hours and 50 minutes and is based on your general knowledge of English.
The level is Intermediate/Upper Intermediate or B1+ on the European scale. As regards the
grammar the exam is based on New English File Intermediate Students Book and Workbook (with
key) by C. Oxenden and C. Latham- Koenig (Oxford University Press). If you studied English at
school you should already be at, beyond or near this level (!). After passing the written exam you do
the oral exam.

There are 3 sections in the written exam.
First there is a grammar section with 2 exercises. One has 15 sentences and you have to decide if
they are right or wrong and correct the ones that are wrong. There may be more than one mistake in
each sentence. The second is a text with 15 spaces and you have to put one word in each space.
The second section is reading comprehension with a text from a newspaper, a synonym exercise
based on words underlined in the text, and then questions about what the text says and the meaning.
The third section is a writing section. You have to write a short composition on a general topic or a
13
letter.

Each section is worth 30 points and you have to pass all the sections with at least 18 points. Later
there is an oral exam in which you will be asked to talk first briefly about yourself and your life,
and then about a book that you have read in English and comment on any language items the
teacher asks you about. You can explain the items in English, suggest a synonym or translate the
context sentence into Italian.

There are two ways to do the exam:

1. You can do the FULL exam (written and oral) in June 2014, or September 2014 or January 2015.

2. You can do the exam in 2 parts, PART 1 written at the end of the first semester and PART 2
written (+ the oral) at the end of the second semester. If you do not pass PART 1 at the end of the
first semester (or if you do not want to accept the mark) you do not do PART 2 at the end of the
second semester. You have to do the FULL EXAM. The content of the exams is the same (although
the two-parts option has slightly more grammar). Prior to the exams we will do exam practice in
class.
Richard Bates email: batesrome@yahoo.co.uk
Edward Lynch email: edward.lynch@uniroma1.it
Chris Young email: cphr_young@yahoo.co.uk
blog: lett1.blogspot.com
Jane Tucker email: jane.tucker@fastwebnet.it


II ANNO

ANNA RITA GERARDI
LINDA LAPPIN
JOANNA LEYLAND

The goal of the second year course is to bring students to a B2 level in the four skills: reading,
listening, speaking, and writing. In the first semester, we will emphasize reading, use of English,
and grammar. The second semester will focus on speaking and writing skills, as well as grammar.
All students will take a written and an oral exam. Students may be asked to read a set book of
modern or contemporary fiction in English which may also be used as the basis for their oral exam.
Information on set books will be provided by your lettore. All students will be required to sign up
for the Moodle platform where they may access information about the course throughout both
semesters and the exam period. The general information Moodle page for second year is:
http://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=1066
Frequentanti students will have the option of taking an esonero. LCLT second year lettori will
provide information about esonero arrangements in class.
All second year students will be asked to sign up for the Moodle elearning platform for exam
reservation and information at: http://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=1534

Bibliography

Clive Oxenden & Christina Latham-Koenig, New English File Upper Intermediate Students Book,
OUP, Oxford, 2010
Michael Vince, New First Certificate Language Practice with Key, Macmillan English, London,
2009 (or earlier edition)
14
V.A., LCLT Second Year Dispense 2012/2013 : Supplementary Reading and Exam Practice
Material (photocopies) available from the Villa Mirafiori Photocopy center.
Oxford Advanced Learners Dictionary (or similar).


Notes

FINAL EXAM Non frequentanti students and frequentanti students who fail the esonero exam
will take a final written exam (THE FULL OR NON FREQUENTANTE EXAM) in June,
September, or January. The exam consists of three parts: grammar, reading, and writing. The
grammar section includes transformation exercises based on the grammar and usage syllabus of
the course textbook, New English File Upper Intermediate Students Book and a cloze test. The
grammar and usage syllabus may be downloaded from the Moodle second year English page:
http://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=1066 The reading section consists in a short
essay or article with vocabulary exercises and comprehension questions. The writing section
consists in a short essay of 250 words on a topic given at the exam. You will have a choice of
topics. To help you prepare for the exam, please see the LCLT Second Year Dispense 2013/2014
Supplementary Reading and Exam Practice Material(photocopies) available from the Villa
Mirafiori Photocopy center. Students who pass the written with a grade of 18 or higher will do an
oral exam with their lettore. For the oral exam, you will be asked to talk about a book and/or movie
to be drawn from a list of set books which will be published on Moodle.


III ANNO

MARIA HILLAN
STEPHEN WILSON


The course aims to further develop the four skills to C1 level with particular emphasis on writing,
the comparative analysis of the Italian and English grammar systems and discourse analysis being
its main components. At the end of the course students are expected to be able to apply their
grammar knowledge to producing correct English versions of Italian texts, completing cloze texts
and structural transformation exercises. They will also write a brief essay based on the linguistic
analysis of an advertisement. Sixteen hours of self-study listening tasks in the language laboratory
are compulsory. Students are expected to do a considerable amount of work as preparation for
lessons. Every two-hour lesson requires at least two hours of preparation as private study. Students
will also be required to complete 2 assignments, one in the first and one in the second semester. To
be eligible for the exemption test 75%of lessons must be attended. Please consult blogs (see below)
for a more detailed description of the course and the exam format.
Special courses (dott. Wilson) will be offered to those students who have taken the
examination and failed: there will be TWO separate courses, each lasting only ONE semester,
which will concentrate on their weaknesses, i.e. grammar and basic English construction of
sentences into paragraphs (see timetable leaflet).


Bibliography

Sara Thorne, Mastering Advanced English Language, Palgrave (selected chapters)
Angela Goddard, The Language of Advertising, Second Edition, Routledge*
Michael Swan, Practical English Usage, Third Edition, O.U.P
15
Swan & Baker, Grammar Scan, O.U.P.
Rith Gairns and Stuart Redman, Oxford Word Skills, Advanced, O.U.P (selected chapters)

Further material will be distributed during lessons.
*Please note that this text is for students who intend to follow the course and is not suitable for
students who do not attend.
Notes
For the oral students are required to read one of the contemporary novels from the reading list
provided. This list will be posted on the blogs in October. A hand-out containing past exam papers
for practice is available on request at the department for those students who do not attend lessons.
These students are strongly advised to follow the blogs on a regular basis to have further
information about the bibliography and exam format.
Contact information:
http://www.wilsonsapienza.blogspot.com email: wilsonsapienza@libero.it
http://www.hillansapienza.blogspot.com/ email : mhillan@hotmail.com
16

Programmi Moduli Lingua e Traduzione Inglese
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)


I ANNO

DONATELLA MONTINI Studenti A-D
MARGHERITA DORE Studenti E-M
IOLANDA PLESCIA Studenti N-Z


DONATELLA MONTINI

LINGUA INGLESE I - Introduzione alla Pragmatica Linguistica
I Semestre
CANALE A-D
12cfu

Il modulo fornir allo studenti i primi elementi di pragmatica linguistica legati al discorso
drammatico. Dallesame di alcune questioni teoriche si passer allanalisi di una selezione mirata
di testi, alla luce delle questioni affrontate. Obiettivo del Modulo introdurre lo studente attraverso
il discorso drammatico alle questioni centrali della pragmatica, la disciplina che nellambito degli
studi linguistici si concentra sulluso del linguaggio come strumento di comunicazione. Il corso si
propone anche di familiarizzare lo studente con le dinamiche pragmatiche proprie di varie tipologie
testuali, in particolare quelle del testo teatrale, e addestrarlo allanalisi e al riconoscimento di tali
meccanismi dal punto di vista stilistico e linguistico.

Bibliografia

Vimala Herman, Dramatic Discourse. Dialogue as Interaction in Plays, London, Routledge, 1995;
Christiana Gregoriou, English Literary Stylistics, Palgrave, Macmillan, 2009;
Cecilia Andorno, Che cos la pragmatica linguistica, Roma, Carocci, 2012;
R. Jakobson, Linguistica e poetica, in Saggi di linguistica generale, Milano, Feltrinelli, 1980

Eventuali altri testi saranno segnalati dal docente allinizio del corso.

Note
Consultare il sito del docente: http://w3.uniroma1.it/montini
Il corso integrato dalle esercitazioni di lettorato (programma ANNUALE)




MARGHERITA DORE

LINGUA INGLESE I - Introduzione alla stilistica
I Semestre
17
CANALE E-M
12cfu

Il corso si concentra sullanalisi linguistica del testo con particolare riferimento alla relazione che
intercorre tra le scelte linguistiche in esso presenti e linterpretazione da parte del lettore. Partendo
da spunti teorici riguardanti la validit dellanalisi testuale da un punto di vista linguistico, ci si
concentrer prima sui testi letterari e in seguito sul linguaggio del discorso politico, la stampa e la
pubblicit. Il corso ha come obiettivo lacquisizione da parte degli studenti di quelle nozioni e
quegli strumenti metodologici che consentano loro di sviluppare le capacit critiche necessarie
allanalisi stilistica dei testi in rapporto al contesto in cui vengono creati.


Bibliografia

Leech, G. N. and Short, M. H. (2007) Style In Fiction, 2nd edition. London: Longman.
L. Wright, J. Hope, Stylistics, 1996
Verdonk, P. (2002) Stylistics. Oxford: Oxford University Press.
C. Gregoriou, English Literary Stylistics, 2009
Simpson, P. (2004) Stylistics: A Resource Book for Students. London: Routledge.
McIntyre, D. and Busse, B. (eds) (2010) Language and Style. Basingstoke: Palgrave Macmillan.


Note
Il corso integrato dalle esercitazioni di lettorato (programma ANNUALE)




IOLANDA PLESCIA

LINGUA INGLESE I - Introduzione alla stilistica
II Semestre
CANALE N-Z
12cfu

Obiettivo del corso quello di affrontare lanalisi stilistica come metodo di lettura e interpretazione
del testo narrativo, sia nella sua forma spiccatamente letteraria (Style in Fiction), sia nelle varie
ibridazioni con altre forme, come il linguaggio della stampa e della pubblicit. Ci si interrogher
prima di tutto sulla nozione stessa di testo come tessuto verbale, ma anche sul suo essere
inestricabilmente legato a un contesto, da valutare caso per caso con gli strumenti della linguistica
pragmatica; per arrivare a dimostrare come il senso sia sempre il frutto di una negoziazione, un
processo in corso tra lettore, testo e contesto.


Bibliografia

G. Leech, M. Short, Style in Fiction, Pearson, 2007
L. Wright, J. Hope, Stylistics, 1996
C. Gregoriou, English Literary Stylistics, 2009
P. Simpson, Stylistics, Routledge, 2004
R. Jakobson, "Closing Statements: Linguistics and Poetics", in Thomas A. Sebeok, Style In
18
Language, Cambridge Massachusetts, MIT Press, 1960, pp. 350377

Note
Il corso integrato dalle esercitazioni di lettorato (programma ANNUALE)


*********


II ANNO

IRENE RANZATO Studenti A-L
STEFANO MOCHI Studenti M-Z


IRENE RANZATO

LINGUA INGLESE II - North and South: modern English dialects
I Semestre
CANALE A-L
12cfu e 6cfu, 8cfu ex-509

Il modulo si propone di avviare lo studente allo studio delle variet dialettali dellinglese parlato
nelle diverse regioni dellInghilterra, attraverso lo studio delle caratteristiche fonologiche e
morfologiche dei Modern English Dialects. Lo studente sar guidato a riconoscere alcune delle
caratteristiche principali dellinglese parlato attraverso la visione, lascolto e lanalisi dei dialoghi di
alcune trasposizioni televisive (BBC e ITV) di classici della letteratura inglese. Almeno a partire
dagli anni 1990, infatti, una delle caratteristiche pi marcate degli adattamenti per la televisione
prodotti in Inghilterra la forte connotazione regionale (e sociale) di molti dei dialoghi, non solo
nei casi in cui il testo letterario favorisce in partenza questa lettura (per esempio, North and South di
E. Gaskell, Far from the Madding Crowd di T. Hardy, Great Expectations di C. Dickens) ma anche
nei casi in cui, come nei romanzi di Jane Austen, le varianti dialettali dellinglese non trovano
spazio in una costruzione linguistica essenzialmente standard. Questo sforzo realistico da parte di
registi e sceneggiatori fa s che tali programmi audiovisivi siano un veicolo di grande utilit perch
lo studente si avvicini a un campo di studi particolarmente ricco e stimolante quale quello della
lingua come veramente parlata dagli inglesi.

Bibliografia
Richard A. Hudson, Sociolinguistica, Il Mulino, 1998: cap. 2 Variet linguistiche, pp. 27-76.
Peter Trudgill, The Dialects of England, Blackwell, Oxford, 2004.
Katie Wales, North of Watford Gap A cultural history of Northern English (from 1700), in R.
Watts and P. Trudgill, Alternative Histories of English, Routledge, London and New York, 2002,
pp. 45-66.
Dispense al centro fotocopie di Villa Mirafiori.

NOTA: Gli studenti che svolgeranno lesame per 6 CFU dovranno portare soltanto i primi due testi
della bibliografia (Hudson e Trudgill) insieme alle dispense.



STEFANO MOCHI
19

LINGUA INGLESE II Introduzione alla morfologia inglese
II Semestre
CANALE M-Z

12cfu e 6cfu


Il corso si propone di illustrare elementi di base della morfologia inglese. In particolare, la
formazione delle parole, la loro struttura e il modo in cui esse vengono costruite partendo da unit
pi piccole. Durante il modulo verranno, inoltre, esaminati i processi di lessicalizzazione; la
formazione delle parole composte e altri aspetti essenziali della morfologia inglese, sia flessiva sia
derivazionale.

Bibliografia
-Bauer, Laurie, English Word-Formation, Cambridge: Cambridge University Press,1987, Chapters
1,2,3;
-Plag, Ingo, Word Formation in English, Cambridge: Cambridge University Press, 2003.
Eventuali testi ad integrazione

NOTA: Gli studenti che svolgeranno lesame per 6 CFU dovranno concordare il programma con il
docente.


***************




III ANNO

STEFANO MOCHI Studenti A-L
IOLANDA PLESCIA Studenti M-Z



STEFANO MOCHI
LINGUA INGLESE III Introduzione alla linguistica testuale
I Semestre
CANALE A-L


Il corso ha lo scopo di offrire una conoscenza di base della linguistica testuale intesa come
disciplina che copre un vasto campo di indagine, dallanalisi del discorso, alla pragmatica, alla
sociolinguistica. Ci che unisce queste diverse discipline linteresse per la lingua in atto e il modo
in cui essa viene usata allinterno di un testo, sia scritto che parlato. Obiettivo principale del
modulo quello di esaminare i criteri di testualit che caratterizzano varie tipologie testuali,
utilizzando specifiche tecniche di analisi.

Bibliografia
-Cecilia Adorno. Linguistica Testuale, Roma: Carocci, 2003; Cap. 2, 3 (pp. 27-103);
20
-R.de Beaugrande, W.Dressler, Introduction to Text Linguistics, Harlow: Longman, 1981;
-W.Croft, D.A. Cruse, Cognitive Linguistics, Cambridge: Cambridge University Press, 2004; Cap.2
(pp.7-39)
Eventuali testi ad integrazione.


IOLANDA PLESCIA

LINGUA INGLESE III - Introduzione alla storia della lingua inglese
II Semestre
CANALE M-Z

Il corso intende offrire le basi per una riflessione diacronica sulla lingua inglese come prodotto di
stratificazioni, incontri e scontri linguistici. Si affronter dunque la questione della linguistica
diacronica da un punto di vista teorico, percorrendo poi la storia della lingua inglese sotto forma di
profilo essenziale. Obiettivo principale del corso stimolare la consapevolezza dei processi di
variazione diacronica e sincronica che hanno dato forma alla lingua inglese cos com oggi
conosciuta e studiata, oltre a competenze di analisi meta-linguistica.

Bibliografia

A.C. Baugh & T. Cable, A History of the English Language, Routledge, 2002
George Yule, The Study of Language, CUP, 2006: Language history and change, pp. 182-193
David Crystal, English as a Global Language, CUP, 2003: ch. 1, 5
Eventuali testi a integrazione
21
Programmi Letteratura Inglese
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)

READING LISTS
Tutti gli studenti del I, II e III anno della Triennale devono aggiungere lo studio delle seguenti
letture ai programmi del singolo docente di cui seguono il corso. I singoli docenti potranno
introdurre variazioni alle reading list a seconda delle esigenze didattiche poste da ciascun
modulo. Si consiglia dunque di procurarsi i libri dopo l'incontro preliminare con il docente e
la pubblicazione del programma definitivo.
Per ogni annualit si vuole incoraggiare gli studenti a essere in grado di collocare gli autori e
le opere lette allinterno del periodo storico letterario a cui appartengono.

Storie letterarie suggerite: M. Praz, Storia della letteratura inglese, Sansoni 1990 OPPURE P.
Bertinetti, Storia della letteratura inglese, Einaudi 2000, L.Crisafulli, K.Elam, Manuale di
letteratura e di cultura inglese, Bononia University Press 2006.
Antologie suggerite: The Norton Anthology of English Literature (consultabile nella Biblioteca
Accorpata di Villa Mirafiori); The Oxford Anthology of English Literature (consultabile nella
Biblioteca Accorpata di Villa Mirafiori). Tutti i testi poetici qui inclusi sono contenuti nelle
antologie, e anche alcuni dei romanzi e testi drammatici.

Tutti i testi vanno letti in lingua inglese.

I ANNO (500 -600)
W.Shakespeare, Hamlet oppure Macbeth
W.Shakespeare, Sonnets (When forty winters shall besiege thy brow, When in disgrace with
fortune and mens eyes, Shall I compare thee to a summers day, Not marble nor the gilded
monuments)
C.Marlowe, Doctor Faustus
J.Donne, The Good Morrow, Go and catch a falling star, The sun rising
J.Milton, Paradise Lost (Book I, Book IV, Book VII)

II ANNO (700 -800)
J.Austen, Pride and Prejudice oppure Northanger Abbey
J.Swift, Gullivers Travels
D.Defoe, Robinson Crusoe
W.Wordsworth, Lines Written a Few Miles above Tintern Abbey,Preface ai Lyrical
Ballads,1800
S.T.Coleridge, The Rime of the Ancient Mariner
J.Keats, Ode to a Nightingale, Ode on a Grecian Urn, La Belle Dame sans Merci
C.Bronte, Jane Eyre oppure E.Bronte, Wuthering Heights
C.Dickens, Great Expectations oppure David Copperfield

III ANNO (900)
J.Conrad, Heart of Darkness
J.Joyce, Dubliners oppure Portrait of The Artist as a Young Man
D.H.Lawrence, Sons and Lovers
V.Woolf , A Room of ones own,To the Lighthouse
D.Thomas, The Conversation of Prayer, Fern Hill
W.H.Auden, Muse des Beaux Arts
S.Beckett, Waiting for Godot
22


I ANNO
MARIO MARTINO Studenti A-D
ANDREA PEGHINELLI Studenti E-M
LAURA TALARICO Studenti N-Z



\ARlO \ARTl`O \ARlO \ARTl`O \ARlO \ARTl`O \ARlO \ARTl`O
LLTTLRATLRA l`CLLSL LLTTLRATLRA l`CLLSL LLTTLRATLRA l`CLLSL LLTTLRATLRA l`CLLSL l ll l - l toatro oisabottiano: l toatro oisabottiano: l toatro oisabottiano: l toatro oisabottiano: Hanot Hanot Hanot Hanot
bciu, bciu, bciu, bciu, 1025702
I Semestre
l corso conrondo duo sozioni. `oa rina si acconnora aa ottoratura oisabottiana no suo
insiono o a toatro nodiovao, ai _onori, ai toni o ao convonzioni drannatur_icho con acconni
aa scuoa notaiisica di |. lonno o a oriodo doa rivouziono uritana con |. \iton.
`oa soconda ci si concontrora suAnoto, o su raorto di uosto tra_odio con i contosto
storico di iino Cinuocontoinizi Soiconto.
Si osaninoranno acuno doo rinciai intorrotazioni doa tra_odia, con acconni aa sua
iortuna o ao nosso in scona toatrai o rarosontazioni iinicho.

libio_raiia libio_raiia libio_raiia libio_raiia
Shakosoaro, Anoto |con tosto a ironto, a cura di A. Lonbardo, Fotrinoi, 199; ouro
Anoto, \iano, Rizzoi, 200b, a cura di l. Lan; ouro una doo rinciai odizioni in_osi
|Ardon, Oxiord, Canbrid_o, lon_uin.
Ci studonti dovranno o__oro ancho i so_uonti atri ays |duo in itaiano, iacotativanonto, cho
sono incusi noo antoo_io `orton` ouro Oxiord` sotto indicato:
\iian Shakosoaro, Tho Tonost;
Christohor \arowo, lr Faustus |brani da ;
lon |onson, Voono; or, Tho Fox |Atto l ;
o o so_uonti oosio:
\iian Shakosoaro: sonotti 1, 2, 1, 33, b0, 3, 8, 12;
|ohn lonno, da An Anatonio oi tho \ord, vv. 183219.
|ohn \iton, On tho Lato \assacro in liodnont`; o laradiso Lost, look l, vv. 12b.
|. lott, Shakosoaro nostro contonoranoo: \iano, Fotrinoi, 19b |19b1 Lanoto in
uosto scorcio di socoo` . b0; La bacchotta di lrosoro` . 1bb210.
A. lradoy, La tra_odia di Shakosoaro, \iano, Rizzoi, 2002 Sa__iatoro, LAnoto` oziono
lll o lV.
A. Lonbardo, Shakosoaro o a tra_odia do in_ua__io` in ld., lor una critica inoriotta,
Rona, Lditori Riuniti, 1992, |disonibio in iotocoia; 11bb.
larto do natoriao critico sara roso disonibio in iotocoia.

NON FREQUENTANTI:
I non frequentanti dovranno aggiungere uno a scelta tra:
Tempera, M., Hamlet: dal testo alla scena, Bologna, CLUEB, 1990.
Bartalotta, G., Amleto in Italia nel Novecento, Curcio, 2013.
23
\orotti, Franco, La _rando ocissi` in ld., So_ni o stii do nodorno, Torino, Linaudi, 198,
. 0103.
Lonbardo, A., Lottura do \acboth, \iano, Fotrinoi, rist. 2010; ouro: Loroo tra_ico
nodorno, lonzoi, 200.

Note
L'esame sar orale. Gli studenti dovranno saper leggere e tradurre Hamlet, e interpretare la tragedia
alla luce della bibliografia critica indicata.
Dovranno avere conoscenza degli altri testi primari indicati, e una buona padronanza dei lineamenti
di storia letteraria dalle origini alla met del Seicento.
Sono tenuti a portare (fisicamente) tutti i testi primari obbligatori.

ANDREA PEGHINELLI
LETTERATURA INGLESE I - Il teatro elisabettiano, da Marlowe a Ford
6CFU
I Semestre

Il corso si prefigge di analizzare le origini e gli elementi fondamentali della drammaturgia e della
pratica teatrale del periodo elisabettiano e giacomiano e, in particolare, si soffermer sulle opere di
Marlowe, Webster e Ford.


Letture obbligatorie:
Christopher Marlowe, Doctor Faustus;
John Webster, The White Devil;
John Ford, Tis Pity Shes a Whore.
(edizioni critiche inglesi edite da New Mermaids)


Letture critiche obbligatorie:
Isabella Imperiali, Agostino Lombardo, Storia del teatro inglese: dal medioevo al rinascimento,
Carocci, Roma, 2001. (in particolare le parti relative agli autori in programma)
Daniela Guardamagna, Anna Anzi, Storia del teatro inglese: il teatro giacomiano e carolino,
Carocci, Roma, 2002. (in particolare le parti relative agli autori in programma)
Manuale di letteratura e cultura inglese, a cura di L. M. Crisafulli e K. Elam, Bonomia University
Press, Bologna, 2009, (da pag. 1 a pag. 98)

Agostino Lombardo, Leroe tragico moderno, Donzelli, Roma, 1996.
Agostino Lombardo, Il teatro di John Ford, in The Blue Guitar, vol. I, 1975, n1.
Webster The White Devil and The Duchess of Malfi: a Casebook, ed. by R.V. Holdsworth,
Macmillan, Basingstoke, 1975.

Note

Ulteriori letture critiche saranno comunicate durante lo svolgimento delle lezioni e saranno
reperibili al Centro Copie di Villa Mirafiori.
In sede desame gli studenti dovranno saper leggere e tradurre i testi presenti in programma.


24
LAURA TALARICO
LETTERATURA INGLESE I - La rappresentazione del potere negli history plays
shakespeariani
6CFU
I Semestre
Nella prima parte del corso si traccer un quadro generale della letteratura inglese dal Medioevo
alla Restaurazione, approfondendo soprattutto i testi e gli autori della reading list istituzionale. Il
resto del corso si concentrer pi in particolare sulla grande fioritura del teatro elisabettiano e
giacomiano, e sar dedicato alla lettura critica di alcuni drammi storici di Shakespeare. Questi
verranno esplorati alla luce di alcune questioni cruciali quali la rappresentazione e linterrogazione
del potere, i fondamenti della sovranit e leducazione del principe.
Bibliografia:
W. Shakespeare, Henry IV, Part 1, Arden (Third series) 2002; ed. it. Garzanti (testo a fronte)
W. Shakespeare, Henry V, Arden (Third series) 1995; ed. it. Garzanti (testo a fronte)
E' inoltre richiesta la lettura, solo in italiano, di: W. Shakespeare, Riccardo II e W. Shakespeare,
Enrico IV, Parte 2 (qualsiasi edizione)
Testi critici
G. Melchiori, Shakespeare. Genesi e struttura delle opere, Laterza 1994: "Introduzione" (pp. 3-25),
"La Guerra delle Rose" (pp. 42-51), "Il senso della storia" (pp. 95-113), "I corridoi della storia" (pp.
253-324)
S. Greenblatt, "Invisible Bullets", in Id., Shakespearean Negotiations, The U of California P 1988
(pp. 21-65)
P. Pugliatti, Shakespeare storico, Bulzoni 1993
H. Bloom, "Enrico IV", in Id., Shakespeare. L'invenzione dell'uomo, BUR 2001 (pp. 193-240)

`oto `oto `oto `oto
lor a vorbaizzaziono ronotaro lor a vorbaizzaziono ronotaro lor a vorbaizzaziono ronotaro lor a vorbaizzaziono ronotaro aa a_ina l`FOSTLl do aa a_ina l`FOSTLl do aa a_ina l`FOSTLl do aa a_ina l`FOSTLl do roi. \ario \artino. roi. \ario \artino. roi. \ario \artino. roi. \ario \artino.




II ANNO

RICCARDO CAPOFERRO Studenti M-Z
CARLA GABRIELI Studenti A-L
LAURA TALARICO Nessuna canalizzazione

RICCARDO CAPOFERRO
LETTERATURA INGLESE II - Introduzione alla cultura letteraria inglese del lungo
Settecento (12 e 6cfu)
I Semestre

Il modulo si prefigge di ripercorrere i principali punti di svolta della cultura letteraria del cosiddetto
lungo settecento inglese (1688-1815), studiando i caratteri formali dei testi alla luce dei grandi
mutamenti socioculturali avvenuti nella prima modernit (lemergere dellindividualismo, la nascita
25
della contrapposizione tra ideologia progressiva e ideologia conservatrice, laccrescersi della
mobilit sociale, il sorgere della scienza empirica, la secolarizzazione, la nascita dellopinione
pubblica, la dissoluzione dei modelli classici). Oggetto del corso sar per un verso la narrativa
settecentesca nella sua vasta gamma di forme: il novel, i viaggi immaginari, le apparition narratives
e il romanzo gotico, senza dimenticare le invenzioni di Laurence Sterne. Per un altro verso, il corso
si concentrer sulle innovazioni legate al linguaggio poetico, ripercorrendo la crisi dellepica
classica nel Paradise Lost di Milton e nel Rape of the Lock di Pope per poi stringere il fuoco sulle
dirompenti innovazioni introdotte dai poeti romantici di prima generazione.

Bibliografia
Testi primari:

John Milton, Paradise Lost, bk. I (qualsiasi edizione in inglese o con il testo a fronte)
Daniel Defoe, The Apparition of Mrs. Veal (disponibile on line).
Alexander Pope, The Rape of the Lock (qualsiasi edizione in inglese o con il testo a fronte).
Daniel Defoe, Robinson Crusoe, Penguin.
Jonathan Swift, Gullivers Travels, Penguin.
Samuel Richardson, Pamela, Penguin.
Henry Fielding, Shamela e Tom Jones, Oxford.
Thomas Gray, Elegy Written in a Country Churchyard (disponibile on line).
William Wordsworth, The Idiot Boy, Lines Written a Few Miles Above Tintern Abbey;
Samuel Taylor Coleridge, The Rime of the Ancient Mariner (disponibili in traduzione con testo
a fronte nelledizione Oscar Mondadori delle Ballate Liriche); William Wordsworth, Preface
alledizione del 1800 delle Lyrical Ballads (disponibile on line)
Jane Austen, Pride and Prejudice, Penguin.


Critica e storia:

Ian Watt, Le origini del romanzo borghese, Bompiani (capp. 1-3, 5, 8-10)
R. M. Colombo, La mercificazione del letterato e del suo prodotto: saggio di costume e novel
nell'Inghilterra del primo Settecento, in Studi Inglesi, 3-4, Bari, 1976-77.
Michael McKeon, Generic Transformation and Social Change: Rethinking the Rise of the
Novel, da M. McKeon, Theory of the Novel: A Historical Approach, Johns Hopkins
University Press.
Michael McKeon, Parsing Habermass Bourgeois Public Sphere, in Criticism (Spring
2004), vol. 46, n. 2, pp. 273-277.
Flavio Gregori, Il poemetto eroicomico e il declino dellepica neoclassica in Inghilterra, in
Gian Franco Gianotti (cur.), Tradizioni epiche e letteratura, Il Mulino.
Riccardo Capoferro, Defoe: guida al Robinson Crusoe, Carocci.
Riccardo Capoferro, Leggere Swift, Carocci.

I non frequentanti dovranno leggere anche:

Riccardo Capoferro, Frontiere del racconto. Letteratura di viaggio e romanzo in Inghilterra,
1680-1750, Meltemi.

Note
Lesame sar orale e in parte si svolger in inglese. richiesta la traduzione allimpronta
almeno del libro I del Paradise Lost, dei Gullivers Travels, di Lines Written a Few Miles
Above Tintern Abbey e di The Rime of the Ancient Mariner. La storia letteraria e sociale
26
costituisce oggetto di valutazione.


CARLA GABRIELI

LETTERATURA INGLESE II - Poeti romantici: testi e contesti
12 E 6 CFU
II Semestre
Studenti A-L

Nel corso di questo modulo mi propongo di leggere e analizzare insieme agli studenti alcuni tra i
testi poetici pi interessanti della vasta e variegata produzione romantica inglese.
Verranno approfonditi soprattutto: laffascinante mondo verbale e visivo di William Blake, poeta
visionario, incisore, pittore, e in particolare lintegrazione di testi e di immagini nei Songs of
Innocence and of Experience, uno dei suoi primi Illuminated Books; la feconda collaborazione
poetica tra William Wordsworth e Samuel Coleridge che port alla composizione dei
rivoluzionari Lyrical Ballads, (verranno letti in particolare la Rime of the Ancient Mariner di
Coleridge, Tintern Abbey e altre liriche di Wordsworth, accompagnate dalla studio del Preface
ai Lyrical Ballads del 1800); il mondo delle Odes di John Keats, sullo sfondo dello straordinario
epistolario del poeta.
Sar dunque dato spazio soprattutto alla lettura ravvicinata, a una attenta analisi formale dei testi
poetici proposti, che permette di mettere in luce anche loriginalit individuale di temi e forme dei
singoli poeti. I poeti definiti romantici solo da una tradizione pi tarda, come se costituissero un
movimento, sono in realt figure assai diverse tra di loro, pur condividendo una temperie, un
cosiddetto spirit of the age.
La loro produzione poetica verr infatti anche inserita nel pi ampio contesto culturale e letterario e
sullo sfondo delle grandi trasformazioni/rivoluzioni politico-socio-economiche tra la fine del
Settecento e i primi dellOttocento.

Bibliografia

Testi primari:
W.Blake
William Blake, Songs of Innocence and of Experience, introduced by Richard Holmes, Tate
Publishing, 1992 (un piccolo volume che contiene tutte le tavole della copia W dei Songs)
Il seguente sito contiene la scansione del facsimile della copia W dei Songs conservata nella
Biblioteca di Kings College, Cambridge:
http://picasaweb.google.it/meredythann/INNOCENCEANDEXPERIENCE

W.Wordsworth
I Wandered Lonely as a Cloud, The Solitary Reaper, Tintern Abbey, Composed upon
Westminster Bridge
Da The Prelude. Book Fifth, vv.364-388 There was a boy e Book First, vv.357-400 One summer
evening
La Preface ai Lyrical Ballads, 1800
Dorothy Wordsworth, The Alfoxden Journal e The Grasmere Journals (alcuni passi)

S.T.Coleridge
The Rime of the Ancient Mariner, possibilmente nella edizione con il testo a fronte, della BUR,
curata da G.Bompiani, 1998
Kubla Khan
27
Biographia Literaria (alcuni passi)

J.Keats
Ode on a Grecian Urn, Ode to a Nightingale, Ode to Autumn, La Belle Dame sans Merci,
Bright star, would I were stedfast as thou art
Passi da Letters: To George and Thomas Keats, Dec.21, 1817 Negative Capability; To Richard
Woodhouse, October 27, 1818 A poet has no identity

La maggior parte dei testi che si leggeranno, tranne le Songs di Blake e la Rime di Coleridge, sono
contenuti nella Norton Anthology of English Literature, disponibile nella Biblioteca Accorpata di
Lingue di Villa Mirafiori (si consiglia la lettura della introduzione generale al Romanticismo e
delle singole introduzioni ai poeti romantici).

La bibliografia critica sar suggerita durante le lezioni.

Note
Questo modulo rivolto agli studenti di secondo anno della Laurea Triennale. Si svolger nel
secondo semestre, dai primi di marzo 2014 alla fine di maggio 2014, per un totale di 72 ore (6 ore a
settimana).
E necessario che i non frequentanti concordino con la docente, DI PERSONA E NON VIA
EMAIL, le eventuali modifiche al programma per poter sostenere lesame.

N.B.: Tutti gli studenti del I, II, III anno della Triennale sono tenuti ad aggiungere lo studio della
Reading List del loro anno al programma del singolo docente di cui seguono i corsi.


LAURA TALARICO


LETTERATURA INGLESE II -Il romanzo vittoriano tra gender e genre: Charlotte ed Emily
Bront
12 e 6cfu
II Semestre
Senza canalizzazione

Le prime lezioni del corso offriranno una panoramica della letteratura inglese dal Settecento alla
fine dellOttocento, approfondendo soprattutto i testi e gli autori indicati nella parte istituzionale. Il
discorso si focalizzer poi sul romanzo vittoriano, in particolare sullemersione e lo sviluppo del
genere del Bildungsroman. Allinterno di questo quadro, verr presa in esame lopera di due
scrittrici, Charlotte ed Emily Bront, che per molti versi problematizza e sovverte i paradigmi
narrativi codificati.

Bibliografia
Testi primari
Charlotte Bront, Jane Eyre, Oxford World Classics
Emily Bront, Wuthering Heights, Oxford World Classics
Emily Bront, Poesie, trad. it. di G. Bompiani, Einaudi (testo a fronte)

Testi critici
S.M. Gilbert, S. Gubar, A Dialogue of Self and Soul: Plain Janes Progress, in The Madwoman in
the Attic, Yale UP 1979, 2nd ed. 2000, pp. 336-71
28
M. Stella, Il potere della parola in Emily Bront, in Annali Anglistica, XXXVI/1, n. 3, Istituto
Universitario Orientale, Napoli, 1993, pp. 191-217
M. Stella, Emily Bront: voci dalle Heights, in L.M. Crisafulli, C. Petropoli (a cura di), Le
poetesse romantiche inglesi. Tra identit e genere, Carocci 2002, pp. 82-96
N. Fusini, Charlotte, Emily, o della privazione, in Ead., Nomi, Donzelli 1996, pp. 115-34 (nuova
ed. Donzelli 2012)
F. Moretti, Il romanzo di formazione, Einaudi 1999

Note
Le indicazioni bibliografiche saranno completate e precisate all'inizio delle lezioni. Alcuni dei saggi
critici in programma saranno resi disponibili in fotocopia.

Studenti non frequentanti: Gli studenti non frequentanti dovranno concordare con la docente delle
letture integrative.



III ANNO


ISABELLA IMPERIALI

LETTERATURA INGLESE III - Dai Vittoriani ai Postmodernisti
12 cfu
II Semestre

Il corso sar diviso in due parti:
1) DA OSCAR WILDE A BERNARD SHAW
2) DA VIRGINIA WOOLF A MICHAEL CUNNINGHAM

1) DA OSCAR WILDE A BERNARD SHAW
Saranno prese in esame due commedie di Oscar Wilde, composte entrambe nel 1895, e due
commedie di Bernard Shaw: Mrs Warrens Profession (1893) e Pygmalion (1912). Di queste
saranno prese in esame anche le edizioni cinematografiche.
Gli studenti dovranno saper contestualizzare i testi teatrali nellambito letterario del periodo,
dovranno, inoltre, saper leggere e tradurre le commedie.
Gli studenti di Lettere che devono sostenere 6 cfu di Letteratura inglese possono svolgere
soltanto la prima parte del programma e non obbligatorio saper tradurre i testi.

2) RIELABORAZIONE DI UN CAPOLAVORO: DA MRS DALLOWAY DI VIRGINIA WOOLF
A THE HOURS DI MICHAEL CUNNINGHAM; DALLA SCENEGGIATURA DI DAVID HARE
ALLA VERSIONE CINEMATOGRAFICA DI STEPHEN DALDRY.
Sar preso in esame il romanzo The Hours di Michael Cunningham (premio Pulitzer 1999, premio
Grinzane Cavour 2000) e il romanzo Mrs Dalloway, di Virginia Woolf, a cui Cunningham si
ispirato; inoltre sar analizzata la sceneggiatura di The Hours che il drammaturgo David Hare ha
curato per la versione cinematografica del romanzo, diretta da Stephen Daldry nel 2001 (9
candidature allOscar) e interpretato da Julianne Moore, Nicole Kidman (Oscar) e Meryl Streep.


Bibliografia
Relativa alla prima parte del corso:
29
Oscar Wilde, The Importance of Being Earnest, traduz. a fronte a cura di Luigi Lunari, Milano, Bur,
1997.
Oscar Wilde, An Ideal Husband, traduz. a fronte a cura di Masolino D'Amico, Milano, Bur, 2002.
G. Bernard Shaw, Mrs Warrens Profession, Penguin Books, London, 2000 (la traduz. in italiano
sar reperibile al centro fotocopie)
G. Bernard Shaw, Pygmalion, Penguin Books, London, 2003; traduz. Italiana a cura di F. Saba
Sardi introduz. di Paolo Bertinetti. Mondadori, Milano, 1980, 1993.
Testi critici:
Peter Raby, a cura di, The Cambridge Companion to Oscar Wilde, CUP, 1997.
C.D. Innes, a cura di, The Cambrige Companion to Bernard Shaw, Cup, Cambridge, 1998.
Keir Elam, Lilla Maria Crisafulli, a cura di, Manuale di Letteratura inglese, Bonomia University
Press, Bologna 2008 (il capitolo su I Vittoriani)

Relativa alla seconda parte del corso
Virginia Woolf, Mrs Dalloway (si pu fare riferimento alledizione italiana a cura di Nadia Fusini);
Michael Cunningham, The Hours;
(i testi devono essere studiati nelle versioni originali)

Testi critici:
Nadia Fusini, Possiedo la mia anima, Il segreto di Virginia Woolf, Mondadori, 2006;
David Hare, The Cambridge Companion, 2008;
Tory Young, a cura di, Michael Cunninghams The Hours, Continuum, New York 2003;
Lilla Maria Crisafulli, Keir Elam, a cura di, Manuale di cultura inglese, Bonomia University Press,
Bologna, 2008: (il capitolo sul Novecento).


------------------------------------------
LETTERATURA INGLESE COME DISCIPLINA AFFINE
Agli studenti offerto un modulo specifico per Letteratura Inglese come Disciplina Affine:
ALESSANDRO GEBBIA alessandro.gebbia@uniroma1.it
LETT INGLESE COME DISCIPLINA AFFINE - La formazione della Letteratura Inglese
Moderna: dal Teatro Elisabettiano allorigine del Romanzo
CFU: 6 - Semestre: II

Il modulo intende fornire una conoscenza di insieme della nascita e della formazione della
letteratura inglese moderna a partire dalla scoperta del Nuovo Mondo. Si affronter dapprima il
problema della codificazione e della formalizzazione della lingua inglese attraverso le traduzioni
religiose, le relazioni di viaggio e le altre espressioni in prosa del Cinquecento. Si proceder poi
allanalisi del teatro elisabettiano e, successivamente, delle prime opere narrative del tardo Seicento
per arrivare al giornalismo di inizio Settecento e alla nascita del romanzo vero e proprio.
Contemporaneamente si vuole fornire una visione generale delle problematiche della storia e della
societ inglese dalla scoperta dell'America alla fondazione delle colonie.

Bibliografia
C. Marlowe, Lebreo di Malta, Marsilio, Venezia 2007.
W. Shakespeare, La tempesta, Feltrinelli, Milano 2004.
30
H. Neville, L'isola dei Pines, Guerini Associati, Padova, 1992.
A. Behn, Oroonoko, schiavo di sangue reale, Einaudi, Torino 1998.
D. Defoe, Robinson Crusoe (qualsiasi edizione)
J. Swift, I viaggi di Gulliver, Garzanti, Milano 2007.

Testi critici:
K.Elam, L. M. Crisafulli, a cura di, Manuale di letteratura e cultura inglese, Bonomia University
Press, Bologna 2009.
A. Lombardo, E. Tarantino, Storia del teatro inglese. Let di Shakespeare, Carocci, Roma 2001
I. Watt, Le origini del romanzo borghese, Bompiani, Milano 2002.
A. Gebbia, "La narrativa inglese del Settecento tra razionalit e lucida follia", Trame , 1, 2000.
Ulteriori materiali critici e il testo de Lisola dei Pines, che non pi in commercio, verranno
inseriti in una dispensa disponibile presso il Centro Fotocopie Mirafiori.

Note
Il modulo prevede un esame finale orale.

31
Programmi Letteratura Anglo-Americana
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)

READING LIST

Tutti gli studenti del I, II e III anno della Triennale devono aggiungere lo studio delle seguenti
letture ai programmi del singolo docente di cui seguono il corso. I singoli docenti potranno
introdurre variazioni alle reading list a seconda delle esigenze didattiche poste da ciascun
modulo. Si consiglia dunque di acquistare i libri dopo l'incontro preliminare con il docente e
la pubblicazione del programma definitivo.


I anno
John Winthrop, A Model of Christian Charity
Benjamin Franklin, Autobiography
Ralph Waldo Emerson, Nature; The American Scholar
Edgar Allan Poe, "The Fall of the House of Usher", The Man of the Crowd, The Murders of the
Rue Morgue, The Raven, The Philosophy of Composition


II anno
Frederick Douglass, Narrative (1845); What to a Slave is the Fourth of July
Emily Dickinson, Walt Whitman: una scelta di poesie
Nathaniel Hawthorne, The Scarlet Letter
Herman Melville, Moby Dick oppure Henry James, The Portrait of a Lady


III anno
Francis Scott Fitzgerald, The Great Gatsby oppure Ernest Hemingway, A Farewell to Arms
William Faulkner, The Sound and the Fury
Poesia modernista: una scelta
Toni Morrison, Beloved
Thomas Pynchon, The Crying of Lot 49 oppure Leslie Silko, Ceremony



I ANNO

IGINA TATTONI

LINGUA E LETTERATURA ANGLOAMERICANA I - Introduzione alla letteratura
Angloamericana: il tema della Natura
6cfu
II Semestre

Il corso si propone di presentare alcuni testi fondamentali della letteratura angloamericana dell800
con laiuto di un tema unificante e altamente significativo come quello della Natura. Attraverso una
lettura critica dei testi in programma sintende verificare lalternanza tra ampie visioni
paesaggistiche e visioni pi mirate che si focalizza, ad esempio, sulla dimensione del corpo umano.
Si accenner anche agli sviluppi della critica che si riconosce nel suggestivo appellativo di
32
Ecocriticism. La lettura attenta e ravvicinata di alcuni testi primari e critici per cercare di evitare
ogni tipo di superficialit e di luogo comune.

Bibliografia

R.W. Emerson, Nature
W.Whitman, I Sing the Body Electric
H.D.Thoreau, Walden
N. Hawthorne, The New Adam and Eve, My Visit to Niagara
The Heath Anthology of American Literature, v. I
S. McFague, The Body of God, Fortress Press, 1993
C. Glotfelty & H. Fromm, The Ecocriticism Reader, The U of Georgia Press, 1996

Ulteriori sussidi bibliografici verranno suggeriti durante lo svolgimento del corso.


II ANNO

UGO RUBEO

LINGUA E LETTERATURA ANGLOAMERICANA II LOttocento dalla parte
delloutcast
12CFU
I Semestre

Questo modulo stato concepito come II annualit del curriculum in Lingue e Letterature Straniere
e in particolare per gli studenti che hanno scelto Letteratura Angloamericana come insegnamento
triennale. Da questo punto di vista, il modulo si propone di offrire una sintesi rappresentativa della
narrativa americana del secondo Ottocento, focalizzando lattenzione su una serie di testi, pubblicati
da autori di primo piano del periodo, che hanno come terreno tematico unificante la
rappresentazione delloutcast e, conseguentemente, la riflessione sullidea di democrazia
nellAmerica di quegli anni. Accanto a questo, la variet dei diversi modelli narrativi adottati dai
singoli autori offrir la possibilit di acquisire una conoscenza ravvicinata delle specificit tecniche
e dei motivi che contribuiscono a consolidare lautonomia della narrativa americana rispetto ai
modelli europei, e dunque a rafforzare il bagaglio culturale degli studenti sia in ambito
americanistico sia comparatistico. La conoscenza diretta di classici dellOttocento come Nathaniel
Hawthorne e Herman Melville, e quella di figure centrali del periodo di fine secolo quali Stephen
Crane e Mark Twain permetter inoltre agli frequentanti di ottenere una solida preparazione di base
rispetto alla tradizione letteraria americana, anche in vista del completamento del curriculum
triennale e delleventuale prosecuzione degli studi verso la laurea magistrale.

Bibliografia:
Nathaniel Hawthorne, The Scarlet Letter (1850)
Herman Melville, Bartleby the Scrivener. A Story of Wall Street (1856)
Stephen Crane, Maggie, a Girl of the Streets (1893)
Mark Twain, The Tragedy of Puddnhead Wilson (1894)

Bibliografia critica essenziale
Sacvan Bercovitch, The Office of the Scarlet Letter (1991)
Valerio Massimo De Angelis, La prima lettera. Miti dellorigine nella Scarlet Letter di Nathaniel
Hawthorne (2001)
Giorgio Mariani, Leggere Melville (2013)
33
Thomas R.Mitchell, Dead Letters and Dead Men: Narrative Purpose in Bartleby the
Scrivener, Studies in Short Fiction, 27, 3 (1990), pp. 329-38
Katherine E. Manthorne, War in the City: Stephen Crane and the Visual Culture of New York.
Rsa 11 (1998)
Myra Jehlen, "The Ties That Bind. Race and Sex in Puddnhead Wilson", Readings at the Edge of
Literature, 2002

Note

Sono consentite un massimo di tre assenze per gli studenti frequentanti che vogliono usufruire
dellesonero a fine corso. Gli studenti non frequentanti debbono concordare con il docente la scelta
dei testi di critica relativi ai quattro romanzi.
La valutazione avverr attraverso una prova desame orale che contempla la lettura del testo in
originale e la traduzione di alcuni brani in italiano, oltre allinterpretazione del testo e alla sua
contestualizzazione sul background storico culturale illustrato nel corso.




III ANNO



GIORGIO MARIANI

LINGUA E LETTERATURA ANGLOAMERICANA III - From Walden to Haight Asbury:
rebellion, mysticism, and the search for a new world in US literary culture, from the
American Renaissance to the Sixties
12CFU
I Semestre
PROGRAMMA FREQUENTANTI

The module will explore how the rebellion and mysticism expressed in the US literature of the first
half of the 19th century made a comeback in the Sixties, by comparing images, metaphors, styles of
writing and lifestyles. Beginning with a close reading of Thoreau's Walden, a classic of American
literature, we will move on to consider the extent to which the rebellious spirit, the mysticism, and
the concern for social and environmental problems that would mark the Sixties in the US as well as
elsewhere, may be connected to the lessons of American Transcendentalism. We will also ask
ourselves whether these themes are still important for us today.

Primary texts:

Ralph Waldo Emerson, "Self-Reliance" (the essay can be easily downloaded from the Internet))
Henry David Thoreau, Walden, or Life in the Woods (any unabridged edition)
Jack Kerouac, The Dharma Bums (Penguin)
Jefferson Airplane, "White Rabbit", "Volunteers" (watch Woodstock videos on YouTube, lyrics can
be found on a number of websites), "Eskimo Blue Days", "Have You Seen the Saucers" (listen to
these songs on YouTube, and read lyrics)
Jefferson Starship, Blows Against the Empire (listen to the album on YouTube, lyrics can be found
on a number of websites)

Critical texts:
34
There are no obligatory critical readings for students regularly attending classes. Those who are
interested in reading more about the authors and themes of the course, will be directed to books and
essays that are either in our library or on the world wide webs public domain

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI
Non frequentanti students will read
Primary texts:
Herman Melville, Typee
----, Redburn
----, Bartleby, the Scrivener; Benito Cereno
(you must read the original textsyou can use any unabridged edition)
Critical texts:
Giorgio Mariani, Leggere Melville, Carocci 2013 (the text must be read in its entirety so that you
can get a better sense of why this American writer is so importantthe sections on the required
reading will need to be read with more attention, of course). ERASMUS students who do not read
Italian, instead of Leggere Melville, can read Wyn Kelleys Herman Melville. An Introduction,
Blackwell, 2008.




35
Programmi Letterature Comparate
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)

PIERO BOITANI
EMILIA DI ROCCO

PIERO BOITANI
LETTERATURE COMPARATE PER STUDENTI DI LAUREA TRIENNALE - Il canone
della letteratura occidentale
Studenti M-Z
12 CFU

Testi primari:
Omero, Iliade, Odissea.
Virgilio, Eneide.
Ovidio, Metamorfosi (brani scelti).
Sofocle, Edipo re.
Dante, Commedia: Inferno I, II, III, V, X, XXVI, XXVII, XXVIII, XXXII, XXXIII; Purgatorio V, XIX,
XXI, XXX, XXXI; Paradiso I, II, XXXIII.
Petrarca, Canzoniere (liriche 1, 3, 35, 61, 62, 126, 132, 133, 134, 269, 272, 279, 327, 339, 362, 363, 364,
365, 366).
Shakespeare, Hamlet.
Lettura di Defoe, Robinson Crusoe oppure di Fielding, Tom Jones.
Coleridge, Kubla Khan.
Wordsworth, Lines Composed a Few Miles above Tintern Abbey.
Leopardi, Canto notturno di un pastore errante dellAsia.
Keats, Ode on a Grecian Urn, On First Looking into Chapmans Homer.
T.S. Eliot, The Waste Land.

Un romanzo a scelta tra:
Tolstoj, Guerra e pace.
Stendhal, Il rosso e il nero.
Dostoevskij, I fratelli Karamazov.
G. Eliot, Middlemarch.
T. Mann, La montagna magica.


6 CFU
Testi primari:
Omero, Iliade, Odissea.
Ovidio, Metamorfosi (brani scelti).
Dante, Commedia: Inferno I, II, III, V, X, XXVI, XXVII, XXXIII; Purgatorio V, XXI, XXX; Paradiso
I, II, XXXIII.
Petrarca, Canzoniere (liriche 1, 3, 35, 61, 62, 126, 132, 133, 134, 269, 272, 279, 366).

Un romanzo a scelta tra:
Tolstoj, Guerra e pace.
Stendhal, Il rosso e il nero.
Dostoevskij, I fratelli Karamazov.
G. Eliot, Middlemarch.
T. Mann, La montagna magica.


Reading List:
36
Gli studenti che sostengono lesame per 12 CFU dovranno leggere 6 testi a scelta tra quelli di seguito
indicati:
- G. Boccaccio, Filostrato.
- Sir Gawain and the Green Knight
- C. Marlowe, The Tragical History of Doctor Faustus.
- W. Shakespeare, King Lear.
- W. Shakespeare, Sonetti.
- J. Goethe, Faust.
- G. Flaubert, Madame Bovary.
- A. Dumas, Il Conte di Montecristo.
- A. Tennyson, Ulysses.
- V. Woolf, To the Lighthouse oppure Orlando.

Gli studenti che sostengono lesame per 6 CFU dovranno leggere i seguenti testi:
- Virgilio, Eneide.
- Shakespeare, Hamlet.
- Defoe, Robinson Crusoe.
- Coleridge, Kubla Khan.
- Wordsworth, Lines Composed a Few Miles above Tintern Abbey.
- Leopardi, Canto notturno di un pastore errante dellAsia.
- Keats, Ode on a Grecian Urn, On First Looking into Chapmans Homer.
- T.S. Eliot, The Waste Land.
- R.M. Rilke, due componimenti a scelta tra le Elegie duinesi.


Letteratura critica:
Gli studenti (6 e 12 CFU) dovranno scegliere due testi tra i seguenti:
- E. Auerbach, Mimesis, Einaudi, Torino 2000.
- E.R. Curtius, Letteratura europea e Medio Evo latino, La Nuova Italia, Firenze, 1992.
- P. Boitani, Parole alate, Mondadori, Milano 2004.
- P. Boitani, Letteratura europea e Medioevo volgare, Il Mulino, Bologna 2007.
- P. Boitani, E. Di Rocco, Guida allo studio delle letterature comparate, Laterza, Roma-Bari 2013.
- H. Bloom, Il Canone occidentale, Bompiani, Milano 2000.
- H. Friedrich, La lirica moderna, Garzanti, Milano, 2002.


EMILIA DI ROCCO

LETTERATURE COMPARATE PER STUDENTI DI LAUREA TRIENNALE -Il romanzo
dallantichit alla modernit
Studenti A-L

Bibliografia

12CFU
Testi primari
Lettura integrale obbligatoria per tutti:
Aristotele, Poetica, a cura di D. Guastini, Roma 2010
Omero, Odissea*
Chrtien de Troyes, Lancelot
Dante, Inferno, V
Sir Gawain e il cavaliere verde, ed. Adelphi
Brani scelti da:
Eliodoro, Etiopiche*
37
Luciano, Storia vera
Gottfried von Strassburg, Tristano
G. Boccaccio, Decameron
G. Chaucer, Canterbury Tales
Ariosto, Orlando furioso
Cervantes, Don Chisciotte
W. Shakespeare, Two Noble Kinsmen
I brani scelti saranno indicati a lezione e riportati nella versione definitiva del programma che sar
pubblicata al termine del corso.

6CFU
Lettura obbligatoria per tutti:
Aristotele, Poetica, a cura di D. Guastini, Roma 2010
Omero, Odissea*
Chrtien de Troyes, Lancelot
Dante, Inferno, V
Sir Gawain e il cavaliere verde, ed. Adelphi
Brani scelti da:
Eliodoro, Etiopiche*
Luciano, Storia vera

*Gli studenti (12 e 6 CFU) che hanno sostenuto lesame nella. a. 2011-12 o 2012-13 sostituiranno i
testi contrassegnati con lasterisco con:
Virgilio, Eneide
Caritone di Afrodisia, Cherea e Calliroe
Gli studenti che sostengono lesame per 12CFU devono leggere 4 testi a scelta tra quelli indicati di
seguito; gli studenti che sostengono lesame per 6 CFU devono leggerne 2.
Il romanzo di Apollonio**
Chretien de Troyes, Perceval**
Wolfram von Eschenbach, Parsival**
G. Boccaccio, Filostrato**
G. Chaucer, Troilus and Criseyde**
Lazarillo de Tormes
W. Shakespeare, Pericles**
T. Tasso, Gerusalemme liberata

** Gli studenti (12 e 6 CFU) che hanno sostenuto lesame nella. a. 2011-12 o 2012-13
sostituiranno i testi contrassegnati con due asterischi con:
Longo Sofista, Dafni e Cloe
Chrtien de Troyes, Erec et Enide
Sir Perceval del Galles
G. Boccaccio, Teseida
G. Chaucer, Knights Tale
W. Shakespeare, Cymbeline

Testi secondari
Tutti gli studenti (12CFU e 6CFU) devono leggere almeno uno dei seguenti testi:
P. Boitani, E. Di Rocco, Guida allo studio delle letterature comparate, Laterza, Roma-Bari 2013
P. Boitani, Letteratura europea e medioevo volgare, il Mulino, Bologna 2007

Bibliografia critica (consigliata)
38
P. Boitani, La narrativa del Medioevo inglese, Luni, Trento 1998, pp. 57-100
M. Fusillo, Tra epica e romanzo, in F. Moretti, Il romanzo, Einaudi, Torino 2001-3, vol. 2, pp. 5-
34
E. R. Curtius, Letteratura europea e medioevo latino, La Nuova Italia, Scandicci (Fi) 1992.
L. Graverini, W. Keulen, A. Barchiesi, Il romanzo antico, Carocci, Roma 2006
T. Hgg, Il romanzo greco: modello unico o pluralit di forme? in F. Moretti, Il romanzo, Einaudi
Torino 2001-3, vol. 3, pp. 5-32.
F. Marenco, Leroe sulla soglia della (prima) modernit in G. F. Gianotti (a cura di), Tradizioni
epiche e letteratura, Il Mulino, Bologna 2011, pp. 241-258.
M. L. Meneghetti, Il romanzo nel Medioevo, Il Mulino, Bologna 2010.
A. Punzi, Tristano. Storia di un mito, Carocci, Roma 2005.
M. Rolland, Re Art, il Mulino, Bologna 2007.
J. R. R. Tolkien, Il Medioevo e il fantastico, Bompiani, Milano 2003, il capitolo intitolato Galvano
e il cavaliere verde.
M. Picone, Il racconto nel Medioevo, Il Mulino, Bologna 2012.
39
LAUREA TRIENNALE
IN
MEDIAZIONE LINGUISTICA
E
INTERCULTURALE



40
Percorso formativo Lingua Inglese 2013-2014

Linsegnamento di Lingua e Traduzione Lingua inglese L-LIN/12 si concentra
sullanalisi metalinguistica della lingua inglese nelle sue dimensioni sincroniche e diacroniche,
nelle sue strutture fonetiche, morfologiche, sintattiche, lessicali, testuali e pragmatiche; comprende
inoltre gli studi finalizzati alla pratica e alla riflessione sullattivit traduttiva, scritta e orale, nelle
sue molteplici articolazioni, generica e specialistica e nelle applicazioni multimediali.


I anno: 12 CFU
Lettorato + Modulo con il docente

Docente primo anno:
Mary Wardle

Lettori primo anno: si veda prospetto lettorati

II anno: 12 CFU
Lettorato + Modulo con il docente

Docente secondo anno:
Maurizio Bartocci

Lettori secondo anno: si veda prospetto lettorati

III anno: 6 CFU
Lettorato + esame orale con il docente

Docente terzo anno:
Mary Wardle

(Per ottenere 6 cfu al terzo anno, gli studenti seguono e sostengono lesame di lettorato scritto III,
pi una prova orale con la prof.ssa Mary Wardle)

Lettori terzo anno: si veda prospetto lettorati









41

Programmi Lettorato
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)


I ANNO
MARIANNA DU PLAT
EDWARD LYNCH


The year-long course aims to take students to Level B1 of the Common European Framework
(intermediate level). The two classes are identical except that they have different timetables and
teachers. Students can choose which course to go to.


Bibliography

National Geographic Learning, Life, Intermediate B1+, Students Book and Workbook

Supplementary material: newspaper articles and writing work

Self-study grammar book:
M. Swan e Walters Oxford English Grammar Course - Intermediate



II ANNO

MARIANNA DUPLAT

This year-long course aims to improve students listening, speaking, reading and writing skills to
the Common European Framework B2 level. The course is based on National Geographic
Learning, LIFE, Upper-intermediate, B2, Students book and Workbook. Students should aim to
attend at least 75% of the lessons and do at least 1 hour self-study for every hour in class. Some
self-study can be done in the language lab. We also will organize conversation groups with
American students of the University of California who are studying a semester in Rome. Students
must also choose a book (fiction or non-fiction, but not simplified) in standard modern English (to
be approved by their teacher). They will read this book during the year, taking notes on the
vocabulary (with the help of a dictionary). Students need to bring the book and their notes to the
oral exam. The oral exam is taken once you have passed the written exam.

Bibliography

Course book:
National Geographic Learning, LIFE, Intermediate B1+, Student's Book and Work Book Pack

Notes

You can do the written exam in class as 2 esoneri : one at the end of the first semester and the other
at the end of the second semester. If the mark of the end-course written test is lower than that of the
42
mid-course written test the two marks will be averaged. (However, the final written mark can be at
most 3 points more than the mark of the end-course test.)
For example:
Mid-course 24 + end-course 26 = final written mark 26
Mid-course 26 + end-course 24 = final mark 25


To pass the exam students must have at least 18/30 on the end-course test. For example:
Mid-course 18 + end-course 16 = final mark insufficient

Once you have passed the written part you do an oral exam: a conversation about yourself and the
book you have chosen to read. The oral exam can increase the written mark (by at most 5 points).

Students can also do the written exam in one sitting in June, September and January. This exam
lasts three hours. Like the two esoneri there is a grammar part and a composition. Dictionaries
cannot be used in the written exams.





III ANNO

MARIA HILLAN
STEPHEN WILSON


The course aims to further develop the four skills to C1 level with particular emphasis on writing,
the comparative analysis of the Italian and English grammar systems and discourse analysis being
its main components. At the end of the course students are expected to be able to apply their
grammar knowledge to producing correct English versions of Italian texts, completing cloze texts
and structural transformation exercises. They will also write a brief essay based on the linguistic
analysis of an advertisement. Sixteen hours of self-study listening tasks in the language laboratory
are compulsory. Students are expected to do a considerable amount of work as preparation for
lessons. Every two-hour lesson requires at least two hours of preparation as private study. Students
will also be required to complete 2 assignments, one in the first and one in the second semester. To
be eligible for the exemption test 75%of lessons must be attended. Please consult blogs (see below)
for a more detailed description of the course and the exam format.


Bibliography

Sara Thorne, Mastering Advanced English Language, Palgrave (selected chapters)
Angela Goddard, The Language of Advertising, Second Edition, Routledge*
Michael Swan, Practical English Usage, Third Edition, O.U.P
Swan & Baker, Grammar Scan, O.U.P.
Rith Gairns and Stuart Redman, Oxford Word Skills, Advanced, O.U.P (selected chapters)

Further material will be distributed during lessons.
*Please note that this text is for students who intend to follow the course and is not suitable for
43
students who do not attend.
A hand-out containing past exam papers for practice is available on request at the department for
those students who do not attend lessons. These students are strongly advised to follow the blogs
on a regular basis to have further information about the bibliography and exam format.
Contact information:
http://www.wilsonsapienza.blogspot.com email: wilsonsapienza@libero.it
http://www.hillansapienza.blogspot.com/ email : mhillan@hotmail.com
44

Programmi Moduli Lingua Inglese
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)


MARY WARDLE
LINGUA INGLESE I - La Lingua Inglese in rete

La prima parte del modulo analizzer la funzione linguistica in diversi media, fornendo gli
strumenti del discorso metalinguistica. Si passer poi a tracciare levoluzione della lingua inglese a
lingua globale e la sua diffusione in rete. Il modulo verr insegnato in lingua inglese.

Bibliografia
Crystal, David (2008) The gr8 db8, Oxford University Press, Chapters 2 and 8.
Crystal, David (2011) Internet Linguistics, Routledge, Chapter 2.
Wajnryb, Ruth (2008) You Know What I mean? Words, contexts and communication, Cambridge
University Press, Chapter 2
(these chapters will be available from the copy facility at the end of Anglistica corridor)
Gli studenti non-frequentanti devono aggiungere:
Philpot, Brad (2011) English Language and Literature, Cambridge University Press, Part 1 (chapt.
1 & 2) and Part 2 (chapt. 3 & 4).

Note
Questo modulo aperto agli studenti di prima annualit del CdS in Mediazione Linguistica e
Interculturale che abbiano superato la prova di ammissione per la lingua inglese. La
valutazione avverr tramite prova scritta. Sar consentito luso di un vocabolario (anche
bilingue). Chi frequenta il modulo potr sostenere lesonero a fine modulo (prova unica).
Successivamente, tutti gli studenti, che abbiano frequentato o meno, dovranno sostenere la
prova di esame.
Lettorato: Per maturare 12cfu, lo studente deve seguire e/o sostenere anche la prova di lettorato
(scritto e orale).
Per orari di ricevimento ecc. consultare la bacheca della docente:
http://w3.uniroma1.it/seai/?q=persone/wardle-mary-louise



II ANNO



MAURIZIO BARTOCCI

LINGUA INGLESE II Avviamento alla traduzione

Il corso si prefigge lobiettivo di fornire metodologie e strumenti per la traduzione del
testo letterario, nonch quello formare negli studenti una coscienza traduttiva,
accompagnata da una riflessione individuale attraverso unapprofondita analisi
45
contrastiva degli aspetti pragmatici, culturali, sintattici e lessicali sia della lingua di
partenza sia della lingua di arrivo. Esercitazioni e revisioni saranno parte integrante
del corso.

Bibliografia:
Paola Faini , Tradurre. Manuale teorico e pratico, Carocci
Umberto Eco, Dire quasi la stessa cosa, Bompiani
Mary L. Wardle, Avviamento alla traduzione, Liguori


III ANNO

MARY WARDLE

LINGUA INGLESE III - Talking About Language
Il terzo anno intende sviluppare l'approccio teorico alla lingua attraverso uno studio del 'discourse
analysis': come analizzare e parlare del linguaggio.

Bibliografia
Sarah Philpot, Academic Skills: Reading, Writing and Study Skills - Level 2 - Student's Book
Oxford University Press.
Dorothy E. Zemach and Lisa A. Rumisek Academic Writing Macmillan.
Studenti iscritti dal 2007 in poi (4 o 6 cfu): esame scritto di lettorato, prova orale con la docente.
Studenti iscritti prima del 2007 (8cfu): esame scritto + orale di lettorato. Esame scritto con la
docente sul programma Academic Writing:


Note
Per maturare 6 cfu, lo studente deve seguire/sostenere la prova scritta di lettorato. Dovr poi
sostenere la prova orale in inglese con la docente. Verr richiesta la capacit di commentare in
inglese testi scritti di diverse tipologie (compreso il proprio compito scritto di lettorato) da un punto
di vista metalinguistico. Lo studente dovr essere in grado di mettere in risalto aspetti morfologici,
grammaticali, sintattici, pragmatici, stilistici, ecc.
Questo modulo aperto agli studenti di terza annualit del CdS in Mediazione Linguistico Culturale
che abbiano superato e verbalizzato gli esami di Lingua Inglese di prima e seconda annualit.
Per orari di ricevimento ecc. consultare la bacheca della docente.
46


Programmi Mediazione Interculturale
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)



MARIA ANTONIETTA SARACINO L-LIN/10


INTRODUZIONE ALLA MEDIAZIONE INGLESE - I mondi nuovi: corso di introduzione
alla mediazione linguistica interculturale inglese
6CFU

Il corso si propone di offrire competenze teoriche di base su tutti i principali aspetti della
mediazione linguistica interculturale, in prospettiva interdisciplinare. E rivolto a studenti di primo
anno di inglese e anglo-americano. Verranno trattate questioni che vanno dalla storia delle scoperte
geografiche a quella delle migrazioni, passando attraverso temi quali: colonizzazioni e colonialismi;
raffigurazione della diversit in arte, letteratura,cinema e musica. Nascita e sviluppo degli stereotipi
culturali nella lingua italiana e in quella inglese. Razza ed etnia; pregiudizi e razzismi ad essi
collegati, nel passato e in tempi recenti. Nascita e sviluppo del colonialismo britannico. La
colonizzazione inglese in Africa, nellarcipelago caraibico e nel sub-continente indiano, dalla parte
di coloro che lhanno subita. Schiavismo e tratta degli schiavi: il Middle Passage. La lotta per
lindipendenza e la nascita di nuove nazioni. Il Sudafrica, dallapartheid alla democrazia.

Bibliografia
La bibliografia dettagliata verr fornita prima dellinizio del modulo e sar disponibile sulla
piattaforma e-learning del prof. Stefano Tedeschi (letter.ispano-americane) dove gli studenti
potranno trovare tutti i materiali e i riferimenti usati per ciascuna lezione, compresi immagini e
filmati.

Note
Il corso si svolge in collaborazione con la cattedra di lett. spagnola e ispano-americana, in un corso
integrato, tutti i dettagli del quale si trovano sulla pagina-docente della prof. Saracino.


ANNALUCIA ACCARDO L-LIN/11
MEDIAZIONE ANGLOAMERICANA - Dalla Dichiarazione dindipendenza americana alla
disobbedienza civile in una prospettiva globale
6CFU
Il modulo si propone di indagare teorie, pratiche e linguaggi della disobbedienza civile. Un primo
momento sar dedicato alla riflessione critica e teorica, a partire dai due esempi classici di Antigone
e Socrate, al fine di delinearne le caratteristiche fondamentali e di individuare somiglianze e
differenze con termini contigui quali nonviolenza, noncollaborazione, obiezione di coscienza,
pacifismo, ecc. Un secondo momento sar dedicato a studiare e ad analizzare documenti,
47
movimenti, brani narrativi, poetici, saggi e alcuni protagonisti.
Bibliografia
Parte teorica
T. Serra, Disobbedienza civile, in Parole chiave, Disobbedienza, 26, 2001, Carocci.
D. McDonald, La disobbedienza civile necessaria (New York Times 22 novembre 1967),
in Ribellarsi giusto. Teorie e pratiche della disobbedienza civile: unantologia, edizioni
dellasino, 2008.
H. Zinn, Disobbedienza come democrazia, in Ribellarsi giusto. Teorie e pratiche della
disobbedienza civile: unantologia.
Aldo Capitini, cap. 1 Il metodo nonviolento, cap. 7 Tecniche collettive in Le tecniche della
nonviolenza,edizioni dellasino, 2009.
Documenti e contesti
- The Declaration of Independence e la Rivoluzione americana.
T. Bonazzi, Introduzione in La Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti dAmerica,
Marsilio, 1999.
- F. Douglass, The Meaning of July Fourth for the Negro,.
A. Portelli, Introduzione in F. Douglass, Lindipendenza e la schiavit, Manifestolibri, 1995.
- H. D. Thoreau, Civil Disobedience,
M. Bulgheroni, Introduzione in Thoreau, Walden, Mondadori, 1970.
G. Fofi, Il dovere di insorgere in Thoreau, La disobbedienza civile, BUR 2010.
- Mahatma K. Gandhi: Speech on non-co-operation, 12 agosto 1920; Salt march speech, 11
marzo 1930, Quit India, 8 agosto 1942.
Aldo Capitini, cap. XIII Campagne di Gandhi in Le tecniche della nonviolenza.
- Movimento per i diritti civili e Martin Luther King, I have a Dream, Beyond Vietnam.
B. Cartosio, Un grande movimento popolare contro la segregazione razziale in Anni inquieti,
Editori Riuniti, 1992.
B. Cartosio, cap. 2, In principio: il Sud , cap. 4, Da Montgomery ai sit-in, alla SDS, cap. 6,
Johnson bifronte, cap. 7, Leader e movimenti: Martin Luther King, Malcolm X e il movimento
di liberazione afroamericano, in I lunghi anni sessanta, Feltrinelli, 2012.
B. Cartosio, Martin e Malcolm e il movimento di liberazione afroamericano, in Dialogo su
Malcolm X, Manifestolibri, 1994.
A. Portelli, Riti di assenso, pratiche di protesta. Alle origini del movimento dei diritti civili negli
Stati Uniti, in Parole chiave, Disobbedienza, 26, 2001, Carocci.
Cornel West, Premessa a La razza conta, Feltrinelli, 1995.
- La guerra in Vietnam e Thich Nath Hanh, "In Search of the Enemy of Man lettera a Martin
Luther King, , Mindfulness, Engaged Buddhism, Interbeing*.
-Obiezione di coscienza contro la leva militare in Italia e Don Lorenzo Milani, Ordine del giorno
dei cappellani militari, Lettera ai cappellani militari che hanno sottoscritto il comunicato dell11
febbraio del 1965, Lettera ai giudici, in A cosa serve avere le mani pulite se si tengono in tasca,
Chiarelettere 2011.
- Il Sudafrica e Nelson Mandela, I am prepared to die, 20 aprile 1964, Inaugural Address.
Nelson Mandela, cap. 14, 15, 17, 20, 41, 51, 56, 73, 80, 88, 89, 100, 106, 110, 114, 115 di Long
Walk to Freedom: The Autobiography of Nelson Mandela.
-La Birmania e Aung San Suu Kyi, Nobel Peace Prize Lecture, Oslo 16 giugno 2012,
La mia Birmania, Aung San Suu Kyi in conversazione con Alan Clemens, pp. 164-179.
Aung San Suu Kyi, Prefazione di Desmond Tutu, Introduzione di Michael Aris, cap. 1, 6, 8, 10, 13,
21 da Liberi dalla paura.
48
Programmi Letterature di Lingua Inglese
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)

ANNALUCIA ACCARDO L-LIN/11
LETTER ANGLOAMERICANA - La cultura degli Stati Uniti nel Novecento: Grace Paley
12CFU
I Semestre
Il modulo si propone di indagare il Novecento americano - movimenti letterari, culturali e politici -
attraverso le opere di Grace Paley (1922-2007). Le sue opere sono caratterizzate da unapparente
semplicit, dietro la quale si cela una complessit che il risultato dellintrecciarsi di forme
narrative e di argomenti di ampio respiro, dallimmigrazione alla guerra fredda, dal movimento per
i diritti civili alla guerra in Vietnam, dal pacifismo al femminismo, dallecologismo alla maternit,
dalla vecchiaia alla morte.
Bibliografia
Grace Paley, Collected Stories, Farrar, Straus & Giroux, New York 1994.
---, Begin Again: Collected Poems, Farrar, Straus & Giroux, New York 1992.
---, Just as I Thought, Farrar, Straus & Giroux, New York 1998.
---, Fidelity, Farrar, Straus & Giroux, New York 2008.
Annalucia Accardo, Larte di ascoltare. Parole e scrittura in Grace Paley, Donzelli 2012.
Gli studenti sono pregati di procurarsi i testi prima dellinizio del modulo.

MARIA ANTONIETTA SARACINO L-LIN/10

LETTERATURA INGLESE - Raccontare i Mondi Nuovi: Le letterature di espressione
anglofona
12CFU

Il corso si propone di offrire una panoramica di scritti letterari in lingua inglese di autori e autrici
provenienti da aree diverse dellex-impero britannico. Romanzi, racconti, poesie e saggi che si
servono della lingua inglese come veicolo per dar voce alla storia e alla cultura di paesi un tempo
colonizzati, o che usano linglese come veicolo di comunicazione con il resto del mondo. Il modulo
affronter le maggiori tematiche relative ai cambiamenti culturali che la letteratura inglese ha
attraversato a partire dai primi anni del 900. Da letteratura nazionale a letteratura del mondo, grazie
alluso della lingua inglese da parte di autori e autrici un tempo colonizzati e che oggi, attraverso
quella stessa lingua, parlano di s e delle diverse culture di appartenenza. Particolare attenzione
verr data alla scrittura femminile romanzo, poesie, saggi- post-coloniale. Il modulo affronter le
maggiori tematiche relative ai cambiamenti culturali che la letteratura inglese ha attraversato a
partire dai primi anni del 900. Da letteratura nazionale a letteratura del mondo, grazie alluso della
lingua inglese da parte di autori e autrici un tempo colonizzati e che oggi, attraverso quella stessa
lingua, parlano di s e delle diverse culture di appartenenza. Particolare attenzione verr data alla
scrittura femminile romanzo, poesie, saggi- post-coloniale. Verranno lette e analizzate opere sia di
autori appartenenti al canone letterario britannico che di altri provenienti da aree del mondo di
49
espressione anglofona in Africa, nellarcipelago caraibico, in India e Pakistan; con riferimenti anche
a scritti di autori che hanno scelto linglese come lingua della scrittura in paesi non anglofoni a noi
pi vicini.


Bibliografia
La bibliografia dettagliata verr fornita prima dellinizio del modulo.

50
LAUREA MAGISTRALE
IN
SCIENZE LINGUISTICHE LETTERARIE
E
DELLA TRADUZIONE
51
Percorso formativo Lingua Inglese 2013-2014

Inglese pu essere scelto o come prima lingua (LINGUA A) o come seconda lingua (LINGUA
B)


I anno:
Gli studenti al primo anno possono scegliere Inglese come
Lingua A (12 cfu: Lettorato annuale + modulo docente)
Lingua B (6 CFU: Lettorato semestrale + modulo docente).

Docenti primo anno:
Donatella Montini (Lingua A e B, A-L)
Iolanda Plescia (Lingua A e B, M-Z)

Lettori primo anno: si veda prospetto lettorati

II anno:
Solo per gli studenti che scelgono il percorso Lingua e Traduzione: Lettorato annuale + 2 Moduli
con i docenti di II anno
Docenti secondo anno:
Irene Ranzato (Lingua inglese 3 A e B)
Mary Wardle (Lingua inglese 2 A e B)

Lettori secondo anno: vedere prospetto lettorati

52
Programmi Lettorato
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)



I ANNO

NOELEEN HARGAN (A-L)
NICHOLAS TOLL (M-Z)

The LM1 lettorato focuses on advanced language skills, with an emphasis on reading and
writing skills in the written exam/esonero. The bibliography below indicates the core
materials for all LM1 students.

BIBLIOGRAPHY
- Annette Capel and Michael Black, Cambridge Objective IELTS Workbook with Answers
(Advanced). CUP. 2006. ISBN: 9780521608787.
- Michael Swan, Practical English Usage. OUP, 2005 (3
rd
edition).
- Oxford Advanced Learners Dictionary (or similar).
- LM1 Dispense 2013/14. These materials provide further guidance and practice for LM1
students. You will find an example of a past exam and samples of LM1 students writing,
with comments by lettori pointing out some of the strengths, weaknesses and recurring
problems in students written work. Available from the Copisteria at Villa Mirafiori.

PLACEMENT TEST
First year Magistrale groups are streamed on the basis of a Placement Test (PT). Students
who obtain a high PT score will attend one of the two A courses (group A-L or M-Z), while
students who obtain a lower PT score will attend one of the two B courses (also group A-L
or M-Z). Students who plan to attend classes must enrol in a group by the end of October.

Please note that only students who plan to attend classes need to take the Placement Test.
Dates for this Test will be posted on http://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=2446.

ATTENDANCE
6 cfu students will take one semester only (32 hours), in the first OR the second semester,
and will receive their final mark at the end of the semester attended, after taking the esonero
for that semester.

12 cfu students will take 2 semesters (64 hours), and will take a written esonero in each
semester, plus an oral assessment.

Information about esoneri and assignments for students who attend classes regularly will be
provided directly in class by your lettore.

NON FREQUENTANTI
Students who do not attend lessons can take the non frequentanti exam from June 2014. For
further information, see http://elearning.uniroma1.it/course/view.php?id=2446.
53

II ANNO

RICHARD BATES


Following the European framework, the course will aim to bring students to a C2 level of English
by the end of the year. As certain skills are already assumed to have been acquired, much of the
course will be based upon improving the students current standard of English and will therefore
work upon advanced grammar and use of English skills. This will be done using texts in English
for advanced (Proficiency level), by constant error analysis and by contrastive analysis of Italian
and English structures. Combined with this, oral summarizing skills will be practised, especially
during the second semester.
The written exam will consist of grammar exercises, including translation from Italian into English,
and the summary of a piece of English prose, as well as a stylistic analysis of it.

Bibliography

Ruth Gairns and Stuart Redman, Oxford Word Skills, Advanced, Oxford University Press, 2010
Jennifer Pudney, Written English for Advanced Learners, Rome, 2003 - available at Feltrinelli
International
Michael Swan & D. Baker, Grammar Scan, Oxford University Press 2008 (this is the work book
for Michael Swan, Practical English Usage, Third Edition, Oxford University Press)

Notes
Further information will appear in due course on batessapienza.blogspot.it, which will be regularly
updated throughout the year.
Students who are unable to attend classes are recommended to come to see one or other of the
course lecturers during their normal office hours.


54
Programmi Moduli Lingua e Traduzione Inglese
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)

I ANNO

DONATELLA MONTINI Studenti A-L
IOLANDA PLESCIA Studenti M-Z


DONATELLA MONTINI A-L
Lingua Inglese I per la Magistrale - STORIA DELLA LINGUA INGLESE: IL
SETTECENTO
12 e 6 cfu
I Semestre

Il corso presenter i principali cambiamenti linguistici e morfologici della lingua inglese nel periodo
Late Modern (1650-1800). Particolare attenzione verr dedicata allo sviluppo e alla forma della
comunicazione epistolare. Fornendo conoscenze adeguate di storia della lingua del periodo
specifico in questione, il modulo intende sollecitare consapevolezza e competenza dello studente di
Magistrale rispetto a processi linguistici sincronici e diacronici.


Bibliografia:
I. Tieken-Boon van Ostade, An Introduction to Late Modern English, Edinburgh University Press,
Edinburgh, 2009.
C. McIntosh, The Evolution of English Prose, 1700-1800. Style, Politeness, and Print Culture,
Cambridge, C.U.P., 1998, ch.1-2-6-8;
I.Tieken-Boon, Lowth as an icon of prescriptivism, in Eighteenth-Century English. Ideology and
Change, Raymond Hickey ed., Cambridge, C.U.P., 2010, pp.73-88
Gabriella Del Lungo, English Syntax in Late Eighteenth Century, in English Diachronic Syntax, a
cura di M.Gotti, Bergamo, Guerini, 1993, pp.223-234;
I. Tieken-Boon, Letters as a Source for Reconstructing Social Networks: The Case of Robert
Lowth in I.Tieken-Boon, M.Dossena eds., Studies in Late Modern English Correspondence, Bern,
Peter Lang, pp.51-76
S.M.Fitzmaurice, Epistolary Identity: Conventions and Idiosyncrasy in Late Modern English
Letters, in I.Tieken-Boon, M.Dossena eds., Studies in Late Modern English Correspondence,
Bern, Peter Lang, pp.77-112
D. Montini, Language and Letters in Samuel Richardsons Networks, Journal of Early Modern
Studies (3), Firenze University Press, forthcoming
D. Montini (a cura di), Lettere su Clarissa, Viterbo, Sette Citt, 2009

Alcune parti dei testi in programma saranno reperibili nel Centro Fotocopie di Villa Mirafiori

Note
Il corso integrato dalle esercitazioni di lettorato (programma ANNUALE per 12cfu Inglese I
lingua; programma SEMESTRALE per 6cfu Inglese II lingua).
Per altre informazioni possibile consultare il sito del docente: http://w3.uniroma1.it/montini


IOLANDA PLESCIA M-Z
55
LINGUA INGLESE I PER LA MAGISTRALE Storia della lingua inglese: la lingua di
Shakespeare
12 e 6cfu
II Semestre

Il corso intende offrire le basi per una riflessione diacronica sulla lingua inglese come prodotto di
stratificazioni, incontri e scontri linguistici. Una prima parte del corso affronter dunque la
questione della linguistica diacronica da un punto di vista teorico, percorrendo la storia della lingua
inglese sotto forma di profilo essenziale. In un secondo momento, la riflessione si concentrer sul
periodo early modern e in particolare sullinglese shakespeariano; esaminando i contributi pi
recenti degli studi di impronta linguistica e stilistica, si vedr come, pi che costituire una categoria
a s, la lingua di Shakespeare sia pienamente inserita nelle convenzioni del suo tempo, esattamente
come lo anche il suo teatro, in un rapporto, certamente originale, con elementi contestuali quali
levoluzione dellinglese elisabettiano, le teorie linguistiche oggetto di riflessione allepoca,la
ricerca di prestigio e di una nuova identit linguistica. Obiettivo principale del corso stimolare la
consapevolezza dei processi di variazione diacronica e sincronica che hanno dato forma alla lingua
inglese cos com oggi conosciuta e studiata, oltre a competenze di analisi meta-linguistica.

Bibliografia
A.C. Baugh & T. Cable, A History of the English Language, Routledge, 2002
Jonathan Hope, Shakespeare and Language, Arden, 2010
David Crystal, Think on My Words: Exploring Shakespeares Language, CUP, 2008
Manfred Gorlach, Introduction to Early Modern English, CUP, 1991
Eventuali testi a integrazione

Note
Il corso integrato dalle esercitazioni di lettorato (programma ANNUALE per 12cfu Inglese I
lingua; programma SEMESTRALE per 6cfu Inglese II lingua).



II ANNO

IRENE RANZATO
MARY WARDLE
(Attenzione! Per gli studenti che scelgono il percorso Lingua e Traduzione sono obbligatori
entrambi i corsi di Ranzato e Wardle + Lettorato II. Ai due corsi non si applica criterio di
propedeuticit)

IRENE RANZATO
LINGUA INGLESE 3 PER LA MAGISTRALE: letteratura e cinema, unnatural alliance.
6CFU
II Semestre

Attraverso la lettura, la traduzione e lanalisi di saggi in inglese, relativi alle teorie degli
adattamenti, il modulo intende, da una parte, approfondire dal punto di vista teorico il rapporto tra
letteratura e cinema, alleanza innaturale, secondo Virginia Woolf. Dallaltra, saranno presi in
esame e tradotti brani di sceneggiature, tratte da opere letterarie di varie epoche o che abbiano la
letteratura al centro del discorso, per indagare le modalit di trasposizione dalla pagina allo schermo
e le peculiarit traduttive della sceneggiatura cinematografica come testo letterario.

56
Bibliografia:
Selezione di testi tratti, fra gli altri, da:
Robert Stam, Alessandra Raengo, A Companion to Literature and Film, Blackwell, Oxford, 2006.
Thomas Leitch, Film Adaptation and its Discontents, The John Hopkins University Press,
Baltimore, 2007.
Michael Cronin, Translation goes to the Movies, Routledge, London and New York, 2009.
Linda Hutcheon, A Theory of Adaptation, Routledge, London and New York, 2006.
Selezione di pagine tratte da sceneggiature cinematografiche (dispense disponibili al Centro
Fotocopie di Villa Mirafiori).

MARY WARDLE
LINGUA INGLESE 2 PER LA MAGISTRALE: Translation and Paratexts
6CFU
I Semestre

Il modulo intende promuovere una riflessione sul lavoro del traduttore, sviluppando competenze
pragmatiche che potranno essere applicate nella traduzione di diverse tipologie testuali e prevede
anche una panoramica dell'attivit professionale. Partendo dalla base consolidata in Lingua 1,
questo corso affronter diversi aspetti della pratica traduttiva. Elementi di teoria e storia della
traduzione integrano un approccio pi pragmatico e la lettura ravvicinata di diversi tipi di testo, allo
scopo di mettere a punto molteplici strategie di traduzione.
Verranno analizzati inoltre gli elementi paratestuali che accompagnano la traduzione (copertina,
prefazione, note del traduttore, illustrazioni, ecc) per indagare il rapporto tra traduzione e paratesto,
influenza e ricezione.

Bibliografia
Demaria, C. e R. Fedriga (a cura) Il paratesto (2001) Edizioni Silvestre Bonnard, Milano.
Introduzione pp. 5-22.
Gil-Bardaj, A, P. Orero e S. Rovina-Esteva eds., Translation Peripheries (2012) Peter Lang, Bern,
pp. 7-61.
Pellat, V. Packaging the Product: a case study of verbal and non-verbal paratext Chinese-English
translation, Jostrans 20 (2013) available at: http://www.jostrans.org/issue20/art_pellatt.php


Per i frequentanti: dispense distribuite dal docente durante il modulo
Gli studenti non-frequentanti devono aggiungere:
Taylor, C. Language to Language (1998) Cambridge University Press, Cambridge.

Note
La frequenza del modulo prevede un lavoro di traduzione da svolgere individualmente con scadenze
fisse che sar poi oggetto di discussione in aula.
Il modulo verr insegnato in lingua inglese. La valutazione avverr tramite prova scritta. Sar
consentito l'uso di un vocabolario (anche bilingue). Chi frequenta il modulo potr sostenere
l'esonero a fine modulo (prova unica). Successivamente, tutti gli studenti, che abbiano frequentato o
meno, dovranno sostenere la prova di esame che prevede anche la redazione di una tesina da
concordare con la docente.
Per orari di ricevimento ecc. consultare la bacheca della docente:
http://w3.uniroma1.it/seai/?q=persone/wardle-mary-louise
57
Programmi Letteratura Inglese
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)


I ANNO

MARIO MARTINO A-L
NADIA FUSINI M-Z

NADIA FUSINI
LETTERATURA INGLESE I -
II SEMESTRE
Programma da definire

MARIO MARTINO
LETTERATURA INGLESE I - Lo spazio nella narrativa di Charles Dickens
12 cfu. 1038629
II SEMESTRE
Studenti A-L

Il programma si compone di una parte A (specifica, 6cfu), e di una parte B (modulo
interdisciplinare, 6cfu)

Parte A (6cfu)
In questo corso esamineremo la rappresentazione dello spazio nelle opere di Charles Dickens.Ci
concentreremo dapprima sulla rappresentazione dello spazio e della citt Londra in particolare.
In secondo luogo, analizzeremo la pi vasta rete di interessi e problemi connessi agli spazi
progressivamente pi ampi delle opere mature, e come lo spazio urbano si rapporti a quello
nazionale, europeo e imperiale.
Bibliografia
Testi primari:
Dickens, (da Sketches by Boz), i racconti: The Streets Morning, The Streets Night,
Meditations in Monmouth street, Vauxall Gardens by Day, Greenwich Fair;
(da Christmas Stories): The Perils of Certain English Prisoners.
I romanzi:
Pickwick Papers (capp. 1-5)
Oliver Twist
Little Dorrit
Our Mutual Friend (capp 1-10).
Inoltre, UNO a scelta dei seguenti tre:
J. Austen, Pride and Prejudice; G. Eliot, Middlemarch; W.M. Thackeray, Vanity Fair.
58
Testi secondari:
Lotman, J. M. , La struttura del testo poetico, Milano, Mursia, 1990 (1972): Il problema dello
spazio artistico, pp. 261-73.
Williams, R., People of the City in Id. The Country and the City. 1975, pp. 189-201.
Bowen, J., Dickens Englishman and European, (The Cambridge Companion to the European
Novelists, 2012.
Baumgarten, M., Dickens, London and the Invention of Modern Urban Life, in AAVV, Dickens:
the Craft of Fiction, Milano, Unicopli, 1998, pp. 195-202.
Martino, M., Mapping Europe in Little Dorrit, in Leroy, M., ed., Dickens and Europe,
Cambridge, Scholar Press, in corso di stampa (disponibile in fotocopie).
Kettle, Arnold, Our Mutual Friend in Gross e Pearson, Dickens and the Twentieth Century,
London, Routledge, 1962 (solo per chi sceglie questo romanzo).
Brantlinger, Patrick, Race and the Victorian Novel, The Cambridge Companion to the Victorian
Novel, (D. David ed.), CUP, 2001, p.149-168.

NON FREQUENTANTI: uno a scelta dei seguenti volumi:
Moretti, F., Atlante del romanzo europeo, Torino, Einaudi, 1997.
Welsh, A., The City of Dickens, Oxford, 1971.
Schwartzbach, F. S. Dickens and the City, Athlone, 1979.
Sadrin, A., Dickens, Europe and the New Worlds,
London, Macmillan, 1999.

Alter, R., Imagined Cities, Yale, 2005.

N.B. All'esame, che sar orale, gli studenti sono tenuti a portare (fisicamente) tutti i testi primari
obbligatori e quelli scelti.

Parte B (6cfu):
Modulo interdiscliplinare, 6cfu (parte integrante dell'insegnamento Letteratura Inglese 12cfu, I
anno LM)
Il programma comparir sulla bacheca del prof. Martino


II ANNO
RICCARDO CAPOFERRO
ISABELLA IMPERIALI

RICCARDO CAPOFERRO

LETTERATURA INGLESE 2 - Introduzione a Joseph Conrad: realismo, modernismo e
romanzo davventure
6CFU
II Semestre
In this course, we will read and contextualize some of Joseph Conrads main works. We will focus,
in particular, on their ideological contexts, on their relation with realism and modernism, and on
59
their innovative use of genre. In the final section of the course, we will investigate, in a comparative
perspective, Conrads influence on Primo Levis oeuvre. The course will be in English.

Bibliography

Fiction:

R. L. Stevenson, Treasure Island (any edition);
Joseph Conrad, Youth (any edition);
Joseph Conrad, Heart of Darkness, (Norton edition, ed. by Paul B. Armstrong);
Joseph Conrad, Lord Jim (Norton edition, ed. by Thomas C. Moser);
Joseph Conrad, Typhoon (any edition);
Joseph Conrad, The Shadow-Line (any edition);
Primo Levi, La carne dellorso, in Primo Levi, Tutti I racconti (Einaudi);
Primo Levi, Ferro and Argento, in Primo Levi, Il sistema periodico (Einaudi);
Primo Levi, La chiave a stella (Einaudi).
Erasmus students can read Levis works in translation.

Criticism:

In the Norton edition of Heart of Darkness:
Chinua Achebe, An Image of Africa: Racism in Conrads Heart of Darkness;
Ian Watt, Impressionism and Symbolism in Heart of Darkness;
Hunt Hawkins, Heart of Darkness and Racism;
Patrick Brantlinger, Imperialism, Impressionism, and the Politics of Style;
Antony Fothergill, Cannibalising Traditions: Representation and Critique in Heart of
Darkness;
Paul B. Armstrong, Reading, Race, and Representing Others.
In the Norton edition of Lord Jim:
Ian Watt, Composition and Sources;
Ian Watt, The Friendship;
Fredric Jameson, Romance and Reification in Lord Jim;
Edward Said, The Presentation of Narrative in Lord Jim;
Marianne De Koven, The Destructive Element: Lord Jim.
Ian Watt, Comedy and Humour in Typhoon, and Story and Idea in Conrads The Shadow Line,
in Ian Watt, Essays on Conrad (Cambridge UP).
Debra Romanick Baldwin, The Voice of Comedy in Conrads Typhoon and Primo Levis The
Monkeys Wrench, in Conradiana 38.1 (2006), pp. 17-38. (Available on ProjectMUSE, Biblioteca
Alessandrina).
Maria Luisa Bignami, La Presenza di Conrad nellopera di Primo Levi, in ACME LX, II, 2007;
http://www.ledonline.it/acme/allegati/Acme-07-II-13-Bignami.pdf
(Erasmus students are not required to read this last essay)

Notes
Students are required to have a general background knowledge of late Victorian social and cultural
history. Format for the exam: the exam will be oral and entirely in English.


ISABELLA IMPERIALI

LETTERATURA INGLESE 3 - Storia del Teatro Inglese:Lettura di Measure for Measure di
60
W. Shakespeare
6CFU
I Semestre
Introduzione ai Problem Plays. Lettura e analisi critica del testo e della messe in scena della Royal
Shakespeare Company e di Peter Brook.

Bibliografia
Testi primari:
W. Shakespeare, Measure for Measure, ed. by Brian Gibbon, The New Cambridge Shakespeare,
2006.
William Shakespeare, Misura per Misura, traduzione e cura di Agostino Lombardo, (edizione con
testo a fronte), Feltrinelli, 2003.

Testi critici:
Giorgio Melchiori, Shakespeare, Laterza, 1994 98, pp. 452 463.
Agostino Lombardo, Lonesto Duca(pp.9-16); Isabella Imperiali Le due Misure di Peter
Brook(pp.141-158) in Maria Angela Tempera, Misura per Misura dal testo alla scena, Clueb,
Bologna, 1992 (disponibile in biblioteca di Villa Mirafiori).
Silvano Sabbadini, La politica delleros nei problem plays in Il tempo, le
rovine e le maschere, Bulzoni, 1998. (pp.59-88)
William Dodd, Misura per misura, Il Formichiere, Milano, 1979.
Letture consigliate: D. Nicholls, Measure for Measure. Text and Performance, London, 1986.
Northrop Frye, Shakespeare, Einaudi, 1990, pp. 151 166.

61
Programmi Letteratura Anglo-Americana
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)

GIORGIO MARIANI
LETTERATURA ANGLO-AMERICANA I -
1038639 (modulo da 12 cfu)
II Semestre

PROGRAMMA FREQUENTANTI

Il corso si compone di una parte A), a cura esclusiva del docente, e di una parte B), che consiste in
un modulo interdisciplinare che vede la partecipazione di numerosi docenti di diverse discipline
letterarie

PARTE A - Cooper's Leatherstocking, from History to Mythology

The course is devoted to analyzing one of the most important characters in US literature, that of
Natty Bumppo, also known as "Leatherstocking", created by novelist James Fenimore Cooper and
the protagonist of five of his novels. We will look at three of these five texts: The Pioneers (1823),
The Last of the Mohicans (1826), and The Deerslayer (1841) The main goal of the course is to
introduce students to the work of one of the most important US novelistis, by paying special
attention to the relationship between the discourse of history and the formation of a national
mythology.

Primary texts:
James Fenimore Cooper, The Pioneers
----, The Last of the Mohicans
----, The Deerslayer
You can use any unabridged version of these texts. I recommend the Penguin editions, which come
with excellent critical introductions.
During the course, we shall also watch the 1992 movie version of The Last of the Mohicans by
Michael Mann. The movie itself will also be part of the required readings.

Critical texts:
Brook Thomas, Cross Examinations of Law and Literature: Cooper, Hawthorne, Stowe and
Melville, Cambridge University Press, 1987, pp. 21-44.
Anna Scannavini, Cooper e l'ultimo dei mohicani. coma 12 (inverno 1998), pp. 14-26;
http://www.acoma.it/volumi/vol12_i98.htm
Giorgio Mariani, L'ultimo dei mohicani: il romanzo, il film e il problema dell'identit nazionale.
coma 12 (inverno 1998), pp. 27-36; http://www.acoma.it/volumi/vol12_i98.htm
Geoffrey Rans, Coopers Leatherstocking Novels, University of North Carolina Press, 1991, pp.
202-44

Requirements:
You must attend at least 80% of classes. There will be quizzes and other informal tests to check you
are doing the reading required for each class. You will also write a 6-8 pp. seminar paper,
analyzing the connections, similarities, and dissimilarities of at least two of the three novels (and/or
the film). There will also be a final written exam.
62

PARTE B - From national literatures to world literature, an interdisciplinary seminar.

The aim of this seminar is to explore how the idea of literature as a crucial part of ones national
identity was born and sustained, and in what relation this idea stands in relation with that of world
literature. Where does the concept of world literature come from? How can we theorize this
concept? What is its relationship to that current phenomenon we call globalization?
The seminars reading list will be provided sometime before the beginning of the course.

PROGRAMMA NON FREQUENTANTI

Non frequentanti students (that is, students who wish to take this course/exam but do not plan to
attend classesthis is a unique Italian phenomenon), as far as PART A is concerned, will read the
same novels and watch the same movie as the student frequentanti. However, the non
frequentanti MUST also read and study ALL the critical materials. They will also write a 6-8 pp.
seminar paper, analyzing the connections, similarities, and dissimilarities of at least two of the three
novels (and/or the film). Finally, non frequentanti students will also take a two-hour written
exam.

As far as part B is concerned, it is replaced by the following readings:

Primary texts:
Herman Melville, Typee
----, Moby-Dick
----, Bartleby, the Scrivener
(you must read the original textsyou can use any unabridged edition)

Critical texts:
Giorgio Mariani, Leggere Melville, Carocci 2013 (the text must be read in its entirety so that you
can get a better sense of why this American writer is so importantthe sections on the required
reading will need to be read with more attention, of course). ERASMUS students who do not read
Italian, instead of Leggere Melville, can read Wyn Kelleys Herman Melville. An Introduction,
Blackwell, 2008.

Students will write a 5-6 pp. paper focusing on one aspect (a theme, a type of character, a social
problem, a stylistic feature, a structural one, etc.) that they feel connects two of the three texts read.
They will also take a two-hour written exam.


UGO RUBEO

LETTERATURA ANGLO-AMERICANA 2 - La sperimentazione letteraria nel Novecento
6cfu
II Semestre

Questo modulo da 6 CFU per gli studenti del II anno della Laurea Magistrale (LM-37),intende offrire
una visione complessiva dellevoluzione della letteratura americana nel corso della prima met del
Novecento, attraverso il confronto con alcuni testi che a quel rinnovamento hanno contribuito in
modo determinante e significativo; al tempo stesso, la lettura critica di quei materiali dovr portare
a un affinamento della capacit danalisi del testo letterario e a una sua congrua contestualizzazione
nellambito della cultura studiata. Il modulo, aperto anche a chi, appartenente ad altro curriculum
63
magistrale, intendesse seguirlo come insegnamento a scelta, e mette al centro dellattenzione alcune
tra le diverse forme di sperimentazione letteraria che si sono succedute nel corso del Novecento. Pi
da vicino, ci si soffermer su un testo dei primi anni del secolo come Melanctha, di Gertrude Stein, in
cui la forte componente di sperimentazione linguistica legata sia alla contemporanea rivoluzione
nelle arti figurative sia allavvento della psicoanalisi, per poi passare a un esame della poesia
modernista americana incentrato su testi rappresentativi di alcuni tra i maggiori esponenti del
movimento. Il corso continuer poi con la lettura del romanzo di William Faulkner The Sound and the
Fury, il quale, pubblicato nel 1929, rimane a tuttoggi come uno tra i massimi esempi di innovazione
dei modelli narrativi del Novecento, per concludersi con la lettura del romanzo di V. Nabokov, Lolita
(1955), che con la sua intrinseca carica provocatoria anticipa alcuni aspetti delle poetiche postmodern
della seconda met del secolo.

Programma desame
Gertrude Stein, Melanctha, Three Lives (1909)
Una scelta antologica di poesia modernista (Pound, Eliot, Williams, Crane, Stevens, cummings)
William Faulkner, The Sound and the Fury (1929)
Vladimir Nabokov, Lolita (1955)

Bibliografia critica essenziale
Julian W. Connolly, The Cambridge Companion to Nabokov, Cambridge U. P., 2005
Philip Weinstein, Becoming Faulkner, New York, Oxford University Press, 2010
Tony Tanner, City of Words, New York, Harper & Row, 1971
Louise Bogan, Achievement in American Poetry, Chicago, Gateway, 1962
Helen Vendler, Part of Nature, Part of Us: Modern American Poets, Cambridge, Harvard U.P., 1980
Hugh Kenner, The Pound Era, Berkeley, University of California Press, 1971

Note: Come prerequisiti si richiede una conoscenza approfondita della storia letteraria statunitense e
dei suoi maggiori interpreti, unitamente a una buona padronanza di strumenti di analisi e di
interpretazione del testo letterario e a una conoscenza avanzata della Lingua inglese.
Gli studenti frequentanti che vogliono usufruire dellesonero a fine corso possono accumulare fino a
un massimo di tre assenze nel corso del semestre. La prova desame sar orale, con lettura dei testi
in originale e traduzione di alcuni brani in italiano; interpretazione del testo e sua
contestualizzazione nel background storico culturale illustrato nel corso. Gli studenti dovranno
anche concordare col docente il tema di una tesina scritta da consegnare almeno una settimana
prima dellappello desame.
Gli studenti non frequentanti debbono concordare con il docente la scelta dei testi di critica da
affiancare alla lettura di romanzi e poesie in programma, oltre al tema della tesina scritta che dovr
essere consegnata almeno una settimana prima dellappello desame prescelto.
This course is taught in English.


IGINA TATTONI

LETTERATURA ANGLO-AMERICANA 3 - Generations Gaps
6cfu
II Semestre

Il modulo intende analizzare alcuni romanzi fondamentali della letteratura angloamericana del 900
(con leccezione di Redburn di H.Melville, che fu pubblicato nel 1849), mettendo in evidenza,
soprattutto, il confronto tra vecchie e nuove generazioni. Il tema, interessante in se stesso, aiuter
anche a contestualizzare le differenze culturali delle varie aeree geografiche del vasto territorio
64
degli Stati Uniti. Obiettivo del corso offrire agli studenti un occasione di approfondimento del la
letteratura angloamericana del 900 privilegiando il confronto tra diverse generazioni in diversi
contesti geografici e culturali.

Bibliografia

H.Melville, Redburn, 1849
T.Wolfe, Look Homeward, Angel, 1929
W.Faulkner, The Sound and the Fury, 1929
J.Welch, Winter in the Blood, 1974

Testi di confronto:
The Bible, The Holy Father
B.Dylan, The Times they are a changin

La bibliografia critica verr suggerita durante lo svolgimento del modulo
65
Programmi Letterature Comparate
(Giorni, ore e aule dei corsi nel foglio illustrativo allegato)

PIERO BOITANI
EMILIA DI ROCCO

PIERO BOITANI
(studenti M-Z)
6 CFU
LETTERATURE COMPARATE PER LA MAGISTRALE - Il riconoscimento
Il corso dedicato allanagnorisis, lagnizione, in letteratura: come scena teorizzata sin da
Aristotele nella Poetica, e ben presto divenuta un tema. I testi andranno da Omero e dalla
Bibbia ebraica alle tragedie greche, al Nuovo Testamento, Dante, Shakespeare, Joyce, Proust
e Thomas Mann.

Bibliografia
Testi primari:
Aristotele, Poetica (a cura di Gallavotti, Fond. Valla-Mondadori; oppure a cura di Guastini,
Carocci)
Omero, Odissea (trad. Privitera, Mondadori)
Bibbia (Dehoniane, trad., CEI 2008): capitoli scelti dallAntico e dal Nuovo Testamento
Eschilo, Coefore; Euripide, Elettra; Sofocle, Elettra (qualsiasi edizione)
Dante, Commedia (a cura di A.M. Chiavacci Leonardi, Mondadori)
Shakespeare, Amleto e Racconto dinverno (a cura di A. Lombardo, Feltrinelli), Pericle (a
cura di A. Serpieri, Garzanti)
Brani scelti da J. Joyce, Ulisse; M. Proust, Alla ricerca del tempo perduto; Thomas Mann,
Giuseppe e i suoi fratelli.

Testo critico di riferimento:
Piero Boitani, Anagnorisis. Scene e temi di riconoscimento (Einaudi, 2014).

EMILIA DI ROCCO
(studenti A-L)
6CFU

LETTERATURE COMPARATE PER LA MAGISTRALE -Il ritorno nella letteratura
occidentale: dallantichit alla modernit

Testi primari
Lettura integrale obbligatoria per tutti (qualsiasi edizione):
Aristotele, Poetica
Omero, Odissea
Vangelo di Luca, 15, 11-32 (Parabola del figliol prodigo)
S. T. Coleridge, The Rhyme of the Ancient Mariner
A. Dumas, Le comte de Monte-Cristo

Brani scelti (saranno indicati a lezione) da:
Eschilo, Orestea
66
Sofocle, Edipo re
D. Defoe, Robinson Crusoe
Schiller, I masnadieri
E. Bront, Cime tempestose
H. de Balzac, Il colonnello Chabert
J. Joyce, Ulysses (Eumaeus, Ithaca, Penelope)
R. M. Rilke, I quaderni di Malte Laurids Brigge
F. Kafka, Il ritorno
L. Pirandello, Il fu Mattia Pascal
N. Zemon Davis, Il ritorno di Martin Guerre
J. Giono, La nascita dellOdissea
P. Levi, La tregua
M. Kundera, Lignoranza
B. Schlink, Nostalgia del ritorno

Per lesame gli studenti devono leggere almeno uno dei seguenti testi:
Sofocle, Filottete
Boccaccio, Filocolo
M. de Cervantes, Don Chisciotte
C. Dickens, Our Mutual Friend
L. Tolstoj, Guerra e pace
W. Woolf, Mrs Dalloway
J. Roth, I cento giorni

Testi secondari
Tutti gli studenti devono leggere:
P. Boitani, E. Di Rocco, Guida alla letteratura comparata, Laterza, Bari-Roma 2013
E. Di Rocco, Nostalgia e desiderio del ritorno, in Strumenti critici, 1, 2012, pp. 71-98
E. Di Rocco (a cura di), Il figliol prodigo, in Studium (di prossima pubblicazione nel numero di
luglio-agosto 2012).

Bibliografia critica (consigliata):
E. Di Rocco, Baciare la terra. Un topos letterario, Roma 2012
I. Calvino, Le Odissee nellOdissea, in Id., Saggi. 1945-1985, 2 voll., Milano, Meridiani
Mondadori, 1995, vol. I, pp. 888-96
F. Ferrucci, Lassedio e il ritorno. Omero e gli archetipi della narrazione, Milano, Mondadori,
1991
A. Prete, Trattato della lontananza, Torino, Bollati e Boringhieri 2008, pp. 32-33 e 84-6
A. Prete (a cura di), Nostalgia. Storia di un sentimento, Milano, Raffaello Cortina Editore, 1992
G. A. Privitera, Il ritorno delleroe, Torino.
P. Scarpi, La fuga e il ritorno, Venezia, Marsilio, 1992







67
A.A. 2013-2014
Facolt Lettere e Filosofia
Dipartimento Studi Europei Americani Interculturali

LINGUA INGLESE
PER ALTRI CORSI DI LAUREA

Prof. Donatella Montini
Prof. Mary Wardle
Dott. Iolanda Plescia
Dott. Irene Ranzato

Dott. Victoria Chapman victoriap.chapman@gmail.com
Dott. Marilena Filice m.filice@alice.it
Dott. Mike Riddell mriddell@libero.it
Dott. Sara Weiss maricopas@libero.it

Agli studenti di altri Corsi di Laurea sono riservati specifici percorsi. Gli studenti saranno distinti
tra Lauree Triennali e Lauree Magistrali e affidati ai LETTORI DI MADRE LINGUA. Le lezioni
si terranno o a Villa Mirafiori o in Sede Centrale. I corsi sono annuali e comportano 4 ore di
frequenza settimanale. La prova finale sar scritta (6cfu), scritta e orale (12cfu).
ATTENZIONE! Le verbalizzazioni avverranno con i docenti: prof. Donatella Montini
(Editoria e Scrittura, Scienze del testo, Lettere, Lettere Classiche), prof. Mary Wardle
(DASS), dott. Iolanda Plescia (Scienze del Turismo), dott. Irene Ranzato (Scienze
Geografiche) (o, se richiesto, con il presidente del proprio corso di laurea).


INIZIO DEI CORSI: 14 OTTOBRE 2013

Insegnamento LINGUA INGLESE PER ALTRI CORSI DI LAUREA
Codice insegnamento
SSD L-LIN/12
N CFU Da 6 a 12
Anno di corso I /II
Semestre I-II
Obiettivi formativi
(in italiano)
Conoscere ed esercitare le diverse tecniche di lettura (skimming/lettura
orientativa e scanning/lettura selettiva) per una migliore comprensione di
qualsiasi testo.

Obiettivi formativi
(in inglese)
Approaching new lexis via deduction and inference. Dictionary skills.
Cohesion. Conjunctions/linking words. Intensive and extensive reading
comprehension: skimming, scanning, information extraction, note-taking,
summarising. Interpreting reference and substitution

Requisiti Livello: Intermediate
Titolo del modulo ENGLISH LANGUAGE
Descrizione del corso Il corso si concentra sulle strategie necessarie per decifrare un testo;
68
queste includono inferire il significato di un termine dal contesto, capire
vari aspetti del sistema lessicale, riconoscere le forme grammaticali pi
complesse e le strutture coesive nellinterno di un testo.

Modalit di
insegnamento
Lezioni frontali (consigliata la frequenza)
Modalit di
valutazione
Prova scritta e orale
Orario, luogo Villa Mirafiori: giorni, ora, aula (vedi prospetto)
Bibliografia Materiali didattici ed esercitazioni saranno distribuiti durante il corso


LINGUA INGLESE PER ALTRI CORSI DI LAUREA

TRIENNIO

Lettore Corso Orari Aula
Riddell F1 Marted 8,00-10,00
Venerd 8,00-10,00
V
SEDE CENTRALE
Chapman F2 DASS luned 16,30-18,30
venerd 8,30-10,30
VI
V
Chapman F3 DASS gioved 16,30-18,30
venerd 10,30-12,30
XIII
V
Filice F4 TURISMO M-Z sabato 8,30-12,30 III

Weiss E3 TURISMO A-L luned 8,30-12,30 VII


MAGISTRALE

Riddell F5 Luned 14,00-16,00
Luned 18,00-20,00
V
SEDE CENTRALE


Programmi dei corsi

VICTORIA CHAPMAN
LT - ARTI E SCIENZE DELLO SPETTACOLO
The first-year English language course aims to improve students listening, speaking, reading and
writing skills and knowledge of grammar to an Intermediate ( B1) level and beyond.
Bibliography

Clive Oxenden, Christina Latham-Koenig, New English File Intermediate Students Book and
Workbook (with key), Oxford University Press, Oxford, 2006

69
Additional grammar book for self-study: (optional)

Raymond Murphy, English Grammar in Use with answers (Intermediate), Cambridge Univ. Press,
Or
Anna Amendolagine, Norman Coe, Mark Harrison, Ken Patterson, Grammar Spectrum for Italian
Students (Student Pack with key), Oxford University Press
Or
John Hird, The Complete English Grammar for Italian Students with Key, Oxford University Press

Notes

Attending Lessons If you cant attend lessons speak to one of the teachers and we can indicate the
correct programme for you to study. If you miss a lesson find out from other students what we have
done and study it. Try to participate actively in the lessons.
Organize your time and organize your learning. Organized notes are easier to refer to and to revise
from. Beyond the book you are asked to read it is your responsibility to find more things to read:
English newspapers, magazines etc. are good sources of short articles.
We will also organize conversation groups with American students from the University of
California who are doing a year abroad in Rome. This is an excellent opportunity to speak with
native speakers.
The Internet is a fabulous resource for both listening and reading material, so use it! I strongly
recommend this site, particularly for listening:
http://www.bbc.co.uk/worldservice/learningenglish/general/sixminute/

Exams:

Non Frequentanti or "Full" exam

The exam lasts 3 hours and is based on your general knowledge of English. The level is
Intermediate. The exam is mostly composed of different types of grammar exercises but also
contains a short composition.
You can do the FULL exam (written and oral) in June 2014, or September 2014 or January 2015.

Frequentanti "esoneri"

2. You can do the exam in 2 parts, PART 1 written at the end of the first semester and PART 2
written (+ the oral) at the end of the second semester. If you do not pass PART 1 at the end of the
first semester (or if you do not want to accept the mark) you do not do PART 2 at the end of the
second semester. You have to do the FULL EXAM. The content of the exams is the same (although
the two-parts option has slightly more grammar). Prior to the exams we will do exam practice in
class.

Oral exam
Students who pass the written exam have the opportunity to improve their mark by up to another 5
marks.
D.A.S.S. students should prepare a presentation about a film director or a playwright and also bring
at least 7 pages from a screenplay or theatre play, which they have studied carefully. Students
should be able to talk about the piece they have selected and be prepared to answer questions
pertaining to the material.


70
MARILENA FILICE STUDENTI M-Z
SARA WEISS STUDENTI A-L

LT SCIENZE DEL TURISMO

The course aims to improve students listening, speaking, reading and writing skills to B1+ level.
The course is based on English File Intermediate by Clive Oxenden, Oxford and I Extra (dispensa)
containing a variety of industry- based texts, basic tourism concepts, practice of language skills and
vocabulary needed in tourism, as well as culture and literature texts with a variety interesting
comprehension and vocabulary work. Students should aim to attend at least 75% of the lessons and
be prepared to do at least 2 hours self-study for every hour in class. Frequentanti will do an
esonero written exam in-class at the end of the course (May).

Bibliography

English File Intermediate, Oxford + Dispensa

Notes

Students who need 12 credits are required to do an oral exam as well as the written.


MICHAEL RIDDELL

ALTRI CORSI DI LAUREA TRIENNALI (tranne DASS e TURISMO) E MAGISTRALI

The course aims to improve students reading skills in English by concentrating on the grammatical,
syntactical and lexical aspects of written texts. Texts are analysed in detail so that students are made
aware of the strategies necessary to follow their intrinsic grammatical and lexical patterns.
The course is in two parts: the first concentrates on the recognition of grammatical structures, and
specific aspects of the lexical system, such as locutions, collocations and compounds, and how to
infer unknown lexical items from context. The second part deals with the specific strategies needed
to decipher continuous text, including studies of the various transition signals and cohesive devices
that enable a reader to follow the internal logic of the text; other aspects such as register and
stylistic features will also be examined.
The lessons are in English, and the course assumes at least a pre-intermediate level of competence
on the part of the student, especially in reading, and attendance is strongly recommended. At the
end of the course a student should be able to use the skills obtained to understand without excessive
difficulty texts in English relevant to his or her course of study. There will be a written examination
based on reading comprehension at the end of the course.
Bibliography

Halfway through the course and at the end, a series of specific handouts including the class notes,
reading materials and texts with exercises will be made available. Non-attending students will
follow a slightly different programme, partially based on a prescribed text-book (details to follow).


Notes
Further information can be found at the blog <englishriddell.blogspot.com> when the course is
under way.
71


TESI DI LAUREA CON ANGLISTICA


La richiesta per la tesi (sia triennale sia magistrale) dovr essere fatta tramite la modulistica
disponibile in segreteria (corridoio di Anglistica). Lo studente dovr proporre due argomenti di tesi
(presentazione scritta e piccola bibliografia) quando mancano tre esami alla fine del proprio
percorso di studio. Seguono le aree di studio relative ai singoli docenti come relatori di tesi.

Letteratura Inglese L-LIN/10

Riccardo Capoferro: La cultura letteraria del lungo Settecento; Teorie del novel e teorie del
fantastico; La tradizione e i nuovi media (fumetto, cinema, serie televisive).

Carla Gabrieli: letteratura per l'infanzia, poesia romantica, saggistica vittoriana

Isabella Imperiali: consultare la docente

Mario Martino: romanzo dellOttocento, poesia rinascimentale

Maria Antonietta Saracino (per C.d.L. Mediazione Linguistica) letterature di espressione
anglofona e traduzione relativamente alle stesse

Laura Talarico: Et elisabettiana e giacomiana (in particolare il teatro e Shakespeare);
Modernismo (poetiche, singoli temi/testi/autori, Woolf, Mansfield, Joyce); Teoria e storia dei generi
narrativi (soprattutto short story); Beckett; Studi di genere e scrittura delle donne.

Lingua e Traduzione Inglese L-LIN/12

Donatella Montini: Analisi del testo narrativo; Semiotica del linguaggio teatrale; Stilistica e
retorica; Analisi del discorso e della comunicazione politica; Analisi del testo epistolare; Didattica
della letteratura; Storia della lingua inglese.

Iolanda Plescia: traduzione, analisi e didattica del testo letterario, translation studies/translation
theory, storia della lingua inglese, storia della traduzione, discourse analysis, pragmatics, stylistics,
literary linguistics.

Irene Ranzato: studi traduttivi, varianti dialettali e sociali dellinglese, traduzione intersemiotica.

Mary Wardle: Teoria e storia della traduzione. Discourse analysis.


Lingua e Letteratura Anglo-Americana L-LIN/11

Annalucia Accardo: letteratura afroamericana, Grace Paley e la scrittura delle donne, influssi del
buddhismo sulla letteratura americana, sui movimenti ecologici e disobbedienza civile a partire da
Thoreau fino a oggi. Passaggi e attraversamenti: la questione dell'identit.

Giorgio Mariani: lett. americana dalle origini ai primi del 900; guerra, pace e letteratura; Indiani
72
d'America; adattamenti cinematografici di lett. americana; autori preferiti: Melville, Stephen Crane,
Cooper, Hawthorne, Emerson.

Igina Tattoni: Narrativa dell'800 e '900, specialmente short story. Fact e fiction. The New
Journalism. Autobiografia. Walt Whitman. Il grottesco. W.Faulkner.

Ugo Rubeo: tutti gli argomenti legati ai corsi tenuti dal docente

Letterature Comparate L-FIL-LET/14

Piero Boitani: tutti gli argomenti legati ai corsi tenuti dal docente

Emilia Di Rocco. Della letteratura europea e americana: riscritture del mito antico e moderno;
letteratura medievale e rapporti tra Medioevo ed Et moderna; tesi di impostazione tematica che
seguono l'evoluzione di un tema, topos o archetipo in epoche diverse.



Norme per la redazione

Formattazione

I testi devono essere redatti utilizzando il carattere Times New Roman.
Il corpo del carattere deve essere di 13 punti (le note vanno in corpo 10).
I margini laterali, superiori e inferiori devono essere di 2,5 cm.
Il valore dellinterlinea deve essere 1,5.


Norme per la citazione in nota dei testi citati o consultati

Libri:

Nome [solo liniziale] e Cognome dellautore/i. Nel caso in cui gli autori siano pi di uno i
nomi vanno separati da una virgola. Il nome dellautore o degli autori seguito da una
virgola.
Se il libro una raccolta di saggi e ha uno o pi curatori: Nome [solo liniziale] e Cognome
del curatore/i (a cura di), seguito da una virgola.
Titolo e Sottotitolo dellopera,
Eventuale numero del volume dellopera consultato: vol. seguito da cifra romana,
Luogo di edizione (se nel libro non indicato scrivere: s.l.),
Editore (se non indicato scrivere s.e.)
Anno di edizione (se nel libro non indicato scrivere s.d.),
Indicazione della pagine o dellintervallo di pagine consultate: p.1 oppure pp. 1-27. NOTA
BENE. Tra p. e la cifra seguente ci deve essere uno spazio.
La nota si chiude sempre con il punto, come qualsiasi altra frase.
Esempio: P. De Paperis, A. Pitagorico (a cura di), Antologia di poesia paperopolese. Vol IV.
LOttocento, Torino, Einaudi, 2001, p. 21 e pp. 27-28.
Articoli di riviste scientifiche, di quotidiani, di periodici:
73
Nome e Cognome dellautore/i (secondo le modalit suindicate),
Titolo ed eventuale sottotitolo dellarticolo (in corsivo) e seguito da una virgola,
Nome della rivista/quotidiano/periodico/opuscolo (tra virgolette caporali aperte e
chiuse, ...) seguito da una virgola,
numero della rivista (n. oppure, se indicato come fascicolo, fasc.),
mese e anno,
indicazione della pagine o delle pagine secondo le modalit suindicate.
Esempio: S. Holmes, La lotta al crimine e il metodo deduttivo, in Annuario di Scotland Yard, n.
50, 1899, pp. 85-115.
Capitoli di libri, saggi in volumi collettanei:

Nome e Cognome dellautore/i (secondo le modalit suindicate),
Titolo ed eventuale sottotitolo della singola opera, tra virgolette, seguito da una virgola e da
in,
Nome [solo liniziale] e Cognome dellautore/i. Nel caso in cui gli autori siano pi di uno i
nomi vanno separati da una virgola. Il nome dellautore o degli autori seguito da una
virgola.
Titolo e sottotitolo del libro, in corsivo, seguito da una virgola,
Eventuale numero del volume dellopera consultato: vol. seguito da cifra romana seguito da
una virgola,
Luogo di edizione (se non indicato scrivere: s.l.],
Editore,
Anno di edizione [se non indicato scrivere: s.d.],
indicazione della/e pagina/e consultate: p./ pp.
Esempio: F. Queen, Il fotografo pubblicista: questioni deontologiche, in E. Moor (a cura di), Il
circo mediatico, Milano, Milano University Press, 2003, pp. 115-155.


Norme relative alla scrittura delle note: citazione di unopera allinterno di una nota

Se citata per la prima volta, si adottano le norme relative alla citazione in nota dei testi
consultati (vedi sopra)
Se gi citata in precedenza, si adottano le seguenti norme, inserendo, nellordine:
1. nome (solo liniziale) e cognome dellautore/i (separati da una virgola); se ci sono
uno o pi curatori: nome (solo liniziale) e Cognome (per esteso) del curatore/i, seguito,
nellordine: 1) da una virgola, 2) da (a cura di), 3) da unaltra virgola.
2. op. cit. seguito da una virgola,
3. la pagina o le pagine, secondo le modalit suindicate. Esempio: M. Mystre, op. cit.,
p. 360.
Se citata in una nota che e immediatamente successiva alla nota in cui lopera citata per
intero:
a) qualora il passo cui si fa riferimento sia nello stesso testo ma in p./pp. diversa/e:
scrivere Ivi, seguito da una virgola, seguita dallindicazione delle pagine.
Esempio: Ivi, p. 55.
b) Qualora il passo cui si fa riferimento sia nello stesso testo e nella stessa pagina o
nelle stesse pagine. Scrivere Ibidem.
74
c) se si cita lo stesso autore della nota precedente (con opera diversa): Idem, Id. /
Eadem, Ead.


Abbreviazioni pi frequenti da utilizzare in nota o nel testo:

Anon. Anonimo
cap. capitolo (plurale: capp.)
cfr. confronta, vedi
cit. opera gi citata in precedenza (se dellautore/i si citano altre opere).
Esempio: Vedi anche: P. Giorgi, Nuove tecnologie botaniche cit.
ed. edizione
fig. figura (plurale: figg.)
infra vedi sotto
supra vedi sopra
NB nota bene
n.s. nuova serie
n. numero (plurale: nn.)
op. cit. opera gi citata in precedenza
passim qua e l (quando non ci si riferisce a un luogo preciso del testo)
p. pagina (plurale: pp.)
par. paragrafo (plurale: parr.); anche:
s.d. senza data (di edizione)
s.l. senza luogo (di edizione)
seg. seguente
sez. sezione
sic cos (scritto cos proprio dallautore che viene citato)
tab. tabella
tav. tavola
75
trad. traduzione (anche: tr.)
v. verso (plurale: vv.)
vol. volume (plurale: voll.)


Segni pi frequenti sia nel testo sia in nota:

[...] segnala unellissi (omissione o taglio) attuata allinterno del testo citato. La presenza di
questo segno significa che lautore ha riportato brani da un testo originale omettendone alcune
porzioni.

virgolette caporali. Si usano per:
a) segnalare una citazione allinterno del testo
b) indicare il nome di un periodico. Esempio: La Repubblica.

virgolette alte doppie. Si usano per:
a) segnalare luso del discorso diretto. Mi consenta!, disse il Presidente.
b) citare titoli e sottotitoli di testi contenuti in opere collettive.
virgolette alte singole. Si usano al posto delle virgolette doppie quando si trovano in un testo
che gi racchiuso tra virgolette doppie. Esempio: Raccontando laccaduto alla stampa, luomo
aggredito laltra notte disse con tono concitato: I due malviventi che mi avevano puntato il coltello
alla gola vennero messi in fuga da un misterioso individuo vestito da pipistrello.
[ ] parentesi quadre. Si usano per segnalare allinterno di un testo non originale (cio citato) una
qualsiasi intromissione dello scrivente.
corsivo Si usa per utilizzare nel momento in cui compaiono nel testo termini stranieri (rispetto
allitaliano) o in latino/greco. Si usa in particolare per quei termini che non sono ancora divenuti
duso corrente nella nostra lingua. Esempi: La fiction americana contemporanea molto
variegata; Stanno producendo una nuova fiction con Gabriel Garko.
Bibliografia:
La Bibliografia va redatta in ordine alfabetico per cognome dellautore. Ogni testo citato va
ordinato secondo le norme formulate con riferimento alle note. Qualora vi siano pi opere dello
stesso autore, vanno indicate in ordine cronologico dalla pi vecchia alla pi recente.
consigliabile suddividere la Bibliografia in sezioni che comprendono le opere primarie, ossia i
testi letterari analizzati, e le opere secondarie, ossia la letteratura critica e storiografica citata.
Esempio:

De Paperis, P., Pitagorico, A. (a cura di), Antologia di poesia paperopolese. Vol IV. LOttocento,
Torino, Einaudi, 2001, p. 21 e pp. 27-28.
Holmes, S., La lotta al crimine e il metodo deduttivo, in Annuario di Scotland Yard, n. 50, 1899,
pp. 85-115.
Mystre, M., La civilt perduta di Atlantide, New York, Columbia University Press, 2000.
Queen, F., Il fotografo pubblicista: questioni deontologiche, in E. Moor (a cura di), Il circo
mediatico, Milano, Milano University Press, 2003, pp. 115-155.
76


Fonti Web:

Oltre alla bibliografia la tesi pu contenere una sitografia, ossia un elenco di siti Web consultati.
Anche i siti vanno disposti in ordine alfabetico. Nella tesi le citazioni tratte dal Web possono essere
di vario genere:

Si pu citare semplicemente un sito di riferimento, ad esempio
http://www.archive.org/index.php
Si pu citare un articolo tratto da un sito Web.
Esempio: Paolino Paperino, Il lavoro interinale: problemi e prospettive, 15/12/2000,
http://www.usabile.it/012000.htm
Dopo lindirizzo web va specificata la data dellultimo accesso. Esempio:
www.criticamoderna.it, ultimo accesso: 24/12/2009.

Norme sul plagio

La testi di laurea un prodotto originale, ma che prevede luso di testi preesistenti, da analizzare o
utilizzare come fonte di informazioni. Ogniqualvolta si utilizzano delle fonti, occorre specificare il
debito. Se ad esempio si scrive Nel 1978 vi fu un aumento vertiginoso dei romanzi a tema
politico, occorre, in nota, specificare da quale libro o archivio si tratta linformazione. Si pu poi,
alloccorrenza, decidere di riportare integralmente un passo da un altro libro, mettendolo tra
virgolette o staccandolo dal corpo del testo della tesi e indicando in nota le informazioni
bibliografiche a esso riferite.
Utilizzare dati senza specificarne la fonte costituisce una violazione delle pi elementari regole
scientifiche: dobbligo determinare la fondatezza empirica di ci che si afferma; occorre, in altri
termini, mostrare le prove della verit di una certa affermazione.
Ma pi scorretto ancora ricopiare parola per parola, oppure con lievi modifiche, da un altro testo:
sia questo un libro di critica e storia o, come purtroppo avviene frequentemente, una pagina
internet. Il plagio un crimine vero e proprio, una violazione del diritto dautore perseguibile per
legge (l. 633 del 1941). Inoltre, esso costituisce un reato gravissimo anche sul piano della
deontologia accademica, poich ci si dichiara autori di una ricerca ma di fatto ci si sta appropriando
indebitamente del lavoro altrui. La presenza anche di poche righe plagiate da un altro testo invalida
la credibilit di una tesi di laurea e impone la completa riscrittura del lavoro, con conseguente
slittamento della sessione di laurea.