Sei sulla pagina 1di 22

Settori di impiego Guida per il calcolo

PRESE DI FORZA E POMPE IDRAULICHE


3
4
5
6
7
11
12
14
16
17
18
19
21
2 Indice
PRESE DI FORZA E POMPE IDRAULICHE VOLVO
PRESE DI FORZA COLLLEGATE ALLA FRIZIONE
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA FRIZIONE
PRESE DI FORZAPER DIVERSI SETTORI DI UTILIZZO E RESA
DI POTENZA
GRADO DI UTILIZO E RESA DI POTENZA
DATI TECNICI SULLE PRESE DI FORZA
PROCEDURA PER LA SCELTA DELLA PRESA DI FORZA
SCELTA DELLA POMPA OLEODINAMICA,
POMPE IDRAULICHE
ESEMPIO: GRU PER TRONCHI
RAPPORTI DELLE PRESE DI FORZA (Z) RELATIVE A VOLVO FH E FM
RAPPORTO DELLE PRESE DI FORZA (Z) RELATIVE A VOLVO FL
RAPPORTI DELLE PRESE DI FORZA (Z) RELATIVE A VOLVO FE
INDICE
Prese di forza e pompe
idrauliche Volvo
Uno dei presupposti afnch un autoccarro sia in grado di effettuare
trasporti razionali e redditizzi che le attrezzature per la movimen-
tazione del carico siano adeguate alla tipologia del trasporto.
Per lazionamento degli accessori indispensabile che il veicolo sia dotato di
una presa di forza in grado di fornire la potenza necessaria. Una o pi prese
di forza trasmettono la potenza dal motore per lazionamento dellaccessorio
o del dispositivo per la movimentazione del carico. La presa di forza lanello
importante tra la sorgente di potenza e la funzione.
GLI ACCESSORI DECIDONO
importante perci, per diversi motivi, che la presa di forza sia specicata e
ordinata di fabbrica insieme al telaio. I quattro motivi principali sono eserci-
zio ottimale, migliore qualit, allestimenti pi semplici e prezzo complessivo
ridotto.
In base alla tipologia del trasporto alla quale destinato il veicolo, si
collegano dotazioni diverse alla presa di forza che trasmette potenza alla
funzione da attivare. Sono le prestazioni della dotazione che decidono quale
sia la presa di forza pi adatta.
Le prese di forza prodotte dalla Volvo sono realizzate per garantire la mas-
sima qualit e una risposta perfetta alle esigenze del settore dei trasporti.
Dato che linterazione tra presa di forza e catenza cinematica determinate
per la qualit, le prese do forza della Volvo sono costruite paretndo dai motori
e dai cambi Volvo. Oltre allafdabilit si hanno altri vantaggi, quali peso pi
leggero e manutenzione semplicata.
PREDISPOSTI PER LA PRESA DI FORZA
Tutti i veicoli sono dotati di fabbrica di sistema di controllo per una presa
di forza. Per i veicoli che devono azionare due pompe o richiedono un con-
trollo pi avanzato della presa di forza, sono disponibili contatti elettrici per
lallestimento. Per i veicoli dotati di presa di forza indispensabile il cablaggio
per gli interruttori supplementari. Il concessionario in grado di aiutarvi nello
specicare un veicolo dotato del sistema di controllo adeguato.
IMPIANTI IDRAULICI COMPLETI
Per le prese di forza sono disponibili anche impianti idarulici completi di
pompe idrauliche, serbatoi, condotti, connessioni e ssaggi specici per i
telai Volvo.
Con linstallazione di un impianto idraulico completo della Volvo, si rag-
giunge unelevata accessibilit del mezzo grazie allestese rete di assistenza
della Volvo, e alla disponibilit di ricambi.
3 Prese di forza e pompe
idrauliche Volvo
Presa di forza dipendente dalla frizione con pompa
oleodinamica montata.
4 Prese di forza colllegate alla frizione
PRESE DI FORZA COLLLEGATE ALLA FRIZIONE
La presa di forza trasmessa dallalbero del cambio a
velocit minima ed installata nella parete posteriore del
cambio. La velocit e la potenza sono determinate dai
giri del motore e dal rapporto del cambio. Le prese di
forza dipendenti dalla frizione possono essere utilizzate
solo a veicolo fermo, e la presa di forza viene innestata
mediante un sistema pneumatico.
DIVERSI VANTAGGI
Una presa di forza dipendente dalla frizione pi leg-
gera rispetto ad una indipendente, inoltre non assorbe
potenza dal motore dato che lolio idarulico non deve
essere fatto circolare continuamente, come del caso di
in sistema indipendente dalla frizione. La costruzione
semplce e robusta e richiede solo un minimo di ma-
nutenzione, mantenendo contenute le spese di instal-
lazione. Il fatto che la presa di forza dipendente dalla
frizione non possa essere inserita quando il veicolo in
movimento, pu rappresentare un vantaggio dal punto
di vista della sicurezza.
La presa di forza dipendente dalla frizione la prima
scelta se il veicolo dotato di cambio manuale e se la
presa di forza non deve essere utilizzata con il veicolo
in movimento.
Le prese di forza dipendenti dalla frizione sono installate nei cambi manuali, inclusi i cambi
I-Shift. Possono essere utilizzate soltanto a veicolo fermo. Linstallazione semplice, e la presa
di forza ununit leggera.
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA
FRIZIONE PER CAMBI MANUALI
La presa di forza azionata dal volano e viene montata
tra motore e cambio. Il regime di giri e la potenza sono
controllati solo da motore.
Le prese di forza hanno un sistema di inserimento
elettropneumatico/idraulico via frizione lamellare.
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA
FRIZIONE PER CAMBI AUTOMATICI
La presa di forza indipendente dalla frizione viene mon-
tata in alto sul davanti del cambio. Viene alimentata dal
volano motore, tramite sede del convertitore di coppia
che con un robusto ingranaggo trasmette la potenza
alla presa di forza. In questo modo non dipende dal
regime di giri del convertitore, ma solo dal regime di
giri del motore.
Linserimento della presa di forza avviene per via elet-
tro-idraulica, soluzione che consente linserimento della
presa di forza anche con il veicolo in movimento.
PRESA DI FORZA MONTATA SUL MOTORE
E INDIPENDENTE DALLA FRIZIONE
La presa di forza installata nel motore. alimentata
dagli ingranaggi di distribuzione del motore. Ci si-
gnica che sar sempre attiva quando il motore
acceso, indipendentemente dal fatto che il veicolo sia
fermo o in movimento.
Lattivazione del circuito idraulico avviene mediante
una valvola di sicurezza installata sulla pompa idraulica.
Le installazioni su D9, D13 e D16 possono essere spe-
cicate con uscita DIN o con angia di connessione.
Prese di forza indipendenti dalla frizione per
cambi manual.
Presa di forza indipendente dalla frizione mon-
tata su cambio Powertronic.
5 Prese di forza indipendenti dalla frizione
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA FRIZIONE
Le prese di forza indipendenti dalla frizione sono disponibili in diverse esecuzioni e possono es-
sere installate qualunque sia la catena cinematica del veicolo. Le prese di forza possono essere
attivate sia con il veicolo in movimento che con il veicolo fermo. La presa di forza indipendente
dalla frizione inoltre indicata per inserimento e disinserimento dallesterno del veicolo. Per vei-
coli che necessitano la continua disponibilit della presa di forza, la presa di forza indipendente
dalla frizione lunica alterativa.
Presa di forza montata sul motore con pompa
idraulica, qui sul motore D13.
Con il minimo a 600 giri/min non si vericano problemi di temperatura, indipendentemente dalleffetto della presa di
forza o dallaltezza del telaio.
Con il minimo a 1000 giri/min si pu vericare un aumento eccessivo della temperatura se linstallazione della presa di
forza stata effettuata senza tenere conto delle linee guida di cui sopra.
60 kW 80 kW 100 kW 120 kW 160 kW >160 kW
CHH-STD
CHH-MED
ESH-VERT / ESV-VERT
ESH-LEFT
ESH-REAR
ADR1/-2, ESH-LEFT/REAR
ESH-RIGH
CHH-LOW
CHH-XLOW
ESH-VERT / ESV-VERT
ESH-LEFT
ESH-REAR
IL CALORE DEL SISTEMA DI SCARICO
Quando il motore sottoposto a un carico elevato,
il calore dei gas di scarico e dei sistemi di scarico
notevole. Le operazioni a veicolo fermo con la presa di
forza inserita provocano il riscaldamento sia del veicolo
che del terreno sottostante.
Le differenze tra Euro 3 (silenziatore normale) ed
Euro 4/5 (silenziatore catalitico) sono irrilevanti, tranne
che questultimo trattiene il calore leggermente pi al
lungo a causa della massa superiore.
Su richiesta possono essere montati tubi di scarico con
direzioni diverse. Per i veicoli che utilizzano una presa di
forza con un carico elevato, necessario attenersi alle
linee guida sulluscita del tubo di scarico riportate nella
tabella sottostante (in verde).
Per quanto riguarda gli effetti della direzione dello
scarico e della presa di forza al di fuori di queste linee
guida, occorre prestare una particolare attenzione al
calore al suolo in caso di utilizzo della presa di forza
alla massima potenza.
Luso della presa di forza dipende dalla tipologia del
trasporto, mentre la potenza necessaria alle diverse
applicazioni varia considerevolmente entro un arco piut-
tosto ampio. La gura schematica alla pagina seguente
da un idea approssimativa sui tempi duso della presa di
forza in funzione della tipologia del trasporto, e la forza
necessaria nelle diverse applicazioni.
Una cisterna per sfusi, ad esempio, utilizza la presa
di forza dalle 1000 alle 4000 ore nellarco di in quin-
quennio, e richiede una potenza elevata. Un compat-
tatore della nettezza urbana, invece, utilizza la presa
di forza solo per 600 ore nel quinquennio, con una
potenza limitata.
Nelle pagine seguenti alcuni brevi esempi nei quali
le prese di forza Volvo costituiscono lafdabile anello
di raccordo fra motore e funzione. I dati di coppia e
po-tenza forniti hanno solo un valore indicativo. I diversi
utilizzi pongono esigenze diverse allimpianto idraulico.
Per ulteriori informazioni relative alle varie prese di forza,
sono disponibili le schede prodotto, contattare il vosto
concessionario Volvo.
Nella scelta della presa di forza e dellimpianto idraulico
sar importante tenere presenti i seguenti punti:
Un sistema idraulico con pressione pi elevata richiede
tubi e pompa di dimensioni minori, quindi pi leggero
e meno ingombrante.
Il collegamento diretto della pompa oleodina-
mica alla presa di forza consente di ridurre i costi
dinstallazione.
Un maggior rapporto di riduzione nella presa di forza
consente un regime di giri pi basso, con consegu-
ente diminuzione dei consumi di carburante e della
rumorosit.
6 Prese di forza per diversi settori di utilizzo e resa di potenza
PRESE DI FORZA PER DIVERSI SETTORI DI UTILIZZO E RESA DI POTENZA
17. Pompe (cemento)
16. Betoniere
15. Irrigazione/Svuotamento pozzi neri
14. Compattatori di sfusi
13. Veicoli con scala mobile
12. Scarrabili
11. Dumper elevatori
10. Compattatori per la nettezza urbana
9. Gru per tronchi
8. Gru per collettame
7. Gru per container
6. Autocisterne prodotti chimici
5. Furgoni frigorifer
4. Veicoli con piattaforma mobile
3. Ribaltabili
2. Bisarche
1. Trasporto latte
Il diagramma mostra la frequenza di utilizzo della presa di forza, in baso al tipo dimpiego, oltre alla
potenza richiesta dalle varie applicazioni.
kW = Potenza, h = Utilizzo in ore, nellarco di 5 anni
GRADO DI UTILIZO E RESA DI POTENZA
7 Applicazioni
8 Applicazioni
TRASPORTO LATTE
La portata di questi impianti idraulici bassa, perch il latte viene pompato
lentamente. La potenza richiesta da questa applicazione di circa 10 kW.
Limpianto idraulico azionato spesso da una presa di forza dipendente
dalla frizione, ma a volte viene installata anche una presa di forza indipen-
dente.
BISARCHE
Le bisarche richiedono potenze piuttosto limitate, 1520 kW. Limpianto
idraulico viene azionato da una presa di forza dipendente dalla frizione,
perch queste applicazioni vengono messe in atto a veicolo fermo.
RIBALTABILI
I ribaltabili costituiscono uno dei modelli che usano maggiormente la presa
di forza. Fra tutte le applicazioni presenti nel mercato europeo, questa
copre da sola il 60%. Limpianto idraulico dispone di un cilindro ad azione
semplice, che viene riempito dolio grazie alla pompa oleodinamica e viene
svuotato per gravit, dal peso del cassone. La presa di forza viene usata
per brevi periodi e fornisce una potenza di 2060 kW.
Per i veicoli cava/cantiere con ribaltabile, si usa solitamente una presa
di forza con pompa oleodinamica direttamente collegata ad essa. Se al
ribaltabile sono aggiunti anche una lama spalaneve o un diffusore di sale,
necessaria una presa di forza indipendente dalla frizione, poich queste
applicazione sono attivate a veicolo in movimento.
VEICOLI CON PIATTAFORMA/SCALA MOBILE
Anche per veicoli medio-pesanti bastano prese di forza con potenza re-
lativamente bassa, 1830 kW. Le scale richiedono potenze abbastanza
elevate, 65 kW, per brevi periodi.
Limpianto idraulico viene azionato solitamente da una presa di forza
dipendente dalla frizione, perch queste applicazioni vengono messe
in atto a veicolo fermo, ci nonostante a volte sono preferite le prese di
forza indipendenti dalla frizione. Sugli autocarri pesanti si preferisce la
piattaforma di sollevamento alla scala, soprattutto quando sono utilizzati
dai Vigili del Fuoco.
FURGONI FRIGORIFER
Il raffreddamento del cassone avviene tramite un gruppo frigorifero azionato
da un generatore a 380 V o da un motore apposito. Il generatore azionato
dal motore, attraverso la distribuzione oppure tramite pompa oleodinamica
a cilindrata variabile.
La potenza richiesta da questa applicazione di circa 20 kW. Il sistema
oleodinamico viene spesso azionato da una presa di forza indipendente
dalla frizione.
CISTERNE PER PRODOTTI CHIMICI
Le cisterne richiedono portata idraulica variabile, a seconda della densit
del liquido da caricare. Pu trattarsi di petrolio, benzina, cherosene o altri
prodotti.
La potenza richiesta da questa applicazione di 2030 kW. Limpianto
idraulico azionato sia da una presa di forza dipendente dalla frizione, sia
da una presa di forza indipendente.
GRU PER CONTAINER
I veicoli con gru per container richiedono una portata idraulica medio-alta/
alta. La presa di forza, che aziona quattro grossi cilindri, viene utilizzata per
brevi periodi e fornisce una potenza di 3060 kW. Il sistema viene spesso
azionato da una presa di forza dipendente dalla frizione.
GRU PER COLLETTAME
Le gru per collettame lavorano spesso con un doppio circuito idraulico che
ne aumenta la manovrabilit. Ci richiede una pompa a doppia mandata o
due pompe oleodinamiche a cilindrata ssa.
Questi veicoli sono spesso dotati di presa di forza semplice e pompa
oleodinamica a doppia mandata. Tale soluzione viene adottata anche quando,
in abbinamento alla gru, il veicolo dispone anche di ribaltabile.
La potenza richiesta da questa applicazione di 3570 kW. Limpianto
idraulico azionato spesso da una presa di forza dipendente dalla frizione,
ma a volte viene installata anche una presa di forza indipendente.
GRU PER TRONCHI
Le gru per tronchi pongono severe esigenze al-limpianto idraulico, perch
il carico di lavoro varia moltissimo. Queste applicazioni dispongono spesso
di circuito idraulico singolo, con portata ssa o variabile
La potenza richiesta da questa applicazione di 4065 kW. Limpianto
idraulico azionato spesso da una presa di forza dipendente dalla frizione.
COMPATTATORI PER LA NETTEZZA URBANA
Le applicazioni per la nettezza urbana utilizzano per lunghi periodi la presa
di forza e sono caratterizzati da impianti idraulici complessi. Ci richiede un
gruppo presa di forza/pompa oleodinamica molto afdabile e silenzioso.
Poich questi veicoli di solito hanno un motore non troppo potente,
necessario un dispositivo che mantenga costante il regime di giri, soprattutto
quando il motore aziona il circuito idraulico.
Poich alcune nazioni consentono il funzionamento del compatttaore a
veicolo in movimento, neces-saria una presa di forza indipendente dalla
frizione. La potenza richiesta da questa applicazione di 3040 kW.
DUMPER SOLLEVABILI
Limpianto idraulico di questi veicoli richiede una portata elevata ed una
potenza di 4555 kW. Sono sempre pi frequenti gli allestimenti abbinati
dumper/scarrabile. In tal caso la presa di forza va dimensionata sulla funzione
scarrabile perch quella che richiede maggiore potenza. Il sistema viene
spesso azionato da una presa di forza indipendente dalla frizione.
SCARRABILI
Limpianto idraulico dei veicoli con cassone scarrabile richiede una portata
elevata ed una potenza di 5065 kW. Poich la maggior parte di queste
applicazioni deve poter azionare il sistema daggancio mentre il veicolo si
muove in retromarcia, necessaria una presa di forza indipendente dalla
frizione.
9 Applicazioni
CISTERNE PER SFUSI
Per queste applicazioni si usano compressori ad elevata velocit di rotazione,
azionati da un albero di trasmissione, che richiedono elevata riduzione e
notevole potenza. Per evitare scossoni al cambio durante il pompaggio
di prodotti sfusi, si usa la trasmissione a cinghie abbinata ad una pompa
oleodinamica a montaggio diretto per il ribaltamento delle cisterne. Il com-
pressore pu quindi essere azionato da un albero di trasmissione dalluscita
posteriore ad elevato regime di giri e la funzione di ribaltamento dalluscita
anteriore sulla quale montata la pompa oledinamica.
La potenza richiesta da questa applicazione di 4060 kW. Limpianto
idraulico azionato spesso da una presa di forza dipendente dalla fri-
zione.
IRRIGAZIONE/SVUOTAMENTO POZZI NERI
Queste applicazioni richiedono diversi livelli di potenza, a seconda che
effettuino solo lo svuotamen-to dei pozzi neri o anche lirrigazione ad
alta pressione. Inoltre richiesta, a volte, potenza supplementare per il
ribaltamento della cisterna e per lapertura dei pesanti portelli. La potenza
richiesta dallo svuotamento pozzi neri di 3080 kW mentre quella per
lirrigazione di 110 kW.
Quando il veicolo svolge entrambe le funzioni al livello di potenza mas-
sima, necessaria una scatola di ripartizione con prese separate per le
due applicazioni. Ma nella maggior parte dei casi una sola presa di forza
Volvo sufciente. Solitamente questi veicoli hanno una presa di forza
dipendente dalla frizione.
BETONIERE
Le betoniere sono disponibili con volumi di 410 m
3
e necessitano una
potenza di 4090 kW. Le betoniere lavorano su due livelli di potenza, uno
pi alto durante lo svuotamento ed uno pi basso durante il trasporto.
In questultimo caso sono richiesti 1520 kW mentre linizio della fase
di svuotamento del miscelatore richiede 4090 kW a seconda del suo
volume, per poi scendere a 1520 kW per il resto dello svuotamento. La
potenza massima viene quindi richiesta solo per brevi periodi. A volta ne-
cessaria anche potenza supplementare per azionare un nastro trasportatore.
Solitamente le betoniere hanno una presa di forza indipendente dalla frizione
perch limpianto idraulico funziona anche a veicolo in movimento.
POMPE
Le applicazioni per pompe di cemento richiedono potenze elevate, no a
160 kW, in alcuni casi no a 220 kW. Le potenze superiori a 100 kW
richiedono una scatola di ripartizione.
Limpianto idraulico viene azionato solitamente da una presa di forza
dipendente dalla frizione, perch queste applicazioni vengono messe in
atto a veicolo fermo, ci nonostante a volte sono preferite le prese di forza
indipendenti dalla frizione.
10 Applicazioni
Dati tecnici sulle prese di forza
LA PRESA DI FORZA PI ADATTA
Per vari motivi, molto importante individuare la presa di forza pi adatta
ed ordinarla assieme al telaio. I quattro motivi principali sono:
Garanzia di un utilizzo ottimale, in termini di bassa rumorosit, consumo
di carburante, emissioni allo scarico e funzionalit.
Maggiore afdabilit, in quanto la presa di forza montata in fabbrica non
richiede interventi successivi, p.es. sul cambio. Tenuta stagna e pulizia
possono quindi essere garantite.
Riduzione dei tempi di consegna, poich il telaio gi predisposto al
montaggio dellallestimento.
Minore costo totale, dato che il montaggio della presa di forza, dei
condotti e dellazionamento sono integrati nel processo produttivo.
LE FUNZIONI DELLALLESTIMENTO
La presa di forza usata spesso per azionare una pompa oleodina-
mica che fa parte dellimpianto idraulico e comanda le funzioni idrauliche
dellallestimento. Lindividuazione della presa di forza pi adatta dipende
quindi dal tipo di allestimento. Le funzioni dellallestimento dipendono a loro
volta dalle speciche necessit del cliente, per cui spesso accade che gli
allestimenti siano molto personalizzati. Pertanto spetta allallestitore la realiz-
zazione di un allestimento che soddis le esigenze del cliente. Accade anche
che allestimenti previsti per gli stessi utilizzi abbiano poi una conformazione
diversa, a seconda delle preferenze tecniche dei vari allestitori.
VARIABILI TECNICHE
Nella selezione della presa di forza importante ottimizzare labbinamento
motore/presa di forza/pompa oleodinamica. Un abbinamento ben equi-
librato offre parecchi vantaggi in termini di consumi, silenziosit, pesi e
costi. Senza conoscere le variabili tecniche dellimpianto idraulico diventa
impossibile specicare la presa di forza pi adatta.
Alcune tra le principali variabili sono:
la portata richiesta
la pressione idraulica massima nei vari circuiti
leventuale necessit di una presa di forza indi-pendente dalla fri-
zione
lubicazione della presa di forza
il regime desercizio del motore
Per poter determinare alcune di queste variabili necessario conoscere la
struttura dellallestimento. Non basta, quindi, conoscere il tipo di applicazione
cui lallestimento destinato, poich a volte i vari allestitori offrono soluzioni
diverse per applicazioni analoghe. Nella scelta della presa di forza quindi
molto importante ottenere le informazioni tecniche necessarie direttamente
dallallestitore che eseguir i lavori.
11 Dati tecnici sulle prese di forza
AZIONAMENTO DELLA POMPAOLEODINAMICA
Questa procedura presuppone che la presa di forza
azioni una pompa oleodinamica. La presa di forza pi
adatta va sempre specicata nellabbinamento con la
pompa oleodinamica, sia che questultima venga scelta
dallallestitore, sia dal venditore.
1. Stabilire le condizioni operative insieme
allallestitore e al cliente, con specico riferimento
a quanto segue:
Flusso idraulico, Q (l/min) e, se la pompa idraulica vi-
ene scelta dallallestitore, cilindrata della pompa stessa,
C (cm
3
/giri).
Pressione massima del sistema, p (bar).
Giri del motore diesel (dovrebbe essere il valore pi
basso possibile), n giri
mot
(giri/min).
Richiesta di modello indipendente dalla frizione o
meno.
Altre richieste quali posizionamento, installazione di
prese di forza doppie, di pompe idrauliche doppie o
variabili e cos via.
Tipo di cambio e di motore.
2. Individuare una presa di forza adatta, sulla base
del punto (1.) e delle relative schede tecniche.
I punti dovrebbere fornire dati sufcienti a circoscrivere
la scelta della presa di forza. Per quanto riguarda il rap-
porto di riduzione da preferire, dipende dal regime di giri
motore e dalla portata. In generale va scelto quello pi
elevato senza per eccedere i limiti della pompa.
3. Per conoscere il rapporto z della presa di
forza selezionata, vedere la tabella Riepilogo
dei rapporti (z) delle prese di forza alle pagine
18 e 19.
4. Selezionare la pompa calcolando la cilindrata
richiesta, espressa con C
rich,
utilizzando la formula
seguente:
C
rich
=
Q 1000
<=> Q = C
rich
z n giri
mot
/ 1000

z n giri
mot
Fare riferimento alle schede tecniche della pompa
idraulica per selezionare la pompa pi piccola con una
cilindrata pari a C > C
rich
.
Presentiamo due esempi di calcolo di prese di forza. Il primo esempio prevede che la presa di
forza debba azionare una pompa oleodinamica. Il secondo esempio prevede che la presa di
forza debba azionare un compressore, una pompa o altro, tramite albero trasmissione. Esempi
di calcolo li troviamo a pagina 17.
PROCEDURA PER LA SCELTA DELLA PRESA DI FORZA
12 Dati tecnici sulle prese di forza
5. Vericare che non venga superato il regime
massimo della pompa n (g/min) in base alla
formula:
n
eng
z < n
Nella scelta della presa di forza, importante controllare
che presa di forza e pompa non siano disinnestabili. La
pompa deve anche raggiungere il regime di giri fornito
dal veicolo in movimento.
6. Controllare che la coppia massima consentita
alla presa di forza M
perm
(Nm) non ecceda il risul-
tato della seguente formula:

M =
Dp p
< M
perm
63
Se la coppia supera tale limite, necessario scegliere
unaltra presa di forza, con un rapporto di riduzione
superiore oppure con una maggiore coppia consentita.
Ricominciare dal punto 2.
7. importante che il motore possa gestire la
coppia pertinente ai giri di motore selezionati.
Vericare che il motore possa fornire la coppia M (Nm)
moltiplicata per il rapporto z della presa di forza a n
giri
mot
(giri/min). Se vengono utilizzate simultaneamente
pi prese di forza, il motore dovr essere in grado di
fornire la coppia totale richiesta. importante vericare
la capacit di coppia del motore, soprattutto quando
vengono utilizzati piccoli motori per applicazioni che
hanno un elevato consumo di potenza.
8. Controllare che la coppia max consentita alla
presa di forza P
perm
(kW), non superi il risultato
della formula:

P =
M z n
eng
3.14
< P
perm
30000
Se la potenza P supera Pperm scegliere unaltra presa
di forza che sopporti tale potenza. Ri-cominciare dal
punto 2.
9. Dopo aver scelto la presa di forza, contattare
lal-lestitore, comunicandogli le caratteristiche
della presa di forza e il tipo di pompa su cui si
basa.
13 Dati tecnici sulle prese di forza
GUIDA DELLALBERO DI TRASMISSIONE
Questa procedura si basa sul presupposto che la presa
di potenza sia destinata a guidare lalbero di trasmis-
sione.
1. Individuare, in collaborazione con il cliente e
lallestitore, le condizioni desercizio relative a:
Potenza P (kW) richiesta dallapplicazione.
Regime di giri del motore diesel n
eng
(g./min).
Dipendenza o meno dalla frizione.
Esistenza di altre esigenze tecniche, p.es. ubicazione,
doppia presa di forza, pompa a doppia mandata o a
cilindrata variabile, ecc..
Tipo di cambio o di motore.
2. Individuare la presa di forza adatta con lausilio
del punto (1.) e della scheda tecnica della presa
di forza.
I punti dovrebbero fornite dati sufcienti a circoscrivere
la scelta della presa di forza.
3. Verificare che la coppia massima consen-
tita dalla presa di potenza M
cons
(Nm) non venga
superata, applicando la formula seguente:

M =
P 9550
< M
cons
(z n giri
mot
),
dove z indica il rapporto della presa di potenza. Vedere
le tabelle Rapporti delle prese di potenza (z) alle
pagine 18 e 19.
4. importante che il motore possa fornire la cop-
pia richiesta in base ai giri di motore selezionati.
Vericare che il motore possa fornire la coppia M (Nm)
moltiplicata per il rapporto z della presa di forza a n
giri
mot
(giri/min). Se vengono utilizzate simultaneamente
pi prese di forza, il motore dovr essere in grado di
fornire la coppia totale richiesta. importante vericare
la capacit di coppia del motore, soprattutto quando
vengono utilizzati piccoli motori per applicazioni che
hanno un elevato consumo di potenza.
5. Vericare che la potenza massima consentita
della presa di potenza P
cons
(kW) non venga su-
perata.
Se la potenza erogata P (kW) maggiore rispetto a P
cons

(kW), consigliabile selezionare unaltra presa di forza
in grado di gestire la potenza erogata. Se questo il
caso, iniziare seguendo il punto 2 descritto sopra.
6. Dopo aver scelto la presa di forza, contattare
lallestitore, comunicandogli le caratteristiche
della presa di forza e il tipo di pompa su cui si
basa.
14 Scelta della pompa oleodinamica
SCELTA DELLA POMPA OLEODINAMICA
Se la presa di forza il cuore dellallestimento dell veicolo, limpianto oleodinamico pu tran-
quillamente essere paragonato al sistema cardiocircolatorio. Senza la pompa giusta, i serba-
toi ed i condotti non si potr mai raggiungere il miglior rendimento e la massima afdabilit.
Limpianto comprende presa di forza, albero di trasmissione, pompa oleodinamica, serbatoio dellolio idraulico con
ltro, mensole e essibili. La scelta della pompa avviene in collaborazione con lallestitore.
molto importante che lallestitore e il venditore abbiano a loro disposizione gli strumenti appropriati per dimen-
sionare correttamente limpianto idraulico in rapporto alle speciche applicazioni alle quali destinato il veicolo.
Nella home page del Volvo Body Builder Instructions (VBI) disponibile uno strumento di calcolo apposito, il Truck
pump/PTO system calculator.
Indirizzo Internet: http://vbi.truck.volvo.com/ ( richiesta la password)
Fare clic su Introduction / Software requirement / Parker Truck diesel engine speed calculator.
Questo strumento va usato per dimensionare correttamente limpianto idraulico. Il calcolatore indica il regime di giri
del motore massimo consentito quando in funzione la presa di forza.
I veicoli sui quali montata la presa di forza e la pompa di azionamento (escluse le pompe a cilindrata variabile)
deve avere sempre un regime motore massimo (giri/min) preimpostato in fabbrica, che funziona p.es. facendo in
modo che, quando la presa di forza in funzione, il regime di giri del motore non possa superare il livello massimo
preimpostato, indipendentemente da quanto si spinga sullacceleratore:
Impostazioni per veicoli con varianti UELCEPK specicate, senza BBM (Modulo allestitore):*
Pompa idraulica Numero massimo di giri del motore durante
lattivit della pompa
HPE-F41 /-F51/-F61/-F81 2000 giri/min
HPE-F101 1700 giri/min
HPE-T53 /-T70 1700 giri/min
HPE-V45 2000 giri/min
HPE-V75 /-V120 1700 giri/min
Presa di forza inclusopompa idraulica
PTES-F41 /-F51 /-F61 /-F81 2000 giri/min
PTES-F10 1700 giri/min

*
Per prese di forza montate su cambi con uscite DIN (PTR-D, PTR-DM, PTRD-D1 e cos via).
Numero massimo di giri motore impostati.
Impostazioni per veicoli con varianti ELCE-CK specicate, senza BBM (Modulo allestitore):
Presa di forza inclusa pompa idraulica Numero massimo di giri del motore durante
lattivit della pompa e della presa di forza
Tutte le prese di forza e le pompe
(a parte le pompe variabili) 2500 giri/min
possibile utilizzare lo strumento VCADS Pro per modicare il numero di giri motore predenito.
I dati di dimensionamento dellimpianto idraulico e i libretti di istruzioni per luso e la manutenzione, sono sempre
consegnati assieme al veicolo.
Va sempre eseguita unispezione nale al momento della consegna da parte dellallestitore, in linea con le diret-
tive della Volvo Truck Corporation.
POMPA AD AZIONAMENTO DIRETTO
Le pompe ad azionamento diretto sono montate sulla
presa di forza secondo DIN 5462/ISO 7653. Tutte le
pompe possono essere installate direttamente sulla
presa di forza.
POMPA SINGOLA CON ALBERO
DI TRASMISSIONE
Le pompe oleodinamiche possono anche essere
azionate da un albero cardanico collegato alla presa di
forza. Il raccordo assicurato da una angia SAE 1300.
Tutte le pompe possono essere azionate da un albero
cardanico collegato alla presa di forza.
POMPA DOPPIA CON ALBERO
DI TRASMISSIONE
Le pompe idrauliche possono essere azionate in coppia
mediante un ingranaggio di trasmissione e un albero di
trasmissione connesso alla presa di forza. La connes-
sione avviene mediante una angia, in base allo standard
SAE 1400. Le pompe idrauliche VP1-45 e VP1-75
possono essere installate anche per lassale in tandem
con un solo albero di trasmissione, poich dispone di
un albero passante. Tutte le pompe possono essere
azionate in coppia mediante un albero di trasmissione
che parte dalla presa di forza.
AREE DI APPLICAZIONE
Ogni modello disponibile con dimensioni diverse
per cilindrate e livelli di pressione differenti, in modo
da potersi adattare a una vasta gamma di aree di
applicazione.
Nelle pagine che seguono sono descritti in breve
i vari modelli di pompe.
15 Scelta della pompa oleodinamica
I tipi di pompe sono i seguenti:
Pompa a cilindrata ssa, singola mandata
Pompa a cilindrata ssa, doppia mandata
Pompa a cilindrata variabile
I tipi di azionamento sono:
Pompa ad azionamento diretto
Pompa singola con albero di trasmissione
Pompa doppia con albero di trasmissione
POMPA A SINGOLA MANDATA
Questo tipo di pompa oleodinamica adatta a circuiti
singoli a volume sso.La pompa a singola mandata
una pompa a circuito singolo, che va dalla connessione
di mandata a quella di aspirazione. Le pompe F1 Plus
sono del tipo a singola mandata.
POMPA A DOPPIO FLUSSO
Questo tipo di pompa idraulica adatto a un sistema a
circuito doppio con un volume sso. La pompa a dop-
pio usso composta da due circuiti completamente
indipendenti, entrambi regolati separatamente. Presenta
una porta di aspirazione singola e due porte di pressione
distinte. La pompa idraulica F2 Plus un modello di
pompa a doppio usso.
POMPA A CILINDRATA VARIABILE
Questo tipo di pompa oleodinamica adatta a circuiti
singoli a volume variabile. Anche le pompe a cilindrata
variabile, come quelle a singola mandata, alimentano
un solo circuito, ma con mandata variabile. In tal
modo possibile mantenere un usso costante an-
che a diversi regimi di giri. La pompa VP1 del tipo a
cilindrata variabile.
F2 PLUS POMPA A DOPPIA MANDATA
La pompa F2 Plus la versione a doppia mandata della F1 Plus. La doppia
mandata consente alla pompa di alimentare due circuiti in modo indipen-
dente luno dallaltro. Il vantaggio di questa soluzione consiste nellavere
la possibilit, con determinati tipi di impianto idraulico, di ottenere diversi
ussi dolio con lo stesso regime di giri del motore. La pompa a doppia
mandata consente quindi di ottimizzare limpianto idraulico, diminuendo
il consumo di carburante e il rischio di surriscaldamento, limitando i pesi
e rendendo pi semplice ed economica linstallazione di componenti
standardizzati. Con questo tipo di pompa si possono alimentare separa-
tamente due circuiti, ottenendo maggiore velocit e migliore precisione
dutilizzo. Soddisfa anche le esigenze di un usso notevole e di uno pi
piccolo contemporanei, oppure di due ussi uguali ma separati. Per queste
applicazioni indicata la pompa a doppia mandata. anche possibile
utilizzare una delle due mandate in un circuito ad alta pressione per poi,
quando la pressione nellimpianto scesa, utilizzare entrambe le mandate.
Si elimina cos il rischio di sovraccaricare la presa di forza e se ne ottiene
un funzionamento ottimale. Il perno assiale e la angia di raccordo della
pompa sono realizzati in base agli standard ISO ed adeguati al montag-
gio diretto sulla presa di forza.
F2 Plus adatta alle gru di grande portata, alle gru per tronchi, agli scar-
rabili, ai ribaltabili con gru ed ai veicoli per la raccolta riuti.
16 Pompe idrauliche
Pompa VP1-120 a usso variabile.
POMPA VP1 A FLUSSO VARIABILE
La pompa VP1 pu essere installata direttamente su una presa di forza
sul cambio o su una presa di forza indipendente dalla frizione sul volano
o sullingranaggio di distribuzione del motore. Il usso variabile della
pompa VP1 particolarmente adatto alle applicazioni che necessitano
di un sistema idraulico sensibile al carico, come ad esempio le gru su
autocarro. La pompa fornisce al sistema idraulico il usso adeguato
al momento giusto, riducendo pertanto sia la richiesta energetica che
la produzione di calore. Ci garantisce al contempo un sistema meno
rumoroso con un consumo energetico inferiore. La pompa VP1 carat-
terizzata da unelevata efcienza, da dimensioni ridotte di installazione e da
un peso leggero. inoltre pratica, economica e semplice da installare. La
costruzione consente un angolo di 20 tra il pistone e il disco oscillante,
che ne fa una pompa compatta.
I modelli VP1-45 e VP1-75 dispongono di un albero passante che per-
mette la connessione in tandem di una pompa aggiuntiva, ad esempio
una pompa F1 con una cilindrata ssa.
Tutte le pompe, nelle tre dimensioni, presentano dimensioni compatte. Gli
assi e le angie di connessione sono conformi allo standard ISO.
POMPA F1 PLUS A FLUSSO SINGOLO
F1 Plus un ulteriore sviluppo della pompa F1. Langolo operativo dei
pistoni stato portato a 45 e la pompa presenta un nuovo alloggiamento
del supporto. Le pompe della serie F1 Plus hanno unelevata afdabilit
operativa e il loro formato compatto ne rende semplice ed economico il
montaggio.
La serie F1 Plus consta di cinque pompe differenti. Tutte e cinque presen-
tano le stesse dimensioni di montaggio rispetto alla angia di connessione
e allassale e sono conformi agli standard ISO correnti.
POMPE IDRAULICHE
Pompa F2 a doppio usso per montaggio su
motore.
Pompa F1 Plus a usso singolo con valvola di
sicurezza per montaggio su motore.
CONDIZIONI DESERCIZIO
1. Dai colloqui con cliente e allestitore emergono
le seguenti condizioni desercizio:
Portata richiesta dalla gru, Q =95 l/min.
Pressione massima dellimpianto idraulico, p =250
bar.
Regime di giri adatto secondo il cliente e lallestitore:
neng =900 g/min.
La gru viene usata sempre a veicolo fermo, perci
non necessaria una presa di forza indipendente dalla
frizione.
Lallestitore raccomanda una presa di forza montata
direttamente sulla pompa.
Per questa gru consigliata una pompa a singola
mandata, con cilindrata variabile
Il motore il modello D13 e il cambio il modello
V2514.
2. Le condizioni operative indicate rappresentano
la base per la selezione di una presa di forza
adatta.
Se non richiesta una presa di forza indipendente dalla
frizione, possibile selezionare una presa di forza mon-
tata sul cambio. Inoltre, la presa di forza dovrebbe essere
adatta per una pompa idraulica a montaggio diretto.
La regola pratica indica che preferibile scegliere una
presa di forza con un rapporto elevato. Lesame delle
schede tecniche rivela che la presa di forza PTR-DH
quella pi adatta.
3. La seguente tabella Rapporti di riduzione delle
prese di forza (z), mostra che la riduzione z per
il cambio VT2514 nella gamma alta (high-split) e
con presa di forza PTR-DH pari a z =1.53.
4. Selezionare la pompa calcolando innanzitutto
la cilindrata richiesta:
C
rich
=
Q 1000 95 1000
= 69 cm
3
/varv.
z n giri
mot
1.53 900
Fare riferimento alle schede descrittive della pompa
idraulica per selezionare la pompa pi piccola con la
cilindrata sufciente, pari a C > C
rich
.
Le schede descrittive indicano che la pompa VP1-75
la pompa variabile pi piccola che soddisfa il criterio
C = 75. Un rapporto di giri del motore pari a 900 giri/
min il pi basso possibile per questa applicazione.
ESEMPIO: GRU PER TRONCHI
Lesempio seguente illustra la procedura da seguire per individuare la presa di forza ed il tipo di
pompa pi adatti ad un FH sul quale montata una gru per tronchi.
17 Esempio di calcolo
5. Controllare che la velocit massima di rotazione
della pompa n (g/min) non sia oltrepassata.
Con lausilio della formula:
n
eng
z =900 1.53 =1377 rpm
controllare che la velocit di rotazione della pompa sia
inferiore al massimo consentito n = 1700 (vedi dati
pompa), come in questo caso.
6. Controllare che la coppia massima consentita
dalla presa di forza M
perm
non sia oltrepassata

M =
D p
=
75 250
= 298 Nm
63 63
M =298 Nm minore della coppia massima consentita
M
perm
= 400 Nm (vedi scheda tecnica della presa di
forza) quindi la presa di forza selezionata pu fornire
la coppia richiesta. anche importante che il motore
possa fornire la coppia richiesta ad un determinato
regime. Cio che possa fornire la coppia M moltip-
licata per il rapporto di riduzione z al regime n
eng
.
In questo caso il motore deve fornire almeno:
298 1.53 =456 Nm, at 900 rpm.
7. Controllare che la potenza massima consentita
dalla presa d.f. Pperm (kW), non sia oltrepas-
sata.
P =
M z n
eng
3.14
=
298 1.53 900 3.14
= 43 kW

30000 30000
Per il modello PTR-DH la potenza massima consentita
di 65 kW (vedi scheda tecnica). Ci signica che
la presa di forza selezionata pu fornire la potenza
richiesta.
8. I suddetti calcoli dimostrano che la presa di
forza PTR-DH, abbinata alla pompa a cilindrata
variabile VP1-75 la scelta giusta per questa app-
licazione. Comunicare allallestitore il tipo di presa
di forza e di pompa oleodinamica da montare per
lazionamento dellallestimento.
18 Tabella, rapporti delle prese di forza (z) relative a Volvo FH e FM
RAPPORTI DI PRESA DI FORZA (Z) RELATIVI A VOLVO FH E FM
PRESE DI FORZA AZIONATE DAL CAMBIO
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA
FRIZIONE PER CAMBI MANUALI
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA
FRIZIONE PER CAMBI AUTOMATICI
PRESE DI FORZA AZIONATE DAL MOTORE
PTR- PTRD-
F FL FH D DM DH F D / D1 D2
1
esterno
2
esterno
2
esterno
1
interno
V2009 0.70 0.73 1.23 0.70 1.06 1.23 1.30 1.30 1.30 0.60
V2214 Ridotta 0.70 0.73 1.23 0.70 1.06 1.23 1.30 1.30 1.30 0.60
Alta 0.88 0.91 1.53 0.88 1.32 1.53 1.62 1.62 1.62 0.75
VO2214 Ridotta 0.88 0.91 1.53 0.88 1.32 1.53 1.62 1.62 1.62 0.75
Alta 1.10 1.14 1.91 1.10 1.65 1.91 2.02 2.02 2.02 0.94
V2514 Ridotta 0.70 0.73 1.23 0.70 1.06 1.23 1.30 1.30 1.30 0.60
Alta 0.88 0.91 1.53 0.88 1.32 1.53 1.62 1.62 1.62 0.75
VO2514 Ridotta 0.88 0.91 1.53 0.88 1.32 1.53 1.62 1.62 1.62 0.75
Alta 1.10 1.14 1.91 1.10 1.65 1.91 2.02 2.02 2.02 0.94
V2814 Ridotta 0.70 0.73 1.23 0.70 1.06 1.23 1.30 1.30 1.30 0.60
Alta 0.88 0.91 1.53 0.88 1.32 1.53 1.62 1.62 1.62 0.75
VO2814 Ridotta 0.89 0.92 1.56 0.89 1.34 1.56 1.64 1.64 1.64 0.76
Alta 1.12 1.16 1.96 1.12 1.68 1.96 2.06 2.06 2.06 0.95
V2412IS / V2412AT /
V2512AT / V2812AT
Ridotta 0.70 0.73 1.23 0.70 1.06 1.23 1.30 1.30 1.30 0.60
Alta 0.90 0.93 1.57 0.90 1.35 1.57 1.65 1.65 1.65 0.77
VO2512AT /
VO3112AT
Ridotta 0.90 0.93 1.57 0.90 1.35 1.57 1.65 1.65 1.65 0.77
Alta 1.15 1.18 2.00 1.15 1.72 2.00 2.10 2.10 2.10 0.98
PTOF-DIF 1.0
PTOF-DIH 1.0
PTPT-D 1.0
PTPT-F 1.0
D9A D9B D13A D16C D16E
Montaggio posteriore:
PTER-DIN / PTER1400 1.08 1.08 1.26 1.26 1.26
PTER1300 1.08 1.08 - 1.26 -
19 Tabella, rapporto delle prese di forza (z) relative a Volvo FL
RAPPORTI DI PRESA DI FORZA (Z) RELATIVI A VOLVO FL
PRESE DI FORZA AZIONATE DAL CAMBIO
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA FRIZIONE PER CAMBI AUTOMATICI
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA FRIZIONE PER CAMBI MANUALI
(modello anno precedente al 2007)
KOBL85 KOBLH85
T600B 0.85 0.85
T700A 0.85 0.85
R800 0.85 0.85
BKT6057 BKHT6057 BKT6091 BKHT6091 BKR8061 BKR8081 BKHR8081 BKR8121 BKHR8121
T600A 0.57 0.57 0.84 0.84
T600B 0.68 0.68 1.00 1.00
T700A 0.57 0.57 0.84 0.84
T700B 0.68 0.68 1.00 1.00
TO800 0.84 0.84 1.25 1.25
R800 0.61 0.81 0.81 1.21 1.21
SKMD100 SKMDH100 SKMD140
MD3060P5 0.93 0.93 1.4
MD3560P5 0.93 0.93 1.4
20 Tabella, rapporti delle prese di forza (z) relative a Volvo FL
RAPPORTI DI PRESA DI FORZA (Z) RELATIVI A VOLVO FL
PRESE DI FORZA AZIONATE DAL CAMBIO
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA
FRIZIONE PER CAMBIO AUTOMATICO
PRESE DI FORZA AZIONATE DAL MOTORE
(modello anno a partire dal 2007)
ZTO1006 ZTO1109
PTR-ZF2 1.90
PTR-ZF3 1.90
PTR-ZF4 1.70
PTR-ZF5 1.70
PTR-ZF6 2.03
PTR-FH1 0.97
PTR-PH1 0.97
PTR-FH2 1.25
PTR-PH2 1.25
PTR-FH5 0.96 1.78
PTR-PH4 0.96 1.78
Presa di forza supplementare
PTRA-PH1 0.97
PTRA-PH2 1.25
PTRA-PH3 0.96 1.78
AL306
PR-HF4S 0.93
PR-HF6S 0.93
PR-HP4S 0.93
PR-HP6S 0.93
PR-HP4SH 1.61
PR-HF4SH 1.61
PTER1400 1.0
PTER-DIN 1.0
21 Tabella, rapporti delle prese di forza (z) relative a Volvo FE
RAPPORTI DELLE PRESE DI FORZA (Z) RELATIVE A VOLVO FE
PRESE DI FORZA AZIONATE DAL CAMBIO
PRESE DI FORZA INDIPENDENTI DALLA
FRIZIONE PER CAMBIO AUTOMATICO
PRESE DI FORZA AZIONATE DAL MOTORE
(modello anno a partire dal 2007)
ZTO1006 ZTO1109
PTR-ZF2 1.90
PTR-ZF3 1.90
PTR-ZF4 1.70
PTR-ZF5 1.70
PTR-FH1 0.97
PTR-PH1 0.97
PTR-FH2 1.25
PTR-PH2 1.25
PTR-FH5 0.96 1.78
PTR-PH4 0.96 1.78
Presa di forza supplementare
PTRA-PH1 0.97
PTRA-PH2 1.25
PTRA-PH3 0.96 1.78
AL306
PR-HP4T 1.40
PR-HP6T 1.97
PR-HP6TH 1.40
PR-HP6TL 1.13
PR-HP4TL 1.13
PTER1400 1.0
PTER-DIN 1.0
PTER-100 1.0
2007-06-15 ITA Version 08