Sei sulla pagina 1di 80

SIMATIC Engineering Tools S7-PLCSIM V5.4 incl.

SP3
______________
______________
______________
______________
______________
______________
______________
Introduzione
1
Presentazione del prodotto

2
Guida introduttiva

3
Task di simulazione

4
Sottofinestre

5
OB di errore e di allarme

6
Informazioni di riferimento

7

SIMATIC
Engineering Tools
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso
03/2009
A5E00992428-02



Avvertenze di legge
Avvertenze di legge
Concetto di segnaletica di avvertimento
Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumit
personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono
evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal
triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli
di rischio.
PERICOLO
questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi
lesioni fisiche.

AVVERTENZA
il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare la morte o gravi
lesioni fisiche.

CAUTELA
con il triangolo di pericolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare
lesioni fisiche non gravi.

CAUTELA
senza triangolo di pericolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare
danni materiali.

ATTENZIONE
indica che, se non vengono rispettate le relative misure di sicurezza, possono subentrare condizioni o
conseguenze indesiderate.
Nel caso in cui ci siano pi livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello pi elevato. Se in un avviso
di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, pu anche essere
contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali.
Personale qualificato
L'apparecchio/sistema in questione deve essere installato e messo in servizio solo rispettando le indicazioni
contenute in questa documentazione. La messa in servizio e l'esercizio di un apparecchio/sistema devono essere
eseguiti solo da personale qualificato. Con riferimento alle indicazioni contenute in questa documentazione in
merito alla sicurezza, come personale qualificato si intende quello autorizzato a mettere in servizio, eseguire la
relativa messa a terra e contrassegnare le apparecchiature, i sistemi e i circuiti elettrici rispettando gli standard
della tecnica di sicurezza.
Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens
Si prega di tener presente quanto segue:
AVVERTENZA
I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi dimpiego previsti nel catalogo e nella rispettiva
documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere
consigliati oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto,
un magazzinaggio, uninstallazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione
appropriati e a regola darte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere
osservate le avvertenze contenute nella rispettiva documentazione.
Marchio di prodotto
Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto
citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi pu violare i
diritti dei proprietari.
Esclusione di responsabilit
Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti.
Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il
contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche
vengono inserite nelle successive edizioni.
Siemens AG
Industry Sector
Postfach 48 48
90026 NRNBERG
GERMANIA
A5E00992428-02
03/2009
Copyright Siemens AG 2009.
Con riserva di eventuali modifiche tecniche

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 3
Indice del contenuto

1 Introduzione............................................................................................................................................... 5
2 Presentazione del prodotto........................................................................................................................ 9
2.1 Funzioni..........................................................................................................................................9
2.2 Differenze rispetto a un sistema di automazione reale................................................................10
2.3 Finestra per la simulazione..........................................................................................................13
2.4 Aree di memoria...........................................................................................................................14
2.5 Blocchi..........................................................................................................................................15
2.5.1 Blocchi organizzativi (OB)............................................................................................................15
2.5.2 Blocchi funzionali di sistema (SFB) .............................................................................................16
2.5.3 Funzioni di sistema (SFC)............................................................................................................17
3 Guida introduttiva..................................................................................................................................... 19
3.1 Avvio della simulazione................................................................................................................19
3.2 Impostazione dell'interfaccia PG/PC............................................................................................21
3.3 Caricamento del progetto STEP 7...............................................................................................23
3.4 Simulazione e controllo................................................................................................................24
3.5 Controllo di una simulazione di un programma in STEP 7..........................................................25
3.6 Utilizzo della Guida ......................................................................................................................26
4 Task di simulazione ................................................................................................................................. 27
4.1 Assegnazione dei simboli ............................................................................................................27
4.2 Differenze tra un file *.PLC e un file *.LAY ..................................................................................28
4.3 Salvataggio del PLC simulato......................................................................................................29
4.4 Salvataggio della superficie di lavoro ..........................................................................................30
4.5 Apertura del PLC simulato...........................................................................................................31
4.6 Apertura della superficie di lavoro................................................................................................32
4.7 Selezione delle opzioni di esecuzione del programma................................................................33
4.8 Commutazione del modo di funzionamento della CPU...............................................................34
4.9 Simulazione di un programma utente STEP 7.............................................................................35
4.10 Regolatore a scorrimento.............................................................................................................36
4.11 Test del programma.....................................................................................................................37
4.12 Uso degli OB di errore nel programma........................................................................................38
4.13 Cancellazione totale della memoria della CPU............................................................................39
4.14 Reset dei temporizzatori ..............................................................................................................40
4.15 Inserimento e disinserimento dell'alimentazione nel PLC simulato.............................................40
Indice del contenuto

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
4 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.16 Utilizzo dell'indirizzamento simbolico.......................................................................................... 41
4.17 Registrazione/playback............................................................................................................... 42
4.18 Controllo del ciclo di scansione................................................................................................... 45
4.19 Chiusura del PLC simulato.......................................................................................................... 46
4.20 Chiusura della superficie di lavoro.............................................................................................. 46
4.21 Come uscire dalla simulazione ................................................................................................... 47
4.22 Simulazione di una CPU T.......................................................................................................... 48
5 Sottofinestre ............................................................................................................................................ 49
5.1 Sottofinestra "CPU"..................................................................................................................... 50
5.1.1 Posizioni dell'interruttore dei modi di funzionamento della CPU ................................................ 50
5.1.2 Indicatori della CPU .................................................................................................................... 51
5.2 Sottofinestra "Accumulatori e parola di stato"............................................................................. 51
5.3 Sottofinestra "Registri DB" .......................................................................................................... 52
5.4 Sottofinestra "Stack" ................................................................................................................... 52
5.5 Sottofinestra "Ingresso"............................................................................................................... 53
5.6 Sottofinestra "Uscita" .................................................................................................................. 54
5.7 Sottofinestra "Merker" ................................................................................................................. 55
5.8 Sottofinestra "Temporizzatore" ................................................................................................... 55
5.9 Sottofinestra "Contatore"............................................................................................................. 56
5.10 Sottofinestra "Generale".............................................................................................................. 56
5.11 Sottofinestra "Bit verticali" ........................................................................................................... 57
6 OB di errore e di allarme.......................................................................................................................... 59
6.1 Indirizzi logici di base .................................................................................................................. 60
6.2 Interrupt di processo (OB40-OB47) ............................................................................................ 60
6.3 Errore di ridondanza I/O (OB70) ................................................................................................. 61
6.4 Errore di ridondanza CPU (OB72) .............................................................................................. 62
6.5 Errore di ridondanza comunicazione (OB73).............................................................................. 64
6.6 Errore di tempo (OB80)............................................................................................................... 64
6.7 Allarme di diagnostica (OB82) .................................................................................................... 65
6.8 Allarme di estrazione/inserimento unit (OB83) ......................................................................... 67
6.9 Errore di esecuzione programma (OB85) ................................................................................... 68
6.10 Guasto del rack (OB86) .............................................................................................................. 69
7 Informazioni di riferimento........................................................................................................................ 71
7.1 Icone e comandi di menu............................................................................................................ 71
7.2 Formati di dati numerici di S7-PLCSIM....................................................................................... 74
7.3 Suggerimenti per la soluzione degli errori................................................................................... 75
Indice analitico......................................................................................................................................... 77

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 5
Introduzione
1

Scopo della documentazione
Le informazioni contenute nella presente documentazione consentono di simulare il
funzionamento di un controllore S7 a logica programmabile e di testare i programmi di
controllo senza doversi collegare a un hardware S7.
Destinatari
La presente documentazione si rivolge a sviluppatori, programmatori e personale addetto
all'assistenza in possesso di conoscenze teoriche e pratiche sui controllori a logica
programmabile S7 e la programmazione in STEP 7.
Conoscenze necessarie
Per la comprensione della documentazione sono necessarie conoscenze generali
nell'ambito della tecnica di automazione. Inoltre sono necessarie nozioni nei seguenti settori:
Software di base STEP 7, in particolare:
dimestichezza con SIMATIC Manager
configurazione hardware con Configurazione HW
Campo di validit della documentazione

Versione N. di ordinazione
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3 6ES7841-0CC05-0YA5
(versione integrale)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3 6ES7841-0CC05-0YE5
(upgrade)
Modifiche rispetto alla versione precedente
Rispetto alla versione precedente, S7-PLCSIM presenta le nuove caratteristiche seguenti:
Ottimizzazione degli scenari di download
Supporto di un'ulteriore interfaccia PG/PC: PCinternal (local)
Percorso di accesso semplificato
Ottimizzazione della comunicazione con WinCC e WinCC flexible
Visualizzazione di tutti gli indirizzi di accesso della CPU nella barra di stato
Introduzione

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
6 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Guida alla consultazione dei manuali
Il presente manuale descrive le funzioni e i comandi di S7-PLCSIM.
Per maggiori informazioni si consiglia di consultare la Guida in linea di STEP 7 e i seguenti
manuali:

Titolo Descrizione
Getting Started
Primi passi ed esercitazioni con STEP 7 Questo manuale spiega come utilizzare il software di
automazione STEP 7 e descrive le procedure per la
configurazione dei PLC e lo sviluppo dei programmi di
controllo.
Manuale di riferimento
Software di sistema per S7-300/400 - Funzioni
standard e di sistema
Questo manuale descrive le funzioni di sistema, i blocchi
organizzativi e le funzioni standard che consentono di
scrivere i programmi di controllo.
Manuale
Programmazione con STEP 7 V5.4 Questo manuale fornisce le informazioni di base
indispensabili per la progettazione e la programmazione dei
programmi di controllo. utile consultarlo quando si scrive
un programma di controllo con il software di automazione
STEP 7.
Per richiamare questi e altri manuali selezionare il comando di menu Start > SIMATIC >
Documentazione nel menu Start di Windows del PC in cui stato installato STEP 7.
Guida
La presente documentazione descrive l'utilizzo del software di simulazione S7-PLCSIM.
Essa costituito da capitoli di introduzione e da capitoli di consultazione. La
documentazione tratta i seguenti argomenti:
Panoramiche dei prodotti
Primi passi
Task di simulazione
Spiegazione delle sottofinestre
Spiegazione degli OB di errore e di allarme
Informazioni di riferimento come suggerimenti per la soluzione di errori
Introduzione

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 7
Service & Support in Internet
La Guida alla consultazione della documentazione tecnica per i singoli prodotti e sistemi
SIMATIC si trova in Internet
(http://www.automation.siemens.com/simatic/portal/html_72/techdoku.htm).
Oltre alla nostra offerta di documentazione, offriamo in Internet
(http://www.siemens.com/automation/service&support) il nostro know-how completo. Su
questo sito si possono trovare:
la Newsletter che vi informa regolarmente con le informazioni pi recenti sui vostri
prodotti
i documenti adatti alle vostre esigenze, tramite la ricerca in Service & Support
il Forum, luogo di scambio di informazioni tra utenti e personale specializzato di tutto il
mondo
i partner di riferimento locali del settore Automation & Drive, riportati nella banca dati
informazioni su assistenza in loco, riparazioni, parti di ricambio e molto altro ancora.
Introduzione

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
8 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 9
Presentazione del prodotto
2
2.1 Funzioni
Introduzione
Il software S7-PLCSIM consente di eseguire e testare i programmi utente STEP 7 in un
controllore programmabile (PLC) simulato nel proprio PC o PG (ad es. in un Field PG).
Poich la simulazione viene effettuata interamente al livello del software STEP 7 non
necessario essere collegati ad alcun componente hardware S7 (CPU o unit I/O). Con
S7-PLCSIM si possono simulare i programmi utente STEP 7 sviluppati per i controllori
S7-300 e S7-400 e per WinAC.
S7-PLCSIM mette a disposizione un'interfaccia molto semplice verso il programma utente
STEP 7 e consente di controllare e modificare diversi oggetti, ad esempio le variabili di
ingresso e di uscita. Inoltre permette di utilizzare il software di STEP 7 mentre la CPU
simulata esegue il programma utente. Si pu ad esempio utilizzare la tabella delle variabili
(VAT) per il servizio e la supervisione delle variabili. S7-PLCSIM mette a disposizione
un'interfaccia utente grafica per visualizzare e modificare le variabili dei programmi di
controllo, eseguire il programma simulato nei modi di scansione a ciclo singolo o continuo e
modificarne il modo di funzionamento.
S7-PLCSIM comprende anche l'oggetto COM "S7ProSim" che consente di accedere in
modo programmatico al PLC simulato. S7ProSim pu essere utilizzato per scrivere software
che eseguono task quali la modifica della posizione dell'interruttore a chiave del PLC
simulato, l'esecuzione a ciclo singolo del programma di controllo, la lettura o la scrittura dei
valori di controllo, ecc. La documentazione su S7ProSim
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/1139855/0/it) disponibile in Internet.
Funzionalit
S7-PLCSIM offre le seguenti funzioni:
aprire una simulazione esistente (Pagina 31) all'avvio
eseguire programmi per CPU T (Pagina 48), S7-300, S7-400 e sistemi di automazione
WinAC sul PLC simulato
creare sottofinestre (Pagina 49) che permettono di accedere alle aree di memoria degli
ingressi e delle uscite, agli accumulatori e ai registri del sistema di automazione simulato
accedere alla memoria tramite indirizzamento simbolico (Pagina 41)
impostare l'esecuzione automatica dei temporizzatori
impostare manualmente i temporizzatori e resettarli (Pagina 40) singolarmente o tutti
insieme
modificare il modo di funzionamento della CPU (Pagina 50) (STOP, RUN e RUN-P)
arrestare temporaneamente la simulazione senza modificare lo stato del programma
utilizzando il comando di menu Interrompi
testare le reazioni del programma con gli OB di errore e di allarme (Pagina 59)
registrare (Pagina 42) una serie di eventi (modifiche di ingressi e uscite, merker,
temporizzatori e contatori)
riprodurre la registrazione effettuata per automatizzare i test
Presentazione del prodotto
2.2 Differenze rispetto a un sistema di automazione reale
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
10 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Integrazione in STEP 7
S7-PLCSIM consente di utilizzare tutti i tool di STEP 7 con il PLC simulato. Nonostante il
sistema di automazione simulato sia costituito unicamente da un software, fatta eccezione
per poche differenze (Pagina 10), STEP 7 si comporta come se la CPU simulata fosse un
vero e proprio PLC S7.
2.2 Differenze rispetto a un sistema di automazione reale
Funzioni del sistema di automazione simulato
l PLC simulati dispongono delle seguenti funzioni che non sono disponibili nei sistemi di
automazione reali.
L'opzione "Interrompi" (Pagina 37) interrompe l'esecuzione del programma nella CPU
simulata e la riprende dall'operazione in cui stata interrotta.
Se si imposta la CPU simulata in STOP, S7-PLCSIM non modifica lo stato delle uscite.
Se si imposta l'interruttore dei modi di funzionamento (Pagina 50) su "RUN" non
possibile caricare il programma utente STEP 7, n modificarne i parametri con i tool di
STEP 7. Nei PLC S7 reali invece possibile caricare il programma e modificarne i
parametri in "RUN".
S7-PLCSIM supporta quattro accumulatori (come le CPU S7-400). A volte in S7-PLCSIM
(con quattro accumulatori) i programmi si comportano in modo diverso che nelle
CPU 7-300 (con due accumulatori).
Ogni volta che si inserisce una modifica in una sottofinestra, viene immediatamente
aggiornato il contenuto dell'indirizzo di memoria corrispondente. La CPU simulata non
attende l'inizio o la fine del ciclo di scansione per aggiornare i dati modificati.
Le opzioni per l'esecuzione del programma consentono di definire il modo in cui la CPU
eseguir il programma.
Ciclo singolo (Pagina 33)
Ciclo continuo (Pagina 33)
possibile fare in modo che i temporizzatori si avviino automaticamente oppure
specificarne i valori manualmente. Inoltre i temporizzatori possono essere resettati
(Pagina 40) singolarmente o tutti insieme.
Presentazione del prodotto
2.2 Differenze rispetto a un sistema di automazione reale
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 11
Si possono avviare manualmente i seguenti OB di errore e di allarme:
dall'OB40 all'OB47 (Pagina 60) (interrupt di processo)
OB70 (Pagina 61) (errore di ridondanza I/O)
OB72 (Pagina 62) (errore di ridondanza CPU)
OB73 (Pagina 64) (errore di ridondanza comunicazione)
OB80 (Pagina 64) (errore di tempo)
OB82 (Pagina 65) (allarme di diagnostica)
OB83 (Pagina 67) (allarme di estrazione/inserimento unit)
OB85 (Pagina 68) (errore di esecuzione del programma)
OB86 (Pagina 69) (guasto al telaio di montaggio).
Immagine di processo e memoria della periferia: se si modifica un valore nell'immagine di
processo degli ingressi, S7-PLCSIM lo copia direttamente nell'area di periferia degli
ingressi. In tal modo, quando il valore di ingresso della periferia viene scritto nel registro
dell'immagine di processo all'inizio del ciclo successivo, la modifica viene mantenuta.
Anche se si modifica un valore nell'area di periferia delle uscite, questo viene copiato
immediatamente nell'immagine di processo delle uscite. Il seguente schema illustra la
sequenza delle operazioni nel ciclo di scansione:
Avviare il programma
Leggere gli in ingressi delle unit e
aggiornare i dati della tabella dell'immagine
di processo degli ingressi
Eseguire il programma utente
(OB1 e tutti i blocchi che vi vengono richiamati)
Transferire nelle unit i valori della tabella
dell'immagine di processo delle uscite
Ciclo
libero
...
...

Quando si controllano le variabili in una CPU simulata da una tabella delle variabili di STEP
7, si deve fare in modo che gli aggiornamenti delle immagini di processo non sovrascrivano
le modifiche che si vogliono effettuare. quindi necessario impostare i punti di trigger per il
controllo delle variabili nel seguente modo:
Per gli ingressi selezionare l'opzione "Inizio ciclo" in "Punto di trigger per il comando".
Per le uscite selezionare "Fine ciclo" in "Punto di trigger per il comando".
Presentazione del prodotto
2.2 Differenze rispetto a un sistema di automazione reale
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
12 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Altre differenze
l PLC simulati non dispongono delle seguenti funzioni che sono invece disponibili nei sistemi
di automazione reali.
Buffer di diagnostica: S7-PLCSIM non supporta tutti i messaggi di errore scritti nel buffer
di diagnostica. Ad esempio non sono simulabili le segnalazioni di batterie scariche nella
CPU o gli errori EPROM. comunque possibile simulare la maggior parte degli errori di
I/O e di programma.
In seguito alla modifica del modo di funzionamento (Pagina 50), gli I/O non vengono
impostati in uno stato "sicuro".
Le unit funzionali (FM) non vengono supportate.
La comunicazione punto a punto (ad esempio, tra due CPU S7-400 nello stesso rack)
non viene supportata.
S7-PLCSIM non supporta il forzamento delle variabili.
S7-PLCSIM esegue alcuni SFB (Pagina 16) e SFC (Pagina 17) come un PLC S7 reale.
Con altri blocchi tuttavia S7-PLCSIM verifica i parametri di ingresso e restituisce valori di
uscita che, pur essendo validi, non corrispondono a quelli che verrebbero restituiti da un
reale PLC S7 che dispone di I/O fisici. Gli altri casi vengono trattati come NOP.
S7-PLCSIM non supporta il multicomputing, non cio in grado di simulare stazioni
SIMATIC con pi CPU (multicomputing).
S7-PLCSIM non supporta i sistemi H.
Differenze negli ingressi e nelle uscite
La maggior parte delle CPU S7-300 autoconfigurano gli ingressi e le uscite: l'unit inserita
nel controllore viene riconosciuta automaticamente dalla CPU. Non possibile replicare la
funzione di autoconfigurazione con un sistema di automazione simulato. Se si carica in
S7-PLCSIM un programma da una CPU S7-300 che configura automaticamente gli ingressi
e le uscite, i dati di sistema non contengono la configurazione degli I/O. Perci necessario
caricare prima nei dati di sistema una configurazione hardware con unit I/O configurate per
stabilire quali unit devono essere a disposizione della CPU.
A questo scopo creare un progetto e configurare una CPU S7-300 per la quale gli I/O non
vengono configurati automaticamente (ad esempio una CPU 315-2DP, 316-2DP o 318-2),
quindi caricare la configurazione hardware in S7-PLCSIM. Sar cos possibile caricare
blocchi di programma da qualsiasi progetto S7, e gli ingressi e le uscite verranno gestiti
correttamente.
Presentazione del prodotto
2.3 Finestra per la simulazione
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 13
2.3 Finestra per la simulazione
Interfaccia utente
La finestra per la simulazione di S7-PLCSIM comprende l'area di lavoro, la barra del titolo, la
barra di stato e i menu e le barre degli strumenti (Pagina 71) del programma. L'area di lavoro
di S7-PLCSIM l'area in cui vengono visualizzate le sottofinestre (Pagina 49).
1 2 3
5 4 6

1 Barra del titolo
2 Barra dei menu
3 Barre degli strumenti
4 Area di lavoro
5 Sottofinestre
6 Barra di stato

Presentazione del prodotto
2.4 Aree di memoria
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
14 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
2.4 Aree di memoria
Aree di memoria con funzioni diverse
possibile accedere ai dati del PLC S7 indirizzando particolari aree di memoria ognuna
delle quali svolge funzioni specifiche.

Area della memoria Descrizione Indirizzamento Valori limite di S7-PLCSIM
Temporizzatori Memoria per i temporizzatori T T0 ... T2047
Contatori Memoria per i contatori C C0 ...C2047
Merker Memoria per i dati utilizzati nel
programma utente STEP 7
M 131,072 bit (16 KB) di memoria
di merker
I/O indirizzabili Accesso diretto alle unit di ingresso
e uscita.
Avvertenza: la CPU aggiorna le
uscite di periferia al termine di tutti i
cicli di scansione della CPU.
PI: ingresso di periferia
PQ: uscita di periferia
262,136 bit (32 Kbyte) di
memoria di I/O
Immagine di
processo
(configurabile;
aggiornata in tutti i
cicli di scansione)
Memoria dell'immagine di processo
degli ingressi e delle uscite
Avvertenza: la CPU aggiorna gli
ingressi all'inizio di tutti i cicli di
scansione della CPU.
I: Ingresso
Q: Uscita
Massimo: 131,072 bit (16 KB)
Preimpostazione: 131,072 bit
(16 KB)
Dati locali
(configurabile)
Memoria utilizzata dai blocchi di
codice, comprese le variabili
temporanee
-/- Massimo: 32 KB
Preimpostazione: 32 KB
Blocchi dati Memoria per i blocchi dati DB: Blocco dati Numero max.: 65534
Lunghezza max.: 65570
Presentazione del prodotto
2.5 Blocchi
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 15
2.5 Blocchi
2.5.1 Blocchi organizzativi (OB)
OB supportati
S7-PLCSIM supporta gli OB elencati di seguito.

OB Descrizione
OB1 Ciclo libero
OB10 ... OB17 Allarme dall'orologio
OB20 ... OB23 Allarme di ritardo
OB30 ... OB38 Schedulazione orologio
OB40 ... OB47 Interrupt di processo
OB55* Allarme di stato
OB56* Allarme di aggiornamento
OB57* Allarme produttore
OB60* Allarme di multicomputing
OB61* ... OB64* Allarme di sincronismo di clock
OB65* Allarme di sincronismo tecnologico
OB70 Errore di ridondanza I/O
OB72 Errore di ridondanza della CPU
OB73 errore di comunicazione
OB80 errore di tempo
OB81* Errore alimentatore
OB82 Allarme di diagnostica
OB83 Allarme di estrazione/inserimento unit
OB84* Errore hardware nella CPU
OB85 Errore di esecuzione programma
OB86 Guasto del rack
OB87* Errore di comunicazione
OB88* Interruzione
OB90* OB di minore priorit
OB100 Avvio a caldo
OB101 Riavviamento
OB102 Avvio a freddo
OB121 Errore di programmazione
OB122 Errore di accesso alla periferia
* Gli OB con l'asterisco (*) non vengono richiamati.
Presentazione del prodotto
2.5 Blocchi
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
16 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
2.5.2 Blocchi funzionali di sistema (SFB)
SFB supportati
S7-PLCSIM supporta gli SFB elencati di seguito.

N. SFB Sigla N. SFB Sigla
SFB0 CTU SFB20 STOP
SFB1 CTD SFB22 STATUS
SFB2 CTUD SFB23 USTATUS
SFB3 TP SFB31 NOTIFY_8P
SFB4 TON SFB32 DRUM
SFB5 TOF SFB33 ALARM
SFB8 USEND SFB34 ALARM_8
SFB9 URCV SFB35 ALARM_8P
SFB12 BSEND SFB36 NOTIFY
SFB13 BRCV SFB37 AR_SEND
SFB14 GET SFB52 RDREC
SFB15 PUT SFB53 WRREC
SFB19 START SFB54 RALRM
Presentazione del prodotto
2.5 Blocchi
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 17
2.5.3 Funzioni di sistema (SFC)
SFC supportate
S7-PLCSIM supporta le SFC elencate di seguito.

N. SFC Sigla N. SFC Sigla N. SFC Sigla
SFC0 SET_CLK SFC27 UPDAT_PO SFC54 RD_DPARM
SFC1 READ_CLK SFC28 SET_TINT SFC55 WR_PARM
SFC2 SET_RTM SFC29 CAN_TINT SFC56 WR_DPARM
SFC3 CTRL_RTM SFC30 ACT_TINT SFC57 PARM_MOD
SFC4 READ_RTM SFC31 QRY_TINT SFC58 WR_REC
SFC5 GADR_LGC SFC32 SRT_DINT SFC59 RD_REC
SFC6 RD_SINFO SFC33 CAN_DINT SFC62 CONTROL
SFC9 EN_MSG SFC34 QRY_DINT SFC64 TIME_TCK
SFC10 DIS_MSG SFC36 MSK_FLT SFC78 OB_RT
SFC11 DPSYC_FR SFC37 DMSK_FLT SFC79 SET
SFC12 D_ACT_DP SFC38 READ_ERR SFC80 RSET
SFC13 DPNRM_DG SFC39 DIS_IRT SFC82 CREA_DBL
SFC14 DPRD_DAT SFC40 EN_IRT SFC83 READ_DBL
SFC15 DPWR_DAT SFC41 DIS_AIRT SFC84 WRIT_DBL
SFC17 ALARM_SQ SFC42 EN_AIRT SFC85 CREA_DB
SFC18 ALARM_S SFC43 RE_TRIGR SFC87 C_DIAG
SFC19 ALARM_SC SFC44 REPL_VAL SFC90 H_CTRL
SFC20 BLKMOV SFC46 STP SFC105 READ_SI
SFC21 FILL SFC47 WAIT SFC106 DEL_SI
SFC22 CREAT_DB SFC49 LGC_GADR SFC107 ALARM_DQ
SFC23 DEL_DB SFC50 RD_LGADR SFC108 ALARM_D
SFC24 TEST_DB SFC51 RDSYSST
SFC26 UPDAT_PI SFC52 WR_USMSG

Presentazione del prodotto
2.5 Blocchi
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
18 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 19
Guida introduttiva
3
3.1 Avvio della simulazione
Premessa
non sono stati aperti altri sistemi di automazione simulati
non sono stati stabiliti collegamenti con sistemi di automazione reali
Introduzione
Le seguenti indicazioni sono un'utile introduzione all'uso del software. La simulazione pu
essere richiamata da SIMATIC Manager.
Procedimento
Per avviare la simulazione procedere come descritto di seguito.
1. Avviare S7-PLCSIM in uno dei seguenti modi:
Aprire SIMATIC Manager e fare clic sul simbolo o selezionare il comando di menu
Strumenti > Simula unit.
S7-PLCSIM si apre. Lingua dell'interfaccia utente e mnemonico corrispondono alle
impostazioni di STEP 7.
Selezionare il comando di menu SIMATIC > STEP 7 > S7-PLCSIM Simula unit nel
menu Start di Windows.
S7-PLCSIM si apre. La lingua dell'interfaccia utente non quella impostata in STEP 7.
Al primo avvio di S7-PLCSIM l'interfaccia utente in inglese. Con l'avvio successivo,
S7-PLCSIM si aprir con la lingua utilizzata per ultima. Questa impostazione
specifica dell'utente.
Guida introduttiva
3.1 Avvio della simulazione
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
20 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Risultato
La simulazione viene avviata e si apre la finestra "CPU".
Il PLC si trova nello stato iniziale e ha le seguenti propriet e impostazioni di default:
supporta qualsiasi collegamento
supporta qualsiasi indirizzo
indirizzo predefinito
parametrizzazione delle interfacce in base all'ultima interfaccia utilizzata
supporta immediatamente il download
Vengono stabiliti automaticamente i nuovi collegamenti con il sistema di automazione
simulato e i programmi caricati vengono trasferiti in quel PLC. Selezionando "Nodi
accessibili" nella barra degli strumenti di SIMATIC Manager viene visualizzato l'indirizzo di
nodo del PLC simulato.

Nota
S7-PLCSIM modifica automaticamente il punto di accesso S7ONLINE in una sottorete
simulata. Durante la simulazione non sostituire il punto di accesso con un punto di accesso
con "Imposta interfaccia PG/PC" che S7-PLCSIM non conosce. Al termine della simulazione
S7-PLCSIM ripristina il punto di accesso originale.

Guida introduttiva
3.2 Impostazione dell'interfaccia PG/PC
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 21
3.2 Impostazione dell'interfaccia PG/PC
Tipi di collegamento
Nelle precedenti versioni di S7-PLCSIM era possibile simulare il PLC solo tramite un
collegamento MPI. S7-PLCSIM consente di stabilire un collegamento attraverso una
qualsiasi delle seguenti parametrizzazioni dell'interfaccia:
PLCSIM (ISO)
PLCSIM (Local)
PLCSIM (MPI)
PLCSIM (PROFIBUS)
PLCSIM (TCP/IP)
...

Parametrizzazione dell'interfaccia Tipo di collegamento
PLCSIM (ISO) tramite l'indirizzo MAC
PLCSIM (Local) tramite il bus backplane/softbus virtuale
PLCSIM (MPI) tramite l'interfaccia MPI
PLCSIM (PROFIBUS) tramite l'interfaccia PROFIBUS
PLCSIM (TCP/IP) tramite l'indirizzo IP
... tipo di collegamento sconosciuto


Nota
Per il sistema di automazione simulato, in S7-PLCSIM impostato per default il
collegamento tramite l'interfaccia MPI. In seguito il sistema di automazione simulato si avvia
con il tipo di collegamento utilizzato per ultimo.

Guida introduttiva
3.2 Impostazione dell'interfaccia PG/PC
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
22 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Procedimento
Per impostare un'interfaccia PG/PC procedere nel modo seguente.
1. Progettare la configurazione hardware in STEP 7.
2. Avviare S7-PLCSIM.
3. Selezionare dalla casella di riepilogo della barra degli strumenti "Standard" uno dei tipi di
collegamento progettati per il sistema di automazione virtuale.

Risultato
L'interfaccia PG/PC stata impostata.

Nota
Le modifiche eseguite nella casella di riepilogo della barra delle funzioni "Standard" hanno
effetto sulla funzione del comando di menu Strumenti > Imposta interfaccia PG/PC di
SIMATIC Manager. Le modifiche hanno effetto anche nel caso contrario.

Significato dei colori nella casella di riepilogo
Nero-nero (esempio: )
Questi colori indicano che la CPU supporta questa interfaccia PG/PC. La CPU
accessibile da questa interfaccia in modo univoco.
Grigio-grigio (esempio: )
Questi colori indicano che la CPU non supporta questa interfaccia PG/PC. La CPU non
accessibile da questa interfaccia.
L'interfaccia pu essere selezionata, ma la CPU non accessibile.
Guida introduttiva
3.3 Caricamento del progetto STEP 7
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 23
3.3 Caricamento del progetto STEP 7
Premessa
La simulazione stata avviata da SIMATIC Manager in STEP 7.
stato progettato il relativo collegamento
L'indirizzo in STEP 7 coincide con quello in S7-PLCSIM oppure il PLC simulato si trova
nello stato iniziale
Procedimento
Per caricare il progetto STEP 7 procedere come indicato di seguito.
1. In SIMATIC Manager spostarsi sulla stazione.
2. Fare clic su oppure selezionare il comando di menu PLC > Carica.
Risultato
I blocchi e la configurazione hardware vengono caricati nel sistema di automazione simulato.
Il sistema di simulazione acquisisce l'identit della CPU caricata e tutti i dati del
collegamento progettati.
La barra di stato indica tutti gli indirizzi di rete configurati nella configurazione hardware.
Con la funzione "MRES" il sistema di simulazione torna allo stato iniziale.

Nota
CP parametrizzati individualmente
I CP parametrizzati individualmente non possono essere simulati.

Guida introduttiva
3.4 Simulazione e controllo
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
24 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
3.4 Simulazione e controllo
Procedimento
Per simulare l'esecuzione del programma e controllare e comandare l'applicazione
procedere come indicato di seguito.
1. Aprire SIMATIC Manager.
2. Aprire il progetto di esempio STEP 7 "ZIt01_09_STEP7__ZEBRA".
3. Fare clic su per avviare S7-PLCSIM.
4. Caricare (Pagina 23) il progetto di esempio.
5. Creare altre "sottofinestre" (Pagina 49) in S7-PLCSIM.
possibile controllare i dati nel sistema di automazione simulato.
Fare clic su oppure selezionare il comando di menu Inserisci > Ingresso. La
sottofinestra visualizza IB0 (byte di ingresso 0). Impostare il formato dei dati su "Bit".
Fare clic su oppure selezionare il comando di menu Inserisci > Uscita per inserire
una seconda sottofinestra QB0 (byte di uscita 0).
Fare clic su oppure selezionare il comando di menu Inserisci > Temporizzatore per
tre volte per inserire tre sottofinestre "Temporizzatore". Digitare 2, 3 e 4 (per i
temporizzatori T2, T3 e T4) nelle rispettive finestre di testo, premendo il tasto INVIO
dopo l'introduzione di ciascun numero (S7-PLCSIM inserisce automaticamente il
nome simbolico dei tre temporizzatori).
6. Selezionare il comando di menu PLC > Alimentazione on.
7. Selezionare il comando di menu Esegui > Modo di scansione > Ciclo continuo
8. Selezionare il comando di menu Esegui > Posizione interruttore a chiave > RUN o RUN-P.
La CPU simulata si porta nel modo di funzionamento RUN.
9. Fare clic sul bit 0 di IB0 per simulare l'attivazione dell'ingresso 0.0
10. Controllare gli effetti di questa operazione sui temporizzatori.
11. Fare clic su o selezionare il comando di menu File > Salva PLC con nome per salvare
in un nuovo file lo stato attuale del PLC simulato (Pagina 29).
Guida introduttiva
3.5 Controllo di una simulazione di un programma in STEP 7
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 25
3.5 Controllo di una simulazione di un programma in STEP 7
Premessa
Sono state create le sottofinestre (Pagina 49)
Il progetto di esempio "Zebra" aperto e la stazione stata caricata in S7-PLCSIM.
Procedimento
Per controllare la simulazione del programma in STEP 7 procedere come indicato di seguito.
1. Fare clic su o selezionare il comando di menu Visualizza > Online.
Viene attivata la modalit online.
2. Spostarsi sull'oggetto "Blocchi" dell'esempio di progetto ZEBRA.
3. Aprire la funzione FC1.
Questa operazione richiama l'applicazione "KOP/AWL/FUP".
4. Impostare la CPU simulata nel modo di funzionamento RUN.
5. Attivare il bit 0 di IB0.
6. Nell'editor KOP/AWL/FUP selezionare il comando di menu Test > Controlla
per verificare l'effetto delle modifiche sul programma.
Guida introduttiva
3.6 Utilizzo della Guida
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
26 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
3.6 Utilizzo della Guida
Introduzione
La Guida di S7-PLCSIM accessibile dal menu ? o in uno dei modi indicati di seguito.
Per visualizzare la Guida relativa a un oggetto della finestra di S7-PLCSIM fare clic sul
pulsante della barra degli strumenti e selezionare l'oggetto.
Per visualizzare la Guida relativa a una finestra di dialogo o un messaggio di errore fare
clic su "?" all'interno della finestra o della casella del messaggio oppure premere F1.
Nella finestra della Guida sono disponibili i pulsanti, i comandi di menu e le schede descritti
di seguito.
Pulsanti
Pulsante "Nascondi" / "Mostra": attiva o disattiva la visualizzazione del browser (schede
Sommario, Indice, Trova). Per ridurre le dimensioni della finestra della Guida possibile
nascondere il browser; se si vogliono cercare degli argomenti fare clic sul pulsante
Mostra per visualizzare nuovamente il browser.
Pulsante "Indietro": se stato visualizzato pi di un argomento, questo pulsante permette
di tornare agli argomenti precedenti.
Pulsante "Avanti": se stato visualizzato pi di un argomento, questo pulsante permette
di passare all'argomento successivo.
Pagina iniziale: apre la pagina Web definita come pagina iniziale per la Guida in linea a
S7-PLCSIM.
Pulsante "Stampa": consente di inviare un determinato argomento o un libro intero alla
stampante installata.
Schede del browser della Guida
Scheda "Sommario": selezionando questa scheda si visualizza il sommario della Guida.
Facendo doppio clic su un libro si visualizzano gli argomenti che vi sono contenuti.
Scheda "Indice": selezionando questa scheda si visualizza l'elenco delle parole chiave
della Guida in ordine alfabetico.
Scheda "Trova": selezionare questa scheda e digitare il termine che si vuole cercare. Per
visualizzare un argomento selezionarlo con un doppio clic all'interno dell'elenco. Per
facilitare la ricerca del termine scelto, per default questo compare evidenziato all'interno
dell'argomento. Per attivare o disattivare l'evidenziazione dei termini utilizzare il pulsante
"Opzioni".

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 27
Task di simulazione
4
4.1 Assegnazione dei simboli
Metodi delle versioni precedenti
Le versioni precedenti consentivano di assegnare i simboli nella finestra di dialogo
"Seleziona nodo di accesso CPU". Per poter utilizzare i simboli del progetto STEP 7 si
doveva attivare la casella "Associa simboli".
Procedimento
Per poter i simboli di un progetto procedere come indicato nel seguito.
1. Avviare una simulazione.
2. Selezionare il comando di menu Strumenti > Opzioni > Associa simboli o fare clic su .
Si apre la finestra di dialogo "Apri".

3. Spostarsi sul progetto o sulla biblioteca.
4. Selezionare i simboli.
5. Confermare con "OK".
I simboli vengono assegnati.
Vedere anche
Utilizzo dell'indirizzamento simbolico (Pagina 41)
Task di simulazione
4.2 Differenze tra un file *.PLC e un file *.LAY
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
28 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.2 Differenze tra un file *.PLC e un file *.LAY
File PLC
I file *.PLC vengono utilizzati per salvare il sistema di automazione simulato. Vengono
salvate le seguenti informazioni:
Programma
Configurazione hardware
Stato di funzionamento
Stati attuali degli I/O
file LAY
I file *.LAY vengono utilizzati per salvare la disposizione attuale della finestra dell'area di
lavoro in S7-PLCSIM. Se si dispongono le sottofinestre in un certo ordine e lo si vuole
mantenere per le successive sessioni di lavoro, prima di chiudere S7-PLCSIM si deve
salvare la superficie di lavoro.
Sequenza di apertura
In S7-PLCSIM possibile aprire sia un file .LAY che un file .PLC.
1. Aprire prima il PLC simulato (file *.PLC)
2. e poi la superficie di lavoro (file *.LAY).
Task di simulazione
4.3 Salvataggio del PLC simulato
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 29
4.3 Salvataggio del PLC simulato
Dati memorizzati
Quando si salva il PLC vengono memorizzati i dati seguenti:
Programma
Configurazione hardware
Sottorete e nodi simulati
Impostazione della casella di controllo (posizione dell'interruttore a chiave) per la
selezione del modo di funzionamento della CPU: RUN-P, RUN o STOP
Opzione per l'esecuzione del programma (ciclo singolo o continuo)
Stato degli I/O
Valori di temporizzazione (memoria T)
Indirizzi simbolici
Stato dell'alimentazione (on/off)
Procedimento
Per salvare lo stato attuale del PLC simulato con un nuovo nome di file procedere come
indicato di seguito.
1. Selezionare il comando di menu File > Salva PLC con nome.
Eseguendo il comando di menu File > Salva PLC con nome si salva la configurazione del
PLC in un nuovo file.
2. Per visualizzare gli indirizzi simbolici selezionare il comando di menu Strumenti > Opzioni
> Visualizza simboli.
Risultato
S7-PLCSIM salva i dati nella directory del rispettivo progetto in STEP 7.
Se per la simulazione non sono disponibili dati di progetto (esempio: CPU di default), il file
PLC viene salvato nel percorso seguente: [directory di
installazione]\Siemens\PLCSIM\S7WSI\Archive
Task di simulazione
4.4 Salvataggio della superficie di lavoro
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
30 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.4 Salvataggio della superficie di lavoro
Introduzione
La superficie di lavoro (layout) semplicemente la disposizione delle sottofinestre
(Pagina 49). In altre parole il file *.LAY memorizza solo la posizione e il formato dei dati delle
sottofinestre della simulazione, escludendo i valori dei dati che vi compaiono.
Procedimento
Per salvare disposizione attuale delle sottofinestre di S7-PLCSIM procedere come indicato
di seguito.
1. Selezionare il comando di menu File > Salva superficie di lavoro con nome.
Il comando di menu File > Salva superficie di lavoro consentte di salvare la superficie di
lavoro nel file attuale.
Si apre la finestra "Salva superficie di lavoro con nome".
2. Confermare con "Salva".
Risultato
S7-PLCSIM salva i dati nella directory del rispettivo progetto in STEP 7.
Se per la simulazione non sono disponibili dati di progetto (esempio: CPU di default), il file
PLC viene salvato nel percorso seguente: [directory di
installazione]\Siemens\PLCSIM\S7WSI\Archive
Task di simulazione
4.5 Apertura del PLC simulato
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 31
4.5 Apertura del PLC simulato
Premessa
Il PLC simulato stato salvato in un file PLC.
Il file non protetto dalla scrittura.
Il file non momentaneamente aperto da un'altra applicazione.
Procedimento
Per aprire un PLC simulato gi disponibile procedere come indicato di seguito.
1. Scegliere una delle seguenti possibilit:
Selezionare il comando di menu File > Ultima simulazione e scegliere un PLC
simulato gi salvato.
Selezionare il comando di menu File > Apri PLC e selezionare un file *.PLC.
2. Confermare con "OK".



Nota
Se compare una finestra di dialogo che indica che il file di sola lettura e quindi non pu
essere aperto, eliminare la propriet di sola lettura in Windows Explorer.

File creati con versioni precedenti
Per aprire un file di versione 5.3 o di una versione precedente, S7-PLCSIM lo deve
convertire nel formato attuale. S7-PLCSIM far un backup del file originale con estensione
*.BAK, mentre il file PLC originale verr convertito nel formato attuale. La conversione non
viene effettuata se esiste gi un file di backup protetto dalla scrittura. In questo caso si dovr
cancellare il precedente file di backup con Windows Explorer e quindi aprire il file *.PLC in
S7-PLCSIM.
In alcuni casi S7-PLCSIM non riesce ad aprire i vecchi file *.PLC. I file di simulazione che
includevano pi reti DP, sistemi di backup dinamico o CPU fault tolerant sono
potenzialmente incompatibili con S7-PLCSIM V5.4.

Nota
Quando si apre una simulazione PLC nuova o archiviata, le sottofinestre visualizzate in
S7-PLCSIM vengono chiuse automaticamente. Per aprire una superficie di lavoro
archiviata e una simulazione nuova o archiviata, aprire prima il PLC simulato e poi la
superficie di lavoro.

Stato di funzionamento dopo l'apertura
Quando si apre un PLC simulato gi archiviato viene ripristinato il modo di funzionamento
salvato.
Task di simulazione
4.6 Apertura della superficie di lavoro
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
32 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.6 Apertura della superficie di lavoro
Introduzione
La superficie di lavoro (layout) la disposizione delle sottofinestre. In altre parole il file *.LAY
memorizza solo la posizione e il formato dei dati delle sottofinestre della simulazione,
escludendo i valori dei dati che vi compaiono.
Premessa
La superficie di lavoro stata salvata in un file LAY.
Procedimento
Per aprire la superficie di lavoro procedere come indicato di seguito.
1. Scegliere una delle seguenti possibilit:
Selezionare il comando di menu File > Ultima superficie di lavoro e selezionare una
superficie di lavoro.
Selezionare il comando di menu File > Apri superficie di lavoro e selezionare uno dei
file *.LAY esistenti.
2. Selezionando il comando di menu File > Apri superficie di lavoro si apre la finestra di
dialogo "Apri".
3. Spostarsi fino al percorso di archiviazione del file.
4. Selezionare il file.
5. Confermare con il pulsante "Apri".
Si apre la superficie di lavoro
Task di simulazione
4.7 Selezione delle opzioni di esecuzione del programma
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 33
4.7 Selezione delle opzioni di esecuzione del programma
Introduzione
I programmi simulati possono essere elaborati in due modalit:
Ciclo singolo: la CPU esegue un ciclo, quindi attende che l'utente dia il comando per
avviare il ciclo successivo. Ogni ciclo consiste nella lettura degli ingressi della periferia
(PI) da parte della CPU, l'esecuzione del programma e la scrittura dei risultati nelle uscite
della periferia (PQ). Quindi la CPU attende che l'utente dia il comando per avviare il ciclo
successivo. Accedendo ad ogni singolo ciclo del programma possibile verificare quali
modifiche si verificano in ciascun ciclo. Le CPU reali sono in grado di eseguire il
programma con una velocit maggiore di quella con cui l'editor visualizza i dati, mentre
l'opzione Ciclo singolo di S7-PLCSIM permette di "congelare" lo stato del programma tra
un ciclo all'altro.
Ciclo continuo: la CPU esegue un ciclo completo, quindi avvia il ciclo successivo. Ogni
ciclo consiste nella lettura degli ingressi della periferia (PI) da parte della CPU,
l'esecuzione del programma e la scrittura dei risultati nelle uscite della periferia (PQ).
L'esecuzione del programma a ciclo continuo impostata per default.
Procedimento
Per impostare l'esecuzione del programma su "Ciclo singolo" procedere come indicato di
seguito.
1. Fare clic su o selezionare il comando di menu Esegui > Modo di scansione > Ciclo
singolo.
2. Per eseguire il ciclo successivo selezionare il comando di menu Esegui > Ciclo
successivo o fare clic su .
Per impostare l'esecuzione del programma su "Ciclo continuo" procedere come indicato di
seguito.
1. Fare clic su o selezionare il comando di menu Esegui > Modo di scansione > Ciclo
continuo.
Task di simulazione
4.8 Commutazione del modo di funzionamento della CPU
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
34 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.8 Commutazione del modo di funzionamento della CPU
Introduzione
Il PLC simulato risponde ai cambiamenti del modo di funzionamento allo stesso modo di un
PLC reale. La casella con il LED nella sottofinestra "CPU" del PLC simulato indica lo stato di
funzionamento attuale.
Procedimento
Per aggiornare lo stato di funzionamento della CPU procedere come indicato di seguito.
1. Fare clic sulla casella di controllo relativa al modo scelto o eseguire il comando
Esegui > Posizione interruttore a chiave > [modo].
La CPU cambia modo di funzionamento.
Confronto con una CPU reale
I modi di funzionamento del PLC simulato presentano le stesse caratteristiche
dell'interruttore a chiave di una CPU reale. Se si utilizza STEP 7 per modificare il modo di
funzionamento o se la CPU commuta automaticamente (ad esempio in seguito a una
condizione di errore che determina il passaggio da RUN a STOP) le caselle di controllo del
PLC simulato restano invariate. Anche se cambiano i LED, l'interruttore a chiave non
modifica la propria posizione. Il cambiamento segnala all'utente che la CPU ha commutato
su un altro modo di funzionamento, probabilmente a causa di un errore di programmazione.
Task di simulazione
4.9 Simulazione di un programma utente STEP 7
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 35
4.9 Simulazione di un programma utente STEP 7
Sottofinestre
possibile visualizzare diversi tipi di sottofinestre che consentono di controllare e modificare
il programma in esecuzione nel PLC simulato.
S7-PLCSIM mette a disposizione sottofinestre che consentono di controllare e modificare gli
oggetti del programma. Queste sottofinestre possono essere indirizzate anche mediante
indirizzamento simbolico. Il menu Inserisci consente di aprire le seguenti sottofinestre.
Ingresso (Pagina 53)
Uscita (Pagina 54)
Merker (Pagina 55)
Temporizzatore (Pagina 55)
Contatore (Pagina 56)
Generale (Pagina 56)
Bit verticali (Pagina 57)
Il menu Visualizza consente di aprire le tre seguenti sottofinestre.
Accumulatori (Pagina 51)
Registri DB (Pagina 52)
Stack (Pagina 52)
Procedimento
Per controllare contemporaneamente anche il programma nell'applicazione STEP 7
"KOP/AWL/FUP" procedere come indicato di seguito.
1. In SIMATIC Manager fare clic su o selezionare Visualizza > Online per passare alla
modalit online.
2. Spostarsi sull'oggetto "Blocchi" del progetto STEP 7 e aprire un blocco di codice
(esempio: aprire FC1 nell'esempio di progetto S7_ZEBRA).
L'applicazione "KOP/AWL/FUP" visualizza il programma in esecuzione nel PLC simulato.
Per visualizzare lo stato delle operazioni utilizzare i comandi di menu.
Task di simulazione
4.10 Regolatore a scorrimento
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
36 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.10 Regolatore a scorrimento
Introduzione
Il regolatore a scorrimento uno strumento disponibile per diversi formati numerici
(Pagina 74). I valori non vengono immessi tramite il blocco dei numeri ma mediante il
regolatore a scorrimento.

Senza regolatore a scorrimento Con regolatore a scorrimento


Simulazione dei valori
Il regolatore a scorrimento permette di simulare valori che cambiano gradualmente o hanno
un campo specifico, come i valori analogici.
Procedimento
Per attivare il regolatore a scorrimento procedere come indicato di seguito.
1. Selezionare una delle seguenti sottofinestre per cui disponibile il regolatore a
scorrimento.
Ingresso (Pagina 53)
Uscita (Pagina 54)
Merker (Pagina 55)
2. L'accesso ad un'area di memoria pu avvenire mediante indirizzo numerico oppure
mediante un indirizzo simbolico (Pagina 41).
3. Per visualizzare un regolatore di scorrimento per una sottofinestra, selezionare un
formato nella casella di riepilogo "Seleziona formato numerico".
4. anche possibile scegliere se rappresentare i valori come numeri decimali (interi
positivi), numeri interi (positivi e negativi) o numeri reali.
Le opzioni disponibili dipendono dalle dimensioni dell'indirizzo di memoria a cui si
accede:
byte (B): decimale
parola (W): decimale e intero
doppia parola (D): decimale, intero e reale.
5. Per cambiare la posizione del regolatore di scorrimento si possono utilizzare il mouse o i
tasti direzionali oppure immettere un valore nel campo "Valore".
Il valore delle variabili in memoria cambia.
Task di simulazione
4.11 Test del programma
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 37
Impostazione di un valore minimo e un valore massimo
Per assegnare al regolatore di scorrimento un valore minimo aprire la casella di riepilogo
"Valore, Min, Max" e scegliere l'opzione "min". Inserire quindi nel campo "min" il valore
desiderato.
Per assegnare al regolatore di scorrimento un valore massimo aprire la casella di riepilogo
"Valore, Min, Max" e scegliere l'opzione "max". Inserire quindi nel campo "max" il valore
desiderato.
Vantaggi della selezione di un campo di valori
La selezione di un campo di valori presenta dei vantaggi.
Il campo non influisce sui valori che possono essere memorizzati nella variabile. I valori
minimi e massimi influenzano soltanto i valori che possono essere introdotti o visualizzati
dal regolatore di scorrimento.
possibile simulare un campo di valori specifico (ad esempio, quello che verrebbe
generato da una particolare unit analogica).
Limitando il campo di valori tra minimo e massimo, si otterr una migliore risoluzione per
l'introduzione di dati con il regolatore di scorrimento. sempre possibile introdurre un
valore esatto nel campo "Valore" della sottofinestra.
4.11 Test del programma
Funzioni di test
S7-PLCSIM dispone delle seguenti funzioni per il test dei programmi e l'eliminazione degli
errori.
Il comando di menu "Interrompi" interrompe immediatamente l'esecuzione del
programma nella CPU simulata e la riprende dall'operazione in cui stata interrotta.
Ogni volta che si inserisce una modifica in una sottofinestra (Pagina 49), viene
immediatamente aggiornato il contenuto dell'indirizzo di memoria corrispondente. La CPU
non attende l'inizio o la fine del ciclo di scansione per aggiornare i dati modificati.
Le opzioni per l'esecuzione del programma (Pagina 33) consentono di definire il modo in
cui la CPU eseguir il programma.
Ciclo singolo esegue il programma per un ciclo, quindi attende che l'utente dia il
comando per avviare il ciclo successivo.
L'opzione "ciclo continuo" esegue il programma come in un PLC reale e avvia un
nuovo ciclo subito dopo la conclusione di quello precedente.
Task di simulazione
4.12 Uso degli OB di errore nel programma
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
38 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.12 Uso degli OB di errore nel programma
Introduzione
Si pu utilizzare S7-PLCSIM per testare il modo in cui il programma utente gestisce i diversi
OB di allarme.
Premessa
Per poter simulare gli OB di errore necessario caricare prima una configurazione hardware
adeguata in S7-PLCSIM.
Procedimento
Per attivare gli OB di errore procedere come indicato di seguito.
1. Selezionare il comando di menu Esegui > Attiva OB di errore.
2. Selezionare un OB.
Si apre la finestra di dialogo per l'OB.
3. Selezionare le opzioni.
4. Confermare con "OK" o "Applica".
Risultato
Il PLC simulato genera l'evento corrispondente ed esegue il programma nel relativo OB.

Nota
La configurazione hardware caricata nella simulazione determina gli OB che possono essere
avviati mediante il menu "Attiva OB di errore".

OB supportati
S7-PLCSIM supporta i seguenti OB di errore e di allarme:
dall'OB40 all'OB47 (Pagina 60) (interrupt di processo)
OB70 (Pagina 61) (errore di ridondanza I/O) {soltanto nei sistemi 417-H}
OB72 (Pagina 62) (errore di ridondanza CPU) {soltanto nei sistemi 417-H}
OB73 (Pagina 64) (errore di ridondanza di comunicazione) {soltanto nei sistemi 417-H}
OB80 (Pagina 64) (errore di tempo)
OB82 (Pagina 65) (allarme di diagnostica)
OB83 (Pagina 67) (allarme di estrazione/inserimento unit)
OB85 (Pagina 68) (errore di esecuzione programma)
OB86 (Pagina 69) (guasto del rack)
Task di simulazione
4.13 Cancellazione totale della memoria della CPU
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 39
CPU S7-300
Per poter simulare gli OB di errore e di allarme in S7-PLCSIM sono necessarie le
informazioni PI/PQ del progetto. La maggior parte delle CPU S7-300 configurano gli ingressi
e le uscite autonomamente, perci riconoscono automaticamente un'unit inserita nel
controllore. Non possibile replicare la funzione di autoconfigurazione con un sistema di
automazione simulato. Se si carica in S7-PLCSIM un programma da una CPU S7-300 che
configura automaticamente gli ingressi e le uscite, i dati di sistema non contengono la
configurazione degli I/O. Perci necessario caricare prima nei dati di sistema una
configurazione hardware con unit I/O configurate. In questo modo si stabilisce quali unit
debbano essere disponibili per la CPU.
A questo scopo creare un progetto e configurare una CPU S7-300 per la quale gli I/O non
vengono configurati automaticamente (ad esempio una CPU 315-2DP, 316-2DP o 318-2),
quindi caricare la configurazione hardware in S7-PLCSIM. Sar cos possibile caricare
blocchi di programma da qualsiasi programma S7, e gli ingressi e le uscite verranno gestiti
correttamente.
4.13 Cancellazione totale della memoria della CPU
Introduzione
La cancellazione totale:
resetta le aree di memoria
cancella i blocchi di programma
cancella la configurazione hardware del PLC simulato
Procedimento
Per effettuare la cancellazione totale della memoria della CPU simulata procedere come
indicato di seguito.
1. Selezionare il comando di menu PLC > Cancellazione totale o fare clic sul pulsante
"MRES" nella sottofinestra "CPU".
Si apre la finestra di dialogo "Cancellazione totale".
2. Confermare con S
La CPU commuta automaticamente nel modo STOP e tutti i collegamenti vengono
interrotti.
Task di simulazione
4.14 Reset dei temporizzatori
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
40 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.14 Reset dei temporizzatori
Procedimento
Per resettare i temporizzatori del programma procedere come indicato di seguito:
1. Selezionare il comando di menu Esegui > Resetta temporizzatori.
Si apre la finestra di dialogo "Resetta temporizzatori".
2. Scegliere una delle opzioni indicate di seguito.
"Tutti i temporizzatori": vengono resettati tutti i temporizzatori del programma.
"Temporizzatore specifico": consente di specificare il temporizzatore che si vuole
resettare.
3. Confermare con "OK".
I temporizzatori vengono resettati.
Procedura alternativa
Anche la barra degli strumenti "Modo CPU" contiene un pulsante per il reset dei
temporizzatori.
Per resettare tutti i temporizzatori del programma utente selezionare il pulsante Resetta
temporizzatori della barra degli strumenti.
Per resettare un solo temporizzatore fare clic sul pulsante Resetta temporizzatori della
sottofinestra relativa al temporizzatore in oggetto.
Temporizzazione manuale (menu Esegui)
Selezionare il comando Esegui > Temporizzazione manuale per impostare la CPU in modo
da poter inserire valori specifici o resettare i temporizzatori del programma. Selezionare il
comando di menu Esegui > Temporizzazione automatica per fare in modo che la CPU attivi
automaticamente i temporizzatori.
4.15 Inserimento e disinserimento dell'alimentazione nel PLC simulato
Procedimento
Per simulare l'inserimento e il disinserimento dell'alimentazione in un PLC simulato
procedere come indicato di seguito.
1. Per simulare l'inserimento e il disinserimento dell'alimentazione nella CPU selezionare i
comandi di menu Sistema di destinazione > Alimentazione on o Alimentazione off.
Task di simulazione
4.16 Utilizzo dell'indirizzamento simbolico
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 41
4.16 Utilizzo dell'indirizzamento simbolico
Introduzione
Per default S7-PLCSIM utilizza i simboli del programma STEP 7 caricato. Se all'avvio della
simulazione non sono stati assegnati simboli o se si vogliono usare i simboli di un altro
programma STEP 7, possibile specificare una tabella dei simboli.
Procedimento
Per poter utilizzare l'indirizzamento simbolico nel programma utente simulato procedere
come indicato di seguito.
1. Selezionare il comando di menu Strumenti > Opzioni > Aggiungi simboli.
Si apre la finestra di dialogo "Apri".
2. In STEP 7 spostarsi sul percorso della tabella dei simboli che si vogliono assegnare.
3. Confermare con "OK".
4. Creare le sottofinestre per le variabili da indirizzare in modo simbolico.
5. Per visualizzare i simboli relativi a tutte le sottofinestre, selezionare il comando di menu
Strumenti > Opzioni > Visualizza simboli.
Per nascondere i simboli selezionare nuovamente il comando.
Descrizioni rapide dei simboli
Se stato impostato l'indirizzamento simbolico per il controllo del programma, in tutte le
sottofinestre dei campi di indirizzo nelle quali sono stati assegnati indirizzi simbolici,
compaiono delle descrizioni rapide. Per visualizzare l'indirizzo simbolico e il commento
(separati dai due punti) sotto forma di descrizione rapida, posizionare il mouse sul campo
dell'indirizzo.
Vedere anche
Sottofinestra "Bit verticali" (Pagina 57)
Task di simulazione
4.17 Registrazione/playback
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
42 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.17 Registrazione/playback
Introduzione
La finestra di dialogo "Registrazione/playback" consente di registrare o riprodurre sequenze
di modifiche apportate ai dati.

Premessa
La CPU si trova in stato di funzionamento RUN o RUN-P
Procedimento
Per richiamare la finestra di dialogo "Registrazione/playback" procedere come indicato di
seguito.
1. Selezionare il comando di menu Strumenti > Registrazione/playback o fare clic su .
Si apre la relativa finestra di dialogo.
2. Fare clic sul pulsante "Registrazione" per iniziare a registrare una sequenza di eventi.
3. Se la registrazione soddisfacente, salvarla facendo clic sul pulsante "Salva file di
eventi" prima di chiudere S7-PLCSIM.



Nota
I tasti di scelta rapida Alt + F5 attivano/disattivano la visualizzazione del pulsante
Registrazione/playback nella barra degli strumenti.

Task di simulazione
4.17 Registrazione/playback
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 43
Come registrare o riprodurre un file di eventi
Fare clic sul pulsante "Nuovo file di eventi" per creare un nuovo file.
Fare clic sul pulsante "Apri file di eventi" per cercare e aprire un file gi esistente.
Fare clic sul file "Salva file di eventi" per salvare gli eventi appena registrati.
Fare clic sul pulsante "Playback" per riprodurre gli eventi registrati.
Fare clic sul pulsante "Registrazione" per iniziare a registrare una sequenza di eventi.
Utilizzare le sottofinestre per attivare e disattivare i bit o assegnare valori di dati in base alle
necessit. Il registratore registra tutte le modifiche apportate alle aree di memoria del
programma.
Fare clic sul pulsante "Pausa" per interrompere temporaneamente la registrazione o la
riproduzione. Questa funzione molto utile durante la registrazione se l'utente non ha
ancora terminato di registrare gli eventi e vuole continuare in seguito. Se si deve eseguire
un'altra operazione (ad es. aggiungere nuove sottofinestre o rispondere al telefono ecc.)
prima di aver terminato la creazione degli eventi, facendo clic su "Pausa" si evita di ritardare
troppo la registrazione. Con il pulsante Pausa si riducono al minimo gli intervalli durante la
registrazione degli eventi, mentre il pulsante "Delta" regola la velocit complessiva della
riproduzione.
Fare clic sul pulsante "Stop" per arrestare la registrazione o la riproduzione degli eventi.
Il pulsante "Delta" consente di impostare la velocit con cui viene riprodotta la
registrazione. Questa impostazione determina la durata complessiva della registrazione. Se
alcuni eventi sono stati registrati a un intervallo di tempo minore o maggiore rispetto ad altri,
l'intervallo tra un evento e l'altro viene mantenuto anche se si aumenta o si diminuisce la
velocit di riproduzione con l'impostazione Delta.
Controllo
sono disponibili due opzioni per verificare che la registrazione o la riproduzione siano
corrette.
Controllare se la barra di stato della finestra di dialogo "Registrazione/playback" indica il
modo Registrazione, Riproduzione oppure Inattivo.
Verificare la barra del titolo della finestra di dialogo "Registrazione/playback". Ad ogni
registrazione la barra deve visualizzare un valore numerico che viene incrementato.
Task di simulazione
4.17 Registrazione/playback
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
44 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Suggerimenti per la soluzione degli errori

Problema Soluzione
Il pulsante "Riproduzione"
disattivato e non possibile
riprodurre la registrazione.
Per poter riprodurre gli eventi registrati deve essere stato aperto un file di eventi. Per
selezionare e aprire un file di eventi, fare clic sul pulsante "Apri file di eventi".
L'utente ha registrato una
sequenza di eventi e ha
chiuso S7-PLCSIM. Quando
ha riaperto il programma, gli
eventi registrati non erano pi
presenti.
Se si chiude S7-PLCSIM senza salvare gli eventi in un file, si perde il lavoro. Prima di
chiudere S7-PLCSIM selezionare il pulsante "Salva file di eventi" per salvare il lavoro
fatto.
L'utente ha registrato una
sequenza di eventi ma non
riesce a riprodurli.
Controllare la barra di stato della finestra di dialogo "Registrazione/playback" per sapere
quale modo di funzionamento impostato. Se indica il modo Riproduzione, verificare se
sulla barra del titolo compare un valore numerico. Durante la riproduzione un contatore
conta gli eventi riprodotti e indica il risultato nella barra del titolo. Si tenga presente che
viene registrato anche l'intervallo che precede il primo evento. Pertanto, al momento della
riproduzione occorrer attendere fino al primo evento registrato. La correttezza della
registrazione pu essere verificata controllando il file di eventi. Per regolare la velocit di
riproduzione si pu utilizzare il pulsante "Delta" .
L'utente non ricorda in quale
file contenuta la sequenza
di eventi che vuole riprodurre.
Per distinguere i file si possono utilizzare nomi lunghi che ne descrivono il contenuto. Per
effettuare una ricerca e individuare il file contenente la sequenza desiderata, si pu inoltre
utilizzare un editor di testi. Il percorso di default nel quale vengono salvati i file di eventi la
directory [Program Folder]\Siemens\PLCSIM\S7wsi\events.
L'utente ha modificato un
solo bit, ma durante la
riproduzione risulta
modificato tutto il byte.
Se le sottofinestre "Ingresso", "Uscita", "Merker", "Generale" o "Bit verticali" contengono
solo un bit (ad es. Q0.0, Bit) e si apporta una modifica ad un bit, viene registrata solo la
modifica di quel singolo bit. Se per la sottofinestra contiene otto bit (ad es. QB0, Bit) e
viene modificato un solo bit, la modifica viene registrata come se fosse stata apportata al
byte e non ad un unico bit. Di conseguenza, pu accadere che durante la riproduzione
vengano rappresentati come "modificati" altri bit del byte (ad es. i merker di processo, gli
ingressi booleani ecc.), che in un PLC reale non sarebbero interessati dalla modifica.
L'utente tenta di registrare gli
eventi nel modo "Ciclo
singolo" ma il registratore
non funziona come previsto.
Quando si registrano gli eventi nella sottofinestra "CPU" ed impostato il modo "Ciclo
singolo", importante tenere presente quanto segue:
Prima di avviare una registrazione nel modo "Ciclo singolo" necessario incrementare il
contatore selezionando il pulsante "Ciclo successivo" . Il primo evento registrato deve
avere un valore selta superiore o uguale a 1. Il valore Delta dipende dal numero di cicli
eseguiti dopo l'ultimo evento (cio, in questo caso, quello che si verificato dopo che
stato selezionato il pulsante "Registrazione"). Se si si avvia la registrazione nel modo
"Ciclo singolo", non vi sono cicli precedenti ed quindi necessario incrementare il
contatore.
Quando si registrano eventi nel modo "Ciclo singolo", questi hanno un valore Delta pari a
zero (perch si verificano tutti nello stesso ciclo). Per questo gli eventi registrati durante un
ciclo si susseguono con tale rapidit durante la riproduzione da sembrare simultanei. Per
ottenere intervalli di tempo che consentano la riproduzione, fare clic sul pulsante "Ciclo
successivo" oppure, ad ogni evento, commutare dal modo Ciclo continuo al modo Ciclo
singolo e viceversa.
Il file di eventi contiene
mnemonici tedeschi, anche
se non sono stati impostati in
STEP 7.
In S7-PLCSIM gli eventi vengono registrati con gli mnemonici tedeschi, indipendentemente
dagli mnemonici impostato in STEP 7. Si tratta comunque di un fattore del tutto irrilevante.
Task di simulazione
4.18 Controllo del ciclo di scansione
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 45
4.18 Controllo del ciclo di scansione
Introduzione
Poich in S7-PLCSIM l'esecuzione del programma potrebbe essere molto pi lenta che in
una CPU reale (in particolare se sono in esecuzione altre applicazioni con priorit pi
elevata), potrebbero verificarsi fastidiosi errori di timeout. Questa finestra di dialogo consente
di disattivare o prolungare il controllo del ciclo di scansione senza modificare il programma
per il PLC di destinazione.
Procedimento
Per modificare il ciclo di scansione procedere come indicato di seguito.
1. Selezionare il comando di menu Esegui > Controllo ciclo di scansione.
Si apre la finestra di dialogo "Controllo ciclo di scansione".
2. Attivare l'opzione "Attiva controllo ciclo di scansione".
3. Inserire un valore compreso tra 1 secondo (1000 ms) e 1 minuto (60.000 ms) per il tempo
di controllo del ciclo di scansione.
Per default impostato un tempo di 6000 ms.
4. Confermare con "OK".
Definizione di tempo di ciclo massimo
Il tempo di ciclo massimo corrisponde al tempo massimo che il processo pu impiegare per
completare un ciclo di scansione del programma utente S7 nell'OB1 e aggiornare gli I/O
rilevanti. Se il tempo massimo viene superato il PLC simulato passa in STOP.

Nota
Si tenga presente che nella finestra "Controllo ciclo di scansione" non compare il tempo di
controllo impostato nella configurazione hardware e che le modifiche influiscono solo sulla
simulazione.

Task di simulazione
4.19 Chiusura del PLC simulato
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
46 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.19 Chiusura del PLC simulato
Introduzione
Quando si chiude un PLC simulato viene creata automaticamente una nuova CPU nello
stato iniziale.
Premessa
La simulazione stata salvata (Pagina 29).
Procedimento
Per poter chiudere la simulazione di un programma procedere come indicato si seguito.
1. Selezionare il comando di menu File > Chiudi PLC.
Risultato
Vengono chiusi la sottorete simulata, i nodi e tutte le altre sottofinestre aperte.
Automaticamente si apre un nuovo PLC simulato allo stato iniziale.

Nota
La chiusura di un programma simulato pu causare errori nelle applicazioni che sono ancora
collegate alla simulazione.

4.20 Chiusura della superficie di lavoro
Introduzione
Chiudendo una superficie di lavoro non si esce dalla simulazione. Il PLC attuale resta
aperto, S7-PLCSIM continua ad essere attivo e si pu aprire un'altra superficie di lavoro.
Premessa
La superficie di lavoro stata salvata (Pagina 30).
Procedimento
Per poter chiudere la superficie di lavoro di una simulazione procedere come indicato si
seguito.
1. Selezionare il comando di menu File > Chiudi superficie di lavoro.
Vengono chiuse tutte le sottofinestre tranne "CPU".
Task di simulazione
4.21 Come uscire dalla simulazione
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 47
4.21 Come uscire dalla simulazione
Introduzione
Quando si chiude la simulazione si esce dalla sessione e S7-PLCSIM si chiude.
Premessa
Salvataggio del PLC simulato (Pagina 29)
Salvataggio della superficie di lavoro (Pagina 30)
Procedimento
Per terminare una simulazione procedere come descritto di seguito.
1. Chiudere tutte le applicazioni di STEP 7 utilizzate per controllare la simulazione.
2. Selezionare il comando di menu File > Esci.
Vengono chiusi la sottorete simulata, i nodi e tutte le altre sottofinestre aperte.



Nota
Come quando si esce da un programma simulato anche la chiusura di S7-PLCSIM pu
causare errori nelle applicazioni collegate al simulatore.

Task di simulazione
4.22 Simulazione di una CPU T
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
48 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
4.22 Simulazione di una CPU T
Introduzione
S7-PLCSIM in grado di simulare solo in parte i programmi di controllo sviluppati ad
esempio per le CPU S7-317T.
Particolarit
La simulazione non accede ai dispositivi di controllo del movimento. I richiami dei blocchi
funzionali di motion control ritornano al blocco richiamante dopo un controllo limitato degli
errori. Quest'ultimo comprende:
la presenza del DB di istanza
la presenza del DB di tecnologia
il controllo del campo dei parametri caratterizzati da campi definiti.
Per i comandi MC, S7-PLCSIM imposta automaticamente i parametri purch i parametri di
ingresso siano validi (esempio: CPU S7-317T):

Comando MC Parametro Valori impostati
MC_Power Statusword.DriveEnabled
Statusword.Standstill
(parametro dei DB di
tecnologia)
True se attivato, false se disattivato
True
MC_Stop Statusword.Stopping
Statusword.Standstill
(parametro dei DB di
tecnologia)
True
True
MC_MoveAbsolute
(MC_MvAbs)
Posizione Posizione del parametro di ingresso
MC_ExternalEncoder
(MC_ExEnc)
Posizione Posizione del parametro di ingresso

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 49
Sottofinestre
5

Introduzione
S7-PLCSIM dispone di alcune sottofinestre che permettono di controllare e modificare
diversi componenti del PLC simulato :
Sottofinestra "CPU" (Pagina 50)
Sottofinestra "Accumulatori e parola di stato" (Pagina 51)
Sottofinestra "Registri DB" (Pagina 52)
Sottofinestra "Stack" (Pagina 52)
Sottofinestra "Ingresso" (Pagina 53)
Sottofinestra "Uscita" (Pagina 54)
Sottofinestra "Merker" (Pagina 55)
Sottofinestra "Temporizzatore" (Pagina 55)
Sottofinestra "Contatore" (Pagina 56)
Sottofinestra "Generale" (Pagina 56)
Sottofinestra "Bit verticali" (Pagina 57)
Indirizzamento simbolico nelle sottofinestre
Nelle sottofinestra possibile utilizzare l'indirizzamento simbolico (Pagina 41). In questo
caso, per ogni campo al quale sono associati simboli pu essere visualizzata una
descrizione rapida. Per visualizzare l'indirizzo simbolico e il commento (separati dai due
punti) sotto forma di descrizione rapida, posizionare il mouse sul campo dell'indirizzo.


Nota
Se in una sottofinestra si utilizza un indirizzo che corrisponde agli I/O periferici di un sistema
F, S7-PLCSIM visualizza la sottofinestra con uno sfondo giallo.

Sottofinestre
5.1 Sottofinestra "CPU"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
50 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
5.1 Sottofinestra "CPU"
Introduzione
Questa sottofinestra compare automaticamente quando si apre una nuova simulazione
Funzione
Visualizzazione dello stato
Modifica del modo di funzionamento
Reset della memoria con MRES
Cancellazione dei blocchi e della configurazione hardware con MRES



Nota
I modi di funzionamento della sottofinestra "CPU" sono uguali a quelli dell'interruttore a
chiave di una CPU reale. Se si utilizza STEP 7 per modificare il modo di funzionamento o
se la CPU commuta automaticamente (ad esempio in seguito a una condizione di errore
che determina il passaggio da RUN a STOP) cambiano anche le indicazioni per
RUN/STOP. L'interruttore a chiave non cambia. Viene cos segnalato all'utente che la
CPU ha commutato su un altro modo di funzionamento, probabilmente a causa di un
errore di programmazione.

5.1.1 Posizioni dell'interruttore dei modi di funzionamento della CPU
RUN-P
La CPU esegue il programma e permette all'utente di modificare sia il programma che i
relativi parametri. Per poter modificare i parametri mentre il programma in esecuzione
utilizzando STEP 7 si deve impostare la CPU su RUN-P. I dati utilizzati dal programma
possono essere modificati con le sottofinestre create in S7-PLCSIM.
Quando impostato RUN-P, gli indicatori del modo di funzionamento della sottofinestra
"CPU" e STEP 7 visualizzano "RUN".
RUN
La CPU esegue il programma leggendo gli ingressi, eseguendo il programma e aggiornando
le uscite. Per default, quando la CPU in modo RUN non possibile caricare il programma
o modificarne i parametri (ad es. i valori di ingresso) con STEP 7. Tuttavia, se nel progetto
STEP 7 sono stati configurati elementi CiR (Configuration in Run), possibile caricarli in
RUN. Quando la CPU simulata in RUN possibile modificare i dati utilizzati dal
programma con le sottofinestre create in S7-PLCSIM.
Sottofinestre
5.2 Sottofinestra "Accumulatori e parola di stato"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 51
STOP
La CPU non esegue il programma. Diversamente da quanto accade nelle CPU reali, le
uscite non vengono impostate su valori predefiniti ("sicuri"), ma mantengono lo stato che
avevano quando la CPU passata a STOP. Quando impostato il modo operativo STOP
possibile caricare i programmi nella CPU. Quando la CPU passa da STOP a RUN, inizia
l'esecuzione del programma a partire dalla prima istruzione.
I modi operativi della CPU, gli indicatori della CPU (Pagina 51) e il pulsante per la
cancellazione totale (Pagina 39) si trovano tutti nella sottofinestra "CPU" (Pagina 50). Pre
impostare il modo operativo della CPU si utilizza il comando di menu Posizione interruttore a
chiave. Inoltre, quando la CPU si trova in RUN o RUN-P possibile interrompere
l'esecuzione del programma simulato.
5.1.2 Indicatori della CPU
Indicatori delle CPU simulate
La sottofinestra "CPU" (Pagina 50) contiente una serie di indicatori che corrispondono alle
spie LED poste su una CPU reale.
SF (errore di sistema) segnala che nella CPU si verificato un errore di sistema e, di
conseguenza, una commutazione del modo di funzionamento.
DP (periferia distribuita o I/O remoti) indica lo stato di comunicazione con gli I/O distribuiti
(remoti).
DC (alimentazione in CC) indica se l'alimentazione della CPU inserita o meno.
RUN indica che la CPU si trova nel modo di funzionamento RUN.
RUN indica che la CPU si trova nel modo di funzionamento STOP.
5.2 Sottofinestra "Accumulatori e parola di stato"
Per inserire questa sottofinestra per la simulazione procedere nel modo seguente:
Selezionare il comando di menu Visualizza > Accumulatori
Fare clic sul pulsante "Accumulatori CPU":
Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare e modificare i dati riportati di seguito.
Accumulatori: l'utente controlla il contenuto degli accumulatori della CPU. Questa
sottofinestra contiente quattro campi per gli accumulatori in modo che sia possibile
visualizzare anche i programmi per le CPU S7-400. I programmi per le CPU S7-300
utilizzano solo due accumulatori.
Parola di stato: consente di controllare i bit della parola di stato.
Registri di indirizzi: consente di controllare il contenuto dei due registri di indirizzi (AR1 e
AR2). I registri vengono usati per l'indirizzamento indiretto delle variabili.
Sottofinestre
5.3 Sottofinestra "Registri DB"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
52 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
5.3 Sottofinestra "Registri DB"
Per aggiungere questa sottofinestra ad una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Visualizza > Registri DB
Fare clic su "Registri DB":
Funzione
La sottofinestra dei registri DB permette di controllare il contenuto dei registri di indirizzi dei
blocchi dati (DB1 e DB2). Questa sottofinestra visualizza anche il numero del blocco di
codice corrente, quello del blocco di codice precedente e il numero dell'operazione
(contatore di indirizzo, abbreviato SAC).
5.4 Sottofinestra "Stack"
Per aggiungere questa sottofinestra ad una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Visualizza > Stack.
Fare clic su "Stack":
Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare le informazioni memorizzate nei seguenti stack
della CPU.
Lo stack di annidamento memorizza fino a sette registrazioni. Per ogni registrazione, lo
stack di annidamento memorizza gli stati dei bit RLC e OR della parola di stato. Per ogni
operazione che inizia una nuova stringa logica viene eseguita una registrazione nello
stack di annidamento. Le operazioni possono essere: And (A), And negato (AN), Or (O),
Or negato (ON), Or esclusivo (X) e Or esclusivo negato (XN).
Lo stack MCR memorizza un massimo di otto livelli di annidamento per rel master
control (MCR). Ogni livello visualizza lo stato del bit RLC di una operazione MCR che
inizia un'area MCR.
Sottofinestre
5.5 Sottofinestra "Ingresso"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 53
5.5 Sottofinestra "Ingresso"
Per aggiungere questa sottofinestra a una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Inserisci > Ingresso.
Fare clic sul pulsante "Inserisci ingresso":



Nota
La CPU reagisce immediatamente alle modifiche effettuate in questa sottofinestra (quelle
effettuate in una tabella delle variabili di STEP 7 vengono applicate al momento
opportuno nel ciclo della CPU: all'inizio del ciclo vengono letti gli ingressi, alla fine
vengono scritte le uscite).

Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare e modificare i dati riportati di seguito.
Ingressi di periferia (esterni): l'utente accede alle aree di memoria CPU degli ingressi
della periferia (PI). Se l'indirizzo della variabile corrisponde all'I/O di periferia di un
sistema F, S7-PLCSIM visualizza la sottofinestra con uno sfondo giallo.
Ingressi dell'immagine di processo: consentono di accedere all'area di memoria degli
ingressi (I) della CPU. Per default all'inizio di tutti i cicli di scansione la CPU sovrascrive
l'area di memoria degli ingressi (I) con i valori dell'area di periferia degli ingressi (PI). Se
si modifica un valore nell'area di memoria degli ingressi (I) il simulatore lo copia
immediatamente nell'area di periferia In tal modo, la modifica desiderata non va persa
quando, nel ciclo successivo, il valore dell'area di periferia sovrascrive quello
dell'immagine di processo degli ingressi.



Nota
possibile selezionare il formato numerico dell'ingresso o in alternativa utilizzare
l'indirizzamento simbolico, se sono stati associati i simboli. Gli ingressi possono essere
visualizzate anche mediante la sottofinestra "Bit verticali".

S7-PLCSIM non supporta la visualizzazione di PI e PQ dell'S7-300 in caso di connessione tramite
scheda CP
S7-PLCSIM non pu visualizzare le PI e le PQ di un'S7-300 simulata se sono collegate
tramite una scheda CP. La configurazione della scheda CP dell'S7-300 diversa da quella
dell'S7-400. S7-PLCSIM supporta solo la configurazione della scheda CP per l'S7-400.
Sottofinestre
5.6 Sottofinestra "Uscita"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
54 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
5.6 Sottofinestra "Uscita"
Per aggiungere questa sottofinestra a una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Inserisci > Uscita.
Fare clic sul pulsante "Inserisci uscita":



Nota
La CPU reagisce immediatamente alle modifiche effettuate in questa sottofinestra (quelle
effettuate in una tabella delle variabili di STEP 7 vengono applicate al momento
opportuno nel ciclo della CPU: all'inizio del ciclo vengono letti gli ingressi, alla fine
vengono scritte le uscite).

Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare e modificare i dati riportati di seguito.
Uscite di periferia (esterne): possibile accedere all'area di memoria di periferia delle
uscite (PQ) della CPU. Le modifiche apportate a un valore dell'area di periferia delle
uscite (PQ) aggiornano direttamente il corrispondente valore nella memoria delle uscite
(Q). Se l'indirizzo della variabile corrisponde all'I/O di perferia di un sistema F,
S7-PLCSIM visualizza la sottofinestra con uno sfondo giallo.
Uscite dell'immagine di processo: possibile accedere all'area di memoria delle uscite
(Q) della CPU. Durante il ciclo di scansione il programma calcola i valori delle uscite e li
inserisce nell'immagine di processo delle uscite. Al termine del ciclo il sistema operativo
legge dall'immagine di processo i valori calcolati e li invia alle uscite del processo.
L'immagine di processo delle uscite mappa i primi 512 byte (a seconda della CPU) della
memoria delle uscite di periferia.



Nota
possibile selezionare il formato numerico dell'uscita o in alternativa utilizzare
l'indirizzamento simbolico, se sono stati associati i simboli. Le uscite possono essere
visualizzate anche con la sottofinestra "Bit verticali".

S7-PLCSIM non supporta la visualizzazione di PI e PQ dell'S7-300 in caso di connessione tramite
scheda CP
S7-PLCSIM non pu visualizzare PI e PQ di un'S7-300 simulata se sono collegati tramite
una scheda CP. La configurazione della scheda CP dell'S7-300 diversa da quella dell'
S7-400. S7-PLCSIM supporta solo la configurazione della scheda CP per l'S7-400.
Sottofinestre
5.7 Sottofinestra "Merker"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 55
5.7 Sottofinestra "Merker"
Per accedere a questa sottofinestra effettuare una delle operazioni descritte di seguito.
Selezionare il comando di menu Inserisci > Merker
Fare clic sul pulsante "Inserisci merker":
Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare e modificare i merker:
Variabili memorizzate nell'area di memoria dei merker (M) della CPU.
Nell'area di memoria dei merker (M) vengono memorizzati i risultati temporanei calcolati
dal programma.
Formato con cui si accede ai dati.



Nota
possibile selezionare il formato numerico del merker o in alternativa utilizzare
l'indirizzamento simbolico, se sono stati associati i simboli. I merker possono essere
visualizzati anche con la sottofinestra "Bit verticali".

5.8 Sottofinestra "Temporizzatore"
Per aggiungere questa sottofinestra ad una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Inserisci > Temporizzatore.
Fare clic sul pulsante "Inserisci temporizzatore":
Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare e modificare i temporizzatori utilizzati dal
programma utente. La sottofinestra "Temporizzatore" visualizza il nome del temporizzatore,
il suo valore istantaneo e il valore di base.

Nota
Se si modifica il valore di base, cambia il valore istantaneo, mentre rimane invariato il valore
visualizzato. Il valore istantaneo, infatti, il risultato del valore visualizzato moltiplicato per il
valore di base. Ad esempio, se il valore del temporizzatore T0 600 e il valore di base 10
ms, viene impostato un temporizzatore di 6 secondi. Se si porta il valore di base a 100 ms, il
valore istantaneo del temporizzatore di 60 secondi (600 * 100 ms = 60 secondi).

Se sono stati associati i simboli possibile utilizzare per i temporizzatori l'indirizzamento
simbolico. inoltre possibile configurare per i temporizzatori il controllo automatico o
manuale utilizzando i comandi del menu "Esegui".
Sottofinestre
5.9 Sottofinestra "Contatore"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
56 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
5.9 Sottofinestra "Contatore"
Per aggiungere questa sottofinestra ad una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Inserisci > Contatore.
Fare clic sul pulsante Inserisci "Contatore":
Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare e modificare i contatori utilizzati dal programma
utente e si apre per default con il contatore C0.
possibile selezionare il formato numerico del contatore o in alternativa utilizzare
l'indirizzamento simbolico, se sono stati associati i simboli.
5.10 Sottofinestra "Generale"
Per aggiungere questa sottofinestra a una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Inserisci > Generale.
Fare clic sul pulsante "Inserisci variabili":
Risultato: si apre la finestra "Variabile".
Funzione
Questa sottofinestra permette di controllare e modificare i dati riportati di seguito.
Ingressi e uscite dell'area della periferia (esterna): possibile accedere alle aree di
memoria CPU degli ingressi e delle uscite della periferia (PI e PQ). Se l'indirizzo delle
variabili corrisponde agli I/O perferici di un sistema F, S7-PLCSIM visualizza la
sottofinestra con uno sfondo giallo.
Ingressi e uscite nelle immagini di processo: possibile accedere alle aree di memoria
degli ingressi (I) e delle uscite (Q) della CPU. Per default all'inizio di tutti i cicli di
scansione la CPU sovrascrive l'area di memoria degli ingressi (I) con i valori dell'area di
periferia degli ingressi (PI). Se si modifica un valore nell'area di memoria degli ingressi (I)
il simulatore lo copia immediatamente nell'area di periferia In tal modo, la modifica
desiderata non va persa quando, nel ciclo successivo, il valore dell'area di periferia
sovrascrive quello dell'immagine di processo degli ingressi.
Merker: possibile accedere alle variabili memorizzate nell'area di memoria dei merker
(M) della CPU.
Temporizzatori e contatori: possibile accedere ai temporizzatori e ai contatori utilizzati
dal programma.
Blocchi dati: possibile accedere ai dati salvati nei blocchi dati del programma, ad
esempio DB1.DBX 0.0 o DB1.DBW 0.
La CPU reagisce immediatamente alle modifiche effettuate in questa sottofinestra. Le
modifiche apportate alle variabili STEP 7 producono i loro effetti sul ciclo della CPU nel
momento opportuno: all'inizio del ciclo vengono letti gli ingressi, alla fine vengono scritte
le uscite.
possibile selezionare il formato numerico della variabile generale o in alternativa utilizzare
l'indirizzamento simbolico, se sono stati associati i simboli.
Sottofinestre
5.11 Sottofinestra "Bit verticali"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 57
5.11 Sottofinestra "Bit verticali"
Per aggiungere questa sottofinestra a una simulazione effettuare una delle seguenti
operazioni.
Selezionare il comando di menu Inserisci > Bit verticali.
Fare clic su "Inserisci bit verticali":
Risultato: si apre la finestra "Variabile".
Funzione
La sottofinestra "Bit verticali" pu essere utilizzata con gli indirizzi di bit o byte e consente di
visualizzare l'indirizzo assoluto o simbolico di ogni bit e di controllare e modificare i seguenti
dati:
Ingressi e uscite dell'area di periferia (esterna): l'utente accede all'area di periferia degli
ingressi (PI) e delle uscite (PQ) della CPU. Se l'indirizzo delle variabili corrisponde agli
I/O della periferia di un sistema F, S7-PLCSIM visualizza la sottofinestra con uno sfondo
giallo.
Ingressi e uscite nelle immagini di processo: possibile accedere alle aree di memoria
degli ingressi (I) e delle uscite (Q) della CPU. Per default all'inizio di tutti i cicli di
scansione la CPU sovrascrive l'area di memoria degli ingressi (I) con i valori dell'area di
periferia degli ingressi (PI). Se si modifica un valore nell'area di memoria degli ingressi (I)
il simulatore lo copia immediatamente nell'area di periferia In tal modo, la modifica
desiderata non va persa quando, nel ciclo successivo, il valore dell'area di periferia
sovrascrive quello dell'immagine di processo degli ingressi.
Merker: possibile accedere alle variabili memorizzate nell'area di memoria dei merker
(M) della CPU.
Blocchi dati: possibile accedere ai dati memorizzati nei blocchi dati del programma.
La CPU reagisce immediatamente alle modifiche effettuate in questa sottofinestra Le
modifiche apportate alle variabili STEP 7 producono i loro effetti sul ciclo della CPU nel
momento opportuno: all'inizio del ciclo vengono letti gli ingressi, alla fine vengono scritte le
uscite. Se sono stati associati dei simboli alle variabili della sottosottofinestra "Bit verticali"
possibile utilizzare l'indirizzamento simbolico.
Sottofinestre
5.11 Sottofinestra "Bit verticali"
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
58 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 59
OB di errore e di allarme
6

Introduzione
S7-PLCSIM supporta i seguenti OB di allarme e di errore:
dall'OB40 all'OB47 (Pagina 60) (interrupt di processo)
OB70 (Pagina 61) (errore di ridondanza I/O) {soltanto nei sistemi 417-H}
OB72 (Pagina 62) (errore di ridondanza CPU) {soltanto nei sistemi 417-H}
OB73 (Pagina 64) (errore di ridondanza di comunicazione) {soltanto nei sistemi 417-H}
OB80 (Pagina 64) (errore di tempo)
OB82 (Pagina 65) (allarme di diagnostica)
OB83 (Pagina 67) (allarme di estrazione/inserimento unit)
OB85 (Pagina 68) (errore di esecuzione programma)
OB86 (Pagina 69) (guasto del rack)
Procedimento
Per poter simulare l'attivazione di un OB procedere come indicato qui di seguito:
1. Selezionare il comando di menu Esegui > Attiva OB di errore.
2. Selezionare un OB o un gruppo di OB.
La configurazione hardware caricata nella simulazione determina quali OB sono
disponibili.



Nota
Se gi aperta una finestra di dialogo di un OB non vengono tenuti in considerazione i
dati di sistema modificati che vengono caricati nella simulazione. Per fare in modo che
l'OB utilizzi tali dati si deve chiudere e riaprire la finestra dell'OB.

OB di errore e di allarme
6.1 Indirizzi logici di base
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
60 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
6.1 Indirizzi logici di base
Funzione
Gli indirizzi logici di base vengono utilizzati come indirizzi di identificazione dalle unit. Per
poter identificare un'unit degli ingressi o delle uscite, gli OB seguenti devono conoscerne
l'indirizzo logico di base:
OB40 - OB 47
OB82
OB83
OB86
Definizione
Un indirizzo logico di base l'indirizzo pi basso che pu essere definito in
Configurazione HW di STEP 7 per un'unit inserita. L'indirizzo logico di base sempre il
numero intero pi piccolo.
Indirizzo logico di base nei diversi tipi di unit
Le unit inserite hanno 32 bit, ovvero 4 byte.
L'indirizzo logico di base sempre l'indirizzo pi basso di un'unit:
unit di ingresso = indirizzo di ingresso pi basso
unit di uscita = indirizzo di uscita pi basso
unit di ingresso/uscita = indirizzo di ingresso pi basso
6.2 Interrupt di processo (OB40-OB47)
Questa finestra di dialogo permette di attivare un interrupt di processo e di testare il
programma caricato negli OB da 40 a 47.
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.

Parametro Variabile Tipo di dati Descrizione
Indirizzo unit OB4x_MDL_ADDR WORD Indirizzo logico di base dell'unit che attiva l'allarme.
Stato dell'unit OB4x_POINT_ADDR DWORD
(esad.)
Per le unit digitali: array di bit con gli stati degli ingressi
dell'unit (il bit 0 corrisponde al primo ingresso).

Per le unit analogiche, CP o FM: stato di allarme
dell'unit (irrilevante per l'utente).
OB di allarme (sola
lettura)
OB4x_OB_NUMBR BYTE Numero dell'OB (da 40 a 47).
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.
OB di errore e di allarme
6.3 Errore di ridondanza I/O (OB70)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 61
6.3 Errore di ridondanza I/O (OB70)
Questa finestra di dialogo consente di attivare in PROFIBUS DP una perdita di ridondanza
che richiama l'OB70. Il comando di menu per aprire questa finestra di dialogo pu essere
selezionato solo se nella simulazione stata caricata la configurazione di una CPU H.
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.

Parametro (I/O) Variabile Tipo di dati Descrizione
Classe di errore dell'evento OB70_EV_CLASS BYTE Classe dell'evento e ID:
* B#16#72: Evento entrante
* B#16#73: Evento uscente
Codice errore OB70_FLT_ID BYTE Codice errore (valori possibili):
* B#16#A2
* B#16#A3
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.
Impostare inoltre i seguenti parametri:
Indirizzo di base del master DP
ID di sistema del master DP
Indirizzo di base dello slave DP
Numero di stazione DP
I valori riportati nei campi devono corrispondere a quelli assegnati in STEP 7 alla
configurazione hardware della CPU simulata.

Nota
L'indirizzo di base dello slave DP, il numero della stazione DP e la selezione Input/Output
sono disponibili soltanto per il codice di errore 0xA3.

OB di errore e di allarme
6.4 Errore di ridondanza CPU (OB72)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
62 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
6.4 Errore di ridondanza CPU (OB72)
Questa finestra di dialogo consente di attivare una perdita di ridondanza della CPU che
richiama l'OB72. Il comando di menu per aprire questa finestra di dialogo pu essere
selezionato solo se nella simulazione stata caricata la configurazione di una CPU H. Il
sistema operativo della CPU H richiama l'OB72 al verificarsi di uno dei seguenti eventi:
perdita di ridondanza delle CPU
commutazione al master di riserva
Errore di sincronizzazione
errore in un'unit SYNC
interruzione dell'aggiornamento
errore di confronto (ad es. RAM, PIQ)
L'OB72 viene eseguito da tutte le CPU H che si trovano in RUN in seguito ad un evento che
ha avviato l'OB.
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.

Parametro Variabile ID
Classe di errore dell'evento OB72_EV_CLASS B#16#73
B#16#75
B#16#78
B#16#79
Codice errore OB72_FLT_ID Vedere la tabella degli ID di errore
OB di errore e di allarme
6.4 Errore di ridondanza CPU (OB72)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 63
ID di errore dell'OB72 (codici di errore)
Il codice di errore in OB72_FLT_ID indica l'evento che ha determinato il richiamo dell'OB72.

OB72_FLT_ID Evento di avvio dell'OB72
B#16#01 Perdita di ridondanza (1 di 2) a causa di un errore nella CPU
B#16#02 Perdita di ridondanza (1 di 2) a causa di uno STOP della riserva attivato dall'utente
B#16#03 Sistema H (1 di 2) impostato sul funzionamento di ridondanza
B#16#20 Errore nel confronto della RAM
B#16#21 Errore durante il confronto del valore di uscita dell'immmagine di processo
B#16#22 Errore durante il confronto di merker, temporizzatori o contatori
B#16#23 Rilevamento di dati del sistema operativo diversi
B#16#31 Commutazione al master in standby in seguito ad un errore del master
B#16#33 Commutazione al master in standby in seguito all'intervento dell'operatore
B#16#34 Commutazione al master in standby a causa di un errore di collegamento del modulo di
sincronizzazione
B#16#35 Commutazione al master in standby attivata dall'SFC 90 "H_CTRL"
B#16#40 Errore di sincronizzazione nel programma utente causato dallo scadere del tempo di attesa
B#16#41 Errore di sincronizzazione nel programma utente causato dall'attesa in punti di
sincronizzazione diversi
B#16#42 Errore di sincronizzazione nel sistema operativo causato dall'attesa in punti di sincronizzazione
diversi
B#16#43 Errore di sincronizzazione nel sistema operativo causato dallo scadere del tempo di attesa
B#16#44 Errore di sincronizzazione nel sistema operativo causato da dati errati
B#16#50 Modulo SYNC mancante
B#16#51 Modifica del modulo SYNC in assenza di alimentazione
B#16#52 Modulo SYNC estratto/inserito
B#16#53 Modifica del modulo SYNC senza reset
B#16#54 Modulo SYNC: numero di telaio assegnato due volte
B#16#55 Errore/eliminazione del modulo SYNC
B#16#56 Numero di telaio non ammesso impostato nel modulo SYNC
B#16#C1 Interruzione dell'aggiornamento
B#16#C2 Interruzione dell'aggiornamento a causa del superamento del tempo di controllo durante
l'n-esimo tentativo (1 <= n <= numero massimo di tentativi di aggiornamento consentiti dopo
questo tipo di interruzione)
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.
OB di errore e di allarme
6.5 Errore di ridondanza comunicazione (OB73)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
64 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
6.5 Errore di ridondanza comunicazione (OB73)
Questa finestra di dialogo consente di attivare una perdita di ridondanza di un collegamento
S7 ad elevata disponibilit. Il comando di menu per aprire questa finestra di dialogo pu
essere selezionato solo se nella simulazione stata caricata la configurazione di una CPU
H.
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.

Parametro Variabile Tipo di dati Descrizione
Classe di errore dell'evento OB73_EV_CLASS BYTE Valore possibile di B#16#73 (perdita di
ridondanza della comunicazione) o B#16#72
(problema risolto)
Codice errore OB73_FLT_ID BYTE Valore possibile di B#16#E0
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.

6.6 Errore di tempo (OB80)
Questa finestra di dialogo consente di attivare un errore di tempo che richiama l'OB80.
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.

Parametri Variabile Tipo di dati Descrizione
Tempo di ciclo superato OB80_FLT_ID BYTE Codice di errore: B#16#01
L'OB richiesto ancora in esecuzione OB80_FLT_ID BYTE Codice di errore: B#16#02
Overflow del buffer di richiamo OB per la classe di
priorit attuale
OB80_FLT_ID BYTE Codice di errore: B#16#07
Omissione allarme dell'orologio:
* per sincronizzazione dell'ora OB80_FLT_ID BYTE Codice di errore: B#16#05
* al passaggio in RUN dopo STOP OB80_FLT_ID BYTE Codice di errore: B#16#06
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.
OB di errore e di allarme
6.7 Allarme di diagnostica (OB82)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 65
6.7 Allarme di diagnostica (OB82)
Questa finestra di dialogo consente di attivare un allarme di diagnostica che richiama l'OB82.
Condizioni di errore
Test di default: (opzionale): questa casella di riepilogo consente di selezionare le condizioni
di errore che verranno in seguito impostate automaticamente.
Per tutte le condizioni di errore, la classe di evento (OB82_EV_CLASS) viene impostata su
B#16#39 (evento in arrivo) e OB82_FLT_ID utilizza il codice di errore B#16#42. Se non sono
state selezionate condizioni di errore (unit OK), la classe di evento viene impostata su
B#16#38 (evento in uscita).
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.
Indirizzo unit
l'indirizzo dell'unit in cui si verificato l'errore l'indirizzo logico di base: il primo ingresso
(se presente un ingresso) o l'indirizzo della prima uscita (esempio: PIB0).

Parametro Variabile Tipo di dati
Indirizzo unit OB82_MDL_ADDR Int
OB di errore e di allarme
6.7 Allarme di diagnostica (OB82)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
66 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Condizioni di errore
Per abilitare le seguenti condizioni di errore fare clic sulla casella corrispondente.

Casella parametro Variabile Tipo di dati
Guasto unit (sola lettura) OB82_MDL_DEFECT BOOL
Errore interno OB82_INT_FAULT BOOL
Errore esterno OB80_EXT_FAULT BOOL
Errore di canale OB82_PNT_INFO BOOL
Manca la tensione ausiliaria esterna OB82_EXT_VOLTAGE BOOL
Manca il connettore frontale OB82_FLD_CONNCTR BOOL
Unit non parametrizzata OB82_NO_CONFIG BOOL
Parametri errati dell'unit OB82_CONFIG_ERR BOOL
Informazioni sul canale disponibili OB82_MDL_TYPE BYTE (Bit 4)
Informazioni utente disponibili OB82_MDL_TYPE BYTE (Bit 5)
Allarme di diagnostica dell'unit di
sostituzione
OB82_MDL_TYPE BYTE (Bit 6)
Modulo utente errato/mancante OB82_SUB_MDL_FAULT BOOL
Disturbo della comunicazione OB82_COMM_FAULT BOOL
Modo di funzionamento STOP OB82_MDL_STOP BOOL
stato attivato il controllo del tempo di
ciclo
OB82_WTCH_DOG_FLT BOOL
Guasto dell'alimentatore interno
dell'unit
OB82_INT_PS_FLT BOOL
Batteria scarica OB82_PRIM_BATT_FLT BOOL
Guasto dell'intera bufferizzazione OB82_BCKUP_BATT_FLT BOOL
Guasto dell'apparecchiatura di
ampliamento
OB82_RACK_FLT BOOL
Guasto del processore OB82_PROC_FLT BOOL
Errore Eprom OB82_EPROM_FLT BOOL
errori RAM OB82_RAM_FLT BOOL
Errore convertitore A/D e D/A OB82_ADU_FLT BOOL
Guasto del fusibile OB82_FUSE_FLT BOOL
Interrupt di processo perso OB82_HW_INTR_FLT BOOL
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.
OB di errore e di allarme
6.8 Allarme di estrazione/inserimento unit (OB83)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 67
6.8 Allarme di estrazione/inserimento unit (OB83)
Questa finestra di dialogo consente di attivare un allarme di estrazione/inserimento che
richiama l'OB83.
Condizioni di errore
Per tutte le condizioni di errore la classe di evento (OB83_EV_CLASS) viene impostata su
B#16#39 (evento in arrivo). Se non sono state selezionate condizioni di errore (unit OK), la
classe di evento viene impostata su B#16#38 (evento in uscita).
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.

Parametro Variabile Tipo di dati Valore / Descrizione
Unit estratta o non indirizzabile OB83_FLT_ID BYTE B#16#61
Unit inserita: tipo unit OK OB83_FLT_ID BYTE B#16#61
Unit inserita: tipo unit errato OB83_FLT_ID BYTE B#16#63
Unit inserita: identificazione tipo
non leggibile
OB83_FLT_ID BYTE B#16#64
Unit inserita: errore nella
parametrizzazione unit
OB83_FLT_ID BYTE B#16#65
Indirizzo unit OB83_MDL_ADDR WORD Indirizzo logico di base dell'unit. In caso di
unit mista, indirizzo logico pi basso utilizzato
dell'unit. Se gli indirizzi logici di I e e O
dell'unit mista sono uguali, l'indirizzo logico di
base avr l'identificazione "Q".
Esempio: PQW0
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.
OB di errore e di allarme
6.9 Errore di esecuzione programma (OB85)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
68 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
6.9 Errore di esecuzione programma (OB85)
Questa finestra di dialogo consente di attivare un errore di esecuzione del programma che
richiama l'OB85. L'OB85 viene richiamato automaticamente se si verifica un errore mentre il
sistema operativo accede a un blocco (codice di errore B#16#A3).
Si tenga presente che gli eventi B#16#A1, B#16#A2, B#16#B1 e B#16#B2 devono essere
generati in modo diverso, ad esempio cancellando dal programma utente uno dei blocchi
richiesti.
Parametri impostabili
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa finestra di dialogo vengono
trasferiti alle variabili descritte di seguito.

Parametro Variabile Tipo di dati Valore
Funzione integrata: OB85_Z1 WORD
Errore non risolto
Blocco non caricato
Errore di lunghezza area
Errore di protezione
scrittura
W#16#0100
W#16#0101
W#16#0102
W#16#0103
Temporizzatore IEC: OB85_Z1 WORD
Errore non risolto
Blocco non caricato
Errore di lunghezza area
Errore di protezione
scrittura
W#16#0200
W#16#0201
W#16#0202
W#16#0203
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.
OB di errore e di allarme
6.10 Guasto del rack (OB86)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 69
6.10 Guasto del rack (OB86)
Questa finestra di dialogo consente di attivare un guasto del rack che richiama l'OB86.
Condizioni di errore
Per tutte le condizioni di errore, la classe di evento (OB86_EV_CLASS) viene impostata su
B#16#39 (evento in arrivo). Se non sono selezionate condizioni di errore (ritorno rack, ritorno
rack con scostamento, ritorno di stazione DP, stazione DP OK), la classe di evento viene
impostata su B#16#38 (evento in uscita).
Le due schede della finestra di dialogo contengono le opzioni descritte di seguito.
Scheda "Apparecchiatura di ampliamento"
Scheda "DP"
Scheda "Apparecchiatura di ampliamento"
Quando viene richiamato l'OB, i parametri selezionati in questa scheda vengono trasferiti
alle seguenti variabili.

Parametro Variabile Tipo di dati Valore
Indirizzo IM OB86_MDL_ADDR WORD Indirizzo dell'unit di interfaccia (IM) a cui
sono connessi le apparecchiature di
ampliamento.
Avaria OB86_FLT_ID BYTE B#16#C1
Ritorno OB86_FLT_ID BYTE B#16#C1
Ritorno con scostamento OB86_FLT_ID BYTE B#16#C2
Rack di ampliamento
nuovamente operativo ma
errore nella parametrizzazione
dell'unit
OB86_FLT_ID BYTE B#16#C6
Stato del rack di ampliamento OB86_RACKS_FLTD ARRAY OF BOOL Indica lo stato di un massimo di ventuno
rack di ampliamento connessi all'unit di
interfaccia (IM). Nel campo si deve
selezionare il rack in cui si verificato
l'errore.
Verde = OK
Rosso = Errore
Grigio = Non configurato
OB di errore e di allarme
6.10 Guasto del rack (OB86)
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
70 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Scheda "DP"
Questa scheda permette di attivare gli errori del sistema DP e di visualizzare lo stato DP in
presenza di diverse condizioni di errore. Quando viene richiamato l'OB, i parametri
selezionati in questa scheda vengono trasferiti alle seguenti variabili.

Parametro Variabile Tipo di dati Valore
Sottorete OB86_MDL_ADDR WORD Indirizzo logico di base del sistema
master DP.
Errore di sistema master DP OB86_FLT_ID BYTE B#16#C3
Stazione non reagisce OB86_FLT_ID BYTE B#16#C4
Ritorno stazione OB86_FLT_ID BYTE B#16#C4
Ritorno stazione "tutto" OB86_FLT_ID BYTE B#16#C4
Attiva un "Ritorno stazione" per ogni
slave DP con errori. Non viene
emessa una segnalazione
cumulativa.
Stazione nuovamente
operativa con errore
OB86_FLT_ID BYTE B#16#C7
Ritorno stazione con
scostamento
OB86_FLT_ID BYTE B#16#C8
Stato DP OB86_RACKS_FLTD ARRAY OF BOOL Indica lo stato di un massimo di 126
stazioni DP. Nel campo si deve
selezionare il rack in cui si verificato
l'errore.
Verde = OK
Rosso = Errore
Grigio = Non configurato
Per maggiori informazioni consultare la Guida ai blocchi organizzativi di STEP 7 oppure il
manuale di riferimento SIMATIC Software di sistema per S7-300/400, Funzioni standard e di
sistema.


S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 71
Informazioni di riferimento
7
7.1 Icone e comandi di menu
Comandi di menu di S7-PLCSIM

Icona Barra delle funzioni Comando di menu Descrizione
Simulazione

Standard File > Nuovo PLC Crea una nuova istanza con una nuova CPU allo
stato iniziale.

Standard File > Apri PLC Chiude la simulazione attuale e crea una nuova
CPU dai dati salvati nella stessa istanza.
File > Chiudi PLC Chiude la simulazione attuale e crea una nuova
CPU allo stato iniziale nella stessa istanza.

Standard File > Salva PLC Salva la simulazione attuale.
File > Salva PLC con nome Salva la simulazione attuale con un nuovo nome.
File > Apri superficie di lavoro Apre una superficie di lavoro memorizzata.
File > Chiudi superficie di lavoro Chiude la superficie di lavoro attuale.
File > Salva superficie di lavoro Salva la disposizione attuale della superficie di
lavoro.
File > Salva superficie di lavoro con
nome
Salva la superficie di lavoro attuale con un nuovo
nome.
File > Ultima simulazione Apre una delle ultime simulazioni.
File > Ultima superficie di lavoro Apre una delle ultime superfici di lavoro.
File > Esci Chiude tutte le finestre e termina l'applicazione.
Modifica
Modifica > Annulla Annulla l'ultima azione effettuata.

Standard Modifica > Taglia Cancella gli oggetti selezionati e li inserisce negli
appunti.

Standard Modifica > Copia Copia gli oggetti selezionati e li inserisce negli
appunti.

Standard Modifica > Incolla Inserisce il contenuto degli appunti nella posizione
attuale del cursore.
Visualizza

Inserimento di un
oggetto
Visualizza > Accumulatori Mostra gli accumulatori da 1 a 4 e la parola di
stato.

Inserimento di un
oggetto
Visualizza > Registri DB Mostra i registri degli indirizzi e dei DB.

Inserimento di un
oggetto
Visualizza > Stack Mostra gli stack MCR e di annidamento.
Visualizza > Barre degli strumenti Mostra alcune barre degli strumenti (on/off).
Visualizza -> Barra di stato Mostra la barra di stato (on/off).

Standard Visualizza > Sempre in primo piano Visualizza la simulazione sempre in primo piano.
Informazioni di riferimento
7.1 Icone e comandi di menu
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
72 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Icona Barra delle funzioni Comando di menu Descrizione
Inserisci

Inserimento di un
oggetto
Inserisci > Ingresso Visualizza un ingresso.

Inserimento di un
oggetto
Inserisci > Uscita Visualizza un'uscita.

Inserimento di un
oggetto
Inserisci > Merker Visualizza un merker.

Inserimento di un
oggetto
Inserisci > Temporizzatore Visualizza un temporizzatore.

Inserimento di un
oggetto
Inserisci > Contatore Visualizza un contatore.

Inserimento di un
oggetto
Inserisci > Generale Visualizza un valore numerico.

Inserimento di un
oggetto
Inserisci > Bit verticali Visualizza un byte.
PLC
PLC > Alimentazione on Accende il PLC.
PLC > Alimentazione off Spegne il PLC.
PLC > Cancellazione totale Cancella il programma di controllo e la memoria
delle variabili.
Esegui
Esegui > Posizione interruttore a
chiave
Imposta l'interruttore a chiave della CPU sul modo
operativo scelto.
Esegui > Posizione interruttore di
avvio
Imposta l'interruttore di avvio.


Modo CPU Esegui > Modo di scansione Imposta il modo di scansione.

Modo CPU Esegui > Ciclo successivo Esegue il ciclo successivo.

Modo CPU Esegui > Interrompi Arresta immediatamente il programma.
Esegui > Temporizzazione automatica Imposta i temporizzatori sul funzionamento
automatico.
Esegui > Temporizzazione manuale Imposta i temporizzatori sul funzionamento
manuale.

Modo CPU Esegui > Resetta temporizzatori Resetta uno o tutti i temporizzatori.
Esegui > Attiva OB di errore Attiva un OB di errore.
Esegui > Controllo ciclo di scansione Impostare e attiva il tempo di controllo del ciclo di
scansione.
Informazioni di riferimento
7.1 Icone e comandi di menu
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 75
Icona Barra delle funzioni Comando di menu Descrizione

Strumenti

File di registrazione/
playback
Strumenti > Registrazione/playback Registra o riproduce una sequenza di eventi.

Standard Strumenti > Opzioni > Aggiungi
simboli
Cerca la tabella dei simboli del programma
caricato.
Strumenti > Opzioni > Visualizza
simboli
Visualizza il simbolo di una variabile.
Strumenti > Opzioni > Dati di
riferimento
Mostra i dati di riferimento per il programma
attuale.
Strumenti > Opzioni > Tabella dei
simboli
Apre la tabella dei simboli attuale.
Finestra

Standard Finestra > Sovrapponi Dispone le finestre aperte una sopra l'altra.

Standard Finestra > Affianca Dispone le finestre aperte secondo un ordine
logico.
finestra > Disponi icone Dispone le icone lungo il margine inferiore
dell'interfaccia utente.
Finestra > 1,2,3 ... 9 Attiva una sottofinestra gi aperta.
?
? > Argomenti della Guida... Visualizza il sommario degli argomenti della
Guida.
? < Introduzione Descrive le funzioni dell'applicazione.
? > Guida introduttiva Descrive le operazioni principali dell'applicazione.
? > Uso della Guida Visualizza informazioni sull'uso della Guida.
? > Informazioni su... Visualizza informazioni sulla versione
dell'applicazione.

Standard Visualizza la Guida ai pulsanti, menu e finestre di
dialogo.
Informazioni di riferimento
7.2 Formati di dati numerici di S7-PLCSIM
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
74 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
7.2 Formati di dati numerici di S7-PLCSIM
Formati dei dati numerici supportati
La seguente tabella elenca i formati di dati numerici supportati da S7-PLCSIM.

Formati dei dati numerici Taglia Esempio
Bit Bit, byte = off, = on
Binario Byte, parola 1001_0011
Numero decimale Byte, parola, doppia parola 232
Hex (esadecimale) Byte, parola, doppia parola 9A
Formato S7 Byte, parola, doppia parola dw#16#9a2ff23
Integer (numero intero) Parola, doppia parola 632, 2370
BCD (decimale codificato in binario) Parola, doppia parola 400
Real Doppia parola 1.234567e+023
Carattere Byte, parola, doppia parola 'C', 'AB'
String 254 caratteri alfanumerici Questa una stringa
DT (DATE_AND_TIME) 8 byte 2006-12-25-08:01:01
Avvertenza: il formato numerico DT non
supporta i millisecondi.
Se tutti gli 8 byte sono 0, il DT di default 1999-
11-30-00:00:00.
S5TIME WORD 3m5s00ms
Data WORD 1998-06-18
Tempo Doppia parola 9h26m53s703ms
TOD Doppia parola 9:26:53.702
Reg. scorr.: Dec Byte, parola, doppia parola

Reg. scorr.: Int Parola, doppia parola

Reg. scorr.: Real Doppia parola

Informazioni di riferimento
7.3 Suggerimenti per la soluzione degli errori
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 75
7.3 Suggerimenti per la soluzione degli errori
Problemi e soluzioni consigliate
La seguente tabella descrive alcuni problemi che possono verificarsi quando si utilizza
S7-PLCSIM e ne elenca le possibili cause e soluzioni.

Problema Possibili cause e soluzioni
Verificare se la CPU in STOP o RUN-P. Non possibile caricare il programma se
la CPU simulata si trova nel modo RUN, a meno che non siano stati configurati
degli elementi CiR (Configuration in RUN) in STEP 7. Gli oggetti CiR sono gli unici
a poter essere caricati in S7-PLCSIM nel modo RUN.
Se il programma utente contiene un blocco dati di sistema (SDB), verificare che la
CPU sia in STOP. Nella CPU simulata, come in quelle reali, gli SDB possono
essere caricati solo se la CPU in STOP.
Avvertenza: se la sottofinestra "CPU" si trova nel modo RUN-P, STEP 7 chiede di
impostarla in STOP in modo da poter caricare la configurazione hardware.
Il programma non viene caricato
nella CPU simulata.
Verificare che la CPU e il programma utilizzino lo stesso indirizzo di nodo e nome
di sottorete. L'indirizzo di nodo definito per il programma deve corrispondere a
quello della CPU.
Quando si tenta di chiudere la CPU
simulata, un messaggio avverte che
c' ancora un collegamento aperto.
Se si tenta di chiudere la CPU simulata mentre uno dei tool STEP 7 (ad esempio
Stato S7) sta controllando il programma, STEP 7 avverte l'utente di scollegare il
tool dalla CPU simulata. Prima di chiudere la CPU simulata si deve scollegare
STEP 7 dalla CPU disattivando il controllo dello stato del programma oppure
chiudendo l'applicazione.
S7-PLCSIM non reagisce e sembra
"bloccata."
Controllare l'opzione impostata nel menu Esegui. Quando attivo il modo
"Interrompi" o "Ciclo singolo" S7-PLCSIM pu sembrare bloccato.
Si specifica una variabile di periferia
e compare il messaggio di errore
"Indirizzo non valido" nonostante
l'indirizzo sia valido.
- oppure -
Compare un messaggio di errore di
accesso alla periferia nel programma
nonostante il progetto S7-300
contenga la configurazione corretta.
Solo le CPU 315-2DP, 316-2DP e 318-2 caricano la configurazione degli I/O. Se si
carica un programma da un'altra CPU S7-300, i dati di sistema non contengono la
configurazione degli I/O, per cui quando si cerca di accedere agli I/O della periferia
in S7-PLCSIM, si verifica un errore.
Per evitare questi errori, creare innanzitutto una configurazione hardware con unit
I/O gi configurate nei dati di sistema. In questo modo si stabilisce quali unit
debbano essere disponibili per la CPU. A questo scopo creare un progetto e
configurare una CPU S7-300 per la quale gli I/O non vengono configurati
automaticamente (ad esempio una CPU 315-2DP, 316-2DP o 318-2), quindi
caricare la configurazione hardware in S7-PLCSIM. Sar cos possibile caricare
blocchi di programma da qualsiasi programma S7, e gli ingressi e le uscite
verranno gestiti correttamente.
Superamento del ciclo per gli allarmi
di schedulazione orologio
Nella simulazione dei sistemi importante che tra gli eventi di avvio dei singoli OB
di schedulazione orologio trascorra un tempo sufficiente all'elaborazione degli
allarmi stessi. Pu essere necessario aumentare proporzionalmente gli intervalli tra
gli allarmi.

Informazioni di riferimento
7.3 Suggerimenti per la soluzione degli errori
S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
76 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 77
Indice analitico
A
Accumulatori della CPU, 51
Accumulatori e parola di stato, visualizzazione, 51
Accumulatori, caratteristiche in comune con le CPU
S7-400, 10
Allarme di diagnostica (OB82), 65
Allarme di estrazione/inserimento unit (OB83), 67
Allarme di inserimento unit (OB83), 67
Apertura
File di eventi, 42
Aree di memoria, 14
Differenze rispetto a un sistema di automazione
reale, 10
Periferia, 10
Processo, 10
Aree di periferia, 14
Bit verticali, 57
Differenze nell'aggiornamento rispetto a un sistema
di automazione reale, 10
Errore di accesso, 75
Ingresso, 53
Uscita, 54
Arresto della registrazione o del playback, 42
Arresto della registrazione/del playback, 42
Assegnazione dei simboli per la simulazione, 41
B
BCD (decimale codificato in binario), formato di dati
numerici, 74
Binario, formato di dati numerici, 74
Bit verticali, controllo e modifica, 57
Blocchi dati, 14
Buffer di diagnostica: differenze rispetto a un sistema
di automazione reale, 10
C
C (contatore), 14
Carattere, 74
Caricamento nella CPU
Problemi, 75
Chiusura
Simulazione con collegamenti, 75
Ciclo successivo, esecuzione, 33



Comandi MC, 48
Contatore
Controllo e modifica, 56
Controllo
Programma simulato, 35
CPU 317-T, simulazione, 48
Creazione di un nuovo file di eventi, 42
D
Data, formato di dati numerici, 74
DATE_AND_TIME, formato di dati numerici, 74
Descrizioni rapide dei simboli, 41
Differenze rispetto a un sistema di automazione
reale, 10
Documentazione attinente, 5
DT (DATE_AND_TIME), formato di dati numerici, 74
E
Eerrore di esecuzione programma (OB85), 68
Elementi CiR, 50
Errore di ridondanza
Comunicazione (OB73)T, 64
CPU (OB72), 62
I/O (OB70), 61
Errore di ridondanza comunicazione (OB73), 64
Errore di ridondanza CPU (OB72), 62
Errore di stazione, 69
Errore di tempo (OB80), 64
Esadecimale (Hex), formato di dati numerici, 74
Esecuzione del programma a ciclo continuo
Impostazione, 33
Utilizzo per la ricerca degli errori, 37
Esecuzione del programma a ciclo singolo
Impostazione, 33
Utilizzo per la ricerca degli errori, 37
Evidenziazione dei termini trovati, Guida in linea, 26
F
Formati dei dati numerici, 74
Formati di dati, 74
Formati, dati numerici, 74
Indice analitico

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
78 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Formato dati numerico, slider, 36
Formato S7, formato di dati numerici, 74
G
Guasto del rack (OB86), 69
Guida, 26
Accesso tramite F1, 26
Pulsanti della finestra della Guida, 26
Guida in linea, 26
Accesso tramite F1, 26
Pulsanti della finestra della Guida, 26
I
I (ingresso), 14
I/O (ingresso/uscita)
Differenze rispetto a un sistema di automazione
reale, 10
Errore di ridondanza I/O (OB70), 61
Ingresso, 53
Uscita, 54
I/O di periferia dei sistemi F, 49, 53, 54
Immagine di processo, 14
Bit verticali, 57
Differenze nell'aggiornamento rispetto a un sistema
di automazione reale, 10
Ingresso, 53
Uscita, 54
Indicatori della CPU, 51
Indirizzamento simbolico, 41
Ingresso, 14
Variabile, controllo e modifica, 53
Inserimento e disinserimento dell'alimentazione nel
PLC simulato, 40
Integer (numero intero), formato di dati numerici, 74
Interrupt di processo (OB40-OB47)T, 60
L
LED, 51
LED DC, 51
LED DP, 51
LED SF, 51
M
M (merker), 14
Manuali attinenti, 5
MCR (rel master control), 52
Merker, 14
Controllo e modifica, 55
Messaggio di "collegamento aperto", 75
Modi di funzionamento, 50
Modi di funzionamento della CPU, 50
Modo, esecuzione del programma, 33
N
Numeri telefonici, supporto, 5
Numero decimale, formato di dati numerici, 74
O
OB, 59
Allarme di diagnostica (OB82), 65
Allarme di estrazione/inserimento unit (OB73), 67
Eerrore di esecuzione programma (OB85)T, 68
Errore di ridondanza comunicazione (OB73)T, 64
Errore di ridondanza CPU (OB72), 62
Errore di ridondanza I/O (OB70), 61
Errore di tempo (OB80), 64
Guasto del rack (OB86), 69
Interrupt di processo (OB40-OB47)T, 60
OB di allarme, 10, 59
OB40-OB47 (interrupt di processo)T, 60
OB82 (allarme di diagnostica), 65
OB83 (allarme di estrazione/inserimento unit), 67
OB di errore, 59
OB70 (errore di ridondanza I/O), 61
OB72 (errore di ridondanza CPU), 62
OB73 (errore di ridondanza comunicazione), 64
OB80 (errore di tempo), 64
OB85 (errore di esecuzione programma), 68
OB86 (guasto del rack), 69
OB40 ... OB47, 60
OB70, 61
OB72, 62
OB73, 64
OB80, 64
OB82, 65
OB83, 67
OB85, 68
OB86, 69
Opzioni di esecuzione del programma, 33
P
Parola di stato, 51
PI (ingresso di periferia), 14
Playback, 42
Indice analitico

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02 79
PLC
Simulazione, 35
PLC simulato
Controllo, 35
Posizione dell'interruttore a chiave, 50
PQ (uscita di periferia), 14
Programma di controllo, controllo, 35
ProSim, 5
Pulsante "Delta", registrazione/playback, 42
Pulsante "Indietro", finestra della Guida, 26
Pulsante "Mostra", finestra della Guida, 26
Pulsante "Nascondi", finestra della Guida, 26
Pulsante "Opzioni", finestra della Guida, 26
Pulsante "Stampa", finestra della Guida, 26
Q
Q (uscita), 14
R
Real, formato di dati numerici, 74
Registrazione/playback, 42
Registri DB, controllo e modifica, 52
Registro di scorrimento, formato di dati numerici, 74
Registro indirizzi, 51
rel master control (MCR), 52
Reset dei temporizzatori, 40, 55
Ricerca nella Guida in linea, 26
Riproduzione del file di eventi, 42
RUN, 50
LED, 51
RUN-P, 50
S
S5TIME, formato di dati numerici, 74
S7-PLCSIM bloccato, 75
S7ProSim, 5
Salvataggio
File di eventi, 42
Superficie di lavoro, 30
Scheda "Apparecchiatura di ampliamento", 69
Scheda "Argomenti della Guida", finestra della
Guida, 26
Scheda "DP", 69
Scheda "Indice", finestra della Guida, 26
Selezione
Formato dati numerico, 36
Opzioni di esecuzione del programma, 33
Valore massimo del regolatore a scorrimento, 36
Valore minimo del regolatore a scorrimento, 36
Servizio clienti, 5
Simulazione del controllo del movimento, 48
Simulazione del programma, 35
Simulazione di una CPU 317-T, 48
Sistema di automazione S7 reale, differenze rispetto a
S7-PLCSIM, 10
Soluzione degli errori di simulazione del PLC, 75
Generale, 75
Registrazione/playback, 42
Sottofinestre, 49
Accumulatori e parola di stato, 51
Bit verticali, 57
Contatore, 56
CPU, 50
Ingresso, 53
Merker, 55
Registri DB, 52
Regolatore a scorrimento, 36
Stack, 52
Temporizzatori, 55
Uscita, 54
Utilizza, 35
Variabile generale, 56
Variabili dei sistemi F, 49
Stack, 52
Stato della registrazione/del playback, 42
Stato sicuro non attivato, 10
STOP, 50
Differenze rispetto a un sistema di automazione
reale, 10
LED, 51
String, formato di dati numerici, 74
Stringa, 74
Suggerimenti per la soluzione degli errori, 75
T
T (temporizzatore), 14
Tabella dei simboli, 41
Tabella delle variabili, 10
Technical Support, 5
Tempo, formato di dati numerici, 74
Indice analitico

S7-PLCSIM V5.4 incl. SP3
80 Manuale d'uso, 03/2009, A5E00992428-02
Temporizzatori, 14
Controllo e modifica, 55
Differenze rispetto a un sistema di automazione
reale, 10
Manuale, 40
Reset, 40
Temporizzazione manuale, utilizzo, 40
Test con S7-PLCSIM, 37
U
Uscita, 14
Controllo e modifica, 54
Utilizza
Guida, 26
Regolatore a scorrimento, 36
S7-PLCSIM per il controllo del programma
simulato, 35
Utilizzo
Indirizzamento simbolico, 41
Registrazione/playback, 42
S7-PLCSIM per il test dei programmi, 37
Sottofinestre, 49
V
Valore massimo del regolatore a scorrimento, 36
Valore minimo del regolatore a scorrimento, 36
Variabili generali, controllo e modifica, 56
Visualizzazione e assegnazione dei simboli, 41