Sei sulla pagina 1di 12

Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n.

596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria

Seminario internazionale

La famiglia: una risorsa per superare la crisi

Roma 18 settembre 2014


2 CONTRIBUTO dellASSOCIAZIONE COMUNITA PAPA GIOVANNI XXIII


di Maria Mercedes RossiDelegata permanente dellAssociazione Comunit Papa
Giovanni XXIII alle Nazioni Unite (Ginevra e New York)


LA FAMIGLIA COSTRUISCE LA SOCIETA

1. Introduzione
Non c alcun dubbio sul fatto che la legislazione internazionale e
anche le costituzioni di molti Stati riconoscano alla famiglia un ruolo
fondamentale nella societ.
La Dichiarazione Universale dei Diritti dellUomo, allarticolo 16,
comma 3, dice chiaramente che la famiglia (implicitamente intesa
come matrimonio fra un uomo e una donna) il nucleo naturale e
fondamentale della societ e ha diritto a essere protetta dalla societ e
dallo Stato.
Cos pure, la Convenzione Internazionale sui Diritti dellInfanzia del
1989, riconosce nel suo preambolo che la famiglia, quale nucleo
fondamentale della societ e quale ambiente naturale per la crescita e il
benessere di tutti i suoi membri e in particolare dei bambini, debba
ricevere l'assistenza e la protezione necessarie per poter assumere
pienamente le sue responsabilit all'interno della comunit.
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
La Convenzione ancora dice che il bambino, per il pieno e armonioso
sviluppo della sua personalit, deve crescere in un ambiente familiare,
in un'atmosfera di felicit, amore e comprensione.
La nostra costituzione italiana allArt. 29 afferma che La Repubblica
riconosce i diritti della famiglia come societ naturale fondata sul
matrimonio. e allart. 31 che La Repubblica agevola con misure
economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e
l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle
famiglie numerose.
Nel 2009, sono state approvate le Linee-guida internazionali per la cura
alternativa dei bambini senza cura genitoriale di cui i Membri Stati
delle Nazioni Unite dovrebbero tener conto nel formulare le leggi
nazionali. Le linee-guida affermano chiaramente limportanza di
sostenere innanzitutto la famiglia di origine e nel caso questa non esista
o non possa prendersi cura dei bambini, di ricorrere allaffidamento
famigliare e/o adozione o allinserimento in strutture di tipo famigliare
evitando listituzionalizzazione.
Profeticamente Don Oreste Benzi, fondatore della Comunit Papa
Giovanni XXIII, lanciava trenta anni fa lo slogan Chiudiamo gli Istituti,
apriamo le famiglie!
2. La Famiglia in una societ che cambia
La famiglia, ha subito nel corso del XX secolo profonde trasformazioni.
Agli inizi del Novecento si parlava di famiglia patriarcale, dove i ruoli
dei coniugi erano nettamente distinti: il capofamiglia, l'uomo, pensava
a lavorare e a mantenere la famiglia, mentre la donna si preoccupava
delle faccende di casa e della crescita dei figli.
Dagli anni Cinquanta, tuttavia, la famiglia tradizionale ha cominciato a
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
conoscere notevoli mutamenti. Ci sono stati cambiamenti della societ,
quali l'emancipazione femminile, (la donna negli ultimi decenni con il
riconoscimento di diritti fondamentali si sempre pi inserita nella
societ, ma al di fuori dell'ambito familiare; partecipa all'attivit
lavorativa, alla vita politica e assume il ruolo di "manager"), la
rivoluzione sessuale, la legge sul divorzio, il calo delle nascite, le
nuove tecnologie legate alla riproduzione (fecondazione assistita), il
fenomeno delleclissi del padre cominciato alla fine degli anni 60 etc.
Inoltre la globalizzazione e la societ dell'informazione hanno
determinato sostanziali differenze tra i rapporti all'interno della famiglia
e la vita nella societ attuale. La cultura del consumismo, basata sul
concetto dellusa e getta, la cultura del relativismo, la penetrazione
dellideologia del gender, la cosiddetta societ liquida
1
(concetto
elaborato da Bauman, sociologo polacco di fama internazionale),
hanno provocato rapidi e notevoli cambiamenti di mentalit.
Oggi giorno, la famiglia sta attraversando una situazione di crisi, dovuta
da una parte alla perdita di valori morali importanti e dall'altra al lavoro
e agli impegni che condizionano la vita quotidiana della coppia
italiana. E una crisi profonda, di trasformazione e di rifondazione.
Se una volta si parlava di modelli famigliari diversi riferiti per solo ai
differenti contesti culturali nel mondo (famiglia estesa africana, la
famiglia arabo-musulmana, famiglia asiatica), oggi emergono nuovi
tipi di vita famigliare che rappresentano una buona parte della
popolazione italiana: le libere unioni o convivenze, le famiglie
ricostituite, quelle formate da single fino a ipotizzare le famiglie di
omosessuali che reclamano il diritto al matrimonio. Si sta entrando in
confusione sul concetto stesso di famiglia.
Le forme familiari sono state storicamente molto variabili, tuttavia,

!
La "vita liquida" una vita nella quale sembra non ci siano punti fermi; tutto cambia molto velocemente, troppo
velocemente. Stiamo ancora imparando come affrontare una situazione, ma, nel frattempo, la realt cambiata, la
situazione diversa, e i nostri strumenti diventano subito inadeguati o, come si dice oggi, "obsoleti"
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
nessuna societ ha mai potuto abolire la famiglia. Quando ha cercato
di farlo, quella societ scomparsa, oppure ha dovuto ridare spazio
alla famiglia. La ragione fondamentale consiste nel fatto che la famiglia
una struttura sociale che ha il compito di umanizzare le persone
attuando il passaggio dalla natura alla cultura.
Occorre ricordare, inoltre, che anche se ci sono molte famiglie in crisi
e separate/divorziate, ci sono ancora tante famiglie che nella
quotidianit continuano a essere salde e testimoniare la forza di un
amore incondizionato e duraturo nonostante le numerose difficolt.
Come dice un famoso proverbio africano Fa pi rumore un albero che
cade che una foresta che cresce. Le famiglie che rimangono stabili
nonostante tutto sono paragonabili alla foresta che cresce
3. Come la famiglia costruisce la societ
Dei numerosi elementi, per cui si pu dire che la famiglia il gruppo
unitario di base e fondamentale della societ, possiamo elencare:
a) La famiglia il luogo della relazione e socializzazione dove, oltre ad
acquisire un equilibrio affettivo, sviluppiamo qualit importanti per la
vita sociale, apprendiamo che nella vita sono importanti collaborazione
e solidariet, sviluppiamo le capacit relazionali; e infine impariamo ad
amare.
Nel Compendio della dottrina sociale della Chiesa al paragrafo 213 si
dice che La famiglia, comunit naturale in cui si esperimenta la
socialit umana, contribuisce in modo unico e insostituibile al bene
della societ. La comunit familiare, infatti, nasce dalla comunione
delle persone: La comunione riguarda la relazione personale tra
l'io e il tu. La comunit invece supera questo schema nella
direzione di una societ, di un noi. La famiglia, comunit di
persone, pertanto la prima societ umana .
b) La famiglia il luogo pi adeguato per la procreazione responsabile:
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
da Donum Vitae: All'essere umano in quanto persona dotata di
dignit, spetta essere generato e non prodotto, venire alla vita non in
virt di un processo artificiale, ma di un atto umano nel senso pieno del
termine: l'unione tra un uomo e una donna, ordinata per sua stessa
natura a essere ispirata dall'amore. Soltanto la famiglia, realt sorta
dall'amore poich un uomo e una donna si consegnano
reciprocamente, costituisce l'ambiente adeguato perch venga alla vita
un nuovo essere umano, cio un essere dotato di dignit e chiamato a
essere amato, ad avere una base sicura.
c) La famiglia il luogo delleducazione umana; il luogo dove non solo
viene data la vita a nuovi esseri umani, ma anche dove questi vengono
cresciuti affinch divengano persone equilibrate e cittadini responsabili.
I figli sono la pi importante esternalit positiva della famiglia.
d) La famiglia anello di congiunzione fra le generazioni, e ha la
capacit di rafforzare le relazioni intergenerazionali. Il legame familiare
ci richiama sia la memoria (i nonni) sia il futuro (i nipoti). La famiglia
anche luogo di salva guardia della tradizione di una comunit. Inoltre,
la presenza di figli aiuta le persone a progettare il futuro, permette di
realizzare quella solidariet tra generazioni che impedisca lo
sfruttamento sconsiderato di risorse naturali, l'accumularsi di debito
pubblico, ecc.
e) La famiglia assolve anche numerosi compiti economici, rivelandosi
in molti casi un insostituibile ammortizzatore sociale, capace di
colmare i vuoti del mercato: - integrazione e redistribuzione dei redditi;
assorbimento dei periodi di disoccupazione di suoi componenti; -
possibilit per i giovani e le donne di determinare in maniera elastica e
fluttuante il proprio impegno lavorativo; - gestione comune dei risparmi
e degli investimenti; - aumento della propensione media al risparmio
(per la necessit dei genitori di pensare allavvenire dei propr figli); -
capacit di produrre economie di scala legate alla crescita della
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
dimensione familiare, in grado di aumentare il benessere sociale a
parit di reddito prodotto.
f) La famiglia esercita un compito preziosissimo nel cosiddetto lavoro
di cura: assistenza ai malati, agli anziani, ai bambini. Un compito che
non solo svolto in maniera molto pi economica di quanto possa fare
lo Stato (si pensi che un posto letto di lungodegenza o riabilitazione
costa circa 300 euro al giorno), ma caratterizzato dallinsostituibile
attenzione e carica affettiva portata da un familiare.
La famiglia fornisce anche supporto emotivo. Costituisce un punto di
riferimento stabile e affidabile al quale fare riferimento in ogni
situazione di difficolt o di disorientamento nelle scelte di vita: di fronte
a un futuro incerto la famiglia dorigine rappresenta una fondamentale
certezza.
Una societ a misura di famiglia la migliore garanzia contro ogni
deriva di tipo individualista o collettivista, perch nella famiglia la
persona dovrebbe essere sempre al centro dell'attenzione in quanto fine
e mai come mezzo. Senza famiglie forti nella comunione e stabili
nell'impegno, i popoli sindeboliscono. Nella famiglia vengono
inculcati fin dai primi anni di vita i valori morali, si trasmette il
patrimonio spirituale della comunit religiosa e quello culturale della
Nazione. In essa si fa l'apprendistato delle responsabilit sociali e della
solidariet.
4. La famiglia, luogo di accoglienza e ospitalit
Ci ricorda Giovanni Paolo II che Il compito sociale della famiglia non
pu certo fermarsi allopera procreativa e educativa, anche se trova in
essa la sua prima e insostituibile forma di espressione. Le famiglie, sia
singole o associate, possono e devono pertanto dedicarsi a molteplici
opere di servizio sociale, specialmente a vantaggio dei poveri, e
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
comunque di tutte quelle persone e situazioni che lorganizzazione
previdenziale e assistenziale delle pubbliche autorit non riesce a
raggiungere. Il contributo sociale della famiglia ha una sua originalit,
che domanda di essere meglio conosciuta e pi decisamente favorita,
soprattutto man mano che i figli crescono, coinvolgendo, di fatto, il pi
possibile tutti i membri (cfr. Apostolicam Actuositatem, n. 11).
Papa Francesco dice che "La famiglia oggi disprezzata, maltrattata",
ma essa resta "la cellula fondamentale della societ umana", non solo
perch "rappresenta nel mondo come il riflesso di Dio, Uno e Trino",
ma anche in quanto "maestra di accoglienza e solidariet" in una
societ nella quale "si riscontra il dominio tirannico di una logica
economica che esclude e a volte uccide" e che arrivata a promuovere
una cultura dello "scarto" di coloro che non sono pi "utili", come
anziani e malati.
La famiglia rappresenta una risorsa fondamentale e, sempre pi
frequentemente, la soluzione per varie situazioni di disagio e
difficolt sociale.
A questo riguardo vorremmo portare alcuni esempi concreti che
riflettono quanto la famiglia sia una risorsa in culture completamente
diverse, come quella occidentale e quella africana.
Si pensi alle case-famiglia e famiglie aperte della Comunit Papa
Giovanni XXIII sparse in tutta Italia e anche nel mondo. Famiglie che
generano nell amore bambini e anche adulti che sono in condizioni di
disagio ed esclusione.
La casa famiglia un luogo che si lascia modificare dal bisogno di chi
bussa alla porta. Nella casa famiglia ci sono fratelli e sorelle, zii e
nonni, piccoli e grandi, normodotati e diversamente abili, persone con
problematiche e vissuti psicologici diversi. La relazione significativa e
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
individualizzata con la figura paterna e materna e le relazioni che
nascono fra le persone accolte creano un ambiente terapeutico che
lenisce e cura le ferite, che rigenera nell'amore, che riaccende la
speranza nella vita.

Nelle case-famiglia abbiamo sperimentato come la famiglia sia spesso
universalmente la soluzione di molti problemi, perch la famiglia
insegna lalfabeto dellamore, labc delle relazioni, porta con s il dono
inestimabile dellappartenenza, della propria identit, della
responsabilit, del dono reciproco. E in famiglia che ci si costruisce
come persone, per cui si poi in grado dare il proprio contributo alla
societ. Don Oreste diceva: "Dio ha creato la famiglia, la societ del
profitto ha creato gli istituti...".

Un altro elemento molto importante la capacit delle famiglie a fare
rete, a sostenere altre famiglie in difficolt, a creare spazi di ascolto,
dialogo e preghierafino alla possibilit di creare veri e propri villaggi
(es. Villaggio della gioia a Forl).

Da decenni la comunit simpegna nellaffidamento familiare come
risposta concreta ad altre famiglie momentaneamente in difficolt.
Abbiamo formato centinaia di famiglie disposte a fare affidamento,
creando reti di sostegno inter-familiare, seguendole lungo il loro
percorso.
Abbiamo potuto verificare come sia importante realizzare reti di
famiglie che, costruendo relazioni di solidariet, possano comunicarla
e diffondere una cultura dellaccoglienza allinterno del loro contesto
sociale. Questo possibile a ogni famiglia, perch come diceva don
Oreste, la famiglia il luogo naturale dellaccoglienza.

Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
Oppure si pensi allenorme risorsa che lextended family (famiglia
estesa) nel contesto africano nel far fronte agli effetti tragici
dellepidemia dellHIV e AIDS o altre calamit.
Prima dellepidemia di AIDS, il termine orfano neppure esisteva nella
lingua locale perch lextended family era in grado di prendersi cura di
tutti i bambini che rimanevano senza genitori. Quando il numero di
orfani cresciuto a dismisura per le tante morti degli adulti che ancora
non potevano accedere ai farmaci antiretrovirali, la famiglia estesa, pur
essendo provata ai limiti delle sue capacit a causa della povert
estrema, rimasta il maggior copying mechanism con i dovuti aiuti
(vedi il nostro progetto Rainbow che attua il micro-credito) per far
fronte alla situazione.

5. La Famiglia come soggetto politico
La famiglia chiamata a esprimersi anche in forma dintervento
politico: le famiglie, cio, devono per prime adoperarsi affinch le leggi
e le istituzioni dello Stato non solo non offendano, ma sostengano e
difendano positivamente i diritti e i doveri della famiglia. In tal senso le
famiglie devono crescere nella coscienza di essere protagoniste della
cosiddetta politica familiare e assumersi la responsabilit di
trasformare la societ: diversamente le famiglie saranno le prime vittime
di quei mali, che si sono limitate a osservare con indifferenza.
Per la sua funzione sociale fondamentale, la famiglia ha diritto a
essere riconosciuta nella sua libert e a non essere confusa con altre
forme di convivenza, e anche a poter contare sulla dovuta tutela
culturale, giuridica, economica, sociale, sanitaria e, in modo
particolare, su un sostegno che, tenendo conto del numero dei figli e
delle risorse economiche disponibili, sia sufficiente a permettere la
libert di educazione e di scelta della scuola. necessario, pertanto,
sviluppare una cultura e una politica della famiglia che siano promosse
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
in modo organizzato anche dalle famiglie stesse.

6. Ogni crisi anche unopportunit: ripensare e testimoniare lessere
famiglia

Ogni crisi rappresenta anche un'opportunit, e quindi occorre guardare
alla crisi della famiglia anche come a un fatto positivo

- Per le famiglie cristiane significa riscoprire in maniera pi
profonda la dignit e lessenza della vocazione al matrimonio e
alla famiglia e testimoniarla davvero: ci si sposa in Chiesa non
come consuetudine, o perch cos fanno tutti o per la bella
cerimonia, ma come scelta pienamente consapevole e matura di
lasciarsi accompagnare dal Signore, lassolutamente Altro,
nellavventura dellamore ed essere riflesso dellamore di Dio per
lumanit e la Sua Chiesa (matrimonio come missione).

- Per tutti unopportunit a ripensarsi come coppia e come
genitori e a mettere in discussione rapporti sbagliati e ingiusti,
sedimentatisi nel corso dei secoli.

- Per la societ unopportunit per interrogarsi e riscoprire il ruolo
insostituibile della famiglia e fare finalmente politiche famigliari di
sostegno.


7. La famiglia di Nazareth

Al termine del nostro contributo, vorremmo fare un riferimento al
modello di famiglia per eccellenza che richiude in s lantico e il
nuovo, le basi solide e la profezia dellessere famiglia: la famiglia di
Nazareth.
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
Ges per incarnarsi ha scelto una famiglia e una famiglia molto
particolare e il Vangelo dice Il cielo e la terra passeranno, ma le mie
parole non passeranno (Mt. 24,35). Questo fa pensare che scegliendo
la famiglia, il Signore ci ha indicato qualcosa che non passer. La
famiglia di Nazareth d forti messaggi alle famiglie oggi.

significato dellamore reciproco, stabile, duraturo e
incondizionato, ponte fra limmanente e leterno. (matrimonio e
consacrazione)
complementariet della coppia nelleducazione del figlio
il s della famiglia come missione nel fare la volont di Dio
affrontare le difficolt della vita insieme, sacrificarsi gli uni per gli
altri
il ruolo educativo dei genitori (Ges cresceva in sapienza e
grazia)
leducazione alla onest e giustizia come testimonianza (Giuseppe
uomo giusto)
limportanza della preghiera nella famiglia (erano assidui al
tempio..)
il dovere verso lo Stato (pagavano i tributi, si andarono a registrare
per il censimento)
il significato e la dignit del lavoro
la dignit nella povert e sobriet
la famiglia di Nazareth ha sperimentato in s la condizione delle
famiglie indigenti (non cera posto per loro nella locanda..), delle
famiglie esiliate e migranti (fuggirono in Egitto..), del ceto medio
(la bottega del falegname)
non proiettare se stessi nel figlio, ma lasciarlo libero di seguire la
sua strada
laccoglienza della Vita (Ges, figlio di Dio) ed in essa di tutta
lumanit a partire dagli ultimi in cui Ges si identificato in
Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto con D.P.R. n. 596/72
C.F. 00310810221 - P.Iva n. 01433850409
associazione
Comunit Papa Giovanni XXIII
associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org
Sede legale: Via Mameli, 1 - 47900 Rimini (RN)
Segreteria: Via Valverde, 10/C - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541/909600 - Fax 0541/909601

Iscrizione al n.16 del Registro delle Persone Giuridiche tenuto dalla Prefettura di Rimini
Riconoscimenti canonici del Pontificio Consiglio dei Laici n.1675/98 e n.807/04
O.N.L.U.S. limitatamente alle attivit di Assistenza Sociale e Socio-Sanitaria
modo speciale.
Il modello della famiglia aperta e delle case-famiglia.