Sei sulla pagina 1di 40

A.G.C. 12 - Sviluppo Economico - Settore Regolazione dei Mercati - Decreto dirigenziale n.

271 del 28 aprile 2010 D.Lgs. 387/2003 - D.P.R. 327/2001 come modificato dai D. Lgs. 302/2002 e
330/2004 - VOLTURA A FAVORE DELLA DAUNIA s.r.l. dell'autorizzazione unica (mediante appro-
vazione di progetto di variante) per la realizzazione e l'esercizio del parco eolico nel Comune di
Savignano Irpino (AV), rilasciata alla Societ Daunia Wind s.r.l. con D.D. n. 149 del 17/02/2010 -
Esproprio, asservimento ed occupazione temporanea di aree occorrenti alla costruzione, alla
messa in esercizio e manutenzione del suddetto parco eolico, site in agro del Comune di Savi-
gnano Irpino (AV).

IL DIRIGENTE DEL SETTORE

PREMESSO CHE
il comma 1 dellart. 30 del D.Lgs. 112/98 prevede la delega alle Regioni delle funzioni ammini-
strative in tema di energia, ivi comprese quelle relative alle fonti rinnovabili, allelettricit,
allenergia nucleare, al petrolio ed al gas, che non siano riservate allo Stato ai sensi dellart. 29
o che non siano attribuite agli Enti Locali ai sensi dellart. 31 del medesimo decreto legislativo;
lart. 6 del D.Lgs. 96/99 prevede lesercizio delle Regioni per le funzioni amministrative previste
dallart. 30, commi 1, 2 e 5, del decreto legislativo n. 112/98;
con il D.P.C.M. del 22 dicembre 2000 sono stati trasferiti alla Regione i beni e le risorse per
lesercizio delle funzioni conferite con il citato D.Lgs. 112/1998;
con Decreto Legislativo 29 dicembre 2003 n. 387 (G.U. 31/12/2004, n. 25. S.O.) viene data at-
tuazione alla Direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dellenergia elettrica prodotta da
fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dellelettricit;
il comma 1 dellart. 12 del suddetto D.Lgs. 387/2003 dichiara di pubblica utilit, indifferibili ed
urgenti gli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili, le opere
connesse e le infrastrutture indispensabili alla costruzione e allesercizio degli impianti stessi;
il comma 3 dello stesso articolo 12 sottopone ad una autorizzazione unica, nellambito di una
Conferenza di Servizi convocata dalla Regione, la costruzione e lesercizio degli impianti di
produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili, gli interventi di modifica, poten-
ziamento, rifacimento e riattivazione degli stessi, come definiti dalla normativa vigente, nonch
le opere connesse e le infrastrutture indispensabili alla loro costruzione ed al loro esercizio;
con atto della Giunta Regionale della Campania n460 del 19 marzo 2004 (BURC n. 20 del 26
aprile 2004) stata individuata, ai sensi del comma 1 dellart. 4 della legge 7 agosto 1990 n.
241, nel Settore Sviluppo e Promozione delle Attivit Industriali Fonti Energetiche dellArea
Generale di Coordinamento Sviluppo Settore Secondario la struttura regionale responsabile
dellistruttoria e di ogni altro adempimento procedimentale, nonch delladozione del
provvedimento finale, per le attivit afferenti le previsioni dellart. 12 del nominato D.Lgs.
387/2003;
il comma 1 dellart. 9 della Legge regionale n. 12 del 28 novembre 2007, cos come integrato
dal comma 5 dellart. 32 della L.R. n. 1/08, nel modificare la L.R. n. 11 del 4 luglio 1991 ha isti-
tuito nellAGC 12, rinominata Sviluppo Economico, il Settore 04 Regolazione dei Mercati, al-
la quale struttura affidata, tra laltro, lattivit relativa alle autorizzazioni per le strutture di ven-
dita e gli insediamenti produttivi;
la Giunta Regionale con delibera n. 2119 del 31/012/008 ha rinnovato lincarico di Dirigente del
Settore 04 Regolazione dei Mercati dellA.G.C. 12 Sviluppo Economico, gi conferito con
DGR n. 47 dell11/01/2008, al dott. Luciano Califano;
con DGR. n1337 del 31/07/2009 stato confermato al Dr. Fortunato Polizio lincarico di
Dirigente ad interim del Servizio 03 Mercato Energetico Regionale Energy- Management del
Settore 04 Regolazione dei Mercati dellA.G.C. 12 Sviluppo Economico
con il Decreto Dirigenziale n. 149 del 07/02/2010 la societ Daunia Wind s.r.l. stata
autorizzata a costruire e ad esercire, mediante approvazione di progetto di variante, un
impianto di produzione elettrica da fonte eolica nel Comune di Savignano Irpino (AV);

ACQUISITA
listanza della suddetta societ, assunta al protocollo regionale in data 01/04/2010 col numero
0291966, con la quale si chiede, ai sensi dellart. 22 del D.P.R. 327/2001 come modificato,
lemissione del decreto di esproprio o di occupazione temporanea di alcune aree occorrenti alla
costruzione e manutenzione dellimpianto di cui in premessa;
altres, in data 19/04/2010-prot. reg. n. 0338700, la richiesta della medesima societ di voltura-
re lautorizzazione unica di cui al citato Decreto Dirigenziale n. 149 del 07/02/2010 a favore del-
la DAUNIA SAVIGNANO s.r.l., corredata dalla copia dellatto di conferimento di ramo
dazienda;

DATO ATTO CHE
- ai proprietari delle aree interessate da procedimento ablativo sono state notificate le
comunicazioni di cui allart. 17 del D.P.R. 327/2001 come modificato;

VISTO
- il Decreto Dirigenziale del Settore C.T.R. n. 104 del 23/02/2010 con il quale questo Ufficio
veniva delegato alladozione degli atti inerenti la procedura ablativa relativa agli immobili
occorrenti per la realizzazione e la manutenzione dellopera di cui in oggetto;

CONSIDERATO CHE
- ai sensi dellart. 22, comma 2 lettera b, del D.P.R. 327/2001, come modificato dal D.Lgs. n.
330/2004, qualora il numero dei proprietari sia superiore al numero di 50, il decreto di esproprio
pu essere emanato ed eseguito sulla base della determinazione urgente dellindennit provvi-
soria, senza particolari indagini o formalit;
- lesproprio de quo finalizzato alla realizzazione ed alla manutenzione di opere private di pub-
blica utilit e che, pertanto, la valutazione ai fini indennizzativi per i terreni da espropriare o da
asservire o da occupare temporaneamente stata effettuata, dalla Posizione Professionale
Metanodotti di interesse Regionale , ai sensi degli artt. 36, 40, 44 e 50 del D.P.R. 327/2001
come modificato;

RITENUTO
che, sulla base di quanto in premessa riportato, sussistano le condizioni per poter volturare a
favore della DAUNIA SAVIGNANO s.r.l. lautorizzazione unica relativa alla realizzazione del
parco eolico nel Comune di Savignano Irpino rilasciata con D.D. n. 149/2010 alla DAUNIA
WIND srl;
Che sussistano, altres, le condizioni per poter espropriare, asservire od occupare temporane-
amente i terreni occorrenti alla realizzazione dellimpianto di che trattasi;

VISTO
- il Decreto Legislativo 29/12/2003 n. 387;
- il D.P.R. 8/06/2001 n. 327 come modificato dai D.Lgs. n. 302/2002 e n. 330/2004;

Alla stregua dellistruttoria compiuta dalla Posizione Professionale Metanodotti di Interesse Regionale
del Servizio 03 del Settore 04 Regolazione dei Mercati e delle risultanze degli atti richiamati nelle pre-
messe, costituenti istruttoria a tutti gli effetti di legge, nonch dallespressa dichiarazione di regolarit
resa dal Dirigente del Servizio,

DECRETA

Art. 1 Lautorizzazione unica per la costruzione e lesercizio di un impianto eolico nel Comune di Sa-
vignano Irpino rilasciata con D.D. n. 149 del 17/02/2010 alla DAUNIA WIND s.r.l., volturata a
favore della DAUNIA SAVIGNANO srl..

Art. 2 Per la realizzazione e lesercizio del parco eolico di cui al precedente art. 1 nel Comune di Sa-
vignano Irpino (AV) da parte della Societ Daunia Savignano s.r.l., avente sede legale in
FOGGIA Via Napoli n. 121, disposto lesproprio, lasservimento o loccupazione tempora-
nea degli immobili riportati nel Nuovo Catasto dei Terreni del Comune di Savignano Irpino, de-
scritti ed identificati nel piano particellare grafico e descrittivo, che del presente provvedimento
parte integrante.

Art. 3 Lavviso di convocazione per la redazione dello stato di consistenza e presa di possesso degli
immobili di cui al precedente art. 2, contenente lindicazione del luogo del giorno e dellora ed
emesso dallAutorit Espropriante, dovr essere notificato almeno sette giorni prima, nelle for-
me degli atti processuali civili, a cura e spese del promotore dellesproprio al proprietario dei
fondi. Al momento della effettiva occupazione degli immobili i funzionari incaricati, Ciro Rigione,
Michele Di Napoli, Carmine Pepe e Graziella Ragone, congiuntamente o disgiuntamente, prov-
vederanno a redigere il verbale di consistenza dei luoghi. Tale verbale sar redatto in contrad-
dittorio con i proprietari o, in caso di loro assenza o rifiuto, alla presenza di due testimoni, che
non siano dipendenti n dellAutorit Espropriante n del soggetto beneficiario dellesproprio.

Art. 4 Lindennit da corrispondere a titolo provvisorio agli aventi diritto per lesproprio o per
lasservimento dei terreni di cui allart. 2, calcolata ai sensi degli artt. 36-40-44 del D.P.R. n.
327/2001 come modificato, indicata nellallegato piano particellare descrittivo. Ai sensi delle
norme vigenti sono suscettibili di indennizzo i fabbricati, i manufatti, le opere di urbanizzazione
e le essenze arboree di pregio insistenti sui fondi asserviti od occupati temporaneamente, ri-
mossi e non ripristinati al termine dei lavori. Detti elementi, rilevati e verbalizzati nello stato di
consistenza, saranno indennizzati ai sensi degli artt. 32 e 38 del citato D.P.R. 327/2001 come
modificato, in base al loro valore venale, tenuto conto dello stato di manutenzione in cui si tro-
vano.Gli aventi diritto, entro 30 giorni dalla presa di possesso, dovranno comunicare allAutorit
Espropriante ed al soggetto proponente se condividono ed accettano la determinazione
dellindennit, con lavvertenza che in caso di silenzio la stessa si intende rifiutata e le relative
somme dovranno essere depositate presso la Cassa Depositi e Prestiti a cura del beneficiario
del procedimento espropriativo. La dichiarazione di accettazione irrevocabile. I proprietari, nel
caso non condividano la valutazione del contenuta nel presente decreto, possono entro 30
giorni dalla presa di possesso, presentare osservazioni scritte e depositare documenti o, nei
modi e nei tempi previsti dallart. 21 del ripetuto D.P.R. 327/2001, designare un tecnico di pro-
pria fiducia affinch, unitamente ad un terzo nominato dal Tribunale Civile, definisca lindennit
definitiva.
Qualora i proprietari non intendano avvalersi di un tecnico di loro fiducia proponendo, comun-
que, opposizione alla stima, lAutorit Espropriante chieder la determinazione dellindennit
definitiva alla Commissione Provinciale Espropri di cui allart. 41 del T.U.

Art. 5 Lindennit relativa alle aree da occupare temporaneamente, di cui allart. 2 del presente decre-
to, stata calcolata ai sensi dellart. 50 del D.P.R. 327/2001. Gli interessati, nel caso non ne
condividano la determinazione, potranno, entro trenta giorni dalla presa di possesso, chiedere
la stima alla Commissione Provinciale Espropri di cui allart. 41 del T.U.

Art. 6 Avverso il presente decreto, entro 60 (sessanta) giorni dalla sua pubblicazione sul B.U.R.C.,
potr essere opposto ricorso al competente T.A.R., ovvero, nel termine di 120 (centoventi)
giorni, ricorso al Presidente della Repubblica.

Art. 7 Il presente provvedimento sar pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania
(BURC) e verr trasmesso allAssessore Alle Attivit Produttive nonch alla Segreteria di Giun-
ta Servizio 04 Registrazione Atti Monocratici Archiviazione Decreti Dirigenziali dellA.G.C.
02 Affari Generali della Giunta.



Dott. Luciano Califano


82
83
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio 8
Foglio 9
Foglio 14
p.lle
p.lle
p.lla
579 - 583 - 589 - 907
239 - 240 - 241 - 245 - 246 - 247 - 248 - 249 - 250 - 256 - 257 - 264 - 265 - 272
273 - 275 - 276 - 282 - 284 - 286 - 289 - 290 - 291 - 292 - 293 - 330
139
84
86
527
1
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio14 p.lle 143- 144- 145- 146- 147- 148- 150- 152- 153- 154- 155- 156- 157- 254
158- 159- 160- 161- 162
Foglio15 p.lle 82- 83- 84- 85- 86- 87- 131- 132- 160- 161- 162- 163
170- 171- 172- 371
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio 15 p.lle 226 - 227 - 228 - 229 - 230 - 232 - 233 - 234 - 235 - 236 - 237 - 238 - 257- 392
Foglio 16 p.lle 41 - 49 - 51
39
32
50
29
9
53
40
3
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio29 p.lle 93- 101- 102- 110- 115- 116- 120- 130- 131- 132- 243- 244- 250
1
lA3l
lne
1
48
50
29
50
35
52
7
8
9
10
4
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio 26
Foglio 28
Foglio 29
p.lle
p.lle
p.lle
119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 163 - 164 - 165
58 - 104 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112
1 -2 - 19 - 70
5
Comunedi SavignanoI.
Scala1:4.000
Foglio 25
Foglio 26
p.lle
p.lle
94- 95- 103
52- 53- 54- 55- 56- 57- 58- 62- 63- 64-74 - 75- 77- 78- 79- 80- 81- 82
83- 84- 85- 86 - 103- 104- 107- 108- 110- 111- 112- 113- 114- 115- 116
117- 118- 376 - 377- 385
6
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio 25 p.lle 152- 179- 182
174
35
129
IO 25
90
88
7
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Fogl i o 29 p.l l e 114 - 163 - 167 - 169 - 170 - 172 - 173 - 179 - 183 - 184 - 185 - 186 - 187
188 - 189 - 190 - 192 - 193 - 194 - 195 - 196 - 226 - 234 - 235 - 249 - 251
5
36
37
39
101
53
54
55
56
57
58
59
231
60
61
234
35
125
8
Comunedi SavignanoI.
Scala 1:4.000
Foglio 28
Foglio 30
p.lle
p.lle
243 - 246 - 248
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 15 - 19 - 34 - 35 - 71 - 83 - 89 - 104 - 120 - 261
9
Comune di Savi gnano I.
Scal a 1:4.000
Fogl i o 30 p.l l e 195 - 197 - 232 - 233 - 234 - 235 - 237
102
19
23
25
38
30
39
31
242
243
2
10
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio 19 p.lle 19 - 22
14
17
32
I eX 81
T7
6
15
l
eX 7
1
T4
.:
39
FOGLIO
21
~ Il:?:1.~
rcr
LIU
11
1
Comune di Savi gnano I.
Scal a 1:4.000
Fogl i o 19 p.l l a 24
Fogl i o 20 p.l l e 105 - 176
I
28
177
27
178
22
179
276
180
~
rcr
LhJ
12
Comune di Savi gnano I.
Scal a 1:4.000
Fogl i o 24 p.l l e 101
1
11
9
98
99
97
100
180
220
135
151
152
193 194
153
13
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio 10 p.lle 30- 33- 38- 39- 40- 41- 42- 43- 44 - 45- 46 - 47- 48- 49- 50- 51- 52- 53- 80
81- 377- 378
~~
\\\
255
~
1IIIII
~
381
14
Comune di Savignano I.
Scala 1:4.000
Foglio 25 p.lla 32
Occupazione temporanea
LEGENDA

Esproprio
Asservimento