Sei sulla pagina 1di 4

STORIA CLASSE V prof.

ssa Midolo


LA SHOA
(lezione del prof. Marco Migliardi)

La terminologia

SHOA = genocidio, sciagura di unintera etnia, distruzione di un gruppo etnico, nazionale.
Catastrofe, disastro usato dagli ebrei. Ci che non accettano gli ebrei la parola

OLOCAUSTO =sacrificio, espiazione

POGROM = una parola russa che significa devastazione e indica le grandi retate che facevano i
nazisti nelle campagne e citt dellEst

. Un po di storia pregressa

Nel MEDIOEVO gli ebrei venivano chiusi nei ghetti dove riuscivano comunque a fare fortuna, in
genere veniva lasciato loro lesercizio del prestito ad usura cio quello con interessi alti. Cos
diventavano molto odiosi, ma al tempo stesso offrivano un servizio. Si diffonde lidea dellebreo
tirchio ed avaro.
NELLETA MODERNA: abbiamo i primi pogrom, poi nel 900 lepisodio pi eclatante quello di
Hitler che vuole arrivare alla liberazione della Germania dagli ebrei.


QUANDO INIZIA LA SHOA IN GERMANIA?

Molti libri di storia riportano come inizio la cosiddetta notte dei cristalli tra il 9 e il 10 novembre
1938. Fu una notte tremenda detta dei cristalli per tutte le vetrine dei negozi degli ebrei furono
mandate in rovina. Vennero uccisi centinaia di ebrei, distrutti i loro beni e le loro chiese, molti
furono mandati in campi di lavoro. Ma non questo il vero inizio, perch nel 1934 vicino Monaco
cera gi un campo dove venivano messi gli avversari politici e gli ebrei. Si scelse per quella notte
perch un giovane ebreo di 17 anni (Grunspan) uccise un diplomatico tedesco che lavorava a Parigi
(vom Rath, pare che i due fossero amanti).


Vediamo nel dettaglio le 5 fasi della SHOA nazista

1 NEGAZIONE DEI DIRITTI: con le leggi di Norimberga 1935 =prevedevano di togliere
loro i diritti politici, fuori dalle pubbliche amministrazioni e dalle scuola; negazione agli
ebrei del diritto di cittadinanza e quindi di voto. Vengono poi negati i matrimoni misti per
salvare il sangue e lonore tedesco. Viene negato ai tedeschi di lavorare per gli ebrei.

2 EMIGRAZIONE: lobiettivo allinizio di Hitler non era quello di sterminare gli ebrei
quanto di convincerli ad andarsene, ma le difficolt erano enormi sia perch la tassa di fuga
prevedeva il 90%, sia perch i costi dei trasporti erano elevati e poi perch pochi stati li
volevano. Nel 1933: 520 mila erano gli ebrei censiti e 5 anni dopo erano 350 mila. Laltra
possibilit era quella di portarli in Madagascar ma non si trov laccordo con la Francia.

3 GHETTIZZAZIONE: allinizio della guerra (1940 41), i territori dalla Francia centrale
fino alla Polonia erano occupati dai Tedeschi. Questi ghetti, presenti soprattutto nelle citt
dellEst, dovevano contenere gli ebrei; erano luoghi separati dal resto delle citt da un muro
di cinta. (Varsavia, Cracovia, a Praga cera un quartiere ebraico che era il centro culturale)

4 I MASSACRI: (1941) iniziano soprattutto con loperazione Barbarossa, vengono occupati
territori in questavanzata verso lUnione Sovietica e vengono presi 4 milioni di ebrei, che
era impossibile trasportare tutti e allora si passa la massacro e si dice che 1 milione fu fatto
fuori. I massacri venivano fatti dalle Einsatzgruppen durante le azioni dette di
rallestramento, o durante le azioni mortali dentro ai camion a gas.


5 LA SOLUZIONE FINALE: (1942) i campi non pi di concentramento ma di sterminio. Si
lavorava in attesa di dover morire. Si cap ben presto che con i singoli massacri non si
potevano eliminare tutti gli ebrei e poi si riproducevano! Dunque era necessario svolgere
altri azioni. Inoltre, mentre nei paesi dellest era pi facile radunarli e ucciderli, in Olanda
questa cosa non si poteva fare, sarebbero intervenuti gli organismi internazionali. Allora le
grandi menti tedesche dovettero pensare ad un altro sistema. Questi illustri personaggi nel
1942 si riunirono a Wannsee (lago attorno a Berlino) e decisero di fare il salto di qualit.
Dalle stime fatte volevano eliminare 11 milioni di ebrei dalla faccia della terra! Heydrich
la mente-capo di questa decisione, altri volevano farli lavorare. Prevalse la linea ufficiale del
delfino di Hitler, cio Goring. con un documento che agli atti che Goring autorizza
Heydrich alleliminazione finale. Occorreva studiare il sistema delleliminazione: in alcuni
campi i metodi non erano proprio efficienti e poi cera il problema dello smaltimento dei
cadaveri. Alla fine prevalse la soluzione applicata subito ad Auschwitz : si scelse lo Zyklon
B, un gas che usciva dalle docce in stanze dove entravano 2000 persone a volta. E poich ce
nerano due potevano uccidere 4000 persone al giorno. Cerano anche i forni crematori. Si
parla di ben 150 campi in Europa.

Il primo campo fu quello di DACHAU costruito nel 1933; nel 1942 Heydrich convoc il
direttore di Auschwitz, Hess, perch quello doveva diventare il campo faro. Qui morirono 1
milione e mezzo di ebrei. Le vittime del nazismo non furono solo gli ebrei ma anche:
i dissidenti tedeschi (portati a Dachau)
gli zingari (perseguitato dal 35 e deportati nel 39)
i testimoni di Geova (internati nel 35)
prigionieri di guerra
partigiani
omosessuali
i portatori dellhandicap (prima sterilizzati dal 1933 e dal 1939 gassato in case di cura
specifiche).

IL CAMPO DI Auschwitz (POLONIA) era linsieme di pi campi:
Auschwitz Birkenau dove cera un binario che arrivava proprio dritto dentro al campo
Altri campi tristemente noti:

Treblinka 1 milione di morti. il primo campo dellAktion Rheinardt 1942
in POLONIA Belzec
Chelmo dove venivano portati dal ghetto di Lods
Majdanek
Sobibor: famoso perch ci fu una fuga di massa, scapparono un centinaio
di persone, alcuni catturati ed uccisi subito. altri presi dalla cittadinanza
che poi li vendettero ai tedeschi.


In AUSTRIA Mauthausen dove cera la scala della morte 150.000 morti.



Bergen Bels fu liberato dagli inglesi, che cercarono di disinfettare larea e
fecero sfilare la popolazione tedesca per far loro vedere lorrore. Qui
muore Anna Frank
in GERMANIA Dachau, non cera la camera a gas, venivano fatti gli esperimenti


Naturalmente si moriva anche nei ghetti dove cera un sovraffollamento, si moriva di fame e di
malattia; anche durante il trasporto si moriva perch lasciati a loro stessi per due o pi giorni,
oppure per esperimenti scientifici.