Sei sulla pagina 1di 61

BASI TEORICHE

METODI DI MODELLAZIONE
FORMULAZIONI IN MIDAS/Gen E MIDAS/FEA
1) Definizione della muratura: caratteristiche del materiale dal
punto di vista non lineare
2) Caratterizzazione dei parametri: cosa dice la norma e
metodologie di individuazione
dei parametri ai fini del calcolo
2) I tipi di parametri che servono per il modello a telaio
equivalente e quello solido
3) Scelta di edifici prova, avvio di analisi e confronto dei risultati
con diversi tipi di modelli
4) Interpretazione della curva push over a seconda del modello e
verifica
5) Interventi di rinforzo: cenni teorici ed implementazione nel
modello di calcolo
Indice argomenti di sviluppo
Tipi di edifici Tipo di modellazione Tipi di analisi
Descrizione
Telaio Equivalente
(cerniere alla
Magenes)
Modello solido Strumas,
Coulomb o TSC
Non lineare sismica push
over di forze orizzontali
Fessurativa
di cedimenti
A
u
m
e
n
t
o

d
e
l
l
a

d
i
f
f
i
c
o
l
t


d
i

m
o
d
e
l
l
a
z
i
o
n
e

e

r
i
s
u
l
t
a
t
o
Abitativo scatolare a setti
Edificio composto da pi
pareti portanti interne ed
esterne con possibilit di
individuare setti e piani
rigidi
Possibilit di farlo
Possibilit di farlo ma
non consigliato
Possibilit di farlo
Possibilit di
farla solo se
modello di
tipo solido
Abitativo scatolare a pareti
irregolari
Edificio composto da pi
pareti portanti interne ed
esterne senza la possibilit
di individuare setti ma con la
presenza piani rigidi
Non possibile Possibilit di farlo Possibilit di farlo
Possibilit di
farla solo se
modello di
tipo solido
Monumentali tipo chiesa /
Ponte
Edificio o struttura priva di
piani rigidi e con forme
irregolari e voltate
Non possibile Possibilit di farlo Possibilit di farlo
Possibilit di
farla
STRUTTURE IN MURATURA : Indice
Tipi di edifici
Descrizione
Abitativo scatolare a setti
Edificio composto da pi
pareti portanti interne ed
esterne con possibilit di
individuare setti e piani
rigidi
Abitativo scatolare a pareti
irregolari
Edificio composto da pi
pareti portanti interne ed
esterne senza la possibilit
di individuare setti ma con la
presenza piani rigidi
Monumentali tipo chiesa /
Ponte
Edificio o struttura priva di
piani rigidi e con forme
irregolari e voltate
Strutture miste
Strutture scatolari composte
da telai in c.a. miseri e
muratura di tamponamento
di rilevante importanza
statica
STRUTTURE IN MURATURA : Indice
MODELLI COSTITUTIVI PER MURATURA
Modello a plasticit concentrata
Cerniere plastiche di formulazione alla Magenes per edifici in muratura modellati con
il metodo a telaio equivalente (only frame elements).
Maschi murari e fasce di piano vengono modellati con elementi beam ed necessario
assumere come ipotesi la presenza di piani rigidi.
STRUTTURE IN MURATURA : Verifiche di sicurezza degli elementi
EDIFICI IN MURATURA
Pressoflessione: per edifici esistenti e per edifici nuovi cap. 7.8.2.2.1 NTC 08
|
|
.
|

\
|
o

|
|
.
|

\
| o
=
d
0 0
2
u
f 85 . 0
1
2
t l
M
(1.1)
Spostamento ultimo del pannello 0.8%
dellaltezza del pannello cap. 7.8.2.2.1 NTC 08
(1.2)
STRUTTURE IN MURATURA : Verifiche di sicurezza degli elementi
Taglio: la resistenza a taglio di calcolo per azioni nel piano di un pannello in
muratura viene calcolata con la relazione seguente (opcm)
Nel caso di analisi non lineare,
lo spostamento ultimo per azioni nel piano di ciascun pannello sar assunto pari a
0.4 % dell'altezza del pannello, nel caso di rottura per taglio. cap. 7.8.2.2.2 NTC 08
d 0
0 d 0
t
5 . 1
1
b
5 . 1
t L V
t
o
+
t
= (1.3)
(1.4)
STRUTTURE IN MURATURA : Verifiche di sicurezza degli elementi
Taglio: la resistenza a taglio di calcolo per azioni nel piano di un pannello in
muratura viene calcolata con la relazione seguente
vd
f t l V '
t
=
Taglio: per edifici nuovi cap 7.8.2.2.2. NTC 08
(1.5)
La resistenza a taglio pu essere calcolata
ponendo:
n vm
f f o 4 , 0
0 vd
+ =
0 vm
f
Resistenza media a taglio della
muratura
(1.6)
Nel caso di analisi non lineare,
lo spostamento ultimo per azioni nel piano di ciascun pannello sar assunto pari a
0.4 % dell'altezza del pannello, nel caso di rottura per taglio. cap. 7.8.2.2.2 NTC 08
(1.7)
STRUTTURE IN MURATURA : Verifiche di sicurezza degli elementi
1) Pushover Global Control
2) Pushover Load cases
3) Define Pushover Hinge
Properties
4) Assign Hinge Properties
5) Perform Pushover Analysis
6) Pushover Results
Define Initial load, convergence criteria, stiffness reduction
ratio, etc.
Define incremental step, load pattern, incremental method
(load control/displacement control), auto-termination
condition, etc.
Define whether to consider initial load and P-Delta effect
Incremental Control Function set a user-defined increme
ntal function (for Load Control)
Specify element type and material type
Hinge properties by force components (Fx, Fy Fz, Mx, My,
Mz): yield strength, skeleton curve type, P-M interaction,
etc.
Assign hinge properties to elements
Yield strength is automatically calculated for each element.
Pushover analysis results: Pushover curve, Hinge Status
Results, etc.
Various pushover graphs
Various pushover hinge result tables
Procedura per lanalisi Pushover in Midas/Gen Civil
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
MODELLO COSTITUTIVO DELLE CERNIERE PLASTICHE IN MIDAS GEN
secondo la formulazione teorica di Magenes
Cerniera FEMA Momento-
Rotazione
My calcolato secondo
formula (1.1), Dy
spostamento dipende da E
Mu calcolato secondo
formula (1.1), Du
spostamento 0.8% secondo
formula (1.2)
Rigidezza iniziale
da analisi elastica
o definita da
utente
Simmetria o asimmetria
della cerniera
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
Cerniera FEMA Taglio-
Spostamento
Vty calcolato secondo
formula (1.3) o (1.5), Dy
spostamento dipende da E
Vtu calcolato secondo
formula (1.3) o (1.5), Du
spostamento 0.4% secondo
formula (1.4) o (1.7)
vd
f t l V '
t
=
d 0
0 d 0
t
5 . 1
1
b
5 . 1
t L V
t
o
+
t
=
(1.3) (1.5)
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
Cerniera FEMA sforzo normale
Resistenza a
compressione s
Resistenza nulla a
trazione
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
Condizioni di spinta in una analisi PushOver
GRUPPO 1 Distribuzioni principali
Push 1X =forze statiche lineari lungo +X;massa >75%
Push 2X ==accelerazioni lineare lungo +X ;
Push 3X =forze statiche lineari lungo +Y;massa >75%
Push 4Y ==accelerazioni lineare lungo +Y ;
GRUPPO 2 Distribuzioni secondarie
Push 5X ==con accelerazione costante lungo +X ;
Push 6Y ==con accelerazione costante lungo +Y ;
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
PARETE A TELAIO EQUIVALENTE
Maschio
murario
Trave di
fascia
Tratto infinitamente rigido
Analisi PO
1 Fase di carico : peso permanente dei
solai
2 Incremento di tre forze orizzontali
applicate ai piani
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
PO con solo cerniere a taglio nei
setti
PO cerniere a momento nei
setti
PO cerniere a T su setti e
travi
PO cerniere a M su setti e
travi
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
EDIFICIO MISTO MURATURA CA
Setti murari
Fasce di piano
Cordoli interni in c.a. di
comportamento lineare o
non lineare
Tratti rigidi
Edificio di 4 piani
Stato 1 : Peso permanente 550 Kg/m2 + Accidentale 300 Kg/m2
Stato 2 : Incremento delle forze orizzontali, direzione x e direzione y
provenienti da un sistema di forze sismiche statiche equivalente o spettrale
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
RISULTATI:Stato delle cerniera plastica a rotazione
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
Confronto tra Capacit e Domanda
vedi Circolare NTC 08 cap 7.3.4.
STRUTTURE IN MURATURA : Push Over a telaio equivalente
ANALISI NONLINEARI PER EDIFICI MONUMENTALI IN MURATURA
Definizione del legame costitutivo della muratura
LEGAME A TRAZIONE
CURVA SOFTENING
ESPONENZIALE
RESISTENZA DI PICCO ft
ENERGIA DI FRATTURA
LARGHRZZA DI BANDA
LEGAME A COMPRESSIONE
2D:
3D:
DOMINIO A TAGLIO
Valori sperimentali Page 1981
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
PARAMETRI NECESSARI PER DEFINIRE LA MURATURA NON
LINEARE
fty = resistenza a trazione della muratura (PROVA A TRAZIONE)
E= modulo elastico (PROVA A DEFORMAZIONE CONTROLLATA)
fcy = resistenza a compressione della muratura (PROVA A SCHIACCIAMENTO)
G= energia di frattura
Size Effect Law (S.E.L.)
Effective Crack Model
(E.C.M.)
h= fattore di scala dipende dalla mesh
Per elementi 2D
Per elementi 3D
E v p ft fc Gt Gc
[Mpa] [Kg/m3] [Mpa] [Mpa] [N/mm] [N/mm]
6000 0.2 2200 0.3 4.5 0.018 5
5500 0.15 2200 0.23 8.5 0.043 15
1700 0.25 2200 0.08 2.5 0.0312 5
1700 0.15 2200 0.05 2.3 0.00065 15
1700 0.25 2200 0.041 1.9 0.00065 15
1700 0.25 2200 0.041 1.5 0.00065 5
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Modello omogeneo TOTAL STRAIN CRACK a plasticit diffusa utilizzato in
MIDAS FEA 2.9.6
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Crack Effect
Fixed : gli assi della crepa rimangono fisse una volta fissate.
Rotating : gli assi della crepa cambia continuamente secondo gli assi
della deformazione principali.
Stiffness
Tangent
Secant
Lateral Crack Effect
Vecchio and Collins : Rappresenta la riduzione di
resistenza alla compressione dovuta
alll'incrinamento laterale.
Selby and Vecchio : Rappresenta l'aumento di resistenza
alla compressione dovuto al confinamento laterale.
Confinement Effect
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Pannello murario sottoposto a TAGLIO : TOTAL STRAIN CRACK
0
100
200
300
400
500
600
700
800
900
1000
0 5 10 15 20
l
o
a
d
[
K
N
]
displacement [mm]
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Parete veneziana con cedimento asimmetrico
ANALISI : non-lineare, cedimento di 1 cm lato sinistro facciata nord
N step : 20
Tempo macchina : 14 (Centrino core 2 Duo ; 2 G di ram)
Legame costitutivo : TSC
1 cm
S = 40 cm
S = 30 cm
S = 20 cm
1500 kg/m
1500 kg/m
1500 kg/m
700 kg/m
E v p ft fc Gt Gc
[Mpa] [Kg/m3] [Mpa] [Mpa] [N/mm] [N/mm]
6000 0.2 2200 0.3 4.5 0.018 5
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Mappa della fessurazione a 0.5 cm
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Mappa della fessurazione a 1 cm, fine analisi
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Push over di una Parete veneziana
1500 kg/m
1500 kg/m
1500 kg/m
700 kg/m
S = 40 cm
S = 30
cm
S = 30
cm
Canne fumarie riducono la sezione a
S = 10 cm
ANALISI : non-lineare, 4 forze orizzontali proporzionali alle masse applicate ai piani
N step : 30
Tempo macchina : 26 (Centrino core 2 Duo ; 2 G di ram)
Legame costitutivo : TSC
E v p ft fc Gt Gc
[Mpa] [Kg/m3] [Mpa] [Mpa] [N/mm] [N/mm]
6000 0.2 2200 0.3 4.5 0.018 5
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Prime fasi di fessurazione
Danno
0
200
400
600
800
1000
1200
1400
1600
1800
2000
2200
2400
2600
2800
3000
0 1 2 3 4 5 6 7 8
T
a
g
l
i
o

b
a
s
e

[
K
N
]
spostamento massimo[cm]
GRAFICO TAGLIO-SPOSTAMENTO
Curva Push Over
Bilineare equivalente
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Filmato Stato di Danno
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Filmato Stato di Tensione
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
PONTE IN MURATURA
Strategia di analisi:
1) Analisi agli autovalori, valutazione del modo pi significativo (I modo)
2) Analisi spettrale, valutazione della configurazione di spinta
3) Analisi non-lineare a collasso sulla base della configurazione di spinta
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Analisi non lineare : problema dellapplicazione del sistema di forze
Dallo studio dellanalisi modale si decide di prendere come modo significativo il primo, il
quale individua una traslazione fuori dal piano in direzione Y, si decide quindi di spingere
la struttura fino al limite in quella direzione. Risulta fondamentale la scelta del sistema
di forze da applicare poich influenzer il risultato finale. In questo caso si decide di
assegnare tramite spostamenti nodali la configurazione deformata finale del modo
considerato in direzione Y. Nellanalisi non lineare questi spostamenti verranno suddivisi
in step incrementati poi uno dopo laltro.
Risulta fondamentale la storia di carico, si vuole quindi come step iniziale il peso proprio
della struttura.
Step 1 Peso proprio
Step 2
Step 3
Step 4.
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
il nodo di controllo considerato nellambito dellanalisi stato individuato in chiave dellarco
centrale del ponte in quanto considerato come il pi rappresentativo del comportamento globale
della struttura.
Risultati : curva di capacit
0
10000
20000
30000
40000
50000
60000
0,0 100,0 200,0 300,0 400,0 500,0 600,0 700,0 800,0
l
o
a
d

[
K
N
]
displacement [mm]
TOTAL STRAIN CRACK ft 0.3 N/mm
2
fc 4.5 N/mm
2
Peso proprio 2200
Kg/m3
Decadimento
Curva softening
Resistenza di picco
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
ANALISI : non-lineare, sistema di spinta orizzontale ricavata dalla spettrale
N step : 80
Tempo macchina : 54 (Centrino core 2 Duo ; 2 G di ram)
Legame costitutivo : TSC
E v p ft fc Gt Gc
[Mpa] [Kg/m3] [Mpa] [Mpa] [N/mm] [N/mm]
6000 0.2 2200 0.3 4.5 0.018 5
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
VOLTA A CROCIERA
Si vuole studiare il danno provocato dal cedimento di una colonna in
muratura che sostiene una volta a crociera.
In seguito si valuter il beneficio nellapplicazione di fasce di materiale
fibrorinforzato.
0.5 cm
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Volta S = 20
cm
Parete S = 40
cm
Colonna 40x40
cm
ANALISI : non-lineare, cedimento verticale in due fasi 0.5 cm + 0.5 cm
N step : 40
Tempo macchina : 13 (Centrino core 2 Duo ; 2 G di ram)
Legame costitutivo : TSC
E v p ft fc Gt Gc
[Mpa] [Kg/m3] [Mpa] [Mpa] [N/mm] [N/mm]
6000 0.2 2200 0.3 4.5 0.018 5
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
FASE 1 : cedimento pari a 0.5 cm
Mappa delle fessurazioni allo stato di fatto
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
FASE 2 : applicazione di fasce di fibrorinforzo, di legame elastico-lineare. Ora la volta
risulta essere consolidata, si vuole analizzarne i benefici imponendo nellanalisi la
continuazione del cedimento di altri 0.5 cm fino ad un totale quindi di 1 cm. Questa
fase andr direttamente ad interessare la fibra la quale resister fino ad una tensione
massima pari a quella calcolata da normativa che tiene conto delleffetto di
delaminazione.
La tensione di delaminazione della lamina di FRP stata calcolata attraverso le
formule fornite dalla linea guida CNR DT200.
FRP
S = 1 mm
E = 390000000
Mpa
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
FASE 2 : cedimento pari a 1 cm
Mappa delle fessurazioni
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Rottura per delaminazione prima
del raggiungimento del cedimento
ultimo
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
CASTELLO
Castello composto da 9 pareti murarie perimetrali pi due interne, presenti aperture di varie dimensioni e
posizioni. Pianta di forma irregolare, presenza di solai di piano in legno da non considerare come piani rigidi.
Copertura composta da capriate in legno implementate nel modello come elementi beamelastici-lineari.
ANALISI : non-lineare, incremento di forze orizzontali provenienti da unanalisi spettrale
N step : 40
Tempo macchina : 98 (Centrino core 2 Duo ; 2 G di ram)
Legame costitutivo : TSC
E v p ft fc Gt Gc
[Mpa] [Kg/m3] [Mpa] [Mpa] [N/mm] [N/mm]
6000 0.2 2200 0.3 4.5 0.018 5
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Particolarit tecniche
Nord
Sud
Est
Ovest
164
cm
600 cm
140 cm
20.6 m
8.6
m
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
ANALISI SPETTRALE
In seguito ad una analisi spettrale si individua la direzione per
la quale la struttura presenta una maggiore flessibilit
Sisma in direzione Y
Pareti Nord e sud
sbandano fuori dal loro
piano
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Parete Sud Parete Nord
0
5000
10000
15000
20000
25000
30000
35000
40000
45000
50000
55000
0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 75 80 85
T
a
g
l
i
o

[
K
N
]
Spostamento [cm]
Curva Taglio-Spostamento
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Tempietto di Villa Barbaro (A.Palladio 1588)
Lo scopo del lavoro consiste nello studiare unopera storica dal punto di vista
numerico tramite la realizzazione di un modello interpretativo via via sempre
pi affinato per ottenerne uno finale che possa essere predittivo del reale
comportamento strutturale delledificio
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Realizzazione di una serie di analisi non lineari per materiale tramite un
approccio incrementale step by step delle forze applicate in modo
sequenziale:
1) Peso Proprio (G)
2) Carico della lanterna in sommit (G1)
3) Cedimento fondazionale lato Sud-Est (2cm)
Modello di plasticit perfetta del materiale secondo il criterio di rottura
alla Mohr-Coulomb.
63000 elementi brick a 4 nodi
uniformemente distribuiti sulla
muratura
Colonne interne ed esterne come
elementi truss e beam
ANALISI NON-LINEARI
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Criterio di Mohr-Coulomb
Questi criteri includono gli effetti della pressione idrostatica sono pi idonei ad interpretare il comportamento dei
materiali quali calcestruzzo, rocce e terreni che presentano deformazioni plastiche volumetriche.
Il criterio di Mohr-Coulomb considera che inizi la crisi quando la tensione tangenziale massima soddisfa la
relazione seguente:
dove c e sono rispettivamente la coesione e langolo di attrito interno n la tensione normale al piano
contenente la tensione tangenziale .
Nel piano di Mohr il criterio rappresentato dalla figura seguente:
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Quadro fessurativo del modello senza contrafforti e terreno uniformemente
distribuito da analisi non lineare con materiale plastico
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Modello senza
contrafforti
Modello con
contrafforti
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Il territorio di Maser stato soggetto in passato ad eventi sismici che possono, almeno in parte,
giustificare il quadro fessurativo riscontrato.
Si vuole valutare la risposta strutturale delledificio soggetto allazione di forze orizzontali atte a
simulare lazione sismica.
Analisi non lineare con materiale plastico secondo approccio incrementale dei carichi:
1) Peso Proprio;
2) Carico lanterna;
3) Cedimento alla base;
4) Accelerazione orizzontale linearmente
variabili in altezza.
ANALISI PER FORZE ORIZZONTALI
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
STATO CRITICO
gx=9,77 m/s2 1g
dx=68 mm
Fx=1150 T
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Quadro fessurativo nella situazione precedente al crollo
F
Andamento delle fessure in
direzione parallela a quella
principale di compressione che si
avrebbe trattando lopera come
ununica struttura monolitica
soggetta a una forza laterale.
Trazioni
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
MODELLI ETEROGENEI IN DIANA
Rif. RICERCHE DI LUORENCO nel
1994
Modello
ETEROGEN
EO
La muratura viene modellata in ogni sua parte: mattone +
giunto.
Plate 4 nodi: rappresenta il mattone schematizzato con
legame isotropo elastico lineare.
Interfaccia 2 nodi: schematizza tutte le propriet
anelastiche della muratura a plasticit concentrata.
Questo tipo di modellazione per la sua complessit viene
fatta per studi di dettaglio della muratura.
Legame a
compressione
Legame a
trazione
Dominio a Taglio
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
MURO CON FORO
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
ARCO
Cerniere plastiche
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Cinematismo di collasso
Mod. Eterogeneo
CUPOLA
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti
Cinematismo di
collasso Mod. Eterogeneo
PADIGLIONE
STRUTTURE IN MURATURA : Monumenti