Sei sulla pagina 1di 17

RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.

2

INDICE


1. PREMESSA......................................................................................................... 3
1.1 Studi pregressi.......................................................................................................................................... 5
1.2 Contesto e scopo degli interventi in progetto......................................................................................... 6
2. VALUTAZIONI IDRAULICHE LUNGO IL F. MAGRA ....................................... 10
2.1 Morfologia dellalveo............................................................................................................................. 10
2.2 Manufatti interferenti............................................................................................................................ 10
2.3 Individuazione degli interventi in progetto.......................................................................................... 10
2.4 Lanalisi idraulica.................................................................................................................................. 11









RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
3
1. PREMESSA

La presente relazione riporta la descrizione delle valutazioni idrauliche effettuate a supporto
della Progettazione Esecutiva del Rinforzo e sopraelevazione di un tratto di argine del
Fiume Magra a prosecuzione del precedente in localit Piano di Arcola, affidato dalla
Provincia di La Spezia alla societ MED INGEGNERIA S.r.l.

Il presente progetto si occupa della sistemazione, a livello di progettazione esecutiva, del
rilevato arginale esistente in sponda destra al Fiume Magra in localit Piano di Arcola, dal
ponte ferroviario della linea Parma La Spezia (ponte F.S. di Fornola), a nord, fino al rilevato
arginale di chiusura sud gi realizzato, allo stato attuale, nellarea di Ressora.
La Figura 1 riporta il tracciato di progetto dellargine, in rosso, ed il tracciato dellargine
esistente, in giallo.

Scopo dello studio idraulico valutare, alla luce degli studi idraulici pregressi, realizzati per
larea in oggetto di intervento, i massimi livelli di piena del Fiume Magra per tempo di ritorno
TR =200 anni, tramite i quali definire la quota di sommit del rilevato arginale in progetto.



RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
4

Figura 1 Tracciato dellargine in progetto (in rosso) e dellargine esistente (in giallo)




RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
5
1.1 Studi pregressi

La progettazione in oggetto stata sviluppata in coda ai seguenti progetti:

a. Studio su modello idraulico bidimensionale delle esondazioni del Fiume Magra nel
tratto compreso tra la confluenza con il Vara e linizio del tratto navigabile (loc.
Falaschi) effettuato dalling. Gonella per conto dellAutorit di bacino del Fiume
Magra;
b. Progetto Preliminare degli Interventi per la messa in sicurezza dal fiume Magra
dellarea industriale in Comune di Arcola ai sensi dellart. 62 del DPR 21 dicembre
1999, n. 554, affidato dallAutorit di bacino interregionale del Fiume Magra al
Raggruppamento temporaneo formato dallAssociazione professionale HY.M.Studio,
dalling. Marco Gonella, dalling. Giuseppe Campi, dal dott. geol. Nicola Quaranta e
dallArch. Giuliana Piovano, con contratto stipulato in data 3 dicembre 2001; tale
progetto sviluppava sia la sistemazione, in larghezza e quota, del rilevato arginale
esistente, sia la realizzazione ex novo del rilevato arginale di chiusura sud in
corrispondenza dello scarico in Magra dei torrenti Arcola e Ressora, immediatamente
a monte del ponte ferroviario della linea Genova Pisa;
c. Progetto Definitivo degli interventi di Costruzione di arginatura lungo il corso del
fiume Magra in localit Piana di Arcola nel Comune di Arcola, commissionato dalla
Provincia di La Spezia Area Difesa del Suolo al R.T.I. formato tra la Societ
HYDRODATA S.p.A. (mandataria) e la Societ MED INGEGNERIA S.p.A.
(mandante), riguardante esclusivamente il completamento della chiusura arginale in
corrispondenza dello scarico in Magra dellArcola e del Ressora, immediatamente a
monte del ponte ferroviario della linea Genova Pisa. Il progetto prevedeva anche la
realizzazione delle chiaviche antirigurgito dei torrenti Arcola e Ressora
allintersezione con il rilevato arginale in progetto. Tale opera stata realizzata;
d. Progetto Definitivo degli interventi di Rinforzo e sopraelevazione di un tratto di argine
del Fiume Magra a prosecuzione del precedente in localit Piano di Arcola e s.m.i.,
commissionato dalla Provincia di La Spezia Area Difesa del Suolo al Dott. Ing.
Marco Gonella di Torino, del marzo 2006, riguardante il medesimo tratto interessato
dal presente progetto esecutivo;
e. D.R. 1577/2010 - Progettazione preliminare degli interventi della messa in sicurezza
delle arginature del Fiume Magra. Modellazione bidimensionale del tratto focivo,



RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
6
commissionato dalla Provincia di La Spezia Area 7: Difesa del Suolo a Hydrodata
S.p.A. di Torino, del novembre 2012, ancora in corso dopera.


1.2 Contesto e scopo degli interventi in progetto

Il contesto di intervento relativo al presente Progetto Esecutivo rappresentato dallampia
area golenale della piana di Arcola, ubicata in sponda destra del fiume Magra nel tratto
delimitato a monte dal ponte di Fornola della linea ferroviaria Parma-La Spezia ed a valle dal
ponte ferroviario della linea La Spezia Pisa. Larea, gi attualmente occupata da molte
strutture industriali e produttive, nonch destinata ad ulteriori espansioni come evidenziato in
Figura 2, delimitata lungo il lato occidentale dalla Strada Statale Aurelia e dal rilevato
ferroviario. Si tratta di unarea pressoch pianeggiante, posta a circa 10-15 m s.m.. La
pendenza media risulta essere approssimativamente pari a circa l1,5 per mille.

Com possibile notare, si tratta di unarea golenale fortemente presidiata e modificata
dalluomo e intensamente sfruttata sia per approvvigionamento idrico (presenza di pozzi
ACAM) sia da insediamenti industriali. Su di essa si trovano inoltre diverse unit abitative e
commerciali e connesse infrastrutture.

Larea altres interessata dalla presenza di un reticolo idrografico minore, in cui particolare
importanza assumono (come gi accennato) i Canali Ressora ed Arcola, caratterizzati da un
tracciato di modesta lunghezza e totalmente o parzialmente artificializzato nel tratto
terminale.

Attualmente il sistema di difesa esistente, denominato Biondi-Canini, costituito da una
serie di pennelli trasversali e da una strada alzaia di collegamento longitudinale.
Tale opera, realizzata senza unoriginaria funzione principale di difesa idraulica dalle piene,
venne concepita per regimare le divagazioni trasversali dellasse fluviale, per impedire cio
una eccessiva meandrizzazione dellalveo inciso del Fiume Magra. Per questo motivo non
solamente i pennelli, ma anche la struttura longitudinale, fu concepita come tracimabile,
accettando leventualit dellinterruzione della linea di difesa in corrispondenza di nodi
particolarmente critici per la presenza di confluenze laterali, come fu il caso del tratto sud di



RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
7
sponda destra in cui sfociano i canali Arcola e Ressora, immediatamente a monte del ponte
ferroviario della linea Pisa La Spezia.
In questultimo tratto di area golenale tale problematica stata risolta a seguito della
realizzazione di unarginatura secondo quanto indicato in Figura 1.

Scopo principale degli interventi in progetto ladeguamento, in quota e/o larghezza, del
rimanente rilevato longitudinale esistente, nel tratto a monte della suddetta arginatura,
scongiurando pericoli di tracimazione, rottura o sifonamento, in modo da rendere la Piana di
Arcola completamente in sicurezza idraulica dalle piene del fiume Magra.




RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
8

Figura 2 Inquadramento dellarea di indagine






RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
9
La zona attualmente inserita allinterno delle aree inondabili per piene trentennali e
duecentennali definite nel Piano Stralcio Assetto Idrogeologico del Fiume Magra redatto
dallAutorit di Bacino del Fiume Magra (si veda a tale proposito lo stralcio della Carta della
pericolosit idraulica riportata in figura 3).
Dopo la realizzazione delladeguamento dellargine, le zone a tergo di esso saranno
completamente protette da allagamenti determinati da eventi di piena duecentennali del
F.Magra.

Figura 3 P.A.I. Carta della Pericolosit Idraulica






RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
10
2. VALUTAZIONI IDRAULICHE LUNGO IL F. MAGRA
2.1 Morfologia dellalveo
Nel tratto indagato, dal ponte FS di Fornola al ponte FS di Sarzana, lalveo inciso del F.
Magra presenta andamento leggermente meandriforme e scorre in canalizzazione di piena
ordinaria pressoch rettilinea.

La larghezza dellalveo di magra di circa 70 m mentre la larghezza dellalveo di bank full
compresa tra le sommit delle sponde di froldo di circa 250 m.
2.2 Manufatti interferenti
I manufatti interferenti con la piena presenti allo stato attuale sono, da nord a sud, il ponte
del raccordo autostradale La Spezia Fornola S. Stefano di Magra, il ponte FS di Fornola,
il ponte della ferrovia La Spezia Pisa.

Sono elementi interferenti con il deflusso della piena anche i pennelli della difesa idraulica
esistente Biondi Canini sia in sponda destra che sinistra.
2.3 Individuazione degli interventi in progetto
Gli interventi in progetto sono stati definiti sulla base delle indicazioni emerse durante le
precedenti fasi di studio:
- adeguamento in sagoma ed eventualmente in quota della difesa longitudinale del
sistema Biondi-Canini esistente, con realizzazione di un setto di argilla al piede del
rilevato lato fiume, a partire dal piano campagna fino a una profondit di 250 cm. Tale
intervento, compreso tra il ponte FS di Fornola a Nord e il termine attuale della difesa
a Sud, tiene conto di sezioni tipo che rispettino le esigenze di contenimento
dellimpatto paesaggistico ed ambientale;
- realizzazione ex novo della difesa arginale di chiusura nord, di lunghezza pari a circa
200 m, in corrispondenza del ponte FS di Fornola.




RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
11
Si sottolinea come nella definizione delle opere in progetto, particolare attenzione stata
prestata nella definizione di tipologie di intervento che non compromettessero, sulla base
delle indicazioni contenute nello studio di fattibilit ambientale, la valenza naturalistica del
contesto in esame.
2.4 Lanalisi idraulica
Le valutazioni idrauliche eseguite lungo il F. Magra sono focalizzate allindividuazione dei
livelli di massima piena del Magra nel tratto di interesse, al fine di verificare le quote attuali
della difesa e valutarne la risagomatura in termini di larghezza e/o altezza.

Lo studio di riferimento, per valutare i massimi livelli di piena duecentennali, D.R.
1577/2010 - Progettazione preliminare degli interventi della messa in sicurezza delle
arginature del Fiume Magra. Modellazione bidimensionale del tratto focivo, commissionato
dalla Provincia di La Spezia Area 7: Difesa del Suolo a Hydrodata S.p.A. di Torino del
novembre 2012; ad esso si rimanda per tutti i dettagli in merito.

Allinterno dello studio stato realizzato un modello bidimensionale del F. Magra, dalla
confluenza Magra-Vara fino alla foce.
Come portata di picco, in riferimento allevento di piena duecentennale, stata considerata
la portata indicata alla confluenza Magra-Vara dalle Norme Tecniche del PAI allo stato di
fatto, pari a 7360 m
3
/s.
Lo studio riporta lanalisi di molteplici scenari.
Lo scenario di riferimento per la presente progettazione stato denominato Configurazione
di riassetto e si riferisce allo scenario complessivo di riassetto dellasta del f. Magra dalla
confluenza col f. Vara fino alla foce cos come definito dal PAI:
- interventi del tratto a monte dalla confluenza al T.Isolone;
- interventi a breve termine (TR30 c.d. argini bassi) a Fiumaretta e Bocca di Magra a
valle del T. Bettigna (I stralcio);
- interventi a breve termine (TR30 c.d. argini bassi) a Pantal;
- interventi a lungo termine (TR200) lungo il T. Bettigna;
- interventi a lungo termine (TR200) lungo la Via Alta;
- interventi a lungo termine (TR200) lungo lAutostrada A12.



RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
12
La tavola di riferimento Risultati delle modellazioni. Configurazione di riassetto
Configurazione: Configurazione di riassetto Evento: TR 200 anni Risultati: Massimi
battenti dacqua e massimi livelli idrometrici (elab.4.6).

La Figura 4 riporta un estratto di tale tavola, sulla quale si riportata larginatura in oggetto di
progettazione esecutiva.

Le quote di sommit arginale sono state determinate incrementando di 50 cm, assunti come
franco idraulico di riferimento, il livello massimo per evento duecentennale, indicato in Carta.
La figura riporta anche la posizione di alcune sezioni (in viola); si rimanda alla Planimetria di
progetto ed alle Sezioni trasversali asse principale per individuare tutte le sezioni di
riferimento utilizzate, con lindicazione del livello di piena riscontrabile in corrispondenza di
ognuna di esse.
Un esempio di sezione trasversale riportata in Figura 5.




RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
13

Figura 4 Livelli idrometrici massimi simulazione modello novembre 2012 (HYDRODATA S.p.A.)
(integrata con argini di progetto e alcune sezioni progettuali)




RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
14

Figura 5 Esempio di sezione trasversale asse principale (Sez.1)

Segue la tabella con lindicazione dei livelli di riferimento per le diverse sezioni trasversali
dellarginatura.



RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
15
Tabella 1 - Livelli di piena di riferimento (TR=200 anni) per il dimensionamento della sommit arginale
Sezione di progetto Livello idrico di riferimento [m s.m.m.]
1 12.00
2 12.00
3 12.00
4 12.00
5 12.00
6 12.00
7 12.00
8 12.00
9 12.00
10 12.00
11 12.00
12 12.00
13 12.06
14 12.17
15 12.18
16 12.21
17 12.21
18 12.21
19 12.22
20 12.25
21 12.26
22 12.28
23 12.31
24 12.33
25 12.35
26 12.37
27 12.38
28 12.38
29 12.40
30 12.43
31 12.43
32 12.44
33 12.44
34 12.45
35 12.46
36 12.50
37 12.51
38 12.51
39 12.52
40 12.52
41 12.53
42 12.53
43 12.54
44 12.55
45 12.55
46 12.56



RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
16
Sezione di progetto Livello idrico di riferimento [m s.m.m.]
47 12.57
48 12.58
49 12.59
50 12.62
51 12.64
52 12.70
53 12.75
54 12.75
55 12.75
56 13.00
57 13.00
58 13.00
59 13.00
60 13.00
61 13.00
62 13.25
63 13.25
64 13.25
65 13.50
66 13.50
67 13.50
68 13.50
69 13.50
70 13.50
71 13.50
72 13.50
73 13.50
74 13.50
75 13.50
76 13.50
77 13.50
78 13.50
79 13.50
80 13.50
81 13.50
82 13.75
83 13.75
84 13.75
85 13.75
86 14.00
87 14.00
88 14.00
89 14.00
90 14.25
91 14.25
92 14.25
93 14.25



RELAZIONE IDROLOGICA E IDRAULICA MED INGEGNERIA S.r.l.
17
Sezione di progetto Livello idrico di riferimento [m s.m.m.]
94 14.25
95 14.50
96 14.50
97 14.70
98 14.92
99 15.00
100 15.00
101 15.00
102 15.50
103 15.65
104 15.68
105 15.70
106 15.75
107 15.79
108 15.83
109 15.84
110 15.86
111 15.89
112 16.00
113 16.10
114 16.25
115 16.34
116 16.43
117 16.52
118 16.58
119 16.65
120 16.72
121 16.74
122 16.75
123 16.79
124 16.81
125 16.85
126 16.87
127 16.91
128 16.93
129 16.94
130 16.98
131 17.00
132 17.00
133 17.11
134 17.15
135 17.20
136 17.22
137 17.25
138 17.25
139 17.25