Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Cronaca
Simpossess di ori
e denaro: badante
condannata
A pagina sette
Dopo voto avvelenato dalle polemiche
Non omologato il risultato
Citt di Siracusa-Acireale
Il comitato regionale
della Lega naziona-
le dilettanti non ha
omologato il risultato
di domenica scorsa
con il quale il Citt di
Siracusa.
A pagina tre
CRONACA CRONACA
COMMENTI EDITORIALE
Cronaca
Rubavano statue
al cimitero
Patteggiano due ferlesi
A pagina sette
Ance Sicilia ha tracciato il quadro della situazione nellisola
Vendeva i libri scolastici
omaggio al pubblico. La
scoperta stata fatta dalla
Guardia di Finanza.
A pagina cinque
Vendeva
libri di testo
in omaggio
Continua a permanere il clima incandescente allinter-
no del partito democratico siracusano. Da un anno e pi
ci sono scontri dialettici e di schieramento, acuiti dalle-
sito della mini tornata elettorale a Rosolini.
80 mila i disoccupati tra indotto e diretti nel settore
Edilizia, quei numeri
da profondo rosso
di Giuseppe Bianca
LIsola di Malta ha fatto
tesoro del suo mare. Pon-
tili d'attracco per ogni tipo
d'imbarcazione sono pre-
senti negli angoli pi remoti
cos come tra i pi stupendi
e suggestivi dell'Isola fn
dentro le citt che si affac-
ciano sul mare, e sotto le
case della gente, con attrez-
zature e comodit moderne
e funzionali, dove diportisti
di tutto il mondo arrivano
in ogni mese dell'anno per
godersi il mare e il vivere
la vita mediterranea, per
un periodo medio di trenta
giorni l'anno.
Lo sviluppo
e gli stop
ambientalisti
Nel settore edile in Si-
cilia i licenziamenti sono
arrivati a quota 80.000 fra
diretti e indotto, pari alla
popolazione di una citt
come Marsala. Di contro,
continuano a restare bloc-
cati 1.123 milioni di euro
per il settore. Lo denuncia
il Comitato di presidenza
di Ance Sicilia, riunito-
si a Palermo per decidere
ulteriori azioni di pres-
sione nei confronti della
Pubblica amministrazione.
A pagina tre
A pagina quattro
venerd 10 ottobre 2014 Anno XXvII n. 233 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Sono 39.537 i migran-
ti giunti lungo il cana-
le di Sicilia dallinizio
dellanno.
A pagina cinque
39 mila
migranti
sbarcati
di Concetto Alota
Il killer spar oltre sette
colpi di pistola la sera tra il
2 e il 3 marzo per uccidere
Nicola La Porta. Il suo ca-
davere crivellato di colpi e
abbandonato.
A pagina sei
Leredit
dei vecchi
clan mafosi
Guerra nel Pd
I renziani: Basta
con le minacce
A pagina tre
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 10 OTTOBRE 2014, VENERD
Nel settore edile in
Sicilia i licenziamenti
sono arrivati a quo-
ta 80.000 fra diretti e
indotto, pari alla po-
polazione di una cit-
t come Marsala. Di
contro, continuano a
restare bloccati 1.123
milioni di euro per il
settore. Lo denuncia
il Comitato di presi-
denza di Ance Sicilia,
riunitosi a Palermo
per decidere ulteriori
azioni di pressione nei
confronti della Pub-
blica amministrazione
perch, come stato
sottolineato nel corso
della riunione, con
queste politiche eco-
nomiche non si riesce
a vedere la luce in fon-
do al tunnel della cri-
si.
Fra laltro, i legali
dellassociazione stan-
no studiando sul piano
normativo lipotesi di
avviare unazione di
responsabilit.
In dettaglio, il Comi-
tato di presidenza ha
puntato lindice sul
fatto che le imprese
edili dellIsola avan-
zano 1,5 miliardi di
euro dalle pubbliche
amministrazioni per
opere eseguite. Come
ha certifcato il mini-
stero dellEconomia,
la Sicilia lultima fra
le Regioni italiane per
pagamento dei debiti
alle imprese. E dopo
sei mesi dal varo della
legge allArs, non c
ancora certezza sulla
disponibilit di 340
milioni destinati alla
copertura dei debiti
contratti dalla Regio-
ne e dagli enti locali
(il cui sblocco dipende
da una frma, che non
arriva, sullaccordo
Stato-Regione); n
sullallargamento del
Patto di stabilit che
libererebbe risorse ag-
giuntive per 400 mi-
lioni.
Ha destato sgomento,
inoltre, il fatto che per
garantire spese cor-
renti e improduttive
rispettando il Patto di
stabilit, da dicembre
2013 a giugno 2014
la Giunta regionale ha
deliberato il defnan-
ziamento di importanti
infrastrutture pronte
per andare in gara, la
cui copertura fnan-
ziaria stata rinviata a
programmazioni suc-
cessive o di cui non
pi neppure previsto
il rifnanziamento, per
un totale di 383,3 mi-
lioni di euro, pi di
quanto valgono i lotti
6, 7 e 8 della Siracusa-
Gela da poco appal-
tati: come dire, da un
lato si d e dallaltro si
toglie.
Nemmeno dal gover-
no nazionale arriva
un conforto. Il decre-
to Sbocca Italia pu
liberare solo bricio-
le per gli anni 2015
e 2016. Ha messo a
disposizione per tut-
to il Paese solo 39
milioni per opere del
2013, 26 milioni per il
2014, 231 milioni per
il 2015 e 159 milioni
per il 2016. Signifca
che per i prossimi due
anni, qualora si sbloc-
cassero tutti i cantieri
individuati in queste
annualit, la pioggia
di fondi per ledilizia
in Italia sarebbe di ap-
pena 455 milioni, pari
all11,7% dello stan-
ziamento complessivo
di 3,890 miliardi.
I costruttori
presentano
i numeri
della crisi
Francofonte
Incendiato
il camion
dunazienda
IN SICILIA OTTANTAMILA DISOCCUPATI
CRONACA
Lincendio di un camion
parcheggiato nello spiaz-
zo pertinente ad unazienda
sita in contrada Borgesia, a
Francofonte, ha reso necessario,
alle ore 1.30, lintervento della
squadra dei Vigili del Fuoco del
distaccamento di Lentini; lope-
ra di spegnimento ha evitato che
le famme, scaturite dalla cabina
di un camion Fiat 190 e propa-
gate al fanco di un Iveco 115,
si estendessero ulteriormente; al
termine del soccorso, il rilievo di
alcuni elementi ha fatto prevale-
re lipotesi del dolo allorigine
dellevento. Sul posto, i Carabi-
nieri della locale stazione.
Il comitato regionale della Lega na-
zionale dilettanti non ha omologato
il risultato di domenica scorsa con il
quale il Citt di Siracusa ha sconft-
to 5-0 lAcireale. La societ acese,
infatti, ha preannunciato un reclamo
per cui il comitato ha deciso di so-
prassedere ad ogni decisione in me-
rito.
La vicenda sarebbe legata alla po-
sizione di un calciatore del Citt di
Siracusa, che sarebbe incompatibile
a giudizio dei ricorrenti. In partico-
lare, la societ acese lamenta il fatto
che lattaccante del Siracusa, Giu-
seppe Carbonaro, abbia conseguito il
patentino di allenatore.
La dirigenza azzurra, che ha ricevuto la
circolare della lega nazionale dilettanti,
minimizza sul caso, sostenendo non es-
servi nulla di anomalo nella posizione
del proprio tesserato.
Il direttore generale Alfredo Finoc-
chiaro ha, comunque, preso tempo so-
stenendo che occorre prima prendere
esame del contenuto del ricorso, che
lAcireale ha preannunciato ma che
nei fatti non ha presentato ancora. Del
resto la dirigenza acese ha sette giorni
di tempo a partire da domenica scorsa
prima di depositare gli atti.
Sempre in tema di ricorsi, la Lega na-
zionale dilettanti entro luned si espri-
mer su quello avanzato dal Mister-
Non omologata
la partita di calcio
Siracusa-Acireale
bianco, per la gara non disputata due
domeniche addietro proprio contro ilo
Citt di Siracusa. La dirigenza del Mi-
sterbianco sostiene di non avere avuto
alcuna comunicazione relativa al paga-
mento della somma richiesta dalla Lega
e quindi chiede la possibilit di dispu-
tare quellincontro. In questo caso,
per, pare che la Lega abbia avvertito
gi una settimana prima la societ et-
nea di inviare il commissario proprio in
coincidenza della partita contro il Cit-
t di Siracusa per riscuotere le somme
dovute. Stando cos le cose, il Siracusa
dovrebbe avere ottenere la vittoria a ta-
volino per 3-0.
R.L.
In foto, comparto edilizio.
10 OTTOBRE 2014, VENERD Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Il Commissario straordinario Mario Ortello esprime soddisfazione per lesito
dellincontro avuto con la societ di fornitura di energia Enerwawe. Nel corso
dellincontro svoltosi ieri fra il Consorzio Ato, i Comuni e la Enerwawe s.r.l, il
suo rappresentante, lingegnere Luigi Martinez, ha confermato che il prezzo da
applicare per lenergia elettrica per i consumi relativi al periodo di requisizione
gestito dal Consorzio Ato (25 maggio 19 giugno 2014), nonch per quelli
Niente tariffe di salvaguardia
per lAto idrico integrato
I renziani alla Castelluccio
Basta con le minacce
Paolo e Tony
Gulino
rispondono alle
accuse della se-
gretaria del Pd
AL CENTRO DEL DIBATTITO L'ESITO DEL VOTO PER LE REGIONALI
Continua a permanere il
clima incandescente allin-
terno del partito demo-
cratico siracusano. Da un
anno e pi ci sono scontri
dialettici e di schieramen-
to, acuiti dallesito della
mini tornata elettorale a
Rosolini e Pachino, che ha
lasciato pesanti strascichi,
e accentuato le divisioni
nel PD.
A scendere in campo
stata per prima la segre-
taria provinciale, Carmen
Castelluccio, che ha rila-
sciato dichiarazioni a fa-
vore di Marziano e contro
il gruppo che ha sostenuto
Giovanni Cafeo nella dif-
fcile rimonta rispetto al
risultato di due anni pri-
ma per le regionali. Di-
chiarazioni bollate come
infuocate, inopportune,
intrise di minacce poli-
tiche, come fanno nota-
re oggi due esponenti del
gruppo renziano, Paolo e
Tony Gulino. I due politici
hanno preso carta e penna
per rispondere alle accuse
della Castelluccio con le
quali stigmatizzato il com-
portamento di Giovanni
Giuca, ex sindaco di Roso-
lini, che si schierato nella
mini campagna elettorale
con Cafeo, determinando
il risultato di 540 voti per
lui e 277 per Marziano,
non suffciente a scalzare
Marziano dallo scranno di
Sala dErcole.
I due Gulino fanno notare
come nonostante lap-
porto elettorale del Sin-
daco di Pachino e della
nomenclatura scesa con
determinazione in campo
per Marziano, compreso il
segretario regionale del PD
Raciti, Marziano andato
sotto. Altra stoccata con-
tro la Castelluccio legata
alla sua dichiarazione che
non intende dare la tesse-
ra del Pd a Giovanni Giu-
ca, uomo notoriamente di
sinistra, qualora la richie-
desse. La segretaria del Pd
viene accusata a sua volta
di avere dimenticato di
aver avallato ladesione al
gruppo consiliare del PD,
contro ogni norma statu-
taria e regolamentare del
partito, della consigliera
Princiotta, che provenendo
da un gruppo di opposizio-
ne ha continuato nella sua
attivit di fera oppositrice
contro Garozzo e la sua
giunta.
La Nuova offensiva
da parte della consigliera
comunale del Pd Simona
Princiotta, contro il sinda-
co Garozzo. Materia del
contendere la delibera del
30 settembre con la quale
viene costituito luffcio
Energia del Comune di
Siracusa. Con specifca
delibera stata assunta
la decisione di assumere
due consulenti esterni su
valutazione dello stesso
Sindaco con un rapporto di
lavoro dipendente a tempo
determinato per 1 anno,
rinnovabile.
Lo stop alle consulen-
ze esterne stato uno
dei punti qualifcanti del
programma del centrosini-
stra e dello stesso Garoz-
zo afferma la Princiotta
- Perch, quindi, altre
consulenze esterne o veri
e propri nuovi rapporti di
lavoro?. La consigliera
Princiotta insieme con il
deputato Pippo Zappulla
hanno chiesto al primo
cittadino il ritiro della
delibera in questione per
optare per un bando pub-
blico. Consideriamo grave
affermano i due politici
negare la possibilit a tanti
disoccupati, professionisti
e giovani tecnici di poter
partecipare ad una selezio-
ne pubblica e trasparente.
Siamo certi che il Sindaco
vorr rivedere la decisione
e ritirare la delibera sce-
gliendo la strada del bando
pubblico.
Consulenze
esterne
Nuova
sortita
di Princiotta
Presentata ledizione 2014 della Fai-
Marathon. Se distribuissimo ai cittadini
di Siracusa un itinerario ben conosciuto,
percorso tutti i giorni, sostituendo alle
strade le immagini dei piani alti delle
case e dei palazzi prospicienti, - ha detto
il capo delegazione FAI Siracusa, Gaeta-
no Bordone - La sfda che oggi la delega-
zione FAI di Siracusa propone ai cittadini
consiste nello scoprire, passeggiando per
le vie di Ortigia secondo un itinerario pre-
stabilito, ma anche eseguendo a piacere
Domenica la FaiMarathon
qualsiasi tipo di deviazione, alcuni partico-
lari fregi di pietra che le facciate dei nostri
palazzi mostrano con pervicacia da secoli.
La scelta per il 12 ottobre ha aggiunto
Bordone - caduta sulla ricerca di 11 Volti
Foliati presenti in Ortigia, la cui esistenza
legata al mistero della loro comparsa, del-
la loro costante presenza nelle architetture
sacre e profane attraverso molti secoli, for-
se alla penetrazione culturale avvenuta nel
primo medioevo dal Nord Europa a rinver-
dire una tradizione greca e romana.
IERI LA PRESENTAZIONE DELLEVENTO CULTURALE
In foto, la sede del Pd siracusano. Afanco, Simona Princiotta.
PENDE UN RICORSO DELLA SOCITA' ACESE
successivi gestiti direttamente dai Comuni, per quanto di competenza
della societ, sar quello di mercato, quasi 17 centesimi al kilowatt,
senza applicazione della clausola di salvaguardia, che avrebbe fatto
quasi raddoppiare limporto richiesto. Nellesprimere soddisfazione per
il prezzo praticato dalla societ Enerwawe che consentir un enorme
risparmio per le casse dellAto e quindi della comunit, il Commissario
Ortello ricorda come lAto sia intervenuto nella gestione del servizio
idrico integrato per un provvedimento di requisizione del Prefetto e
che il Consorzio non potesse essere penalizzato con lapplicazione
della clausola di salvaguardia.
di Giuseppe Bianca
LIsola di Malta ha fat-
to tesoro del suo mare.
Pontili d'attracco per ogni
tipo d'imbarcazione sono
presenti negli angoli pi
remoti cos come tra i
pi stupendi e suggestivi
dell'Isola fn dentro le citt
che si affacciano sul mare,
e sotto le case della gente,
con attrezzature e comodi-
t moderne e funzionali,
dove diportisti di tutto il
mondo arrivano in ogni
mese dell'anno per godersi
il mare e il vivere la vita
mediterranea, per un pe-
riodo medio di trenta gior-
ni l'anno, e con punte che
arrivano fno a tre mesi.
Insomma, i porti turistici
sono una parte importante
per lo sviluppo economico
dell'Isola dei Cavalieri, e
i governanti continuano a
favorire le scelte impren-
ditoriali legate al mare,
cos come nella generalit
delle attivit, anche con
corposi contributi stata-
li a fondo perduto e tante
altre agevolazioni fscale.
il caso di due giovani
venticinquenni siracusani,
un meccanico e un elettri-
cista, che qualche anno fa,
presi dallo sconforto per il
fallimento del Rigassifca-
tore di Priolo, raccolsero
armi e bagagli e qualche
spicciolo di euro e si tra-
sferirono a Malta in cerca
di fortuna, e dopo un pe-
riodo di prova trovarono
tra un lavoro e un altro,
insieme con un giovane
maltese, l'idea per realiz-
zare un pontile d'attracco
e relative manutenzioni
per le barche da diporto;
l dove il campo nautico
sviluppato al massimo
l'idea si rivel favorevole.
Oggi quell'attivit una
realt, e quei due ragazzi
hanno fatto trasferire le ri-
spettive famiglie dove tut-
ti insieme lavorano e vivo-
no dignitosamente, mentre
a Siracusa non avevano
nemmeno la dignit per-
sonale che spetta a ogni
singolo essere umano in
quanto tale; ma qui da noi
a Siracusa, purtroppo, ci
sono gli "ambientalisti"
che protestano anche per
un posto di lavoro da bec-
chino al cimitero, perch
forse scavando la terra per
le tombe, l ci potrebbero
essere i fantasmi che sono,
ovviamene, d'interesse
storico e ambientale.
La logica elementare vuo-
le che bisogna sfruttare al
meglio ci che si possiede;
noi abbiamo il mare come
Malta, come gli Arabi
In foto, il porto grande di Siracusa.
Stop al cannibalismo
di pseudo ambientalisti
Dalla vicina Malta lesempio di
unimprenditoria del mare capace
edItorIAle. PERCH DIRE NO A PRESCINDERE
hanno il petrolio, la Ger-
mania tecnologia, materie
prime e via dicendo, con
la differenza che siamo
circondati dall'acqua ma-
rina senza alcuna ostilit,
e senza dove ricorrere alle
barche per il collegamento
tra le varie isole che com-
pongono il gruppo malte-
se, abbiamo la possibilit
delle banchine invece dei
pontili a "giorno", costru-
iti con dei pali infssi nel
fondo del mare e delle
passerelle per collegare
le barche alla terra ferma.
Ci rende molto pi age-
vole e comodo le prero-
gative per un soggiorno
pi lungo da parte di chi
possiede un'imbarcazione,
una nave, un mega yacht
o una barca da diporto. Il
tutto comporta un favore-
vole tornaconto, o ritorno
economico e d'immagine
che dir si voglia; ma oc-
corre scegliere cosa fare
da grandi.
Le idee imprenditoriali in
campo ci sono e tutte vali-
de, di contro, per trovia-
mo tanti "giocolieri" che
vogliono solo farsi notare
per il fatto di apparire e
non di esserci, e non pu
di certo bastare il solo re-
gistrare un atto dal notaio
frmato da parenti e ami-
ci per essere considerati
un'associazione "ambien-
talista" con tanto di titolo
di "presidente". Questo
fn troppo facile, comodo,
ma certamente strumen-
tale. Con l'ostilit innata e
per partito preso, sempre
contro corrente, si deve
considerare necessaria-
mente un danno reale e se-
rio per l'intera collettivit;
va bene il buon rapporto
in difesa dell'inquinamen-
to, vanno bene le denuncie
sui fatti che si riferiscono
alla spesa pubblica con
dietro la scusa della sal-
vaguardia dell'ambiente,
va bene tutto ci che vi
pare, ma non possibile
"assalire" come dei cani
poliziotti, senza offesa per
i cani, chi vuole portare
un valido e serio contri-
buto allo sviluppo econo-
mico e sociale in questa
martoriata Siracusa, come
gli impianti per il diporto
nautico, i porti e i villag-
gi turistici che attraggono
ogni anno tanti turisti e di-
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 10 OTTOBRE 2014, VENERD
Gli ambientalisti siracusani guardano
al loro interno e rilanciano lazione a
difesa del territorio. Questa sera, pres-
so la sede di Legambiente Siracusa in
piazza santa Lucia 20, convocata la
assemblea generale del coordinamento
SOS Siracusa. Sostengono sia un mo-
mento cruciale per la nostra citt, in cui
bisogna con forza difendere le conqui-
ste degli ultimi anni, frutto di battaglie
collettive che hanno rappresentato una
bella ventata fresca di attivismo civi-
co. Il coordinamento SOS Siracusa
ha deciso pertanto di convocare tutti i
cittadini e le associazioni sensibili alla
tutela del paesaggio e del nostro patri-
monio storico, culturale e naturale, per
rilanciare una nuova stagione di lotte
e di partecipazione per la tutela della
nostra citt. Allordine del giorno ver-
ranno trattati, la defnizione delle linee
guida e degli obiettivi di SOS Siracusa
con particolare riferimento alle vicende
relative a Riserva Naturale Orientata
Capo Murro di Porco e Penisola della
Maddalena.
10 OTTOBRE 2014, VENERD Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Vendeva libri
col tagliando
di omaggio
SEQUESTRATI 6.700 VOLUMI AD AUGUSTA
Vendeva i libri scolasti-
ci omaggio al pubblico.
La scoperta stata fatta
dalla Guardia di Finanza
che ha sequestrato, presso
una libreria del centro
di Augusta, oltre 6700
copie omaggio di volumi
scolastici, in violazione
della normativa a tutela
del Diritto dautore. Il
controllo dei Finanzieri
scattato a seguito di una
segnalazione al servizio
di pubblica utilit 117, che
ha permesso di attivare la
Compagnia di Augusta.
Le indagini hanno con-
sentito di accertare che la
libreria ha venduto 6700
copie saggio spacciate
come usate, ma in realt
palesemente nuove, a de-
cine di clienti, nonostante
le copertine riportassero
lespresso divieto. La
normativa vigente sanci-
dalleditore. Questultimo
e lautore del libro distri-
buiscono gratuitamente a
singoli docenti le copie
saggio senza trarne alcun
vantaggio economico e,
quindi, non avendo posto
in commercio detti libri,
ne escludono esplicita-
mente la possibilit di
successiva immissione e
circolazione sul mercato
a fni di lucro. Il ruolo di
centralit del Corpo nella
lotta alla contraffazione
sottolineato da unimpor-
tante iniziativa operativa
attiva dal 1gennaio 2014:
il nuovo Sistema informa-
tivo anti contraffazione
(Siac), una progettualit
co-fnanziata dalla Com-
missione Europea ed af-
fdata per lattuazione dal
Ministero dellinterno,
per la prima volta, alla
Guardia di Finanza. Si
tratta di una piattaforma
informatica che seleziona
tutti i dati raccolti nel corso
delle indagini condotte
dai Reparti sul territorio
con lulteriore innovativa
opportunit per le Azien-
de che vogliono tutelare
i propri marchi, di poter
accedere al sistema accre-
ditandosi e inserendo tutte
le indicazioni di dettaglio
relative alle caratteristiche
dei propri prodotti che
possano risultare utili in
chiave operativa.
R.L.
Sono 39.537 i migranti giunti lungo il
canale di Sicilia dallinizio dellanno.
Una vera e propria marea umana a
fronte di 244 sbarchi intercettati inter-
cettati nel corso delloperazione Mare
Nostrum, buona parte dei quali appro-
dati nel porto commerciale di Augusta.
200 gli scafsti arrestati nel corso dellan-
no, tradotti nel carcere di Siracusa. Una
vera e propria emergenza le cui dimen-
sioni sono state oggetto di una conferen-
za stampa tenuta ieri mattina presso il
Arrivati 39 mila migranti in un anno
circolo uffciali della Marina militare di
Augusta dal procuratore capo Francesco
Paolo Giordano, insieme con il sostituto
procuratore Antonio Nicastro. Quaranta
i natanti sequestrati, mentre non si conta
il numero di quelli affondati o lasciati alla
deriva. Abbiamo fatto fronte ad una vera
e propria emergenza - ha detto il procura-
tore Giordano - contando sullesiguo delle
risorse a nostra disposizione e con un ca-
rico di lavoro ordinario non indifferente.
Non ci sono al momento segnali particola-
AD AUGUSTA IL PROCURATORE TRACCIA IL BILANCIO
Un ritorno alle origini per quattro artisti
contemporanei, che hanno scelto Ortigia per
esporre le proprie opere. L'evento prende il
nome di Ritorno alle Origini del quale
in questi giorni viene celebrata la seconda
Edizione,
Alla scoperta
di angoli suggestivi
del centro storico
ALLEX CONVENTO DEL RITIRO DI VIA MIRABELLA
La mostra collettiva si tiene nellex convento
del Ritiro di via Mirabella nel centro storico.
La minipersonale di 4 artisti contemporanei
organizzata da Marika Cassone (fotografa)
che nel mese di settembre ha esposto in oc-
casione delle Giornate Europee del Patrimo-
nio 2014 a Roma presso Il Museo Nazionale
Etrusco di Villa Giulia.
Oltre alla Cassone espongono Patrizia Pan-
nuzzo (pittrice), Cetty Midolo (pittrice), Enzo
Nitto (scultore).
L'inaugurazione si tenuta sabato scorso e la
mostra stata curata dal professore Emanuele
Di Mauro e da Alessandro Ragusa. Si tratta
della riscoperta di monumenti e angoli sug-
gestivi di Ortigia.
In foto in alto, pattuglia
della Guardia di Finanza.
Afanco, libri di testo
scolastico.
sce che i libri indicanti la
dicitura saggio-campione
gratuito o sprovvisti del
talloncino triangolare
sono considerati fuori
commercio, in quanto de-
stinati per fni divulgativi
o pubblicitari. Lintrodu-
zione in commercio di
testi scolastici, ricevuti
gratuitamente dai docenti
per le cosiddette adozio-
ni, oltre a confgurare un
illecito penale genera una
turbativa concorrenzia-
le, perch provoca uno
sviamento di clientela
dai canali commerciali
nei quali le pubblicazioni
sono fornite regolarmente
Sopra, particolare di un capitello.
ri, ma se si dovesse presentare lipotesi di
unemergenza terrorismo, siamo pronti
ed attrezzati.
portisti, con al seguito ca-
pitani, motoristi, marinai,
cuochi, inservienti e tutto
il resto, con un fatturato
satellite e indotto davvero
corposo. Ci sono tanti ar-
tigiani e commercianti che
traggono reddito dall'atti-
vit legata al diporto nau-
tico, e che potenziandolo
al massimo il comparto
pu davvero essere una
via parallela favorevole
per creare nuova occupa-
zione e sviluppo.
Tante le offcine specia-
lizzate in riparazioni elet-
triche, di meccanica, di
frigoristi, di termotecnica,
commercianti di frutta e
verdura o alimentari in
genere, come pesce carne
e tutto il resto, ristoranti,
bar, trattorie e cosi via,
che fatturano tanti sol-
di grazie a quelle poche
navi, o imbarcazioni da
diporto di piccola e media
stazza. E tutto questo non
si pu rifutare solo perch
qualcuno deve fare la po-
litica del contro attraverso
una sigla che si richiama
all'ambientalismo, quasi
sempre qualunquista.
Occorre dire basta a que-
sto "cannibalismo" di
massa contro tutti e tutto,
contro la povera gente, e
sparare su quello che si
muove come dei matti al
manicomio sulle mosche
sui muri, specie in un mo-
mento di profonda crisi
economica, dove tanta
gente disperata e muore
di fame. Come spiegare
le ragioni di una cos ac-
canita e tanta miserabile
cattiveria da parte di chi
non riuscito a racimo-
lare nemmeno trenta voti
durante la competizione
elettorale di natura ammi-
nistrativa, quindi locale,
senza il supporto di partiti
o movimenti riferiti a lea-
der politici.
La coscienza un senti-
mento alquanto nobile,
ma non risolutorio, e
fare fnta di niente o so-
stenere scelte azzardate a
tutti i costi, contro il desti-
no di una comunit sfortu-
nata, diventando una vera
sventura, non altrettanto
nobile. Oggi la comuni-
t siracusana affamata
di giustizia e di verit,
quindi a protestare oltre
ai pseudo ambientalisti,
anche le forze politiche e
quelle produttive, la gente
comune, i sindacati dei la-
voratori e le associazioni
degli imprenditori in ge-
nerale, dei commercianti
e degli artigiani. Occorre
dire basta!
questA serA lAssembleA dI sos sIrAcusA
Il killer spar oltre
sette colpi di pistola
la sera tra il 2 e il 3
marzo per uccide-
re Nicola La Por-
ta. Il suo cadavere
crivellato di colpi e
abbandonato come
un cane morto fu
ritrovato nelle vici-
nanze del cimitero
di Floridia all'interno
di una cava abban-
donata. Sospettati
dell'omicidio, Le-
onardo Maggiore,
Salvatore Mollica,
Giuseppe Genesio
e Osvaldo Lopes. I
quattro sono indaga-
ti e furono arresta-
ti dai carabinieri in
esecuzione di un'or-
dinanza di custodia
cautelare in carcere
frmata dal Giudi-
ce per le indagini
preliminare del Tri-
bunale di Siracusa,
Vincenzo Panebian-
co, su richiesta dei
Pubblici Ministeri,
Andrea Palmieri e
Tommaso Pagano.
Arresti confermati
anche dal Tribunale
del riesame con la
validit della deten-
zione in carcere dei
quattro fermati, con
la pesante accusa di
omicidio volontario
ai danni di Nicola La
Porta. Il delitto sem-
br subito essere le-
gato al "commercio"
della droga, dove
Floridia rimane un
importante crocevia,
oltre all'interesse per
l'eredit lasciata li-
bera della cosca che
fu azzerata con l'ope-
razione "Quo Vadis",
che proprio nel pae-
sino di Floridia ave-
va sistemato il suo
stato maggiore. L'u-
scita di scena del me-
desimo gruppo ben
organizzato, la lotta
per il controllo del
mercato della dro-
ga e delle estorsio-
ni aveva intrecciato
una serie di relazioni
e di compromessi;
secondo gli investi-
gatori il gruppo dei
quattro, sospettati di
aver eliminato Nico-
la La Porta, stava ini-
ziando un percorso
organizzativo insie-
me alla vittima che si
voleva affliare in un
primo momento alla
nascente "squadra",
ma quest'ultimo per
motivi ancora tutti da
chiarire pare abbia
Affari illeciti, droga
e leredit contesa
lasciata dai clan
deciso di non aderire
alla "cooperativa"; la
paura che il La Porta
una volta svincolato
dall'impegno "so-
cietario" e arrestato
potesse "cantare" i
segreti e i programmi
del gruppo capitana-
to da, Osvaldo Lopes
avrebbe fatto scattare
la molla per elimi-
nare uno scomodo
quanto pericoloso
testimone, oltre che
possibile "traditore".
L'altra ipotesi scatu-
rita potrebbe essere
legata alla restitu-
zione di una somma
di denaro che il La
Porta doveva a uno
degli arrestati per il
suo omicidio. Si trat-
ta ora di capire in che
direzioni si trovano
effettivamente le in-
dagini. Ma secondo
alcune indiscrezioni
trapelate dopo poco
tempo dall'opera-
zione dei carabinieri
che port in carcere
il quartetto, uno de-
gli arrestati avrebbe
cominciato a colla-
borare con la magi-
stratura inquirente,
confermando, nei
fatti pratici, l'impian-
to accusatorio messo
in piedi dagli inqui-
renti; ma nei giorni
scorsi dagli ambienti
giudiziari la notizia
che un altro degli ar-
restati con la pesante
accusa (che prevede
fno all'ergastolo)
avrebbe deciso di
voler collaborare per
far piena luce sull'e-
pisodio criminale nel
quale rimase vittima
il trentottenne, Nico-
la La Porta, e su tanti
altri fatti delittuosi
collegati e in cui vi
sarebbero coinvolte
altri personaggi con
ruoli secondari, ma
non meno importanti
dal punto di vista giu-
diziario. Il riferimen-
to sarebbe legato alle
prime indiscrezio-
ni, secondo le quali
il gruppo di fuoco
avrebbe organizzan-
do una vera e pro-
pria guerra con altri
attentati e sparatorie
per la supremazia nel
controllo delle attivi-
t illecite, ma l'obiet-
tivo principe sarebbe
legato al controllo
assoluto del mercato
della droga in tutto il
territorio foridiano
e del capoluogo. La
punizione severa sa-
rebbe stata applicata,
secondo la ricostru-
zione degli investi-
gatori, a chiunque
avesse tentato di
rifornirsi di stupefa-
ma due degli indagati
starebbero portando
alla luce la verit su
questo e tanti altri
fatti criminosi colle-
gati tra loro insieme
a tanti altri attori e
registi.
Sulla stessa direzio-
ne d'indagine sem-
brerebbe, per logica
deduzione, voler far
entrare a forza l'atti-
vit criminale sul ter-
ritorio lasciata libera
dal gruppo malavito-
so foridiano di rife-
rimento dopo l'ope-
razione "Quo Vadis",
portata a termine dai
carabinieri della Te-
nenza di Floridia, e in
cui uno degli imputa-
ti, Antonino Correnti,
fece marcia indietro
durante il processo,
decidendo di collabo-
rare con la giustizia;
decisione presa forse
a seguito di un atten-
tato a colpi d'arma da
fuoco nel dicembre a
Floridia in via Papa
VI, dove riport del-
le ferite gravissime
e un lungo ricovero
in ospedale. Il riferi-
mento investigativo
sarebbe cos indiriz-
zato verso l'autore,
o gli autori, di quel
ferimento (tentato
omicidio) che potreb-
be avere un doppio
collegamento sia con
l'eredit per l'attivit,
molto remunerativa
e malavitosa, sia con
gli sviluppi delle due
inchieste giudiziarie
con la semplice do-
manda: chi spar e
perch al Correnti e
se lui conosce i nomi
dei suoi attentatori? Il
vecchio gruppo d'ap-
partenenza di Anto-
nino Correnti aveva
collegamenti "pesan-
ti" con la mafa ca-
tanese. Nel processo
sono invischiati a
vario titolo personag-
gi importanti, con la
complicit principe
di Grazia Pellegri-
no, alias "Za Razia",
che fu anche madrina
di battesimo di uno
degli imputati. Un
sodalizio criminale
ben organizzato tra i
foridiani e i catanesi,
dove droga e le armi
erano la merce del
traffco illecito a ven-
taglio. questa una
della ultime pagine di
cronaca della mafa
siracusana.
Concetto Alota
centi attraverso al-
tri "commercianti".
Le indagini furono
sviluppate subito in
quella direzione per-
ch gi sia la vittima,
sia altri degli accusati
erano nel mirino dei
carabinieri con inter-
cettazioni ambientali
e telefoniche, perch
coinvolti a vario ti-
tolo in altre inchieste
giudiziarie. Dopo l'o-
micidio, i carabinieri
operarono la ricostru-
zione mirata dei fatti
anche attraverso le
immagini catturate
dal sistema di video-
sorveglianza, instal-
lato sia dal Comune
di Floridia sia da ca-
rabinieri, chiudendo
il cerchio ai riscontri
oggettivi e obiettivi
in base alle risultanze
delle intercettazioni
telefoniche, ambien-
tali e video in quasi
tutti i luoghi dove i
quattro s'intrattene-
vano, come abitazio-
ni, luoghi di lavoro e
in altri posti dove vi
erano interessi del vi-
vere quotidiano.
Nelle immagini sulla
ricostruzione della
vita della vittima si
notano riferimenti
certi sull'individua-
zione del ventise-
ienne, Giuseppe Ge-
nesio, il quale entra
nella casa della vitti-
ma e poco dopo, i due
a bordo di una moto
del Genesio dirigersi
verso il luogo pre-
stabilito per l'incon-
tro e in una vettura
vi sarebbero a bordo
Osvaldo Lopes, Le-
onardo Maggiore e
Salvatore Mollica;
le immagini girate
fanno riferimento
all'una di notte nel
giorno dell'omicidio,
dove si nota un'au-
tovettura nella quale
aveva preso posto
Nicola La Porta, la
vittima predestinata,
ovviamente all'oscu-
ro di andare verso la
morte certa, auto che
si allontana dall'in-
crocio e dirigersi
verso il campo san-
to di Floridia dove il
La Porta fu ucciso.
L'autopsia conferm
subito che i tempi di
decesso erano com-
patibili con il resto
dello scenario con
quello successivo
della scomparsa.
Tutta l'inchiesta pre-
sent da subito con
una serie di risvolti
investigativi, tante
contrariet e chiari-
menti, anche attra-
verso gli avvocati di-
fensori degli accusati
A Floridia i
maggiori sus-
sulti con un
omicidio, due
tentati omicidi
e la condanna
per droga a
carico di di-
verse persone
coinvolte nella
droga. E ci
sono anche
i pentiti...
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 10 OTTOBRE 2014, VENERD
Rubavano
statue
da cappelle
del cimitero
Avevano deciso di
fare un raid allin-
terno del cimitero
per trafugare mo-
numenti e statuine
dalle cappelle. Il
loro tentativo, ben-
ch congegnato,
fallito per la soler-
zia e il tempestivo
intervento da parte
di uno degli operai
del cimitero.
Lepisodio acca-
duto a Buscemi e a
fnire nelle maglie
della Giustizia sono
stati due ferlesi,
coadiuvati in questa
loro scorribanda da
una donna di minore
et.
Andrea Mammano,
siracusano di 29
anni, e Giuseppe Di
Mauro, catanese di
48 anni, entrambi re-
sidenti a Ferla, sono
ricorsi al rito del
patteggiamento per
chiudere la partita
con la Giustizia. As-
sistiti dallavvocato
Sebastiano Blanca-
to, i due imputati
dovevano rispon-
dere del reato di
furto aggravato in
concorso. Il giudice
monocratico del tri-
bunale di Siracusa,
ha applicato nei loro
confronti la condan-
na a 4 mesi e 20 gior-
ni di reclusione oltre
al pagamento di una
multa pari a 200
euro, concedendo
loro la sospensione
condizionale della
pena. I fatti si sono
consumati il 26 apri-
le 2007. Secondo
quanto ricostruito
dai carabinieri, i due
imputati e la mino-
renne si sono recati
al cimitero busce-
mese, da dove hanno
dapprima asporta-
to una scultura in
marmo raffgurante
l'ultima cena, trafu-
gata da una cappella.
Successivamente
la loro attenzione
stata attirata da
una statuetta della
madonna.
10 OTTOBRE 2014, VENERD Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Rub gioielli e denaro
Badante condannata
Il giudice
monocratico
le ha infitto
1 anno di
reclusione
oltre al risar-
cimento dei
danni alle
pati civili
costituite
La donna svolgeva servizio presso
labitazione di una coppia di anziani
Si concluso con un
verdetto di condanna
il processo che vede-
va imputata una ba-
dante, rea di essersi
impossessata di pre-
ziosi e denaro nella
disponibilit della
coppia di anziani
nella casa della quale
svolgeva servizio.
Il giudice monocar-
tico del tribunale di
Siracusa, Giuseppina
Storaci, ha infitto la
condanna a 1 anno
di reclusione e 400
euro di multa a ca-
rico di Nadia Girot-
ti, siracusana di 36
anni. La donna, as-
sistita dallavvocato
Aldo Ganci, doveva
rispondere del rea-
to di furto. Avrebbe
approfttato della si-
tuazione per impos-
sessarsi di venticin-
que gioielli per un
valore complessivo
di 20 mila euro, e,
in pi occasioni, del-
la somma di 2 mila
e 400 euro in con-
tanti. Ad accorger-
si che qualcosa non
andasse per il giusto
verso e che i sospet-
ti cadevano proprio
sullimputata, stato
il proprietario, il qua-
le, avendo dato soldi
alla moglie, si sen-
tiva dire dalla stessa
di non trovare pi i
soldi e di non spie-
garsi il motivo per il
quale fossero spariti
dal cassetto del com
della camera da letto.
Lanziano ha fatto
scattare una trappola,
fotocopiando le ban-
conote che poi aveva
con cura riposto nel
cassetto. Dentro una
busta, infatti, aveva
messo la somma di
200 euro in bancono-
te di diverso taglio,
che dopo breve tem-
po sparita come le
altre volte. Ma sta-
volta, nellaccusare
la badante, luomo
ha estratto le fotoco-
pie alle quali stato
possibile verifcare il
numero di serie delle
banconote, che erano
le stesse di quelle in
mano alla donna. Da
ci scattata la de-
nuncia e il successivo
processo. La donna
stata anche condan-
nata al risarcimento
dei danni a favore
dellanziano e degli
eredi, che si sono co-
stituiti parte civile,
per un ammontare di
5 mila euro.
In foto, il palazzo di
Giustizia di Siracusa.
Denunciate
due persone
per truffa
DENUNCIA OPERATA DALLA POLSTRADA NELLAMBITO DELLOPERAZIONE ITACAR
Anche la Polstra-
da di Siracusa ha
partecipato allo-
perazione Itacar,
che tutte le polizie
dEuropa hanno
messo in atto per
unintera settimana.
Migliaia di pattu-
glie e investigatori
del Vecchio Conti-
nente, sono stati im-
pegnati alla ricerca
di auto rubate e di
altri reati connessi.
Loperazione ser-
vita anche per con-
sentire alla Polstrada
di interagire con le
altre forze di polizia
dellUnione europea.
Per loccasione sta-
ta allestita a Bruxel-
les una sala operativa
comune a tutti, per
garantire limmedia-
to accesso a tutti gli
archivi informatici di
ogni stato membro.
In ambito locale, gli
agenti in servizio
presso la sezione di
Polizia Stradale di
Siracusa hanno de-
nunciato complessi-
vamente tre persone.
LA.R.A. di 35 anni
e LA.R.G. di 45 de-
vono rispondere a
piede libero del reato
di truffa ai danni di
una concessionaria
di autovetture. I due
avrebbero, infatti,
prodotto falsi cedo-
lini stipendiali per
ingannare un conces-
sionario e lagenzia
fnanziaria in modo
da ottenere il neces-
sario fnanziamento
per lacquisto di una
vettura. La terza
persona, G.V. di 45
anni, stata invece,
denunciata perch ad
un controllo su strada
ha esibito il tagliando
di una polizza assicu-
rativa falsa. Questul-
timo un fenomeno
molto diffuso anche
dalle nostre parti, ac-
centuato dalla crisi
economica che non
consente a molte fa-
miglie di arrivare alla
fne del mese. Molti
automobilisti, pensa-
no, quindi, di rispar-
miare, falsifcando i
tagliandi assicurativi
attraverso programmi
telematici.
Afanco, la conferenza
stampa per lomicidio
di Nicola La Porta.
10 OTTOBRE 2014, VENERD Sicilia 9 VITA DI QUARTIERI
Refezione scolastica a Siracusa
analizzate tutte le criticit
Qualit,
organiz-
zazione
del ser-
vizio,
monito-
raggio,
controllo
e analisi
Analisi condotta mediante tavoli di confronto con le istituzioni
scolastiche, con lAsp e con i presidenti dei consigli d'istituto
Lassessorato alla
Pubblica istruzione
ha lavorato in questi
mesi alla ristruttura-
zione della refezione
scolastica, analizzan-
do tutte le criticit ri-
scontrate in termini di
informazioni all'uten-
za, qualit, organiz-
zazione del servizio,
monitoraggio, con-
trollo e analisi dell'in-
dice di gradimento
da parte dell'utenza.
Questa analisi stata
condotta mediante ta-
voli di confronto con
le istituzioni scolasti-
che, con lAsp e con
i presidenti dei consi-
gli d'istituto. In que-
sti mesi sono sempre
stata disponibile al
confronto con tutti,
convinta dell'immen-
so valore che la con-
sultazione e la parte-
cipazione hanno nella
programmazione de-
gli interventi. Lo di-
chiara lassessore alle
Politiche scolastiche,
Valeria Troia in meri-
to ad alcuni articoli a
mezzo stampa di que-
sti giorni.
Aggiunge lAssesso-
re: Non ho mai avu-
to il piacere di incon-
trare i rappresentanti
della Lista Mangia-
fco, ho solo appreso
dalla stampa critiche
e suggerimenti in
merito al servizio di
refezione scolastica.
Nel rinnovare la mia
disponibilit al con-
fronto e non alla sem-
plice strumentalizza-
zione mediatica, nel
merito tengo a preci-
sare alcuni punti:
1- Da una consulta-
zione fatta con i Di-
rigenti scolastici, 13
istituti comprensivi
su 15 si sono detti
indisponibili a mo-
difcare l'assetto del
servizio andando a
una gestione per sin-
golo istituto: in que-
sto momento tale pro-
spettiva appare quindi
non solo diffcilmente
perseguibile, ma an-
che poco funzionale
alla successiva ge-
stione e controllo del
servizio stesso.
2) La consultazione
con i genitori e' stata
gi avviata attraverso
incontri propedeutici
agli interventi di mi-
glioramento e con la
realizzazione del por-
tale sulla refezione
scolastica: esso assi-
cura un servizio di in-
formazione all'utenza
e ci consente, attra-
verso un'interfaccia
compilabile, di avere
una fnestra sempre
aperta con l'utenza.
Questo ci permette-
r di intervenire su
eventuali criticit ri-
scontrate e di rendere
pubblica l'organizza-
zione e la gestione del
servizio, in una logica
di etica di responsabi-
lit nei confronti della
cittadinanza.
3) LAmministra-
zione ha ribadito
l'importanza che il
servizio riveste e la
volont di migliorare
la qualit dei prodotti
somministrati: siamo
quindi intervenuti
attraverso un incre-
mento del relativo
capitolo di bilancio
pari a 100.000 euro,
al fne di inserire nel
capitolato d'appalto la
somministrazione di
prodotti provenienti
dalla fliera corta, a
km 0 e biologici.
4) In accordo con la
ditta che gestisce il
servizio stiamo gi
lavorando al proget-
to "Zero sprechi a
mensa" che a breve
partir nelle scuole:
permetter di applica-
re la "Regola del buon
Samaritano", per in-
serire tutti i pasti in
avanzo all'interno del
circuito della solida-
riet.
5) Al fne di attuare
e favorire la raccol-
ta differenziata nelle
scuole e grazie ad un
fnanziamento regio-
nale, l'Assessorato
allAmbiente sta gi
dotando gli Istitu-
ti comprensivi degli
appositi contenitori
per consentire l'avvio
contestuale di proget-
ti educativi ispirati
alle buone prassi. A
breve partir il pro-
getto Zero rifuti in
mensa che consen-
tir di migliorare il
servizio e la qualit
del pasto dal punto
di vista organolettico,
garantendo inoltre un
ingente abbattimento
dei rifuti in mensa.
6) Relativamente all'i-
doneit dei locali per
i quali possediamo i
dovuti pareri sanitari
in termini di igiene e
sicurezza atti a con-
sentire la sommini-
strazione dei pasti, ri-
scontriamo situazioni
in cui, a causa spesso
del sovraffollamento,
non esistono locali
destinati in maniera
esclusiva al servizio
mensa: con i dirigen-
ti scolastici stiamo
quindi lavorando in
tale direzione.
7) Sappiamo che il
numero esiguo di se-
gretarie econome lede
la gestione del servi-
zio arrecando un disa-
gio all'utenza. Com-
patibilmente con la
disponibilit del per-
sonale stiamo lavo-
rando per rinforzare il
comparto, attraverso
turnazioni e rotazioni.
8) Come voi, siamo
fermamente convinti
che solo il bando sar
in grado di arginare
alcune criticit ancora
presenti: il dirigente
del settore sta gi la-
Asinistra, Consiglio
comunale dei ra-
gazzi. Sotto, lasses-
sore Troia con
il sindaco Garozzo.
vorando alla sua pre-
disposizione per non
incorrere in ulteriori
lungaggini burocra-
tiche, in attesa che
l'approvazione del bi-
lancio ci consenta di
andare in gara.
9) Rispondo infne
al suggerimento del
consigliere Vinci
sull'inclusione dei
genitori e per la co-
stituzione di un or-
gano di controllo:
come potr evincere
dallo stesso portale
stiamo istituendo le
Commissioni men-
sa per ogni singolo
istituto, rifacendoci
alle linee guida na-
zionali in termini di
refezione scolastica,
per favorire la parte-
cipazione dei genitori
e consentire un moni-
toraggio del servizio
in maniera formale e
strutturata, attraverso
questionari prestabi-
liti, con indicatori di
controllo. In questo
modo, attraverso la
collaborazione con
lAsp, potremo moni-
torare costantemente
il servizio per mi-
gliorarlo. Inoltre ab-
biamo trasmesso alle
commissioni consi-
liari competenti, con
procedura durgenza
per lapprovazione,
il regolamento sul
funzionamento delle
Commissioni mensa.
Siamo fermamente
convinti di non esse-
re giunti a un punto
di arrivo, ma al con-
trario a un punto di
partenza: vogliamo
strutturare il servizio
e migliorarlo in ter-
mini di qualit, visto
che lo consideriamo
un momento di enor-
me valore pedagogi-
co e socio relazionale
che necessita del sup-
porto di una program-
mazione educativa.
Affnch ci accada
occorre la collabo-
razione di tutti, col-
laborazione peraltro
gi riscontrata tan-
to dagli insegnanti,
quanto dai genitori e
dalla ditta erogatrice.
I primi giorni di un
servizio risultano es-
sere spesso critici ma
che siamo sulla strada
giusta lo dimostrano i
numeri: in due gior-
ni abbiamo avuto un
incremento del 50%
delle richieste, oggi
giunte a 1500 pasti.
Povera e affitta
vai, o poesia!
Le arti belle,
come la poesia,
la musica (ese-
guita e/o canta-
ta), la danza
sono quelle il cui
messaggio ser-
ve ad elevare lo
spirito, non solo
di chi le pratica
ma anche di chi
le recepisce
di Arturo Messina
Le arti belle, come la po-
esia, la musica (eseguita
e/o cantata), la danza
sono quelle il cui mes-
saggio serve ad elevare
lo spirito, non solo di chi
le pratica ma anche di chi
le recepisce.
Ovviamente, tutto dipen-
de dalla comunicazione:
pi facile, attraente e al-
lettante il mezzo della
comunicazione, pi lar-
te riesce a suscitare at-
tenzione e ammirazione.
E cos che, soprattutto
oggi, coloro che scrivono
versi a momenti sono pi
di quelli che li leggono o
semplicemente li ascol-
tano: per il che: Povera
e affitta vai, o poesia!
Una ben chiara, ma
amara dimostrazione,
stata recentemente regi-
strata in pi occasioni a
Siracusa: una quando, il
mese scorso, nel salone
della CISL, in Via Arse-
nale, era stato program-
mato un incontro di poeti
che avrebbero recitato
le loro liriche e invece
coloro che, come noi,
pochi per la verit, sono
andati ad ascoltarle, sono
rimasti delusi perch,
anzich ascoltare poesie,
hanno dovuto assup-
parsi un imprevisto e
lungo discorso sulla fto-
logia medica.Pertanto
sono andati via delusi.
Unaltra dimostrazione
avvenuta sabato scorso
quando chi, come noi,
ha letto sul quotidiano
Libert che allantico
mercato vi sarebbe stato
un altro incontro di poeti,
vi si recato; ma di tutto
ha visto che unombra di
poeta. La giustifcazione
diffusa stata piuttosto
peregrina: siccome di-
verse ore prima era cadu-
ta un po di pioggia, chi
aveva organizzato lin-
contro e laveva comu-
nicato attraverso lo stes-
so quotidiano Libert,
aveva profetizzato che ci
sarebbe stato un diluvio
universale e aveva per-
tanto preferito rimanere
a casa!
Per chi, come noi, non
essendo stato avver-
tito del contrattempo,
si recato allantico
lincontro dei poeti sa-
rebbe apparso del tutto
marginale, se non inop-
portuno, essendo stato
programmato nellottica
duna plurima, vasta e
molto interessante mani-
festazione: la Wedding
and home.
Certamente, i numero-
si siracusani accorsi a
quellinvito non avreb-
bero capito nulla, se
non che vi sarebbe stato
quel poetico incontro,
dato che la manifesta-
zione clou, veramente
cos diffuso da indurre
tantissimi lettori a non
leggere alcun giornale,
dove purtroppo, le parole
inglesi capitano sempre
pi spesso negli articoli,
senza che gli articoli-
sti si prendano la briga,
quanto meno, di tradur-
le.
Per tutti si sono resi ben
conto di cosa effettiva-
mente si trattasse: du-
na pi che consistente
esposizione riguardante
appunto le nozze e la
casa, a partire dai con-
stranamente passante da
una marcia nuziale alla
canzone napoletana
Ma il clou della serata
stato la danza classica
della scuola solarine-
se di Natascia Sipala,
ex allieva dellISEF ai
tempi quando la prof.
ssa Rosanna Messina vi
insegnava, da assisten-
te, Ginnastica Ritmica e
dirigente delegato dalla
sede centrale di Paler-
mo era il prof. Concetto
Scandurra:
La nostra scuola di
danza- ci ha affermato
lei stessa, da noi intervi-
stata prima che lesibi-
zione avesse inizi- non
ha gli anni che hanno le
tante scuole di danza di
Siracusa e tuttavia le mie
allieve hanno avuto gi
tanto successo dovunque
le ho fatto partecipare ai
concorsi, sia regionali
che nazionali. Proprio
nellultimo concorso
nazionale una delle mie
allieve, Anna Carruba,
la pi piccola, stata
proclamata campionessa
italiana di danza moder-
na, essendosi classifcata
la prima tra tante con-
tendenti pervenute da
tutte le parti dItalia. Al-
tra promessa Samuele
Bazzano che lunico
nostro danzatore, ma fa
per dieci!
-La piccola Anna ha vin-
to altri premi prima di
questo cos ambizioso,
per cui potremmo dire
con il famoso proverbio
siciliano: <a prima viti,
muscateddha>?
Ne ha vinto diversi altri;
come quello regionale!
-Potremmo vederle fare
adesso qualche evoluzio-
ne?
Non c di bisogno!..
Il nostro spettacolo ha
inizio proprio da lei, in
un a solo! Si accomodi
nel cortile che comincia-
mo! E che meraviglia di
bimbetta tutta pepe, cos
sicura, sciolta, acrobatica
ed elegante insieme, si
dimostrata appena la pre-
sentatrice ha annunciato
la sua esibizione, sottoli-
neando che si trattava ve-
ramente duna bambina
prodigio! E proprio vero
che nella botte pi picco-
la c il vino pi buono!
pranzo nuziale, anche il
meno luculliano che si
voglia. E lampio salone
dove sarebbe stato previ-
sto che si sarebbe svolto
lincontro poetico? Cos
ricco di abiti nuziali e
annessi? Non lo imma-
ginava chi aveva pro-
grammato di usarlo per
lincontro lirico?
Per, al posto della po-
esia, che sarebbe sem-
brata inadatta, anzi
inopportuna, a suscitare
maggiore interesse per
lesposizione, cera la
ne chitarrista Vincenzo
Partexano: un Duo che,
oltretutto, spesso chia-
mato, appunto a dare
colore con esperienza e
professionalit a cos lie-
ti eventi- avverte la loro
locandina, aggiungendo-
La nostra musica rimarr
nei tuoi
Ricordi, per il giorno
pi importante della tua
vita.
Musica ben diversa, sen-
za pretesa, quella dello
strano quartetto che, in-
vece, eseguiva musica
mercato, non rimasto
deluso come lo era ri-
masto nellincontro po-
etico precedente. Infatti
c stato tanto altro da
vedere, da ascoltare,
da godersi! Del resto,
imponente e interessan-
te, era stata annunciata,
pubblicizzata e diffusa
esclusivamente in lingua
inglese, non masticata
se non dai pochi com-
petenti: vezzo che ormai
fetti dai pi svariati mo-
delli, agli abiti nuziali,
agli strumenti musicali
che sono immancabili
in una cerimonia nuzia-
le, sia in chiesa che
ntu commitu alias nel
musica, la musica pi
opportuna ed allettante,
diffusa dalla bellissima
voce della brava can-
tante Nicoletta Palermo,
accompagnata dallal-
trettanto bravo giova-
Allantico mercato se non vi sono stati i poeti c stato altro di buono e di bello,
specialmente il canto di Nicoletta Palermo e la danza di Natascia Sipala
In alto, momenti
di scuola di danza
allAntico mercato
di Ortigia.
CULTURA 8 Sicilia 10 OTTOBRE 2014, VENERD
ATTUALIT 10 Sicilia 10 OTTOBRE 2014, VENERD
A Melilli consegnate
26 borse di studio
Mercoled scorso, nella sala di rappresentanza
del Comune di Melilli, 26 cittadini residenti nel
Centro ibleo, la maggior parte giovani, hanno
riceveto dallamministrazione comunale la bor-
sa di studio per essersi distinti lo scorso anno
nellavere conseguito il diploma o la laurea con
il massimo dei voti.
Levento stato organizzato dallUffcio Pub-
blica Istruzione dellEnte, diretto dalla Dott.ssa
Natalina Castro. Prenderanno parte allincontro,
oltre al personale dipendente dellUffcio, il
Vicesindaco facente funzioni del Sindaco,
Dott.ssa Arcangela Palmeri, lAssessore alla
Pubblica Istruzione Salvatore Midolo, gli As-
sessori Corrado Mascali e Massimo Magnano, il
Presidente del Consiglio Dott. Salvatore Sbona
e il Dirigente del I Istituto Comprensivo di
Melilli, Prof. Angela Fontana. Di seguito i
nominativi premiati, ai quali, oltre alla borsa di
studio, sar consegnata una pergamena ricordo.
Diploma di Istruzione di I Grado ( 250,00)-
voto riportato 10/10:
Gaetana Cimino, Rosaria Fazzino, Chiara Ma-
gnano, Giuseppe Morana, Alessandra Passanisi,
Alessia Santoro, Francesco Zimmitti.
Diploma di Istruzione di II Grado ( 500,00)-
voto riportato 100/100:
Stefano Falletta , Martina Fazzina, Cristina
Garofalo, Flavia Gigliuto, Davide Italia, Giu-
seppina Lombardo, Nicoletta Sbaudo, Martina
Tarantola.
Laurea di I Livello ( 600,00)-voto riportato
110/110:
Salvatore Amenta, Isabella Aric, Cassandra
Castro, Rossana Fazzino, Chiara Passanisi.
Laurea Laurea di I Livello con lode ( 700,00)-
voto riportato 110/110:
Marco Puglisi.
Laurea Specialistica ( 1.000,00)-voto riportato
110/110:
Claudia Barone, Santina Misenti, Concetta
Quadarella, Alessandra Tizzone.
Laurea Specialistica con Lode ( 1.100,00)-
voto riportato 110/110:
Vincenzo Morello, Letizia Pitruzzello.
Sono orgogliosa, dice il Vicesindaco Palmeri,
dei risultati eccellenti riportati dai nostri cittadini
a conclusione del loro percorso didattico. Sono
onorata di consegnare loro il riconoscimento di
questa Amministrazione per limpegno profuso
nei loro anni di studi. Anni sicuramente che
segnano molti sacrifci, spesso anche delle fa-
miglie, che sostengono i loro fgli moralmente
ed economicamente. Mi preme sottolineare che
tra le persone laureate vi sono madri di famiglia,
lodevolmente organizzate per raggiungere la
meta prefssata, nonostante gli impegni familiari
e di lavoro dipendente. Altro plauso va al Dott.
Prof. Vincenzo Morello, gi laureato in Lettere
qualche anno addietro con il massimo dei voti,
che domani ritira il premio per avere conseguito
la Laurea Specialistica in discipline Musicali
presso il Conservatorio Musicale di Messina,
ripotando il voto 110/110 con Lode e Menzione
dOnore. Morello dell81. E un giovane ta-
lento gi affermato. Rappresenta la stragrande
maggioranza dei giovani di oggi che si dedica
con impegno in attivit sane volte a costruire
un futuro sicuramente pieno di sodisfazioni. Mi
auguro che il suo risultato e il risultato di tutti
gli altri borsisti, possa essere da sprone per
coloro i quali, delle volte scoraggiati dai piccoli
insuccessi, sfduciati abbandonano gli studi.
10 OTTOBRE 2014, VENERD Sicilia 11 ATTUALIT
Sono Nasce da
unesperienza sin-
golare e normale.
A commentare la
buona e signifcativa
notizia il Segreta-
rio Provinciale Vin-
cenzo Vitale che ha
seguito e curato tutta
la vicenda sino alla
rinascita. Ne hanno
sentito la necessit
spiega Vitale - alcu-
ni giovani e cittadini
che, nella sinistra,
nutrono speranza
spendendo energia e
tempo. A presentare
il neo Circolo SEL
Giacomo Tarico
Dottore in Scien-
ze dello Sviluppo e
Cooperazione Inter-
nazionale e Locale.
SEL, continuano
Vitale e Tarico, ri-
compare sulla scena
politica di Augusta
anche in vista delle
prossime elezioni
amministrative che
segneranno, speria-
mo, la fne di un in-
cubo in cui Augusta
caduta e la nascita
di un forte senso ci-
vico e di responsa-
bilit collettiva. Ab-
biamo costituito un
gruppo che, periodi-
camente, si riunisce
e vede nellincontro
e nel dialogo con i
cittadini, la possibi-
lit di immettere una
presenza viva della
sinistra elaborando
un programma con-
diviso entro il quale,
c una connotazio-
ne signifcativa degli
obiettivi della sini-
stra, primo fra tutti,
la difesa dellam-
biente e il risana-
mento del territorio,
coadiuvando e dando
man forte alla batta-
glia che Don Palmi-
ro Prisutto sta por-
tando avanti, perch
noi continua Tari-
co non rimarremo
passivi. Punti chiave
saranno la creazione
di una nuova gover-
nace locale, basata
sulla riqualifcazio-
ne territoriale, la
valorizzazione del
variegato patrimo-
nio socio/culturale.
Unattenzione par-
ticolare alla crescita
della creativit cul-
turale ad Augusta;
sostegno ai progetti
di vita femminile e
giovanile; favorire il
processo di dialogo
interculturale ; con-
trasto allillegalit;
piano per il lavoro e
conversione ecologi-
ca per nuove oppor-
tunit di sviluppo e
occupazione. Spesso
la politica locale
stata vista, nella mi-
gliore dellipotesi,
come la politica di
serie b ,ma oggi pi
che mai - continua
Tarico - la governan-
ce di sviluppo locale
una possibile via di
crescita alternativa
alla crisi di sistema
nazionale ed interna-
zionale. Il compito
del circolo nascen-
te, sar di costruire
con le altre forze
del centrosinistra e
da subito, lagenda
delle priorit da af-
frontare nel comune
di Augusta, facendo
leva e sollecitando
i Cittadini ad impe-
gnarsi insieme a noi
nella stesura e nella
futura attuazione di
un vero e proprio
programma per la
citt. Siamo una for-
za politica con un
progetto chiaro di
cambiamento delle
condizioni di vita dei
cittadini di Augusta.
Siamo aperti ai con-
tributi di chi abbia
voglia di partecipa-
re e di contare sulle
scelte. Sulla parteci-
pazione democratica
e sulla trasparenza.
Noi cos regoliamo
la nostra bussola di
forza politica di go-
verno.
Ritorno di Sel ad Augusta
Crescita alternativa alla crisi
Una presen-
za viva della
sinistra
elaborando
un program-
ma condiviso
In foto, immagine aerea
della citt di Augusta.
Aperta al pubblico, dal primo
pomeriggio di ieri, la porzione
del parcheggio Talete fnora
inutilizzata.
Completato liter burocratico
sulla sicurezza, sistemata ed
attrezzata larea, il Talete si ar-
ricchisce cos di ulteriori 43 posti
che andranno ad aggiungersi a
quelli attualmente disponibili
nella precedente area peraltro
oggetto, in queste settimane, di
un complessivo restyling, con la
predisposizione del nuovo siste-
ma di sbarre automatiche, delle
telecamere di videosorveglian-
za, della nuova segnaletica e del
pannello elettronico contaposti.
E dalle 14,44 del pomeriggio
operativo il nuovo sistema di
accesso al parcheggio e di paga-
mento della sosta: avverr tutto
in maniera automatizzata, con
un sensore ottico che legger la
targa del veicolo permettendo
sia lingresso che luscita, dopo
il pagamento automatico pressa
la cassa dedicata.
Lintera area videosorvegliata
e controllata dalla Polizia mu-
nicipale, pronta ad intervenire
per qualsiasi problematica le-
gata allingresso e alluscita dal
parcheggio.
Talete, nuove modalit di accesso ed apertura nuova ala
RESTYLING CON LA PREDISPOSIZIONE DEL NUOVO SISTEMA DI SBARRE AUTOMATICHE
Avr questa sera, alle ore 19, pres-
so il sepolcro di Santa Lucia nello-
monima Piazza il secondo incontro
Ciclo di conferenze
sullala fgura
della Santa Patrona
SANTA LUCIA NELLA LETTERATURA PER ADULTI E PICCINI
del ciclo di conferenze che hanno il
compito di analizzare la fgura della
Santa Patrona Siracusana nella cul-
tura, in occasione dellarrivo delle
spoglie mortali del prossimo 14 di-
cembre, promosso da Giovani per
Siracusa in collaborazione con la
Deputazione della Cappella di Santa
Lucia, la Sezione Siracusana di Ita-
lia Nostra e lAssociazione culturale
Devoti di Santa Lucia. Il tema di
GIuseppe bIAncA
Direttore Responsabile
Direzione e Redazione
Uffci amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafca S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafca S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987
Sicilia
il parcheggio Talete.
domani sar: Santa Lucia nella Let-
teratura per adulti e piccini e sar
trattato dalla scrittrice Annamaria
Piccione con letture di Marco Scuot-
to e la chitarra di Valerio Vancheri.
Sar un incontro interessante, quel-
lo di domani, - afferma Alessandro
Maiolino, presidente di Giovani per
Siracusa - perch grazie alla inesti-
mabile competenza di Annamaria
Piccione, vedremo come letterati e
poeti hanno visto la nostra Santa Pa-
trona. Lingresso gratuito.
Sar attivato sabato prossimo
limpianto di illuminazione sul
tratto urbano della strada pro-
vinciale 58 denominata via Case
Abela.
Si tratta della bretella, a inten-
so traffco durante tutto l'anno e
quindi di rilevanza strategica, che
collega la Statale 115 alla rete
viaria provinciale che conduce
a diverse zone balneari in parte
abitate anche d'inverno.
Via Case Abele una strada al
servizio di migliaia di residenti,
villeggianti e imprenditori agri-
coli che esercitano la loro attivit
nelle contrade Isola, Plemmirio,
Via Case Abela,
da sabato attivo
limpianto
di illuminazione
SI TRATTA DELLA BRETELLA, A INTENSO TRAFFICO DURANTE TUTTO L'ANNO
In foto, via Case Abela.
Fanusa e Arenella. Inoltre, essa
agisce da accesso alla Provincia-
le 102 che, a sua volta, raggiunge
le localit di Asparano, Ognina e
Fontane Bianche e conduce a via
Capo Murro di Porco.
La strade principali della zona
erano state riqualifcate dalla
Provincia, che aveva realizzato
anche l'impianto di illuminazione
senza mai metterlo in funzione a
causa di diffcolt fnanziarie. Per
uscire dall'impasse, l'Ammini-
strazione ha deciso di accogliere
la proposta del consigliere co-
munale Alessandro Acquaviva,
che in passato sedeva sui banchi
di via del Labirinto, sostenito-
re del passaggio dell'impianto al
Comune. Il costo dell'operazione
per l'Ente stato di circa 20 mila
euro, necessari a una manuten-
zione complessiva, all'attivazione
dei punti luce e all'installazione
dei contatori.
Esprimo la mia soddisfazione
per il positivo epilogo della vi-
cenda legata allilluminazione
della Provinciale 58, tratto via
Case Abela - lo afferma il con-
sigliere comunale Alessandro
Acquaviva che rischiava di fni-
re sugli annali delle incompiute.
Ringrazio il sindaco, Giancarlo
Garozzo, per aver mantenuto
limpegno assunto, i responsabili
delluffcio tecnico della Provin-
cia, ingegnere Silluzio e geome-
tra Roccaro, e lingegnere capo
del Comune, Natale Borgione,
che hanno permesso una prof-
cua collaborazione tra i due Enti.
Grazie a ci, stato raggiunto
un altro importante obiettivo del
programma di riqualifcazione e
messa in sicurezza della viabi-
lit della zona balneare che, tra
qualche settimana, vedr linse-
diamento dei cantieri dellANAS
per la di costruzione delle due ro-
tatorie sulla Statale 115.
SPECIALE 12 Sicilia 10 OTTOBRE 2014, VENERD 10 OTTOBRE 2014, VENERD Sicilia 13 SPECIALE
Orizzonti di gloria, la guerra
e la logica del militarismo
Meritevole liniziativa delleditore Castelvecchi di ripubblicare un romanzo
che gi alla sua prima uscita, nel 1935, non riscosse lattenzione dei lettori
ANCHE LEDITORIA STA FACENDO LA SUA PARTE PUBBLICANDO SAGGI E RACCONTI SU QUELLA CARNEFICINA
di Paolo Fai
Il centenario
dello scoppio
del l a Pr i ma
Guerra Mon-
diale, di quella
inutile strage
(come la def-
n papa Bene-
detto XV) che
cost milioni
di morti, di fe-
riti e mutila-
ti alle nazioni
che vi furono
coinvolte, e fu
la prima a me-
ritarsi il nome di
scientifca, non
solo per luso
di nuove armi
micidiali, ma
anche per le
conseguenze
incomparabili
con le guerre
dellOttocento,
certo levento
pi importante
del 2014, og-
getto di com-
memor azi o-
ni pubbliche,
in Italia e nel
mondo.
Anche ledito-
ria sta facendo
la sua parte
pubbl i cando
saggi e rac-
conti su quella
orrenda carne-
fcina. Merite-
vole liniziati-
va delleditore
Castel vecchi
di ripubblica-
re un romanzo
che gi alla sua
prima uscita,
nel 1935, non
riscosse lat-
tenzi one dei
lettori: Oriz-
zonti di gloria,
pp. 231, euro
16, 50, del -
lo scrittore e
sceneggiatore
anglosassone
Humprey Cobb
(1899-1944),
che prest ser-
vizio nelleser-
cito canadese
per tre anni du-
rante quellim-
mane confitto.
Non divenne
un caso lette-
rario, quel ro-
manzo, nem-
meno dopo
che St anl ey
Kubri ck, nel
1957, se ne
serv per l a
sceneggiatura
del flm con lo
stesso titolo (in
inglese Paths
of Glory), che
resta ancora
uno dei capo-
lavori assolu-
ti dei film di
guerra, contro
la guerra, con-
tro il cinismo
degli ufficiali
che mandano
allo sbaraglio
i soldati, ridotti
a carne da can-
none.
Cobb avverte
nella Nota f-
nale che tutti
i personaggi,
le unit mili-
tari e i luoghi
di questo libro
sono immagi-
nari, ma egli
si era ispirato
ai processi e
alle fucilazioni
verificatisi in
pi occasioni
sul fronte fran-
cese durante la
Grande Guer-
ra. Perci si
affretta a citare
i libri che do-
cumentano i
fatti, da lui poi
trasfgurati nel
romanzo.
Se ogni film
ricavato da un
romanzo di -
venta altro, in-
commensura-
bilmente altro,
rispetto al testo
di partenza (e
non solo per la
diversit di lin-
guaggio), nel
caso di Oriz-
zonti di gloria,
il romanzo di
Cobb un ot-
timo pretesto,
un pregevole
c anov ac c i o
su cui Kubrick
costrui sce i l
meccani smo
della guerra e
del suo fun-
zi onament o,
attraverso un
episodio, del
marzo 1916, di
quellinferna-
le macello che
sconquass il
fronte franco-
tedesco. Cobb
gli fornisce lo
sfondo, ma
poi Kubr i ck
che, sempre
teso a raffor-
zare leffetto
di realt e di
verit, rico-
strui sce con
tale cura lam-
biente bellico
da meritare gli
elogi di Chur-
chill per quanto
riguarda la ve-
rosimiglianza
storica del flm
(E. Ghezzi).
Nel romanzo
c gi la di-
mensione tra-
gica cui poi Ku-
brick nel film
dar la forma
dr ammat i ca
che solo la ci-
nematografia
riesce a con-
ferire ai perso-
naggi, ai loro
senti menti e
alle loro azioni,
sia con i dia-
loghi che con
luso sapiente
della macchina
da presa. C
l ambi zi one
sfrenata degli
alti vertici mi-
litari francesi,
incarnati dal
generale di di-
visione Asso-
lant, noto in
tutto lo Sta-
to maggi ore
come generale
Insolent (nel
flm Mireau, cui
il volto sfregia-
to di George
MacReady ag-
giunge un toc-
co di perfdia),
che aspira alla
gloria militare
e che, pur di
raggiungerla,
accetta lordi-
ne di assaltare
il Formicaio,
importante ma
inespugnabile
posizione te-
desca, con la
complicit, ci-
nica e astuta,
del generale di
corpo darmata
De Gourville
(nel flm Brou-
lard, interpre-
tato da un gran-
de Adol phe
Menjou). No-
nost ant e l e
r i most r anze
del colonnello
Dax, coman-
dante del 181
r eggi ment o
(interpretato,
nel flm, da un
superbo Kirk
Douglas), che
non esi t a a
definire folle
quelliniziativa
votata a sicura
disfatta, Asso-
lant impone la
sua decisione,
forte della con-
vinzione che i
morti faceva-
no parte della
guerra. Dove
non c erano
morti, non cera
combattimen-
to. Lassal-
to assumer i
contorni di una
strage di solda-
ti francesi, mie-
tuti, solo pochi
metri fuori dal-
le loro trincee,
dalla tempesta
di fuoco delle
batterie tede-
sche, mentre al
capitano Pelle-
tier, che per
si rifuta, Asso-
lant ordina per-
fno di sparare
sui soldati per
farli avanzare.
Ma Assol ant
non si d per
perso. Accusa
di codardia i
soldati che si
erano rifiuta-
ti di avanza-
re e vorrebbe
una punizio-
ne esempla-
re: dieci uo-
mini per ogni
compagnia da
mandare da-
vanti alla Cor-
te Marzi al e,
cio alla sicu-
ra fucilazione.
Dopo un pe-
noso mercan-
teggiamento,
Assol ant si
accontenta
di tre uomini.
A pagare la sua
ambiziosa fol-
lia saranno tre
poveri soldati
che, davanti
a un proces-
so-farsa, su-
biranno la pi
ingiusta delle
punizioni.
Tra le tante li-
bert che Ku-
brick si prese
rispetto al testo
di Cobb, due
almeno meri-
tano di essere
ricordate. Du-
rante un duro
duello verbale
tra Dax e Mire-
au, al generale
che lo pungo-
lava con spre-
gevole retorica
allassalto (Il
pat r i ot t i smo
potr essere
fuori di moda,
ma l dove ce
un patriota c
un onestuo-
mo), Dax ri-
batte con la
celebre frase di
Samuel John-
son: Il patriot-
tismo lultimo
rifugio delle ca-
naglie. Il fi-
nale del flm,
poi, tutto una
felice invenzio-
ne di Kubrick.
Il romanzo si
chiude cupa-
mente sulle-
secuzione dei
tre malcapitati.
Anche nel flm i
tre soldati ven-
gono fucilati,
ma secondo
la testimonian-
za di Frederic
Raphael, che
scrisse la sce-
neggiatura di
Eyes wi de
shut (1999)
se il film
divenne quello
che , un capo-
saldo della sto-
ria di quellar-
te, fu grazie
allintransigen-
za di Kirk Dou-
glas. Kubrick
aveva infatti
accettato il
compromesso
del lieto fne (i
tre condannati
a morte con la
falsa accusa di
codardia veni-
vano graziati
allultimo minu-
to) per paura
del fallimento
commerciale.
Douglas lo sal-
v (Canfora).
Non solo. Ku-
brick aggiun-
se una coda,
che apre il flm
alla speranza
in una umani-
t affratellata.
Dax torna nella
zona delle ope-
razioni militari
ed attratto
dai rumori che
provengono da
unosteria pie-
na di soldati.
Non entra, ma
dai vetri vede
loste che pre-
senta sul palco,
a un branco di
militari vocianti
e ubriachi, una
spaurita gio-
vane tedesca,
prigioniera di
guerra.
Dax disgusta-
to, ma, quando
la ragazza co-
mincia a can-
tare una nenia
struggente e
mal i nconi ca,
gli schiamazzi
cessano qua-
si di colpo. La
macchina da
presa indugia
sui singoli volti
dei soldati, vec-
chi e giovani,
che ascoltano
il suo canto tri-
ste, e poi, tra le
lacrime, comin-
ciano a ripeter-
ne commossi
le parole.
E il colonnel-
lo, che pur ha
ricevuto da un
messagger o
lordine di tor-
nare in trincea,
dice: Dia an-
cora qualche
minuto agli uo-
mini.
Proprio cos:
uomini. Che il
canto, dolce e
fevole, di una
donna infelice
riconsegnava
per pochi atti-
mi alla vita di
relazioni e alla
compassione
per gli altri, pri-
ma che, da sol-
dati, venissero
di nuovo sca-
raventati nel
gorgo informe,
per molti di loro
senza ritorno,
della barbarie
bellica.
10 OTTOBRE 2014, VENERD Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Da Vittoria, ol-
tre ad una buona
ipoteca sul pas-
saggio del turno
in Coppa Italia,
arriva anche una
piacevole confer-
ma da parte degli
under che Ana-
stasi ha ritenuto
di utilizzare sia
per dare respiro a
qualche giocato-
re come Mascara
che in queste pri-
me quattro gare di
campionato non si
risparmiato, sia
per promuovere
quella linea ver-
de che la riser-
va aurea di ogni
societ sia per in-
ventiva e fantasia
che in prospettiva
valorizzazione e
monetizzazione
degli elementi
pi interessanti.
Dopo le buone
prove di Liistro
(96), rientrato ieri
a Vittoria dopo il
lieve infortunio,
di Scarano (96)
di cui conoscia-
mo il valore, di
Palermo (96), di
Pandolfo (97), di
Orlando (95), di
Carpinteri (97)
e di Mazzamu-
to (97), la volta
di Scir (97), che
ieri a segno con-
tro i biancorossi
ha ripagato la f-
ducia concessagli
da Beppe Anasta-
si. E tutto questo
senza sottovalu-
tare Petrullo (96),
che al momento
appare chiuso da
attaccanti del ca-
libro di Panatteri,
Contino e Car-
bonaro, n Galati
(97), Santama-
ria (97) e Napoli
(96), tutti giovani
che scalpitano nel
clan azzurro per
fare la loro appa-
rizione in prima
squadra.
Ora per biso-
gna avere oltre
alla mano felice
nelloperare di
volta in volta le
scelte tecniche
che consentano
il loro utilizzo,
anche un piz-
zico di fortuna,
componente in-
dispensabile per
lottenimento dei
migliori risulta-
ti. Anche per i
giovani c per
il rovescio della
medaglia, testi-
moniato a Vitto-
ria dal secondo
gol dei padroni di
casa, ottenuto in
inferiorit nume-
rica e sostanzial-
mente evitabile
con un pizzico
di prudenza e di
esperienza in pi.
Con questi pre-
supposti orien-
tati al positivo
partita alla grande
loperazione Mi-
lazzo, una partita
chiave per le am-
bizioni degli az-
zurri che devono
evitare in tutti i
modi di conceder-
si pause in con-
siderazione delle
diffcolt che poi
si frappongono
per recuperare.
C da affronta-
re nellordine
un tecnico come
Lorenzo Alacqua
che a prescindere
se potr sedere in
panchina o meno,
sa innegabilmente
il fatto suo, una
squadra, quella
rossobl, che non
fa misteri delle
sue ambizioni di
primato e, infne,
tanto per gradire,
Da Vittoria una conferma
il Siracusa ha una risorsa
negli scalpitanti azzurrini
Dopo Liistro, Pandolfo, Orlando, Carpinteri e Mazzamuto
la volta di Scir, a segno contro i biancorossi, che
ha cos voluto ripagare la fducia concessagli da Anastasi
Pallanuoto, varato il calendario A2
Per la stracittadina bisogna
aspettare lottava giornata
Il 15 novembre inizia il nuovo campionato
di serie A2 maschile, tre settimane prima
rispetto al precedente, che scatt il 7 di-
cembre. La stagione regolare fnir con una
settimana di anticipo, il 16 maggio anzich
il 24. Playoff e playout si concluderanno
entro il 6 giugno. Ledizione 2014/2015
prevede tre turni di sosta: quelli del 7 feb-
braio legato alle qualifcazioni agli Euro-
pei 2016 che potrebbero interessare alcuni
giocatori impegnati nel campionato, del
5 aprile per Pasqua e del 9 maggio per la
concomitanza con lattivit internazionale.
Nella stagione regolare 24 squadre divi-
se in due gironi, nord e sud, con le prime
quattro classifcate che accedono ai play-
off, le ultime che retrocedono direttamente
in serie B, decime e undicesime che parte-
cipano ai playout.
Il girone sud, che coinvolger in misura
maggiore la pallanuoto di casa nostra con
ben cinque formazioni e composto da:
Ortigia Siracusa, Nuoto Catania, Roma
Nuoto, Sette Scogli, Telimar, Arechi, Pro-
mogest Cagliari, Palermo, Latina, Civita-
vecchia e Muri Antichi. Quindi, calendario
pieno di derby. Il primo giunger alla terza
giornata (29 novembre, ritorno il 7 marzo)
e sar proprio quello di tradizione pi an-
tica: Nuoto Catania-Ortigia. La settimana
seguente sar invece la volta di Ortigia-Te-
limar e Muri Antichi-Sette Scogli. Due le
stracittadine: quella siracusana tra Ortigia
e Sette Scogli in programma allottava
giornata (17 gennaio e 18 aprile), quella
catanese tra Nuoto Catania e Muri Antichi
giunger solo alla decima (31 gennaio e 2
maggio). La prima giornata di campiona-
to sar in casa per Ortigia Siracusa contro
lArechi e, debutto esterno in terra lazia-
le per la 7 Scogli contro la Roma nuoto.
Gli altri match della prima giornata sono,
Nuoto Catania-Promogest Cagliari, Teli-
mar Palermo-Latina e Civitavecchia-Muri
Antichi.
Salvatore Cavallaro
Ottimo livello tecnico dei campionati
Regionali siciliani, svoltisi a Marsala al
Palazzetto dello Sport Comunale e pa-
trocinati splendidamente dalla A.S.D.
Lilybetana boxe e A.S.D pugilistica Vann
Damme, caratterizzati da numerosi gio-
vani atleti delle categorie Scoolboys,
Junior e Youth, che si sono affrontati
con tenacia e determinazione per con-
tendersi il prestigioso titolo di campione
regionale. Tre i colpi messo a segno dalla
scuderia Dresda Boxe di Siracusa, Si-
mone Dell'Aquia cat.46 kg (schoolboys),
Johnny Pezzinga cat.50 Kg (schoolboys)
e Giuseppe Zito cat,44 kg (schoolboys).
Match impegnativi per Zitao che per
ottenere il titolo si dovuto scontrare
con il forte Livio Andrea della "Eagle
boxe" di Avola, disputando il piu' bel
match della serata battendolo con non
poche diffcolta'.Stessa sorte e capitata
anche al siracusano Dell'aquia, che ha
battuto il palermitano Salvo La Ciura
della "little club". Discorso diverso per
Johnny Pezzinga, il quale ha affrontanto
un match tutto in discesa visto l'enorme
divario che si era creato gia' dalla prima
ripresa.
S.C.
Ottima la prova della scuderia
Dresda ai campionati regionali
In foto, la formazione
un modulo non
comune, come
quello avversa-
rio, con difesa a
tre, centrocampo
a cinque e attac-
co a due punte,
da fronteggiare
e possibilmente
da arginare e da
superare. Tut-
ti daccordo che
non sar un com-
pito facile, ma
per un Siracusa
in crescita come
quello in grande
spolvero apparso
nelle ultime pro-
ve, nulla im-
possibile.
Armando Galea
SOCIET 14 Sicilia 10 OTTOBRE 2014, VENERD
Una seduta consilia-
re ricca di contenuti
quella nellaula di via
Principessa Jolanda a
Canicattini Bagni, nel
corso della quale sono
stati esitati tutti i punti
allordine del giorno
decisi dalla conferenza
dei capigruppo, in par-
ticolare lapprovazione
dei regolamenti e del-
le aliquote per lanno
2014 dellImu e della
Tari, la nuova tassa
compresa nella IUC
(Imposta Unica Comu-
nale) che sosti-tuisce la
Tarsu per la copertura
dei costi del servizio di
spazzamento, raccolta e
smaltimento dei ri-futi.
I lavori consiliari, aper-
ti dal presidente An-
tonino Zocco, hanno
visto al primo punto la
lettura e lapprovazio-
ne dei verbali di sedute
precedenti (nn. da 12 a
21 del 28-7-2014; nn.
da 22 a 26 dell8-9-
2014). Sullargomento
si sono registrati gli in-
terventi del capogruppo
di minoranza Traspa-
renza e Cambiamento,
Pietro Savarino, che
ha sollecitato una pi
attenta redazione dei
verbali in partico-lare
per quanto riguarda gli
interventi sulle deli-
berazioni e non tanto
i dibattiti; e quello del
consi-gliere dello stes-
so gruppo, Sebastiano
Gazzara.
I verbali venivano ap-
provati, per quanto ri-
guarda la deliberazione
n. 12 con i 9 voti della
maggio-ranza e i 5 voti
contrari della minoran-
za, per tutti gli altri, con
11 voti favorevoli e 3
contrari.
Passando al punto suc-
cessivo, relativo alle
comunicazioni, il
sindaco Paolo Amenta
annunciava in aula che
dopo lapprovazione da
parte dellAssessorato
regionale al Turismo
del progetto presentato
dal Comune per quanto
riguarda la sistemazio-
ne e lammodernamen-
to dello Stadio comuna-
le, con nuove tribune,
manto in erba sinteti-
ca, nuovi spogliatoi e
parcheggi, la Corte dei
Conti ha esitato favo-
revolmente i decreti di
fnanziamento che per
il momento riguarde-
ranno una prima trance
dei lavori.
Si passati cos al pun-
to successivo relativo
al Regolamento IMU,
dove stata proposta
una ag-giunta nella
parte relativa allart.
10 sulle assimilazio-
ni, nel senso che viene
considerata abitazio-
ne principale anche le
unit immobiliare con-
cessa con contratto di
comodato, regolarmen-
te registra-to, limitata-
mente allanno 2014, a
parenti in linea retta en-
tro il primo grado che
la utilizzano come abi-
tazione principale (dal
Il consiglio di Canicattini
approva i regolamenti
aliquote Imu e Tari per il 2014
01/01/2014) ,nel solo
caso in cui il comodata-
rio appartenga a un nu-
cleo familiare con ISEE
non superiore ai 15.000
euro annui. In caso di
pi unit immobiliari,
la predetta agevolazio-
ne pu essere applicata
ad una sola unit immo-
biliare, e viene conces-
sa a seguito di istanza
prodotta dal richiedente
su modulo predisposto
dallente presenta-
ta entro il 31 Ottobre
dellanno dimposta.
Il Regolamento, con
laggiunta di ci sopra,
veniva approvato con i
9 voti della maggioran-
za, lastensione dei due
consiglieri del Gruppo
Misto, mentre come
aveva annunciato il
capogruppo Pietro Sa-
varino, i tre consiglieri
di Trasparenza e Cam-
biamento non parteci-
pano alla votazione.
Si passa cos allappro-
vazione delle aliquote
IMU per lanno in cor-
so, invariate rispetto
allanno precedente,
tenendo conto che non
si paga pi labitazio-
ne principale tranne
nei casi di categoria
A1,A8,A9 e per le rela-
tive pertinenze, per cui
previsto il 4 per mil-
le. Pertanto, la proposta
messa
ai voti stata dellappli-
cazione di una aliquota
base nella misura dello
0,99 % per le seconde
abita-zioni; dello 0,40%
per le abitazione princi-
pale e relative pertinen-
ze delle categorie di
cui sopra; e dello 0,76%
per i fabbricati di cate-
goria D.
Sulle proposte sono
intervenuti, per dichia-
razione di voto, il ca-
pogruppo, Pietro Sava-
rino, contrario al voto
delle aliquote proposte
in quanto, a suo dire,
non frutto di unanalisi
e verifca delle spese
dellEnte, dove sareb-
bero ancora possibili
margini di riduzione;
e subito dopo il capo-
gruppo del Gruppo Mi-
sto, Sebastiano Casco-
ne, anchegli contrario
allapplicazione della
proposta.
Per la maggioranza di
Sviluppo e Futuro
a motivare il voto fa-
vorevole alla proposta
dellAmministrazione
comunale, stata la
consigliera Giusy Mara
Ricupero, legando la
scelta allapplicazione
delle aliquote al Federa-
lismo Fiscale che, dopo
i tagli ai trasferimenti
delle risorse fnanzia-
rie ai Comuni da parte
di Stato e Regione, fa
obbligo agli Enti Loca-
li di reperire le risorse
per i propri bilanci e
garantire cos i servizi,
attraverso le imposi-
zione di tasse e tributi
ai cittadini. Tra laltro,
ha concluso la Ricupe-
ro, le aliquote non sono
state modifcate rispet-
to allo scorso anno. Le
aliquote IMU proposte
vengono approvate con
9 voti favorevoli della
maggioranza e 5 voti
contrari dellopposi-
zione.
Chiuso questo argo-
mento il presidente
Zocco mette in di-
scussione il Regola-
mento della TARI e ad
illustrare la proposta
dellAmministrazio-
ne il sindaco Paolo
Amenta.
Non vorremmo mai
applicare tributi e tasse
nei confronti dei cit-
tadini, ha esordito il
primo citta-dino che ha
spiegato come Il tributo
TARI istituito per la
copertura integrale de-
gli interventi rela-tivi
al servizio di gestione
dei rifuti urbani ed as-
similati, comprensivi di
tutti i costi relativi ad
inve-stimenti per opere
e relativi ammortamen-
ti, nonch di tutti i costi
dello smaltimento dei
rifuti nelle discariche
ed i costi per il servi-
zio di spazzamento e
lavaggio delle strade
pubbliche.
Un tributo che viene de-
ciso e calcolato annual-
mente in base ai costi
sostenuti, con la scelta,
ha detto il sindaco, di
evitare di penalizzare
le attivit produttive,
soprattutto in questa
diffcile di crisi eco-
nomica, preferendo
spalmare su tutti i con-
tribuenti le eventuali
pesantezza che al con-
trario avrebbe-ro anco-
ra di pi danneggiato i
settori produttivi. Non
solo, ha concluso il pri-
mo cittadino, come
stato illustrato proprio
nei giorni scorsi, il Co-
mune assieme ad altri
cinque Comuni dellU-
nione ha costituito lA-
RO Valle dellAnapo
dotandosi di un nuovo
Piano della gestione dei
rifuti, massi-mizzando
la raccolta differenziata
con il sistema del por-
ta a porta, proprio per
ridurre i costi del ser-
vizio, oggi maggiorati
discussione sono inter-
venuti anche i consi-
glieri Trapani, Miano e
lassessore La Rosa.
Passando alla votazio-
ne, le aliquote vengono
approvate con i 9 voti
della maggioranza e 3
voti contrari dei con-
siglieri di opposizione
rimasti in aula.
A questo punto il pre-
sidente Zocco sospende
per qualche minuto la
seduta per riprenderla
subito dopo con gli altri
argomenti posti allor-
dine del giorno, ovvero,
il Piano per la valoriz-
zazione e la dismissio-
ne dei beni immobili
dellEnte. Triennio
2014-2016, e il Pia-
no triennale dei lavori
pubblici per il triennio
2014-2016 (62 opere di
11 relative a manuten-
zioni), identici a quel-
li votati gi lo scorso
anno.
Entrambi i punti vengo-
no approvati con voto
unanime dei presenti
(11 consiglieri), esclusa
limmediata esecutivit
dei due atti che viene
votata dai 9 consiglie-
ri di maggioranza con
lastensione dei 2 consi-
glieri di opposizione.
Si passa cos allargo-
mento dellordine ag-
giuntivo, relativo alla
correzione della prece-
dente delibera di Consi-
glio n. 16 del 28-7-2014
(nomina del Revisore
unico contabile per il
triennio 2014/2017),
nella parte che riguarda
la determinazione del
compenso che va cal-
colato in diminuzione
rispetto a quanto erro-
neamente votata la volta
precedente.
Il consigliere Savarino,
che la volta scorsa ave-
va votato contro, annun-
cia questa volta lasten-
sione del suo gruppo, in
considerazione del fatto
che la delibera veniva
rettifcata con lapplica-
zione di quanto previsto
dalla normativa.
La rettifca, pertanto,
veniva approvata con i
9 voti della maggioran-
za e le 2 astensioni della
mino-ranza.
Per quanto riguarda
lAttivit ispettiva il
consigliere Gazzara
chiedeva se il Comune
avesse aderito al pro-
gramma di utilizzo dei
fondi dell8 per mille
per ledilizia scolastica,
la riposta del dirigente
dellUffcio Tecnico, il
geometra capo Giusep-
pe Carpinteri, presente
in aula, stata afferma-
tiva. Anzi, ha aggiunto,
che il Comune ha ade-
rito e presentato proget-
ti, per quanto riguarda
ledilizia sco-lastica, in
tutti bandi sinora pub-
blicati, comprese le
iniziative lanciate dal
governo nazionale sulla
scuola.
Conclusi gli argomenti
allordine del giorno,
il presidente Antonino
Zocco dichiarava chiusa
la seduta.
anche dal fatto di dover
conferire in discariche
sempre pi lontane da
Cani-cattini Bagni, e
dallassenza di un Piano
regionale per limpian-
tistica, in particolare per
quanto ri-guarda le piat-
taforme di compostag-
gio, che ridurrebbero di
un ulteriore 30% i con-
ferimenti in disca-rica
e quindi i costi a carico
dei cittadini. Lobietti-
vo, pertanto, per il sin-
daco Amenta, quello
di aumentare la raccolta
differenziata.
Sullargomento in-
tervenuto il consigliere
Pietro Savarino, propo-
nendo per il prossimo
anno, visto che ormai
per il 2014 nessuna mo-
difca pu essere appor-
tata al Piano fnanziario
dei costi, per la mag-
gior parte gi eseguiti,
di valutare ed inserire
nel Regolamento, age-
volazioni non solo per
le persone sole, come
gi previsto, ma anche
a scalare per le fami-
glie composte da 2 e 3
componenti. Il vice pre-
sidente del Consiglio,
Fabrizio Cultrera, ha ul-
teriormente sottolineato
come anche fami-glie di
quattro persone possano
trovarsi in condizioni di
bisogno e quindi di non
poter pagare il tri-buto,
per cui lintera materia
va attenzionata gi dal
prossimo anno.
Per il consigliere Seba-
stiano Cascone, invece,
va risolto altres il pro-
blema delle contrade,
essendo il Comune di
Canicattini Bagni privo
di territorio proprio e
circondato soprattutto
dal territorio di Noto,
ma anche di Palazzolo,
per cui gli cittadini abi-
tanti delle contrade at-
torno al centro abitato
ca-nicattinese, conferi-
scono i rifuti a Canicat-
tini Bagni senza pagare
alcun tributo e senza
avere il ser-vizio dai
rispettivi Enti di appar-
tenenza. Un problema
non secondario consi-
derato che il territorio
di Noto si espande sino
al centro abitato cani-
cattinese. Cascone ha
invitato inoltre lAm-
ministrazione ad essere
pi rigida nel far rispet-
tare le regole nel con-
ferimento dei rifuti da
parte dei cittadini, cos
come degli orari, o della
raccolta delle eiezioni
dei cani.
A tal proposito lasses-
sore allEcologia, Sal-
vatore La Rosa, ha pre-
cisato che il problema
delle con-trade, seppur
vecchio, verr riaperto
con le Amministrazioni
dei Comuni interessati,
e che per quan-to ri-
guarda linformazione
ai cittadini e sul rispet-
to delle regole, a giorni
verr distribuita in tutte
le case una brochure in-
formativa dove sono ri-
portate anche le sanzio-
ni ai quali si va incontro
violando le norme e le
ordinanze in materia.
Per il capogruppo di
Sviluppo e Futuro,
Gaetano Amenta, biso-
gna legare lattuale Re-
golamento e la TARI al
nuovo Piano che lARO
si dato, dove ad essere
privilegiata la raccolta
differenziata, la raccolta
dellumido e la realizza-
zione di piattaforme di
compostaggio che per-
metteranno al Co-mune
di ridurre notevolmente
i costi dei gestione del
servizio e quindi a cari-
co dei cittadini.
Sullargomento inter-
viene anche il consiglie-
re Michele Zocco per
sottolineare che nelle
contrade con il conferi-
mento dei rifuti nei cas-
sonetti diminuito il fe-
nomeno delle discariche
abusive. Si va al voto ed
il regolamento TARI
viene approvato con i 9
voti della maggioranza
e 3 astensioni.
Largomento succes-
sivo quello delle
aliquote,quelle proposte
sono: Cat. I Abitazio-
ne e pertinen-ze euro
2,13; Cat. II Uffci euro
3,10; Cat. III Circoli
euro 4,60; Cat. IV Ne-
gozi euro 6,00; Cat. V
Bar Trattoria euro 7,70.
Sullargomento delle
aliquote chiede la paro-
la il consigliere Savari-
no per sottolineare che
queste sono dovute solo
ad un calcolo matema-
tico per coprire, come
prevede la legge, i costi
sostenuti per il servizio
RSU che allo stato at-
tuale, al mese di settem-
bre, sono stati quasi del
tutto eseguiti. Quin-di,
a ribadito Savarino, an-
nunciando il voto con-
trario, nessuna critica
allAmministrazione da
que-sto punto di vita,
ma alcune iniziative
per lanno in corso, al
fne di aumentare la
differenziata, po-tevano
essere prese, iniziando
magari un porta a porta
negli esercizi pubblici
e poi in citt, per ridur-
re il costo complessivo
sostenuto. Sul punto in
SPORT PAGINA 16 10 OTTOBRE 2014, VENERD
Sicilia
Basket, Siracusa e Catania insieme
nel campionato di promozione
Nominato
respon-
sabile
prrovin-
ciale CIA
dell'area
aretusea
Perrone
Stefano
Nominato nuovo responsabile
minibasket di Siracusa Luigi Valora
Calcio a 5,
per l'Augusta
un pari
importante
con tanti
rimpianti
Un pareg-
gio tra le mura
amiche che sa
di beffa per
Augusta, che
sciupa in casa
l'opportunit di
proseguire la
propria marcia
a punteggio pie-
no. Ne consa-
pevole Andrea
Tringali, vice
presidente del
sodalizio nero-
verde: Siamo
consapevoli di
aver conquistato
un punto impor-
tante dichiara
il vice presi-
dente Tringali
ma in casa non
possiamo per-
metterci di per-
dere occasioni
come questa per
conquistare tre
punti, di cer-
to ci vuole pi
concentrazione
da parte dei sin-
goli, soprattut-
to nei momenti
in cui i punti
cardini della
squadra vengo-
no a mancare.
Guardiamo con
soddisfazione al
risultato perch
comunque si
tratta di un pun-
to che muove la
classifca, ades-
so dobbiamo
cercare di arri-
vare preparati
all appunta-
mento di Catan-
zaro per cercare
di continuare
questa striscia
positiva.
Si svolto, pres-
so la sede del Coni
provinciale di
Enna, il Consiglio
direttivo regiona-
le. Ad aprire i la-
vori, alla presenza
del delegato Fip
provinciale Seba-
stiano Gagliardi
che ha fatto gli
onori di casa, il
presidente Anto-
nio Rescifna, il
quale ha relazio-
nato in merito alle
prossime scaden-
ze riguardanti il
budget per lanno
2015.
Tra le principa-
li questioni po-
ste allordine del
giorno, il Consi-
glio direttivo ha
preso atto della
rinuncia allinca-
rico da parte del
delegato provin-
ciale di Agrigento
Giovanni Minio,
r i ngr azi andol o
per i quattro anni
di mandato svol-
ti con impegno
e passione, e, su
proposta del pre-
sidente Rescif-
na, ha nominato
al posto di Minio
lavvocato Gaspa-
re Messina.
Su proposta del
delegato provin-
ciale di Siracusa,
e coi pareri favo-
revoli delle com-
missioni regio-
nali, il Consiglio
direttivo ha poi
nominato nuovo
responsabile mini-
basket di Siracusa
Luigi Valora e,
sempre per il ter-
ritorio aretuseo,
nuovo responsabi-
le provinciale CIA
Stefania Perrone.
Per quanto riguar-
da i campionati
regionali, valutate
le iscrizioni per-
venute, il CDR
ha deliberato la
composizione dei
gironi del cam-
pionato under 15
maschile. Saranno
cinque, suddivisi
nelle aree di Cata-
nia, Messina e dei
raggruppamenti
Palermo-Trapani,
Ca l t a ni s s e t t a -
Agrigento, Sira-
cusa-Ragusa.
Ancora da defnire
invece il campio-
nato di Promozio-
ne maschile. Valu-
tate le iscrizioni, il
CDR ha delineato
la composizione
di tre gironi ter-
ritoriali, Catania-
Siracusa, Messina
e Trapani-Paler-
mo- Agr i gent o.
Chiuso quello
relativo allarea
della Sicilia orien-
tale, che gi con-
ta 10 squadre,
stato deliberato di
riaprire i termini
per gli altri due
in modo da po-
ter raggiungere lo
stesso numero ed
equilibrare i tre
gironi.
Il Consiglio di-
rettivo ha infne
programmato la
prossima seduta
per domenica 12
ottobre presso la
sede regionale di
Palermo.
Calcio a 5, quella di Palermo
una sconftta che non
preoccupa Rita Basile
Dopo la la sconftta nel
derby con la Futsal P5 par-
la Rita Basile, portiere e
presidente de Le Formiche
Calcio a 5: "Abbiamo gio-
cato un buon primo tem-
po ma le nostre avversarie
hanno gettato il cuore oltre
lostacolo afferma Ba-
sile -. Nonostante la rete
di svantaggio il P5 non ha
abbassato la guardia e noi
abbiamo fatto un paio di
errori di troppo in difesa,
favorendo le azioni da goal.
In un derby - continua Ba-
sile la cura dei particolari
fa la differenza, dovremmo
lavorare ancora molto per
trovare il giusto equilibrio
tra attacco e difesa. Tuttavia
faccio i miei complimenti
alla nostra Firrincieli, otti-
mo il suo debutto in serie
A". Ora testa al prossimo
impegno di campionato per
Le Formiche, che saranno
protagoniste in casa contro
l'Ita Salandra
In foto, Rita Basile

Interessi correlati