Sei sulla pagina 1di 2

1 Bagatti, Corradi, Desco, Ropa, Chimica Zanichelli Editore 2012

Capitolo 3 I LEGAMI CHIMICI


Gli atomi manifestano una diversa capacit di attrazione nei confronti degli elettroni
coinvolti nei legami chimici. Questa capacit viene descritta da una propriet chiamata
elettronegativit. Il concetto di elettronegativit viene espresso quantitativamente as-
segnando a ogni elemento un valore numerico. Il metodo pi ampiamente utilizzato per
determinare lelettronegativit stato quello messo a punto dal chimico statunitense
Linus Pauling; i valori numerici (riportati in tabella senza unit di misura, dato che si
tratta di valori relativi) sono stati ottenuti mettendo in relazione i dati sperimentali rela-
tivi allenergia di ionizzazione (lenergia necessaria per strappare un elettrone allato-
mo), allaffinit elettronica (lenergia che si ottiene quando un elettrone viene aggiunto
a un atomo) e allenergia di legame (lenergia richiesta per rompere un legame).
Lelettronegativit degli elementi
Tabella 1 Lelettronegativit degli elementi.
Elemento Simbolo Elettronegativit
afnio Hf 1,3
alluminio Al 1,5
americio Am 1,3
antimonio Sb 1,9
argento Ag 1,9
arsenico As 2,0
astato At 2,2
attinio Ac 1,1
azoto N 3,0
bario Ba 0,9
berillio Be 1,5
bismuto Bi 1,9
boro B 2,0
bromo Br 2,8
cadmio Cd 1,7
calcio Ca 1,0
carbonio C 2,5
cerio Ce 1,1
cesio Cs 0,7
cloro Cl 3,0
cobalto Co 1,8
cromo Cr 1,6
erbio Er 1,2
ferro Fe 1,8
fluoro F 4,0
fosforo P 2,1
francio Fr 0,7
gadolinio Gd 1,1
gallio Ga 1,6
Elemento Simbolo Elettronegativit
germanio Ge 1,8
idrogeno H 2,1
indio In 1,7
iodio I 2,5
iridio Ir 2,2
itterbio Yb 1,1
ittrio Y 1,3
lantanio La 1,1
litio Li 1,0
lutezio Lu 1,2
magnesio Mg 1,2
manganese Mn 1,5
mercurio Hg 1,9
molibdeno Mo 1,8
neodimio Nd 1,2
nettunio Np 1,3
nichel Ni 1,8
niobio Nb 1,6
olmio Ho 1,2
oro Au 2,4
osmio Os 2,2
ossigeno O 3,5
palladio Pd 2,2
piombo Pb 1,8
platino Pt 2,2
plutonio Pu 1,3
polonio Po 2,0
potassio K 0,8
praseodimio Pr 1,1
Elemento Simbolo Elettronegativit
protoattinio Pa 1,5
radio Ra 0,9
rame Cu 1,9
renio Re 1,9
rodio Rh 2,2
rubidio Rb 0,8
rutenio Ru 2,2
samario Sm 1,2
scandio Sc 1,3
selenio Se 2,4
silicio Si 1,8
sodio Na 0,9
stagno Sn 1,8
stronzio Sr 1,0
tallio Tl 1,8
tantalio Ta 1,5
tecnezio Tc 1,9
tellurio Te 2,1
terbio Tb 1,2
titanio Ti 1,5
torio Th 1,3
tulio Tm 1,2
tungsteno W 1,7
uranio U 1,7
vanadio V 1,6
zinco Zn 1,6
zirconio Zr 1,4
zolfo S 2,5
2
Capitolo 3 I LEGAMI CHIMICI
Bagatti, Corradi, Desco, Ropa, Chimica Zanichelli Editore 2012
Lelettronegativit degli elementi
La fgura che segue riproduce una parte della tavola periodica in cui i valori di elet-
tronegativit degli elementi sono rappresentati anche sotto forma di istogrammi.
Come si vede, lelettronegativit aumenta in un gruppo dal basso verso lalto e in un
periodo da sinistra verso destra: di conseguenza gli elementi pi elettronegativi si
trovano nellangolo in alto a destra mentre quelli meno elettronegativi si trovano dalla
parte opposta, nellangolo in basso a sinistra. Si pu notare che lelettronegativit dei
gas nobili non stata determinata, dato che normalmente questi elementi non forma-
no legami.
H
2,1
Li
1,0
Na
0,9
K
0,8
Rb
0,8
Cs
0,7
Fr
0,7
Be
1,5
Mg
1,2
Ca
1,0
Sr
1,0
Ba
0,9
Ra
0,9
Sc
1,3
Y
1,3
La
1,1
Ac
1,1
Ti
1,5
Zr
1,4
Hf
1,3
V
1,6
Nb
1,6
Ta
1,5
Cr
1,6
Mo
1,8
W
1,7
Mn
1,5
Tc
1,9
Re
1,9
Fe1,8
Ru
2,2
Os
2,2
Co1,8
Rh
2,2
Ir
2,2
Ni 1,8
Pd
2,2
Pt
2,2
Cu
1,9
Ag1,9
Au
2,4
Zn
1,6
Cd
1,7
Hg
1,9
B
2,0
Al
1,5
Ga
1,6
In
1,7
Tl
1,8
C
2,5
Si
1,8
Ge
1,8
Sn
1,8
Pb
1,8
N
3,0
P
2,1
As
2,0
Sb
1,9
Bi
1,9
O
3,5
S
2,5
Se
2,4
Te
2,1
Po
2,0
F
I
II
III
IV
V
VI
VII
4,0
Cl
3,0
Br
2,8
I
2,5
At
2,2
Rn
Xe
Kr
Ar
Ne
He
elettronegativit crescente
e
l
e
t
t
r
o
n
e
g
a
t
i
v
i
t


c
r
e
s
c
e
n
t
e