Sei sulla pagina 1di 6

Chiarimenti necessari

di Chiara Valentini

Un giornale di informazione si
inserisce nei dibattiti che inte-
ressano le comunit in cui il
giornale si diffonde. Menteloca-
le non pu ignorare che Mafalda
stata protagonista di una cam-
pagna elettorale e che oggi, a
urne chiuse, sia protagonista di
un post elezioni, come accade
sempre ovunque e come giusto
che sia. Ogni tornata elettorale
porta con s delle discussioni
pi! o meno profonde, dei con-
flitti di interessi tra le parti,
intesi nell"ottica di gruppi di in-
teresse che vivono per portare
avanti le loro cause e ragioni nel
senso #politologico$ del termi-
ne, di varie tipologie di voto, di
partiti, movimenti, di interessi
personali, di programmi eletto-
rali pi! o meno convincenti, di
figure pi! o meno leader. %nsom-
ma ogni campagna elettorale
complessa a causa dei tanti at-
tori in gioco ed ha delle conse-
guenze a volte passeggere a vol-
te durature e strutturali.
%n questo allegato al numero di
aprile che esce solo ora, propor-
remo una analisi del voto realiz-
zata dalla &irigenza del 'artito
&emocratico di Mafalda. (i trat-
ta di una analisi oggettiva e po-
litica dovuta in quanto il '&
oggi l"unico partito politico
strutturato ed attivo in paese ed
, quindi, nella condizione di
effettuare una lettura politica
di questo risultato elettorale a
nostro avviso spiacevole e delu-
dente visto che ad amministrare
questo paese sar ancora una
volta la stessa persona, lo stesso
sindaco, che in ) anni di attivit
redazionale e politica abbiamo
attaccato, non personalmente ci
mancherebbe, quanto per le
politiche ed azioni messe in atto
inopportune, scellerate, costose
per la comunit, senza alcun
beneficio per i cittadini. %l nu-
mero *+ di Mente,ocale che po-
tete leggere oggi non molto
aggiornato, ovviamente una
scelta politica dell"editore del
giornale, che il -ircolo '&,
metterlo comunque nelle vostre
mani. 'roviamo a spiegare le
ragioni della mancata uscita pre
elettorale .nonostante il numero
fosse pronto/ e la uscita di un
numero #gi vecchio$ fatta ora.
'rima delle elezioni il numero di
0prile di Mente,ocale era pron-
to, eravamo un p in ritardo con
la pubblicazione perch aveva-
mo scelto di aspettare la pre-
sentazione delle liste e dei can-
didati per dare alla lista soste-
nuta dal -ircolo '& una o pi!
pagine per promuovere il pro-
prio programma o i propri candi-
dati. 1ravamo quindi in pienissi-
ma campagna elettorale, nell"ul-
tima settimana prima del voto,
il clima era molto teso. -i sta-
to chiesto di non uscire, perch
avremmo potuto turbare, distur-
bare, deconcentrare la -ampa-
gna 1lettorale. 0ssolutamente in
disaccordo con questa tesi ab-
biamo tuttavia deciso, con mol-
to dispiacere, di non distribuire
il giornale. (ono tuttora convin-
ta che il numero di Mente,ocale
che avete tra le mani, non a-
vrebbe potuto turbare nessuno,
avrebbe forse potuto ricordare
agli elettori alcuni degli ultimi
atti scellerati e dannosi della
passata amministrazione, ed era
quello in effetti il nostro obiet-
tivo. Ma non tutti sono stati
d"accordo e per non generare
incomprensioni, abbiamo scelto

Notizie e opinioni da Mafalda e dintorni
M
e
n
t
e
,
o
c
a
l
e

Giornale registrato presso il Tribunale di Larino n 5/09
Numerouindici !gosto"0#$
di non
uscire in
quel momento
cos2 delicato. 3i-
teniamo per che il
numero sia interessante
anche adesso perch riporta
riflessioni come quelle di 4ioren-
zo o Manuela sulla campagna
elettorale che sono valide anco-
ra oggi, perch riporta fatti ac-
caduti a Mafalda .come negli
articoli di 5ermano, ,uca e di
'aolo in rappresentanza della
minoranza dell"ultimo -onsiglio
-omunale/ che vale la pena ri-
cordare. 'erch c6 un editoria-
le che augurava a tutti di arriva-
re alla fine della -ampagna elet-
torale con pi! amici e non con
meno e che forse potrebbe far
riflettere qualcuno.
'ensiamo che il frutto del nostro
lavoro vada consegnato al nostro
pubblico e pensiamo anche che
vada arricchito con questa pre-
sentazione e con l"analisi del vo-
to del &irettivo del -ircolo.
'ersonalmente non ho intenzio-
ne di fare una analisi del voto,
ho intenzione di pubblicarla in
questo speciale perch reputo ci
sia bisogno di dati oggettivi da
opporre alle tante chiacchiere e
alla tanta rabbia post elezioni.
7o invece una necessit che
quella morale di difendere gli
elettori di centro sinistra, che
gravitano da anni intorno al no-
stro -ircolo, da attacchi perso-
nali privi di ogni fondamento.
8ella (cienza della 'olitica
stato teorizzato ed ormai dot-
trina, che gli elettori votano e-
sprimendo 9 tipologie di voto: il
voto di appartenenza, il voto di
opinione e il voto di scambio
.'arisi-'asquino *;<</. %l voto di
appartenenza quello legato
alle cos2 dette cleavages, vale a
dire, per semplificare, gruppi di
votanti che scelgono un candida-
to per appartenenza. =uesto vo-
to il pi! stabile dal punto di
vista politico perch nasce da
una appartenenza profonda ed
il meno mobile perch non trova
sostituzione in argomenti o tesi
differenti da quelle di apparte-
nenza. -" poi il voto di opinione
che si rif ad opinioni che posso
cambiare di volta in volta e che
non dipendono solo dai candidati
di una lista ma anche dall"opinio-
ne che si ha rispetto ai program-
mi, alla impostazione della cam-
pagna elettorale, etc.. questa
tipologia di voto molto mobile,
variabile ed incerta. %nfine c" il
voto di scambio quello per cui si
sceglie di votare qualcuno per
avere qualcosa di preciso in
cambio .un impiego, soldi, ap-
palti, etc.../. Ovviamente il voto
di scambio eticamente inac-
cettabile oltre che punibile dal
punto di vista penale .come da
art. +*> ter del -odice 'enale
inasprito grazie al &dl del 5over-
no 3enzi approvato ad aprile
?@*+/. Aornando a noi, ma una
sintesi teorica era necessaria, a
Mafalda abbiamo sempre avuto
una parte di elettorato che vota
per appartenenza. =uella fetta
di elettorato rappresentata,
per quanto riguarda il -entro
(inistra, da coloro che gravitano
in qualche modo intorno all"attu-
ale -ircolo '& che per storia,
ideologia, affetto, tecnicamente
#appartenenza$, non pu che
votare da una sola parte. (tiamo
parlando di persone che votano
allo stesso modo da ?@,9@,)@
anni e meritano, solo per questa
infinita coerenza, il massimo
rispetto.
0nche la campagna elettorale ha
un"etica riconosciuta e dei com-
portamenti corretti da tenere in
ogni caso, delle consuetudini
radicate che ogni buon politico o
presunto tale dovrebbe fare pro-
prie ed una di queste proprio
evitare la colpevolizzazione
dell"elettorato rispetto al voto
espresso per due motivi essen-
ziali. %nnanzitutto, per quanto in
paesi piccoli ci si possa divertire
di volta in volta a fare le previ-
sioni, il voto segreto e non c"
alcun modo per conoscere la
motivazione intima e profonda
che in quel momento di solitudi-
ne cos2 voluto dal legislatore,
porta una persona ad esprimere
la propria preferenza per uno o
un altro schieramento quindi
nessuno sa per certo chi ha vota-
to chiB in secondo luogo dire ad
una persona di aver votato un
candidato che invece non aveva
la sua approvazione, che non lo
rappresentava, per quell"elet-
tore una grave accusaB al contra-
rio sostenere che lo stesso elet-
tore non abbia votato la persona
a cui invece ha dato fiducia
per l"elettore in oggetto una gra-
ve offesa. %n entrambi i casi un
modo infallibile per chiudere per
sempre i rapporti con quell"elet-
tore e non c" una ragione sensa-
ta e razionale per cui un politico
debba ambire alla distruzione
del proprio elettorato. 'u esse-
re la rabbia a parlareC 4orse, ma
la rabbia non deve far parte del
vocabolario di un buon politico
che deve invece saper metabo-
lizzare le delusioni politiche fa-
cendo una attenta analisi sulle
proprie responsabilit e sui pro-
pri punti di forza e di debolezza
per poter migliorare e raggiun-
gere l"obiettivo primario di chi fa
politica che non quello di puni-
re, vendicare, imprecare bens2
quello di governare un paese,
una regione, una nazione. Di la-
scio con una citazione del mio
professore di (cienza 'olitica,
uno dei pi! grandi politologi ita-
liani, 0ngelo 'anebianco che ri-
cordandoci cosa dovrebbe fare
la politica, ci mette in guardia
sulle strumentalizzazioni che
invece spesso vengono fatte e
che vanno ad inficiare il bello e
l"utile della parola #politica$.

,a funzione fondamentale della
politica tutelare l"ordine socia-
le, quella particolare qualit dei
rapporti interindividuali che con-
sente a persone diverse, con dif-
ferenti idee, interessi, eccetera,
di convivere, e di competere,
pacificamente, senza ammazzar-
si a vicenda. ,a funzione fonda-
mentale della politica impedi-
re la rottura violenta dell"ordine
sociale$.
da Il tessuto che ci unisce deli-
cato, Corriere.it, 30 aprile 2013
%
a
g
&

#

!N!L'(' )*L +,T,
!MM'N'(T-!T'+* M!.!L)! "0#$
%l presente documento stato redatto prendendo i dati riferiti all6ultimo decennio. %n particola-
re, nella prima parte, sono state analizzate le campagne elettorali del ?@@+, ?@@;, ?@*+ e sono
stati comparati i voti relativi alle singole candidature .preferenze/, i voti assegnati esclusiva-
mente al simbolo .voti di lista/ e le percentuali ottenute dagli schieramenti. (ono state trascura-
te le schede bianche eEo le nulle in quanto rappresentano circa il 9F del totale e risultano esse-
re tendenzialmente in linea in tutte le tornate elettorali prese in studio. % dati, cos2 come de-
scritti, sono stati poi inseriti all6interno di grafici che rendono pi! snella ed immediata la lettu-
ra. ,a distinzione delle liste nei grafici stata effettuata utilizzando il colore rosso per il centro-
sinistra (csx) e quello blu per il centrodestra (cdx), -onsiderato il basso numero di voti ottenuto
dalla terza lista presente solo nella tornata elettorale ?@*+, i dati sono stati considerati non in-
fluenti dal punto di vista numerico anche se hanno avuto un rilevante peso dal punto di vista po-
litico. 8ella seconda parte, invece, stata fatta un6analisi politica sintetizzando tutto il decen-
nio in cui trover collocamento anche la terza lista del ?@*+.

%!-T* %-'M!& Analisi numerica
- ,6elezione ?@@+ vede vincere il csG per *9 voti. %l totale degli elettori pari a ;;* unit. 0na-
lizzando i voti di preferenza si nota la superiorit numerica del cdG per *> voti. &ecretano, quin-
di, la vittoria per il csG, i voti di lista che superano quelli del cdG per ?; unit. ,e percentuali
risultano, quindi, essere pari al )@,>>F per il csG e del +;,9)F per il cdG. ,a media di preferenze
dei candidati pari a 9+,) voti per il csG e 9> voti per il cdG.
- ,6elezione ?@@; vede vincere il cdG per *?@ voti. %l totale degli elettori pari a ;;+ unit. %l
cdG ottiene **; preferenze in pi! rispetto al csG. % voti di lista del cdG superano di una unit
quelli del csG. ,e percentuali risultano, quindi, essere pari al )>,@9F per il cdG e del +9,;>F per
il csG. ,a media di preferenze dei candidati pari a 9? voti per il csG e +? voti per il cdG.
- ,6elezione ?@*+ vede vincere il cdG per >H voti. %l totale degli elettori pari a HH> unit. %l cdG
ottiene <H preferenze in pi! rispetto al csG. % voti di lista del csG superano di *@ unit quelli del
cdG. ,e percentuali risultano, quindi, essere pari al +<,H>F per il cdG e del +@,*HF per il csG. ,a
media di preferenze dei candidati pari a 9* voti per il csG e 9; voti per il cdG. ,a #terza lista$
ottiene <* voti di cui ); di preferenze. ,a sua percentuale pari all6HF.

GRAFICO 1. PREFERENZE
%l cdG ha sempre ottenuto il maggior numero di prefe-
renze, segnando un picco nel ?@@; di oltre *@@ voti
per poi scendere nuovamente intorno ai valori del
?@@+ pari al +9F.
%l csG, invece, ha tenuto un andamento decrescente
negli anni che lo ha portato a perdere, alla fine del
decennio, circa il >F delle preferenze, passando dal
+*F del ?@@+ al 9)F del ?@*+ con un passaggio, nel
?@@;, pari al 9HF.

GRAFICO 2. VOTI DI LISTA
%l csG ha sempre ottenuto il maggior numero di voti di
lista tranne nel ?@@; che lo ha visto sotto di un voto ri-
spetto al cdG. 8onostante questo, per, il csG, ha visto
un trend negativo che lo ha portato a perdere, nel de-
cennio, circa il 9F. %l passaggio pi! significativo si visto
nel ?@@;, pari al )F dei voti totali, per poi riconfermare
il medesimo dato nel ?@*+. %l cdG, invece, ha visto scen-
dere il suo trend, nel decennio, del ?F, perdendo, siste-
maticamente, l6*F per ogni tornata elettorale.

2004 2009 2014
0
100
200
300
400
500
600
26/06/1905 03/07/1905
0
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
Colonna B
Colonna C
%
a
g
&

"

G-!.'C, //$& PRECENTUALI TOTALI
%l cdG ha visto le sue percentuali seguire un
andamento molto irregolare segnando un pic-
co positivo nel ?@@; pari al )>,@9F per poi
scendere nuovamente, nel ?@*+ al +<,H>F.
-onsiderando l6HF della #terza lista$, nata da
una costola del cdG, si pu affermare che, il
cdG, ha consolidato, nel ?@*+, il dato del
?@@;.


%l csG, invece, perde, nel decennio, il *@F dei
consensi con un impatto pi! significativo nel
?@@;. 8el ?@*+, considerate le posizioni politi-
che dichiarate, possiamo attribuire circa il 9F
di schede bianche al csG che, di fatto, come il
cdG, consolida il dato del ?@@;.




%!-T* (*C,N)!& Analisi politica
'artendo, ovviamente, dai dati numerici, possiamo sviluppare un6attenta analisi politica per
meglio approfondire tutte le sfumature che hanno decretato, in tre campagna elettorale, la
doppia vittoria del cdG ed una sola del csG. -ome abbiamo avuto modo di vedere, il csG, vince
sui voti di lista. 16 deducibile facilmente che, nell6impostazione della campagna elettorale, non
devono mancare tre fattori fondamentali: l6unit dell6intero gruppo, una leadership ed un pro-
gramma elettorale. =uesti tre elementi, insieme, nella storia, hanno decretato la vittoria del
csG mafaldese. 8el ?@@+, quindi, il csG aveva un leader forte, il gruppo era coeso ed il program-
ma fu impostato sulla volont di rimettere ordine allo scempio del cdG e tentare di rilanciare
l6economia del territorio. 0 fatica, nonostante tutto, il csG guadagna il governo e si mette al
lavoro.
8el ?@@; assistiamo alla grande svolta politica di Mafalda. ,a leadership del csG non era fortissi-
ma in quanto, il candidato sindaco, era un ventisettenne che veniva fuori da un quinquennio
amministrativo ma si trovava alla sua prima esperienza da candidato sindaco. -6era, per,
grande coesione, entusiasmo ed il programma politico era tecnicamente eccellente per un pae-
se di *@@@ abitanti. Una campagna elettorale infuocata che ruot intorno alla vicenda biomas-
se. ,o spoglio decreta la vittoria del cdG con un numero pazzesco di preferenze e mette in evi-
denza la grande caduta nei voti di lista del csG che, comunque, perde solo un 9F sulle preferen-
ze. 16 caos politico nel paese in quanto, da allora, si sono mossi tutti gli equilibri elettorali le-
gati all6affezione ad una piuttosto che all6altra corrente politica. 8onostante la sconfitta, se-
guono anni di seria attivit politica del csG che tenta un recupero di alto profilo, lanciando
grosse iniziative, portando avanti una attenta attivit di opposizione, crescendo nei contenuti
ma, purtroppo, come vedremo pi! avanti, lasciando invariato il posizionamento dell6elettorato.
(i arriva alla campagna elettorale ?@*+. ,6intero gruppo dirigente del csG, dopo anni di studio
ed approfondimenti, arriva pronto dal punto di vista dei contenuti ma debole nei metodi con
cui affrontare una sfida elettorale. %l cdG d qualche segnale di cedimento al suo interno. 8asce
la #terza lista$. %l csG tenta un rinnovamento forzoso in quanto, a conti fatti, esprime candida-
ture vicissime alla sua corrente politica. %l leader ha le medesime caratteristiche politiche
dell6espressione ?@@;. Un giovane che esce fuori dal quinquennio amministrativo ma alla sua
prima esperienza come candidato sindaco. 'ropone, inoltre, un programma semplice, lineare,
che fa molta fatica ad entrare in competizione. %l cdG torna in campo con il suo leader di sem-
pre, il quale ha consolidato il suo consenso in ?@ anni di permanenza sulla scena politica locale
e con il suo programma di sempre. %n realt, come dimostrato nell6analisi numerica, la
leadership del cdG fittizia in quanto, da sola, non catalizza alcun voto ma, la sua forza, , da
sempre, rappresentata dalla capacit dei candidati di catalizzare voti personali. ,a #terza li-
sta$, a primo impatto, sembrerebbe agevolare le sorti del csG ma poi si riveler un progetto
26/06/1905 03/07/1905
42
44
46
48
50
52
54
56
58
PERCENT LISTA
Colonna B
26/06/1905 03/07/1905
0
10
20
30
40
50
60
PERCENT LISTA
Colonna C
fallimentare o per accordi politici presi a tavolino o, semplicemente,
perch quello era il suo massimo potenziale. (ta di fatto che il cdG vince
con una percentuale molto vicina a quella del ?@@+ in cui lo aveva visto per-
dente. %l csG conferma il dato precedente, segno inequivocabile che, in cinque an-
ni di attivismo, non riuscito a portare a casa nessun consenso nuovo. %n conclusione,
possiamo affermare che, finita l6era del csG mafaldese legata ad una generazione degli
anni novanta, si aperta, dal ?@@;, di fatto, l6era del cdG che, ad occhio nudo, non avr una
lunga durata in quanto il leader gi piuttosto avanti con gli anni ed i programmi sono gli stessi
ormai da *) anni. %l csG, al contrario, vive un periodo di destabilizzazione dovuta alla fuori usci-
ta di una figura solida che lo aveva guidato fino al ?@@;. -erto lodevole, per una nuova classe
dirigente che prende in mano una grande eredit, consolidare il dato di partenza. &a adesso in
poi, il cdG, dovr necessariamente lavorare alla modernizzazione del suo apparato per poi crea-
re una nuova leadership. %l csG l6apparato lo ha gi modernizzato sia a livello locale che nazio-
nale. 0desso dovr lavorare sulla figura del leader se non vorr arrivare dopo il cdG nonostante
il suo evidente vantaggio in termini di tempi. %l csG dovr fare molta attenzione a questo deli-
cato passaggio storico perch si sa... il cdG crea nuovi leader semplicemente con l6imposizione
di quello uscente.



*L*0',N' *1-,%**

8on possiamo fare a meno di dare uno sguardo anche alle vicende europee. &al ?@@; al ?@*+, in
1uropa, sono profondamente cambiati gli equilibri politici riconducibili all6%talia. %l '& riuscito
a incrementare il suo consenso passando dal ?>F del ?@@;, al +@F del ?@*+. &all6altra parte,
invece, il '&,, oggi 4%, passato dal 9)F del ?@@;, al *>F nel ?@*+. (enza entrare nel merito
dell6analisi politica europea, possiamo affermare che la grande leadership di Ierlusconi, durata
circa ?@ anni, ha cominciato la sua fase discendente, mentre, il grande progetto politico da cui
nato il 'artito &emocratico, sta trovando il suo compimento. 'ossiamo, inoltre, ricondurre i
medesimi principi utilizzati per l6analisi locale, anche al livello europeo. %l csG vince con una
forte leadership, con un gruppo coeso e con un programma serio.
Un grande partito quindi alla base ed un fortissimo leader al timone, circostanze che se si rea-
lizzano contemporaneamente, come si visto,
danno vita al successo politico per eccellenza.
Matteo 3enzi, infatti, cos2 diverso dai leader
#tipici$ del centro sinistra ha portato nuovo con-
senso di ampie fasce di popolazione spostando mi-
lioni di voti. %l successo quindi s2 del (egretario,
ma anche di tutto il '& che ha saputo cambiare
rotta, nonostante la difficolt, quando era neces-
sario farlo.
%l declino di 4%, invece, dimostra che, quando a
tenere unite le anime, sono interessi personali,
potere economico, senza alcuna forma di discus-
sione, confronto e contraddittorio, arriver il punto in cui il sistema implode. (icuramente sar
dura, per il '&, tenere certi standard. &avanti ci sono grandi riforme da attuare ed importanti
sfide da vincere.
8oi siamo orgogliosi di far parte di questa grande famiglia e continueremo a dare il nostro con-
tributo alla causa affinch la 'olitica torni ad essere arte nobile al servizio di tutti e non conti-
nui la sua lenta deriva verso il cannibalismo. %n 1uropa, oggi, abbiamo lunghi orizzonti da guar-
dare. -ompito nostro allungare gli orizzonti anche ai territori per strapparli al personalismo
ed al campanilismo.

%
a
g
&

$

(tiamo crescendoJ.e stiamo cambiandoJ.
4ermi i valori che ci muovono ed animano abbiamo deciso di dare un volto nuovo
alla 3edazione del giornale.
0bbiamo un nuovo 3edattore -apo ed un nuovo vice 3edattore.
De li presentiamo.

!lessia
(ono nata il + marzo del *;;) a ,arino, quest"anno stato l"ultimo nel
liceo scientifico di vasto 3.Mattioli, a settembre far il test per en-
trare nella facolt di scienze infermieristiche a -hieti, in realt da
bambina il mio sogno era diventare un membro della guardia di finan-
za affascinata dalla divisa ma poi la mia idea cambiata. ,"anno scor-
so per me stato un anno particolare in quanto la malattia di mia
nonna .(,0/ si aggravata e per diverse complicanze ha passato di-
versi mesi in ospedale ed li che ho maturato l"idea di diventare in-
fermiera, mi sono appassionata quella figura ed ho capito quanto sia
importante per un paziente che si trova in una condizione delicata
sentire l"affetto, oltre che dei familiari, di qualcun altro KestraneoK
che si prende cura di te dal punto di vista clinico. %l lavoro dell"infer-
miera, se svolto nel modo pi! umano possibile, potr rendermi orgogliosa di me. (ono una ragazza sola-
re, amo stare tra la gente e ascoltarlaL 'er tre anni sono stata una catechista dei bambini delle ele-
mentari l"affetto per il mio paese e ad un ideale mi ha portato ad iscrivermi al -ircolo del '& di mafal-
da come 5iovane &emocratica. (ono felice di questo incarico e spero che anche con la mia inesperien-
za possa essere di aiuto.

.iorenzo
(ono nato a Dasto il < settembre *;;*B ho frequentato il ,i-
ceo -lassico 'udente di Dasto dal ?@@) al ?@*@ e nello stesso
anno mi sono immatricolato al corso di laurea in 4ilosofia a
'adova. ,aureatomi nel ?@*9 con una tesi di filosofia politica
sul rapporto contraddittorio tra virt! e fortuna in Machiavel-
li, nello stesso anno mi sono immatricolato al corso di laurea
magistrale in scienze 4ilosofiche sempre a 'adova. Arovo che
questa mia citt sia congeniale al mio modo d"essere: piccola
ma ben fatta, non sfarzosa eppure molto vivibile. 5razie agli
ultimi quattro anni passati in una residenza universitaria ho avuto l"occasione di conoscere persone pro-
venienti da tutta %talia e ragazzi 1rasmus provenienti da molte zone del mondo .(pagna e Irasile in pri-
mis/. 7o sempre supportato il gruppo dei -atechisti della 'arrocchia di Mafalda e dal ?@@; con grande
coinvolgimento sono parte del -ircolo '& di Mafalda e vicedirettore di Mentelocale, che ho sempre de-
finito strumento dell"unica informazione seria e veritiera circa le vicende della nostra Mafalda. 4ar par-
te di un circolo non significa tanto per me mettere in discussione l"alternativa quanto piuttosto me
stesso e chi si mostra concorde con il mio pensiero, al fine di non fermarci mai dinanzi alla crescita e
al processo di maturazione che dovrebbe svillupparsi lungo tutto l"arco della nostra esistenza. =uesto
il motivo che mi ha spinto a fare filosofia anche a livello accademico, sperando che mi aiuti a realizza-
re uno dei miei pi! grandi sogni: quello di comunicare sempre, con giornali, libri, saggi, riviste, confe-
renze. =ualsiasi cosa purch si comunichi sempre, perch come dice 4ichte, Ksi conosce perch si de-
stinati ad agireK.
-*)!0',N* MenteLocale
cEo -ircolo '&
Dia 'rincipe Umberto, )
H>@9@ Mafalda -I
)irettore -esponsabile -hiara Dalentini
3edattore -apo 4iorenzo -olagioia
Dice 3edattore 0lessia Mondano
Tipografia
'ress Up s.r.l. Dia ,a (pezia, **HE-
@@@)) ,adispoli .3M/

'er scriverci:
mentelocalemafalda2gmail&com
(iamo anche su 40-1IOOM:
MenteLocale Mafalda

'er neNs sul '& di Mafalda e per scaricare
tutti i numeri di Mente,ocale:
333&democraticimafalda&3eebl4&com